PRIMO AIUTO IN CRISI IPERTENSIVA

Crisi ipertensiva (CC) è una condizione manifestata da ipertensione arteriosa (pressione sistolica "superiore", solitamente più di 180 mmHg, pressione diastolica "inferiore" del sangue - oltre 120 mmHg) e i seguenti sintomi:

• mal di testa, spesso nella regione occipitale, o con pesantezza e rumore nella testa;

• sfarfallio di "mosche", velo o rete davanti agli occhi;

• nausea, sensazione di debolezza, superlavoro, stress interno;

• mancanza di respiro, debolezza, persistente dolore doloroso monotono / disagio nella regione del cuore;

• aspetto o aumento del pastoznost / gonfiore della pelle del viso, delle mani, dei piedi.

Eventi di primo soccorso

Quando si manifestano sintomi di crisi ipertensiva, è necessario:
• Rimuovere la luce intensa, fornire riposo, aria fresca (sbottonare il colletto della camicia, aerare la stanza, ecc.).

• Misurare la pressione sanguigna (vedere la procedura per misurare la pressione sanguigna alla fine di questa sezione), e se il suo livello "superiore" è maggiore o uguale a 160 mmHg. Art., È necessario assumere il farmaco antipertensivo, precedentemente raccomandato da un medico. In assenza di un farmaco ipotensivo raccomandato da un medico o con la registrazione di una pressione sanguigna superiore a 200 mm Hg. Art. urgentemente bisogno di chiamare un'ambulanza.

• Prima che l'ambulanza arrivi, se possibile, sedersi su una sedia con i braccioli e fare un pediluvio caldo (abbassare le gambe in un contenitore con acqua calda).

Attenzione!
A un paziente con crisi ipertensive è vietato qualsiasi movimento improvviso (alzarsi bruscamente, sedersi, sdraiarsi, piegarsi, tendere) e qualsiasi attività fisica.

• Dopo 40-60 minuti dopo l'assunzione del farmaco raccomandato dal medico,
ri-misurare la pressione sanguigna e se il suo livello non è diminuito di 20-30 mm Hg. Art. dall'originale e / o condizione non è migliorata - chiamare urgentemente un'ambulanza.

• Se si sente meglio e si abbassa la pressione sanguigna, è necessario riposare (andare a letto con una testiera sollevata) e quindi contattare il medico di famiglia.

Quando parli con un medico, devi chiarire quali farmaci devi assumere durante lo sviluppo di una crisi ipertensiva, annotare chiaramente i loro nomi, dosaggio e sequenza temporale (algoritmo) per assumerli, e anche controllare con il medico quali sono le manifestazioni della malattia di cui hai bisogno per chiamare urgentemente un'ambulanza.
Tutti i pazienti con ipertensione devono creare un mini kit di pronto soccorso individuale per la crisi ipertensiva e portarlo costantemente con sé, poiché una crisi ipertensiva può svilupparsi sempre e ovunque.

Misurazione della pressione sanguigna

L'accuratezza della misurazione della pressione arteriosa e, di conseguenza, la garanzia di una diagnosi corretta e la gravità della crisi ipertensiva dipendono dal rispetto delle regole per la sua misurazione.
La misurazione deve essere eseguita sedendosi, appoggiandosi allo schienale di una sedia, con le gambe rilassate e non incrociate, la mano giace sul tavolo a livello del cuore, in un'atmosfera rilassata, dopo un riposo di 5 minuti. Durante la misurazione non dovrebbe muoversi e parlare attivamente. La misurazione della pressione arteriosa in casi speciali può essere eseguita sdraiata o in piedi.
Il polsino è sovrapposto alla spalla, il suo bordo inferiore è di 2 cm sopra il gomito. Le dimensioni del bracciale devono corrispondere alle dimensioni del braccio: la parte in gomma del bracciale gonfiato deve coprire almeno l'80% della circonferenza della spalla; per gli adulti, un bracciale viene utilizzato con una larghezza di 12-13 cm e una lunghezza di 30-35 cm (misura media); È necessario avere un polsino grande e piccolo per le braccia piene e sottili, rispettivamente.
Una colonna di mercurio o uno sfigmomanometro dovrebbe essere a zero prima della misurazione e davanti agli occhi del ricercatore.

La tecnica di misurazione della pressione sanguigna:

• Posiziona la testa del fonendoscopio nella fossa cubitale sopra l'arteria brachiale.

• Pompare rapidamente aria nel bracciale ad una pressione di 20-30 mm Hg. Art. più alto del solito per questa persona il livello di pressione sanguigna sistolica "superiore". Se la misurazione viene effettuata per la prima volta, il livello di pressione nel bracciale viene solitamente portato a 160 mm Hg. Art. Se a questo livello di pressione rimane la pulsazione della nave nella fossa cubitale, la pressione nel bracciale continua ad aumentare fino a un livello di 20 mm Hg. Art. al di sopra del livello di pressione a cui la pulsazione dell'arteria scompare nella fossa cubitale.

• Aprire la valvola di rilascio dell'aria dal manicotto situato accanto alla pompa a pera e ridurre la pressione nel bracciale ad una velocità di circa 2-3 mm Hg. Art. al secondo

• Nel processo di rilascio di aria dal bracciale, due parametri sono controllati simultaneamente: il livello di pressione sulla scala dell'indicatore, l'aspetto delle arterie pulsanti (chiamate toni di Korotkov) nella fossa cubitale. Il livello di pressione al momento dell'apparenza dei toni di pulsazione corrisponde al livello della pressione sistolica "superiore", e il livello di pressione al momento della completa scomparsa della pulsazione dell'arteria corrisponde alla pressione diastolica "inferiore". Nei bambini, negli adolescenti e nei giovani immediatamente dopo l'esercizio, nelle donne incinte e in certe condizioni patologiche negli adulti, le pulsazioni dell'arteria non scompaiono, quindi la pressione diastolica "inferiore" deve essere determinata dal momento di significativo indebolimento dei toni.

• Se le pulsazioni dell'arteria nella fossa ulnare sono molto deboli, allora dovresti alzare la mano ed eseguire diversi movimenti compressivi con una mano, quindi ripetere la misurazione, e non dovresti spremere l'arteria con forza con la membrana del fonendoscopio.

• Quando si misura la pressione sanguigna a se stessi, la testa del fonendoscopio viene fissata sopra la fossa cubitale con l'aiuto di un bracciale.

Per una valutazione affidabile della pressione arteriosa è necessario eseguire almeno due misurazioni della pressione arteriosa su ciascun braccio con un intervallo di almeno un minuto, nelle pause tra le misurazioni è necessario allentare completamente il bracciale. Quando si rileva la differenza nei livelli di pressione superiori a 5 mm Hg. Art. produrre una misurazione aggiuntiva, la media delle ultime due misurazioni viene presa come valore finale (registrato).

Fonte: Boitsov S. A., Ipatov P. V., Kalinina AM, Vylegzhanin S. V., Gambaryan M. G., Eganyan R. A., Zubkova I. I., Ponomareva E. G., Soloveva S. B., "Organizzazione dell'esame e visite mediche preventive della popolazione adulta". Raccomandazioni metodiche. Edizione 2 con aggiunte e chiarimenti, M., 2013

Crisi ipertensiva: sintomi e pronto soccorso

La crisi ipertensiva non è invano attribuita a condizioni potenzialmente letali, poiché questa pericolosa complicazione dell'ipertensione arteriosa può causare gravi complicazioni. Infarto del miocardio, rottura aortica, ictus emorragico o ischemico, edema polmonare, insufficienza renale acuta, edema cerebrale, sviluppo di aritmie o eclampsia in donne in gravidanza - queste possibili conseguenze di un brusco aumento della pressione arteriosa possono essere fatali.

Secondo le statistiche, oltre il 3% dei pazienti nei reparti di emergenza sta cercando assistenza medica a causa di una crisi ipertensiva. Determinano la relazione persistente tra la tempestività delle cure di pronto soccorso e il numero di complicazioni di questa pericolosa condizione.

Varie ragioni possono portare allo sviluppo di una crisi ipertensiva. Sono patologie del cuore e dei vasi sanguigni, dei reni, del cervello, delle ghiandole endocrine o delle cattive abitudini, i cambiamenti del tempo con i cambiamenti della pressione atmosferica, lo stress psico-emotivo, l'affaticamento e i farmaci prematuri prescritti dal medico. Un ruolo importante nell'identificazione dei picchi di pressione sanguigna è giocato da un approccio organizzato in modo improprio per eliminare il mal di testa e il controllo della pressione sanguigna.

Nel nostro articolo vi presenteremo i sintomi e le regole del primo soccorso nella crisi ipertensiva. Questa conoscenza ti aiuterà a identificare questa seria complicanza dell'ipertensione arteriosa in modo tempestivo e a fornire un'adeguata assistenza a te stesso o alla persona amata. Secondo la maggior parte dei medici, ognuno di noi deve possedere queste capacità. Ciò contribuirà a prevenire lo sviluppo di gravi complicanze che portano a invalidità a lungo termine o alla morte del paziente.

sintomi

I principali sintomi dello sviluppo della crisi ipertensiva sono:

  • aumento spasmodico della pressione sanguigna;
  • dolore intenso nella regione parietale o occipitale della testa;
  • respirazione rapida;
  • sentirsi a corto di fiato;
  • lampeggiante "vola" davanti ai miei occhi;
  • vertigini;
  • cambiamenti nella coscienza o sonnolenza;
  • nausea o vomito irragionevoli per ingestione;
  • disturbi dell'andatura.

La gravità dei sintomi della crisi ipertensiva è variabile e dipende dal tipo di questa condizione.

La crisi ipertensiva può essere:

  • ipercinetico (tipo I) - si sviluppa spesso nelle fasi iniziali dell'ipertensione arteriosa ed è causato da un aumento del tono della divisione simpatica del sistema nervoso autonomo, si verifica in pochi minuti, ed è più spesso osservato negli uomini;
  • ipocinetico (tipo II) - si sviluppa spesso nelle fasi tardive dell'ipertensione arteriosa ed è causato da un aumento del tono della divisione parasimpatica del sistema nervoso autonomo, si verifica entro poche ore o giorni, ed è più spesso osservato nelle donne.

Sintomi di crisi ipercinetica:

  • un significativo aumento dei normali indicatori della pressione arteriosa;
  • palpitazioni cardiache;
  • eccitazione generale;
  • membra tremanti;
  • sudorazione;
  • mal di testa accompagnato da pulsazioni;
  • dolori al cuore, accompagnati da sentimenti di "cuore che svanisce";
  • bocca secca;
  • arrossamento del viso;
  • minzione frequente e abbondante dopo aver eliminato l'attacco.

Sintomi di una crisi ipocinetica:

  • letargia;
  • apatia e stanchezza;
  • sonnolenza;
  • ipertensione;
  • mal di testa inarcando la natura;
  • nausea e vomito;
  • vertigini;
  • gonfiore sul viso;
  • gonfiore alle braccia e alle gambe;
  • una marcata diminuzione della quantità di urina rilasciata;
  • pallore e secchezza della pelle;
  • visione offuscata.

Contrariamente all'opinione pubblica prevalente, la crisi ipertensiva non implica determinate cifre della pressione sanguigna. Sono sempre individuali e dipendono sia dallo stadio di ipertensione arteriosa sia dagli indicatori della cosiddetta "pressione di lavoro" in cui una persona si sente normale.

Pronto soccorso

Nonostante i diversi tipi di crisi ipertensive, le cure di emergenza con un'impennata della pressione sanguigna sono le stesse. L'algoritmo per il rendering è il seguente:

  1. È conveniente posare il paziente in posizione semi-seduta, usando cuscini o mezzi improvvisati.
  2. Chiama un dottore. Se una crisi ipertensiva si sviluppa in un paziente per la prima volta, è necessario chiamare un'ambulanza per il ricovero di emergenza.
  3. Lenire il paziente. Se il paziente non riesce a calmarsi da solo, allora lascia che prenda la tintura di valeriana, motherwort, Carvalol o Valokardin.
  4. Assicurare la respirazione libera del paziente, liberandolo da indumenti che ostacolano i movimenti respiratori. Fornire aria fresca e temperatura ottimale. Chiedi al paziente di fare alcuni respiri profondi ed esalazioni.
  5. Se possibile, misurare la pressione sanguigna. Ripeti le misurazioni ogni 20 minuti.
  6. Se il paziente sta assumendo una sorta di farmaco antipertensivo raccomandato dal medico per eliminare la crisi, allora digli di prenderlo. Se non ci sono tali prescrizioni, somministrare Captopril (Kapoten) 0,25 mg per via sublinguale o 10 mg di Nifedipina per via sublinguale. Se dopo 30 minuti non ci sono segni di abbassamento della pressione sanguigna, il farmaco deve essere ripetuto un'altra volta. In assenza di effetti e dal ricevimento di una dose ripetuta del farmaco, è necessario chiamare un'ambulanza.
  7. Attacca un impacco freddo o un impacco di ghiaccio alla testa e una piastra riscaldante calda ai tuoi piedi. Invece di una piastra elettrica, puoi mettere cerotti alla senape sul retro del collo e muscoli del polpaccio.
  8. Con la comparsa di dolore nel cuore, al paziente può essere somministrata una compressa di nitroglicerina e Validol sotto la lingua. Va tenuto presente che l'assunzione di nitroglicerina può causare una brusca diminuzione della pressione sanguigna, quindi dovrebbe essere presa solo con Validol, che elimina questo effetto collaterale.
  9. Per un mal di testa di natura arcuata, che indica un aumento della pressione intracranica, al paziente può essere somministrata una compressa Lasix o Furosemide.

Ricordate! Prima di assumere un farmaco, è necessario valutare e valutare attentamente le condizioni del paziente. Con questo puoi aiutare gli operatori che prendono la chiamata della brigata di ambulanza.

Cosa fare dopo aver fermato una crisi ipertensiva?

Dopo la normalizzazione della pressione arteriosa, è necessario spiegare al paziente che la completa stabilizzazione della condizione si verificherà dopo 5-7 giorni. Durante questo periodo, dovresti osservare una serie di restrizioni e regole che impediranno un secondo salto della pressione sanguigna. Il loro elenco include le seguenti raccomandazioni:

  1. In modo tempestivo per assumere farmaci antipertensivi consigliati dal medico.
  2. Monitorare regolarmente gli indicatori della pressione arteriosa e registrare i risultati in uno speciale diario ipertonico.
  3. Abbandona lo sforzo fisico e non fare movimenti bruschi.
  4. Abbandona le corse mattutine e altri esercizi fisici.
  5. Escludere la visualizzazione di programmi video e televisivi che contribuiscono a un sovraccarico mentale.
  6. Limitare il consumo di sale e liquidi.
  7. Non mangiare troppo.
  8. Evita i conflitti e altre situazioni stressanti.
  9. Smetti di bere e fumare.

La crisi ipertensiva non complicata può essere curata in ambiente domestico e ambulatoriale. In altre situazioni, il paziente deve essere ricoverato in ospedale per un esame completo, l'eliminazione delle complicanze e la nomina della terapia farmacologica.

Gubkinsky TV and Radio Committee, video sul tema "Crisi ipertensiva":

Pronto soccorso nella crisi ipertensiva

Crisi ipertensiva: come riconoscere i sintomi

La condizione vascolare patologica sorge a causa di disturbi e lavoro incoerente delle divisioni vegetative del sistema nervoso ed è causata da una reazione a fattori provocatori. Allo stesso tempo c'è un aumento delle cifre diastoliche oltre 120 mm Hg.

L'ipertensione è considerata pericolosa a causa di sintomi gravi, il rischio di complicazioni potenzialmente letali, quindi una persona ha bisogno di cure di emergenza in crisi ipertensive.

La pressione sanguigna (BP) viene stimata misurando i numeri con l'aiuto di speciali strumenti per tonometro, che sono meccanici, automatici, al mercurio e semi-automatici.

Gli indicatori normali diagnosticano considerano i numeri (systolic) superiori - da 110 a 140, e il più in basso (diastolic) - da 70 a 90 mm Hg. Art.

La pressione sistolica è il livello ematico alla massima riduzione del muscolo cardiaco e la pressione diastolica è la pressione al momento del rilassamento cardiaco. I cambiamenti nel volume del sangue e il vasospasmo determinano le cause meccaniche dell'inizio di una crisi.

Crisi ipertensiva (CC) ha i seguenti indicatori della pressione arteriosa (in mm Hg. Art.):

  • da 170 - 220 a 110 - 140;
  • da 220 - 280 a 120 - 140.

All'interno della gamma normale, la diagnostica consente di ottenere figure da 120 a 140 mm Hg. Art. Gli indicatori individuali di pressione sanguigna, in cui una persona si sente bene e pienamente in grado di lavorare, sono anche considerati normali indicatori. Queste cifre possono raggiungere 160 mm Hg. Art. La pressione è chiamata l'operaio. Tutti i pazienti ipertesi conoscono la loro pressione di lavoro e le prestazioni del monitor.

Sintomi sintomatici

Le crisi ipertensive sono di origine cerebrale o cardiaca, con sintomi clinici che compaiono improvvisamente (possono svilupparsi entro poche ore), e quindi, il primo soccorso deve essere dato al paziente il più presto possibile.

La GC riconosciuta può essere sui segni, che si manifestano sotto forma di sintomi ipertensivi e vengono presentati:

  • palpitazioni cardiache e dolori cardiaci di diversa natura;
  • pulsazioni di mal di testa occipitale o parietale, vertigini con mosche lampeggianti davanti agli occhi;
  • nausea e bavaglio;
  • menomazione della vista;
  • irritabilità;
  • brividi o febbre, tremori;
  • numeri elevati quando si misura la pressione sanguigna;
  • minzione frequente e sudorazione.

I sintomi della GC possono anche indicare: scarsa coordinazione, affaticamento, sonnolenza, svenimento improvviso, epistassi, mancanza di respiro (dispnea), agitazione, disturbi del ritmo cardiaco, aumento della temperatura corporea a 37,5 ° C, arrossamento della pelle nel collo e volti, sentimenti di paura panico, oscillazioni involontarie del bulbo oculare (nistagmo).

Cause di

Molto spesso, un aumento di pressione si sviluppa in pazienti ipertesi che interrompono bruscamente l'assunzione di farmaci antipertensivi o in pazienti che hanno ricevuto una terapia inadeguata. Le principali cause della crisi:

  • sovraccarico emotivo e stress;
  • esaurimento fisico;
  • interruzioni ormonali e disturbi endocrini;
  • predisposizione genetica;
  • cattive abitudini (fumare, bere);
  • varie malattie renali, insufficienza renale;
  • osteocondrosi spinale nella regione cervicale, lesione cerebrale;
  • malattie croniche, compresa l'ipertensione;
  • improvviso cambiamento del tempo;
  • eccesso di cibo, così come le preferenze culinarie sotto forma di piatti salati e grassi.

Una crisi può essere il risultato dell'ipertensione, che una persona non può sospettare. Il trattamento tardivo porta a condizioni urgenti.

Stati complicati

La crisi ipertensiva in presenza di sintomi e l'assenza di pronto soccorso spesso portano a complicazioni formidabili:

  • aritmia;
  • edema polmonare;
  • ictus (emorragico o ischemico);
  • infarto miocardico;
  • embolia polmonare;
  • sindrome convulsa;
  • sanguinamento nasale pesante;
  • patologie dei reni (insufficienza) e del cervello (edema);
  • morte clinica.

Le cause delle complicazioni sono ovvie: un pronto soccorso prematuro.

IMPORTANTE! Per evitare pericolose complicazioni del corpo, è necessario compiere ogni sforzo per alleviare la crisi e condurre un trattamento con il controllo obbligatorio della pressione sanguigna. Misurare le prestazioni preferibilmente ogni 20 minuti. Se tutte le misure allegate non hanno successo e le condizioni del paziente peggiorano, dovresti chiamare un'ambulanza per fare una diagnosi o andare da un istituto medico.

Fornire il primo soccorso in caso di crisi prima dell'arrivo di un'ambulanza

La salute umana dipende dalle corrette tattiche terapeutiche del comportamento durante una crisi. Il primo soccorso per la crisi ipertensiva può essere vicino e le persone circostanti. A casa per la lotta contro l'HA è sempre possibile trovare farmaci adatti nel kit di pronto soccorso.


Il primo soccorso è costruito nel modo seguente:

  1. Devi chiamare il medico o l'ambulanza.
  2. Cerca di calmare il paziente il più possibile, di sistemarlo in modo che la testa sia più alta degli arti inferiori. Usare i cuscini per creare una posizione comoda per lui - reclinare e coprirlo con una coperta.
  3. Vestiti da rendere liberi e non vincolanti (sbottonare colletto, bottoni, cintura).
  4. Aprire la finestra o la porta, fornendo aria fresca (prevenzione della carenza di ossigeno).
  5. Ai piedi mettere una bottiglia di acqua calda (bottiglia di plastica) con acqua o sostituirla con intonaci di senape sui muscoli del polpaccio. Un impacco fresco può essere applicato alla testa.
  6. I farmaci ipertensivi danno quei farmaci ad alta pressione sanguigna che beve sempre.
  7. Drip Corvalol (20 gocce - 1 cucchiaio). La medicina calmerà e allevia la tensione nervosa. Puoi dare una tintura di valeriana o motherwort (se Corvalol non lo è).
  8. Sotto la lingua è possibile inserire il farmaco Captopril (Captopress) 25 mg per compresse di riassorbimento. Il farmaco viene assorbito entro 10-15 minuti. L'indicatore dell'efficacia dell'azione - il paziente voleva urinare. Puoi dare 10 mg di nifedipina. Con l'inefficacia dell'azione di uno qualsiasi di questi farmaci può essere ripetuto dopo mezz'ora.
  9. Con un insopportabile mal di testa arcuato, puoi bere 1 compressa di Furosemide.

Il primo soccorso per la crisi ipertensiva può essere fornito da qualsiasi rimedio ipotensivo disponibile. Ad esempio, se, a parte la nitroglicerina, non c'è nulla, allora una pillola del farmaco viene somministrata sotto la lingua. La nitroglicerina abbasserà un PA un po '. Al fine di non causare un aumento del mal di testa, il farmaco viene somministrato con Validol, che praticamente tutti hanno nel kit di pronto soccorso domestico. Prima dell'arrivo del medico, la pillola può essere presa ripetutamente, ma solo un'altra volta (dopo 5 minuti), in modo da non causare un collasso (improvvisa perdita di coscienza).

IMPORTANTE! Ridurre la pressione sanguigna dovrebbe essere gradualmente, non più di 20-30 mm Hg. Art. all'una Il declino sarà un'indicazione che la crisi ha iniziato a ritirarsi, e tutte le misure per combatterlo erano corrette. I medici ipertensivi raccomandano ai casi di emergenza di tenere sempre a portata di mano i farmaci: Farmadipina (poche gocce del farmaco assunto con zucchero, ridurre la pressione arteriosa in 15 minuti), Renipril, Anaprilina, Capoten (Captopril), Corinfar, Nifedipina, Kordaflex, Metoprololo.

Farmaci per pronto soccorso d'emergenza

Il team dell'ambulanza è dotato di tutti i mezzi necessari per fornire una terapia medica d'emergenza per l'HA. Nel loro lavoro, i medici sono guidati dalla precisa implementazione di protocolli approvati dal Ministero della Sanità della Federazione Russa.
La posa per la rapida rimozione della crisi con tassi bassi è costituita dai seguenti strumenti:

  1. Pharmadipine (gocce).
  2. Anaprilina (compresse).
  3. Iniezioni antispasmodiche (No-shpa, papaverina).
  4. Furosemide (2 ml).
  5. Dibazol (5 ml).
  6. Magnesia solfato (5 ml).
  7. Vitamina B6.

Presentati farmaci in fiale iniettati per via intramuscolare. Con l'ipertensione o l'incapacità di rimuovere la crisi, applicare farmaci più potenti che vengono somministrati per via endovenosa:

Questi fondi (qualsiasi, per scelta) vengono introdotti molto lentamente e solo quando si controlla la pressione sanguigna. Una riduzione della performance fino al 30% è un'indicazione per interrompere l'iniezione endovenosa. La fornitura di cure di emergenza con i farmaci necessari (uno dei due) viene effettuata sulla base delle condizioni generali, della storia della malattia, dell'età e della sensibilità individuale del paziente.

IMPORTANTE! Per la prima volta la crisi hypertensive che si alza richiede il trattamento obbligatorio al dottore. Il team lineare di medici della joint venture eseguirà tutte le attività necessarie, farà un ECG del cuore e trasporterà il paziente alla terapia, alla cardiologia o alla neurologia. In questo caso, verrà eseguita la corretta diagnosi della condizione.

Come determinare la crisi ipertensiva e cosa fare

Cosa fanno se si verifica una crisi ipertensiva, quale pressione dovrebbe essere, come ridurla correttamente, è necessario conoscere tutti coloro che hanno ipertensione in famiglia. Poiché questa condizione è pericolosa per la vita, si dovrebbe anche studiare i sintomi soggettivi e oggettivi della sua approssimazione. Questo aiuterà in tempo per prevenire un attacco.

Caratteristiche della crisi ipertensiva

La crisi ipertensiva (CC) in una persona è una condizione in cui la pressione sanguigna (BP) aumenta improvvisamente e il benessere generale peggiora bruscamente. La definizione di HA nella fase iniziale è difficile, poiché i sintomi clinici di una persona non sono sempre immediatamente presenti. Il processo può violare l'integrità degli organi bersaglio, il che aumenta il rischio di complicazioni o morte. La crisi dovrebbe essere immediatamente interrotta e riportare gradualmente la pressione sanguigna ai parametri di lavoro.

L'attacco si sviluppa a causa del rilascio di adrenalina o norepinefrina nel sangue.

Nel primo caso, la pressione sistolica aumenta. Con il rilascio di norepinefrina aumenta anche la pressione diastolica. L'alcol e la nicotina, lo stress, l'elevato sforzo fisico, l'assunzione di sale sono al di sopra della norma giornaliera, il rifiuto di assumere farmaci antipertensivi, l'obesità, la risposta del corpo quando il tempo cambia (dipendenza dal clima) può provocare crisi. La presenza di ipertensione in una persona lo registra automaticamente a rischio.

A causa del fatto che sullo sfondo dell'ipertensione del 2 ° e 3 ° grado, le patologie del sistema vascolare si sviluppano gli organi interni e aumenta il rischio di emorragie, anche un aumento della pressione inferiore a 20 mm Hg. Art. può causare ictus, coma o altre conseguenze potenzialmente letali.

In ogni quinto caso di crisi, i pazienti sviluppano una complicazione: infarto cerebrale, ictus emorragico, edema polmonare, dissezione aortica, encefalopatia ipertensiva, insufficienza cardiaca acuta, angina instabile, emorragia subaracnoidea o eclampsia. I pazienti ipertesi dovrebbero misurare la pressione ogni giorno al mattino e alla sera, prendere le medicine prescritte da un medico in modo tempestivo.

A quale crisi di ipertensione arteriosa si verifica

Con l'aiuto della ricerca, gli scienziati hanno stabilito per gli adulti, i confini della normale pressione sanguigna - 100 / 60-140 / 90. Ma i medici prendono anche in considerazione la cosiddetta pressione sanguigna lavorativa o individuale, in cui una persona non ha alcun peggioramento della salute. La differenza di pressione su entrambe le mani non può essere superiore a 5 mm Hg. Art. Se i numeri spesso differiscono di almeno 10 unità, la persona deve esaminare il suo sistema circolatorio per escludere l'aterosclerosi, la stenosi vascolare e altre malattie.

Salti di pressione regolari al di sopra della norma di pressione sanguigna individuale indicano che una persona sviluppa ipertensione arteriosa (AH), che è anche chiamata ipertensione.

Lei arriva in tre gradi:

  1. AH è caratterizzato da aumenti di pressione periodici fino a 160/100 mm Hg. Art. e le sue gocce indipendenti senza l'uso di droghe.
  2. BP a lungo conservato fino a 180/110 mm Hg. Art. È necessario usare regolarmente le medicine per evitare una crisi.
  3. Il terzo grado di ipertensione è il più difficile, perché la pressione del sangue non scende al di sotto del livello di 180/110. Questa forma è caratterizzata da danni agli organi, che possono finire nella morte.

L'improvviso aumento della pressione da 20 a 45 mm Hg. Art. oltre gli indicatori di funzionamento della pressione arteriosa è considerato l'inizio della crisi. Se una persona ha ipertensione arteriosa, le percentuali possono raggiungere da 170/110 a 280/140 mm Hg. Art. Dobbiamo prendere la medicina e chiamare il personale dell'ambulanza per fermare l'attacco.

Segni di una crisi ipertensiva

La gravità dei sintomi della GC è direttamente correlata alla velocità di aumento della pressione. L'approccio di una crisi è preceduto dalla comparsa di dolore alla testa, al torace, mancanza di respiro, agitazione psicomotoria e talvolta emorragia nasale. La GK può anche essere accompagnata da sintomi neurologici che indicano una lesione in una certa parte del sistema nervoso: convulsioni, coma, disturbi del linguaggio, formicolio nella pelle.

Il primo segno di una crisi in arrivo è vertigini, che improvvisamente è apparso in fronte, collo o corona, dolore alle tempie, acufene, punti o altre figure prima degli occhi, palpitazioni e arrossamento della pelle. C'è un aumento della pressione sanguigna a 20 - 60 mm Hg. Art., E può anche aumentare la frequenza cardiaca e perdere il ritmo del battito cardiaco.

All'aumentare della pressione sanguigna, la persona avverte attacchi di paura, ansia, soffocamento, tremore, irritabilità o letargia. Potrebbe anche deteriorare la vista, sudore freddo, nausea e vomito. Spesso il paziente perde conoscenza.

In generale, i segni di una crisi sono diversi, poiché i sintomi dipendono dalla forma e dalle complicanze di GK. Per esempio, se c'è un danno al sistema vascolare, allora il cuore acuto o il mal di testa portano, ci può essere una perdita di coscienza, una diminuzione della pressione sanguigna dovuta alla perdita di sangue.

Diagnosi di crisi ipertensiva

L'azione primaria durante un attacco è la misurazione della pressione sanguigna effettiva. Per valutare la crisi, tenendo conto dei sintomi crescenti: disturbi autonomici, cardiaci e cerebrali, sistolica, pressione diastolica (CAD, DBP), frequenza e ritmo delle contrazioni cardiache. Il punto di riferimento è convenzionalmente l'indicatore 140/90, se la persona non ha ipotensione o ipertensione.

La crisi ipertensiva è divisa in 3 fasi nella pressione sanguigna ascendente:

  • il primo è 140/90 - 159/99;
  • il secondo - 160/100 - 179/110;
  • il terzo - la pressione è uguale o superiore a 180/110.

Se la pressione sanguigna in atto in una persona non è 140/90, quindi nella fase 1 dell'HA, 21 unità vengono aggiunte all'indice di pressione sistolica individuale. Quindi, si otterrà il limite inferiore del secondo stadio della crisi. Se aggiungiamo 21 al totale, l'importo calcolato mostrerà il valore minimo del 3o stadio.

Prima dell'arrivo dell'ambulanza, i battiti del cuore e la pressione arteriosa vengono monitorati ogni 15 minuti con entrambe le mani, prendendo appunti su un quaderno. Il paziente non dovrebbe essere nervoso prima della misurazione, altrimenti gli indicatori saranno imprecisi. La cuffia del tonometro è posizionata su un braccio nudo e rilassato sopra il gomito, facendo un passo indietro da una curva di 2 cm. Ulteriore diagnostica verrà effettuata dai medici con l'ausilio di attrezzature mediche.

Cosa fare se si sospetta una crisi ipertensiva

Innanzitutto, il paziente deve assumere una posizione reclinata, misurare la pressione sanguigna su entrambe le mani e registrare il tempo e gli indicatori.

La pressione in una crisi ipertensiva non può essere drasticamente ridotta, in modo da non causare un collasso.

Dopo che la misurazione del controllo della pressione arteriosa deve assumere un farmaco antipertensivo (Nifedepine, Captopril), attendere 20-30 minuti e ricontrollare gli indicatori di pressione. Se il livello di pressione sanguigna non ha iniziato a scendere, alla persona viene somministrato un altro farmaco che riduce la pressione.

Cosa fa la crisi:

  • chiamare un'ambulanza;
  • il paziente è posto in modo tale che la testa con le spalle sia sollevata e allo stesso livello;
  • lenire la persona;
  • se necessario, somministrare Corvalolo, tintura di biancospino, valeriana e il farmaco antipertensivo;
  • applicare sulla parte posteriore della testa e sul collo un impacco freddo, ghiaccio;
  • aerare la stanza per aumentare l'accesso all'ossigeno;
  • bere dare sorsi di 30-50 ml di acqua alla volta, in modo da non provocare il vomito.

Un operatore dell'ambulanza dovrà spiegare in modo coerente quando una persona ha iniziato ad avere un attacco, sintomi, indicatori di pressione, tempo e dosi di farmaci presi, quali farmaci usa per ridurre la pressione sanguigna.

conclusione

Per salvare la vita del paziente durante una crisi ipertensiva, da persone vicine occorre velocità e la corretta sequenza di azioni. Immediatamente il paziente viene misurato per pressione e dati i farmaci, e quindi chiamano un'ambulanza. I pazienti ipertesi dovrebbero anche eseguire la profilassi con GC: seguire una dieta, assumere farmaci prescritti da un medico in modo tempestivo e abbandonare cattive abitudini.

informazioni

formazione

società

salute

Pronto soccorso per la crisi ipertensiva

Crisi ipertensiva (GK) è una condizione manifestata da ipertensione arteriosa (pressione sistolica "superiore", solitamente superiore a 180 mm Hg; pressione arteriosa diastolica "inferiore" - oltre 120 mm Hg) e i seguenti sintomi:

- mal di testa, spesso nella regione occipitale, o con pesantezza e rumore nella testa;

- sfarfallio "volare", velo o maglia davanti agli occhi;

- nausea, sensazione di debolezza, superlavoro, stress interno;

- mancanza di respiro, debolezza, persistente dolore doloroso monotono / disagio nella regione del cuore

- l'aspetto o l'aumento del pastoznost / gonfiore della pelle del viso, delle mani, dei piedi.

Eventi di primo soccorso

Quando si manifestano sintomi di crisi ipertensiva, è necessario:

- rimuovere la luce intensa, fornire pace, accesso all'aria aperta (sbottonare la camicia, far uscire l'aria dalla stanza, ecc.):

- misurare la pressione sanguigna (vedere la procedura per misurare la pressione sanguigna alla fine di questa sezione) e se il suo livello "superiore" è superiore o uguale a 160 mmHg.

È necessario assumere il farmaco antipertensivo, precedentemente raccomandato da un medico. In assenza di un farmaco antipertensivo raccomandato da un medico o alla registrazione di una pressione sanguigna superiore a 200 mm Hg. urgentemente bisogno di chiamare un'ambulanza.

- Prima che l'ambulanza arrivi, dovresti, se possibile, sedere su una sedia con i braccioli e fare un pediluvio caldo (abbassare le gambe in un contenitore con acqua calda).

Attenzione! A un paziente con crisi ipertensive è vietato qualsiasi movimento improvviso (alzarsi bruscamente, sedersi, sdraiarsi, piegarsi, tendere) e qualsiasi attività fisica.

- Dopo 40-60 minuti dopo aver assunto il farmaco raccomandato dal medico, è necessario misurare nuovamente la pressione sanguigna e se il suo livello non è diminuito di 20-30 mm Hg. dall'originale e / o condizione non è migliorata - chiamare urgentemente un'ambulanza.

- Mentre si migliora il benessere e si riduce la pressione sanguigna, è necessario riposare (andare a letto con una testiera sollevata) e quindi contattare il medico locale.

Quando parli con un medico, devi chiarire quali farmaci devi assumere durante lo sviluppo di una crisi ipertensiva, annotare chiaramente i loro nomi, dosaggio e sequenza temporale (algoritmo) per prenderli, e anche chiarire con un medico quali manifestazioni della malattia hai urgentemente bisogno di chiamare un'ambulanza.

Tutti i pazienti con ipertensione devono creare un mini kit di pronto soccorso individuale per la crisi ipertensiva e portarlo costantemente con sé, poiché una crisi ipertensiva può svilupparsi sempre e ovunque.

Misurazione della pressione sanguigna

Per diagnosticare una crisi ipertensiva, è necessario misurare la pressione arteriosa, che viene eseguita manualmente utilizzando uno stetoscopio (stethophonendoscope) e una speciale cuffia gonfiabile dotata di una pompa a pera e uno sfigmamanometro, nonché un metodo automatico (semi-automatico) utilizzando vari modelli di tonometro appositamente progettati per questo scopo.

L'accuratezza della misurazione della pressione arteriosa e, di conseguenza, la garanzia di una diagnosi corretta e la gravità della crisi ipertensiva dipendono dal rispetto delle regole per la sua misurazione.

La misurazione deve essere eseguita sedendosi (appoggiandosi allo schienale di una sedia, con le gambe rilassate e non incrociate, la mano giace sul tavolo, a livello del cuore), in un'atmosfera rilassata, dopo un riposo di 5 minuti. Durante la misurazione non dovrebbe muoversi e parlare attivamente. La misurazione della pressione arteriosa in casi speciali può essere eseguita sdraiata o in piedi.

Il polsino è sovrapposto alla spalla, il suo bordo inferiore è di 2 cm sopra il gomito. Le dimensioni del bracciale devono corrispondere alle dimensioni del braccio: la parte in gomma del bracciale gonfiato deve coprire almeno l'80% della circonferenza della spalla; per gli adulti, un bracciale viene utilizzato con una larghezza di 12-13 cm e una lunghezza di 30-35 cm (misura media); devi avere un bracciale largo e piccolo per le braccia piene e sottili, rispettivamente.

La colonna di mercurio o lo sfigmomanodramma deve essere a zero prima dell'inizio della misurazione e davanti agli occhi del ricercatore. La tecnica di misurazione della pressione sanguigna:

- posizionare la testa del fonendoscopio nella fossa cubitale sopra l'arteria brachiale che lo attraversa;

- pompare rapidamente aria nel bracciale ad una pressione di 20-30 mm Hg. il livello della pressione arteriosa sistolica "superiore" che è normale per questa persona (se la misurazione viene eseguita per la prima volta, il livello di pressione nel bracciale viene solitamente aumentato a 160 mm Hg). Se a questo livello di pressione si mantiene la pulsazione della nave nella fossa cubitale, la pressione nella cuffia continua ad aumentare fino a un livello di 20 mm Hg. superare il livello di pressione a cui la pulsazione dell'arteria è scomparsa nella fossa cubitale);

- aprire la valvola di rilascio dell'aria dalla cuffia situata accanto alla pompa pera e procedere alla riduzione della pressione nel bracciale ad una velocità di circa 2-3 mm Hg. al secondo;

- nel processo di rilascio dell'aria dalla cuffia, due parametri sono controllati simultaneamente:

  1. livello di pressione del manometro

2. l'apparizione di suoni di pulsazione (chiamati toni di Korotkov) arterie nella fossa cubitale. Il livello di pressione al momento dell'apparizione dei toni di pulsazione corrisponde al livello della pressione sanguigna sistolica "superiore" e il livello di pressione al momento della completa scomparsa della pulsazione dell'arteria corrisponde alla pressione arteriosa diastolica "inferiore" (nei bambini, negli adolescenti e nei giovani subito dopo l'esercizio fisico, nelle donne in gravidanza e in alcuni casi patologici Negli stati adulti, le pulsazioni delle arterie non scompaiono, quindi la pressione diastolica "inferiore" deve essere determinata dal momento di significativo indebolimento dei toni.

- se le pulsazioni dell'arteria nella fossa cubitale sono molto deboli, allora dovresti alzare la mano ed eseguire diversi movimenti di spremitura con un pennello, quindi ripetere la misurazione, e non dovresti spremere l'arteria con forza con la membrana dello stetoscopio;

- quando si misura la pressione sanguigna a se stessi, la testa del fonendoscopio si fissa sopra la fossa cubitale con l'aiuto di un bracciale.

Per stimare in modo affidabile il valore della pressione sanguigna, è necessario eseguire almeno due misurazioni della pressione arteriosa su ciascun braccio con un intervallo di almeno un minuto (nelle pause tra le misurazioni, il bracciale deve essere completamente allentato). Se viene rilevata una differenza nei livelli di pressione superiori a 5 mm Hg. produrre una misura aggiuntiva; Il valore finale (registrato) è considerato come la media delle ultime due misurazioni.

Vice capo della salute

Konkova V.F.

Memo per il paziente sui materiali del "Centro per la prevenzione medica" di Mosca.

Crisi ipertensiva: quali pressioni e pulsazioni parlano dell'inizio di un attacco?

Crisi ipertensiva - uno dei maggiori problemi del XXI secolo. È una esacerbazione dei sintomi dell'ipertensione arteriosa.

Il motivo principale che lo causa è il vasospasmo.

Se non vengono prese misure urgenti, possono insorgere gravi complicazioni, quindi è importante sapere quale pressione è critica in una crisi ipertensiva e come agire in tale situazione.

Qual è la pressione in una crisi ipertensiva?

La durata della crisi può variare da un'ora a diversi giorni. In questo caso, la pressione del paziente aumenta in modo significativo.

Si ritiene che durante l'esacerbazione sia superiore a 200/110 mm Hg. Art., Tuttavia, è un indicatore condizionale.

Le conseguenze dell'esacerbazione possono essere lo sviluppo di malattie degli organi interni, problemi con la vista e, in alcuni casi, un'ondata di pressione porta ad un ictus.

Fattori predisponenti

La pressione in una crisi ipertensiva può essere causata da diversi motivi, ma, di regola, un forte aumento dipende dai seguenti fattori:

  • stress fisico o emotivo;
  • problemi endocrini;
  • stile di vita sedentario;
  • mancato rispetto della dieta prescritta dal medico;
  • lombalgia;
  • predisposizione ereditaria;
  • insufficienza ormonale nel corpo;
  • esacerbazione di malattie croniche;
  • fumo, abuso di alcool;
  • improvviso cambiamento del tempo o cambio di fuso orario;
  • uso incontrollato di droghe, nonché un forte rifiuto di farmaci che riducono la pressione sanguigna.

sintomi

Per individuare una malattia nel tempo e affrontarla, è necessario conoscere i sintomi di questo fenomeno. Nella crisi ipertensiva, l'impulso è sempre accelerato e può superare i 90 battiti al minuto.

I seguenti segni sono caratteristici di un attacco ipertensivo:

  1. mal di testa che si verifica quasi sempre. Può essere permanente o parossistica, concentrata nei templi o coprire l'intera area della testa. Di solito questo sintomo è causato da alterata circolazione cerebrale;
  2. visione offuscata è un altro segno importante di una crisi. Questo può manifestarsi in modi diversi, dalle mosche agli occhi alla perdita temporanea della vista;
  3. tremando nel corpo;
  4. vertigini. Una persona può sentire un lieve disturbo o perdere completamente l'equilibrio. Spesso questo è accompagnato da tinnito, nausea e debolezza generale. La combinazione di questi sintomi è un segno dello sviluppo di edema cerebrale;
  5. scintillio negli occhi, arrossamento della pelle, soprattutto guance.

Inoltre, i pazienti durante una crisi lamentano spesso problemi cardiaci. Può essere dolori di un carattere di puntura o palpitazioni cardiache, mancanza di respiro, interruzioni dell'attività cardiaca. Spesso il dolore stringe il petto, dà nella mano sinistra o sotto la scapola.

Aiuto urgente

La BP in crisi viene misurata in posizione seduta. Solo se il paziente è completamente malato, si può assumere una posizione sdraiata. Durante la procedura, non puoi parlare e muoverti attivamente.

Prima dell'arrivo del medico, al paziente deve essere data una comoda posizione sdraiata. È meglio inclinare leggermente la testa all'indietro, causando un deflusso di sangue. Si consiglia di applicare qualcosa di freddo alla parte posteriore della testa. Mangiare e bere in questo momento non vale la pena: può verificarsi vomito, che aumenterà ulteriormente la pressione sanguigna.

È necessario garantire il flusso di aria fresca nella stanza in cui si trova il paziente: aprire una finestra o una finestra. Tutte le fonti di rumore, inclusa la TV, dovranno essere eliminate. Il caviale dovrebbe essere riscaldato attaccando una bottiglia di acqua calda o una piastra riscaldante. Aiuterà e pediluvio con acqua calda.

L'uso di rimedi popolari per la crisi ipertensiva è inefficace. Le tinture e le erbe hanno senso solo come misura preventiva. Per alleviare la condizione di una persona durante una riacutizzazione, è possibile somministrare un farmaco che solitamente prende per ridurre la pressione: Capoten, Captopril.

Le medicine intese per un forte calo di pressione non sono adatte in questo caso. Ad esempio, l'assunzione di nitroglicerina è consentita solo in casi estremi quando un attacco è accompagnato da problemi cardiaci.

trattamento

Dopo aver prestato cure di emergenza, una persona rimane in cura a casa o la passa in ospedale. Quando non ci sono complicazioni, l'ospedalizzazione non è probabilmente richiesta.

Se si sospetta lo sviluppo di un tumore o di un edema, è necessario un trattamento ospedaliero. Inoltre, non può fare a meno dell'emorragia o dell'ictus.

Con una malattia come la crisi ipertensiva, la pressione viene misurata manualmente, il metodo automatico non è adatto qui. Per scegliere il trattamento giusto, il medico può prescrivere un numero di test: ultrasuoni, elettrocardiografia, analisi del sangue e altri. Sulla base dei dati ottenuti, la terapia è selezionata.

Cosa fare dopo aver fermato la crisi?

Quando l'attacco viene interrotto, non dovresti rilassarti affatto. Anche con una prognosi favorevole per il recupero del corpo ci vuole almeno una settimana.

Ecco alcune regole che sono importanti da seguire durante il periodo di riabilitazione:

  • su abitudini come alcol, fumo o eccesso di cibo, il paziente dovrà dimenticare;
  • È necessario evitare il sovraccarico fisico e mentale.
  • la quantità di sale nella dieta dovrebbe essere minima;
  • è necessario seguire il normale orario della giornata: camminare di più, andare a letto in tempo e garantire un sonno completo;
  • devi prendere con cura farmaci antipertensivi;
  • Per diversi giorni, non puoi chinarti, leggere la stampa fine e lavorare su un computer.

Misure preventive

Utile terapia fisica quotidiana, oltre a massaggiare la zona del collo. Normalizzare lo stato di salute aiuterà la fisioterapia, la terapia fisica.

È necessario prestare la massima attenzione al trattamento di malattie che possono portare allo sviluppo di ipertensione (ad esempio, osteocondrosi cervicale). È necessario monitorare regolarmente il proprio peso: le persone con chili in più rischiano più di quelli che non le hanno. Pertanto, dovrebbero essere esclusi grassi, fritti e altri cibi spazzatura dalla dieta.

È meglio rifiutare tè e caffè forti, sostituendoli con bevande curative come succo, succo di mirtillo e brodo di rosa canina. Un buon strumento è un decotto di semi di aneto, che riduce delicatamente la pressione. È anche utile assumere sedativi, compresi quelli raccomandati dalla medicina tradizionale.

Video correlati

Informazioni sul pericolo di un attacco ipertensivo e su come prevenirne il verificarsi nello show televisivo "Vivi sani!" Con Elena Malysheva:

Considerando un fenomeno così pericoloso come una crisi ipertensiva, la risposta alla domanda su quanta pressione ha una persona può essere solo una. Un forte aumento della pressione arteriosa provoca un attacco ed è importante adottare misure preventive per ridurre il rischio di sviluppare la malattia.

Come battere l'ipertensione a casa?

Per sbarazzarsi di ipertensione e cancellare i vasi sanguigni, è necessario.

Crisi ipertensiva

Gli indicatori di pressione sanguigna per ogni persona sono individuali. Qualcuno si sente bene con i numeri di pressione sanguigna di 100/60 mm Hg, per qualcuno "pressione di lavoro" è 130/80.

Forte aumento della pressione

Ufficialmente considerata l'ipertensione arteriosa è un aumento persistente della pressione superiore a 140/90 mm Hg. con due visite consecutive dal medico e a condizione che il paziente non assuma farmaci che aumentano la pressione sanguigna. La crisi ipertensiva è un forte aumento della pressione a numeri singolarmente elevati, accompagnata da gravi violazioni della circolazione cerebrale, renale, coronarica, disturbi del sistema nervoso. La crisi ipertensiva è la "quintessenza" dell'ipertensione. Riflette più chiaramente le manifestazioni dell'ipertensione.

Di regola, la crisi ipertensiva si sviluppa nelle persone che soffrono di ipertensione. Ma una crisi ipertensiva può verificarsi in individui che non hanno mai avuto un aumento della pressione arteriosa, questo accade durante gli attacchi di asma, incarcerazione di un'ernia, avvelenamento acuto, con estremo stress fisico o mentale, assunzione di droghe (cocaina, anfetamine). Non ci sono figure di pressione specifiche che possano dire che il paziente abbia una crisi. Ogni paziente ha il suo livello individuale di pressione sanguigna, in cui si sviluppa una crisi ipertensiva, che richiede l'arresto per evitare gravi conseguenze per il corpo.

1 motivi per lo sviluppo

Cause della crisi ipertensiva

Le cause sono diverse: trauma psico-emotivo acuto, situazioni stressanti ricorrenti, eccessivo, eccessivo sforzo fisico, reazione allergica acuta, abuso di alcool, fumo, uso eccessivo di sale, malattie infettive, ritiro di farmaci che riducono la pressione: b-bloccanti, clonidina.

La causa di un brusco aumento della pressione sanguigna può essere in uno stress mentale eccessivo, che è accompagnato dalla mancanza di sonno e non si alterna con il riposo attivo, nell'uso di grandi volumi di caffè. Farmaci, come i glucocorticoidi, antidepressivi con uso a lungo termine possono anche causare una crisi ipertensiva.

A volte i pazienti dimenticano semplicemente di prendere farmaci per l'ipertensione prescritta da un medico, o smettono di bere medicine da soli, sostenendo che la pressione è tornata alla normalità o che la loro salute è migliorata. Il rifiuto di prendere la medicina è una causa molto comune dello sviluppo di crisi, le cui conseguenze possono avere un effetto deplorevole sulla salute.

Le ragioni includono anche lo stress "acustico" e "leggero" - effetti di luce troppo forti, rumore, suono forte, che porta ad un sovraccarico degli organi della vista e dell'udito. Cambiamenti delle condizioni meteorologiche: forti fluttuazioni di temperatura, velocità del vento, pressione, tempeste magnetiche sono anche cause comuni di picchi di pressione sanguigna.

2 Quali sono le crisi ipertensive?

La crisi è complicata dall'angina instabile

Ci sono due tipi:

1). Una crisi è complicata, richiede un sollievo immediato, poiché le complicazioni di una crisi ipertensiva minacciano la salute del paziente. Una crisi può essere complicata da ictus, insufficienza ventricolare sinistra acuta, distacco di retina, angina instabile, insufficienza renale. Queste complicazioni sono estremamente pericolose per la salute e possono essere fatali. Pertanto, è molto importante riconoscere l'aumento della pressione nel tempo e sapere con quali farmaci è possibile ridurre la pressione prima dell'arrivo della squadra medica al fine di evitare gravi conseguenze. Il sollievo di una complicata crisi deve essere fatto entro 1 ora.

2). Crisi ipertensiva non complicata - non minacciosa, non accompagnata da complicanze da organi sottoposti a pressione. Questa condizione richiede anche l'interruzione, di regola, entro 24 ore.

3 Quadro clinico

I sintomi sono i "precursori" della crisi ipertensiva

Nei pazienti con diagnosi di crisi ipertensiva, i sintomi possono apparire nella fase iniziale come "precursori": brividi, tremori alle estremità, ansia inspiegabile. Questi sintomi indicano che presto si svilupperà una crisi. I pazienti con "esperienza di ipertensione" predicono in modo inequivocabile lo sviluppo di una crisi in se stessi, e questo permette loro di prevenire il suo sviluppo, riescono a prendere medicinali che promuovono il suo sollievo.

Ma non sempre la crisi è accompagnata da sintomi, "precursori". Di regola, si sviluppa improvvisamente. Nella maggior parte dei pazienti, i numeri di pressione arteriosa sono più di 200-220 / 120-130 mm Hg. Ma queste cifre sono individuali.

Se un paziente ha una pressione normale di 90/60, allora i numeri 140/100 possono essere una crisi per lui. I sintomi di una crisi sono molteplici e dipendono da quale organo soffre di un numero elevato di ipertensione arteriosa in più. Se il cervello, i reclami saranno dovuti principalmente a sintomi cerebrali o focali, se il cuore - ai primi problemi cardiaci.

I principali sintomi comuni sono mal di testa, rumore alla testa, visione offuscata, nausea, vomito, intorpidimento della lingua, arti, disturbi del linguaggio, sensazione che "mani, piedi non obbediscono", "come il cotone". Può esserci una sensazione di sete, palpitazioni, tremore nel corpo. I pazienti sono eccitati, spaventati. Dal lato del cuore, dolore, mancanza di respiro, interruzioni nel lavoro del cuore, si possono sviluppare aritmie.

A volte, una crisi ipertensiva potrebbe non manifestarsi clinicamente, anche con un numero molto elevato di pressione arteriosa. Tuttavia, l'assenza di manifestazioni cliniche è ancora peggiore per il paziente, dal momento che il trattamento non è prescritto in tempo, la pressione non si ferma, perché il paziente non è nemmeno consapevole della sua presenza e inevitabilmente si sviluppano complicazioni e gravi conseguenze per la salute.

4 Come aiutare la crisi ipertensiva a casa?

Pronto soccorso per la crisi ipertensiva a casa

Il pronto soccorso per la crisi ipertensiva viene fornito prima dell'arrivo di un'ambulanza. Tutti dovrebbero sapere ed essere in grado di fornire aiuto a casa. Quali farmaci possono essere usati per fermare la crisi e come comportarsi correttamente a casa? Prima di tutto, il paziente ha bisogno di essere rassicurato, perché l'ansia porterà ad un aumento ancora maggiore della pressione sanguigna, per lo scopo di sedazione, biancospino, può essere data la tintura di Corvalol.

È necessario garantire il flusso di aria fresca nella stanza - aprire la finestra, rimuovere gli abiti imbarazzanti dal paziente, mettere a letto con una testata sollevata. Chiama un'ambulanza, misura la pressione sanguigna e riporta i numeri al dottore all'arrivo. A casa, in un kit di primo soccorso, persone che soffrono di ipertensione, è necessario assumere captopril o nifedipina e migliorare entrambe le droghe.

Sotto la lingua è necessario assumere 25 mg di captopril o 10 mg di nifedipina, dopo 20 minuti la pressione dovrebbe diminuire leggermente, se ciò non accade, è possibile prendere ancora una volta uno di questi farmaci nello stesso dosaggio. Dopo 20 minuti, misurare nuovamente la pressione. Se le condizioni del paziente peggiorano, la pressione non diminuisce, l'arresto della crisi a casa non è efficace, non si dovrebbe ritardare la chiamata della squadra di ambulanza.

Il medico deve essere informato dettagliatamente quando lo stato di salute peggiora, quali sono le cifre della pressione sanguigna, quali misure sono state prese per alleviare la crisi, quali farmaci il paziente prende costantemente per trattare l'ipertensione.

5 Terapia per crisi non complicate

Le tattiche di trattamento sono le seguenti: lento, durante il giorno, la riduzione della pressione sanguigna ai numeri normali. Una brusca riduzione della pressione sanguigna è pericolosa perché l'ischemia può svilupparsi - la carenza di ossigeno, così come improvvise cadute di pressione influenzano negativamente i vasi. La crisi ipertensiva non complicata viene fermata dai farmaci orali: nifedipina, clofelina, captopril.

Quando si arresta può essere usato per via intramuscolare Dibazol, magnesia. Per la normalizzazione dello stato mentale nel trattamento complesso, vengono usati seduxen, valeriana, motherwort. Anche utilizzato con successo nel trattamento dei diuretici - farmaci con azione diuretica e ben ridurre la pressione. Il trattamento viene effettuato sotto il controllo della pressione, evitando il suo netto declino.

6 Terapia per crisi complicate

Farmaci usati per il trattamento endovenoso

Le tattiche di trattamento sono le seguenti: arresto di emergenza implica una diminuzione della pressione sanguigna entro 1 ora del 30% dal basale, quindi entro le prossime 2-6 ore a numeri normali. I preparativi per il trattamento vengono utilizzati per via endovenosa con la successiva transizione alla forma orale. Il più preferibile è l'uso di nitroprussiato di sodio, furosemide, clonidina per via endovenosa. Questi farmaci rapidamente ed efficacemente aiutano a ridurre la pressione sanguigna.

Con sintomi di disturbi cerebrali, magnesia, seduxen, aminofillina, glucosio sono usati. Se l'insufficienza ventricolare sinistra si è sviluppata, la nitroglicerina è il farmaco di scelta. Il trattamento delle complicanze è un compito difficile che deve essere affrontato da uno specialista qualificato. Il trattamento è necessariamente prescritto singolarmente, tenendo conto dei numeri di pressione sanguigna, gravità dei sintomi, tolleranza individuale del paziente.

7 Prevenzione

Se il paziente soffre di ipertensione o è soggetto a una maggiore pressione, è necessario abbandonare l'uso di alcol, nicotina, caffè forte o tè, sale da cucina. Se possibile, evitare lo sforzo fisico psico-emotivo e eccessivo. Assumere regolarmente farmaci antipertensivi, per prevenire la cessazione o l'auto-annullamento dei farmaci.

Monitorare costantemente la pressione e sapere quali misure adottare in caso di aumento. Sapendo cos'è una crisi ipertensiva, quali conseguenze ha per la salute, come fermare una crisi in casa aiuterà a preservare la salute di voi e dei vostri cari!

Per Saperne Di Più I Vasi