Trattamento e prevenzione dell'aneurisma dell'aorta addominale

L'aorta è la più grande nave del corpo umano. Attraverso l'aorta e i suoi rami, il sangue ossigenato dal ventricolo sinistro del cuore scorre a tutti gli organi. Questa è la linea principale nella circolazione umana, condizionalmente è divisa in diverse sezioni: l'aorta ascendente, l'arco aortico e l'aorta discendente. L'ultima sezione è divisa in torace e parte addominale. La malattia più comune di questa nave è l'aneurisma. In tre casi su quattro di malattia dei vasi, si verificano aneurismi dell'aorta addominale e solo in una localizzazione si verifica nella regione toracica.

Aneurisma - espansione patologica della nave, in luoghi di indebolimento delle sue pareti. Sotto l'influenza della pressione alta, la parete del vaso si espande e, di conseguenza, la sua sporgenza. In termini di forma, gli aneurismi sono suddivisi in formazioni sacculari e fusiformi. In entrambi i casi, il flusso sanguigno è disturbato, il che contribuisce alla comparsa di trombosi. In alcuni casi, il calcio si accumula nel sacco aneurismatico e la parete del vaso viene calcificata, rendendola fragile e predisposta alla rottura.

L'aneurisma dell'aorta addominale è localizzato principalmente sotto il sito di scarico delle arterie renali. Pertanto, le sue complicanze sono pericolose per gli organi pelvici e gli arti inferiori. L'embolia si presenta il più delle volte come una complicanza. Nel suo corso, il trombo si diffonde dal sacco aneurismatico lungo il corso della nave. La frammentazione di un coagulo di sangue si verifica e le sue particelle fluiscono attraverso il flusso sanguigno verso gli organi pelvici e le estremità. I pezzi di trombo possono intasare le arterie, portando a necrosi degli arti inferiori. Ma il più pericoloso per la vita del paziente è la rottura dell'aneurisma, a causa della quale si verifica un'emorragia nella cavità addominale.

Sebbene non vi siano evidenti sintomi di aneurisma dell'aorta addominale, con complicanze, ci sono alcuni segni indiretti che saranno discussi in seguito, ma prima ci concentreremo sulle cause della malattia.

Cause dell'aneurisma dell'aorta addominale

Lo sviluppo dell'aneurisma è dovuto a diversi fattori. Molto spesso, la malattia si verifica a causa di aterosclerosi, in cui il lume del vaso si restringe e le sue pareti diventano fragili. Ciò porta a una separazione della parete aortica, con le pareti interne più fragili che si spezzano e il muro esterno che si gonfia, formando un aneurisma aortico sezionato. Le cause dell'aneurisma aortico addominale sono anche ipertensione arteriosa, malattie infiammatorie della parete aortica, malattie congenite del tessuto connettivo, malattie infettive, in particolare la sifilide, accompagnate da danni all'aorta.

Una predisposizione allo sviluppo di aneurisma è stata osservata in uomini di età superiore a 60 anni, più spesso nei fumatori o con ipertensione incontrollata. Le donne sono meno inclini a questa malattia. Gioca anche il ruolo di un fattore ereditario, la presenza della malattia in altri membri della famiglia. È dimostrato che la sindrome di Marfan nei genitori aumenta notevolmente la probabilità di sviluppare aneurisma.

Diagnosi e sintomi dell'aneurisma dell'aorta addominale

In alcuni casi, la malattia è quasi asintomatica, motivo per cui viene rilevata nella diagnosi di altre malattie, ma più spesso l'aneurisma dell'aorta addominale può manifestarsi con la presenza di una formazione pulsante. Nella cavità addominale c'è una pulsazione nel ritmo del battito cardiaco.

In alcuni casi, vi è un dolore periodico causato dalla pressione del sacco aneurismatico sulle radici spinali - aumenta gradualmente con lo sviluppo dell'aneurisma. Il dolore può verificarsi anche dopo un pasto, si verifica claudicatio intermittente, a causa di embolia. L'insorgenza di gravi dolori acuti nell'addome e nella parte bassa della schiena è un sintomo di rottura dell'aneurisma. Con complicazioni, c'è dolore alle gambe, il loro pallore o cianosi, che è causata dal blocco delle arterie con frammenti di coaguli di sangue.

Questi scarsi sintomi di aneurisma dell'aorta addominale rendono difficile diagnosticare la malattia nelle sue fasi iniziali. Nel 40% dei casi, si riscontrano problemi con l'esame strumentale, con sospette altre malattie. L'esame radiografico o ecografico dell'aorta fornisce un risultato più accurato, è in tali studi che si trova più spesso.

All'esame, il medico può sospettare l'aneurisma con uno stetoscopio. Si sentono pulsazioni e rumori derivanti dal flusso sanguigno nell'area della formazione aneurismatica. Ma una tale diagnosi può essere solo se il paziente non soffre di eccesso di peso. Se si sospetta un aneurisma, viene eseguita la tomografia computerizzata, che consente di determinare con maggiore precisione la dimensione e la forma del danno alla nave, dopo di che il medico prescrive il trattamento dell'aneurisma dell'aorta addominale. L'esame a raggi X è meno istruttivo di altri, dà l'opportunità solo di rilevare l'aneurisma dai depositi di calcio, ma è impossibile conoscerne le dimensioni o la forma con un esame del genere.

Trattamento dell'aneurisma dell'aorta addominale

Il diametro normale dell'aorta nella cavità addominale è di circa due centimetri di diametro, l'espansione aneurismatica può superare significativamente le norme ammissibili, raggiungendo dimensioni critiche. Le estensioni inferiori a 5 cm sono raramente irte di rottura, quindi l'operazione non è necessaria. Ma va notato che questa malattia non scompare da sola, nella maggior parte dei casi è necessario un intervento chirurgico nel tempo.

Affinché la malattia progredisca e l'espansione aneurismatica non cresca di dimensioni, il paziente deve essere sotto la supervisione di un medico per prevenire lo sviluppo di aneurisma dell'aorta addominale. Gli ultrasuoni e la TC vengono eseguiti ogni sei mesi per monitorare le condizioni e le dimensioni dell'aneurisma. La correzione della pressione arteriosa è necessaria, per questo sono prescritti farmaci antipertensivi. Solo l'adempimento di tutte le prescrizioni del medico e la ricerca tempestiva possono fornire un'opportunità per monitorare le condizioni del paziente e condurre l'intervento chirurgico in tempo.

Il trattamento di aneurisma aortico addominale in dimensioni da 5 cm è effettuato solo operativamente. Tali estensioni sono spesso complicate dalla rottura, che richiede un intervento chirurgico immediato, altrimenti la rottura termina letale. Ma anche con un intervento immediato, il tasso di mortalità è del 50%. Pertanto, non appena vengono rivelati i sintomi di un aneurisma dell'aorta addominale e viene effettuata una diagnosi appropriata, è importante essere monitorati e, in caso di ulteriore espansione della nave, eseguire l'operazione in modo tempestivo.

Ad oggi, ci sono due tipi di trattamento chirurgico, ma solo un medico può decidere quale è più adatto per il paziente, date le sue condizioni, lo stile di vita e altri fattori. In entrambi i tipi di trattamento chirurgico, si basa sull'impianto di un vaso artificiale per ripristinare la normale circolazione sanguigna nell'area danneggiata dell'aorta.

Il trattamento chirurgico tradizionale dell'aneurisma dell'aorta addominale prevede l'impianto di un vaso artificiale di materiale plastico nell'aorta allargata. L'aorta avvolge l'impianto con i suoi stessi tessuti. L'intera operazione viene eseguita attraverso un'incisione nella cavità addominale e dura circa 6 ore. Con un metodo di trattamento radicale, si osserva una buona prognosi nel 90% dei pazienti operati.

Il secondo tipo di trattamento è l'introduzione endovascolare di un grafico dello stent, un dispositivo speciale con cui il sacco aneurismatico è isolato dal flusso sanguigno generale. Pertanto, viene impedita una possibile rottura del muro assottigliato e viene creato un nuovo percorso per il flusso sanguigno. Con una tale procedura chirurgica, l'impianto viene inserito attraverso una puntura nella zona inguinale. Alla giunzione dei vasi femorali, viene inserito uno speciale catetere, attraverso il quale il dispositivo viene inserito direttamente nell'aneurisma, dove il grafico dello stent si apre e forma un canale per il normale flusso sanguigno. Tale operazione richiede da 2 a 5 ore ed è una buona alternativa al metodo tradizionale, specialmente per i pazienti con un alto rischio di complicanze durante l'operazione. Ma tale trattamento è controindicato nei pazienti con patologia delle arterie dei reni e di altri organi. L'endoprotesi non ha controindicazioni per l'età ed è molto più tollerata dai pazienti più anziani rispetto alla chirurgia a cielo aperto.

Prevenzione dell'aneurisma dell'aorta addominale e del periodo postoperatorio durante il trattamento

Con la chirurgia tradizionale, il periodo di ospedalizzazione è di 5-8 giorni, dopodiché non è richiesto un follow-up costante, si verificano complicanze in casi molto rari. Con l'intervento endovascolare, l'ospedalizzazione richiede da 2 a 5 giorni, ma richiede osservazione e passaggio ripetuto di CT. È necessario per il monitoraggio continuo del grafico dello stent. In alcuni casi, la sua clearance può essere ridotta e l'operazione deve essere ripetuta.

La prevenzione dello sviluppo dell'aneurisma dell'aorta addominale è la stessa della cardiopatia ischemica. Prima di tutto, è il controllo sulla pressione arteriosa, la correzione dello stile di vita, la rinuncia alle cattive abitudini, in particolare dal fumo. È obbligatorio condurre una serie di studi ogni 3-6 mesi. Le indicazioni ecografiche consentiranno al medico di determinare con precisione la necessità di un trattamento chirurgico e il suo metodo.

Non bisogna dimenticare che la rottura dell'aneurisma è pericolosa a causa di gravi emorragie, in cui organi interni e tessuti sono danneggiati, e anche con successo intervento chirurgico urgente, si sviluppa insufficienza renale durante e dopo l'intervento chirurgico, che aggrava notevolmente le condizioni del paziente. Senza assistenza chirurgica, il paziente non sopravvive alla rottura e questa complicazione si verifica nel 90% dei pazienti che si rifiutano di operare nelle prime fasi della malattia.

Aneurisma dell'aorta addominale: cause, sintomi, diagnosi, trattamento chirurgico, recupero dopo l'intervento chirurgico

Il cuore pompa costantemente il sangue tutto il giorno, fornendo nutrienti e ossigeno ai tessuti di tutti gli organi interni con la sua corrente. A volte capita che le rotte di trasporto - le navi - diventino più sottili e possano rompersi in qualsiasi momento. Soprattutto accade spesso nella regione retroperitoneale. Scopri quanto è pericoloso il fenomeno, come diagnosticare e trattarlo.

Cos'è l'aneurisma dell'aorta addominale

Tradotto dall'aneurisma greco - è un'estensione. Il sangue che scorre attraverso l'aorta preme contro le sue pareti. Se le navi hanno perso elasticità, in alcuni punti si allungano. Nel luogo in cui è avvenuta, si forma una "borsa", che viene chiamata aneurisma. Quando si diagnostica un processo degenerativo nello spazio retroperitoneale, intendo distorsione aortica localizzata tra la dodicesima toracica e la 4a vertebra lombare.

L'aorta addominale è considerata la più grande arteria del corpo umano e il suo danno nella pratica medica è molto comune. Secondo le statistiche, circa il 15% degli uomini sopra i 65 anni soffre di una forma nascosta di questa patologia. Nei bambini e negli adolescenti questa malattia è innata. In generale, difetti vascolari simili sono diagnosticati nel 5% delle persone in tutto il mondo.

motivi

La deformazione può verificarsi per una serie di motivi. Se consideriamo casi di patologia congenita, dovremmo prestare attenzione alle malattie dei tessuti connettivi - Sindrome di Marfan e displasia fibromuscolare. Influenzano il tono dei vasi sanguigni nei bambini e ne riduce la forza. Se le dimensioni dell'aneurisma sono piccole, il trattamento chirurgico viene ritardato fino a quando il bambino non cresce.

Un'altra causa comune per lo sviluppo della patologia è la lesione allo spazio addominale, al torace o alla colonna vertebrale. I seguenti tipi di danni portano al verificarsi e spesso a una rottura istantanea:

  • ferite penetranti della cavità addominale con dissezione dell'aorta;
  • lesioni spinali chiuse;
  • lividi al petto o alle costole;
  • conseguenze di forti colpi al petto o all'addome.

Il tipo secondario di cause dell'aneurisma addominale comprende varie malattie infettive. Alcuni ceppi di microrganismi nocivi, batteri, virus o funghi possono entrare nella zona retroperitoneale con il sangue e causare lo sviluppo di aortite - infiammazione della nave. In risposta a tali azioni, il corpo inizia a produrre anticorpi attaccanti. Dopo aver neutralizzato l'infezione, le pareti aortiche sono parzialmente distrutte o assottigliate. Le seguenti malattie infettive e microrganismi portano alla comparsa di patologie vascolari della cavità addominale:

  • la sifilide;
  • la tubercolosi;
  • staphylosis patogeno e streptococci;
  • infezione da citomegalovirus;
  • virus dell'herpes;
  • endocardite batterica;
  • mal di gola da streptococco;
  • malattie trofiche;
  • salmonellosi.

Nel caso di una malattia non infettiva, la causa del danno alle pareti dell'aorta non sono i microbi, ma gli stessi anticorpi del corpo. I reumatismi, l'artrite reumatoide e alcune altre malattie sistemiche che influenzano la densità del tessuto connettivo sono tra le malattie che provocano l'aneurisma:

  • spondilite anchilosante o spondilite anchilosante;
  • La malattia di Takayasu - infiammazione granulomatosa delle grandi navi;
  • vasculite sistemica;
  • La granulomatosi di Wegener;
  • tromboangioite obliterante;
  • periarterite nodosa;
  • lupus eritematoso;
  • Sindrome di Sharpe.

La causa più comune dello sviluppo di un difetto è lo sviluppo dell'aterosclerosi. Questa è una malattia cronica che si verifica a causa di una violazione del metabolismo dei grassi nel corpo e la deposizione di colesterolo dannoso sulle pareti dei vasi sanguigni. Tutto ciò porta alla crescita dei tessuti connettivi e alla diminuzione dell'elasticità dei vasi. Il rischio di aterosclerosi aumenta:

  • diabete;
  • persone in sovrappeso;
  • con una dieta scorretta, fumo;
  • in pazienti che sono spesso nervosi o che hanno recentemente sofferto di grave stress.

In alcuni casi, dopo l'intervento appare un aneurisma aortico. Questa patologia vascolare è molto meno comune come risultato di processi purulenti, dopo peritonite o mediastinite. La maggior parte degli aneurismi viene acquisita, cioè appare durante la vita. I fattori predisponenti includono:

  • Race. Gli scienziati hanno scoperto che le persone della razza caucasica hanno maggiori probabilità di soffrire di patologie vascolari.
  • Età. Con il passaggio della vita, i cambiamenti legati all'età si verificano nelle navi e nei tessuti connettivi.
  • Paul. Statisticamente, la patologia è più spesso diagnosticata negli uomini che nelle donne. Ciò è influenzato da cattive abitudini (fumo, alcool), stress frequente, condizioni di lavoro difficili.
  • Predisposizione ereditaria Se la famiglia aveva già precedenti, la possibilità di ottenere una patologia "ereditata" è notevolmente aumentata.
  • Ipertensione. L'ipertensione non solo riduce la qualità della vita, ma influenza anche gravemente lo stato dei vasi sanguigni. A causa della costante pulsazione del sangue, diventano più sottili, perdono la loro elasticità e possono essere esfoliati.

sintomi

La malattia appartiene alla categoria di particolarmente pericoloso, perché in quasi il 90% dei casi è assolutamente asintomatico o i segni esterni sono così piccoli che il paziente non ritiene necessario consultare un medico. Le manifestazioni caratteristiche dell'aneurisma sono:

  • Dolore nel mesogaster. I pazienti li descrivono come noiosi, doloranti. A volte il dolore restituisce, parte bassa della schiena, parte femorale. L'intensità del disagio aumenta con l'alta pressione o dopo l'esercizio.
  • Pulsazione dell'aorta addominale. In un mezzo liquido, che è sangue e linfa, la vibrazione è particolarmente sentita. Mentre il cuore si sta contraendo o rilassando, se metti la mano nella zona addominale, puoi percepire chiaramente la pulsazione in un punto.

Se la patologia ha raggiunto una grande dimensione, le navi iniziano a venire in contatto con altri organi. C'è una violazione della digestione, c'è una compressione degli ureteri, terminazioni nervose. In questi casi, si verificano altri sintomi dell'aneurisma dell'aorta addominale:

  • addominale - bruciore di stomaco, anoressia progressiva, feci anormali (stitichezza o diarrea), nausea, vomito, flatulenza, eruttazione;
  • urologica: comparsa di impurità nel sangue nelle urine, disagio durante la minzione, pesantezza nella regione lombare, colica renale e altri disordini disurici;
  • isioradicularis - mal di schiena durante la rotazione del corpo, intorpidimento delle gambe, diminuzione della sensibilità degli arti, alterazione dei movimenti del corpo;
  • ischemia degli arti inferiori - sensazione di freddezza alle gambe, claudicazione intermittente, ulcere trofiche, unghie fragili, aspetto di pelle indurita.

Classificazione dell'aneurisma

Ai fini del corretto trattamento, la determinazione del tipo di aneurisma addominale svolge un ruolo importante. Oggi, questo difetto viene solitamente valutato contemporaneamente in base a diversi criteri:

  • sulla localizzazione della lesione:
  1. surrenali o surrenali (diffusi) - i difetti si trovano immediatamente al di sotto o al di sopra delle arterie renali;
  2. infrarenale: il difetto si diffonde alle arterie iliache;
  3. interrenale - aneurisma dell'aorta addominale colpisce le arterie renali;
  4. interisceral - con coinvolgimento intestinale;
  5. i difetti totali colpiscono tutte le parti dell'aorta addominale.
  • per diametro:
  1. piccolo - da 3 a 5 centimetri;
  2. medio - 5-7 cm;
  3. grande - più di 7 cm;
  4. enorme - supera il diametro della nave stessa.
  • secondo la forma:
  1. saccular - la deformazione è solo su un lato della nave;
  2. a forma di fuso - l'aneurisma espande l'aorta in tutte le direzioni.
  • secondo la natura della patologia:
  1. forma non complicata - la malattia progredisce lentamente, il rischio di rottura delle pareti dei vasi sanguigni è minimo;
  2. forma complicata - la nave ha delaminazione, grandi accumuli di coaguli di sangue, il rischio di rottura delle pareti è molto alto.
  • sulla struttura muraria:
  1. vero - l'aneurisma si forma con l'effetto su tutte le strutture del vaso (parete interna, centrale ed esterna);
  2. falso - è un tessuto cicatriziale che sostituisce le pareti sane della nave;
  3. esfoliante - patologia formata tra le pareti dell'aorta.

Rottura dell'aorta addominale

Senza un adeguato trattamento, la dissezione dell'aneurisma aortico addominale può portare alla rottura e in breve tempo alla morte. Può essere provocato da: crisi ipertensive, trauma addominale, stress grave, sforzo fisico. La rottura di un sintomo complesso è caratterizzata da una triade di sintomi:

  • mal di schiena addominale e lombare;
  • collasso;
  • pulsazione severa in mesogaster.

La presenza di altri segni e l'intensità delle loro manifestazioni dipenderanno da quale area dello spazio addominale il divario è diretto a:

  • Una svolta nella zona retroperitoneale è caratterizzata da dolore acuto e costante. A volte il disagio può dare all'inguine, all'inguine, ai fianchi. A causa dell'elevata posizione dell'ematoma, il paziente lamenterà la pressione del cuore o il dolore. L'emorragia interna di solito non è troppo intensa.
  • Quando l'aorta irrompe nello spazio intraperitoneale, si sviluppa la sindrome da emoperitoneo: compaiono segni di shock emorragico, il paziente è in debole stato di svenimento, la pelle diventa pallida e appare il sudore freddo. Spesso, sullo sfondo di una rottura intra-addominale, si sviluppa ipotensione, l'impulso si accelera e viene rilevata distensione addominale. Con questa forma di malattia, la morte può verificarsi in pochi minuti.
  • Se l'aneurisma si rompe nella vena cava inferiore, si manifestano debolezza, mancanza di respiro, gonfiore degli arti inferiori, si sviluppa tachicardia. A volte i pazienti si lamentano del taglio, del dolore acuto nell'addome e nella parte bassa della schiena. Tutti i sintomi aumentano nel tempo, possono portare allo sviluppo di grave insufficienza cardiaca.
  • Se l'emorragia si è verificata nel duodeno, si sviluppa un collasso improvviso, vomito sanguinolento, appare una sgabello semi-liquido nera.

L'aneurisma dell'aorta addominale influisce sulla gravidanza?

Il difetto vascolare è un serio pericolo per i pazienti di alcune categorie: anziani, bambini piccoli, persone con malattie sistemiche croniche e donne in gravidanza. In quest'ultimo caso, c'è una minaccia per la vita e la salute della madre. Come il feto cresce nelle donne in gravidanza, aumenta la pressione intra-addominale, che è irto di rottura delle pareti dei vasi sanguigni e massiccia emorragia.

Inoltre, l'aneurisma spreme gli organi interni, interrompendone la funzionalità, porta a un insufficiente apporto di sangue ai reni, agli organi pelvici e agli arti. Se il difetto raggiunge il 5-7 cm di diametro, aumenta il rischio di eclampsia e altre complicanze della gravidanza e del parto. Nelle prime fasi della diagnosi, la patologia può essere rimossa chirurgicamente. L'aborto è raccomandato solo quando la chirurgia non è possibile per ragioni mediche.

diagnostica

Raccolta dell'anamnesi, esame visivo del paziente e metodi di diagnostica strumentale aiutano non solo a determinare la presenza di aneurisma, ma anche a raccogliere la quantità massima di informazioni necessarie per la nomina di un trattamento competente. Per chiarire la diagnosi e la preparazione per la chirurgia, il paziente è stato prescritto:

  • Esame fisico - un esame visivo del paziente, compreso un insieme di procedure. La posizione approssimativa del difetto è determinata dalla palpazione dell'addome, toccando e ascoltando con lo stetofonendoscopio della cavità addominale. Il medico misurerà anche la pressione sanguigna e il polso.
  • L'ecografia (ecografia) è una procedura per la scansione duplex della cavità addominale. Il metodo aiuta a visualizzare l'espansione delle pareti dei vasi sanguigni, determinare la posizione esatta del difetto, le sue dimensioni, valutare la velocità del flusso sanguigno, la presenza di coaguli di sangue.
  • Angiografia - un'introduzione all'aorta di un mezzo di contrasto a base di iodio e imaging a raggi X. La procedura è prescritta solo quando studi precedenti non hanno fornito un quadro chiaro.
  • La radiografia è uno dei modi più istruttivi per diagnosticare la patologia. Sulla radiografia può essere considerato gonfiore dell'aorta, la lunghezza della protrusione.
  • La risonanza magnetica e la risonanza magnetica (TC, RMN) vengono assegnate per valutare la diffusione della patologia ad altre navi o rami.
  • Elettrocardiografia - un'analisi finalizzata alla valutazione dello stato del cuore. Questo metodo è necessario immediatamente prima dell'operazione.
  • Esami del sangue e delle urine. I metodi standard di diagnosi di laboratorio aiutano a stabilire il fatto di leucocitosi, ematuria, ipercolesterolemia, per valutare il tasso di coagulazione del sangue.
  • Fibroesofagogastroduodenoscopia (FEGDS) è una procedura diagnostica finalizzata all'ispezione visiva del tratto gastrointestinale superiore mediante un endoscopio. La tecnica aiuta a valutare le condizioni dell'intestino, dello stomaco, della membrana esofagea, ma non fornisce dati sulla posizione dell'aneurisma.

Trattamento dell'aneurisma dell'aorta addominale

Questa malattia è piena di gravi complicanze. Se non si inizia il trattamento nel tempo, può verificarsi la separazione della parete aortica, che nel tempo porterà alla rottura del tessuto vascolare e ad una massiccia emorragia interna. I farmaci che potrebbero eliminare completamente il problema, non esistono. Le medicine prescritte da un medico sono progettate per prevenire lo sviluppo di complicazioni - per prevenire la separazione delle pareti dei vasi e ulteriori rotture. I seguenti gruppi di farmaci sono prescritti:

  • Antibiotici e antimicotici sono necessari per eliminare il processo infiammatorio causato da batteri o funghi.
  • Farmaci cardiotropici - normalizzano la pressione sanguigna, riducono la frequenza cardiaca (Verapamil, Noliprel, Rekardium).
  • Anticoagulanti - normalizzano la viscosità del sangue, prevengono la formazione di coaguli di sangue (Aspikor, Kardiomagnil, Warfarin).
  • I farmaci ipolipemizzanti prevengono le placche di colesterolo sulle pareti dell'aorta (Torvakard, Atoris, Liprimar).
  • Farmaci antinfiammatori non steroidei e corticosteroidi sono necessari per la cardiopatia reumatica (Diclofenac, Prednisolone).

Trattamento chirurgico classico

L'eliminazione completa del problema viene eseguita solo chirurgicamente. L'operazione classica è la dissezione della parete addominale con la successiva sostituzione del sito dell'aorta. Tale trattamento è preferibile in situazioni di emergenza quando i medici non hanno un quadro completo delle condizioni del paziente. La procedura viene eseguita in anestesia generale, a volte con la connessione della vittima alla macchina cuore-polmone.

Il chirurgo posiziona le clip sulla protrusione aortica ed eccita l'area danneggiata. Le arterie sane della cavità addominale non sono interessate. L'area danneggiata viene sostituita con un tubo sintetico, che attecchisce bene nel corpo umano. L'operazione dura circa tre ore. I principali vantaggi del trattamento chirurgico classico:

  • la capacità di operare su un paziente in caso di emergenza, senza ulteriore formazione strumentale;
  • ampio accesso chirurgico alla zona danneggiata;
  • fissazione affidabile di protesi artificiale;
  • la capacità di analizzare la condizione di altri organi e determinare la presenza di patologie simili;
  • la capacità di rimuovere il sangue in eccesso se si è verificata una rottura dell'arteria.

Gli svantaggi del metodo tradizionale di trattamento includono:

  • l'invasività della procedura (dopo l'intervento chirurgico sull'addome del paziente rimane una grossa cicatrice);
  • la necessità di utilizzare l'anestesia generale;
  • il rischio di lesioni agli organi vicini, alle arterie;
  • la necessità di interrompere temporaneamente il normale flusso di sangue attraverso l'arteria;
  • la durata dell'operazione;
  • aumento del rischio di complicanze nel periodo di riabilitazione.

Chirurgia endovascolare

Un metodo più moderno di intervento chirurgico è la protesi endovascolare. La procedura non comporta la dissezione del peritoneo con un bisturi. L'operazione viene eseguita utilizzando uno shunt introdotto nel corpo attraverso l'arteria femorale. Questo metodo di protesi richiede una preparazione dettagliata e, pertanto, se necessario non vengono prese misure di emergenza.

L'operazione viene eseguita in anestesia locale o generale e non dura più di tre ore. La protesi è inserita sopra o all'interno della protrusione. I principali vantaggi della chirurgia endovascolare:

  • non c'è bisogno di usare l'anestesia generale;
  • l'operazione è veloce;
  • livello minimo di trauma;
  • non vi è alcun rischio di cedimento delle giunture;
  • il periodo di riabilitazione è più facile per il paziente e termina più velocemente;
  • la possibilità di infezione nella cavità addominale è minima;
  • il chirurgo non ferma il flusso di sangue nell'aorta danneggiata.

Dopo protesi endovascolari, il paziente viene osservato in ospedale per 3-5 giorni, dopo di che viene dimesso. Non viene utilizzata la tecnica di resezione completa della protrusione, che accelera il periodo di riabilitazione. Con così tanti vantaggi, la procedura presenta ancora numerosi inconvenienti, tra cui:

  • l'incapacità di diagnosticare visivamente gli organi interni del paziente e le arterie vicine;
  • non c'è possibilità di protesi di aneurismi grandi o esfoliati;
  • in caso di complicazioni durante la procedura, devi comunque entrare nella cavità addominale.

Periodo di riabilitazione dopo l'intervento chirurgico

Dopo l'operazione, al paziente è vietato sollevare pesi o praticare sport nei prossimi sei mesi. Durante i primi 12 mesi dopo la dimissione, è necessario visitare il medico ogni 30 giorni, poi ogni sei mesi e una volta all'anno. Prima e dopo la procedura, il paziente deve aderire alle raccomandazioni del medico, è necessario prendere i farmaci prescritti. Per prevenire il rischio di complicazioni, si dovrebbero seguire le seguenti semplici regole:

  • Rinunciare a cattive abitudini (tabacco, alcol).
  • Mangiare bene e controllare l'obesità. Dal menu è necessario escludere completamente cibi ricchi di colesterolo, grassi, fritti, speziati. Non è raccomandato mangiare grassi animali, dolciumi, farina. Cucinare meglio al vapore, bollito o cotto.
  • Controllare il colesterolo, i livelli di glucosio nel sangue con i test, assumere statine se necessario.
  • Correggere i sintomi delle malattie concomitanti (diabete, malattie renali, cuore e altre cose). Visita regolarmente il medico, prendi i farmaci prescritti.

Complicazioni dopo l'intervento chirurgico

In generale, qualsiasi operazione va bene e le complicazioni nel periodo di riabilitazione sono estremamente rare. In meno del 4% dei casi, possono verificarsi le seguenti situazioni impreviste:

  • edema polmonare o cerebrale;
  • insufficienza renale;
  • discrepanza delle suture postoperatorie;
  • sanguinamento;
  • disturbi emorragici;
  • infezione protesica;
  • scarica protesica;
  • trombosi venosa;
  • disfunzione sessuale;
  • ernia postoperatoria.

prospettiva

Dopo l'operazione, il paziente viene completamente ripristinato, le possibilità di rottura aortica sono ridotte al minimo. Senza la fornitura di assistenza medica o la non conformità dei pazienti con le norme prescritte, la prognosi è molto sfavorevole:

  • la mortalità dei pazienti con protrusione ridotta è del 5% all'anno, con una media o più - 75%;
  • il tasso di mortalità nel rilevare aneurismi grandi o giganti nei primi due anni è del 50%;
  • a rottura dell'arteria e massiccia emorragia, circa il 90% dei pazienti muore prima dell'intervento e l'80% dei pazienti dopo la procedura;
  • dopo un'asportazione pianificata dell'arteria, seguita dalla sostituzione con una protesi, la sopravvivenza del paziente è del 75-89%.

prevenzione

Quando la predisposizione genetica o la presenza di altri fattori che provocano una malattia vascolare, si raccomanda al paziente di attenersi alle seguenti regole di prevenzione:

  • Osserva uno stile di vita sano. Abbandona le cattive abitudini, mangia bene. La dieta dovrebbe contenere una grande quantità di cibo vegetale, frutta fresca, fibra.
  • La pressione sanguigna e il livello di colesterolo devono essere monitorati regolarmente. Con l'aumento della pressione, è necessario contattare il cardiologo per la nomina della terapia antipertensiva.
  • Evita l'attività fisica intensa, evita lo sforzo fisico, il sollevamento pesi, lo stress.
  • Controlla il peso corporeo.

Aneurisma aortico della cavità addominale: chirurgia, sintomi, trattamento

Nel mondo di oggi, la mancanza di tempo, il ritmo accelerato della vita e il costante impiego, specialmente tra i giovani di mezza età e i giovani, portano al fatto che pochissime persone si preoccupano della salute, anche nel caso in cui qualcosa inizi a disturbare. Pertanto, vale la pena ricordare che molte malattie pericolose per la salute e la vita si manifestano inizialmente solo con un disagio insignificante, ma con complicazioni possono avere un esito triste. Ciò si applica in particolare a tale patologia come l'aneurisma dell'aorta addominale.

L'aorta è la più grande nave del corpo umano. Questa arteria si trova lungo la colonna vertebrale nella cavità addominale e toracica e trasporta il sangue dal cuore ad altri organi. Il diametro dell'aorta nella cavità addominale è 15-32 mm, e questa sezione è il luogo preferito per lo sviluppo dell'aneurisma (circa l'80% dei casi). Aneurisma: espansione, protrusione o gonfiore della parete del vaso, che può essere causato da traumi, danno infiammatorio o aterosclerotico.

A seconda di alcuni fattori, si distinguono questi tipi di aneurismi dell'aorta addominale:

localizzazione della patologia: totale (su tutta la lunghezza), infrarenale (sotto e sopra il ramo dell'aorta delle arterie renali), soprarenale;

diametro: gigantesco (maggiore del diametro della nave più volte), grande (più di 7 cm), medio (da 5 a 7 cm), piccolo (da 3 a 5 cm);

per natura: complicato (formazione di coaguli di sangue, stratificazione, rottura), non complicato;

sulla struttura della protrusione del muro: esfoliante, falso, vero. Un vero aneurisma si forma con la partecipazione di tutti gli strati della parete del vaso (esterno, medio, interno). False è tessuto cicatriziale che sostituisce la normale parete dell'aorta in una particolare area. Un aneurisma dissezionante è la perdita di sangue tra le pareti esfoliate nella zona interessata;

in una forma: a forma di fuso e sacculi. Si differenziano per il fatto che quando il sacculate in sezione, la sporgenza cattura meno della metà del diametro, e con un gonfiore a forma di fuso si verifica quasi tutto il diametro della nave.

L'aneurisma dell'aorta addominale si riscontra nel 5% degli uomini di età superiore ai 60 anni. Il principale pericolo di questa malattia è un forte assottigliamento del muro nel sito di protrusione e, di conseguenza, la pressione sanguigna potrebbe rompersi, il che è fatale. La mortalità in caso di tale complicazione è del 75%.

Cause dell'aneurisma dell'aorta addominale

Cause della formazione di aneurisma:

L'aterosclerosi è la causa più comune e frequente di aneurisma. Circa il 73-90% di tutti i casi di aneurisma aortico della regione addominale sono causati proprio da depositi di placche aterosclerotiche che danneggiano lo strato interno della parete del vaso.

Lesioni fungine - si sviluppano a seguito della penetrazione nel sangue del fungo o in individui con immunodeficienza.

Gli pseudoaneurismi postoperatori - sono estremamente rari da anastomosi dopo l'intervento chirurgico sull'aorta.

Lesioni traumatiche delle pareti vascolari - possono comparire dopo ferite chiuse della colonna vertebrale, del torace, dell'addome.

Disturbi genetici - malattie ereditarie che portano alla debolezza della parete vascolare (sindrome di Morfan, displasia del tessuto connettivo).

Lesioni infiammatorie dell'aorta - si verificano in reumatismi, endocardite batterica, aortoarterite aspecifica, micoplasmosi, sifilide, tubercolosi.

Fattori di rischio per aterosclerosi aortica

colesterolo elevato;

diabete mellito - il glucosio non assorbito dalle cellule del sangue danneggia il rivestimento interno della nave o dell'aorta e contribuisce ai depositi;

eccessivo consumo di alcol - ha un effetto tossico sulle navi;

fumare - influisce negativamente sull'intero sistema cardiovascolare del corpo e alcune sostanze aumentano il rischio di sviluppare ipertensione e causare danni alla parete interna del rivestimento vascolare;

eredità - se i parenti hanno una predisposizione ereditaria che ha causato displasia del tessuto connettivo o aneurisma;

età - dopo 50-60 anni, le navi iniziano a perdere la loro elasticità, che contribuisce a danneggiare le pareti dei vasi sanguigni. In tal modo rendendo la parete aortica suscettibile a fattori dannosi;

maschio - le donne hanno meno probabilità di soffrire di aneurisma addominale.

Condizioni che provocano la rottura dell'aneurisma:

infortunio (ad esempio a causa di un incidente);

esercizio eccessivo;

Sintomi dell'aneurisma dell'aorta addominale

Un aneurisma semplice, di piccole dimensioni, può non manifestarsi clinicamente per anni e viene scoperto esaminando altre malattie per caso. Con una dimensione maggiore dell'aneurisma caratterizzato da tali segni:

il più spesso - dolore addominale, noioso, inarcando o tirando il carattere;

dolore lombare, schiocco freddo e intorpidimento degli arti inferiori;

problemi digestivi - mancanza di appetito, sgabello instabile, eruttazione, nausea;

sensazione di pulsazione nella cavità addominale;

sensazione di pesantezza e disagio nella regione ombelicale a sinistra.

Se il paziente ha segni simili, è necessario consultare immediatamente uno specialista, poiché questi sintomi possono segnalare la presenza di patologia aortica.

Diagnosi per sospetto aneurisma aortico

Se non ci sono sintomi, la diagnosi può essere fatta completamente per caso durante l'esame dei reni, dell'intestino, dello stomaco (ad esempio, un'ecografia degli organi addominali).

Se ci sono sintomi clinici di aneurisma, il medico, se sospettato di una tale patologia, conduce un esame generale del paziente e prescrive ulteriori studi. Durante l'ispezione, viene determinata la pulsazione della parete addominale in posizione supina e viene eseguita un'audizione utilizzando uno stetoscopio per determinare la presenza di rumore sistolico specifico nella proiezione dell'aneurisma. Alla palpazione, può sembrare un tumore, una formazione volumetrica pulsante.

Metodi diagnostici strumentali:

Esame a raggi X della cavità addominale - informativo in presenza nelle pareti dei depositi di aneurisma di sali di calcio disidratati. In tali casi, è possibile tracciare i contorni della protrusione sulla radiografia, poiché normalmente l'aorta addominale non è visibile sulla radiografia;

angiografia - l'introduzione di un mezzo di contrasto nell'arteria periferica e un esame radiografico dopo che il mezzo di contrasto è entrato nell'aorta;

Scansione RM o TC della cavità addominale - prescritta per chiarire la diagnosi preliminare e determinare la prevalenza e la localizzazione dell'aneurisma;

la scansione ecografica e duplex dell'aorta è il metodo più comune che consente di rilevare la presenza di trombi parietali, lesioni aterosclerotiche, determinare la velocità del flusso sanguigno di una data area, determinare l'estensione e la localizzazione dell'aneurisma, visualizzare la protrusione.

Oltre a questi metodi, vengono eseguiti anche test reumatologici, esami del sangue per glucosio, livelli di colesterolo e esami del sangue generali e biochimici.

Trattamento dell'aneurisma dell'aorta addominale

Non ci sono farmaci che potrebbero eliminare un aneurisma aortico. Tuttavia, nel corso del trattamento di una malattia, è necessario assumere farmaci per prevenire la progressione e la complicazione della malattia. Il medico può prescrivere farmaci che controllano l'aumento della pressione sanguigna e del colesterolo. Tutti i farmaci utilizzati nella diagnosi dell'aneurisma dell'aorta addominale appartengono ai seguenti gruppi:

farmaci antinfiammatori (corticosteroidi - prednisone o FANS - diclofenac) - in presenza di aorta reumatica e malattie cardiache;

farmaci antifungini e antibiotici - in presenza di processi infiammatori o micotici nell'aorta;

farmaci ipolipemizzanti - normalizzano il colesterolo e prevengono la sua deposizione sulle pareti dei vasi sanguigni (rosuvastatina, atorvastatina);

agenti antipiastrinici e anticoagulanti - agenti antitrombotici (clopidogrel, warfarin, aspicor, thromboAss, cardiomagnyl). È necessario usare solo sotto la supervisione di un medico, perché quando l'aorta si rompe, la loro azione aumenta solo il sanguinamento;

farmaci che sono progettati per abbassare il livello di glucosio nel sangue, in presenza di diabete;

farmaci cardiotropici - noliprel, verapamil, rekardium, prestarium.

Un trattamento efficace di questa malattia può essere effettuato solo con l'aiuto dell'intervento chirurgico. L'operazione può essere eseguita in modo di emergenza e pianificato.

Un'indicazione per un'operazione pianificata è la presenza di un aneurisma semplice con una dimensione superiore a 5 centimetri. La chirurgia di emergenza è necessaria quando l'aorta è rotta o stratificata.

Entrambe le opzioni implicano un intervento chirurgico in anestesia generale utilizzando un apparato che fornisce la circolazione sanguigna artificiale. Viene praticata un'incisione nella parete addominale anteriore e viene fornito l'accesso all'aorta addominale. Dopodiché, con l'aiuto di una pinza, il flusso sanguigno viene bloccato dal basso e al di sopra della protrusione, la parte interessata della parete aortica viene asportata e al suo posto viene impiantata una protesi artificiale sul tessuto sano del muro.

Una protesi è un tubo sintetico che ha proprietà ipoallergeniche e sopravvive bene, dal momento che rimane nel corpo per tutta la vita. Ci sono anche protesi che hanno una ramificazione alla fine, perché a volte è necessario ripristinare le arterie iliache colpite. Il tempo di operazione è 2-4 ore.

Dopo aver applicato la sutura alla ferita chirurgica, il paziente rimane in terapia intensiva per 5-7 giorni. Dopo di che, altre 2-3 settimane il paziente è in ospedale, e dopo la dimissione è osservata presso il cardiologo e il chirurgo nel luogo di residenza diretta.

Controindicazioni per l'operazione programmata

patologia chirurgica acuta (colecistite, appendicite, pancreatite);

scompenso delle malattie concomitanti (asma bronchiale, diabete mellito);

malattie infettive acute;

forme gravi di insufficienza renale ed epatica;

insufficienza cardiaca cronica (fasi tardive);

ictus acuto (solo dopo 6 settimane dal momento dell'occorrenza);

infarto miocardico acuto.

Dato che durante un intervento programmato, il medico e il paziente hanno il tempo sufficiente per eseguire tutti gli esami necessari, devono essere valutate tutte le capacità compensative del corpo e le eventuali controindicazioni.

In caso di chirurgia d'urgenza, le controindicazioni non funzionano, perché in questo caso il rischio di mortalità è incomparabilmente inferiore a quello in caso di rottura dell'aneurisma. Pertanto, al minimo sospetto di rottura dell'aneurisma, il paziente deve essere operato.

Negli anni '90 del ventesimo secolo, un gruppo di scienziati argentini testò un dispositivo per protesi aortiche, che è chiamato stent di innesto. Questa è una protesi nella forma di un tronco e di due gambe, che, sotto controllo a raggi X, viene inserita da un catetere nell'aneurisma attraverso l'arteria femorale. Dopo aver raggiunto il punto richiesto, lo stent per innesto si rafforza autonomamente nelle pareti dell'aorta con l'aiuto di appositi ganci.

Tale operazione è endovascolare e viene eseguita in anestesia locale o generale, senza tagliare la parete addominale. La durata dell'intervento è di 1-3 ore.

I vantaggi dell'artroplastica aortica sono il recupero più rapido dopo l'intervento chirurgico, una bassa invasività.

Svantaggi - l'aneurisma non viene eliminato, ma solo rafforzato dall'interno. Pertanto, gradualmente il rigonfiamento del muro si estende oltre lo stent e compaiono nuovi percorsi del flusso sanguigno, il che aumenta il rischio di complicanze - separazione della parete del vaso e trombosi. Dopo questo, è richiesto un metodo aperto di intervento chirurgico. Pertanto, nonostante i buoni risultati dell'endoprotesi nel primo periodo, dopo l'intervento chirurgico, questo metodo è usato molto meno frequentemente del solito.

Inoltre, la distribuzione dell'artroprotesi è limitata dal costo piuttosto elevato del numero di stent, che deve essere prodotto singolarmente, per ogni caso specifico. Sul territorio della Russia, tale operazione viene eseguita in alcune cliniche, mentre la chirurgia a cielo aperto, in particolare l'emergenza, viene effettuata completamente gratuitamente.

Complicazioni dopo l'intervento chirurgico

La mortalità durante un'operazione pianificata è 0-0,34% all'anno.

La mortalità nei primi 2 mesi dopo la rottura operata dell'aneurisma aortico è del 90%.

La mortalità operazionale ha diversi indicatori:

con endoprotesi - 1%;

durante l'intervento chirurgico per rottura dell'aneurisma - 40-50%;

con operazioni pianificate - 7-10%.

Sulla base dell'esperienza dei chirurghi e dei dati statistici, si può concludere che un'operazione pianificata è molto più preferibile, poiché qualsiasi ritardo nella presenza di indicazioni può essere fatale. Tuttavia, anche con un'operazione pianificata, ci sono rischi di complicazioni. Questo risultato del trattamento è di circa il 4%.

Complicazioni che si verificano nel primo periodo postoperatorio

complicazioni tromboemboliche - la separazione dei coaguli di sangue e il loro ingresso nell'arteria polmonare intestinale e nelle arterie del cervello e degli arti inferiori;

in caso di endoprotesi - perdite dello stent installato (enolica);

sanguinamento negli organi interni e disturbi emorragici;

infiammazione e discrepanza della ferita;

La prevenzione delle complicanze è la selezione competente di protesi, antibiotici, eparina in conformità con gli standard chirurgici e osservazione migliorata durante il periodo di riabilitazione.

Complicazioni nel periodo remoto:

disfunzione sessuale (nel primo anno dopo l'intervento chirurgico, circa il 10%);

trombosi della protesi (nei primi 10 anni dopo l'intervento chirurgico, 3%);

fistola intestinale protesica (fino all'1%);

infezione protesica (0,3 - 6%).

Prevenzione delle complicazioni a lungo termine: uso permanente di ACE-inibitori, beta-bloccanti, agenti antipiastrinici, statine. Per qualsiasi studio invasivo con penetrazione nei tessuti (procedure urologiche, ginecologiche, dentistiche), dovrebbe essere prescritta una terapia antibiotica. Per prevenire l'impotenza al momento della separazione dell'aorta e dell'arteria iliaca, occorre fare attenzione a non danneggiare i nervi in ​​quest'area.

Il rischio di aneurisma dell'aorta addominale, in caso di fallimento dell'operazione

La malattia è uno sviluppo pericoloso di complicanze che minacciano la vita del paziente. Questa è una trombosi, rottura, dissezione aortica.

Dissecazione dell'aneurisma dell'aorta addominale

È caratterizzato da un assottigliamento progressivo delle pareti dei vasi e dalla penetrazione del sangue tra gli strati dell'involucro aortico. La diffusione dell'ematoma avviene prima della rottura dell'aorta sotto l'influenza della pressione sanguigna.

Sintomi: dolore acuto alla schiena, addome, debolezza, pallore, calo della pressione sanguigna, sudore freddo, collasso, shock, perdita di coscienza, morte. In alcuni casi, il paziente non raggiunge l'ospedale.

Diagnosi - Ultrasuoni addominali di emergenza, se necessario, RM o TC.

Trattamento - chirurgia d'urgenza.

Rottura aortica

Sangue effluente dall'aorta nello spazio retroperitoneale o nella cavità addominale. I sintomi, la diagnosi e il metodo di trattamento sono coerenti con la dissezione dell'aneurisma aortico. Uno stato di shock o morte si verifica a causa di un'abbondante perdita di sangue e conseguenti anomalie nel cuore.

Trombosi di aneurisma

Occlusione con masse trombotiche del lume dell'aorta si verifica raramente, a causa del grande diametro di questa nave. Molto spesso, i coaguli di sangue si formano nell'area vicina al muro e, dopo il distacco, possono ostruire le arterie con un diametro più piccolo (arterie degli arti inferiori, arterie iliache e renali).

Sintomi - trombosi delle arterie femorali e iliache - dolore intenso, raffreddamento degli arti inferiori (acuto), compromissione della funzione motoria e pelle blu degli arti inferiori; trombosi dell'arteria renale - vomito, nausea, deterioramento della condizione generale, mancanza di minzione, dolore alla schiena.

Diagnostica - scansione duplex e ultrasuoni.

Trattamento - chirurgia per rimuovere un coagulo di sangue, terapia anticoagulante.

Stile di vita con sospetto aneurisma dell'aorta addominale

Prima dell'operazione Con dimensioni dell'aneurisma fino a 5 cm., I medici scelgono le tattiche di attesa e controllano il paziente. Il paziente viene esaminato da un medico una volta ogni sei mesi. Se il tasso di crescita dell'aneurisma supera 0,5 cm per sei mesi, è prevista un'operazione.

Dopo l'operazione nel primo anno, il paziente visita il medico su base mensile, dopo di che le visite sono ridotte a mensile e annuale.

Prima e dopo l'intervento, il paziente deve assumere i farmaci prescritti da un medico. Sono inoltre raccomandate semplici misure per prevenire le complicazioni e la crescita dell'aneurisma, nonché per mantenere uno stile di vita sano:

Corretta alimentazione e controllo del peso E 'vietato mangiare cibi salati, piccanti, fritti, grassi. Una restrizione è imposta sulla pasticceria e sui grassi animali. Si consiglia l'uso di bevande alla frutta, composte, succhi, pesce e varietà a basso contenuto di grassi di carne di pollame, latticini, cereali, frutta e verdura fresca. Il pasto dovrebbe essere diviso in piccole porzioni di 4-6 volte al giorno. I prodotti dovrebbero essere macinati, bolliti, al vapore.

Abbassamento del colesterolo nel sangue - assunzione di statine, nessuna dieta a base di colesterolo.

Monitoraggio degli indicatori della pressione arteriosa - Limitazione del sale, lavoro fisico, stress, assunzione di farmaci per normalizzare la pressione.

Rifiuto completo di alcol e fumo. È stato clinicamente dimostrato che la crescita dell'aneurisma dipende dal fumo. L'alcol contribuisce alla variazione della pressione sanguigna, che può provocare la rottura dell'aneurisma.

Ad eccezione del pesante sforzo fisico, gli sport sono controindicati, è consentito camminare per brevi distanze. Nel periodo postoperatorio - riposo a letto completo con carichi motorizzati graduali.

Correzione di malattie associate - malattie dei reni, fegato, cuore, diabete.

Prognosi della malattia

La prognosi in assenza di trattamento è sfavorevole, poiché con il progredire della malattia ci sono complicazioni che portano alla morte.

La mortalità con una piccola dimensione dell'aneurisma è inferiore al 5% all'anno e con una dimensione di educazione di 5-9 cm - 75%.

Mortalità dopo diagnosi e presenza di aneurismi medi e grandi nei primi due anni: 50-60%.

Dopo la rottura aortica, la prognosi è estremamente scarsa. Senza trattamento, il 100% dei pazienti muore, mentre fornisce assistenza nei primi due mesi dopo l'intervento, il 90% dei pazienti muore.

Dopo una operazione pianificata, la prognosi è favorevole, il tasso di sopravvivenza nei primi 5 anni è del 65-70%.

Aneurisma dell'aorta addominale

L'aneurisma dell'aorta addominale è un'espansione locale del lume dell'aorta addominale, che si sviluppa a seguito di alterazioni patologiche nelle sue pareti o anomalie del loro sviluppo. Tra tutte le lesioni aneurismatiche dei vasi sanguigni, l'aneurisma dell'aorta addominale è del 95%. La malattia viene diagnosticata in ogni ventesimo uomo di età superiore ai 60 anni, le donne soffrono meno frequentemente.

L'aneurisma dell'aorta addominale nella maggior parte dei casi è asintomatico, ma allo stesso tempo aumenta gradualmente di volume (circa il 10-12% all'anno). Nel tempo, le pareti dei vasi si estendono così tanto da essere pronte a scoppiare in qualsiasi momento. La rottura dell'aneurisma è accompagnata da un sanguinamento interno massiccio e dalla morte del paziente.

L'aneurisma dell'aorta addominale occupa il 15 ° posto nell'elenco delle malattie che portano alla morte.

Forme della malattia

Molto spesso, i medici applicano una classificazione degli aneurismi dell'aorta addominale, sulla base delle caratteristiche della posizione anatomica delle espansioni patologiche:

  • aneurisma infrarenale, cioè localizzato sotto il ramo delle arterie renali (osservato nel 95% dei casi);
  • aneurismi surrenali, cioè localizzati sopra il punto di scarico delle arterie renali.

Secondo la struttura del muro della borsa, gli aneurismi dell'aorta addominale sono divisi in falsi e veri.

Sotto forma di protrusione:

  • esfoliante;
  • fusiforme;
  • diffusa;
  • sacculare.

A seconda della causa dell'aneurisma, l'aorta addominale può essere congenita (associata ad anomalie della parete vascolare) o acquisita. Questi ultimi, a loro volta, sono divisi in due gruppi:

  1. Infiammatorio (infettivo, infettivo-allergico, sifilitico).
  2. Non infiammatorio (traumatico, aterosclerotico).

Dalla presenza di complicazioni:

  • non complicata;
  • complicato (trombizzato, esploso, esfoliante).

A seconda del diametro dell'area di espansione, gli aneurismi dell'aorta addominale sono piccoli, medi, grandi e giganteschi.

In assenza di un tempestivo trattamento chirurgico dell'aneurisma dell'aorta addominale, circa il 90% dei pazienti muore entro il primo anno dal momento della diagnosi.

A. A. Pokrovsky ha proposto la classificazione degli aneurismi dell'aorta addominale, in base alla prevalenza del processo patologico:

  1. Aneurisma infrarenale con isthmali distali prossimali e distali.
  2. Aneurisma infrarenale, che si trova al di sopra del livello della biforcazione (split) dell'aorta addominale, che ha un lungo istmo prossimale.
  3. Aneurisma infrarenale, che si estende nell'area della biforcazione dell'aorta addominale, così come le arterie iliache.
  4. Aneurismi dell'aorta addominale totale (infrarenale e surrenale).

Cause e fattori di rischio

I risultati di numerosi studi hanno dimostrato che il principale fattore eziologico dell'aneurisma dell'aorta addominale, così come altre localizzazioni di questo processo patologico (aorta toracica, arco aortico), è l'aterosclerosi. Nell'80-90% dei casi, lo sviluppo della malattia è dovuto a loro. Molto meno sviluppo acquisiti aneurismi dell'aorta addominale è associato a processi infiammatori (reumatismi, micoplasmosi, salmonellosi, tubercolosi, sifilide, aortoarteriit aspecifico).

Spesso, l'aneurisma dell'aorta addominale si forma in pazienti con inferiorità congenita della struttura della parete vascolare (displasia fibro muscolare).

Cause di aneurisma aortico addominale traumatico:

  • lesioni spinali e addominali;
  • errori tecnici nell'esecuzione di operazioni ricostruttive (protesi, tromboembolectomia, stenting o dilatazione dell'aorta) o angiografia.

I fattori che aumentano il rischio di formazione di aneurisma aortico addominale sono:

  • il fumo - i fumatori costituiscono il 75% di tutti i pazienti con questa patologia, più l'esperienza di fumare e il numero di sigarette fumate ogni giorno, maggiore è il rischio di sviluppare l'aneurisma;
  • età oltre 60 anni;
  • genere maschile;
  • la presenza di questa malattia in parenti stretti (predisposizione ereditaria).

La rottura dell'aneurisma dell'aorta addominale si verifica più spesso nei pazienti con malattie broncopolmonari croniche e / o ipertensione arteriosa. Inoltre, le dimensioni e la forma dell'aneurisma influiscono sul rischio di rottura. Le borse aneurismatiche simmetriche si rompono meno spesso di quelle asimmetriche. Un'espansione gigante che raggiunge il diametro di 9 cm o più, nel 75% dei casi, si rompono con un sanguinamento massiccio e la rapida morte dei pazienti.

Sintomi dell'aneurisma dell'aorta addominale

Nella maggior parte dei casi, l'aneurisma dell'aorta addominale procede senza segni clinici e viene diagnosticato per caso durante radiografia addominale, ecografia, laparoscopia diagnostica o palpazione addominale convenzionale eseguita in connessione con un'altra patologia addominale.

L'aneurisma dell'aorta addominale nella maggior parte dei casi è asintomatico, ma allo stesso tempo aumenta gradualmente di volume (circa il 10-12% all'anno).

In altri casi, i sintomi clinici dell'aneurisma dell'aorta addominale possono essere:

  • dolore addominale;
  • sensazione di pienezza o pesantezza nello stomaco;
  • sensazione di pulsazione nell'addome.

Il dolore è sentito nella metà sinistra dell'addome. La sua intensità può essere da lieve a insopportabile, richiedendo la nomina di iniezioni di antidolorifici. Spesso il dolore regala all'inguine, alla regione sacrale o alla regione lombare e pertanto viene diagnosticata erroneamente la diagnosi di radicolite, pancreatite acuta o colica renale.

Quando l'aneurisma dell'aorta addominale in crescita inizia a esercitare una pressione meccanica sullo stomaco e sul duodeno, questo porta allo sviluppo della sindrome dispeptica, che è caratterizzata da:

  • nausea;
  • vomito;
  • eruttazione dell'aria;
  • flatulenza;
  • dipendenza da costipazione cronica.

In alcuni casi, rene sposta il sacco aneurismatica e comprime l'uretra, determinando così la formazione di sindrome urologica, che si manifesta clinicamente disturbi dysuric (rapido, dolorosa, minzione difficile) e ematuria (sangue nelle urine).

Se l'aneurisma dell'aorta addominale comprime i vasi testicolari (arterie e vene), il paziente ha dolore ai testicoli e sviluppa anche varicocele.

La compressione delle radici spinali con aumento della protrusione dell'aorta addominale è accompagnata dalla formazione del complesso dei sintomi isio-radicolari, che è caratterizzato da dolore persistente nella regione lombare, nonché da disturbi motori e sensoriali negli arti inferiori.

L'aneurisma dell'aorta addominale può causare disturbi cronici dell'afflusso di sangue negli arti inferiori, portando a disturbi trofici e claudicatio intermittente.

Quando l'aneurisma dell'aorta addominale si rompe, il paziente ha un sanguinamento massiccio, che può essere fatale in pochi secondi. I sintomi clinici di questa condizione sono:

  • dolore intenso improvviso (chiamato dolore del pugnale) nell'addome e / o nella parte bassa della schiena;
  • un forte calo della pressione sanguigna, fino allo sviluppo del collasso;
  • sensazione di forte pulsazione nella cavità addominale.

Le caratteristiche del quadro clinico della rottura dell'aneurisma dell'aorta addominale sono determinate dalla direzione del sanguinamento (vescica, duodeno, vena cava inferiore, cavità addominale libera, spazio retroperitoneale). Per il sanguinamento retroperitoneale è caratterizzata dall'insorgenza di dolore persistente. Se l'ematoma aumenta nella direzione della piccola pelvi, il dolore si irradia al perineo, all'inguine, ai genitali, alla coscia. L'alta localizzazione dell'ematoma si manifesta spesso sotto le spoglie di un infarto.

La rottura intraperitoneale dell'aneurisma dell'aorta addominale porta al rapido sviluppo dell'emoperitoneo massiccio, c'è un forte dolore e gonfiore. Sintomo Shchetkina - Blumberg positivo in tutti i reparti. Le percussioni determinano la presenza nel liquido libero della cavità addominale.

Contemporaneamente ai sintomi di un addome acuto, quando l'aneurisma aortico si rompe, i sintomi di shock emorragico compaiono e aumentano rapidamente:

  • pallore tagliente di membrane mucose e pelle;
  • grave debolezza;
  • sudore freddo appiccicoso;
  • letargia;
  • polso filiforme (frequente, a basso riempimento);
  • marcata diminuzione della pressione sanguigna;
  • riduzione della diuresi (la quantità di scarico di urina).

Quando una rottura intraperitoneale dell'aneurisma dell'aorta addominale è molto fatale.

Se un sacco aneurismatico si rompe nel lume della vena cava inferiore, questo è accompagnato dalla formazione di una fistola artero-venosa, i cui sintomi sono:

  • dolore localizzato nell'addome e nella parte bassa della schiena;
  • la formazione nella cavità addominale di un tumore pulsante, al di sopra del quale si sentono bene i rumori sistolico-diastolici;
  • gonfiore degli arti inferiori;
  • tachicardia;
  • aumento della mancanza di respiro;
  • significativa debolezza generale.

A poco a poco, l'insufficienza cardiaca aumenta, causando un esito fatale.

Una rottura dell'aneurisma aortico addominale nel lume duodenale porta all'improvviso sanguinamento gastrointestinale massiccio. La pressione sanguigna cala bruscamente in un paziente, si verifica un vomito sanguinolento, aumenta la debolezza e l'indifferenza agli aumenti circostanti. Sanguinamento con questo tipo di rottura è difficile da diagnosticare da sanguinamento gastrointestinale a causa di altre cause, come ulcera peptica e ulcera duodenale.

diagnostica

Nel 40% dei casi, gli aneurismi dell'aorta addominale sono un reperto diagnostico casuale durante un esame clinico o radiologico per un altro motivo.

È possibile ipotizzare la presenza della malattia sulla base dei dati ottenuti durante la raccolta dell'anamnesi (indicazione dei casi familiari della malattia), l'esame generale del paziente, l'auscultazione e la palpazione dell'addome. Nei pazienti magri, a volte è possibile palpare nella cavità addominale una formazione pulsante, indolore che ha una consistenza densamente elastica. Durante l'auscultazione sull'area di questa formazione, puoi sentire il soffio sistolico.

Il metodo più economico ed economico per la diagnosi dell'aneurisma dell'aorta addominale è una radiografia chiara della cavità addominale. Sulla radiografia viene visualizzata l'ombra dell'aneurisma e nel 60% dei casi si nota la calcificazione delle sue pareti.

Gli ultrasuoni e la tomografia computerizzata possono determinare con precisione la dimensione e la localizzazione dell'espansione patologica. Inoltre, secondo la tomografia computerizzata, il medico può valutare la posizione relativa dell'aneurisma dell'aorta addominale e di altri vasi sanguigni viscerali, identificare possibili anomalie del letto vascolare.

L'angiografia è indicata per i pazienti con ipertensione arteriosa con angina grave o instabile, stenosi significativa delle arterie renali, pazienti con sospetta ischemia mesenterica e pazienti con sintomi di occlusione (blocco) delle arterie distali.

Se ci sono indicazioni, è possibile utilizzare altri metodi di diagnostica strumentale, ad esempio laparoscopia, urografia endovenosa.

Trattamento dell'aneurisma dell'aorta addominale

Il paziente ha un aneurisma aortico addominale è un'indicazione per il trattamento chirurgico, soprattutto se la dimensione della protrusione aumenta di oltre 0,4 cm all'anno.

L'intervento principale nell'aneurisma dell'aorta addominale è una aneurismectomia (escissione del sacco aneurismatico), seguita dalla chirurgia plastica di un'area remota del vaso sanguigno con una protesi in dacron o altro materiale sintetico. L'intervento chirurgico viene eseguito attraverso l'accesso alla laparotomia (incisione addominale). Se anche le arterie iliache vengono trascinate nel processo patologico, vengono eseguite le protesi aorto iliache a biforcazione. Prima, durante e il primo giorno dopo l'operazione, la pressione nelle cavità cardiache e il valore della gittata cardiaca vengono monitorati usando un catetere Swan-Ganz.

Le controindicazioni all'esecuzione di un'operazione pianificata per l'aneurisma dell'aorta addominale sono:

  • disturbi acuti della circolazione cerebrale;
  • infarto miocardico fresco;
  • insufficienza renale cronica allo stadio terminale;
  • grave grado di insufficienza cardiaca e respiratoria;
  • occlusione comune delle arterie iliache e femorali (blocco parziale o completo del flusso sanguigno attraverso di esse).

In caso di rottura dell'aneurisma dell'aorta addominale, l'operazione viene eseguita secondo i parametri vitali in caso di emergenza.

L'aneurisma dell'aorta addominale occupa il 15 ° posto nell'elenco delle malattie che portano alla morte.

Attualmente, i chirurghi vascolari preferiscono metodi minimamente invasivi di trattamento dell'aneurisma dell'aorta addominale. Uno di questi è la protesi endovascolare del sito di espansione patologica con l'aiuto di innesto stent impiantabile (costruzione metallica speciale). Lo stent è installato in modo da coprire completamente l'intera lunghezza della borsa aneurismatica. Ciò porta al fatto che il sangue cessa di esercitare pressione sulle pareti dell'aneurisma, evitando così il rischio di un ulteriore aumento, oltre alla rottura. Questa operazione per l'aneurisma dell'aorta addominale è caratterizzata da trauma minimo, basso rischio di sviluppare complicazioni nel periodo postoperatorio, un breve periodo di riabilitazione.

Possibili conseguenze e complicazioni

Le principali complicanze dell'aneurisma dell'aorta addominale sono:

  • rottura del sacco aneurismatico;
  • disturbi trofici negli arti inferiori;
  • claudicatio intermittente.

prospettiva

In assenza di un tempestivo trattamento chirurgico dell'aneurisma dell'aorta addominale, circa il 90% dei pazienti muore entro il primo anno dal momento della diagnosi. La letalità operativa nelle prestazioni di un'operazione pianificata è del 6-10%. Gli interventi chirurgici di emergenza eseguiti sullo sfondo della rottura della parete dell'aneurisma sono fatali nel 50-60% dei casi.

prevenzione

Per il rilevamento tempestivo dell'aneurisma dell'aorta addominale in pazienti affetti da aterosclerosi o con una storia di questa patologia vascolare, si raccomanda l'osservazione medica sistematica con esame periodico strumentale (radiografia addominale, ultrasuoni).

Altrettanto importante nella prevenzione della formazione di aneurisma è la cessazione del fumo, il trattamento attivo delle malattie infettive e sistemiche infiammatorie.

Per Saperne Di Più I Vasi