Come trattare un ictus cerebrale e le sue conseguenze?

L'ictus è una malattia pericolosa, che è il più delle volte il risultato di ipertensione, aterosclerosi dei vasi cerebrali. La malattia è considerata una delle cause più documentate di morte nella vecchiaia. Ma si verifica anche nelle persone in età lavorativa, portando alla disabilità persistente del paziente. Il trattamento efficace dell'ictus può prolungare l'attività di una persona.

Esistono due tipi di ictus: ischemico ed emorragico. Sono di origine diversa, richiedono approcci diversi al trattamento. Con l'ischemia si verifica una graduale interruzione dell'afflusso di sangue in alcune parti del cervello. Si noti che c'è tempo per misure urgenti e assistenza medica. Con l'emorragia, l'intera clinica si sviluppa così all'improvviso che le possibilità di trattare un ictus sono fortemente limitate ogni minuto.

Fasi di trattamento

Lo standard di trattamento richiede la conformità coerente con tre fasi: assistenza di emergenza, ospedale, centro di riabilitazione o sanatorio. Considera le possibilità di ogni fase.

Cosa fare prima dell'arrivo di un'ambulanza?

Se sospetti un ictus a casa o per strada, dovresti provare a svolgere le seguenti attività:

  • metti il ​​paziente sulle spalle, muovi la testa di meno;
  • organizzare l'accesso all'aria (ventilatore, aprire la finestra, allentare una cravatta, svitare un colletto stretto, cintura);
  • in caso di vomito, girare la testa del paziente sul lato sinistro o destro, per evitare che il vomito penetri nei bronchi;
  • se possibile, metti un impacco freddo sulla testa, una borsa dell'acqua calda con ghiaccio;
  • se il paziente è cosciente e indica la sua ipertensione, allora si può dare una pillola sotto la lingua (di solito ipertesi sono portati in tasca), è ancora meglio misurare la pressione arteriosa in anticipo;
  • i cerotti di senape possono essere usati sui vitelli dei piedi come una procedura di distrazione a casa.

Azioni "First Aid"

Il medico del team di ambulanze valuta la gravità delle condizioni del paziente. Il suo compito principale è quello di consegnare il paziente all'ospedale con un'unità di terapia intensiva. Nel corso del trasporto, viene misurata la pressione sanguigna, vengono introdotti farmaci per correggere l'attività cardiaca e respiratoria.

I pazienti che si trovano a casa in stato di coma, così come in violazione della circolazione cerebrale negli stati terminali di varie malattie degli organi interni e dei tumori, non possono essere trasportati. Tali pazienti ricevono assistenza sintomatica e trasferiscono la chiamata alla clinica.

In ospedale

La terapia dell'ictus cerebrale nella fase di ricovero inizia con l'unità di terapia intensiva o terapia intensiva. Tutti gli ospedali hanno le unità appropriate, equipaggiate con attrezzature speciali e personale qualificato.

I pazienti devono essere esaminati da un neurologo, alcuni hanno bisogno di una consultazione con neurochirurgo. Il trattamento dell'ictus dipende dal tipo e dalla gravità della condizione.

Con ictus emorragico

La terapia dovrebbe risolvere i seguenti compiti:

  • rimuovere il gonfiore del tessuto cerebrale;
  • ridurre la pressione intracranica e arteriosa;
  • aumentare la coagulazione del sangue e la densità della parete vascolare.

La posizione del paziente a letto è assicurata da un letto funzionale: la testa deve essere sollevata, viene applicata una bottiglia di acqua calda con ghiaccio. Ai piedi - caldo più caldo. Per rilassare i muscoli sistemare la piega poplitea, se non è possibile, mettere un cuscino sotto le ginocchia.

Con una pressione sanguigna elevata, l'ipertensione viene trattata, iniettata per via endovenosa, magnesio solfato, dibazolo, farmaci più potenti - aminazina, pentamina.

Poiché la coagulazione del sangue è più spesso ridotta nell'ictus emorragico, vengono introdotti farmaci che attivano la trombosi vascolare. Assicurarsi che questo trattamento sia controllato da analisi del sangue su un coagulogramma. Il cloruro di calcio, il Vikasol e l'acido aminocaproico vengono considerati nei primi 2-3 giorni.

Dal terzo giorno, se ci sono segni pronunciati di aterosclerosi e emorragia subaracnoidea, gli enzimi proteolitici (Gordox o Contrycal) sono prescritti in combinazione con piccole dosi di eparina per prevenire l'emboliosi tromboembolismo.

Nei casi di grave edema cerebrale con sintomi meningei, viene effettuata un'attenta puntura spinale con la massima estrazione di CSF.

Con ictus ischemico

Il compito della terapia per l'ischemia cerebrale è:

  • migliorare l'apporto di sangue al tessuto;
  • la formazione di una maggiore resistenza alla carenza di ossigeno;
  • l'introduzione di farmaci che migliorano il metabolismo nelle cellule sopravvissute.

Al paziente viene data una posizione comoda a letto, ma la testata del letto non è sollevata in alto come con un ictus emorragico.

Il trattamento farmacologico in ospedale non è privo di mezzi, dilatando i vasi sanguigni. L'enfasi principale è sui collaterali (capillari ausiliari), le loro capacità di sostituzione. Per fare questo, utilizzare soluzione di gocciolamento endovenosa di Eufillin, No-shpy, Papaverina, acido nicotinico, Complamin.

Per migliorare la microcircolazione, viene utilizzato il metodo di emodiluizione: viene iniettata la reopoliglyukin, che migliora la circolazione sanguigna riducendo la coagulazione del sangue.

Controllo sull'introduzione del fluido. In ischemia, le soluzioni in eccesso possono aumentare il gonfiore dei tessuti. Nello stesso momento molto attentamente ha usato diuretici per ipertensione.

Gli anticoagulanti sono utilizzati contemporaneamente ai farmaci fibrinolitici. In terapia, c'è il termine "ora d'oro". Indica la massima efficacia dell'introduzione di farmaci che riducono la coagulazione del sangue, per prevedere la malattia. Sfortunatamente, la consegna in ospedale richiede tempo e la diagnostica in un'ambulanza non consente di vedere la differenza tra i due tipi di tratti. Pertanto, il tempo ottimale è perso.

Il primo giorno viene iniettata una soluzione di fibrinolisi con eparina.

Quindi in trattamento vengono utilizzati: eparina per via intramuscolare, in 3-5 giorni passano a fenilina, dikumarin.

Pentoxifylline è usato per i pazienti giovani e di mezza età per migliorare la densità del sangue. I pazienti più anziani sono prescritti Parmidina, Xantinolo nicotinato, Anaprilina è indicato per la tachicardia.

Per migliorare il tono dei vasi sanguigni utilizzati Cavinton, Cinnarizine.

È stato stabilito che la somministrazione simultanea di Kurantila con un ictus ischemico con Aspirina (Trombo, Cardiomagnile) aiuta a ridurre il rischio di ripetute violazioni della circolazione cerebrale.

Se un paziente è eccitato, vengono prescritti barbiturici.

Per migliorare il metabolismo e aumentare la resistenza delle cellule alla carenza di ossigeno, vengono utilizzati farmaci della classe dei metaboliti (Piracetam, Aminalon, Cerebrolysin).

Opportunità di chirurgia

I reparti neurochirurgici usano ampiamente il trattamento chirurgico dell'ictus.
Nell'ictus emorragico, questo tipo di trattamento non è indicato per tutti, ma solo per i pazienti giovani o di mezza età, nella diagnosi di ematomi laterali, emorragia nel cervelletto.

Per determinare le indicazioni per la chirurgia, il paziente è osservato:

  • mancanza di rimozione efficace di edema cerebrale;
  • manifestazione di sintomi di compressione dell'ematoma;
  • sospetta probabilità di emorragia ricorrente nel tronco cerebrale o nell'emisfero.

Il migliore è il termine di un'operazione urgente nel primo secondo giorno di un ictus.

L'ematoma viene svuotato aprendo la cavità o la puntura. Rimuovere contemporaneamente i coaguli di sangue. Quando viene rilevato un aneurisma cerebrale rotto, la nave viene ligata.

Nell'ictus ischemico, la chirurgia viene eseguita meno frequentemente. L'operazione è indicata per il restringimento diagnosticato delle arterie carotidi, vertebrali, succlavia che causano l'ischemia delle aree cerebrali.

Ciò è facilitato dall'arteriosclerosi pronunciata o dalle caratteristiche anatomiche dei vasi.

Cura del paziente

Prendersi cura di un paziente con un ictus determina il successo del trattamento non meno dei farmaci.

Se il paziente deglutisce in modo indipendente, dopo il primo giorno con l'uso di succhi, pasti ipocalorici liquidi prescritti. In stato di coma, si usa l'alimentazione attraverso un tubo.

La prevenzione della congestione dei polmoni e delle lesioni da decubito richiede una rotazione regolare del paziente da una parte all'altra in 2-3 ore. Sotto l'osso sacro mettere un cerchio di gomma, sotto i talloni di anelli stretti.

La cavità orale viene trattata con acido borico. In caso di incontinenza, viene inserito un catetere. Se il paziente ha stitichezza, vengono somministrati lassativi polmonari o vengono somministrati piccoli clisteri.

Periodo di riabilitazione

Il trattamento degli effetti dell'ictus inizia in ospedale. Massaggio degli arti è nominato dalla seconda settimana della malattia. Viene eseguito con movimenti cauti per prevenire contratture muscolari resistenti, ripristinare l'apporto di sangue nelle mani e nei piedi.

L'esercizio terapeutico dopo un ictus è mirato a ripristinare le funzioni motorie degli arti paralizzati. Il metodo è più adatto per il trattamento termale.

Per la riabilitazione viene attivamente utilizzata la kinesiterapia. Allo stesso tempo, si sviluppano piccoli movimenti, precedentemente familiari nelle mani, il paziente impara a mantenersi, le contrazioni muscolari spastiche vengono eliminate.

Gli esercizi di fisioterapia ripristinano la necessaria forza negli arti, sviluppano abilità sociali. Un buon effetto ha lo stiramento dei muscoli nell'acqua, nell'idromassaggio, nei bagni di ossigeno.

L'intensità dell'allenamento aumenta gradualmente.

Gli esperti dell'Organizzazione Mondiale della Sanità (OMS) ritengono che il 70% dei pazienti che hanno avuto un ictus debba tornare alla vita indipendente. Il trattamento riabilitativo deve essere effettuato nei primi tre anni dopo l'inizio della malattia. Questa volta non è perso per la riabilitazione. Per curare un infarto non è necessario perdere la speranza, sii paziente. I pazienti che sconfiggono la malattia possono giovare alla famiglia e alla società.

Ictus - quello che è, i primi segni, i sintomi negli adulti, le cause, le conseguenze, il trattamento e la prevenzione dell'ictus

Cos'è? Un ictus è una violazione acuta della circolazione cerebrale, che porta a danni cerebrali focali persistenti. Può essere ischemico o emorragico. La patologia è accompagnata dalla violazione acuta della circolazione cerebrale, della lesione vascolare e del sistema nervoso centrale. Quando il normale flusso sanguigno viene interrotto, la nutrizione delle cellule nervose del cervello peggiora, e questo è molto pericoloso, poiché l'organo funziona grazie alla costante fornitura di ossigeno e glucosio ad esso.

Diamo un'occhiata a quali segni sono caratteristici di un ictus, perché è importante aiutare una persona nei primi minuti dell'inizio dei sintomi, così come le possibili conseguenze di questa condizione.

Cos'è un ictus?

Quadro clinico

Cosa dicono i medici sull'ipertensione

Ho trattato l'ipertensione per molti anni. Secondo le statistiche, nell'89% dei casi l'ipertensione termina con un infarto o ictus e morte di una persona. Circa due terzi dei pazienti muoiono entro i primi 5 anni di malattia.

Il fatto successivo è che la pressione può essere abbattuta e necessaria, ma questo non cura la malattia stessa. L'unica medicina ufficialmente raccomandata dal Ministero della Salute per il trattamento dell'ipertensione e utilizzata dai cardiologi nel loro lavoro è il Giperium. Il farmaco influenza la causa della malattia, rendendo possibile eliminare completamente l'ipertensione. Inoltre, come parte del programma federale, ogni residente della Federazione Russa può ottenerlo gratuitamente.

Un ictus è una compromissione acuta della circolazione del sangue nel cervello che provoca danni e morte delle cellule nervose.

Durante la "finestra terapeutica" (condizionatamente chiamata le prime 3-6 ore dopo un ictus), gli effetti irreversibili dell'ischemia e della morte cellulare possono essere prevenuti con manipolazioni terapeutiche.

Gli ictus si riscontrano in individui in un'ampia fascia di età: da 20-25 anni a una grande età avanzata.

  • Costrizione o blocco dei vasi sanguigni nel cervello - ictus ischemico;
  • Emorragia nel cervello o nel suo guscio - ictus emorragico.

La frequenza è piuttosto alta, con l'età in modo significativo. La mortalità (mortalità) da ictus rimane molto alta. Il trattamento mira a ripristinare l'attività funzionale dei neuroni, riducendo l'influenza dei fattori causali e prevenendo il ripetersi di una catastrofe vascolare nel corpo. Dopo un ictus, è molto importante riabilitare una persona.

I segni della malattia devono essere conosciuti da ogni persona al fine di rispondere in tempo a una catastrofe cerebrale e chiamare un'equipaggio dell'ambulanza per se stessi o per i propri cari. Conoscere i sintomi sottostanti può salvare la vita di qualcuno.

Ci sono 2 tipi principali di ictus: ischemico ed emorragico. Hanno un meccanismo di sviluppo fondamentalmente diverso e hanno bisogno di approcci radicalmente diversi al trattamento. Ictus ischemico ed emorragico, rispettivamente, rappresentano l'80% e il 20% della popolazione totale.

Stai attento

Ipertensione (picchi di pressione): uccide un paziente in un sogno nell'89% dei casi!

Ci affrettiamo ad avvertirvi, la maggior parte dei farmaci per l'ipertensione e la normalizzazione della pressione: questo è un inganno completo dei professionisti del marketing che truffano il centinaia di percento di farmaci la cui efficacia è pari a zero.

La mafia della farmacia fa enormi soldi per ingannare i malati.

Ma cosa fare? Come essere trattati se c'è inganno ovunque? MD Belyaev Andrei Sergeevich ha condotto la sua indagine e ha trovato una via d'uscita da questa situazione. In questo articolo sull'influenza della farmacia, Andrei Sergeevich ha anche spiegato come evitare la morte a causa di un cuore malato e salti di pressione gratis! Leggi l'articolo sul sito ufficiale del Centro di salute e cardiologia della Federazione russa sul link.

Ictus ischemico

Il danno cerebrale ischemico si verifica in 8 casi su 10. La maggior parte delle persone anziane ne soffre, dopo 60 anni, più spesso - uomini. Il motivo principale è il blocco delle navi o il loro spasmo di lunga durata, che porta alla cessazione dell'afflusso di sangue e alla carenza di ossigeno. Questo porta alla morte delle cellule cerebrali.

Questo tipo di malattia può svilupparsi più spesso di notte o al mattino. Esiste anche una connessione con il precedente aumento emotivo (fattore di stress) o sforzo fisico, uso di alcol, perdita di sangue o la progressione di un processo infettivo o di una malattia somatica.

Ictus emorragico

Cos'è questo? Un ictus emorragico è il risultato di emorragia nella sostanza cerebrale dopo il danneggiamento delle pareti del vaso. La compromissione dell'attività funzionale e la morte dei neurociti in questo caso si verifica principalmente a causa della loro compressione da ematoma.

L'insorgenza di ictus emorragico è principalmente associata a malattia vascolare cerebrale diffusa o isolata, a causa della quale la parete vascolare perde la sua elasticità e diventa più sottile.

Spesso accompagnato da perdita di coscienza, più rapido sviluppo dei sintomi di ictus, disturbi neurologici sempre significativi. Ciò è dovuto al fatto che in questo caso la circolazione del sangue cerebrale è disturbata a causa della rottura della parete vascolare con l'effusione di sangue e la formazione di un ematoma o come conseguenza di immergere il sangue nel tessuto nervoso.

Storie dei nostri lettori

Ipertensione sconfitta a casa. È passato un mese da quando ho dimenticato i salti di pressione. Oh, quanto ho provato di tutto, niente ha aiutato. Quante volte sono andato in clinica, ma mi sono stati prescritti ripetuti farmaci inutili, e quando sono tornato i dottori hanno semplicemente fatto spallucce. Alla fine, ho affrontato la pressione, e tutto grazie a questo articolo. Chiunque abbia problemi di pressione - assicurati di leggere!

Leggi l'articolo completo >>>

Nel 5% dei casi di ictus, non è possibile capire il tipo e il meccanismo di sviluppo. Indipendentemente dal tipo di ictus, le sue conseguenze sono sempre le stesse: una disfunzione acuta e in rapido sviluppo dell'area del cervello dovuta alla morte di una parte delle sue cellule neurocitarie.

I primi segni di un ictus in un adulto

I segni di un ictus dovrebbero essere noti a tutte le persone, indipendentemente dalla disponibilità di educazione medica. Questi sintomi sono principalmente legati alla violazione dell'innervazione dei muscoli della testa e del corpo, quindi se sospetti un ictus, chiedi alla persona di compiere tre semplici azioni: sorridere, alzare le mani, dire una parola o una frase.

In una persona che ha improvvisamente sentito "nausea", i problemi vascolari possono essere suggeriti dai seguenti segni, che possono essere presi come i primi segni di un ictus:

  • Intorpidimento delle aree del corpo (viso, arti);
  • Mal di testa;
  • Perdita di controllo sull'ambiente;
  • Doppia visione e altri disturbi visivi;
  • Nausea, vomito, vertigini;
  • Disturbi motori e sensibili.

Succede che un ictus si verifica all'improvviso, ma più spesso si verifica sullo sfondo dei precursori. Ad esempio, nella metà dei casi, l'ictus ischemico è preceduto da attacchi ischemici transitori (TIA).

Se negli ultimi tre mesi una volta alla settimana o più spesso, si ripresentano almeno due dei seguenti sintomi, è necessario un immediato intervento medico:

  • Mal di testa che non ha una posizione specifica e deriva da stanchezza o disastri meteorologici.
  • Vertigine che appare a riposo e aggravata dal movimento.
  • La presenza di tinnito, sia permanente che transitoria.
  • "Dips" di memoria sugli eventi del periodo di tempo corrente.
  • Cambiamenti nell'intensità delle prestazioni e disturbi del sonno.

Questi sintomi dovrebbero essere considerati come precursori dello sviluppo di un ictus.

Come riconoscere un ictus?

Per riconoscere questa malattia, prestare attenzione ai seguenti punti:

  1. Dai uno sguardo più da vicino, chiedi se una persona ha bisogno di aiuto. Una persona può rifiutare perché lui stesso non capiva cosa gli stava succedendo. Il discorso di una persona con un colpo sarà difficile.
  2. Chiedi di sorridere, se gli angoli delle labbra si trovano su una linea diversa e il sorriso vede stranamente - questo è un sintomo di un ictus.
  3. Agita le mani con una persona, se si è verificato un ictus, allora la stretta di mano sarà debole. Puoi anche chiedere di alzare le mani. Una mano cadrà spontaneamente.

Nell'identificare i segni di un ictus in una persona, chiamare immediatamente un'ambulanza. Prima viene fornita l'assistenza qualificata, maggiore è la possibilità di eliminare le conseguenze di questa malattia.

cause di

I medici identificano due cause principali di ictus. Questo è il verificarsi di coaguli di sangue nel sistema circolatorio e la presenza di placche di colesterolo che possono bloccare le navi. Un attacco può accadere in una persona sana, ma questa probabilità è estremamente piccola.

La patologia si sviluppa come una complicazione della malattia cardiovascolare di base, così come sotto l'influenza di fattori avversi:

  • aterosclerosi dei vasi cerebrali;
  • tromboembolismo;
  • ipertensione (ipertensione arteriosa);
  • cardiopatia reumatica;
  • infarto miocardico;
  • chirurgia cardiaca;
  • stress costante;
  • tumori vascolari;
  • prendendo alcuni tipi di droghe;
  • l'alcolismo;
  • il fumo;
  • aneurisma dell'arteria cerebrale.

Lo sviluppo di una complicazione è possibile sullo sfondo del benessere generale, tuttavia, spesso la rottura dei meccanismi di compensazione si verifica nei casi in cui il carico sulle navi supera un certo livello critico. Tali situazioni possono essere associate alla vita di tutti i giorni, con la presenza di varie malattie, con circostanze esterne:

  • un brusco passaggio da una posizione prona a una posizione eretta (a volte è sufficiente spostarsi in una postura seduta);
  • cibo denso;
  • bagno caldo;
  • stagione calda;
  • aumento dello stress fisico e mentale;
  • aritmie cardiache;
  • una forte diminuzione della pressione del sangue (il più delle volte sotto l'azione di droghe).

Ma la causa più comune di ictus è considerata la pressione alta, 7 persone su 10 che hanno sofferto di emorragia sono persone con ipertensione (pressione superiore a 140 per 90), una violazione del cuore. Perfino l'innocua fibrillazione atriale causa coaguli di sangue, che portano a un alterato flusso sanguigno.

Sintomi di ictus

Le manifestazioni cliniche dell'ictus dipendono dal tipo, dalla posizione e dalla dimensione della lesione.

Sintomi di ictus negli adulti:

  • I segni di un ictus in arrivo iniziano con mal di testa e vertigini, che non sono spiegati da altre cause. Possibile perdita di conoscenza.
  • La perdita della capacità di esprimere chiaramente i propri pensieri in parole è uno dei sintomi caratteristici. Una persona non può dire nulla di preciso o addirittura ripetere una frase semplice.
  • Il paziente può iniziare a vomitare, oltre che a una commozione cerebrale.
  • Rumore in testa.
  • Appare l'oblio, la persona non sa o non ricorda dove stava andando, perché ha bisogno degli oggetti che tiene nelle sue mani. Esternamente, questo si manifesta per distrazione e confusione.
  • Visivamente, i sintomi dei disturbi circolatori nel cervello sono visibili sul viso di una persona. Il paziente non può sorridere, la faccia distorta, forse non può chiudere la palpebra.

Ci sono sette sintomi principali prima di un ictus, che indicano accuratamente la malattia:

  • Viso ironico (sorriso asimmetrico, occhio smussato).
  • Discorso incoerente
  • Sonnolenza (apatia).
  • Dolori acuti focali nella testa e nel viso.
  • Visione offuscata
  • Paralisi degli arti.
  • Disturbo di coordinazione

I segni di un ictus imminente possono essere molto diversi, quindi dovresti essere estremamente attento a quali sintomi si presentano prima di un ictus nell'uomo.

  • perdita improvvisa di coscienza
  • convulsioni generalizzate
  • insufficienza respiratoria con sintomi focali e disturbi neurologici in futuro (compromissione della parola, sensibilità, coordinazione del movimento, crisi epilettiche).

Inoltre, durante un attacco ischemico nell'uomo, il riflesso della deglutizione e della parola può deteriorarsi. Pertanto, il paziente può iniziare a balbettare, non chiaramente parlando.

A causa della sconfitta della colonna spinale (vertebrale), il paziente può sviluppare una mancanza di coordinazione, quindi non sarà in grado di muoversi indipendentemente o addirittura sedersi.

  • Perdita di coscienza al momento del salto della pressione sanguigna (sullo sfondo di una crisi, carico - emotivo o fisico)
  • Sintomi vegetativi (sudorazione, febbre, rossore al viso, meno spesso - pelle pallida);
  • Respiro affannoso e battito cardiaco;
  • Forse lo sviluppo di un coma.

Vale la pena considerare che se ci sono segni di un ictus, allora il tempo dei cambiamenti irreversibili nel cervello ha già iniziato il suo conto alla rovescia. Quelle 3-6 ore, che sono per effettuare il ripristino della circolazione sanguigna alterata e la lotta per ridurre l'area interessata, stanno diminuendo di minuto in minuto.

Se i sintomi di un ictus scompaiono completamente nel periodo fino a 24 ore dopo l'insorgenza delle sue manifestazioni cliniche, allora non si tratta di un ictus, ma di una violazione transitoria della circolazione cerebrale (attacco ischemico transitorio o crisi cerebrale ipertensiva).

Pronto soccorso

In un ictus, l'emorragia cerebrale richiede una risposta immediata al suo verificarsi, quindi, dopo l'insorgenza dei primi sintomi, devono essere prese le seguenti misure:

  1. Posare il paziente in modo che la sua testa sia sollevata di circa 30 °.
  2. Se il paziente è incosciente e si trova sul pavimento, spostarlo in una posizione più comoda.
  3. Se il paziente ha i prerequisiti per il vomito, girare la testa su un fianco in modo che il vomito non penetri nel sistema respiratorio.
  4. È necessario capire come il polso e la pressione sanguigna cambiano in una persona malata. Se possibile, è necessario controllare questi indicatori e ricordarli.
  5. Quando arriva il team dell'ambulanza, i medici devono indicare come sono iniziati i problemi, come ha cominciato a sentirsi male e sembra malato e che tipo di pillole ha assunto.

Insieme alle raccomandazioni per il primo soccorso nell'ictus, dovresti ricordare ciò che non puoi assolutamente fare:

  • spostare la persona o spostarlo a letto (è meglio lasciarlo dove si è verificato l'attacco);
  • usare l'ammoniaca per portare il paziente alla coscienza;
  • forza per tenere le membra in caso di convulsioni;
  • somministrare al paziente farmaci in pillole o capsule che possono rimanere bloccati nelle vie aeree (specialmente se ha una disregolazione della deglutizione).

effetti

I problemi più caratteristici che si presentano dopo un ictus includono i seguenti:

  • Indebolimento o paralisi degli arti. La paralisi più spesso manifestata di una metà del corpo. L'immobilizzazione può essere completa o parziale.
  • Muscoli della spasticità L'arto viene tenuto in una posizione, le articolazioni possono gradualmente atrofizzarsi.
  • Problemi dell'apparato della parola: incoerenza e incoerenza della parola.
  • Disfagia - una violazione delle funzioni di deglutizione.
  • Danno visivo: perdita parziale della vista, biforcazione, riduzione del campo di copertura.
  • Disfunzione dell'intestino e della vescica: incontinenza urinaria o, al contrario, incapacità di espellerla.
  • Patologie mentali: depressione, paura, eccessiva emotività.
  • Epilessia.
  • disturbi del linguaggio;
  • l'impossibilità di una soluzione logica del compito;
  • incapacità di analizzare la situazione;
  • incapacità di muovere il braccio e / o la gamba destra;
  • cambiamento di sensibilità dallo stesso lato (a destra) - intorpidimento, parestesie;
  • umore depresso e altri cambiamenti mentali.
  • scarsa memoria, mentre la parola, di regola, rimane normale;
  • paresi e paralisi sul lato sinistro del corpo;
  • povertà emotiva;
  • comparsa di fantasie patologiche, ecc.

Segni di coma

Coma dopo un attacco di ictus si sviluppa abbastanza rapidamente, acutamente e ha i seguenti sintomi:

  • L'uomo improvvisamente svenne
  • La sua faccia diventò rosso porpora.
  • Respirazione divenne forte sibilo
  • L'impulso divenne teso, la pressione sanguigna aumentò
  • I bulbi oculari si sono allontanati
  • Gli alunni si restringono o diventano irregolari
  • La reazione delle pupille alla luce divenne letargica
  • Diminuzione del tono muscolare
  • Si verificano disturbi degli organi pelvici (incontinenza urinaria)

Quanti anni vivono dopo un ictus?

Questa domanda non ha una risposta definita. La morte può verificarsi immediatamente dopo un ictus. Tuttavia, è possibile e lunga, relativamente piena vita per decenni.

Nel frattempo, è stato stabilito che la mortalità dopo gli ictus è:

  • Durante il primo mese - 35%;
  • Durante il primo anno - circa il 50%.

La prognosi dell'ictus dipende da molti fattori, tra cui:

  • Età del paziente;
  • Stato di salute prima dell'ictus;
  • La qualità della vita prima e dopo un ictus;
  • Rispetto del periodo di riabilitazione;
  • Completezza delle cause dell'ictus;
  • La presenza di malattie croniche concomitanti;
  • La presenza di fattori di stress.

diagnostica

Le misure diagnostiche includono:

  • Ispezione. Test SPD. Spiega le prime tre azioni che il paziente deve eseguire: sorridi, parla e cerca di alzare la mano.
  • Valutazione delle condizioni generali del paziente da parte del medico.
  • Viene prescritto un esame accurato e operativo del paziente, una terapia di risonanza magnetica o tomografia computerizzata.
  • La puntura lombare distinguerà l'emorragia cerebrale da altre patologie del cervello.
  • L'imaging a risonanza magnetica e computazionale viene utilizzato per rilevare il fatto di un ictus, per chiarirne la natura (ischemica o emorragica), l'area interessata, nonché per escludere altre malattie con sintomi simili.

Trattamento e riabilitazione dopo un ictus

I termini ottimali di ospedalizzazione e inizio della terapia sono le prime 3 ore dal debutto delle manifestazioni cliniche. Il trattamento nel periodo acuto viene effettuato nei reparti di terapia intensiva di reparti neurologici specializzati, quindi il paziente viene trasferito all'unità di riabilitazione precoce. Prima di stabilire il tipo di ictus, la terapia di base indifferenziata viene eseguita, dopo aver effettuato una diagnosi accurata - un trattamento specialistico, e quindi una riabilitazione a lungo termine.

Il trattamento dopo un ictus include:

  • condurre un corso di terapia vascolare,
  • uso di farmaci che migliorano il metabolismo cerebrale,
  • ossigenoterapia
  • trattamento riabilitativo o riabilitativo (fisioterapia, fisioterapia, massaggio).

In caso di ictus, chiamare immediatamente un'ambulanza! Se non fornisci assistenza immediata, questo porterà alla morte del paziente!

Per prevenire complicazioni, la terapia viene effettuata utilizzando i seguenti farmaci:

  • i cerebroprotettori ripristinano la struttura delle cellule cerebrali danneggiate;
  • farmaci per il diradamento del sangue (indicato solo per l'ictus ischemico);
  • emostatici o agenti emostatici (usati con un tratto chiaramente definito di origine emorragica);
  • antiossidanti, preparati vitaminici e farmaci che migliorano il metabolismo e la circolazione sanguigna nei tessuti.

Attività di riabilitazione

  • sono effettuati fin dall'inizio dell'ictus e continuano con la conservazione di un deficit neurologico per tutta la vita con la partecipazione del paziente, del team di operatori sanitari e dei parenti;
  • corretta cura del corpo del paziente, uso di dispositivi speciali;
  • esercizi di respirazione (per la prevenzione della polmonite);
  • la prima attivazione possibile del regime motorio del paziente, che va da una seduta breve in un letto a una vera e propria terapia fisica;
  • l'uso di vari metodi fisioterapici e di altro tipo: procedure elettriche, massaggi, agopuntura, esercizi con un logopedista.

Rimedi popolari per ripristinare il corpo dopo un ictus

Prima di usare rimedi popolari, assicurati di consultare il tuo medico, perché possibili controindicazioni

  1. Cinorrodo alla cannella I frutti e le radici della pianta sono utilizzati per preparare il decotto, che viene introdotto nel bagno generale nel trattamento della paralisi e paresi. Il corso fa 25 procedure, il brodo viene versato in acqua con una temperatura di 37-38 ° C.
  2. Bagno con la salvia dopo aver subito un ictus. 3 tazze di erba salvia versare 2 litri di acqua bollente. Lasciare riposare per 1 ora, filtrare e versare in bagno con acqua tiepida. Fai questi bagni ogni altro giorno.
  3. Un tale decotto è molto utile: un cucchiaino di radici di peonia secche tritate deve essere riempito con un bicchiere di acqua bollente. Dopo di ciò, insistere per un'ora e sforzo. Usa un cucchiaio di brodo 5 volte al giorno.
  4. Olio di alloro Preparare questo strumento come segue: 30 g di alloro devono essere versati con un bicchiere di olio vegetale. Insistere 2 mesi, con il barattolo ogni giorno è necessario agitare. L'olio deve essere scaricato e poi bollito. Si consiglia di mescolare la miscela in punti paralizzati.

prevenzione

L'ictus è una di quelle malattie che sono più facili da prevenire che curare. La prevenzione dell'ictus consiste in:

  1. Può essere prevenuto con l'aiuto di un'organizzazione razionale del lavoro e dei regimi di riposo, una corretta alimentazione, regolazione del sonno, un normale clima psicologico, restrizione del sale di sodio nella dieta, trattamento tempestivo delle malattie cardiovascolari: cardiopatia ischemica, ipertensione.
  2. Il modo migliore per evitare un ictus è prevenire l'aterosclerosi e altre malattie cardiovascolari. È importante controllare la pressione sanguigna e controllare il diabete.
  3. Se necessario, prendi farmaci che migliorano la microcircolazione dei vasi cerebrali, ed è anche possibile assumere farmaci che prevengano la mancanza di ossigeno (ipossia) del cervello come prescritto da un medico.

Trarre conclusioni

Attacchi di cuore e ictus rappresentano quasi il 70% di tutti i decessi nel mondo. Sette persone su dieci muoiono a causa del blocco delle arterie del cuore o del cervello.

Particolarmente spaventoso è il fatto che molte persone non sospettano nemmeno di avere ipertensione. E a loro manca l'opportunità di aggiustare qualcosa, semplicemente condannandosi a morte.

  • mal di testa
  • cardiopalmus
  • Punti neri prima degli occhi (mosche)
  • Apatia, irritabilità, sonnolenza
  • Visione sfocata
  • sudorazione
  • Stanchezza cronica
  • Gonfiore del viso
  • Intorpidimento e brividi
  • Salti di pressione
Anche uno di questi sintomi dovrebbe farti meravigliare. E se ce ne sono due, allora non esitare: hai l'ipertensione.

Come trattare l'ipertensione, quando c'è un gran numero di farmaci che costano un sacco di soldi?

La maggior parte delle droghe non farà nulla di buono, e alcuni potrebbero persino ferire! Al momento, l'unica medicina ufficialmente raccomandata dal Ministero della Salute per il trattamento dell'ipertensione è il Giperium.

Prima dell'Istituto di Cardiologia, insieme al Ministero della Salute, stanno conducendo un programma "no ipertensione". Come parte del quale il farmaco Giperium è disponibile gratuitamente per tutti i residenti della città e della regione!

Ictus cerebrale

Segni e sintomi di ictus cerebrale. Ictus ischemico ed emorragico

Immagine da lori.ru

Iniziare una conversazione sull'ictus e sulle sue varietà ha senso, dando la definizione di questa terribile malattia. Un ictus è una mancanza improvvisa di circolazione del sangue in una particolare area del cervello. Di norma, porta a un netto deterioramento del lavoro del cervello e lascia un lungo effetto inestirpabile e visivamente evidente agli altri.

L'ictus cerebrale si riferisce alla categoria dei disturbi circolatori acuti nel cervello. In questo caso, l'ostruzione del flusso sanguigno può verificarsi a causa di due motivi principali.

Il primo è il blocco di uno dei vasi sanguigni, che è responsabile della normale nutrizione del cervello. Questo è il cosiddetto. ictus ischemico, che è caratterizzato dal fatto che il cervello sta vivendo una mancanza acuta di ossigeno, così come i nutrienti. Ictus cerebrale ischemico, secondo le statistiche, si verifica nell'80% dei 100 casi.

Il secondo tipo di ictus è il cosiddetto. ictus emorragico. La causa di questo ictus è una rottura del vaso cerebrale e dell'emorragia (cioè un'emorragia) nel cervello. Come risultato della manifestazione di questo tipo di ictus, si forma un ematoma nel cervello. L'ictus emorragico, secondo le statistiche, si verifica in uno dei cinque casi, è molto più grave dell'ictus ischemico e molte volte più spesso porta alla morte o grave disabilità di una persona.

L'ictus ischemico e l'ictus emorragico hanno le loro variazioni. Tuttavia, un importante punto pratico nel determinare l'ictus e il suo ulteriore trattamento non sono solo in tempo determinate cause di un ictus, ma non meno rapidamente identificati i sintomi di un ictus.

A livello quotidiano, si ritiene che l'ictus cerebrale (sia emorragico che ischemico) si manifesti esclusivamente con la paralisi, ma non è così. Ahimè, ma i sintomi di un ictus sono molto più diversi di quanto il dilettante pensi. La conoscenza da parte delle persone di questi sintomi, identificandoli nella fase iniziale e fornendo immediatamente assistenza medica, può non solo salvare la vita di una persona, ma anche consentire loro di iniziare immediatamente il trattamento, evitando così pericolose complicazioni in futuro. Non c'è dubbio che tutti debbano conoscere i sintomi principali di un ictus cerebrale. Dopotutto, questo ti permette di proteggere non solo i tuoi cari affetti da un ictus, ma anche te stesso, molto prima che la manifestazione dei segni della malattia diventi irreversibile.

Tornando a scuola, studiando la struttura del cervello e le sue funzioni principali, abbiamo imparato che per eseguire varie funzioni, come movimento, coordinazione, visione, discorso, udito, ecc. diverse parti del cervello rispondono. La posizione e l'estensione della messa a fuoco patologica influenzano direttamente il quadro clinico dell'ictus.

Carotide e vertebrobasilare - due vasche vascolari principali - forniscono l'afflusso di sangue al cervello. Sconfitta carotide piscina vascolare porta a piede gravi, problemi di coordinazione, debolezza, intorpidimento degli arti e parte del corpo da un lato, grave disturbi del linguaggio (il cosiddetto "wrap una lingua"), la riduzione dell'angolo della bocca con il lato del corpo in cui l'osservato intorpidimento.

Quando la lesione si trova nel bacino vascolare basilare. poi la persona che è stata colpita da un ictus è disturbata da vertigini, nausea, vomito, i suoi movimenti sono instabili (come si dice, "barcolla"). Inoltre, tra i sintomi di ictus dovrebbero essere notate difficoltà con la deglutizione, visione doppia, movimenti oculari disturbati, ecc.

I segni di un ictus possono anche essere sospettati da persone abbastanza sane che avvertono improvvise vertigini o instabilità. A questo proposito, in particolare le persone di un piano sospetto che sanno quali sono i sintomi, stanno cominciando a sospettare un ictus cerebrale. Nel frattempo, non ci sono pericoli per la vita, e il problema è molto probabilmente legato a disturbi temporanei dell'apparato vestibolare. In questo caso, i segni di un tratto sono interpretati in modo errato. Tuttavia, se le vertigini sono accompagnate dalla manifestazione di altri segni di ictus, ovviamente, dovresti consultare un medico.

Tra le varie opzioni per il tratto emettono i cosiddetti. ictus minore, le cui manifestazioni scompaiono entro tre settimane. È necessario separare il cosiddetto dal tratto. attacco ischemico transitorio (abbreviazione - TIA), che porta a vari disturbi neurologici che si verificano durante il giorno. Tuttavia, con TIA è necessario "tenere le orecchie aperte". È bene che il difetto resistente non si sia formato e la morte del cervello non si sia verificata. Tuttavia, TIA è spesso un presagio di conseguenze più gravi e porta con sé segni di ictus in futuro. Capendo questo, una persona che ha sperimentato un TIA deve chiarire tutte le possibili conseguenze di questa malattia a breve termine con il suo medico.

Tutto su ictus ischemico

L'ictus ischemico è un complesso patologico di sintomi che si sviluppa a seguito di una riduzione critica dell'afflusso di sangue al cervello. Questo porta al fatto che i processi metabolici nel tessuto nervoso sono bruscamente disturbati. La fame di energia dei neuroni è la base della loro morte, con tutte le conseguenze che ne conseguono. Questa malattia ha un tale background.

La prevalenza del colpo varia da 1 a 4 casi per 1000 persone. Questo tipo di ictus si sviluppa più spesso e costituisce circa il 70-80% di tutti i casi di accidente cerebrovascolare acuto con sintomi focali persistenti. Molto spesso, gli ictus si trovano nelle persone anziane. Un ictus ischemico ripetuto è particolarmente pericoloso.

Fattori causali

È accettato allocare l'intero gruppo di fattori causali a seguito del quale si sviluppa l'ictus ischemico. Tuttavia, l'aterosclerosi cerebrale e l'embolia cardiogenica (la formazione di emboli nel sistema cardiovascolare), cioè l'ictus aterotrombotico o l'ictus cardioembolico, sono le cause più comuni di questo processo patologico.

In alcuni casi, i cambiamenti ischemici possono portare a infarto cerebrale (morte neuronale), ma non ci sono manifestazioni cliniche. In questo caso, non stiamo parlando di un ictus, è il cosiddetto infarto immaginario del cervello. Pertanto, l'ictus ischemico è chiamato una sindrome clinica, che si basa su infarto cerebrale, che ha varie manifestazioni. Ciò include anche un ictus minore, cioè un infarto cerebrale con manifestazioni cliniche minime.

Sulla base dei meccanismi di sviluppo del processo patologico nel cervello nell'ictus ischemico, i fattori causali socialmente significativi sono considerati:

  • l'obesità;
  • diabete mellito;
  • aterosclerosi;
  • età;
  • fumare e altri

Tutti loro portano a compromissione del microcircolo a causa del blocco dei vasi di alimentazione, nonché alla violazione del flusso sanguigno. La lesione può verificarsi sia a livello del midollo spinale che del cervello. Così si sviluppa l'ictus ischemico.

Cosa succede nel cervello durante lo sviluppo delle lesioni ischemiche

La conoscenza dei processi in atto ci consente di comprendere l'essenza del trattamento effettuato e gli errori che possono verificarsi in questo momento. In connessione con la mancanza di efficacia del trattamento, è possibile riconsiderare la terapia, tenendo conto dei fattori patogenetici del danno al midollo spinale e al cervello.

Quando il livello di perfusione arteriosa del cervello o del midollo spinale viene ridotto, appare una zona di danno ischemico. All'inizio si forma la penombra, cioè un centro di penombra ischemica appare intorno all'area della morte delle cellule nervose. Se la nutrizione del cervello viene ripristinata nella piscina colpita, questo tessuto viene ripristinato. Se ciò non accade, allora questo segmento di neuroni muore. Tutti questi cambiamenti avvengono entro 3-6 ore, quindi questa lacuna si chiama stadio della finestra terapeutica. Ciò è dovuto al fatto che esiste una reale possibilità di minimizzare le conseguenze dell'attacco ischemico, cioè la violazione del funzionamento delle navi. Pertanto, la domanda su quanto tempo è in magazzino non è più rilevante.

A causa dell'attivazione della via di ossidazione del glucosio anaerobico per coprire il fabbisogno energetico del tessuto cerebrale, vengono rilasciati alcuni neurotrasmettitori. Questo porta allo sviluppo di edema ischemico. Il suo pericolo sta nel fatto che può portare il cervello a penetrare nel grande forame occipitale con funzioni vitali compromesse. Allo stesso modo, può verificarsi la penetrazione del midollo spinale nel forame intervertebrale. La malattia in questo caso diventa fatale.

Tuttavia, anche se la normale circolazione sanguigna viene ripristinata nel tessuto cerebrale, c'è un certo rischio. Si trova nel fatto che lo sviluppo di emorragie diapedemiche è possibile sullo sfondo di una maggiore permeabilità vascolare, che causa cambiamenti emorragici secondari. Di conseguenza, la clinica emorragica si sovrappone all'ictus ischemico. La malattia diventa estremamente grave, quindi non è noto quanto tempo durerà.

Un risultato favorevole di un ictus è considerato la formazione di tessuto gliale nel sito del processo patologico. Questo è possibile solo dopo che il tessuto necrotico si risolve (lisi).

Tipi di ictus ischemico

Per determinare le ulteriori tattiche del paziente è consuetudine allocare diversi tipi di ictus ischemico. La classificazione è basata su varie caratteristiche.

A seconda della completezza dei cambiamenti patologici che si verificano, ci sono due tipi principali di ictus del midollo spinale e del cervello:

  • ictus progressivo (i sintomi clinici aumentano nel tempo, quindi di solito l'ictus lacunare);
  • regressivo (i sintomi di un incidente cerebrovascolare acuto si fermano allo stesso livello, o si osserva anche la loro riduzione).

Esiste una classificazione importante che tiene conto della causa e del meccanismo dello sviluppo dell'ictus ischemico. La sua importanza sta nel fatto che puoi prendere in considerazione la causa principale nel processo di trattamento. Secondo questa classificazione, si distinguono i seguenti tipi di malattia:

  • aterotrombotico - si sviluppa come risultato della formazione di coaguli di sangue nel sito di una placca aterosclerotica;
  • cardioembolico - una fonte di formazione di emboli, che entra nel cervello, sono le cavità del cuore o delle sue valvole;
  • emodinamica - si sviluppa quando c'è una pronunciata vasocostrizione, per esempio, di natura aterosclerotica o compressione a livello delle vertebre cervicali;
  • reologico: questo ictus si sviluppa nei casi in cui la coagulazione del sangue aumenta notevolmente, il che ha un effetto negativo sul flusso sanguigno;
  • lacunare - è un tipo speciale di ictus aterotrombotico che si verifica a seguito del blocco di piccole arterie cerebrali. Questo lascia un'impronta sul quadro clinico, quindi è diviso in un gruppo separato.

A seconda del livello della lesione vascolare, è necessario distinguere due gruppi principali di ictus ischemico. Questo è un colpo nel bacino carotideo e nel vertebro-basiliare. Ognuna di queste specie ha le sue varietà, che sono determinate dalla posizione dell'arteria interessata. Quindi, un colpo è isolato nel bacino dell'arteria cerebrale media, nell'arteria vertebrale (vertebroinsult), nel bacino basilare, ecc.

Secondo l'ICD (International Classification of Diseases), vengono identificate diverse altre forme di danno cerebrale. Sono convenienti per condurre rapporti statistici. Nella pratica clinica, il loro uso è irto di certe difficoltà, ma è necessario, perché altrimenti non sarà possibile contare alcun caso.

Manifestazioni cliniche di incidente cerebrovascolare ischemico acuto

I sintomi di ictus ischemico sono determinati da quale dei pool vascolari è interessato, cioè, quale dei vasi ha sofferto di più. C'è una perdita persistente di quelle funzioni che sono regolate da questo dipartimento del sistema nervoso. È importante parlare di ictus solo se i sintomi focali esistono per più di 24 ore. Altrimenti, stiamo parlando di un attacco ischemico transitorio, che rappresenta anche un pericolo, ma meno di un ictus.

Le principali caratteristiche cliniche dell'ictus ischemico sono considerate le seguenti:

  • paresi (diminuzione dell'attività motoria) o paralisi (completa perdita di attività motoria) sul lato opposto alla lesione. Ciò è dovuto all'incrocio delle vie nervose a livello del sistema nervoso centrale;
  • cecità, che appare improvvisamente e colpisce, di regola, un occhio;
  • il linguaggio normale è disturbato, specialmente se un infarto cerebrale colpisce i centri motori del linguaggio;
  • si sviluppano vari disturbi sensoriali che portano alle corrispondenti manifestazioni cliniche (questo si verifica se un infarto cerebrale colpisce le divisioni spinali);
  • ci possono essere manifestazioni nella sfera psico-emotiva (aggressività, agitazione, stato di euforia, ecc.), specialmente se l'ictus è piccolo;
  • vertigini e mal di testa e molti altri sintomi cerebrali.

L'ictus lacunare è un tipo speciale di danno cerebrale che richiede una considerazione più dettagliata. Di solito la ragione del suo sviluppo risiede nell'elevato livello di pressione sanguigna. Quelle arterie che sono già danneggiate da ialina o altre sostanze sono coinvolte nel processo patologico. Di conseguenza, questo porta a un restringimento significativo dei vasi sanguigni con una forte violazione del rifornimento di sangue arterioso al tessuto nervoso. Il danno ischemico di solito si sviluppa nella regione del nucleo sottocorticale o della capsula interna. In alcuni casi, l'ictus lacunare può ripetersi spesso. In questo caso, è necessario escludere una malattia ereditaria - arteriopatia cerebrale autosomica dominante con infarto sottocorticale e leucoencefalopatia.

Diagnosi del danno cerebrale ischemico

La diagnosi di ictus ischemico può essere impostata in presenza di due condizioni, la cui osservanza dovrebbe essere obbligatoria. Questi includono:

  • la presenza di sintomi neurologici focali, che persiste per 24 ore o più (potrebbero esserci eccezioni a questa condizione);
  • visualizzazione del focus patologico nel tessuto nervoso (questo è un prerequisito). Per questo, vengono utilizzati vari metodi di ricerca aggiuntivi, ma il più delle volte ricorrono alla tomografia computerizzata.

Oltre a questo tipo di diagnosi, altri possono essere utilizzati. Questi includono:

  • lo studio della composizione cellulare e biochimica del fluido spinale (si ottiene durante la puntura spinale);
  • imaging a risonanza magnetica;
  • studio di vasi cerebrali con ultrasuoni e Doppler;
  • Esame radiologico - angiografia cerebrale (studio delle navi con l'uso del contrasto);
  • studio di laboratorio sull'attività del sistema di coagulazione del sangue, necessario per la corretta selezione della dose di un farmaco anticoagulante.

Trattamento di un accidente cerebrovascolare acuto

Il trattamento dell'ictus ischemico dovrebbe essere tempestivo, ma con il conto obbligatorio del tempo trascorso dalla sconfitta del cervello o del midollo spinale, nonché tenendo conto del tipo patogenetico di ictus. Il trattamento implica l'adesione ai seguenti principi:

  1. terapia di base, che mira a mantenere le funzioni vitali del corpo:
    • ripristino della funzione respiratoria;
    • normalizzazione della pressione sanguigna;
    • prevenire lo sviluppo di edema cerebrale;
    • crampi da combattimento, ecc.
  2. terapia trombolitica, se non sono trascorse più di 3-6 ore dall'insorgenza dei sintomi clinici;
  3. terapia antipiastrinica (l'aspirina è più spesso usata) - questo di solito è lo standard di trattamento se si sviluppa un ictus cardioembolico;
  4. terapia anticoagulante, che deve essere effettuata tenendo conto delle prestazioni del sistema emostatico (sistema di coagulazione).

L'uso di questi farmaci nella terapia complessa ti consente di raggiungere i tuoi obiettivi. La malattia si allontana. Questi principi sono i seguenti:

  • normalizzazione del funzionamento degli organi vitali;
  • minimizzare gli effetti negativi di un ictus (è un difetto neurologico);
  • prevenzione dello sviluppo di complicanze, sia neurologiche che somatiche, ad esempio, associate a una prolungata limitazione dell'attività motoria.

È molto importante prestare molta attenzione alle attività di riabilitazione. Consentono il recupero ottimale delle funzioni di base del corpo umano dopo una lunga malattia, al fine di riportarlo alla vita normale. A tal fine, nominata fisioterapia, massaggio, terapia fisioterapica e terapia occupazionale. Quante persone vivono dopo un ictus dipendono esclusivamente dalle loro capacità individuali e dalla correttezza del trattamento.

In conclusione, si dovrebbe notare che l'ictus ischemico come la forma più comune di disturbi acuti persistenti della circolazione cerebrale può portare a varie conseguenze negative. Possono includere l'inizio della morte. A questo proposito, è molto importante condurre cure mediche tempestive per tali pazienti. Non si dovrebbe perdere un solo minuto, in quanto ciò ridurrà l'area interessata del tessuto cerebrale. Dovrebbe essere ricordato sullo stadio della finestra terapeutica, quando esiste una reale possibilità di ridurre la zona di danno. Il trattamento dovrebbe essere sia di base, che è mirato a mantenere le funzioni vitali del corpo, e specifico, che tiene conto di tutte le caratteristiche dello sviluppo del processo patologico. Solo in questo caso, l'infarto cerebrale può essere curato.

insulto

L'improvvisa mancanza di afflusso di sangue in una specifica area del cervello, che porta a malfunzionamenti locali del cervello e lascia un difetto persistente, è chiamata violazione acuta della circolazione cerebrale, o ictus. Cioè, con questa malattia implica l'ostruzione del flusso sanguigno attraverso i vasi del cervello. Le ragioni di questa difficoltà possono essere diverse:

Innanzitutto, il blocco di una delle navi che alimenta il cervello. Come risultato di questo blocco, appare ischemia - carenza di ossigeno e mancanza di nutrienti - questo tipo di ictus è chiamato ischemico. Le statistiche mostrano che l'ictus ischemico si verifica in 8 casi su 10;

In secondo luogo, la rottura di un vaso cerebrale, che provoca emorragia (emorragia) nel cervello e formazione di ematoma. Questo tipo di ictus ha ricevuto il nome appropriato - emorragico. Secondo le statistiche, su 10 casi di ictus 2 ricadono su emorragico.

Dovrebbe essere noto che l'ictus emorragico differisce dal periodo ischemico più grave del decorso e, in generale, rappresenta un grande pericolo.

Cause di ictus

Un ictus non è una malattia indipendente, si presenta come una complicazione dopo le malattie del cuore, dei vasi sanguigni e dei vasi sanguigni. Danni alla parete del vaso e restringimento del lume delle arterie possono essere causati da vari motivi: ipertensione, depositi di colesterolo (placche aterosclerotiche), esposizione a nicotina, glicemia alta. Tutti i suddetti fattori aumentano il rischio di coaguli di sangue, cioè possono portare al blocco della nave. Inoltre, il blocco dei vasi sanguigni può causare funzioni cardiache anormali (ad esempio, nella fibrillazione atriale): i coaguli di sangue compaiono nelle cavità cardiache e vengono indirizzati dal flusso sanguigno al cervello.

Un altro motivo per il blocco dei vasi sanguigni è l'aumento della viscosità del sangue, che può essere associato a disturbi emorragici congeniti, e si sviluppa durante l'assunzione di alcuni farmaci.

Tra le cause più comuni di ictus emorragico, è possibile distinguere una rottura di un'arteria allargata (il cosiddetto aneurisma è un'anomalia congenita del vaso) o una rottura dell'arteria a seguito di una maggiore pressione arteriosa. Quando le cellule cerebrali muoiono in una certa parte del cervello, vi è una violazione o completa perdita di funzioni eseguite da questa parte del cervello. Poiché un ictus di solito si verifica in una metà del cervello, le funzioni compromesse si verificano sull'altra metà del corpo umano (questo perché i percorsi nervosi dal cervello al corpo umano sono incrociati). Cioè, se si verifica una lesione della metà sinistra del cervello, si osserverà una diminuzione della sensibilità nella metà destra del corpo. Inoltre, va ricordato che la metà sinistra del cervello è responsabile del linguaggio e delle funzioni mentali di una persona, quindi un ictus che colpisce la parte sinistra può portare a una grave violazione sia del discorso del paziente (fino alla sua completa assenza) sia della sua comprensione del discorso degli altri.

Rischio di ictus

Il rischio di ictus è notevolmente aumentato con i seguenti fattori:

età oltre 50 anni

ipertensione arteriosa (manifestata nel fatto che la pressione sanguigna sale periodicamente al livello di 160/90 mm Hg. Art.)

diabete mellito (glicemia alta incontrollata)

aterosclerosi (deposizione di colesterolo sulle pareti dei vasi sanguigni)

la presenza di ictus in parenti stretti

prendendo contraccettivi orali ad alto contenuto di estrogeni

Sintomi di ictus

Va ricordato che un ictus può manifestarsi non solo come paralisi. I sintomi possono essere molto diversi. È importante riconoscere i segni di un ictus il prima possibile e contattare un'ambulanza per iniziare il trattamento il prima possibile. Ciò contribuirà ad evitare molte conseguenze pericolose. Tutti dovrebbero conoscere le principali manifestazioni di un ictus, questo è l'unico modo per proteggere se stessi e i propri cari!

Anche a scuola, ci viene insegnato che diverse parti del cervello sono responsabili dell'esecuzione di varie funzioni del corpo. La struttura del cervello è la seguente:

1. La corteccia cerebrale, situata in alto. Pensando, parlando, esercizio di movimenti muscolari, i sentimenti sono soggetti a lei.

2. Parte sottocorticale. Controlla le funzioni di base come la funzione del cuore, la respirazione, la pressione sanguigna e altri.

3. Cervelletto, che si trova nelle regioni posteriori del cervello. La funzione del cervelletto è la coordinazione dei movimenti.

A seconda di quale parte del cervello è danneggiata, diverse funzioni potrebbero essere compromesse. Tuttavia, nella maggior parte dei casi, c'è una violazione della corteccia cerebrale. I sintomi di questo processo sono:

disturbo del movimento (prima di tutto riguarda le estremità). La forza di movimento negli arti superiori e inferiori diminuisce, fino alla completa cessazione del movimento.

violazione della percezione sensoriale. Ridotta reazione al dolore, aumento / diminuzione della temperatura e così via. Questo è di solito osservato negli arti.

violazione delle funzioni vocali. Discorso impacciato, sfocato. Perdita di opportunità di parlare o percepire la parola.

violazione della posizione eretta, manifestata nel fatto che nella posizione eretta il paziente sta oscillando o cadendo.

disturbo della coscienza: il paziente prova una sensazione di sonnolenza o perde conoscenza.

Sintomi meno indicativi (possono verificarsi non solo con un ictus): mal di testa (può essere un segno di emicrania), vertigini (si manifesta come un sintomo nelle malattie dell'orecchio), crampi muscolari (una causa comune di epilessia).

Va notato un fatto importante: solo vertigini, accompagnato da nausea e vomito. in assenza di altre manifestazioni in una percentuale molto piccola di casi, indicare un ictus! Un tale stato è molto probabilmente un segno di patologia dell'apparato vestibolare e non rappresenta un pericolo per la vita. Se questa condizione viene osservata sullo sfondo di altri sintomi, è necessario consultare immediatamente un medico!

Aiuta con l'ictus

Se c'è una persona che ha subito un ictus vicino a te, devi metterlo in una posizione comoda, annullare i vestiti stretti e informare immediatamente l'ambulanza. Dovresti dargli una compressa di aspirina (100 mg) intera e misurare la sua pressione sanguigna. In nessun caso il paziente deve essere lasciato in posizione supina se è incosciente, perché la forza muscolare di una persona si indebolisce in uno stato di incoscienza, che può portare alla morte per soffocamento (la lingua può bloccare il collo respiratorio). Se una persona è incosciente, deve essere appoggiata su un lato in modo tale che la saliva fuoriesce dalla bocca e la lingua non ostruisce la respirazione.

In tre dei quattro casi, i sintomi di un ictus non sono chiari e possono andare avanti per le 24 ore successive. Questa condizione è chiamata attacco ischemico transitorio (violazione transitoria della circolazione cerebrale). Tali brevi tratti sono un avvertimento. In circa il 40% dei casi dopo un leggero ictus, si sviluppa un grave ictus con gravi conseguenze. Pertanto, per prevenire lo sviluppo di ictus ricorrente, è necessario prescrivere un trattamento pianificato.

Prevenzione dell'ictus

L'importanza della prevenzione dell'ictus può essere compresa facendo riferimento ai dati statistici. Il numero di morti per ictus acuto è del 35%. durante l'anno, questa cifra sale al 48% (quindi, risulta che ogni secondo paziente muore). Circa l'80% delle persone che hanno subito un ictus sono state disattivate. Per coloro che hanno già sofferto di ictus, la prevenzione è obbligatoria, poiché aumenta il rischio di ictus ricorrente. Va notato che l'ictus non è una malattia solo degli anziani. Negli ultimi anni, ci sono stati sempre più casi di ictus tra i giovani normodotati che non hanno raggiunto i 45 anni di età.

Se si presta attenzione all'elenco dei fattori di rischio per l'ictus, è possibile vedere che almeno uno di essi si verifica in ognuno di noi, alcuni di questi fattori non sono uno, ma anche di più. Cosa fare in questo caso? Ancora più importante - non fatevi prendere dal panico. Devi davvero valutare le tue capacità e riflettere su cosa esattamente puoi cambiare nel tuo stile di vita: forse sarai in grado di abbandonare le cattive abitudini (smettere di fumare, mantenere uno stile di vita più attivo, non mangiare troppo), monitorare periodicamente la pressione sanguigna, monitorare il colesterolo e zucchero nel sangue. Tutte queste azioni non sono una perdita di tempo, quindi assicurerai un futuro sano per te stesso. La cosa principale non è cercare di cambiare la tua vita in una volta, spostarti gradualmente verso il risultato desiderato.

Diagnosi del colpo

Per diagnosticare un ictus, è necessario tenere conto della presenza di fattori di rischio e di eventuali malattie concomitanti nel paziente, la consultazione di un neurologo è importante. Ricerca da effettuare:

analisi del sangue generale e biochimica (dovrebbe includere un'analisi del livello di grassi e colesterolo nel sangue)

Analisi delle urine

test di coagulazione del sangue (coagulogramma)

Ecografia Doppler dei vasi della testa e del collo

TC (tomografia computerizzata) o MRI (risonanza magnetica); se è impossibile fare queste analisi, viene presa l'assunzione del liquido cerebrospinale (puntura lombare)

consultare un medico generico o un oftalmologo

Trattamento dell'ictus

L'ictus è trattato in modo permanente. Per i primi giorni, il paziente viene posto nell'unità di terapia intensiva, in quanto vi è sempre una possibilità di deterioramento del benessere.

Durante questo periodo, i medici svolgono le seguenti attività:

entro 6 ore dall'esordio di un ictus, dopo che è stata rilevata una lesione ischemica con l'aiuto di un tomogramma computerizzato, in una clinica equipaggiata con un'attrezzatura speciale, un trombo può essere riassorbito usando preparazioni speciali (la cosiddetta trombolisi);

il controllo è esercitato su tutte le funzioni corporee necessarie per un pieno supporto vitale

riduzione della viscosità del sangue dovuta all'appuntamento di alte dosi di aspirina pentossifillina, reopolyglucin, ecc.

protezione delle cellule cerebrali dagli effetti dannosi e dall'accelerazione dei processi di recupero a causa di alte dosi di corteccia o cerebrolisina, nootropici e così via.

Dopo queste procedure, vengono prescritti farmaci che riducono la possibilità di una ricorrenza di ictus e combattono le complicazioni dopo una malattia. Il paziente è sotto la supervisione di specialisti. Sono in corso misure per mantenere la pressione sanguigna e combattere le complicanze.

Periodo di recupero dopo l'ictus

Uno degli aspetti essenziali del trattamento dell'ictus è la neuroriabilitazione, che deve essere ricordata dai pazienti e dai loro parenti. La neuroriabilitazione è un complesso di misure mediche che vengono eseguite con il coinvolgimento di vari specialisti in strutture designate (dispensari, sanatori). È obbligatorio condurre lezioni con i seguenti medici:

Specialista in terapia fisica, che deve essere trattata già dal 2 ° giorno di malattia, i tentativi di alzarsi devono iniziare il più presto possibile (con ictus ischemico - dal 5 ° giorno, con emorragico - dalla 2-3a settimana)

logopedista di riabilitazione del linguaggio

neuropsicologo che valuterà lo stato della memoria e dell'ingegno

un fisioterapista che può aiutare a stimolare il sistema nervoso

lo psicoterapeuta che contribuirà ad eliminare lo sconforto

Se la neuroriabilitazione attiva viene avviata in tempo, nella maggior parte dei casi si può affermare che le funzioni perse del corpo verranno ripristinate più rapidamente e completamente, il che consentirà al paziente di tornare a una vita piena il prima possibile.

Per Saperne Di Più I Vasi