Raccomandazioni di periodo postoperatorio di flebectomia

Le vene varicose sono una malattia comune caratterizzata da infiammazione delle vene, comparsa di nodi, gonfiore. Il trattamento della malattia deve essere affrontato quando i primi sintomi appaiono già. Ci sono molti metodi di terapia. Uno di questi è flebectomia.

Molti hanno una domanda su quali sono le raccomandazioni nel periodo postoperatorio di flebectomia (venectomia).

Cos'è la flebectomia?

La flebectomia è una procedura chirurgica che comporta la rimozione delle vene al fine di stabilire la circolazione del sangue. Nel corso di tutte le azioni, vengono rimosse quelle vene sottocutanee in cui il flusso di sangue comprende meno del 10% del volume totale.

Tale operazione è indicata se il paziente ha notato:

  • vene varicose;
  • gravato di vene varicose, accompagnato da gonfiore e stanchezza;
  • esacerbazioni della distensione varicosa;
  • violazione del flusso di sangue;
  • ulcere trofiche;
  • tromboflebite.

Questo tipo di intervento è raccomandato da uno specialista se la terapia farmacologica non ha successo. Questo tipo di intervento non è pericoloso. Grazie alle ultime tecnologie, il danno al corpo è minimo. Quando le indicazioni per tale operazione non devono essere ritardate. Questo potrebbe peggiorare le condizioni del paziente.

Come è l'operazione?

Prima dell'operazione, devi seguire tutte le fasi della preparazione. Tutti i passaggi importanti sono:

  • balneazione;
  • esame della gamba operata e del sito di lesione;
  • eliminazione dei capelli dagli arti;
  • conversazione con uno specialista sull'operazione;
  • pulire l'intestino nel caso venga scelta un'anestesia generale;
  • preparazione di indumenti larghi adatti e scarpe comode abbastanza morbide;
  • comunicazione con il chirurgo, è necessario dire sulla presenza di eventuali reazioni allergiche ai farmaci.

Prima dell'operazione, il paziente deve sottoporsi a una diagnosi completa, i cui risultati rendono il verdetto. L'esame è effettuato da un flebologo, che più spesso prescrive un'ecografia delle vene e dei capillari.

È importante! Se si verifica almeno un sintomo, è necessario consultare un medico per le raccomandazioni. Prima si esegue l'intervento, si possono verificare meno complicanze.

Al momento dell'operazione, il paziente è legato al tavolo operatorio. Questa è una precauzione molto importante. Qualsiasi movimento involontario del paziente porta pericolo. Le operazioni di conduzione dei tecnici ci sono diverse.

Una piccola incisione viene eseguita nella parte superiore e inferiore della gamba nella posizione delle vene. Il tronco venoso è fisso, invertito e rimosso attraverso incisioni perfette. Dopo che sono suturati. La durata di tutte le azioni non è superiore a due ore.

Periodo postoperatorio

Con un adeguato intervento chirurgico, il recupero dalla flebectomia è molto regolare. Con qualsiasi violazione può verificarsi aggravamento.

Principali complicanze dopo la rimozione delle vene delle gambe

Ematomi e sanguinamento da ferite sono tra le esacerbazioni dopo l'intervento. Questa è considerata la norma assoluta, poiché tali effetti si verificano dopo qualsiasi intervento chirurgico.

Dopo tutte le azioni possono apparire complicazioni più serie. Questi includono:

Tutte queste complicazioni sono pericolose per la vita del paziente. Pertanto, la loro prevenzione è necessaria per prestare molta attenzione.

Nel periodo postoperatorio dopo flebectomia, è importante indossare una compressione elastica e assumere tutti i farmaci prescritti, che è la prevenzione della trombosi e della tromboflebite. In caso di inosservanza delle raccomandazioni, le conseguenze possono essere molto gravi.

Cosa succede subito dopo l'intervento?

Il paziente può lamentarsi che la gamba fa male dopo un flebectomia. Il primo giorno, ai pazienti viene mostrato un riposo a letto rigoroso. È consentito solo eseguire azioni con i piedi un paio d'ore dopo l'intervento. Camminare per il reparto è possibile solo dopo aver ottenuto il permesso del medico curante.

Dall'ospedale di solito si scarica già il secondo ogni terzo giorno. Dipende dalle condizioni del paziente. Circa due mesi è necessario indossare biancheria intima a compressione. Dovresti prendere tutti i farmaci venotonici prescritti da uno specialista. Non saltare la medicazione. Come misura preventiva, possono essere prescritti farmaci che aiutano a ridurre i coaguli di sangue e la viscosità del sangue.

Nelle prime fasi dopo l'intervento chirurgico, è prescritto un esercizio di riparazione. Da qualche tempo, il paziente ha mostrato lunghe passeggiate.

Cosa non si può fare dopo la scarica?

Quando la riabilitazione dopo l'operazione di flebectomia è iniziata, è severamente vietato ai pazienti bagnare l'arto che ha subito l'intervento. Anche le ferite più piccole dovrebbero avere il tempo di guarire e guarire.

È vietato strappare le croste formate dalle ferite. Per questo motivo, puoi interrompere l'intero processo di guarigione. La zona della cucitura deve essere trattata con agenti antimicrobici.

È vietato dare esercizio fisico agli arti. All'inizio, devi camminare il meno possibile. Durante il periodo di deambulazione indossare biancheria intima di compressione. Si consiglia agli esperti di andare in ospedale e di non lavorare per una settimana.

Durante il periodo di recupero, tutte le ferite e le suture richiedono un trattamento molto accurato. Non rischiare l'esposizione attraverso queste ferite. A questo scopo, devono essere applicate speciali bende igieniche.

Impara da questo articolo come viene eseguita un'operazione per rimuovere le vene nelle gambe.

Trattamento domiciliare di supporto

Dopo l'intervento chirurgico, è molto importante utilizzare la biancheria intima di compressione per evitare il ripetersi della malattia. La compressione dovrebbe essere indossata 24 ore su 24. Un mese dopo è possibile solo l'uso quotidiano. È essenziale per l'eliminazione dell'insufficienza venosa.

Per la prevenzione della malattia, si consiglia agli specialisti di continuare a indossare tali mutande. Le calze a compressione aiutano a far fronte a possibili gonfiori e dolori alle gambe.

Al fine di evitare le conseguenze indesiderabili di essere a casa è necessario prestare molta attenzione alle cuciture. La formazione di cicatrici può verificarsi per diversi mesi. Per questo motivo, è importante seguire alcune regole per la loro cura:

  • È vietato strofinare i punti con un asciugamano e usare prodotti per l'igiene personale aggressivi;
  • è severamente vietato lavare con acqua calda, andare in bagno o in sauna, si consiglia di lavare con acqua tiepida;
  • È impossibile disturbare il processo di guarigione della ferita.

Poiché l'attività fisica è vietata, nel primo mese è necessario riposare il più possibile. Dopo questo periodo di tempo, puoi tornare alla tua solita attività fisica.

Durante il periodo di recupero, il paziente deve seguire la dieta raccomandata. La dieta dovrebbe includere quegli alimenti che contribuiscono alla dissoluzione del sangue e rafforzare la parete vascolare. È importante ridurre l'assunzione di grassi. Dovrebbe aumentare il numero di prodotti contenenti vitamine.

conclusione

Da tutto ciò, possiamo riassumere che la flebectomia è un metodo molto efficace per curare le vene varicose. Se segui tutte le raccomandazioni del medico, osserva l'igiene e aderisci alle misure preventive, quindi non ci saranno complicazioni.

flebectomia

La rimozione delle vene superficiali degli arti inferiori, o flebectomia, è un'operazione che viene eseguita con gravi vene varicose. Se nelle fasi iniziali è ancora possibile essere curati con metodi di compressione e conservativi, allora quando si passa allo stadio avanzato dello sviluppo, non è più possibile interrompere la progressione della patologia con i farmaci.

Sebbene l'intervento chirurgico sui vasi sanguigni sia una questione molto complicata, a volte solo la terapia radicale può salvare il paziente non solo sulla salute, ma anche sulla vita.

Modi per eseguire flebectomia

Questa operazione ha diverse varietà. Per ogni paziente, il tipo di tale procedura è scelto individualmente. Tutti i tipi di flebectomia sono elencati di seguito.

  • La chirurgia classica (flebectomia combinata) è un tipo di trattamento chirurgico per le vene varicose, che consiste nella rimozione delle vene alterate attraverso piccole incisioni cutanee. L'intervento prevede una combinazione di diverse tecniche e viene effettuato con l'ausilio di strumenti che consentono di rimuovere dal sottoscocca i vasi affetti da calibro grande e piccolo: una sonda-estrattore, morsetti, ganci. Questo tipo di eliminazione delle vene varicose è il più comune. Utilizzato in tutti i casi in cui altri metodi sono inefficaci. Il metodo è mirato alla ripresa del normale flusso sanguigno nelle vene degli arti inferiori. Questo elimina completamente il rischio di sviluppare processi patologici irreversibili in futuro.
  • La flebectomia laser è un metodo innovativo per il trattamento delle vene varicose, che sta riscuotendo grande popolarità negli ultimi anni. La sua essenza sta nel "bruciare" la vena varicosa dai raggi laser. Questo è un trattamento unico senza dolore, senza cicatrici ed ematomi.
  • Le vene ablazione a radiofrequenza sono il metodo più moderno. Con l'aiuto delle onde radio, la vena colpita viene riscaldata, collassa e successivamente si risolve.
  • L'ecocloroterapia è il riempimento di vasi alterati con una sostanza sclerosante che distrugge le pareti e le fa incollare insieme. Quindi, la vena diventa vuota e si trasforma in tessuto cicatriziale. Maggiori informazioni sull'ecoscleroterapia →

Indicazioni e controindicazioni per flebectomia

La rimozione delle vene varicose è una procedura seria e tutt'altro che innocua, quindi viene eseguita solo se ci sono alcune indicazioni:

  • infiammazione di vasi venosi malati;
  • l'aspetto di "coni" sulle estremità inferiori;
  • grandi aree colpite di vene;
  • trombosi venosa;
  • affaticamento costante e dolore alle gambe;
  • gonfiore della parte inferiore della gamba e altre parti dell'arto interessato;
  • la formazione di ulcere trofiche che causano forti dolori e disagi;
  • sensazione di bruciore percorsa lungo l'intera lunghezza dei vasi.

Controindicazioni per flebectomia combinata sono:

  • IHD (cardiopatia ischemica) nella fase acuta;
  • aumento persistente della pressione sanguigna;
  • oncologia;
  • la presenza di malattie infettive attuali di qualsiasi natura;
  • erisipela o eruzioni cutanee eczematose alle estremità;
  • eruzione patologica di natura diversa.

La flebectomia è severamente vietata durante la gravidanza ed è relativamente controindicata nei pazienti anziani. La procedura può anche avere conseguenze pericolose per le persone con diabete mellito, precedentemente sofferto di ictus o infarto del miocardio.

Solo un flebologo può determinare se hai controindicazioni per flebectomia.

formazione

Prima della flebectomia della grande vena safena (GSV), è necessario sottoporsi ad un esame completo del corpo:

  • condurre un elettrocardiogramma;
  • fare un'analisi clinica generale del sangue e delle urine;
  • donare il sangue per la coagulazione, la biochimica, la sifilide, l'HIV e l'epatite.
  • sottoporsi a ecografia delle vene varicose.

È anche necessario radersi i capelli sull'arto dolorante.

Se viene somministrata un'anestesia generale al paziente, l'operazione deve essere eseguita a stomaco vuoto o immediatamente prima di eseguire la lavanda gastrica.

Spesso, la preparazione prima della flebectomia classica dura 1-2 giorni.

Tecnica di operazione

Tutti i metodi di flebectomia sono necessariamente eseguiti in anestesia, che impedisce lo sviluppo della sindrome del dolore. A seconda della situazione e del metodo di intervento, l'anestesia può essere locale o generale.

Quanto dura la procedura di rimozione della varice dipende da diversi fattori:

  • metodo di intervento chirurgico;
  • caratteristiche individuali dell'organismo;
  • aree di lesione venosa.

In media, la rimozione delle vene superficiali degli arti inferiori richiede 1-2 ore. Il tempo può essere esteso se si verificano circostanze impreviste durante l'operazione.

La flebectomia combinata è un metodo radicale di rimozione chirurgica di vasi affetti da vene varicose, con l'aiuto di cui è possibile rimuovere tutte le vene alterate e solo quelle in cui le foche sono localizzate. Al fine di evitare lo sviluppo del dolore, al paziente viene data un'anestesia generale o si esegue un'anestesia spinale.

Il corso dell'operazione consiste delle seguenti 4 fasi.

Fase 1 - crosssectomy

Nella prima fase vengono praticate incisioni sulla pelle della coscia e una grande vena safena viene isolata e legata al posto della fistola con una vena profonda.

Fase 2: spogliatura

Questo passaggio consiste nella rimozione del tronco della vena danneggiata.

Una sonda speciale viene utilizzata per estrarre la nave.

Questo stadio di flebectomia è diviso in 4 tipi:

  • Il primo tipo di stripping utilizza la sonda Bebcock. È uno strumento con una corda metallica, su un lato del quale è posizionata una maniglia, sull'altro - una testa con un filo tagliente. Durante l'operazione, un'altra incisione viene eseguita nella parte inferiore della gamba o all'interno della caviglia. Dopo aver inserito la sonda con la testa, il medico aggiusta la vena dolorante e, ruotando la manopola, la estrae gradualmente. Questo tipo di spogliamento è traumatico e doloroso.
  • Metodo di stripping inverso, la cui essenza è identica alla precedente. Tuttavia, la sonda in questo caso non è dotata di un tagliente. La forza di tensione è l'essenza di una tale procedura.
  • Spogliatura PIN. Durante questa procedura, viene eseguita un'ulteriore puntura, attraverso la quale viene inserito uno speciale filo chirurgico collegato alla sonda. Il filo è legato in una vena. Quindi, gli sforzi del chirurgo vengono trasmessi alla nave venosa, viene capovolta e rimosso.
  • Cryostriping è una procedura costosa ma molto efficace. In questo caso, una criosonda viene inserita attraverso l'incisione, che si blocca in una vena sotto l'influenza delle basse temperature. A causa di ciò, la nave malata viene delicatamente strappata e quindi rimossa all'esterno.

Se durante il corso di flebectomia è stata praticata un'incisione al paziente, dopo la rimozione della vena malata vengono applicate delle cuciture cosmetiche a queste parti dell'arto, che vengono rimosse 8-9 giorni dopo l'operazione.

Se al paziente viene fatta una piccola puntura, la sutura non viene sovrapposta: tali fori guariscono da soli.

Fase 3 - soppressione delle vene comunicative

In questa fase, le navi sono legate, collegando la vena superficiale remota con vasi venosi profondi.

Fase 4 - Miniphlebectomy

La manipolazione ha non solo un effetto terapeutico, ma anche un effetto cosmetico. Dopo una tale operazione, le cicatrici non rimangono quasi mai, dal momento che viene eseguita utilizzando un gancio speciale.

Attraverso piccole punture, la vena malata viene rimossa, che viene poi accuratamente asportata. In alcuni casi, questa fase può rappresentare un'operazione indipendente. La riabilitazione dopo flebectomia di questo tipo non dura a lungo. Maggiori informazioni sulla miniflebectomia →

Questa fase del flebologo dovrebbe essere eseguita con molta attenzione in modo che le navi interessate che sono soggette a rimozione obbligatoria non siano lasciate intatte durante l'operazione.

Fleleectomia laser

La flebectomia laser è un nuovo metodo per il trattamento delle vene varicose. Il paziente dopo tale manipolazione non lascia punti, cicatrici e cicatrici.

L'essenza della procedura sta nel fatto che sotto l'influenza di un potente raggio laser, la vena danneggiata "si attacca" ed è quindi esclusa dal flusso sanguigno generale. La manipolazione viene eseguita su base ambulatoriale e non dura più di 40 minuti.

La flebectomia laser è una procedura moderna ed efficace per il trattamento delle vene varicose. Solo i tronchi modificati varicosi delle vene grandi e piccole safene vengono elaborati con il suo aiuto. I loro piccoli affluenti vengono rimossi secondo il metodo della miniflebectomia. Tali interventi combinati devono essere eseguiti più spesso, poiché combinano un buon effetto cosmetico con la rimozione radicale di tutte le navi modificate varicose. Maggiori informazioni sulla flebectomia laser →

L'obliterazione a radiofrequenza appartiene alla categoria della flebectomia, che praticamente non causa dolore, promuovendo la completa ricostruzione delle vene nelle gambe. Cioè, dopo una singola sessione di tale procedura, il paziente può dimenticare le vene varicose.

Quando si eseguono le manipolazioni, vengono utilizzati cateteri speciali che vengono inseriti attraverso le forature nella cavità della vena interessata e funzionano come conduttori. È attraverso di loro che la corrente ad alta frequenza è controllata dagli ultrasuoni. A causa del riscaldamento, la nave viene saldata e quindi sclerosata. L'operazione viene eseguita in anestesia locale.

Periodo di riabilitazione dopo l'intervento chirurgico

Il recupero dopo flebectomia è una questione puramente individuale, quindi il suo schema è sviluppato dal medico separatamente per ciascun paziente. Questo tiene conto del suo attuale stato di salute e della presenza di processi patologici cronici nel corpo.

Raccomandazioni per un rapido recupero nel periodo postoperatorio:

  • È necessario imparare che la terapia fisica è la chiave per una pronta guarigione. Dare una gamba dolorante un esercizio moderato è auspicabile immediatamente dopo l'intervento chirurgico. Per cominciare, puoi semplicemente piegare e piegare la gamba. Quindi, un corso di terapia fisica verrà prescritto da un medico, poiché è un allenamento fisico terapeutico che aiuta a migliorare il flusso sanguigno nell'arto operato.
  • 24 ore dopo l'intervento, si consiglia di indossare calze elastiche speciali per creare compressione. Le calze compressive devono essere utilizzate per almeno un mese dopo la rimozione della vena varicosa.
  • Nel periodo postoperatorio, è necessario fare un massaggio di drenaggio dell'arto per migliorare l'afflusso di sangue ed evitare la formazione di coaguli di sangue.
  • Durante il riposo, la gamba operata dovrebbe essere in una posizione sollevata.
  • Alcuni mesi dopo la flebectomia, è necessario assumere preparazioni per le vene toniche.
  • È vietato sollevare pesi entro un mese dall'intervento.

La riabilitazione dopo flebectomia comporta un moderato esercizio di sport leggeri per ottenere una buona circolazione del sangue negli arti operati nel periodo postoperatorio. Non praticare sport di potenza.

Esecuzione rigorosa di tutti gli esercizi di terapia fisica - la chiave per il recupero precoce.

Durante il periodo di riabilitazione, dovresti evitare le visite ai bagni, alle piscine e all'acqua aperta. La bicicletta dovrebbe essere abbandonata fino al completo recupero.

Se queste raccomandazioni non vengono seguite, il recupero dopo la flebectomia richiederà molto tempo e con complicazioni. Inoltre, la riabilitazione dopo l'intervento chirurgico dura più a lungo con la tromboflebite in un paziente.

Possibili complicazioni dell'operazione

Complicazioni di flebectomia possono verificarsi sia immediatamente che a distanza di tempo. Possono essere espressi nel modo seguente:

  • perdita o diminuzione significativa della sensibilità dell'arto operato;
  • intorpidimento nella parte inferiore della gamba o nella regione della caviglia;
  • suppurazione nel luogo dove c'era una puntura o un'incisione;
  • sanguinamento;
  • lividi o scolorimento nell'area trattata (dopo la coagulazione laser);
  • gonfiore e dolore.

Complicazioni dopo flebectomia sono spesso di breve durata e scompaiono, 1-2 mesi dopo l'intervento chirurgico.

Per ridurre il rischio di complicanze, è necessario seguire rigorosamente tutte le raccomandazioni del medico curante.

Vantaggi e svantaggi di un intervento chirurgico delle vene varicose

Sebbene la procedura non sia semplice, presenta diversi vantaggi:

  • La chirurgia della flebectomia è uno dei trattamenti più efficaci per le vene varicose gravi;
  • basso rischio di recidiva della malattia;
  • effetto cosmetico;
  • completo sollievo da una vena malata, grazie alla quale le restanti navi possono assicurare una normale circolazione sanguigna negli arti;
  • quasi completa assenza di dolore dell'intervento chirurgico;
  • riabilitazione relativamente veloce;
  • ben tollerato dai pazienti;
  • tempo di operazione relativamente breve;
  • la flebectomia classica è inclusa nella polizza di assicurazione medica dell'MLA, pertanto i residenti della Federazione Russa hanno il diritto alla chirurgia gratuita.

Tra le carenze della procedura nota:

  • la necessità di ospedalizzazione del paziente;
  • cicatrici (per singoli tipi di intervento chirurgico);
  • la comparsa di macchie di età sulla gamba dolorante, che possono rimanere a lungo.

Molti pazienti hanno spesso una domanda, che cosa è meglio - flebectomia o scleroterapia? Spesso, per ottenere il massimo effetto, la flebectomia viene eseguita insieme alla scleroterapia. Questi trattamenti si completano bene l'un l'altro e aiutano il paziente a dimenticare le vene varicose per molti anni.

Ma il flebologo può rispondere a questa domanda meglio di tutti, basandosi sui dati di un determinato paziente e tenendo conto anche delle sue capacità materiali.

Flebectomia, periodo postoperatorio: raccomandazioni per il recupero

Secondo le statistiche dell'OMS, le vene varicose (e, molto semplicemente, le vene varicose) soffrono circa un terzo della popolazione. Più di questa malattia colpita dal gentil sesso rispetto agli uomini.

Uno dei metodi più radicali per il trattamento di questa malattia è la chirurgia, la flebectomia: rimozione degli affetti, non suscettibile al trattamento delle vene varicose.

Lo scopo della flebectomia è la normalizzazione del flusso sanguigno attraverso i vasi profondi. Questo è il motivo per cui le persone a cui viene raccomandata questa operazione non possono essere posticipate più tardi in ogni caso, questo può causare complicazioni.

Indicazioni per la chirurgia

La flebectomia non è assegnata a tutti i pazienti che soffrono di vene varicose. Se riesci a liberarti del problema con l'aiuto del tradizionale trattamento non chirurgico, la chirurgia non è prescritta al paziente.

Le indicazioni per flebectomia sono:

  • vaste vene varicose;
  • la presenza di ulcere trofiche causate da vene varicose;
  • chiari segni di alterazione del flusso sanguigno, accompagnati da una sensazione di pesantezza, gonfiore, aumento dell'affaticamento delle gambe, anche senza l'espansione delle vene superficiali;
  • tromboflebite acuta;
  • stasi del sangue negli arti inferiori;
  • sensazione di bruciore lungo le arterie delle vene varicose.

Come viene eseguita l'operazione?

La flebectomia comporta la completa rimozione delle vene colpite. La durata di questa operazione è di una o due ore. Nella maggior parte dei casi, viene utilizzata l'anestesia locale - il paziente non sente dolore ed è consapevole di tutto ciò che sta accadendo in sala operatoria. Il corpo del paziente è fissato sul tavolo operatorio per prevenire movimenti involontari durante l'intervento.

Attraverso le incisioni, il chirurgo rimuove il tronco venoso danneggiato. Dopo l'operazione, rimangono cicatrici minori, solo circa 3-5 mm, che alla fine diventano bianche e diventano completamente invisibili.

Se necessario, viene prescritto un intervento chirurgico di emergenza combinato con flebectomia.

Questa operazione consiste di quattro parti:

  • crosssectomy - medicazione e soppressione delle vene superficiali, arresto del flusso sanguigno. Questo viene fatto sia nella piega inguinale del femore o nell'area poplitea;
  • Stripping - identificazione delle aree colpite dei vasi sanguigni mediante scansione duplex. Vienna viene escreta attraverso una puntura nella regione inguinale o inferiore della gamba. Esistono diverse tecniche operative di stripping: crioscrittura, inversione, sonda di Bebokk, crespatura con PIN;
  • soppressione delle vene comunicative. Se i vasi comunicativi sono localizzati vicino alla pelle, i chirurghi usano manipolazioni a basso impatto. Con un accordo di vena profonda, il medico usa attrezzature endoscopiche. Questo metodo consente di sbarazzarsi di cicatrici antiestetiche sulla pelle dopo l'intervento chirurgico e riduce il periodo postoperatorio.
  • microflebectomia: questo tipo di chirurgia combina buone prestazioni ed efficacia cosmetica. Sotto anestesia locale, il medico fa delle forature nei punti giusti della pelle, da cui le vene colpite vengono estratte con un gancio speciale. Il vantaggio di questo tipo di chirurgia è che non ci sono praticamente cicatrici sulla pelle.

Controindicazioni all'operazione

La flebectomia è controindicata in questi casi:

  • la presenza di gravi processi infettivi;
  • processi infiammatori nella pelle delle gambe, come eczema, erisipela, piodermite;
  • periodo di gestazione, in particolare il secondo e il terzo trimestre;
  • vene varicose in fase avanzata;
  • vecchiaia del paziente (oltre 74-75 anni);
  • cardiopatia ischemica;
  • ipertensione;
  • l'impossibilità della compressione elastica (ad esempio, l'obesità in un paziente);
  • l'incapacità di una persona di muoversi attivamente dopo l'intervento;
  • trombosi acuta superficiale o venosa profonda;
  • aterosclerosi delle arterie degli arti inferiori.

Una controindicazione relativa viene precedentemente trasferita alla trombosi. In questo caso, la possibilità dell'intervento chirurgico è determinata dal medico individualmente.

Possibili complicazioni dopo l'intervento

Dopo un intervento chirurgico analfabetico e un'assistenza di scarsa qualità, il paziente può presentare le seguenti complicazioni:

  • sanguinamento;
  • suppurazione delle ferite;
  • indolenzimento nell'area chirurgica;
  • intorpidimento delle gambe e delle cosce;
  • linfocele - la formazione di cavità riempite di linfa;
  • ridotta sensibilità della pelle.

Una piccola complicazione della flebectomia, che si verifica quasi sempre, è la formazione di ematomi - piccole contusioni. Queste formazioni scompaiono entro una o due settimane dopo l'intervento.

Complicanze più gravi, come il tromboembolismo, la trombosi venosa profonda della parte inferiore della gamba sono abbastanza rare oggi, perché i medici usano metodi moderni di trattamento.

La riabilitazione impropria può anche causare vene sane adiacenti ai pazienti che sono stati rimossi per diventare varicosi. Il periodo postoperatorio è un momento in cui occorre prestare particolare attenzione alla salute del sistema cardiovascolare.

Flebectomia, periodo postoperatorio: raccomandazioni

Il recupero dopo l'intervento chirurgico non richiede grandi spese e molto tempo.

  1. Nelle prime ore dopo l'operazione, non è necessario giacere immobile. È possibile e necessario piegare e piegare la gamba malata, per sollevarla sopra il livello del corpo.
  2. Per migliorare il flusso sanguigno, sollevare leggermente sopra il bordo del materasso del letto d'ospedale. Puoi anche fare ancora più facilmente e mettere un materasso arrotolato o un cuscino stretto sotto le gambe.
  3. Già un giorno dopo l'intervento chirurgico è possibile indossare biancheria intima a compressione, maglieria a compressione e bende elastiche. Dopo aver fatto una medicazione, puoi prendere una posizione verticale.
  4. Nelle prime tre settimane, e specialmente nei primi cinque giorni dopo l'operazione, non dovresti essere zelante con lo sforzo fisico. In nessun caso non è possibile fare il bagno, soprattutto caldo. È anche inaccettabile visitare questi giorni bagni, saune, solarium, spiaggia.
  5. I punti vengono rimossi dopo nove giorni. Durante questo periodo, il sito delle suture deve essere trattato due volte al giorno con perossido di idrogeno e iodio.
  6. La compressione elastica deve essere applicata per altri due mesi dopo la rimozione dai punti.

Una settimana dopo l'intervento, puoi fare fisioterapia e massaggi. La riabilitazione sotto forma di esercizi fisici dopo flebectomia è particolarmente necessaria per le persone di età avanzata che hanno oltrepassato il limite di sessant'anni. L'intensità dell'allenamento è determinata dal medico su base individuale, a seconda delle condizioni del paziente e della sua età.

La raccomandazione obbligatoria nella flebectomia postoperatoria è limitare l'attività fisica, ovvero il sollevamento dei pesi. Inoltre, la persona operata è assolutamente sconsigliata di bere alcolici e fumare.

Seguendo queste raccomandazioni, puoi condurre uno stile di vita del tutto normale e dimenticare il problema delle vene varicose.

Metodi moderni di flebectomia

Nodi nelle gambe, pesantezza alle gambe alla fine della giornata lavorativa, crampi o formicolio - molte persone troverebbero questi sintomi. Nell'antichità veniva applicato un metodo efficace, anche se temporaneo, di salvezza dall'espansione varicosa: bendaggio stretto dei piedi. La flebectomia apparve al confine tra IXX e XX secolo. Questa è stata una salvezza per le persone che soffrono di tromboflebite venosa.

Cos'è?

La flebectomia è un tipo di chirurgia specializzata nella rimozione delle vene affette da gravi vene varicose. In questa fase, né il trattamento farmacologico né gli indumenti compressivi contribuiscono a fermare lo sviluppo della malattia.

Attualmente, questo problema è sentito da quasi metà della popolazione mondiale. La causa della tromboflebite può essere qualsiasi cosa: vestiti stretti, dieta mal concepita, ereditarietà.

Metodi moderni

Non è necessario prendere in considerazione tutti i passaggi nello sviluppo della flebectomia. Interessante tecnologia moderna nella pratica medica. La scelta del metodo ottimale di intervento dipende da una diagnosi altamente qualificata. In alcuni casi è più ragionevole condurre una flebectomia combinata.

La prima è una scansione fronte-retro, che viene utilizzata per contrassegnare le aree con le vene interessate. In casi difficili, la nomina di flebografia.

La scelta del metodo di funzionamento si basa sui dati sulle condizioni del paziente, nonché sul grado di danno alle sue vene:

  • Spogliarello. Durante l'operazione, il chirurgo fa una buccia nella pelle, attraverso la quale viene rimossa una parte della vena interessata per la successiva rimozione. Questo metodo è abbastanza delicato, in quanto consente di salvare la vena stessa.
  • Fleleectomia laser. Questo metodo passa senza l'uso di strumenti chirurgici. La pelle viene perforata in anestesia locale. Una guida di luce laser è inserita nella vena. La coagulazione laser viene eseguita dall'interno della vena. Il posto di un'ustione in una vena si sviluppa nel tempo. La dimensione della puntura non è richiesta per cucire, quindi è minima. È sigillato con un cerotto speciale. Questo metodo riduce il tempo di recupero del paziente.
  • Obliterazione a radiofrequenza Questo tipo di flebectomia consente di influenzare accuratamente l'area danneggiata della vena con cateteri monouso. In questo caso, il ripristino del sito venoso viene eseguito in una volta, il che può ridurre significativamente il dolore e ridurre il tempo di riabilitazione.
Trattamento di espansione della vena laser

testimonianza

Non sempre per la flebectomia varicosa prescritta. Prima di tutto, l'attenzione è rivolta al trattamento conservativo.

Va ricordato che la causa del tromboembolismo può essere diverse malattie (ipertensione, infarto, ictus, diabete). Se non presti attenzione ai segni di questa malattia, il risultato potrebbe avere una tragica fine.

Ci sono alcune indicazioni per l'appuntamento di flebectomia:

  • Con un forte rigonfiamento delle vene safene sporgenti;
  • Con ristagno di sangue nelle gambe;
  • Con ampia lesione della gamba con vene varicose (fino al ginocchio);
  • Con gonfiore cronico delle gambe;
  • Con dolore persistente alle gambe;
  • Con lo sviluppo delle ulcere trofiche;
  • Con varicotromboflebite (eccetto tipo I);
  • Con una distinta sensazione di bruciore, manifestata lungo le linee venose.
Vene varicose

Controindicazioni

Ci sono momenti in cui la chirurgia non è auspicabile o controindicata. Se, tuttavia, contrariamente alle controindicazioni, viene eseguita un'operazione, allora sono possibili complicazioni, inclusa la morte.

Flebectomia vietata con:

  • malattia ipertensiva;
  • l'ultimo stadio delle vene varicose;
  • lesione cutanea purulenta (piodermite);
  • eczema;
  • cardiopatia ischemica;
  • vecchiaia del paziente;
  • gravi malattie infettive;
  • erysipelas;
  • nella seconda metà della gravidanza.

Prima di eseguire l'operazione flebectomia, è necessaria la terapia. In caso di una richiesta tardiva di assistenza medica, può mancare la possibilità di un trattamento con farmaci. Quindi prescrivere un intervento chirurgico.

formazione

La chirurgia non è così spaventosa come è rappresentata. Devi solo sintonizzarti sull'onda positiva e prepararti per l'operazione. Questo non solo può uscire da una situazione stressante, ma anche facilitare il compito del chirurgo.

In preparazione per l'operazione, è necessario seguire alcune raccomandazioni:

  • Fai una doccia
  • Controllare l'arto operato di eruzione (acne o pustole);
  • Rimuovere i capelli dalla gamba;
  • Parlate con il vostro medico della condotta dell'operazione, del tipo di anestesia pianificato, del trattamento farmacologico;
  • Se necessario, utilizzare l'anestesia generale, pulire l'intestino;
  • Prepara scarpe morbide e comode e vestiti larghi;
  • Parla con il chirurgo delle possibili allergie ai farmaci usati durante l'intervento.

Non c'è bisogno di rifiutare l'ecografia preoperatoria. In base ai risultati degli ultrasuoni, è possibile valutare la condizione delle vene al momento. Questo può essere una scansione triplex o duplex.

Prima di un intervento chirurgico, è necessario interrompere l'assunzione di determinati farmaci. Se durante questo periodo si sono verificate anomalie nello stato di salute, è necessario informare il medico.

Esecuzione di un'operazione

La flebectomia comporta la rimozione completa delle aree danneggiate della vena. Considera il corso approssimativo dell'operazione. L'uso dell'anestesia generale non è attualmente rilevante. Il chirurgo esegue tutte le manipolazioni in anestesia locale. Tutto ciò che sta accadendo operato è consapevole, ma non c'è dolore. Sarà necessario fissare il corpo sul tavolo operatorio. Questa precauzione aiuta a evitare movimenti involontari del paziente sul tavolo, che può portare a una violazione dell'operazione.

Non è necessaria una descrizione dettagliata dell'intero corso dell'operazione. Il chirurgo esegue un'incisione della pelle nelle zone distali e prossimali dell'arto - dove vengono proiettate le vene varicose. Attraverso incisioni, il tronco venoso danneggiato viene rimosso. La fase finale dell'operazione è la sutura dei siti di incisione. In casi particolarmente avanzati, è richiesta una flebectomia combinata.

Scopo della flebectomia combinata

Quando un paziente cerca aiuto medico nelle fasi successive delle vene varicose, il medico può ordinare una flebectomia combinata per salvare la situazione.

L'intero processo consiste in diverse fasi, la cui sequenza deve essere rigorosamente seguita:

  • Al primo stadio (cross -ectomia) interrompere il flusso sanguigno nella vena danneggiata. Questo viene fatto vestendo le vene superficiali. L'area di questa procedura è la piega inguinale femorale o l'area poplitea.
  • Il prossimo passo è lo stripping. Viene eseguita la rimozione delle aree interessate delle vene rilevate dalla scansione duplex. Principalmente le grandi vene longitudinali sono influenzate dalle vene varicose. E gli stinchi rimangono inalterati. Il più spesso usato corto stripping (la vena viene visualizzata attraverso una puntura nella parte inferiore della gamba e l'incisione inguinale). Esistono diverse tecniche operative, tra le quali la sonda Babcock, il cryoscripting, l'inversione e la rimozione del PIN.
  • Il passo successivo, la soppressione delle vene comunicative, rende possibile evitare la formazione di brutte cicatrici e riduce il periodo di recupero postoperatorio. Questa manipolazione può essere eseguita in due modi, a seconda della profondità delle vene. Se le vene comunicative sono superficiali, l'intera procedura può essere eseguita attraverso le punture della pelle ed è meno traumatica. Se ci sono cambiamenti significativi nella vena, se le vene sono profonde, è necessario eseguire incisioni profonde, che in precedenza lasciavano brutte cicatrici sulla gamba. L'attrezzatura endoscopica evita questo.
  • La miniflectomia, come un tipo di intervento chirurgico, è altamente efficace ed efficace dal punto di vista estetico. Le perforazioni nella pelle sono fatte in anestesia locale. Di questi, vengono estratte le aree della vena colpita. Per questi scopi, utilizzare un gancio speciale. Con la minifleectomia, non è necessario cucire e le cicatrici sono quasi invisibili.
Il principio della flebectomia combinata

Periodo postoperatorio

La flebectomia combinata per le vene varicose coinvolge di essere sotto la supervisione di un medico per una settimana dopo l'intervento chirurgico. È alla fine di questo periodo che vengono rimosse le suture nella zona inguinale. Nella zona popliteo, le suture vengono rimosse dopo 10 giorni. È necessario indossare calze a compressione per un mese tutto il giorno. Grandi benefici nella riabilitazione porteranno una piccola attività fisica. Alla fine del mese di notte è permesso rimuovere la maglia.

In ogni caso, le raccomandazioni per il periodo postin vigore sono preparate dal dottore separatamente. La durata della riabilitazione e della compressione dipende direttamente dalla condizione umana.

Ci sono alcuni consigli per il rapido recupero del corpo:

  • Immediatamente dopo l'operazione, è possibile e necessario girarsi ed eseguire le gambe in flessione. Si raccomanda di sollevare un lato del letto d'ospedale per migliorare la circolazione sanguigna.
  • La maglieria a compressione e le bende elastiche possono essere utilizzate su raccomandazione del medico un giorno dopo l'intervento. Solo allora è permesso di alzarsi dal letto.
  • Per facilitare il periodo di riabilitazione e prevenire la formazione di coaguli di sangue nel periodo postoperatorio, si raccomandano massaggi preventivi e esercizi di fisioterapia.
  • Per lo sforzo fisico ci sono limitazioni di intensità. L'aerobica e la ginnastica non sono raccomandate. È vietato riscaldare le gambe (fare bagni caldi e visitare il bagno).
  • Dopo aver rimosso i punti, è necessario proteggersi.

Le complicazioni sono possibili?

La possibilità oggettiva di complicanze postoperatorie, secondo i medici, è minima, ma non si può garantire il 100% di assenza di complicanze. La flebectomia per le vene varicose è, dopo tutto, un intervento chirurgico e non una semplice procedura cosmetica. Una percentuale significativa di complicanze può verificarsi immediatamente dopo l'intervento chirurgico.

Tipi di complicazioni dopo flebectomia:

  • sanguinamento grave;
  • indebolimento della sensibilità (se i nervi sottocutanei sono stati danneggiati durante l'operazione);
  • suppurazione (si verificano al posto di ematoma);
  • intorpidimento (nella regione della gamba e della caviglia);
  • lividi (il risultato della chirurgia laser);
  • dolore (nella zona operata);
  • trombosi venosa profonda (è abbastanza rara).

La flebectomia è attualmente abbastanza comune e viene eseguita come in un istituto medico pubblico o privato, nel dipartimento di chirurgia vascolare. Il prezzo della flebectomia nelle cliniche di Mosca dipende da diversi fattori, in particolare il livello della clinica, la complessità dell'intervento chirurgico e le qualifiche del chirurgo. Nelle cliniche di San Pietroburgo, la flebectomia è più economica.

Per Saperne Di Più I Vasi