Cisti nei bambini

Le neoplasie cistiche sono oggi considerate una patologia abbastanza comune di neonati, lattanti e bambini del primo anno di vita con localizzazione diversa - una cisti cerebrale, testicolo e cordone spermatico, cisti dermoide, rene policistico e cisti ovarica, cisti di milza e altri organi. Ma le formazioni cistiche più spesso diagnosticate del cervello.

Cisti cerebrale nei bambini

La cisti cerebrale si trova spesso nei bambini dell'infanzia. La comparsa di questi tipi di tumori benigni è dovuta ad un errato inserimento e differenziazione dei tessuti del sistema nervoso, alterata circolazione del sangue nel cervello o carenza di ossigeno dei neuroni del sistema nervoso centrale nel periodo prenatale. Spesso le cisti si auto-dissolvono anche prima della nascita del bambino o nel primo anno della sua vita. L'identificazione di queste formazioni patologiche viene effettuata con l'aiuto degli ultrasuoni, pertanto, se si sospetta la presenza di cisti, i neonati vengono diagnosticati nel periodo neonatale o nei primi mesi di vita.

La maggior parte dei tipi di cisti non influenzano negativamente l'attività cerebrale e lo sviluppo psicoemozionale del bambino, ma con una certa localizzazione della neoplasia il bambino può manifestare vari sintomi patologici di natura neurologica:

  • mal di testa, che si manifestano sotto forma di ansia del bambino, un grido gratuito o monotono, disturbi del sonno;
  • letargia, adynamia;
  • problemi di visione;
  • deficit uditivo.

Dopo aver determinato la presenza di questa neoplasia patologica (ecografia, TAC, risonanza magnetica), è necessario contattare uno specialista per la nomina di un esame completo - la diagnosi di una neoplasia determina la sua localizzazione, struttura e altri indicatori che consentono di prendere una decisione di trattamento adeguata. Per i bambini con una cisti, indipendentemente dal tipo di trattamento, gli esami ad ultrasuoni vengono eseguiti ogni mese per monitorare la dimensione del tumore.

Sintomi di cisti cerebrali nei neonati

Una cisti cerebrale è un tumore cavitario, pieno di liquido, localizzato in diverse parti del cervello. I segni di cisti nei neonati dipendono dalla posizione, dal tipo e dalla dimensione del tumore, nonché dallo sviluppo delle complicanze:

  • suppurazione;
  • degenerazione maligna delle cellule tumorali;
  • processi infiammatori.

Le piccole cisti possono essere asintomatiche, ma ci sono diversi segni neurologici che possono indicare la presenza di una cisti cerebrale:

  • mal di testa persistenti, che si manifestano come ansia e pianto bambino;
  • coordinamento alterato di movimenti con reazioni neurologiche ritardate;
  • tremore delle membra;
  • fontanella sporgente;
  • violazione della sensibilità degli arti (insensibilità del bambino al dolore);
  • ipo - o ipertonia di un singolo muscolo o di un gruppo muscolare specifico;
  • deficit uditivo e visivo;
  • sindrome da rigurgito persistente e vomito;
  • vari tipi di disturbi del sonno;
  • ritardo mentale del bambino;
  • sindrome convulsiva.

Nel 90% dei casi, le cisti cerebrali scompaiono da sole. Ma quando una cisti si forma dopo la nascita o con la crescita attiva delle cisti congenite, è necessario un intervento chirurgico, che dipende dalla posizione e dai sintomi della neoplasia. Particolarmente pericolosi per la salute e la vita del bambino sono le cisti che hanno grandi dimensioni - possono cambiare la loro posizione, comprimere in modo significativo i tessuti circostanti e avere un effetto meccanico sui tessuti e sulle strutture cerebrali. Di conseguenza, il bambino sviluppa crisi convulsive che rallentano il suo sviluppo psico-emotivo e in alcuni casi portano allo sviluppo di ictus emorragici. Con diagnosi tempestiva e terapia adeguata (farmaci o interventi chirurgici) in quasi tutti i neonati e i neonati, la prognosi di una ciste cerebrale è positiva.

Fattori eziologici nello sviluppo di cisti cerebrali nei neonati

Le cause della formazione di cisti del sistema nervoso nei neonati nella maggior parte dei casi sono associate ai meccanismi della sua formazione e a vari fattori patologici (virus, tossine, droghe) che colpiscono le cellule cerebrali fetali durante il periodo prenatale e la predisposizione ereditaria alla comparsa di neoplasie non ha alcuna importanza.

Oggi, i seguenti tipi di tumori sono più comuni nei neonati:

1) una cisti del plesso coroideo, che appare a causa dell'infezione del feto con il virus dell'herpes, è necessario un trattamento chirurgico;

2) la cisti subependimale (intracerebrale) si sviluppa a causa della carenza di ossigeno nei tessuti cerebrali, che è la causa della morte neuronale, e al loro posto si forma una neoplasia cistica. Questo tipo di cisti senza intervento chirurgico tempestivo può causare danni significativi nello sviluppo del bambino (ritardo mentale, ritardo del linguaggio, disturbi della vista, disturbi vestibolari);

3) cisti aracnoide - questo tipo di tumore è localizzato tra gli spazi cerebrali e può svilupparsi in qualsiasi parte del cervello fetale. Il trattamento della cisti aracnoidea viene effettuato utilizzando vari metodi di intervento chirurgico (chirurgia endoscopica, craniotomia o chirurgia shunt). In assenza di un intervento chirurgico, il bambino forma disturbi significativi nella sfera neuropsichiatrica;

4) cisti traumatica (acquisita) - formata come risultato di trauma alla nascita, spremitura o contusione durante il parto, con lo sviluppo di emorragia intracranica e contribuisce allo sviluppo di vari tipi di tumori cerebrali.

Plesso vascolare cistico nel neonato

La cisti del plesso coroideo nei neonati e nei neonati è una neoplasia patologica, che appare anche nel periodo prenatale a causa di escrescenze cistiche dei vasi cerebrali a causa dell'influenza negativa dei patogeni intrauterini (il più delle volte infetto dal virus dell'herpes o dalla toxoplasmosi), il bambino è nato. I plessi coroidi sono strutture che non hanno terminazioni nervose e svolgono un ruolo enorme nel rifornimento di sangue al cervello fetale e nella sua maturazione, il loro sviluppo attivo inizia dalla sesta settimana dello sviluppo del bambino. Con l'infezione precoce del bambino e la formazione di una cisti del plesso coroideo, queste formazioni spesso si risolvono fino a 25-38 settimane di gestazione - gli esperti attribuiscono questo aspetto alla crescita attiva e allo sviluppo del sistema nervoso del feto. Inoltre, questi tumori non influenzano lo sviluppo del bambino. Le cisti del plesso vascolare di medie e grandi dimensioni sono determinate dagli ultrasuoni alla 17 °-20 ° settimana di sviluppo fetale. Ma queste neoplasie patologiche dei plessi vascolari del cervello possono comparire nel neonato già dopo la nascita con una massiccia infezione del feto nella tarda gravidanza o nel parto con la realizzazione graduale dell'infezione intrauterina. Le cisti del plesso coroideo nei neonati sono indicate come "marcatori molli", che sono completamente innocui e non influenzano la funzione e lo sviluppo del cervello, ma possono aumentare la possibilità di sviluppare altre malattie o causare disturbi nei sistemi funzionali del corpo. Nella maggior parte dei casi, questi tumori al primo anno di vita di un bambino trascorrono senza lasciare traccia.

In connessione con il rischio di sviluppare varie malattie di altri organi - nello stabilire la diagnosi di una cisti dei plessi vascolari, è necessario il monitoraggio ecografico obbligatorio della presenza, localizzazione e comorbilità. Il bambino viene riesaminato all'età di tre mesi, poi a sei mesi e all'età di uno. In assenza di dinamiche positive per l'auto-riassorbimento di una cisti, il medico curante, in base ai risultati della ricerca e dello sviluppo del bambino, prende una decisione sull'ulteriore osservazione o trattamento del bambino individualmente.

Cisti cerebrale subependimale in un neonato

La cisti subependimale è considerata una grave patologia che si forma nel tessuto cerebrale del feto o del neonato a causa di una significativa carenza di ossigeno nel tessuto cerebrale o come conseguenza di emorragie nei ventricoli cerebrali durante le lesioni alla nascita. Spesso questo tipo di neoplasie cistiche si dissolve da sole, ma è necessario un monitoraggio obbligatorio (ecografia del cervello) e un trattamento speciale.

Nella maggior parte dei casi, questo tipo di cisti non aumenta di dimensioni e non influenza lo sviluppo del bambino. Ma per grandi dimensioni, una cisti subependimale può causare uno spostamento del tessuto cerebrale, che porta all'apparizione e alla progressione dei sintomi neurologici, che richiedono un intervento chirurgico immediato.

Cisti coroidale nel neonato

Una cisti coroidale in un neonato è una neoplasia cistica del plesso coroideo del cervello. Questo tipo di cisti può svilupparsi a causa dell'introduzione e della progressione di un processo infettivo nel corpo o di lesioni traumatiche al cervello fetale durante la gravidanza o in seguito a trauma della nascita. Le cisti coroidi sono soggette a rimozione obbligatoria a causa del fatto che la probabilità di auto-riassorbimento di questo tipo di cisti è del 45%.

I segni della presenza di una ciste coroidale in un neonato sono:

  • contrazioni muscolari e / o reazioni convulse;
  • ansia costante del bambino, o viceversa pronunciata sonnolenza;
  • pianto costante a causa di forti mal di testa;
  • rigurgito persistente e vomito;
  • mancanza di coordinamento dei movimenti.

Inoltre, questo tipo di cisti può rallentare in modo significativo lo sviluppo e la formazione del bambino: la diagnosi di questa formazione cistica viene effettuata con un ultrasuono (neurosonografia cerebrale attraverso una grande molla). Il trattamento è prescritto singolarmente e nella maggior parte dei casi chirurgicamente in combinazione con la terapia farmacologica.

Cisti aracnoide del cervello nei neonati

La cisti aracnoide in un neonato è considerata un'anormalità cerebrale rara che si verifica nel 3% dei neonati.

Questo tipo di cisti è una formazione intracranica a parete sottile tra la membrana aracnoidea e la superficie del cervello.

Esistono due tipi di cisti aracnoide:

  • primarie (neoplasie congenite), che viene diagnosticata nella tarda gravidanza o nelle prime ore di vita del bambino;
  • secondaria (acquisita) si sviluppa come risultato del processo infiammatorio o dell'intervento chirurgico (la formazione della cisti si verifica quando viene rimosso un altro tipo di neoplasia o vengono rimossi gli ematomi).

Molto spesso, questo tipo di cisti si sviluppa nei neonati.

I sintomi delle cisti aracnoide in un neonato sono: mal di testa, vomito, tremore degli arti, convulsioni.

La cisti aracnoidea nella maggior parte dei casi ha una prognosi positiva e il trattamento tempestivo non influisce sullo sviluppo del bambino.

Cisti periventricolare nel bambino

La cisti periventricolare si forma come risultato della sostanza bianca del cervello dovuta alla formazione di focolai di necrosi ed è uno dei tipi di danno cerebrale ipossico-ischemico, malattie infettive, anomalie nello sviluppo cerebrale in utero e durante il parto, nonché la causa più comune di paralisi nei bambini.

Il trattamento della cisti periventricolare è molto difficile ed è determinato individualmente, combinando terapia farmacologica e chirurgia. Questo tipo di cisti si risolve molto raramente.

Cisti subependimale nel bambino

La cisti subependimale in un neonato si sviluppa a causa dell'insufficienza circolatoria nei ventricoli del cervello, che causa la morte di cellule e tessuti, e al loro posto si forma una cavità e si forma una neoplasia cistica.

La perdita di questo tipo di cisti può essere asintomatica e non influenza lo sviluppo del bambino, ma può causare lo sviluppo di altri processi patologici del cervello. Il trattamento di una cisti subependimale coinvolge terapia farmacologica, chirurgia e osservazione dinamica da parte di un neurologo.

Altre posizioni di cisti nei bambini

Cisti ovarica nei neonati

Questa patologia si verifica abbastanza spesso nelle ragazze neonate, è considerata un tumore funzionale e non si applica alle neoplasie maligne e ha anche una tendenza all'autorespansione, senza richiedere intervento chirurgico. Trattamento di cisti ovariche effettuate con vari metodi medici. La differenza è considerata come cisti multiple (tumore ovarico policistico), che influenzano negativamente gli ormoni del bambino o tendono a trasformarsi in un tumore maligno, che si sviluppa rapidamente e ha una crescita aggressiva.

Le neoplasie maligne delle ovaie nei bambini sono estremamente rare.

Cisti di cordone spermatico nei neonati

Una cisti del cordone spermatico è un accumulo di liquido quando il processo vaginale del peritoneo non è chiuso (nelle membrane del cordone spermatico). In termini di funzionalità, questo tipo di cisti assomiglia all'idropisia del testicolo, e sembra anche che il trattamento di questa neoplasia con il trattamento dell'idropisia sia un intervento chirurgico.

Durante lo sviluppo intrauterino, il testicolo fetale scende nello scroto attraverso il canale inguinale insieme alla escrescenza del peritoneo. Questo processo normalmente si risolve prima che il bambino nasca, ma se i processi di rimozione spontanea sono disturbati, si formano neoplasie cistiche del cordone spermatico che, quando diagnosticate, sono spesso confuse con un'ernia inguinale con sintomi simili - un aumento di scroto e gonfiore nella regione inguinale. Con la comparsa di questi segni nel neonato, i genitori devono contattare immediatamente un urologo o un chirurgo pediatrico.

Cisti dell'uovo in un bambino

Le cisti testicolari in un neonato sono tumori benigni che assomigliano a un tumore addominale con fluido nella zona dell'epididimo. Le cisti hanno una struttura liscia, morbida e ben definita. È necessario differenziare questa neoplasia con l'idropisia dei testicoli, delle ernie e del varicocele.

L'aggiornamento della diagnosi viene effettuato utilizzando ultrasuoni e altri studi strumentali, esame e cronologia. La dimensione della cisti del testicolo non supera 1-2 cm e può causare disagio ai disturbi del bambino e della minzione. Il trattamento delle cisti viene effettuato mediante intervento chirurgico dopo un anno di osservazione in connessione con la probabilità di auto-riassorbimento del tumore. La mancanza di trattamento delle cisti del cordone spermatico in età adulta può causare forme ostruttive di infertilità, disfunzione erettile e impotenza.

Cisti renale nei neonati

Le cisti renali sono asintomatiche e non influenzano la funzionalità renale. Una neoplasia cistica viene determinata mediante un'ecografia dei reni, che consente di determinare con precisione la posizione della cisti e le caratteristiche del suo apporto di sangue.

Ci sono diversi tipi di cisti renali nei neonati:

  • cisti unilaterali risultanti dallo sviluppo di malattie renali concomitanti;
  • cisti corticali (quando si diagnostica questo tipo di cisti su un rene, un tumore viene spesso rilevato sul secondo rene).

Oltre ad un esame ecografico per la diagnosi di cisti nei neonati, viene eseguita una scansione duplex dei reni, che consente di determinare la malignità del processo.

Il trattamento delle cisti renali viene effettuato mediante trattamento medico, ci sono anche casi di auto-riassorbimento nel primo anno di vita di un bambino.

Cisti della milza nei neonati

Una cisti della milza in un neonato è definita come una cavità nel parenchima dell'organo pieno di liquido. Allo stesso tempo, la rimozione chirurgica di questo tipo di cisti non è raccomandata - la probabilità di perdere un organo è alta, quindi il trattamento viene effettuato con metodi medici.

Le cause dello sviluppo della ciste splenica sono determinate da disordini congeniti dell'embriogenesi. A volte le cisti false si sviluppano da sole e non richiedono alcun trattamento.

Cisti sulla lingua in un bambino

Una cisti nella lingua di un neonato è determinata dalle anomalie dello sviluppo del dotto tiroideo e si verifica abbastanza spesso.

Il quadro clinico dipende dalla dimensione del tumore e dalla sua localizzazione nella lingua:

  • le piccole cisti sono definite come un tumore in una lingua senza manifestazioni cliniche;
  • una grossa cisti, situata di fronte, spesso interferisce con l'assunzione di cibo, quindi deve essere rimossa.

Nella stragrande maggioranza dei casi, una ciste nella lingua di un neonato viene risolta indipendentemente nei primi mesi di vita di un bambino. Con la sua progressione della cisti, il metodo di trattamento dipende dalle caratteristiche della struttura e dalla localizzazione della cisti.

Il principale metodo di intervento chirurgico per una cisti sulla lingua è la dissezione della neoplasia cistica.

Cisti in una bocca appena nata

Una cisti in un neonato nella cavità orale è una patologia genetica associata a vari processi infettivi nel corpo. A seconda della posizione, secernono cisti della lingua, palatine e cisti gengivali con la loro istogenesi.

La diagnosi, la determinazione della causa della cisti e la decisione sui metodi di trattamento sono fatti dal dentista. A tal fine, vengono utilizzati vari metodi diagnostici (radiografia o ecografia della cavità orale) per determinare la localizzazione della neoplasia. È importante sapere che il 90% di queste cisti si dissolve nel primo anno di vita, pertanto, quando assolutamente necessario, viene utilizzato un trattamento farmacologico e chirurgico fino a un anno.

Cisti palatino bambino

La cisti nel cielo nei neonati (perle Epstein) non è considerata un fenomeno patologico e si osserva in quasi tutti i bambini nelle prime settimane di vita e scompare da sola dopo il primo mese di vita di un bambino.

Sono formati da inclusioni epiteliali situate lungo la linea di fusione delle placche palatali e sembrano tubercoli giallastri o bianchi nell'area della sutura palatina. Le cisti palatali non richiedono trattamento.

Cisti sulla gengiva del bambino

Le cisti gengivali nei neonati si formano in utero dal legamento ectodermico (placca dentale) della base per la formazione dei denti, sia caseari che permanenti. I resti della piastra sono considerati causa dell'aspetto di piccoli tumori e cisti gengivali. Le neoplasie localizzate direttamente sulla gomma sono chiamate nodo Bon e le cisti che si sviluppano sul processo della cresta alveolare sono chiamate cisti gengivali.

Queste cisti hanno l'aspetto di piccole palline di colore bianco o giallastro, sono assolutamente indolori e non causano disagio e fastidio al bambino. Si dissolvono da soli nelle prime settimane di vita di un bambino o scompaiono completamente quando appaiono i denti da latte.

Diagnosi di cisti nei neonati

La diagnosi di cisti neonatali nella maggior parte dei casi dipende dalla presenza di sintomi e dalla localizzazione della malattia (specialmente in presenza di forme asintomatiche).

Per la diagnosi delle cisti cerebrali il più delle volte si usa l'esame ecografico del cervello (neurosonografia attraverso la sorgente di un neonato). La tomografia computerizzata (TC) e la risonanza magnetica (MRI) hanno un'elevata precisione.

Inoltre, in presenza di una cisti della testa, viene utilizzata una diagnosi mediante esame Doppler di vasi cerebrali, esame e misurazione del fondo dell'occhio.

Ultrasuoni, puntura e tomografia computerizzata vengono utilizzati per diagnosticare le cisti ovariche, spermatiche e testicolari.

Le cisti dei reni e della milza sono diagnosticate mediante palpazione, ecografia e tomografia computerizzata.

Le cisti del cavo orale sono determinate dall'esame visivo (esame del dentista), dai raggi X e dagli ultrasuoni

Prognosi di cisti nei neonati

La prognosi delle neoplasie cistiche nei neonati è nella maggior parte dei casi positiva, a causa del riassorbimento spontaneo di molti tipi di cisti nel primo anno di vita del bambino e non infastidisce il bambino. Ma non dimenticare i possibili effetti negativi delle cisti: suppurazione, rottura delle pareti, rapida crescita e spremitura e germinazione negli organi e nelle strutture vicine, degenerazione maligna e progressione del cancro. Pertanto, nella diagnosi di neoplasia cistica, il monitoraggio costante di questo processo patologico e, in alcuni casi, il trattamento farmacologico sono necessari.

Cisti del plesso coroideo del cervello in un neonato

La cisti del plesso vascolare nel feto viene solitamente rilevata dal sesto al settimo mese di gravidanza. Molte donne incinte, dopo aver ricevuto un rapporto ecografico, iniziano a preoccuparsi e preoccuparsi del bambino.

Nel frattempo, un fenomeno simile, formatosi durante lo sviluppo del feto nell'utero, non è pericoloso. Dopo qualche tempo, il plesso, di regola, scompare e non reca alcun danno alla salute del futuro bambino.

È anche importante distinguere e non confondere una cisti del plesso vascolare con una cisti di origine vascolare, che si verifica nel cervello a causa di ictus, aneurisma o una malattia infettiva.

Cos'è una cisti vascolare del plesso?

I plessi vascolari sono il primo sistema che inizia a formarsi dopo la sesta settimana di gravidanza. Le cellule nervose non sono incluse nella loro composizione, ma il plesso coroideo ha un effetto diretto sulla formazione del tessuto nervoso nel cervello. La formazione di plessi vascolari indica uno sviluppo favorevole delle due metà del cervello.

La cisti del plesso vascolare durante lo sviluppo fetale si riscontra nel 3% dei casi tra tutte le donne incinte. Una cisti si trova più spesso tra le 14 e le 22 settimane.

Tale neoplasma si risolve solitamente dopo 28 settimane di gestazione, poiché in questo momento il cervello del bambino inizia a svilupparsi e le sue funzioni si stabilizzano. Tuttavia, se questo non accade per molto tempo mentre dura la gravidanza, non dovresti aver paura. Una cisti non rappresenta un pericolo per il feto e il nascituro, se rimane dopo la nascita.

In alcuni casi, si osserva la crescita di diverse formazioni, che non è dannosa per il bambino. In generale, la cisti del plesso coroideo non influenza il lavoro del cervello, non porta a deviazioni nello sviluppo e non richiede interventi terapeutici e chirurgici. Tuttavia, se questi sono cambiamenti di cisti-gliosi nel cervello, lasciarli incustoditi è estremamente pericoloso.

La cisti del plesso coroideo è una cavità circolare riempita di liquido nell'area del cervello e si forma a causa dell'accumulo di fluido cerebrale nella cavità del plesso, che nutre il cervello e il midollo spinale del feto.

I plessi vascolari sono i primi segni della formazione del sistema nervoso centrale del futuro bambino, ma il plesso appartiene all'emisfero destro e sinistro.

Le cause dell'accumulo di liquidi di solito non sono chiarite, poiché ciò non nuoce alla salute del feto. La forma della formazione assomiglia a una ciste, quindi i medici usano il nome medico simile nei risultati dell'ecografia. I medici, a loro volta, spiegano alle donne che non c'è bisogno di preoccuparsi, poiché la cisti non influisce sulla funzionalità del corpo, non danneggia il nascituro e il suo benessere.

La formazione di cisti è correlata alla presenza di eventuali anomalie?

Molte fonti mediche indicano l'esistenza di una qualche connessione tra la formazione di una cisti del plesso coroideo e patologie congenite causate da mutazioni genetiche. Questo indica che la posizione della cisti non ha importanza.

Tuttavia, è importante capire che la cisti non è un provocatore di sviluppo anormale. Al contrario, le anormalità nel feto portano alla comparsa di una cisti vascolare. A questo proposito, la connessione con la presenza di patologie è solo in presenza di una cisti del plesso coroideo. Il ruolo principale non è una cisti, ma le deviazioni esistenti.

La sindrome da Trisomia 18 o Edwards porta alla formazione di una cisti in un feto a causa di difetti genetici, che consiste nel non dividere 18 coppie e aggiungere un cromosoma aggiuntivo ad esso, con il risultato che il genotipo dell'embrione ha 47 cromosomi. Per quanto riguarda la trisomia 21 o la malattia di Down, la malattia non ha praticamente alcun effetto sulla formazione della cisti vascolare del plesso.

Quindi, possiamo concludere che la cisti del plesso coroideo:

  • Non sopporta alcun pericolo;
  • Non importa;
  • Non influisce sui processi vitali;
  • Non cresce e non rinasce.

Le donne che sono nel grembo dei bambini dovrebbero avere una comprensione completa di una tale neoplasia per non avere paura, non per farsi prendere dal panico e non essere confuse con altre neoplasie che sono dannose per la salute del nascituro.

Se una cisti vascolare viene rilevata in un feto a una gestazione tardiva o in un neonato, un'attenzione speciale deve essere prestata allo stato di salute della donna o del bambino. Molto spesso, la formazione cistica si forma a causa della presenza di qualsiasi infezione nella madre. Di regola vengono rilevati herpes virus e citomegalovirus. In relazione a questo. hai bisogno di sapere che cos'è l'herpes, le informazioni principali sul virus sono sul nostro sito web.

La formazione tardiva di una cisti del plesso coroideo è dovuta all'infezione del bambino al momento della nascita da una madre infetta. Di conseguenza, una neoplasia cistica nella regione delle regioni frontali e temporali è spesso formata in un neonato. Questo tipo di cisti, formato a causa della necrosi dei tessuti, è chiamato ramolitional. La necrosi del tessuto nervoso si verifica a causa dell'attività virale dell'herpes o della CMV.

Quanto è tardi una cisti pericolosa per la salute?

Per scoprire quanto sia pericolosa una neoplasia cistica, vengono identificate le cause della formazione della cisti, la sua posizione e dimensione. Per identificare il tipo di virus, viene eseguita una diagnosi di PCR, dopo di che il medico prescrive un regime di trattamento e monitoraggio.

Per l'osservazione e la profilassi, viene prescritta una ecografia del cervello - neurosonografia, quando il bambino compie tre mesi, sei mesi e un anno. In particolare, questa ecografia viene effettuata in neonati prematuri, bambini che sono feriti alla nascita o nell'ipoxia, così come in bambini troppo grandi o piccoli.

È una neurosonografia obbligatoria esposta ai neonati che hanno una forma della testa o una struttura facciale non standard, difetti e anomalie nello sviluppo di qualsiasi organo.

La neurosonografia è una procedura di studio del bambino semplice e sicura. Lo studio viene eseguito attraverso la fontanella anteriore, quando le ossa del cranio non sono eccessivamente ricoperte, poiché l'onda ultrasonica non è in grado di passare attraverso l'osso denso del cranio. Pertanto, lo studio è condotto in una fase iniziale di sviluppo, quando la primavera è ancora aperta. Quando si esaminano altre parti del cervello, lo studio viene condotto attraverso la fontanelka occipitale, posterolaterale e temporale.

Anche se c'è una malattia virale, la cisti nei neonati non è pericolosa. La neoplasia scompare il più delle volte dopo pochi mesi e non appare più. Tuttavia, le informazioni su ciò che è una cisti nel cervello di un neonato dovrebbero essere disponibili per i genitori.

In altre parole, le principali ragioni per la formazione di cisti nel cervello sono:

  • Malattie infettive;
  • Trauma alla nascita;
  • Micro colpi;

Ictus emorragici, quando si forma un ematoma a causa di una lesione dei vasi arteriosi, nel luogo di cui si forma una cisti;

  • Ictus ischemico, quando una cisti si forma a causa della necrosi tissutale;
  • Aneurismi.
  • Segni e trattamento della ciste cerebrale

Se la cisti si è formata a causa di ictus, ematomi o aneurismi, spesso rimane inosservata per tutta la vita e non è dannosa per la salute del bambino. Le conseguenze di una natura indesiderabile possono avere neoplasie che sono apparse a causa della sconfitta del virus.

Sintomi di una cisti dovuta all'attività del virus:

  • Aumento del tono nei neonati;
  • Sensazione di oppressione della testa;
  • Violazioni delle funzioni visive o uditive;
  • Coordinamento motorio alterato;
  • Convulsioni epilettiche.

I sintomi di cui sopra possono verificarsi quando una neoplasia a forma di cisti si trova vicino ai centri vitali del sistema nervoso e interferisce con la loro attività, inizia ad aumentare di dimensioni, comprimendo i reparti adiacenti. Molto spesso, il trattamento delle cisti cerebrali, come le cisti del plesso coroideo, non viene effettuato.

Nel frattempo, è necessario eliminare le cause che portano alla comparsa di sensazioni dolorose e disturbi nel corpo. Quando viene rilevata un'infezione virale, viene prescritto un trattamento appropriato per eliminare il virus.

Nel caso in cui il bambino soffre di crisi epilettiche, vengono prescritti anticonvulsivanti speciali. Con gravi conseguenze, vengono prese tutte le misure necessarie per eliminare la fonte della malattia.

Nei casi lievi, quando un bambino si lamenta di mal di testa, vertigini, spremitura della testa, il medico prescrive farmaci che migliorano l'apporto di sangue al cervello e normalizzano il benessere del bambino.

Tali farmaci includono Cavinton e Cinnarizine. La cinerarizzazione colpisce i vasi sanguigni e il sistema cardiovascolare, aiutando il corpo a tornare alla normalità e liberarsi delle cisti. Cavinton è usato per i disturbi circolatori nel cervello.

I preparati medicinali sono ben tollerati e non causano effetti collaterali gravi. Prima di iniziare a prendere i farmaci, devi sempre consultare un medico.

Le misure preventive contro la formazione di cisti sono abbastanza semplici. È necessario monitorare attentamente la salute del bambino, mantenere l'immunità, evitare l'ipotermia e focolai di infezioni. Si dovrebbe anche prestare attenzione allo stato dei vasi sanguigni, per evitare i fattori che influenzano negativamente il lavoro del sistema cardiovascolare.

Esercizio leggero particolarmente favorevole. Le donne incinte, a loro volta, è importante monitorare la loro salute, in modo che la malattia trasferita non influenzi le condizioni del futuro bambino.

Cisti cerebrale nei neonati e nei neonati

Quando si fanno diagnosi relative a formazioni nel cervello, i genitori hanno molte domande diverse. Conoscere le manifestazioni di tali malattie nei bambini è molto importante. Ciò aiuterà a prevenire le condizioni potenzialmente letali in seguito. Molti genitori sono interessati a una cisti cerebrale nei neonati e nei neonati.

Cos'è?

Le cisti nel cervello sono cavità. Non confondeteli con i tumori, queste sono malattie completamente diverse. Una cisti non indica affatto che il bambino abbia una patologia oncologica. Vari effetti possono portare allo sviluppo di questa condizione.

In alcuni casi, le cisti nel cervello non vengono rilevate per tutta la vita. Il bambino cresce e non sospetta nemmeno che abbia qualche cambiamento. In altre situazioni, le cisti causano la comparsa di vari sintomi che portano disagio al bambino e disturbano il suo benessere. Tali casi richiedono un trattamento.

Di regola, una cisti in apparenza assomiglia a una palla. La dimensione dell'istruzione può essere diversa. Il contorno della cisti è regolare e uniforme. In alcuni casi, l'esame ha trovato diverse entità. Possono essere posizionati a una distanza considerevole l'uno dall'altro o affiancati.

Di solito, uno su tre su dieci bambini nati da medici diagnosticano le cisti cerebrali. Appaiono in posti diversi. Nella cavità della cisti è fluido. La piccola dimensione dell'educazione, di regola, non causa alcun disagio nel bambino.

Se la cisti non si trova vicino ai centri vitali, allora questo sviluppo della malattia non è pericoloso.

motivi

Vari fattori possono portare alla comparsa di formazioni cistiche nel cervello. In alcuni casi, possono agire insieme. L'esposizione prolungata o grave a vari fattori causali contribuisce alla comparsa nel cervello di varie formazioni cavitarie.

I motivi più comuni per il loro verificarsi includono:

  • Varie patologie congenite. Di solito si sviluppano nel periodo di sviluppo intrauterino. Patologie dello sviluppo del sistema nervoso centrale contribuiscono allo sviluppo di cambiamenti patologici nel cervello. Le cisti in questo caso sono congenite.
  • Lesioni subite durante il parto. Frutta troppo grande, la nascita di gemelli contribuisce al verificarsi di danni cerebrali traumatici nei neonati.
  • Infezioni che si verificano nella madre durante la gravidanza. Molti virus e batteri sono in grado di penetrare la barriera emato-encefalica. I medici spesso registrano le cisti cerebrali nei neonati a causa di malattie infettive che si sono manifestate durante la gravidanza. La meningite virale o batterica è spesso la causa principale della formazione di cavità.
  • Emorragia nel cervello Può verificarsi a causa di varie cause. Spesso, varie lesioni e cadute portano allo sviluppo di un'emorragia. Il danno cerebrale contribuisce alla formazione di una cavità piena di liquido, che diventa quindi una cisti.

L'esposizione a varie cause porta a formazioni addominali nel cervello. Possono essere localizzati nei suoi vari dipartimenti. Attualmente, i medici hanno identificato diverse possibili localizzazioni di cisti cerebrali.

Data la posizione, tutte le formazioni cavitarie possono essere suddivise in diversi gruppi:

  • Situato a livello della ghiandola pituitaria. Normalmente, questa sezione del cervello è responsabile della sintesi degli elementi necessari per la crescita e lo sviluppo degli ormoni. Con l'apparizione di cisti nel bambino, iniziano a comparire vari sintomi. Di solito senza sintomi in questa forma clinica non è completa.
  • Cerebellare. È anche chiamata cisti lacunare. Questi tipi di formazioni di cavità sono più spesso formati nei ragazzi. Sono abbastanza rari. Con il decorso rapido della malattia può portare alla comparsa di vari disturbi motori.

È richiesto un trattamento obbligatorio, poiché possono verificarsi gravi complicazioni - sotto forma di paralisi o paresi.

  • Situato vicino alla ghiandola pineale. Questo organo è chiamato epifisi. Funziona nella funzione endocrina del corpo. L'epifisi è ben fornita di sangue, specialmente di notte. Le violazioni nel suo lavoro portano a una violazione del deflusso del liquido cerebrospinale, che alla fine contribuisce allo sviluppo di cisti.
  • Aracnoide. Situato nella membrana aracnoidea. Normalmente copre il cervello all'esterno e lo protegge da varie lesioni. Molto spesso, questo tipo di cisti si verifica a causa di lesioni o infiammazione delle meningi a causa di malattie infettive.
  • Dermoide. Rivelato estremamente raro. Sono registrati nei bambini nel primo anno di vita. All'interno della cisti non c'è una componente liquida, e il resto delle particelle embrionali. In alcuni casi, è possibile trovare l'inizio di denti e ossa, vari elementi del sudore e delle ghiandole sebacee.
  • Cisti del plesso vascolare. Si verificano nel periodo di sviluppo prenatale. Molto spesso queste cavità sono registrate già a 28 settimane di gestazione. Dopo la nascita può rimanere per tutta la vita. Di solito il bambino non ha sintomi avversi, tutto procede senza cambiamenti clinici.
  • Cisti interstiziale. Situato nella piega della pia mater, che si trova nella zona del terzo ventricolo del cervello. Spesso rilevato solo dalla risonanza magnetica.
  • Pseudocyst. All'interno della cavità vi è il liquido spinale. La malattia è solitamente asintomatica. Il bambino non cambia salute e comportamento. In alcuni casi, ci sono diversi pseudocisti, che è una conseguenza del policistico.
  • Subaracnoidea. Situato nello spazio subaracnoideo. Spesso si verificano dopo vari danni cerebrali traumatici o dopo incidenti automobilistici. Può verificarsi con la comparsa di sintomi avversi. Con il decorso grave della malattia e la rapida crescita dell'istruzione, viene effettuato un trattamento chirurgico.
  • Cisti nel ventricolo del cervello. Situato nei collettori cerebrali del liquido cerebrospinale. Più spesso, queste cisti si formano nella zona dei ventricoli laterali. La rapida crescita delle formazioni porta alla comparsa di sintomi di ipertensione endocranica.
  • Subependimale. Le cisti più comuni nei neonati dell'infanzia. All'interno delle formazioni c'è il liquido cerebrospinale. La formazione addominale si verifica a causa di emorragie sotto il rivestimento del cervello e la rottura dei vasi sanguigni. Di solito, questa condizione si verifica durante il trauma della nascita. Possono essere di varie dimensioni - da 5 mm a diversi centimetri.
  • Retrotserebellyarnye. Formata all'interno del cervello, non al di fuori, come molti tipi di cisti. La formazione della cavità si verifica a seguito della morte della materia grigia. Varie cause provocatorie possono portare allo sviluppo di questo tipo di cisti: traumi, malattie infettive, emorragie e altri. Tali formazioni cavitarie di solito procedono piuttosto duramente e richiedono un trattamento.
  • Porentsefalicheskie. Questa condizione è estremamente rara nella pratica dei bambini. Caratterizzato dalla formazione di diverse cavità nel cervello - di varie dimensioni.

sintomi

La manifestazione dei segni clinici dipende dalla localizzazione iniziale della formazione della cavità. Se ci sono diverse cisti, si trovano in diverse parti del cervello, quindi un bambino può sperimentare una varietà di sintomi che rendono la diagnosi molto più difficile.

Le manifestazioni cliniche più comuni delle formazioni cistiche includono:

  • L'aspetto di un mal di testa. Può essere di intensità diversa: da facile a insopportabile. Il dolore è solitamente il massimo dopo il risveglio o i giochi attivi. Identificare questo sintomo nei bambini dell'infanzia è un compito difficile. Vale la pena prestare attenzione al comportamento del bambino, che cambia in modo significativo con l'aspetto di un mal di testa.
  • Cambia lo stato del bambino. In alcuni casi, il bambino diventa più inibito. Ha aumentato la sonnolenza, ci sono problemi pronunciati con l'addormentarsi. Nei bambini, l'appetito sta peggiorando, sono pigri applicati al petto. A volte i bambini rifiutano completamente l'allattamento al seno.
  • Aumento della dimensione della testa. Questa funzione non appare sempre. Di solito la dimensione della testa aumenta con la dimensione espressa delle cisti. Se un bambino presenta tali anomalie, è necessario un ulteriore esame per escludere le formazioni addominali nel cervello.
  • Forte pulsazione e fontanella sporgente. Spesso questo sintomo è il primo segno della presenza di massa addominale nel cervello, che ha già portato alla comparsa di ipertensione endocranica.
  • Disturbi del movimento e disturbi del coordinamento. Di solito, questi spiacevoli segni clinici compaiono in presenza di una formazione di cavità nel cervelletto del cervello.
  • Disturbi della vista Spesso, guardando oggetti ravvicinati, il bambino appare in visione doppia. Questa condizione patologica nasce come risultato della spremitura da una cisti crescente del nervo ottico.
  • Interruzione dello sviluppo sessuale. Si verifica a causa della presenza di una cisti nella ghiandola pineale - la ghiandola pineale. La violazione della produzione di ormoni porta a un ritardo pronunciato del bambino rispetto alle norme di età. In alcuni casi, si verifica la situazione opposta - pubertà eccessivamente precoce.
  • Attacchi di crisi epilettiche. Questa condizione appare quando si verifica una cisti nell'area delle meningi. Per eliminare i sintomi avversi, è necessario un trattamento speciale e in alcuni casi anche un intervento chirurgico.

diagnostica

È piuttosto difficile sospettare la presenza di una cisti nel cervello di un neonato. Per stabilire la diagnosi sono necessari ulteriori esami. Questi studi sono condotti su raccomandazione di un neurologo pediatrico. Se lo sviluppo di una ciste era preceduto da un trauma o un danno al cervello, allora dovresti consultare un neurochirurgo.

Per la diagnosi delle formazioni di cavità utilizzare:

  • Esame ad ultrasuoni del cervello. In neurologia, è anche chiamato neurosonografia. Questo metodo è abbastanza sicuro e può essere utilizzato anche per i bambini nei primi mesi di vita. Dal sondaggio non c'è dolore. 15-25 minuti sono sufficienti per determinare la diagnosi.
  • Tomografia computerizzata (o CT). Lo studio offre un'elevata esposizione alle radiazioni. Non dovrebbe essere eseguito per schermare le formazioni cistiche. Questo metodo viene utilizzato solo in casi clinici difficili in cui la diagnosi è difficile. Lo studio fornisce un quadro completo delle anomalie e dei difetti anatomici presenti nel cervello.
  • Risonanza magnetica (o risonanza magnetica). Il feedback dopo questo studio è molto positivo. Nella maggior parte dei casi, è stato con l'aiuto della risonanza magnetica che è stato possibile stabilire la presenza di lesioni cistiche nel cervello. Il metodo ha una risoluzione elevata e consente di identificare con successo le cisti, anche le più piccole. In casi diagnostici complessi, fanno ricorso all'introduzione preliminare del contrasto, che consente di stabilire la diagnosi in modo più accurato.

effetti

Di solito le cisti sono asintomatiche e non richiedono l'intervento dei medici. Tuttavia, in alcuni casi con localizzazione avversa, possono verificarsi complicanze e conseguenze della loro presenza nel cervello. I neurologi si occupano del trattamento di tali condizioni. Quando è impossibile il trattamento conservativo ricorrere all'esecuzione di operazioni chirurgiche.

La complicazione più frequente delle cavità addominali nel cervello (specialmente nei neonati) è un ritardo nello sviluppo fisico e mentale in futuro. In alcuni casi, il bambino ha disturbi visivi e motori (motori).

Una delle complicanze è anche un difetto congenito o acquisito dell'udito - dovuto alla presenza di una cisti nel cervello.

trattamento

Il neurologo pediatrico costituisce la tattica del trattamento - dopo che il bambino ha rivelato segni di formazioni cistiche nel cervello. Di solito i bambini vengono osservati in tali medici per tutta la loro vita. Un esame regolare consente di controllare la crescita e lo sviluppo delle cisti.

È possibile trattare le masse cistiche nel cervello in modo conservativo e con l'aiuto di operazioni chirurgiche. La scelta della terapia rimane con il medico curante. Nessuno opererà immediatamente il bambino. In primo luogo, viene applicata una tattica di attesa. Il medico valuta il benessere del bambino utilizzando metodi diagnostici speciali. Se non ci sono violazioni nel comportamento del bambino, non è necessario eseguire l'operazione. Di solito, la terapia conservativa è ridotta alla nomina di farmaci che hanno un effetto sintomatico.

Con un aumento dell'ipertensione endocranica, vengono prescritti farmaci diuretici e vascolari. Aiutano a migliorare il deflusso e la circolazione del liquido cerebrospinale - e quindi a portare a una normale pressione intracranica maggiore.

Plesso vascolare cistico nel neonato

Una cisti è una neoplasia benigna, che è una palla localizzata in un organo specifico, pieno di liquido. Una cisti in un neonato è un fenomeno abbastanza comune, che appare sullo sfondo del metabolismo del nascituro. Una nuova crescita è spesso osservata in diverse parti del cervello. Può essere localizzato sia nell'emisfero sinistro che in qualsiasi altra parte.

Caratteristiche di tumori

Una cisti nella testa di un neonato può essere diagnosticata anche nell'utero. Le neoplasie possono essere localizzate in diverse parti del cervello e di dimensioni variabili. A volte ci sono diversi sigilli. Di norma, formato in utero, le cisti passano da sole in nove casi su dieci e non richiedono alcun trattamento.

Un certo pericolo è irto di patologia, diagnosticata già dopo la nascita di un bambino. Tale neoplasma, ad esempio una cisti ventricolare, è piena di spremitura di alcune parti del cervello nei neonati e interruzione del suo lavoro, che è spesso osservata con una grande quantità di compattazione. La malattia deve essere trattata e il trattamento inizia fin dai primi giorni di vita del bambino.

I sintomi di una cisti sono:

  • mal di testa in un bambino;
  • reazione alterata agli stimoli;
  • intorpidimento e paralisi transitoria degli arti;
  • menomazione della vista;
  • irrequietezza, insonnia in un bambino.

I sintomi dipendono in gran parte dalla posizione e dalle dimensioni della neoplasia.

Di norma, una cisti viene rilevata dall'ecografia, che tutti i neonati subiscono nelle prime ore di vita. Se viene rilevata una neoplasia, è necessario contattare un neurologo. Lo specialista effettua un esame dettagliato, in base al quale vengono determinati la localizzazione e le dimensioni del sigillo, quindi prescrive il trattamento. In futuro, il bambino ha bisogno di esami regolari (ogni 4 settimane), che permetteranno di notare un aumento delle dimensioni del compattamento e di regolare il trattamento.

Sintomi e segni di neoplasia benigna nei bambini

I sintomi della malattia dipendono in gran parte da dove si trova il sigillo e dalle sue dimensioni. Anche un ruolo importante è giocato dalla natura della cisti. I sintomi sono determinati da ulteriori fattori di complicazione dovuti a neoplasie, che includono la suppurazione nella sede del sigillo, il rischio di convertire un tumore benigno in uno maligno e la presenza di un processo infiammatorio.

Va notato che le cisti di piccole dimensioni sono spesso asintomatiche. La probabilità di un completo riassorbimento di una piccola cisti senza trattamento è alta. Tuttavia, è necessario condurre un esame dettagliato (ecografia, risonanza magnetica) e ripeterlo regolarmente, in quanto l'educazione può aumentare di dimensioni.

In alcuni casi, anche una piccola cisti provoca la comparsa di sintomi neurologici, tra cui:

  • disturbi del sonno infantile;
  • tremore delle membra;
  • aumentare la dimensione della fontanella;
  • spasmi muscolari;
  • convulsioni;
  • disturbi mentali;
  • violazione dei riflessi.

La situazione è esacerbata dalla presenza di un processo infiammatorio o suppurazione. In questo caso vengono aggiunti i sintomi di intossicazione del corpo e si osserva un aumento della temperatura corporea.

Un aumento delle dimensioni delle cisti porta ad un effetto meccanico sul cervello di un piccolo paziente, a seguito del quale aumenta il rischio di complicanze gravi, fino ad un ictus.

Le piccole cisti possono essere curate con successo con la terapia farmacologica. Una cisti complicata o multipla richiede un intervento chirurgico. Con la tempestiva individuazione del problema e il trattamento tempestivo, la malattia viene curata con successo e passa senza lasciare traccia.

Le cause delle neoplasie

La cisti si forma sullo sfondo della degenerazione del tessuto cerebrale e della sua successiva morte. È in queste aree che si forma una densa formazione sferica piena di liquido. Tra le cause della ciste cerebrale nei bambini:

  • trauma durante il passaggio attraverso il canale del parto o durante il travaglio complicato;
  • patologie del sistema nervoso centrale;
  • malattie infiammatorie del cervello (encefalite o meningite);
  • azione del virus dell'herpes;
  • mancanza di ossigeno nel cervello;
  • mancanza di sostanze nutritive, provocando violazioni della circolazione cerebrale.

Sotto l'influenza di alcuni fattori negativi, è possibile aumentare una cisti già esistente o la sua proliferazione. Di norma, ciò si verifica sullo sfondo di una maggiore pressione intracranica nel bambino. Inoltre, un aumento delle dimensioni del tumore può causare commozione cerebrale, trauma cranico o l'aggiunta di infezione.

Tipi di neoplasie

Nella maggior parte dei casi, i medici devono affrontare quattro tipi di tumori benigni nel cervello dei neonati:

  • plesso vascolare cistico;
  • cisti intracerebrale o subependimale;
  • cisti aracnoide;
  • acquisita a causa di lesioni neoplastiche benigne.

Il primo tipo si sviluppa a causa della penetrazione del virus dell'herpes nel corpo nei neonati. La cisti subependimale o intracerebrale in un neonato si sviluppa a causa della mancanza di ossigeno e della successiva morte del tessuto cerebrale.

Neoplasie aracnoidee sorgono tra gli spazi cerebrali. Se il bambino viene schiacciato troppo quando passa attraverso il canale del parto, c'è il rischio di sviluppare una cisti traumatica. Inoltre, questo tipo di neoplasma può apparire a causa di emorragia cerebrale o viceversa, mancanza di afflusso di sangue al cervello.

Malattie cistiche e virali

La più comune è una cisti o neoplasia del plesso coroideo in un neonato. Questo modulo appare a causa dell'azione di un virus, ad esempio l'herpes. La malattia può essere scatenata dalla toxoplasmosi.

Spesso la malattia si forma durante la gravidanza, nel primo trimestre. Non ci sono terminazioni nervose nel plesso coroideo, ma sono direttamente coinvolte nella fornitura di sangue al cervello. Di regola, con lo sviluppo iniziale di una cisti, è completamente assorbito da solo fino al momento della consegna.

Questo tipo di neoplasma è sicuro. Le cisti non influenzano le capacità mentali del bambino, e inoltre non causano sintomi neurologici, i bambini successivamente si sviluppano normalmente.

Per determinare la patologia, vengono eseguiti esami ecografici intrauterini del feto. Molto spesso, il trattamento non è richiesto e, mentre il sistema nervoso si sviluppa nel feto, le neoplasie si dissolvono.

Raramente, ma questo tipo di cisti si trova nei neonati. Nonostante la sicurezza della neoplasia stessa, è necessario un esame dettagliato e un monitoraggio costante delle dimensioni del sigillo. All'atto di aumento di una cisti il ​​rischio di sviluppo delle malattie collegate a spremitura meccanica di un sito cerebrale è alto.

Di regola, la prognosi è favorevole quando la formazione intrauterina delle foche e nella diagnosi di cisti nei neonati. Un trattamento adeguato consente di eliminare completamente la malattia, che passa senza tracce nei primi 6-10 mesi di vita.

Neoplasma intracerebrale

La cisti subependimale in un neonato si sviluppa a causa della carenza di ossigeno nel tessuto cerebrale, che provoca la morte di alcune aree e lo sviluppo di una cisti al posto del tessuto morto.

Questa forma della malattia non rappresenta una minaccia di ritardo mentale o demenza in un bambino. Tuttavia, la patologia provoca una serie di gravi disturbi neurologici. Nella maggior parte dei casi, l'educazione intracerebrale si risolve da sola. Tuttavia, è necessario un attento monitoraggio di eventuali cambiamenti delle dimensioni del tumore fino a quando non viene riassorbito.

Spesso i medici prescrivono farmaci. Con la terapia iniziata tempestivamente, non vi è alcun rischio per la salute e per l'ulteriore vita, la patologia è completamente guarita entro pochi mesi.

Neoplasia aracnoidea

Questo tipo di malattia non si trova più spesso che nel 5% dei casi di formazione di cisti nei bambini. Questa malattia è divisa in istruzione primaria (patologia congenita) e secondaria (a causa di infiammazione del cervello).

La patologia causa sintomi neurologici - emicrania, disturbi del sonno, irritabilità. Se la malattia è scatenata da un processo infiammatorio, ai sintomi si aggiungono i segni di intossicazione del corpo - nausea e vomito, è possibile un aumento della temperatura corporea.
Il trattamento è di solito rapido. Se non si interviene in tempo, c'è un alto rischio di sviluppare disturbi neurologici che influenzano l'intera vita futura del bambino.

Diagnosi di patologia

L'esame è condotto da un neurologo. A tale scopo vengono utilizzati metodi di diagnostica ecografica. Se la presenza di un tumore benigno è confermata dall'esame, il bambino viene consultato da un neurochirurgo, che ne determina la posizione, le dimensioni e il tipo di neoplasia. Per ottenere un'immagine accurata, è necessario misurare la pressione sanguigna del bambino e controllare le condizioni dei vasi sanguigni mediante l'ecografia doppler.

Per determinare la causa della formazione di un sigillo, il sangue viene anche esaminato per l'infezione, l'infiammazione o una risposta autoimmune.

Di norma, il primo esame del cervello viene eseguito in utero. Quindi, è necessario un esame ecografico quando il paziente raggiunge l'età di un mese.

L'esame obbligatorio del cervello è prescritto ai bambini prematuri, così come nel parto complicato o nelle anomalie congenite.

Possibili complicazioni

La cisti può crescere di dimensioni senza scomodare il bambino. Di conseguenza, durante la pubertà, a causa di un aggiustamento ormonale, il rischio di un rapido aumento del tumore e lo sviluppo di pericolose complicanze, incluso un ictus, è alto.

Se l'educazione non viene trattata, sono possibili le seguenti complicazioni:

  • perdita della vista e dell'udito;
  • problemi vestibolari;
  • coordinamento alterato dei movimenti;
  • sindrome convulsa;
  • progressivo ritardo mentale.

L'individuazione tempestiva della patologia e ulteriori trattamenti consente di evitare conseguenze negative. Di norma, nel 99% dei casi, la rimozione di una cisti o di una terapia farmacologica può sbarazzarsi dell'istruzione.

Metodi di trattamento

I metodi di trattamento dipendono dalla posizione, dal tipo e dalla dimensione del tumore.

Quando la patologia del plesso vascolare, che è stata diagnosticata anche in utero, il trattamento non è prescritto. È solo necessario monitorare regolarmente lo stato del cervello del bambino, tuttavia la cisti di solito si risolve da sola.

Se necessario, la rimozione chirurgica utilizza due metodi: radicale o palliativo.

Con il metodo radicale si intende la trapanazione del cranio e la completa rimozione del tumore. L'operazione stessa è traumatica e comporta gravi rischi per la salute del bambino, pertanto viene praticata solo in casi eccezionali quando altri metodi non consentono la rimozione o la guarigione della cisti.

Per trattamento palliativo si intende bypass o endoscopia. Uno shunt viene introdotto nell'area interessata, quindi viene rimosso il fluido che riempie il sigillo. Il metodo non è pericoloso come rimozione radicale, ma può causare ulteriori infezioni al cervello e causare infiammazioni.

L'endoscopia viene eseguita attraverso piccoli fori nel cranio (punture). Usando l'endoscopio, il contenuto del tumore viene rimosso con successo, e quindi il bambino si sta rapidamente riprendendo. Il metodo non causa complicazioni, ma solo se eseguito da un chirurgo qualificato.

Un appello tempestivo a uno specialista, un attento monitoraggio dello stato di istruzione e, se necessario, un intervento chirurgico, garantiscono una cura completa del bambino senza patologie di natura mentale o neurologica in futuro.

Una cisti non rappresenta un pericolo immediato per la vita futura del bambino, ma solo se non lascia che la malattia faccia il suo corso.

Per Saperne Di Più I Vasi