Emorragia oculare: tipi, cause, sintomi e trattamento

Da questo articolo imparerai: che cosa può essere un'emorragia negli occhi, le cause del suo aspetto, i sintomi e i metodi diagnostici, cosa fare in questa situazione.

L'emorragia è il flusso di sangue all'esterno dei vasi sanguigni. Può verificarsi in qualsiasi organo umano, incluso il bulbo oculare.

Clicca sulla foto per ingrandirla

La patologia può svilupparsi in diverse strutture dell'occhio, pertanto, 4 dei suoi tipi si distinguono:

  1. Ifema.
  2. Sottocongiuntivali.
  3. Emorragia nel corpo celeste.
  4. Emorragia retinica

Leggi di più su ogni specie leggi ulteriormente nell'articolo.

A seconda della posizione e delle dimensioni, l'emorragia nell'occhio non può comportare alcun pericolo e può causare la completa perdita della vista.

Ognuno di questi tipi ha i suoi sintomi caratteristici, metodi di diagnosi e trattamento. Gli oftalmologi sono coinvolti in tutti i tipi di emorragia.

1. Ipema

L'Hyphema è una raccolta di sangue all'interno della camera anteriore del bulbo oculare, che si trova tra la cornea (guscio trasparente dell'occhio sulla pupilla) e l'iride (la parte colorata dell'occhio). Il sangue può bloccare l'iride e la pupilla in tutto o in parte, compromettendo la vista.

Hyphema può verificarsi in caso di lesioni agli occhi, dopo interventi chirurgici oftalmici.

La diagnosi è stabilita da un oftalmologo sulla base dei sintomi della malattia. Il medico determina anche l'acuità visiva, la pressione intraoculare e l'esame della struttura interna dell'occhio. In alcuni casi, l'oftalmologo prescrive una tomografia computerizzata dell'orbita e del bulbo oculare.

Sulla base delle presunte cause di ifema e dei risultati di un esame oftalmologico, il medico può prescrivere:

  • indossare una benda protettiva per gli occhi;
  • attività fisica ridotta e riposo a letto;
  • posizione elevata della testa nel letto.

In presenza di ifema cancellare l'aspirina e altri farmaci che riducono il sangue. Se l'emorragia aumenta la pressione intraoculare, può portare a glaucoma o danni alla cornea. In tali casi, può essere necessario un trattamento chirurgico o conservativo con colliri.

2. Emorragia sottocongiuntivale

L'emorragia subcongiuntivale negli occhi è simile a un normale livido sulla pelle. Ha l'aspetto di una singola macchia rossa o di molti punti rossi sulla sclera (la parte bianca del bulbo oculare). Questo rossore è il sangue che è uscito dai vasi sotto la congiuntiva - una membrana trasparente che copre la sclera e la superficie interna delle palpebre.

La congiuntiva contiene un gran numero di minuscoli vasi sanguigni che possono rompersi e provocare l'effusione di sangue.

Sebbene la presenza di un'emorragia subcongiuntivale possa spaventare una persona, non comporta quasi mai un grave rischio per la salute e la vista e spesso non causa nemmeno sintomi. Puoi trovarlo guardandoti allo specchio. Con tale emorragia negli occhi, nella maggior parte dei casi non è necessario il trattamento. Col passare del tempo, la macchia di sangue scomparirà lentamente da sola, questo processo potrebbe richiedere diversi giorni o settimane, a seconda delle sue dimensioni. In caso di irritazione agli occhi, un oftalmologo può prescrivere una goccia di lacrime artificiali.

3. Emorragia nel corpo celeste

Un corpo sodo è una sostanza trasparente simile al gel nella parte posteriore del bulbo oculare, posta dietro l'obiettivo. Aiuta a mantenere la forma dell'occhio e trasmette la luce dalla pupilla alla retina. A volte i pazienti sviluppano un'emorragia in un corpo viscido.

Il corpo viscido in sé non ha un apporto di sangue, quindi il sangue entra quando i vasi della retina si rompono. Molto spesso questa emorragia nell'occhio provoca quanto segue:

  • la presenza di vasi patologici della retina nella retinopatia diabetica;
  • distacco del corpo viscido dalla retina;
  • lesioni agli occhi;
  • danno vascolare della retina con ipertensione, aterosclerosi;
  • tumori del bulbo oculare;
  • chirurgia oftalmica.

I sintomi di emorragie minori includono punti, ragnatele, foschia e ombre in vista. Tutti gli articoli potrebbero avere una sfumatura rossastra. Molto spesso, un'emorragia in un corpo magro si sviluppa in un occhio. Nei casi più gravi, il paziente ha una visione offuscata, anche la sua completa perdita è possibile.

Questa emorragia negli occhi è diagnosticata da un oftalmologo che conduce:

  1. Esame dell'occhio con una lampada a fessura dopo l'espansione della pupilla.
  2. Esame ecografico del bulbo oculare.

A volte, al fine di identificare la causa della patologia, l'esame di laboratorio del sangue (per la diagnosi di diabete mellito), è necessaria la tomografia computerizzata del bulbo oculare e dell'orbita.

Il trattamento dell'emorragia in un corpo magro dipende dalle sue cause. Ha lo scopo di:

  • cercare la fonte di sanguinamento;
  • smetti di sanguinare;
  • ripristino del danno retinico prima che porti alla perdita permanente della vista;
  • ripristino della visione normale.

Dopo aver trovato la fonte dell'emorragia, viene effettuato un trattamento specifico. Se non c'è molto sangue in un corpo viscido e la sua fonte può essere vista, una cura è possibile. Vengono eseguite la coagulazione laser del vaso sanguinante e il ripristino del danno retinico. Dopodiché, ci vuole tempo prima che il sangue si dissolva, ci vogliono diverse settimane. In questo momento si dovrebbe evitare un'attività faticosa, poiché ciò potrebbe causare nuove emorragie. Devi dormire con una testata rialzata del letto, che contribuisce alla deposizione del sangue nel corpo viscido nella parte inferiore del bulbo oculare, fuori dalla linea di vista.

Se il sangue nel corpo viscido copre completamente la vista e interferisce con il trattamento, viene eseguita la prima vitrectomia (chirurgia per rimuovere il corpo viscido), quindi l'emorragia viene interrotta. Dopo la vitrectomia, il fluido siliconico viene iniettato all'interno del bulbo oculare, che mantiene la retina in posizione.

4. Emorragia retinica

La retina è uno strato fotosensibile di cellule situate sulla parete posteriore del bulbo oculare. Queste cellule percepiscono i fotoni di luce e li trasformano in impulsi nervosi trasmessi al cervello. La retina è ricca di vasi sanguigni che possono rompersi e causare effusione di sangue.

Emorragia oculare: tipi e loro differenze, cause, trattamento, quando e cosa è pericoloso

Emorragia negli occhi - un concetto collettivo, che è caratterizzato dall'ingresso del sangue dal letto vascolare nei tessuti, nell'ambiente e nel guscio dell'occhio, dove non dovrebbe esserci sangue normale. Questa condizione ha molte cause diverse, molto spesso questa causa è una lesione all'occhio, ma molto spesso una malattia o uno stato speciale del corpo agisce come un trigger, ma accade anche che la causa dell'emorragia nell'occhio rimane sconosciuta.

Il più importante in materia di trattamento e le possibili conseguenze dell'emorragia nell'occhio non è la sua causa, ma la posizione della fuoriuscita di sangue, che ha costituito la base della classificazione:

  • Emorragia sotto la congiuntiva (hyposphagm).
  • Emorragia nella camera anteriore dell'occhio (ifema).
  • Emorragia del vitreo (hemophthalmus).
  • Emorragia retinica

Ciascuno degli stati di cui sopra richiede approcci separati nella diagnosi, nel trattamento e può verificarsi sia individualmente che nel complesso in varie combinazioni.

Emorragia nella sclera sotto la congiuntiva (hyposphagm)

L'ipofisi o emorragia nella sclera o emorragia subcongiuntivale è una condizione in cui il sangue si accumula tra il guscio esterno più sottile dell'occhio (congiuntiva) e la membrana albuminosa. La gente spesso dice anche "nave esplosa" e questo è vero: la causa primaria è il danno ai vasi più piccoli della congiuntiva, da cui viene versato il sangue. Ma le ragioni di questa condizione sono estremamente diverse:

  1. Effetto traumatico diretto sul bulbo oculare: impatto, attrito, bruschi cambiamenti nella pressione barometrica, corpo estraneo, effetti chimici;
  2. Aumento della pressione arteriosa e venosa: crisi ipertensiva, starnuti, tosse, sovraccarico fisico, inclinazione, soffocamento, travaglio durante il travaglio, stress con stitichezza, vomito e persino pianto intenso in un bambino;
  3. Bassa coagulabilità del sangue: emofilia congenita e acquisita, uso di preparazioni medicinali di anticoagulanti e agenti antipiastrinici (aspirina, eparina, tiklid, dipiridamolo, Plavix e altri);
  4. Malattie causate da infezione (congiuntivite emorragica, leptospirosi);
  5. Fragilità vascolare aumentata: diabete mellito, malattia aterosclerotica, carenza di vitamine K e C, malattie sistemiche del tessuto connettivo (vasculite autoimmune, lupus eritematoso sistemico)
  6. Condizione dopo l'intervento chirurgico sugli organi della vista.

I sintomi dell'emorragia nella sclera si riducono a un difetto visivo sotto forma di una macchia rosso sangue su uno sfondo bianco. La particolarità di questa emorragia è che con il passare del tempo non cambia colore come un livido (livido), e nel suo sviluppo diventa semplicemente più leggero fino a scomparire completamente. Il disagio dell'occhio sotto forma di una sensazione di corpo estraneo, un leggero prurito, che hanno maggiori probabilità di avere un'origine psicologica, può essere osservato abbastanza raramente.

Il trattamento dell'emorragia subcongiuntivale di solito non presenta alcuna difficoltà. Nella maggior parte dei casi, lo sviluppo inverso avviene senza l'uso di farmaci.

Tuttavia, accelerare il riassorbimento e limitare la diffusione dell'emorragia può aiutare:

  • Se riesci a cogliere il momento di formazione di emorragia sotto la congiuntiva e aumenta "prima degli occhi", le gocce oculari vasocostrittrici (vizin, naftintina, octilie, ecc.) Sono estremamente efficaci, fermeranno il deflusso di sangue dal letto vascolare, che fermerà la diffusione dell'emorragia;
  • Per accelerare il riassorbimento di un'emorragia già formata, sono efficaci le gocce oculari di ioduro di potassio.

Una singola emorragia nella sclera, formata anche senza apparente motivo e procede senza infiammazione, visione ridotta, "mosche" e altri sintomi, non richiede esame e accesso a un medico. Nel caso di frequenti recidive o di un decorso complicato, l'ipospagmo può segnalare gravi malattie, sia dell'occhio stesso che dell'organismo nel suo complesso, che richiede un trattamento immediato a un istituto medico per diagnosticare la sua patologia e il trattamento.

Video: sulle cause dello scoppio dei vasi sanguigni negli occhi

Emorragia nella camera anteriore dell'occhio (ifema)

La telecamera anteriore dell'occhio è l'area tra la cornea (lente convessa trasparente dell'occhio) e l'iride (un disco con una pupilla al centro, che dona ai nostri occhi un colore unico) con una lente (lente trasparente dietro la pupilla). Normalmente, questa area è riempita con un liquido assolutamente trasparente - umidità dalla camera anteriore, l'aspetto del sangue, che è chiamato ifema o emorragia nella camera anteriore dell'occhio.

Le cause dell'ifema, sebbene sembrino del tutto estranee, sono essenzialmente lo stesso elemento: la rottura della nave. Sono convenzionalmente divisi in tre gruppi:

  1. Trauma - è la causa più comune di ifema.
  1. l'infortunio può essere penetrante - il danno all'occhio è accompagnato dal messaggio del contenuto interno del globo oculare e dell'ambiente, tale lesione spesso deriva dall'azione di oggetti appuntiti, meno spesso dall'azione di oggetti contundenti;
  2. la lesione non è penetrante - con l'integrità esterna dell'occhio, le sue strutture interne sono distrutte, il che porta all'effusione di sangue nella camera anteriore dell'occhio, tale lesione è quasi sempre il risultato di oggetti contundenti;
  3. Inoltre, tutti i tipi di operazioni sugli organi visivi che possono essere accompagnate da ifema possono essere attribuiti al gruppo di lesioni.
  1. Malattie del bulbo oculare, associate alla formazione di nuovi vasi difettosi all'interno dell'occhio (neovascolarizzazione). Le navi di recente formazione presentano difetti strutturali che causano la loro maggiore fragilità, con cui l'effusione di sangue nella camera anteriore dell'occhio è associata a un impatto minimo o nullo. Queste malattie includono:
  1. angiopatia diabetica (conseguenza del diabete);
  2. ostruzione della vena retinica;
  3. distacco della retina;
  4. tumori intraoculari;
  5. malattie infiammatorie delle strutture interne dell'occhio.
  1. Malattie del corpo nel suo insieme:
  1. intossicazione cronica da alcol e droghe;
  2. disturbi emorragici;
  3. malattie oncologiche;
  4. malattie sistemiche del tessuto connettivo.

Hypheus, basato sul livello di sangue nella posizione verticale del paziente, è diviso in quattro gradi:

  • La prima camera visivamente anteriore dell'occhio è occupata dal sangue di non più di un terzo;
  • 2 ° sangue riempie fino a metà della camera anteriore dell'occhio;
  • La terza camera è piena di sangue più di ½, ma non completamente;
  • 4 ° riempimento totale del sangue nella camera anteriore dell'occhio "occhio nero".

Nonostante l'ovvia convenzionalità di una tale divisione, ha implicazioni pratiche per la scelta delle tattiche di trattamento e la predizione dell'esito dell'emorragia. Il grado di ifema determina anche i suoi sintomi e la loro gravità:

  1. Presenza visivamente rilevabile di sangue nella camera anteriore dell'occhio;
  2. Caduta dell'acuità visiva, soprattutto in posizione prona, al punto che rimane solo la sensazione di luce e non più (al 3 ° grado);
  3. Visione "sfocata" sull'occhio colpito;
  4. Paura di luce intensa (fotofobia);
  5. A volte c'è una sensazione di dolore.

La diagnosi di emorragia nella camera anteriore dell'occhio alla nomina del medico di solito non causa alcuna difficoltà significativa e si basa su manipolazioni tecnicamente semplici:

  • Ispezione visiva;
  • Tonometria: misurazione della pressione intraoculare;
  • Visometria: l'istituzione dell'acuità visiva;
  • La biomicroscopia è un metodo strumentale che utilizza uno speciale microscopio oftalmico.

manifestazioni di emorragia nella camera anteriore dell'occhio

Il trattamento dell'ifema è sempre associato all'eliminazione della patologia che lo ha causato - l'abolizione dei farmaci per fluidificare il sangue, la lotta contro le malattie infiammatorie dell'occhio, il rifiuto delle cattive abitudini, il mantenimento dell'elasticità della parete vascolare e così via. Quasi sempre, piccole quantità di sangue nella cavità dietro la cornea vengono risolte indipendentemente usando una soluzione di ioduro di potassio al 3% e farmaci che abbassano la pressione intraoculare.

  1. Non c'è alcun effetto dall'uso di droghe (il sangue non viene assorbito) entro 10 giorni;
  2. Il sangue perse la sua fluidità - si formò un grumo;
  3. La cornea cominciò a macchiarsi di sangue;
  4. La pressione intraoculare non diminuisce durante il trattamento.

In caso di rifiuto dell'operazione, possono svilupparsi complicazioni così gravi come il glaucoma, l'uveite e un significativo calo dell'acuità visiva, a causa di una diminuzione della trasparenza della cornea ricoperta di sangue.

Video: come appare l'emorragia nella camera anteriore dell'occhio

Emorragia del vitreo (hemophthalmus)

La cavità di un occhio sano è fatta con un gel cristallino chiamato corpo vitreo. Questa formazione svolge una serie di importanti funzioni, che includono la conduzione della luce dall'obiettivo alla retina. Quindi, una delle caratteristiche più importanti del corpo vitreo è la sua assoluta trasparenza, che viene persa quando entrano sostanze estranee, che includono anche il sangue. Il sangue che entra nel corpo vitreo si chiama emophthalmus.

Il principale meccanismo per lo sviluppo dell'emorragia interna nell'occhio è l'effusione di sangue dal letto vascolare nel corpo vitreo.

Servire la causa di tale sanguinamento può un certo numero di patologie:

  • Diabete mellito con danni alla retina e ai vasi sanguigni dell'occhio;
  • Occlusione (trombosi) dei vasi della retina;
  • Aterosclerosi comune che coinvolge i vasi della retina nel processo;
  • Ipertensione senza trattamento adeguato;
  • Anomalie congenite di vasi della retina (microaneurismi);
  • Danno penetrante al bulbo oculare (quando ci sono lacrime alle membrane oculari);
  • Contusione oculare (esternamente, l'integrità dell'occhio è preservata);
  • Alta pressione intracranica (ad esempio, nelle emorragie intracerebrali, nei tumori cerebrali e nelle lesioni craniocerebrali);
  • Crescita forzata della pressione intratoracica (eccessivo sforzo fisico, tosse, starnuti, travaglio durante il travaglio, vomito);
  • Malattie del sangue (anemia, emofilia, assunzione di farmaci che riducono la coagulazione del sangue, tumori del sangue);
  • Neoplasie delle strutture interne dell'occhio;
  • Malattie autoimmuni;
  • Il distacco retinico spesso porta all'emoftalmo;
  • Malattie congenite (anemia falciforme, malattia di Krisvik - Skepens e altri).

Va inoltre tenuto presente che la grave miopia (miopia) contribuisce in modo significativo allo sviluppo dell'emoftalmia.

Sintomi e tipi di emoftalmo

L'ambiente interno dell'occhio non contiene terminazioni nervose, rispettivamente, l'occhio in tale situazione non può sentire dolore, dolore, prurito o provare nulla con lo sviluppo di emorragia interna negli occhi. L'unico sintomo è un calo della vista, a volte per completare la cecità nei casi gravi. Il grado di perdita della vista e le caratteristiche dei sintomi dipendono direttamente dal volume di emorragia, che per la loro imponenza si divide in:

manifestazione di emorragia del corpo vitreo

Emoftalmo totale (pieno) - il corpo vitreo è riempito di sangue per più di 3/4, quasi sempre, con rare eccezioni, si osserva un fenomeno simile a causa di un trauma. I sintomi sono caratterizzati da cecità quasi completa, rimane solo la sensazione di luce, una persona non è in grado di distinguere gli oggetti di fronte a lui o di essere orientata nello spazio;

  • Emoftalmo subtotale: lo spazio interno dell'occhio è riempito di sangue da 1/3 a 3/4. Il più delle volte si verifica nella patologia diabetica dei vasi della retina, con l'occhio affetto che può solo distinguere i contorni degli oggetti e delle sagome delle persone;
  • Emoftalmia parziale - meno di un terzo dell'area della lesione vitreale. La forma più comune di emoftalmo è osservata come risultato di ipertensione arteriosa, danno e distacco della retina, diabete mellito. Manifestato da "mirini" neri, una striscia rossa o solo una foschia davanti ai tuoi occhi.
  • Vale la pena notare che l'emorragia del vitreo colpisce raramente entrambi gli occhi allo stesso tempo, l'unilateralità è caratteristica di questa patologia.

    La diagnosi di emorragia del vitreo è impostata sulla base dell'anamnesi, della biomicroscopia e degli ultrasuoni, che aiuta a determinare le cause che hanno portato all'emoftalmia, a valutare il suo volume e a scegliere ulteriori tattiche di trattamento.

    Nonostante il fatto che inizialmente la tattica di trattamento di questa patologia sia in attesa e l'emofthalmus spesso regredisca senza trattamento, immediatamente dopo l'insorgenza dei sintomi, è imperativo che cerchi un aiuto medico qualificato il più presto possibile, poiché un'identificazione tempestiva delle cause dell'emorragia può salvare non solo la visione, ma anche vita umana.

    Trattamento e prevenzione

    Ad oggi, non esistono metodi conservativi per il trattamento dell'emoftalmo con comprovata efficacia, tuttavia, esistono chiare raccomandazioni per la prevenzione delle emorragie ricorrenti e il riassorbimento precoce di uno esistente:

    • Evitare lo sforzo fisico;
    • Rispettare il riposo a letto, con la testa dovrebbe essere leggermente più alta del corpo;
    • Applicare vitamina (C, PP, K, B) e farmaci che rafforzano la parete vascolare;
    • Le gocce di ioduro di potassio sono raccomandate sotto forma di instillazione ed elettroforesi.

    Il trattamento non sempre conservativo porta all'effetto desiderato, quindi c'è bisogno di un intervento chirurgico - la vitrectomia - la rimozione completa o parziale del corpo vitreo. Le indicazioni per questa operazione sono:

    1. emofthalmus in combinazione con il distacco della retina, o nel caso in cui non sia possibile esaminare la retina e la causa dell'emorragia non sia stata stabilita;
    2. l'emofthalmus non è associato a lesioni e allo stesso tempo la regressione non viene osservata dopo 2-3 mesi;
    3. mancanza di dinamica positiva dopo 2-3 settimane dopo l'infortunio;
    4. emoftalmo associato a ferita penetrante dell'occhio.

    Allo stadio attuale dello sviluppo della medicina, la vitrectomia viene eseguita su base ambulatoriale, non richiede il sonno anestetico, viene eseguita da micro incisioni fino a 0,5 mm di dimensione e senza sutura, che assicura un ritorno visivo rapido e relativamente indolore a un livello soddisfacente.

    Cosa fare con l'emorragia negli occhi? I principali metodi di trattamento

    Le emorragie nel bulbo oculare sono condizioni patologiche che possono essere segni di malattie oftalmiche o di origine meccanica.

    Tali violazioni sembrano visibili ad occhio nudo accumuli di sangue sul corpo del bulbo oculare, mentre il sangue può essere raccolto in alcuni gusci e in ambienti di organi visivi, nonché in mezzo.

    Cos'è l'emorragia negli occhi?

    Tali violazioni, a seconda della causa, della natura e della gravità, possono avere dimensioni diverse e apparire come punti rossi luminosi sulla superficie della membrana esterna del bulbo oculare.

    Se questa patologia ha un'origine non traumatica, la persona nella maggior parte dei casi non avverte alcun dolore, anche se in alcuni casi il paziente lamenta la sensazione della presenza di un corpo estraneo nell'occhio e la sensazione di bruciore e screpolature.

    Spesso tale violazione è accompagnata da una diminuzione dell'acuità visiva, che può essere temporanea e permanente (dipende anche dalla causa).

    Piccole emorragie, a condizione che non siano sentite in alcun modo dal paziente, potrebbero non richiedere un trattamento e se non aumentano con il tempo, allora il trattamento potrebbe non essere necessario (tali emorragie passano col tempo).

    Ma è meglio, anche con insignificanti formazioni di questa natura, contattare un oftalmologo, ed è ancora più necessario farlo se la perdita di sangue occupa un'area estesa.

    Tipi di emorragia

    1. Sottocongiuntivali.
      La causa di tali violazioni - danni alle pareti dei vasi sanguigni.
      Molto spesso, tali violazioni possono verificarsi improvvisamente e senza alcun motivo serio, quindi il trattamento in questo caso potrebbe non essere prescritto.
    2. Hemophthalmus.
      Viene diagnosticato in caso di coaguli di sangue all'interno del corpo vitreo dell'occhio, mentre il paziente lamenta una ridotta qualità della visione (aree sfocate si formano prima degli occhi).
      L'emofthalmus può essere parziale o completo e nel secondo caso si ha una perdita della vista, che in assenza di trattamento tempestivo e adeguato può essere irreversibile.
    3. Ifema.
      Emorragia nella camera anteriore del bulbo oculare.
      Fondamentalmente, la causa di questo disturbo è varie lesioni agli occhi in cui si verificano dolore e deficit visivo.
      L'assistenza medica è obbligatoria, poiché la guarigione e la rigenerazione del tessuto oculare in questi casi può essere rallentata a causa della disfunzione dei sistemi protettivi e restitutivi degli organi della vista.
    4. Retina.
      Appaiono come risultato di danni alle navi che si trovano nella retina.
      Il tipo più pericoloso di emorragia, che anche con piccole dimensioni di formazioni del sangue può portare alla perdita della vista.

    Le formazioni retiniche, a loro volta, sono ulteriormente suddivise in:

    • preretinale (formato tra la membrana del corpo vitreo e la retina e più grande della testa del nervo ottico);
    • intraretinale (hanno la forma di piccoli cerchi o ictus e sono localizzati nella regione della retina nelle aree di accumulo di vasi della retina);
    • il subretinico (assomigliano a punti non spezzati e si formano tra lo strato di fibre nervose e il rivestimento del pigmento, di regola, compaiono durante la crescita di vasi appena formati).

    Emorragie significative vengono eliminate mediante instillazione di goccioline oftalmiche e le formazioni più grandi possono essere rimosse solo mediante intervento chirurgico - la coagulazione laser viene eseguita per questo scopo.

    Cause comuni

    Le emorragie negli occhi si formano per vari motivi, ma nella maggior parte dei casi ciò avviene sotto l'influenza dei seguenti fattori:

    1. Gocce di sangue.
      A tali salti, i vasi non possono resistere agli stress e scoppiare, mentre la loro integrità può essere rotta in diverse aree.
    2. Malattie infettive che causano nausea, vomito e febbre.
      In questi casi, c'è anche una sovratensione delle navi e la loro rottura nelle aree più deboli.
    3. Il diabete mellito.
      Con questa malattia, la struttura dei vasi sanguigni viene distrutta, che inizia a scoppiare anche con uno sforzo fisico minimo.
      E l'abbondanza di danni in diversi siti può portare a gravi problemi alla vista.
    4. Cattiva coagulazione del sangue dovuta a patologie appropriate.
    5. Congiuntivite, cheratite e altre patologie oftalmologiche accompagnate da forti strappi.
    6. Danno meccanico al bulbo oculare, incluso - durante le operazioni sugli occhi.
    7. Lo sviluppo di tumori nell'area degli organi visivi, esercitando una pressione eccessiva sulle navi e sui capillari.
    8. Diminuzione dell'elasticità delle pareti dei vasi sanguigni, sviluppando con un contenuto insufficiente nel corpo delle vitamine dei gruppi A e C.
    9. Eccessivo consumo di alcol e fumo, che porta all'espansione e alla contrazione delle pareti dei vasi, che non sopportano tali cadute e scoppiano.
    10. Lo sviluppo di sanguinamento, che è un effetto collaterale di prendere alcuni farmaci.

    Se gli occhi riposano nel tempo durante tali esercizi, tali formazioni possono essere evitate, ma con vasi indeboliti, le emorragie minori sono comunque inevitabili.

    Come trattare e cosa fare con l'emorragia?

    Le emorragie sottocongiuntivali non richiedono un trattamento terapeutico o farmacologico.

    Ma allo stesso tempo, un oftalmologo può prescrivere farmaci che alleviano i sintomi dolorosi.

    Con la comparsa di gonfiore o infiammazione nell'area di rottura dei capillari, possono essere prescritti farmaci appropriati.

    Se le patologie oftalmologiche infettive diventano la causa di emorragie, possono essere prescritte soluzioni antibatteriche.

    L'assenza di sintomi dolorosi suggerisce l'instillazione di gocce oftalmiche, se l'emorragia non si risolve in almeno una settimana.

    Tra questi farmaci sono i più comuni:

    1. Visine.
      Droga decongestionante e vasocostrittore per uso locale. È caratterizzato da un'azione rapida e non viene assorbito dalla circolazione sistemica, escluso lo sviluppo di effetti collaterali.
      Ben affermato come un farmaco contro lo sviluppo di reazioni allergiche che provocano la rottura dei vasi oculari.
    2. Emoksipin.
      Un farmaco che attiva i meccanismi rigenerativi del sistema vascolare. Lo strumento rafforza anche le pareti dei vasi sanguigni, riducendo la loro permeabilità.
      Inoltre stimola i processi di circolazione del sangue e fornisce l'accesso di ossigeno sufficiente alle navi, in conseguenza del quale le formazioni vengono riassorbite nel più breve tempo possibile.
    3. Taufon.
      Taufon è un farmaco simile al meccanismo d'azione dell'emoxipina, che aiuta a ripristinare la pressione intraoculare e riduce il rischio di rottura vascolare.
      Con la formazione di emorragie promuove la guarigione rapida, con un effetto positivo sui sistemi rigenerativi dell'occhio.

    Caratteristiche di emorragia negli occhi nei neonati

    Ciò è dovuto alla presenza di alcuni fattori aggiuntivi:

    • uso di dinoprostan durante il travaglio complicato;
    • l'uso di un aspiratore a vuoto, necessario in alcuni casi per gli stessi motivi;
    • eseguire la tomografia computerizzata quando il bambino è nel grembo materno.

    Tutto ciò ha un effetto negativo sulle navi che non sono ancora abbastanza forti da sopportare tali carichi.

    Prevenzione delle malattie

    Garantito per proteggere contro la formazione di emorragie negli occhi è impossibile, perché troppi fattori predisponenti.

    Ma per evitare tali violazioni può essere soggetto alle seguenti raccomandazioni generali:

    • limitare il consumo di alcol e ridurre il numero di sigarette fumate;
    • monitorare lo stato di immunità e, se necessario, assumere farmaci immunostimolatori, nonché aggiungere cibi sani contenenti vitamine e oligoelementi alla dieta;
    • evitare movimenti improvvisi e pesanti sforzi fisici in caso di problemi con le navi, in particolare per escludere movimenti bruschi della testa e curve in avanti;
    • i pazienti con diabete dovrebbero prestare particolare attenzione al controllo dei livelli di glucosio nel sangue;
    • in caso di ipertensione, prendere misure per normalizzare la pressione;
    • regolarmente sottoposti ad esame da un oftalmologo.

    Video utile

    Questo video presenta le migliori opzioni di trattamento per l'emorragia negli occhi:

    A seconda del motivo per cui si formano le emorragie, le previsioni dello sviluppo della violazione dipendono direttamente.

    Se nella natura sottocongiuntivale dell'emorragia nella maggior parte dei casi queste prognosi sono favorevoli, tali patologie localizzate nella retina o nella regione vitreale possono portare a compromissione della vista, anche se all'inizio la persona non è disturbata da sintomi dolorosi.

    Come trattare l'emorragia oculare

    Un giorno, arrivando allo specchio, vedi un quadro scoraggiante - c'era un livido negli occhi. Per correre in ospedale o, per esempio, fare a gocce a casa? È meglio consultare un oftalmologo, poiché l'emorragia negli occhi può avere molte spiegazioni - dallo sforzo fisico improvviso ai sintomi di malattie molto gravi.

    Perché c'è sanguinamento negli occhi

    Ci sono solo due cause di emorragia intraoculare:

    • Trauma (contusione - danno meccanico all'occhio stesso o alle ossa del cranio, al torace, con conseguente emorragia intraoculare);
    • Debolezza vascolare dovuta a qualsiasi malattia interna o tumorale.

    In ogni caso è necessaria una visita medica, eventualmente un trattamento.

    Emorragia traumatica

    La gravità della contusione influisce sulla sicurezza della vista negli occhi: in alcuni casi non è affatto disturbata, in altri peggiora o scompare temporaneamente del tutto.

    Ci sono tre gradi di contusione:

    • Il primo è quando l'emorragia negli occhi è insignificante, il bulbo oculare è intatto e la visione non è compromessa. Dopo un po 'di tempo, il livido scompare completamente e inizia la ripresa.
    • Il secondo è quando i tessuti dell'occhio sono leggermente danneggiati, e il paziente sente solo la luce, ma nota un deterioramento nella capacità di vedere chiaramente gli oggetti. Il trattamento consente di ripristinare la vista.
    • Il terzo è quando si verifica la morte del bulbo oculare. È impossibile ripristinare la visione nel terzo grado di contusione, poiché si sviluppano cambiamenti irreversibili nella struttura dei tessuti oculari.

    Qualsiasi lesione agli occhi deve essere presa molto sul serio: a volte anche un leggero infortunio può avere conseguenze tragiche, poiché il grado di contusione non corrisponde sempre alla gravità della lesione.

    Emorragia non traumatica negli occhi

    L'occhio è un organo abbondantemente rifornito di sangue e pertanto ha una vasta rete vascolare. Alcune malattie possono influenzare l'elasticità e la permeabilità delle pareti dei vasi oculari, quindi l'emorragia nell'occhio o entrambi gli occhi contemporaneamente è un sintomo frequente e inevitabile di gravi patologie:

    • Malattie ematologiche (anemia di diversa origine, leucemia acuta);
    • Diabete - con sviluppo di retinopatia diabetica;
    • aterosclerosi;
    • Coagulopatia (disturbi della coagulazione);
    • la malattia ipertensiva;
    • miopia;
    • Collagenosi (lupus eritematoso sistemico, sclerodermia, vasculite);
    • Anomalie dei vasi oculari stessi - uveite, irite;
    • Malattie della retina;
    • Tumori intraoculari, spremere vasi.

    Emorragie ripetute negli occhi, anche con uno stato di salute generale normale, sono una ragione inequivocabile per un ampio esame, durante il quale si possono identificare le vere cause della fragilità vascolare.

    Lividi innocui e relativamente innocui

    Obiettivi pratici e belli, che spesso sostituiscono i normali occhiali, possono anche causare emorragie agli occhi se non vengono selezionati correttamente. L'irritazione meccanica della membrana mucosa non solo causa la sua irritazione e la sensazione di sabbia, ma danneggia anche i piccoli vasi. Il risultato sono piccoli lividi che scompaiono rapidamente se si rinuncia temporaneamente a indossare le lenti e successivamente si sceglie la taglia corretta.

    Il corpo femminile durante il travaglio trasporta carichi enormi, quindi rotture di piccoli vasi negli occhi sono frequenti. Passano gradualmente da soli, senza trattamento.

    Esercizio fisico, come sport o duro lavoro, può anche causare sanguinamento negli occhi. È abbastanza per ridurre la loro intensità - e le ammaccature spariranno.

    Un lungo volo, durante il quale la pressione cambia continuamente, può causare danni alle piccole navi e, di conseguenza, un'emorragia negli occhi. Tra pochi giorni se ne andrà senza trattamento da solo.

    Strain tosse di origine allergica o infettiva è un'altra ragione per la comparsa di piccole macchie rosse negli occhi. Con il trattamento della malattia di base, scompaiono anche.

    Quando gli occhi arrossiscono

    Ci sono situazioni in cui il bianco degli occhi perde il loro colore bianco naturale e acquisisce una sfumatura rossastra di diversa intensità: piccoli vasi su di essi diventano visibili ad occhio nudo. Certo, è difficile chiamare una vera emorragia negli occhi, ma non dovresti pensare a un tale problema alla leggera: la ragione qui può essere non solo la fatica banale o la mancanza di sonno, ma anche cose molto più gravi - per esempio, nello sviluppo del processo infettivo.

    La congiuntivite virale o batterica è la causa più comune di grave arrossamento degli occhi. Tuttavia, la situazione non è limitata al solo rossore: una persona lamenta una sensazione di bruciore, dolore, lacrimazione. In questi casi, è urgente andare in clinica e iniziare il trattamento, poiché la congiuntivite è estremamente contagiosa.

    Alcune persone hanno un forte rossore agli occhi la mattina dopo aver assunto l'alcol. Questa è una reazione individuale. Hai solo bisogno di astenersi dal bere - e il colore degli occhi si normalizza rapidamente.

    Come essere trattati?

    Avendo trovato un livido sull'occhio, non puoi preoccuparti troppo solo in un caso: se l'occhio non fa male e la visione non è disturbata. Altrimenti, dovrai consultare un medico per scoprire perché c'è stata un'emorragia negli occhi: il trattamento può essere piuttosto lungo e serio.

    Se l'occhio è molto rosso o c'è un livido in esso, ma non c'è dolore o sensazione di corpo estraneo, gocce di farmacista o rimedi casalinghi sono solitamente usati per rimuovere rapidamente il rossore.

    Farmaci farmacologici

    Vizin, octillia, naftilina per gli occhi, ocmetil - gocce di vasocostrittore, che impediscono al sangue di fluire attraverso le pareti dei vasi sanguigni. Di solito vengono utilizzati per rimuovere rapidamente anche arrossamenti piuttosto intensi.

    Rimedi casalinghi

    Il trattamento delle emorragie negli occhi dura più a lungo, richiede un'attenta osservazione e accuratezza. I principali metodi di trattamento sono l'applicazione del freddo (ghiaccio, prodotti dal congelatore), così come le compresse da decotti alle erbe, foglie di tè e linfa delle piante domestiche.

    Ecco alcune ricette con le quali puoi liberarti di lividi negli occhi:

    Impacco forte al tè

    Preparate il tè nero più forte, lasciate raffreddare (più le foglie di tè sono fredde, meglio è), inumidite un batuffolo di cotone (avvolgetelo in una benda in modo che i villi non cadano nell'occhio) e applicatelo all'occhio dolorante. Mentire per 15-20 minuti.

    Compressa di camomilla

    Prepara un forte tè alla camomilla (due cucchiai di fiori secchi in un bicchiere di acqua bollente), fai fermentare e raffreddare. Filtrare l'infuso e immergere un batuffolo di cotone avvolto in una benda. Applicare sull'occhio dolorante e sdraiarsi per un po '.

    Lozione d'acqua con aceto o cenere

    In un cucchiaio di acqua bollita, aggiungere una o due gocce di aceto normale, mescolare e inumidire un bastoncino di cotone, che deve essere applicato all'occhio dolorante.

    Lo stesso può essere fatto con la cenere: se lo è, è necessario far bollire un po 'di cenere nell'acqua, filtrare il brodo e applicare un tampone immerso in questo liquido sull'occhio dolorante.

    Lombata di ricotta

    Se c'è del formaggio fresco nel frigorifero, puoi prendere un cucchiaino del prodotto e attaccarlo al tuo occhio, avvolgendo la ricotta in una benda o un pezzo di tessuto naturale puro. Un buon effetto darà un impacco di siero di latte.

    Cavolo o succo di cavolo

    Una foglia di cavolo fresco deve essere schiacciata in una purea e applicare la pappa risultante all'occhio dolorante, avvolgendola in un pezzo di stoffa pulita. Lo stesso effetto darà succo di cavolo appena spremuto.

    Tutte le compresse e lozioni dovrebbero essere applicate più volte al giorno per migliorare le condizioni dell'occhio.

    Gli occhi contusi sono un sicuro segno di fragilità vascolare. Ciò suggerisce che il corpo è carente di vitamine C e R. Riempire la loro carenza e prevenire il sanguinamento negli occhi in futuro può essere regolare assumendo regolarmente ascorbinka, askorutin o complessi preparati vitaminici, che comprendono le vitamine C e R.

    In estate, la dieta delle persone con problemi di permeabilità vascolare dovrebbe includere frutta, bacche e verdure di stagione, e in inverno - crauti e agrumi.

    Va ricordato che i lividi negli occhi non sono solo un difetto estetico, ma anche un motivo di preoccupazione, soprattutto se compaiono regolarmente e senza una ragione apparente. Sbrigati dal dottore, forse hai dei seri problemi di salute: i tuoi occhi ne parlano.

    Ti sarà utile sapere cosa fare se una nave è esplosa negli occhi.

    Emorragia oculare

    Un'emorragia negli occhi è una raccolta di sangue nel corpo vitreo, nelle camere o nelle membrane del bulbo oculare. La causa di questa condizione è una violazione dell'integrità dei vasi sanguigni che forniscono tessuto oculare. Con la localizzazione di piccoli ematomi sulla superficie anteriore del bulbo oculare, possono essere visti ad occhio nudo.

    Le emorragie congiuntivali e subcongiuntivali hanno il decorso più favorevole. Nonostante la vista sgradevole e minacciosa non portano a una diminuzione dell'acuità visiva. In assenza di malattie concomitanti o danni agli occhi, tali ematomi si dissolvono spontaneamente dopo alcuni giorni o settimane.

    Le emorragie alla camera anteriore e il vitreo sono considerate più pericolose. Accumuli di sangue portano a una violazione della trasparenza dei supporti ottici, che comporta una diminuzione dell'acuità visiva. Una persona si lamenta del lampeggiare delle mosche davanti ai suoi occhi, appannamento e visione offuscata. Di norma, il paziente può normalmente vedere solo dopo l'intervento. Le emorragie retiniche di solito indicano una lesione grave (distrofia, retinite, angiopatia, retinopatia, neuroretinopatia). In questo caso, anche l'operazione non aiuta sempre a ripristinare la precedente acuità visiva.

    Cause di emorragia negli occhi

    Una delle cause più evidenti di emorragia nel tessuto oculare è la penetrazione di lesioni e contusioni. Il danno ai tessuti del bulbo oculare è accompagnato dalla rottura dei vasi sanguigni, che porta al rilascio di sangue dal flusso sanguigno. Le emorragie possono avere la localizzazione più diversificata.

    Altre cause di rottura dell'occhio:

    • eccessivo sforzo fisico - tosse debilitante, urgenza emetica, grido violento, tentativi durante il parto;
    • alterazioni patologiche dei vasi oculari nel diabete mellito, ipertensione, aterosclerosi, endarterite;
    • neoplasma maligno del bulbo oculare e dell'orbita, spremere i vasi e provocare la loro rottura;
    • malattie infiammatorie dell'occhio - irite, iridociclite, uveite posteriore, retinite, corioretinite;
    • malattie del sangue che portano a una violazione della sua normale coagulazione, vale a dire - all'ipocoagulazione;
    • recente intervento chirurgico sul bulbo oculare.

    Emorragie congiuntivali e subcongiuntivali

    Localizzato nella membrana congiuntivale dell'occhio o sotto di esso, ha l'aspetto di macchie rosse sullo sfondo della sclera bianca. Da sole, tali emorragie non sono pericolose, ma possono indicare altre malattie più gravi. Pertanto, quando gli ematomi appaiono sulla superficie visibile del bulbo oculare, è necessario consultare uno specialista.

    Le emorragie sottocongiuntivali non devono essere confuse con il rossore degli occhi durante congiuntivite, sindrome dell'occhio secco o altre malattie dell'organo visivo. Di norma, lacrimazione, disagio, crampi e sensazione di corpo estraneo negli occhi sono caratteristici di tutti loro. Le emorragie non possono causare sensazioni soggettive. Solo in caso di lesioni e contusioni una persona avverte un forte dolore agli occhi.

    ifema

    Ipema è l'accumulo di sangue nella camera anteriore dell'occhio - lo spazio tra l'iride e la cornea. Di regola, tale emorragia è chiaramente visibile anche ad occhio nudo. Il sangue di solito si deposita sul fondo della camera anteriore, formando un livello orizzontale di liquido viola.

    La causa di ifema è il più delle volte lesioni e iridocicliti (lesioni infiammatorie dell'iride e del corpo ciliare). La malattia può portare allo sviluppo di glaucoma secondario e ammollo la cornea con il sangue, il che porta a una visione compromessa. Per la diagnosi mediante biomicroscopia - esame oculare in una lampada a fessura. Al fine di chiarire le cause dell'ifema possono essere eseguite altre misure diagnostiche.

    Il trattamento di ifema include la nomina di rafforzamento vascolare emostatico, riassorbibile. Quando ai pazienti iridocicliti vengono prescritti antibiotici, corticosteroidi, midriatici. Nei casi più gravi, il sangue dalla camera anteriore viene rimosso chirurgicamente attraverso un'incisione nella cornea.

    hemophthalmus

    Molto spesso, emorragie nel corpo vitreo si verificano in individui con distacchi di retina o lacrime, retinopatia diabetica, disturbi circolatori acuti nell'arteria centrale della retina (a causa di trombosi, embolia, aterosclerosi). Le persone anziane sono più spesso colpite da questa patologia.

    • ridotta acuità visiva;
    • fili fluttuanti, macchie scure, ragnatela in vista;
    • l'apparenza del velo rosso davanti agli occhi;
    • la scomparsa del riflesso dal fondo dell'occhio con oftalmoscopia.

    La malattia spesso porta alla fibrosi e alla distruzione del corpo vitreo, che porta a gravi problemi alla vista. L'acuità visiva può essere ridotta a un centinaio o anche a una percezione della luce con la proiezione della luce corretta (o errata). In questo caso, il paziente può solo aiutare la vitrectomia: un intervento chirurgico per rimuovere il corpo vitreo. Va notato che la chirurgia è efficace solo in assenza di danni strutturali alla retina. Con grave retinopatia, anche la chirurgia non sempre aiuta a ripristinare la vista.

    Hemophthalmus dovrebbe essere distinto dalle emorragie puntiformi nel corpo vitreo. Di norma, si dissolvono dopo un po 'di tempo e non portano a perdita della vista. La conseguenza più spiacevole di tali emorragie è il lampeggiare del mirino davanti agli occhi, che dà ad una persona un certo disagio.

    Emorragia retinica

    Questa patologia è più spesso il risultato di varie malattie sistemiche (aterosclerosi, diabete mellito, ipertensione). Emorragie retiniche si manifestano con una diminuzione dell'acuità visiva, la comparsa di un velo, macchie nere o colorate prima degli occhi. La malattia può portare a un deterioramento irreparabile o addirittura alla perdita della vista.

    Per la diagnosi di patologia il più delle volte usato bioftalmoscopia, oftalmoscopia diretta e indiretta. Durante l'esame del fondo oculare, un oftalmologo può vedere i tipici segni di emorragia nella membrana reticolare o vascolare dell'occhio. Se necessario, viene eseguita l'angiografia con fluoresceina.

    Tipi di emorragia retinica:

    • Preretiniche. Localizzato tra la retina del bulbo oculare e la membrana ialoide del corpo vitreo. Hanno l'aspetto di una grande pozzanghera in diversi diametri della testa del nervo ottico.
    • Intraretinica. Sembrano tocchi viola o piccoli cerchi. Il sangue si accumula nello spessore della retina, più spesso nello strato di fibre nervose dove si trovano i vasi della retina.
    • Sottoretinico. Hanno l'aspetto di macchie scure senza contorni chiari. Tali emorragie si trovano tra l'epitelio pigmentato della retina e lo strato di fibre nervose. Di solito indicano neovascolarizzazione - la crescita di vasi appena formati.

    Le piccole emorragie sono spesso non pericolose e si dissolvono nel tempo. Di regola, sono trattati in modo conservativo con l'aiuto di vari gruppi di farmaci. Con emorragie più massicce spesso si esegue la coagulazione laser della retina. Questa procedura è particolarmente efficace nella retinopatia diabetica.

    Emorragia oculare

    L'emorragia negli occhi, o emoftalmo, è una patologia comune che può verificarsi sia nella vita di tutti i giorni che durante le manipolazioni mediche. A volte questa condizione è una complicazione di varie malattie somatiche.

    Hemophthalmus è la presenza di sangue libero nel vitreo (vitreo). Questa struttura del bulbo oculare è una sostanza gelatinosa che si trova tra la retina, la lente e il corpo ciliare e occupa circa il 70% del volume dell'intero organo.

    La saturazione del sangue del corpo vitreo è visivamente determinata per diversi giorni, dopo di che viene gradualmente eliminata, che è associata alla scissione dell'emoglobina, che ha un caratteristico colore rosso. Durante la distruzione dell'emoglobina si forma emosiderina, un pigmento contenente ferro che può avere un effetto tossico sugli elementi strutturali del bulbo oculare.

    Oltre all'intossicazione locale con emosiderina, l'emorragia nell'occhio può determinare la formazione di filamenti del tessuto connettivo (ormeggio), che si estendono fino alla retina. In determinate circostanze, la presenza di tali aderenze è una delle condizioni per la trazione (causata da eccessiva tensione) del distacco della retina.

    Pertanto, nonostante l'apparente semplicità dello stato patologico e la sua risoluzione abbastanza rapida, l'emorragia negli occhi può essere la causa di gravi problemi oftalmologici.

    Cause di emorragia negli occhi

    La gamma di fattori causali che possono scatenare il sanguinamento nell'occhio è abbastanza ampia:

    • lesioni contusioni, contusione del bulbo oculare con una rottura traumatica di vasi sanguigni (emorragia nell'occhio dopo l'impatto);
    • danno penetrante agli occhi;
    • distacco retinogeno regmatogeno (causato da micro-rotture nel rivestimento interno dell'occhio con conseguente penetrazione di liquido sotto di esso);
    • intervento chirurgico;
    • malattia vascolare aterosclerotica;
    • vasculite;
    • malattie autoimmuni;
    • retinopatia proliferativa;
    • occlusione della vena retinica;
    • disturbi della coagulazione (coagulopatia);
    • rottura dei vasi sanguigni sullo sfondo dell'ipertensione arteriosa;
    • angiopatia retinica con diabete mellito;
    • tumori della coroide;
    • anemia falciforme; e altri

    L'emorragia negli occhi di solito non è accompagnata dal dolore, manifestando esclusivamente disagio visivo.

    La causa del sanguinamento nell'occhio può anche essere il deflusso di sangue libero sotto la membrana aracnoidea del cervello - la sindrome di Terson. In questo caso, un forte aumento intermittente della pressione intracranica porta ad un aumento della pressione nella rete vascolare retinica, causandone il danno.

    Forme della malattia

    Ci sono diverse forme di emorragia negli occhi, a seconda della quantità di danni al corpo vitreo:

    • emofitalmo parziale: meno del 30% del volume del corpo vitreo è impregnato di sangue;
    • subtotale: fino al 75% della massa di vitreo è coinvolto nel processo patologico;
    • totale - danno a più del 75% del corpo vitreo.

    Secondo la localizzazione all'interno del corpo vitreo, l'emofthalmus è classificato come segue:

    • emorragia retrolentale - si trova tra la membrana ialoidale anteriore e la capsula del cristallino posteriore;
    • paracollo - circonda la periferia della lente dietro;
    • preretinale - tra la membrana ialoide posteriore e la retina;
    • epimacolare - tra la membrana ialoide posteriore e la retina nella regione della macula;
    • intravitreale - in realtà nella cavità del vitreo;
    • combinato - è formato dal coinvolgimento di diverse zone del corpo vitreo.

    L'emorragia nell'occhio può essere sia a uno che a due lati.

    palcoscenico

    L'emorragia negli occhi come processo dinamico attraversa diverse fasi:

    1. La fase del sanguinamento reale (dura da pochi secondi a 24 ore), in cui il sangue libero viene versato nella violazione vitrea e focale della sua trasparenza.
    2. Stadio di ematoma fresco (fino a 2 giorni), quando sono organizzati coaguli di sangue.
    3. Stadio emolitico tossico (da 3 a 10 giorni), caratterizzato dalla disintegrazione dell'emoglobina con formazione di emosiderina, fagocitosi attiva e annebbiamento diffuso della sostanza del vitreo.
    4. Lo stadio proliferativo-distrofico dell'emorragia nell'occhio può durare fino a sei mesi, in questo periodo la distrofia emosiderotica delle strutture interne del bulbo oculare aumenta e si verifica la degenerazione del tessuto connettivo dell'ematoma.
    5. Stadio di fibrosi intraoculare (da 6 mesi in poi), caratterizzato dalla formazione di aderenze del tessuto connettivo, emosiderosi persistente e distacco della retina.

    L'emorragia negli occhi può essere una causa di gravi problemi oftalmologici e causare la perdita parziale o completa della vista.

    L'emorragia negli occhi non passa necessariamente attraverso tutte le fasi, dal sanguinamento alla fibrosi. Con diagnosi tempestiva e terapia qualificata, l'emofthalmus viene arrestato allo stadio emolitico-tossico. Altrimenti, di regola, si verifica l'ulteriore sviluppo del processo patologico.

    sintomi

    La principale manifestazione di emorragia negli occhi sono vari disturbi visivi:

    • strisce, punti, ombre che si muovono nel campo visivo;
    • "Nebbia", "velo" o visione offuscata;
    • riduzione dell'acuità visiva, contorni dell'immagine sfocati fino al livello di percezione "luce-ombra";
    • fotopsie (lampi luminosi);
    • perdita improvvisa della vista;
    • miglioramento della vista nei primi minuti dopo il risveglio (organizzazione del sangue versato nella parte inferiore del bulbo oculare durante il sonno).

    L'emorragia negli occhi di solito non è accompagnata dal dolore, manifestando esclusivamente disagio visivo.

    diagnostica

    In una fase precoce della malattia, con gravi danni, la diagnosi visiva dell'emorragia non è difficile.

    Se il paziente si rivolge per aiuto diversi giorni dopo l'emorragia nell'occhio o la lesione è locale, limitata, sono necessari numerosi studi:

    • raccolta di dati anamnestici (sviluppo di un'emorragia nell'occhio dopo un ictus, presenza di malattie vascolari, sistemi di coagulazione, episodi di forte aumento della pressione in passato, ecc.);
    • ophthalmoscopy;
    • misurazione della pressione intraoculare;
    • Esame ecografico del bulbo oculare;
    • elettroretinografia cromatica specifica.

    L'esame ecografico è indicato in presenza di coaguli di sangue organizzato nello spessore del corpo vitreo o con emorragia massiva nell'occhio, quando è impossibile un esame completo del fondo dell'occhio.

    Trattamento dell'emorragia negli occhi

    La tattica del trattamento dell'emorragia nell'occhio dipende dal suo volume: un emoftalmo con una piccola area di danno di solito si risolve da solo.

    L'emorragia negli occhi, o emoftalmo, è una patologia comune che può verificarsi sia nella vita di tutti i giorni che durante le manipolazioni mediche.

    In presenza di disturbi attivi, gravi malattie concomitanti, danni considerevoli, il paziente viene ricoverato in un ospedale oftalmologico, dove viene effettuata una terapia speciale:

    • riposo a letto, riposo, freddo sugli occhi;
    • nei primi giorni - terapia emostatica;
    • con l'inefficacia della farmacoterapia emostatica, viene mostrata la coagulazione laser dei vasi retinici;
    • dopo un arresto stabile del sanguinamento, vengono prescritti farmaci riassorbibili per facilitare la disorganizzazione dell'ematoma;
    • farmaci glucocorticoidi topici (per la prevenzione della formazione di schwarto);
    • trattamento fisioterapico (elettroforesi, ultrasuoni, laserterapia).

    Attualmente non ci sono farmaci speciali con comprovata efficacia nel trattamento del sanguinamento negli occhi.

    In caso di insufficiente effetto del trattamento conservativo dell'emorragia nell'occhio, viene utilizzata la rimozione microchirurgica delle parti danneggiate del corpo vitreo (vitrectomia).

    Possibili complicazioni e conseguenze

    L'emorragia nell'occhio può avere le seguenti complicazioni:

    • danno retinico tossico (emosiderosi);
    • perdita della vista parziale o totale.

    prospettiva

    La prognosi dell'emorragia nell'occhio è generalmente favorevole. Esiste una tendenza al riassorbimento spontaneo dell'ematoma nel corpo vitreo, anche se non trattato (circa l'1% al giorno).

    La prognosi peggiora con l'emorragia subtotale o totale nell'occhio, la presenza di ormeggio, i segni di distacco della retina, l'esperienza prolungata della malattia.

    Per Saperne Di Più I Vasi