Cos'è la malattia carotidea aterosclerotica?

L'aterosclerosi delle arterie carotidi è una malattia abbastanza comune, inoltre, negli ultimi anni, questa malattia è significativamente "diventata più giovane". La malattia porta alle complicazioni più gravi se il paziente è disattento alla sua salute e non è impegnato in trattamento.

Vi diremo di cosa si tratta, perché si sviluppa il blocco delle arterie e quali sintomi ha e come vengono trattati.

Il ruolo dei vasi sanguigni del collo e il pericolo del loro danno

Le arterie carotidi sono tra le navi più importanti nel corpo umano. Si nutrono di tutti gli organi della testa, incluso il più importante - il cervello. E lui, come sai, consuma 1/5 di tutto l'ossigeno che entra nel sangue. Di conseguenza, quando il lume di questi vasi sanguigni si restringe, l'organo più importante del corpo ne soffre.

La parete del vaso normale è liscia, con una completa assenza di elementi estranei. Se le placche di colesterolo si depositano sulle pareti, si sviluppa una malattia chiamata aterosclerosi. La composizione delle placche include inoltre depositi di calcio e lipidi. Interagiscono tutti con il normale flusso sanguigno.

La deposizione della placca sulle pareti dell'arteria carotidea si verifica quando altre arterie sono già colpite dall'aterosclerosi. L'aumento del numero e delle dimensioni di tali depositi porta al fatto che la nutrizione del cervello è disturbata, il che a sua volta causa lo sviluppo di una serie di complicazioni pericolose. Il più grave di questi è ictus ischemico o emorragico, spesso fatale.

Nelle fasi iniziali, il paziente sviluppa aterosclerosi non-endovenosa, ma non porta ancora a un restringimento del lume del vaso. Ma negli stadi successivi della malattia, appare l'aterosclerosi stenosante, che causa un'ostruzione del vaso sanguigno vitale per tutta la vita.

Perché la malattia si sviluppa

Le arterie carotidi dovrebbero idealmente funzionare senza intoppi. Questo è importante perché portano ossigeno e sostanze nutritive al cervello. Tuttavia, nel tempo, possono restringersi e diventare rigidi. Questo accade a causa dell'accumulo di placche aterosclerotiche sulle loro pareti.

Le principali ragioni dello sviluppo dell'aterosclerosi carotidea sono:

  1. Cattive abitudini, cioè fumo di tabacco e alcol.
  2. Ipertensione.
  3. Violazioni degli organi di secrezione interna.
  4. Diverse patologie del metabolismo dei grassi (l'obesità è in primo luogo).
  5. Errori nella dieta, violazione della dieta prescritta dal medico.
  6. Posizione genetica sfavorevole.
  7. Frequenti carichi nervosi.
  8. Ipodinia, cioè, attività fisica insufficiente.
  9. Alcune patologie infettive precedentemente trasferite.
  10. Disturbi nel sistema immunitario (così come alcune patologie autoimmuni).
  11. Il diabete mellito. Questa malattia influisce negativamente sul metabolismo dei grassi, di conseguenza il corpo non elabora bene i grassi.
  12. Elevati livelli di colesterolo "cattivo" e trigliceridi nel sangue contribuiscono anche alla deposizione intensa di placche aterosclerotiche sulle pareti delle arterie carotidi.

Di solito le ragioni sopra riportate influenzano il corpo nel complesso. Per questo motivo, la probabilità di sviluppare aterosclerosi è ulteriormente aumentata.

In rari casi, la malattia può svilupparsi a causa di aneurisma carotideo o displasia.

Segni tipici della malattia

La lesione aterosclerotica dei vasi del collo è pericolosa perché non si manifesta nelle fasi iniziali, non dà segni pronunciati. E il dottore scopre spesso la malattia già quando la lesione delle arterie carotidi interne ha raggiunto un livello pronunciato.

Ma tuttavia ci sono un certo numero di segni secondo cui si può sospettare una malattia in se stessi e consultare un medico in tempo.

Quindi, nelle fasi iniziali, gli attacchi ischemici dovrebbero essere avvertiti, che, tuttavia, passano rapidamente. I sintomi di tali attacchi:

  • sensazione di formicolio o intorpidimento del mezzo corpo;
  • prurito agli arti;
  • sensazione di stupore;
  • disturbi del linguaggio (diventa illeggibile);
  • compromissione della vista in un occhio;
  • perdita di sensibilità di un arto.

Con il progredire della malattia, questi sintomi appaiono più luminosi e gli attacchi transitori durano più a lungo. Questo è un segno sicuro che devi andare dal dottore il prima possibile.

Prestiamo particolare attenzione ai lettori sul fatto che i sintomi di cui sopra sono un precursore di un ictus. Questo suggerisce ancora che l'aiuto di un medico è necessario il prima possibile!

Opzioni per lo sviluppo della malattia

Come già notato, la più pericolosa complicazione dell'aterosclerosi è l'ictus. Ci sono tali varianti dello sviluppo della malattia in caso di arterie otturate con placche aterosclerotiche:

  • Progressiva diminuzione del flusso sanguigno arterioso al cervello.
  • Rottura di placche aterosclerotiche. In tal modo, possono diffondersi con il sangue in vasi più piccoli. Questo è il modo in cui il normale flusso di sangue verso una certa parte del cervello è bloccato, ed è per questo che muore.
  • Chiusura del flusso sanguigno con un coagulo di sangue (trombo). Ciò è dovuto al fatto che le piastrine si accumulano nell'area del flusso sanguigno a causa della rottura delle placche. Si collegano e formano un coagulo di sangue. Se è grande, rallenta il flusso di sangue, che causa un apoplessia.

Funzioni diagnostiche

  • Per affermazione della diagnosi il controllo attento del paziente è necessario. Solo dopo un esame adeguato può essere prescritto il corretto trattamento dell'aterosclerosi carotidea. La diagnosi inizia con l'anamnesi. Il medico deve determinare i fattori di rischio per la malattia.
  • È importante stabilire un'auscultazione (audizione) delle arterie carotidi.
  • La pressione sanguigna è sicura per essere misurata, poiché le letture del tonometro elevate possono indicare disturbi alle arterie carotidi.
  • È richiesta anche la visita ecografica con scansione vascolare Doppler. Questo metodo di esame è completamente sicuro e indolore e consente di stabilire con precisione la diagnosi.

In caso di risultati dubbi dell'esame, al paziente devono essere prescritti tipi di diagnostica come:

  1. Tomografia computerizzata (CT). Offre l'opportunità di determinare con precisione la struttura delle arterie. La TC viene necessariamente eseguita utilizzando un agente di contrasto.
  2. Tomografia a risonanza magnetica.
  3. L'angiografia deve essere eseguita utilizzando agenti di contrasto speciali. A causa del rischio di recidere la placca aterosclerotica, questo tipo di diagnosi è usato raramente ora.

Principi di terapia

Va notato che solo un trattamento completo consente di normalizzare le condizioni delle arterie. E dovresti avviarlo il prima possibile.

Il trattamento con rimedi popolari, di regola, non porta i risultati attesi. Allo stesso tempo, si perde tempo prezioso, e invece di sollievo, si verifica una accentuata esacerbazione della patologia.

Il primo passo è regolare la potenza. La dieta proibisce l'uso di tali alimenti come:

  • piatti affumicati;
  • grasso;
  • cibi grassi;
  • soda;
  • alcol;
  • caffè e tè forte;
  • pane fatto con farina di prima scelta;
  • dolci.

Il menu dovrebbe essere più verdure fresche, frutta, piatti, al vapore.

È necessaria anche la terapia farmacologica:

  1. Farmaci usati che alleviano i sintomi dell'aterosclerosi.
  2. Di solito al paziente vengono prescritti farmaci per abbassare la pressione sanguigna. La necessità del loro appuntamento deve essere soppesata.
  3. È molto importante prendere soldi per abbassare il colesterolo. Aiutano a ridurre l'intensità dei depositi di placca aterosclerotica sulle pareti dei vasi sanguigni.
  4. Parallelamente, vengono utilizzati anche farmaci per la normalizzazione del metabolismo e il rafforzamento generale dei vasi sanguigni.
  5. A volte un medico può prescrivere una piccola quantità di acido acetilsalicilico al paziente per prevenire la formazione di coaguli di sangue. Tale trattamento dovrebbe essere effettuato per un lungo periodo. L'assunzione regolare di aspirina contribuisce alla normalizzazione della circolazione sanguigna e riduce il rischio di complicazioni pericolose.

L'autotrattamento dell'aterosclerosi è strettamente controindicato! Può portare a conseguenze estremamente pericolose.

Intervento chirurgico

Se i metodi di trattamento conservativo sopra riportati non portano i risultati attesi, viene considerata la questione del trattamento chirurgico. Per fare questo, il medico può prescrivere tali tipi di operazioni come:

  1. Endoarteriectomia carotidea. Di solito viene eseguito utilizzando l'anestesia generale. Dopo che il medico ha effettuato una piccola incisione, la placca viene rimossa.
  2. L'angioplastica con palloncino viene eseguita nei casi in cui l'endoarterectomia è controindicata. Tale operazione è anche giustificata se la placca aterosclerotica si trova in un punto difficile da raggiungere. Questo intervento può anche essere eseguito in anestesia locale.
  3. Stenting è che la puntura dell'arteria viene eseguita nell'area della coscia o della spalla. Uno stent viene quindi inserito nel lume dell'arteria carotide - un piccolo apparato metallico. Espande il lume del vaso e consente il normale flusso sanguigno.

L'angioplastica è oggi un metodo di trattamento relativamente nuovo. Il suo effetto sulle navi e sull'organismo nel suo insieme è ancora oggetto di una ricerca approfondita. Tuttavia, nei pazienti ad alto rischio di complicanze, tali tipi di operazioni dimostrano la loro efficacia.

Sul trattamento nazionale e sulla prevenzione delle malattie

Solo una dieta speciale è giustificata solo nelle prime fasi. Oltre a passare a una dieta moderata, sarà molto utile seguire questi consigli:

  1. Mangia fino a 1 kg di ciliegie al giorno (è meglio berle con il latte).
  2. È utile mangiare ribes nero, prugne, melanzane, anguria.
  3. Lo zucchero può essere consumato, ma solo in quantità molto limitate.
  4. Il menu dovrebbe avere più aglio e cipolle.
  5. Invece del solito tè nero dovrebbero essere consumate bevande dalle foglie di ribes nero, fragola, mirtillo, frutta secca.
  6. Aiuta a portare il colesterolo "cattivo" alle noci, al mais e all'olio d'oliva.
  7. Normalizza i brodi a pressione e tè dalla melissa, biancospino.

Tali misure di trattamento sono rilevanti solo se la malattia non è andata lontano. Se c'è bisogno di un intervento chirurgico, deve essere fatto il prima possibile.

Tra le misure preventive dovrebbe essere tale:

  • cessazione immediata del fumo e consumo di alcol;
  • l'esercizio fisico;
  • dieta;
  • normalizzazione del peso corporeo;
  • monitoraggio della pressione sanguigna e glicemia.

Prevenire questa patologia è molto più facile che trattarlo. In molti casi, la chirurgia è raccomandata per ripristinare correttamente la circolazione sanguigna normale.

Aterosclerosi carotidea

Le arterie carotidi sono vasi sanguigni che forniscono al collo e al cervello ossigeno e nutrimento.

Oltre alla sconfitta di altre navi, può verificarsi anche aterosclerosi delle arterie carotidi. Il trattamento deve essere eseguito immediatamente, poiché le placche aterosclerotiche possono bloccare il flusso sanguigno, causando un ictus e un danno cerebrale.

L'aterosclerosi dei vasi del collo non si verifica in un giorno, le placche si accumulano gradualmente, stadio dopo stadio. All'inizio si formano delle macchie lipidiche giallastre sulle pareti dei vasi, con il tempo che il tallone si fonde in strisce.

Questo stadio è chiamato lipoidosi. Dietro ci sarà la liposclerosi, la fase in cui i lipidi formano lo scheletro di una placca nella parete del vaso. Tali placche nelle arterie carotidi sono morbide o dense, queste ultime alterano significativamente la circolazione sanguigna.

Nell'ultima fase dell'aterosclerosi, si forma una placca complicata di colesterolo. Se il flusso sanguigno viene accelerato sullo sfondo di un aumento della pressione sanguigna, la placca può staccarsi e bloccare il lume stretto della nave nella direzione di marcia.

Cause della formazione della placca di colesterolo

Di solito, l'aterosclerosi carotidea inizia non appena altre parti del sistema circolatorio sono interessate. Le ragioni per cui si formano le placche sono esterne e interne. Fondamentalmente è:

  • nutrizione squilibrata;
  • aterosclerosi di altri vasi sanguigni;
  • il fumo;
  • in sovrappeso;
  • aumento della pressione;
  • diabete mellito;
  • ischemia.

I sintomi della placca nelle arterie carotidi

All'inizio del decorso della malattia, la superficie delle arterie carotidi interne (ICA) è poco danneggiata, quindi la patologia non si manifesta. Notare che le violazioni possono essere persone molto attente.

Il sintomo principale sarà rappresentato da attacchi ischemici transitori, ripetuti di volta in volta. Il quadro clinico corrisponde allo stato in cui il cervello non è completamente rifornito di flusso sanguigno, tali sintomi possono essere rilevati:

  1. Debolezza, intorpidimento.
  2. Prurito e formicolio nel braccio, nelle gambe o in qualsiasi altra parte del corpo.
  3. Compromissione della vista in un occhio.
  4. Discorso biascicato.
  5. Perdita di controllo della mano o del piede.
  6. Vertigini, mal di testa.

Tali segni non appaiono a lungo, a volte scompaiono il giorno dopo. Anche se i sintomi elencati compaiono una volta e non si ripetono, non è necessario posticipare la visita a uno specialista. Il medico prescriverà un esame, farà una diagnosi accurata e prescriverà un trattamento adeguato.

Diagnosi di aterosclerosi

Per identificare l'aterosclerosi dei vasi del collo, è necessario condurre una diagnosi approfondita, ascoltare i reclami e valutare i risultati delle analisi, tenendo conto dei fattori di rischio. Il medico deve ascoltare le arterie carotidi - per condurre l'auscultazione, durante la quale è possibile ascoltare il suono dei flussi di vortice. Questo suono è caratteristico del restringimento del lume delle arterie. Inoltre, viene misurata la pressione.

La ricerca Doppler è considerata un metodo di ricerca significativo, con l'aiuto del quale è possibile valutare la struttura delle arterie e la circolazione del sangue in essi. Il metodo è indolore, non ha controindicazioni. Ma ti permette accuratamente di diagnosticare l'aterosclerosi delle arterie carotidi.

Se, dopo le misure di cui sopra, il medico dubita che il paziente abbia aterosclerosi delle arterie carotidi, prescrivere ulteriori studi:

  • tomografia computerizzata, con cui è possibile studiare la struttura delle arterie;
  • MRI - diagnostica informativa, che consente di valutare la circolazione sanguigna e lo stato delle navi;
  • Angiografia. Dato che con l'introduzione di un mezzo di contrasto può essere affrontato con la separazione della placca, causando ischemia o ictus, questa tecnica viene raramente prescritta.

Trattamento di aterosclerosi carotidea

Se durante la diagnosi viene rilevata una placca nell'arteria carotide, il medico può prescrivere pillole per abbassare il colesterolo - statine (lipidor, croce, zocor). Per normalizzare il metabolismo dei lipidi vengono prescritti gemfibrozil, clofibrato, fenofibrato.

Con la sconfitta delle arterie carotidi, il trattamento può includere farmaci che abbassano la pressione sanguigna. Inoltre prescrivere farmaci che riducono il sangue che impedirà la formazione di coaguli di sangue.

La dieta dovrebbe includere alimenti a basso contenuto di colesterolo. I pazienti fumatori devono abbandonare l'abitudine il prima possibile. Se tali metodi non riescono a curare l'aterosclerosi, viene utilizzato l'intervento chirurgico.

Nella diagnosi di aterosclerosi carotidea, il trattamento sotto forma di operazione viene eseguito se vi è il rischio di ictus. Ci sono due tipi di chirurgia per questo: endoarterectomia e angioplastica.

La prima opzione consiste nel fare una piccola incisione attraverso la quale il medico può rimuovere le placche di colesterolo nell'arteria carotide. L'operazione viene eseguita in anestesia generale o locale, in ospedale il paziente giace per diversi giorni. Tale trattamento dell'aterosclerosi carotidea è considerato abbastanza efficace.

Se l'endarterectomia non è possibile, l'angioplastica e lo stent sono eseguiti in anestesia locale. Per fare questo, un catetere viene inserito nell'arteria femorale, lungo il quale verranno inseriti gli strumenti medici. Grazie all'angioplastica, è possibile ripristinare il lume della nave.

Stenting consente di rimuovere le placche aterosclerotiche delle arterie carotidi e in altri vasi, per stabilire l'endoprotesi. Uno stent è un tubo metallico di cellule che dovrebbe contenere le pareti dell'arteria nella sua forma espansa, escludendo contrazione e blocco. L'operazione viene eseguita attraverso l'arteria femorale, dove viene iniettato un agente di contrasto. Sopra l'arteria interessata, viene posizionato uno stent e la nave viene raddrizzata. Il medico controlla l'avanzamento dell'operazione sul monitor.

Dopo l'intervento

Dopo l'intervento chirurgico, quando le placche aterosclerotiche venivano rimosse o dissolte, doveva essere eseguita una lunga riabilitazione. Le medicine che il medico prescriverà, si assicureranno di prendere - aiuteranno a dissolvere il colesterolo cattivo e gli impediranno di stabilirsi di nuovo nelle navi.

Compresse che assottigliano il sangue, escludono l'ispessimento e la formazione di coaguli di sangue. I preparativi del gruppo di statine rallenteranno lo sviluppo della patologia. La pressione sanguigna dovrà essere costantemente monitorata, non meno regolarmente per venire alla reception dal neurologo. Stenting non è una panacea, non è in grado di salvare il paziente dall'aterosclerosi per sempre. Ma l'operazione può salvare da un colpo e migliorare la qualità della vita.

Medicina tradizionale

Se la diagnosi di aterosclerosi carotidea è estremamente preoccupante, il medico può raccomandare di aggiungere la medicina tradizionale al regime generale di terapia. Le erbe migliorano la circolazione sanguigna, rendono il lume nei vasi un po 'più ampio.

Il motherwort e la valeriana hanno calmato il sistema nervoso con buoni risultati. Per normalizzare il metabolismo dei lipidi e l'assottigliamento del sangue, è necessario nominare un decotto di ippocastano.

Il biancospino può migliorare la circolazione sanguigna, stabilizzare la pressione sanguigna e le pulsazioni. Dalle placche si prescrive l'olivello spinoso e la rosa selvatica, ci sono le ricette con l'aglio. Quest'ultimo è preso puro e in tinture.

Cibo aterosclerosi

Oltre alle medicine e alle erbe, puoi migliorare le tue condizioni regolando la dieta. Ci sono alimenti che sono benefici e dannosi nell'aterosclerosi. Per sostenere il cuore e la salute del sistema nervoso è necessario utilizzare alimenti contenenti potassio. Ad esempio, barbabietole.

L'olio di mais può abbassare il colesterolo. Le banane sono ricche di potassio, si raccomanda loro di entrare nella dieta con aterosclerosi e alta pressione. Il miele aiuta a normalizzare la composizione chimica del sangue, è solo un magazzino di sostanze utili. Se non sei allergico ai prodotti delle api, puoi sempre usare il miele. Utile frutta secca, grano saraceno, olivello spinoso.

È particolarmente importante mangiare correttamente dopo l'intervento chirurgico, al fine di recuperare rapidamente, di lavorare i sistemi e gli organi, per prevenire il ripetersi della malattia.

prevenzione

Per ridurre al minimo il rischio di incontrare l'arteriosclerosi delle arterie carotidi, il primo passo è riconsiderare il tuo stile di vita. I fumatori che sono alla ricerca di un motivo per abbandonare la loro cattiva abitudine possono essere raccomandati di farlo in questo momento, altrimenti c'è il rischio che possa portare a malattie vascolari. L'alcol dovrebbe essere limitato, se possibile, da escludere.

L'attività fisica è di vitale importanza: è necessario consultare un medico per sapere quali esercizi devono essere eseguiti al fine di garantire la salute delle proprie navi. L'esercizio aerobico è utile: camminare, nuotare, andare in bicicletta. Dopo l'operazione, si dovrebbe iniziare a caricare il cuore e le navi gradualmente, facendo un programma di allenamento e monitorando la condizione.

Nella dieta dovrebbe essere un minimo di prodotti contenenti grassi animali e colesterolo. Il sale dovrebbe essere consumato meno, e frutta e verdura fresca di più, come in molte altre malattie.

Le situazioni stressanti, l'esaurimento morale e fisico non influenzano nel modo migliore i vasi: diventano decrepiti, le pareti perdono la loro levigatezza e contribuiscono alla ritenzione dei lipidi su di loro. Fare la tua salute non è necessario di tanto in tanto, ma regolarmente.

SHEIA.RU

Placche aterosclerotiche nell'arteria carotide: sintomi, trattamento

Come sbarazzarsi della placca nell'arteria carotide

Attraverso le arterie carotidi, si verifica l'apporto di sangue a tutti gli organi della testa, incluso il cervello. E un problema serio è la placca nella carotide, il cui trattamento deve essere avviato immediatamente.

Cos'è l'aterosclerosi carotidea

L'aterosclerosi nelle arterie carotidi è un restringimento del lume nel vaso a causa di depositi di grasso sulle pareti - placche di colesterolo. Le arterie carotidi sono responsabili della fornitura di nutrienti al cervello, quindi il loro restringimento è irto di disordini metabolici e fame di ossigeno.

Cause di

Le placche aterosclerotiche appaiono a causa di una varietà di fattori. Molto spesso, la placca aterosclerotica è costituita da colesterolo, costituito da lipoproteine ​​a bassa densità, ma a volte contengono depositi calcificati.

Le placche aterosclerotiche impediscono il normale flusso sanguigno, causando la carenza di ossigeno.

Le cause delle placche aterosclerotiche nell'arteria carotidee sono:

  • squilibrio ormonale;
  • in sovrappeso;
  • dieta malsana, un eccesso di cibi grassi;
  • mancanza di attività fisica anche minima;
  • malattie infettive;
  • ipertensione.

Poiché la maggior parte della popolazione adulta ha una mancanza di attività fisica ed è abusata dal cibo spazzatura, quasi tutti sono a rischio.

I seguenti fattori possono contribuire alla formazione della placca di colesterolo nell'arteria carotide e alla sua rapida crescita:

  1. età. Nelle persone anziane, la quantità di collagene diminuisce bruscamente, il che porta a un deterioramento dell'elasticità delle pareti dei vasi;
  2. pressione aumentata costante. A causa dell'aumento del carico sui vasi, la loro elasticità diminuisce e le pareti diventano sensibili ai microtraumi;
  3. diabete mellito. Il rischio di sviluppare aterosclerosi aumenta drammaticamente se il paziente ha il diabete. Nel diabete mellito, il corpo non può metabolizzare il glucosio da solo e, di conseguenza, diminuisce la capacità di abbattere le lipoproteine ​​a bassa densità;
  4. predisposizione genetica. Se ci sono stati casi di sviluppo di questa malattia in famiglia, il rischio aumenta in modo significativo.

sintomatologia

I sintomi della formazione della placca nell'arteria carotide sono i seguenti:

  1. disturbi del sonno. Il paziente non può dormire a lungo, è tormentato da incubi;
  2. emicrania. La cefalea si verifica a causa della costante mancanza di ossigeno, quindi l'emicrania è considerata il sintomo principale dell'aterosclerosi;
  3. aumento della fatica Le placche di colesterolo interferiscono con la normale circolazione del sangue, motivo per cui il cervello è disturbato. A causa della costante ipossia, si osserva affaticamento fisico e mentale;
  4. problemi di concentrazione;
  5. tinnito, sensazione di pesantezza nella testa.

Se hai almeno qualche sintomo, la persona dovrebbe pensare al loro stato di salute ed essere esaminata dal medico.

In situazioni trascurate, il paziente può periodicamente sperimentare attacchi di attacco ischemico transitorio. Secondo i sintomi, è molto simile a un ictus e può durare circa un giorno. In questo caso, la visita dal medico dovrebbe essere immediata, altrimenti la prossima volta può essere un vero colpo.

Possibili conseguenze

La conseguenza più grave dell'aterosclerosi delle arterie è l'ictus.

Le varianti di sviluppo di questo stato possono essere molto diverse, tuttavia le conseguenze sono tristi in tutti i casi:

  1. ridotto apporto di sangue al cervello. Ad un certo punto, l'afflusso di sangue si ferma quasi del tutto, e c'è l'ipossia del cervello;
  2. blocco di piccole navi. In caso di rottura della placca, il pezzo inizia a migrare attraverso i vasi. Se cade in un piccolo vaso sanguigno, bloccherà istantaneamente, tirando la morte di quest'area;
  3. formazione di coaguli di sangue. Se un coagulo di sangue è grande, si sviluppa un ictus a causa di un guasto all'apporto di sangue.

diagnostica

Le placche aterosclerotiche rispondono bene al trattamento, ma il più delle volte il problema è la diagnosi della malattia. La placca aterosclerotica per lungo tempo non si manifesta in alcun modo, ma le conseguenze possono essere disastrose per il corpo umano.

Per controllare la quantità di colesterolo nel sangue, devi eseguire regolarmente un esame del sangue. La quantità di colesterolo nel corpo.

Inoltre, vengono utilizzati metodi diagnostici aggiuntivi:

  1. Ecografia Doppler che consente di tracciare il movimento del sangue e la struttura delle pareti dei vasi sanguigni;
  2. tomografia computerizzata. Questo metodo consente di valutare le condizioni di ogni strato di tessuto che costituisce l'arteria. Per migliorare l'immagine, uno speciale agente di contrasto viene iniettato nel sistema circolatorio;
  3. terapia di risonanza magnetica. Con il suo aiuto, la velocità del movimento del sangue è determinata non solo nell'arteria carotide, ma anche nei vasi più piccoli.

trattamento

Se i sintomi hanno appena iniziato a manifestarsi, allora il trattamento non è necessario in quanto tale.

In questo caso, è sufficiente applicare le misure preventive:

  • correzione di potenza. I pasti dovrebbero essere regolari, frazionari - almeno 5 volte al giorno. Inoltre svolge un ruolo importante nella dieta. È necessario eliminare completamente o almeno ridurre al minimo il cibo saturo di colesterolo o costituito principalmente da carboidrati facilmente digeribili: bevande zuccherate gassate, carni affumicate, caramelle, eventuali semilavorati. Vale anche la pena di rifiutare il caffè (soprattutto istantaneo) e le bevande alcoliche;
  • smettere di fumare, perché la nicotina rallenta il metabolismo e il flusso sanguigno nei vasi;
  • dare al tuo corpo un regolare esercizio fisico. L'attività fisica regolare aiuta a rafforzare le pareti dei vasi sanguigni e accelera il metabolismo e aiuta ad accelerare il trasferimento di ossigeno attraverso i vasi sanguigni.

Come terapia farmacologica, i farmaci sono usati per:

  • diradamento del sangue Tali farmaci prevengono la formazione di coaguli di sangue - il principale pericolo nello sviluppo di aterosclerosi. Il farmaco più familiare è l'acido acetilsalicilico normale (Aspirina);
  • abbassando la pressione sanguigna, ad esempio, Fozikard, Amlodipina, Renipril e altri;
  • riducendo la quantità di colesterolo nei vasi sanguigni - Atorvastatina, Cardiostatina;
  • rafforzare le pareti dei vasi sanguigni - Piracetam, Riboxin, Ascorutin;
  • antidolorifici se necessario, ad esempio, ibuprofene.

Se le placche sull'arteria carotide crescono molto rapidamente, restringendo rapidamente il lume nell'arteria carotide, il medico può raccomandare un intervento chirurgico. Con l'operazione, è possibile rimuovere i sedimenti già esistenti, aumentando così la dimensione dei sedimenti.

Ci sono due tipi di chirurgia:

  1. endarterectomia carotidea - rimozione delle placche di colesterolo da un'arteria con strumenti chirurgici. Questo metodo è il più comune. Il chirurgo fa un'incisione nell'arteria carotide, rimuovendo le placche aterosclerotiche. Questa operazione è considerata la più efficace nella lotta contro l'ictus;
  2. angioplastica carotidea e stent - aumentando il diametro del lume con uno stent. Questo tipo di chirurgia viene eseguita in anestesia locale. Un catetere viene inserito nell'arteria carotide attraverso la quale viene inserito un palloncino. A poco a poco il palloncino si espande, aumentando così il lume. La procedura viene ripetuta più volte.

Aterosclerosi delle arterie carotidi: occorrenza, manifestazioni, diagnosi, trattamento, prognosi

L'aterosclerosi è una malattia cronica caratterizzata da un disturbo del metabolismo del colesterolo, un eccessivo accumulo di quest'ultimo nel sangue con la deposizione di placche di colesterolo nel rivestimento interno dei vasi sanguigni. L'aterosclerosi è una malattia abbastanza comune negli ultimi anni e si verifica in più del 50% delle persone sopra i 45-50 anni. Molto spesso, i depositi aterosclerotici sono osservati nella parete delle arterie che alimentano il cervello, il cuore, gli arti inferiori e l'aorta. Tale localizzazione è piena di complicazioni terribili: ictus, infarti e cancrena degli arti inferiori. A questo proposito, uno dei più pericolosi tipi di aterosclerosi è la deposizione di placche nelle arterie carotidi.

Cosa succede con l'aterosclerosi carotidea?

Le arterie carotidi sono vasi che trasportano sangue ossigenato al cervello. La mancanza acuta o cronica di ossigeno nelle cellule cerebrali porta a una violazione delle sue funzioni, comprese quelle vitali. Nell'aterosclerosi, il colesterolo, che circola eccessivamente nel sangue, si deposita nell'intima delle arterie carotidi, danneggiando la parete vascolare dall'interno. Il restringimento del lume allo stesso tempo può variare notevolmente, raggiungendo in casi gravi la sovrapposizione quasi completa della nave.

A seconda di quanto il lume del vaso è occluso in percentuale, l'aterosclerosi delle arterie carotidi può essere stenotica e non stenotica, oltre che multifocale. Di conseguenza, nel primo caso, il lume dell'arteria si riduce di oltre il 50% e nel secondo di meno del 50%. L'aterosclerosi multifocale è la deposizione di placche nel lume di diverse arterie, ad esempio nel comune, nell'arteria carotide interna e esterna.

Il pericolo di tali placche è che le piastrine iniziano a depositarsi sulla placca a causa del danno dell'intima: si forma un coagulo di sangue che, con il flusso sanguigno, penetra in vasi intracranici più profondi, causando un ictus ischemico acuto. Secondo le statistiche, l'aterosclerosi porta a complicanze fatali dall'1 al 5% tra tutti i pazienti con placche nelle arterie carotidi. Le conseguenze di un ictus sono sia la paralisi parziale del paziente, sia lo stato vegetativo completo del paziente. Pertanto, ogni medico dovrebbe sapere ed essere in grado di diagnosticare l'aterosclerosi, e gli adulti sopra i 40 dovrebbero prendersi cura del proprio stile di vita e salute e ricordare le ragioni dello sviluppo dell'aterosclerosi.

Cosa può portare all'aterosclerosi carotidea?

La causa più importante della formazione della placca è uno squilibrio nel metabolismo del colesterolo. Pertanto, il colesterolo circolante nel sangue è suddiviso in colesterolo contenuto in lipoproteine ​​basse, molto basse e ad alta densità. I primi due tipi mostrano il livello di colesterolo "cattivo" nel sangue e maggiore è il rischio di aterosclerosi. Alta densità significa il contenuto di colesterolo "utile" in queste lipoproteine, che è molto importante nella sintesi di molte sostanze nel corpo, in particolare, ormoni sessuali e steroidi. Quindi, il rapporto sbagliato di queste particelle porta ad un aumento dei livelli di colesterolo, che danneggiano la parete vascolare dall'interno.

I principali fattori di partenza per lo squilibrio del metabolismo del colesterolo con la deposizione di placca nelle arterie carotidi includono quanto segue:

  • Dislipidemia ereditaria - una condizione in cui il corpo umano ha inizialmente una tendenza al dismetabolismo del colesterolo,
  • Sesso e età - la lesione vascolare inizia all'età di oltre 45 anni per gli uomini e oltre 55 per le donne,
  • Cattive abitudini: contribuiscono al danno intimo dall'interno, che viene quindi facilmente depositato sulle lipoproteine,
  • Le persone con obesità sono più a rischio di malattia arteriosa aterosclerotica,
  • La presenza di diabete mellito crea uno sfondo premorboso sfavorevole per lesioni delle arterie carotidi,
  • Dieta scorretta con l'assunzione di grasso in eccesso e colesterolo nel corpo umano dall'esterno.

Naturalmente, solo uno di questi fattori non è sufficiente a danneggiare le arterie carotidi, ma una combinazione di due o più fattori contribuisce alla rapida progressione e al danneggiamento di diverse navi contemporaneamente.

Come appare la placca nell'arteria carotide?

I sintomi dell'aterosclerosi di questa posizione non sono strettamente specifici e la loro gravità dipende dal grado di restringimento del lume del vaso.

  1. Vertigini, mal di testa frequenti, stanchezza e sonnolenza,
  2. Disturbi dell'andatura, tremori quando si cammina, squilibri,
  3. Visione offuscata, visione offuscata, offuscata,
  4. Una sensazione di intorpidimento in qualsiasi metà del viso, del collo, degli arti superiori
  5. Compromissione cognitiva - perdita di memoria, instabilità psicoemotiva, ecc.

L'aterosclerosi stenosante, a sua volta, può portare ad un ictus ischemico acuto. I sintomi principali di quest'ultimo sono disfunzioni del sistema nervoso di diversa gravità - da paresi e paralisi minori con funzione del linguaggio intatto o lievemente alterata per completare la paralisi del paziente con completa mancanza di linguaggio e grave disordine di deglutizione, respirazione e altre funzioni vitali del corpo.

Come rilevare la placca nell'arteria carotide?

Dopo che il paziente ha raccontato in dettaglio le sue lamentele, il medico potrebbe già sospettare un danno aterosclerotico alle arterie carotidi. Ma se stiamo parlando di disturbi minori che non violano lo stato oggettivo del paziente, possono essere scambiati per manifestazioni di osteocondrosi cervicale e alcune altre malattie.

Ecco perché, dopo ogni visita a un medico, i seguenti metodi di ricerca vengono mostrati a qualsiasi paziente:

  • Ultrasuoni dei vasi del collo e della testa - con l'aiuto degli ultrasuoni la parete vascolare e i depositi patologici in esso sono ben visualizzati.
  • La scansione duplex delle arterie carotidi viene eseguita con ultrasuoni e consente di valutare il flusso sanguigno nei vasi.
  • L'angiografia è uno studio della struttura e della permeabilità di una nave con l'aiuto di una sostanza radiopaca iniettata nel sangue, seguita da scansioni a raggi X, TC o MRI.
  • La risonanza e la risonanza magnetica (TC e RM) vengono eseguite non solo se si sospetta una TIA - un attacco ischemico transitorio (stato pre-insulto), ma anche ictus ischemico acuto (accidente cerebrovascolare acuto - circolazione cerebrale acuta) causato da un blocco completo o quasi completo lume dell'arteria carotide o uno dei suoi rami. Inoltre, questi metodi sono mostrati quando si effettua una diagnosi differenziale tra ictus e altre patologie intracraniche (tumori, malformazioni, aneurisma, ecc.).

Quali sono le conseguenze e come evitarle?

ictus ischemico - una conseguenza dell'osteosclerosi stenosante

Le conseguenze dell'aterosclerosi possono essere acute o croniche. Nel primo caso, ovviamente, stiamo parlando di un ictus. Questa è una grave complicazione dell'aterosclerosi, che può essere fatale. In ogni caso, anche se il paziente rimane in vita, la qualità della sua vita ne risentirà notevolmente, poiché durante il periodo di recupero sarà necessario un lungo periodo di riabilitazione e molti sintomi potrebbero rimanere per il resto della sua vita.

Le conseguenze dell'aterosclerosi non stenotica sono una rottura cronica dell'afflusso di sangue al cervello, che porta all'encefalopatia. Questi sono cambiamenti morfofunzionali nei neuroni del cervello, le cui manifestazioni cliniche sono disturbi cognitivi, motori e del linguaggio. Di norma, i pazienti con aterosclerosi soffrono anche di ipertensione e, dopo i quarant'anni, iniziano i problemi con la colonna cervicale. Pertanto, l'encefalopatia in questi casi è mista, e nella conclusione di un neurologo, è possibile vedere una conclusione come encefalopatia di natura aterosclerotica, ipertensiva e vertebrale.

Come trattare l'aterosclerosi carotidea?

Nel caso in cui la placca nell'arteria carotide non sia solo emersa e cresciuta, ma abbia già portato alla comparsa di sintomi dal sistema nervoso, è necessario pensare a misure correttive. Il punto di trattamento qui non è quello di assicurare che questa placca si dissolva miracolosamente, ma per impedire la sua destabilizzazione, poiché in caso di rottura del suo guscio, un coagulo di sangue di solito si verifica in questo luogo, che può causare un ictus.

Un fattore importante nel trattamento dell'aterosclerosi è la normalizzazione del colesterolo, perché se il livello del sangue è nel range normale, la placca non crescerà. È abbastanza possibile abbassare il colesterolo con l'aiuto di una dieta, ma è sufficiente solo se il paziente non ha avuto un attacco di cuore, ictus, stent o bypass delle arterie coronarie (condotto proprio a causa delle placche, ma nelle arterie del cuore), così come il diabete mellito. Altrimenti, il trattamento dell'aterosclerosi inizia di solito immediatamente con la somministrazione di farmaci ipolipemizzanti - statine, ad esempio farmaci come la simvastatina (vazilip, simal 10-40 mg durante la notte), atorvastatina (atoris, torvakardd 10-40 mg durante la notte), rosuvastatina ( Crestor 5-40 mg di notte), pitavastatina (Livazo 1-4 mg durante la notte).

Oltre alle statine, è indicata la somministrazione di farmaci antiagregani a base di aspirina, poiché contribuiscono alla riduzione della trombosi, che è molto importante in una nave affetta da placca. Quindi, vengono usati lo spioncino, l'acecardolo, il trombotico e molti altri farmaci moderni. Accettiamo anche aspirina semplice, ma di solito in una dose di ¼ compresse (125 mg).

Nel caso in cui il lume del vaso sia chiuso di oltre il 50%, il medico dopo un esame approfondito può eseguire un trattamento chirurgico dell'aterosclerosi. Attualmente vengono utilizzate le seguenti tecniche: endoarteriectomia carotidea, coagulazione laser della placca e stenting dell'arteria carotide.

La prima tecnica consiste nell'asportazione di una parte dell'arteria interessata da una placca, con l'imposizione di una sutura microchirurgica sulla nave resecata. L'uso di un laser risolve un problema come la rimozione della placca senza l'escissione della nave. L'introduzione dello stent consente di restringere l'arteria a causa della placca. Ognuna di queste tecniche ha le proprie indicazioni e controindicazioni, quindi il metodo dell'intervento chirurgico in ciascun caso viene scelto in modo strettamente individuale.

I trattamenti tradizionali sono accettabili?

Quando si parla di aterosclerosi carotidea, qualsiasi autotrattamento può costare una vita a una persona. Pertanto, l'uso indipendente di tinture, decotti alle erbe e infusi è severamente proibito. Se il paziente è più incline a fidarsi delle ricette popolari, può consigliare alcuni prodotti e piante, ma solo in combinazione con i farmaci, se sono prescritti da un medico! Rosa canina, banane, patate (solo non fritte), cipolle, aglio, limoni e barbabietole - questo è lontano da un elenco esauriente di prodotti che sono comunemente raccomandati per i pazienti con aterosclerosi.

prospettiva

La prognosi dell'aterosclerosi in quanto tale, e l'aterosclerosi delle arterie carotidi in particolare, è molto ambigua. Accade così che il paziente si senta bene per molti anni, e una volta che ha un ictus ischemico a rapido sviluppo, portando alla morte. Al contrario, l'aterosclerosi non stenotica che si manifesta cronicamente causa molti sintomi in un paziente, ma vive con loro, viene trattato e, in linea di principio, può mantenere l'attività lavorativa per molti anni. Pertanto, è quasi impossibile prevedere come si comporterà la placca nell'arteria carotide. Resta solo da ricordare sullo stile di vita corretto, prendendo farmaci prescritti da un medico e visita medica regolare con un'ecografia delle arterie carotidi.

Come rimuovere le placche di colesterolo dall'arteria carotide e curare l'aterosclerosi

Una delle patologie più pericolose del sistema vascolare è l'aterosclerosi, risultante dal blocco dei vasi sanguigni. Se la formazione della placca di colesterolo si verifica nell'arteria carotide, è aterosclerosi delle arterie carotidi. Il blocco di questi vasi, passando attraverso le aree del torace, del collo, del cervello e fornendo sangue al cervello umano, può causare gravi danni e provocare un ictus.

motivi

Perché le placche aterosclerotiche si presentano nelle arterie carotidi? Di regola, la placca aterosclerotica sull'arteria carotide si forma dopo la sconfitta di altri vasi del corpo.


La causa della formazione di placche aterosclerotiche è:

  • la presenza di cattive abitudini come il fumo e l'alcol;
  • ipertensione;
  • l'obesità;
  • stile di vita sedentario;
  • cibo irrazionale;
  • malattie endocrine;
  • essere sotto costante stress;

Sfortunatamente, nel mondo moderno troppe persone conducono un tale stile di vita, il che spiega la recente prevalenza di questa malattia.

Inoltre, c'è una parte della popolazione che è a rischio di sviluppare placche di colesterolo nell'arteria carotide e in altri vasi del corpo. Li elenchiamo:

  • questa parte della popolazione comprende gli anziani. Ciò è spiegato dal fatto che con l'età si riduce l'elasticità delle pareti dei vasi sanguigni;
  • persone che soffrono di ipertensione arteriosa. A causa della pressione costante sui vasi, anche la loro elasticità diminuisce e sono più suscettibili a varie lesioni;
  • l'aterosclerosi delle arterie carotidi può svilupparsi nelle persone con diabete, poiché questa malattia perde la possibilità di una normale scissione delle lipoproteine ​​a bassa densità;
  • Una predisposizione genetica può causare la comparsa di una placca di colesterolo.

Una persona che appartiene a un gruppo a rischio e che allo stesso tempo conduce uno stile di vita favorevole all'insorgere di questa malattia deve necessariamente essere osservata dal medico curante, altrimenti può svilupparsi l'aterosclerosi delle arterie carotidi.

sintomi

Nell'aterosclerosi delle arterie carotidi, i suoi sintomi sono inizialmente invisibili.

Di norma, lo stadio iniziale della malattia viene rilevato diagnosticando per caso qualsiasi altra patologia.

Tuttavia, anche all'inizio della malattia a causa di carenza di ossigeno nel cervello, si verificano i seguenti sintomi:

  • aumento della fatica;
  • difficoltà di concentrazione;
  • insonnia;
  • pesantezza alla testa;
  • causare rumore nelle orecchie;
  • problema di memoria.

Se si verificano questi sintomi, è necessario contattare l'ospedale.

Con l'ulteriore sviluppo della malattia diminuisce ancora di più la pervietà delle arterie carotidi, che porta al cosiddetto attacco ischemico transitorio, i cui sintomi scompaiono in un giorno.

I suoi sintomi sono i seguenti:

  • disturbi del linguaggio;
  • nell'occhio destro o sinistro è compromessa o la vista è completamente persa;
  • perturbazione in equilibrio;
  • insensibilità nel lato sinistro o destro del viso e la comparsa di asimmetria in esso.

L'aspetto di almeno un segno indica un aumentato rischio di ictus ischemico. Un'urgente necessità di consultare un medico.

Tipi di malattia

Esistono diversi tipi di questa malattia:

  1. Per l'aterosclerosi non stenotica, il lume dei vasi è meno della metà pieno. È sufficiente cambiare il tuo stile di vita, seguire una dieta sana e un esercizio moderato, e puoi liberarti del colesterolo in eccesso nel sangue.
  2. Il tipo successivo è chiamato aterosclerosi carotidea ed è considerato lo stadio avanzato della malattia. La placca nell'arteria carotide chiude il lume nella nave di oltre la metà. I segni della malattia sono già visibili. Questo tipo di malattia viene trattato con farmaci. Potrebbe anche essere necessaria la chirurgia. Ignorare il trattamento può comportare la morte del paziente.
  3. Il tipo successivo di questa malattia è chiamato multifocale ed è caratterizzato dallo sviluppo di gravi cambiamenti nel corpo umano. Il trattamento farmacologico non è più efficace, la chirurgia a causa di irregolarità emodinamiche non è sicura.

diagnostica

L'esame diagnostico di questa malattia è il seguente:

  • Sulla base dei reclami del paziente, il medico prescrive in primo luogo l'ecografia con l'uso di agenti di contrasto. Dopo aver analizzato lo studio, viene fatta una conclusione sulla circolazione del sangue e sulla struttura dei vasi;
  • se il medico decide che l'esame ecografico non è sufficiente per diagnosticare questa malattia, allora può essere prescritta la tomografia computerizzata. Con l'aiuto dei raggi X e l'uso di questo contrasto, viene creata un'immagine della struttura dei vasi del paziente;
  • possono prescrivere la terapia di risonanza magnetica, una procedura indolore che può essere utilizzata per studiare non solo il flusso sanguigno e la struttura delle arterie del paziente, ma anche lo stato dei piccoli vasi;
  • l'angiografia è molto raramente prescritta, sebbene tale studio permetta di ottenere e vedere visivamente tutti i cambiamenti che si sono verificati nei vasi. Ma l'opportunità di danneggiare la placca e ottenere qualsiasi complicazione, incluso l'ictus ischemico, con un tale esame è troppo alta.

A proposito di trattamento

Nel trattamento dell'aterosclerosi carotidea vengono utilizzati i seguenti metodi:

  1. Un effetto positivo, specialmente nella fase iniziale di sviluppo di questa malattia, può essere ottenuto senza l'uso di droghe. Il paziente dovrebbe cambiare il suo stile di vita, al fine di aiutarlo a nominare una dieta speciale, la frequenza di corsi di esercizio terapeutico e ricreativo, sale massaggi. A volte questo è sufficiente per curare una malattia iniziale.
  2. Al fine di espandere i vasi sanguigni e sciogliere placche di colesterolo, farmaci prescritti. Quali sono i più adatti al paziente, aiuteranno a determinare lo studio diagnostico.
  3. Nel caso in cui è impossibile liberarsi della malattia con l'aiuto di farmaci, cioè l'aterosclerosi nei vasi del collo delle arterie carotidi e di altre arterie del corpo ha portato a cambiamenti che minacciano la vita, viene prescritto un intervento. Vengono utilizzati diversi metodi di trattamento dei cambiamenti aterosclerotici nelle arterie carotidi interne (ICA). Uno di questi è il mantenimento della trombolisi, quando una speciale preparazione viene iniettata nel vaso, attraverso la quale si sciolgono le colesterolo nell'arteria interna. È possibile ottenere una complicazione sotto forma di emorragia. Il trattamento laser fa evaporare la placca a causa dell'azione laser. La placca può essere rimossa mediante endoarteriectomia carotidea. Questo metodo di chirurgia, quando dissezionare le arterie e rimuovere le crescite di colesterolo, è più efficace. Il tempo di recupero dopo l'intervento è minimo. La placca può essere rimossa mediante angioplastica carotidea e stenting. Viene eseguita una piccola incisione. L'installazione dello stent nel punto di intasamento della nave impedisce il suo ulteriore restringimento. Quando si usa un intervento chirurgico è necessario sapere che fino a quando le cause che portano a questa malattia vengono eliminate, i segni della malattia riappariranno dopo un po 'di tempo.
  4. È bene trattare la malattia con metodi tradizionali. Allo stesso tempo puoi bere brodi e infusi di valeriana e di madrewap noti a tutti. Hanno un effetto calmante e aiutano ad espandere i vasi sanguigni. Quando si utilizza il biancospino, il flusso sanguigno al cervello e la pressione sanguigna sono normalizzati. L'uso di ippocastano aiuta a fluidificare il sangue e normalizza il metabolismo dei grassi. Infuso di rosa selvatica e olivello spinoso, l'uso di ricette popolari dell'aglio può influenzare positivamente il metabolismo dei lipidi. Ma è importante che il paziente sia sicuro di consultare un medico per non danneggiarsi. L'uso di alcune erbe può causare trombosi o addirittura ictus. Le persone hanno a lungo usato nel trattamento di varie malattie sanguisughe. Attualmente, l'irudoterapia ha iniziato ad essere ampiamente utilizzata, anche in questa malattia. Ma dovrebbe essere notato che dovrebbe essere effettuato solo nelle istituzioni mediche.

prevenzione

Per prevenire lo sviluppo della malattia e il complicato trattamento chirurgico dell'aterosclerosi delle arterie carotidi, è necessario seguire i seguenti suggerimenti:

  • eliminare l'abitudine di fumare e bere bevande alcoliche;
  • perdere peso;
  • una corretta alimentazione svolge un ruolo importante nella prevenzione di questa pericolosa malattia. Particolarmente utili sono i cibi contenenti potassio: cetrioli, barbabietole, banane. Uso molto utile in olio di mais per insalate. Il consumo giornaliero di miele, bacche di olivello spinoso, frutta secca impedirà la formazione di crescite di colesterolo nel corpo;
  • cercare di sbarazzarsi di situazioni di vita stressanti;
  • rinunciare a uno stile di vita sedentario;
  • in presenza di ipertensione, malattie del sistema endocrino, aterosclerosi, è necessario controllare il medico.

Osservare queste misure preventive non è difficile, ma preverrà una malattia grave. Ed è molto importante venire immediatamente da uno specialista in un'istituzione medica quando rileva il primo segno di aterosclerosi carotidea.

Placche di colesterolo nelle arterie carotidi e vasi del collo

Le placche di colesterolo nei vasi sanguigni del collo (arteria carotide) sono pericolose, principalmente perché impediscono l'afflusso di sangue al cervello. Le placche di colesterolo (aterosclerotiche) nei vasi del rachide cervicale sono formate a causa della malnutrizione (abuso di alimenti grassi e ricchi di colesterolo esogeno) e dello stile di vita sedentario (insieme alla sindrome metabolica). Spesso, placche aterosclerotiche nei vasi del collo sono accompagnate dalle stesse nelle gambe (vene varicose) e nel cuore.

Le placche di colesterolo nella regione cervicale sono ben diagnosticate dagli ultrasuoni del media intima (TI) dell'arteria carotide (per ulteriori informazioni sulla diagnosi di colesterolo alto). La presenza di placche di colesterolo nelle arterie carotidi indica il loro accumulo nei vasi sanguigni e in altri organi e tessuti del corpo, compresi i vasi coronarici del cuore (che possono portare allo sviluppo di angina pectoris e la manifestazione di un infarto) e nel cervello (ictus).

Le placche di colesterolo nel collo sono formate con un alto livello di lipoproteine ​​a bassa e bassissima densità (LDL e VLDL) nel sangue. Nel collo, i vasi sanguigni si restringono, il che facilita la formazione di depositi aterosclerotici qui. Le placche formate possono alla fine indurirsi (si verificano aterocalizzazioni, accumulo di calcio) e scoppiare (e se la placca di colesterolo fresca esplode senza calcio, cioè il rischio di un coagulo di sangue - un coagulo di sangue).

I principali sintomi delle placche di colesterolo nell'arteria carotide sono:

  • memoria alterata e funzioni cognitive del cervello;
  • mal di testa;
  • affaticamento e stanchezza cronica;
  • periodi di vertigini;
  • sensazione di pesantezza nella testa;
  • menomazione dell'udito e della vista (incluso il volare davanti agli occhi), parola;
  • mancanza di coordinamento dei movimenti;
  • irritabilità.

L'aterosclerosi si sviluppa lentamente e, di norma, è asintomatica (i sintomi dei livelli elevati di colesterolo nel sangue sono completamente assenti) finché i vasi non accumulano una massa critica di depositi aterosclerotici. Questi sintomi di formazione e accumulo di placche di colesterolo nelle arterie carotidi e nei vasi della colonna cervicale si manifestano solo nel 60% dei casi osservati.

Le ragioni per la formazione di depositi aterosclerotici nei vasi sanguigni del collo sono:

  • ipertensione (pressione del sangue alta) - il flusso sanguigno colpisce le pareti dei vasi sanguigni come un ariete, maggiore è la pressione, maggiore è il rischio di danni alle pareti (sebbene l'ipertensione non sia la causa del colesterolo alto nel sangue);
  • processi infiammatori nelle arterie e nelle vene che portano al danno dell'endotelio - le lipoproteine ​​si infiltrano nelle "crepe" emergenti;
  • lesione dei vasi del rachide cervicale con virus dell'herpes, citomegalovirus, microrganismi (ad esempio, clamidia);
  • distruzione delle pareti dei vasi sanguigni con antiossidanti e (o) radicali liberi;
  • obesità e aumento del colesterolo nel sangue (ipercolesterolemia) - il principale materiale da costruzione per i depositi aterosclerotici è l'LDL;
  • interruzioni ormonali (emissioni di ormoni adrenocorticotropici e gonadotropici, che porta ad un aumento della produzione - sintesi - endogeno, proprio, colesterolo).

Va notato che ci sono una serie di fattori che aumentano il rischio che una o più di queste cause di formazione di placca di colesterolo porterà alla loro formazione. Questi includono l'inattività fisica (stile di vita sedentario), il fumo, l'abuso di alcol, il diabete, il sovrappeso, l'ipertensione, gli stress regolari e il sovraccarico emotivo.

I fattori non modificabili (cause) della formazione di depositi aterosclerotici nell'arteria carotide includono la predisposizione ereditaria, l'età.

Trattamento delle placche di colesterolo sul collo

Il metodo di trattamento delle placche di colesterolo nei vasi del collo è determinato dallo stadio della malattia. Nell'aterosclerosi, è comune distinguere diversi stadi: al primo - quando i metodi conservativi (non invasivi, cioè non richiedenti interventi chirurgici) - rimuovono i depositi di grasso sulle pareti interne dei vasi sanguigni e i lipidi penetrano nelle lesioni endoteliali. Il corpo reagisce fino all'ultimo producendo anticorpi (macrofagi), che "si attorcigliano" alla formazione dei lipidi, formando progressivamente una placca.

Al primo stadio, ci può essere trattamento di placche di colesterolo nell'arteria carotide attraverso diete specializzate con elevati livelli di colesterolo nel sangue, sport, assunzione di farmaci per abbassare il colesterolo nel sangue (statine), uso di rimedi popolari e supplementi biologicamente attivi (BAA) basati su omega- 3 acidi e olio di lino. La placca grassa nell'arteria carotide in generale, con il tempo, può risolversi da sola, senza richiedere alcun trattamento. Per fare questo, dovresti abbandonare temporaneamente l'uso di dolci, farina e grassi.

Come trattare la placca di colesterolo sulla carotide nel secondo stadio? Il secondo stadio implica la formazione di fili di fibrina ("ponti" di tessuto connettivo) tra singoli depositi aterosclerotici - non è sempre possibile trattare placche di colesterolo che hanno subito fibrosi senza intervento chirurgico (è possibile interrompere la condizione e ottenere una parziale regressione della placca assumendo pillole dal colesterolo). D'altra parte, le placche di colesterolo nelle arterie carotidi possono non richiedere un trattamento - possono crescere fino a un certo livello, e quindi andare allo stadio di attività zero.

Rimozione delle placche di colesterolo nell'arteria carotide

La rimozione delle placche di colesterolo nelle arterie carotidi nel secondo stadio (fibrosi) e nel terzo (Caltium) può avvenire in diversi modi:

  • l'iniezione di sangue (pressione arteriosa) - ma questo percorso è irto di formazione di nuovi danni ai vasi sanguigni e, di conseguenza, la formazione di nuovi depositi aterosclerotici;
  • l'espansione dei vasi sanguigni, tuttavia, questo metodo è inefficace sull'arteria carotide e viene usato più spesso con la dilatazione varicosa dei vasi degli arti;
  • aumento del tono vascolare;
  • purificando il sangue di colesterolo - tuttavia, questo metodo non distrugge tanto le placche esistenti, in quanto serve come prevenzione della formazione di nuove.

Il costo per rimuovere le placche di colesterolo sull'arteria carotidea con i farmaci è interamente determinato dal costo dei farmaci usati. Il costo del trattamento chirurgico (endoarterectomia carotidea, angioplastica, stenting) è ancora più elevato se non viene effettuato presso il polo assicurativo. Si ricorre a un trattamento operativo quando i metodi conservativi sono impotenti.

Come rimuovere le placche di colesterolo dall'arteria carotide in modo sicuro? La chirurgia ha alcuni rischi e il trattamento farmacologico - controindicazioni ed effetti collaterali. Il trattamento farmacologico può essere mirato a ridurre il livello di sintesi del colesterolo da parte del fegato, aumentando il metabolismo energetico delle cellule - questo è il modo per rimuovere il colesterolo in eccesso dal sangue e dalle arterie carotidi. Le alternative sono le infusioni, le erbe delle placche di colesterolo, ma la loro efficacia rimane non dimostrata.

Come rimuovere le placche di colesterolo dall'arteria carotide

La decisione sul modo migliore per rimuovere le placche di colesterolo sui vasi del collo e sull'arteria carotide viene effettuata in base ai risultati di un esame da parte di un cardiologo, oculista, neurologo, nefrologo e chirurgo vascolare. Test di stress assegnati, ECG, coronografia, ecografia dell'aorta e vasi sanguigni del cuore, angiografia. La scansione duplex e triplex consente la valutazione del flusso sanguigno nell'arteria carotide. Potrebbe anche essere necessaria una scansione MRI per visualizzare i vasi e le placche in essi contenuti.

Per rimuovere le placche di colesterolo nei vasi della colonna cervicale, saranno prescritti cambiamenti dello stile di vita e terapia con l'uso di farmaci.

Dieta per placche di colesterolo nelle arterie carotidi

La dieta delle placche di colesterolo nei vasi del collo è di natura profilattica e comporta il rifiuto di cibi grassi (il grasso animale è la base del "materiale da costruzione" per la formazione del colesterolo endogeno), alimenti ricchi di colesterolo (esogeni). Anche nella dieta si assume una grande quantità di cibo vegetale (almeno 400 grammi, o in termini di pura fibra - solubile e insolubile - fino a 30 g).

Efficace anche: olio di semi di lino e semi di lino, omega-3 e - in misura minore - acido omega-6 (che si trova in pesci d'acqua fredda e olio di pesce). La vitamina C, l'aglio (oli essenziali) non ha mostrato alcun effetto evidente contro i depositi aterosclerotici, ma sono efficaci contro i processi infiammatori, che sono spesso la causa primaria di danni ai vasi sanguigni e, di conseguenza, la formazione di placche.

Tali farmaci come statine, fibrati, acido nicotinico e sequestranti degli acidi biliari hanno proprietà stabilizzanti - questi farmaci non possono distruggere i depositi aterosclerotici, ma possono rallentare o sopprimere la formazione di nuovi depositi.

Chirurgia per rimuovere le placche di colesterolo sul collo

L'intervento chirurgico (chirurgia) per rimuovere le placche di colesterolo nei vasi del collo viene prescritto quando i metodi di trattamento medici non portano (o non possono portare) l'effetto, o se la malattia sottostante ha portato a complicanze. La chirurgia per rimuovere le placche di colesterolo sul collo non porta al completo recupero, perché non viene eliminata la causa della malattia, ma la sua conseguenza.

Chirurgia per rimuovere le placche di colesterolo sulla carotide è chiamata chirurgia di bypass dell'arteria carotide. La nomina della procedura, così come la determinazione dei possibili rischi per la salute e la vita del paziente, viene eseguita da un chirurgo, un cardiochirurgo e un chirurgo vascolare. Come risultato dell'operazione, la pervietà dei vasi sanguigni viene ripristinata, vale a dire eseguita rivascolarizzazione.

Un'alternativa alla chirurgia per rimuovere una placca di colesterolo nell'arteria carotide è l'impianto di uno stent di un vaso sanguigno - una procedura a basso traumatismo in cui uno stent viene inserito nell'arteria, che espande il lume del vaso, e speciali filtri a membrana. Le membrane filtrano il sangue dal microtrombo, ma non interferiscono con la circolazione del sangue nel cervello.

Cultura fisica e attività fisica nell'aterosclerosi dei vasi del collo

L'educazione fisica e l'esercizio fisico nell'aterosclerosi delle arterie carotidi e dei vasi del collo sono di natura profilattica e mirano a ridurre il colesterolo LDL e ad aumentare il colesterolo HDL, aumentando l'elasticità delle pareti dei vasi sanguigni, riducendo il livello di infiammazione in esse. Il programma di attività fisica nell'aterosclerosi dei vasi del collo è compilato in base allo stato di salute del paziente, al grado di sviluppo delle principali malattie associate.

Esercizi fisici per l'aterosclerosi dei vasi del collo comprendono, se possibile, le passeggiate quotidiane, il nuoto (fino a 2 - 3 volte a settimana), la corsa (dopo aver superato uno stress test e la risoluzione di un cardiologo). L'esercizio non è in grado di eliminare le placche di colesterolo nella regione cervicale, ma sono un mezzo per prevenire l'ulteriore sviluppo della malattia.

La fisioterapia nell'aterosclerosi delle arterie carotidi in caso di malattia pronunciata include una serie di esercizi per tutti i gruppi muscolari. Come con la scelta di esercizi per un programma di educazione fisica per l'aterosclerosi del cervello, dovrebbero essere esclusi i movimenti associati ad un brusco cambiamento nella posizione della testa (incl. Inclinazione rapida o rotazione della testa e del corpo). La ginnastica terapeutica e la fisioterapia per l'aterosclerosi dei vasi del collo (arterie carotidi) includono esercizi di riparazione, esercizi di respirazione.

Per Saperne Di Più I Vasi