Trattamento dei disturbi circolatori cerebrali

Una condizione chiamata violazione acuta della circolazione cerebrale è una delle principali cause di morte nei paesi sviluppati. Secondo le statistiche, oltre 6 milioni di persone soffrono di ictus ogni anno, un terzo delle quali muore a causa della malattia.

Cause dei disturbi circolatori cerebrali

I medici chiamano una violazione della circolazione sanguigna del cervello la difficoltà di spostare il sangue attraverso i suoi vasi. I danni alle vene o alle arterie responsabili del flusso sanguigno causano insufficienza vascolare.

Le patologie vascolari che provocano una violazione della circolazione cerebrale possono essere molto diverse:

  • coaguli di sangue;
  • looping, attorcigliamento;
  • restringimento;
  • embolia;
  • aneurisma.

È possibile parlare di insufficienza vascolare cerebrale in tutti i casi in cui la quantità di sangue effettivamente trasportata al cervello non coincide con il necessario.

Statisticamente, i problemi di afflusso di sangue spesso causano la malattia vascolare sclerotica. L'educazione sotto forma di placca interferisce con il normale passaggio del sangue attraverso la nave, compromettendone il rendimento.

Se il trattamento non è prescritto in tempo, la placca inevitabilmente accumulerà le piastrine, aumentando di conseguenza le dimensioni, formando infine un coagulo di sangue. O bloccherà il vaso, impedendo al sangue di fluire attraverso di esso, o sarà strappato dal flusso di sangue, dopo di che sarà consegnato alle arterie cerebrali. Lì chiude la nave, causando una violenta violazione della circolazione cerebrale, chiamata ictus.

L'ipertensione è anche considerata una delle principali cause della malattia. Per i pazienti che soffrono di ipertensione, c'è un atteggiamento frivolo nei confronti della propria pressione, compresi i modi per normalizzarlo.

Nel caso in cui venga prescritto un trattamento e osservate le prescrizioni del medico, la probabilità di insufficienza vascolare si riduce.

L'osteocondrosi del rachide cervicale può anche causare difficoltà nel flusso sanguigno, perché preme le arterie che alimentano il cervello. Pertanto, il trattamento dell'osteocondrosi non è solo una questione di eliminazione del dolore, ma più un tentativo di evitare conseguenze gravi, persino la morte.

La stanchezza cronica è anche considerata una delle ragioni per lo sviluppo di difficoltà circolatorie nel cervello.

Le lesioni alla testa possono anche essere la causa diretta della malattia. Commozioni cerebrali, emorragie o contusioni causano la compressione dei centri del cervello e, di conseguenza, violazioni della circolazione cerebrale.

Varietà di violazioni

I medici parlano di due tipi di problemi del flusso sanguigno cerebrale: acuta e cronica. Il rapido sviluppo è caratteristico per l'acuto, poiché può essere una questione non solo di giorni, ma anche di minuti del decorso della malattia.

Violazioni acute

Tutti i casi di problemi di circolazione cerebrale con un decorso acuto possono essere suddivisi in due gruppi:

  1. ictus. A sua volta, tutti gli ictus sono suddivisi in emorragici, in cui si verifica un'emorragia nel tessuto cerebrale a causa della rottura della nave e dell'ischemia. Con quest'ultimo, il vaso sanguigno si sovrappone per qualsiasi motivo, causando ipossia cerebrale;
  2. violazione transitoria della circolazione cerebrale. Questa condizione è caratterizzata da problemi alle navi locali che non influiscono sulle aree vitali. Non sono in grado di causare complicazioni reali. Un disturbo transitorio da uno acuto si distingue per la sua durata: se i sintomi vengono osservati per meno di un giorno, allora il processo è considerato transitorio, altrimenti - un ictus.

Compromissione cronica

Le complicanze croniche del flusso sanguigno cerebrale si sviluppano a lungo. I sintomi caratteristici di questo stato sono inizialmente molto miti. Solo con il passare del tempo, quando la malattia progredisce in modo marcato, le sensazioni diventano più forti.

Sintomi di difficoltà del flusso sanguigno cerebrale

Il quadro clinico per ciascuno dei tipi di problemi vascolari può avere un aspetto diverso. Ma tutti loro sono caratterizzati da segni comuni che indicano la perdita di funzionalità del cervello.

Affinché il trattamento sia il più efficace possibile, è necessario identificare tutti i sintomi significativi, anche se il paziente è sicuro della propria soggettività.

Per disturbi della circolazione cerebrale caratterizzati dai seguenti sintomi:

  • mal di testa di origine oscura, vertigini, pelle d'oca, formicolio, non causato da alcuna ragione fisica;
  • immobilizzazione: parziale, quando le funzioni motorie perdono parzialmente un arto e la paralisi, causando la completa immobilizzazione di una parte del corpo;
  • una forte diminuzione dell'acuità visiva o dell'udito;
  • sintomi che indicano problemi con la corteccia cerebrale: difficoltà a parlare, scrivere, perdita di capacità di lettura;
  • convulsioni epilettiche;
  • un netto deterioramento della memoria, dell'intelligenza, delle capacità mentali;
  • improvviso sviluppo di distrazione, incapacità di concentrazione.

Ciascuno dei problemi del flusso sanguigno cerebrale ha i suoi sintomi, il cui trattamento dipende dal quadro clinico.

Quindi, con l'ictus ischemico, tutti i sintomi sono molto acuti. Il paziente avrà necessariamente lamentele di natura soggettiva, tra cui nausea grave, vomito o sintomi focali che segnalano violazioni di quegli organi o sistemi per i quali la parte interessata del cervello è responsabile.

L'ictus emorragico si osserva quando il sangue entra nel vaso danneggiato dal cervello. Quindi il fluido può spremere la cavità cerebrale, causando vari danni ad essa, spesso con conseguente morte.

Disturbi circolatori cerebrali transienti, chiamati attacchi ischemici transitori, possono essere accompagnati da una parziale perdita di attività motoria, sonnolenza, deficit visivo, abilità del linguaggio, nonché confusione.

Per problemi cronici di afflusso di sangue cerebrale caratterizzato da sviluppo senza fretta per molti anni. Pertanto, i pazienti sono più spesso anziani, e il trattamento della condizione prende necessariamente in considerazione la presenza di malattie concomitanti. Sintomi frequenti - diminuzione delle capacità intellettuali, memoria, capacità di concentrazione. Tali pazienti possono essere caratterizzati da una maggiore aggressività.

diagnostica

La diagnosi e il successivo trattamento della condizione si basano sui seguenti parametri:

  • assunzione della storia, compresi i reclami dei pazienti;
  • malattie concomitanti del paziente. Diabete mellito, aterosclerosi, ipertensione arteriosa possono indirettamente indicare difficoltà circolatorie;
  • scansione per vasi danneggiati. Ti permette di prescrivere il loro trattamento;
  • la risonanza magnetica, che è il modo più affidabile per visualizzare l'area interessata del cervello. Il trattamento moderno dei problemi di circolazione cerebrale è semplicemente impossibile senza una risonanza magnetica.

Trattamento delle difficoltà di circolazione cerebrale

Disturbi della circolazione cerebrale, che sono di natura acuta, richiedono un trattamento immediato al medico. Nel caso di ictus, l'assistenza di emergenza è finalizzata a mantenere organi e sistemi vitali della persona.

Il trattamento dei problemi vascolari cerebrali è quello di fornire al paziente respirazione normale, circolazione del sangue, rimozione di edema cerebrale, correzione della pressione sanguigna, normalizzazione del bilancio idrico ed elettrolitico. Per tutte queste procedure, il paziente deve essere in ospedale.

Ulteriore trattamento di ictus sarà quello di eliminare la causa delle difficoltà circolatorie. Inoltre, verrà corretto il flusso sanguigno generale del cervello e il ripristino delle aree interessate.

Secondo le statistiche mediche, un trattamento tempestivo e corretto aumenta le possibilità di un completo recupero delle funzioni colpite da ictus. Circa un terzo dei pazienti normodotati dopo la riabilitazione può tornare al proprio lavoro.

I disturbi cronici della circolazione cerebrale sono trattati con farmaci che migliorano il flusso sanguigno arterioso. In parallelo, prescrivere il trattamento, normalizzando la pressione sanguigna, i livelli di colesterolo nel sangue. Nel caso di disturbi cronici, viene mostrato l'auto-allenamento della memoria, della concentrazione e dell'intelligenza. Tra queste attività si possono chiamare leggere, memorizzare i testi a memoria, altra formazione intellettuale. È impossibile invertire il processo, ma il paziente può impedire che la situazione si aggravi.

Forse sarai interessato. Una malattia molto simile è chiamata: angiodistonia cerebrale dei vasi cerebrali.

Incidente cerebrovascolare transitorio

Interruzione della circolazione cerebrale - una condizione che di solito si sviluppa sullo sfondo delle patologie somatiche associate. Nel caso in cui tutti i sintomi neurologici subiscano uno sviluppo inverso entro un giorno, si dice che la violazione della circolazione cerebrale sia transitoria.

Cosa porta a questo stato

Disturbi transitori della circolazione cerebrale (PNMK) si sviluppano più spesso a seguito di alterazioni patologiche che si verificano nei vasi sanguigni durante ipertensione, ipertensione sintomatica e aterosclerosi. Possono causare questo stato di malattia dei vasi sanguigni infiammatori (vasculite), patologia vascolare nelle malattie sistemiche del tessuto connettivo e patologia cardiaca e spinale (in particolare, osteocondrosi cervicale che si manifesta con la sindrome delle arterie vertebrali).

Una violazione transitoria della circolazione cerebrale può avere diversi meccanismi di sviluppo.

Quindi, il punto di blocco di un lume dei vasi sanguigni con microtrombosi o microembolici può essere il punto di partenza. Ciò porta all'ischemia dell'area del cervello, all'erogazione di sangue di cui questa nave è responsabile e allo sviluppo di sintomi neurologici appropriati.

Ancora più spesso, uno spasmo dei vasi sanguigni, che porta alla stagnazione del sangue nella rete capillare e al ristagno venoso, è la causa della violazione della circolazione cerebrale. In questo tipo di violazione si verifica nella crisi ipertensiva.

Ci può essere una ridotta circolazione del sangue a causa del restringimento persistente del lume dei vasi sanguigni che alimentano il cervello. Questa condizione si sviluppa con shock, che è accompagnato da un calo della pressione sanguigna, con infarto del miocardio e perdita di sangue pesante.

In alcuni casi, PNMK si sviluppa come conseguenza della rottura di un piccolo vaso sanguigno del cervello e dell'emorragia concomitante nel suo tessuto.

I principali tipi di patologia

Gli esperti identificano tre tipi di disturbi circolatori cerebrali transitori: attacco ischemico transitorio, crisi cerebrale ipertensiva e disfunzione cerebrale generale. Questa classificazione è conveniente da un punto di vista pratico, poiché riflette l'essenza completa dei cambiamenti patologici che si verificano in ogni caso particolare.

Disfunzione cerebrale generale

Questo termine nasconde rare forme di disturbi della circolazione del sangue cerebrale, che sono caratterizzati dalla comparsa di sintomi neurologici focali, cerebrali o misti che scompaiono entro un breve periodo di tempo. I parossismi brevi più comuni che si verificano nel tipo di svenimento, derivanti da movimenti improvvisi della testa. La prevalenza di questa forma di PNMK non supera la frequenza di uno su venti casi.

Attacco ischemico transitorio

Il secondo nome di questa patologia è una violazione dinamica della circolazione cerebrale. Sintomi neurologici focali manifesti, sulla base dei quali si può concludere sulla localizzazione della zona con alterata circolazione del sangue. La principale differenza tra questo disturbo e l'ictus cerebrale è il periodo necessario per il ripristino delle funzioni cerebrali: non deve superare le ventiquattro ore. Molto spesso, questa condizione si verifica dopo infarto miocardico e altre malattie cardiache (reumatismi cardiaci, endocarditi, ecc.), Sullo sfondo dell'encefalopatia dincircolatoria.

Molto spesso, questa condizione si manifesta con sintomi quali:

  • mal di testa o vertigini;
  • perdita di coscienza a breve termine o frustrazione (stupore, stordimento);
  • disturbi del linguaggio;
  • diminuzione del volume dei movimenti attivi degli arti su un lato del corpo, negli arti superiori o inferiori;
  • violazione della sensibilità della pelle su una particolare area del corpo.

Se la durata dell'attacco non supera i dieci minuti, la violazione è considerata facile. In caso di violazioni moderate, l'attacco può durare per diverse ore, ma tutti i sintomi scompaiono senza lasciare traccia entro un giorno. Per i disturbi gravi, gli effetti residui dei sintomi neurologici persistono per più di un giorno.

Crisi cerebrale ipertensiva

È una delle varietà di crisi ipertensive (un forte aumento della pressione arteriosa). È caratterizzato dalla comparsa di sintomi neurologici cerebrali (raramente - focali) al culmine della crisi.

A seconda del tipo di disturbi circolatori, possono comparire i seguenti sintomi:

  • mal di testa acuto (palpitante);
  • vertigini, tinnito;
  • nausea o vomito incontrollabile;
  • brividi, febbre;
  • palpitazioni;
  • sonnolenza, debolezza;
  • diminuzione o aumento della quantità di urina secreta.

A seconda della durata dell'attacco e della gravità dei sintomi, si distingue una forma lieve, moderata e grave del disturbo.

Un posto speciale è occupato da disturbi transitori della circolazione cerebrale nei bambini.

Le cause più comuni del loro sviluppo sono:

  • malattie del sangue che portano a una violazione delle sue proprietà reologiche;
  • lesioni cerebrali, tra cui lesioni alla nascita;
  • tumori cerebrali e spinali;
  • anomalie nella struttura dei vasi sanguigni;
  • patologie endocrine;
  • malattie somatiche che portano ad un aumento della pressione sanguigna.

La sintomatologia ricorda i sintomi dei disturbi circolatori negli adulti. Caratterizzato da compromissione della coscienza, instabilità dell'andatura, decolorazione della pelle. La violazione della circolazione cerebrale nei bambini richiede misure mediche urgenti, in quanto può portare a gravi conseguenze.

Diagnosi e trattamento

La diagnosi di PNMK viene eseguita da uno specialista qualificato, poiché l'esame obiettivo di un paziente da parte di un neurologo, che può determinare la presenza di sintomi specifici, è cruciale.

Il trattamento viene eseguito in un ospedale.

È necessario un rigoroso riposo a letto. Per i pazienti che hanno perso la capacità di muoversi e controllare i loro movimenti in modo indipendente, viene fornita un'attenta cura igienica.

Sotto il controllo della coagulazione del sangue e l'indice di protrombina viene effettuata:

  • terapia anticoagulante;
  • la disidratazione;
  • farmaci nootropici a goccia per via endovenosa;
  • terapia con farmaci vascolari che colpiscono il cervello (Cavinton, Sermion);
  • terapia assorbibile;
  • terapia vitaminica

Secondo le indicazioni prescritte farmaci anticolinesterasici.

Nella maggior parte dei casi, con una violazione transitoria, non sono richieste misure di riabilitazione. Se necessario, esercizi di fisioterapia, massaggi, lezioni con psicologo e logopedista, psicoterapia, fisioterapia aiutano ad eliminare le conseguenze dei disturbi della circolazione cerebrale.

La principale prevenzione dei disturbi della circolazione cerebrale si riduce al trattamento tempestivo delle patologie dei vasi sanguigni e del sistema cardiovascolare, al mantenimento di normali proprietà ematiche e al rispetto dei principi di uno stile di vita sano.

Violazione dinamica della circolazione cerebrale

Disturbi dinamici della circolazione cerebrale

I disturbi dinamici della circolazione cerebrale sono la forma più comune di questa patologia.

Le cause possono essere ipertensione, aterosclerosi, vasculite cerebrale meno frequente di varie eziologie (infezioni, reumatismi), malattie vascolari sistemiche (tromboangiite, periarterite nodosa), diabete mellito, ecc.

Un segno importante di una tale patologia è un carattere reversibile, cioè, le funzioni cerebrali compromesse, di regola, vengono rapidamente ripristinate. Disturbi focali caratteristici associati alla patologia negli emisferi cerebrali o nel tronco. La perdita di coscienza è raramente osservata. I sintomi principali sono mal di testa, parestesia in una metà del corpo, debolezza degli arti sullo stesso lato. Nella maggior parte dei casi, viene rilevata un'emiparesi piramidale con concomitante presenza di emiipoestesia superficiale. In alcuni casi, i disturbi circolatori dinamici possono essere accompagnati da attacchi di epilessia di Jacksonian.

Nei casi di disturbi circolatori del cervello nella zona del tronco cerebrale, si osservano attacchi transitori di vertigini sistemiche, nausea, vomito, nistagmo, coordinazione alterata dei movimenti, sintomi piramidali bilaterali e spesso sintomi di perdita della funzione di sbocco, nervi oculomotori, trigeminali e facciali.

Tuttavia, il più delle volte le crisi ischemiche nel sistema vertebro-basilare manifestano un parossismo di vertigini e nausea senza alcun sintomo obiettivo oggettivo. Tali violazioni si verificano nelle prossime ore o giorni e si concludono con un pieno recupero. Solo nei casi di decorso grave della malattia di base, sono possibili manifestazioni ripetute di disturbi circolatori dinamici, che alla fine portano a disordini organici persistenti con sintomi clinici appropriati.

Riposo completo (riposo a letto), alimentazione razionale ed equilibrata, ossigenoterapia (inalazione di ossigeno attraverso una maschera, ossigenazione iperbarica, ecc.) Sono importanti nel trattamento. È importante, ovviamente, trattare la causa del disturbo circolatorio, cioè il trattamento della malattia di base. Nella malattia ipertensiva, è necessaria un'adeguata selezione di terapia antipertensiva, in caso di diabete mellito e malattie del sangue, terapia appropriata, ecc. Inoltre, vengono utilizzati farmaci antispastici (no-spa, papaverina), farmaci cardiovascolari (corgicone, strophanthin), anticoagulanti, eufllin..

fonte:
Disturbi dinamici della circolazione cerebrale
I disturbi dinamici della circolazione cerebrale sono la forma più comune di questa patologia. Le cause possono essere ipertensione, aterosclerosi, meno spesso cerebrale
http://medic-enc.ru/nervnye-bolezni/narushenija-mozgovogo-krovoobrawenija-dinamicheskie.html

Violazione dinamica della circolazione cerebrale

Le cause, come pure la patogenesi del PNMK e dell'ictus, a volte non sono fondamentalmente differenti; la differenza tra PNMK e un piccolo ictus ischemico è più quantitativa che qualitativa.

Il termine "disturbi circolatori della circolazione cerebrale" (PNMK) comprende vari disturbi cerebrali dasculatori caratterizzati da manifestazioni cliniche parossistiche, che possono essere caratterizzati da sintomi neurologici cerebrali e focali che sono espressi in vari gradi, ma sono limitati nel tempo a 24 ore. in considerazione i sintomi neurologici focali, ma funzionalmente insignificanti, focale, come il riflesso asimmo, che rimangono per un periodo più lungo Tria o estensori risposta nel causare plantare reflex (segno di Babinski).

L'introduzione alla pratica clinica dei metodi di imaging (TC, RM) non è stata così raramente rivelata, nel caso di PNMC, piccoli infarti e talvolta focolai emorragici nel tessuto cerebrale. Negli ultimi anni, la letteratura indica che tali reperti possono essere trovati in circa il 25% dei casi di PNMC. Questa circostanza portò persino alla proposta di riferirsi a tali casi di PNMK come "ictus cerebrali con sintomi transitori", che non ricevettero sostegno, poiché confondevano solo le classificazioni esistenti.

Tuttavia, PNMK ha le proprie caratteristiche e non dovrebbe includere tali stati come vertigini sistemiche e non sistemiche, svenimento, attacchi di emicrania, vari attacchi epilettici.

Quindi, PNMK è una forma clinica indipendente di malattia cerebrovascolare acuta. Allo stesso tempo, la presenza di PNMK è solitamente considerata un fattore di rischio per lo sviluppo di una forma più pronunciata di malattia cerebrovascolare acuta - ictus.

PNMK - la forma più comune di malattia cerebrovascolare acuta. Le informazioni statistiche pubblicate sulla loro frequenza sono sottostimate. Non possono essere affidabili, perché in vista delle manifestazioni cliniche a breve termine che si verificano, i pazienti spesso non cercano aiuto medico. I disturbi transitori della circolazione cerebrale sono descritti sotto vari nomi: disturbi dinamici della circolazione cerebrale, stato pre-ictus, pretrrombosi, microstroke, ecc., Ma nessuno di questi nomi riflette l'essenza del fenomeno clinico.

La diversità delle sue manifestazioni cliniche è dovuta a una varietà di meccanismi patogenetici e alla durata, alla prevalenza e alla localizzazione diseguale dei fenomeni di dyscirculatory. In termini di caratteristiche della patogenesi in questo gruppo di disturbi cerebrovascolari, di solito è consuetudine isolare gli attacchi ischemici transitori e le crisi ipertensive.

Le cause del PIMA sono varie. Tra questi, lesioni particolarmente frequenti dei grandi vasi della testa e vasi cerebrali. Questi includono principalmente l'aterosclerosi e l'ipertensione, così come la loro combinazione. Meno frequenti sono le varie forme di vasculite (ipfektsioppo-allsrgicheskie infettiva sifilitico et al.), O malattia sistemica del tessuto unire zione che porta al danno vascolare (periarteritis nodosa, Malattia di Buerger, Buerger Vimivartera, lupus eritematoso sistemico, etc.).

Inoltre, la causa della TIA può essere malattie del sangue (varie forme di anemia, policitemia, emofilia), infarto del miocardio, e tali anomalie cardiache come la fibrillazione atriale, sindrome tachicardia parossistica di Morgagni-Adams-Stokes vizi lesioni valvolari e aterosclerotiche archi aortici, my-my-disease, malattia di Takayasu, coartazione aortica, ecc.

La presenza di PNMK dovrebbe sempre essere considerata un fattore di rischio molto significativo per lo sviluppo di ictus, e in ogni caso di PNMK è necessario condurre un esame approfondito del paziente, volto a identificare la sua causa. La rilevazione di anomalie parossistiche cardiache nella localizzazione dei disturbi del ritmo durante l'esame dei pazienti sottoposti a PNMK è associata a determinate difficoltà, poiché l'ECG ottenuto tra tali parossismi è spesso privo di deviazioni dalla norma.

In questi casi, è auspicabile condurre il monitoraggio cardiaco ambulatoriale in condizioni normali per il paziente al fine di registrare lo stato dell'attività cardiaca per un tempo considerevole. A volte per determinare lo stato funzionale del cuore c'è bisogno di uno studio di ultrasuoni o di radioisotopi.

fonte:
Violazione dinamica della circolazione cerebrale
TIA. Disturbi transitori della circolazione cerebrale
http://medicalplanet.su/neurology/585.html

Violazioni di circolazione del sangue cerebrale

I disturbi dinamici della circolazione sanguigna cerebrale sono la forma più comune di questa patologia.

Eziologia e patogenesi

Malattia ipertensiva, aterosclerosi, meno frequentemente vasculite cerebrale di varie eziologie (infezioni, sistemiche), reumatismi, malattie vascolari (tromboangiite, zucchero nodulare), periarterite, diabete, ecc. Possono essere le cause.

Un sintomo simile importante di patologia è un carattere reversibile, cioè, le funzioni cerebrali disturbate, di regola, sono rapidamente caratteristiche. vengono ripristinati i disturbi focali associati alla patologia negli emisferi cerebrali o nel tronco. La perdita di coscienza osservata è rara. I sintomi principali sono mal di testa, parestesia in una metà del corpo, debolezza degli arti sullo stesso lato. Nella maggior parte dei casi, l'emiparesi piramidale viene rilevata con una concomitante emiipoestesia superficiale di alcuni. Nei casi di sensibilità, i disturbi circolatori dinamici possono essere accompagnati da attacchi di epilessia di Jacksonian.

In caso di disturbi circolatori del cervello nel tronco cerebrale, si osservano sintomi transitori di vertigini sistemiche, nausea, nistagmo, vomito, scarsa coordinazione dei movimenti, sintomi piramidali bilaterali e spesso sintomi di funzione oculomotoria, nervi abduttori, trigeminali e facciali.

Tuttavia, spesso le crisi più ischemiche nel parossismo vertebro-basilare manifestano vertigini e nausea senza alcun sintomo obiettivo o focale. Tali violazioni arrivano in ore o giorni e si concludono con un pieno recupero. Solo nei casi di decorso grave della malattia principale, sono possibili manifestazioni ripetute di disturbi circolatori dinamici, che alla fine portano a persistenti disordini organici con sintomi clinici appropriati.

Durante il trattamento, sono importanti il ​​riposo completo (riposo a letto), il regime e la nutrizione bilanciata, l'ossigenoterapia (inalazione attraverso la maschera di ossigeno, l'ossigenazione iperbarica, ecc.). È importante che il trattamento sia naturalmente la causa dei disturbi circolatori, cioè il trattamento della malattia principale. Nell'ipertensione è necessaria un'adeguata terapia antipertensiva, in caso di malattie da zucchero e diabete ematico - terapia appropriata, ecc. Vengono anche usati farmaci antispastici (no-spa, papaverina), farmaci cardiovascolari (corgicone, strophanthin), anticoagulanti, fonte.

fonte:
Violazioni di circolazione del sangue cerebrale
I disturbi dinamici della circolazione sanguigna cerebrale sono la forma più comune di questa patologia. L'eziologia e la patogenesi possono causare ipertensione, aterosclerosi,
http://house.jofo.me/index.php?id=398570section=blogtp=view

Le principali forme di disturbi della circolazione cerebrale, la loro eziologia e patogenesi

Le principali forme di disturbi della circolazione cerebrale, la loro eziologia e patogenesi

Disturbi della circolazione cerebrale possono essere causati da fattori cerebrali (locali) ed extracerebrali (sistemici). La più importante di fattori locali sono cambiamenti anatomici e vasi cerebrali inferiori causate da aterosclerotica, reumatica, sifilide e altre lesioni stenotiche, spesso combinate in particolare di lesioni combinate di arterie carotidee e vertebrali ( "Tandem stenosi", "stenosi Layered"), nonché anomalie, lesioni, trombosi, embolia, reazioni patologiche delle arterie cerebrali. Da fattori extracerebrali includere disturbi di emodinamica sistemica, ipertensione, ipotensione, insufficienza cardiaca, alterata reologia del sangue, aumentando la sua viscosità, adesione e l'aggregazione di elementi formati, sindrome da antifosfolipidi, policitemia, trombocitemia, coagulazione intravascolare disseminata.

I fattori che contribuiscono alla violazione della circolazione cerebrale comprendono lo psicotrauma, il sovraccarico fisico e mentale, il surriscaldamento, l'alcolismo, il fumo, ecc.

Qualsiasi lesione organica della nave (placca aterosclerotica, trombo, ecc.) Può essere una fonte di impulsi patologici, causa, mantenere lo stato di spasmo nei rami arteriosi adiacenti (riflesso vaso-basale). Pertanto, in tutti i casi, la gravità della sofferenza dipende non solo e non tanto dalle ostruzioni meccaniche al flusso sanguigno, quanto dallo spasmo concomitante della rete vascolare.

Con varie eziologie di lesioni vascolari, l'insufficienza circolatoria cerebrale può svilupparsi nel pool di una nave completamente o parzialmente disattivata - uno stato di sproporzione tra i bisogni e le possibilità di fornire al cervello un apporto di sangue completo. Ci sono insufficienza acuta e cronica (Tabella 2). Nelle forme acute di sintomi si sviluppano in pochi secondi, ore, raramente - un giorno. Se scompaiono, quindi disturbi transitori (transitori). Il fallimento acuto si manifesta sotto forma di parossismi, crisi, ictus.

I parossismi sono fenomeni transitori a breve termine di insuccesso senza disturbi cerebrali persistenti e sintomi neurologici focali (emicrania, sincope).

Le crisi sono disturbi circolatori dinamici con pronunciati fenomeni cerebrali, con disturbi focali transitori a breve termine. Sono comuni e regionali.

Le crisi comuni sono:

- iperteso, accompagnato da forte mal di testa, vomito, rumore pulsante nella testa, pressione alta, ecc.;

- ipotonica (debolezza generale, "nebbia nella testa", pallore, pressione bassa, ecc.);

- combinato (ad esempio, disturbi vascolari coronarocervicali - lesioni vascolari del cuore e del cervello, più spesso causate da disfunzione della zona reflexogenic synocarotid che regola sia la circolazione coronarica che cerebrale).

Le crisi regionali sono suddivise in carotidi, vertebrobasilari e altre: una grave crisi cerebrale può causare disturbi della circolazione cerebrale focale.

L'ictus ischemico si sviluppa gradualmente. È preceduto da disturbi transitori ripetitivi della circolazione cerebrale: vertigini a breve termine, disturbi motori e sensoriali transitori, sincope, disturbi del linguaggio. È caratterizzato da confusione, pallore della pelle, ipotensione, rara respirazione superficiale; la fibrillazione atriale e l'insufficienza cardiovascolare sono possibili; aumento della coagulazione del sangue.

In entrambi gli ictus emorragici e ischemici sullo sfondo della paralisi, la stimolazione motoria generale può svilupparsi.

La malattia cerebrovascolare cronica si verifica con lesioni focali multiple e (o) diffuse (encefalopatia dyscirculatory, aterosclerosi cerebrale, malattia coronarica). Può essere compensato (assenza di sintomi neurologici focali, parossismi angio-istonici), remissione (remissione dei sintomi neurologici, disturbi cerebrali discirpenti transitori), sottocompensazione (sintomi neurologici persistenti, crisi), scompenso (sintomi neurologici marcati, insulti, sintomi insulinici, sintomi neurologici gravi, crisi), scompenso (sintomi neurologici marcati, sintomi insulinici).

I disturbi circolatori nel cervello possono essere una causa diretta dello sviluppo di edema cerebrale (edema vasogenico). Può verificarsi quando:

- a) fortemente ipertensione quando l'aumento della pressione (edema ipertensiva), in cui i disturbi ingranaggio di azionamento del flusso sanguigno cerebrale è guasto autoregolazione (con un aumento del limite restringimento superiore attivo dei vasi sanguigni cerebrali sono sostituiti dai loro estensione passiva e sangue in esso capillari nei microrecipienti cerebrali forniti dal alta pressione, a seguito della quale viene interrotta la normale relazione tra la pressione idrostatica e quella osmotica e l'acqua viene sciolta nelle navi le sostanze, comprese le proteine ​​plasmatiche);

- a ischemia cerebrale (gonfiore ischemico) a causa del deterioramento degli elementi strutturali del tessuto cerebrale, la disintegrazione delle grandi molecole proteiche, la presenza di grandi quantità di frammenti osmoticamente attiva, portando ad un aumento della pressione osmotica nel tessuto cerebrale (acqua con elettrolito disciolto passa nello spazio extracellulare, e poi - negli elementi tissutali del cervello, che di conseguenza si gonfiano drammaticamente).

Lo sviluppo di edema cerebrale contribuisce a modificare le proprietà meccaniche degli elementi strutturali del tessuto cerebrale (diventano più malleabili, che porta all'espansione degli spazi extracellulari e crea condizioni per la ritenzione idrica nel tessuto cerebrale), nonché danni agli elementi strutturali che formano le pareti dei microrecipienti del cervello, risultando in una funzione compromessa barriera ematoencefalica, diventa più permeabile ai componenti del plasma, alle proteine, agli acidi grassi, ecc. Alcuni di questi sono tossici per il tessuto cerebrale, quindi, Ulteriori danni ad esso e la progressione dell'edema.

Qualsiasi cambiamento nella microcircolazione nel cervello può contribuire allo sviluppo di edema di qualsiasi eziologia, in particolare dopo una lesione cerebrale traumatica.

Prova i compiti per l'autocontrollo dell'argomento

1. Compilare l'elenco delle principali fonti di compensazione (anastomosi) in caso di insufficienza della circolazione cerebrale.

a) cerchio di Willis;

2. Completa l'elenco dei fattori che determinano la possibilità dello sviluppo della circolazione collaterale quando spegni i vasi che alimentano il cervello.

a) caratteristiche anatomiche individuali dei grandi vasi;

3. Se i chemocettori della zona reflexogenic del sinocarotid sono irritati, i vasi cerebrali:

4. Selezionare dall'elenco sottostante la risposta alla domanda su come si comportano i vasi cerebrali quando si stimolano i barocettori della zona reflexogenica synocarotid?

5. Completa l'elenco dei meccanismi per la regolazione interna (autonoma) della circolazione cerebrale.

a) meccanismo di "chiusura" delle arterie principali;

6. Rispondi alla domanda: quale dei seguenti disturbi si riferisce alle reazioni patologiche delle arterie cerebrali?

a) vasocostrizione patologica (angiospasmo);

c) vasodilatazione patologica;

d) il fenomeno del flusso sanguigno non restaurato;

e) reazioni paradossali delle arterie cerebrali;

e) sindrome da eccesso di perfusione;

g) sono la reattività delle arterie cerebrali?

7. Indicare quali di questi disturbi sono disturbi dinamici della circolazione cerebrale:

a) colpi; b) parossismi; c) crisi.

8. Quali dei seguenti elenchi di patologie si riferiscono a disturbi focali della circolazione cerebrale:

a) parossismi; b) crisi; c) ictus?

9. Cosa distinguono le crisi:

e) coronarico cerebrale (cerebro-coronario);

10. Usando l'elenco sottostante, indica quali tratti sono:

11. Elencare i tipi di edema cerebrale vasogenico.

Incidente cerebrovascolare transitorio

Disturbo circolatorio cerebrale transitorio (PNMC) è l'ischemia cerebrale acuta a breve termine, accompagnata da sintomi transitori cerebrali e focali che scompaiono completamente entro non più di 24 ore dall'esordio dell'attacco. Le manifestazioni cliniche sono diverse, a causa del tipo e della topografia del PFMC. La diagnostica viene eseguita retrospettivamente e comprende esame neurologico, oftalmologico e cardiologico, esame del rifornimento di sangue cerebrale (USDG, scansione duplex, MRA), raggi X e TC della colonna vertebrale. Il trattamento di PNMK è mirato a normalizzare l'apporto di sangue e il metabolismo cerebrale, prevenendo le recidive e prevenendo l'insorgenza di ictus. Con occlusione emodinamicamente significativa delle grandi arterie, è possibile il trattamento chirurgico degli angiosurgeon.

Incidente cerebrovascolare transitorio

Una violazione transitoria della circolazione cerebrale ha eziologia e meccanismi di sviluppo simili all'ictus ischemico. Una caratteristica distintiva è la sua breve durata (non più lunga di un giorno) e la natura transitoria di tutti i sintomi che si presentano. È generalmente accettato nel mondo e nella neurologia nazionale che i casi in cui le manifestazioni cliniche dei disturbi circolatori cerebrali acuti (ONMK) persistano per più di 24 ore sono comunemente considerati un ictus.

Attacco ischemico transitorio (TIA) e variante cerebrale della crisi ipertensiva sono considerati disturbi transitori della circolazione sanguigna cerebrale. PNMK - una delle forme più comuni di disturbi circolatori cerebrali. Tuttavia, è difficile ottenere dati statistici affidabili sulla struttura dell'incidenza di PNMK, dal momento che, da un lato, molti pazienti non cercano assistenza medica in modo tempestivo, e dall'altro, è difficile per i medici diagnosticare il fatto del PNMC, basato solo sull'anamnesi.

Eziologia e patogenesi

Il cuore del PNMK è una riduzione del flusso sanguigno attraverso le arterie che forniscono il cervello. Ci sono molti fattori che portano a tali cambiamenti di dyscirculatory. In primo luogo tra di loro sono l'aterosclerosi e la malattia ipertensiva. Gli eteroattivi includono anche diabete mellito, vasculite infettiva-allergica e sistemica (malattia di Kawasaki, periarterite nodosa, granulomatosi di Wegener) e lesioni vascolari nelle malattie del collagene. Un certo ruolo è giocato da malformazioni vascolari congenite - tortuosità patologica, ipoplasia.

Il principale meccanismo patogenetico del PNMK in questo caso è l'embolia arterio-arteriosa. Emboli sono particelle di un coagulo di parete che si forma nel lume di una nave malata o in una placca aterosclerotica in decomposizione. La fonte di emboli può essere coaguli di sangue che si formano nelle cavità del cuore durante malformazioni acquisite o congenite, mixoma e aneurisma post-infarto. Un embol che si forma in una grande arteria con una corrente sanguigna entra nei rami finali dei vasi cerebrali, portando alla loro occlusione e ad una brusca diminuzione del rifornimento di sangue alla regione corrispondente del cervello.

Disturbi circolatori cerebrali transitori possono verificarsi più volte con occlusione delle arterie carotidi. Gli eteroattivi della crisi cerebrale ipertensiva sono lo spasmo delle arterie cerebrali e la deposizione venosa del sangue. Il PNMK nel bacino vertebro-basilare si verifica durante la compressione dell'arteria vertebrale a causa dell'instabilità del rachide cervicale, dell'osteocondrosi, della spondilosi cervicale, delle lesioni spinali. In alcuni casi, la causa di PNMK diventa spasmo arterioso compensatorio, che si sviluppa durante l'ipotensione arteriosa grave, ad esempio, nella perdita di sangue acuta, infarto del miocardio e aritmie gravi. In caso di occlusione dell'arteria succlavia, lo sviluppo di PNMK è possibile secondo il meccanismo del "furto", quando l'apporto di sangue collaterale al braccio passa dal bacino vertebro-basilare a detrimento del flusso sanguigno cerebrale.

Il principale momento patogenetico, che assicura la breve durata dell'ischemia cerebrale con PUMA, è un sistema ben sviluppato di circolazione collaterale. Grazie ad esso, durante l'occlusione arteriosa, il flusso sanguigno viene rapidamente ridistribuito lungo percorsi alternativi di bypass in modo tale da garantire un adeguato apporto di sangue all'area ischemica e il completo ripristino delle sue funzioni entro 1 giorno dal momento dell'occlusione. Se ciò non si verifica, si verificano cambiamenti irreversibili nelle cellule cerebrali ischemiche, che portano a disturbi neurologici più persistenti e classificati come ictus ischemico.

Sintomi di PNMK

Sviluppo tipicamente improvviso e acuto. I sintomi cerebrali di PNMK sono mal di testa, debolezza, nausea (vomito), visione offuscata, reazioni vegeto-vascolari (vampate di calore, tremori, sudorazione, ecc.), Disturbi a breve termine della coscienza. I sintomi focali dipendono interamente dalle parti superiori del processo ischemico. In media, un PNMK dura da alcuni minuti a diverse ore. Pathognomonic è il ripristino completo delle funzioni neurologiche compromesse durante il giorno.

Il PNMK nel sistema ICA (arteria carotide interna) è caratterizzato da zone variabili di ipestesia e / o parestesia, che coprono determinate aree della pelle delle estremità o la faccia sul sito opposto (eterolaterale) di ischemia. Ci può essere una paresi centrale, che si estende ai gruppi muscolari locali o ad un arto. L'ememiestesia e l'emiparesi sono meno comuni. La forza muscolare è generalmente moderatamente ridotta. Anisoreflessia tipica, a volte ci sono riflessi patologici Rossolimo e Babinsky. Afasia o disartria spesso marcata. Forse una diminuzione dell'acuità visiva in un occhio, la comparsa del parossismo dell'epilessia di Jackson, in alcuni casi, si trasforma in un epifischio generalizzato.

TIA nel sistema bacino vertebrobasilare manifesta tinnito vertigini, disturbi vegetativi, atassia vestibolare (movimenti scoordinamento, instabilità dell'andatura, instabilità Romberg ecc.), A metamorfopsie ipovedenti, fotopsia, delezioni campi visivi. Nistagmo orizzontale marcato. Disartria, disfonia, diplopia, disfagia, l'insorgenza di sindromi alternate sono possibili. Il PNMK nel bacino vertebro-basilare è solitamente accompagnato da un mal di testa nella parte posteriore della testa, la cui intensità è associata ai movimenti della testa.

Una violazione transitoria della circolazione cerebrale nel tronco cerebrale si manifesta con vertigini sistemiche, paresi dei muscoli oculari, perdita dell'udito, visione doppia. Possono comparire anormalità transitorie della deglutizione e articolazione, emianopsia e ipestesia locale della pelle del viso. Quando PNMK nella regione del midollo allungato (formazione reticolare, olive inferiori) sono noti come cosiddetti. Gli attacchi di caduta sono parossismi transitori di immobilità a causa della grave debolezza muscolare. Quando PNMK nelle regioni mediali del lobo temporale è osservato sindrome di Korsakoff a breve termine - perdita di orientamento nell'ambiente e nel tempo, in combinazione con il disturbo della memoria sugli eventi attuali.

Va notato che la stenosi simultanea di diverse arterie della testa è possibile, portando alla comparsa di ischemia transitoria in diversi bacini vascolari. In questi casi, la clinica PNMK combina i sintomi del danno a tutte le aree cerebrali coinvolte nel processo ischemico.

Diagnostica PNMK

In rari casi, i pazienti vengono esaminati da un neurologo durante lo stesso PAMC. Più spesso, i pazienti che sono stati sottoposti a PNMK a casa vengono a consultare un neurologo, mentre l'episodio ischemico può essere registrato dal medico locale o dal medico di emergenza. Alcuni pazienti non sanno nemmeno dell'ictus posticipato, ma con domande dettagliate è possibile rilevare la presenza di attacchi simili in passato. L'identificazione nella storia di PNMK è importante nella scelta di ulteriori tattiche del paziente.

Nello stato neurologico dopo PNMK posticipato di solito non ci sono anomalie significative. Nomina obbligatoria di esami supplementari - consultazione con un oculista con perimetria e oftalmoscopia; coagulazione, determinazione della glicemia, colesterolo e lipidi; REG, scansione duplex o USDG di vasi testa e collo, RM cerebrale, angiografia RM. Di regola, gli esami registrano segni di ischemia cerebrale cronica e encefalopatia dancileare; possibile individuazione dell'occlusione delle arterie carotidi o vertebrali.

Lo studio delle arterie vertebrali viene effettuato con l'aiuto di REG e UZDG con test funzionali (ad esempio, con curve e inclinazioni della testa), integrati da raggi X della colonna vertebrale nella regione cervicale o CT della colonna vertebrale. Nella diagnosi di trombosi dei grandi vasi che alimentano il cervello, si consiglia di consultare un chirurgo vascolare per decidere sulla fattibilità del trattamento chirurgico. Alla presenza di malattie cardiovascolari, la consultazione di un cardiologo, un elettrocardiogramma, il monitoraggio quotidiano di pressione del sangue, l'ultrasuono del cuore è condotto.

Trattamento PNMK

Nei casi lievi, quando PNMK dura non più di un'ora, la terapia viene eseguita in condizioni policliniche. Con manifestazioni più gravi o ripetuti trattamenti con PNMK in un ospedale neurologico. I compiti principali nel trattamento della PNMK sono il miglioramento della circolazione cerebrale e il ripristino di un adeguato metabolismo dei tessuti cerebrali.

Sono prescritti farmaci che migliorano i parametri reologici del sangue (pentossifillina, destrano). Il ciclo di trattamento è raccomandato 3-5 iniezioni di flebo endovenose giornaliere. Quindi nominato un uso a lungo termine dell'acido acetilsalicilico. I pazienti con PNMK, con controindicazioni per ricevere i salicilati (ad esempio, in presenza di ulcera peptica dello stomaco), sono consigliati a bromocofor. Di neurometaboliti ampiamente utilizzati piracetam, suini gidralizat cerebrali, acido gamma-aminobutirrico, vitamine gr. V.

Importante è la normalizzazione dei numeri di pressione sanguigna. A questo scopo, la somministrazione per via endovenosa o intramuscolare di dibazolo, papaverina, somministrazione intramuscolare di magnesio solfato, la drotaverina viene effettuata. In caso di vertigini sistemiche e sintomi vegetativi pronunciati, vengono prescritti alcaloidi belladonna, fenobarbital, estratto di belladonna, diazepam e clorpromazina è indicata come indicato. La terapia sedativa con valeriana, trixazina, tazepam o elenium è raccomandata per 1-2 settimane dopo il PNMK.

Una stenosi dell'arteria carotide diagnosticata superiore al 70% del suo lume è un'indicazione per il trattamento chirurgico. Su base individuale, viene effettuata la scelta della tattica chirurgica più appropriata: eversione o classica endoarteriectomia carotidea, stenting, protesi, smistamento del sonno-succlavia. Inoltre, secondo le indicazioni, vengono eseguiti stent o protesi dell'arteria vertebrale.

Predizione e prevenzione di PNMK

In termini di completa eliminazione del deficit neurologico che si presenta, la PNMK ha una prognosi favorevole. Sfavorevole è la ripetizione tipica di PNMK. La frequenza delle recidive può arrivare a diverse volte l'anno. Ogni episodio successivo di PNMK aumenta la probabilità di sviluppare ictus ischemico. La prognosi più favorevole per PNMK nel bacino dell'arteria uditiva interna. Con la localizzazione dei disturbi nel pool carotideo, la prognosi è peggiore rispetto a PNMK nella regione vertebro-basilare. In genere, questi pazienti hanno già un ictus per il primo anno.

La base per la prevenzione della PNMK è uno stile di vita sano, che esclude fattori che influenzano negativamente lo stato delle navi, come il fumo, l'assunzione di grandi dosi di alcol e il consumo eccessivo di grassi animali. Le misure profilattiche includono il controllo della pressione sanguigna, glicemia, spettro lipidico; trattamento adeguato di ipertensione arteriosa, diabete mellito, malattie vascolari. La profilassi secondaria di PNMK consiste nell'osservazione regolare da parte di un neurologo con cicli ripetuti di terapia vascolare.

Disturbi dinamici della circolazione cerebrale

I disturbi dinamici della circolazione cerebrale sono la forma più comune di questa patologia.

motivi

Le cause possono essere ipertensione, aterosclerosi, vasculite cerebrale meno frequente di varie eziologie (infezioni, reumatismi), malattie vascolari sistemiche (tromboangiite, periarterite nodosa), diabete mellito, ecc.

sintomi

Un segno importante di una tale patologia è un carattere reversibile, cioè, le funzioni cerebrali compromesse, di regola, vengono rapidamente ripristinate. Disturbi focali caratteristici associati alla patologia negli emisferi cerebrali o nel tronco. La perdita di coscienza è raramente osservata. I sintomi principali sono mal di testa, parestesia in una metà del corpo, debolezza degli arti sullo stesso lato. Nella maggior parte dei casi, viene rilevata un'emiparesi piramidale con concomitante presenza di emiipoestesia superficiale. In alcuni casi, i disturbi circolatori dinamici possono essere accompagnati da attacchi di epilessia di Jacksonian.

Nei casi di disturbi circolatori del cervello nella zona del tronco cerebrale, si osservano attacchi transitori di vertigini sistemiche, nausea, vomito, nistagmo, coordinazione alterata dei movimenti, sintomi piramidali bilaterali e spesso sintomi di perdita della funzione di sbocco, nervi oculomotori, trigeminali e facciali.

Tuttavia, il più delle volte le crisi ischemiche nel sistema vertebro-basilare manifestano un parossismo di vertigini e nausea senza alcun sintomo obiettivo oggettivo. Tali violazioni si verificano nelle prossime ore o giorni e si concludono con un pieno recupero. Solo nei casi di decorso grave della malattia di base, sono possibili manifestazioni ripetute di disturbi circolatori dinamici, che alla fine portano a disordini organici persistenti con sintomi clinici appropriati.

trattamento

Riposo completo (riposo a letto), alimentazione razionale ed equilibrata, ossigenoterapia (inalazione di ossigeno attraverso una maschera, ossigenazione iperbarica, ecc.) Sono importanti nel trattamento. È importante, ovviamente, trattare la causa del disturbo circolatorio, cioè il trattamento della malattia di base. Nella malattia ipertensiva, è necessaria un'adeguata selezione di terapia antipertensiva, in caso di diabete mellito e malattie del sangue, terapia appropriata, ecc. Inoltre, vengono utilizzati farmaci antispastici (no-spa, papaverina), farmaci cardiovascolari (corgicone, strophanthin), anticoagulanti, eufllin..

Violazioni della circolazione arteriosa del cervello: forme, segni, trattamento

Negli ultimi anni, la percentuale di mortalità per lesioni patologiche dei vasi cerebrali, che in precedenza erano associate all'invecchiamento del corpo e sono state diagnosticate solo negli anziani (dopo 60 anni), è aumentata in modo significativo. Oggi i sintomi dei disturbi circolatori cerebrali sono ringiovaniti. E da un ictus spesso muoiono persone di età inferiore ai 40 anni. Pertanto, è importante conoscere le cause e il meccanismo del loro sviluppo in modo che le misure preventive, diagnostiche e terapeutiche diano il risultato più efficace.

Cos'è l'incidente cerebrovascolare (MK)

I vasi del cervello hanno una struttura particolare e perfetta che regola idealmente il flusso sanguigno, garantendo la stabilità della circolazione sanguigna. Sono disposti in modo tale che con un aumento del flusso di sangue ai vasi coronarici circa 10 volte durante l'attività fisica, la quantità di sangue circolante nel cervello, con un aumento dell'attività mentale, rimane allo stesso livello. Cioè, c'è una ridistribuzione del flusso sanguigno. Parte del sangue dal cervello con un carico minore viene reindirizzato in aree con attività cerebrale potenziata.

Tuttavia, questo perfetto processo di circolazione sanguigna è disturbato se la quantità di sangue che penetra nel cervello non soddisfa il suo bisogno. Va notato che la sua ridistribuzione su parti del cervello è necessaria non solo per la sua normale funzionalità. Si verifica anche in caso di insorgenza di varie patologie, ad esempio, stenosi del lume del vaso (restringimento) o ostruzione (chiusura). A causa di una compromessa autoregolazione, la velocità del movimento del sangue in alcune parti del cervello rallenta ed è ischemica.

Tipi di violazioni MK

Esistono le seguenti categorie di alterazioni del flusso sanguigno nel cervello:

  1. Acuti (ictus) che si verificano improvvisamente con un lungo decorso e transitori, i cui principali sintomi (alterazione visiva, perdita della parola, ecc.) Non durano più di un giorno.
  2. Cronico causato da encefalopatie dincircolatorie. Sono divisi in due tipi: l'origine ipertensiva e causata da aterosclerosi.

Incidente acuto cerebrovascolare (ONMK)

L'incidente cerebrovascolare acuto causa disturbi persistenti dell'attività cerebrale. È di due tipi: emorragico (emorragia) e ischemico (chiamato anche infarto cerebrale).

emorragica

eziologia

L'emorragia (disturbo del flusso emorragico del sangue) può essere causata da varie ipertensione arteriosa, aneurismi vascolari, angiomi congeniti, ecc.

patogenesi

Come risultato di un aumento della pressione arteriosa, il plasma e le proteine ​​in esso contenute vengono rilasciati, il che porta alla macerazione del plasma delle pareti vascolari, causandone la distruzione. Una specie di sostanza specifica ialina-simile (una proteina simile alla cartilagine nella sua struttura) si deposita sulle pareti vascolari, il che porta allo sviluppo della ialinosi. Le navi assomigliano ai tubi di vetro, perdono la loro elasticità e la capacità di trattenere la pressione sanguigna. Inoltre, la permeabilità della parete vascolare aumenta e il sangue può attraversarlo liberamente, impregnando le fibre nervose (sanguinamento diapedemico). Il risultato di tale trasformazione può essere la formazione di microaneurismi e la rottura della nave con emorragia e l'ingresso di sangue nel midollo bianco. Pertanto, l'emorragia si verifica in seguito a:

  • Impregnazione al plasma delle pareti dei vasi sanguigni del midollo bianco o dei tubercoli ottici;
  • sanguinamento Diapedetic;
  • Microaneurismi educativi.

L'emorragia nel periodo acuto è caratterizzata dallo sviluppo di ematomi durante l'inserimento e la deformazione del tronco cerebrale nell'apertura tentoriale. Allo stesso tempo il cervello si gonfia, si sviluppa un edema esteso. Ci sono emorragie secondarie, più piccole.

Manifestazioni cliniche

Di solito si verifica durante il giorno durante l'attività fisica. Improvvisamente la testa inizia a fare male male, insorgono impulsi nauseante. La coscienza è confusa, una persona respira spesso e con un fischio, si verifica tachicardia, accompagnata da emiplegia (paralisi unilaterale delle estremità) o emiparesi (indebolimento delle funzioni motorie). I riflessi principali sono persi. L'occhio diventa immobile (paresi), si verificano anisocoria (pupille di diverse dimensioni) o uno strabismo di tipo divergente.

trattamento

Il trattamento dei disturbi della circolazione del sangue cerebrale di questo tipo include la terapia intensiva, il cui scopo principale è ridurre la pressione sanguigna, ripristinare la funzione vitale (percezione automatica del mondo esterno), interrompere il sanguinamento ed eliminare il gonfiore del cervello. Sono usati i seguenti farmaci:

  1. Abbassamento della pressione arteriosa - ganiloblocker (Arfonad, Benzogeksany, Pentamin).
  2. Per ridurre la permeabilità delle pareti dei vasi sanguigni e aumentare la coagulazione del sangue - Ditsinon, vitamina C, Vikasol, calcio Gluconato.
  3. Per migliorare la reologia (fluidità) del sangue - Trental, Vinkaton, Kavinton, Eufillin, Cinnarizin.
  4. Attività inibitoria fibrinolitica - ACC (acido amminocaproico).
  5. Antiedematoso - Lasix.
  6. Preparati sedativi
  7. Per ridurre la pressione intracranica, è prescritto un prelievo midollare.
  8. Tutti i farmaci sono iniettati.

ischemico

eziologia

NMC ischemico dovuto alla placca aterosclerotica

L'insufficienza circolatoria ischemica è più spesso causata da aterosclerosi. Il suo sviluppo può provocare forte ansia (stress, ecc.) O esercizio eccessivo. Può verificarsi durante una notte di sonno o subito dopo il risveglio. Spesso accompagna lo stato pre-infarto o infarto del miocardio.

sintomi

Può verificarsi all'improvviso o crescere gradualmente. Si manifestano sotto forma di mal di testa, emiparesi sul lato opposto alla lesione. Coordinamento alterato del movimento, nonché disturbi visivi e del linguaggio.

patogenesi

Il disturbo ischemico si verifica quando una quantità insufficiente di sangue scorre in un'area separata del cervello. Allo stesso tempo, si verifica un centro di ipossia in cui si sviluppano le formazioni necrotiche. Questo processo è accompagnato da una violazione delle principali funzioni cerebrali.

terapia

Il trattamento utilizza iniezioni di farmaci per ripristinare il normale funzionamento del sistema cardiovascolare. Questi includono: Korglikon, Strofantin, Sulfokamfokain, Reopoliklyukin, Cardiamine. La pressione intracranica è ridotta dal mannitolo o dal lasix.

Video: cause di vari tipi di colpi

Incidente cerebrovascolare transitorio

Incidente cerebrovascolare transitoria (PNMK) si verifica sullo sfondo di ipertensione arteriosa o aterosclerosi. A volte la causa del suo sviluppo diventa la loro combinazione. I sintomi principali di PNMK sono i seguenti:

  • Se il centro della patologia si trova nel pool di vasi carotidi, il paziente ha metà del corpo (dal lato opposto al centro) e parte del viso intorno alle labbra, è possibile la paralisi o la paresi a breve termine degli arti. Il discorso è rotto, ci può essere un attacco epilettico.
  • Quando la circolazione sanguigna nell'area vertebro-basilare viene disturbata, le gambe e le braccia del paziente diventano deboli, vertigini, difficile deglutire e produrre suoni, fotopsia (comparsa di punti luminosi negli occhi, scintille, ecc.) O diplopia (scissione di oggetti visibili). Perde il suo orientamento, ha problemi di memoria.
  • I sintomi della circolazione del sangue cerebrale sullo sfondo dell'ipertensione si manifestano nel modo seguente: una testa e bulbi oculari iniziano a ferire, una persona sperimenta sonnolenza, sviluppa congestione delle orecchie (come in un aereo durante il decollo o l'atterraggio) e impulsi nauseabondi. Vampate faccia, aumenta la sudorazione. A differenza dei tratti, tutti questi sintomi si attenuano entro 24 ore. Per questo sono chiamati "attacchi transitori".

Il trattamento di PNMK è effettuato da agenti antipertensivi, tonici e cardiotonici. Antispastici che migliorano il flusso sanguigno nel cervello e utilizzano i bloccanti dei canali del calcio. I seguenti farmaci sono prescritti:

Dibazol, Trental, Clofelin, Vinkamin, Eufillin, Cinnarizine, Cavinton, Furasemid, beta-bloccanti. Come tonico - tinture alcoliche di ginseng e schisandra cinesi.

Disturbi cronici della circolazione cerebrale

L'incidente cerebrovascolare cronico (CNMC), a differenza delle forme acute, si sviluppa gradualmente. Ci sono tre fasi della malattia:

  1. Nella prima fase, i sintomi sono vaghi. Sono più come la sindrome da stanchezza cronica. Una persona si stanca rapidamente, il suo sonno è disturbato, spesso ha dolore e vertigini. Diventa irascibile e distratto. Cambia spesso il suo umore. Lui dimentica alcuni momenti insignificanti.
  2. Nel secondo stadio, l'alterazione cronica della circolazione cerebrale è accompagnata da un significativo deterioramento della memoria, si verificano lievi alterazioni delle funzioni motorie, causando instabilità dell'andatura. C'è un rumore costante nella testa. Una persona percepisce male le informazioni, senza concentrare la sua attenzione su di esse. Degrada gradualmente come persona. Diventa irritabile e insicuro di se stesso, perde il suo intelletto, reagisce inadeguatamente alle critiche e spesso diventa depresso. Ha costantemente le vertigini e ha mal di testa. Lui vuole sempre dormire. Performance - ridotta. Si adatta male al piano sociale.
  3. Nella terza fase, tutti i sintomi si intensificano. Il degrado della personalità va in demenza, la memoria soffre. Lasciando la casa da sola, una tale persona non troverà mai la via del ritorno. La funzione motoria è compromessa. Questo si manifesta nel tremore delle mani, rigidità dei movimenti. Disturbo del linguaggio evidente, mancanza di coordinazione dei movimenti.

L'ultimo stadio di NMC cronica - atrofia cerebrale e morte neuronale, lo sviluppo della demenza

La distruzione della circolazione cerebrale è pericolosa perché se il trattamento non viene eseguito nelle fasi iniziali, i neuroni muoiono - le unità di base della struttura cerebrale, che è impossibile da resuscitare. Pertanto, la diagnosi della malattia nelle fasi iniziali è così importante. Include:

  • Rilevazione di malattie vascolari che contribuiscono allo sviluppo di disturbi della circolazione cerebrale.
  • Diagnosi basata sui reclami dei pazienti.
  • Esame neuropsicologico sulla scala MMSE. Ti permette di rilevare l'indebolimento cognitivo testando. L'assenza di violazioni è indicata da 30 punti ottenuti dal paziente.
  • Scansione duplex per identificare lesioni di vasi cerebrali con aterosclerosi e altre malattie.
  • Tomografia a risonanza magnetica, che consente di rilevare piccoli focolai ipointensivi (con alterazioni patologiche) nel cervello.
  • Esami del sangue clinico: emocromo completo, profilo lipidico, coagulogramma, glucosio.

eziologia

Le cause principali dei disturbi della circolazione cerebrale sono le seguenti:

  1. Età. Per lo più si verificano in persone che sono entrati nella quinta decade.
  2. Predisposizione genetica.
  3. Lesione cerebrale traumatica.
  4. Sovrappeso. Le persone obese soffrono spesso di ipercolesterolemia.
  5. Ipodinia e maggiore emotività (stress, ecc.).
  6. Cattive abitudini
  7. Malattie: diabete mellito (insulino-dipendente) e aterosclerosi.
  8. Ipertensione. L'aumento della pressione è la causa più comune di ictus.
  9. Nella vecchiaia, i disturbi del flusso sanguigno nel cervello possono derivare da:
    • fibrillazione atriale
    • varie malattie degli organi e del sangue che formano il sangue,
    • tromboflebite cronica,
    • difetti cardiaci.

trattamento

Con il flusso sanguigno alterato cronico nel cervello, tutte le misure terapeutiche mirano a proteggere i neuroni cerebrali dalla morte a causa dell'ipossia, stimolando il metabolismo a livello dei neuroni e normalizzando il flusso sanguigno nei tessuti cerebrali. I medicinali per ciascun paziente sono selezionati individualmente. Dovrebbero essere assunti in un dosaggio strettamente specificato, monitorando costantemente la pressione sanguigna.

Inoltre, nei disturbi della circolazione cerebrale, accompagnati da manifestazioni di natura neurologica, si utilizzano antiossidanti, venotonici, vasodilatatori, neuroprotettori, farmaci che aumentano la circolazione sanguigna, sedativi e multivitaminici.

È anche possibile curare gli incidenti cerebrovascolari cronici con la medicina tradizionale usando varie tasse e tisane. Particolarmente utile è un'infusione di fiori di biancospino e una collezione che include la camomilla, una palude essiccata e l'erba madre. Ma dovrebbero essere usati come un ulteriore corso terapeutico, che rafforza la principale terapia farmacologica.

Le persone con un aumento di peso che sono a rischio di sviluppare aterosclerosi a causa di colesterolo alto hanno bisogno di rivolgere la loro attenzione alla nutrizione. Per loro, ci sono diete speciali, che puoi conoscere da un dietista, che supervisiona l'organizzazione della nutrizione dei pazienti che si trovano in ospedale in qualsiasi ospedale. I prodotti dietetici includono tutto ciò che è di origine vegetale, frutti di mare e pesce. Ma i prodotti lattiero-caseari, al contrario, dovrebbero essere a basso contenuto di grassi.

Se la colesterolemia è significativa e la dieta non dà i risultati desiderati, vengono prescritti farmaci che fanno parte del gruppo di statine: Liprimar, Atorvakar, Vabarin, Torvakard, Simvatin. Con un ampio grado di restringimento del lume tra le pareti delle arterie carotidi (oltre il 70%), è necessaria endoarterectomia carotidea (chirurgia), che viene eseguita solo in cliniche specializzate. Quando la stenosi è inferiore al 60%, è sufficiente un trattamento conservativo.

Riabilitazione dopo una violazione acuta della circolazione cerebrale

La terapia farmacologica può fermare il decorso della malattia. Ma per restituire l'opportunità di muoversi non poteva. Solo esercizi ginnici speciali possono aiutare in questo. Dobbiamo essere preparati al fatto che questo processo è piuttosto lungo e paziente. I parenti del paziente dovrebbero imparare come eseguire esercizi di ginnastica terapeutica e di massaggio, poiché saranno loro a doverli fare per sei mesi o più.

Alla base della riabilitazione precoce dopo una violazione dinamica della circolazione cerebrale al fine di ripristinare completamente le funzioni motorie indicate kinesiterapia. È particolarmente necessario nel ripristinare la motilità, poiché contribuisce alla creazione di un nuovo modello della gerarchia del sistema nervoso al fine di esercitare un controllo fisiologico delle funzioni motorie del corpo. In kinesiterapia, vengono utilizzati i seguenti metodi:

  1. Ginnastica "Equilibrio", finalizzata a ripristinare il coordinamento dei movimenti;
  2. Il sistema di esercizi riflessi Feldenkrais.
  3. Il sistema Voigt, finalizzato a ripristinare l'attività motoria stimolando i riflessi;
  4. Mikrokenizoterapiya.

La ginnastica passiva "Balance" viene assegnata a ciascun paziente con disturbi della circolazione cerebrale, non appena la coscienza ritorna a lui. I parenti di solito aiutano il suo paziente a esibirsi. Include impastare le dita delle mani e dei piedi, la flessione e l'estensione degli arti. Gli esercizi iniziano ad esibirsi con gli arti inferiori, salendo gradualmente. Il complesso comprende anche l'impastamento della testa e del collo. Prima di iniziare gli esercizi e finire la ginnastica dovrebbero essere leggeri movimenti di massaggio. Assicurati di monitorare le condizioni del paziente. La ginnastica non dovrebbe causare il suo superlavoro. Il paziente stesso può fare esercizi per gli occhi (avvitando, ruotando, fissando lo sguardo a un certo punto e altri). A poco a poco, con il miglioramento delle condizioni generali del paziente, il carico aumenta. Un singolo metodo di recupero è selezionato per ciascun paziente, tenendo conto delle caratteristiche del decorso della malattia.

Foto: esercizi base di ginnastica passiva

Il metodo Feldenkrais è una terapia che agisce delicatamente sul sistema nervoso umano. Contribuisce al pieno ripristino delle capacità mentali, dell'attività fisica e della sensualità. Include esercizi che richiedono movimenti fluidi durante l'esecuzione. Il paziente deve concentrarsi sulla loro coordinazione, rendere ogni movimento in modo intelligente (coscientemente). Questa tecnica ti distrae da un problema di salute esistente e ti concentra su nuovi traguardi. Di conseguenza, il cervello inizia a "ricordare" i vecchi stereotipi e ritorna a loro. Il paziente sta esplorando costantemente il suo corpo e le sue capacità. Questo ti permette di trovare modi rapidi per farlo muovere.

La tecnica si basa su tre principi:

  • Tutti gli esercizi dovrebbero essere facili da imparare e memorizzare.
  • Ogni esercizio deve essere eseguito senza intoppi, senza sovraccaricare i muscoli.
  • Eseguendo l'esercizio, la persona malata dovrebbe godere del piacere del movimento.

Ma soprattutto, non si dovrebbero mai dividere i loro risultati in alto e in basso.

Ulteriori misure di riabilitazione

È ampiamente praticato per eseguire esercizi di respirazione, che non solo normalizzano la circolazione sanguigna, ma allevia anche la tensione muscolare che si verifica sotto l'influenza della ginnastica e dello stress da massaggio. Inoltre, regola il processo respiratorio dopo l'esecuzione di esercizi terapeutici e dà un effetto rilassante.

In caso di violazioni della circolazione cerebrale, al paziente viene prescritto un periodo di riposo a letto. Ciò può portare a varie complicazioni, come la ridotta ventilazione naturale dei polmoni, la comparsa di piaghe da decubito e contratture (la mobilità è limitata nell'articolazione). La prevenzione delle piaghe da decubito è un frequente cambiamento nella posizione del paziente. Si raccomanda di accendere lo stomaco. Allo stesso tempo, i piedi pendono giù, gli stinchi si trovano su morbidi cuscini, e sotto le ginocchia ci sono dei dischi di cotone idrofilo, rivestiti di garza.

Per la prevenzione dello sviluppo delle contratture è raccomandato:

  1. Il corpo del paziente per dare una posizione speciale. Nei primi giorni, i suoi parenti che si prendono cura di lui lo trasferiscono da una posizione all'altra. Questo viene fatto ogni due o tre ore. Dopo la stabilizzazione della pressione sanguigna e migliorare le condizioni generali del paziente viene insegnato a farlo da soli. La seduta precoce del paziente a letto (se il benessere lo consente) non consentirà lo sviluppo delle contratture.
  2. Fare il massaggio, necessario per manutenzione di un tono di muscoli in norma. I primi giorni includono tratti leggeri (con tono aumentato) o impastamento (se il tono muscolare è ridotto) e dura solo pochi minuti. In futuro, i movimenti di massaggio sono migliorati. È permesso usare lo sfregamento. Aumenta la durata dei massaggi. Entro la fine della prima metà dell'anno, possono essere completati entro un'ora.
  3. Esercizi di esercizi che, tra le altre cose, combattono efficacemente contro la sincinesi (contrazioni muscolari involontarie).
  4. La vibrostimolazione delle parti paralizzate del corpo con una frequenza di oscillazioni da 10 a 100 Hz dà un buon effetto. A seconda delle condizioni del paziente, la durata di questa procedura può variare da 2 a 10 minuti. Si raccomanda di eseguire non più di 15 procedure.

In caso di disturbi della circolazione cerebrale, vengono utilizzati anche metodi di trattamento alternativi:

  • Riflessologia comprendente:
    1. Trattamento degli odori (aromaterapia);
    2. la versione classica dell'agopuntura;
    3. agopuntura nei punti di riflesso situati sui padiglioni auricolari (auricoloterapia);
    4. agopuntura di punti biologicamente attivi sulle mani (su-jack);
  • Terapia di Leech (hirudotherapy);
  • Bagno di conifere con aggiunta di sale marino;
  • Bagni di ossigeno

Video: riabilitazione dopo un ictus, il programma "Vivere è fantastico!"

Maggiori informazioni sulla riabilitazione complessa dopo ictus e attacchi ischemici, vedi il link.

Conseguenze di NMC

L'incidente cerebrovascolare acuto ha gravi conseguenze. In 30 casi su un centinaio di persone che hanno avuto questa malattia, diventa completamente indifeso.

  1. Non può mangiare, eseguire procedure igieniche, vestirsi, ecc. Queste persone hanno una capacità di pensare completamente compromessa. Perdono la cognizione del tempo e non sono affatto orientati nello spazio.
  2. Qualcuno ha la capacità di muoversi. Ma molte persone che, dopo una violazione della circolazione cerebrale, rimangono per sempre a letto. Molti di loro mantengono una mente chiara, capiscono cosa sta accadendo intorno a loro, ma sono senza parole e non possono esprimere a parole i loro desideri e sentimenti espressivi.

aree di comunicazione del danno cerebrale e delle funzioni vitali

Disabilità - il triste risultato di disturbi acuti e in molti casi di disturbi cronici della circolazione cerebrale. Circa il 20% dei disturbi acuti della circolazione cerebrale è fatale.

Ma c'è un'opportunità per proteggersi da questa grave malattia, indipendentemente da quale categoria di classificazione appartenga. Anche se molte persone lo trascurano. Questo è un atteggiamento attento alla tua salute e tutti i cambiamenti che si verificano nel corpo.

  • D'accordo sul fatto che una persona sana non dovrebbe avere mal di testa. E se improvvisamente le vertigini, significa che c'era una sorta di deviazione nel funzionamento dei sistemi responsabili di questo corpo.
  • La prova di problemi nel corpo è una temperatura elevata. Ma molti vanno al lavoro quando è a 37 ° C, considerando normale.
  • Si ha il torpore a breve termine degli arti? La maggior parte delle persone li schiaccia senza chiedere: perché sta succedendo questo?

Nel frattempo, questi sono satelliti dei primi piccoli cambiamenti nel sistema di flusso sanguigno. Spesso, una violazione acuta della circolazione cerebrale è preceduta da un transitorio. Ma poiché i suoi sintomi scompaiono durante il giorno, non tutti hanno fretta di vedere un medico da esaminare e ricevere i farmaci necessari.

Oggi ci sono farmaci efficaci - trombolitici per il servizio medico. Fanno letteralmente miracoli sciogliendo i coaguli di sangue e ripristinando la circolazione cerebrale. Tuttavia, c'è un "ma". Per ottenere il massimo effetto, devono essere somministrati al paziente entro tre ore dopo la comparsa dei primi sintomi di ictus. Sfortunatamente, nella maggior parte dei casi, cercare aiuto medico è troppo tardi, quando la malattia è passata in una fase difficile e l'uso dei trombolitici è già inutile.

Per Saperne Di Più I Vasi