Ictus cerebrale ischemico

L'ictus ischemico è un infarto cerebrale, si sviluppa con una significativa diminuzione del flusso sanguigno cerebrale.

Tra le malattie che portano allo sviluppo di infarto cerebrale, il primo posto è occupato dall'aterosclerosi, che colpisce i grandi vasi cerebrali nel collo o nei vasi intracranici, o entrambi.

Spesso c'è una combinazione di aterosclerosi con ipertensione arteriosa o ipertensione arteriosa. L'ictus ischemico acuto è una condizione che richiede l'immediata ospedalizzazione del paziente e misure mediche adeguate.

Ictus ischemico: che cos'è?

L'ictus ischemico si verifica a causa di un'ostruzione nei vasi sanguigni che forniscono sangue al cervello. La condizione principale per questo tipo di ostruzione è lo sviluppo di depositi di grasso che rivestono le pareti dei vasi. Questo è chiamato aterosclerosi.

L'ictus ischemico causa un coagulo di sangue che si può formare in un vaso sanguigno (trombosi) o da qualche altra parte nel sangue (embolia).

La definizione della forma nosologica della malattia si basa su tre patologie indipendenti che caratterizzano un disturbo circolatorio locale, denotate dai termini "Ischemia", "Attacco di cuore", "Corsa":

  • ischemia è una mancanza di afflusso di sangue nella parte locale dell'organo, tessuto.
  • l'ictus è una violazione del flusso di sangue nel cervello durante la rottura / ischemia di uno dei vasi, accompagnata dalla morte del tessuto cerebrale.

Nell'ictus ischemico, i sintomi dipendono dal tipo di malattia:

  1. Attacco aterotrombotico - si verifica a causa di aterosclerosi di un'arteria di grandi o medie dimensioni, si sviluppa gradualmente, il più delle volte si verifica nel sonno;
  2. Lacunar - diabete mellito o ipertensione può causare una violazione della circolazione del sangue nelle arterie di piccolo diametro.
  3. Forma cardioembolica - si sviluppa a causa dell'occlusione parziale o completa dell'arteria media del cervello con l'embolo, viene improvvisamente durante la veglia, e gli emboli in altri organi possono verificarsi successivamente;
  4. Ischemico, associato a cause rare: separazione della parete arteriosa, eccessiva coagulazione del sangue, patologia vascolare (non aterosclerotica), malattie ematologiche.
  5. Origine sconosciuta - caratterizzata dall'impossibilità di determinare le cause esatte dell'evento o la presenza di diverse cause;

Da quanto precede, si può concludere che la risposta alla domanda "cos'è l'ictus ischemico" è semplice - una violazione della circolazione del sangue in una delle aree del cervello a causa del suo blocco con una placca di trombo o colesterolo.

Ci sono cinque periodi principali di ictus ischemico completo:

  1. Il periodo più acuto sono i primi tre giorni;
  2. Il periodo acuto è fino a 28 giorni;
  3. Il periodo di recupero precoce è fino a sei mesi;
  4. Periodo di recupero tardivo - fino a due anni;
  5. Il periodo degli effetti residui è dopo due anni.

La maggior parte degli ictus ischemici del cervello iniziano improvvisamente, si sviluppano rapidamente e provocano la morte del tessuto cerebrale entro pochi minuti o poche ore.

Secondo l'area interessata, l'infarto cerebrale è suddiviso in:

  1. Ictus ischemico destro - le conseguenze riguardano principalmente le funzioni motorie, che in seguito non si riprendono, gli indicatori psico-emotivi possono essere vicini alla normalità;
  2. Ictus ischemico lato sinistro - la sfera psico-emotiva e la parola agiscono principalmente come conseguenze, le funzioni motorie sono ripristinate quasi completamente;
  3. Cerebellare - compromissione della coordinazione dei movimenti;
  4. Esteso - si verifica in completa assenza di circolazione del sangue in una vasta area del cervello, provoca edema, il più delle volte porta a completare la paralisi con l'incapacità di recuperare.

La patologia accade più spesso alle persone in età avanzata, ma può succedere in qualsiasi altra. La prognosi per la vita in ciascun caso è individuale.

Giusto ictus ischemico

L'ictus ischemico sul lato destro colpisce le aree responsabili dell'attività motoria del lato sinistro del corpo. La conseguenza è la paralisi dell'intero lato sinistro.

Di conseguenza, al contrario, se l'emisfero sinistro è danneggiato, la metà destra del corpo non riesce. L'ictus ischemico in cui il lato destro è interessato può anche causare disturbi del linguaggio.

Ictus ischemico sinistro

In ictus ischemico sul lato sinistro, la funzione del linguaggio e la capacità di percepire le parole sono seriamente compromesse. Possibili conseguenze: ad esempio, se il centro di Brock è danneggiato, al paziente viene negata l'opportunità di formulare e percepire frasi complesse, solo le singole parole e le frasi semplici sono a sua disposizione.

gambo

Un tale tipo di ictus come un ictus ischemico è il più pericoloso. Nel tronco cerebrale sono i centri che regolano il lavoro dei più importanti in termini di sistemi di supporto vitale: cardiaco e respiratorio. La parte del leone delle morti si verifica a causa di un infarto cerebrale.

Sintomi di ictus ischemico dello stelo - incapacità di navigare nello spazio, riduzione della coordinazione del movimento, vertigini, nausea.

cerebellare

Ictus cerebrale ischemico nella fase iniziale è caratterizzato da un cambiamento di coordinazione, nausea, attacchi di vertigini, vomito. Dopo un giorno, il cervelletto inizia a premere sul tronco cerebrale.

I muscoli facciali possono diventare insensibili e la persona cade in coma. Coma con ictus cerebellare ischemico è molto comune, nella maggior parte dei casi, un tale ictus viene iniettato con la morte del paziente.

Codice mkb 10

Secondo l'ICD-10, un infarto cerebrale è codificato in I 63 con l'aggiunta di un punto e un numero dopo di esso per chiarire il tipo di ictus. Inoltre, quando si codificano tali malattie, viene aggiunta la lettera "A" o "B" (latino), che indica:

  1. Infarto cerebrale sullo sfondo di ipertensione arteriosa;
  2. Infarto cerebrale senza ipertensione arteriosa.

Sintomi di ictus ischemico

Nell'80% dei casi, si osservano ictus nel sistema dell'arteria cerebrale media e nel 20% in altri vasi cerebrali. Nell'ictus ischemico, i sintomi di solito compaiono improvvisamente, in secondi o minuti. Raramente, i sintomi vengono gradualmente e peggiorano per un periodo di diverse ore a due giorni.

I sintomi dell'ictus ischemico dipendono da quanto del cervello è danneggiato. Sono simili ai segni negli attacchi ischemici transitori, tuttavia, la compromissione della funzione cerebrale è più difficile, si manifesta per un maggior numero di funzioni, per una più ampia area del corpo e di solito è persistente. Può essere accompagnato da un coma o da una depressione più leggera della coscienza.

Ad esempio, se una nave che trasporta sangue al cervello lungo la parte anteriore del collo è bloccata, si verificano i seguenti disturbi:

  1. Cecità in un occhio;
  2. Una delle braccia o delle gambe di uno dei lati del corpo sarà paralizzata o fortemente indebolita;
  3. Problemi nella comprensione di ciò che gli altri stanno dicendo, o incapacità di trovare le parole in una conversazione.

E se una nave che trasporta sangue al cervello lungo la parte posteriore del collo è bloccata, possono verificarsi tali violazioni:

  1. Doppi occhi;
  2. Debolezza in entrambi i lati del corpo;
  3. Vertigini e disorientamento spaziale.

Se noti uno di questi sintomi, assicurati di chiamare un'ambulanza. Prima vengono prese le misure, migliore è la prognosi per la vita e le conseguenze deplorevoli.

Sintomi di attacchi ischemici transitori (TIA)

Spesso precedono l'ictus ischemico e talvolta TIA è una continuazione dell'ictus. I sintomi di TIA sono simili ai sintomi focali di un piccolo ictus.

Le principali differenze di TIA dagli ictus sono rilevate dall'esame TC / RM con metodi clinici:

  1. Non esiste un centro di infarto (non visualizzato) del tessuto cerebrale;
  2. La durata dei sintomi focali neurologici non è superiore a 24 ore.

I sintomi di TIA sono confermati da studi strumentali di laboratorio.

  1. Sangue per determinare le sue proprietà reologiche;
  2. Elettrocardiogramma (ECG);
  3. Ultrasuoni - Doppler dei vasi della testa e del collo;
  4. Ecocardiografia (EchoCG) del cuore - identificazione delle proprietà reologiche del sangue nel cuore e nei tessuti circostanti.

Diagnosi della malattia

I principali metodi di diagnosi dell'ictus ischemico:

  1. Anamnesi, esame neurologico, visita medica del paziente. Identificazione delle comorbidità che sono importanti e influenzano lo sviluppo dell'ictus ischemico.
  2. Test di laboratorio - analisi del sangue biochimica, spettro lipidico, coagulogramma.
  3. Misurazione della pressione sanguigna
  4. ECG.
  5. La risonanza magnetica o TC del cervello può determinare la posizione della lesione, le sue dimensioni, la durata della sua formazione. Se necessario, viene eseguita l'angiografia CT per identificare il sito esatto di occlusione della nave.

È necessario differenziare l'ictus ischemico da altre malattie del cervello con segni clinici simili, i più comuni includono un tumore, una lesione infettiva delle membrane, l'epilessia, l'emorragia.

Sequele di ictus ischemico

Nel caso dell'ictus ischemico, le conseguenze possono essere molto diverse: da molto grave, con ictus ischemico esteso, a minore, con micro attacchi. Tutto dipende dalla posizione e dal volume del focolare.

Le probabili conseguenze dell'ictus ischemico:

  1. Disturbi mentali: molti sopravvissuti allo stroke sviluppano depressione post-ictus. Ciò è dovuto al fatto che una persona non può più essere la stessa di prima, ha paura di essere diventato un peso per la sua famiglia, ha paura di essere lasciato disabile per tutta la vita. Possono anche apparire cambiamenti nel comportamento del paziente, può diventare aggressivo, pauroso, disorganizzato, può essere soggetto a frequenti sbalzi d'umore senza motivo.
  2. Sensazione alterata negli arti e sul viso. La sensibilità è sempre ripristinata più forza muscolare negli arti. Ciò è dovuto al fatto che le fibre nervose responsabili della sensibilità e della conduzione dei corrispondenti impulsi nervosi vengono ripristinate molto più lentamente delle fibre responsabili del movimento.
  3. Funzione motoria compromessa: la forza degli arti potrebbe non riprendersi completamente. La debolezza nella gamba indurrà il paziente a usare il bastone, la debolezza nella mano renderà difficile compiere alcune azioni domestiche, persino vestendo e tenendo il cucchiaio.
  4. Le conseguenze possono manifestarsi sotto forma di menomazioni cognitive - una persona può dimenticare molte cose che gli sono familiari, numeri di telefono, il suo nome, il nome di parenti, l'indirizzo, può comportarsi come un bambino piccolo, sottovalutare la difficoltà della situazione, può confondere il tempo e il luogo in cui si trova
  5. Disturbi del linguaggio - potrebbero non essere in tutti i pazienti che hanno avuto un ictus ischemico. È difficile per il paziente comunicare con la sua famiglia, a volte il paziente può pronunciare parole e frasi assolutamente incoerenti, a volte può essere solo difficile dire qualcosa. Raramente, tali violazioni si verificano nell'ictus ischemico destro.
  6. Disturbi della deglutizione - il paziente può soffocare il cibo sia liquido che solido, questo può portare alla polmonite da aspirazione e quindi alla morte.
  7. I disturbi di coordinazione si manifestano in modo sconcertante quando si cammina, si girano le vertigini, cadono durante movimenti e svolte improvvise.
  8. Epilessia: fino al 10% dei pazienti dopo ictus ischemico può soffrire di convulsioni epilettiche.

Prognosi per la vita con ictus ischemico

La prognosi dell'esito dell'ictus ischemico in età avanzata dipende dal grado di danno cerebrale e dalla tempestività e dalla natura sistematica delle misure terapeutiche. Quanto prima sarà stata fornita assistenza medica qualificata e adeguata riabilitazione motoria, tanto più favorevole sarà l'esito della malattia.

Il fattore tempo gioca un ruolo enorme, le possibilità di recupero dipendono da questo. Nei primi 30 giorni, circa il 15-25% dei pazienti muore. La mortalità è maggiore nei tratti aterotrombotici e cardioembolici ed è solo del 2% in lacunare. La gravità e la progressione dell'ictus sono spesso valutate utilizzando misuratori standardizzati, come la scala dell'ictus del National Institute of Health (NIH).

La causa della morte nella metà dei casi è l'edema cerebrale e la dislocazione delle strutture cerebrali causate da esso, in altri casi la polmonite, le cardiopatie, l'embolia polmonare, l'insufficienza renale o la setticemia. Una percentuale significativa (40%) di decessi si verifica nei primi 2 giorni di malattia ed è associata ad un esteso infarto ed edema cerebrale.

Tra i sopravvissuti, circa il 60-70% dei pazienti ha disturbi neurologici disabilitanti entro la fine del mese. Sei mesi dopo un ictus, i disturbi neurologici disabilitanti rimangono nel 40% dei pazienti sopravvissuti, entro la fine dell'anno - nel 30% dei casi. Più significativo è il deficit neurologico entro la fine del 1 ° mese della malattia, meno probabile è un completo recupero.

Il ripristino delle funzioni motorie è più significativo nei primi 3 mesi dopo un ictus, mentre la funzione delle gambe viene spesso ripristinata meglio della funzione arm. La completa assenza di movimenti della mano entro la fine del 1 ° mese della malattia è un cattivo segno prognostico. Un anno dopo l'ictus, è improbabile un ulteriore recupero delle funzioni neurologiche. I pazienti con ictus lacunare hanno un recupero migliore rispetto ad altri tipi di ictus ischemico.

Il tasso di sopravvivenza dei pazienti dopo aver sofferto di ictus ischemico è approssimativamente del 60-70% entro la fine del 1 ° anno della malattia, 50% - 5 anni dopo un ictus, 25% - 10 anni.

I cattivi segni prognostici di sopravvivenza nei primi 5 anni dopo un ictus comprendono l'età avanzata del paziente, l'infarto miocardico, la fibrillazione atriale e l'insufficienza cardiaca congestizia che precede l'ictus. Ictus ischemico ripetuto si verifica in circa il 30% dei pazienti nel periodo di 5 anni dopo il primo ictus.

Riabilitazione dopo ictus ischemico

Tutti i pazienti dopo un ictus subiscono le seguenti fasi di riabilitazione: il dipartimento neurologico, il reparto di neuroriabilitazione, il trattamento di sanatorio-resort e l'osservazione del dispensario ambulatoriale.

I principali obiettivi della riabilitazione:

  1. Ripristino di funzioni compromesse;
  2. Riabilitazione mentale e sociale;
  3. Prevenzione delle complicanze post-ictus.

In accordo con le caratteristiche del decorso della malattia, i seguenti regimi di trattamento sono utilizzati successivamente nei pazienti:

  1. Resto del letto rigoroso - tutti i movimenti attivi sono esclusi, tutti i movimenti nel letto sono effettuati da personale medico. Ma già in questa modalità, inizia la riabilitazione - giri, rubdown - prevenzione dei disturbi trofici - piaghe da decubito, esercizi di respirazione.
  2. Riposo a letto moderatamente esteso - una graduale espansione delle capacità motorie del paziente - rotazione indipendente a letto, movimenti attivi e passivi, spostamento in posizione seduta. Gradualmente è permesso mangiare in posizione seduta 1 volta al giorno, poi 2, e così via.
  3. Modalità di reparto - con l'aiuto del personale medico o con un supporto (stampelle, deambulatori, un bastone...) è possibile spostarsi all'interno della camera, eseguire i tipi disponibili di self-service (cibo, lavaggio, cambio di vestiti...).
  4. Modalità libera.

La durata dei regimi dipende dalla gravità dell'ictus e dalla dimensione del difetto neurologico.

trattamento

Il trattamento di base per l'ictus ischemico è volto a mantenere le funzioni vitali del paziente. Sono in corso misure per normalizzare i sistemi respiratorio e cardiovascolare.

In presenza di cardiopatia ischemica, al paziente vengono prescritti farmaci antianginosi e agenti che migliorano la funzione di pompaggio dei glicosidi cuore-cardiaci, antiossidanti, farmaci che normalizzano il metabolismo dei tessuti. Si svolgono anche eventi speciali per proteggere il cervello dai cambiamenti strutturali e dal gonfiore del cervello.

La terapia specifica per l'ictus ischemico ha due obiettivi principali: il ripristino della circolazione del sangue nella zona interessata, nonché il mantenimento del metabolismo del tessuto cerebrale e la loro protezione dai danni strutturali. La terapia specifica per l'ictus ischemico prevede metodi di trattamento medico, non farmacologico e chirurgico.

Nelle prime ore dopo l'inizio della malattia, c'è un senso nel condurre una terapia trombolitica, la cui essenza è ridotta alla lisi di un coagulo di sangue e al ripristino del flusso sanguigno nella parte interessata del cervello.

cibo

La dieta implica restrizioni sul consumo di sale e zucchero, cibi grassi, cibi a base di farina, carni affumicate, verdure in salamoia e in scatola, uova, ketchup e maionese. I medici consigliano di aggiungere alla dieta più frutta e verdura, abbondante in fibra, di mangiare zuppe, cucinate secondo ricette vegetariane, latticini. Di particolare beneficio sono quelli di loro che hanno il potassio nella loro composizione. Questi includono albicocche secche o albicocche, agrumi, banane.

I pasti dovrebbero essere frazionari, usati in piccole porzioni cinque volte al giorno. Allo stesso tempo, una dieta dopo un ictus implica un volume di liquido non superiore a un litro. Ma non dimenticare che tutte le azioni intraprese devono essere negoziate con il medico. Solo uno specialista delle forze per aiutare il paziente a riprendersi più velocemente e recuperare da una grave malattia.

prevenzione

La prevenzione dell'ictus ischemico ha lo scopo di prevenire l'insorgenza di ictus e prevenire complicazioni e attacchi re-ischemici.

È necessario trattare l'ipertensione arteriosa in modo tempestivo, per condurre un esame per i dolori del cuore, per evitare improvvisi aumenti di pressione. Nutrizione corretta e completa, smettere di fumare e assumere alcol, uno stile di vita sano - il principale nella prevenzione dell'infarto cerebrale.

Trattamento dell'ictus ischemico nel periodo acuto

Infarto cerebrale o ictus ischemico - una malattia pericolosa con un livello molto alto di mortalità. È molto importante trovare il giusto approccio al trattamento, perché questo è l'unico modo per salvare la vita del paziente. Vale la pena di più parlare delle caratteristiche del trattamento di questa patologia.

Incidente cerebrovascolare ischemico acuto

In un colpo, i neuroni di una certa parte del cervello sono danneggiati e muoiono. Il tipo di ischemia onmac causa disturbi neurologici che non scompaiono dopo un giorno. Una persona può paralizzare metà del corpo, la parola è gravemente compromessa. Può perdere parzialmente o completamente la vista. Questo accade se le arterie che forniscono sangue al cervello cessano di funzionare a causa di un coagulo di sangue o la rottura dei vasi sanguigni. Senza riceverlo, i tessuti del corpo iniziano a morire.

Quando una persona sviluppa un ictus ischemico, cambia radicalmente. Diventa meno attivo, si comporta perso. Possibile faccia inclinata. Se chiedi al paziente di sorridere, allora invece del sorriso corretto ci sarà solo una specifica smorfia contorta. Le funzioni motorie sono compromesse, è difficile per un paziente navigare nello spazio. È difficile per una persona rispondere alle domande più comuni. Le membra non gli obbediscono più.

L'NMC acuto può verificarsi per una serie di motivi, ma tutti in un modo o nell'altro portano allo sviluppo di malattie cardiache e vascolari. I sintomi di ictus appaiono periodicamente durante il giorno. Questo succede spesso di notte. Un ictus è uno dei motivi principali per cui i giovani normodotati diventano disabili. La misura in cui una persona può liberarsi dei disturbi neurologici descritti sopra dipende da quanto velocemente viene rilevata la malattia e dalla corretta scelta delle tattiche di trattamento.

Terapia ictus di base

Ha preso il nome perché si applica a tutte le varianti dei disturbi acuti della circolazione cerebrale. Il trattamento di base viene inviato per mantenere le opportunità di vita del paziente fino a quando non viene stabilito il tipo di ictus e inizia immediatamente dopo essere entrato nell'ospedale. Dopo di lui, quando viene stabilita la natura della malattia, viene eseguita una terapia differenziata. Il trattamento di base è un complesso di eventi specializzati, i cui obiettivi principali sono i seguenti:

  • normalizzare la funzione respiratoria;
  • stabilizzare il lavoro del cuore, dei vasi sanguigni (è molto importante ridurre la pressione del sangue con una soluzione di sodio e altri farmaci);
  • mantenere l'equilibrio idrico;
  • proteggere le cellule cerebrali dai danni;
  • prevenire o eliminare l'edema cerebrale;
  • prevenire la polmonite;
  • applicare un trattamento sintomatico

Terapia trombolitica per ictus

Il suo secondo nome è la trombolisi. Attualmente, questo è l'unico metodo veramente efficace per riportare in vita una persona dopo un ictus. Il trattamento trombolitico è volto a garantire che nel periodo acuto di ripristinare il flusso di sangue in una nave che ha sofferto a causa di un coagulo di sangue o placca aterosclerotica. Ciò consente di proteggere il tessuto cerebrale dalla distruzione e aumentare le possibilità di un esito favorevole. Con la trombolisi, le patologie neurologiche scompaiono rapidamente e quasi completamente.

Il trattamento trombolitico dell'ictus ischemico nel periodo acuto prevede l'introduzione di farmaci che sciolgono i coaguli di sangue, ripristinando in tal modo il flusso sanguigno. La terapia è adatta solo a questo tipo di NMC acuto. La procedura è efficace solo quando non sono trascorse 6 ore dalla formazione di un coagulo di sangue. Esistono due tipi di trombolisi:

  1. Standard. Sistema obsoleto in cui il paziente è stato semplicemente messo una flebo endovenosa con agenti farmacologici. È stato effettuato solo dopo un lungo esame dettagliato, ha avuto molte controindicazioni, conseguenze.
  2. Selettiva. Un farmaco per sciogliere un coagulo di sangue viene iniettato specificamente nel canale dell'arteria danneggiata, e non solo nella vena, in modo che funzioni più velocemente e con maggiore precisione.

Il trattamento trombolitico dell'ictus ischemico nel periodo acuto è severamente vietato per:

  • sanguinamento di qualsiasi origine;
  • dissezione aortica;
  • ipertensione;
  • malattia del fegato;
  • recente chirurgia;
  • insufficienza renale acuta;
  • di gravidanza.

Il trattamento trombolitico di ictus è effettuato con tali farmaci:

  • Streptokinase, Urokinase (1a generazione);
  • Alteplaza, Prourokinase (seconda generazione);
  • Tenekteplaza, Reteplaza (3a generazione).

Farmaci per migliorare la circolazione del cervello

Ictus cerebrale ischemico viene trattato con i seguenti farmaci:

  1. Piracetam. È prescritto in quasi tutte le condizioni, rafforza il flusso sanguigno cerebrale.
  2. Aminalon. Un rimedio per la normalizzazione della microcircolazione del sangue nel cervello, l'inibizione delle patologie neurologiche. Aiuterà a uscire rapidamente dal periodo acuto.
  3. Fenotropil. Migliora il flusso sanguigno, aiuta a migliorare la memoria e la concentrazione.
  4. Vinpocetina. Droga vasoattiva per migliorare la circolazione sanguigna.
  5. Phenibut. Un farmaco per stimolare l'attività cerebrale.
  6. Glycine. Non solo migliora la circolazione del sangue nel cervello, ma contribuisce anche alla cessazione anticipata del periodo acuto, aiuta a combattere la depressione.
  7. Vazobral. Migliora efficacemente la circolazione sanguigna.
  8. Cere. Ottimo farmaco per un ampio ciclo di ictus, che viene iniettato per via endovenosa.
  9. Cortexin. Aiuta nel trattamento dell'ictus ischemico nel periodo acuto, così come nella fase di stabilizzazione precoce, quando viene prescritto un massaggio terapeutico.
  10. Pentoxifylline.
  11. Instenon. Migliora la circolazione cerebrale.
  12. Gliatilin. La cura per l'ictus è prescritta nel periodo acuto. Se il paziente è in coma nell'unità di terapia intensiva, quindi i mezzi prescritti necessariamente.
  13. Calcio bloccanti

Agenti antipiastrinici per ictus

Questi farmaci iniziano il processo di coagulazione del sangue. I più famosi tra questi, usati nel trattamento dell'ictus ischemico nel periodo acuto, sono Aspirina, Dipiridamolo, Sulfinpirazon, Tiklopidin. Tutti questi farmaci sono raccomandati per la prevenzione di NMC acuta ricorrente. Vale la pena notare che la fattibilità dell'uso di agenti antipiastrinici per l'ictus è ancora discutibile in medicina. I preparativi sono applicati secondo i seguenti principi:

  1. Aspirina. A seconda della situazione, prescritto da 30 a 325 mg al giorno.
  2. Dipiridamolo. 0,5 g tre volte al giorno.
  3. Sulfinpirazone.
  4. Ticlopidine. 2,5 g tre volte al giorno.

Gli agenti antipiastrinici hanno effetti collaterali, perché prima di trattare un ictus, è necessario consultare il medico, soppesare tutti i rischi e agire solo sotto la supervisione di specialisti. Tra le azioni indesiderabili sono le seguenti:

  1. L'aspirina causa problemi al tratto gastrointestinale.
  2. Prendendo dipiridamolo può causare mal di testa, nausea, debolezza, eruzione cutanea, ma gli effetti collaterali sono molto rari.
  3. Sulfinpirazone porta a varie complicazioni. Come risultato della sua ricezione può verificarsi gastrite, compaiono calcoli renali. Rash e anemia sono comuni.
  4. La ticlopidina può causare problemi intestinali.

Farmaci da coagulazione del sangue

Il secondo nome è anticoagulante. Di norma, un ictus nel periodo acuto viene trattato con Nadroparina, Eparina, Enoxaparina, Dalteparina, Fraxiparina. L'azione dei farmaci è finalizzata a prevenire la crescita di coaguli sanguigni e a prevenire il progredire delle patologie neurologiche. Più farmaci da coagulazione del sangue è prescritto per la prevenzione di ictus ricorrente. Hanno una serie di controindicazioni, perché sono sempre prescritti con cautela. È importante capire che questi farmaci non contribuiscono alla riduzione dei coaguli di sangue, ma semplicemente non consentono loro di crescere.

L'eparina è un bloccante per la coagulazione del sangue diretto, che viene prescritto per primo. Viene iniettato in una vena più volte al giorno. Anche le iniezioni sotto la pelle o nel muscolo sono accettabili, ma sono ben lungi dall'essere così efficaci. Insieme a lui, e anche nella fase di riabilitazione, è necessario assumere anticoagulanti indiretti: Dikumarin, Pelentan, Sinkumar, Fenilin. Sono tutti disponibili in pillole. Il dosaggio viene calcolato separatamente per ciascun paziente. Il periodo di ricezione può essere di diversi anni.

Ictus cerebrale ischemico

I disturbi circolatori cerebrali acuti (ONMK) sono le cause più comuni di ospedalizzazione e la diagnosi di ictus ischemico è confermata in circa il 70-80% dei pazienti di età superiore a 50 anni. Possibili conseguenze dell'ictus ischemico: morte prematura, invalidità di una persona. In molti casi, l'ictus può essere evitato con una corretta organizzazione della vita, la correzione dell'ipertensione arteriosa, la prevenzione dell'aterosclerosi.

Cos'è l'ictus ischemico?

L'ictus ischemico (AI) è una violazione acuta della circolazione cerebrale, una conseguenza della mancanza di afflusso di sangue, accompagnata dalla necrosi dell'area cerebrale. Un altro nome per l'ictus ischemico - "infarto cerebrale" riflette anche l'essenza della patogenesi nel cervello.

Non confondere i termini "infarto cerebrale" e "infarto miocardico". In quest'ultimo caso, la patogenesi si sviluppa nel muscolo cardiaco, ha altre manifestazioni cliniche.

La definizione della forma nosologica della malattia si basa su tre patologie indipendenti che caratterizzano un disturbo circolatorio locale, cui si fa riferimento con i termini "Ischemia", "Attacco di cuore", "Corsa":

L'ischemia è una mancanza di afflusso di sangue nella parte locale dell'organo, tessuto.

Cause di ischemia è una violazione del passaggio di sangue nei vasi causati da (spasmo, schiacciamento, placche di colesterolo, blocco con coaguli di sangue, emboli). Conseguenza ischemia - attacco cardiaco (necrosi) del tessuto attorno alla nave e al suo pool (rami vascolari), di fronte al punto in cui si ferma il sangue.

Un ictus è una violazione del flusso di sangue nel cervello durante la rottura / ischemia di uno dei vasi, accompagnata dalla morte del tessuto cerebrale.

Ci sono cinque periodi principali di ictus ischemico completo:

Patogenesi dell'ictus ischemico

La patogenesi dello stadio acuto determina la gravità, la durata della malattia, la strategia, le tattiche di trattamento, la prognosi dell'esito della malattia (morte, disabilità, recupero parziale o completo).

'' Ischemic cascade ''

La "cascata ischemica" (IC) nella fase acuta provoca l'ipossia tessutale, l'acidosi, il metabolismo dei lipidi e dei carboidrati alterato e una diminuzione della sintesi dei neurotrasmettitori. Lo sviluppo dell'IR è accompagnato dalla formazione del nucleo dell'infarto, dall'apoptosi delle cellule cerebrali e dallo sviluppo di edema cerebrale diffuso secondario.

Due direzioni correlate della cascata ischemica:

Infarto del focolare educativo. È causato da una diminuzione delle proprietà reologiche del sangue, turbolenza del flusso sanguigno, aggregazione di eritrociti, piastrine, formazione di emboli / coaguli di sangue. La fermata del flusso sanguigno porta all'apoptosi delle cellule, la formazione dell'infarto cardiaco, che dopo qualche tempo si trasforma nel nucleo dell'infarto, con penombra - penombra o zona periferica intorno al nucleo.

Le reazioni vascolari dei vasi sanguigni del cervello ai cambiamenti nel flusso sanguigno cerebrale regionale sono accompagnate da edema focale del tipo citotossico sotto forma di edema periferico di filtrazione, o dilatazione vascolare riflessa - "flusso sanguigno non ripristinato". Interruzione di una pompa di sodio dipendente da ATP porta a danni alla barriera emato-encefalica, edema vasogenico di tipo secondario ed edema diffuso dell'emisfero cerebrale.

Neuroni - le cellule cerebrali situate nella penombra conservano l'integrità strutturale, non svolgono la funzione, ma hanno il potenziale per l'auto-guarigione. Pertanto, uno dei compiti del periodo più acuto della terapia è quello di ripristinare l'attività dei neuroni situati nella penombra.

Opzioni per il completamento della patogenesi del periodo più acuto di infarto ischemico:

dinamica positiva - riduzione dei sintomi neurologici cerebrali e focali (fino a 16 punti sulla scala NIHSS);

stabilizzazione - l'assenza di distinte dinamiche positive;

dinamica negativa - un evidente deterioramento (oltre 16 punti sulla scala NIHSS).

Morte (respiratoria / insufficienza cardiaca).

L'ulteriore patogenesi è diversa, dipende da indicatori dello stato della patogenesi del paziente.

I principali fattori che influenzano la gravità della patogenesi:

la dimensione dell'arteria danneggiata del cervello e il coinvolgimento nella patogenesi del suo bacino;

condizione del paziente (età, precedenti malattie croniche);

il tempo di inizio della rianimazione dopo i primi sintomi;

localizzazione dell'infarto e profondità del danno alle connessioni neurali;

lo stato della sfera psico-emotiva di una persona alla vigilia della malattia.

Sintomi di ictus ischemico

I segni di una violazione acuta della circolazione cerebrale sono una ragione per cui una persona cerca un aiuto medico.

Determinare i parenti del paziente, dal suo aspetto, comportamento, risposta all'irritazione:

disturbi della coscienza (da lieve ritardo a coma);

diminuzione / perdita della sensibilità al dolore delle parti del corpo;

diminuzione / perdita di motore, funzioni vocali;

Test di luce sviluppati per determinare l'ictus del paziente a casa.

Sintomi di accidente cerebrovascolare acuto (ONMK) - una ragione per ricovero in ospedale di una persona.

I sintomi di ictus sono determinati dal medico della squadra di terapia intensiva dell'ambulanza. Utilizza il test "Face-Hand-Speech", nel caso di un coma paziente - il test GC (scala di coma di Glasgow). Risultati clinici Il medico conferma i risultati della misurazione della pressione arteriosa (fino all'80% rivela una pressione elevata), un elettrocardiogramma (usato per differenziare malattie simili).

Quando si conferma l'ictus, il paziente viene immediatamente portato in ospedale. Più velocemente il paziente viene portato in ospedale per un trattamento di emergenza, maggiore è la possibilità di un esito favorevole!

Sintomi ospedalieri di ictus ischemico

Elimina le malattie che mimano l'ictus: emicrania, epilessia, infarto miocardico, sanguinamento estensivo, polmonite ab ingestis, insufficienza cardiaca, insufficienza renale. Immediato neuroimaging viene eseguito utilizzando (CT) per determinare i tipi di ictus o il suo predecessore - un attacco ischemico transitorio. Utilizzare altri metodi strumentali, eseguiti esami del sangue di laboratorio.

Sintomi, attacchi ischemici transitori (TIA)

Spesso precedono l'ictus ischemico e talvolta TIA è una continuazione dell'ictus. I sintomi di TIA sono simili ai sintomi focali di un piccolo ictus. Le principali differenze di TIA dagli ictus sono rilevate dall'esame TC / RM con metodi clinici:

non esiste un centro di infarto (non visualizzato) del tessuto cerebrale;

la durata dei sintomi focali neurologici non è superiore a 24 ore.

I sintomi di TIA sono confermati da studi strumentali di laboratorio.

Sangue per determinare le sue proprietà reologiche;

Ultrasuoni - Doppler dei vasi della testa e del collo;

Ecocardiografia (EchoCG) del cuore - identificazione delle proprietà reologiche del sangue nel cuore e nei tessuti circostanti.

Sintomi della fase acuta dell'ictus ischemico

I segni caratteristici dei disturbi del flusso cerebrale cerebrale sono verificati negli studi sul cervello utilizzando studi combinati di risonanza magnetica (RM) e risonanza magnetica (RM).

Entrambi i metodi di imaging RM sono prioritari nella valutazione della dinamica dei disturbi della circolazione cerebrale nella fase acuta dell'ictus ischemico.

Perfusione MR - una tecnica per identificare la zona di disturbi della perfusione in pochi minuti, il nucleo dell'attacco cardiaco un'ora dopo l'ictus ischemico.

La diffusione di MR è una tecnica per predire il volume di un nidus di ictus ischemico.

I parametri di riferimento diagnostici per determinare le possibili opzioni per ripristinare il flusso sanguigno, determinando la strategia di trattamento per il periodo più acuto di ictus ischemico sono i principali indicatori del flusso ematico cerebrale (perfusione) - CBV, CBF, MTT nelle aree del nucleo dell'infarto, penombra ischemica - penombra o area perifocale.

Questi indicatori caratterizzano:

portata del sangue cerebrale (CBF ml / min / 100 g.);

volume del flusso sanguigno cerebrale (CBV ml / 100 g.);

velocità di passaggio di un mezzo di contrasto (MTT, s).

Altri metodi di indagine strumentale sono ampiamente utilizzati, che, quando svolgono determinati compiti, sono di grande valore rispetto ai metodi di studio della perfusione e della diffusione.

Le principali varianti delle sindromi del flusso sanguigno cerebrale dopo lo stadio acuto sono completate:

Normoperfusione del sangue - nessun disturbo del flusso sanguigno attorno al nucleo dell'infarto nel cervello;

Iperemia post-ischemica (reattiva) - preservazione dei disturbi del flusso sanguigno cerebrale, un leggero aumento nel nucleo dell'attacco cardiaco;

Ischemia cronica persistente - conservazione del volume dei disturbi della perfusione sullo sfondo di un volume leggermente crescente del nucleo dell'infarto;

Iperperfusione patologica acuta: aumento della velocità del flusso sanguigno, conservazione o lieve diminuzione del volume del flusso sanguigno sullo sfondo di un volume crescente del nucleo, un aumento della zona di un attacco cardiaco formato;

Perfusione non restaurata - l'assenza di dinamiche positive nel recupero della velocità del flusso sanguigno, un aumento catastrofico dell'ischemia irreversibile.

I sintomi delle ultime fasi di un ictus dipendono da molti fattori, discussi di seguito.

Cause di ictus ischemico

Non tutte le cause di ictus ischemico possono essere classificate. Molti esempi clinici di patologie cardiovascolari non chiare, soprattutto nelle persone di età inferiore ai cinquanta. Secondo varie fonti, fino al 40% di tutti gli ictus in giovane età non hanno una causa consolidata. Tuttavia, sono state proposte diverse classificazioni di cause, una delle quali implica una divisione condizionale delle cause in due componenti principali.

Cause non corrette dell'ictus ischemico

Le cause non corrette sono date alla nascita o sono dovute a fattori casuali.

Rischio annuale di sviluppare ictus ischemico all'età di:

20 anni sono 1/3000 persone.

84 anni e oltre - 1/45 persone.

Un significativo aumento della probabilità di ictus viene registrato dopo 45 anni.

Nelle donne sotto i 30 anni e dopo 80 anni, il rischio di ictus ischemico è significativamente più alto rispetto agli uomini della stessa età, e da 30 a 80 anni, gli uomini hanno più cause per lo sviluppo di ictus. Questa affermazione si riferisce a diversi gruppi di età, gruppi di genere che non hanno una storia di malattie croniche, ha dimostrato di influenzare il flusso sanguigno cerebrale. Numerosi ricercatori hanno dimostrato un'elevata predisposizione familiare agli infarti cerebrali.

Cause corrette dell'ictus ischemico

Cause corrette in ordine decrescente di importanza:

osteocondrosi dello scheletro cervicale;

uso di contraccettivi orali.

Le cause correggibili sono il risultato di malattie croniche o cattive abitudini.

I fattori principali sono l'aterosclerosi e l'ipertensione arteriosa, causata da una violazione del metabolismo dei carboidrati lipidici. Il rischio di sviluppare placche aterosclerotiche inizia all'età di vent'anni.

Il mantenimento di un livello normale di pressione arteriosa nell'intervallo (120/80), di circa il 40%, riduce il rischio di ictus ischemico dopo quarant'anni.

L'uso di contraccettivi orali da parte delle giovani donne aumenta significativamente il rischio di ictus, vale a dire: il rischio di ictus - 13/100000 nel caso di assunzione di contraccettivi, contro 3/100000 nelle donne che non prendono questi fondi. Una delle possibili cause di questo fenomeno è l'ipercoagulazione delle cellule del sangue sotto l'azione dei farmaci.

Tipi di ictus ischemico:

Ictus ischemico acuto

L'acuto è caratterizzato da un debutto improvviso, raramente un aumento graduale delle manifestazioni cliniche. I sintomi sono contrassegnati da un lato, la coscienza è solitamente normale o leggermente disturbata.

I principali disturbi neurologici rilevati nel periodo acuto:

disfasia - disturbi del linguaggio;

disartria - pronuncia distorta di singole parole;

emianopsia: perdita della metà del campo visivo;

atassia - una violazione della coordinazione motoria, un senso di equilibrio;

perdita di sensibilità di un lato del corpo.

Nella maggior parte dei casi, la diagnosi di ictus ischemico, ad eccezione del suo insolito inizio nei singoli pazienti, vale a dire: un debutto graduale, mancanza di coscienza, un attacco nervoso. In questo caso, viene fatta una diagnosi differenziale.

Sono escluse le seguenti patologie possibili:

In alcuni casi, vengono prese in considerazione diagnosi simili:

aneurisma dell'arteria carotide sezionante;

Nella pratica clinica, vengono utilizzati vari metodi di rilevamento del deficit neurologico. La scala più comune è NIHSS. La rilevazione accurata dell'infarto cerebrale in tutti i pazienti viene eseguita con una TC o con la risonanza magnetica cerebrale. Entrambi i metodi sono altamente sensibili. In alcuni casi, CT è un metodo più accessibile. Tuttavia, la scelta dei metodi assegnati alla consultazione dei medici.

Le analisi del sangue di laboratorio durante la fase acuta dell'ictus ischemico includono la definizione di:

emocromo generale;

livelli di glucosio nel sangue (l'ipoglicemia è accompagnata da sintomi simili);

tempo parziale di tromboplastina attivato.

Ampio ictus ischemico

Le occlusioni prossimali delle grandi arterie del cervello sono caratterizzate da vaste aree di disturbi della perfusione. Tratti vasti - il nome generico per massivi infarti cerebrali. Alzati in caso di insufficienza di rifornimento di sangue collaterale a grandi arterie. La massa è determinata sulla base del volume dell'infarto e dell'ampiezza del deficit neurologico, una conseguenza dell'ictus, determinata dai metodi CT o MRI. Sono stati stabiliti i caratteristici volumi di infarto del bacino carotideo:

ictus aterotrombotico (aterosclerosi delle grandi arterie) - 115 cm 3

cardioembolico (occlusione dell'arteria con embolo) - 62 cm 3

emodinamica (flusso sanguigno ridotto) - 32 cm 3

lacunare (danno di piccole arterie adiacenti) - 2 cm 3

ictus reologico (cambiamenti reologici della fibrinolizina) 1,5 cm 3.

Gli attacchi cardiaci estesi del cervello si verificano nella vasca della carotide (arterie carotidi) e nel bacino vertebrale-balizyarny.

arteria carotide interna

arteria cerebrale media

arteria cerebrale anteriore

arteria cerebrale posteriore

La sintomatologia clinica del tratto ischemico esteso degli emisferi sinistro / destro del cervello è dovuta ad una diminuzione della circolazione cerebrale, ipossia cerebrale. Allo stesso tempo, un processo patologico si sviluppa con un disordine pronunciato sul lato opposto del corpo.

compromissione della coscienza di vari gradi,

forte mal di testa

disturbi vestibolari (vertigini, instabilità dell'andatura).

Sintomi neurologici focali

disturbi del movimento (paresi e paralisi)

che dipendono dalla localizzazione della lesione e dal pool vascolare.

Ictus ischemico lacunare

Non ci sono disturbi di perfusione nell'ischemia del nucleo e della penombra. Questo tipo di ischemia non viene visualizzato nel primo giorno. Non ci sono disturbi cerebrali.

È caratterizzato da alta pressione sanguigna nel debutto. La patogenesi dell'ischemia lacunare (LI) è diversa e viene determinata, in ordine decrescente di frequenza di insorgenza di sottotipi patogenetici dell'ictus lacunario:

storia di ipertensione in un paziente con ischemia lacunare;

cambiamenti aterosclerotici nei vasi;

embolia che perfora le arterie del cervello.

La determinazione del sottotipo patogenetico LI viene rilevata mediante metodi clinici, diffusione della RM (variante RM), monitoraggio Doppler delle arterie cerebrali e esami del sangue di laboratorio.

1. Ischemia lacunare con ipertensione nella storia:

una storia di un paziente affetto da ipertensione cronica ricoverato in una clinica con una natura critica delle esacerbazioni;

ipertensione;

studi strumentali non rivelano le fonti di embolia cardiaca, placche aterosclerotiche nelle arterie della testa;

livelli normali di colesterolo nel sangue;

Il monitoraggio Doppler non rileva microemboli nelle arterie del cervello;

La diffusione MR rivela un piccolo focolare LIE di circa 15 mm o la sua assenza.

2. Ischemia lacunare con aterosclerosi nella storia di:

colesterolo elevato e / o lipoproteine ​​a bassa densità nel sangue;

placche aterosclerotiche nei vasi del cervello;

La diffusione RM rivela focolai lacunari di uno 15 mm e più o più piccoli di meno di 15 mm.

3. Ischemia lacunare causata da embolia dei vasi cranici:

una storia di un paziente in arrivo con infarti cerebrali o miocardici precedentemente trasferiti, la presenza di potenziali fonti di emboli dalla cavità cardiaca e vasi cerebrali;

debutto e tre settimane dopo aver rivelato un grave deficit neurologico sulla scala NIHSS;

Il monitoraggio Doppler rivela la presenza di un microembolo dell'arteria cerebrale;

La diffusione della RM rivela molteplici focolai lacunari in diversi bacini vascolari, da uno a tre focolai grandi più di 15 mm nel pool, o una combinazione di focolai lacunari e territoriali.

Prognosi della malattia

In pratica, sono state utilizzate diverse varianti della valutazione clinica delle condizioni del paziente dopo un ictus, inclusa la valutazione della condizione neurologica del paziente nelle dinamiche, all'ammissione e alla dimissione del paziente su tre scale indipendenti (NIHSS, Rankin, Bartel). Più ampiamente queste scale sono utilizzate nella ricerca e nello sviluppo.

1. Scala NIHSS

La scala NIHSS è una stima puntuale della gravità dei disturbi neurologici nel periodo acuto dell'ictus ischemico. È inteso per una valutazione oggettiva in dinamica, una condizione del paziente, la previsione di un risultato di un colpo di ischemic.

I punti totali segnati sul risultato del sondaggio:

meno di 10 punti - recupero del paziente durante l'anno con una probabilità fino al 70%;

più di 20 punti - recupero del paziente durante l'anno con una probabilità fino al 16%.

più di 3-5 punti - un'indicazione per terapia allo scopo di succhiare un coagulo di sangue nel cuore di un attacco cardiaco;

più di 25 punti - controindicazione della terapia trombolitica.

La scala NIHSS assume la valutazione, la condizione neurologica, i metodi generalmente accettati di esame clinico dei riflessi, degli organi sensoriali, del livello di coscienza del paziente. I risultati sono compresi tra gli indicatori minimi - il buco o vicino alla normalità, al massimo - riflettono il grado di danno neurologico.

Determina le condizioni del paziente in termini di:

livello di coscienza - eseguendo semplici azioni su richiesta del ricercatore, rispondendo in modo significativo a domande semplici;

reazioni oculomotori (riflessi) - la capacità di eseguire semplici movimenti coerenti con le pupille degli occhi;

di vista - rilevamento degli occhi di un oggetto in movimento;

mobilità dei muscoli del viso - esecuzione di azioni facciali (sorriso, chiusura degli occhi);

controllo del movimento degli arti superiori e inferiori - la capacità di abbassamento passivo del braccio (10 sec.), gambe (5 sec.) dalla posizione del braccio, gamba specificata dal ricercatore;

controllo della coordinazione dei movimenti dei muscoli degli arti - la capacità di eseguire test finger-nose e heel-knee;

sensibilità al dolore - una risposta alla puntura lieve della pelle;

funzione del linguaggio - la capacità di descrivere in modo intelligente l'immagine nell'immagine presentata, nominare gli oggetti nell'immagine, leggere le frasi dalla lista;

attenzione - la capacità di percepire le informazioni.

Lo studio è condotto ad un ritmo unico, il paziente non è informato sullo scopo del sondaggio, non prepara il paziente a eseguire i test. Il test viene eseguito da un neurologo esperto.

2. Scala di Rankin - RS (modificato)

Progettato per determinare la capacità funzionale del paziente dopo un ictus. Utilizzato per ottenere informazioni oggettive sulla dinamica dei sintomi, per valutare l'efficacia delle misure riabilitative, la necessità di utilizzare dispositivi di assistenza per il movimento.

La scala di Rankin è classificata in base a cinque gradi di violazione:

Il primo grado è una leggera perdita di capacità. Conservazione per qualche tempo dopo un ictus di disturbi neurologici (vedi scala NIHSS). Il criterio principale per determinare il primo grado di violazioni, la risposta è la domanda: "Quali azioni abituali hai avuto prima di un ictus, ma ora non posso?" (Le solite cose sono quelle che vengono fatte più di una volta al mese).

Secondo grado - leggera perdita di capacità giuridica. Il criterio principale: il paziente può essere a casa senza supervisione esterna per più di una settimana.

Il terzo grado: la perdita media di capacità. Il criterio principale è che il paziente si muova in modo indipendente, il controllo è più frequente di una volta alla settimana per eseguire azioni a casa, è necessaria una consulenza psicologica e intellettuale (gestione finanziaria e simili).

Il quarto grado - moderatamente grave perdita di capacità giuridica. Il criterio principale - il paziente si muove indipendentemente, ha bisogno di cure costanti durante il giorno.

Il quinto grado è una grave violazione della capacità legale. Il criterio principale - il paziente non può muovere, non può mantenere indipendentemente.

3. L'indice Bartel (IB)

Utilizzato per valutare i risultati del trattamento dei pazienti dopo un ictus.

Gli indicatori riflettono la capacità di pazienti che hanno avuto un auto-rendimento che hanno avuto un ictus, sono state prese in considerazione semplici azioni domestiche nella fase di recupero (cibo, trapianto del letto, doccia, medicazione, controllo della minzione e defecazione). I risultati sono classificati in base a 100 punti. Massimo 100 punti - la norma, il minimo 60 e al di sotto - l'esistenza indipendente è impossibile.

Conseguenze e complicanze dell'ictus ischemico

Raccomandazioni per ridurre il rischio di ictus ischemico

Le raccomandazioni vengono fornite sulla base delle "Linee guida per la gestione dei pazienti con ictus ischemico e attacchi ischemici transitori", 2008, redatte dal team del Comitato esecutivo dell'Organizzazione insulare europea (ESO)

Si raccomanda ai pazienti diabetici di mantenere la pressione sanguigna al livello (130/80) e di correggerla con "Statins" - farmaci farmacologici usati per ridurre il colesterolo e le lipoproteine ​​aterogene nel sangue (Atoris, Akorta, Atomaks, Atorvastatin, Vasimip, Vero -Simvastatina, Zokor, Zokor-forte, Cardiostatina, Lescol forte, Liptonorm, Mertenil, Ownercore, Rosukard, Rosulip, Roxera, Simva Hexal, Simvastatina Alcaloide, Simvastol, Simvar, Simgal, Tarkaver, Tulipano, Colera e altri. Tutti i farmaci dal gruppo farmacologico - le statine hanno limitazioni e controindicazioni.

Il fumo raddoppia il rischio di ictus ischemico, smettere di fumare riduce in modo affidabile il rischio di ictus ischemico del 50%

Le dosi di alcol, alte (da 60 g / die e superiori), moderate (da 12 a 24 g / die) aumentano il rischio e basse dosi (12 g / die) al contrario riducono il rischio di sviluppare ictus ischemico. L'abuso di alcol è associato all'ipertensione.

Una moderata attività fisica, l'esercizio nel tempo libero (2-5 ore / settimana) riducono significativamente il rischio di ictus ischemico.

Peso corporeo L'indice di massa è superiore a 25 unità. È una causa uguale di ictus per uomini e donne a causa di ipertensione e il rischio di sviluppare il diabete in questa categoria. Un grande addome negli uomini aumenta il rischio di ictus, nelle donne non c'è dipendenza. La perdita di peso riduce significativamente il rischio di disturbi cardiovascolari, ma non di ictus.

Terapia postemonaurale ed estrogenica nelle donne. È stato dimostrato che il rischio di ictus aumenta nelle donne per un lungo periodo (più di cinque anni) in terapia sostitutiva.

L'ictus ischemico è una delle cause della disabilità dei cittadini. Come ottenere una disabilità?

L'elenco dei documenti richiesti per l'esame presso l'Ufficio di competenza medica e sociale (ITU):

Applicazione di un cittadino della Federazione Russa / il suo rappresentante legale (procura notarile).

Documento di identità - passaporto di un cittadino della Federazione Russa.

Richiesta di consulenza medica e sociale (firmata dal primario, certificata dal sigillo dell'istituto);

Una copia della cartella di lavoro (assicurata sul luogo di lavoro).

Documenti medici attestanti lo stato di salute di un cittadino (carta ambulatoriale, dimissione ospedaliera, conclusioni dei consulenti, risultati degli esami).

Per i cittadini che lavorano - caratteristiche professionali e di produzione dall'ultimo posto di lavoro (secondo la forma approvata).

Trattamento dell'ictus ischemico

L'algoritmo della tattica medica include: diagnosi di ictus, prognosi delle conseguenze. Sulla base di questo, vengono selezionate le tattiche ottimali della terapia. Le aree più promettenti di trattamento dell'ictus ischemico sono:

riperfusione attiva - ripristino del flusso sanguigno;

neuroprotezione - prevenire la distruzione delle cellule nervose nella penombra.

L'elenco dei farmaci per il trattamento del periodo più acuto di ictus ischemico:

Attivatore del plasminogeno tissutale ricombinante rt-PA (Aktilize)

Inibitori enzimatici (Catopril, Enalopril, Ramnopril)

Angiotensin II Receptor Blockers (Losartan, Condesartan)

Destrano a basso peso molecolare (Reopoliglukin);

Antagonisti del glutammato e dei suoi recettori (Glicina, Rizulol, Loubeluzol);

Calcio antagonisti (nimodipina);

Antiossidanti / precursori di antiossidanti (Mexidol, Alpha-tocoferolo, Carnosina, Mildranate, Actovegin);

Farmaci che influenzano il metabolismo tissutale (Inosie-F, Riboxin, Citocromo C);

In alcuni casi, per un trattamento efficace dell'ictus ischemico, vengono utilizzati metodi chirurgici di trattamento, tra cui: ricanalizzazione (rimozione) del trombo vascolare, endaterectomia carotidea (CEA), angioplastica e arterie carotidi.

Autore dell'articolo: Sokov Andrey Vladimirovich, neurologo

Gli ictus sono caratterizzati da una varietà di cause della malattia. Dimostrato che l'eziologia dell'ictus nelle donne e negli uomini varia in alcuni casi. Le cause di ictus per le donne risiedono principalmente nella fisiopatologia del periodo fertile e della menopausa, negli uomini sono associate a rischi professionali e abitudini dannose. Con le stesse caratteristiche associate.

L'ictus emorragico è un'emorragia ipertonica nel parenchima cerebrale, accompagnata da insufficienza cerebrale acuta della circolazione, perdita della funzione dell'area interessata, sviluppo della patogenesi nel nucleo e nella zona perifocale (attorno al core), manifestata da sintomi neurologici generali e locali.

Tutti i pazienti con sospetto ictus o persone con ovvia diagnosi devono essere trattati nell'unità di terapia intensiva o nell'unità di terapia intensiva di un ospedale neurologico sotto la supervisione di un neurologo. Nelle condizioni dell'istituzione medica continua tutte quelle attività che sono state fornite.

Il trattamento dei pazienti con ictus è un processo molto lungo e graduale che deve passare attraverso una serie di fasi successive. In primo luogo, tali pazienti vengono trattati nell'unità di terapia intensiva, dove viene condotta la lotta per la loro vita, quindi nell'ospedale neurologico, dove sono coinvolti nel restauro delle cellule colpite. Ma non meno importante è il palcoscenico.

Pigne - una fonte di nutrienti che aiutano con varie malattie. Quindi i phytoncides rafforzano il sistema immunitario, hanno un effetto antimicrobico. Gli oli essenziali donano un piacevole aroma di conifera ai coni di abete. I tannini sono in grado di fermare la morte delle cellule cerebrali. Pertanto, le pigne sono utili nel trattamento di u.

Gli Omega 3 sono acidi grassi polinsaturi essenziali. Ciò significa che non sono sintetizzati nel corpo umano e devono provenire dall'ambiente con prodotti contenenti questi composti in quantità sufficiente. Pertanto, è possibile fornire non solo il loro fabbisogno giornaliero, ma anche di colmare il deficit.

Il sistema di valutazione del rischio coronarico SCORE (Systematic Coronary Risk Evaluation) è stato sviluppato dalla Society of European Cardiologists. La tabella è destinata all'autodeterminazione del rischio di ictus e morte Per determinare l'uso dei parametri: età da 40 a 65 anni - cinque coppie di quadrati (il valore di divisione della scala orizzontale è 40 anni.

Per Saperne Di Più I Vasi