Ipertensione polmonare: sintomi e trattamento, rischio di malattia

L'ipertensione polmonare è una condizione che si manifesta in varie malattie ed è caratterizzata da una maggiore pressione nelle arterie polmonari.

Inoltre, questo tipo di ipertensione provoca un aumento del carico sul cuore, con conseguente processo ipertrofico nel ventricolo destro.

Le persone anziane che hanno già più di 50 anni sono più sensibili a questa malattia. Una volta stretti con il trattamento, i sintomi dell'ipertensione arteriosa polmonare non solo peggioreranno, ma possono portare a serie complicazioni, fino alla morte del paziente.

Descrizione della malattia, le sue cause

L'ipertensione arteriosa polmonare si forma sullo sfondo di altre malattie che possono avere cause completamente diverse. L'ipertensione si sviluppa a causa della proliferazione dello strato interno dei vasi polmonari. Quando ciò accade, il restringimento del loro lume e i loro fallimenti nel sangue forniscono ai polmoni.

Le principali malattie che portano allo sviluppo di questa patologia includono:

  • bronchite cronica;
  • fibrosi del tessuto polmonare;
  • difetti cardiaci congeniti;
  • bronchiectasie;
  • ipertensione, cardiomiopatia, tachicardia, ischemia;
  • trombosi vascolare nei polmoni;
  • ipossia alveolare;
  • elevati livelli di globuli rossi;
  • vasospasmo.

Ci sono anche una serie di fattori che contribuiscono alla comparsa di ipertensione polmonare:

  • malattia della tiroide;
  • intossicazione del corpo con sostanze tossiche;
  • uso a lungo termine di antidepressivi o soppressori dell'appetito;
  • l'uso di sostanze stupefacenti prese per via intranasale (inalazione attraverso il naso);
  • Infezione da HIV;
  • malattie oncologiche del sistema circolatorio;
  • cirrosi epatica;
  • predisposizione genetica.

Sintomi e segni

All'inizio del suo sviluppo, l'ipertensione polmonare praticamente non si manifesta, e quindi il paziente non può andare in ospedale fino all'insorgenza di gravi stadi della malattia. La normale pressione sistolica nelle arterie polmonari è di 30 mm Hg e la pressione distale è di 15 mm Hg. I sintomi pronunciati compaiono solo quando questi indicatori aumentano di 2 o più volte.

Nelle fasi iniziali della malattia può essere identificato sulla base dei seguenti sintomi:

  • Mancanza di respiro Questa è la caratteristica principale. Può verificarsi improvvisamente anche in uno stato di calma e aumentare bruscamente con un'attività fisica minima.
  • Perdita di peso, che si verifica gradualmente, indipendentemente dalla dieta.
  • Sensazioni spiacevoli nell'addome - come se scoppiassero con esso, per tutto il tempo si sente una pesantezza inspiegabile nella regione addominale. Questo sintomo indica che il ristagno del sangue è iniziato nella vena porta.
  • Svenimenti, frequenti episodi di vertigini. Nasce da una fornitura inadeguata di ossigeno al cervello.
  • Debolezza persistente nel corpo, sensazione di impotenza, malessere, accompagnata da uno stato psicologico depresso e depresso.
  • Attacchi frequenti di tosse secca, voce rauca.
  • Palpitazioni cardiache Si verifica a causa di una mancanza di ossigeno nel sangue. La quantità di ossigeno necessaria per la vita normale, in questo caso, arriva solo con una respirazione rapida o un aumento della frequenza cardiaca.
  • Disturbi intestinali, accompagnati da aumento di gas, vomito, nausea, dolore all'addome.
  • Dolore sul lato destro del corpo, sotto le costole. Prova di allungare il fegato e aumentarne le dimensioni.
  • Dolore compressivo al petto, più spesso durante lo sforzo fisico.

Scopri anche come questa malattia si manifesta nei bambini. Questa recensione dettagliata ti aiuterà.

Leggi su questa ipertensione polmonare primaria complessa e mal studiata, la sua clinica, la diagnosi e il trattamento.

Nelle fasi successive dell'ipertensione polmonare, compaiono i seguenti sintomi:

  • Quando si tossisce, l'escreato viene secreto in cui sono presenti coaguli di sangue. Questo indica lo sviluppo di edema nei polmoni.
  • Grave dolore al petto, accompagnato dal rilascio di sudore freddo e attacchi di panico.
  • Fallimenti del ritmo cardiaco (aritmia).
  • Dolore nella zona del fegato, risultante dallo stiramento del suo guscio.
  • Accumulo di liquido nell'addome (ascite), insufficienza cardiaca, esteso gonfiore e gambe blu. Questi segni indicano che il ventricolo destro del cuore non è più in grado di sopportare il carico.

Lo stadio terminale dell'ipertensione polmonare è caratterizzato da:

  • La formazione di coaguli di sangue nelle arteriole polmonari, che provoca soffocamento, distruzione dei tessuti, infarto.

Edema polmonare acuto e crisi ipertensive, che di solito si verificano durante la notte. In questi attacchi, il paziente soffre di una forte mancanza di aria, soffoca, tossisce, mentre sputa espettorato con sangue.

La pelle è blu, la vena giugulare pulsa marcatamente. In questi momenti, il paziente sperimenta paura e panico, è eccessivamente eccitato, i suoi movimenti sono caotici. Tali attacchi di solito finiscono nella morte.

Un cardiologo diagnostica la malattia. È necessario consultare un medico ai primi segni della malattia: grave mancanza di respiro con uno sforzo normale, dolore toracico, affaticamento costante, comparsa di edema.

diagnostica

Se si sospetta un'ipertensione polmonare, oltre all'esame generale e alla palpazione per un ingrossamento del fegato, il medico prescrive i seguenti esami:

  • ECG. Rileva la patologia nel ventricolo destro del cuore.
  • CT. Ti permette di determinare la dimensione dell'arteria polmonare, così come altre malattie del cuore e dei polmoni.
  • Ecocardiografia. Nel corso di questo esame, viene controllata la velocità del movimento del sangue e lo stato delle navi.
  • Misura della pressione nell'arteria polmonare inserendo un catetere.
  • Radiografia. Rileva la condizione dell'arteria.
  • Esami del sangue
  • Controllare l'effetto dell'attività fisica sulle condizioni del paziente.
  • Angiografia. Una tintura viene iniettata nei vasi, che indica lo stato dell'arteria polmonare.

Solo una gamma completa di esami ti consentirà di effettuare una diagnosi accurata e decidere un ulteriore trattamento.

Scopri di più sulla malattia dal video:

Metodi di terapia

L'ipertensione polmonare è curabile con successo se la malattia non è ancora passata allo stadio terminale. Il medico prescrive il trattamento secondo i seguenti compiti:

  • determinare la causa della malattia e la sua eliminazione;
  • abbassamento della pressione nell'arteria polmonare;
  • prevenzione dei coaguli di sangue.

medicazione

A seconda dei sintomi, prescrivere i seguenti mezzi:

  • Glicosidi cardiaci - per esempio, digossina. Migliorano la circolazione sanguigna, riducono la probabilità di sviluppare aritmie e hanno un effetto benefico sul cuore.
  • Preparati per ridurre la viscosità del sangue - Aspirina, Eparina, Gurudina.
  • Vasodilatatori che rilassano le pareti delle arterie e facilitano il flusso sanguigno, riducendo così la pressione nelle arterie polmonari.
  • Prostaglandine. Prevenire gli spasmi vascolari e i coaguli di sangue.
  • Droghe diuretiche. Ti permettono di rimuovere il fluido in eccesso dal corpo, riducendo così il gonfiore e riducendo il carico sul cuore.
  • Mucolitici - Mucosolvin, acetilcisteina, bromexina. Con una forte tosse, è più facile rimuovere il muco dai polmoni
  • Calcio antagonisti - Nifedipina, Verapamil. Rilassa i vasi sanguigni dei polmoni e le pareti dei bronchi.
  • Trombolitici. Sciogliere i coaguli di sangue formati e prevenire la formazione di nuovi e migliorare la pervietà dei vasi sanguigni.

operazioni

Con bassa efficacia del trattamento farmacologico, il medico solleva la questione dell'intervento chirurgico. Le operazioni per l'ipertensione polmonare sono di diversi tipi:

  1. Studio atriale.
  2. Trapianto polmonare
  3. Trapianto cardiopolmonare.

Oltre ai metodi di trattamento dell'ipertensione polmonare prescritti dal medico, il paziente deve seguire alcune raccomandazioni per riprendersi con successo: smettere completamente di fumare o di narcotici, ridurre lo sforzo fisico, non sedersi in un posto per più di due ore al giorno, eliminare o minimizzare la quantità di sale nella dieta.

Ipertensione polmonare: sintomi, cause, trattamento

L'ipertensione polmonare è una condizione pericolosa e progressiva in cui vi è un aumento persistente della pressione nel flusso sanguigno dell'arteria polmonare. Solo nel 6-10% dei casi questa condizione patologica può essere idiopatica (o primaria) e si verifica in seguito a mutazioni genetiche o altre cause. Nel resto dei pazienti, l'ipertensione polmonare è secondaria e il suo sviluppo è dovuto al decorso complicato di varie malattie.

Normalmente, a riposo, la pressione media dell'arteria polmonare è di 9-15 mm Hg. Art. Per la diagnosi di "ipertensione polmonare", gli esperti sono guidati dai seguenti criteri: un aumento della pressione superiore a 25 mm Hg. Art. da solo o superiore a 50 mmHg. Art. sotto carico.

In questa condizione patologica, la pressione nel letto dell'arteria polmonare aumenta gradualmente e progressivamente. In definitiva, l'ipertensione polmonare provoca lo sviluppo di insufficienza ventricolare destra, che può in seguito provocare un esito fatale. Secondo le statistiche, questa condizione patologica è rilevata 4 volte più spesso nelle donne rispetto agli uomini. L'età media dei pazienti varia solitamente da 30 a 40 anni, ma un aumento della pressione nei vasi dei polmoni può essere rilevato sia nei bambini che nella vecchiaia.

In questo articolo vi terremo informati sulle principali cause, manifestazioni, metodi di rilevazione e trattamento dell'ipertensione polmonare. Queste informazioni ti aiuteranno in tempo a sospettare lo sviluppo della malattia e farai la giusta decisione sulla necessità di consultare un medico.

motivi

Finora, gli scienziati non sono riusciti a stabilire le cause dello sviluppo di una malattia così rara come l'ipertensione polmonare idiopatica. Si presume che il suo verificarsi possa essere causato da mutazioni geniche, malattie autoimmuni o assunzione di contraccettivi orali.

L'ipertensione polmonare secondaria è una condizione patologica che può provocare varie malattie croniche dei polmoni, dei vasi sanguigni, del cuore e di altri sistemi e organi. Molto spesso questa complicanza è innescata dai seguenti disturbi:

  • insufficienza cardiaca;
  • infarto miocardico;
  • cardiopatia ischemica;
  • miocardite;
  • difetti cardiaci congeniti e acquisiti (stenosi mitralica, difetti del setto, ecc.);
  • malattie accompagnate da embolia polmonare;
  • neoplasie dei polmoni e del cuore;
  • processi infiammatori e ostruttivi cronici nei polmoni e nei bronchi (tubercolosi, pneumosclerosi, enfisema, sarcoidosi);
  • vasculite con localizzazione nell'area dell'arteria polmonare;
  • patologie vascolari polmonari ed epatiche e fasi tardive della disfunzione epatica;
  • violazioni della struttura del torace e della colonna vertebrale (cifoscoliosi, spondilite anchilosante, sindrome di Pickwick nell'obesità, errori di toracoplastica);
  • patologia del sangue: anemia emolitica cronica, malattie mieloproliferative, condizione dopo splenectomia.

Inoltre, l'ipertensione polmonare può essere provocata da una serie di malattie acute e condizioni:

  • sindrome da distress respiratorio, causata da una lesione autoimmune o tossica e che causa una quantità insufficiente di tensioattivo sui lobuli del tessuto polmonare;
  • grave polmonite diffusa, accompagnata da una grave reazione allergica agli odori inalato di profumi, vernici, colori, ecc.;
  • assunzione di alcuni farmaci e esposizione a tossine (olio di colza tossico, Aminorex, anfetamine, fenfluramina, L-triptofano, cocaina, citostatici, ecc.);
  • Ricevimento della medicina tradizionale o cibo.

Queste statistiche sottolineano il fatto che le persone infettate da HIV, tossicodipendenti, che assumono farmaci che sopprimono l'appetito, i pazienti ipertesi e le donne incinte hanno maggiori probabilità di sviluppare ipertensione polmonare.

Ipertensione polmonare nei neonati può essere causata dalle seguenti condizioni:

  • ipossia generale;
  • ernia diaframmatica;
  • aspirazione del meconio;
  • continua circolazione del feto.

Meccanismo di sviluppo

Lo sviluppo dell'ipertensione polmonare è innescato dal restringimento graduale del lume del letto arterioso polmonare - capillari e arteriole. Tali cambiamenti sono causati da un ispessimento dello strato interno dei vasi sanguigni - l'endotelio. In un corso complicato, un tale processo può essere accompagnato da infiammazione e distruzione dello strato muscolare dell'arteria polmonare.

Il restringimento del lume dei vasi sanguigni provoca una coagulazione costante di coaguli di sangue in esso e porta alla sua obliterazione. Successivamente, il paziente aumenta la pressione nel sistema dell'arteria polmonare e sviluppa ipertensione polmonare. Questo processo aumenta il carico sul ventricolo destro del cuore. Inizialmente, le sue pareti sono ipertrofiche, cercando di compensare la violazione dell'emodinamica. Successivamente, a causa dei carichi costanti, la loro contrattilità si riduce e si sviluppa lo stadio di scompenso, che si esprime nell'insufficienza ventricolare destra.

Classificazione dell'ipertensione polmonare per classe

A seconda della gravità dei sintomi e della gravità delle condizioni del paziente, si distinguono quattro classi di ipertensione polmonare:

  • Io - l'attività fisica del paziente non soffre, dopo i soliti carichi non appare vertigini, debolezza, mancanza di respiro e dolore toracico;
  • II - l'attività fisica del paziente è leggermente disturbata, a riposo lo stato di salute non cambia affatto, ma dopo i carichi usuali, sviluppa vertigini, debolezza, mancanza di respiro e dolore al petto;
  • III - l'attività fisica del paziente è significativamente compromessa, anche un minore sforzo fisico provoca vertigini, debolezza, mancanza di respiro e dolore al petto;
  • IV - anche il carico minimo causa vertigini, debolezza, mancanza di respiro e dolore toracico, spesso gli stessi sintomi si verificano a riposo.

sintomi

La principale insidiosità dell'ipertensione polmonare è che durante la fase di compensazione, può essere completamente asintomatica e può essere rilevata in forme trascurate. I suoi primi segni cominciano ad apparire solo quando la pressione arteriosa polmonare supera i valori normali di 2 volte o più.

Di solito i primi sintomi di ipertensione polmonare sono:

  • la comparsa di dispnea inspiegabile anche con un leggero sforzo o con un riposo completo;
  • perdita di peso inspiegabile nella dieta abituale;
  • voce rauca;
  • tosse secca persistente;
  • episodi di vertigini o svenimenti;
  • palpitazioni cardiache;
  • pulsazione evidente della vena giugulare attorno al collo;
  • disagio e pesantezza al fegato.

Successivamente, il paziente presenta attacchi di angina e fibrillazione atriale. Inoltre, nell'espettorato possono essere rilevate strisce di sangue. Con l'aumento dell'edema polmonare, il paziente sviluppa emottisi.

Il paziente lamenta dolore nell'ipocondrio destro, che è provocato dallo sviluppo della stasi venosa. Nel sondare l'addome, il medico determina l'espansione dei limiti del fegato e del dolore. I disturbi emodinamici nel circolo ampio della circolazione sanguigna portano alla comparsa di edema nelle gambe (nella zona dei piedi e delle gambe) e nell'accumulo di liquido nella cavità addominale (ascite).

Nella fase terminale dello sviluppo dell'ipertensione polmonare, le crisi ipertoniche si verificano nel letto vascolare, innescando lo sviluppo di edema polmonare. Iniziano con una mancanza di respiro, quindi il paziente inizia ad avere una forte tosse, con espettorato sanguinante, paura e ansia. La pelle diventa bluastra, il paziente sviluppa agitazione psicomotoria, le feci possono essere separate in modo incontrollabile e l'urina leggera viene liberata. Nei casi gravi, l'edema polmonare si conclude con lo sviluppo di insufficienza cardiaca acuta e embolia polmonare, che sono fatali.

diagnostica

Il disturbo più comune dei pazienti con ipertensione polmonare, con cui vengono dal medico, è la mancanza di respiro. Quando si esamina un paziente, viene rilevata cianosi e, quando si ascoltano i suoni del cuore, si rivela la scissione del tono II nella proiezione dell'arteria polmonare e la sua enfasi.

Per chiarire la diagnosi di ipertensione polmonare e ottenere un quadro clinico completo, vengono nominati i seguenti tipi di studi:

  • ECG;
  • ecocardiografia;
  • radiografia dei polmoni;
  • test respiratori funzionali;
  • analisi qualitativa e quantitativa dei gas ematici;
  • Scansione TC;
  • cateterismo del cuore "giusto" e dell'arteria polmonare;
  • angiografia;
  • la scintigrafia.

trattamento

Il trattamento dell'ipertensione polmonare dovrebbe sempre iniziare il più presto possibile ed essere completo. Include raccomandazioni per ridurre i rischi di esacerbazione e complicazioni della condizione patologica, trattamento della malattia di base e terapia farmacologica sintomatica. Inoltre, è possibile utilizzare metodi popolari o non tradizionali. Con l'inefficacia della terapia conservativa, il paziente viene raccomandato un trattamento chirurgico.

raccomandazioni

Per ridurre i rischi esistenti nell'ipertensione polmonare, i pazienti sono raccomandati:

  • vaccinazione contro l'influenza e le infezioni da pneumococco, aggravando il corso della patologia;
  • esercizio regolare e misurato;
  • dieta per insufficienza cardiaca;
  • prevenzione della gravidanza.

Parenti e parenti di pazienti con ipertensione polmonare dovrebbero fornire loro un supporto psicologico costante. Tali pazienti spesso sviluppano depressioni, si sentono inutili, spesso infastiditi per le inezie e non vogliono essere un peso per ciò che li circonda. Un tale stato depressivo influisce negativamente sul decorso dell'ipertensione polmonare e, per la sua eliminazione, è necessario un costante lavoro psicologico sul problema esistente. Se necessario, i pazienti possono essere invitati a consultare uno psicoterapeuta.

Terapia farmacologica

Per eliminare le manifestazioni e le conseguenze dell'ipertensione polmonare, al paziente vengono prescritti i seguenti gruppi di farmaci:

  • diuretici - ridurre il carico sul cuore, ridurre il gonfiore;
  • anticoagulanti e agenti antipiastrinici - riducono il carico sul cuore, prevengono lo sviluppo di trombosi e tromboembolismo;
  • glicosidi cardiaci - migliorare il lavoro del cuore, eliminare aritmie e spasmi vascolari, ridurre la mancanza di respiro e gonfiore;
  • vasodilatatori - riducono la pressione nel letto polmonare;
  • antagonisti dei recettori della prostaciclina e dell'endotelina - bloccare la crescita dell'endotelio, eliminare lo spasmo vascolare e bronchiale, prevenire la trombosi.

Per eliminare l'ipossia in pazienti con dispnea grave, vengono mostrati i corsi di ossigenoterapia.

Nei pazienti con ipertensione polmonare idiopatica, gli inibitori della PDE tipo 5 (Sildenafil) e il protossido di azoto sono prescritti ai pazienti. La loro azione riduce la resistenza dei vasi sanguigni, elimina l'ipertensione e facilita il flusso sanguigno.

Medicina popolare

Come rimedio aggiuntivo per il trattamento dell'ipertensione polmonare, il medico può raccomandare l'uso di erbe medicinali:

  • un'infusione di frutti di sorbo rosso;
  • succo di zucca fresco;
  • infusione di adonis primaverili, ecc.

I pazienti con ipertensione polmonare dovrebbero essere consapevoli che il trattamento di questa patologia è impossibile solo con l'aiuto di rimedi popolari. Le erbe medicinali in tali casi possono esser usate solo nella forma di diuretici morbidi e le tasse per calmare la tosse.

Trattamento chirurgico

Per facilitare il lavoro del cuore, si può consigliare al paziente di avere una septostomia atriale con palloncino. L'essenza di questo intervento è l'introduzione di un catetere con un palloncino e una lama nell'atrio sinistro, che viene utilizzato per tagliare il setto tra gli atri. Con l'aiuto di un palloncino, il medico espande l'incisione e quindi cerca di facilitare lo scarico del sangue ossigenato dalla metà sinistra del cuore a destra.

In casi estremamente gravi, possono essere eseguiti trapianti di polmoni e / o cuore. Tali interventi sono eseguiti in centri chirurgici specializzati e sono spesso inaccessibili a causa della mancanza e dell'elevato costo degli organi dei donatori. In alcuni casi, il trapianto può essere assolutamente controindicato: neoplasie maligne, infezione da HIV, fumo, presenza di antigene HBs, epatite C e uso di droghe o alcool negli ultimi 6 mesi.

previsioni

Nell'ipertensione polmonare secondaria, la prognosi è favorevole, se il tasso di sviluppo della condizione patologica rimane piccolo, la terapia prescritta è efficace e porta ad una diminuzione della pressione nel letto polmonare. Con la rapida progressione dei sintomi, l'aumento della pressione di oltre 50 mm Hg. Art. e scarsa efficacia del trattamento, la prognosi peggiora. In questi casi, oltre 5 anni, la maggior parte dei pazienti muore.

L'ipertensione polmonare idiopatica ha sempre una prognosi estremamente sfavorevole. Durante il primo anno di malattia, solo il 68% dei pazienti rimane vivo, dopo il 3-38% e dopo 5 anni solo il 35%.

L'ipertensione polmonare si riferisce a condizioni patologiche gravi e pericolose, che nel tempo possono diventare la causa della morte del paziente da embolia polmonare o insufficienza cardiaca ventricolare destra in aumento. Il suo trattamento dovrebbe iniziare il più presto possibile e il paziente necessita di un monitoraggio costante da parte di un pneumologo e di un cardiologo.

Il primo canale, il programma "Vivi sani!" Con Elena Malysheva, nella sezione "Informazioni sulla medicina", parliamo di ipertensione polmonare (vedi 34:20 min.):

Ipertensione polmonare: cosa devi sapere sulla terribile patologia?

L'ipertensione polmonare è una condizione grave e comune. La situazione è esacerbata dalla difficoltà nell'identificare le cause e la mancanza di sintomi in alcune forme. Sensazione inspiegabile di stanchezza, tachicardia e mancanza di respiro sono un motivo per andare dal medico. Cosa dovrebbe fare il paziente per salvargli la vita?

Cos'è l'ipertensione polmonare

L'ipertensione polmonare è una malattia grave che appartiene alle patologie della circolazione polmonare. Il paziente ha un forte aumento della pressione nell'arteria polmonare, che porta a un sovraccarico dell'organo. È difficile per il paziente respirare, si ha mancanza di respiro e l'affaticamento aumenta durante l'esercizio. La mancanza di trattamento è fatale. La diagnosi di ipertensione polmonare è fatta a una pressione superiore a 25 mm Hg. Art.

Per lo sviluppo della patologia, sono necessari 2 fattori: un aumento della pressione a seguito di un aumento del flusso sanguigno o di un cambiamento di pressione, pur mantenendo il normale apporto di sangue. La malattia è pericolosa per il paziente. In alcune forme della malattia si sviluppa così rapidamente che diventa causa di disfunzione della respirazione. Inoltre, l'ipertensione colpisce un gran numero di organi e sistemi, che influisce sul loro lavoro.

Esistono i seguenti sinonimi della malattia: Escudero's disease, Aerza's disease, Aerza-Arilago's disease.

Video della malattia

cause di

L'ipertensione si forma spesso durante lo sviluppo di malattie polmonari. Durante la loro progressione si forma l'ipossia alveolare, la causa principale dell'ipertensione polmonare. Inoltre, la struttura dei tessuti dell'organo è disturbata. Anche i seguenti processi hanno un effetto negativo:

  1. Bronchite cronica di natura ostruttiva. I tessuti cambiano, il che porta alla sovrapposizione delle vie aeree.
  2. Bronchiectasie. Si formano suppurazioni e cavità che si trovano nei lobi inferiori dell'organo.
  3. Fibrosi del tessuto d'organo. Cambiamenti nei tessuti sani di un organo, con conseguente sostituzione di cellule normali con tessuto connettivo.

Influenzare negativamente le condizioni del paziente e la patologia del cuore Esistono i seguenti gruppi di violazioni:

  1. Difetti congeniti: difetti del setto interventricolare o interatriale, condotto canalare aperto.
  2. Prestazioni cardiache ridotte in alcune malattie: cardiomiopatia, ischemia o ipertensione.

La sovrapposizione dei vasi arteriosi polmonari porta anche allo sviluppo di ipertensione. In questo caso, ci sono diversi modi di sviluppo della trombosi:

  1. Ipossia alveolare Il suo sviluppo si verifica con ventilazione irregolare dei polmoni. La quantità di ossigeno diminuisce, quindi i vasi dell'organo si contraggono.
  2. Cambiamenti nel tessuto polmonare. Quando la struttura dei tessuti di un organo cambia, il tessuto connettivo è di grande importanza, sostituendo le cellule sane e comprimendo i vasi.
  3. Aumento del numero di globuli rossi. Il numero di eritrociti aumenta a causa dell'ipoxia prolungata - una piccola o insufficiente riserva di ossigeno. A causa di una quantità insufficiente di ossigeno, le forme di tachicardia - battito cardiaco accelerato. Uno spasmo dei vasi sanguigni porta alla formazione di piccoli coaguli di sangue, con conseguente sovrapposizione dei vasi.

Fattori che contribuiscono allo sviluppo della patologia - tabella

  • Patologia ereditaria;
  • malattie del sangue;
  • HIV;
  • cirrosi epatica;
  • ipertiroidismo;
  • ipertensione portale.

Quadro clinico

I sintomi della patologia possono essere assenti per lungo tempo, quindi i pazienti spesso non cercano aiuto medico. Mentre la malattia progredisce, si ha mancanza di respiro - il principale segno di ipertensione. Appare non solo sotto carico, ma anche in uno stato di calma.

Manifestazioni di insufficienza respiratoria sono tachicardia e ipossia, che influiscono sul benessere generale del paziente. Non senza dolore. Il dolore è localizzato dietro la regione dello sterno. In alcuni casi, si verifica uno svenimento, specialmente durante l'esercizio.

L'ascite è caratteristica della malattia, una condizione in cui il liquido si accumula nella cavità addominale.

Il paziente si sente debole, aumenta la fatica. Spesso il paziente soffre di vertigini. A causa dello stiramento della capsula epatica e dell'ingrossamento di questo organo, il dolore e la pesantezza sono presenti nell'ipocondrio destro. Come risultato dell'accumulo di gas nel gonfiore intestinale si verifica. Inoltre, il paziente può soffrire di nausea e vomito. Gli arti blu e la condizione edematosa delle gambe sono un altro sintomo di patologia.

Inoltre, le manifestazioni della malattia dipendono in gran parte dalla fase del suo sviluppo.

Sintomi e segni di diversi stadi dell'ipertensione polmonare - tabella

Forme e stadi

Oltre ad assegnare 4 gradi della malattia, l'ipertensione polmonare è anche divisa in forme primarie e secondarie. Il tipo primario della malattia è ereditato, ma ci sono casi in cui la causa della malattia è sconosciuta. In questo caso, è una forma idiopatica. Nel tipo primario, la patologia può svilupparsi senza manifestazioni, così come con i classici segni di ipertensione polmonare.

Il tipo secondario è il risultato dello sviluppo di altre malattie che portano a un cambiamento di pressione nelle navi che alimentano i polmoni. Esempi di tali malattie sono le seguenti condizioni:

  1. Asma bronchiale.
  2. La BPCO è una malattia polmonare ostruttiva cronica.
  3. Patologia del tessuto polmonare di natura cronica. Rappresentata da una violazione della struttura degli alveoli e dallo sviluppo dell'infiammazione.

L'ipertensione polmonare tromboembolica di natura cronica è associata all'occlusione vascolare. Si sviluppa abbastanza velocemente e il suo inizio è tempestoso. Il paziente ha ipossia, diminuisce la pressione sanguigna e si verifica un'insufficienza respiratoria.

Se le manifestazioni tromboemboliche non sono state eliminate, allora si forma uno stato postembolico. Questo tipo di malattia si verifica spesso nei pazienti che non rilevano la malattia in tempo. Se i cambiamenti persistono per più di 3 mesi, allora l'ipertensione diventa cronica.

C'è una classificazione che tiene conto della pressione del paziente. Si distinguono le seguenti fasi di ipertensione:

  1. Luce: la pressione del paziente è compresa tra 25 e 36 mm Hg. Art.
  2. Moderato - pressione 35-45 mm Hg. Art.
  3. Pesante - la pressione supera 45 mm Hg. Art.

diagnostica

Una visita tempestiva al medico consentirà il tempo per rilevare la malattia e iniziare il trattamento. Se il paziente non è il tipo primario della malattia, la malattia che ha portato allo sviluppo della condizione è necessariamente identificata. Il primo sondaggio è la raccolta dei dati del paziente. Il paziente racconta al medico i sintomi dell'ipertensione, caratterizza le loro caratteristiche. È importante indicare la presenza di malattie simili nei parenti, la presenza di cattive abitudini e malattie congenite.

Durante un esame generale, uno specialista può riconoscere gonfiore agli arti inferiori, pelle blu della pelle e gonfiore delle vene del collo. È chiaramente visibile l'ispessimento delle dita, che è associato alla crescita delle ossa. Un fonendoscopio viene usato per ascoltare i polmoni e il cuore.

I dati di rilievo generali non sono sufficienti, pertanto vengono utilizzati metodi diagnostici strumentali:

  1. Per stimare la dimensione del cuore e determinare la pressione, viene utilizzata l'ecocardiografia. Se ci sono manifestazioni di sovraccarico e un aumento del cuore destro, allora questo può essere appreso con l'aiuto dell'ECG - elettrocardiografia. L'ECG è un metodo significativo nel rilevare una malattia. Tuttavia, con ipertensione polmonare lieve, non è sempre possibile riconoscere i cambiamenti patologici. Utilizzando il metodo, viene rilevato un sovraccarico dell'atrio destro e vengono rilevate manifestazioni di ipertrofia ventricolare destra. I segni simili sono caratteristici per stadi avanzati di una malattia, perciò le ricerche supplementari sono richieste.
  2. Un obiettivo e una radiografia simili. Con l'aiuto dei dati radiografici, la patologia viene rilevata nel 90% dei casi. Nella proiezione laterale si trova un'espansione del ventricolo destro e del padiglione auricolare. Inoltre, aumenta il diametro del ramo dell'arteria a destra. Il metodo è efficace perché consente di identificare patologie polmonari e difetti cardiaci che influenzano lo sviluppo dell'ipertensione polmonare.

Per determinare direttamente la pressione dell'arteria polmonare, viene utilizzata la cateterizzazione. La diagnosi viene effettuata quando la pressione supera 25 mm Hg. Art. Durante la diagnostica, può essere usato un test per la vasoreattività - la capacità dell'arteria di espandersi. È necessario per la selezione di farmaci efficaci e prevedere la risposta dell'organismo al trattamento applicato.

Inoltre, sarà richiesta la consultazione di diversi medici, in particolare un cardiologo e un pneumologo. Queste capacità diagnostiche non finiscono qui, poiché ci sono molti strumenti aggiuntivi per formare un quadro completo della malattia. Applica i seguenti metodi:

  1. L'angiopulmonografia è la condizione dei vasi polmonari.
  2. Tomografia computerizzata: studia gli organi del torace.
  3. Pletismografia corporea e spirometria - valutazione del respiro.
  4. Il coagulogramma sviluppato - esclude una predisposizione alla formazione di coaguli di sangue, come vengono studiati gli indicatori di coagulazione del sangue.
  5. Per la rilevazione di anticorpi alle cellule del corpo è stata utilizzata l'analisi immunologica.
  6. Analisi generale e biochimica del sangue.
  7. Esegui il test camminando per 6 minuti per determinare il grado di tolleranza del carico. Consente inoltre di determinare la classe funzionale della malattia.
  8. Diagnosi ecografica degli organi della cavità addominale (ultrasuoni).
  9. Lo studio della composizione del gas nel sangue.

trattamento

medicazione

La base del trattamento di qualsiasi malattia - la nomina di farmaci. L'ipertensione polmonare non fa eccezione. Per normalizzare le condizioni del paziente, vengono utilizzati diversi gruppi di farmaci.

È permesso usare medicine solo dopo aver ricevuto raccomandazioni dal dottore.

Gli antagonisti del calcio possono ridurre il grado di spasmo e modificare la frequenza cardiaca. Come risultato dell'uso di tali fondi, i muscoli dei bronchi si rilassano e il grado di adesione delle piastrine diminuisce. Pertanto, la nomina di calcio antagonisti porta ad una diminuzione del carico sul cuore. Tuttavia, questi farmaci potrebbero non aiutare tutti i pazienti. Per scoprire la necessità dell'appuntamento di tali fondi, lo specialista effettua il rilevamento del lato destro del corpo. I seguenti farmaci sono prescritti:

I diuretici sono usati per rimuovere l'acqua in eccesso. La rimozione del liquido di scarico comporta una diminuzione della pressione. Durante la terapia, deve essere monitorata la viscosità del sangue e la composizione dell'elettrolita. Strumenti usati come:

  1. Furosemide.
  2. Torasemide.
  3. Acido etacrilico

Per ridurre la pressione applicata ACE-inibitori (enzima di conversione dell'angiotensina), che dilatano i vasi sanguigni. applica:

  1. Captopril.
  2. Enalapril.
  3. Lisinopril.
  4. Fosinopril.
  5. Cilazapril.
  6. Ramipril.

Gli agenti antipiastrinici sono necessari per ridurre il grado di adesione dei globuli rossi e delle piastrine. Il rappresentante di questo gruppo è l'acido acetilsalicilico. Un componente utile del gruppo degli inibitori della fosfodiesterasi 5 è il sildenafil, che dilata le arterie dei polmoni. Per prevenire lo sviluppo della trombosi sono stati usati anticoagulanti di azione diretta:

Il sildenafil è presente nella composizione di un noto farmaco per il trattamento della disfunzione erettile - Viagra.

Migliorare la ventilazione polmonare è un altro compito importante della terapia: i broncodilatatori affrontano questo obiettivo. Sono particolarmente utili nell'asma bronchiale e in altre condizioni accompagnate da broncospasmo. Tali agenti sono assegnati come:

Quando si connette l'infezione, vengono prescritti antibiotici.

Droghe sulla foto

Dieta e stile di vita

Una condizione importante per il trattamento è la conformità dei pazienti alle regole stabilite:

  • È necessario ridurre l'assunzione di liquidi a 1,5 litri al giorno.
  • Si raccomanda di ridurre la quantità di sale nel cibo.
  • È importante evitare la formazione di mancanza di respiro e manifestazioni dolorose. A tal fine, normalizzare il carico che non porta a disagio o svenimento.

Gli amanti del turismo e delle escursioni in montagna sono invitati a rinunciare ai loro hobby o ad escludere l'ascesa ad un'altezza superiore a 1000 m.

Si consiglia al paziente di mangiare correttamente per ridurre il rischio di deterioramento della salute. Non sono disponibili raccomandazioni dietetiche esatte, in quanto la dieta è fatta individualmente ed è diversa in ciascun caso. Sullo sfondo dello sviluppo dell'ipertensione polmonare si formano anche altre malattie: obesità, aterosclerosi e diabete. Lascia il segno sulla ristorazione. Il paziente ha bisogno di cibo con molte vitamine - è su questo principio che la dieta è fatta. Permesso di usare:

  • frutta e verdura fresca sotto forma di insalate: cetrioli, zucchine, pomodori, zucca; crauti.
  • noci, cereali e pesce;
  • animali da cortile;
  • zuppe: latte, vegetariano, frutta;
  • cereali: grano saraceno, farina d'avena, miglio.
  • formaggio e ricotta a basso contenuto di grassi;
  • patate e piselli con moderazione;
  • pane: non più di 200 grammi al giorno, solo la segale è adatta;
  • alimenti ricchi di potassio e magnesio.

La dieta del paziente è limitata, quindi, rispettare le seguenti regole:

  • Non bere alcolici.
  • Ridurre la percentuale di alimenti ricchi di colesterolo.
  • I caffè e i prodotti contenenti caffeina sono completamente esclusi.
  • Ridurre la quantità di dolci.
  • La carne grassa viene consumata solo con il permesso del medico.

Alimenti ricchi di magnesio e potassio - galleria fotografica

fisioterapia

L'ossigenoterapia è un componente del trattamento complesso dell'ipertensione polmonare. Tale trattamento ripristina l'efficienza del sistema nervoso centrale e allevia il paziente dal liquido accumulato nel sangue. Ciò porta a una violazione del meccanismo di sviluppo dell'ipertensione polmonare. Contemporaneamente alla terapia di cui sopra, gli ancoagulanti sono utilizzati per migliorare la microcircolazione del sangue. L'orotato di potassio e la riboxina promuovono il metabolismo.

Con un aumento della pressione venosa, viene utilizzato un altro metodo: sanguinamento. Durante la prima procedura, il volume di sangue raccolto non supera i 50 ml. Dopo 2 o 3 giorni, ripetere la procedura, rilasciando 200-300 ml di sangue.

chirurgia

Se il trattamento con l'aiuto di terapie farmacologiche non ha dimostrato un'efficacia elevata, ricorrere all'utilizzo dell'intervento chirurgico. La scelta del metodo dipende dalle caratteristiche della patologia e dalle caratteristiche individuali del paziente. Spesso usa la septostomia atriale, che aiuta a migliorare il flusso sanguigno in un ampio cerchio. Durante l'operazione, viene creata un'apertura speciale tra l'atrio sinistro e destro, che porta ad una diminuzione della pressione.

Nei casi avanzati di ipertensione, ricorrono a un trapianto di polmone oa un complesso cuore-polmone. La presenza di gravi patologie del cuore, per esempio, un aumento dei muscoli e insufficienza valvolare dell'organo sono controindicazioni all'intervento. Inoltre, le controindicazioni includono:

  1. Le cattive condizioni del paziente e la sua debolezza.
  2. Vecchiaia
  3. Basso grado di ossigenazione - saturazione del sangue con ossigeno.

L'embolectomia è la rimozione di un blocco chirurgico di una nave. A tal fine, viene utilizzato un catetere, che viene inserito attraverso una piccola incisione nella parete dell'arteria. Controindicazioni generali sono simili alle caratteristiche simili del trapianto. Tuttavia, con embolectomia prestare attenzione alla presenza di gravi patologie con una prognosi sfavorevole. Riguarda le malattie del cancro. Inoltre, non prescrivere un'embolectomia per le lesioni del sistema cardiovascolare, soprattutto se c'è un rischio eccessivo.

Rimedi popolari

L'uso di rimedi popolari è di secondaria importanza. Questi metodi sono efficaci solo quando si usano i mezzi della medicina ufficiale. Prima di iniziare il trattamento, si consiglia di consultare un medico ed escludere la presenza di intolleranza ai componenti.

  • Succo di zucca Usato per ridurre la viscosità del sangue. Questa bevanda non è solo piacevole, ma anche utile. Con il suo aiuto, viene ridotta la probabilità di un coagulo di sangue, che influisce favorevolmente sul decorso della patologia e sul benessere del paziente.
  • Succo di sorbo È usato per migliorare la circolazione del sangue nei polmoni. La stimolazione della circolazione sanguigna è un compito importante durante il trattamento dell'ipertensione polmonare, quindi è difficile fare a meno di questa bevanda. Per preparare la composizione dovrebbe prendere bacche di sorbo mature nella quantità di 1 cucchiaio. l. Bacche e 1 bicchiere d'acqua vengono aggiunti alla padella, quindi la miscela viene cotta per 10 minuti a fuoco basso. Dopo aver raffreddato la bevanda, puoi usarla 2 volte al giorno per 0,5 tazze.

Prognosi e possibili complicanze

L'ipertensione polmonare è una malattia grave, quindi il trattamento deve essere rapido. La mancanza di terapia aggrava il corso della patologia, a seguito della quale aumenta la probabilità di morte.

Nella forma idiopatica di ipertensione, non vi è alcuna possibilità di influenzare il fattore provocante, pertanto, questo tipo ha predizioni sfavorevoli. Secondo le statistiche, la sopravvivenza dei pazienti è del 12-20%. Tuttavia, con l'inizio tempestivo della terapia, la prognosi aumenta significativamente fino al 28-39%.

La mancanza di intervento o l'inizio ritardato del trattamento possono portare a complicanze. Esiste una probabilità di transizione della forma primaria al tipo secondario, a seguito della quale le condizioni del paziente peggioreranno. Una complicazione comune è l'aumento della carenza di ossigeno, che porta a un deterioramento della nutrizione dei tessuti. Il paziente ha respiro affannoso, che si verifica anche quando è in uno stato di calma. Inoltre, l'ipossia aumenta la viscosità del sangue, che comporta la formazione di coaguli di sangue, il blocco dei vasi sanguigni.

L'edema polmonare è spesso osservato nelle crisi ipertensive. Il paziente ha un maggiore senso di soffocamento, che spesso si verifica durante la notte. La condizione è accompagnata da una forte tosse con espettorato e in alcuni casi si osserva emottisi. La pelle assume una tinta bluastra, le vene del collo si gonfiano e pulsano. Le morti sono più spesso associate al tromboembolismo arterioso o all'insufficienza cardiopolmonare di tipo acuto e cronico.

Misure preventive

Le misure preventive sono rappresentate da regole generali. Al paziente è vietato consumare bevande alcoliche e prodotti a base di tabacco. Mantenere uno stile di vita sano è il fondamento del benessere. Se l'ipertensione polmonare è causata da una particolare malattia, allora è necessario eliminarla.

Influenzare favorevolmente l'attività fisica. L'esercizio migliora la circolazione sanguigna e aiuta ad evitare la formazione di coaguli di sangue. Tuttavia, si raccomanda di trattare con attenzione l'esercizio fisico, poiché il sovraccarico porterà al risultato opposto. Utili passeggiate all'aria aperta o facendo ginnastica. Una serie di esercizi è sviluppata in collaborazione con uno specialista. Prendere in considerazione le indicazioni per lo stress, le caratteristiche della malattia e le capacità individuali del paziente. Il paziente dovrebbe consultare spesso un medico per l'esame.

È importante mantenere il tuo livello emotivo in condizioni normali. Un buon umore è una garanzia di recupero, e lo stress e la nevosa non faranno che aggravare il corso dell'ipertensione polmonare. Si consiglia ai pazienti di evitare situazioni di conflitto.

Per misure preventive includere una corretta alimentazione. Fornire al corpo vitamine è una componente importante della salute. Non solo i complessi vitaminici verranno in soccorso, ma anche ingredienti naturali - verdure fresche e frutta. Ciò è particolarmente vero per le persone che vivono in un clima freddo nel nord.

Ipertensione polmonare e gravidanza

L'ipertensione polmonare è pericolosa durante la gravidanza, la probabilità di morte è del 50%. Se la condizione viene rilevata in modo tempestivo, i rischi sono significativamente ridotti, poiché il motivo principale per la perdita del feto o la morte della madre è una richiesta tardiva di assistenza medica.

Per il trattamento del paziente coinvolgono diversi specialisti. Ciò riduce il rischio, ti consente di adottare misure per fornire assistenza di emergenza e salvare la madre e il bambino. La terapia farmacologica è effettuata con i seguenti mezzi:

  1. Analoghi della prostaciclina.
  2. Inibitori della fosfodiesterasi.
  3. Antagonisti dell'endotelina

Inoltre, vengono utilizzati i seguenti metodi e mezzi:

  1. Ossigenoterapia
  2. Diuretici.
  3. Anticoagulanti.
  4. Sostanze inotropiche.
  5. Ossido nitrico

Lo sviluppo della malattia nei bambini

In alcuni casi, l'ipertensione polmonare si verifica nei bambini e nei neonati. Nei neonati, l'aspetto della malattia è associato alla natura congenita dell'ernia diaframmatica, in cui uno dei polmoni riceve più sangue.

Cosa distingue l'ipertensione polmonare nei bambini da una malattia simile negli adulti? Nell'infanzia aumenta la probabilità di un'ulteriore progressione della malattia. È associato al corpo del bambino e al suo sviluppo individuale, influenzando i vasi dei polmoni e l'organo stesso. Anche le influenze esterne hanno un effetto negativo, poiché è difficile per il corpo del bambino resistergli. Questi fattori includono effetti che portano a uno sviluppo più lento e ad uno scarso adattamento.

I principali fattori per la formazione di ipertensione polmonare nei bambini comprendono lesioni acquisite o congenite. Le patologie croniche del polmone hanno un effetto negativo sulla salute dei bambini. La diagnosi precoce della malattia preverrà lo sviluppo di ipertensione, poiché il grado di sopravvivenza dipende dallo stadio della patologia.

Suggerimenti per i genitori di bambini che soffrono di questa malattia - video

Pertanto, il recupero e la riduzione del rischio di formazione di complicanze dipendono dalle azioni del paziente. La patologia non può essere curata da sola, quindi il compito del paziente è quello di cercare aiuto da un medico. Solo in questo caso, e in conformità con le regole stabilite, è la prognosi favorevole per il paziente.

Cause, sintomi e trattamento dell'ipertensione polmonare

Da questo articolo imparerai: cos'è l'ipertensione polmonare. Cause della malattia, tipi di aumento della pressione nei vasi sanguigni e come si manifesta la patologia. Caratteristiche di diagnosi, trattamento e prognosi.

L'ipertensione polmonare è una condizione patologica in cui vi è un graduale aumento della pressione nel sistema vascolare dei polmoni, che porta ad aumentare l'insufficienza del ventricolo destro e alla fine si conclude con la morte prematura di una persona.

Oltre 30 - sotto carico

Quando si verifica una malattia nel sistema circolatorio dei polmoni, si verificano i seguenti cambiamenti patologici:

  1. Vasocostrizione o spasmo (vasocostrizione).
  2. Ridurre la capacità della parete vascolare di allungarsi (elasticità).
  3. La formazione di piccoli coaguli di sangue.
  4. La proliferazione delle cellule muscolari lisce.
  5. Chiusura del lume dei vasi sanguigni a causa di coaguli di sangue e pareti ispessite (obliterazione).
  6. La distruzione delle strutture vascolari e la loro sostituzione con tessuto connettivo (riduzione).

Affinché il sangue passi attraverso i vasi alterati, vi è un aumento della pressione nel fusto dell'arteria polmonare. Ciò porta ad un aumento della pressione nella cavità del ventricolo destro e porta a una violazione della sua funzione.

Tali cambiamenti nel flusso sanguigno si manifestano con un aumento dell'insufficienza respiratoria nelle fasi iniziali e grave insufficienza cardiaca nella fase finale della malattia. Fin dall'inizio, l'incapacità di respirare normalmente impone restrizioni significative alla vita normale dei pazienti, costringendoli a limitarsi allo stress. Il declino della resistenza al lavoro fisico è aggravato dal progredire della malattia.

L'ipertensione polmonare è considerata una malattia molto grave - senza trattamento, i pazienti vivono meno di 2 anni e la maggior parte di questi hanno bisogno di aiuto per prendersi cura di se stessi (cucinare, pulire la stanza, comprare cibo, ecc.). Durante la terapia, la prognosi migliora un po ', ma è impossibile recuperare completamente dalla malattia.

Clicca sulla foto per ingrandirla

Il problema di diagnosticare, trattare e osservare le persone con ipertensione polmonare è praticato da medici di molte specialità, a seconda della causa dello sviluppo della malattia che può essere: terapisti, pneumologi, cardiologi, specialisti in malattie infettive e genetica. Se è necessaria la correzione chirurgica, i chirurghi vascolari e toracici si uniscono.

Classificazione della patologia

L'ipertensione polmonare è la malattia primaria, indipendente solo in 6 casi per 1 milione di persone, questa forma è irragionevole e forma ereditaria della malattia. In altri casi, i cambiamenti nel letto vascolare dei polmoni sono associati a qualsiasi patologia primaria di un organo o sistema di organi.

Su questa base, è stata creata una classificazione clinica dell'aumento della pressione nel sistema dell'arteria polmonare:

Ipertensione polmonare: cause, forme, manifestazioni, come trattare

L'ipertensione polmonare è una combinazione di cambiamenti anatomici, funzionali e clinici che si verificano nelle malattie cardiache e bronco-polmonari, caratterizzati da un'alta pressione sanguigna (superiore a 25-30 mmHg) nell'arteria polmonare e caratterizzati dalla progressione dell'insufficienza ventricolare destra. Il pericolo di questa sindrome è l'aumento del carico sul ventricolo destro con una violazione del suo funzionamento, che è irto di esito fatale se non trattato.

Nelle malattie del cuore, il meccanismo scatenante dell'ipertensione consiste nell'aumentare la pressione sanguigna nelle parti sinistra del cuore e, di conseguenza, nei vasi dei polmoni, e nelle malattie bronco-polmonari l'ipertensione provoca spasmo e una violazione dell'elasticità della parete vascolare nei polmoni.

I seguenti tipi di ipertensione arteriosa polmonare si distinguono:

  • Nella forma primaria o idiopatica di ipertensione, è spesso impossibile identificare la causa sottostante. Più spesso, questa forma si sviluppa nelle giovani donne. L'ipertensione, che si è sviluppata in un paziente di età compresa tra 10 e 40 anni senza cuore, malattie bronco-polmonari o sistemiche, è considerata primaria. Nel caso in cui i parenti stretti soffrono di ipertensione, parlano di ipertensione familiare o ereditaria della circolazione polmonare.
  • Ipertensione secondaria dovuta a malattie cardiache o polmonari. Questa opzione è più comune della forma idiopatica.
  • Nell'ipertensione tromboembolica cronica, la causa risiede nell'embolia polmonare ricorrente.

motivi

Le cause dell'ipertensione idiopatica non sono note. Dei fattori presunti, eredità isolata gravata, microtromembembolia (sedimentazione del coagulo di sangue) nel flusso sanguigno del tessuto polmonare, la disfunzione endoteliale (rivestimento interno) dei capillari polmonari è isolata.

Le cause dell'ipertensione arteriosa polmonare secondaria sono malattie come:

  1. Malattie cardiologiche e vascolari:
  • cardiosclerosi postinfartuale,
  • cardiosclerosi post-miocardite - sostituzione cicatriziale del muscolo cardiaco normale dopo la sua infiammazione,
  • difetti cardiaci di natura congenita e acquisita,
  • tumori del tessuto cardiaco
  • ipertensione arteriosa,
  • cardiomiopatia,
  • embolia polmonare,
  • Vasculite - lesioni della parete vascolare di natura infiammatoria, allergica o tossica.
  1. Malattie del sistema bronco-polmonare:
  • malattia ostruttiva cronica, caratterizzata dalla presenza di bronchite cronica ostruttiva ed enfisema, che si verificano spesso nei pazienti fumatori a lungo termine,
  • bronchite cronica, bronchiolite, polmonite con decorso frequente e prolungato,
  • asma grave.
  1. Altre malattie:
  • lesioni della parete vascolare causate da malattie sistemiche del tessuto connettivo - lupus eritematoso sistemico, sclerodermia, ecc.
  • sindrome da ipertensione portale con aumento della pressione nei vasi sanguigni in pazienti con cirrosi epatica,
  • Infezione da HIV
  • disordini metabolici congeniti - patologia della tiroide, glicogenosi (una malattia di scambio di glicogeno nel corpo), emoglobinopatia, ecc.
  1. Un posto speciale è occupato da ipertensione polmonare dei neonati, che può anche essere primaria o secondaria. La prima variante si sviluppa in un neonato senza segni di malattia polmonare. La seconda variante si verifica in un bambino con patologia cardiaca o polmonare, così come con asfissia (asfissia) e ipossia (mancanza di ossigeno) durante il parto. Delle cause di ipertensione polmonare persistente nei neonati, ci sono:
  • sindrome da distress respiratorio (disturbi respiratori acuti),
  • aspirazione (inalazione) con meconio durante il travaglio,
  • polmonite e sepsi nel periodo neonatale,
  • chiusura prematura (intrauterina) di una finestra ovale aperta e di un dotto arterioso, destinata a "spegnere" il flusso sanguigno nei polmoni del feto, e normalmente chiusa al momento del primo pianto di un neonato o nei primi mesi di vita,
  • ernia diaframmatica congenita, in cui gli organi situati nella cavità addominale stringono il polmone sinistro, a causa del quale aumenta il flusso sanguigno del polmone destro.

La forma acuta di ipertensione si verifica nel più breve tempo possibile e può essere causata da un massiccio tromboembolismo polmonare, stato asmatico ed edema polmonare.

I sintomi della malattia

A causa del fatto che l'ipertensione polmonare nella maggior parte dei casi si sviluppa lentamente, le manifestazioni cliniche nelle prime fasi possono essere assenti per lungo tempo.

Con il progredire dell'ipertensione, si manifesta una sottocompensazione della malattia e compaiono i primi segni della malattia. Questi includono mancanza di respiro, prima a causa dell'esercizio e poi a riposo. Oltre alla mancanza di respiro, il paziente nota una colorazione bluastra della pelle del viso e delle estremità (acrocianosi), affaticamento, debolezza, ridotta tolleranza all'esercizio. Vertigini e svenimenti sono possibili a causa di una diminuzione della fornitura di ossigeno al cervello. Tutti questi sintomi sono una manifestazione dell'insorgenza dell'insufficienza respiratoria.

A causa del fatto che i sintomi descritti si verificano in molte malattie cardiache, è necessario consultare un medico il più presto possibile e chiarire il motivo della comparsa di tali sintomi.

A causa della pressione costantemente elevata nei capillari polmonari, il ventricolo destro, la cui funzione è quella di spingere il sangue nell'arteria polmonare, non affronta il carico aumentato e si forma l'insufficienza ventricolare destra. I segni di questo sono edema degli arti inferiori, e poi di tutto il corpo, un aumento dell'addome, disagio e dolore nella metà destra dell'addome, a causa del ristagno del liquido nel fegato e del suo aumento fino alla cirrosi cardiaca (cardiaca).

Nella fase di scompenso, il paziente ha cianosi diffusa, diffusa in tutto il corpo, marcato edema, respiro corto a riposo e sdraiato. Si sviluppano cambiamenti distrofici in tutti gli organi e tessuti.

A seconda dei disturbi anatomici e funzionali derivanti dalla malattia, nonché del livello di tolleranza all'esercizio, si distinguono i seguenti gradi di ipertensione:

  • 1 grado, o transitorio (labili) - è caratterizzato da un aumento non costante della pressione nell'arteria polmonare di oltre 30 mm Hg, che si verifica dopo l'esercizio. Di norma, i sintomi disturbano il paziente con carichi significativi o non si verificano affatto.
  • Stadio 2, o ipertensione stabile - è caratterizzato da un costante aumento della pressione nell'arteria polmonare superiore a 25 mm Hg a riposo e superiore a 30 mm Hg durante l'esercizio. I sintomi si verificano quando un carico è ben tollerato prima (camminare, salire le scale, ecc.).
  • Grado 3, o irreversibile - l'insufficienza ventricolare destra con tutte le sue manifestazioni cliniche si sviluppa, in assenza di trattamento, rapidamente progredendo fino allo stadio terminale e alla morte.

diagnostica

A causa del fatto che l'ipertensione polmonare può progredire in grave insufficienza ventricolare destra piuttosto rapidamente (dopo 2-8 anni dal momento della diagnosi), è necessario diffidare del sospetto di ipertensione in persone con malattie cardiache e polmonari esistenti, oltre che sistemica malattie.

Per questa specifica categoria di pazienti, è necessario visitare regolarmente il medico curante con la condotta annuale dei seguenti metodi di esame:

  1. La radiografia del torace consente di determinare l'aumento dei confini del cuore durante l'ipertrofia ventricolare destra e l'aumento del pattern polmonare dovuto alla componente vascolare,
  2. L'ECG, oltre ai segni della patologia principale (ischemia miocardica, cardiosclerosi post-infarto, ecc.), Rivela segni di ipertrofia ventricolare destra e sovraccarico del cuore destro,
  3. L'ecocardiografia aiuta non solo a diagnosticare le malattie del miocardio, ma anche a misurare indirettamente la pressione nell'arteria polmonare, sulla base della quale si decide di eseguire un metodo diagnostico invasivo - cateterismo dell'arteria polmonare con una misurazione più accurata della pressione in esso.

ipertensione polmonare su una radiografia

Per chiarire la diagnosi di ipertensione sospetta a causa di tromboembolia di piccoli rami dell'arteria polmonare, tali metodi sono mostrati:

  • Scansione di radionuclidi dei polmoni, basata sulla capacità degli atomi marcati con radioisotopi di penetrare nel sangue, come risultato di quale radiazione da questi atomi viene catturata dallo schermo corrispondente e si ottiene un'immagine che ricrea il flusso sanguigno nei polmoni,
  • Angiografia polmonare - l'introduzione di un mezzo di contrasto nell'arteria polmonare con successivi raggi X,
  • Tomografia computerizzata dei polmoni.

Per la tempestiva diagnosi della malattia, i primi tre metodi di esame, eseguiti regolarmente, almeno una volta all'anno, e più spesso secondo le indicazioni, sono sufficienti.

Nei neonati, l'ipertensione può essere stabilita anche durante l'ecografia del cuore e della radiografia.

Trattamento dell'ipertensione polmonare

La terapia per l'ipertensione deve essere avviata tempestivamente non appena la diagnosi è confermata, anche se sono presenti solo sintomi minori. Il trattamento dovrebbe essere principalmente finalizzato all'eliminazione della malattia sottostante. Dei farmaci che si sono dimostrati negli studi clinici e che sono i farmaci di prima linea nel trattamento dell'ipertensione polmonare, sono mostrati:

  1. Antagonisti del canale del calcio - nifedipina, amlodipina, diltiazem. È preferibile prescrivere forme ritardate che hanno un effetto più lungo.
  2. I farmaci, chiamati prostanoidi, hanno un potente effetto rilassante sulla parete vascolare. Tali farmaci come epoprostenolo e treprostinil vengono utilizzati sotto forma di iniezioni e per ottenere l'effetto dovrebbero essere utilizzati per un lungo periodo, il che non è molto conveniente e non economico per il paziente. Pertanto, negli ultimi anni, iloprost è stato sviluppato, utilizzato inalazione sotto forma di aerosol e con comprovata efficacia clinica.
  3. Gli antagonisti del recettore dell'endotelina inibiscono il rimodellamento e i cambiamenti nell'elasticità della parete vascolare delle arterie polmonari. Uno dei farmaci più studiati è il bosentan in compresse.

In aggiunta a questi, farmaci essenziali per il trattamento dei principali cardiologici (diuretici, antipertensivi, nitrati per ischemia miocardica, ecc.) O malattia broncopolmonare (terapia antibiotica tempestiva, farmaci per via inalatoria per il trattamento dell'asma bronchiale, ecc.).

Nei neonati, per il trattamento dell'ipertensione polmonare nei primi giorni di vita, l'ossigenoterapia viene applicata attraverso una maschera o con l'aiuto della ventilazione artificiale dei polmoni, così come la fornitura di una miscela di ossigeno con ossido di azoto, che ha un effetto rilassante sui vasi dei polmoni e, quindi, riduce il carico sul cuore del bambino. Negli ultimi anni, l'uso dell'ossigenazione extracorporea della membrana del sangue di un bambino ha raggiunto un notevole successo, in cui il sangue prelevato dall'apparato è saturo di ossigeno attraverso un circuito speciale e quindi ritorna nel flusso sanguigno.

Oltre ai farmaci, secondo le indicazioni, viene prescritto un trattamento chirurgico, ad esempio per difetti cardiaci, tromboembolia polmonare, occlusione significativa delle arterie coronarie che ha causato infarto miocardico, ecc.

Possibili effetti dell'ipertensione polmonare

Il rischio di complicanze aumenta con lo sviluppo di insufficienza cardiaca destra, ma rimane anche molto significativo nelle prime fasi dell'ipertensione. Le complicanze comprendono aritmie cardiache, insufficienza cardiopolmonare acuta, tromboembolia acuta massiccia e acuta dell'arteria polmonare, nella maggior parte dei casi con conseguente morte fulminante. Ognuno di loro può essere fatale.

La prevenzione dello sviluppo di complicanze è l'accesso tempestivo a un medico, un esame regolare e un regolare ricevimento dei farmaci prescritti dal medico.

prospettiva

La prognosi in assenza di trattamento è sfavorevole, poiché la maggior parte dei pazienti muore nel primo anno di comparsa dei sintomi clinici pronunciati e della diagnosi. Con una diagnosi tempestiva e l'uso di farmaci, la prognosi è favorevole e il tasso di sopravvivenza a cinque anni è di circa il 95%.

Nei bambini che hanno avuto ipertensione polmonare nel periodo neonatale e hanno ricevuto un trattamento adeguato, la prognosi è favorevole - il tasso di sopravvivenza dei bambini è superiore al 75%. La maggior parte dei pazienti giovani continua a rimanere indietro rispetto ai loro coetanei. Le complicanze neurologiche possono svilupparsi in bambini che hanno subito una respirazione artificiale prolungata.

Per Saperne Di Più I Vasi