Distonia neurocircolatoria

La distonia neurocircolatoria (NDC) è una malattia cronica caratterizzata da una varietà di manifestazioni cliniche dell'apparato respiratorio, dell'apparato digerente e, soprattutto, del cuore e dei vasi sanguigni. Il paziente è preoccupato per la sindrome astenica, la fatica sullo sfondo di eseguire anche un semplice complesso di ginnastica, una forte suscettibilità a situazioni stressanti.

La malattia di solito si manifesta in giovane età o negli adolescenti, più spesso tale diagnosi viene fatta alle donne (i medici attribuiscono questo a frequenti fluttuazioni nel contesto ormonale). Secondo la classificazione interospedaliera dell'ICD, alla decima revisione della patologia è stato assegnato il codice F45 (le ultime cifre del codice sono specificate dopo l'esame del paziente).

Cause di disturbi patologici

A seconda della causa della comparsa dei sintomi e della patogenesi della distonia neurocircolatoria, esistono due tipi: primario e secondario. Nello sviluppo della forma primaria di patologia, il ruolo principale è giocato dai disturbi nell'interazione della regolazione nervosa e umorale. Secondaria appare sullo sfondo di una varietà di malattie sistemiche di solito croniche. Le cause del disturbo neurocircolatorio della distonia del primo tipo sono:

  • shock mentale;
  • sovraccarico di nervi;
  • esposizione lunga e regolare al sole;
  • stanchezza;
  • deprivazione e stanchezza cronica del sonno;
  • dieta sbagliata e dieta, mancanza di vitamine;
  • il fumo;
  • consumo eccessivo di alcol, bevande toniche.

La distonia neurocircolatoria secondaria è associata a malattie neurologiche ed endocrine. Inoltre, questa patologia si verifica spesso quando vi è un focolaio di una infezione lenta corrente. Un primo esempio è la tonsillite. Questo tipo di malattia è anche associato a cambiamenti ormonali durante la pubertà, la menopausa, la gravidanza.

Il meccanismo della malattia

La distonia neurocircolatoria è una malattia multifattoriale, la sua patogenesi non è completamente conosciuta oggi. Parlando brevemente, senza entrare nella terminologia medica complessa, tutti i processi nel corpo umano sono regolati da un complesso sistema di plessi nervosi, dalla produzione di numerosi ormoni e altre sostanze biologicamente attive. Queste risposte vegetative sono gestite nella corteccia cerebrale. La rottura di queste funzioni porta a un fallimento nell'interazione dei sistemi simpatico e parasimpatico, in parole semplici: i processi di rilassamento e tensione.

Nel corso del tempo, tali violazioni sono "fisse" a livello del cervello. Questo porta ad un prolungato decorso cronico di distonia neurocircolatoria. Inoltre, il processo di diagnosi è ostacolato a causa della mancanza di segni clinici di danni agli organi interni. Nel corso del tempo, i disordini vegetativi si uniscono a disturbi psico-emotivi pronunciati, simili nella sintomatologia clinica alla nevrosi.

Decorso clinico della distonia neurocircolatoria in tipo cardiaco

La distonia neurocircolatoria di questo tipo è caratterizzata da un disagio di sinistra dietro lo sterno, una sensazione di palpitazioni e pulsazione. Questo lascia il posto a sentimenti e interruzioni nel lavoro del cuore. Spesso, i pazienti lamentano mancanza di respiro, sintomi spiacevoli associati alla mancanza di aria, a causa della quale si deve prendere un profondo respiro forzato. Tipico è il verificarsi di dolore acuto nello sterno, accompagnato da tachicardia (fino a 200 battiti al minuto) o battiti e pressione arteriosa. La bradicardia e l'ipotensione si verificano molto meno frequentemente.

Con un attacco simile, la voglia di urinare diventa più frequente. Nel corso del tempo, il dolore dietro lo sterno acquisisce una natura protratta, e il loro aspetto e intensità non sono associati allo sforzo fisico. Questo distingue il dolore nella distonia neurocircolatoria da sintomi simili nell'ischemia miocardica. Il disagio espresso non viene fermato da compresse di validolo, nitroglicerina e altri farmaci simili in azione. È interessante notare che non ci sono cambiamenti nemmeno sull'elettrocardiogramma.

C'è bluess della pelle, sudorazione eccessiva, possibile febbre di basso grado a lungo termine. Per i pazienti con una diagnosi simile è caratterizzata da un sintomo come il dermografismo. Questa è una reazione patologica della pelle che sembra un alveare, con un impatto minimo. La prognosi di questa forma di distonia neurocircolatoria è favorevole, ma se non trattata, il rischio di sviluppare IHD è elevato, accompagnato da processi degenerativi nel muscolo cardiaco.

Il quadro clinico della distonia neurocircolatoria nel tipo ipertensivo

Nei pazienti con questa diagnosi, si osservano picchi periodici di pressione sanguigna fino a 140 mm Hg. E nella maggior parte dei casi, i pazienti stessi non lo sentono. Occasionalmente, tali attacchi sono accompagnati da grave debolezza, vertigini e nausea. I seguenti sintomi si verificano più spesso:

  • mal di testa simile a un'emicrania;
  • diminuzione delle prestazioni, debolezza, affaticamento;
  • disturbi del sonno;
  • disagio a sinistra dietro lo sterno;
  • colore delle labbra blu;
  • vampate di calore, accompagnate da sudore freddo, palme;
  • impulso instabile con tendenza alla tachicardia.

A volte la dinamica dei sintomi clinici può essere identificata solo con una misurazione regolare della pressione sanguigna. I pazienti hanno notato un moderato aumento del valore superiore (fino a 130-150 mm Hg) con un indicatore inferiore relativamente basso. Non eccede 95 mm Hg. Una caratteristica distintiva è la differenza nei valori di pressione sulla mano dell'avambraccio destro e sinistro.

Sintomi clinici di distonia neurocirculatory su tipo hypotensive

A differenza della forma ipertensiva della malattia, questa forma di patologia è accompagnata da una diminuzione principalmente dell'indice sistolico - a 95 - 100 mm Hg. La pressione arteriosa diastolica è solitamente compresa nell'intervallo 60-70 mm Hg. Questa condizione è accompagnata da una grave sindrome astenica e prestazioni ridotte.

Nei pazienti con una diagnosi di pelle chiara, spesso si bloccano, notano un raffreddamento delle mani e dei piedi. Per i pazienti con forma ipotonica di distonia neurocircolatoria, l'irritabilità aumentata e l'instabilità emotiva sono caratteristiche. Spesso c'è un'aritmia sul tipo di bradicardia. Abbastanza spesso, le varianti di patologia mista si sviluppano, ad esempio, ipertensive cardiache o ipotensive cardiache. Quando ciò accade, una combinazione di manifestazioni cliniche di entrambe le forme.

Tipi sintomatici di distonia neurocircolatoria

C'è un'altra classificazione della distonia neurocircolatoria. Esistono diversi tipi di malattia in accordo con il decorso clinico. La sindrome cardiaca è accompagnata da disagio al petto, palpitazioni e pulsazione in tutto il corpo, attacchi di tachicardia ed extrasistole. Nella forma respiratoria della distonia neurocircolatoria prevalgono la sensazione di mancanza d'aria, respirazione rapida, sensazione di nodulo alla gola, respiri profondi spontanei.

Il tipo disdinamico della malattia si verifica sullo sfondo delle fluttuazioni della pressione sanguigna (ipo e ipertensione). Il sintomo principale di un tipo termoregolatore è un aumento (in genere non superiore a 38 °) o una diminuzione (fino a 35 °) della temperatura. Inoltre, i suoi indicatori possono differire se misurati nell'asilo destro e sinistro. Nel quadro clinico della distonia neurocircolatoria, i sintomi dispeptici sono dominati dai sintomi dell'apparato digerente. Questi sono dolore addominale, nausea, vomito, eruttazione e costipazione a causa di una violazione della funzione motoria dell'intestino.

Molto spesso, si verifica una forma astenica della malattia. Questa sindrome è caratterizzata da debolezza, affaticamento, irritabilità, mal di testa e disturbi del sonno. In molti pazienti, la distonia neurocircolatoria, indipendentemente dalla sua forma, si verifica con crisi simpato-surrenali. Paura inspiegabile, tremore, sensazione di mancanza d'aria, brividi, vertigini, vampate di calore o freddo.

Il paziente lamenta segni di ipertensione, intorpidimento delle mani o dei piedi. Inoltre, c'è pallore pronunciato o, al contrario, iperemia della pelle. Spesso, parallelamente alle crisi, inizia un attacco di panico, accompagnato da una forte paura della morte. I segni simili sono annotati in approssimativamente il 10% di pazienti.

Esistono anche diversi tipi di decorso clinico della malattia. Questa è una distonia neurocircolatoria ricorrente (ondulante) e continua (omogenea). Per il cambiamento caratteristico dell'onda di periodi di esacerbazione della remissione persistente. Con una forma continua di patologia, l'intensità dei segni clinici non si indebolisce, ma aumenta gradualmente. Inoltre, questo processo potrebbe richiedere diversi anni.

Caratteristiche del corso nell'infanzia e nell'adolescenza

Secondo le statistiche mediche, fino al 30% degli adolescenti soffre di distonia neurocircolatoria di diversa gravità. In alcuni casi, la ragione di ciò è la carenza di ossigeno del bambino durante la gravidanza e il parto, varie malattie del bambino durante l'infanzia. La situazione è aggravata dalla pubertà. Lo sviluppo della regolazione nervosa ed endocrina semplicemente non "matura" con il rapido sviluppo e la crescita degli organi interni.

A questa età, la distonia neurocircolatoria si verifica raramente con crisi simpato-surrenali. Ma il bambino si lamenta di pesantezza al petto, disturbi nel ritmo della respirazione. Allo stesso tempo, la pressione sanguigna può aumentare o diminuire, si nota tachicardia. Lo studente diventa un conflitto, capriccioso, rapidamente stanco e si lamenta di una diminuzione della memoria. Il bambino ha problemi con l'assimilazione del materiale educativo, in connessione con questo a volte ci sono capricci.

Di grande importanza è il fatto che i bambini con una diagnosi simile tollerano molto poco l'esercizio e li evitano. Allo stesso tempo, lo stato psicologico degli adolescenti, che si considerano malati e si aggravano con gli altri, è aggravato. E la riluttanza a eseguire il minimo necessario di esercizi porta ad un'ulteriore progressione della malattia. In alcuni casi, per correggere una tale condizione, oltre alle pillole, è necessario consultare uno psicologo qualificato.

Metodi per diagnosticare la patologia

Identificare questa malattia non è facile. Infatti, la distonia neurocircolatoria viene diagnosticata solo eliminando le patologie rimanenti del sistema cardiovascolare, nervoso, respiratorio e persino dell'apparato digerente. Pertanto, il paziente dovrà superare molti test e sottoporsi a un esame completo. Per un dottore sono necessari:

  • analisi generale, biochimica del sangue, delle urine;
  • elettrocardiogramma ed ecocardiografia con doppler, vale la pena notare che la rimozione dell'ECG standard non mostrerà deviazioni. Pertanto, gli indicatori vengono fissati quando la posizione del corpo del paziente cambia (test ortostatico), dopo mezz'ora di movimenti respiratori (test fisiologico) sullo sfondo della somministrazione di preparati di potassio e bloccanti β-adrenergici (test antidroga);
  • Ultrasuoni degli organi interni;
  • studio della concentrazione degli ormoni sessuali, della funzione tiroidea e delle ghiandole surrenali;
  • radiografia del torace o fluorografia;
  • test di carico (monitoraggio del lavoro del sistema cardiovascolare sullo sfondo di attività fisica controllata).

Durante il periodo di esacerbazione della malattia, metà dei pazienti ha disturbi dolorosi durante la palpazione dei muscoli intercostali. Quasi il 70% dei pazienti con auscultazione sente un debole soffio sistolico. Un sintomo caratteristico è anche la differenza di temperatura corporea e pressione sanguigna quando misurata sulla mano destra e sinistra. Consultazione obbligatoria di un cardiologo e un neurologo.

Trattamento farmacologico della distonia neurocircolatoria

I medici ritengono che il trattamento debba essere prescritto nella fase di esame clinico del paziente e ai primi segni di ansia e depressione. Ma l'uso di psicofarmaci sintetici può distorcere le manifestazioni della distonia neurocircolatoria e complicare significativamente il processo di diagnosi. Pertanto, la preferenza è data ai rimedi a base di erbe (valeriana, melissa, motherwort). E solo con l'inefficacia di tale terapia, che si manifesta con la progressione della depressione e dell'ansia, è mostrato l'uso di tranquillanti. Questo è:

  • Il diazepam (Relanium) è prescritto per frequenti crisi simpatourgrenali alla dose di 2,5 - 5 mg 2 - 3 volte al giorno, con un attacco di panico, è possibile una singola dose di 10 mg del farmaco;
  • Fenazepam, 1 compressa da 0,5 mg tre volte al giorno;
  • Rudotel (Menazepam), 10 mg 3 volte al giorno;
  • Bellaspon da 1 a 2 compresse fino a tre volte al giorno.

Il corso del trattamento con tranquillanti di solito non supera le 4 settimane. Negli ultimi anni sono stati utilizzati prodotti meno efficaci ma più sicuri, che possono essere acquistati anche senza prescrizione medica. Questi sono Afobazol (10 mg tre volte al giorno) e Tenoten. Quest'ultimo farmaco, a differenza del resto, può essere preso per trattare la distonia neurocircolatoria in un bambino.

Con la depressione in combinazione con la sindrome astenica, la medicina moderna viene prescritta con il minimo rischio di reazioni indesiderate di Prozac. Inizialmente, questo strumento ha acquisito ampia popolarità in paesi stranieri e ora viene applicato con successo da specialisti nazionali. Il dosaggio degli antidepressivi è selezionato individualmente. Inizia con metà della quantità raccomandata, quindi la dose viene aumentata all'ottimale, tenendo conto delle peculiarità delle condizioni del paziente. Dopo 4 - 6 settimane, viene gradualmente ridotto per completare la cancellazione.

Recentemente, l'uso di farmaci nootropici ha dato particolare importanza al rilievo e alla prevenzione di vari gradi di gravità delle crisi di distonia neurocircolatoria. Ciò consente non solo di ottenere un effetto clinico pronunciato, ma anche di evitare effetti collaterali derivanti dall'assunzione di tranquillanti e antidepressivi. I farmaci in questo gruppo hanno un effetto positivo sulle funzioni cognitive, migliorano i processi di memoria, aumentano la resistenza del cervello all'ipossia e allo stress emotivo. Di solito, Pantogam Aktiv, Cinnarizin, Vinpocetine è prescritto. Il dosaggio è anche selezionato individualmente.

Metodi tradizionali di trattamento della distonia neurocircolatoria

Nelle fasi iniziali, la distonia neurocircolatoria risponde bene al trattamento con una varietà di decotti e infusi a base di erbe. La medicina alternativa offre molte ricette per rimedi curativi. Ma il loro uso richiede cure speciali, mentre l'aggravamento delle manifestazioni cliniche della malattia richiede l'uso di antidepressivi più potenti. Per l'ipossia neurocircolatoria con sindrome ipotonica, si raccomandano le seguenti tariffe:

  • 5 cucchiai. Erbe iperico, 2 cucchiai. erba alpinista uccello, 3 cucchiai. fragole erba (l'erba deve essere raccolta in primavera durante la fioritura) e rosa canina, 1 ° giorno foglie di ortica e lamponi. Circa 30 - 40 g della miscela versare mezzo litro di acqua bollente. Insistere in un thermos o in un luogo caldo per 5 - 8 ore. Prendi 100 ml 40 minuti prima dei pasti per 3 - 4 mesi.
  • 7 cucchiai. Erbe iperico, ½ cucchiaio. radice di calamo, 1 cucchiaio. erbe verbena, poligono e menta, 2 cucchiai. origano, ½ cucchiaio. bacche di ginepro, 3 cucchiai. rosa canina. Per la notte di 30-40 g di raccolta, versare 0,5 litri di acqua bollente, insistere e bere il giorno successivo in due o tre dosi prima dei pasti.
  • Prendi un cucchiaio di frutta biancospino, foglie di ortica, radici Rhodiola e rosa canina, ½ cucchiaio. Iperico d'erba. 10 g di miscela di infusione 200 ml di acqua calda. Prendi 1/3 di tazza tre volte al giorno, mezz'ora prima dei pasti.

Quando l'ipertensione arteriosa aiuterà la palude, la menta, il trifoglio dolce, la melissa, la valeriana, l'erba madre, il luppolo. Se compare un disagio, un cucchiaio di una qualsiasi delle erbe elencate deve essere versato con un bicchiere di acqua bollente, raffreddato, filtrato e bevuto durante il giorno 15 minuti prima dei pasti. Sostituire i farmaci nootropici possono fruttificare la citronella. Basta mangiare 1 bacca tre volte al giorno.

La tintura di Ginseng aiuterà ad alleviare i sintomi della distonia neurocircolatoria. Si consiglia di prenderlo da ottobre a maggio, 15 gocce 3 volte al giorno. Un ottimo adattogeno è l'infusione di Eleuterococco. Può essere acquistato in farmacia o preparato da te (40 g di radici per 0,5 litri di vodka). Bere ½ cucchiaino tre volte al giorno per 30 minuti prima dei pasti.

Trattamento fisioterapico sedativo della distonia neurocircolatoria

Prendere tranquillanti e antidepressivi per lungo tempo è controindicato a causa di effetti collaterali pronunciati. Pertanto, lo strumento principale per il trattamento di varie sindromi nella distonia neurocircolatoria è la fisioterapia. Ha un lieve effetto sul corpo e non ha praticamente effetti collaterali. Prescrivo procedure specifiche secondo le raccomandazioni del medico, in base al valore della pressione arteriosa, dell'impulso e di altri indicatori del cuore, dei vasi sanguigni e del sistema endocrino.

L'effetto sedativo ha elektronosterapiya. L'impatto delle correnti pulsate aiuta a ridurre l'ipertonicità delle strutture corticali del cervello, ripristina il normale funzionamento del sistema nervoso periferico. Ogni sessione dura fino a mezz'ora. Si consiglia di ripetere la procedura ogni giorno per due settimane.

I bagni di bromo sono utili. Gli ioni di iodio e bromo "inibiscono" la conduzione degli impulsi attivi del sistema nervoso centrale e, inoltre, ripristinano il funzionamento della ghiandola tiroidea. Tale idroterapia ha un effetto benefico sullo stato funzionale del cuore e dei vasi sanguigni. Il vantaggio di questo metodo è la buona tollerabilità dei pazienti anziani.

I bagni di conifere "funzionano" secondo lo stesso principio. E possono essere preparati a casa. Estratto di aghi in polvere o bricchette venduti in farmacia. Il bagno richiederà 50 g, temperatura dell'acqua - 35 - 37 °. Il corso del trattamento prevede fino a 20 procedure, ciascuna della durata massima di 15 minuti. Puoi fare il bagno ogni giorno e ogni altro giorno.

In caso di grave nevrosi, è indicata l'elettroforesi farmacologica di sedativi, tranquillanti, neurolettici e antidepressivi. Queste sono soluzioni di bromuro di potassio, solfato di magnesio, elio, aminazina, aloperidolo nella dose massima per un singolo uso. Gli elettrodi si impongono sull'area occipitale o sul colletto. I medici notano che in questa malattia il funzionamento del sistema nervoso periferico normalizza la procedura di darsonvalizzazione locale della testa.

Fisioterapia tonificante

I bagni a contrasto sono una delle più efficaci fisioterapie toniche. La stimolazione della temperatura dei recettori cutanei sensibili alla temperatura attiva la sintesi ormonale. Questo accelera la trasmissione degli impulsi nervosi e migliora lo stato funzionale generale del tronco e dei vasi periferici. I bagni di contrasto passano alternativamente. Innanzitutto, la temperatura dell'acqua è 35 - 40 ° per 2 - 3 minuti, quindi - 17 - 26 ° per 1 minuto.

Ripeti da 3 a 6 volte e la procedura è sempre finita con acqua fredda. I bagni di contrasto fanno due volte a settimana per un mese. Non meno efficace è una doccia circolare. Gli effetti meccanici sui recettori cutanei stimolano il sistema ipotalamico-ipofisario e attivano i meccanismi compensatori del sistema nervoso autonomo. La procedura di solito inizia con una temperatura dell'acqua di 34-36 °, quindi gradualmente abbassata a 25 °. Il corso del trattamento consiste in 20 sessioni giornaliere.

Molti pazienti preferiscono la doccia scozzese. Questa tecnica consiste nell'alternare gli effetti di getti di acqua calda (fino a 45 ° per 30-60 secondi) e fredda (fino a 10 ° per 20-40 secondi). La durata totale della procedura è da 3 a 5 minuti. Nelle fasi iniziali della fisioterapia, la differenza nella temperatura dell'acqua è minima, quindi gradualmente aumenta. Puoi anche fare la doccia a getto Charcot. La tecnica della sua esecuzione e il principio di funzionamento sono simili a quelli circolari.

Per stimolare il sistema nervoso si consiglia inoltre di visitare la sauna una volta alla settimana (ovviamente, in assenza di controindicazioni). A volte i medici prescrivono l'elettroforesi di stimolanti del flusso sanguigno cerebrale. Utilizzare una soluzione di caffeina, teofillina, cavinton. Insieme con bagni a contrasto può essere preso e perla. Le bolle d'aria in aumento stimolano l'attività del sistema nervoso vegetativo. Utile anche prendere il sole e fare lunghe passeggiate all'aria aperta.

Fisioterapia vasodilatatore e vasocostrittore

Con l'ipertensione mostra l'effetto della corrente continua. La procedura è chiamata tecnica di zincatura Shcherbak. Le sessioni si svolgono per 7-10 giorni, la loro durata non supera i 15 minuti. I bagni di cloruro di sodio aumentano il flusso di calore e il flusso sanguigno nella pelle, normalizzano il lavoro del sistema simpato-surrenale. Di conseguenza, diminuisce la resistenza vascolare periferica totale e, di conseguenza, la pressione sanguigna. Le procedure vengono eseguite due volte a settimana con una temperatura dell'acqua di 35 - 36 °, il numero totale è di 10 bagni.

I bagni di trementina agiscono in modo simile. Possono anche essere fatti a casa al ritmo di 30 - 40 ml di un'emulsione bianca per bagno. Dovrebbero essere presi ogni sera per 8-10 minuti in 10 giorni. Per abbassare la pressione sanguigna è anche prescritta la darsonvalizzazione dell'area del collo (15 sedute di 10 minuti). Nella distonia neurocircolatoria con sindrome ipotonica, è indicata l'elettroforesi con una soluzione di adrenalina, mesatone o efedrina.

Fisioterapia, ha un effetto tonificante sul corpo

Indipendentemente dal decorso clinico con distonia neurocircolatoria, è necessaria la normalizzazione del sistema nervoso autonomo. A tal fine, ai pazienti vengono prescritti bagni di anidride carbonica secca. La loro azione principale è volta a ripristinare il normale flusso sanguigno nei vasi periferici e a saturare i tessuti con l'ossigeno. La concentrazione di biossido di carbonio durante la procedura - 15%, temperatura - 28 °, durata - fino a 30 minuti. Il corso di trattamento consiste di 10 - 12 bagni.

Con l'aumento dei sintomi clinici, sono necessari alcuni farmaci. Ma la somministrazione percutanea è molto più efficace e più sicura di quella orale o parenterale. Applicare vari farmaci. In primo luogo - è l'acetilcolina, la carbocholina, l'aceclidina, l'esonium, la pentamina e altri. Soluzioni utilizzate per le applicazioni nell'area del colletto. L'elettroforesi della vitamina B6 (piridossina) ha un effetto sedativo sulla mucosa nasale.

Nella distonia neurocircolatoria con un sintomo cardialgico, è necessaria la darsonvalizzazione della regione pericardica. Oltre agli effetti positivi sul sistema nervoso autonomo, questa procedura allevia il dolore nella regione del cuore. Le sessioni vengono svolte ogni giorno, per 4 - 6 minuti per due settimane. L'effetto antiaritmico ha un'elettroforesi del 2 - 5% di soluzione di cloruro di potassio per 12 minuti. Sono mostrate un totale di 10 procedure.

Più recentemente, la fotocromoterapia visiva selettiva è stata utilizzata per ridurre il livello generale di eccitabilità del cervello. Il metodo si basa sulla dimostrazione della radiazione di un particolare colore su un paziente. Quindi, il rosso e l'arancione hanno un effetto tonico, e il blu e il viola, al contrario, sono rilassanti. Non sottovalutare la fito-aromaterapia. L'inalazione di varie sostanze aromatiche cambia anche il tono delle aree sottocorticali del cervello.

La fisioterapia è controindicata nel periodo di esacerbazione della distonia neurocircolatoria, così come in presenza di alcune altre malattie associate. Oltre al trattamento principale, è necessario cambiare e stile di vita, specialmente negli adolescenti. I medici raccomandano vivamente di smettere di fumare e di consumare alcolici. È richiesta l'attività fisica Con questa malattia, gli sport di squadra, il ciclismo, lo sci sono molto utili. I bambini sono invitati a provare la terapia con i delfini o l'ippoterapia.

Distonia neurocircolatoria

La distonia neurocircolatoria (NCD) è un complesso di disturbi del sistema cardiovascolare di natura funzionale che si sviluppa a seguito di una regolazione neuroendocrina compromessa. La distonia neurocircolatoria ha una genesi polieiologica, è accompagnata da una varietà di varie manifestazioni, principalmente cardiovascolari, che si manifestano o aggravano sotto l'influenza di influenze stressanti, differiscono per un decorso benigno e una prognosi soddisfacente.

Distonia neurocircolatoria

La distonia neurocircolatoria viene talvolta indicata in letteratura come "nevrosi del cuore", "astenia neurocircolatoria", "cuore eccitabile". È accettato distinguere tra due tipi di disordini funzionali del sistema cardiovascolare: distonia vegetativa-vascolare e neurocircolatoria. Distonia vegetativa-vascolare unisce varie manifestazioni di disfunzione vegetativa che accompagnano le lesioni organiche del sistema nervoso, endocrino e altri. La distonia neurocircolatoria è una forma nosologica indipendente con eziologia, patogenesi, sintomi e prognosi e differisce in una serie di caratteristiche dalla disfunzione autonomica. Le caratteristiche distintive della distonia neurocircolatoria sono la predominanza delle manifestazioni cliniche dei sintomi cardiovascolari, la natura funzionale primaria della regolazione vegetativa alterata e la mancanza di connessione con la patologia organica, inclusa la nevrosi.

Neuroscienze, cardiologi e medici generici spesso incontrano distonia neurocircolatoria. Tra i pazienti con profilo cardiologico e terapeutico, la NCD si verifica nel 30-50% degli individui. La disfunzione neurocircolatoria può svilupparsi a diverse età, ma è più comune nei giovani, per lo più donne, che ne soffrono 2-3 volte più spesso degli uomini. La malattia si sviluppa raramente in persone di età inferiore ai 15 anni e di età superiore a 40-45 anni.

Classificazione della distonia neurocircolatoria

Secondo le forme eziologiche, si distinguono la distonia essenziale (costituzionale ereditaria), psicogena (nevrotica), infettiva-tossica, disormone, mista, neurocircolatoria e NDC di sovraffollamento fisico.

A seconda della principale sindrome clinica secondo la classificazione di V.P. Nikitin (1962) e N.N. Savitsky (1964), si distinguono quattro tipi di distonia neurocircolatoria: cardiaca (con un disturbo cardiaco predominante), ipotensiva (con una diminuzione predominante della pressione arteriosa), ipertensiva ( con un aumento predominante della pressione sanguigna), misto (combina violazioni della pressione sanguigna e attività cardiaca). Dalla gravità dei sintomi emettono gradi lievi, moderati e gravi di distonia neurocircolatoria; secondo la variante del corso - la fase di esacerbazione e remissione.

Cause della distonia neurocircolatoria

Vari fattori possono portare allo sviluppo di disturbi neurocircolatori, ma non includono le lesioni organiche del sistema endocrino e nervoso. Nell'adolescenza e nell'adolescenza, la distonia neurocircolatoria è solitamente causata dall'imperfezione del meccanismo neuroendocrino di regolazione dei processi vegetativi. Lo sviluppo di NDC nei periodi prepuberale e puberale è facilitato da un maggiore stress mentale e fisico, dall'ambiente sociale.

In individui di qualsiasi età, la distonia neurocircolatoria può svilupparsi sullo sfondo di infezioni acute e croniche, mancanza di sonno, superlavoro, traumi mentali, effetti fisici e chimici (insolazione, clima caldo, vibrazione), cattiva alimentazione, attività fisica (sovraccarico o ipodynamia), intossicazione, compresi alcol e tabacco. Durante lo sviluppo della distonia neurocircolatoria, i periodi di alterazioni ormonali del corpo (pubertà, aborto, gravidanza, menopausa, disfunzione ovarica) giocano un ruolo.

Alcuni pazienti hanno una predisposizione costituzionale ereditaria allo sviluppo della distonia neurocircolatoria. L'impatto di questi fattori causa disfunzione del controllo neuroumorale del sistema cardiovascolare, in cui il principale legame patogenetico è la sconfitta delle strutture ipotalamo-ipofisarie che coordinano questi processi. La disgregazione del controllo neuroumorale si manifesta con un disturbo delle funzioni dei sistemi che assicurano l'omeostasi nel corpo: colinergico, simpatico-surrenale, kallikreinkinin, istamina-serotonina, ecc.

Questo, a sua volta, innesca meccanismi che portano all'interruzione e a molteplici cambiamenti nel carboidrato, nel metabolismo idrico-elettrolitico, nello stato acido-base, nel mediatore e nei sistemi ormonali. Nei tessuti del miocardio si verifica l'attivazione di sostanze biologicamente attive (istamina, serotonina, chinina, ecc.) Che causano una violazione del metabolismo e dello sviluppo della distrofia. Da parte del sistema circolatorio, ci sono fluttuazioni del tono vascolare, spasmi dei vasi periferici, rallentamento della microcircolazione, che porta allo sviluppo di ipossia tissutale.

Essendosi formati, i meccanismi patogenetici diventano autonomi e la distonia neurocircolatoria - una malattia indipendente. Eventuali stimoli (cambiamenti nelle condizioni meteorologiche, stress, ecc.) Causano una reazione patologica che causa la manifestazione di uno o di un altro tipo di distonia neurocircolatoria.

Sintomi della distonia neurocircolatoria

Una manifestazione comune a tutti i tipi di distonia neurocircolatoria è uno stato simile a nevrosi caratterizzato da affaticamento, debolezza, disturbi del sonno, irritabilità, perdita di memoria, umore e qualità volitive, deterioramento dell'attenzione, a cui si uniscono i disturbi circolatori funzionali della natura prevalente.

Il decorso del tipo cardiaco di distonia neurocircolatoria si manifesta con cardialgia, palpitazioni, interruzioni nel lavoro del cuore, a volte mancanza di respiro durante l'attività fisica; non si osservano cambiamenti significativi nella pressione sanguigna. Oggettivamente, tachicardia, aritmia respiratoria, tachicardia parossistica, extrasistoli sopraventricolari, carico inadeguato, variazione della gittata cardiaca può essere determinata, su un ECG, da una variazione della tensione dell'onda T (alta o ridotta).

La distonia neurocircolatoria di tipo ipotensivo è caratterizzata da sintomi di insufficienza vascolare cronica: una diminuzione della pressione arteriosa sistolica inferiore a 100 mm Hg. Arte, freddezza dei piedi e delle mani, tendenza al collasso ortostatico e allo svenimento. Anche per i pazienti con tipo ipotensivo di NDC, i sintomi di affaticamento, debolezza muscolare e mal di testa sono tipici. Tali pazienti, di regola, hanno il fisico astenico, la pelle pallida, i palati freddi e umidi.

Il tipo ipertensivo di distonia neurocircolatoria è caratterizzato da un aumento transitorio della pressione arteriosa a 130-140 / 85-90 mm Hg. Art., Che nella metà dei casi non è accompagnato da un cambiamento soggettivo nello stato di salute dei pazienti e viene rilevato durante gli esami medici. Meno comuni sono i reclami di palpitazioni, mal di testa, stanchezza. L'NDC di tipo ipertensivo nelle sue caratteristiche coincide con l'ipertensione arteriosa borderline.

Un lieve grado di distonia neurocircolatoria è caratterizzato da sintomi moderatamente pronunciati che si verificano solo in connessione con il sovraccarico psico-emotivo. La capacità lavorativa dei pazienti è preservata, si può osservare una leggera diminuzione della resistenza fisica; la terapia farmacologica non è indicata.

Nella distonia neurocircolatoria di moderata gravità, si nota una molteplicità di sintomi, una diminuzione della prestazione fisica di oltre il 50%. La riduzione o l'invalidità temporanea richiede la nomina di terapia farmacologica. Con gravi manifestazioni di distonia neurocircolatoria, sintomi clinici persistenti e multipli, è stata osservata una brusca diminuzione o disabilità, che richiede il trattamento ospedaliero dei pazienti.

Diagnosi della distonia neurocircolatoria

La bassa specificità dei sintomi della distonia neurocircolatoria rende difficile la diagnosi e richiede un'accurata verifica della diagnosi.

I sintomi che possono essere rintracciati per 1-2 mesi possono servire come conferma dei criteri diagnostici per la distonia neurocircolatoria in base ai reclami dei pazienti: cardialgia, palpitazioni, sensazione di mancanza d'aria, pulsazione nell'area del collo precordiale o vascolare, debolezza, affaticamento, manifestazioni nevrotiche (irritabilità, ansia, disturbi del sonno), vertigini, arti freddi e bagnati. La distonia neurocircolatoria è caratterizzata da una molteplicità di disturbi che sono chiaramente associati a situazioni stressanti o periodi di cambiamenti ormonali, il decorso della malattia con periodi di remissione e riacutizzazioni, ma senza una tendenza alla progressione.

Criteri fisici affidabili per la presenza di NCD includono il ritmo cardiaco instabile con tendenza alla tachicardia, una situazione che appare spontanea o inadeguata, labilità alla pressione sanguigna, presenza di aritmie respiratorie (tachipnea, dispnea), iperalgesia nell'area del cuore. Sull'ECG, i pazienti possono presentare tachicardia, aritmia, migrazione del pacemaker (21,3%), extrasistolo (8,8%), tachicardia parossistica e fibrillazione atriale (3%), un'onda T negativa in due o più derivazioni (39,4 %).

I metodi diagnostici informativi per la distonia neurocircolatoria sono test diagnostici per ECG con carico.

  • Un test fisiologico con iperventilazione comporta l'esecuzione di respiri forzati ed esalazioni per 30-40 minuti, seguita da registrazione ECG e confronto con quella originale. La ripartizione positiva che indica NDC è un aumento dell'impulso del 50-100% e la comparsa di onde T negative sull'ECG o un aumento della loro ampiezza.
  • Il test ortostatico prevede la registrazione dell'ECG in posizione prona, quindi dopo 10-15 minuti di stazionamento. Risultati positivi del test sono gli stessi cambiamenti del test con iperventilazione, osservati con NDC nel 52% dei pazienti.
  • I campioni di farmaci (con β-bloccanti, potassio) mirano a distinguere la distonia neurocircolatoria e la cardiopatia organica. La registrazione dell'ECG viene eseguita 40-60 minuti dopo l'ingestione di 60-80 mg di β-bloccanti (obzidan, inderal, anaprilina) o 6 g di cloruro di potassio. In cardiopatologia organica (miocardite, cardiopatia ischemica, ipertrofia del miocardio), si registra un'onda T positiva e, in NCD, un'onda T è negativa.

Quando si esegue l'ergometria, una tolleranza da caricare è tipica della distonia neurocircolatoria, cioè un paziente con distonia neurocircolatoria è in grado di eseguire un carico minore rispetto a una persona sana della stessa età e sesso. I dati di laboratorio indicano un aumento dell'attività del sistema simpatico-surrenale: in risposta al carico nel sangue, si osserva un aumento inadeguato del livello di noradrenalina, adrenalina, metaboliti e acido lattico.

Trattamento della distonia neurocircolatoria

Nel trattamento della distonia neurocircolatoria, le misure non farmacologiche, progettate per aumentare la capacità adattativa dell'organismo alle mutevoli condizioni, svolgono un ruolo estremamente importante. NDC mostra procedure di indurimento, attività sportive (atletica, nuoto), psicoterapia razionale, normalizzazione del lavoro e riposo.

L'effetto positivo sul sistema di esercizio di regolazione delle funzioni autonome ha balneoterapia, fisioterapia (docce terapeutiche e vasche, elettrico, riflessologia, elettroforesi con bromo, magnesio, procaina), terapia fisica, trattamento curativo. In caso di disturbi del sonno, irritabilità, possono essere prescritti farmaci sedativi: motherwort, valeriana, tranquillanti (oxazepam, ecc.).

Per il trattamento dei cardiaca distonia neurocirculatory e tipo ipertensivo mostrato ricezione beta-bloccanti (atenololo, propranololo, oxprenololo), elimina tachicardia, ipertensione, Cardialgia e farmaci che migliorano il metabolismo del muscolo cardiaco (inosina, preparazioni potassio, vitamine del gruppo B). Nella distonia neurocircolatoria di tipo ipotensivo con presenza di astenia e disturbi ortostatici, la tintura di ginseng (lemongrass, aralia), viene prescritta la caffeina.

Prognosi per la distonia neurocircolatoria

Il decorso di qualsiasi tipo di distonia neurocircolatoria non causa cardiomegalia, insufficienza cardiaca o disturbi del ritmo e della conduzione che mettono in pericolo la vita. Nell'adolescenza, con trattamento tempestivo o auto-guarigione, si verifica un recupero completo. Con l'età, la prognosi per la cura completa della distonia neurocircolatoria diminuisce. Riduzione o disabilità temporanea possono verificarsi durante periodi di riacutizzazioni.

I pazienti con tipo ipertensivo di distonia neurocircolatoria sono a rischio di ipertensione; per qualsiasi tipo di NDC, a causa di disturbi del metabolismo lipidico, la probabilità di aterosclerosi e IHD non è esclusa.

Prevenzione della distonia neurocircolatoria

I problemi di prevenzione della distonia neurocircolatoria vanno oltre lo scopo di eventi puramente medici. La prevenzione include la corretta educazione fisica, mentale e igienica degli adolescenti, aumentando la loro autostima e adattamento sociale. Il ruolo di promuovere uno stile di vita sano, praticare sport, escludere il fumo e assumere alcol è importante.

La prevenzione medica della distonia neurocircolatoria include la lotta contro le infezioni focali, i fattori di stress, la regolazione dei livelli ormonali nelle donne durante la menopausa.

Distonia neurocircolatoria

Cardiopsychoneurosis - natura neurogena sintomo, derivanti da esposizione ad una serie di fattori provocanti eziologici, si manifesta con la comparsa di variabilità impulso e sangue indicatori di pressione cardialgia, disturbi respiratori, disturbi vegetativi, disturbi del tono delle fibre muscolari e la parete vascolare, nonché bassa tolleranza al normale attività fisica e esposizione a situazioni stressanti.

La diagnosi di "distonia neurocircolatoria" fu inizialmente stabilita negli anni 1948-1950 da N.N. Savitsky. Allo stato attuale, questa patologia è caratterizzata da un alto tasso di incidenza e, a causa della grande varietà di manifestazioni cliniche, stabilire la corretta diagnosi richiede la consultazione di un paziente con un numero di specialisti.

Nella struttura di morbilità generale dei pazienti sotto la supervisione di un medico generico, la "sindrome da distonia neurocircolatoria", che è attualmente una forma nosologica separata, non è inferiore al 50% dei casi. Non esiste una chiara dipendenza patogenetica dall'insorgenza di distonia neurocircolatoria in rappresentanti di diverse età e sessi, tuttavia, una vasta esperienza di osservazioni cliniche dimostra la prevalenza di pazienti adolescenti e giovani in tutte le possibili categorie di età.

La distonia neurocircolatoria nei bambini è molto rara, essendo piuttosto una "diagnosi di esclusione".

Cause della distonia neurocircolatoria

La maggior parte degli esperti di profilo cardiologica, con il quale è la gestione e il trattamento dei pazienti affetti da neuro distonia in una particolare forma clinica, sono uniti nel parere che questa patologia è classificato malattie polietiologichesky, per cui lo sviluppo è il rilevamento insufficiente del paziente, uno stimolante fattore. Un quadro clinico dettagliato si sviluppa in una persona solo con la combinazione disponibile di varie cause eziopatogenetiche.

Riguardo allo sviluppo di manifestazioni cardiovascolari e neurologiche in un paziente con distonia neurocircolatoria, che sono di natura funzionale, ci sono molte teorie patogenetiche. Secondo la prima teoria, tutti i disturbi delle strutture del corpo umano, si verificano come conseguenza degli effetti diretti sugli organi del sistema nervoso centrale, causando dalla fatica, emozioni negative, stress, diverse varianti di disturbi notte di sonno, inevitabilmente provocando l'astenia psichica.

L'effetto dannoso sulle strutture del sistema nervoso centrale può anche avere un effetto tossico cronico, l'impatto di fattori professionali dannosi, uno squilibrio ormonale, nonché l'effetto tossico che si verifica nelle malattie infettive croniche e acute. Si fattori predisponenti, con esposizione prolungata che si sviluppa sistema nervoso centrale moderatamente pronunciato che si verifica quando una distonia forma neurocirculatory una predisposizione genetica, nonché prolungata ipocinesia irrazionale.

Gli aderenti ad un'altra teoria ritengono che la causa immediata che provoca lo sviluppo della distonia neurocircolatoria sia una disfunzione dell'apparato che regola il tono della parete vascolare, e tutti gli altri fattori causali sono lo sfondo per la provocazione iniziale dei segni della malattia. Questa teoria è confermata dalla chiara dipendenza del verificarsi di distonia neurocircolatoria in persone che hanno una relazione di sangue nel 25% dei casi.

Nonostante il fatto che un intero gruppo di fattori predisponenti prendano parte allo sviluppo della distonia neurocircolatoria, il meccanismo patogenetico della formazione della malattia in tutte le situazioni procede lungo una singola catena che consiste nella disregolazione del sistema emodinamico. I disturbi emodinamici possono essere provocati come una violazione delle funzioni regolatorie delle strutture corticali del cervello, così come i disturbi vegetativo-vascolari, che si manifestano nella disfunzione del sistema colinergico e del sistema simpatico-surrenale. L'emergere del simpatico dominante e l'aumentata reattività del sistema colinergico in risposta a disturbi funzionali del sistema ipotalamico-ipofisario gioca un ruolo importante nello sviluppo del meccanismo della distonia neurocircolatoria.

Inoltre, i meccanismi cardio-viscerali di regolazione, consistenti nella comparsa di attività compromessa del sistema cardiovascolare a seguito della stimolazione dei recettori localizzati in tutte le pareti vascolari, si verificano nella maggior parte delle varianti cliniche della distonia neurocircolatoria.

Tutti i tipi di disregolazione dell'attività del sistema cardiovascolare influenzano negativamente i processi metabolici nel miocardio, che portano inevitabilmente a cambiamenti patomorfologici distrofici. Il decorso dei cambiamenti neurocircolatori è esacerbato dal concomitante disturbo dell'elettrolito dell'acqua, del carboidrato e del metabolismo acido-base. Tutti i meccanismi di cui sopra per lo sviluppo della distonia neurocircolatoria possono essere osservati in pazienti che hanno subito interventi chirurgici, parto, così come in persone che sono state inattive da molto tempo.

Sintomi della distonia neurocircolatoria

Il principio fondamentale del decorso clinico di qualsiasi forma di distonia neurocircolatoria è la dissonanza tra i sentimenti soggettivi espressi dal paziente e i segni scarsi rivelati durante l'esame obiettivo iniziale del paziente. Per facilitare la diagnosi di questa malattia, l'intera gamma di sintomi clinici è suddivisa in diversi gruppi di sindromi cliniche.

Il complesso dei sintomi cardiaci si verifica nel 98% dei casi e consiste nella comparsa di sensazioni spiacevoli nel torace nella proiezione della presunta posizione del cuore. L'attacco cardialgico ha caratteristiche caratteristiche sotto forma di una tipica localizzazione nella proiezione dell'apice del cuore, piagnucolando o perforando la natura senza segni di irradiazione del dolore. Il verificarsi di dolore o disagio nella proiezione del cuore non è associato ad un aumento dell'attività fisica di una persona, al contrario, si verifica sullo sfondo di un completo benessere. È impossibile determinare chiaramente la durata e la gravità del dolore nella distonia neurocircolatoria, poiché ogni persona ha una diversa soglia di sensibilità al dolore. Per alleviare il dolore, non è necessario assumere farmaci cardiotropici e alleviare le condizioni del paziente, usare la tintura Valocordin o valeriana.

Il complesso dei sintomi ipercinetici si manifesta con segni di aumento della gittata cardiaca a causa di un aumento del volume della corsa e di una diminuzione simultanea della resistenza totale delle pareti vascolari periferiche. Come risultato di tali cambiamenti emodinamici, si verifica la formazione del tipo ipercinetico di circolazione, a seguito della quale il lavoro e la potenza della contrazione del miocardio del ventricolo sinistro del cuore sono significativamente aumentati. Il principale sintomo patognomonico della sindrome clinica ipercinetica è la comparsa nel paziente di sensazioni di rottura dell'attività cardiaca e un aumento della frequenza cardiaca. Molto spesso, i sintomi sopra elencati sono descritti dai pazienti come "frequenti cambiamenti nelle palpitazioni e nei periodi di scompenso cardiaco". Questa condizione influisce negativamente sulla qualità della vita del paziente, ma con l'attività fisica, le manifestazioni di cui sopra tendono ad autolivellarsi. L'aumento della frequenza cardiaca si osserva durante il periodo di stress psico-emotivo e iperventilazione, e in alcune situazioni, una violazione della regolarità delle contrazioni cardiache può essere osservata sullo sfondo di un completo benessere, che li distingue fondamentalmente da un tipico attacco di angina pectoris. L'esame oggettivo del paziente, di regola, non è accompagnato dall'individuazione dell'espansione dei confini del cuore o della sonorità dei toni cardiaci.

Il complesso sintomatologico della pressione arteriosa labili, caratterizzato da un decorso transitorio, è una manifestazione tipica della distonia neurocircolatoria. Di norma, i valori della pressione arteriosa non superano 140/90 mm Hg e questi indicatori si normalizzano spontaneamente senza l'uso della terapia farmacologica. Esistono varianti cliniche della distonia neurocircolatoria, in cui, al contrario, il paziente presenta episodi di riduzione a breve termine degli indici di pressione sanguigna. I suddetti sintomi hanno una chiara dipendenza dalle condizioni meteorologiche.

Le patologie respiratorie nei pazienti con distonia neurocircolatoria sono manifestazioni cliniche tipiche. Questi disturbi non hanno nulla a che fare con la versione classica della dispnea, piuttosto, questa condizione può essere descritta come fastidio al petto quando si eseguono movimenti respiratori abituali. Nonostante la gravità delle lamentele del paziente, durante un esame obiettivo il medico non riesce a rilevare segni di pneumatizzazione polmonare compromessa, che è considerato un criterio patognomonico per la distonia neurocircolatoria. La registrazione spirografica in alcune situazioni è accompagnata dalla rilevazione di segni di iperventilazione.

Il complesso dei sintomi dei disordini autonomici consiste in una vasta gamma di sintomi, la cui intensità, a parità di condizioni, può variare notevolmente in ciascun caso particolare. Spesso, i pazienti notano un aumento della temperatura corporea, che è di natura permanente senza segni di fluttuazione nel tipo subfebrilare. Pazienti affetti da distonia neurocircolatoria, preoccupati per l'eccessiva sudorazione e una costante sensazione di brividi interni, indipendentemente dalla temperatura ambiente. A causa della ridotta circolazione del sangue a livello del microcircolo, i pazienti tendono a sviluppare una sindrome edematosa, localizzata nella metà superiore del corpo al mattino. La pelle durante il lungo corso della malattia acquisisce una sfumatura acrocianotica e nella maggior parte dei casi esiste un sintomo visivo come "pelle di marmo".

Il complesso del sintomo astenoneurotico non differisce nella specificità e può manifestarsi non solo nella distonia neurocircolatoria, ma anche in altre patologie. I sintomi caratteristici di questa sindrome si manifestano sotto forma di maggiore debolezza, diminuzione delle prestazioni, ansia, ansia gratuita, irritabilità e vari gradi di disturbi del sonno.

Per stabilire la diagnosi di "distonia neurocircolatoria", una condizione necessaria è la presenza di almeno tre criteri clinici a condizione che non vi siano segni di cambiamenti organici nel cuore e vasti vasi confermati da metodi diagnostici strumentali. I principali criteri diagnostici per la distonia neurocircolatoria sono: sindrome cardiaca, disfunzione respiratoria, labilità alla pressione sanguigna.

Il lungo decorso della distonia neurocircolatoria in alcuni casi è accompagnato dallo sviluppo di complicazioni sotto forma di comparsa di una tipica crisi. Esistono diverse varianti del decorso della crisi della distonia neurocircolatoria, ognuna delle quali ha i suoi meccanismi patogenetici di sviluppo.

Per lo sviluppo della crisi simpatico-surrenale, è necessaria la presenza di una componente psico-emotiva. Tipiche manifestazioni cliniche in questa situazione sono l'emergere di un forte mal di testa diffuso, oppressione toracica, difficoltà di respirazione, un brivido freddo e un raffreddamento della pelle nelle estremità distali. Una manifestazione caratteristica di questa condizione patologica è un aumento a breve termine della temperatura corporea, manifestato da forti brividi e tremore interno. Oltre alle manifestazioni cliniche pronunciate, la crisi simpatico-surrenale è accompagnata da significativi disturbi psico-emotivi di tipo ansioso.

Una crisi di vaginosi nella distonia neurocircolatoria è accompagnata dalla comparsa di un'interruzione dell'attività cardiaca ritmica, una diminuzione della pressione sanguigna e una diminuzione della frequenza cardiaca. Oltre alla violazione dell'attività del cuore, il paziente sviluppa manifestazioni di insufficienza respiratoria. Il sintomo patognomonico della crisi vaginusolare sono varie opzioni per il disturbo dell'attività dell'intestino, manifestate nello sviluppo di flatulenza, la voglia di defecare e il dolore lungo l'intestino crasso.

Ciascuna delle varianti patogenetiche del decorso della crisi della distonia neurocircolatoria può verificarsi in vari gradi di gravità. La durata di una crisi, non superiore a 15 minuti con una predominanza di una sindrome clinica, implica un lieve grado di gravità. Una moderata crisi nella distonia neurocircolatoria dura almeno 1 ora, dopo di che il paziente ha un lungo periodo di astenia. Grave grado di crisi di distonia neurocircolatoria è soggetto a trattamento ospedaliero, poiché con questa patologia c'è un alto rischio di gravi complicanze. In alcune situazioni, il periodo di crisi è accompagnato da un pronunciato disturbo della salute del paziente, tuttavia questi cambiamenti nella maggior parte dei casi sono di natura transitoria.

Distonia neurocircolatoria di tipo ipertonico

Il principale sintomo clinico della distonia neurocircolatoria ipertensiva è un diverso grado di aumento della pressione sanguigna, principalmente sistolica, con un livello normale di componente diastolica o un leggero aumento. Durante l'inizio del quadro clinico spiegato, i pazienti notano un intenso mal di testa che non ha una localizzazione chiara, vertigini, visione doppia degli oggetti davanti ai loro occhi.

Un esame obiettivo del paziente consente di determinare il pronunciato dermografismo bianco, l'aumento dell'umidità della pelle nella proiezione delle estremità distali. Sullo sfondo della pressione alta, la frequenza cardiaca cambia raramente, ma in alcuni casi è possibile osservare una labilità della frequenza cardiaca. La versione permanente del decorso del tipo ipertensivo di distonia neurocircolatoria è caratterizzata da un lento aumento delle manifestazioni cliniche senza una pronunciata progressione della malattia. La forma parossistica influenza in modo estremamente negativo il benessere del paziente, poiché è caratterizzata da un rapido sviluppo dei sintomi clinici e da frequenti periodi di esacerbazioni.

Questa patologia dovrebbe prima essere differenziata dalla variante classica dell'ipertensione nello stadio delle manifestazioni iniziali. La principale differenza di distonia neurocircolatoria, che procede lungo il tipo ipertensivo, è la completa assenza di segni di vasi di fondo del genoma, un aumento isolato solo dell'indice di pressione sistolica e l'assenza di espansione ventricolare sinistra durante l'ecocardiografia.

Un buon effetto terapeutico nella distonia neurocircolatoria ipertensiva è l'uso di un ciclo di elettroforesi utilizzando una soluzione al 5% di bromuro di potassio in combinazione con una soluzione all'1% di Eufillina con un effetto sull'area del collo.

Distonia neurocircolatoria di tipo misto

Una variante clinica mista del decorso della distonia neurocircolatoria è caratterizzata da drastici cambiamenti negli indici di pressione vascolare arteriosa, sia verso l'alto che verso il basso. In alcune situazioni, questi cambiamenti nella pressione sanguigna possono avere una chiara correlazione rispetto all'ora del giorno. Questo tipo di corso di distonia neurocircolatoria combina simultaneamente le manifestazioni delle varianti ipertonica e ipotonica, pertanto lo spettro delle manifestazioni cliniche in questa patologia è piuttosto ampio. Nel periodo interictale, un paziente con un tipo misto di distonia neurocircolatoria, di regola, non nota alcuna menomazione del benessere.

Nonostante il decorso ondulatorio della malattia, costituito da frequenti periodi di remissione e riacutizzazioni, non vi è alcun significativo danno alla salute del paziente con una distonia neurocircolatoria mista.

Distonia neurocircolatoria per tipo cardiaco

Questa variante clinica del decorso della distonia neurocircolatoria è considerata la più comune e il principale sintomo è la comparsa di alterazioni patologiche dell'attività del cuore. La sindrome cardialgica espressa non è caratterizzata da un singolo tipo di sindrome del dolore, quindi la diagnosi di distonia è estremamente difficile. Oltre alla non specificità della sindrome del dolore, nella proiezione del cuore si nota un diverso grado della sua gravità, con una chiara dipendenza dal livello individuale di sensibilità al dolore del paziente.

Le manifestazioni aspecifiche della distonia neurocircolatoria cardiaca sono sindromi astenoneurotiche e neuropsichiatriche, che nella maggior parte dei casi aggravano il decorso della malattia.

Come trattamento profilattico di una variante cardiaca della distonia neurocircolatoria, il metodo di elettroterapia della fisioterapia con un corso di almeno 15 sessioni con una frequenza di 10 Hz e una durata di 30 minuti si è raccomandato bene.

Distonia neurocircolatoria di tipo ipotonico

La variante ipotonica del decorso della distonia neurocircolatoria si manifesta con un aumento del tono delle strutture del sistema nervoso parasimpatico ed è accompagnata da una predominanza di sintomi di insufficienza vascolare. Una diminuzione della pressione arteriosa periferica si verifica a causa di una ridotta resistenza totale dei vasi periferici.

Il complesso di sintomi clinici della distonia neurocircolatoria di tipo ipotonico è accompagnato dalla manifestazione di sintomi cerebrali sotto forma di grave debolezza, diminuzione della capacità lavorativa, una netta differenza di indicatori della pressione sanguigna quando si sposta il corpo da una posizione orizzontale a una posizione eretta. In alcune situazioni, una diminuzione pronunciata della pressione è accompagnata dallo sviluppo di svenimento ortostatico, che è di breve durata.

Trattamento della distonia neurocircolatoria

La distonia neurocircolatoria appartiene alla categoria di malattie in cui il trattamento etiotropico non viene utilizzato, poiché nella maggior parte dei casi non è possibile determinare la causa del suo verificarsi. Tuttavia, l'eliminazione dei fattori che innescano lo sviluppo di crisi neurocircolatorie, facilita notevolmente la condizione dei pazienti e migliora la loro qualità della vita. Questi fattori includono gli effetti nocivi di condizioni ambientali avverse, emozioni negative. La chiave del successo delle misure terapeutiche nella distonia neurocircolatoria è l'atteggiamento morale e psicologico del paziente, quindi un'attenzione particolare dovrebbe essere rivolta ai metodi psicoterapeutici di correzione del comportamento.

Tutti i farmaci usati come trattamento per i pazienti con distonia neurocircolatoria sono empirici: un gruppo di tranquillanti (Sibazon in una dose giornaliera di 10 mg per via orale, Nozepam in una dose giornaliera di 20 mg per via orale), neurolettici (Sonapaks in una dose giornaliera di 0,025 g per via orale), sedativi (Corvalol 15 gocce 1 volta al giorno).

Al fine di ridurre l'effetto dell'aumentata attività del sistema simpatico-surrenale, dovrebbero essere usati i bloccanti B. Questi farmaci sono più efficaci nell'alleviare le crisi tonico-simpatiche e la sindrome cardiaca. Tuttavia, va tenuto presente che i beta-bloccanti sono assolutamente controindicati in condizioni di bradiaritmia e bassa pressione sanguigna. Il farmaco di scelta in questa situazione è Pyroxan in una singola dose di 0,015 g per via orale o per via intramuscolare alla dose di 1 ml di soluzione all'1%.

La presenza di segni di insulina vaginale nel paziente è un'indicazione per l'uso di Atropine solfato 0,25 mg in combinazione con Difenolo 1 ml per via intramuscolare. In una situazione in cui la crisi si verifica con segni di iperventilazione, è necessario iniettare un paziente con una soluzione allo 0,5% di Sibazon in un volume di 2 ml per via intramuscolare in combinazione con cloruro di calcio e una soluzione al 10% di 5 ml per via endovenosa.

L'uso di farmaci nootropici è patogeneticamente giustificato in tutte le varianti della distonia neurocircolatoria, poiché i farmaci di questo gruppo possono migliorare i processi energetici nelle strutture cerebrali e nella circolazione intracerebrale e avere un effetto positivo sulle capacità intellettuali e mentali. Nootropil anche in forma orale in una dose giornaliera di 1,2 g ha un buon effetto clinico.

Per l'uso di farmaci azione cerebroangioprotettiva una condizione necessaria è la presenza nei pazienti di segni di mal di testa angiodistonici (Vinpocetina in una dose giornaliera di 0,005 g per via orale).

A causa del fatto che la maggior parte dei pazienti affetti da distonia neurocircolatoria, sono meteosensibili, per prevenire lo sviluppo di manifestazioni cliniche della malattia, si raccomanda di applicare l'assunzione di adattogeni. Come adattogeni, vengono utilizzate preparazioni di origine vegetale che possono avere un effetto tonico sulle strutture cerebrali, sulle pareti vascolari e su tutti gli organi del corpo umano. In connessione con un effetto positivo mediato sui processi metabolici che si verificano nel corpo umano, gli adattogeni migliorano la resistenza del corpo alle influenze ambientali negative e allo stress. Come un agente adattogeno per la distonia neurocircolatoria, la tintura di Eleuterococco con un lungo decorso o la tintura di Ginseng è più spesso utilizzata. Quando prescrivono farmaci adattogeni, il gruppo farmacologico deve essere consapevole che questi farmaci possono aumentare la pressione sanguigna, che è un'indicazione assoluta per l'interruzione del farmaco. Questi fondi non dovrebbero essere utilizzati nella variante ipertensiva del decorso della distonia neurocircolatoria per lo stesso motivo.

Separatamente, si dovrebbe dire sull'uso di procedure fisioterapeutiche, che nella maggior parte dei casi sono efficaci nel prevenire lo sviluppo di crisi neurocircolatorie e avere un effetto benefico sull'attività delle strutture del sistema nervoso centrale. Tecniche come il massaggio del colletto, l'elettrosleep, il bagno carbonico e la doccia circolare hanno trovato la massima applicazione.

Come metodi non farmacologici di trattamento dei disturbi neurocircolatori, la ginnastica terapeutica è della massima importanza, contribuendo ad aumentare la tolleranza all'esercizio fisico e un effetto positivo sulla salute mentale del paziente.

A causa del fatto che la distonia neurocircolatoria non è in nessun caso accompagnata dallo sviluppo di danni organici agli organi e ai sistemi del corpo umano, l'esito della malattia è generalmente favorevole. Le uniche eccezioni sono le opzioni di crisi per il decorso della distonia neurocircolatoria, che influiscono negativamente sulla qualità della vita e sull'efficienza del paziente.

La distonia neurocircolatoria, come nessun'altra patologia, è suscettibile di correzione con la medicina tradizionale, la cui azione è volta a normalizzare l'attività del sistema nervoso.

Per Saperne Di Più I Vasi