Blocco atrioventricolare di 2 gradi

Blocco atrioventricolare di 2 gradi - è la patologia del CCC, la cui essenza è di arrestare o rallentare il passaggio dell'impulso dagli atri ai ventricoli.

Il decorso della malattia può essere asintomatico o essere accompagnato da tali segni clinici come vertigini, debolezza, polso ridotto, perdita di coscienza.

Il trattamento può essere sia conservativo che operativo (impianto di un pacemaker).

motivi

Patologie come il blocco di grado 2 AV derivano dagli effetti dei seguenti motivi:

1. Aumentare la sensibilità del nervo vago. Può verificarsi a causa di effetti meccanici sui nervi, dolore.

2. Accettazione di farmaci cardioattivi (beta-bloccanti, digossina, farmaci per l'aritmia, alcuni antidepressivi e un numero di altri). Questi fondi influenzano il nodo AV (indirettamente o direttamente), causando lo sviluppo del blocco.

3. Malattie infiammatorie:

  • reumatismo, ORL;
  • miocardite;
  • endocardite;
  • Malattia di Lyme


4. Patologie infiltrative:

  • emocromatosi;
  • amiloidosi;
  • neoplasie maligne (mieloma multiplo e linfomi);
  • sarcoidosi.

5. Disturbi metabolici e patologie endocrine:

  • sclerodermia;
  • iperkaliemia;
  • artrite reumatoide;
  • gipermagniemiya;
  • dermatomiosite;
  • ipertiroidismo;
  • collagenosi (con lesione vascolare);
  • paralisi tireotossica;
  • mixedema.

6. Altre malattie:

  • attacco di cuore acuto;
  • tumori al cuore;
  • traumi;
  • distrofia muscolare;
  • cardiochirurgia per malformazioni congenite;
  • apnea notturna notturna ostruttiva;
  • alcune complicanze delle malattie cardiovascolari;
  • fibrosi dell'età idiopatica dello scheletro del cuore.

In alcuni pazienti, il blocco AV 2 gradi può essere ereditato.

Ci sono i seguenti tipi di malattia:

  • Blocco AV 2 gradi di tipo 1 (un altro nome - Mobitts 1);
  • Blocco AV 2 gradi 2 tipi (un altro nome - Mobitts 2);
  • alto grado di blocco AV incompleto.

Anche il blocco AV può essere:

  • blocco persistente;
  • blocco AV transitorio di 2 gradi (chiamato anche blocco AV transitorio di 2 gradi);
  • blocco intermittente.

sintomi

I segni clinici della malattia dipendono dal grado di danno al nodo AV, dalla causa del blocco, dalla presenza di patologie concomitanti del CVS e dalla loro localizzazione.

Il secondo grado di blocco AV ha sintomi più pronunciati rispetto alla forma precoce della malattia. I segni clinici come sono aggiunti a mancanza di respiro e debolezza:

  • rallentamento del battito del cuore (sensazione di "morire");
  • costante affaticamento e riluttanza a fare le cose più elementari;
  • mal di testa lievi

diagnostica

La diagnosi viene fatta sulla base dell'anamnesi, dell'esame del paziente e dei dati ECG. Il blocco AV 2 gradi sull'ECG è il seguente:

Il blocco AV di 2 ° grado di Mobitz 1 è caratterizzato dal fatto che l'intervallo PQ è allungato, ma con ogni ciclo cardiaco è sempre meno. Alla fine, questo porta al fatto che l'intervallo RR si sta accorciando e tutto finisce con la perdita del complesso QRS.

Il blocco AV 2 gradi Mobitz 2 sull'ECG è il seguente:

  • l'intervallo PQ è sempre lo stesso, una parte degli impulsi atriali non viene eseguita, l'intervallo PP è costante;
  • il blocco iniziato è caratterizzato dal fatto che per ogni QRS c'è più di un'onda P, i complessi QRS con un secondo tipo di blocco sono ampi.

trattamento

Prima di iniziare il trattamento per il blocco AV 2, il medico verifica le ragioni dello sviluppo di questa patologia.

- Se la causa della malattia è stata l'assunzione di farmaci, allora è necessario modificare il dosaggio o interrompere completamente l'assunzione. Questo di solito è sufficiente per ripristinare il ritmo del cuore.

- In altri casi, è stato prescritto un trattamento conservativo volto ad eliminare la patologia sottostante che ha causato il blocco. Se si tratta di una malattia cardiaca concomitante (inclusa quella congenita), al paziente viene prescritto un ciclo di atropina e beta adrenomimetica.

- In caso di infarto, è indicata angina pectoris, malattia coronarica, miocardite, somministrazione di Izadrin per via endovenosa.

- Con il blocco AV, durante il quale è complicata da insufficienza cardiaca, ai pazienti viene somministrato Glucagone, per via endovenosa. Se c'è una forma stagnante della malattia, quindi nel regime di trattamento comprendono vasodilatatori e diuretici.

- Se la terapia farmacologica è inefficace (ad esempio, se viene formulata una diagnosi di blocco AV 2 gradi Mobitz 2) - il trattamento deve essere tempestivo (è stato installato un pacemaker).

Se non trattato, il blocco AV può portare allo sviluppo di asma cardiaco e persino alla morte. Questa malattia è particolarmente pericolosa per le persone che abusano di alcol e per gli anziani.

prospettiva

Con questa malattia, la prognosi dipende non tanto dal grado di blocco quanto dal suo livello. Inoltre, la prognosi è influenzata dalla ragione dello sviluppo del blocco e dalla gravità delle patologie concomitanti del cuore.

I pazienti vivono con un blocco AV di 2 gradi 1 di vita piena, è solo necessario monitorare costantemente lo stato del muscolo cardiaco.

La prognosi è significativamente peggiore se le parti distali del sistema di conduzione sono interessate, in quanto ciò aumenta la probabilità di sviluppare un blocco cardiaco completo.

Oggi, grazie alla possibilità di installare pacemaker perfetti e di alta qualità, la prognosi di questa malattia è migliorata in modo significativo e le probabilità di un esito favorevole sono aumentate in modo significativo.

Cardiologo - un sito sulle malattie del cuore e dei vasi sanguigni

Cardiochirurgo online

Blocco AV

A seconda della gravità del blocco AV (blocco atrioventricolare) può essere 1 °, 2 ° e 3 ° grado (completo).

Il blocco AV di 1 ° grado è un prolungamento dell'intervallo PQ di oltre 0,20 s. Si trova nello 0,5% dei giovani senza segni di malattie cardiache. Il blocco AV più antico del primo grado è il più delle volte il risultato di una malattia isolata del sistema di conduzione (malattia di Lenegre).

Durante il blocco AV del 2 ° grado, la parte degli impulsi atriali non raggiunge i ventricoli. Il blocco può svilupparsi a livello del nodo AV e del sistema His-Purkinje.

  • Se durante il blocco AV (ad esempio, con 4: 3 o 3: 2), gli intervalli PQ sono diversi e vengono osservati i periodici Wenckebach, essi parlano del blocco AV di II grado di Mobitz di tipo I.
  • Con il blocco AVB del 2 ° grado del tipo Mobitz I, i complessi QRS sono solitamente stretti, poiché il blocco si verifica sopra il fascio di His a livello del nodo AV.
  • Anche se il blocco del fascio di His è notato nel blocco di Mobitz I, il livello di blocco è molto probabilmente al livello del nodo AV. Tuttavia, in questo caso, è necessario un Suo elettrogramma per confermare il livello di blocco.

Il blocco AV avanzato avanzato (3: 1, 4: 1 e successivi) si riferisce a un blocco AV di secondo grado del tipo Mobitz II. I complessi QRS allo stesso tempo sono generalmente ampi (blocco caratteristico della gamba destra o sinistra del fascio di His), e il livello del blocco è sotto il nodo AV. Un blocco AV di tipo Mobitz II di solito si verifica a livello del sistema His-Purkinje o sotto di esso. Spesso entra in un blocco AV completo.

Il blocco AV di terzo grado o il blocco AV completo possono essere acquisiti e congeniti.

Quadro clinico

Il blocco AV di grado 1 è solitamente asintomatico.

  • Quando l'intervallo PQ I si allunga, il tono del cuore diventa più basso, quindi, per il blocco AV del 1 ° grado, un tono I silenzioso è caratteristico, con il blocco AV del 2 ° grado di Mobitz I, il volume del tono I diminuisce da ciclo a ciclo e con blocco AV completo lei è diversa tutto il tempo.
  • Con il blocco AV completo, può verificarsi rumore mesosistolico funzionale.

eziologia

Le cause del blocco AV sono indicate nella tabella. La causa più comune è una malattia isolata del sistema di conduzione (malattia di Lenegre). Inoltre, il blocco AV può verificarsi durante l'infarto miocardico, di solito nelle prime 24 ore, nei pazienti con infarto miocardico inferiore e nel 2% dei pazienti con infarto miocardico anteriore.

Cos'è il blocco cardiaco av

Blocco atrioventricolare (blocco AV)

Il blocco atrioventricolare (blocco AV) è una violazione parziale o completa della conduzione dell'impulso di eccitazione dagli atri ai ventricoli.

Cause del blocco AV:

  • cardiopatia organica:
    • cardiopatia ischemica cronica;
    • infarto miocardico acuto;
    • cardio;
    • miocardite;
    • malattie cardiache;
    • cardiomiopatia.
  • intossicazione da farmaci:
    • intossicazione da glicosidi, chinidina;
    • overdose con beta-bloccanti;
    • sovradosaggio di verapamil, altri farmaci antiaritmici.
  • vagotonia grave;
  • fibrosi idiopatica e calcificazione del sistema di conduzione cardiaca (malattia di Lenegre);
  • fibrosi e calcificazione del setto interventricolare, anelli della valvola mitrale e aortica (malattia di Levy);
  • danno al miocardio e all'endocardio causati da malattie del tessuto connettivo;
  • squilibrio elettrolitico.

Classificazione del blocco AV

  • stabilità del blocco.
    • transitorio (transitorio);
    • intermittente (intermittente);
    • costante (cronico).
  • blocco della topografia.
    • livello prossimale - a livello degli atri o del nodo atrioventricolare;
    • livello distale - al livello del fascio di Sue o dei suoi rami (il tipo più sfavorevole di blocco nella relazione prognostica).
  • grado di blocco AV.
    • Blocco AV di grado I - rallentamento della conduzione in qualsiasi parte del sistema di conduzione cardiaca;
    • Blocco AV grado II - progressivo (improvviso) deterioramento della conduttività su qualsiasi parte del sistema di conduzione cardiaca con blocco periodico completo di uno (due, tre) impulsi di eccitazione;
    • Blocco AV di III grado (completo blocco AV) - completa cessazione della conduttività atrioventricolare e funzionamento dei centri ectopici di II, III ordine.

A seconda del livello di blocco dell'impulso di eccitazione nel sistema atrioventricolare, si distinguono i seguenti tipi di blocco dell'AV, ognuno dei quali, a sua volta, può raggiungere un diverso grado di blocco dell'impulso di eccitazione - da I a III grado (allo stesso tempo, ognuno dei tre gradi di blocco può abbinare diversi livelli di disturbo di conduzione):

  1. Blocco interstiziale;
  2. Blocco nodale;
  3. Blocco staminale;
  4. Blocco a tre raggi;
  5. Blocco combinato.

Sintomi clinici del blocco AV:

  • frequenza ineguale del polso venoso e arterioso (contrazione atriale più frequente e contrazioni ventricolari più rare);
  • Onde del polso "giganti" che si manifestano nel periodo di una coincidenza accidentale di sistole atriale e ventricolare, aventi il ​​carattere di un impulso venoso positivo;
  • aspetto periodico del "cannone" (molto forte) tono con auscultazione del cuore.

Blocco AV I grado

  • tutte le forme di I grado di blocco AV:
    • corretto ritmo sinusale;
    • un aumento dell'intervallo PQ (più di 0,22 s nella bradicardia, più di 0,18 s nella tachicardia).
  • forma prossimale nodale di blocco AV di grado I (50% di tutti i casi):
    • un aumento della durata dell'intervallo PQ (principalmente dovuto al segmento PQ);
    • larghezza normale dei denti del complesso P e QRS.
  • forma prossimale atriale.
    • l'aumento dell'intervallo PQ è superiore a 0,11 s (principalmente a causa dell'ampiezza dell'onda P);
    • spesso dividere il dente P;
    • Durata del segmento PQ non superiore a 0,1 s;
    • Complesso QRS di forma e durata normali.
  • forma di blocco distale a tre raggi:
    • intervallo PQ esteso;
    • la larghezza dell'onda P non supera 0,11 s;
    • complesso QRS allargato (più di 0,12 s) deformato come un blocco a due raggi nel suo sistema.

Blocco AV II grado

  • tutte le forme di AV blocco II grado:
    • Ritmo anormale sinusale;
    • Blocco periodico completo dei singoli impulsi di eccitazione dagli atri ai ventricoli (nessun complesso QRS dopo l'onda P).
  • forma nodale di blocco AV (Mobitz tipo I):
    • un graduale aumento della larghezza dell'intervallo PQ (da un complesso ad un altro), interrotto dalla perdita del complesso QRST ventricolare mantenendo l'onda P;
    • intervallo PQ normale, leggermente allargato, registrato dopo la perdita del complesso QRST;
    • Le deviazioni di cui sopra sono chiamate periodici Samoilov-Wenckebach - il rapporto tra denti P e complessi QRS è 3: 2, 4: 3, 5: 4, 6: 5, ecc.
  • blocco AV distale (Mobitz tipo II):
    • perdita regolare o casuale del complesso QRST mantenendo l'onda P;
    • intervallo PQ normale (allargato) costante senza allungamento progressivo;
    • complesso QRS espanso e deformato (a volte).
  • Blocco AV di tipo II 2: 1.
    • perdita di ogni secondo complesso QRST mantenendo il corretto ritmo sinusale;
    • intervallo PQ normale (più ampio);
    • Probabilmente ampliato e deformato complesso QRS ventricolare con blocco distale (sintomo non permanente).
  • blocco AV progressivo II grado.
    • deposizione regolare o indiscriminata di due (o più) complessi QRST ventricolari in fila con un'onda P salvata;
    • intervallo PQ normale o ampio in quei complessi in cui vi è un'onda P;
    • complesso QRS espanso e deformato (caratteristica non permanente);
    • comparsa di ritmi sostitutivi nella bradicardia severa (sintomo non permanente).

Blocco AV III grado (blocco AV completo)

  • tutte le forme di blocco AV completo:
    • dissociazione atrioventricolare - completa separazione dei ritmi atriale e ventricolare;
    • ritmo ventricolare regolare.
  • la forma prossimale del blocco AV dell'III grado (il pacemaker ectopico si trova nella giunzione atrioventricolare sotto il sito del blocco):
    • dissociazione atrioventricolare;
    • intervalli costanti P - P, R - R (R - R> P - P);
    • 40-60 contrazioni ventricolari al minuto;
    • Il complesso QRS è quasi invariato.
  • forma distale (trifascicolare) del blocco AV completo (il pacemaker ectopico si trova in uno dei rami del fascio di His):
    • dissociazione atrioventricolare;
    • intervalli costanti P - P, R - R (R - R> P - P);
    • 40-45 contrazioni ventricolari al minuto;
    • Il complesso QRS è largo e deformato.

Sindrome di Federico

La combinazione del blocco AV di stadio III con fibrillazione atriale o flutter atriale è chiamata sindrome di Frederick. Con questa sindrome, la conduzione degli impulsi di eccitazione dagli atri ai ventricoli si interrompe completamente - si osservano eccitazione caotica e contrazione di alcuni gruppi di fibre muscolari atriali. I ventricoli sono eccitati da un pacemaker, che si trova nella giunzione atrioventricolare o nel sistema di conduzione ventricolare.

La sindrome di Federico è una conseguenza di gravi danni organici al cuore, che sono accompagnati da processi sclerotici, infiammatori e degenerativi nel miocardio.

Segni di ECG della sindrome di Frederick:

  • onde di fibrillazione atriale (f) o flutter atriale (F), che sono registrati al posto dei denti P;
  • ritmo ventricolare ectopico (nodale o idioventricolare) non sinusale;
  • ritmo corretto (intervalli R-R costanti);
  • 40-60 contrazioni ventricolari al minuto.

Sindrome di Morgagni-Adams-Stokes

I blocchi AV del II, III grado (specialmente le forme distali) sono caratterizzati da una diminuzione della gittata cardiaca e dell'ipossia degli organi (specialmente del cervello), causata da asistolia ventricolare durante la quale non si verificano le loro contrazioni efficaci.

Cause dell'asistole ventricolare:

  • come risultato della transizione del blocco AV dell'II grado a un blocco AV completo (quando il nuovo driver del ritmo ventricolare ectopico, che è al di sotto del livello di blocco, non aveva ancora iniziato a funzionare);
  • una forte inibizione dell'automatismo dei centri ectopici del secondo, terzo ordine durante il blocco del terzo grado;
  • tremori e fibrillazione dei ventricoli, osservati con blocco AV completo.

Se l'asistolia ventricolare dura più di 10-20 secondi, la sindrome convulsiva (sindrome di Morgagni-Adams-Stokes) si sviluppa, a causa dell'ipossia cerebrale, che può essere fatale.

Predizione al blocco AV

  • Blocco AV di I grado e II grado (I tipo di Mobitz) - la prognosi è favorevole, poiché spesso il blocco è di natura funzionale e raramente si trasforma in un blocco AV completo (o di tipo II di Mobitz);
  • Blocco AV grado II (tipo II Mobitz) e blocco AV progressivo - ha una prognosi più grave (in particolare la forma distale del blocco), dal momento che tali blocchi aggravano i sintomi di insufficienza cardiaca, sono accompagnati da segni di insufficiente perfusione del cervello, spesso si trasformano in un blocco AV completo con Sindrome di Morgagni-Adams-Stokes;

  • Il blocco AV completo ha una prognosi sfavorevole, da allora accompagnato dalla rapida progressione di insufficienza cardiaca, deterioramento della perfusione degli organi vitali, alto rischio di morte cardiaca improvvisa.
  • Trattamento dei blocchi AV

    • Blocco di stadio I AV: è necessario il trattamento della malattia di base + correzione del metabolismo degli elettroliti, non è richiesto un trattamento speciale;
  • AV blocco II grado (Mobitz I) - atropina in / in (0,5-1 ml soluzione 0,1%), con inefficienza - stimolazione elettrica temporanea o permanente del cuore;

  • AV blocco II grado (Mobitz II) - stimolazione elettrica temporanea o permanente del cuore;

  • Blocco AV di grado III - trattamento della malattia sottostante, atropina, stimolazione elettrica temporanea.
  • Blocco atrioventricolare di 2 gradi

    autore: dott. Tatintsyan V.A.

    Il blocco atrioventricolare di II grado o blocco cardiaco di II grado è caratterizzato da una violazione, ritardo o interruzione dell'impulso atriale attraverso il nodo atrioventricolare ai ventricoli.

    Tipi di blocchi di 2 gradi

    Sebbene i pazienti con un blocco di grado II possano avere un decorso asintomatico, il loro tipo di blocco atrio-ventricolare del tipo di Mobitz I può ancora portare alla comparsa di sintomi palpabili. Nel blocco AV II, tipo 1 (Mobitz-I o con periodici Samoilov-Wenckebach), gli intervalli PQ sono prolungati e gli intervalli RR diminuiscono fino a quando l'impulso atriale non viene trasmesso ai ventricoli, quindi dopo il complesso P QRS non si verifica Allora il ciclo di cambiamenti di intervalli P-Q e R-R è ripetuto fino alla prossima perdita del complesso QRS. La durata di ciascun periodo è descritta dal rapporto tra i denti P e i complessi QRS. (4: 3; 3. 2 e così via). Nella fibrillazione atriale, il blocco AV di tipo II del primo tipo può apparire a intervalli R-R intermittenti dopo la loro successiva diminuzione. Negli studi di gruppo di uomini anziani (la cui età media era 75 anni) con un blocco atrioventricolare di tipo Mobitz, è stato riscontrato che l'impianto di un pacemaker ha prolungato la vita di tali pazienti.

    A blocco AV dell'II grado del 2o tipo (Mobitts-I) la perdita periodica del complesso QRS avviene senza cambiamenti di un intervallo di P-Q. La frequenza del blocco è descritta dal rapporto tra denti P e complessi QRS (4. 3; 3: 2). Il blocco atriale-ventricolare del tipo di Mobitz II può portare a un arresto cardiaco completo con un rischio combinato di aumento della mortalità.

    Sintomi del blocco di secondo grado

    Nei pazienti con blocco atrioventricolare II può verificarsi una vasta gamma di sintomi:

    · Assenza di sintomi (più comune nei pazienti con tipo Mobitz I, come atleti ben allenati e individui senza cardiopatia organica)

    · Vertigini, debolezza o perdita di coscienza (più tipica del tipo Mobitz II)

    · Dolore toracico se blocco cardiaco associato a ischemia o miocardite

    · Battiti del cuore irregolari che si verificano periodicamente

    · Fenomeni di insufficienza tissutale insufficiente inclusa ipotensione

    I sintomi del blocco atrioventricolare di 2 gradi possono assomigliare ad un blocco completo della gamba sinistra del fascio di His.

    Modifiche all'ECG

    Per identificare e determinare il tipo di affiliazione dello studio atrioventricolare di blocco di II grado, l'ECG è utilizzato:

    · Mobitz Type I Blockade. Graduale, da un complesso all'altro, l'aumento della durata dell'intervallo P - Q R, che viene interrotto dalla perdita del complesso ventricolare QRST (mantenendo l'onda P sull'ECG)

    · Dopo la perdita del complesso QRST, viene nuovamente registrato un intervallo P-QR normale o leggermente allungato, quindi tutto si ripete (periodico Samoilov-Wenckebach) Il rapporto tra P e QRS - 3: 2, 4: 3, ecc.

    · Mobitts di tipo II di blocco. Regolare (per tipo 3: 2, 4: 3, 5: 4, 6: 5, ecc.) O perdita indiscriminata del complesso QRST (mantenendo l'onda P)

    La presenza di un intervallo costante (normale o esteso) P - Q R senza estensione progressiva. A volte l'espansione e la deformazione del complesso QRS.

    · Blocco atrioventricolare di II grado di tipo 2: 1. Perdita di ogni secondo complesso QRST mantenendo il corretto ritmo sinusale. Intervallo P - Q R normale o esteso. A una forma disteel di espansione di blocco e deformazione di un complesso di QRS ventricolare (un segno non costante) è possibile.

    Ambulanza per blocco atrioventricolare di II grado

    I trattamenti di emergenza per i blocchi atrioventricolari di grado II consistono nella somministrazione endovenosa di 1 ml di una soluzione allo 0,1% di atropina con 5-10 ml di una soluzione allo 0,9% di cloruro di sodio, dando izadrina sotto la lingua. Con un attacco di Morgagni-Adams-Stokes (cioè, quando si verifica un blocco di secondo grado, periodi di asistolia ventricolare prolungata che dura più di 10-20 secondi, la persona perde conoscenza, si sviluppa una sindrome convulsiva simile a quella epilettica dovuta all'ipossia cerebrale) rianimazione polmonare. In nessun caso non può entrare nei glicosidi cardiaci, procainamide. Leggere anche il primo soccorso per le aritmie cardiache. Dopo aver assistito il paziente, il paziente viene indirizzato a un team di cardiologia o ospedalizzato su una barella al reparto di cardiologia.

    AB (blocco atrioventricolare)

    Il blocco atrioventricolare è un tipo di aritmia cardiaca in cui si verifica una compromissione della trasmissione dell'impulso dagli atri ai ventricoli.

    Alla genesi del blocco atrioventricolare può essere funzionale e organico. Nel primo caso, si tratta di un blocco neurogenico causato da un aumento del tono del nervo vago, nel secondo caso è un processo reumatico nel miocardio, aterosclerosi delle arterie coronarie, un infarto interventricolare del setto o malattia cardiaca sifilitica. Questa è la cosiddetta forma cardiaca del blocco atrioventricolare. In questa forma, all'inizio potrebbe esserci un blocco incompleto, ma con il progredire del processo patologico si sviluppa un blocco completo. La prognosi dipende sia dalla malattia di base sia dal grado del blocco stesso.

    Tre gradi di blocco AV

    Esistono tre gradi di blocco atrioventricolare.

    Blocco atrioventricolare di primo grado

    Il blocco atrioventricolare di primo grado è caratterizzato dal rallentamento della conduzione degli impulsi dagli atri ai ventricoli. Le sensazioni soggettive non causano. Con l'auscultazione, si può riscontrare un indebolimento del tono I e un tono atriale supplementare.

    Sull'ECG si osserva un intervallo PQ prolungato superiore a 0,18-0,2 s.

    Con questo tipo di blocco non è richiesto un trattamento speciale.

    Blocco atrioventricolare di secondo grado

    Con blocco atrioventricolare di secondo grado, gli impulsi singoli degli atri a volte non passano attraverso i ventricoli. Se questo fenomeno si verifica raramente e un solo complesso ventricolare cade, i pazienti potrebbero non sentire nulla, ma a volte subiscono dei momenti di arresto cardiaco nei quali si manifestano vertigini o scurimento negli occhi. La sintomatologia aumenta con la perdita di numerosi complessi ventricolari di fila (un tipo avanzato di blocco).

    Sull'ECG, è possibile registrare un allungamento periodico dell'intervallo PQ, seguito da una singola onda P, che non ha il successivo complesso ventricolare (blocco di tipo I con i periodici Wenckebach). Di solito questa variante del blocco si verifica a livello della giunzione atrioventricolare.

    Un'altra opzione (blocco II atrioventricolare di tipo II si basa su un ECG con deposizioni di complessi QRS sullo sfondo di durata normale o intervalli PQ ugualmente lunghi. Il rapporto tra denti P e complessi QRS può essere variato: 3. 2, 4. 3, ecc. complessi ventricolari, accompagnati da manifestazioni cliniche precedentemente descritte.

    Blocco atrioventricolare del terzo grado

    Quando un blocco di terzo grado, o un blocco atrioventricolare completo, gli impulsi dagli atri R non entrano nei ventricoli, come risultato, il centro ectopico secondario dell'automatismo cardiaco inizia a funzionare, i cui impulsi si propagano attraverso i ventricoli e ne causano la contrazione. Allo stesso tempo, i pazienti spesso lamentano debolezza generale, affaticamento, vertigini, mancanza di respiro, convulsioni a breve termine, un attacco di Morgagni - Adams - Stokes.

    Durante l'auscultazione, si sente una rara attività cardiaca, il tono del cuore varia in intensità, a volte forte (cannone). La pressione sanguigna è aumentata significativamente. Sull'ECG, si osserva un'attività indipendente degli atri e dei ventricoli. La frequenza dei denti P supera la frequenza dei complessi QRS, estesa o di durata normale.

    La combinazione di fibrillazione atriale con un blocco atrioventricolare completo è chiamata fenomeno di Federico.

    Blocco atrioventricolare incompleto

    L'intervallo tra la contrazione degli atri e dei ventricoli si allunga. Con il blocco incompleto, a seconda di quanto sia pronunciata la violazione del passaggio dell'impulso, ci sono tre gradi.

    1. I gradi di blocco è la forma più comune e mite. Con esso, tutti gli impulsi passano dall'atrio ai ventricoli, ma il tempo di transito viene esteso a 0,2-0,4 secondi e più invece dei normali 0,18-0,19 secondi e i ventricoli si contraggono con un certo ritardo.
    2. Il blocco di secondo grado è caratterizzato da un graduale allungamento del tempo di passaggio dell'impulso dall'atrio ai ventricoli con la conseguente perdita di una delle contrazioni a seguito dell'inizio del momento di completa violazione della pervietà. Allo stesso tempo, i pazienti si lamentano di insufficienza cardiaca, vertigini. Clinicamente, si manifesta in una lunga pausa diastolica e periodica perdita di polso. Durante questo periodo di diastola allungata, la capacità conduttiva viene ripristinata.
    3. Nel blocco dell'III grado, la conduzione degli impulsi è così abbassata che periodicamente non raggiungono i ventricoli e le contrazioni di quest'ultimo cadono a determinati intervalli (1: 2, 1: 3, ecc.).

    Trattamento. In caso di blocco atrioventricolare incompleto, il trattamento è determinato dai fattori causali che lo hanno causato.

    Completa blocco atrioventricolare

    Con questo blocco, il passaggio degli impulsi dagli atri ai ventricoli è completamente interrotto e questi ultimi si muovono verso un ritmo automatico indipendente; allo stesso tempo, gli impulsi alla contrazione si verificano in qualsiasi punto del sistema di conduttori sotto il nodo atrioventricolare.

    Il numero di contrazioni ventricolari in questo caso è determinato dal luogo in cui si verifica l'impulso automatico. Quanto più lontano è dal nodo atrioventricolare, tanto meno spesso la contrazione dei ventricoli, il cui numero, con blocco completo, può raggiungere fino a 40-30-15 al minuto. Quando le contrazioni atriale e ventricolare coincidono, la sonorità del primo tono aumenta nettamente - il "tono dei cannoni" di Strazhesko.

    Un blocco completo viene diagnosticato clinicamente: quando si esamina un paziente in posizione supina, è possibile contare 70-80 ondulazioni della vena giugulare con un impulso di 30-40.

    Con intervalli prolungati tra le singole contrazioni dei ventricoli, specialmente al momento della transizione del blocco atrio-ventricolare incompleto da completare, può verificarsi un disturbo acuto della circolazione cerebrale, fino all'ischemia.

    Quadro clinico

    Il quadro clinico è diverso: da un leggero oscuramento della coscienza a crisi epilettiformi, che è determinato dalla durata dell'arresto dei ventricoli (da 3 a 10-30 secondi); impulso a 10-20 battiti al minuto, non è quasi palpabile, la pressione sanguigna non si sente. Questa è la sindrome di Morgagni-Edems-Stokes. Gli attacchi possono essere ripetuti più volte al giorno e possono essere di intensità variabile; con una durata fino a 5 minuti può finire letale.

    Al momento del trasferimento del blocco incompleto alla fibrillazione ventricolare completa può verificarsi, che è la causa di morte improvvisa. Per sopprimere la fibrillazione o la fibrillazione ventricolare, la defibrillazione elettrica viene utilizzata quando agisce sul cuore attraverso il torace, sotto la cui influenza cessa il trasferimento di eccitazione circolare.

    Lo sfarfallio dei ventricoli può essere un processo reversibile con misure rapide.

    Il blocco atrioventricolare è il rallentamento o l'interruzione della conduzione degli impulsi dagli atri ai ventricoli. Per lo sviluppo di un blocco atrioventricolare, il livello di danno al sistema di conduzione può essere diverso: violazione della conduzione negli atri, giunzione atrioventricolare e persino nei ventricoli.

    Le cause del blocco atrioventricolare sono le stesse che per altri disturbi della conduzione. Tuttavia, sono anche noti i cambiamenti degenerativi-sclerotici in sviluppo indipendente nel sistema di conduzione cardiaca, che portano al blocco atrioventricolare negli anziani (malattia di Lenegra e Lyova).

    Il blocco atrio-ventricolare congenito è associato a tale cardiopatia congenita come difetto interventricolare del setto, fibroelastosi endocardica, coartazione aortica meno frequente, tetrado di Fallot, atrofia tricuspide, aneurisma della parte membranosa del setto. Esiste anche un blocco atrioventricolare che è ereditato in maniera autosomica dominante e si manifesta all'età di 30-60 anni. Prima del suo verificarsi, si notano spesso blocchi del Suo fagotto nelle gambe.

    Le principali cause del blocco cardiaco atrioventricolare, la diagnosi e il trattamento

    Il rallentamento o il blocco completo degli impulsi elettrici tra l'atrio e il ventricolo, noto in medicina come blocco cardiaco atrioventricolare, si verifica nella maggior parte dei casi in persone la cui storia di cardiopatologia è fissa.

    La malattia provoca un peggioramento della dinamica emodinamica e un fallimento del ritmo cardiaco, che a sua volta può causare disturbi nel lavoro di molti organi e sistemi.

    Cause del blocco atrioventricolare

    Una varietà di fenomeni e processi nel corpo può causare un blocco parziale o completo del nodo atrioventricolare, che può essere diviso in due gruppi:

    1. Le ragioni della natura funzionale.
    2. Le cause di natura organica sono patologie del sistema cardiovascolare, interventi chirurgici e chimici sul miocardio e / o direttamente sui fasci di conduzione degli impulsi.

    Il primo gruppo include l'aumento del tono della PS del sistema nervoso, che interrompe il processo di regolazione interna della trasmissione di impulsi tra i tessuti del corpo umano. Tali cambiamenti spesso riguardano non solo il cuore, ma anche altri organi.

    Il blocco cardiopatologico del centro atrioventricolare si forma in molte malattie a seguito del quale appaiono foci sclerotiche o fibrose nelle fibre miocardiche conduttrici.

    Questi includono:

    • malattie reumatiche con complicanze cardiache;
    • miocardite, collagenosi e cardiomiopatia di origine autoimmune, tireotossica e difterite;
    • neoplasie benigne e maligne nel miocardio e altri tessuti del cuore (tumori);
    • sclerosi cardiovascolare;
    • sarcoidosi;
    • amiloidosi;
    • la sifilide.

    Il blocco atrioventricolare parziale causato da lesioni organiche può eventualmente trasformarsi in una forma più complessa, fino a un blocco cardiaco completo.

    Inoltre, le malformazioni congenite possono essere la causa del blocco AV del cuore.

    Si verificano raramente - circa uno su 20 mila neonati. Interventi operativi possono anche causare malfunzionamenti nel funzionamento del sistema di impulsi elettrici: l'installazione di una valvola artificiale o di un catetere nel lobo destro del cuore.

    Tuttavia, il più comune nella pratica clinica è il blocco cardiaco parziale causato dall'assunzione incontrollata di beta-bloccanti, medicinali con litio, chinidina e diltiazem.

    Estensione della malattia

    Il blocco del centro atrioventricolare nel suo sviluppo ha tre gradi, ognuno dei quali si distingue per manifestazioni sintomatiche e la profondità della lesione delle fibre conduttrici. Quindi, il blocco cardiaco atrioventricolare di 1 grado non si manifesta come segni sintomatici evidenti. In realtà, questa patologia è lo stadio iniziale della malattia, in cui, sullo sfondo di un rallentamento della conduttività atrioventricolare, gli impulsi elettrici raggiungono ancora il loro obiettivo, anche se con un ritardo.

    Può essere rilevato solo durante un esame utilizzando un elettrocardiografo. Non è richiesta una terapia specifica in questa fase, ma è importante che il paziente sia attento alla sua salute e venga regolarmente monitorato da un cardiologo.

    Lo stadio successivo della malattia è il blocco cardiaco atrioventricolare 2, in cui il paziente si sente in peggioramento con uno sforzo fisico significativo. In questa fase, gli impulsi non raggiungono i ventricoli completamente. Più lungo è l'intervallo tra loro, peggio è il paziente.

    Le misure terapeutiche in questa fase possono ripristinare la conduttività in cardiofiber.

    La mancanza di un trattamento adeguato e l'atteggiamento negligente del paziente nei confronti della propria salute possono portare a un blocco atrioventricolare completo, in cui l'impulso non raggiunge affatto i ventricoli.

    Lo stadio estremo della malattia - blocco cardiaco atrioventricolare di 3 gradi, chiamato blocco assoluto. A questo stadio della malattia, la conduttività del nodo atrioventricolare si arresta completamente e solo il nodo sinusale inizia a rispondere alla frequenza cardiaca. La conseguenza di questo processo è un significativo rallentamento delle contrazioni ventricolari.

    La patologia porta ad un peggioramento dell'emodinamica di una natura totale. Nella maggior parte dei casi, la situazione è risolta chirurgicamente.

    I sintomi del blocco AV

    Le manifestazioni cliniche della malattia dipendono da molti fattori, tra cui i medici includono la causa della sua insorgenza e il grado di danno al nodo atrioventricolare, la presenza di cariopatie associate e il livello di danno (la loro localizzazione).

    Manifestazioni sintomatiche del blocco atrioventricolare nella fase iniziale della malattia sono assenti o insignificanti. Il deterioramento del paziente si osserva solo con uno sforzo fisico significativo.

    I sintomi più comuni sono:

    • mancanza di respiro;
    • debolezza o stanchezza immotivata;
    • sensazione di spremitura del petto.

    In rari casi, il primo grado di blocco cardiaco atrioventricolare è accompagnato da perdita di coscienza per un breve periodo e vertigini. Di regola, questi sintomi si verificano con il blocco incompleto.

    Il secondo grado della malattia ha più sintomi diversi. I seguenti problemi si aggiungono alla debolezza periodica e alla mancanza di respiro:

    • palpitazioni palpabili (sbiadimento);
    • mal di testa lievi;
    • mancanza di desiderio di fare le solite cose a causa della costante stanchezza.

    La progressione della malattia al grado 3 è più spesso caratterizzata dalla comparsa di una costante mancanza di respiro e attacchi di Morgagni. Questa sindrome si verifica in modo brusco e completamente inaspettato e presenta i seguenti sintomi:

    • oscuramento degli occhi;
    • grave debolezza;
    • dolore nel cuore;
    • svenimento offensivo;
    • convulsioni;
    • acrocianosi, trasformandosi in cianosi (sbiancamento o triangolo nasolabiale blu, orecchie, ecc.).

    Nel caso in cui il paziente arriva completo blocco atrioventricolare, i sintomi sopra elencati aumentano e lo preoccupano anche in uno stato di completo riposo.

    Trattamento della malattia

    Per i pazienti con malattia di grado 1, è sufficiente osservare il loro stato nel tempo. I pazienti che sono stati diagnosticati con 2 o 3 gradi di blocco cardiaco atrioventricolare necessitano di un trattamento serio. In questo caso, l'elenco delle misure terapeutiche dipende da quali fenomeni hanno portato a una violazione della conduttività del segnale.

    Se un blocco si verifica a seguito di assunzione di farmaci, è necessario rivedere i loro dosaggi o completamente smettere di usare Questo è sufficiente per ripristinare un normale ritmo cardiaco.

    In altri casi, ai pazienti viene mostrato un trattamento farmacologico mirato ad eliminare le principali malattie che hanno causato il blocco della conduttività.

    Se ci sono patologie concomitanti del cuore, tra cui congenite, viene mostrata ai pazienti l'ammissione al trattamento di beta-adrenomimetica e atropina. Per miocardite, angina pectoris, infarto miocardico e malattia coronarica - somministrazione per via endovenosa del farmaco Isadrin, e dopo il ripristino del ritmo cardiaco, somministrazione orale di Alupenta. Se, sullo sfondo di questa terapia, il paziente ha dolori nella proiezione del cuore, viene mostrato Prednisone alla dose di 180 mg. Il corso del trattamento è di almeno 10 giorni.

    Quando un blocco atrioventricolare si verifica sullo sfondo di insufficienza cardiaca acuta, i pazienti sono mostrati somministrazione endovenosa di Glucagone ad una dose iniziale di 5 mg, e quindi gocciolare l'assunzione con un dosaggio di 2-10 mg / ora, a seconda dello stato corrente.

    In caso di insufficienza cardiaca congestizia, i farmaci diuretici e i vasodilatatori sono inclusi nel regime di trattamento.

    In assenza di efficacia dei metodi conservativi di terapia, l'installazione di un pacemaker è indicata per i pazienti.

    I criteri per la selezione dei pazienti per tali operazioni sono:

    • la frequenza e la gravità dei sintomi;
    • nessun sintomo evidente di blocco sullo sfondo della rapida progressione della malattia;
    • blocco atrioventricolare di 3 gradi;
    • la presenza di altri tipi di blocchi.

    In assenza di osservazione da parte di un cardiologo e trattamento adeguato, il blocco cardiaco atrioventricolare può portare all'asma cardiaco e persino a un arresto cardiaco improvviso. Questa malattia è particolarmente pericolosa per gli anziani e per chi conduce uno stile di vita malsano.

    Blocco atrioventricolare di 2 gradi: sintomi, trattamento, prognosi

    Di molte malattie cardiache, una condizione come il blocco atrioventricolare non è rara. Si verifica a causa della compromissione della conduzione dell'impulso dagli atri ai ventricoli. La patologia si sviluppa sullo sfondo di varie malattie cardiache.

    Cause e sintomi

    Il blocco atrioventricolare è un tipo di blocco cardiaco.

    Se la conduzione di un impulso elettrico lungo il nodo AV è disturbata, si verifica un blocco atrioventricolare. Nel nodo del seno, viene generato un impulso che viaggia lungo i percorsi atriali. Successivamente, passa attraverso il nodo atrioventricolare. Qui la sua velocità diminuisce. Inoltre, l'impulso entra nel miocardio dei ventricoli, causandone la riduzione.

    Se nel nodo atrioventricolare (AV) si osservano cambiamenti patologici e il passaggio dell'impulso attraverso di esso rallenta, si verifica un blocco del segnale dagli atri ai ventricoli.

    Possibili cause del blocco cardiaco:

    • Sovradosaggio di farmaci (beta-bloccanti, farmaci antiaritmici, glicosidi cardiaci).
    • Patologie reumatiche
    • Malattia ischemica
    • Miocardite.
    • Infarto miocardico
    • Cardio.

    Le manipolazioni chirurgiche nell'area del cuore, i difetti cardiaci congeniti, ecc. Possono contribuire allo sviluppo del blocco dell'AV.

    Se il ritmo non è disturbato, il paziente potrebbe non notare il blocco del nodo atrioventricolare. Questo è il primo grado di blocco AV, che si trova durante un esame o un esame fisico.

    Durante il blocco del 2 ° grado, il paziente sente una morte del cuore (battito cardiaco lento) e sperimenta un deterioramento della salute durante lo sforzo fisico.

    Il passaggio dell'impulso è incompleto e più lungo è l'intervallo, più i sintomi vengono osservati più luminosi. Manifestazioni di blocco sono osservate con una diminuzione della frequenza cardiaca. Si manifestano sintomi come vertigini, mancanza di respiro, debolezza, dolore toracico e sincope a breve termine.

    Il blocco AV di grado 3 è caratterizzato da un decorso severo. Le principali manifestazioni cliniche sono dispnea persistente e attacchi di Morgagni-Adams-Stokes. Con il blocco completo, i sintomi aumentano e vengono osservati anche a riposo.

    Possibili complicazioni

    Nel blocco AV di grado 2, parte degli impulsi atriali non raggiunge i ventricoli

    Sullo sfondo del blocco AV, il battito cardiaco rallenta e si verifica un danno organico al cuore. Ciò non solo peggiora le condizioni del paziente, ma può anche portare a gravi conseguenze.

    Se l'insufficienza cardiaca non è stata osservata in precedenza, nel tempo può apparire e peggiorare.

    Possibili complicazioni del blocco atrioventricolare:

    1. Manifestazioni dell'attacco di Morgagni-Adams-Stokes. Gli attacchi sono caratterizzati da insufficienza respiratoria, comparsa di convulsioni, svenimenti improvvisi. C'è un attacco durante l'ipossia del cervello. In questo caso, il paziente necessita di cure mediche urgenti.
    2. La diminuzione delle capacità intellettuali, memoria sullo sfondo del blocco AV si verifica a causa di fame di ossigeno cronica del cervello.
    3. Esacerbazione di ischemia.
    4. Lo sviluppo di shock cardiogeno. Nello shock cardiogeno, l'afflusso di sangue agli organi viene interrotto a causa di un ritmo cardiaco anormale.
    5. Nei casi più gravi, se non si fornisce assistenza tempestiva, l'attacco può essere fatale.

    Per evitare gravi conseguenze, è importante consultare immediatamente un medico ai primi segni di insufficienza cardiaca. Per prevenire il loro sviluppo sarà solo l'assistenza di esperti qualificati.

    Metodi diagnostici

    Ultrasuoni del cuore per identificare la causa della violazione

    Inizialmente, quando si fa riferimento a un medico, il paziente viene esaminato e viene fatta una cronologia. Il medico ascolta anche il ritmo cardiaco e identifica eventuali irregolarità. Se si sospetta un blocco AV, vengono eseguite ulteriori misure diagnostiche.

    Per la diagnosi del blocco atrioventricolare sono prescritti metodi strumentali: ECG, ecocardiografia, metodo holter. Il più informativo è l'elettrocardiogramma. Questo metodo consente di determinare il grado di disturbo della conduzione, i segni di ischemia, la frequenza delle contrazioni.

    Sull'ECG con il primo grado di blocco, viene determinato un aumento dell'intervallo PQ, tuttavia il ritmo sinusale rimane corretto. Al blocco del secondo grado si nota la frequenza cardiaca sbagliata e non vi è alcun complesso QRS dopo R. Questo è un blocco completo dell'impulso di eccitazione, che si verifica periodicamente.

    Il terzo grado di blocco indica un aumento del numero di complessi atriali, in contrasto con il ventricolare.

    Può essere condotto un monitoraggio giornaliero dell'ECG, durante il quale vengono determinati i segni di blocco, le sensazioni del paziente, l'effetto dello sforzo fisico e i risultati dopo l'assunzione del farmaco.

    Se ci sono malattie cardiologiche nella storia, allora possono prescrivere la risonanza magnetica, la cardiografia CT. Il medico può prescrivere esami di laboratorio per malattie acute e croniche. Ciò consente di determinare il numero di enzimi, il livello di antiaritmici e altri indicatori. Dopo un esame completo, viene prescritto un trattamento appropriato.

    Caratteristiche del trattamento e prognosi

    Il trattamento del blocco AV 2 gradi dipende dalla causa e dalla gravità della malattia

    Il trattamento viene effettuato tenendo conto del grado di blocco AV. Se viene diagnosticato il grado 1, in questo caso il paziente non ha bisogno di cure. Il paziente periodico deve visitare un cardiologo, che monitorerà la sua salute.

    Il trattamento farmacologico viene effettuato sui 2 e 3 gradi del blocco atrioventricolare. È necessario stabilire la causa che ha portato alla patologia ed eliminarla.

    La terapia conservativa prevede l'uso di determinati gruppi di farmaci:

    • Beta-adrenomimetici (Isadrina, Atropina, Dobutamina, ecc.), Beta-bloccanti, anticoagulanti, antibiotici, trombolitici.
    • Gli adrenomimetici migliorano la segnalazione e aumentano la forza delle contrazioni cardiache, i beta bloccanti riducono la pressione sanguigna, gli anticoagulanti prevengono la formazione di coaguli di sangue e i trombolitici distruggono i coaguli di sangue.
    • Quando assume glicosidi, farmaci antiaritmici, bloccanti, il medico può cancellarli o sostituirli parzialmente.
    • In caso di insufficienza cardiaca acuta, Glucagon viene somministrato per via endovenosa a 5 mg / ora. Se necessario, prescrivi diuretici e vasodilatatori. Forse l'uso di Eufillina, Teopeka, Corinfar.

    Se viene diagnosticato un blocco completo, viene eseguita una stimolazione elettrica temporanea per ripristinare la conduttività del cuore. Se necessario, installare un pacemaker per ripristinare la frequenza cardiaca e la frequenza cardiaca.

    In molti casi, dopo il trattamento della patologia cardiaca sottostante, viene ripristinata la conduttività lungo il nodo atrioventricolare.

    Il blocco AV è una patologia grave che, se il trattamento ritardato può portare a gravi conseguenze. Le persone anziane sono a rischio. Questa categoria di persone dovrebbe essere esaminata regolarmente. Con un trattamento tempestivo al medico e iniziato il trattamento, la prognosi è favorevole.

    Ulteriori informazioni su come funziona il cuore di una persona possono essere trovate nel video:

    Il blocco del nodo AV nella maggior parte dei casi è una complicazione della malattia di base e più spesso delle cardiopatie coronariche. La prevenzione del blocco atrioventricolare consiste nella prevenzione delle patologie cardiache e nel trattamento tempestivo.

    Per evitare lo sviluppo di malattie del sistema cardiovascolare, è necessario:

    • Prenditi cura della tua salute, conduci uno stile di vita sano, abbandona le cattive abitudini, fai esercizio moderato.
    • I pasti dovrebbero essere corretti e completi. Si raccomanda di escludere dalla dieta cibi grassi, fritti e salati. È desiderabile mangiare più alimenti contenenti potassio e magnesio. Questi oligoelementi hanno un effetto benefico sul muscolo cardiaco.
    • Le situazioni stressanti dovrebbero essere evitate poiché influenzano negativamente il sistema nervoso centrale e l'attività cardiaca.
    • Devi dormire almeno 8 ore al giorno. I giorni di lavoro devono essere diluiti con un piccolo riposo.
    • È importante visitare regolarmente un cardiologo e superare i test necessari, quindi non ci saranno problemi con il lavoro del cuore.

    Seguendo queste semplici misure preventive, molte malattie possono essere prevenute.

    Notato un errore? Selezionalo e premi Ctrl + Invio per dircelo.

    Le ragioni per lo sviluppo del blocco AV 1 e 2 gradi e metodi di trattamento

    Il blocco atrioventricolare (qui di seguito - AV) è un tipo di blocco cardiaco in cui la conduzione tra i suoi atri e ventricoli è disturbata. In condizioni normali, il nodo del seno nell'atrio imposta il ritmo e questi impulsi si abbassano. Con questa malattia, questo impulso non può raggiungere i ventricoli, o la sua intensità si indebolisce lungo la strada.

    Le camere cardiache hanno i loro meccanismi di stimolazione che sono in grado di mantenere una frequenza cardiaca ridotta in assenza di stimolazione del nodo del seno. In altre parole, il blocco cardiaco è una violazione della conduttività elettrica del muscolo cardiaco, a seguito della quale l'attività dell'organo viene disturbata. La malattia colpisce persone indipendentemente dal sesso e dalla fascia di età; i segni possono persino essere osservati nei neonati.

    Cosa succede nel corpo?

    Il cuore batte con l'aiuto di impulsi elettrici che seguono un determinato percorso. Questi percorsi sono talvolta raggruppati in aree specializzate chiamate nodi e travi: insieme alle fibre, sono responsabili del battito cardiaco e della velocità con cui si verifica. Un difetto lungo uno di questi percorsi può portare a un blocco cardiaco, ma questo non significa che il lume dei vasi sanguigni sia bloccato e che la circolazione del sangue al loro interno si fermi.

    Classificazione per grado di malattia

    1. Blocco atrioventricolare di 1 grado: c'è un rallentamento della conduttività tra atri e ventricoli, ma tutti gli ictus sono eseguiti;
    2. Blocco AV 2 gradi: alcuni tratti dall'atrio non vengono eseguiti nei ventricoli - i segnali elettrici dalla camera superiore del cuore non raggiungono la camera inferiore, il che porta alla cosiddetta trasmissione di colpi. Nel secondo grado, si distinguono altri 3 sottotipi: il tipo di Mobitz 1, il tipo di Mobitz 2 e incompleto.
    3. Blocco AV 3 gradi: i colpi si verificano negli atri e nei ventricoli in modo completamente indipendente l'uno dall'altro. Quando ciò accade, la parte inferiore del cuore non può produrre un battito del cuore abbastanza veloce e abbastanza regolarmente da assicurare il flusso di sangue agli organi vitali.

    Per saperne di più su ciò che accade nel cuore a livello elettrico, al fine di sviluppare un piano di trattamento, in base alle esigenze del paziente, un cardiologo assegna un ECG.

    motivi

    Anche atleti allenati altamente qualificati sono soggetti al verificarsi di questa patologia, ma l'unico sintomo della manifestazione di patologia in essi è il battito cardiaco lento. Allo stesso tempo, un grande carico fisico sul miocardio agisce come un fattore predisponente.

    Un blocco che esiste da molto tempo non può rappresentare alcuna minaccia. Un blocco improvviso può verificarsi sia a causa di un nuovo problema cardiaco sia come risultato di un vecchio esistente, quindi, nel cosiddetto gruppo a rischio ci sono persone che hanno:

    • attacchi cardiaci posticipati;
    • cardiopatia ischemica;
    • malattie infettive del cuore come endocardite, pericardite o miocardite;
    • un difetto cardiaco ereditario chiamato blocco cardiaco congenito;
    • invecchiamento fisiologico del corpo;
    • forte stimolazione del nervo vago.

    Altri fattori causali includono farmaci che inibiscono la conduttività:

    1. beta-bloccanti come propranololo o pindololo;
    2. bloccanti dei canali del calcio, spesso - verapamil;
    3. glicosidi cardiaci, come la digossina.

    La malattia può svilupparsi a causa di disturbi elettrolitici, chirurgia cardiaca, cardiomiopatia e infiammazioni reumatiche. La causa del blocco cardiaco atrioventricolare trasversale completo è rappresentata da lesioni tossiche del nodo atrioventricolare, che si verificano in caso di intossicazione da farmaci. Nei bambini, quando invecchiano, può causare la formazione di neoplasie del cuore, placche aterosclerotiche o restringimento del lume dei vasi che forniscono la giunzione atrioventricolare con sangue e ossigeno.

    sintomi

    Nel blocco AV di grado 1, i sintomi appaiono sintomaticamente e non richiedono alcun trattamento. I sintomi del secondo e terzo grado comprendono una sensazione di battito cardiaco lento e svenimento; i segni di bassa pressione sanguigna o ictus stanno aumentando rapidamente. Una persona può sentirsi stordita, debole, confusa; è privato della capacità di esercitare attività motoria. Nausea, mancanza di respiro, dolore al petto può disturbare in vari gradi di intensità.

    Con il progredire della malattia, il flusso sanguigno all'interno del cuore viene disturbato, il che porta a una cattiva alimentazione del miocardio e di altri organi. Il risultato è un ritardo di un bambino con una diagnosi simile nello sviluppo fisico e mentale. Il blocco atrioventricolare può causare complicanze come insufficienza cardiaca.

    Nei bambini in età scolare, questa condizione è accompagnata da un cuore pulsante, labbra blu. La pausa sistolica è una minaccia per la vita del bambino. Gli attacchi si sviluppano simultaneamente con debolezza, mancanza di capacità di stare in piedi. Lo svenimento può verificarsi a causa di uno shock psico-emotivo o di uno sforzo fisico.

    Va notato che se i ventricoli producono oltre 40 battiti al minuto, le manifestazioni del blocco AV sono meno pronunciate e si riducono solo a una sensazione di eccessivo affaticamento, debolezza, sonnolenza e mancanza di respiro. Ci sono episodi di bradicardia.

    diagnostica

    Nel blocco del grado 3, di regola, si sviluppano sintomi come perdita di conoscenza sullo sfondo di benessere completo; vertigini e improvviso sviluppo di insufficienza cardiaca, che richiede cure mediche immediate. Un esame fisico conferma la presenza di un blocco nel cuore.

    Per escludere disturbi elettrolitici, il paziente deve sottoporsi a un esame del sangue biochimico. Il secondo tipo più importante di diagnosi è lo studio dell'abilità funzionale della ghiandola tiroidea per valutare il livello di produzione di ormoni. I cambiamenti nel battito cardiaco e la visualizzazione di segnali elettrici nel cuore possono essere visti sull'ECG - questo è un tipo di studio informativo.

    I disturbi neurologici come l'irritabilità mentale e i disturbi comportamentali, così come i cambiamenti nelle funzioni intellettuali, dovrebbero attirare l'attenzione.

    Trattamento di medicina tradizionale

    Gli effetti a lungo termine del blocco cardiaco dipendono dalla malattia sottostante, pertanto, il trattamento dei blocchi av deve iniziare con la rimozione della causa principale. Inizialmente, è necessario ottenere un rinvio per l'ospedalizzazione da un cardiologo - solo uno specialista può stabilire una diagnosi, prescrivere e monitorare un programma terapeutico.

    Monitorare le condizioni del paziente: in questo modo il medico sarà in grado di monitorare i suoi segni vitali del corpo, la reazione al trattamento che viene effettuato e alcuni farmaci in particolare.

    Casi gravi sono considerati solo nei reparti di cardiochirurgia: l'elettrocardiostimolazione viene utilizzata per ripristinare il ritmo cardiaco.

    Le cure di emergenza sono somministrate per via endovenosa a 1 ml di soluzione di atropina allo 0,1% e assumono compresse di izadrina sotto la lingua.

    Il blocco AV completo sullo sfondo della miocardite suggerisce l'inclusione di corticosteroidi e farmaci cardiotropici nel programma terapeutico. Il paziente non deve assumere glicosidi e preparazioni di potassio.

    Se il trattamento non ha portato l'effetto desiderato, si verificano frequenti svenimenti, vi è marcata bradicardia, il medico può prescrivere un pacemaker per risolvere temporaneamente il problema di emergenza. L'impianto viene eseguito su base continuativa - non è meno diffuso. La forma congenita del blocco AV completo non comporta l'uso di droghe, perché non danno un risultato positivo. I bambini dovrebbero essere limitati dal lavoro fisico. Nel caso di attacchi costantemente ripetuti di asistole e bradicardia, solo l'installazione di uno stimolatore del ritmo cardiaco artificiale aiuta.

    Trattamento con metodi di medicina tradizionale

    Prima di tutto, è necessario ottenere l'approvazione del medico curante, poiché lo specialista è esperto delle caratteristiche del proprio corpo e del decorso della malattia. Inoltre, il medico ha i risultati dell'esame e può guidarti - se hai bisogno di questo o quel rimedio popolare, o il suo uso è strettamente controindicato.

    Se non ci sono restrizioni, allora tali ricette saranno efficaci:

    1. Infusione di equiseto 1 cucchiaio. tritare un cucchiaio di erba secca e aggiungere 300 ml di acqua bollente, lasciare per non più di 3 ore. Quindi la bevanda deve essere filtrata ed è pronta per l'uso. Bevi 1 cucchiaio. cucchiaio 5 volte al giorno - questo contribuirà al rafforzamento del tessuto cardiaco. Un corso di durata superiore a 4 settimane non avrà alcun effetto, pertanto l'uso del decotto medicinale dovrebbe essere limitato a questo periodo;
    2. Lombalgia infusione. Questo strumento è ideale per stabilizzare l'attività cardiaca. Versare due cucchiaini di erbe con un bicchiere di acqua fredda e attendere almeno 12. Strain la bevanda appena preparata e prendere 3 p / giorno per un terzo del bicchiere. Nota importante: è necessario farlo prima dei pasti;
    3. Melissa - calma l'eccitabilità nervosa e cardiaca, contribuisce all'eliminazione dell'insonnia. Da questa erba fragrante, puoi preparare un'infusione che aiuterà il cuore a far fronte ai compiti principali. 1 cucchiaio. cucchiaio di melissa versato mezzo bicchiere di acqua bollente. Avvolgere un contenitore di tè medicinale con un panno caldo e lasciarlo per un po '. Fai un infuso di melissa non più di 4 volte al giorno per 1/2 bicchiere. Non dimenticare di fare una pausa tra i ricevimenti per 1,5 settimane ogni pochi mesi.

    prospettiva

    Dipende dalla gravità della disfunzione e dalla natura dell'aritmia.

    • Per il blocco di primo grado, la prospettiva è buona, poiché le violazioni sono minori, la patologia in questa fase non viene rilevata e il paziente non si lamenta. Non c'è bisogno di cure;
    • Il secondo grado di blocco cardiaco non ha sempre bisogno di cure, ma è importante consultare uno specialista per verificare ulteriori strategie volte a prevenire il passaggio della malattia a uno stadio più serio. Se, a seguito di un esame completo, il cardiologo rileva che il disturbo sta progredendo, potrebbe essere necessario installare un pacemaker;
    • Il terzo grado di blocco cardiaco può causarne l'arresto, quindi la questione dell'installazione di un pacemaker non viene presa in considerazione - è necessaria a livello vivente.

    Per Saperne Di Più I Vasi