Sintomi e trattamento delle malattie vascolari degli arti inferiori

La circolazione del sangue nel corpo avviene come segue: il sangue viene risucchiato nel cuore, e poi viene spinto via dai vasi sanguigni nel corpo. La forza dell'impulso cardiaco è tale che senza perdita si diffonde alla periferia.

I vasi e il cuore formano un sistema chiuso in cui viene mantenuta una certa pressione. Il suo optimum è regolato dall'influenza del sistema nervoso, che reagisce alle emozioni che si presentano in una persona.

Alla periferia non ci sono né arterie né vene: ci sono capillari con una parete così sottile e un lume così piccolo che i globuli rossi la spulciano letteralmente. Al momento del contatto della superficie dell'eritrocito con la parete del capillare si verifica uno scambio: gli eritrociti vengono "scaricati" dall'ossigeno e dalle sostanze per nutrire i tessuti e "caricati" con sostanze tossiche trasportate dal sangue verso gli organi dei sistemi di pulizia.

Su entrambi i lati della rete di capillari, non solo il lume dei vasi cambia: più il cuore è vicino, più ampio, ma appaiono anche segni che dividono gli organi che forniscono il sangue in due tipi: "armatura" muscolare nella parete arteriosa, valvole nelle pareti della vena - barriere al flusso sanguigno verso il basso.

La principale funzione dei vasi sanguigni è il trasporto del sangue: attraverso le arterie verso gli organi, attraverso le vene nelle cavità cardiache.

Secondo la struttura della parete vascolare, le malattie da essa vissute saranno diverse: per le arterie, atrofia delle strutture muscolari e crescita eccessiva del lume, per le vene, stiramento in larghezza, con conseguenti conseguenze.

Navi delle gambe come argomento separato

La particolarità delle gambe è la loro posizione - sono lontane dal cuore il più lontano possibile. Il secondo è la necessità di sollevare il sangue da loro dal basso verso l'alto, contrastando la forza di gravità.

E ancora le gambe sono organi di supporto, che devono sopportare la forza di premere su di loro con tutto il loro peso corporeo. Pertanto, le loro navi dovrebbero avere uno sviluppo più potente rispetto agli organi mano simili, essere allenate al massimo sia per sostenere che per sopportare il carico, che aumenta durante i movimenti.

Da qui l'elenco delle cause delle malattie comuni a entrambe le vene e alle arterie delle gambe. Include un piccolo grado di coinvolgimento degli arti inferiori con:

  • in sovrappeso;
  • stile di vita con un basso grado di mobilità;
  • uno stile di vita eccessivamente attivo, con un carico massimo sulle gambe, può anche causare danni alla parete vascolare, è: sport con carichi di potenza; lavorare con il sollevamento di grandi pesi; lavora con una lunga posizione in piedi.

Di grande importanza sono anche le intossicazioni abituali, le infezioni e le allergie acute croniche e frequenti.

Sia la ridondanza che l'insufficienza del tono vascolare sono spesso causate da stress cronico e malattie del sistema nervoso.
Separatamente, è necessario menzionare la causa particolare delle vene: un determinante genetico in caso di vene varicose, in malattie con patologia della coagulazione del sangue e nelle malattie endocrine.

Malattie vascolari degli arti inferiori:

  • malattie venose sotto forma di vene varicose, flebiti e tromboflebiti;
  • malattia arteriosa della categoria di arterite obliterante, tromboangiite e aterosclerosi vascolare.

Vene varicose

In caso di vene varicose, a causa della combinazione di cause, le pareti delle vene sulle gambe sono tese in modo non uniforme, causando la comparsa di una tipica tortuosità dei loro canali e la formazione di "perline" in caso di una posizione sottocutanea.

Ma la patologia non si limita a un difetto estetico - le vene varicose ostacolano seriamente l'apporto di sangue ai tessuti degli arti inferiori, così come la circolazione del sangue nel corpo nel suo insieme, portando ad aumentare l'insufficienza venosa.

E con il passaggio ad ogni stadio successivo, i sintomi della malattia aumenteranno: dal leggero "rigonfiamento" delle vene sottocutanee delle gambe al quasi completo ristagno di sangue in essi, da piccoli edemi e spiacevoli sensazioni cutanee per completare la perdita di sensibilità di certe aree cutanee, da lieve iperemia a completa distruzione la pelle in questa parte del corpo con la formazione di ulcere trofiche non cicatrizzate.

La malattia non è limitata alla varicosità esterna: si sviluppa parallelamente negli organi pelvici, nell'esofago, nelle vene del sistema testa-collo.

Flebite e tromboflebite - malattie venose pericolose delle gambe

A volte la parete venosa non è solo tesa, ma veramente infiammata, portando allo sviluppo delle flebiti.

I sintomi di questa malattia dei vasi degli arti inferiori saranno come locali:

  • più o meno dolore;
  • iperemia e aumento della temperatura cutanea sull'area dell'infiammazione della vena.

Così comune nella forma

  • brividi;
  • aumento della temperatura;
  • debolezza e vari gradi di malessere sotto forma di mal di testa;
  • nausea e simili.

La vena colpita stessa sembra una striscia rossa densamente densa - un carico doloroso, "disteso" sotto la pelle lungo l'arto, e la tensione della pelle durante i movimenti delle gambe aggrava il dolore.

In caso di infiammazione della vena profonda dell'estremità, il quadro locale sarà opaco, sotto forma di gonfiore di contrasto, focale profondo, la pelle stessa sarà priva di segni di compattazione e acquisirà una tonalità bianco latte.

La flebite non deve essere molto acuta, spesso diventa cronica, non molto violenta.
A causa del danno obbligatorio all'endotelio durante la flebite, il rischio di tromboflebite è alto.

Quindi sul quadro della flebite si sovrappongono i segni di blocco della vena. Può essere completo o parziale. Ma sempre palpabile fisicamente sotto forma di disturbo che accompagna il subfebrile.

Il blocco locale si manifesta con i seguenti sintomi:

  • dolore lungo la vena, aggravato dai movimenti degli arti;
  • edema alle gambe, evidente se confrontato con una gamba sana;
  • la presenza di infiltrati a forma di cordone significativamente dolorosi, chiaramente palpabili nelle vene varicose sottocutanee;
  • la pelle sopra i fuochi è marcatamente iperemica, con una punta di cianosi, lucentezza oleosa, edematosa e dolorosa, calda al tatto.

Un forte gonfiore dell'arto dovrebbe suggerire un'idea di tromboflebite venosa profonda acuta.

In questa malattia, la temperatura corporea sale improvvisamente a 39-39,5 ° C, con brividi, mal di testa, vertigini e palpitazioni, inadeguati al grado di aumento della temperatura. Il dolore agli arti sono entrambi di natura indipendente e aggravati dalla tosse.

Oltre al forte edema dell'arto, l'aspetto della pelle caratteristica della malattia attira l'attenzione. È fortemente teso, pallido, con un disegno di marmo cianotico e freddo.

L'apparenza di un dolore da "kulis" causato dalla palpazione della regione calcaneare-caviglia interna è caratteristica come il dolore quando si comprimono i muscoli del polpaccio per mano e quando il piede è piegato alla schiena.

Sul lato affetto si osserva un indebolimento dell'impulso fino alla completa scomparsa e un aumento dei linfonodi regionali con il loro improvviso dolore. La malattia è raramente curata, diventando spesso cronica.

La flebite degli arti superiori può essere sia infettiva che di natura e può essere il risultato di manipolazioni mediche con le vene.

L'arterite cancella

Il fumo eccessivo porta alla obliterazione dell'endarterite - la sconfitta delle arterie degli arti inferiori da parte di una "schiera continua", per questo motivo il numero di zoppi e camminare su una gamba degli uomini è in costante aumento.

La malattia delle arterie delle gambe è espressa anche da altri sintomi:

  • dolore acuto o bilaterale nel gastrocnemio;
  • sviluppo nei crampi alle gambe;
  • gelo e freddo degli arti anche in una stanza calda;
  • l'emergere e l'aumento della "claudicazione intermittente" con la necessità di riposare mentre si cammina;
  • deterioramento del trofismo cutaneo con la comparsa di crepe profonde e ulcere non cicatrizzate.

Sintomi e trattamento dell'aterosclerosi dei vasi della gamba

In contrasto con la precedente malattia nell'aterosclerosi delle arterie degli arti inferiori, l'ostruzione del flusso sanguigno è creata da depositi sulla parete interna dei vasi - prima con il colesterolo, poi intarsiato con calce.

Le ragioni della violazione non sono solo nel fumo di tabacco e alcolismo nella sua forma cronica, non solo nella dipendenza dalla caffeina sotto forma di caffè e tè forte, ma anche in:

  • abitudini alimentari - nell'abuso di cibi ricchi di grassi con digeribilità facile e veloce, che porta alla rottura del metabolismo del colesterolo;
  • lavoro associato a frequente ipotermia delle gambe, in particolare - i piedi.

Un ruolo altrettanto importante è giocato dalla presenza di ipertensione arteriosa - ipertensione e diabete mellito.

Oltre al restringimento del lume e alla perdita di elasticità, si sviluppa l'incapacità della parete arteriosa alle contrazioni dovute all'atrofia irreversibile dello strato muscolare.

Insieme, questo porta all'emergenza e alla crescita dei sentimenti nelle gambe:

  • freddo sotto le ginocchia in qualsiasi condizione atmosferica e in qualsiasi ambiente;
  • intorpidimento e "formicaio";
  • dolore alle gambe, prima mentre si cammina e poi a riposo.

Sia l'aspetto che la struttura della pelle cambiano: dapprima pallido e freddo, perde gradualmente il pelo e il volume muscolare che cresce su di esso - il diametro delle gambe diminuisce, e poi la pelle diventa fredda - iperemica ed edematosa.

Diagnosi e trattamento

Nella diagnosi di aterosclerosi delle arterie degli arti inferiori, tutto è importante. Da un'approfondita "indagine" sullo stile di vita del paziente e sulla caratterizzazione dell'impulso applicando un dito su punti che sono classici per un arto, a metodi di laboratorio e strumentali per esaminare le sue navi.

Implementato utilizzando i metodi:

  • reovasografia e angiografia;
  • scansione vascolare duplex e dopplerografia;
  • capillaroscopia;
  • decifrare lo spettro lipidico del sangue e studiare gli indicatori del sistema di coagulazione del sangue.

Il trattamento dell'aterosclerosi dei vasi degli arti inferiori comprende entrambe le misure per il trattamento della malattia in generale e quelle volte a combattere le sue manifestazioni puramente private - con complessi lipidici di calcio. La prevenzione della trombosi e il ripristino del flusso sanguigno nelle profondità di queste aree sono anche inclusi nel compito dell'azione medica.

Ma senza una soluzione radicale del problema con una dieta e uno stile di vita, le misure terapeutiche avranno un effetto debole e breve. Pertanto, la partecipazione al programma di riabilitazione dietista è obbligatoria.

Dopo un'attenta ricerca, al paziente viene prescritto un corso obbligatorio di ammissione a casa:

  • Atorvastatina o Atoris, che impediscono al colesterolo di depositarsi sulle pareti arteriose;
  • Aspirina o Cardio Magnetico -Anticoagulanti.

Inoltre, si consiglia vivamente di eseguire regolarmente, almeno due volte l'anno, l'attuazione di infusioni endovenose di Actovegin, Trental, cicli di trattamento con acido nicotinico, se necessario, eparina.

Metodi di trattamento chirurgico dell'aterosclerosi degli arti inferiori:

  • endatectomia: pulizia della parete arteriosa dalle placche sclerotiche che si restringono;
  • stenting: espansione obbligatoria delle aree di costrizione con l'installazione di un telaio di stencil artificiale;
  • smistamento - creando un percorso tortuoso per il flusso sanguigno;
  • sostituzione del sito dell'arteria con una protesi.

Metodi diagnostici e concetto di trattamento

Come con qualsiasi patologia vascolare, se ce n'è una sugli arti inferiori, i metodi di ricerca applicabili stanno usando:

Il trattamento terapeutico delle navi degli arti inferiori mira a:

  • ripristino delle proprietà reologiche del sangue - riducendo la sua viscosità usando i deaggregants: Aspirina, eparina, spesso ignorata da Girudin e altri mezzi;
  • ripristino del danno alla parete vascolare con vari angioprotettori da acido ascorbico e Troxevasin a FANS e glucocorticoidi;
  • innalzamento del tono dei vasi sanguigni in uno stato di circolazione sanguigna di alta qualità nell'arto, adeguato alle esigenze delle sue strutture, sia mediante metodi elettrofisiologici (fisioterapia, massaggio, terapia fisica), sia con effetti psicoterapeutici.

Se è necessario ripristinare la circolazione del sangue in questa parte del corpo, si ottiene con mezzi chirurgici forzati.

Trattamento popolare

I rimedi popolari e le ricette per il trattamento delle malattie vascolari degli arti inferiori sono numerose e varie, hanno vari gradi di efficacia, ma il loro uso richiede un coordinamento obbligatorio con un flebologo, un angiologo o un chirurgo. In qualsiasi situazione, non possono svolgere il ruolo principale e sono applicabili solo come aiuto.

Da vene varicose

Per preparare il tè all'ortica, versare un bicchiere di acqua bollente su un pizzico di erba secca, lasciarlo per un'ora; bere l'infusione durante il giorno, divisa in 3 dosi; il corso è di sei mesi, con una pausa di 2 settimane alla fine di ogni mese.

Per un impacco di aglio, è richiesto l'aglio in buccia bianca, che, dopo la pelatura e la macinatura, viene miscelato con il doppio del volume di burro. La composizione finita è sovrapposta alle aree problematiche delle vene di notte.

Per l'infusione di miele e aglio, è necessario mescolare 350 g di miele e 250 g di aglio tritato sbucciato e insistere sulla composizione per 2 settimane, portarlo con cucchiai tre volte al giorno - uno 40 minuti prima dei pasti per uno o due mesi.

Dall'aterosclerosi delle arterie delle gambe

Aglio nella quantità di 50 g, sbucciato e schiacciato in un mortaio a un impasto, riempito con 1 bicchiere di vodka, tenuto per 1 settimana in un luogo buio (non in frigorifero), agitando metodicamente. Prendi 10 gocce di acqua diluita tre volte al giorno. Dopo una pausa di due mesi, il corso viene ripetuto.

Per eliminare il colesterolo in eccesso, vengono utilizzate le radici del dente di leone, che, essiccate e macinate, consumate, prendendo 1 cucchiaino prima di ogni pasto per sei mesi.

Informazioni sulla prevenzione dei problemi vascolari

Se lo stress è diventato uno stile di vita, e l'esistenza della poltrona con il peso corporeo è diventata un metodo per difendersi o, al contrario, "scappare" negli sport e in altri movimenti di gioco, si può dire addio alla salute delle navi.

Solo misurato non è lento, ma non convulsivo ritmo della vita con la quantità necessaria di movimento, il cibo e il carico sul sistema nervoso è in grado di mantenerli in età avanzata.

Con la comparsa di sensazioni sgradevoli anche insignificanti nelle gambe, devono essere eseguiti test diagnostici, prescritti da un medico specialista - flebologo o chirurgo.

Malattie vascolari delle gambe

Le malattie delle navi delle gambe sono abbastanza comuni. Hanno le loro specifiche, che è associato con la lontananza degli arti inferiori dal cuore e la necessità di sollevare il sangue dal basso verso l'alto. Le malattie vascolari delle gambe sono associate alla loro deformazione, espansione, blocco, contrazione, infiammazione. Il tipo di danno dipende dalla struttura del muro: le vene sono soggette allo stiramento del muro e l'allargamento del lume, l'atrofia muscolare e il restringimento del lume sono caratteristici delle arterie. In connessione con questi cambiamenti, i vasi non possono svolgere le loro funzioni normalmente, la circolazione sanguigna è disturbata, che è gravida di gravi conseguenze, fino all'amputazione degli arti.

motivi

Le patologie vascolari possono essere associate ad alti carichi sugli arti inferiori, ad esempio, negli atleti e nelle persone che trascorrono la maggior parte del loro tempo sulle gambe e con scarsa mobilità. Abitudini negative e nutrizione squilibrata influenzano negativamente le navi. Ha un posto nello sviluppo della malattia e ereditarietà.

Classificazione delle patologie vascolari

Questo gruppo include un numero di malattie che possono essere suddivise in due tipi:

  • Lesioni arteriose: aterosclerosi, endoarterite obliterante e altri.
  • Malattie veneree: dilatazione varicosa, flebiti, tromboflebiti, trombosi.

Aterosclerosi dei vasi della gamba

La malattia si sviluppa gradualmente e si manifesta, di regola, dopo 50 anni. È caratterizzato da un blocco parziale o completo delle arterie con placche di colesterolo.

Le ragioni per i medici includono:

  • Invecchiamento naturale del corpo
  • Il diabete mellito.
  • Dieta scorretta: mangiare cibi ricchi di colesterolo.
  • Fumo.
  • Predisposizione genetica.
  • Sovrappeso, che porta ad un aumento del carico sulle navi.
  • Situazioni stressanti frequenti

I sintomi della malattia sono dovuti a problemi di circolazione del sangue:

  • Arti pallidi, con sfumature bluastre.
  • Intorpidimento delle gambe e gattonare.
  • Chilliness negli arti inferiori sotto il ginocchio.
  • Dolore al polpaccio mentre si cammina e poi a riposo.
  • Compromissione della memoria, vertigini.
  • Lo sviluppo delle malattie cardiache.

La diagnosi viene fatta sulla base della storia del paziente sul suo stile di vita, sulla ricerca strumentale e di laboratorio. Il medico curante prescrive il paziente:

  • Esame del sangue per coagulazione e lipidi.
  • Esame ecografico
  • Angiografia.
  • Kapillyarografiyu.

In caso di aterosclerosi, viene effettuato un trattamento complesso, compresi dieta, farmaci, fisioterapia. Delle droghe, di regola, prescrivono anticoagulanti che prevengono la formazione di coaguli di sangue. Nei casi di significativa chiusura del lume del vaso, può essere indicato un intervento chirurgico (shunt) durante il quale uno shunt viene introdotto nell'arteria per la sua espansione e il ripristino del flusso sanguigno.

Endarterite obliterante

Questa è una delle malattie vascolari più complesse delle gambe. L'endarterite è caratterizzata da un danno alle pareti delle arterie, che porta al loro restringimento (e talvolta alla completa chiusura) e alla compromissione della circolazione sanguigna negli arti inferiori. Di solito con endoarterite obliqua, i cambiamenti si verificano in vasi di grandi dimensioni. Si nota che i fumatori soffrono più spesso. La malattia viene diagnosticata principalmente negli uomini di età compresa tra 20 e 40 anni, le donne praticamente non si ammalano.

Le cause di obliterazione dell'endarterite non sono state stabilite con precisione.

Si presume che l'impulso per lo sviluppo della malattia possa servire:

  • Anomalie del sistema immunitario.
  • Reazioni allergiche
  • Malattie del sangue
  • Fumo.
  • Complicazioni dopo l'intervento chirurgico.
  • Malattie infettive

I principali sintomi dell'endarterite:

  • Difficoltà a camminare e claudicatio intermittente.
  • Forte dolore
  • Affaticamento a bassi carichi.
  • Sensazione di formicolio e intorpidimento alle gambe.
  • Puffiness degli arti inferiori.
  • Cianosi delle gambe
  • Convulsioni.
  • Cambiamenti trofici sulla pelle (secchezza, cessazione della crescita dei capelli, decolorazione).
  • Ulcere trofiche.

La malattia è considerata incurabile. Per alleviare la condizione, i pazienti devono attenersi alle seguenti raccomandazioni:

  • Smettere completamente di fumare e bere alcolici.
  • Evitare l'ipotermia e uno sforzo fisico intenso sulle gambe.
  • Assumere farmaci antinfiammatori e fluidificanti del sangue.

Nei casi più gravi, può essere prescritto un trattamento chirurgico: intervento chirurgico di bypass delle arterie, rimozione dell'area interessata della nave.

Gambe varicose

Si tratta di una malattia molto comune delle vene degli arti inferiori, caratterizzata da una diminuzione dell'elasticità delle pareti venose e insufficienza valvolare, a seguito della quale il sangue ristagna nelle vene, i vasi si dilatano, si allungano, formano nodi prominenti sotto la pelle. La malattia colpisce spesso le donne. Le cause esatte delle vene varicose non sono chiare. I fattori provocanti includono:

  • Predisposizione ereditaria
  • Difetti nelle valvole e debolezza delle pareti venose.
  • Carico significativo sulle gambe.
  • Stile di vita sedentario
  • Accettazione di contraccettivi ormonali.
  • Sovrappeso.

La sintomatologia si sviluppa gradualmente - da manifestazioni più lievi a più gravi:

  • Gonfiore e pesantezza alle gambe la sera.
  • L'aspetto delle vene dei ragni.
  • Dolori e crampi notturni al polpaccio.
  • Sporgenti vene blu sotto la pelle.
  • Prurito della pelle, lo sviluppo di eczema.
  • Cambiamenti trofici (pigmentazione, secchezza e desquamazione, pelle lucida, cessazione della crescita dei capelli).
  • Ulcere trofiche.

La varicosi della gamba è completamente incurabile, ma deve essere controllata, altrimenti si potrebbero sviluppare gravi complicanze. Il trattamento della malattia delle vene delle gambe dovrebbe essere complesso e durare una vita. I metodi terapeutici includono:

  • Assunzione di medicinali e applicazione di unguenti, gel, creme che riducono il dolore e alleviano il gonfiore. Questi sono venotonici, anticoagulanti, farmaci antinfiammatori non steroidei, antiossidanti (Detralex, Phlebodia, Thromboc-ACC, Curantil, Troxevasin, Troxserutin, gel di Lioton, Ginkor-Fort e così via).
  • Indossare una maglia a compressione, che normalizza il flusso di sangue, previene il gonfiore, facilita la condizione.
  • Nutrizione equilibrata e normalizzazione del peso.
  • Rifiuto di bagni e saune, procedure solari e bagni caldi.
  • Esercitare con enfasi sui muscoli del polpaccio, che sono direttamente coinvolti nella spinta del sangue dagli arti inferiori.
  • Evitare seduti o in piedi prolungati.
  • Sollevare le gambe sopra il livello del cuore in qualsiasi occasione (4 volte al giorno per 10-15 minuti).

flebite

Questa è un'infiammazione delle pareti delle vene, seguita da una violazione delle navi e dal deterioramento della circolazione sanguigna. Le cause principali delle flebite sono le seguenti:

  • Vene varicose
  • Malattie infettive
  • Lesioni.
  • La vena interessata si deforma, cresce di dimensioni e diventa densa.
  • La pelle sul sito della nave colpita diventa rossa, la sua temperatura aumenta.
  • Il disagio appare nella gamba interessata, potrebbe gonfiarsi.

La malattia è sia acuta che cronica. Quando la flebite sviluppa spesso tromboflebiti, cioè l'infiammazione delle pareti delle vene viene aggiunta al loro trombo (parziale o completo).

tromboflebite

Questa malattia è caratterizzata da infiammazione delle pareti delle vene con un aumento simultaneo della viscosità del sangue, coaguli di sangue, restringimento del lume dei vasi sanguigni e disturbi circolatori. I coaguli di sangue sono in pericolo di vita, in quanto possono staccarsi e entrare in qualsiasi parte del sistema circolatorio, compresa l'arteria polmonare. Spesso, la tromboflebite degli arti inferiori si sviluppa con le vene varicose, ma ci sono altre ragioni per il verificarsi di patologia:

  • Malattie infettive
  • Lesioni agli arti inferiori.
  • Aumento della coagulazione del sangue.
  • Cambiamenti nella composizione del sangue, ad esempio, a seguito di assunzione di determinati farmaci.
  • Gravidanza e parto.

La tromboflebite sviluppata durante le vene varicose di solito cattura la parte inferiore della coscia e il terzo superiore della gamba. I seguenti sintomi sono annotati:

  • deterioramento generale della salute (malessere, febbre);
  • dolore nell'area della nave colpita, che aumenta con il movimento;
  • arrossamento e lucentezza della pelle nella proiezione della vena interessata;
  • gonfiore di una gamba dolorante e la sua differenza evidente da una sana dimensione;
  • infiltrati nella forma di sigilli di cordino si tentano facilmente.

Il trattamento della tromboflebite consiste principalmente nell'assunzione di farmaci che fluidificano il sangue per prevenire la formazione di coaguli di sangue, con la conseguente inclusione di farmaci anti-infiammatori. In presenza di un trombo, viene indicato un intervento chirurgico durante il quale viene eliminato il blocco della vena. Inoltre, è necessario indossare calze a compressione, l'uso di gel, massaggi, esercizi, migliora la circolazione del sangue nelle vene.

trombosi

L'infiammazione delle vene profonde e la formazione di coaguli di sangue in esse è chiamata trombosi. Un coagulo di sangue si forma rapidamente e, se è attaccato vagamente alla parete della vena, può staccarsi in qualsiasi momento e muoversi lungo il letto vascolare.

Le principali cause di trombosi sono le seguenti:

  • malattia vascolare congenita;
  • disturbi ormonali;
  • gonfiore;
  • lesioni con lesione vascolare;
  • fratture;
  • interventi chirurgici;
  • paralisi dei piedi e paresi;
  • infezioni gravi;
  • sovrappeso.

Inoltre, i fattori provocanti includono:

  • età avanzata;
  • esercizio fisico pesante;
  • stile di vita sedentario;
  • riposo a letto lungo e stato immobile;
  • cattive abitudini (consumo di alcool, fumo).

I sintomi della malattia non sono sempre chiaramente espressi. La trombosi sospetta può essere dovuta ai seguenti motivi:

  • Bursting, jerking, spremere dolore nei giorni della sera.
  • Intorpidimento e brividi nelle gambe.
  • Piede pesante entro la fine della giornata.
  • Gonfiore e aumento del volume dell'arto colpito.
  • Assottigliamento della pelle della gamba malata, pallore e cianosi.
  • Pelle lucida
  • Aumento della temperatura (generale e locale).
  • Riempire le vene superficiali di sangue e pronunciare il loro disegno sotto la pelle.
  • La temperatura dei piedi doloranti è inferiore a quella dei sani.

Il trattamento della trombosi può essere conservativo e operativo. Nel primo caso, i farmaci prescritti nei seguenti gruppi:

  • anti-infiammatori;
  • anticoagulanti di azione diretta e indiretta;
  • enzimi con proprietà trombolitiche;
  • i mezzi che migliorano la microcircolazione e la fluidità del sangue.

Inoltre, viene mostrato un bendaggio elastico o una maglia di compressione.

In conclusione

Le malattie dei vasi delle gambe possono portare a cambiamenti irreversibili, deterioramento della qualità della vita, disabilità e persino morte. Pertanto, è importante trattarli all'inizio dello sviluppo. Ed è ancora meglio impegnarsi nella prevenzione: sbarazzarsi delle cattive abitudini, mangiare bene, mantenere il peso normale, esercitare, evitare lo stress.

Malattia arteriosa periferica degli arti inferiori

La malattia, che è chiamata malattia delle arterie periferiche, si verifica in conseguenza di una violazione del flusso sanguigno nelle arterie che forniscono sangue agli arti inferiori di una persona. Di norma, ciò è dovuto allo sviluppo dell'aterosclerosi nel paziente, a causa della quale troppo poco ossigeno e sostanze nutritive utili penetrano nei tessuti.

Caratteristiche della malattia delle arterie periferiche degli arti inferiori

Le principali manifestazioni della malattia delle arterie periferiche sono la sensazione di disagio o la comparsa di dolore alle gambe quando si cammina. In questo caso, lo sviluppo del dolore può manifestarsi in diverse parti delle gambe. La posizione della dislocazione delle sensazioni del dolore dipende da quali parti delle arterie sono state danneggiate.

A seconda dell'età della persona, aumenta il grado di rischio dei primi segni clinici della malattia. Quindi, se esaminate un gruppo di persone che hanno già settant'anni, in questo caso, la malattia delle arterie periferiche sarà trovata in una delle tre persone. Il rischio di sviluppare la malattia è significativamente aumentato in coloro che fumano o soffrono di diabete.

Cause della malattia arteriosa periferica degli arti inferiori

La causa principale dello sviluppo della malattia arteriosa periferica è sempre l'aterosclerosi. Il più alto rischio di sviluppare questa malattia si verifica in uomini che hanno compiuto cinquant'anni. Nelle donne, la probabilità di sviluppare questa malattia è inferiore.

Gli esperti identificano una serie di fattori che contribuiscono allo sviluppo della malattia arteriosa periferica. In questo caso, il fumo maligno, la presenza di diabete mellito, la costante manifestazione di ipertensione è spesso di importanza decisiva. Le malattie sistemiche portano alla manifestazione di disturbi nel funzionamento del sistema immunitario, che contribuisce alla formazione di anticorpi nel corpo che sono tropici alla parete vascolare.

È anche più probabile che questa malattia si verifichi in persone con alti livelli di colesterolo o trigliceridi e alti livelli ematici di omocisteina. Anche la presenza di obesità in una persona dovrebbe essere allarmante: il rischio aumenta se il peso corporeo supera la norma di oltre il 30%.

Una maggiore probabilità di manifestarsi di questa malattia si verifica in persone che hanno precedentemente avuto problemi con il sistema cardiovascolare. Inoltre, il rischio di contrarre questa malattia è due volte più alto tra le persone dalla pelle scura.

I sintomi della malattia arteriosa periferica degli arti inferiori

I sintomi più pronunciati della malattia delle arterie periferiche si manifestano con il dolore alle gambe mentre si cammina. Tali dolori si verificano in diverse parti dell'arto, a seconda di come e dove sono interessate le arterie delle gambe. Il dolore si manifesta spesso nei glutei, nelle cosce, nelle ginocchia, nei piedi, nelle gambe.

L'aorta è la più grande nave, che è suddivisa in due rami, lungo il quale avviene l'afflusso di sangue agli arti inferiori. In condizioni normali dell'aorta, la superficie è liscia all'interno. Tuttavia, nel tempo, durante la progressione dell'aterosclerosi, placche lipidiche si depositano sulla parete aortica. Di conseguenza, il muro viene compattato, la sua integrità è interrotta, il lume interno si restringe. Tutto ciò porta alla rottura del flusso sanguigno e i primi sintomi della malattia vascolare periferica degli arti inferiori appaiono come conseguenza della crescita di insufficiente afflusso di sangue alle loro navi. Ma è importante prendere in considerazione il fatto che in un periodo relativamente lungo di tempo questo disturbo potrebbe anche non manifestarsi con determinati sintomi. Ma allo stesso tempo, la progressione della malattia continuerà. Senza una diagnosi tempestiva e un trattamento corretto della malattia, alla fine porta a una perdita di un arto. Allo stesso tempo, esiste un rischio molto elevato di manifestazione di alterazioni del flusso sanguigno in altri organi. La malattia può colpire il cuore, il cervello, che è irto di sviluppo, rispettivamente, di infarto miocardico acuto e ictus.

Molto spesso, la claudicatio intermittente si manifesta come un sintomo di aterosclerosi degli arti inferiori. In questa condizione, il paziente avverte dolore o fastidio durante la deambulazione, che scompare a riposo. In alcuni casi, il dolore non appare, ma c'è una sensazione di spremitura, crampi o debolezza nelle gambe. I segni di claudicatio intermittente si manifestano più spesso quando una persona cerca di scalare una collina, salire le scale. Con tale sforzo fisico, aumenta il carico sulle gambe. Dopo un po 'di tempo, c'è una progressione di questo stato: la claudicatio intermittente comincia ad apparire anche a uno sforzo fisico inferiore. Questa condizione è tipica per circa la metà delle persone che soffrono di malattie delle arterie degli arti inferiori. Come altri sintomi di questa malattia, c'è un processo di perdita di capelli sulle gambe, la pelle delle gambe diventa più secca e diventa pallida, la sua sensibilità diminuisce. Se ci sono casi troppo avanzati, possono verificarsi ulcere e annerimento sulle dita dei piedi e intorno a loro.

La gravità della malattia è determinata dall'intensità delle manifestazioni del dolore, dal fatto che siano presenti cambiamenti trofici e da quanto il paziente è in grado di camminare.

Gradualmente significativamente peggiorò il flusso di sangue ai tessuti. In questo caso, stiamo parlando di ischemia critica degli arti inferiori. In questa situazione, il dolore può essere troppo intenso e manifestarsi anche a riposo. Il dolore allo stesso tempo è localizzato dall'anca e alla punta delle dita, e con il più piccolo carico sulle gambe, aumenta notevolmente. Se si verifica un'ischemia grave degli arti inferiori e non è necessario alcun trattamento, il paziente può sviluppare necrosi dei tessuti molli. Ciò porta alla cancrena degli arti inferiori.

Diagnosi della malattia arteriosa periferica degli arti inferiori

Nel processo di diagnosi della malattia delle arterie periferiche, inizialmente uno specialista conduce un'indagine dettagliata del paziente al fine di determinare le caratteristiche della sua salute, i sintomi della malattia. In questo caso, le informazioni sul fumo e sull'ipertensione sono molto importanti. Dopo di ciò, viene eseguita un'ispezione obbligatoria degli arti inferiori e su di essi viene determinato un impulso.

Ci sono alcuni test che ti permettono di determinare con maggiore precisione se c'è un danno alle arterie degli arti inferiori. Questo è un confronto tra pressione sanguigna sulle mani e sui piedi per determinare l'indice caviglia-brachiale, nonché uno studio del contenuto di colesterolo nel sangue e una serie di altri marcatori biochimici di malattie cardiovascolari.

Per confermare pienamente la presenza di questa diagnosi e determinare la natura del danno, è necessario condurre alcuni studi strumentali. Prima di tutto, al paziente viene assegnata un'ecografia ultrasonografica duplex delle arterie, che consente di valutare i parametri del flusso sanguigno e la struttura dei vasi. L'uso di sensori con l'effetto Doppler e il bracciale consente di determinare l'impulso in base al volume di sangue che scorre in diverse parti delle gambe.

Inoltre, al paziente viene prescritta un'angiografia a risonanza magnetica, tomografia computerizzata. Ai pazienti con lesioni molto gravi delle arterie periferiche viene prescritta un'angiografia tradizionale mediante raggi X.

Trattamento della malattia arteriosa periferica degli arti inferiori

Prima di tutto, il paziente a cui è stata fatta una tale diagnosi dovrebbe tenere conto del fatto che il trattamento della malattia delle arterie periferiche deve essere pienamente integrato. Un punto molto importante nel trattamento della malattia è un cambiamento fondamentale nello stile di vita del paziente. È importante considerarlo deliberatamente quando si rileva una malattia in una fase molto precoce, poiché il cambiamento delle abitudini aiuterà a fermare lo sviluppo della malattia. In questo caso, è necessario applicare tutte le misure relative alla prevenzione della malattia arteriosa periferica degli arti inferiori.

C'è anche una terapia farmacologica efficace. Le medicine sono prescritte principalmente per controllare i livelli di colesterolo nel sangue, così come i livelli di pressione sanguigna. Il complesso trattamento delle malattie delle arterie periferiche include l'assunzione di farmaci che riducono le proprietà di aggregazione delle piastrine. Sotto la loro influenza si verifica un assottigliamento del sangue, la comparsa di coaguli di sangue è prevenuta. Se un paziente ha un forte dolore, può essere usato un farmaco antidolorifico.

Nel corso del trattamento è importante monitorare costantemente il livello di attività fisica. In questo caso, è necessario non ridurre, ma, al contrario, aumentare il suo livello. Devi camminare almeno trenta minuti almeno tre volte a settimana. Un tale stile di vita attivo contribuirà a ridurre l'insorgenza dei sintomi.

Tutte queste raccomandazioni sono raccomandabili se la malattia si manifesta in una forma relativamente lieve. In caso di grave danno alle arterie degli arti inferiori, la terapia conservativa non è sempre efficace. A volte uno specialista si ferma sulla necessità di un trattamento chirurgico. L'operazione viene eseguita sia con il metodo tradizionale che con l'uso di moderne tecnologie. Il modo esatto di eseguire un intervento chirurgico è determinato esclusivamente dal medico curante, guidato dalle caratteristiche individuali delle condizioni del paziente. In alcuni casi è consigliabile combinare diversi metodi chirurgici.

Il metodo meno invasivo di trattamento chirurgico della malattia arteriosa periferica è la tecnica di angioplastica e stenting. È usato se le grandi arterie sono state danneggiate. L'angioplastica comporta l'introduzione nel lume arterioso di un catetere flessibile attraverso la vena femorale. Dopo di ciò, entra nel conduttore, consegnando al punto in cui la nave si restringe, un pallone speciale. Gonfiando il palloncino, viene ripristinato il lume normale della nave.

Nei casi più gravi, viene eseguito un intervento chirurgico di bypass delle arterie. Per questo, viene creata una nave aggiuntiva. Su di esso passa il flusso sanguigno, scavalcando l'area interessata dell'arteria. Per uno shunt vengono utilizzate sia le protesi artificiali sia le vene del paziente.

Il metodo dell'endarterectomia comporta la rimozione chirurgica di una placca aterosclerotica. Per fare questo, apri l'arteria. Tuttavia, è importante notare che una tale procedura può interrompere la circolazione generale del sangue attraverso l'arteria. Di conseguenza, la fattibilità dell'uso dell'endarterectomia viene determinata tenendo conto della localizzazione della lesione e del grado di disturbo del flusso sanguigno in una particolare arteria.

Nei casi più gravi, quando il paziente ha già sviluppato cancrena, viene eseguita l'amputazione dell'arto colpito. Questo metodo terapeutico è il più radicale e viene usato quando tutti gli altri metodi di trattamento falliscono. Inoltre, circa il 90% dei pazienti in cui lo sviluppo della cancrena è già iniziato, a condizione che l'amputazione possa essere evitata in tempo per il trattamento effettuato, o che venga eseguita nella quantità più bassa possibile.

Prevenzione della malattia arteriosa periferica degli arti inferiori

Al fine di fornire una prevenzione efficace e di alta qualità di questa malattia, è importante adottare un approccio responsabile al problema dei cambiamenti dello stile di vita. Senz'altro, occorre prestare particolare attenzione alla presenza di fattori di rischio per l'insorgenza di questa malattia. Per prevenire il loro verificarsi, è necessario monitorare regolarmente il contenuto di zucchero nel sangue, se il paziente ha il diabete. È altrettanto importante prendere tutte le misure per ridurre il livello di colesterolo nel sangue, così come la pressione sanguigna. A tale scopo vengono applicati sia i preparati medici che i cambiamenti nella dieta. In particolare, la dieta non dovrebbe includere cibi ricchi di colesterolo, oltre a cibi salati, affumicati, piccanti, cibi ricchi di calorie e grassi saturi. A poco a poco, tutti i grassi animali dovrebbero essere sostituiti con grassi vegetali. In questo caso è estremamente importante eliminare completamente il fumo. Le persone che hanno una tendenza al sovrappeso, è estremamente importante prevenire lo sviluppo dell'obesità. Per fare ciò, è necessario non solo bilanciare la dieta, ma anche introdurre regolari esercizi fisici secondo il normale programma. La camminata quotidiana a piedi contribuirà anche a mantenersi in forma e ad arrestare la progressione della malattia dei vasi periferici degli arti inferiori.

Cause e trattamento delle malattie degli arti inferiori

Le gambe umane svolgono la funzione più importante del movimento. Inoltre, sono loro che trattengono il peso del corpo umano. Questo è il motivo per cui le malattie degli arti inferiori sono duramente tollerate dai pazienti e spesso portano alla disabilità.

Malattie degli arti inferiori

C'è un'enorme quantità di malattie ai piedi. Queste possono essere patologie indipendenti o una conseguenza di altre malattie. Le gambe umane soffrono di lesioni e carichi eccessivi, metabolismo compromesso, malnutrizione, processi infiammatori. Convenzionalmente, le principali malattie delle gambe possono essere suddivise in tre gruppi:

  1. Disturbi vascolari
  2. Danno al nervo
  3. Patologia articolare

Disturbi vascolari

Nelle gambe sono grandi vasi sanguigni - arterie femorali e poplitee, tibiale anteriore e posteriore. Il deflusso di sangue al cuore avviene sulle stesse vene profonde. Anche negli arti inferiori ci sono reti venose superficiali - grandi e piccole vene safeniche.

Possono essere colpite entrambe le arterie con sviluppo di aterosclerosi o obliterazione di endarterite e vene. La malattia della rete venosa delle gambe è chiamata malattia varicosa degli arti inferiori.

Malattia delle arterie

La deposizione di placche aterosclerotiche o il restringimento del lume dei vasi sanguigni dovuto a obliterazione dell'endarterite porta a un alterato flusso sanguigno e al deterioramento dell'apporto di sangue ai tessuti delle gambe. Le cause della patologia arteriosa sono le seguenti:

  • Fumo.
  • Il diabete mellito.
  • Aterosclerosi sistemica
  • Colesterolo aumentato

Inoltre, ci sono altri fattori di predisposizione meno significativi.

Queste malattie delle gambe possono manifestarsi con i seguenti sintomi:

  1. Dolore alle gambe. Può disturbare una persona costantemente o con un certo sforzo fisico.
  2. Gamma di movimento ridotta. Di regola, i disturbi del deambulazione sono causati dal dolore. C'è un termine speciale "claudicatio intermittente", che indica che la zoppia è associata a stress e dolore.
  3. Sensazione di intorpidimento alle gambe.
  4. L'apparizione di sensazioni insolite come il gattonare.
  5. Raffreddamento degli arti inferiori.
  6. Pelle pallida dei piedi.
  7. Formazione di ulcere trofiche a causa di insufficiente apporto di sangue.

Vene varicose degli arti inferiori

Questa malattia è nota alla maggior parte delle persone. Le vene varicose sono vene dilatate, eccessivamente tortuose. Se la rete venosa superficiale è interessata, i vasi sono chiaramente visibili sotto forma di cavi e nodi blu e irregolari.

Le vene varicose possono svilupparsi per i seguenti motivi:

  • Lavoro lungo in piedi o seduto.
  • Sullo sfondo della gravidanza
  • Con l'obesità.
  • Fattori ereditari
  • Patologia displastica dell'apparato valvolare delle vene.

In questa malattia, le vene non rispondono alla loro funzione di drenaggio e, di conseguenza, si sviluppa una violazione della circolazione del sangue nelle gambe.

Possono essere colpite sia le vene profonde che quelle superficiali. Spesso sviluppano processi infiammatori - flebiti. Se la patologia è complicata dalla formazione di coaguli di sangue, allora si chiama tromboflebite.

Le vene varicose si manifestano con i seguenti sintomi:

  • Dolore agli arti inferiori.
  • Stanchezza aumentata
  • Sensazione di pesantezza alle gambe.
  • Disturbi trofici.

trattamento

Il trattamento della patologia vascolare delle gambe dovrebbe essere completo. Il suo volume dipende dalla causa della sconfitta. Con l'aterosclerosi e il colesterolo elevato, una dieta speciale e farmaci sono prescritti per rimuovere questa sostanza nociva. Inoltre, con l'aiuto dei farmaci, le arterie sono dilatate per migliorare il flusso sanguigno.

In caso di vene varicose, è importante assumere farmaci per fluidificare il sangue al fine di prevenire la formazione di coaguli di sangue.

Tuttavia, la più efficace è la sclerosi del lume delle vene o la loro rimozione chirurgica.

Danno al nervo

La patologia del piede causata da danno ai nervi viene chiamata polineuropatia. È quasi un compagno costante di diabete, alcolismo, disordini metabolici, intossicazioni con sostanze nocive.

La polineuropatia si manifesta con disturbi della sensibilità alle gambe, dolore, disturbi dell'andatura.

In questa patologia, viene effettuata la terapia primaria della malattia di base. Questi possono includere i seguenti eventi:

  1. Rifiuto di alcol.
  2. Normalizzazione dei livelli di zucchero nel sangue.
  3. Correzione del metabolismo
  4. Rilevazione di intossicazione con sali di metalli pesanti o altre sostanze e terapia appropriata.

Patologia congiunta

Le malattie articolari del piede sono la patologia più comune nella pratica di medici generici, reumatologi e ortopedici.

La stragrande maggioranza delle persone durante la loro vita ha notato almeno una volta dolore alle articolazioni degli arti inferiori - anca, dolore alle articolazioni del ginocchio, caviglia. Ciò è dovuto al fatto che il peso del corpo umano cade sulle gambe. E, a differenza delle mani, eseguono qualsiasi movimento con un carico di peso significativo.

Con l'inizio di una certa età - 60-70 anni - la patologia delle articolazioni con un esame approfondito può essere trovata in tutte le persone. Questo è collegato con il naturale processo di invecchiamento e con le malattie infiammatorie trasferite e le lesioni alle gambe durante la vita.

La patologia articolare degli arti inferiori può essere suddivisa in due grandi gruppi:

  • artrite
  • Artrosi.

artrite

Malattie infiammatorie delle articolazioni delle gambe si verificano a qualsiasi età. Spesso soffrono e i giovani. Quindi, l'infiammazione acuta dell'articolazione del ginocchio - gonartrite - è il risultato di un'infezione urogenitale o intestinale. Questa patologia è chiamata sindrome di Reiter.

Inoltre, le ginocchia possono essere influenzate da processi reattivi, lesioni, complicanze postoperatorie. A volte l'infezione arriva in quest'area con un flusso sanguigno.

Anche l'artrite alla caviglia è frequente. Questa zona è più suscettibile alle ferite: contusioni, lussazioni, fratture. E l'infiammazione alla caviglia è un evento frequente.

Nelle persone anziane, le persone hanno spesso una malattia metabolica specifica, la gotta. La sua luminosa manifestazione clinica sarà l'infiammazione e il dolore nell'area dell'alluce - la prima articolazione metatarso-falangea. La gotta colpisce principalmente gli uomini e si manifesta con segni tipici di artrite: dolore, gonfiore, arrossamento nella zona interessata. Seguendo il pollice, le articolazioni del ginocchio sono spesso infiammate.

I processi infiammatori nelle articolazioni dell'anca sono molto meno comuni.

A volte le cause di infiammazione delle articolazioni delle gambe si trovano in una malattia sistemica - reumatismi, artrite reumatoide, colite ulcerosa, lupus eritematoso sistemico, sclerodermia.

Di cosa si lamenteranno i pazienti con artrite?

Sintomi di artrite

Il processo infiammatorio nell'articolazione è difficile da confondere con un'altra malattia. L'articolazione si gonfia, la pelle diventa rossa, la temperatura locale aumenta. L'artrite è sempre accompagnata da forti dolori. Il dolore è più spesso acuto e costante, ma aumenta con il movimento. L'area di articolazione, di regola, è deformata a causa dell'edema, aumentata di dimensioni.

Il processo infiammatorio può essere da un lato o simmetricamente influenzare due articolazioni.

Per questa patologia delle gambe è caratterizzata da una violazione della funzione motoria. Questo di solito è zoppicante. Con la sconfitta della caviglia, il paziente può difficilmente salire sulla gamba interessata.

Se il ginocchio è infiammato, è difficile per una persona camminare, salire e scendere le scale. Con la sconfitta dell'articolazione dell'anca qualsiasi movimento delle gambe è difficile e doloroso.

Trattamento dell'artrite

Le malattie articolari dei piedi richiedono un trattamento complesso. Se si basano sul processo infiammatorio, il compito del medico è semplificato. In questo caso, un corso di farmaci antinfiammatori non steroidei è di solito sufficiente. Questi includono i seguenti farmaci:

I farmaci anti-infiammatori sono sotto forma di gel, unguenti, compresse e iniezioni. Il trattamento di solito inizia con le forme locali e, se inefficace, passa ad altre opzioni.

A volte è necessario utilizzare ormoni steroidei (prednisolone, metilprednisolone, polcortolone) e citostatici (metotrexato) per alleviare l'infiammazione acuta e grave. Tuttavia, tale terapia non sicura è giustificata solo nel caso di malattie autoimmuni ed è prescritta da un reumatologo.

Nella sindrome di Reiter, è importante eliminare la causa della patologia, per questo viene effettuato un trattamento antibatterico.

artrosi

Artrosi: alterazioni degenerative delle articolazioni delle gambe. Nella maggior parte dei casi, questi sono processi di età. Tuttavia, sotto l'influenza di alcuni fattori, l'artrosi può verificarsi anche tra i giovani. Questi includono:

  1. L'obesità.
  2. Scambiare violazioni.
  3. Lavoro monotono seduto o in piedi.
  4. Artrite persistente per tutta la vita.
  5. Frequente super raffreddamento
  6. Eccessivo sforzo fisico o pronunciata ipodynamia.
  7. Disturbi alimentari, mancanza di calcio nel cibo.

La distruzione delle articolazioni si verifica a causa della mancanza di calcio, a causa di una diminuzione della produzione di liquido sinoviale, che svolge il ruolo di un lubrificante interno. Se le superfici di articolazione iniziano a toccarsi, ciò provoca escrescenze marginali di osso - osteofiti.

Molto spesso, l'artrosi colpisce le ginocchia. Queste articolazioni nel corso della vita sperimentano un carico molto grande sia in termini di peso che di movimento. Pertanto, la gonartrosi è una patologia comune nella pratica del medico.

Spesso anche articolazioni dell'anca con lo sviluppo di coxartrosi. La malattia si verifica spesso sullo sfondo di una patologia predisponente - displasia dell'anca. La coxartrosi in molti casi si traduce in una disabilità per il paziente.

Nei processi degenerativi, i pazienti presentano una serie di disturbi specifici.

Manifestazioni di artrosi

Il quadro clinico delle lesioni degenerative delle articolazioni delle gambe è in qualche modo simile all'artrite. I pazienti sono anche preoccupati per il dolore e le passeggiate alterate. Tuttavia, questi sintomi si sviluppano gradualmente nel corso di molti anni. All'inizio della malattia, sono scarsamente espressi e solo con il tempo il dolore diventa intenso e la zoppia progredisce.

L'artrosi non è caratterizzata da arrossamento della pelle e un aumento locale della temperatura, questo è osservato durante l'esacerbazione del processo o l'adesione di artrite.

Nei cambiamenti degenerativi-distrofici, le articolazioni si deformano, diventano grumose e possono essere dolenti al tatto.

Terapia dell'artrosi

Il trattamento dell'artrosi è un processo più complicato e lungo. Per il sollievo dal dolore, gli stessi farmaci anti-infiammatori sono usati come nell'artrite.

Tuttavia, con questa patologia, è altrettanto importante fermare il processo di degenerazione dell'articolazione. Questo risultato è ottenuto con l'uso di condroprotettori - farmaci che proteggono e riparano la cartilagine. I più famosi tra loro sono:

I metodi moderni includono la terapia congiunta con i preparati di acido ialuronico che aiutano a ripristinare la giusta quantità di lubrificazione sinoviale.

Inoltre, nel trattamento dell'artrosi, vengono utilizzati con successo i metodi fisioterapici - terapia magnetica, ultrasuoni, elettroforesi.

Anche l'allenamento fisico è di grande importanza. Il movimento costante stimola la produzione di liquido sinoviale e il ripristino della cartilagine articolare.

Per Saperne Di Più I Vasi