Ipotensione: cause di patologia e meccanismo del suo sviluppo

La normale pressione sistolica di una persona è 120, e la diastolica è 80. La pressione che ha tassi più bassi è bassa. È considerato in tutto il mondo. Tuttavia, i medici russi aggiungono che il trattamento richiede pressione negli uomini, il cui livello è inferiore a 100/60, e nelle donne - meno di 95/60.

Spesso, l'ipotensione fisiologica è spesso causata da affaticamento mentale o fisico, sovraccarico emotivo, nutrizione squilibrata, mancanza acuta di vitamine (specialmente A, B ed E) e microelementi. Una pressione gravemente ridotta può derivare da avvelenamento del corpo con sostanze tossiche, a causa di reazioni allergiche.

L'ipotensione è spesso osservata in pazienti che aderiscono a un rigoroso digiuno o dieta, conducono una pulizia terapeutica del corpo, riducono drasticamente il peso. La bassa pressione sanguigna è un frequente compagno di donne in gravidanza. Lo sviluppo dell'ipotensione può essere associato a un cambiamento del tempo o al passaggio in paesi con un clima più freddo o più caldo.

L'ipotensione si verifica nelle persone con fisico astenico, tuttavia, in questo caso è abbastanza insignificante e quindi non porta disagio al paziente.

Separatamente, dovrebbe essere detto sull'ipotensione secondaria (sintomatica). Quando si verifica, si verifica un calo persistente della pressione, in cui lo stato di salute non si normalizza da solo. In questo caso, la causa dell'ipotensione è sempre una malattia o condizione patologica. Le ragioni più comuni dello sviluppo dell'ipotensione secondaria possono essere attribuite alla sindrome dell'IRR (distonia vegetativa-vascolare).

In questo caso, il paziente a causa di uno stato depressivo o affaticamento costante non riesce nel sistema nervoso, che controlla il lavoro del cuore, dei vasi sanguigni e delle arterie. Spesso, questa condizione è un sintomo di patologie congenite o acquisite nel sistema cardiovascolare (ad esempio, aterosclerosi, insufficienza cardiaca). Malattie acute degli organi dell'apparato gastrointestinale (in particolare ulcere dello stomaco), disturbi endocrini (ipotiroidismo, diabete mellito), malattie croniche del fegato (epatite, cirrosi), reumatismi, anemia possono portare a ipotensione.

Molto spesso, la pressione sanguigna è bassa con osteocondrosi, distorsioni, sublussazioni, eventuali lesioni del midollo spinale o crani. I pazienti che assumono farmaci o farmaci non farmacologici che riducono la pressione (con ipertensione, aritmie) possono lamentare una forte diminuzione della pressione.

In alcuni casi, l'ipotensione può indicare la presenza di un processo infiammatorio infettivo cronico nel corpo.

Va detto che indipendentemente dalla causa della diminuzione della pressione, il meccanismo di questo processo è sempre associato a uno dei quattro fattori: una riduzione dell'impatto e del rilascio minuto del cuore, una diminuzione del volume circolante del sangue, una diminuzione della resistenza dei vasi periferici come conseguenza di una diminuzione del tono e dell'elasticità (ipotensione ortostatica), riduzione del flusso di sangue venoso al cuore.

È importante notare che in qualsiasi tipo di ipotensione il paziente può subire una violazione della regolazione vascolare da parte di meccanismi più elevati - l'ipotalamo e la ghiandola pituitaria, oltre a fallimenti nella regolazione della pressione sanguigna del sistema renina-angiotensina-aldosterone e una diminuzione della sensibilità del corpo agli ormoni surrenali (principalmente adrenalina e noradrenalina). A volte il meccanismo di sviluppo dell'ipotensione è un malfunzionamento della parte afferente e / o efferente degli archi riflessi.

Ipotensione: cosa è, tipi, sintomi

Molti pazienti, almeno una volta nella vita, sono stati diagnosticati con ipotensione.

Che cos'è e quali sono le sue varietà? Questa è la prima domanda che interessa i pazienti in questo caso.

Poiché l'ipotensione può essere osservata in persone assolutamente sane, per essere un sintomo di qualsiasi processo patologico nel corpo o di essere una forma nosologica indipendente, esiste una classificazione dell'ipotensione arteriosa.

Tradizionalmente, è consuetudine dividerlo in fisiologico, sintomatico (secondario) o patologico (primario).

All'ipotensione fisiologica, in primo luogo, dovrebbe essere attribuita quella che è la norma fisiologica per una certa persona (ad esempio, in virtù della costituzione corporea, caratterizzata da un peso insufficiente). L'ipotensione adattiva, che si verifica in persone che vivono in un clima troppo caldo o alta nelle montagne, può anche essere attribuita a questa specie. Fisiologico è l'ipotonia di una maggiore forma fisica, che si verifica negli atleti durante un allenamento intenso o in persone con un lavoro fisico pesante.

L'ipotensione patologica è solitamente considerata una malattia indipendente. Questi includono ipotensione ortostatica di origine sconosciuta, così come ipotensione neurocircolatoria. In entrambi i casi, il processo patologico può essere lieve e dopo un po 'andare da solo o avere sintomi vividi, caratterizzati da un lungo decorso cronico.

L'ipotensione secondaria (sintomatica) può anche avere un decorso acuto o cronico. L'ipotensione secondaria acuta si verifica in condizioni gravi come shock o collasso. L'ipotensione secondaria è un frequente compagno di patologie croniche degli organi interni, la sindrome dell'IRR e dei processi infettivi, l'infiammazione della cistifellea.

Nella classificazione internazionale della malattia (codice ICD), l'ipotensione si riferisce a "malattie del sistema circolatorio" ed è il codice I95. Secondo esso, l'ipotensione arteriosa è divisa in ortostatica (associata ad un brusco cambiamento nella posizione del corpo) causata da farmaci, cronica e idiopatica.

Ora è chiaro quali tipi di ipotensione esistono e quali sono. E quali sono i sintomi?

La presenza di ipotensione può essere determinata anche senza una procedura per misurare la pressione sanguigna, perché in questo caso, i pazienti, di regola, sperimentano un intero complesso di sintomi spiacevoli, tra cui:

  • prestazione diminuita, desiderio costante di dormire, letargia, debolezza, apatia;
  • guasti alla termoregolazione (estremità fredde con tempo caldo o sudorazione che si verifica a basse temperature dell'aria, un leggero aumento della temperatura corporea senza motivo);
  • ipersensibilità ai cambiamenti delle condizioni meteorologiche;
  • frequente comparsa di dolore sordo nei templi o nella zona della fronte;
  • vertigini (di solito si verifica con un brusco cambiamento nella posizione del corpo, con flessione);
  • accelerazione del battito cardiaco e disturbi del ritmo cardiaco;
  • frequenti sbalzi d'umore, pianto, l'emergere di scoppi di aggressione (di solito si verifica a causa della presenza di suoni forti o di luce intensa);
  • disturbo del sonno;
  • sensazione di mancanza di ossigeno

La maggior parte dei pazienti ipotensivi ha scottature e secchezza delle mucose, delle labbra e del viso. I loro capelli e le unghie diventano fragili e i loro muscoli perdono il loro tono. A volte l'ipotensione può portare a perdita di peso, ridotto desiderio sessuale negli uomini e disturbi mestruali nelle donne.

Abbastanza spesso, c'è una violazione degli organi digestivi, che si manifesta sotto forma di nausea, eruttazione, flatulenza, violazione della sedia, colica intestinale.

Separatamente, si dovrebbe dire delle manifestazioni dell'ipotensione acuta, di cosa si tratta e quali sono i suoi sintomi? Questa è una esacerbazione dell'ipotensione arteriosa cronica, in cui il paziente, oltre al normale cattivo stato di salute, ha sempre una perdita di coscienza o uno stato pre-inconscio. In questo caso, vi è un'improvvisa violazione del tono vascolare, vi è un disturbo del cuore e dell'attività respiratoria.

Ciò accade, di regola, in ambienti soffocanti o caldi. Nelle donne possono verificarsi sintomi peggioranti dell'ipotensione durante le mestruazioni. In questo momento, il viso del paziente diventa bruscamente pallido. Sente l'acufene, si scurisce davanti ai suoi occhi, il respiro diventa superficiale e i suoi muscoli perdono forza. Il paziente si assesta gradualmente sul terreno e perde conoscenza.

Dopo aver prestato il primo soccorso, tali pazienti arrivano a uno stato più o meno normale, ma debolezza e mal di testa possono disturbarli a lungo.

Ipotensione: sintomi e cause nei bambini, così come le donne incinte

In un neonato, il livello di pressione è 80/50, tuttavia, man mano che cresce, è in costante aumento. Secondo le statistiche, circa il 20% dei bambini del pianeta soffre di ipotensione arteriosa. Inoltre, nei bambini di età 1-5 anni, questo fenomeno è estremamente raro. Gli scolari spesso soffrono di ipotensione. Vale la pena notare che l'ipotensione è osservata nelle ragazze più spesso che nei ragazzi.

Nei bambini, l'ipotensione arteriosa, i cui sintomi e forme sono gli stessi degli adulti, può avere diverse altre cause.

L'ipotensione nei bambini di solito si verifica a causa di predisposizione ereditaria, grave stress, nutrizione squilibrata, alcune caratteristiche della psiche (paura di essere scambiati in qualcosa, aumento della vulnerabilità), squilibrio degli ormoni, presenza di focolai cronici di infezione nel corpo.

L'ipotensione nei neonati può essere dovuta a gravidanze gravissime di sua madre (ipossia fetale, aborto prematuro, parto prematuro).

Abbastanza spesso, l'ipotensione si verifica nei bambini che hanno un microclima sfavorevole in famiglia. Di solito hanno genitori severi che impediscono al bambino di svilupparsi nella direzione che vuole, e allo stesso tempo gli insegnano costantemente ad essere responsabile e pedante. L'ipotensione è spesso osservata nei bambini i cui genitori hanno aumentato l'ansia, perché in ogni caso è trasmessa.

I bambini che soffrono di ipotensione sono irascibili, pieni di lacrime, mal sopportano il lavoro mentale e fisico. Sono sparsi, memorizzano male le informazioni, spesso si lamentano di sonnolenza, vertigini, nausea e, in alcuni casi, una diminuzione della vista. Questi bambini hanno un'apatia persistente, con il risultato che cominciano a perdere gli amici e diventano reietti.

Va detto che l'ipotensione nei bambini non è un flusso costante. Le esacerbazioni sono osservate con una frequenza di 1-2 volte al mese. In questo momento, il rischio di sviluppare sincopi o stati pre-inconsci è significativamente aumentato. Si lamentano del lampeggiare delle mosche davanti ai suoi occhi, peggiorando il sonno e l'appetito. Nelle ragazze, ci può essere dolore nel cuore.

Eliminare i sintomi dell'ipotensione arteriosa nei bambini è sempre un compito complesso che deve essere affrontato in modo completo. Un ruolo importante in questo dovrebbe essere dato alla psicoterapia familiare.

Vale anche la pena di menzionare l'ipotensione fisiologica durante la gravidanza, perché è un fenomeno molto frequente. In questo caso, la ragione per lo sviluppo della patologia è un forte salto di ormoni. Rilassano i muscoli di tutto il corpo e dei vasi sanguigni, causando una diminuzione della pressione. Questo meccanismo riduce il tono dell'utero, necessario per evitare la nascita prematura.

Di norma, succede all'inizio o nel mezzo della gravidanza. Se un'ulteriore gravidanza procede normalmente, poi mentre ti avvicini alla nascita, questi sintomi scompariranno gradualmente. Un altro motivo per cui può verificarsi una diminuzione della pressione - l'emergere del secondo sistema circolatorio - la placenta.

Un'ipotensione abbastanza dura si verifica nelle donne che ne hanno avuto prima della gravidanza, così come in quei pazienti che hanno un malfunzionamento delle ghiandole surrenali.

Per migliorare le sue condizioni, una donna dovrebbe rifiutarsi di fare bagni caldi, evitare situazioni stressanti e sovraccarichi fisici e intellettivi, se possibile. Durante questo periodo, è importante rilassarsi molto e stare all'aria aperta, per seguire una dieta terapeutica.

Ipotensione - che cos'è? Sintomi e trattamento

Che cos'è - ipotensione? L'ipotensione, tradotta dal greco, significa letteralmente un tono ridotto, sia muscolare che nei vasi sanguigni, che porta a una bassa pressione.

descrizione

Se parliamo di ipotensione nei muscoli dei vasi sanguigni, allora questa condizione è solitamente chiamata ipotensione arteriosa. In questo caso, c'è una diminuzione regolare della pressione del 20% o più dal valore normale di 110/70 mm Hg. Art.

I principali segni di ipotensione sono: oscuramento negli occhi, debolezza generale del corpo.

Il principale pericolo di ipotensione è la carenza di ossigeno nei tessuti, negli organi e nel cervello, poiché il sangue circola molto lentamente, senza essere in grado di fornire i nutrienti in modo tempestivo.

L'ipotensione è più una malattia femminile. Ci sono anche lati positivi, le persone che soffrono di questa malattia vivono in media 15 anni in più rispetto alla persona media. Poiché la forma cronica o congenita non consente lo sviluppo dell'aterosclerosi.

Considera più in dettaglio di cosa si tratta - ipotensione arteriosa. I sintomi e il trattamento saranno presentati di seguito.

  • Ipotensione acuta.
  • Ipotensione (cronica).
  • Ipotensione cronica primaria
  • Ipotensione cronica (secondaria).

L'ipotensione acuta è molto pericolosa, perché è associata ad un forte calo della pressione e, di conseguenza, diminuisce l'apporto di ossigeno al cervello, che può causare un ictus. Un forte calo della pressione richiede farmaci.

Cause di ipotensione acuta: avvelenamento, grande perdita di sangue, infezione, sepsi, disidratazione.

Ipotensione cronica - che cos'è?

L'ipotensione cronica è detta fisiologica, perché accompagna una persona per tutta la vita. Di solito è incontrato da residenti di altipiani, tropici, atleti. Questo è un adattamento dell'organismo a uno stile di vita particolare. In questi casi, l'ipotensione non è considerata una malattia.

Il principale pericolo si manifesta ipotensivo in età avanzata, poiché aumenta il rischio di ictus ischemico.

L'ipotensione arteriosa (ICD 10 I95) in una forma cronica spesso non funziona bene per i giovani, perché a causa della costante rottura, è impossibile lavorare in modo produttivo e, di conseguenza, è difficile ottenere un avanzamento di carriera.

L'ipotensione essenziale (primaria) è attribuita alla malattia. Il modo in cui ha origine non è attualmente noto con certezza, ma la maggior parte dei medici è incline a credere che questa malattia si sviluppi a causa di un sovraccarico prolungato o di stress.

L'ipotensione secondaria è un effetto collaterale di altre malattie, tra cui l'osteocondrosi della regione cervicale, aritmie, disturbi circolatori, diabete e malattie gastrointestinali.

Nei libri di riferimento medici si distingue anche l'ipotensione ortostatica. In questo caso, l'ipotensione è di solito temporanea e appare quando ti alzi bruscamente dopo essere accovacciati o sdraiati sul letto. Tale ipotensione arteriosa in bambini più spesso. Questa sindrome accompagna molte malattie neurologiche e somatiche. Quando la posizione orizzontale viene presa dalla verticale, il sangue inizia ad accumularsi nelle vene degli arti e degli organi che si trovano nella parte inferiore del corpo, sotto l'azione della gravità. Di conseguenza, il volume del sangue che ritorna al cuore diventa più piccolo, il che porta a un calo della pressione sanguigna.

Cause di bassa pressione sanguigna

Cause patologiche di abbassamento persistente della pressione arteriosa possono essere vari fattori, che possono essere molto difficili da stabilire. Questo è il modo in cui si sviluppa l'ipotensione primaria.

La presenza di questo modulo spiega:

  • predisposizione genetica;
  • caratteristiche della costituzione (astenia);
  • corso avverso di gravidanza e parto;
  • pubertà;
  • la natura del paziente (ipocondria, depressione, atteggiamento negativo nei confronti della vita);
  • fattori sociali (stress, interruzione del giorno, superlavoro, ridotta attività fisica).

Proviamo a capire cosa può scatenare l'ipotensione negli adulti.

  1. Disturbi del sistema circolatorio: aritmia cardiaca.
  2. Malattie dell'apparato digerente: avvelenamento, ulcera gastrica.
  3. Anomalie del sistema immunitario.
  4. Avitaminosi, mancanza di vitamine C, E.
  5. Neurology. Depressione, affaticamento mentale, stanchezza cronica.
  6. Alcune altre malattie: lesioni del midollo spinale o del cervello, sepsi, reazioni allergiche, epatite, osteocondrosi della regione cervicale.
  7. Adattamento dell'organismo alle nuove condizioni climatiche: freddo, umidità, alta montagna.
  8. Adattamento ai carichi. Negli atleti, l'ipotensione è una reazione protettiva al sovraccarico al fine di ridurre il ritmo del battito cardiaco.
  9. Gravidanza. Il tono vascolare ridotto durante questo periodo porta anche all'ipertensione arteriosa.
  10. Eredità.

Le cause dell'ipotensione sono importanti per determinare tempestivamente.

Sintomi di ipotensione arteriosa

Cos'è e come definirlo?

Il sintomo principale è la pressione del sangue inferiore a 90/60 mm Hg. Art.

Altre caratteristiche includono:

  • affaticamento, debolezza;
  • sonnolenza, esaurimento mattutino;
  • pelle pallida, occhiaie sotto gli occhi;
  • frequenti capogiri;
  • svenimento;
  • mal di testa;
  • ronzio nelle orecchie, rumori;
  • irritabilità dovuta all'impossibilità di percepire le informazioni in arrivo;
  • dolori;
  • scarsa tolleranza di eventuali cambiamenti: caldo, freddo, umidità, aumento dello sforzo fisico;
  • distrazione, incapacità di elaborare grandi quantità di informazioni;
  • ciclo mestruale tardivo;
  • violazione della potenza;
  • raffreddamento degli arti (piedi, mani);
  • sudore freddo su palme e piedi;
  • cinetosi;
  • nausea frequente, disturbi gastrointestinali;
  • sbadigliando a causa della mancanza di ossigeno negli organi e nei tessuti.

Ecco cos'è l'ipotensione arteriosa. I sintomi sono piuttosto sgradevoli e possono manifestarsi in modi diversi.

Complicazioni di ipotensione

In tutte le forme di ipotensione, dovrebbe essere prestata particolare attenzione alle donne in gravidanza, dal momento che la mancanza di ossigeno nel sangue può portare a una scarsa crescita del feto o alla formazione impropria di organi e arti.

Raramente, con impropria o automedicazione dell'ipotensione, questa malattia può trasformarsi in ipertensione (ipertensione arteriosa) e sarà estremamente difficile restituire la condizione primaria già.

Nell'ipotensione acuta, una persona può avere un polso indebolito, che porta alla sincope. Se sai che una persona ha ipotensione, si sente male e non ha pressione, prima che arrivi l'ambulanza, devi mettere il paziente in posizione orizzontale, aprire le finestre.

La più grave complicazione dell'ipotensione è l'ictus o l'infarto, che è fatale.

Ipertensione e ipotensione possono sostituirsi a vicenda.

diagnostica

Esistono i seguenti metodi per la diagnosi dell'ipotensione arteriosa:

  • esame iniziale, colloquio paziente, identificazione della causa della malattia;
  • definizione, ipotensione ereditaria o acquisita;
  • analisi giornaliera della pressione arteriosa;
  • rinvio del paziente all'ECG;
  • Ecocardiografia Doppler.

trattamento

Il trattamento dell'ipotensione è un complesso complesso che include la correzione dello stile di vita con un uso minimo di farmaci volti a mantenere il tono vascolare. Se, tuttavia, l'ipotonia è una conseguenza di una malattia, allora cercano di eliminare la causa, cioè la malattia primaria.

I cambiamenti nello stile di vita includono:

  • giornata lavorativa costante con un tempo di riposo stabile;
  • posato per ripristinare il sonno;
  • corretta alimentazione;
  • sbarazzarsi delle cattive abitudini;
  • esercizio terapeutico;
  • essere all'aria aperta nelle aree del parco;
  • indurimento o doccia.

Step 1: lavoro / riposo. Portando a un ritmo chiaro il rapporto tra tempo di lavoro e riposo è la base per il trattamento dell'ipotensione. Se il corpo è sotto costante stress, il lavoro eccessivo sta stressando il cuore, i sistemi circolatorio e nervoso. Se non si riprende la forza durante il sonno o il riposo, il corpo si sta lentamente esaurendo e, di conseguenza, la resistenza a varie malattie diminuisce.

Passaggio 2: sonno completo. Il problema con l'ipotonia è che 6-8 ore non sono sufficienti per il recupero, per loro la frequenza è di 10-11 ore, soprattutto se c'è una bassa stagione o una pressione atmosferica bassa. Dopo esserti svegliato non devi saltare fuori dal letto, devi sdraiarti per qualche minuto, stendermi e sederti per qualche minuto sul bordo del letto. In questo ordine, non vi è un'improvvisa caduta di pressione, quindi è possibile evitare vertigini, oscuramento degli occhi.

Step 3: pasti puntuali. Dovrebbe essere 3-5 volte al giorno. Non è consigliabile mangiare prima di coricarsi. È necessario mangiare cibi ricchi di vitamina C, E e gruppo B, calcio, potassio, magnesio e fosforo. Le persone con ipotensione arteriosa sono anche raccomandate di usare cibi piccanti, speziati e salati. Soprattutto consigliato sale, lievito, caffè, tè forte, rosa canina, corniolo, agrumi.

Questo vale anche per l'ipotensione ortostatica.

Step 4: Rifiutare cattive abitudini. La dipendenza da nicotina e l'alcol aggravano ulteriormente la situazione indebolendo le pareti dei vasi sanguigni.

Step 5: terapia fisica con carichi moderati. Migliora il metabolismo del corpo, che contribuisce alla rapida rimozione di tutte le tossine. Inoltre, vengono forniti grandi quantità di ossigeno agli organi e il lavoro dell'intero sistema cardiovascolare è migliorato.

Si consiglia esercizi mattutini, fare jogging, preferibilmente la sera, nuotare senza carichi, camminare, praticare sport, andare in bicicletta nella zona del parco forestale.

Passo 6 e 7: le camminate senza fretta e l'indurimento del corpo sono le migliori misure nella lotta contro l'ipotensione arteriosa. Rafforzano le pareti dei vasi sanguigni e proteggono il corpo dalle influenze ambientali e da vari batteri e virus.

Dobbiamo anche essere in grado di temperare correttamente. Per cominciare - una doccia di contrasto, che termina con acqua tiepida. Quindi è possibile aggiungere la doccia del mattino con acqua ghiacciata insieme alla testa, questo include un bagno e una sauna. La differenza di temperatura non dovrebbe superare i 20 gradi, altrimenti potrebbero esserci colpi.

Trattamento farmacologico

I medici prescrivono ipotensione (ICD 10 I95) "Caffetamine", "Citramon", se la goccia è accompagnata da mal di testa e acufene, "Saparal", "Askafen".

La dose ottimale di caffeina è 0,2 g / giorno. In caso di sovradosaggio, il processo inverso può andare - cattivo sonno, ansia, battito cardiaco accelerato, minzione frequente.

I farmaci nootropi sono utilizzati in caso di menomazione della memoria, declino della capacità mentale. Riducono il bisogno di cellule e tessuti per l'ossigeno e ripristinano tutti i processi vitali per il normale funzionamento del cervello e dell'organismo nel suo complesso. Questi farmaci includono "Tanakan", "Caviton", "Niceroglin", "Nootropil".

Con la mancanza di ossigeno, il cervello consuma "Glicina", "Citrullina". Con una carenza di amminoacidi e proteine, Cerebrozil viene prescritto.

Trattamento dell'ipotensione arteriosa a casa

  • Caffè con miele e limone. Dobbiamo dire subito che non si tratta di un drink. Dovrai prendere 50 grammi di caffè macinato tostato, 500 grammi di miele, spremere a mano il succo di un limone. Mescola tutto accuratamente. Mangia 1 cucchiaino 2 ore dopo i pasti. Mezzi da conservare in frigorifero.
  • Lemongrass cinese. Tintura, per la preparazione di cui richiederà un bicchiere di frutta citronella. È necessario macinare e versare la vodka nel rapporto di 1:10. Insistere in un contenitore chiuso in un luogo buio e fresco per due settimane. Si prendono 30 minuti prima dei pasti da 25-40 gocce con un cucchiaio di acqua fredda.
  • Radice di zenzero In vendita è sia la polvere di zenzero che le radici stesse. Certo, la polvere è molto più comoda, ma viene preparata utilizzando reagenti chimici, quindi è meglio strofinare la stessa radice di zenzero. Servirà un cucchiaino per 1 tazza di tè dolce forte. È preso 3 volte al giorno per una settimana.
  • Radice d'oro (Rhodiola rosea). C'è una vendita gratuita in qualsiasi farmacia. L'estratto è preso in 5-10 gocce, sciolto in acqua fredda 15 minuti prima dei pasti. Il corso dura 10-20 giorni a seconda dello stato di salute.

Questo è quello che è - ipotensione arteriosa. I sintomi e il trattamento sono spesso correlati.

conclusione

La patologia può essere congenita o acquisita. In caso di congenita, devi monitorare costantemente le tue condizioni, avere con te le medicine necessarie, dal momento che il cervello, gli organi e i tessuti non ricevono abbastanza ossigeno per l'ipotensione, quindi se non allevi i sintomi in tempo, può verificarsi un ictus cerebrale. Con l'ipotensione acquisita, è necessario innanzitutto identificare le cause del verificarsi di questa malattia ed eliminarle, forse, cambiare completamente il proprio stile di vita. Inoltre, l'ipotensione può essere un sintomo secondario di una malattia. Dovresti consultare il tuo medico per identificare le cause e prescrivere il trattamento corretto, perché l'autotrattamento può portare all'ipertensione, da cui poi sarà impossibile recuperare. Abbiamo considerato di cosa si tratta - ipotensione arteriosa.

ipotensione

Ipotensione - abbassamento persistente o regolare della pressione arteriosa inferiore a 100/60 mm. Hg. Art. Ipotensione si verifica con vertigini, disturbi visivi transitori, affaticamento, sonnolenza, tendenza allo svenimento, alterata termoregolazione, ecc. La diagnosi di ipotensione arteriosa si basa sulla determinazione del livello di pressione sanguigna (incluso monitoraggio giornaliero della pressione arteriosa), esame dello stato cardiovascolare, sistema endocrino e nervoso (ECG, EchoCG, EEG, analisi biochimica del sangue, ecc.). Nel trattamento dell'ipotensione vengono utilizzati metodi non farmacologici (psicoterapia, massaggio, idroterapia, FTL, agopuntura, aromaterapia) e farmaci (adattogeni a base di erbe, agenti cerebroprotettivi, farmaci nootropici, tranquillanti).

ipotensione

Ipotensione (ipotensione arteriosa) è una sindrome da bassa pressione del sangue caratterizzata da indicatori persistenti di pressione sistolica (superiore) inferiore a 100 mm Hg e diastolica (inferiore) inferiore a 60 mm Hg. Le giovani donne e gli adolescenti hanno maggiori probabilità di soffrire di ipotensione. A età avanzata, sullo sfondo dell'aterosclerosi vascolare, l'ipotensione arteriosa aterosclerotica si verifica a causa della perdita del tono vascolare dovuta a cambiamenti aterosclerotici.

A causa della natura multifattoriale dello sviluppo di questa condizione, l'ipotensione è oggetto di uno studio di cardiologia, neurologia, endocrinologia e altre discipline cliniche.

Classificazione dell'ipotensione arteriosa

A causa del fatto che l'ipotensione arteriosa può verificarsi in individui sani, accompagnare il decorso di varie malattie o essere una forma nosologica indipendente, viene utilizzata una singola classificazione degli stati ipotonici. Distingue l'ipotensione arteriosa fisiologica, patologica (primaria) e sintomatica (secondaria).

Le varianti dell'ipotensione fisiologica includono l'ipotensione arteriosa come norma individuale (di natura costituzionale ereditaria), ipotensione compensativa adattativa (tra i residenti di altipiani, tropici e subtropicali) e ipotensione di una maggiore forma fisica (riscontrata tra gli atleti).

L'ipotensione arteriosa primaria patologica, come malattia indipendente, comprende casi di ipotensione ortostatica idiopatica e ipotensione neurocircolatoria con un decorso instabile, reversibile o manifestazioni persistenti (malattia ipotonica).

Nella serie di ipotensione arteriosa sintomatica (secondaria), vengono prese in considerazione le forme acute (con collasso, shock) e croniche causate dalla patologia organica dei sistemi cardiovascolare, nervoso, endocrino, malattie ematologiche, intossicazioni, ecc.

Cause di ipotensione

L'ipotensione deve essere considerata come uno stato multifattoriale, che riflette una diminuzione della pressione arteriosa nel sistema arterioso in varie condizioni fisiologiche e patologiche. La causa dell'ipotensione arteriosa primaria nell'80% dei casi è la distonia neurocircolatoria. Secondo le teorie moderne, l'ipotensione primaria è una forma speciale di nevrosi dei centri vasomotori del cervello, nello sviluppo del quale il ruolo principale è dato agli stress e alle situazioni psico-traumatiche prolungate. Le cause immediate possono essere trauma psicologico, stanchezza cronica e mancanza di sonno e depressione.

L'ipotensione secondaria è un sintomo di altre malattie esistenti: anemia, ulcere gastriche, sindrome da dumping, ipotiroidismo, cardiomiopatia, miocardite, aritmie, neuropatia diabetica, osteocondrosi del rachide cervicale, tumori, malattie infettive, insufficienza cardiaca, ecc.

L'ipotensione acuta può essere il risultato di una massiccia perdita di sangue a stadio singolo, disidratazione, traumi, avvelenamento, shock anafilattico, una brusca interruzione del cuore, in cui i riflessi ipotensivi sono attivati. In questi casi, l'ipotensione arteriosa si sviluppa in breve tempo (da alcuni minuti ad alcune ore) e comporta disturbi pronunciati nel flusso sanguigno agli organi interni. L'ipotensione cronica tende a durare a lungo; allo stesso tempo, l'organismo è adattato alla pressione ridotta, a causa della quale non ci sono sintomi pronunciati di disturbi circolatori.

L'ipotensione può anche svilupparsi sullo sfondo di una carenza di vitamine B, C, E; dieta, overdose di droga, per esempio, nel trattamento dell'ipertensione. L'ipotensione fisiologica può essere osservata in persone sane con predisposizione ereditaria alla bassa pressione sanguigna, in atleti allenati, in termini di adattamento a un improvviso cambiamento del clima o delle condizioni climatiche.

Patogenesi dell'ipotensione arteriosa

Nonostante l'abbondanza di possibili cause, il meccanismo dello sviluppo dell'ipotensione arteriosa può essere associato a quattro fattori principali: una diminuzione del minuto e dell'erogazione del cuore; abbreviazione BCC; diminuzione in resistenza di navi periferiche; una diminuzione del flusso di sangue venoso al cuore.

La riduzione del volume ematico e minuto si verifica in caso di disfunzione miocardica grave in infarto, miocardite, forme gravi di aritmie, sovradosaggio di bloccanti ß-adrenergici, ecc. Ridurre il tono e la resistenza dei vasi periferici (principalmente arteriole e precapillari) causa lo sviluppo di ipotensione arteriosa nei raffreddori o una natura infettiva, shock anafilattico. L'ipotensione a seguito di una diminuzione del BCC si verifica quando si verificano emorragie esterne (gastrointestinali) o interne (con apoplessia ovarica, rottura della milza, rottura dell'aneurisma aortico, ecc.). La rapida evacuazione dell'essudato con ascite o pleurite massiva può portare a ipotensione arteriosa a causa di una diminuzione del ritorno del sangue venoso al cuore, dal momento che una parte significativa della BCC viene trattenuta nei vasi più piccoli.

In varie forme di ipotensione arteriosa, violazioni della regolazione vascolare da parte di centri vegetativi superiori, riduzione del meccanismo di regolazione della pressione arteriosa del sistema renina-angiotensina-aldosterone, disturbo della sensibilità del recettore vascolare alle catecolamine, disturbi della parte afferente o efferente dell'arco baroriflesso possono essere rilevati.

Sintomi di ipotensione arteriosa

Nella maggior parte dei casi, l'ipotensione fisiologica non causa un disagio particolare per la persona. La forma acuta di ipotensione arteriosa si manifesta con una marcata mancanza di ossigeno nel tessuto cerebrale, in relazione alla quale si manifestano sintomi come vertigini, deficit visivo a breve termine, instabilità dell'andatura, pallore della pelle, svenimento.

Nell'ipotensione secondaria cronica, i sintomi della malattia di base appaiono in primo piano. Inoltre, i pazienti hanno debolezza, apatia, sonnolenza, affaticamento, mal di testa, labilità emotiva, disturbi della memoria, alterata termoregolazione, sudorazione dei piedi e dei palmi e tachicardia. Un prolungato decorso di ipotensione arteriosa provoca irregolarità nel ciclo mestruale nelle donne e potenza negli uomini.

Quando l'ipotensione ortostatica dovuta a un cambiamento nella posizione del corpo da orizzontale a verticale sviluppa stati pre-inconsci. In caso di ipotensione arteriosa, possono verificarsi, di norma, crisi vegetative di natura vaginale-insulare. Tali parossismi si verificano con adynamia, ipotermia, sudorazione eccessiva, bradicardia, caduta della pressione sanguigna e svenimento, dolore addominale, nausea, vomito, difficoltà di respirazione a causa di uno spasmo della laringe.

Diagnosi di ipotensione arteriosa

Nel processo di diagnosi, è importante non solo stabilire la presenza di ipotensione arteriosa, ma anche scoprire i motivi per cui è causata. Una corretta misurazione della pressione sanguigna richiede una misurazione della pressione arteriosa tripla a intervalli di 3-5 minuti. Il monitoraggio giornaliero della pressione sanguigna consente di determinare le fluttuazioni della magnitudo e il ritmo giornaliero della pressione sanguigna.

Per escludere o confermare l'ipotensione arteriosa secondaria, è necessario un esame completo dello stato del sistema cardiovascolare, endocrino e nervoso. A questo scopo vengono esaminati i parametri biochimici del sangue (elettroliti, glucosio, colesterolo e frazioni lipidiche), viene eseguito un ECG (a riposo e con prove di stress), un test ortostatico, ecocardiografia, elettroencefalografia, ecc.

Per determinare la necessità di un esame più approfondito, i pazienti con ipotensione dovrebbero essere consultati da un cardiologo, un neurologo, un optometrista e un endocrinologo.

Trattamento dell'ipotensione arteriosa

Il trattamento dell'ipotensione arteriosa inizia solo dopo aver stabilito la causa esatta dell'abbassamento della pressione sanguigna. In caso di ipotensione sintomatica secondaria, la malattia principale fungerà da oggetto di influenza. La genesi neurovegetativa dell'ipotensione, prima di tutto, richiede la correzione dello squilibrio vegetativo usando metodi farmacologici e non farmacologici.

Il complesso delle attività mediche e ricreative può includere la normalizzazione del regime giornaliero e della nutrizione, varie opzioni per la psicoterapia; massaggio della zona collo e collo, massaggio aromaterapico; idroterapia (doccia scozzese, doccia circolare, doccia Vichy, idromassaggio, bagni aromatici e minerali); agopuntura, fisioterapia (elettroforesi sulla zona del collare, elettrosleep); aromaterapia, aeroionoterapia, terapia fisica.

La cura della droga di hypotension arterioso è effettuata con preparazioni di gruppi diversi: adattogeni di erbe (infusioni di lemongrass, aralia, ginseng); anticolinergici, agenti cerebroprotettivi (cinnarizina, vinpocetina); farmaci nootropici (glicina, piracetam); antiossidanti e vitamine (acido succinico, vitamine A, B, E); antidepressivi e tranquillanti. In caso di ipotensione arteriosa acuta, cardiotoni e vasocostrittori (mezaton, dopamina), vengono introdotti glucocorticoidi e vengono somministrati glucocorticoidi e vengono infuse soluzioni saline e colloidali per aumentare e stabilizzare rapidamente la pressione sanguigna.

Prevenzione dell'ipotensione arteriosa

I principi generali di prevenzione dell'ipotensione arteriosa primaria sono ridotti all'osservanza del regime giornaliero, mantenendo uno stile di vita sano e attivo, praticando sport (nuoto, passeggiate, ginnastica), una buona alimentazione, eliminazione dello stress. Procedure utili che rafforzano i vasi sanguigni (douches, hardening, massage).

La prevenzione dell'ipotensione arteriosa secondaria è la prevenzione delle malattie endocrine, neurologiche, cardiovascolari. I pazienti con ipotensione arteriosa sono raccomandati per monitorare costantemente il livello di pressione sanguigna, monitoraggio regolare da parte di un cardiologo.

Che cos'è l'ipotensione, le sue cause, i sintomi e il trattamento

Bassa pressione sanguigna, che i medici chiamano ipotensione, può essere un sintomo che accompagna varie malattie. Anche questa condizione può essere considerata come una patologia indipendente, provocata da alcuni fattori. Di seguito, consideriamo quale sia l'ipotensione arteriosa, le cause del suo sviluppo, i sintomi principali, il trattamento e le possibili complicanze.

Il concetto di ipotensione arteriosa

L'ipotensione è una condizione patologica comune che si manifesta come una misura regolare e persistente del tonometro inferiore a 100/60 mm. Hg. Art. Questa malattia può svilupparsi in persone di diverse età, dai bambini agli anziani. Nell'ICD-10 di questa patologia, viene assegnato il codice I 95.

Importante: gli specialisti si riferiscono all'ipotensione arteriosa alla categoria delle malattie polietiologiche. Ciò significa che una pressione ridotta può svilupparsi sotto l'influenza simultanea di vari fattori (fisiologici, patologici).

I sintomi di questa patologia sono piuttosto specifici. Per la maggior parte delle persone, questa condizione è accompagnata da forti capogiri, alterata acuità visiva, svenimento, costante sonnolenza. Per una diagnosi accurata, è necessario condurre un monitoraggio giornaliero della pressione arteriosa.

Classificazione e forme

La malattia può verificarsi in queste forme:

  • affilato. Questa forma di patologia è pericolosa e si sviluppa a causa di una reazione anafilattica, avvelenamento, rottura del cuore, improvvisa perdita di sangue. Lo sviluppo di questo stato si verifica in pochi minuti, ore, è accompagnato da una violazione del flusso sanguigno;
  • cronica. Lo sviluppo di questa forma è graduale, tutti i sistemi corporei non reagiscono bruscamente a una diminuzione della pressione. Durante il lungo periodo della malattia, si sono già adattati alla costante diminuzione della pressione sanguigna. Il più delle volte l'ipotensione cronica si verifica in persone che vivono in condizioni climatiche avverse (nord, tropici). I medici diagnosticano anche questa forma della malattia negli atleti. Ciò è dovuto al fatto che a causa di carichi pesanti, il corpo viene ristrutturato (il muscolo cardiaco si restringe meno frequentemente, che è la causa dell'ipotensione).

Tenendo conto del fattore eziologico, è comune distinguere tali forme di ipotensione:

  • fisiologica;
  • primaria;
  • secondario (sintomatico).

La forma fisiologica è la presenza della predisposizione genetica del paziente, gli sport professionali. È anche osservato nei residenti di subtropicali, altopiani.

L'ipotensione primaria è considerata una malattia indipendente. Secondo gli esperti, in quasi tutti i casi il paziente ha distonia neurocircolatoria (VVD). Questo tipo di malattia si sviluppa a causa di grave stress, costante affaticamento, mancanza di sonno, traumi psicologici, shock e uso di medicinali.

L'ipotensione secondaria agisce come un sintomo di un'altra patologia. Gli specialisti hanno fornito un elenco di malattie per le quali è possibile osservare la bassa pressione sanguigna:

  • ulcera gastrica;
  • insufficienza cardiaca;
  • neoplasie;
  • infezione;
  • osteocondrosi del rachide cervicale;
  • disturbi della ghiandola tiroidea.

Un elenco più completo è riportato nella sezione sulle cause della bassa pressione.

Come un tipo distinto di ipotensione, i medici considerano l'ipertensione ortostatica (posturale), che si verifica quando una persona cambia improvvisamente la sua posizione, quando si sposta in una posizione verticale da una orizzontale. Di solito ha una gravità moderata e non dura a lungo.

motivi

Una bassa pressione può verificarsi sotto l'azione simultanea di diversi fattori. Per provocare l'ipotensione può:

  • distonia neurocircolatoria (vegetativa-vascolare) (questa condizione in quasi l'80% dei casi porta ad una diminuzione della pressione sanguigna);
  • dieta rigorosa, completo rifiuto di mangiare;
  • trauma psicologico;
  • ipovitaminosi (il più delle volte una diminuzione della pressione provoca una mancanza di vitamine C, B, E).

Gli elenchi separati dovrebbero considerare le cause patologiche e non patologiche della bassa pressione.

Le ragioni patologiche considerano:

  • infezione;
  • malattie cardiache;
  • sanguinamento;
  • malattie neurologiche;
  • prendendo alcuni farmaci (antidolorifici, antidepressivi).

Le ragioni non patologiche per la pressione bassa includono:

  • età;
  • la presenza di febbre;
  • osservanza del riposo a letto per lungo tempo;
  • fare sport;
  • la gravidanza;
  • passaggio da una posizione prona a una posizione eretta.

Le cause dell'ipotensione arteriosa secondaria sono molto maggiori. Sono rappresentati da tali condizioni patologiche:

  • l'anemia;
  • sindrome da dumping;
  • massiccia perdita di sangue;
  • ulcera allo stomaco;
  • patologie cardiovascolari (cardiomiopatia, aritmia, miocardite);
  • ipotiroidismo;
  • diabete mellito;
  • cirrosi, epatite cronica;
  • osteocondrosi del rachide cervicale;
  • malattie del pancreas;
  • lesione del midollo spinale;
  • neoplasie maligne, benigne;
  • reazioni allergiche;
  • malattie metaboliche;
  • sepsi;
  • disidratazione, avvelenamento acuto;
  • Sindrome di Guillain-Barre, morbo di Parkinson;
  • porpora trombocitopenica;
  • shock anafilattico;
  • emorragie interne.

Sintomi di ipertensione arteriosa

L'ipotensione arteriosa può avere un quadro clinico piuttosto diversificato, a seconda della natura del decorso della malattia. L'ipotensione di una specie fisiologica procede spesso senza segni marcati. Il paziente non prova quasi disagio.

Se si sviluppa la forma acuta di ipotensione, il paziente presenta i seguenti sintomi:

  • pallore della pelle;
  • andatura sconcertante;
  • forti capogiri (frequenti convulsioni);
  • ansia;
  • svenimento;
  • irritabilità;
  • aumento della sensibilità meteorologica;
  • violazione dell'acuità visiva (cortometraggio minore).

Nella forma cronica di ipotensione arteriosa, il paziente presenta i seguenti sintomi:

  • deterioramento della memoria;
  • debolezza, stanchezza;
  • instabilità emotiva;
  • disturbo da termoregolazione;
  • frequenti mal di testa (il dolore si fa sentire nella regione fronto-parietale, fronto-temporale);
  • sonnolenza costante;
  • sudorazione eccessiva (particolarmente evidente nei palmi delle mani, piedi);
  • impotenza temporanea;
  • dolore nel cuore;
  • violazione del ciclo mestruale;
  • aumento della suscettibilità al rumore, luce.

I seguenti segni indicano lo sviluppo di una forma ortostatica di ipotensione arteriosa:

  • svenimento (acufene, "pelle d'oca" prima degli occhi, grave debolezza) può verificarsi prima della perdita di coscienza;
  • cambiamento della frequenza cardiaca;
  • mancanza di respiro;
  • attacchi di nausea, compagnia;
  • mancanza di energia;
  • forte dolore all'addome;
  • tendenza alla chinetosi nei trasporti;
  • aumento della sudorazione;
  • sbadigli frequenti;
  • abbondante formazione di gas;
  • eruttazione dell'aria;
  • stato debole

Caratteristiche della malattia nei bambini e nelle donne in gravidanza

I medici ritengono che la predisposizione alla malattia si formi nel feto con determinati disturbi durante la gravidanza. Di solito si osservano segni di ipotensione nei bambini durante l'adolescenza a causa di:

  • stanchezza costante a scuola;
  • infezioni passate;
  • cambiamenti ormonali;
  • malnutrizione, disturbi alimentari;
  • bassa attività fisica.

I bambini con ipotensione possono lamentare mal di testa, nausea, vertigini. Alleviare le condizioni aiuterà:

  • sonno extra;
  • camminare all'aria aperta;
  • irrompere nel carico.

I bambini hanno spesso ipotensione ortostatica. Le vertigini si osservano dopo un brusco aumento. Ridurre la pressione contribuisce a certi cambiamenti nella natura del bambino. Diventa distratto, triste, offeso, sospettoso, il rendimento scolastico può diminuire. Gli studenti delle scuole superiori hanno dolori lancinanti nel cuore, affaticamento nelle lezioni di educazione fisica.

Un'attenzione particolare dovrebbe essere prestata all'ipotensione nelle donne in gravidanza. Se la patologia si sviluppa prima della gravidanza, si riferisce alla mente primaria. Quando l'ipotensione si verifica durante la gravidanza, viene indicata come mente secondaria.

Oltre al meccanismo principale dello sviluppo della patologia vengono aggiunti:

  • il rilascio di ormoni placenta che riducono gli spasmi vascolari;
  • aumentare il carico sul cuore;
  • ulteriore circolazione placentare.

Le donne lamentano stanchezza, pianto, debolezza, stitichezza, nausea, perdita di appetito, irritabilità e mal di testa, dolore lancinante nell'area del cuore.

diagnostica

Per fare una diagnosi accurata, stabilire la causa della bassa pressione sanguigna, il medico dovrà condurre una serie di misure diagnostiche.

La diagnosi primaria da parte di un cardiologo è finalizzata a:

  • lo studio della storia del paziente, i suoi parenti. Questo è necessario per confermare / escludere l'effetto della predisposizione genetica sullo sviluppo dell'ipotensione;
  • indagine paziente. Aiuta il medico a fare un quadro sintomatico del paziente, a determinare la gravità della malattia, a stabilire la causa patologica radice dell'ipotensione;
  • esame fisico (misura tripla del tono del sangue a cui mantengono un intervallo di 5 minuti, monitoraggio giornaliero della pressione sanguigna, ascolto del paziente con un fonendoscopio).

Un ruolo speciale nello studio è la diagnostica strumentale:

  • ecografia vascolare doppler;
  • Ultrasuoni del cuore, cavità addominale;
  • ecocardiogramma;
  • cardiointervalography;
  • elettroencefalografia;
  • ECG (a riposo, con un carico).

Dai metodi di ricerca di laboratorio utilizzare:

  • biochimica del sangue;
  • esame del sangue clinico generale;
  • analisi generale di urina;
  • test ortostatico.

Se tutti i metodi diagnostici utilizzati non consentono al cardiologo di determinare con precisione il fattore che predispone alla malattia, il paziente dovrà essere esaminato da medici strettamente specializzati:

  • oculista;
  • pediatra;
  • ostetrico-ginecologo;
  • un neurologo;
  • un gastroenterologo;
  • endocrinologo.

Trattamento dell'ipertensione

Importante: se un bambino, un adulto, una donna incinta presentano i sintomi sopra menzionati, è opportuno chiedere prima assistenza qualificata. Quando il paziente perde conoscenza, ha bisogno di primo soccorso.

Le cure d'emergenza per la perdita della coscienza ipotonica sono le seguenti azioni:

  1. Chiama un'ambulanza a casa.
  2. Fornire al paziente aria fresca.
  3. Allentare abiti stretti.
  4. La posizione corretta per il paziente (le gambe devono essere sopra la parte superiore del corpo);
  5. Bere (l'acqua fredda viene data quando una persona torna in sé).

I medici iniziano il trattamento dopo aver determinato la causa esatta della bassa pressione sanguigna. Se viene stabilita un'ipotensione secondaria, gli specialisti iniziano una terapia finalizzata all'eliminazione della malattia provocatrice.

Nel tipo fisiologico di ipotensione arteriosa, non è necessario un trattamento specifico, poiché questa condizione non è considerata patologia. Quando viene rilevata una forma ortostatica primaria della malattia, il medico prescrive il trattamento usando farmaci, metodi non farmacologici.

Terapia non farmacologica

Per eliminare l'ipotensione, i medici possono prescrivere tali metodi di trattamento non farmacologico:

  • massaggio aromaterapico;
  • psicoterapia;
  • esercizi terapeutici;
  • agopuntura;
  • idromassaggio, diverse forme di idroterapia;
  • aromaterapia;
  • docce;
  • massaggio terapeutico del collo e del collo;
  • procedure fisioterapiche (elettroforesi, elettrosleep).

Terapia farmacologica

Il trattamento dell'ipotensione viene spesso eseguito con l'uso di droghe. Di solito, i medici prescrivono:

  • antidepressivi, tranquillanti;
  • anticolinergici;
  • cerebroprotectors;
  • agenti ipertensivi;
  • adattogeni vegetali;
  • sostanze nootropiche;
  • antiossidanti;
  • vitamine.

Se un paziente ha una forma acuta di ipotensione, gli viene prescritta la somministrazione endovenosa dei seguenti rimedi:

  • vasocostrittori;
  • glucocorticoidi;
  • sale, soluzioni colloidali;
  • cardiotonici.

Medicina popolare

Oltre alla terapia farmacologica, non farmacologica dell'ipotensione, è possibile utilizzare anche la medicina tradizionale. Ma applicare i metodi di terapia alternativa è possibile solo dopo aver consultato il medico. Metodi popolari di trattamento molto efficaci sono:

  • serie + melissa;
  • liquirizia + radice di valeriana;
  • motherwort + biancospino;
  • succo di melograno + cioccolato;
  • origano + panacea;
  • rosmarino + cardo mariano;
  • ariete + coni di luppolo;
  • assenzio + fiori di immortelle;
  • foglie di fragola + vischio bianco.

Possibili complicazioni

Se il paziente per lungo tempo ignora i sintomi dell'ipotensione, non si sottopone a diagnosi e non inizia una terapia adeguata, possono insorgere complicazioni.

Le complicanze più comuni dell'ipotensione arteriosa sono:

  • attacco di cuore;
  • fame di ossigeno del feto;
  • sepsi;
  • l'anemia;
  • coma;
  • ictus;
  • shock anafilattico;
  • shock cardiogeno.

prevenzione

Per non soffrire degli spiacevoli sintomi della bassa pressione sanguigna, è meglio prevenire lo sviluppo della malattia. Per fare ciò, seguire le raccomandazioni degli esperti:

  1. Riposo completo
  2. Dieta corretta ed equilibrata
  3. Utilizzare solo i farmaci prescritti dal medico curante.
  4. Passando un esame preventivo completo da parte dei medici diverse volte all'anno.
  5. Eliminazione di sovraccarico emotivo e fisico.
  6. Stile di vita sano

Per quanto riguarda l'ipotensione primaria, ortostatica, fisiologica, queste patologie portano al completo recupero del paziente. Ma dopo il recupero, è necessario sottoporsi periodicamente all'esame di un cardiologo.

Se un paziente ha una malattia ipotonica secondaria, la prognosi dipenderà dal momento della diagnosi, dall'adeguatezza della terapia, dalla gravità della malattia di base.

Per Saperne Di Più I Vasi