Cause, sintomi, diagnosi e trattamento dell'endarterite

Da questo articolo imparerai: quale malattia si chiama endarterite, cos'è la patologia pericolosa, come si sviluppa. Cause di occorrenza, segni caratteristici e complicanze. Metodi diagnostici e di trattamento per l'endarterite obliterante (questo significa la stessa dell'endarterite), prognosi per il recupero.

L'endarterite è un'infiammazione cronica delle pareti interne dei vasi sanguigni (principalmente periferiche), che porta a un restringimento o chiusura del lume (obliterazione) e all'apporto di sangue e allo scambio di gas nei tessuti.

Fasi di endoarterite

Cosa succede nella patologia? La reazione autoimmune gioca un ruolo decisivo nella comparsa dell'endarterite obliterante. Sotto l'influenza di un complesso di cause (fumo, infezione, reazione allergica), il corpo stesso inizia a produrre anticorpi e linfociti aggressivi per distruggere il rivestimento interno di una nave sana. La reazione autoimmune causa uno spasmo costante delle arterie periferiche (distanti dal cuore) e delle arteriole (piccoli vasi), una violazione della loro permeabilità, la formazione di trombo parietale, la degenerazione e una maggiore crescita delle cellule del rivestimento interno dei vasi.

Di conseguenza, lo strato interno aumenta così tanto da chiudere completamente il proprio canale, interrompendo l'afflusso di sangue e lo scambio di gas nei tessuti.

La patologia può essere localizzata in modo limitato (principalmente - shin e piede, nell'89%) o generalizzata (danno alle arterie viscerali dell'aorta addominale, vasi coronarici e cerebrali, arco aortico, mani e mani), indipendentemente dalla localizzazione, il processo si sviluppa e procede senza differenze fondamentali. Il suo risultato diventa in ogni caso una violazione dell'afflusso di sangue e della carenza di ossigeno nei tessuti (ischemia e angina con lesioni vascolari coronarie, ischemia cerebrale con lesioni vascolari cerebrali, ecc.)

La patologia è molto pericolosa a causa dello sviluppo di gravi complicanze. Dopo l'obliterazione dei vasi sanguigni delle gambe, si sviluppano disturbi circolatori acuti, carenza di ossigeno nei tessuti (ischemia) e morte di massa delle cellule dei tessuti molli (necrosi).

Necrosi causata da endarterite

La limitata endoarterite obliterante delle gambe può provocare atrofia muscolare (disfunzione muscolare), ulcere trofiche (necrosi cutanea dovuta a carenza di ossigeno), cancrena (morte e marcescenza dei tessuti) e amputazione dell'arto a causa dell'effetto tossico della carne in putrefazione su tutto il corpo.

Il processo generalizzato è pericoloso nello sviluppo di ischemia acuta di un'altra sede - ictus ischemico (con danno alle arterie cerebrali), infarto miocardico (con danno alle navi coronarie).

L'endarterite obliqua delle gambe non può essere completamente curata, nelle fasi iniziali con l'aiuto della terapia farmacologica e delle misure preventive (completa cessazione del fumo) è possibile arrestare l'ulteriore sviluppo della patologia e prevenire le ricadute. Negli stadi successivi, quando compaiono cambiamenti irreversibili nei tessuti molli, l'enderite obliterante causa l'amputazione (rimozione dell'arto).

Il trattamento della patologia in tutte le fasi della malattia viene eseguito da chirurghi vascolari (angiosurgeons).

Meccanismo di sviluppo della patologia

L'obliterazione (chiusura del lume) si verifica nell'area della nave con una lunghezza da 2 a 20 cm e il corpo cerca di ristabilire l'apporto di sangue ai tessuti periferici, il flusso sanguigno è distribuito lungo i rami laterali, che bypassano l'arteria o le arteriole colpite. Inizialmente, questo è sufficiente per mantenere la nutrizione e lo scambio di gas nei tessuti.

Man mano che il processo progredisce, i vasi colpiti diventano sempre più numerosi e il sistema di bypass del flusso sanguigno non è sufficiente a mantenere l'attività vitale dei tessuti e dei muscoli.

Sotto l'influenza dell'ischemia (fame di ossigeno) le terminazioni nervose sono coinvolte nel processo (le loro funzioni sono disturbate - innervazione tissutale) e la rete venosa periferica. I cambiamenti caratteristici nelle vene con obliterazione dell'endarterite sono un'estensione del loro corso, che non ha nulla a che fare con le vene varicose.

L'infiammazione autoimmune cronica delle pareti vascolari porta a cambiamenti nella struttura dei tessuti circostanti, le loro cellule si rigenerano (cambiamenti degenerativi, fibrosi) e comprimono i vasi dall'esterno, restringendo il lume più forte.

Differenze di endarterite e aterosclerosi

A causa della somiglianza dei sintomi, l'obliterazione dell'endarterite viene spesso confusa con l'aterosclerosi obliterante. Tuttavia, la patologia ha le sue caratteristiche distintive.

Endarterite obliterante

L'endarterite obliterante è una lesione progressiva delle arterie periferiche, accompagnata da stenosi e obliterazione con lo sviluppo di un'ischemia severa degli arti. Il decorso clinico dell'endarterite obliterante è caratterizzato da claudicatio intermittente, dolore all'arto, disturbi trofici (crepe, pelle secca e unghie, ulcere); necrosi e arti gangreni. La diagnosi di endoarterite obliterante si basa su dati fisici, i risultati dell'ecografia Doppler, la reovasografia e l'arteriografia periferica, la capillaroscopia. Il trattamento conservativo di endarterite obliterante comprende corsi di medicina e fisioterapia; Le tattiche chirurgiche comprendono simpaticectomia, trombendarterectomia, protesi delle arterie, smistamento ecc.

Endarterite obliterante

L'obliterazione dell'endarterite è una malattia cronica dei vasi periferici, che si basa sulla obliterazione delle piccole arterie, che è accompagnata da gravi disturbi circolatori degli arti inferiori distali. Gli endometriti obliterani soffrono quasi esclusivamente di maschi: il rapporto tra uomini e donne è 99: 1. L'obliterazione dell'endarterite è una delle cause più comuni di amputazione degli arti nei giovani normodotati.

L'endarterite obliterante viene a volte identificata erroneamente con l'aterosclerosi obliterante. Nonostante la somiglianza dei sintomi, queste due malattie hanno diversi meccanismi eziopatogenetici. L'endarterite obliterante di solito si verifica tra i giovani (20-40 anni), colpendo i vasi arteriosi distali (principalmente delle gambe e dei piedi). L'eliminazione dell'aterosclerosi, essendo una manifestazione di aterosclerosi sistemica, viene diagnosticata in età avanzata, è comune e colpisce principalmente le grandi vasi arteriosi.

Cause di obliterazione dell'endarterite

In chirurgia vascolare e cardiologia, la questione delle cause di obliterazione dell'endarterite rimane controversa. Viene preso in considerazione il ruolo dei fattori infettivi tossici, allergici, ormonali, nervosi, autoimmuni, l'influenza della patologia del sistema di coagulazione del sangue. Probabilmente, l'eziologia della obliterazione dell'endarterite è multifattoriale.

È noto che il fumo, l'intossicazione cronica, il raffreddamento e il congelamento delle estremità, l'innervazione periferica alterata dovuta alla neurite cronica del nervo sciatico, le ferite dell'arto, ecc., Predispongono allo stato spastico a lungo termine dei vasi periferici. piede d'atleta.

Notevole importanza nell'eziologia dell'endarterite obliterante è data a fattori neuropsichici, alterata funzione ormonale delle ghiandole surrenali e ghiandole sessuali, provocando reazioni vasospastiche. A favore del meccanismo autoimmune di obliterazione dell'endarterite si evidenzia la comparsa di anticorpi all'endotelio vascolare, un aumento del CIC, una diminuzione del numero di linfociti.

Patogenesi della obliterazione dell'endarterite

All'inizio dello sviluppo dell'endarterite obliterante prevale lo spasmo vascolare, che durante l'esistenza a lungo termine è accompagnato da cambiamenti organici nelle pareti dei vasi sanguigni: un ispessimento del loro rivestimento interno, trombosi parietale. Come risultato di spasmo prolungato, si verificano disordini trofici e alterazioni degenerative nella parete vascolare, portando a un restringimento del lume delle arterie e, talvolta, alla loro completa obliterazione. La lunghezza dell'area obliterata della nave può variare da 2 a 20 cm.

La rete collaterale, che si sviluppa per bypassare il sito di occlusione, inizialmente non fornisce i bisogni funzionali dei tessuti solo sotto stress (insufficienza circolatoria relativa); inoltre, si sviluppa un'assoluta insufficienza della circolazione sanguigna periferica - claudicatio intermittente e dolore severo non solo durante il cammino, ma anche a riposo. Sullo sfondo dell'endarterite obliterante, si sviluppa la neurite ischemica secondaria.

In accordo con i cambiamenti fisiopatologici, ci sono 4 fasi nello sviluppo dell'endarterite obliterante:

  • 1 fase - si sviluppano cambiamenti distrofici delle terminazioni neurovascolari. Manifestazioni cliniche sono assenti, i disturbi trofici sono compensati dalla circolazione collaterale.
  • Fase 2 - vasospasmo, accompagnato da insufficienza della circolazione collaterale. Clinicamente, questa fase di obliterazione dell'endarterite si manifesta con dolore, affaticamento, piedi freddi, claudicatio intermittente.
  • 3 fasi: lo sviluppo del tessuto connettivo nell'intima e in altri strati della parete vascolare. Ci sono disturbi trofici, indebolimento delle pulsazioni nelle arterie, dolore a riposo.
  • 4a fase - i vasi arteriosi sono completamente obliterati o trombizzati. Si sviluppano necrosi e cancrena dell'arto.

Classificazione dell'endarterite obliterante

L'endarterite obliterante può verificarsi in due forme cliniche: limitata e generalizzata. Nel primo caso, sono interessate solo le arterie degli arti inferiori (uno o entrambi); i cambiamenti patologici progrediscono lentamente. In una forma generalizzata non riguarda solo i vasi sanguigni degli arti, ma rami viscerali dell'aorta addominale, i rami dell'arco aortico, cerebrale e arterie coronarie.

In base alla gravità della reazione dolorosa, l'ischemia degli arti inferiori dello stadio IV si distingue in caso di obliterazione dell'endarterite:

  • I - il dolore alle gambe si verifica quando si cammina a una distanza di 1 km;
  • IIA - prima che si verifichi dolore ai muscoli del polpaccio, il paziente può percorrere una distanza superiore a 200 m;
  • IIB - prima dell'inizio del dolore, il paziente può percorrere una distanza inferiore a 200 m;
  • III - sindrome del dolore espressa quando si cammina fino a 25 m ea riposo;
  • IV - difetti ulcerosi-necrotici si formano sugli arti inferiori.

I sintomi di endoarterite obliterante

Il corso di obliterazione dell'endarterite passa attraverso 4 fasi: ischemica, disturbi trofici, ulcera necrotica, cancrena. sintomo ischemico è caratterizzata dalla comparsa di stanchezza, il freddo dei piedi, parestesia, intorpidimento delle dita, crampi ai polpacci e piedi. Talvolta occlusiva inizia con fenomeni migratori tromboflebite (obliterante thromboangiitis, malattia di Buerger), procede con la formazione di coaguli di sangue nelle vene della gamba e del piede sottocutanea.

Nella seconda fase di obliterazione dell'endarterite, tutti questi fenomeni si intensificano, i dolori agli arti compaiono mentre si cammina - claudicatio intermittente, che costringe il paziente a fare frequenti soste per il riposo. Il dolore è concentrato nei muscoli della gamba, nelle suole o nelle dita dei piedi. La pelle delle gambe diventa "marmo" o bluastra, secca; c'è un rallentamento nella crescita delle unghie e nella loro deformazione; marcata perdita di pelo sulle gambe. La pulsazione sulle arterie dei piedi è determinata con difficoltà o è assente su una gamba.

endoarterite cancellando necrotizzante fase corrispondono dolore a riposo (soprattutto di notte), l'atrofia dei muscoli delle gambe, gonfiore della pelle, formazione di ulcere trofiche sui piedi e le dita. La linfangite e la tromboflebite si uniscono spesso al processo ulcerativo. La pulsazione delle arterie sui piedi non è definita.

All'ultimo stadio di endoarterite obliterante, si sviluppa cancrena secca o umida degli arti inferiori. L'insorgenza di cancrena è solitamente associata all'azione di fattori esterni (ferite, tagli cutanei) o di un'ulcera esistente. Spesso colpisce il piede e le dita dei piedi, meno la cancrena si diffonde ai tessuti della gamba. La sindrome della toxemia che si sviluppa in cancrena ci costringe a ricorrere all'amputazione dell'arto.

Diagnosi di endoarterite obliterante

Per la diagnosi di cancellare endoarterite utilizza una serie di test funzionali (Goldflama, Shamova, Samuels, sonda termometrica, ecc), investigati i sintomi caratteristici (Opel plantare ischemia sintomo, sintomo serraggio dito, ginocchio fenomeno Panchenko) che permettono di rivelare carenza di afflusso di sangue arterioso all'arto.

Stabilire la diagnosi di endocardite cancellando aiutare UZDG vasi degli arti inferiori, rheovasography, termografia, capillaroscopia, oscilloscopi, angiografia degli arti inferiori. Al fine di identificare lo spasmo vascolare, vengono eseguiti test funzionali - blocco perirenale o blocco paravertebrale dei gangli lombari.

Una reogramma è caratterizzata da una diminuzione dell'ampiezza, una levigatura dei contorni ondulati nelle derivazioni dalla gamba e dal piede e dalla scomparsa di altre onde. I dati a ultrasuoni (ecografia Doppler, scansione duplex) in pazienti con endoarterite obliterante indicano una diminuzione della velocità del flusso sanguigno e consentono di chiarire il livello di obliterazione della nave. Lo studio termografico rivela una diminuzione dell'intensità della radiazione infrarossa nell'arto colpito.

arteriografia periferico con cancellando endoarterite solito rivela restringimento o l'occlusione dell'arteria e pervietà dell'arteria poplitea con segmento normale tibia aorto-iliaco-femorale; presenza di una rete di piccoli collaterali. occlusiva è differenziato da lesioni aterosclerotiche, vene varicose, macroangiopatia diabetica, mielopatia discogenico, dolore alle gambe causati da artrosi e l'artrite, la scoliosi, piedi piatti, sciatica.

Trattamento di endoarterite obliterante

Nelle prime fasi del cancellando endoarterite effettuata terapia conservativa rivolta al spasmolysis parete vascolare, sollievo di infiammazione, prevenzione della trombosi e migliorando la microcircolazione. Nel corso di spasmolytics complessi terapia farmacologica utilizzati (drotaverine, acido nicotinico), antiinfiammatori (antibiotici, antipiretici, corticosteroidi), vitamine (C, E, G), anticoagulanti (fenindione, eparina) o agenti antipiastrinici (pentossifillina, dipiridamolo), e altri. Sono utilizzati infusioni intra-arteriose vazaprostan o alprostadil.

Quando occlusiva malattia in modo efficace fisioterapia e trattamento termale (UHF, correnti diadinamiche, elettroforesi, la diatermia, bagni Ozocerite, solfuro di idrogeno, il radon, bagni di conifere condiviso, pediluvi, locale), la terapia con ossigeno iperbarico. Un prerequisito per il trattamento efficace della obliterazione dell'endarterite è una completa cessazione del fumo.

L'operazione è indicata per lo stadio ulcera-necrotico di endoarterite obliterante, dolore a riposo, pronunciata claudicatio intermittente al grado IIB. Tutti gli interventi per l'obliterazione dell'endarterite sono suddivisi in due gruppi: palliativo (miglioramento della funzione dei collaterali) e ricostruttivo (ripristino della circolazione sanguigna alterata). La chirurgia palliativa gruppo comprendono diverse tipologie simpatectomie: simpaticectomia periarterial, lombare simpaticectomia simpatectomia toracica (per le lesioni vascolari degli arti superiori).

chirurgia ricostruttiva a cancellare endoarterite possono comprendere innesto o protesi trombembolektomiyu arteria, dilatazione o stenting arterie periferiche, tuttavia raramente effettuata solo quando una piccola porzione del recipiente ostruzione. La presenza di cancrena è un'indicazione di amputazione del segmento dell'arto (amputazione delle dita dei piedi, amputazione, amputazione della gamba). dita necrosi isolati con una linea di demarcazione chiara consente di limitare o disarticolazione delle falangi necrectomy.

Prognosi e prevenzione dell'endarterite obliterante

Scenario di cancellare endoarterite dipende il rispetto delle misure di prevenzione - l'eliminazione di fattori scatenanti, evitare lesioni agli arti, corso regolare la terapia farmacologica, la supervisione clinica di un chirurgo vascolare.

Con un decorso favorevole, è possibile mantenere la remissione per un lungo periodo ed evitare la progressione dell'astinizzazione dell'endarterite. Altrimenti, l'inevitabile esito della malattia sarà la cancrena e la perdita degli arti.

Che cos'è l'endoarterite obliterante?

Le lesioni obliteranti dei vasi delle estremità non sono la malattia più rara del nostro tempo. Pertanto, chiunque può essere esposto ad esso. Pertanto, è necessario avere conoscenza di questa "terribile bestia" per poter difendersi. Come ultima risorsa, conosci lo specialista specifico per chiedere aiuto.

Cos'è?

Le lesioni obliteranti delle estremità (dal latino oblitterare - cancellare, levigare) sono malattie dei sistemi circolatorio e linfatico, che colpiscono in particolare i vasi delle estremità. All'interno delle pareti delle arterie, i capillari si espandono nel loro strato interno, il che porta a una diminuzione del lume della nave, alla sua parziale fusione. Questa è la cancellazione.

Il motivo è l'infiammazione degli strati endoteliali della nave. Nel complesso, vi è un blocco della circolazione sanguigna e del drenaggio linfatico. Esiste una classificazione delle malattie obliteranti, che si basa sulla loro localizzazione. Quindi, allocare lesioni di arterie, vene, vasi linfatici delle estremità.

Inoltre, le malattie obliteranti sono congenite e acquisite (infiammatorie, distrofiche). Tali infiammazioni sono nella maggior parte dei casi registrate nei maschi di età compresa tra 30 e 50 anni. Nelle donne, la malattia è abbastanza rara.

Le più frequenti malattie obliteranti sono:

  • tromboangiite / endarterite obliterante;
  • aterosclerosi obliterante.

Foto di endarterite obliterante:

I sintomi della malattia

  • I primi sintomi di endoarterite che appaiono in un paziente sono sensazioni dolorose nella zona del piede, della gamba e delle dita dei piedi. I segni sono caratterizzati da intorpidimento, un sintomo "dito morto" (una violazione del senso di sensazione nelle dita), così come una sensazione di calore o bruciore. I pazienti si lamentano che durante il movimento, la sensazione di calore si trasforma in freddo.
  • Non così spesso casi in cui la malattia ha origine dalla flebite migratoria. Sul piede del paziente (lato posteriore) appare un'area compattata, di colore rossastro. Dopo due settimane, scompare, lasciando dietro di sé una pigmentazione marrone sulla pelle. Tali trasformazioni sono osservate su importanti vasi venosi. Per la diagnosi differenziale è di grande importanza l'assenza di dilatazione varicosa.
  • Un sorprendente segno visibile della malattia è la claudicatio intermittente. I pazienti nel processo di movimento appaiono dolori acuti nei polpacci, che si diffondono su tutta la gamba su e giù. Di conseguenza, il paziente è costretto a zoppicare e fare fermate, durante le quali il disagio scompare.

L'essenza del sintomo è nella reazione sbagliata dei vasi, cioè durante il carico motorio i vasi del tipo muscolare dovrebbero espandersi e si restringono. Inoltre, i pazienti si lamentano di scottature e raffreddamento dell'arto.

Con una malattia lieve, il disagio può manifestarsi solo all'inizio del cammino. Dopo che il corpo umano si abitua a tali carichi e non si presentano problemi di movimento. Si ritiene che in tali casi i vasi collaterali (ausiliari) si sviluppino fortemente. Nei casi più gravi, il dolore diventa un compagno costante della persona. I pazienti devono sedersi di notte per massaggiare l'arto interessato.

Accanto alla punta del piede, vicino all'unghia si forma una piccola "macchia viola". Gradualmente ingrandendo, porta alla cancrena.

Come rafforzare le pareti dei vasi sanguigni e delle vene a casa? Leggi questo articolo.

Metodi di trattamento

Il trattamento più efficace è nelle prime fasi di obliterazione dell'endarterite dei vasi degli arti inferiori. Ma prima devi abbandonare le cattive abitudini. È dimostrato che quando smetti di fumare, il dolore si riduce.

Droga e chirurgia

Per il trattamento dell'endarterite obliterante degli arti inferiori, vari farmaci vasodilatatori, antispastici e pomate con eparina in compresse vengono utilizzati per eliminare la trombosi. E anche:

  • Acido nicotinico La sua combinazione con le vitamine del gruppo B dà un effetto positivo.Il farmaco viene iniettato intraarterialmente nell'arteria femorale.

Esiste anche un trattamento fisioterapico per i sintomi dell'endarterite. Tali procedure portano ad un aumento dell'azione dei farmaci, che consente un trattamento più rapido dei pazienti. In questo caso, le seguenti procedure fisioterapiche sono applicate in cicli:

  • Elettroforesi (stimolazione del corpo tramite corrente elettrica, accoppiata all'introduzione di farmaci, ha un effetto positivo su tutto il corpo nel suo complesso).
  • UHF (esposizione al paziente da campi elettromagnetici ad altissima frequenza, riduce il dolore, rimuove il gonfiore, aiuta nella guarigione di ferite e fratture).
  • Effetto ultrasonico (fluttuazioni delle particelle del mezzo, che si trasformano in effetti termici sul corpo umano, mentre avviene il micromassaggio dei tessuti, migliora la circolazione sanguigna e le funzioni metaboliche del corpo).

Al fine di prevenire l'ipossia tissutale, viene utilizzata una camera di pressione (una camera / "camera" in cui una pressione aumentata o ridotta viene creata artificialmente rispetto alla pressione atmosferica) e l'ossigeno viene introdotto sotto la pelle.

Ci sono trattamenti chirurgici. Per eliminare gli effetti dei gangli spasmodici (gangli nervosi), è necessario implementare i blocchi di novocaina e eliminare immediatamente i gangli simpatici su entrambi i lati.

Nel caso di una manifestazione noiosa della flebite (infiammazione delle pareti vascolari), l'area interessata dei vasi viene ruotata chirurgicamente per protesi o intervento chirurgico di bypass (cioè, creano un percorso per il sangue per bypassare l'area interessata, di solito cucendo una parte dell'arteria femorale alla nave interessata).

Nella fase della malattia, che diagnostica la presenza di cancrena in un paziente, viene sollevata la questione dell'amputazione di un arto per salvare una vita umana.

Scopri da questo articolo su cosa è la trombosi dei vasi sanguigni.

Quando viene prescritto il passaggio dell'ecografia Doppler?

Consigli popolari

Il trattamento con rimedi popolari per l'endarterite obliterante può anche aiutare ad alleviare la condizione del paziente. I brodi a base di piante medicinali sono fonti di componenti utili per il paziente. Quindi, si consiglia di utilizzare:

  • una miscela di limone e miele dentro;
  • decotto di patate (bisogno di liquido, il resto di patate bollenti) in una quantità di ½ tazza, 3 volte al giorno;
  • decotto alle erbe, che consiste in: erba di San Giovanni, cumino, valeriana, immortelle;
  • riconosciuto anche come terapia efficace con il veleno d'api, ovvero la pappa reale.

Complicazioni di endarterite

Un'alta probabilità di complicanze di obliterazione dell'endarterite si verifica quando vi è un ritardo nel contattare un'organizzazione medica per un aiuto. La malattia è diagnosticata negli stadi successivi, quando la transizione della malattia dalle fasi "dolorose in cammino" alla fase "gangrena sviluppata" era già stata effettuata.

Le conseguenze più gravi sono gli interventi chirurgici (che includono sia il recupero post-chirurgico) sia le amputazioni degli arti.

Prognosi e prevenzione

Un completo recupero e una prognosi favorevole possono essere previsti solo nel caso di un'accurata attuazione delle raccomandazioni fornite da un medico, nonché nella diagnosi tempestiva della malattia (cioè nelle fasi iniziali).

Il trattamento preventivo ha lo scopo di prevenire lo sviluppo della cancrena, seguito dall'amputazione degli arti. Le raccomandazioni fornite dai medici sono:

  • è necessario monitorare la temperatura delle estremità, per prevenire la loro ipotermia; se necessario, usare calze di lana;
  • controllare ulteriormente le condizioni delle scarpe. Deve essere comoda e libera;
  • l'igiene degli arti inferiori è anche un aspetto importante. I piedi dovrebbero essere lavati 2 volte al giorno, usando una doccia a contrasto (cambiare l'acqua calda a freddo e viceversa);
  • La condizione della pelle è molto importante. Dovrebbe essere asciutto. Puoi trattare i tuoi piedi con soluzioni disinfettanti e agenti antibatterici;
  • devi anche includere passeggiate piacevoli nella tua routine quotidiana;
  • È necessario rifiutare l'uso di alcol e prodotti del tabacco.

Le condizioni del paziente vengono regolate, dopo di che vengono inibite le manifestazioni dolorose della malattia e si verifica un aumento degli intervalli di remissione.

Trattamento di endoarterite obliterante dei vasi degli arti inferiori

L'endoarterite cancellante dei vasi degli arti inferiori è una malattia estremamente pericolosa, perché nelle ultime fasi una persona può persino perdere le gambe in assenza di trattamento per questa patologia. Questo è uno dei tipi di disturbi circolatori legati al più pericolo di vita. Vale la pena di spiegare in modo più dettagliato perché questa malattia si manifesta, come si sviluppa e quali metodi del suo trattamento esistono al momento.

Che cosa sta cancellando l'endarterite dei vasi degli arti inferiori

Si chiama malattia infiammatoria delle arterie periferiche. Il risultato di una endoarterite obliterante è la loro costrizione e alterata circolazione sanguigna, il blocco completo del lume dei vasi sanguigni, l'ipossia tessutale e la cancrena. Di norma, la malattia colpisce i piedi e le gambe. Attraverso i vasi ottengono meno ossigeno, quindi i tessuti molli vengono gradualmente danneggiati, cessano di funzionare e muoiono. L'endoarterite che cancella è comune tra gli uomini di mezza età, ma si verifica anche nelle donne.

Codice ICD-10

L'endoarterite obliterante degli arti inferiori è inclusa nella sezione I 70 "Atherosclerosis" della classificazione internazionale delle malattie. Le seguenti patologie sono rientrate in questa categoria:

  • malattia arteriosclerotica;
  • endarterite con deformità;
  • ateroma.

sintomi

L'endoarterite cancellante dei vasi delle estremità si manifesta sulla base dello stadio in modi diversi. Le esacerbazioni periodiche improvvisamente lasciano il posto alle remissioni, che possono essere molto lunghe. Pertanto, è difficile per una persona sospettare di obliterare l'endarterite degli arti inferiori. La malattia è caratterizzata dai seguenti sintomi:

  • dolore acuto degli arti inferiori sia in movimento che a riposo;
  • stanchezza dal camminare, sensazione di pesantezza nei polpacci;
  • le ferite che non guariscono compaiono sulle dita degli arti inferiori;
  • brividi e intorpidimento dei piedi;
  • gonfiore degli arti inferiori;
  • aumento dei piedi sudati;
  • il polso si sentiva debolmente, e poi completamente si abbassava;
  • le unghie dei piedi si deformano, diventano fragili;
  • la pelle degli arti inferiori è fresca, pallida, può avere una tinta bluastra.

motivi

Finora, i medici non hanno consenso sul perché si sviluppi l'endarterite obliterante degli arti inferiori. Il meccanismo di progressione è completamente chiaro. La maggior parte degli esperti è incline a credere che l'obliterazione dell'endarterite degli arti inferiori sia il risultato di processi autoimmuni in cui l'organismo produce anticorpi contro le cellule dei propri vasi. Ci sono una serie di fattori, sotto l'influenza dei quali può verificarsi l'insorgenza della malattia:

  • il fumo;
  • abuso di cibi grassi;
  • un numero di infezioni croniche;
  • stress prolungato;
  • lesioni agli arti inferiori;
  • ipotermia regolare delle gambe;
  • indossare scarpe di scarsa qualità e scomode.

Fasi di sviluppo

Ci sono cinque fasi di obliterazione dell'endarterite degli arti inferiori, ognuna delle quali ha le sue caratteristiche:

  1. Elementare. Notare i sintomi di artrite obliterante degli arti inferiori non è ancora possibile. Una diminuzione graduale del lume dei vasi sanguigni, il flusso di sangue è difficile.
  2. Ischemica. Inizia il raffreddamento degli arti inferiori, la superficie della pelle diventa pallida. Debolezza nelle gambe e sindrome del dolore, zoppia.
  3. Trofica. Il tessuto connettivo inizia a crescere. Il lume dei vasi è intensamente ristretto. In questa fase, si avvertono forti dolori alle gambe in ogni momento, a riposo e quando si cammina, la pulsazione è debole. Le unghie sono deformate.
  4. Necrotizzante. Cambiamenti irreversibili nei tessuti dei piedi, il sangue non scorre più a loro. Le arterie si chiudono, le dita si ricoprono di ulcere, inizia la necrosi del tessuto. Una persona non può più muoversi indipendentemente.
  5. L'ultimo La cancrena secca o umida appare, i cambiamenti influenzano non solo le gambe, ma anche altri organi. Si verifica un'infezione del sangue, che può essere fatale.

diagnostica

È importante capire che prima viene rilevata la malattia da uno specialista, meglio è, perché il trattamento dell'endarterite obliterante degli arti inferiori con la loro conservazione è possibile solo nelle fasi iniziali. Tipi di studi diagnostici che il medico conduce per identificare la malattia:

  1. Capillaroscopia. Uno studio per chiarire lo stato della microcircolazione del sangue in alcune aree del corpo.
  2. Ecografia Doppler. Tipo di ultrasuoni. Viene eseguito per valutare la condizione del tessuto, il grado di deformazione.
  3. Oscilloscopio. Rilevazione della pulsazione vascolare mediante l'azione di un bracciale speciale.
  4. Termografia. Lo studio della temperatura della pelle in diverse parti del corpo.
  5. Rheovasography. Determinazione del grado di occlusione e velocità del flusso sanguigno.
  6. Angiografia. Un agente di contrasto viene iniettato nell'arteria e illuminato con una radiografia. È necessario determinare lo stato delle navi e il flusso sanguigno.

I seguenti test funzionali sono obbligatori:

  1. Sintomo Oppel. Quando il paziente solleva la gamba, il piede diventa pallido. Più velocemente questo accade, più trascurata la patologia.
  2. Sintomo premuto dito. Dura 5-15 secondi. Quando fai clic sull'alluce, diventa pallido e quindi troppo lungo torna al colore normale.
  3. Esempio Goldflama. Il paziente piega le gambe sollevate in posizione supina. Se ha cancellato malattie dei vasi degli arti inferiori, i suoi piedi diventeranno pallidi e la stanchezza arriverà incredibilmente rapidamente.
  4. Sintomo del ginocchio Panchenko. Se il paziente si siede, le sue gambe sono incrociate, sentirà dolore, intorpidimento dei tessuti. La pelle avrà la pelle d'oca.

Trattamento di navi degli arti inferiori

Completamente sbarazzarsi di endarterite obliterante non funzionerà. Puoi rallentarne lo sviluppo, alleviare i sintomi e migliorare la qualità della vita del paziente. Il trattamento di endarterite è effettuato in un complesso. Vengono usati diversi farmaci, sono prescritte procedure di fisioterapia. Non è vietato l'uso e rimedi popolari. Un prerequisito per il paziente è smettere di fumare, bere alcolici, mangiare troppo.

preparativi

La prima e obbligatoria tappa è il trattamento farmacologico. Tipi di farmaci prescritti per l'obliterazione dell'endarterite:

  • protivospazmoliticheskie;
  • antistaminici;
  • analgesici;
  • rilassanti muscolari (Tifen, Redergam, Angiotrophin);
  • fluidificanti del sangue (Trental, aspirina);
  • ormoni surrenali (Prednisolone);
  • vitamine B, E, C, PP.

fisioterapia

Aiuta a migliorare la circolazione del sangue negli arti inferiori. Tipi di procedure fisioterapiche che possono essere assegnate a un paziente:

  • termico (saune, applicazioni ozokerite, riscaldamento, correnti di Bernard);
  • terapia magnetica (trattamento con un campo magnetico ad alta frequenza);
  • barmassa (arti inferiori posti in una camera a pressione, che agiscono a loro volta a bassa o alta pressione);
  • correnti dinamiche;
  • elettroforesi;
  • caldo, conifero, senape, contrasto e altri bagni.

Trattamento chirurgico

Se non si osserva un effetto positivo della terapia conservativa, si può decidere di condurre una delle seguenti operazioni:

  1. Simpatectomia. I tessuti nervosi che causano il vasospasmo sono sezionati.
  2. intervento chirurgico di bypass. Gli shunt artificiali creano ulteriori percorsi circolatori che bypassano la parte danneggiata della nave.
  3. Rimozione di una parte di un'arteria o delle sue protesi complete.
  4. Trombintimektomiya. Viene rimosso un trombo che blocca la via nell'arteria.
  5. Rimozione di aree di cancrena secca.
  6. Amputazione dell'arto. Una misura estrema, presa solo nel caso di una minaccia immediata alla vita del paziente, quando l'effetto di tutti i trattamenti applicati è assente.

Rimedi popolari

Possono aiutare e alleviare la condizione nelle fasi iniziali dell'endarterite obliterante dei vasi degli arti inferiori. Si consiglia di consultare il proprio medico prima di utilizzare i metodi tradizionali. Esistono diverse ricette efficaci. Si basano su erbe che hanno un effetto rassodante e rigenerante sulle pareti dei vasi sanguigni, alleviano l'infiammazione:

  1. Mescolare in quantità uguale camomilla secca, seta di mais, achillea, germogli di betulla e erba di San Giovanni. 2 cucchiai della raccolta versare un litro di acqua bollente. Insistere mezz'ora. Filtrare, bere 0,25 l della miscela al mattino e alla sera 40 minuti prima dei pasti.
  2. Mescolare 80 g di coda di cavallo, 200 g di biancospino e 120 g di uccello-alpinista. 1 cucchiaio. l. Raccolta versare 0,5 litri di acqua bollente. Insistere mezz'ora. Bere tre volte al giorno e 1 cucchiaio. l. prima di mangiare
  3. In un frullatore, tritare un limone e un'arancia. Aggiungi 1 cucchiaino. tesoro, mescola. Metti nel frigo. Mangia 1 cucchiaino. pappate per mezz'ora prima dei pasti tre volte al giorno.

prevenzione

Se si desidera ridurre il rischio di sviluppare endoarterite obliterante, attenersi alle seguenti regole:

  1. Smetti di fumare.
  2. Evitare l'ipotermia e il congelamento dei piedi.
  3. Indossare scarpe comode di qualità.
  4. Evitare lesioni agli arti inferiori.
  5. Attenzione per il cibo. Non fatevi trasportare da cibi grassi, salati, piccanti e malsani.
  6. Mantieni i piedi puliti.
  7. Se sei sovrappeso, prova a perderlo.
  8. Fare sport Gli arti inferiori richiedono un carico regolare moderato.

Foto di endoarterite obliterante

Video: trattamento dell'endarterite obliterante

Le informazioni presentate nell'articolo sono solo a scopo informativo. I materiali dell'articolo non richiedono auto-trattamento. Solo un medico qualificato può diagnosticare e consigliare il trattamento in base alle caratteristiche individuali di un particolare paziente.

Endarterite obliterante dei vasi degli arti inferiori: segni e trattamento

L'endoarterite cancellante dei vasi degli arti inferiori è una malattia estremamente pericolosa, che è accompagnata da un'interruzione del normale flusso sanguigno nelle gambe. Se non trattata, una tale malattia può portare a una serie di complicazioni, tra cui necrosi e cancrena. Ecco perché la diagnosi tempestiva e il trattamento precoce sono così importanti. Allora, perché c'è una malattia? Quali sono i suoi primi sintomi? Quando devo consultare immediatamente un medico? Le risposte a queste domande saranno interessanti per molti lettori.

Che cosa sta cancellando l'endarterite?

L'endoarterite cancellante dei vasi degli arti inferiori è una malattia infiammatoria di arterie di natura cronica. Questa malattia è accompagnata da uno spasmo dei vasi sanguigni, a causa della quale viene disturbata la normale circolazione sanguigna. Senza abbastanza ossigeno e sostanze nutritive, i tessuti della gamba iniziano ad atrofizzarsi. Nei casi avanzati, l'endarterite porta a necrosi e cancrena.

Secondo le statistiche, l'obliterazione dell'endarterite degli arti inferiori è più spesso diagnosticata negli uomini di mezza età, sebbene non sia esclusa anche la probabilità del suo sviluppo nelle donne.

Le principali cause della malattia

Nonostante tutte le ricerche in corso, fino ad oggi non è stato possibile scoprire le ragioni esatte dello sviluppo di questa malattia. È noto che l'obliterazione dell'endarterite dei vasi degli arti inferiori inizia con uno spasmo della parete arteriosa, a seguito della quale il lume si restringe. Inoltre, l'infiammazione delle pareti si sviluppa e si verifica la formazione di tessuto connettivo, che interrompe ulteriormente il processo di normale circolazione del sangue.

C'è un'ipotesi che la malattia sia di natura autoimmune - per qualche ragione, il sistema immunitario umano inizia a produrre anticorpi che attaccano i tessuti delle pareti vascolari, causando la loro infiammazione. Tuttavia, non ci sono spiegazioni per le ragioni di un tale fallimento del sistema immunitario.

Tuttavia, i medici sono riusciti a identificare alcuni fattori di rischio. In particolare, l'obliterazione dell'endarterite degli arti inferiori viene diagnosticata molto più spesso nei fumatori. I fattori di rischio includono anche l'aterosclerosi, le infezioni dei vasi sanguigni e dei tessuti circostanti e i disturbi emorragici. Anche a questa malattia tendono le persone che sono esposte a frequenti ipotermia. Il rischio di sviluppare la malattia è molto più alto nelle persone che hanno ricevuto il congelamento degli arti inferiori almeno una volta.

Primi segni di malattia

La malattia si sviluppa in modo relativamente lento, quindi le persone raramente prestano attenzione alle sue prime manifestazioni. Quindi quali sono i principali segni di endarterite obliterante? In primo luogo, di regola, c'è una grave stanchezza alle gambe. All'inizio è associato a un intenso sforzo fisico, ma con il progredire della malattia, la gravità e il dolore si manifestano anche con uno sforzo fisico minimo.

Abbastanza spesso, i pazienti si lamentano di crampi che compaiono, ad esempio, mentre si cammina. Non durano a lungo, ma spesso si ripresentano, il che causa cambiamenti dell'andatura - una persona malata inizia a zoppicare.

Ci sono altri sintomi che accompagnano l'obliterazione dell'endarterite dei vasi degli arti inferiori. La foto mostra che la pelle delle gambe diventa bianca e negli stadi successivi della malattia assume una tinta bluastra. In connessione con la violazione della circolazione del sangue, la temperatura cambia anche - in un primo momento, la pelle diventa leggermente fresca, e poi molto fredda. Nelle fasi iniziali dell'impulso si può ancora sentire, in seguito è completamente assente.

I disturbi diventano più pronunciati mentre l'endarterite obliterante degli arti inferiori progredisce. Le foto dei pazienti dimostrano che ulcere trofiche e aree di necrosi appaiono sulla pelle. Spesso, i tessuti danneggiati diventano infetti e infiammati, il che aggrava ulteriormente la situazione. Se non viene curato, il paziente perde completamente la capacità di muoversi - convulsioni e dolore intenso lo infastidiscono anche a riposo.

Endarterite obliterante: classificazione e fasi di sviluppo della malattia

Certo, oggi ci sono diversi sistemi di classificazione. Abbastanza spesso, l'obliterazione dell'endarterite vascolare è classificata secondo lo stadio di sviluppo. Nella medicina moderna, è consuetudine individuare cinque fasi principali della progressione di questa malattia:

  • Al primo stadio (iniziale), il lume dei vasi si restringe, ma non molto, quindi la circolazione del sangue è relativamente normale. La malattia praticamente non causa alcun disagio o cambiamenti visibili, quindi è estremamente difficile da diagnosticare in questa fase - i pazienti semplicemente non cercano aiuto.
  • In assenza di trattamento, che avviene molto spesso, la malattia passa nel secondo stadio ischemico. Il lume dei vasi è molto ristretto, il che porta a un significativo deterioramento dell'afflusso di sangue. L'impulso sugli arti può ancora essere sentito, ma le condizioni del paziente si deteriorano in modo significativo. C'è una forte stanchezza e disagio alle gambe, che causa la comparsa di zoppia. Estremamente freddo al tatto. A proposito, è in questa fase che la diagnostica si verifica più spesso.
  • Il terzo stadio, o trofico, è accompagnato da un'interruzione completa della normale circolazione. Per questo motivo, i tessuti delle gambe non ricevono abbastanza ossigeno e sostanze nutritive. La pelle acquista una sfumatura bluastra, i peli sulle gambe iniziano a cadere e le unghie si rompono e si deformano. Il dolore diventa più pronunciato. Questi sintomi indicano uno stadio avanzato della malattia, che non è così facile da affrontare.
  • Il quarto stadio è chiamato necrotico. In questa fase, vi è un'occlusione completa dei vasi degli arti, in conseguenza del quale tutte le strutture delle gambe sono completamente carenti di carenza di nutrienti e ossigeno, oltre all'accumulo di prodotti metabolici. La gamba è bluastra, fredda al tatto, il polso non è più sentito. Il dolore nell'arto diventa permanente: il paziente non può più muoversi normalmente. A causa della violazione del tessuto trofico sulle gambe, iniziano a formarsi ulcere trofiche, che praticamente non guariscono e spesso diventano la porta per l'infezione dall'esterno. I muscoli delle gambe si atrofizzeranno.
  • Se la malattia non viene curata, ulcere e necrosi contribuiscono allo sviluppo di cancrena delle estremità. La cancrena secca è accompagnata dall'essiccazione dei tessuti, in conseguenza della quale il piede diventa nero e deformato, i tessuti iniziano a morire. È possibile la formazione di cancrena umida, in cui si osserva la formazione e il rilascio di sostanze tossiche nel sangue. In una tale situazione, l'unico trattamento possibile è l'amputazione della parte interessata dell'arto, poiché altrimenti la necrosi si diffonderà rapidamente ad altri tessuti.

Va notato immediatamente che l'endarterite dei vasi degli arti inferiori si sviluppa più spesso gradualmente, nel corso di mesi e persino anni, il che dà il tempo per una diagnosi completa e un trattamento di qualità. Tuttavia, lo sviluppo rapido e turbolento della malattia è possibile, quando solo un paio di mesi passano da un piccolo vasospasmo alla comparsa di siti di necrosi.

Metodi diagnostici di base

Se noti sintomi disturbanti in te stesso, dovresti consultare immediatamente un medico. Solo uno specialista può diagnosticare l'endoarterite ostruttiva. La diagnosi include diversi passaggi di base. Naturalmente, prima il dottore raccoglierà una storia completa e condurrà un esame esterno. Saranno necessari ulteriori test.

  • L'angiografia è lo studio delle navi che usano i raggi X con l'introduzione precedente di un agente di contrasto. Questa procedura consente di studiare lo stato della nave, valutare il flusso sanguigno, determinare la dimensione delle aree interessate.
  • L'ecografia Doppler è un esame ecografico che consente di valutare la condizione dei tessuti degli arti.
  • Termografia - lo studio della temperatura della pelle, che varia con questa malattia.
  • La capillaroscopia è una procedura che consente di controllare i processi di microcircolazione del sangue in una particolare area del corpo.
  • Reovasografia: consente di misurare la velocità di movimento del sangue nei vasi e di valutare il grado di occlusione.

Inoltre, possono essere eseguiti test per varie infezioni. Solo dopo aver raccolto tutti i dati un medico può fare un regime di trattamento adeguato.

Trattamento farmacologico

Solo il medico sa cosa fare ai pazienti con una diagnosi di "obliterazione dell'endarterite dei vasi degli arti inferiori". Il trattamento è principalmente finalizzato a cercare di normalizzare il flusso sanguigno e di eliminare i sintomi principali. Ecco perché ai pazienti vengono prescritti farmaci che riducono il sangue, alleviano il vasospasmo, ecc.

Per cominciare, vengono prescritti farmaci antispasmodici, in particolare "Redergam", "Angiotrophin", acido nicotinico. È estremamente importante assumere complessi vitaminici con tale malattia, in particolare le vitamine B, la vitamina E e l'acido ascorbico, che hanno un effetto positivo sullo stato delle pareti vascolari. Cortisone, Prednisone e Prednisolone sono generalmente utilizzati come farmaci anti-infiammatori.

Il trattamento dell'endarterite obliterante degli arti inferiori comprende talvolta l'assunzione di farmaci che rallentano il processo di coagulazione del sangue, in particolare i farmaci contenenti fibrinolizina o pelentan. A proposito, in alcuni casi è consigliabile condurre l'irudoterapia (trattamento con le sanguisughe), ma solo come indicato da un medico.

Fisioterapia e altri modi di affrontare la malattia

Molti pazienti fanno domande su come trattare l'endoarterite obliterante. La terapia farmacologica potrebbe non essere sufficiente. Di norma, il regime di trattamento include alcune procedure riparative.

Varie procedure termiche, come la diatermia, le applicazioni di ozocerite, una sauna secca o il riscaldamento della parte bassa della schiena con UHF, hanno un effetto piuttosto positivo. I pazienti possono anche essere elettroforesi - una procedura che consiste nell'introduzione di farmaci appositamente selezionati sullo sfondo di un campo elettrico. La baroterapia dà risultati piuttosto buoni: i pazienti sono collocati in una camera speciale, dove il corpo viene alternativamente colpito da pressione bassa e alta. Considerato efficace e procedure con l'uso di apparecchiature ad ultrasuoni.

Uno dei metodi disponibili ed efficaci è l'idroterapia. I bagni possono essere sia comuni che a piedi, sia caldi che freddi, a seconda della loro composizione. I bagni radionici, di idrogeno solforato e di pino sono considerati piuttosto efficaci. Per i piedi, a volte è anche consigliabile fare il riscaldamento della senape - è consigliabile eseguire la procedura durante la notte, dopo di che è necessario indossare calze di lana e avvolgere bene i piedi durante il sonno.

Naturalmente, i pazienti sono raccomandati almeno una volta all'anno per sottoporsi a un trattamento di sanatorio-resort.

Trattamenti chirurgici

Sfortunatamente, non sempre le medicine e la fisioterapia possono sbarazzarsi di malattie come l'endoarterite obliterante dei vasi degli arti inferiori. Il trattamento può essere chirurgico. La decisione di condurre un intervento chirurgico è presa dal medico - è appropriato se la terapia conservativa non ha avuto l'effetto previsto o quando la malattia è stata diagnosticata in una fase avanzata.

A seconda delle condizioni del paziente, dello stadio e della forma della malattia, l'endoarterite obliterante degli arti inferiori può essere curata in diversi modi:

  • Una procedura chiamata simpatectomia è considerata abbastanza efficace. La sua essenza è nella rimozione delle fibre nervose che stimolano lo spasmo dei vasi interessati nelle gambe. Nelle prime fasi, i risultati arrivano quasi all'istante - il dolore scompare, le ulcere iniziano a guarire e il colore della pelle ritorna normale.
  • La procedura di smistamento, durante la quale il medico cuce un nuovo vaso artificiale attorno all'arteria colpita, è considerata non meno efficace.
  • In alcuni casi, il medico può decidere di rimuovere l'area interessata della nave, ma ciò è possibile solo se la sua lunghezza non supera i 15 centimetri.
  • Le micro-operazioni possono essere eseguite per ripristinare la permeabilità dei vasi spastici.
  • Nel caso in cui la cancrena umida si sia sviluppata, è necessaria l'amputazione. A seconda del grado di diffusione della necrosi, il piede, la parte inferiore della gamba o anche l'intero arto inferiore possono essere rimossi. Se possibile, gli esperti stanno cercando di mantenere la gamba almeno fino all'articolazione del ginocchio, in quanto ciò facilita il processo di ulteriori protesi.

Endarterite obliterante: trattamento dei rimedi popolari

Molti pazienti fanno domande sulla possibilità di correggere in qualche modo la situazione da soli. È possibile trattare l'endoarterite occlusiva a casa? I rimedi popolari, ovviamente, esistono. Ma possono essere usati solo con il consenso del medico curante.

Ad esempio, per pulire i vasi e aumentare l'elasticità della parete vascolare può essere, utilizzando una speciale collezione di erbe. Per preparare la medicina, è necessario prima mescolare in parti uguali l'erba millefoglie, i fiori di camomilla, l'erba di San Giovanni, nonché i boccioli di seta di mais e di betulla. Un cucchiaio di questa raccolta versare 500 ml di acqua bollente, coprire con un coperchio e insistere per 30 minuti. Successivamente, la miscela deve essere filtrata. Bere un bicchiere due volte al giorno, preferibilmente prima dei pasti. Il corso del trattamento dura circa un mese, dopodiché puoi prendere un mese di pausa e continuare la terapia.

Inoltre, alcuni guaritori popolari raccomandano di bere un tè forte con il latte, che pulisce perfettamente sia i vasi sanguigni che il corpo nel suo complesso. Questa bevanda dovrebbe essere presa alcuni giorni di fila. Puoi anche bere in piccole porzioni decotto di patate.

Gli agrumi possono aiutare a liberare vasi e sangue. Per preparare la medicina, è necessario macinare un'arancia e un limone, mescolarlo con due cucchiaini di miele e metterlo in un barattolo di vetro. È necessario assumere tre cucchiaini di farmaco una volta al giorno, circa 20-30 minuti prima dei pasti.

Un buon detergente per la medicina è miele scuro. La porzione giornaliera è di 100 g. C'è bisogno di piccole porzioni durante il giorno, lavato con acqua tiepida. C'è un altro prodotto dell'apicoltura, che è famoso per le sue proprietà curative - è la pappa reale, che allevia lo spasmo dei vasi sanguigni e normalizza i processi di circolazione del sangue. Nella sua forma pura, è necessario assumere 20-30 mg di pappa reale al giorno, sciogliendosi sotto la lingua.

Inoltre, puoi fare bagni speciali per i piedi. Con l'endarterite, la polvere di fieno sarà utile. Circa 300 grammi di polvere (si può solo prendere il fieno) vengono posti in un sacchetto di tessuto, versati con tre litri di acqua bollente e lasciati per un'ora. Dopo questa infusione viene aggiunto al pediluvio. L'acqua dovrebbe avere una temperatura di circa 39 gradi. Tieni i piedi dentro è consigliato per circa 20 minuti, se necessario, aggiungendo acqua calda per mantenere la temperatura desiderata.

A casa, puoi passare i cosiddetti bagni secchi, che sono anche benefici per la salute. In primo luogo, in qualsiasi modo conveniente, è necessario riscaldare due mattoni: devono essere caldi, ma non troppo caldi, in modo da non provocare bruciature. I mattoni sono posti sul pavimento e il paziente ci mette i piedi sopra. È necessario scaldare le gambe per circa 30 minuti, dopo di che indossare calze di lana. La procedura è auspicabile per passare la notte e subito dopo andare a letto.

Ancora una volta, vale la pena ricordare che in nessun caso si dovrebbe cercare di risolvere in modo indipendente un problema come l'endoarterite obliterante degli arti inferiori. I sintomi di questa malattia sono una buona ragione per consultare un medico il prima possibile. Qualsiasi metodo di terapia domiciliare deve essere prima discusso con il medico. L'automedicazione non solo può aiutare ma aggravare la situazione.

Ci sono agenti profilattici efficaci?

Il trattamento dell'endarterite obliterante degli arti inferiori è un processo lungo e difficile. E anche con l'uso di tutti i mezzi della medicina moderna non vi è alcuna garanzia di eliminazione efficace della malattia nelle fasi iniziali. È molto più facile cercare di prevenire l'insorgenza o la ricorrenza della malattia. Certamente, le droghe che possono proteggere una persona non esistono. Tuttavia, l'osservanza di alcune semplici regole riduce significativamente il rischio di sviluppare una malattia così grave.

  • Per cominciare, vale la pena rinunciare al fumo, all'alcool e ad altre cattive abitudini, poiché tutte, in un modo o nell'altro, influenzano lo stato delle navi. Questo momento è particolarmente importante per i fumatori, poiché le sostanze contenute in una sigaretta causano un piccolo vasospasmo.
  • È necessario regolare la dieta, eliminando cibi troppo grassi, troppo piccanti e salati.
  • Positivamente sullo stato del corpo e, in particolare, delle navi, l'esercizio influenzerà. I medici raccomandano la corsa leggera, il nuoto, il ciclismo, le lunghe passeggiate.
  • È importante rimuovere l'eccesso di peso, che crea ulteriore stress sulle gambe.
  • È necessario cercare di mantenere la temperatura più confortevole - le gambe non devono né raffreddare troppo, né troppo spesso, né surriscaldarsi. In inverno, devi vestirti in base alle condizioni meteorologiche (non indossare gonne con collant sottili a basse temperature) e non abusare di lettini abbronzanti, saune e bagni.
  • È importante rispettare le regole igieniche, curare la pelle dei piedi e, se necessario, trattarli con creme protettive o idratanti.
  • Assicurati di scegliere scarpe comode con tessuti naturali che non schiacciano il piede e permettono alla pelle di "respirare". Certo, è meglio preferire scarpe comode su un tacco basso e stabile a tacchi alti.

Se sei a rischio, sottoponiti a un regolare controllo medico: la malattia è molto più facile da curare se è stata diagnosticata in una fase precoce.

Per Saperne Di Più I Vasi