Tachicardia parossistica

La capacità del miocardio di contrarre controlla il nodo del seno - una speciale formazione cellulare responsabile della continuità del cuore. Se le proprietà importanti, le caratteristiche del tessuto muscolare, la capacità di eccitabilità cambiano, c'è il pericolo che si sviluppi tachicardia parossistica.

Una condizione simile si forma quando il centro del seno perde la capacità di controllare il battito cardiaco, aumentando la frequenza cardiaca a 90-240 battiti / 60 secondi.

Operazione automatica

Il ritmo delle contrazioni è regolato da un gruppo di cellule specializzate in grado di trasportare un segnale elettrochimico. Il ganglio principale che controlla il lavoro del cuore è chiamato il centro sinusale del primo ordine dell'automatismo. Oltre al centro del seno, i nodi ectopici sono responsabili dell'esecuzione del miocardio.

Queste formazioni servono come metodo di backup, consentendo di controllare la frequenza delle pulsazioni del miocardio, il ritmo del suo lavoro durante l'oppressione del centro principale. Nel caso di un blocco del segnale dal centro principale, l'oppressione del suo lavoro, i centri ectopici prendono il controllo delle contrazioni miocardiche.

Seno, nodo atrioventricolare innervato da parti simpatiche e parasimpatiche del sistema autonomo. Questo sistema nervoso periferico influenza direttamente i centri di attività, modifica il ritmo cardiaco sotto l'influenza di stimoli esterni interni.

L'innervazione del sistema simpatico e parasimpatico dei centri di automatismo agisce sul cuore, modifica la natura delle contrazioni, crea le condizioni per sviluppare tachicardia sinusale parossistica.

Modi per classificare la tachicardia

Secondo la localizzazione dell'attività degli impulsi, la tachicardia parossistica è classificata:

  • sopraventricolare - altrimenti sopraventricolare;
  • ventricolare - altrimenti si parla di ventricolare.

La tachicardia atriale differisce dal decorso più favorevole, raramente accompagnata da patologie cardiache. La durata minima dell'attacco continua tre cicli di contrazione. L'attacco può durare solo pochi secondi, minuti, ma a volte dura per settimane, mesi.

Un attacco di tachicardia sopraventricolare può portare a disabilità, la malattia è pericolosa con i seguenti sintomi:

  • sincope - sincope, che è accompagnata da una diminuzione del tono muscolare;
  • presinkope - uno stato in cui una persona perde conoscenza per un momento, ma non cade;
  • morte aritmica - una malattia genetica, rilevata nei bambini, nei giovani (fino a 40 anni), può essere trattata con una diagnosi tempestiva.

Per la natura del flusso di tachicardia causato dall'aumentata attività dei centri ectopici, ci sono:

Gli impulsi ectopici nel miocardio derivano da varie fonti e nella loro origine, la tachicardia parossistica è divisa in tipi:

  • reciproco - formato secondo il principio del rientro, che consiste nella circolazione degli impulsi nervosi nel miocardio in assenza di un periodo di rilassamento (diastole);
  • extrauterina;
  • multifocale.

L'attacco può causare la generazione di segnali elettrici in un sito ectopico con una frequenza che è molto più alta della frequenza degli impulsi del nodo sinusale.

L'ipertensione scomparirà. per 147 rubli!

Primo cardiochirurgo: lanciato il programma di trattamento dell'ipertensione federale! Un nuovo farmaco per l'ipertensione è finanziato dal budget e dai fondi speciali. Quindi da un gocciolamento ad alta pressione un agente gocciolante. Maggiori informazioni >>>

Per origine, i disturbi del ritmo possono essere di natura funzionale e mentale e un aumento della frequenza del polso può causare cambiamenti nello stato del sistema nervoso.

La forma mentale di eccitabilità miocardica si verifica quando nevrosi, reazioni di stress, accompagnate dal rilascio di catecolamine - neurotrasmettitori, ormoni. Dopo un attacco, il numero di catecolamine diminuisce.

La tachicardia parossistica che si verifica negli atri è caratterizzata da un aumento della frequenza degli ictus (più di 100 al minuto) quando i centri degli atri sono eccitati. Tachicardia ventricolare si verifica in persone che soffrono di ischemia, malattie cardiache.

motivi

I motivi per cui la tachicardia parossistica appare sono:

  • patologia miocardica;
  • malattie degli organi interni;
  • fattori psico-emotivi;
  • idiopatico - senza ragioni identificate.

Le malattie cardiache sono solitamente accompagnate da attacchi di tachicardia, caratteristiche della malattia:

Fenomeni infiammatori, necrotici nel miocardio, disturbi congeniti, come il fascio di Kent, possono anche causare il parossismo della tachicardia.

Il fascio di Kent è le fibre muscolari extra che corrono tra l'atrio e il ventricolo o vicino al setto cardiaco. Su di loro l'impulso cardiaco può passare patologicamente, causando cambiamenti nel sistema di conduzione.

Le palpitazioni cardiache non sono sempre causate da malattie cardiache. Può verificarsi con malattie degli organi interni, sotto l'azione di droghe, sostanze tossiche.

Le palpitazioni cardiache possono causare cattive abitudini (fumo, assunzione di droghe, alcol), malattie degli organi interni. Cause comuni di un attacco:

  • cambiamenti endocrini;
  • un coagulo di sangue;
  • la polmonite;
  • malattie dello stomaco, intestino, reni.

Fattori di rischio

Contribuisce alla comparsa di parossismi di tachicardia, l'assunzione di alcuni farmaci, come ad esempio digitale, chinidina, novokinamid. Per provocare l'accelerazione dell'impulso, il numero, la forza dei battiti cardiaci possono essere fattori come stress, carichi pesanti, caffè.

sintomi

L'attacco inizia inaspettatamente tachicardia parossistica, spesso accompagnata da dolore. La prima spinta, seguita da frequenti contrazioni miocardiche, è solitamente potente, forte. Il parossismo della tachicardia termina inaspettatamente come sembra.

Il sintomo diagnostico della tachicardia parossistica è una minzione frequente, indolore e copiosa. Altri segni di tachicardia parossistica sono:

  • disagio, dolore attorno al cuore;
  • sensazione di rumore;
  • vertigini;
  • aumento della sudorazione;
  • nausea;
  • temperatura del subfebrile fino a 37.2 0 C.

A volte un attacco è accompagnato da sintomi come crampi, oscurità davanti agli occhi, nervosismo. Ci possono essere disturbi del linguaggio, abbassamento unilaterale del tono muscolare.

In alcuni casi, prima di un attacco, una persona è ancora in grado di prevedere l'insorgenza del parossismo da tachicardia, sente un'aura - alcuni segni soggettivi che indicano un attacco in avvicinamento.

diagnostica

Per confermare la diagnosi viene effettuata:

  • monitoraggio giornaliero dell'elettrocardiogramma (ECG);
  • fare un elettrocardiogramma durante un attacco, ecografia del cuore.

Secondo l'elettrocardiogramma con tachicardia parossistica, si nota una variazione di polarità, la forma dell'onda P. L'elettrocardiogramma aiuta a stabilire la fonte di eccitazione parossistica che causa un attacco.

trattamento

La tachicardia ventricolare è un'indicazione per il ricovero in ospedale. L'esame è prescritto se i sequestri si verificano più spesso di due volte al mese.

Ci sono modi per ridurre l'intensità dei sintomi da soli. Un paziente può prendere una medicina prescritta da un medico, nel caso di un attacco sopraventricolare, puoi provare ad agire meccanicamente sul nervo vago, per questo hai bisogno di:

  • chiudi gli occhi e premi sugli angoli interni dei bulbi oculari;
  • getta indietro la testa;
  • chiudi la bocca, le narici e cerca di espirare vigorosamente;
  • sforzare la stampa, trattenere il respiro.

L'ultimo metodo è una variante della manovra di Valsalva. Questo metodo viene utilizzato per alleviare un attacco di tachicardia. La tecnica è per il paziente durante la tachicardia parossistica per provare a contrarre la pressione e gli arti per 15 secondi, quindi allentare per 1-2 minuti, quindi irrigidire i muscoli.

Un altro modo per far fronte all'attacco della tachicardia parossistica è il test Chermika-Goering. Consiste nel massaggiare il punto di ramificazione dell'arteria carotidea alternativamente a destra e a sinistra. Il tempo di massaggiare un lato è di 15 secondi, l'intervallo tra il massaggio è di 1-2 minuti.

Questi metodi non sono usati in pazienti debilitati. È più adatto ai giovani, senza problemi di salute pronunciati. Se il paziente non riesce a controllare l'attacco da solo, quindi prescrivere farmaci per la tachicardia parossistica.

Terapia farmacologica

Per prevenire o fermare l'attacco, prescrivere farmaci antiaritmici. Corvalol, Valocordin, Relanium aiuteranno con attacchi leggeri.

Per rimuovere attacchi gravi a lungo termine, compresse, soluzioni, confetti vengono utilizzati Anaprilina, Finoptin, Verapamil, Obsidan, Sotalex, Procainamide, Propranololo, Esmololo, Amiodarone. La tachicardia ventricolare viene trattata mediante somministrazione endovenosa e intramuscolare di lidocaina e viene prescritto il cadenzimetro.

Farmaci antiaritmici prescritti con glicosidi cardiaci, beta-bloccanti. Questi ultimi rallentano la frequenza, la forza delle contrazioni del muscolo cardiaco, impediscono l'azione delle catecolamine sul lavoro del cuore.

Nei casi in cui non è possibile far fronte al parossismo della tachicardia con metodi medicinali, si utilizza elettropulse.

Intervento chirurgico

La tachicardia parossistica viene trattata con ablazione con radiofrequenza - eliminazione della fonte di battiti cardiaci patologici. La procedura viene eseguita con anestesia locale e endovenosa, dura 6 ore sotto il controllo della televisione a raggi X.

L'operazione si riferisce a un minimamente invasivo, in grado di ridurre il periodo postoperatorio a 7 giorni.

complicazioni

Con attacchi frequenti, è possibile il peggioramento della funzione contrattile del miocardio, l'insufficienza cardiaca. In tali condizioni, il flusso sanguigno coronarico diminuisce, si sviluppa la carenza di ossigeno nel miocardio, che minaccia la necrosi e l'infarto.

Una complicazione pericolosa della tachicardia atriale può essere la fibrillazione ventricolare - una contrazione caotica delle fibre muscolari che può causare un blocco atriale dovuto alla convergenza della contrazione atriale con il ventricolo e all'insorgenza della contrazione ventricolare atriale.

Questo provoca un blocco atriale che porta alla formazione di un coagulo di sangue. Alla fine dell'attacco, quando il centro principale dell'automatismo ripristina il suo effetto sul miocardio, questi trombi possono causare un blocco dell'arteria polmonare.

Un pericoloso effetto collaterale della tachicardia ventricolare è la fibrillazione ventricolare. È un sintomo di un attacco cardiaco, accompagnato da indizi caratteristici su un elettrocardiogramma durante un attacco:

  • c'è una posizione negativa per il picco T;
  • la sezione QT aumenta;
  • turni segmento ST.

Prevenzione, prognosi

La prevenzione è un'alimentazione scelta correttamente, mancanza di stress, carichi moderati giornalieri, controllo del peso, rifiuto delle sigarette, alcool.

La prognosi della tachicardia atrioventricolare, soggetta alla profilassi, è favorevole. Tale patologia dell'attività contrattile del muscolo cardiaco non causa disabilità: può richiedere molto tempo cronicamente, senza aumentare, senza peggiorare le condizioni del paziente.

La prognosi per la tachicardia parossistica ventricolare è meno favorevole. La prognosi più grave per le malattie cardiache nei pazienti sottoposti a rianimazione.

Trattamento di farmaci parossistici per la tachicardia

Descrizione:

La tachicardia parossistica è una tachicardia ectopica. che ha la forma di crisi epilettiche - improvvisamente inizia e non finisce meno all'improvviso.

Sintomi di tachicardia parossistica:

Cause della tachicardia parossistica:

Queste caratteristiche sono identiche a quelle osservate durante l'extrasistole.

La tachicardia parossistica è caratterizzata da un ritmo grave e una frequenza cardiaca di 160-220 battiti al minuto. Sull'elettrocardiogramma si possono osservare i complessi ventricolari e spesso c'è un'onda R leggermente deformata, spesso associata a conduzione intraventricolare e (o) atrioventricolare. In questo caso, più spesso - lungo la gamba destra del fascio di His.

La differenza tra la tachicardia atrioventricolare è precisamente in presenza dell'onda P, che è stratificata sul complesso QRST o si trova di fronte ad essa.

Con il massaggio del seno carotideo, il ritmo cardiaco viene temporaneamente normalizzato. Questo vale per tutte le forme di tachicardia sopraventricolare.

Tachicardia ventricolare - tachicardia con una frequenza di 130-180 battiti al minuto, con una significativa deformazione del complesso QRST. Gli atri sono eccitati indipendentemente dai ventricoli al ritmo giusto, ma l'onda P è difficile da distinguere. La forma e l'ampiezza del complesso QRST e il contorno della linea zero variano leggermente da un ciclo all'altro. Il ritmo spesso non è strettamente corretto.

Tachicardia ventricolare - tachicardia con una frequenza di 130-180 al minuto, con una significativa deformazione del complesso QRST. Gli atri sono eccitati indipendentemente dai ventricoli al ritmo giusto, ma l'onda P è difficile da distinguere. La forma e l'ampiezza del complesso QRST e il contorno della linea zero variano leggermente da un ciclo all'altro. Il ritmo spesso non è strettamente corretto. Il massaggio del seno carotideo non modifica la frequenza del ritmo. A volte, entro diversi giorni dopo il parossismo della tachicardia, i denti T negativi sono registrati sull'ECG, meno frequentemente - con uno spostamento del segmento ST - sindrome post-caochica: tali pazienti richiedono un'osservazione attenta e l'esclusione dell'infarto del miocardio piccolo-focale.

Trattamento della tachicardia parossistica:

Trattamento della tachicardia parossistica sopraventricolare - Aritmie del cuore (3)

Pagina 27 di 34

L'introduzione di droghe

La somministrazione di farmaci spesso ha un valore limitato per la diagnosi di un tipo specifico di PNZHT. L'ipotesi che l'uso di farmaci contribuirà a determinare come viene condotta la conduzione VA - lungo un normale sistema di conduzione o un percorso anomalo - è raramente giustificata. I glicosidi cardiaci, i beta-bloccanti o il verapamil di solito hanno effetti altrettanto deboli sulla refrattarietà dei percorsi anormali e normali quando eseguiti nella direzione retrograda [52-56]. I farmaci antiaritmici di classe I aumentano significativamente la refrattarietà dei percorsi anormali e normali che conducono nella direzione retrograda [56-58].

L'introduzione di glicosidi cardiaci, beta-bloccanti o verapamil può fornire informazioni utili aumentando la refrattarietà del nodo AV durante la conduzione anterograda. Ad esempio, un tale aumento della refrattarietà può causare il blocco degli extrastimoli atriali precoci nel nodo AV, che determinerà la necessità della conduzione anterograda necessaria per il fascio di His per iniziare il PNZHT. Una maggiore refrattarietà può anche potenziare lo sviluppo del blocco AV durante la tachicardia atriale. Il significato di queste osservazioni è stato discusso nelle sezioni precedenti di questo capitolo.

Strategia diagnostica

Nelle sezioni precedenti di questo capitolo, abbiamo discusso i metodi che possono essere utilizzati per diagnosticare i tipi più comuni di PNZhT. Tuttavia, condurre studi elettrofisiologici in un paziente con PNZhT non dovrebbe fornire solo la raccolta di informazioni in una sequenza strettamente definita. Tali studi dovrebbero essere effettuati in modo abbastanza flessibile, con l'obiettivo di ottenere le informazioni più necessarie per fare una diagnosi differenziale al momento. Ad esempio, se il problema è la differenziazione della circolazione senoatriale e dell'AV-nodale, è più consigliabile condurre la stimolazione ritmica degli atri con una frequenza che provoca un blocco di secondo grado nel nodo AV. Al contrario, questo approccio non fornisce le informazioni necessarie nella diagnosi differenziale tra la circolazione nel nodo AV e la circolazione che coinvolge la via anomala.

A volte, prima dell'inizio degli studi elettrofisiologici, non è possibile effettuare una diagnosi differenziale preliminare. In questo caso, gli studi dovrebbero iniziare con la stimolazione programmatica dei ventricoli. Se BA è assente, è molto probabile una diagnosi di tachicardia atriale. Se funziona, allora la presenza o l'assenza di un percorso anormale conduttivo retrogrado può essere determinata dalla sequenza di attivazione atriale retrograda e dall'associazione temporale tra depolarizzazione del fascio di His e depolarizzazione atriale. Se la via anomala conduttiva retrograda può essere esclusa, è consigliabile stimolare gli atri con un'alta frequenza per differenziare la circolazione sinusale e la circolazione nodale dell'AV.

Trattamento della tachicardia sopraventricolare parossistica

Lo spettro clinico della tachicardia parossistica sopraventricolare è piuttosto ampio. La frequenza delle crisi in pazienti con PNJT varia considerevolmente. Inoltre, la gravità dei sintomi durante la PNHT dipende dalla frequenza della tachicardia, dalla presenza o dall'assenza di una concomitante malattia cardiaca e dalla durata dell'attacco. Molti pazienti con attacchi rari o ben tollerati non hanno bisogno di cure. Tuttavia, nella maggior parte dei casi, il trattamento è necessario per fermare un attacco acuto di tachicardia o per prevenire attacchi ricorrenti.

Fermare un attacco acuto

L'essenza del metodo di fermare un attacco acuto di PNZHT può essere illustrato dall'esempio di circolazione che coinvolge un percorso anormale. Il movimento circolare dell'eccitazione (e, di conseguenza, PNZHT) continua fino a quando il percorso chiuso lungo il quale l'onda viaggia rimane eccitabile (Fig. 10.5). Se un'onda nel suo percorso si scontra con il tessuto refrattario e viene bloccata, il movimento circolare viene interrotto e l'attacco di tachicardia viene interrotto (vedere Fig. 10.5). In un paziente con attacco acuto di tachicardia, l'obiettivo della terapia è aumentare la refrattarietà del livello anterogrado (via normale) o il livello retrogrado (modo anormale) sufficiente a bloccare l'onda circolante [30]. Queste considerazioni valgono anche nel caso della circolazione del nodo AV, dove l'obiettivo del trattamento è quello di aumentare il periodo refrattario in modo rapido o lento nel nodo AV [31].

Trattamento della forma sopraventricolare della tachicardia parossistica in intervalli tra gli attacchi (farmaci cardiotropici)

Farmaci cardiotrofi - atrifos, korhormon, vitamine B1. B6. B15. cocarboxylase - sono meno importanti nel trattamento della ricorrenza della tachicardia sopraventricolare.

Un punto molto importante nel trattamento della tachicardia sopraventricolare nel periodo tra gli attacchi dovrebbe essere la ricerca delle cause e dei fattori patogenetici che lo causano e tenta di eliminarli.

Nei casi di attacchi persistenti e frequenti della forma sopraventricolare di tachicardia parossistica, che non sono resistenti alla profilassi medica sopra citata, si possono ottenere buoni risultati sopprimendo la funzione tiroidea con iodio radioattivo o farmaci tireostatici (metotirina, alchione).

Tale trattamento viene effettuato anche in pazienti senza funzionalità tiroidea elevata. La nostra esperienza dimostra che il trattamento con iodio radioattivo è un metodo adatto per prevenire gli attacchi.

"Disturbi del cuore", L. Tomov

Trattamento della forma sopraventricolare della tachicardia parossistica a intervalli tra gli attacchi (Aprinidina)

Questo nuovo agente antiaritmico, utilizzato in una dose giornaliera di 150 mg per un lungo periodo, provoca un effetto profilattico in una proporzione significativa di casi di tachicardia parossistica ricorrente. Gli attacchi scompaiono o diminuiscono significativamente fino all'86% dei casi (Breithardt et al.). Gli effetti collaterali più frequenti del sistema nervoso sono: atassia, disturbi del linguaggio, visione doppia, letargia, sonnolenza.

Tachicardia parossistica: cause, tipi, parossismo e sue manifestazioni, trattamento

Insieme a extrasistole, la tachicardia parossistica è considerata uno dei più frequenti tipi di aritmie cardiache. È fino a un terzo di tutti i casi di patologia associata ad eccitazione eccessiva del miocardio.

Quando la tachicardia parossistica (PT) nel cuore, ci sono lesioni che generano un numero eccessivo di impulsi, causando una riduzione troppo frequente. In questo caso, l'emodinamica sistemica è disturbata, il cuore stesso soffre di una mancanza di nutrizione, a causa del quale aumenta l'insufficienza circolatoria.

Gli attacchi di PT si verificano improvvisamente, senza una ragione apparente, ma forse l'influenza delle circostanze provocatorie, anche loro improvvisamente passano, e la durata del parossismo, la frequenza dei battiti del cuore sono diversi nei diversi pazienti. Il normale ritmo sinusale del cuore in PT è sostituito da quello che viene "imposto" su di lui dal fuoco ectopico dell'eccitazione. Quest'ultimo può essere formato nel nodo atrioventricolare, i ventricoli, il miocardio atriale.

Gli impulsi di eccitazione dal fuoco anormale seguono uno per uno, quindi il ritmo rimane regolare, ma la sua frequenza è lontana dalla norma. Il PT nella sua origine è molto vicino ai battiti prematuri sopraventricolari, quindi, seguendo uno dopo che gli extrasistoli dagli atri sono spesso identificati con un attacco di tachicardia parossistica, anche se dura non più di un minuto.

La durata dell'attacco (parossismo) PT è molto variabile - da pochi secondi a molte ore e giorni. È chiaro che i disturbi più significativi del flusso sanguigno saranno accompagnati da prolungati attacchi di aritmia, ma è necessaria una terapia per tutti i pazienti, anche se la tachicardia parossistica è rara e non appare troppo a lungo.

Cause e tipi di tachicardia parossistica

Il PT è possibile sia nei giovani che negli anziani. Nei pazienti più anziani, viene diagnosticata più spesso e la causa è il cambiamento organico, mentre nei pazienti giovani l'aritmia è più spesso funzionale.

La forma sopraventricolare (sopraventricolare) della tachicardia parossistica (compresi i tipi atriale e AV-nodale) è solitamente associata ad una maggiore attività di innervazione simpatica e spesso non vi sono evidenti cambiamenti strutturali nel cuore.

La tachicardia parossistica ventricolare è solitamente causata da cause organiche.

Tipi di tachicardia parossistica e visualizzazione di parossismi sull'ECG

I fattori provocatori del parossismo PT considerano:

  • Forte eccitazione, situazione stressante;
  • Ipotermia, inalando aria troppo fredda;
  • eccesso di cibo;
  • Eccessivo sforzo fisico;
  • Camminata veloce

Le cause della tachicardia parossistica sopraventricolare comprendono grave stress e innervazione simpatica alterata. L'eccitazione provoca il rilascio di una quantità significativa di adrenalina e noradrenalina da parte delle ghiandole surrenali, che contribuiscono ad un aumento delle contrazioni cardiache, oltre ad aumentare la sensibilità del sistema di conduzione, compresi i focolai ectopici di eccitazione all'azione degli ormoni e dei neurotrasmettitori.

Gli effetti dello stress e dell'ansia possono essere rintracciati nei casi di PT nei feriti e con shock da guscio, con nevrastenia e distonia vegetativa-vascolare. A proposito, circa un terzo dei pazienti con disfunzione autonomica incontra questo tipo di aritmia, che è funzionale in natura.

In alcuni casi, quando il cuore non ha difetti anatomici significativi che possono causare aritmia, PT è intrinseco a una natura riflessa ed è più spesso associato a patologia dello stomaco e dell'intestino, sistema biliare, diaframma e reni.

La forma ventricolare di PT è più spesso diagnosticata negli uomini anziani che hanno evidenti cambiamenti strutturali nel miocardio - infiammazione, sclerosi, degenerazione, necrosi (infarto). In questo caso, il corretto decorso dell'impulso nervoso lungo il fascio di His, le sue gambe e le fibre più piccole che forniscono il miocardio con segnali eccitatori è disturbato.

La causa diretta della tachicardia parossistica ventricolare può essere:

  1. Cardiopatia coronarica - sclerosi diffusa e cicatrice dopo un infarto;
  2. Infarto miocardico - provoca PT ventricolare in ogni quinto paziente;
  3. Infiammazione del muscolo cardiaco;
  4. Ipertensione arteriosa, specialmente nell'ipertrofia miocardica grave con sclerosi diffusa;
  5. Malattie cardiache;
  6. Distrofia miocardica.

Tra le cause più rare di tachicardia parossistica, tireotossicosi, reazioni allergiche, interventi sul cuore, cateterizzazione delle sue cavità indicano, ma alcuni farmaci occupano un posto speciale nella patogenesi di questa aritmia. Quindi, l'intossicazione da glicosidi cardiaci, che vengono spesso prescritti a pazienti con forme croniche di cardiopatia, può provocare gravi attacchi di tachicardia ad alto rischio di morte. Grandi dosi di farmaci antiaritmici (Novocinamide, ad esempio) possono anche causare PT. Il meccanismo di aritmia da farmaci è considerato un disturbo metabolico del potassio all'interno e all'esterno dei cardiomiociti.

La patogenesi della PT continua ad essere studiata, ma molto probabilmente, si basa su due meccanismi: la formazione di una fonte aggiuntiva di impulsi e percorsi e la circolazione circolare dell'impulso in presenza di un ostacolo meccanico all'onda di eccitazione.

Nel meccanismo ectopico, il focus patologico dell'eccitazione assume la funzione del pacemaker principale e fornisce al miocardio un numero eccessivo di potenziali. In altri casi, vi è una circolazione dell'onda di eccitazione per il tipo di rientro, che è particolarmente evidente quando si forma un ostacolo organico agli impulsi sotto forma di aree di cardiosclerosi o necrosi.

La base del PT in termini di biochimica è la differenza nel metabolismo degli elettroliti tra le aree sane del muscolo cardiaco e la cicatrice interessata, l'attacco cardiaco, il processo infiammatorio.

Classificazione della tachicardia parossistica

La moderna classificazione di PT prende in considerazione il meccanismo del suo aspetto, la fonte e le caratteristiche del flusso.

La forma sopraventricolare unisce la tachicardia atriale e atrioventricolare (AV-nodo), quando la fonte del ritmo anomalo giace al di fuori del miocardio e del sistema ventricolare del cuore. Questa variante di PT si verifica più frequentemente ed è accompagnata da una contrazione regolare, ma molto frequente, del cuore.

Nella forma atriale di PT, gli impulsi scendono lungo i percorsi verso il ventricolo del miocardio, e nella via atrioventricolare (AV) fino ai ventricoli e ritornano retrogradamente agli atri, causandone la contrazione.

La tachicardia ventricolare parossistica è associata a cause organiche, mentre i ventricoli si contraggono nel loro ritmo eccessivo, e gli atri sono soggetti all'attività del nodo del seno e hanno una frequenza di contrazioni da due a tre volte inferiore al ventricolare.

A seconda del decorso del PT, è acuta sotto forma di parossismi, cronica con attacchi periodici e continuamente ricorrente. Quest'ultima forma può verificarsi per molti anni, portando a cardiomiopatia dilatativa e grave insufficienza circolatoria.

Peculiarità della patogenesi rendono possibile isolare la forma reciproca di tachicardia parossistica quando c'è un "rientro" dell'impulso nel nodo del seno, ectopico durante la formazione di una fonte aggiuntiva di impulsi e multifocale quando ci sono diverse fonti di eccitazione miocardica.

Manifestazioni di tachicardia parossistica

La tachicardia parossistica si verifica all'improvviso, probabilmente sotto l'influenza di fattori provocatori o tra il completo benessere. Il paziente nota un momento limpido dell'inizio del parossismo e avverte bene il suo completamento. L'inizio di un attacco è indicato da una spinta nella regione del cuore, seguita da un attacco di intensi battiti del cuore per diverse durate.

Sintomi di un attacco di tachicardia parossistica:

  • Capogiri, svenimento con parossismo prolungato;
  • Debolezza, rumore nella testa;
  • Mancanza di respiro;
  • Sentimento costrittivo nel cuore;
  • Manifestazioni neurologiche: disturbi della parola, sensibilità, paresi;
  • Disturbi vegetativi - sudorazione, nausea, distensione addominale, lieve aumento della temperatura, eccessiva escrezione di urina.

La gravità dei sintomi è più alta nei pazienti con danno miocardico. Hanno anche una prognosi più grave della malattia.

Un'aritmia di solito inizia con un battito palpabile nel cuore associato ad extrasistole, seguito da grave tachicardia fino a 200 o più contrazioni al minuto. Il disagio cardiaco e un piccolo battito cardiaco sono meno comuni di una clinica da parossismo brillante per la tachicardia.

Dato il ruolo dei disordini autonomici, è facile spiegare altri segni di tachicardia parossistica. In rari casi, l'aritmia è preceduta da un'aura - la testa inizia a girare, c'è un rumore nelle orecchie, il cuore stringe. In tutti i casi di PT, c'è una minzione frequente e abbondante all'inizio di un attacco, ma durante le prime ore l'uscita delle urine si normalizza. Lo stesso sintomo è tipico per la fine del PT ed è associato al rilassamento dei muscoli della vescica.

In molti pazienti con attacchi a lungo termine di PT, la temperatura sale a 38-39 gradi, aumentando la leucocitosi nel sangue. La febbre è anche associata a disfunzione vegetativa e la causa della leucocitosi è la ridistribuzione del sangue in condizioni di emodinamica inadeguata.

Poiché il cuore è carente di tachicardia, non c'è abbastanza sangue nelle arterie del cerchio grande, come i sintomi del dolore cardiaco associati alla sua ischemia, il disturbo del flusso sanguigno nel cervello - vertigini, tremori di mani e piedi, crampi e il danneggiamento del tessuto nervoso è ostacolato dalla parola e dal movimento, la paresi si sviluppa. Nel frattempo, gravi manifestazioni neurologiche sono piuttosto rare.

Quando l'attacco finisce, il paziente sperimenta un notevole sollievo, diventa facile respirare e il battito del cuore accelerato viene fermato da una spinta o da una sensazione di sbiadimento al petto.

  • Le forme atriali di tachicardia parossistica sono accompagnate da un impulso ritmico, di solito da 160 contrazioni al minuto.
  • La tachicardia parossistica ventricolare si manifesta con abbreviazioni più rare (140-160), con qualche irregolarità dell'impulso.

Durante il parossistico PT, l'aspetto del paziente cambia: il pallore è caratteristico, la respirazione diventa frequente, l'ansia appare, forse l'agitazione psicomotoria pronunciata, le vene cervicali si gonfiano e pulsano nel tempo con il ritmo cardiaco. Il tentativo di calcolare un impulso può essere difficile a causa della sua frequenza eccessiva, è debole.

A causa della insufficiente gittata cardiaca, la pressione sistolica è ridotta, mentre la pressione diastolica può rimanere invariata o leggermente ridotta. Grave ipotensione e persino collasso accompagnano gli attacchi di PT in pazienti con marcati cambiamenti strutturali nel cuore (difetti, cicatrici, attacchi cardiaci di grande focale, ecc.).

In sintomatologia, la tachicardia parossistica atriale può essere distinta dalla varietà ventricolare. Poiché la disfunzione vegetativa è di importanza decisiva nella genesi del PT atriale, i sintomi dei disordini vegetativi saranno sempre espressi (poliuria prima e dopo un attacco, sudorazione, ecc.). La forma ventricolare di solito è priva di questi segni.

Il principale pericolo e complicazione della sindrome PT è l'insufficienza cardiaca, che aumenta con la durata della tachicardia. Si verifica a causa del fatto che il miocardio è sovraccarico di lavoro, le sue cavità non sono completamente svuotate, si verifica l'accumulo di prodotti metabolici e gonfiore nel muscolo cardiaco. Lo svuotamento atriale insufficiente porta al ristagno del sangue nel circolo polmonare, e un piccolo riempimento con sangue dei ventricoli, che si contraggono con grande frequenza, porta ad una diminuzione del rilascio nella circolazione sistemica.

Una complicazione del PT può essere il tromboembolismo. Eccedenza di sangue atriale, alterata dinamica emodinamica contribuiscono alla trombosi nelle orecchie atriali. Quando il ritmo viene ripristinato, queste convulsioni si staccano e cadono nelle arterie del grande cerchio, provocando attacchi di cuore in altri organi.

Diagnosi e trattamento della tachicardia parossistica

Si può sospettare tachicardia parossistica dalle caratteristiche dei sintomi - l'improvvisa comparsa di aritmia, una caratteristica scossa nel cuore e un polso rapido. Quando si ascolta il cuore, viene rilevata una grave tachicardia, i toni diventano più puliti, il primo si applaude e il secondo si indebolisce. La misurazione della pressione indica ipotensione o una diminuzione della pressione sistolica.

È possibile confermare la diagnosi mediante elettrocardiografia. Sull'ECG, ci sono alcune differenze nelle forme di patologia sopraventricolare e ventricolare.

  • Se gli impulsi patologici provengono da lesioni negli atri, allora un'onda P sarà registrata sull'ECG di fronte al complesso ventricolare.

tachicardia atriale su ECG

  • Nel caso in cui gli impulsi siano generati dalla connessione AV, l'onda P diventerà negativa e si troverà dopo il complesso QRS o si fonderà con essa.

Tachicardia nodale AV su ECG

  • Con il PT ventricolare tipico, il complesso QRS si espande e si deforma, assomigliando a quello di extrasistoli che emanano dal miocardio ventricolare.

Tachicardia ventricolare ECG

Se il PT si manifesta in brevi episodi (diversi complessi QRS), può essere difficile rilevarlo su un ECG normale, pertanto viene eseguito un monitoraggio giornaliero.

Per chiarire le cause della PT, in particolare nei pazienti anziani con probabile cardiopatia organica, sono mostrati ecografia, risonanza magnetica, MSCT.

La tattica del trattamento della tachicardia parossistica dipende dalle caratteristiche del corso, dal tipo, dalla durata della patologia, dalla natura delle complicanze.

In tachicardia parossistica atriale e nodulare, l'ospedalizzazione è indicata in caso di aumento dei segni di insufficienza cardiaca, mentre la varietà ventricolare richiede sempre cure di emergenza e il trasporto di emergenza in ospedale. I pazienti vengono abitualmente ricoverati durante il periodo interictale con frequenti parossismi più di due volte al mese.

Prima dell'arrivo della brigata di ambulanza, i parenti o coloro che sono nelle vicinanze possono alleviare la condizione. All'inizio di un attacco, il paziente deve essere seduto più comodamente, il collare deve essere allentato, deve essere fornita aria fresca e per il dolore al cuore, molti pazienti assumono la nitroglicerina.

Le cure d'emergenza per il parossismo includono:

  1. Test di Vagus;
  2. Cardioversione elettrica;
  3. Trattamento farmacologico

La cardioversione è indicata sia per il PT sopraventricolare che per quello ventricolare, accompagnata da collasso, edema polmonare e insufficienza coronarica acuta. Nel primo caso, è sufficiente scaricare fino a 50 J, nel secondo - 75 J. Ai fini dell'anestesia, viene iniettato seduce. Con il PT reciproco, il recupero del ritmo è possibile attraverso la stimolazione transesofagea.

I test di Vagal sono usati per alleviare gli attacchi di PT atriale, che sono associati con l'innervazione autonomica, con la tachicardia ventricolare, questi test non producono effetti. Questi includono:

  • sforzare;
  • La manovra di Valsalva è un'espirazione intensa in cui il naso e la bocca dovrebbero essere chiusi;
  • Il test di Ashner: pressione sugli occhi;
  • Campione Chermak-Gering: pressione sull'arteria carotide medialmente dal muscolo sternocleidomastoideo;
  • Irritazione della radice della lingua prima del riflesso del vomito;
  • Versare acqua fredda sul viso.

I test vagali hanno lo scopo di stimolare il nervo vago, contribuendo alla riduzione del ritmo cardiaco. Sono di natura ausiliaria, sono accessibili dai pazienti stessi e dai loro parenti in previsione dell'arrivo di un'ambulanza, ma non sempre eliminano l'aritmia, pertanto la somministrazione di farmaci è un prerequisito per il trattamento del parossistico PT.

I campioni vengono eseguiti solo fino al ripristino del ritmo, altrimenti vengono create condizioni per la bradicardia e l'arresto cardiaco. Il massaggio del seno carotideo è controindicato negli anziani con diagnosi di aterosclerosi delle arterie carotidi.

I farmaci antiaritmici più efficaci per la tachicardia parossistica sopraventricolare sono considerati (in ordine decrescente di efficacia):

L'ATP e il verapamil ripristinano il ritmo in quasi tutti i pazienti. Lo svantaggio di ATP è considerato spiacevoli sensazioni soggettive - arrossamento del viso, nausea, mal di testa, ma questi segni scompaiono letteralmente in mezzo minuto dopo l'iniezione. L'efficacia della cordarone raggiunge l'80% e la novokinamid ripristina il ritmo in circa la metà dei pazienti.

Quando il trattamento del PT ventricolare inizia con l'introduzione di lidocaina, quindi - Novocainamide e Cordarone. Tutti i farmaci sono usati solo per via endovenosa. Se durante un ECG, non è possibile localizzare accuratamente il fuoco ectopico, è raccomandata la seguente sequenza di farmaci antiaritmici: lidocaina, ATP, novocainamide, cordaron.

Dopo aver interrotto gli attacchi del paziente, il paziente viene posto sotto la supervisione di un cardiologo nel luogo di residenza, che, in base alla frequenza dei parossismi, alla loro durata e al grado di disturbi emodinamici, determina la necessità di un trattamento anti-recidivo.

Se un'aritmia si verifica due volte al mese o più spesso o gli attacchi sono rari, ma prolungati, con sintomi di insufficienza cardiaca, allora il trattamento nel periodo interictale è considerato una necessità. Per il trattamento anti-recidivo a lungo termine della tachicardia parossistica, usare:

Per la prevenzione della fibrillazione ventricolare, che può complicare l'attacco di PT, sono prescritti beta-bloccanti (metoprololo, anaprilina). Lo scopo addizionale dei beta-bloccanti può ridurre il dosaggio di altri farmaci antiaritmici.

Il trattamento chirurgico viene utilizzato per PT quando la terapia conservativa non porta al ripristino del ritmo corretto. Come operazione viene eseguita l'ablazione con radiofrequenza, finalizzata all'eliminazione di percorsi anormali e zone ectopiche di generazione di impulsi. Inoltre, i fuochi ectopici possono essere sottoposti a distruzione utilizzando l'energia fisica (laser, corrente elettrica, l'effetto della bassa temperatura). In alcuni casi, viene mostrato l'impianto di un pacemaker.

I pazienti con una diagnosi consolidata di PT devono prestare attenzione alla prevenzione delle aritmie parossistiche.

La prevenzione degli attacchi di PT consiste nell'assumere sedativi, evitando stress e ansia, escludendo il fumo di tabacco, l'abuso di alcool, l'uso regolare di farmaci antiaritmici, se prescritti.

La prognosi per il PT dipende dal suo tipo e dalla malattia causale.

La prognosi più favorevole è per le persone con tachicardia parossistica atriale idiopatica, che sono state in grado di lavorare per molti anni, e in rari casi è possibile anche la scomparsa spontanea dell'aritmia.

Se la tachicardia parossistica sopraventricolare è causata dalla malattia del miocardio, la prognosi dipenderà dalla velocità della sua progressione e dalla risposta al trattamento dato.

La prognosi più grave si osserva con tachicardie ventricolari che si verificano sullo sfondo di cambiamenti nel muscolo cardiaco - infarto, infiammazione, distrofia miocardica, malattie cardiache scompensate, ecc. I cambiamenti strutturali del miocardio in tali pazienti creano un aumentato rischio di transizione di PT in fibrillazione ventricolare.

In generale, se non ci sono complicazioni, i pazienti con PT ventricolare vivono per anni e decenni e l'aspettativa di vita consente di aumentare l'uso regolare di farmaci antiaritmici per la prevenzione delle ricadute. La morte di solito si verifica sullo sfondo della tachicardia parossistica in pazienti con difetti gravi, infarto acuto (la probabilità di fibrillazione ventricolare è molto alta), così come quelli che hanno già sperimentato la morte clinica e la relativa rianimazione cardiopolmonare.

Perché si verifica tachicardia parossistica, quali sintomi si manifesta e come viene trattato

La tachicardia parossistica è una malattia del muscolo cardiaco, che si manifesta sotto forma di attacchi improvvisi, sono chiamati parossismi. Durante gli attacchi, il cuore può battere con una frequenza fino a 220 battiti / min. In questo caso, il ritmo non è rotto. La frequenza del battito cardiaco nei bambini può raggiungere 300 battiti. I parossismi durano diversi secondi o addirittura ore e possono essere più lunghi. Questa malattia si verifica abbastanza spesso, può verificarsi in tutte le fasce d'età.

La tachicardia parossistica può essere complicata dallo shock cardiogeno.

specie

La tachicardia parossistica può essere di diversi tipi, dipende dall'area del sistema di conduzione in cui si verifica il problema. Si distinguono le seguenti varietà di questa malattia:

  1. Supraventricolare o sopraventricolare può essere atriale o atrioventricolare (il problema è localizzato nella giunzione atrioventricolare).
  2. La tachicardia ventricolare si verifica nei tessuti dei ventricoli, può essere instabile e persistente (dura più di 30 secondi).

C'è anche una classificazione della malattia in base alla natura del corso:

  • acute;
  • costantemente restituibile;
  • continuamente recidivante.

Gli ultimi due tipi causano l'usura del cuore, che a sua volta comporta lo sviluppo di insufficienza cardiaca. Il pericolo della forma ventricolare è al primo posto. Una tale malattia può causare l'arresto cardiaco.

Cause di tachicardia parossistica

Lasciare che la tachicardia parossistica non sia una conseguenza delle malattie organiche del muscolo cardiaco, ma la ricerca della causa che ha causato tali problemi dovrebbe essere affrontata. Le cause della tachicardia parossistica sopraventricolare possono essere diverse:

  1. Altri modi per condurre un impulso nervoso è un problema congenito che può farsi sentire in qualsiasi momento della vita. Ci sono diverse varietà di questa patologia, tra le quali il fascio di Kent e il fascio di James sono i più significativi. I pacchi aggiuntivi causano una scarica precoce dell'impulso, che porta ad un'eccitazione prematura dei ventricoli. Molto spesso, il segnale viene inviato nella direzione opposta, facendo circolare tra due fasci (principale e aggiuntivo). Questa condizione causa tachicardia parossistica sopraventricolare.
  2. I glicosidi cardiaci possono avere un effetto tossico sul corpo, in particolare sul cuore, se è stato permesso un sovradosaggio. I farmaci antiaritmici possono avere un effetto aritmogenico.
  3. Problemi di natura neurogenica, stress e shock nervosi.
  4. Alcool e droghe
  5. Quantità eccessive di ormoni cardiotropici.
  6. Problemi con lo stomaco, i reni, il fegato.

La tachicardia parossistica ventricolare è causata da problemi di diverso tipo, le lesioni organiche del cuore sono già in prima linea:

  1. Cardiopatia ischemica, infarto del miocardio, che è accompagnata dalla sostituzione della cicatrice del tessuto muscolare.
  2. Miocardite, cardiomiopatia, miocardiodistrofia e cardiopatie congenite.
  3. Sindrome di Brugada in cui le proteine ​​mutano a livello genetico. Ciò interrompe il processo di trasporto del sodio verso l'interno dalla cellula miocardica, diminuisce la contrattilità e diminuisce l'efficienza della conduzione dell'impulso.

Il parossismo può verificarsi a causa dei seguenti fattori:

  • stress, forte eccitazione emotiva, stress sul corpo di natura fisica;
  • prendere alcol, droghe o fumare;
  • crisi ipertensiva;
  • somministrazione regolare di glucosidi o antiaritmici.

Qual è la pericolosa tachicardia parossistica

Un attacco di tachicardia parossistica è pericoloso se prolungato. In tale situazione, lo shock cardiogeno può svilupparsi, porta a una compromissione della coscienza e rimuove la circolazione sanguigna nei tessuti del corpo dal suo stato normale. Possono verificarsi anche insufficienza cardiaca acuta ed edema polmonare. Quest'ultimo problema sorge a causa della congestione nei polmoni. La situazione è esacerbata da una ridotta quantità di gittata cardiaca. Questa situazione può portare ad una diminuzione del flusso sanguigno coronarico, che è responsabile per la fornitura di sangue al muscolo cardiaco. Di conseguenza, l'angina si sviluppa, si manifesta con acuti, ma brevi sensazioni dolorose nella regione del muscolo cardiaco.

Sintomi e diagnosi della malattia

La tachicardia parossistica ha ICD 10 - I47. Il sistema russo non lo contraddice. Circa la presenza di tachicardia parossistica dice sintomi gravi. In alcuni casi, anche senza una diagnostica speciale, tutto diventa chiaro. Da una conversazione con un paziente, un medico può identificare i seguenti sintomi caratteristici di questa patologia:

  • una spinta inaspettata nel cuore, seguita da un aumento della frequenza cardiaca;
  • edema polmonare quando una persona ha insufficienza cardiaca;
  • debolezza generale, malessere e brividi;
  • tremando nel corpo e mal di testa;
  • blocco alla gola e cambiamenti negli indici di pressione;
  • la sincope è rara;
  • il dolore toracico, come con l'angina, si verifica con lesioni del muscolo cardiaco di natura organica;
  • minzione eccessiva (scarica leggera, basso peso specifico) indica l'assenza di insufficienza cardiaca.

Intervistare e analizzare i sintomi da soli non è sufficiente per stabilire una diagnosi definitiva. È richiesto un elettrocardiogramma.

La tachicardia parossistica su un ECG potrebbe non essere sempre visualizzata. A riposo, il dispositivo potrebbe non registrare anomalie. In questo caso, uno studio sarà programmato con carichi che dovrebbero innescare un attacco.

Secondo i risultati dell'ECG può essere giudicato sulla forma della malattia. Le caratteristiche dell'onda P sono prese in considerazione:

  • se si trova di fronte al complesso QRS, allora il centro ha una posizione atriale;
  • con un valore negativo del polo, il composto è ventricolare atriale;
  • il QRS espanso della forma deformata e il dente non modificato è una forma ventricolare.

Se il problema non è stato risolto sull'ECG e anche lo sforzo fisico non ha aiutato nella diagnosi, il medico può prescrivere il monitoraggio giornaliero dell'ECG. In questo caso, il dispositivo registrerà brevi attacchi, che il paziente stesso potrebbe non prendere in considerazione. Meno comunemente, vengono registrati ECG endocardico, ultrasuoni, risonanza magnetica e MSCT.

Trattamento della malattia

Non esiste un approccio corretto al trattamento della tachicardia parossistica. Tutto dipende dal suo tipo e dalle attuali complicazioni. Esaminiamo tutti i casi:

  1. La forma ventricolare richiede il ricovero ospedaliero e il trattamento ospedaliero. Solo le idiopatie senza complicazioni non richiedono misure così drastiche. In ospedale, la somministrazione di un farmaco antiaritmico o di un trattamento con elettropulse viene prescritta se la prima opzione non ha avuto successo.
  2. La tachicardia parossistica richiede il monitoraggio ambulatoriale da parte di un cardiologo. La nomina di farmaci è effettuata sotto controllo ECG. Per prevenire lo sviluppo della fibrillazione ventricolare, vengono prescritti β-bloccanti.
  3. L'operazione per la tachicardia parossistica viene eseguita solo in casi gravi che non possono essere eliminati con i farmaci. L'essenza del trattamento chirurgico è la distruzione di percorsi aggiuntivi che vengono utilizzati per condurre l'impulso. Può anche essere eseguita l'ablazione con radiofrequenza e l'installazione di stimolanti / defibrillatori.

Assistenza di emergenza per la tachicardia parossistica

Se i tuoi cari hanno un problema simile, allora devi sapere come fermare l'attacco di tachicardia parossistica. Le azioni competenti aiuteranno ad evitare le tristi conseguenze e prevenire lo sviluppo di complicanze.

  1. Il paziente deve essere calmato e lasciato prendere una posizione orizzontale in presenza di debolezza nel corpo e vertigini.
  2. Ci deve essere accesso all'aria fresca, per questo, sbottonare il colletto e togliersi gli abiti stretti.
  3. Sono raccolti campioni vagali.
  4. In assenza di miglioramento o deterioramento, chiamano immediatamente un'ambulanza.

Complicazioni di tachicardia parossistica

La malattia pericolosa è la presenza di complicanze. La loro lista è mostrata qui sotto:

  • la fibrillazione ventricolare è un problema pericoloso che può causare la morte cardiaca;
  • insufficienza cardiaca acuta può essere accompagnata dal verificarsi di shock cardiogeno ed edema polmonare;
  • infarto del miocardio e angina possono anche essere innescati da tachicardia parossistica;
  • insufficienza cardiaca cronica può progredire e svilupparsi.

La condizione del cuore e la presenza di cambiamenti negativi nel sistema circolatorio sono fattori che determinano la probabilità di sviluppare insufficienza cardiaca. Particolarmente pericolosi sono i lunghi attacchi, che durano circa una settimana.

Prevenzione della tachicardia parossistica

È possibile proteggersi da tale diagnosi e deviare la probabilità di complicazioni? Certo, sì. Ciò richiede che tu segua semplici regole che determineranno lo stile di vita:

  1. L'eccitabilità emotiva deve essere ridotta con i sedativi.
  2. Gli attacchi sono esclusi a causa della terapia farmacologica, che varia a seconda del tipo di tachicardia.
  3. Uno stile di vita sano è la regola principale alla base della prevenzione delle malattie cardiache. Questo si riferisce a una dieta completa, sana e completa, senza cibo dannoso, bevande alcoliche, caffè e tabacco.
  4. L'eccesso di peso è un problema che deve essere combattuto con. Altrimenti, i problemi cardiaci non possono essere evitati.
  5. Il colesterolo e la pressione sanguigna sono indicatori che dovrebbero essere normali. Devono essere tenuti sotto controllo.
  6. Se si hanno convulsioni e vi è un'alta probabilità di mortalità cardiaca, è necessario assumere un certo numero di farmaci. Questi includono β-bloccanti, antiaritmici, agenti antipiastrinici. Sarà una cura a vita o a breve termine - il medico deciderà.

Quando viene stabilita una tale diagnosi, molti iniziano a preoccuparsi di come vivono con la tachicardia parossistica. Se segui i consigli sopra descritti, la vita non sarà oscurata da nulla. Di nuovo, tutto dipende dalla forma e dal grado di abbandono della malattia.

Come è la questione della disabilità?

In questa sezione abbiamo deciso di considerare il problema della disabilità. I criteri per la disabilità sono i seguenti punti:

  • CHF 1-2Ast. e sopra;
  • attacchi di tachicardia parossistica ventricolare, che sono accompagnati da danni organici al muscolo cardiaco
  • tachicardie parossistiche tipo sopraventricolare e ventricolare.

In presenza dei suddetti fattori, le persone con tachicardia parossistica sono considerate disabili.

Come essere un draftee?

Questo è un altro problema urgente che riguarda i giovani e i loro genitori. Esiste l'esercito in presenza di tachicardia parossistica parossistica? Tale diagnosi consente di riconoscere un giovane inadatto al servizio militare, ma con alcuni emendamenti:

  • la cattiva salute è una ragione del ritardo, che viene dato per il passaggio della diagnosi e del trattamento;
  • la rapida scomparsa dei sintomi della tachicardia dopo l'assunzione di sedativi non conferisce il diritto di classificare il giovane tra coloro che sono inadatti al servizio militare;
  • il mantenimento della tachicardia con gravi malattie cardiovascolari consente il rilascio;
  • la presenza di gravi disturbi nel funzionamento del sistema cardiovascolare, nervoso o endocrino, uno dei sintomi della tachicardia parossistica, è anche un motivo di licenziamento dal servizio.

Riassumendo, possiamo dire che la tachicardia parossistica, non gravata da altre malattie e complicazioni, non è un motivo di deviazione dal servizio nell'esercito.

prospettiva

Se parliamo di tachicardia parossistica sopraventricolare, allora nell'85% dei casi il decorso della malattia è favorevole. Questo risultato è possibile grazie alla correzione dello stile di vita, all'assunzione di farmaci prescritti da un medico, un monitoraggio regolare da parte di un cardiologo. Se non prendi tali azioni, la malattia peggiorerà e provocherà lo sviluppo di complicanze. Non così rosea con la forma ventricolare della malattia. Il livello di pericolo aumenta in presenza di infarto miocardico. In questo caso, il 40-50% dei pazienti muore entro un anno. Per aumentare la probabilità di un decorso favorevole della malattia, è necessario utilizzare un metodo chirurgico di trattamento.

Una visita tempestiva a un medico, il passaggio di una diagnosi completa, la stretta aderenza alle raccomandazioni di un cardiologo e uno stile di vita sano - tutto ciò contribuirà ad affrontare il problema e vivere una lunga vita piena di vita.

Per Saperne Di Più I Vasi