Cos'è l'angiografia coronarica, come viene eseguita, i suoi pro e contro

Da questo articolo imparerai: qual è l'angiografia delle arterie coronarie, secondo quali indicazioni questo esame viene effettuato. Preparazione per l'angiografia coronarica, la sua implementazione e il periodo di recupero.

L'angiografia coronarica (abbreviato in KG, un altro nome è l'angiografia dell'arteria coronaria) è un metodo minimamente invasivo per esaminare le arterie coronarie (vasi coronarici che forniscono il muscolo cardiaco), permettendo loro di restringere o bloccare completamente.

CG è il "gold standard" dell'esame dei vasi cardiaci, superando tutti gli altri metodi diagnostici in accuratezza. Per la sua attuazione, i medici perforano l'arteria femorale o radiale attraverso la quale un lungo catetere conduce nelle arterie coronarie. Il contrasto viene quindi iniettato attraverso questo catetere per consentire la visualizzazione delle arterie mediante i raggi X. Contrasto consente di identificare i luoghi della sovrapposizione parziale o completa.

KG è spesso usato in cardiologia e chirurgia cardiaca per identificare le lesioni aterosclerotiche delle arterie coronarie e diagnosticare varie forme di malattia coronarica, tra cui infarto miocardico (MI) e angina pectoris.

Cardiologi interventisti o cardiochirurghi eseguono questo esame.

Indicazioni per CG

L'angiografia coronarica fornisce ai medici importanti informazioni sulle condizioni delle navi che riforniscono il cuore. Questo può aiutare a diagnosticare varie malattie cardiache, pianificare ulteriori trattamenti ed eseguire determinate procedure.

Il risultato del CG è un'immagine video (angiografia), che mostra i punti di restringimento o sovrapposizione delle arterie coronarie.

Clicca sulla foto per ingrandirla

Questo metodo di esame può essere utilizzato per diagnosticare molte condizioni cardiache, tra cui:

  • La cardiopatia ischemica (CHD) è una malattia in cui le placche aterosclerotiche nelle arterie coronarie interrompono l'afflusso di sangue al miocardio. La malattia coronarica può portare a infarto miocardico e angina.
  • L'infarto miocardico è una malattia pericolosa causata dall'improvvisa cessazione dell'afflusso di sangue a una parte del miocardio a causa della completa sovrapposizione del lume delle arterie coronariche.
  • L'angina pectoris è una malattia che si manifesta con un dolore pressante o sordo nel cuore causato da una restrizione dell'afflusso di sangue al muscolo cardiaco.

Anche la CG viene talvolta eseguita secondo le seguenti indicazioni:

  • La presenza di cardiopatie congenite o acquisite prima dell'intervento chirurgico.
  • Risultati patologici di test non invasivi per la valutazione della tolleranza all'esercizio (stress test).
  • Insufficienza cardiaca.

Dopo aver ricevuto i dati CG, il medico può fare una diagnosi accurata, identificare la causa dei sintomi della malattia e offrire al paziente una soluzione al problema.

Controindicazioni

La coronarografia di vasi cardiaci in condizioni di emergenza non ha controindicazioni assolute.

Controindicazioni relative al CG:

  1. Insufficienza renale acuta.
  2. Insufficienza renale cronica nel diabete mellito.
  3. Continuo sanguinamento nel tratto gastrointestinale.
  4. Una febbre inspiegabile che può essere associata a un'infezione.
  5. Infezione non trattata
  6. Ictus nel periodo acuto.
  7. Grave anemia
  8. Ipertensione arteriosa di alto grado, non suscettibile di trattamento medico.
  9. Violazioni di acqua ed equilibrio elettrolitico.
  10. Mancanza di cooperazione con il paziente a causa di patologia mentale o sistemica.
  11. La presenza di una comorbidità che riduce drasticamente la durata prevista o aumenta il rischio di interventi medici.
  12. Il rifiuto del paziente di condurre ulteriori trattamenti, che possono includere stenting, shunting o sostituzione della valvola.
  13. Overdose di glicosidi cardiaci.
  14. La presenza di gravi allergie al contrasto.
  15. Grave lesione delle arterie periferiche, limitando l'accesso vascolare.
  16. Insufficienza cardiaca scompensata o edema polmonare acuto.
  17. Deterioramento della coagulazione del sangue.
  18. Lesione infettiva della valvola aortica (endocardite).

Angiografia coronarica

L'angiografia delle arterie coronarie viene eseguita in condizioni stazionarie in una sala operatoria a raggi x. Un chirurgo cardiaco o un cardiologo interventista, un anestesista, un infermiere operativo e un anestesista sono coinvolti nella sua attuazione. Questo esame può essere effettuato secondo le indicazioni pianificate, quando i medici possono dire in dettaglio quale sia l'angiografia coronarica e urgentemente, quando non c'è tempo per una spiegazione.

Clicca sulla foto per ingrandirla

Preparazione per la procedura

In casi urgenti, la preparazione della procedura è minima, include una registrazione elettrocardiografica, un prelievo di sangue (non sono previsti risultati, poiché è necessaria un'operazione immediata) e un esame abbreviato da parte di un medico.

Prima che il CG, il paziente ha bisogno di dire al suo medico su:

  • la presenza di eventuali reazioni allergiche;
  • prendere qualsiasi droga.

Prima della CG pianificata, la preparazione all'esame viene effettuata più a fondo, include un esame completo da parte del medico che prescrive il minimo necessario di esami di laboratorio o strumentali, in base alle condizioni del paziente e alle patologie associate esistenti.

Raccomandazioni generali in preparazione per l'angiografia vascolare:

  • Porta tutti i farmaci che porti con te all'ospedale. Chiedi al tuo medico quali devono continuare a prendere e quali devono essere cancellati prima dell'angiografia coronarica.
  • Se ha il diabete, chieda al medico se deve iniettare l'insulina o prendere farmaci per via orale prima della CG.
  • Dopo la mezzanotte, non mangiare o bere nulla prima dell'indagine.
  • La mattina prima dell'esame, fai una doccia igienica.

anestesia

La CG viene solitamente eseguita in anestesia locale, quindi il paziente è cosciente durante la sua implementazione, ma il sito di inserimento del catetere viene anestetizzato.

Abbastanza spesso, i pazienti sono sedati, il che li rende sonnolenti e rilassati. Tuttavia, i pazienti rimangono ancora coscienti e possono seguire le istruzioni dei medici, che a volte durante l'esame sono invitati a fare un respiro profondo e trattenere il respiro.

A volte nei bambini piccoli, l'anestesia generale viene utilizzata per eseguire la CG, poiché durante la procedura si deve giacere immobile.

monitoraggio

Durante la procedura, il paziente viene monitorato, il suo cuore è attivo. Un anestesista è solitamente responsabile di questa parte dell'esame. Gli elettrodi sono collegati al paziente, che gli consente di monitorare il suo elettrocardiogramma in tempo reale, così come i sensori che misurano la pressione sanguigna e la saturazione di ossigeno nel sangue.

Il corso del sondaggio

L'angiografia coronarica dura per circa 30-60 minuti. Di seguito è riportata una sequenza dettagliata di questa procedura:

  1. Dopo aver inserito la sala operatoria a raggi X, ti verrà chiesto di sdraiarti su un tavolo speciale. Se il catetere viene inserito attraverso l'arteria femorale all'inguine, questa area viene rasata e trattata con un antisettico.
  2. Un catetere endovenoso viene inserito nell'avambraccio, gli elettrodi dell'elettrocardiogramma sono incollati al corpo e un bracciale per la pressione sanguigna viene posizionato sulla spalla.
  3. Sei coperto da un bucato sterile, dopo di che il sito di puntura dell'arteria viene anestetizzato con un'iniezione di anestetico locale.
  4. Nell'inguine o nell'avambraccio, l'arteria femorale o radiale viene perforata, rispettivamente, con un ago. Un sottile conduttore viene introdotto attraverso un ago (sembra un lungo filo), lungo il quale uno speciale introduttore entra nel lume della nave.
  5. Un catetere diagnostico è posto attraverso questo introduttore, che viaggia attraverso i vasi alle arterie coronarie.
  6. Dopo che la punta del catetere entra nella bocca dell'arteria coronaria desiderata, il medico inietta una piccola quantità di contrasto e contemporaneamente esegue la fluoroscopia (esame radiografico continuo, che consente di ottenere un'immagine video con la diffusione del contrasto attraverso la nave).
  7. L'introduzione del contrasto può essere ripetuta più volte, perché a volte i medici hanno bisogno di guardare i vasi del cuore da diverse angolazioni.
  8. Quindi la punta del catetere viene inserita in un'altra arteria coronaria e la procedura di esame viene ripetuta.
  9. Dopo la visualizzazione di entrambe le arterie coronarie ad angoli diversi, l'esame è completato, il catetere diagnostico e l'introduttore vengono rimossi dal corpo.
  10. Se l'accesso vascolare è stato effettuato attraverso l'arteria femorale, il medico, dopo aver rimosso l'introduttore, preme fortemente sul sito della sua introduzione per circa 10 minuti per interrompere l'emorragia. In alternativa a questa pressione, è possibile utilizzare dispositivi speciali per sigillare o cucire il foro nella parete dell'arteria.
  11. Se l'introduttore è stato inserito nell'arteria radiale, viene applicato un bendaggio stretto o uno speciale bracciale rigonfio, che può essere rimosso in 2-3 ore.

Questa sequenza di azioni può variare a seconda delle condizioni cliniche. Ad esempio, può essere integrato con angioplastica e stenting, in cui le aree di restringimento o ostruzione delle arterie coronarie vengono espanse gonfiando un palloncino o uno stent. A volte, alla fine dell'angiografia coronarica, l'introduttore non viene rimosso dall'arteria perforata, in quanto prevede di sottoporsi a angioplastica o stenting il secondo giorno.

Recupero dopo CG

Dopo l'esame, il paziente viene trasferito al reparto post-operatorio, dove viene eseguito il monitoraggio medico delle sue condizioni. Se la procedura è stata eseguita attraverso l'arteria radiale, immediatamente dopo il trasferimento dalla sala operatoria, la persona può sedersi e gli è permesso di camminare dopo alcune ore. Se il CG è stato eseguito attraverso l'arteria femorale, il paziente deve giacere sulla schiena, senza piegare la gamba corrispondente, per il tempo indicato dal medico. Allo stesso tempo, si raccomanda di bere molta acqua in modo che il contrasto iniettato nel corpo sia eliminato dai reni. Se non c'è nausea, puoi mangiare qualcosa di leggibile.

La maggior parte dei pazienti dopo il CG progettato vanno a casa il giorno successivo. Durante la settimana, possono essere disturbati da affaticamento generale, dolore al sito di puntura della nave e presenza di un ematoma nella stessa area.

Esempi di raccomandazioni dopo la dimissione dall'ospedale:

  • Per 1-2 settimane, non fare il bagno, non usare la sauna, il bagno o la piscina. In questo momento puoi fare una doccia.
  • Se c'è un cerotto sul sito di puntura della nave, può essere rimosso il giorno successivo dopo l'esame.
  • Non guidare la macchina per 1 settimana.
  • Non sollevare pesi, non esercitare per 1-2 settimane.

Oltre a queste raccomandazioni, il medico può prescrivere determinati farmaci. Queste istruzioni devono essere seguite attentamente dal paziente.

Possibili complicazioni

L'angiografia coronarica è considerata una procedura sicura. Ma, come qualsiasi metodo medico, la sua implementazione può essere accompagnata da alcune complicazioni.

Il rischio di complicanze gravi è stimato in 1 caso ogni 1000 procedure di angiografia coronarica.

Coronarografia dei vasi cardiaci: l'essenza del metodo, indicazioni, controindicazioni

L'ischemia del muscolo cardiaco è una condizione molto pericolosa per la vita di una persona. Diagnosi tempestiva di malattie che portano a disturbi circolatori, consente di scegliere le tattiche di trattamento più efficaci e migliorare la qualità della vita del paziente. Gli esperti riconoscono l'angiografia coronarica dei vasi cardiaci come il metodo di ricerca più informativo - è con l'aiuto di lei che il medico impara a conoscere la posizione, l'estensione e la natura del restringimento del lume dell'arteria che porta il sangue al miocardio. Imparerai come viene eseguita l'angiografia coronarica, indicazioni, controindicazioni, preparazione per lo studio, nonché le sue possibili complicazioni dal nostro articolo.

Breve storia storica

Quasi un secolo fa, nel 1929, lo scienziato tedesco W. Forrsmann, dopo lunghi esperimenti sotto il controllo della fluoroscopia, passò attraverso la vena ulnare sinistra nel catetere urinario dell'atrio destro lungo 65 centimetri. Nonostante il fatto che in quel momento questo esperimento fosse stato criticato dai colleghi dello scienziato, oggi può essere tranquillamente considerato il fondatore dell'angiografia coronarica.

Dopo 11 anni - nel 1940 - i medici di New York A. Cournard e D. Richards hanno fornito al pubblico dati sui parametri emodinamici per il cateterismo cardiaco in pazienti con difetti valvolari reumatici. Allo stesso tempo, questi scienziati hanno creato un programma diagnostico che consente l'utilizzo del metodo nella pratica clinica. Nel 1956, gli autori dell'angiografia coronarica ricevettero il premio Nobel in Fisiologia e Medicina.

All'incirca nello stesso periodo - nel 1953 - Seldinger sviluppò un metodo a basso impatto per la cateterizzazione del cuore, che facilitò la diagnosi e ridusse il rischio delle sue complicanze.

Nel 1958, M. Sones sviluppò ed eseguì un'angiografia coronarica selettiva, che oggi è una variante del metodo.

L'essenza e i tipi di angiografia coronarica

Quindi, l'angiografia coronarica è un metodo per studiare i vasi coronarici del cuore, in cui vengono iniettati con un mezzo di contrasto ed eseguire una serie di raggi X in proiezioni diverse. È il "gold standard" per diagnosticare lo stato dei vasi cardiaci.

A seconda delle prove, lo studio può essere condotto in quantità diverse:

  • in generale l'angiografia coronaria, tutte le arterie coronarie sono soggette a diagnosi;
  • durante l'angiografia coronarica, il contrasto selettivo viene introdotto solo in pochi vasi, quelli che devono essere esaminati.

Oggi c'è una tecnica di angiografia coronarica, che viene eseguita utilizzando una tomografia computerizzata multislice. Allo stesso tempo, prima viene iniettato un agente di contrasto nel corpo del paziente, quindi viene inserito nell'apparato MSCT. I vantaggi dell'angiografia coronarica CT sono:

  • nessuna necessità di ospedalizzazione del paziente;
  • breve periodo di diagnosi;
  • il suo alto contenuto informativo.
  • di regola, costi più elevati rispetto all'angiografia coronarica tradizionale;
  • disponibilità piuttosto bassa per alcuni segmenti della popolazione.

Ci sono un certo numero di indicazioni per condurre ciascuno dei metodi, ognuno di essi ha sia vantaggi che svantaggi rispetto agli altri. Il tipo di angiografia coronarica richiesto dal paziente è determinato dal medico in base alla situazione clinica.

Anche durante questo studio, se necessario, possono essere effettuate alcune manipolazioni aggiuntive per chiarire il grado e la natura della lesione delle arterie coronarie. Questi includono:

  • ventricolografia di sinistra (con l'aiuto di essa, il medico valuta la contrattilità del ventricolo sinistro, la natura del movimento delle sue pareti, diagnostica l'eventuale insufficienza della valvola mitrale;
  • aortografia (arteriografia dell'aorta) - consente di rilevare l'insufficienza valvolare aortica e valutare la condizione delle pareti delle diverse sezioni dell'aorta, la natura del suo danno e le grandi arterie che si estendono da esso
  • coronaroshuntografiya (eseguito dopo l'intervento chirurgico CABG al fine di determinare la pervietà degli shunt).

testimonianza

L'angiografia coronarica è prescritta a persone che soffrono di malattia coronarica, che hanno un alto rischio di sviluppare complicazioni di questa patologia o se la terapia precedente non ha mostrato un risultato positivo.

Quindi, le indicazioni per questo studio sono le seguenti:

  • angina per la prima volta;
  • angina instabile (progressiva);
  • angina, non rispondendo alle medicine tradizionali;
  • postinfarction stenocardia (che è sorto immediatamente dopo infarto miocardico);
  • in realtà infarto del miocardio (è necessario condurre uno studio con urgenza - durante le prime 12 ore dall'inizio della malattia);
  • segni di insufficiente afflusso di sangue (ischemia) del muscolo cardiaco, rilevati sull'elettrocardiogramma o mediante monitoraggio giornaliero dell'ECG;
  • campioni con attività fisica (ergometria, tapis roulant, elettrostimolazione transesofagea), in cui è stata rilevata un'ischemia miocardica;
  • gravi disturbi del ritmo cardiaco;
  • la necessità di una diagnosi differenziale con cardiopatia di diversa natura (non ischemica);
  • alcune ferite al petto;
  • cardiomiopatia ipertrofica;
  • endocardite infettiva;
  • Malattia di Kawasaki

Inoltre, l'angiografia coronarica viene eseguita in preparazione di trapianti di cuore, polmoni, reni o fegato, e talvolta per determinare lo stato del letto coronarico in persone da occupazioni legate al rischio - piloti, conducenti di determinati tipi di trasporto, cosmonauti e altri.

Controindicazioni

L'angiografia coronarica può essere eseguita su pazienti di qualsiasi età che si trovano in qualsiasi condizione, anche se grave. Il valore di questo metodo di ricerca in una serie di situazioni cliniche è così grande che non ha controindicazioni assolute - per le quali è assolutamente impossibile eseguire la diagnostica. Ci sono controindicazioni relative, che includono:

  • intolleranza al paziente a una particolare preparazione radiopaca;
  • ipertensione, in cui è molto difficile (non controllato) ridurre la pressione con i farmaci;
  • diminuzione della concentrazione sanguigna di potassio (ipopotassiemia);
  • aritmia ventricolare grave, incontrollata;
  • disturbi del sistema di coagulazione del sangue;
  • insufficienza cardiaca scompensata;
  • malattia infettiva acuta;
  • grave insufficienza renale;
  • Colpo (tratto);
  • anemia grave;
  • malattia infettiva cronica nella fase acuta;
  • sanguinamento attivo di qualsiasi natura (gastrointestinale, uterina e altro).

Se un paziente ha una o più malattie sopra indicate, l'angiografia coronarica viene posticipata fino a quando le sue condizioni si stabilizzano. Se è necessario uno studio di emergenza, un medico può condurlo nonostante la presenza di controindicazioni relative (ovviamente, il rischio di complicanze in questa situazione è significativamente aumentato, ma a volte è possibile solo salvare la vita del paziente).

Ho bisogno di una preparazione per l'angiografia coronarica

L'angiografia coronarica è uno studio serio che richiede una certa preparazione per questo.

Prima di tutto, il paziente dovrebbe essere il più informato possibile sull'essenza dello studio, sugli obiettivi perseguiti dal medico, sulla prescrizione e sulle possibili complicanze. Inoltre, il paziente è pre-esaminato. Può essere assegnato a:

  • emocromo dettagliato;
  • analisi del sangue per il gruppo e fattore Rh;
  • analisi del sangue biochimica (fegato, reni, elettroliti);
  • analisi del sangue per la coagulazione (coagulogramma);
  • un esame del sangue per le infezioni (epatite B, C, HIV, sifilide e così via);
  • elettrocardiografia;
  • Ecografia cardiaca (ecocardiografia);
  • stress test ECG;
  • monitoraggio giornaliero dell'ECG;
  • consultazioni con specialisti specializzati e esami raccomandati da loro (nel caso di un paziente con patologia concomitante).

È importante che il paziente abbia avvertito il medico delle reazioni allergiche che gli sono mai capitate (in particolare riguardo alle allergie ai farmaci), ha parlato di tutte le malattie croniche e ha elencato quali farmaci assume costantemente. Se questi farmaci possono influenzare il contenuto informativo dell'angiografia coronarica, il medico può raccomandare di annullarli o prendere in considerazione il fatto della loro ammissione quando valutano il risultato dello studio.

L'angiografia coronarica viene eseguita in base alla situazione clinica:

  • secondo il piano o in caso di emergenza;
  • ambulatoriale o nel reparto di cardiochirurgia.

Ricerca condotta a stomaco vuoto - l'ultimo pasto dovrebbe essere non più tardi di 8 ore prima.

Il paziente conduce una toilette del luogo in cui la nave verrà perforata e rimuove i peli da questa parte del corpo. Inoltre, prima di iniziare l'angiografia coronarica, ha bisogno di assumere farmaci, se il medico lo ha prescritto.

Metodologia di ricerca

L'angiografia coronarica è uno studio invasivo. Durante l'intero periodo di condotta del paziente, l'anestesista e il cardioreanimatologo controllano le condizioni del paziente.

  • Prima di tutto, il chirurgo cardiaco conduce l'anestesia locale del sito di puntura - inietta lidocaina, ultracain o altro anestetico locale a strati. Nel processo di ricerca, il paziente è cosciente.
  • Successivamente, il medico esegue una puntura dell'arteria - spalla, ascellare, radiale o femorale (a discrezione del medico e a seconda dell'attrezzatura disponibile), installa l'introduttore, inserisce un catetere nel lume dell'ago e quindi rimuove l'ago di puntura.
  • Per evitare la coagulazione del sangue, il sistema viene lavato con una miscela di eparina e soluzione salina.
  • Sotto il controllo di una macchina ad ultrasuoni o di una fluoroscopia, il catetere viene fatto avanzare lungo l'arteria nella direzione del cuore, fino all'aorta ascendente.
  • Quando il catetere raggiunge l'aorta, sotto il controllo della pressione sanguigna, viene spostato sul tronco comune o su uno qualsiasi dei rami (a sinistra, a destra o ai loro rami) delle arterie coronarie.
  • Un agente di contrasto viene iniettato nel catetere, che si diffonde attraverso il flusso sanguigno attraverso il flusso sanguigno e, raggiungendo le arterie coronarie, li riempie.
  • Viene eseguita una serie di immagini a raggi X in proiezioni diverse, i risultati vengono digitalizzati, registrati su un computer, successivamente rilasciati al paziente su supporto elettronico insieme alla conclusione e possono anche essere stampati.

Nel processo di diagnostica, i dispositivi registrano ECG, pressione nell'aorta e nelle camere cardiache.

Il paziente durante angiography coronaria sente il dolore leggero durante la puntura dell'arteria e durante l'anestesia locale, sentendo il calore dall'introduzione di una preparazione contrastante, qualche volta - il dolore, la caratteristica di un attacco di angina.

Alla fine dello studio, il medico rimuove il catetere dalla circolazione sanguigna del paziente e applica una speciale benda di pressione sterile sul sito della puntura per interrompere l'emorragia. Dopo 30 minuti, sostituire la solita benda, che viene rimossa dopo 24 ore.

Se durante l'angiografia coronarica vengono rilevati cambiamenti eliminati con interventi chirurgici - stenting, CABG, angioplastica con palloncino, questi possono essere eseguiti immediatamente dopo il completamento della diagnosi.

La permanenza del paziente sotto la supervisione del personale medico dipende dall'accesso attraverso il quale è stato inserito il catetere e dalle sue condizioni generali:

  • Se l'angiografia coronarica è stata eseguita attraverso l'arteria radiale, il paziente può lasciare il dipartimento entro poche ore, a condizione che mantengano un regime delicato per il braccio, la cui arteria è stata perforata.
  • Gli accessi rimanenti richiedono al paziente di rimanere in ospedale per un giorno dopo lo studio.

Al fine di accelerare la rimozione di un farmaco di contrasto e per facilitare il lavoro dei reni, il paziente deve bere più fluido e, in caso di sintomi di complicanze angiografiche coronariche (vedi sotto), consultare immediatamente un medico.

Cosa mostra lo studio

Riempendo il lume delle arterie coronarie, l'agente di contrasto dà al medico l'opportunità di valutare le condizioni dell'intero sistema arterioso del cuore e l'adeguatezza del flusso sanguigno al miocardio da parte di questi vasi. Pertanto, vengono rilevati cambiamenti patologici nelle arterie, nelle aree e nel grado del loro restringimento, la reazione alla contrazione del muscolo cardiaco.

Il tipo e il grado di restringimento (stenosi) è il parametro principale che interessa il medico durante l'angiografia coronarica.

  • Se il lume della nave viene ridotto di meno del 50%, l'apporto di sangue al miocardio non viene disturbato, il che significa che il rischio di sviluppare complicanze ischemiche è piccolo. Tuttavia, con la progressione del processo patologico (ad esempio, la crescita di una placca aterosclerotica o la formazione di un coagulo di parete) il lume del vaso diminuirà - la prognosi sarà sfavorevole.
  • Se il lume del vaso viene ridotto del 50% o più, il miocardio soffre di carenza di ossigeno. Questa condizione richiede il rapido ripristino del suo normale apporto di sangue, poiché un ritardo può portare ad un infarto. Al paziente vengono raccomandati interventi di questo tipo come la chirurgia di bypass coronarico, l'angioplastica con palloncino o il posizionamento di stent.

Stenosi lotta contro la stenosi. Ne esistono diversi tipi, caratterizzati da una prognosi diversa per il paziente:

  • la stenosi locale è l'opzione più favorevole, poiché colpisce l'area della nave di piccola lunghezza;
  • la stenosi diffusa cattura la parte lunga della nave, mentre le aree del restringimento e il lume normale della nave si sostituiscono;
  • stenosi non complicata - con pareti lisce e lisce;
  • stenosi complicata - una placca aterosclerotica con ulcerazioni o trombo vicino alla parete si trova nel punto di costrizione; è pericoloso per un'alta probabilità di progressione del processo.

Oltre alla stenosi, l'angiografia coronarica può anche rivelare aree di occlusione (occlusione) del lume vascolare e aterosclerosi di diversa gravità.

Al termine dello studio, il medico comunica al paziente i suoi risultati, risponde alle domande e formula raccomandazioni per il trattamento.

complicazioni

Di norma, se il soggetto soddisfa tutte le raccomandazioni e il medico effettua correttamente la diagnosi, le complicanze dell'angiografia coronarica non si verificano quasi mai. A volte possono verificarsi tali complicazioni:

  • sanguinamento dal sito di puntura (si verifica in 1 paziente su 1000);
  • ematoma (nel cittadino - un livido), gonfiore al sito di puntura;
  • formazione di pseudoaneurismi al punto di accesso;
  • reazione allergica a contrasto (di regola vengono utilizzati farmaci contenenti iodio, che sono piuttosto allergenici);
  • disturbi del ritmo cardiaco;
  • trombosi dei vasi coronarici;
  • reazioni vegetative (ipotensione arteriosa, bradicardia, sudore freddo e altri);
  • ictus ischemico;
  • infarto miocardico;
  • danno all'arteria attraverso la quale il catetere viene inserito fino a quando non si rompe;
  • nefropatia da mezzo di contrasto (danno renale, causato da un agente di contrasto);
  • morte del paziente (meno di 1 caso per 1000 esami).

Il rischio di complicanze è più alto in queste categorie di pazienti:

  • bambini e persone di età avanzata / senile (65 anni e oltre);
  • persone con malattie cardiache;
  • persone con insufficienza della funzione ventricolare sinistra (EF inferiore al 35%);
  • c'è un restringimento dell'arteria coronaria sinistra;
  • Persone con concomitante patologia cronica nello stadio di scompenso (insufficienza renale, insufficienza epatica, diabete e altro).

conclusione

L'angiografia coronarica è un metodo di studio dello stato delle arterie coronarie del cuore, che comporta l'introduzione di un mezzo di contrasto in esse e il successivo mantenimento di una serie di raggi X in proiezioni diverse. Questo è un metodo di diagnosi altamente informativo, che consente di stabilire il luogo e il grado di restringimento (stenosi) di un'arteria in un paziente con varie forme di malattia coronarica, per valutare il rischio di complicanze e sviluppare le tattiche di trattamento più efficaci.

L'indicazione principale per l'angiografia coronarica è la malattia coronarica, non ci sono controindicazioni assolute ad essa, ma ci sono un certo numero di parenti, che è meglio essere eliminati prima di andare a studiare.

Di norma, il processo di diagnosi è ben tollerato dai soggetti, le complicanze sono estremamente rare.

Se il medico ti consiglia di sottoporsi ad angiografia coronarica, ci sono probabilmente indicazioni per questo studio, le cui complicanze sono molto peggiori e più pericolose di quelle. Non dovresti pensare se fare una diagnosi o meno - naturalmente, perché in molti casi è l'angiografia coronarica che aiuta a migliorare la qualità della vita dei pazienti e persino a salvarla.

Quale dottore contattare

Il chirurgo cardiaco dirige all'angiografia coronarica. Il paziente riceve una consulenza dopo un esame approfondito da parte di un cardiologo. È possibile rivolgersi a un cardiologo da un medico distrettuale. Oltre a questi medici, un medico diagnostico funzionale, un chirurgo a raggi X e un anestesista partecipano all'esame del paziente prima dell'operazione.

Animazione medica su "Coronarografia":

Angiografia coronarica nello studio della patologia del sistema cardiovascolare

Inoltre, questo studio è il "gold standard" nella diagnosi della cardiopatia coronarica. L'angiografia coronarica è necessaria per verificare la diagnosi di malattia coronarica. Senza i dati di questo studio strumentale, la diagnosi di cardiopatia ischemica non può essere considerata accurata.

Cos'è l'angiografia coronarica?

L'angiografia coronarica, l'angiografia coronarica, è un metodo invasivo di ricerca medica strumentale che consente di determinare come i vasi coronari sono passabili.

Questo è il metodo radiopaco, cioè quando viene eseguito, viene utilizzata una sostanza speciale che riempie il lume della nave e consente di visualizzarla su un'immagine a raggi X.

L'applicazione di questo metodo è stata avviata relativamente di recente - negli anni '60 del XX secolo. Tuttavia, negli studi clinici e nell'esperienza di milioni di pazienti ordinari, è stato dimostrato l'alto valore diagnostico di questo studio.

Consiglio importante dell'editore!

Tutti usano cosmetici, ma gli studi hanno mostrato risultati terribili. La terribile cifra dell'anno - nel 97,5% degli shampoo popolari sono sostanze che avvelenano il nostro corpo. Controlla la composizione del tuo shampoo per la presenza di sodio lauril solfato, sodio laureth solfato, cocosolfato, PEG. Queste sostanze chimiche distruggono la struttura dei ricci, i capelli diventano fragili, perdono elasticità e forza.

La cosa peggiore è che questa sporcizia attraverso i pori e il sangue si accumula negli organi e può causare il cancro. Raccomandiamo vivamente di non usare i prodotti in cui queste sostanze si trovano. I nostri redattori hanno testato shampoo, dove Mulsan Cosmetic ha preso il primo posto.

L'unico produttore di cosmetici completamente naturali. Tutti i prodotti sono fabbricati sotto il rigoroso controllo dei sistemi di certificazione. Ti consigliamo di visitare il negozio online ufficiale (mulsan.ru). Se dubiti della naturalezza dei tuoi cosmetici, controlla la data di scadenza, non dovrebbe superare gli 11 mesi.

Perché è necessario indagare sullo stato delle navi coronarie?

I vasi coronarici sono quelli che forniscono il sangue, e quindi l'ossigeno, al muscolo cardiaco stesso.

Il restringimento dei vasi sanguigni, dall'ostruzione (occlusione) porta a insufficiente afflusso di sangue al muscolo cardiaco e alla sua ischemia. Questi processi sono alla base della patogenesi della malattia coronarica e dell'infarto del miocardio.

Cause restringimento del lume dei vasi coronarici può essere il loro spasmo, la presenza di placche aterosclerotiche, anomalie congenite dello sviluppo dei vasi sanguigni (meno spesso).

Chi viene mostrata l'angiografia coronarica?

Esistono numerose indicazioni chiaramente formulate sulla base delle quali il medico curante deve decidere se usare o meno l'angiografia coronarica.

Indicazioni per la nomina di angiografia coronarica

Assegnare un paziente ad alto rischio di sviluppare complicanze (in base all'esame clinico e ai risultati di altri metodi strumentali non invasivi)

  • La mancanza di effetto della terapia farmacologica per la malattia coronarica
  • Il paziente ha un'angina instabile se il trattamento medico non le ha dato il risultato desiderato. Questa indicazione è valida per i pazienti che hanno avuto un infarto miocardico in passato se è stato accompagnato da complicazioni come edema polmonare, ipotensione, disfunzione ventricolare sinistra
  • La presenza di angina in un paziente con una storia di infarto miocardico
  • Difficoltà nel determinare il rischio di sviluppare complicanze usando tecniche diagnostiche non invasive
  • Esame diagnostico prima dell'intervento chirurgico nel cuore aperto di un paziente di età superiore a 35 anni. Ad esempio, questo è rilevante alla vigilia della chirurgia per il trattamento della patologia valvolare, le loro protesi, ecc.
  • Come viene eseguita l'angiografia coronarica?

    L'angiografia coronarica non è un processo semplice e comporta una serie di passaggi preparatori.

    L'angiografia coronarica può essere eseguita con urgenza o secondo i piani, a seconda della situazione clinica e delle condizioni del paziente.

    Nella fase preparatoria, il paziente deve essere testato per la presenza di epatite C, B, test HIV, ECG a 12 derivazioni, test RW, emocromo completo, determinazione del gruppo sanguigno e del fattore Rh.

    Dopo l'esame principale da parte di un cardiologo, che decide sulla nomina di una procedura di angiografia coronarica, il paziente dovrà sottoporsi a un esame dettagliato da parte di medici di altre specialità al fine di escludere malattie associate o chiarire la natura del loro corso.

    Un esame così completo è necessario perché consente di creare un quadro completo dello stato di salute del paziente e prevedere il possibile sviluppo di complicanze durante la procedura di angiografia coronarica.

    Procedura di angiografia coronarica

    Tecnicamente, l'angiografia coronarica è la seguente. Il paziente è posto su un divano. Condurre l'anestesia locale per ridurre al minimo il dolore durante la procedura. Il paziente rimane cosciente.

    Avanti: fai una foratura nella parte superiore della coscia. In alcuni casi, una foratura sull'avambraccio.

    Un catetere speciale viene posizionato attraverso questa apertura (per questo motivo, questo studio si riferisce a tecniche invasive).

    Il medico corregge il movimento del catetere e raggiunge delicatamente i vasi cardiaci. Quindi una sostanza radiopaca viene iniettata attraverso il catetere nel lume dei vasi coronarici.

    Quindi, con l'aiuto di un apparato speciale - l'angiografo - viene registrato il movimento della sostanza contratta dei raggi X con il flusso sanguigno attraverso i vasi coronarici. L'immagine viene visualizzata su uno schermo speciale, nonché archiviata su supporti digitali.

    Il materiale di contrasto viene visualizzato nelle immagini come ombre, che trasmettono esattamente la forma del lume dei vasi e consentono di valutare la presenza di siti di costrizione o aree in cui il sangue non scorre affatto.

    Le occlusioni del lume dei vasi sono chiamate "occlusione". La rilevazione di un tal blocco è un'indicazione diretta per effettuare il trattamento urgente ulteriore operativo o minimamente invasivo di IHD.

    Di regola, eseguono lo stenting di vasi coronarici o la loro dilatazione del palloncino in punti di costrizione. Queste procedure possono essere eseguite contemporaneamente all'angiografia coronarica (con coordinamento di questo punto con il paziente e con i dati rilevanti ottenuti durante lo studio)

    Chi è l'angiografia coronarica controindicata?

    Come in qualsiasi metodo medico di diagnosi o trattamento nel caso dell'angiografia coronarica, ci sono sia indicazioni che controindicazioni per la sua attuazione.

    Non ci sono controindicazioni assolute per questo studio. Tuttavia, ci sono una serie di controindicazioni relative molto significative che possono causare la cancellazione della procedura di angiografia coronarica.

    Quindi, controindicazioni per l'angiografia coronarica:

    • Il paziente è allergico alla sostanza radiopaca somministrata al paziente durante l'esame
    • Il paziente ha insufficienza renale o cardiaca. Come accennato in precedenza, questa è una controindicazione relativa. Pertanto, dopo un ciclo di terapia farmacologica, è possibile stabilizzare le condizioni del paziente e quindi rendere possibile l'angiografia coronarica.
    • Anemia, una violazione della coagulabilità del sangue in un paziente - l'angiografia coronarica in questo caso può anche essere eseguita dopo un'adeguata preparazione, stabilizzazione delle condizioni del paziente e sotto la "copertura" della terapia farmacologica appropriata
    • Il paziente ha il diabete
    • Il paziente ha una malattia infettiva acuta
    • Il paziente ha l'endocardite
    • Aggravamento di ulcera peptica
    • La presenza di ipertensione arteriosa nel paziente, che non è suscettibile di correzione medica

    In quali casi è necessaria un'emergenza e in quale: angiografia coronarica pianificata?

    L'angiografia coronarica di emergenza è indicata per i pazienti con un forte deterioramento delle loro condizioni dopo la chirurgia endovascolare. Segni di tale deterioramento possono essere cambiamenti negativi sull'ECG, deterioramento del benessere del paziente, aumento dei livelli di enzimi nel sangue)

    Inoltre, l'angiografia coronarica di emergenza è indicata nei pazienti ospedalieri con un forte aumento della gravità del decorso della coronaropatia (aumento dell'intensità di un attacco di angina)

    Possibili complicanze dell'angiografia coronarica

    C'è qualche rischio di complicazioni dopo questa procedura. Le complicanze più comuni dell'angiografia coronarica sono:

    • Sanguinamento sul sito di puntura (sulla coscia o sull'avambraccio)
    • Aritmie di vario tipo
    • Lo sviluppo di una reazione allergica a una sostanza radiopaca
    • Distacco acuto dell'intima dell'arteria
    • Lo sviluppo di infarto miocardico

    Una storia dettagliata del paziente e un esame dettagliato del paziente da parte del suo medico e di altri specialisti possono ridurre al minimo il rischio di sviluppare tali complicanze.

    Tuttavia, prima di eseguire la procedura, il paziente deve essere obbligato ad essere informato sul rischio esistente di possibili complicanze e dare il suo accordo scritto per condurre questo studio.

    Coronario del cuore

    Il metodo, noto in medicina come angiografia coronarica, è stato sviluppato per diagnosticare in modo affidabile i processi che si verificano nell'arteria coronaria. I medici sono interessati al grado e alla posizione del restringimento della nave, nonché alla natura della lesione. Questo metodo è più efficace nello studio della cardiopatia ischemica (CHD).

    Il metodo consente di prendere la decisione finale quando si tratta di chirurgia - intervento di bypass coronarico o angioplastica con palloncino. L'angiografia coronarica viene eseguita in ordine di emergenza o pianificato - dipende dalle condizioni del paziente.

    Essenza del metodo

    Il metodo si basa su uno studio strumentale invasivo relativo alle tecniche di contrasto ai raggi X. Una sostanza speciale viene introdotta nella cavità della nave, riempiendo completamente il lume e consentendo di vedere la struttura dell'arteria su una radiografia. Parleremo di indicazioni per questa procedura diagnostica un po 'più tardi. Per prendere una decisione sull'esame angiografico coronarico, il medico deve analizzare:

    • Fattore Rh;
    • emocromo completo;
    • test del virus per la presenza di epatite C e B;
    • gruppo sanguigno;
    • radiografia del torace;
    • RW;
    • MO;
    • ecocardiografia;
    • ECG (12 derivazioni).

    Ulteriori studi sono condotti se necessario. Le condizioni del paziente vengono chiarite e discusse durante una visita medica (spesso sono coinvolti molti specialisti), quindi l'essenza del metodo e le probabili conseguenze vengono spiegate al paziente.

    Il principio dell'angiografia coronarica è ridotto all'uso di un catetere diagnostico, che viene alimentato a una delle arterie che alimentano il cuore del paziente in esame. Attraverso il lume del catetere, un agente di contrasto viene introdotto nel vaso, il cui scopo è quello di colorare l'arteria cardiaca. Quindi viene scattata un'istantanea.

    Ciò consente di valutare il grado di funzionalità del cuore e di identificare il presunto danno ai vasi sanguigni.

    Perché farlo

    Le arterie coronarie forniscono ossigeno direttamente al muscolo cardiaco, quindi il loro restringimento o blocco può portare a conseguenze indesiderabili. L'insufficiente apporto di sangue al cuore è la causa dell'ischemia e, a lungo termine, dell'infarto del miocardio.

    Le cause delle lesioni arteriose possono essere diverse:

    • placche aterosclerotiche;
    • spasmo;
    • anomalie congenite.

    Come prepararsi

    Gioielli e gioielli sono meglio lasciati a casa. Circa 10 giorni prima dell'esame, è necessario interrompere l'uso di farmaci responsabili dell'assottigliamento del sangue (aspirina, warfarin). Vale la pena discutere l'uso di qualsiasi farmaco prima del processo coronarico con un medico. I diabetici si consultano con un endocrinologo, dal momento che prendere il farmaco appropriato è indesiderabile.

    Informi il medico della presenza (eventuale) di allergie alle seguenti sostanze:

    • Agenti di contrasto a raggi X;
    • iodio;
    • procaina;
    • alcol;
    • antibiotici;
    • prodotti in gomma (guanti).

    Puoi prendere un set standard di cose con te: pantofole, spazzolino da denti, dentifricio, asciugamano, sapone. La procedura non richiede molto tempo, ma la permanenza in ospedale può richiedere fino a 2-3 giorni. Alla vigilia dell'angiografia coronarica, l'intestino del paziente viene preparato per mezzo di un clistere. Naturalmente, mangiare e qualsiasi liquido al mattino non è necessario.

    Come ispezionare le navi, memo.

    L'area di ricerca è accuratamente rasata, poi i medici fanno una puntura dell'arteria. Spesso questa è l'area ascellare o inguinale.

    In presenza di gravi patologie, è necessario un ulteriore esame - senza di esso, l'angiografia coronarica dei vasi cardiaci non viene eseguita. Le complicazioni possono causare patologia renale, cioè la disfunzione della filtrazione. Ciò è spiegato dal fatto che l'agente di contrasto viene escreto attraverso il sistema urinario.

    Progresso della procedura

    Il gabinetto della chirurgia endovascolare - è lì che viene consegnato il paziente a cui è indicato l'esame angiografico coronarico. Il paziente è cosciente durante tutta la procedura, il processo stesso è considerato a basso impatto. Inizialmente, l'anestesia locale è fatta. Un catetere penetra nella regione superiore dell'aorta attraverso l'arteria femorale e poi nel lume coronarico. Per ridurre il tempo di osservazione, è possibile penetrare nell'area dell'avambraccio.

    Il secondo stadio dell'angiografia coronarica è l'iniezione di un agente di contrasto. La circolazione sanguigna trasporta la sostanza attraverso i vasi - l'intero processo è registrato utilizzando un angiografo, un'installazione di registrazione speciale. Il risultato viene trasmesso al monitor, quindi inviato all'archivio dati digitali. Inoltre, il risultato viene mostrato al paziente, ciò che sta accadendo sullo schermo è spiegato.

    Nelle fotografie (o schermo del computer), un agente di contrasto viene visualizzato sotto forma di ombre che trasmettono i contorni dei lumi arteriosi. La vasocostrizione è immediatamente visibile - non c'è sangue che entra, evidenziato da un mezzo di contrasto. Tali blocchi sono chiamati "occlusioni". Il rilevamento dell'occlusione è una causa per un intervento chirurgico immediato.

    Se il paziente ha un desiderio, i medici possono simultaneamente impiantare stent (endoprotesi vascolari). Dopo la fine del complesso procedurale, il medico fornisce le seguenti informazioni:

    • grado di lesione dell'arteria;
    • angiografia coronarica dei vasi affetti del cuore (registrazione su supporti elettronici);
    • raccomandazione riguardante le tattiche di trattamento.

    Indicazioni e controindicazioni

    Se la procedura appartenesse a metodi puramente strumentali, non ci sarebbero affatto problemi, ma un fluido di contrasto viene iniettato nell'arteria. Pertanto, insieme alla testimonianza ci sono controindicazioni, su cui i medici invariabilmente avvertono il paziente.

    Iniziamo con la testimonianza. L'angiografia coronarica è prescritta da un cardiochirurgo nei seguenti casi:

    • Gruppo di rischio La procedura viene mostrata al paziente se il medico lo ha indirizzato a un gruppo a rischio basato su studi strumentali e clinici.
    • Angina pectoris Un paziente che ha una storia di infarto deve avere una diagnosi di angiografia coronarica.
    • Trattamento farmacologico inefficace della malattia coronarica.
    • Angina instabile Una diagnosi simile coinvolge la terapia farmacologica, ma se non fornisce un risultato prevedibile, è indicata la coronarografia.
    • Diagnosi accurata Numerose patologie gravi richiedono conferma diagnostica strumentale. Questi includono patologia dell'aorta e della valvulopatia, così come la malattia coronarica.
    • Danni ai vasi sanguigni. Spesso è richiesto un intervento a cuore aperto. I pazienti la cui età supera il bar di 35 anni, richiedono particolare attenzione. La diagnosi è necessaria anche prima delle valvole cardiache protesiche.
    • Disturbi del ritmo cardiaco ventricolare.
    • Attacco di cuore
    • Rianimazione cardiopolmonare

    Chi è controindicata angiografia coronarica

    Lo studio è considerato relativamente sicuro - non ci sono controindicazioni assolute. Allo stesso tempo, ci sono una serie di ragioni per cui l'angiografia coronarica di vasi cardiaci danneggiati può essere trasferita e persino cancellata.

    Questi sono i motivi:

    • reazione allergica a un agente di contrasto introdotto nell'arteria;
    • diabete mellito;
    • insufficienza cardiaca o renale (la controindicazione è considerata relativa - dopo un ciclo di terapia intensiva, le condizioni del paziente tornano normali);
    • problemi di coagulazione del sangue, anemia (è richiesto un intervento medico aggiuntivo);
    • malattia infettiva acuta;
    • malattia da ulcera peptica (stadio acuto);
    • endocardite;
    • ipertensione arteriosa, che non è suscettibile di terapia farmacologica.

    Rischio potenziale

    L'esito della procedura è estremamente positivo. Tuttavia, i medici sono costantemente pronti ad assistere in caso di complicazioni improvvise - fino all'intervento chirurgico. L'angiografia coronarica può portare alle seguenti complicazioni:

    • insufficienza cardiaca
    • sanguinamento nella zona di puntura;
    • trombosi dell'arteria coronaria;
    • reazione allergica;
    • proiezioni che si alzano al momento della diagnosi.

    L'interpretazione delle informazioni ricevute deve essere perfetta - la vita umana dipende da questo. L'angiografia coronarica completa consiste di:

    • proiezione destra (fronte obliquo);
    • angiokinografia del ventricolo sinistro;
    • ventricologramma (proiezione obliqua sinistra).

    Occasionalmente, il processo di diagnosi porta alla formazione di ematomi e coaguli di sangue, la ferita nelle vicinanze della puntura può essere infiammata (conseguenza della penetrazione dell'infezione).

    Ci sono anche casi di perforazione arteriosa (la nave è rotta o si forma un buco in essa). Fortunatamente, la probabilità di questo è estremamente bassa - un paziente su 100 mila esaminati soffre.

    Probabili complicazioni

    Esiste sempre un certo rischio di complicazioni (anche se scarse). Elenchiamo i problemi più comuni che riguardano i singoli pazienti:

    • tutti i tipi di aritmie;
    • sanguinamento (abbiamo già notato che si verificano nei luoghi di forature);
    • distacco dell'arteria intimale (stadio acuto);
    • reazione allergica;
    • infarto miocardico.

    Per ridurre al minimo il rischio è possibile solo attraverso decisioni mediche ponderate. Il dottore raccoglie l'anamnesi, esamina il paziente e calcola la probabilità di complicazioni.

    Raccomandiamo di leggere il materiale, come controllare i vasi di una persona.

    Coronarografia dei vasi cardiaci: cos'è, è sicuro quando viene eseguito

    Le malattie cardiovascolari sono una patologia molto caratteristica per le persone con più di 40 anni. E tra queste malattie, le più comuni sono associate con l'imperfezione del letto vascolare e la restrizione della potenza del muscolo cardiaco.

    Per chiarire le cause delle malattie cardiache, ci sono molti modi per diagnosticare. Uno dei controlli più informativi è l'angiografia coronarica dei vasi cardiaci - che cos'è, è pericoloso farlo e come viene eseguito l'esame?

    Informazioni generali

    Questa è una manipolazione invasiva, che serve a determinare lo stato delle navi che portano sangue e ossigeno al cuore. Si chiamano coronarie. Le arterie coronarie sinistra e destra normalmente forniscono nutrimento ai muscoli e supportano le prestazioni dell'intero organo.

    In caso di eventi sfavorevoli, queste arterie si restringono per varie ragioni (stenosi) o intasano (occlusione). La fornitura di sangue al cuore è significativamente limitata o si ferma in un particolare sito del tutto, che è la causa della malattia coronarica e infarto.

    Si tratta di un esame a raggi X del lume dei vasi coronarici con un angiografo e un mezzo di contrasto inserito attraverso un catetere proprio sulla soglia delle arterie cardiache. Il sondaggio viene eseguito da diverse angolazioni, che consente di creare l'immagine più dettagliata dello stato dell'oggetto sondaggio.

    Indicazioni per la procedura

    In modo pianificato, l'angiografia coronarica viene eseguita per:

    • conferma o diniego della diagnosi di CHD;
    • chiarimento della diagnosi con l'inefficacia di altri metodi per la determinazione della malattia;
    • determinare la natura e il metodo di eliminazione del difetto durante l'operazione imminente;
    • revisioni della condizione di un organo in preparazione per un intervento a cuore aperto, ad esempio in caso di difetto.

    In casi di emergenza, la procedura viene eseguita in presenza dei primi segni e sintomi di un attacco di cuore o nello stato pre-infarto, che richiedono un intervento immediato per motivi di salute.

    Considerare come prepararsi per l'angiografia coronarica del cuore e come questa procedura viene eseguita.

    formazione

    Prima della nomina dell'angiografia coronarica, è necessario sottoporsi a una serie di esami per escludere o confermare la presenza di fattori che non consentono l'utilizzo di questo metodo diagnostico. Programma di allenamento

    • esami del sangue (totale, per zucchero, per epatite B e C, bilirubina e altri indici epatici, per HIV, per RW, per gruppo e fattore Rh);
    • analisi delle urine per patologia renale;
    • ECG a 12 derivazioni;
    • esame e conclusione di specialisti sulle malattie croniche esistenti.

    Sotto l'assunzione di manipolazione, la preparazione diretta viene effettuata prima della procedura:

    • il medico annulla in anticipo determinati farmaci, ad esempio, che riducono la coagulazione del sangue;
    • escludere l'assunzione di cibo nel giorno della diagnosi - per evitare complicazioni sotto forma di vomito, lo studio è condotto a stomaco vuoto;
    • il medico raccoglie una storia allergica, esegue un test con un mezzo di contrasto.

    Immediatamente prima dell'angiografia coronarica, si raccomanda di fare la doccia, radersi i capelli all'inguine, rimuovere i gioielli dal corpo (orecchini, anelli, piercing), occhiali, protesi rimovibili, lenti, usare il bagno.

    Come lo fanno?

    Il paziente si trova su un tavolo speciale. I sensori cardiaci sono attaccati al suo petto. Nell'area di inserimento del catetere, vengono eseguite anestesia locale e disinfezione della pelle. A Vienna fare una micro incisione attraverso la quale è inserito il catetere.

    Attraverso i vasi, il catetere sotto il controllo dell'angiografia viene portato alla bocca delle arterie coronarie. La sostanza di contrasto viene alternativamente introdotta in ciascuno di essi, che descrive lo spazio interno di queste navi. Spara e fissa da diverse posizioni. Il sito di stenosi o occlusione è determinato.

    Al completamento del monitoraggio, il catetere viene accuratamente rimosso dalla vena. La ferita viene attentamente suturata. Il paziente ha ancora del tempo per mentire, e il dottore scrive una conclusione. Indica la dimensione del più piccolo lume nei vasi, il grado di restringimento e il metodo raccomandato per correggere la situazione: l'intervento di stent o bypass dei vasi cardiaci. In assenza di aree problematiche, viene fornita una descrizione generale delle arterie coronarie.

    Video su come l'angiografia coronarica ambulatoriale dei vasi cardiaci è fatta:

    Condizioni di

    Il più delle volte, l'angiografia coronarica viene eseguita in un ospedale come parte di un esame di routine per la malattia coronarica. In questo caso, tutte le analisi sono state prese qui, alcuni giorni prima dell'intervento.

    Forse la diagnosi e ambulatoriale. Ma il paziente deve prima sottoporsi in modo indipendente a tutti gli esami secondo l'elenco, ottenere l'opinione di un cardiologo sulla possibilità di angiografia coronarica e di riferimento ad esso, indicando lo scopo dello studio.

    A livello ambulatoriale, l'introduzione di un catetere per l'angiografia coronarica viene eseguita più spesso attraverso la vena radiocarpale e nel braccio - nel periodo postoperatorio, è possibile minimizzare il carico su di esso, in contrasto con l'invasione attraverso il vaso femorale, al fine di evitare un sanguinamento pericoloso.

    Controindicazioni

    Un certo numero di stati non consente di applicare questo metodo diagnostico, quindi, ricorrono a quelli alternativi. L'esame preliminare può rivelare queste condizioni:

    • ipertensione arteriosa incontrollata - l'intervento può provocare stress, con conseguente crisi ipertensiva;
    • condizione post-ictus - l'ansia può causare un secondo attacco della malattia;
    • emorragia interna in qualsiasi organo - quando l'invasione può aumentare la perdita di sangue;
    • malattie infettive - il virus può contribuire alla trombosi sul sito dell'incisione, così come il desquamazione delle aree sulle pareti dei vasi sanguigni;
    • il diabete mellito nella fase di scompenso è una condizione di danno renale significativo, glicemia alta, possibilità di infarto;
    • temperatura elevata di qualsiasi origine - ipertensione concomitante e battito cardiaco accelerato possono portare a problemi cardiaci durante e dopo la procedura;
    • grave malattia renale - un agente di contrasto può causare danni agli organi o aggravare la malattia;
    • intolleranza di un mezzo di contrasto - alla vigilia della diagnostica conducono un test;
    • aumento o diminuzione della coagulazione del sangue - può causare trombosi o perdite di sangue.

    Rischi, complicazioni e conseguenze

    L'angiografia coronarica, come qualsiasi invasione, può avere effetti collaterali causati da una reazione anormale del corpo all'intervento e allo stress del paziente. Raramente, ma si verificano i seguenti eventi:

    • sanguinamento al cancello d'ingresso;
    • aritmia;
    • le allergie;
    • distacco dello strato interno dell'arteria;
    • sviluppo di infarto miocardico.

    L'esame pre-procedura è progettato per prevenire queste condizioni, ma a volte ciò accade. I medici che partecipano all'esame fanno fronte alla situazione, la procedura viene interrotta ai primi segni sfavorevoli, il paziente viene portato fuori da una condizione pericolosa e trasferito in ospedale per osservazione.

    Raccomandazioni dopo l'implementazione

    Alla conclusione del medico che ha condotto lo studio, il cardiologo determina il modo di trattare il paziente. Se c'è evidenza, viene assegnato il tempo di installazione dello stent (allo stesso modo dell'angiografia coronarica - utilizzando un catetere).

    A volte questa procedura viene eseguita direttamente durante la diagnosi, se esiste un consenso preventivo del paziente. Il cardiologo può anche prescrivere un trattamento ambulatoriale o un intervento chirurgico di bypass delle arterie coronarie.

    Costo diagnostico

    Se esiste un criterio OMS, l'angiografia coronarica è indicata per le indicazioni. Ma l'equipaggiamento della maggior parte degli ospedali non consente di coprire tutti con questo metodo diagnostico in breve tempo. Di solito la coda dura per mesi, perché le quote per l'esame sono limitate. È possibile fare questa ricerca su base commerciale.

    L'angiografia coronarica è inclusa nella lista obbligatoria delle procedure diagnostiche per determinare il grado di danno ai vasi cardiaci. La procedura è stata testata e standardizzata per un lungo periodo di tempo - questo serve come garanzia per la sicurezza del paziente. Il livello di cardiologia nel paese consente di identificare la patologia in una fase iniziale e adottare misure per eliminarla o prevenirne lo sviluppo.

    Per Saperne Di Più I Vasi