Ictus - Trattamento e recupero dopo un ictus a casa

In caso di ictus (accidente cerebrovascolare acuto) una persona può avere un ictus. Secondo le statistiche mondiali, è al secondo posto nella mortalità e la maggior parte delle persone che lo hanno trasferito rimangono disabili per il resto della loro vita. Evitare questo aiuterà tempestive cure mediche, cure mediche adeguate.

Assistenza medica per l'ictus

Il successo della riabilitazione di una persona dopo un ictus dipende non tanto dal farmaco quanto dalla fornitura di assistenza tempestiva. Se una persona è stata colpita vicino a te, allora devono essere prese semplici misure che aumentano notevolmente il successo di ulteriori trattamenti:

  1. Per facilitare la respirazione, liberare il collo: togli la sciarpa, la cravatta, il maglione, sbottona la camicia, ecc.
  2. Metti il ​​paziente a suo agio.
  3. Per assicurare il deflusso di sangue dal cervello, posizionare un cuscino sotto la testa, un rullo.
  4. Se hai abilità, devi misurare la pressione. Se è alto, somministrare una compressa di captopril o effettuare un'iniezione. È possibile ridurre un massimo di 20 unità. Senza queste abilità, sono proibite ulteriori manipolazioni.

Prima di tutti i punti di cui sopra, è necessario chiamare l'assistenza medica di emergenza. Al suo arrivo, il paziente deve ricevere un trattamento medico appropriato, che, di norma, include farmaci che alleviano il gonfiore, distruggono i coaguli di sangue (coaguli), che interferiscono con la circolazione sanguigna e la funzione cerebrale. Durante un attacco, le cellule sono private dell'ossigeno, il paziente ha una paralisi parziale, una compromissione della coesione del linguaggio e una disfunzione degli organi interni.

Agenti antipiastrinici per ictus

Uno dei gruppi di farmaci che prevengono l'adesione delle piastrine che formano un'ostruzione sono gli agenti antipiastrinici. Accetta fondi indipendentemente dal tipo di ictus (emorragico o ischemico). I farmaci efficaci includono:

  1. L'aspirina è una medicina che assottiglia il sangue. Può agire come agente profilattico. Il vantaggio di questo farmaco è la minima possibilità di effetti collaterali.
  2. Tiklid: riduce la probabilità di incollare piastrine, rallenta il flusso sanguigno.
  3. Clopidogrel è un farmaco efficace ma costoso. Non raccomandato per l'uso da parte di persone affette da tubercolosi, colite ulcerosa, malattia allo stomaco o 12 ulcera duodenale.
  4. Pentossifillina: migliora la circolazione sanguigna in aree con insufficiente apporto di sangue, ha un effetto antitrombotico.

Farmaci da coagulazione del sangue

Anticoagulanti - i farmaci dopo un ictus che riducono la probabilità di un trombo già formato aumentano, la comparsa di nuovi. Questa terapia consente di evitare un ulteriore sviluppo del tromboembolismo e dei sintomi neurologici. E 'vietato usarli nel trattamento medico dell'ictus, se una persona è soggetta a sanguinamento o sindrome emorragica, che è causata dall'uso di sostituti del sangue nel complesso, reopolyglukine, farmaci anti-infiammatori non steroidei. La coagulazione del sangue è impedita da:

  1. Nadroparina calcio, iniettato per via sottocutanea.
  2. Eparina in ampolle.
  3. Enoxaparina sodica.
  4. Warfarin - un mezzo di azione indiretta. È usato sotto osservazione perché può causare sanguinamento.
  5. Fenilina - compresse all'interno.

Farmaci vasoattivi

Il trattamento farmacologico con farmaci vasoattivi è volto a migliorare la circolazione cerebrale, la dilatazione dei vasi sanguigni, rendendo l'azione anti-ipossica. I medici usano spesso:

Recupero dopo un ictus a casa

Le cure di emergenza durante un attacco vengono fornite in ospedale, ma in seguito vengono sottoposte a trattamento dopo un ictus a casa. La parte importante è il ripristino delle funzioni motorie, che si svolge sotto forma di esercizi speciali. Di seguito verrà descritto come trattare un ictus con un metodo medico. Il medico firmerà il corso, che includerà i farmaci dalla lista qui sotto:

gruppo

nomi

Processi metabolici che si normalizzano nelle cellule cerebrali.

  • Forte Ginkgo;
  • solkoseril;
  • Cortexin;
  • Tserakson.
  • Noofen;
  • Lutset;
  • Piracetam.

Migliorare il rifornimento di sangue cerebrale.

  • Cere;
  • pentoxifylline;
  • a base di aspirina;
  • Pentoxifylline.
  • Sirdalud - allevia ipertonia, spasmi muscolari;
  • Glicina - riduce l'eccitabilità del sistema nervoso;
  • Adaptol, Gidazepam - antidepressivi che aumentano la resistenza allo stress.

Come strumento aggiuntivo in combinazione con il trattamento medico di ictus, ginnastica medica, è possibile utilizzare le ricette della medicina tradizionale. Non possono essere un metodo di monoterapia, ma contribuire a una pronta guarigione. Usa i rimedi popolari nella forma:

  • decotti per bagni di aghi di pino, corteccia di rosa canina, salvia;
  • bevande: succo di assenzio, decotto di celidonia, aghi di pino con limone, peonia;
  • unguenti per arti paralizzati in caso di ictus ischemico.

Farmaci che migliorano la memoria e la circolazione cerebrale

Qualsiasi tipo di ictus influisce e compromette il funzionamento del cervello, che porta alla necessità di assumere farmaci per migliorare la circolazione cerebrale. Questo gruppo è rappresentato da farmaci nootropi - neuroprotectors. Tale trattamento farmacologico di ictus ha lo scopo di ripristinare le funzioni superiori, i processi nel cervello, previene i danni al sistema nervoso, ha un effetto antiossidante. Le opzioni di trattamento comunemente usate includono:

  1. Thiocetam: allevia il mal di testa, riduce vertigini, soglia di affaticamento.
  2. Encephabol - ha un chiaro effetto anti-ischemico. Ha un effetto positivo sulla produzione di acido gamma-aminobutirrico (GABA), che accelera il metabolismo energetico nel cervello, attiva le funzioni plastiche.
  3. Piracetam: la scienza più studiata e la medicina provata. Ha un effetto multifattoriale.
  4. Picamilon è un analogo di GABA.
  5. Thiotriazolin - ha un ampio spettro d'azione, ha un effetto antiossidante, anti-ischemico, stabilizzante della membrana.

I neuroprotettori del nuovo periodo hanno iniziato a essere utilizzati per il trattamento con il metodo di iniezione della droga. Di seguito è riportato un elenco di farmaci che hanno superato con successo i test e mostrano buoni risultati nel recupero e nel trattamento della malattia:

Farmaci per la prevenzione dell'ictus

In caso di sospetto ictus, deve essere iniziato il trattamento farmacologico profilattico. Un ictus può essere emorragico e ischemico, l'elenco dei farmaci per prevenirli è diverso:

  1. Lenitivo, sedativo per ridurre l'eccitabilità nervosa: Fitoed, Persen, Valerian, Gidazepam.
  2. Farmaci per ridurre l'ipertensione: Liprazide, Metoprololo, Enalapril, Furosemide.
  3. Preparati per la prevenzione dell'aterosclerosi, rinforzo vascolare: Ginkgo forte, Ascorutina, Atorvastatina.
  4. Cerebroprotectors.
  1. Persone nel campo 45 anni di assunzione giornaliera di agenti antipiastrinici: Klopidogrel, Cerebrolysin.
  2. Ricezione di cerebroprotectors: Fezam, Cerebrolysin, Piracetam, Ceraxon, Lutsetam.
  3. Fermare lo sviluppo di aterosclerosi: Atoris, Cerebrolysin, Lovastatin, Atorvastatin.
  4. Normalizzazione dei processi microcircolatori: Vinpocetina, Trental, Actovegin.

Ictus - quello che è, i primi segni, i sintomi negli adulti, le cause, le conseguenze, il trattamento e la prevenzione dell'ictus

Cos'è? Un ictus è una violazione acuta della circolazione cerebrale, che porta a danni cerebrali focali persistenti. Può essere ischemico o emorragico. La patologia è accompagnata dalla violazione acuta della circolazione cerebrale, della lesione vascolare e del sistema nervoso centrale. Quando il normale flusso sanguigno viene interrotto, la nutrizione delle cellule nervose del cervello peggiora, e questo è molto pericoloso, poiché l'organo funziona grazie alla costante fornitura di ossigeno e glucosio ad esso.

Diamo un'occhiata a quali segni sono caratteristici di un ictus, perché è importante aiutare una persona nei primi minuti dell'inizio dei sintomi, così come le possibili conseguenze di questa condizione.

Cos'è un ictus?

Quadro clinico

Cosa dicono i medici sull'ipertensione

Ho trattato l'ipertensione per molti anni. Secondo le statistiche, nell'89% dei casi l'ipertensione termina con un infarto o ictus e morte di una persona. Circa due terzi dei pazienti muoiono entro i primi 5 anni di malattia.

Il fatto successivo è che la pressione può essere abbattuta e necessaria, ma questo non cura la malattia stessa. L'unica medicina ufficialmente raccomandata dal Ministero della Salute per il trattamento dell'ipertensione e utilizzata dai cardiologi nel loro lavoro è il Giperium. Il farmaco influenza la causa della malattia, rendendo possibile eliminare completamente l'ipertensione. Inoltre, come parte del programma federale, ogni residente della Federazione Russa può ottenerlo gratuitamente.

Un ictus è una compromissione acuta della circolazione del sangue nel cervello che provoca danni e morte delle cellule nervose.

Durante la "finestra terapeutica" (condizionatamente chiamata le prime 3-6 ore dopo un ictus), gli effetti irreversibili dell'ischemia e della morte cellulare possono essere prevenuti con manipolazioni terapeutiche.

Gli ictus si riscontrano in individui in un'ampia fascia di età: da 20-25 anni a una grande età avanzata.

  • Costrizione o blocco dei vasi sanguigni nel cervello - ictus ischemico;
  • Emorragia nel cervello o nel suo guscio - ictus emorragico.

La frequenza è piuttosto alta, con l'età in modo significativo. La mortalità (mortalità) da ictus rimane molto alta. Il trattamento mira a ripristinare l'attività funzionale dei neuroni, riducendo l'influenza dei fattori causali e prevenendo il ripetersi di una catastrofe vascolare nel corpo. Dopo un ictus, è molto importante riabilitare una persona.

I segni della malattia devono essere conosciuti da ogni persona al fine di rispondere in tempo a una catastrofe cerebrale e chiamare un'equipaggio dell'ambulanza per se stessi o per i propri cari. Conoscere i sintomi sottostanti può salvare la vita di qualcuno.

Ci sono 2 tipi principali di ictus: ischemico ed emorragico. Hanno un meccanismo di sviluppo fondamentalmente diverso e hanno bisogno di approcci radicalmente diversi al trattamento. Ictus ischemico ed emorragico, rispettivamente, rappresentano l'80% e il 20% della popolazione totale.

Stai attento

Ipertensione (picchi di pressione): uccide un paziente in un sogno nell'89% dei casi!

Ci affrettiamo ad avvertirvi, la maggior parte dei farmaci per l'ipertensione e la normalizzazione della pressione: questo è un inganno completo dei professionisti del marketing che truffano il centinaia di percento di farmaci la cui efficacia è pari a zero.

La mafia della farmacia fa enormi soldi per ingannare i malati.

Ma cosa fare? Come essere trattati se c'è inganno ovunque? MD Belyaev Andrei Sergeevich ha condotto la sua indagine e ha trovato una via d'uscita da questa situazione. In questo articolo sull'influenza della farmacia, Andrei Sergeevich ha anche spiegato come evitare la morte a causa di un cuore malato e salti di pressione gratis! Leggi l'articolo sul sito ufficiale del Centro di salute e cardiologia della Federazione russa sul link.

Ictus ischemico

Il danno cerebrale ischemico si verifica in 8 casi su 10. La maggior parte delle persone anziane ne soffre, dopo 60 anni, più spesso - uomini. Il motivo principale è il blocco delle navi o il loro spasmo di lunga durata, che porta alla cessazione dell'afflusso di sangue e alla carenza di ossigeno. Questo porta alla morte delle cellule cerebrali.

Questo tipo di malattia può svilupparsi più spesso di notte o al mattino. Esiste anche una connessione con il precedente aumento emotivo (fattore di stress) o sforzo fisico, uso di alcol, perdita di sangue o la progressione di un processo infettivo o di una malattia somatica.

Ictus emorragico

Cos'è questo? Un ictus emorragico è il risultato di emorragia nella sostanza cerebrale dopo il danneggiamento delle pareti del vaso. La compromissione dell'attività funzionale e la morte dei neurociti in questo caso si verifica principalmente a causa della loro compressione da ematoma.

L'insorgenza di ictus emorragico è principalmente associata a malattia vascolare cerebrale diffusa o isolata, a causa della quale la parete vascolare perde la sua elasticità e diventa più sottile.

Spesso accompagnato da perdita di coscienza, più rapido sviluppo dei sintomi di ictus, disturbi neurologici sempre significativi. Ciò è dovuto al fatto che in questo caso la circolazione del sangue cerebrale è disturbata a causa della rottura della parete vascolare con l'effusione di sangue e la formazione di un ematoma o come conseguenza di immergere il sangue nel tessuto nervoso.

Storie dei nostri lettori

Ipertensione sconfitta a casa. È passato un mese da quando ho dimenticato i salti di pressione. Oh, quanto ho provato di tutto, niente ha aiutato. Quante volte sono andato in clinica, ma mi sono stati prescritti ripetuti farmaci inutili, e quando sono tornato i dottori hanno semplicemente fatto spallucce. Alla fine, ho affrontato la pressione, e tutto grazie a questo articolo. Chiunque abbia problemi di pressione - assicurati di leggere!

Leggi l'articolo completo >>>

Nel 5% dei casi di ictus, non è possibile capire il tipo e il meccanismo di sviluppo. Indipendentemente dal tipo di ictus, le sue conseguenze sono sempre le stesse: una disfunzione acuta e in rapido sviluppo dell'area del cervello dovuta alla morte di una parte delle sue cellule neurocitarie.

I primi segni di un ictus in un adulto

I segni di un ictus dovrebbero essere noti a tutte le persone, indipendentemente dalla disponibilità di educazione medica. Questi sintomi sono principalmente legati alla violazione dell'innervazione dei muscoli della testa e del corpo, quindi se sospetti un ictus, chiedi alla persona di compiere tre semplici azioni: sorridere, alzare le mani, dire una parola o una frase.

In una persona che ha improvvisamente sentito "nausea", i problemi vascolari possono essere suggeriti dai seguenti segni, che possono essere presi come i primi segni di un ictus:

  • Intorpidimento delle aree del corpo (viso, arti);
  • Mal di testa;
  • Perdita di controllo sull'ambiente;
  • Doppia visione e altri disturbi visivi;
  • Nausea, vomito, vertigini;
  • Disturbi motori e sensibili.

Succede che un ictus si verifica all'improvviso, ma più spesso si verifica sullo sfondo dei precursori. Ad esempio, nella metà dei casi, l'ictus ischemico è preceduto da attacchi ischemici transitori (TIA).

Se negli ultimi tre mesi una volta alla settimana o più spesso, si ripresentano almeno due dei seguenti sintomi, è necessario un immediato intervento medico:

  • Mal di testa che non ha una posizione specifica e deriva da stanchezza o disastri meteorologici.
  • Vertigine che appare a riposo e aggravata dal movimento.
  • La presenza di tinnito, sia permanente che transitoria.
  • "Dips" di memoria sugli eventi del periodo di tempo corrente.
  • Cambiamenti nell'intensità delle prestazioni e disturbi del sonno.

Questi sintomi dovrebbero essere considerati come precursori dello sviluppo di un ictus.

Come riconoscere un ictus?

Per riconoscere questa malattia, prestare attenzione ai seguenti punti:

  1. Dai uno sguardo più da vicino, chiedi se una persona ha bisogno di aiuto. Una persona può rifiutare perché lui stesso non capiva cosa gli stava succedendo. Il discorso di una persona con un colpo sarà difficile.
  2. Chiedi di sorridere, se gli angoli delle labbra si trovano su una linea diversa e il sorriso vede stranamente - questo è un sintomo di un ictus.
  3. Agita le mani con una persona, se si è verificato un ictus, allora la stretta di mano sarà debole. Puoi anche chiedere di alzare le mani. Una mano cadrà spontaneamente.

Nell'identificare i segni di un ictus in una persona, chiamare immediatamente un'ambulanza. Prima viene fornita l'assistenza qualificata, maggiore è la possibilità di eliminare le conseguenze di questa malattia.

cause di

I medici identificano due cause principali di ictus. Questo è il verificarsi di coaguli di sangue nel sistema circolatorio e la presenza di placche di colesterolo che possono bloccare le navi. Un attacco può accadere in una persona sana, ma questa probabilità è estremamente piccola.

La patologia si sviluppa come una complicazione della malattia cardiovascolare di base, così come sotto l'influenza di fattori avversi:

  • aterosclerosi dei vasi cerebrali;
  • tromboembolismo;
  • ipertensione (ipertensione arteriosa);
  • cardiopatia reumatica;
  • infarto miocardico;
  • chirurgia cardiaca;
  • stress costante;
  • tumori vascolari;
  • prendendo alcuni tipi di droghe;
  • l'alcolismo;
  • il fumo;
  • aneurisma dell'arteria cerebrale.

Lo sviluppo di una complicazione è possibile sullo sfondo del benessere generale, tuttavia, spesso la rottura dei meccanismi di compensazione si verifica nei casi in cui il carico sulle navi supera un certo livello critico. Tali situazioni possono essere associate alla vita di tutti i giorni, con la presenza di varie malattie, con circostanze esterne:

  • un brusco passaggio da una posizione prona a una posizione eretta (a volte è sufficiente spostarsi in una postura seduta);
  • cibo denso;
  • bagno caldo;
  • stagione calda;
  • aumento dello stress fisico e mentale;
  • aritmie cardiache;
  • una forte diminuzione della pressione del sangue (il più delle volte sotto l'azione di droghe).

Ma la causa più comune di ictus è considerata la pressione alta, 7 persone su 10 che hanno sofferto di emorragia sono persone con ipertensione (pressione superiore a 140 per 90), una violazione del cuore. Perfino l'innocua fibrillazione atriale causa coaguli di sangue, che portano a un alterato flusso sanguigno.

Sintomi di ictus

Le manifestazioni cliniche dell'ictus dipendono dal tipo, dalla posizione e dalla dimensione della lesione.

Sintomi di ictus negli adulti:

  • I segni di un ictus in arrivo iniziano con mal di testa e vertigini, che non sono spiegati da altre cause. Possibile perdita di conoscenza.
  • La perdita della capacità di esprimere chiaramente i propri pensieri in parole è uno dei sintomi caratteristici. Una persona non può dire nulla di preciso o addirittura ripetere una frase semplice.
  • Il paziente può iniziare a vomitare, oltre che a una commozione cerebrale.
  • Rumore in testa.
  • Appare l'oblio, la persona non sa o non ricorda dove stava andando, perché ha bisogno degli oggetti che tiene nelle sue mani. Esternamente, questo si manifesta per distrazione e confusione.
  • Visivamente, i sintomi dei disturbi circolatori nel cervello sono visibili sul viso di una persona. Il paziente non può sorridere, la faccia distorta, forse non può chiudere la palpebra.

Ci sono sette sintomi principali prima di un ictus, che indicano accuratamente la malattia:

  • Viso ironico (sorriso asimmetrico, occhio smussato).
  • Discorso incoerente
  • Sonnolenza (apatia).
  • Dolori acuti focali nella testa e nel viso.
  • Visione offuscata
  • Paralisi degli arti.
  • Disturbo di coordinazione

I segni di un ictus imminente possono essere molto diversi, quindi dovresti essere estremamente attento a quali sintomi si presentano prima di un ictus nell'uomo.

  • perdita improvvisa di coscienza
  • convulsioni generalizzate
  • insufficienza respiratoria con sintomi focali e disturbi neurologici in futuro (compromissione della parola, sensibilità, coordinazione del movimento, crisi epilettiche).

Inoltre, durante un attacco ischemico nell'uomo, il riflesso della deglutizione e della parola può deteriorarsi. Pertanto, il paziente può iniziare a balbettare, non chiaramente parlando.

A causa della sconfitta della colonna spinale (vertebrale), il paziente può sviluppare una mancanza di coordinazione, quindi non sarà in grado di muoversi indipendentemente o addirittura sedersi.

  • Perdita di coscienza al momento del salto della pressione sanguigna (sullo sfondo di una crisi, carico - emotivo o fisico)
  • Sintomi vegetativi (sudorazione, febbre, rossore al viso, meno spesso - pelle pallida);
  • Respiro affannoso e battito cardiaco;
  • Forse lo sviluppo di un coma.

Vale la pena considerare che se ci sono segni di un ictus, allora il tempo dei cambiamenti irreversibili nel cervello ha già iniziato il suo conto alla rovescia. Quelle 3-6 ore, che sono per effettuare il ripristino della circolazione sanguigna alterata e la lotta per ridurre l'area interessata, stanno diminuendo di minuto in minuto.

Se i sintomi di un ictus scompaiono completamente nel periodo fino a 24 ore dopo l'insorgenza delle sue manifestazioni cliniche, allora non si tratta di un ictus, ma di una violazione transitoria della circolazione cerebrale (attacco ischemico transitorio o crisi cerebrale ipertensiva).

Pronto soccorso

In un ictus, l'emorragia cerebrale richiede una risposta immediata al suo verificarsi, quindi, dopo l'insorgenza dei primi sintomi, devono essere prese le seguenti misure:

  1. Posare il paziente in modo che la sua testa sia sollevata di circa 30 °.
  2. Se il paziente è incosciente e si trova sul pavimento, spostarlo in una posizione più comoda.
  3. Se il paziente ha i prerequisiti per il vomito, girare la testa su un fianco in modo che il vomito non penetri nel sistema respiratorio.
  4. È necessario capire come il polso e la pressione sanguigna cambiano in una persona malata. Se possibile, è necessario controllare questi indicatori e ricordarli.
  5. Quando arriva il team dell'ambulanza, i medici devono indicare come sono iniziati i problemi, come ha cominciato a sentirsi male e sembra malato e che tipo di pillole ha assunto.

Insieme alle raccomandazioni per il primo soccorso nell'ictus, dovresti ricordare ciò che non puoi assolutamente fare:

  • spostare la persona o spostarlo a letto (è meglio lasciarlo dove si è verificato l'attacco);
  • usare l'ammoniaca per portare il paziente alla coscienza;
  • forza per tenere le membra in caso di convulsioni;
  • somministrare al paziente farmaci in pillole o capsule che possono rimanere bloccati nelle vie aeree (specialmente se ha una disregolazione della deglutizione).

effetti

I problemi più caratteristici che si presentano dopo un ictus includono i seguenti:

  • Indebolimento o paralisi degli arti. La paralisi più spesso manifestata di una metà del corpo. L'immobilizzazione può essere completa o parziale.
  • Muscoli della spasticità L'arto viene tenuto in una posizione, le articolazioni possono gradualmente atrofizzarsi.
  • Problemi dell'apparato della parola: incoerenza e incoerenza della parola.
  • Disfagia - una violazione delle funzioni di deglutizione.
  • Danno visivo: perdita parziale della vista, biforcazione, riduzione del campo di copertura.
  • Disfunzione dell'intestino e della vescica: incontinenza urinaria o, al contrario, incapacità di espellerla.
  • Patologie mentali: depressione, paura, eccessiva emotività.
  • Epilessia.
  • disturbi del linguaggio;
  • l'impossibilità di una soluzione logica del compito;
  • incapacità di analizzare la situazione;
  • incapacità di muovere il braccio e / o la gamba destra;
  • cambiamento di sensibilità dallo stesso lato (a destra) - intorpidimento, parestesie;
  • umore depresso e altri cambiamenti mentali.
  • scarsa memoria, mentre la parola, di regola, rimane normale;
  • paresi e paralisi sul lato sinistro del corpo;
  • povertà emotiva;
  • comparsa di fantasie patologiche, ecc.

Segni di coma

Coma dopo un attacco di ictus si sviluppa abbastanza rapidamente, acutamente e ha i seguenti sintomi:

  • L'uomo improvvisamente svenne
  • La sua faccia diventò rosso porpora.
  • Respirazione divenne forte sibilo
  • L'impulso divenne teso, la pressione sanguigna aumentò
  • I bulbi oculari si sono allontanati
  • Gli alunni si restringono o diventano irregolari
  • La reazione delle pupille alla luce divenne letargica
  • Diminuzione del tono muscolare
  • Si verificano disturbi degli organi pelvici (incontinenza urinaria)

Quanti anni vivono dopo un ictus?

Questa domanda non ha una risposta definita. La morte può verificarsi immediatamente dopo un ictus. Tuttavia, è possibile e lunga, relativamente piena vita per decenni.

Nel frattempo, è stato stabilito che la mortalità dopo gli ictus è:

  • Durante il primo mese - 35%;
  • Durante il primo anno - circa il 50%.

La prognosi dell'ictus dipende da molti fattori, tra cui:

  • Età del paziente;
  • Stato di salute prima dell'ictus;
  • La qualità della vita prima e dopo un ictus;
  • Rispetto del periodo di riabilitazione;
  • Completezza delle cause dell'ictus;
  • La presenza di malattie croniche concomitanti;
  • La presenza di fattori di stress.

diagnostica

Le misure diagnostiche includono:

  • Ispezione. Test SPD. Spiega le prime tre azioni che il paziente deve eseguire: sorridi, parla e cerca di alzare la mano.
  • Valutazione delle condizioni generali del paziente da parte del medico.
  • Viene prescritto un esame accurato e operativo del paziente, una terapia di risonanza magnetica o tomografia computerizzata.
  • La puntura lombare distinguerà l'emorragia cerebrale da altre patologie del cervello.
  • L'imaging a risonanza magnetica e computazionale viene utilizzato per rilevare il fatto di un ictus, per chiarirne la natura (ischemica o emorragica), l'area interessata, nonché per escludere altre malattie con sintomi simili.

Trattamento e riabilitazione dopo un ictus

I termini ottimali di ospedalizzazione e inizio della terapia sono le prime 3 ore dal debutto delle manifestazioni cliniche. Il trattamento nel periodo acuto viene effettuato nei reparti di terapia intensiva di reparti neurologici specializzati, quindi il paziente viene trasferito all'unità di riabilitazione precoce. Prima di stabilire il tipo di ictus, la terapia di base indifferenziata viene eseguita, dopo aver effettuato una diagnosi accurata - un trattamento specialistico, e quindi una riabilitazione a lungo termine.

Il trattamento dopo un ictus include:

  • condurre un corso di terapia vascolare,
  • uso di farmaci che migliorano il metabolismo cerebrale,
  • ossigenoterapia
  • trattamento riabilitativo o riabilitativo (fisioterapia, fisioterapia, massaggio).

In caso di ictus, chiamare immediatamente un'ambulanza! Se non fornisci assistenza immediata, questo porterà alla morte del paziente!

Per prevenire complicazioni, la terapia viene effettuata utilizzando i seguenti farmaci:

  • i cerebroprotettori ripristinano la struttura delle cellule cerebrali danneggiate;
  • farmaci per il diradamento del sangue (indicato solo per l'ictus ischemico);
  • emostatici o agenti emostatici (usati con un tratto chiaramente definito di origine emorragica);
  • antiossidanti, preparati vitaminici e farmaci che migliorano il metabolismo e la circolazione sanguigna nei tessuti.

Attività di riabilitazione

  • sono effettuati fin dall'inizio dell'ictus e continuano con la conservazione di un deficit neurologico per tutta la vita con la partecipazione del paziente, del team di operatori sanitari e dei parenti;
  • corretta cura del corpo del paziente, uso di dispositivi speciali;
  • esercizi di respirazione (per la prevenzione della polmonite);
  • la prima attivazione possibile del regime motorio del paziente, che va da una seduta breve in un letto a una vera e propria terapia fisica;
  • l'uso di vari metodi fisioterapici e di altro tipo: procedure elettriche, massaggi, agopuntura, esercizi con un logopedista.

Rimedi popolari per ripristinare il corpo dopo un ictus

Prima di usare rimedi popolari, assicurati di consultare il tuo medico, perché possibili controindicazioni

  1. Cinorrodo alla cannella I frutti e le radici della pianta sono utilizzati per preparare il decotto, che viene introdotto nel bagno generale nel trattamento della paralisi e paresi. Il corso fa 25 procedure, il brodo viene versato in acqua con una temperatura di 37-38 ° C.
  2. Bagno con la salvia dopo aver subito un ictus. 3 tazze di erba salvia versare 2 litri di acqua bollente. Lasciare riposare per 1 ora, filtrare e versare in bagno con acqua tiepida. Fai questi bagni ogni altro giorno.
  3. Un tale decotto è molto utile: un cucchiaino di radici di peonia secche tritate deve essere riempito con un bicchiere di acqua bollente. Dopo di ciò, insistere per un'ora e sforzo. Usa un cucchiaio di brodo 5 volte al giorno.
  4. Olio di alloro Preparare questo strumento come segue: 30 g di alloro devono essere versati con un bicchiere di olio vegetale. Insistere 2 mesi, con il barattolo ogni giorno è necessario agitare. L'olio deve essere scaricato e poi bollito. Si consiglia di mescolare la miscela in punti paralizzati.

prevenzione

L'ictus è una di quelle malattie che sono più facili da prevenire che curare. La prevenzione dell'ictus consiste in:

  1. Può essere prevenuto con l'aiuto di un'organizzazione razionale del lavoro e dei regimi di riposo, una corretta alimentazione, regolazione del sonno, un normale clima psicologico, restrizione del sale di sodio nella dieta, trattamento tempestivo delle malattie cardiovascolari: cardiopatia ischemica, ipertensione.
  2. Il modo migliore per evitare un ictus è prevenire l'aterosclerosi e altre malattie cardiovascolari. È importante controllare la pressione sanguigna e controllare il diabete.
  3. Se necessario, prendi farmaci che migliorano la microcircolazione dei vasi cerebrali, ed è anche possibile assumere farmaci che prevengano la mancanza di ossigeno (ipossia) del cervello come prescritto da un medico.

Trarre conclusioni

Attacchi di cuore e ictus rappresentano quasi il 70% di tutti i decessi nel mondo. Sette persone su dieci muoiono a causa del blocco delle arterie del cuore o del cervello.

Particolarmente spaventoso è il fatto che molte persone non sospettano nemmeno di avere ipertensione. E a loro manca l'opportunità di aggiustare qualcosa, semplicemente condannandosi a morte.

  • mal di testa
  • cardiopalmus
  • Punti neri prima degli occhi (mosche)
  • Apatia, irritabilità, sonnolenza
  • Visione sfocata
  • sudorazione
  • Stanchezza cronica
  • Gonfiore del viso
  • Intorpidimento e brividi
  • Salti di pressione
Anche uno di questi sintomi dovrebbe farti meravigliare. E se ce ne sono due, allora non esitare: hai l'ipertensione.

Come trattare l'ipertensione, quando c'è un gran numero di farmaci che costano un sacco di soldi?

La maggior parte delle droghe non farà nulla di buono, e alcuni potrebbero persino ferire! Al momento, l'unica medicina ufficialmente raccomandata dal Ministero della Salute per il trattamento dell'ipertensione è il Giperium.

Prima dell'Istituto di Cardiologia, insieme al Ministero della Salute, stanno conducendo un programma "no ipertensione". Come parte del quale il farmaco Giperium è disponibile gratuitamente per tutti i residenti della città e della regione!

Recupero dopo ictus: indicazioni, approcci, prevenzione delle ricadute

Nonostante il fatto che la prevalenza di disturbi vascolari acuti nel cervello (ictus) e la mortalità da loro siano piuttosto grandi, la medicina moderna ha i metodi di trattamento necessari che permettono a molti pazienti di rimanere in vita. Che cosa allora? Quali condizioni e requisiti ha un paziente per la sua ulteriore vita dopo un ictus? Di norma, la maggior parte rimane invalida in modo permanente e il grado di ripristino delle funzioni perse dipende interamente da una riabilitazione tempestiva, competente e completa.

Come sapete, in violazione della circolazione cerebrale con danno cerebrale, vi è una perdita di varie abilità del corpo, associata alla sconfitta di una particolare sezione del sistema nervoso centrale. Nella maggior parte dei pazienti, la funzione motoria e il linguaggio sono più spesso compromessi, nei casi gravi il paziente non può alzarsi, sedersi, mangiare cibo e contattare personale e parenti. In tale situazione, la possibilità di almeno un ritorno parziale allo stato precedente è direttamente correlata alla riabilitazione dopo un ictus, che dovrebbe iniziare dai primi giorni dopo l'insorgenza della malattia.

Indicazioni e fasi della riabilitazione

È noto che il numero di neuroni nel cervello supera i nostri bisogni quotidiani, tuttavia, in condizioni di infelicità e morte durante un ictus, è possibile "accendere" celle precedentemente inutilizzate, stabilire connessioni tra loro e, quindi, ripristinare alcune funzioni.

Per limitare le dimensioni della lesione nei primi termini, tali farmaci sono prescritti dopo un ictus che può:

  • Ridurre il gonfiore intorno al tessuto interessato (diuretici - mannitolo, furosemide);
  • Per rendere un'azione neuroprotettiva (Actovegin, Cerebrolysin).

Quanto più è possibile preservare le cellule nervose intorno alla lesione nel primo periodo post-ictus, tanto più efficace sarà l'ulteriore trattamento e riabilitazione.

Le attività di recupero devono essere selezionate ed eseguite individualmente, in base alla gravità della condizione e alla natura della violazione, ma vengono eseguite in tutte le seguenti direzioni principali:

  1. L'uso della terapia fisica e del massaggio per la correzione dei disturbi del movimento;
  2. Recupero della parola e della memoria;
  3. Riabilitazione psicologica e sociale del paziente nella famiglia e nella società;
  4. Prevenzione delle complicazioni post-ictus ritardate e ictus ricorrente, tenendo conto dei fattori di rischio esistenti.

Ictus cerebrale ischemico, o attacco cardiaco, è accompagnato da necrosi e morte di neuroni con funzione compromessa di quella parte del sistema nervoso centrale in cui si è sviluppata. Di norma, gli infarti cerebrali con piccole dimensioni e localizzazione emisferica hanno una prognosi abbastanza favorevole e il periodo di recupero può procedere rapidamente e in modo molto efficace.

L'ictus emorragico priva la maggior parte di coloro che sono sopravvissuti, e nei pazienti sopravvissuti il ​​più delle volte porta a un'interruzione persistente di varie funzioni senza la possibilità di una loro completa o parziale guarigione. Ciò è dovuto al fatto che l'emorragia provoca la morte di una significativa quantità di tessuto nervoso, interrompe l'interazione tra i neuroni rimanenti a causa di edema cerebrale. In una situazione del genere, anche anni di lezioni regolari e persistenti, purtroppo, non danno sempre il risultato atteso.

Il recupero dopo un ictus può durare abbastanza a lungo, quindi l'efficacia delle misure prese in questo momento dipende dalla pazienza e dalla perseveranza dei parenti, degli amici e del paziente stesso. È importante infondere un senso di ottimismo e fiducia in un risultato positivo, lodare il paziente e incoraggiare, poiché molti di loro sono inclini a manifestazioni di apatia e irritabilità.

Con la sconfitta di alcune parti del cervello è particolarmente pronunciata la sindrome asteno-depressiva, quindi non essere offeso se la persona che ha subito un ictus non è di buon umore, brontola con i familiari e si rifiuta di fare esercizi o massaggi. Non vale la pena insistere sulla loro condotta obbligatoria, forse sarà sufficiente parlare e in qualche modo distrarre il paziente.

La disabilità dopo un ictus è ancora un problema medico e sociale significativo, perché anche con il trattamento più attento e tempestivo e la riabilitazione, la maggior parte dei pazienti non recupera completamente le proprie capacità perse.

La terapia, che aiuterà il paziente a riprendersi più rapidamente, dovrebbe essere iniziata in anticipo. Di norma, può essere avviato nella fase di trattamento ospedaliero. In questo, i metodologi di fisioterapia, medici riabilitativi e massaggiatori aiuteranno il dipartimento di neurologia o patologia vascolare del cervello. Una volta che le condizioni del paziente si sono stabilizzate, è necessario trasferirlo al reparto di riabilitazione per continuare il trattamento riabilitativo. Dopo la dimissione dall'ospedale, il paziente viene osservato nella clinica del luogo di residenza, dove svolge gli esercizi necessari sotto la supervisione di uno specialista, partecipa a procedure fisioterapiche, massaggi, psicoterapeuti o logopedisti.

Ripristino delle funzioni motorie

Tra le conseguenze dell'ictus, i disordini motori assumono uno dei punti principali, in quanto sono espressi in vari gradi in quasi tutti i pazienti, indipendentemente dal fatto che si sia verificato un infarto o un sanguinamento nel cervello. Sono espressi come paresi (perdita parziale di movimenti) o paralisi (completa immobilizzazione) nel braccio o nella gamba. Se contemporaneamente il braccio e la gamba sono colpiti su un lato del corpo, stanno parlando di emiparesi o emiplegia. Succede che i cambiamenti alle estremità non sono gli stessi nella gravità, tuttavia, è molto più difficile ripristinare la funzione della mano a causa della necessità di mettere a punto le abilità motorie e la scrittura.

Esistono vari metodi per ripristinare la funzione motoria:

  • Terapia fisica;
  • La stimolazione elettrica;
  • Utilizzando il metodo di biofeedback.

Terapia fisica

Il modo principale e più economico per recuperare dalla paralisi è la fisioterapia (kinesiterapia). I suoi compiti comprendono non solo lo sviluppo della forza precedente, la gamma di movimento negli arti interessati, ma anche il ripristino della capacità di stare in piedi, camminare, mantenere l'equilibrio e anche eseguire i normali bisogni domestici e l'auto-cura. Tali azioni usuali per noi come vestirsi, lavarsi, mangiare cibo possono causare serie difficoltà con la sconfitta anche di un arto. I pazienti con gravi disturbi dell'attività nervosa non possono sedersi da soli a letto.

Lo scopo e la natura degli esercizi eseguiti dipendono dalla gravità delle condizioni del paziente. In caso di irregolarità profonde, la ginnastica passiva viene applicata per prima: un istruttore di esercizi o parenti eseguono movimenti con gli arti di un paziente costretto a letto, ripristinando il flusso sanguigno nei muscoli e sviluppando le articolazioni. Quando ti senti meglio, la paziente impara a sedersi da sola, e poi a alzarsi e camminare da sola.

Esercizi passivi durante la riabilitazione dopo un ictus

Se necessario, utilizzare un supporto - sedia, testiera, bastone. Con sufficiente equilibrio, diventa possibile camminare prima intorno al reparto, poi attraverso l'appartamento, e anche lungo la strada.

Alcuni pazienti con piccole aree di danno cerebrale e un buon potenziale rigenerativo iniziano ad alzarsi e persino a camminare nel reparto entro la prima settimana dall'inizio di un ictus. In questi casi, è possibile preservare la capacità di lavorare, il che è molto importante per le persone in giovane età.

Con un favorevole periodo post-ictus, il paziente viene dimesso dall'ospedale per il recupero a casa. In questo caso, il ruolo principale viene assunto, di norma, da parenti e amici, sulla cui pazienza la riabilitazione dipende interamente da loro. Non devi stancare il paziente con esercizi frequenti e lunghi. La loro durata e intensità dovrebbero gradualmente aumentare con il ripristino di una particolare funzione. Per facilitare il movimento del paziente a casa, è bene fornirgli dei corrimani speciali nella doccia, nella toilette e nelle piccole sedie per un ulteriore supporto non sarà superfluo.

Video: una serie di esercizi attivi dopo un ictus

Particolare attenzione dovrebbe essere prestata al ripristino della funzione della mano con la capacità di eseguire piccoli movimenti e scrivere. È necessario eseguire esercizi per sviluppare i muscoli della mano, il ritorno della coordinazione dei movimenti delle dita. È possibile utilizzare simulatori speciali e espansori manuali. Insieme alla ginnastica, sarà anche utile applicare il massaggio alle mani, che aiuta a migliorare il trofismo nei muscoli e ridurre la spasticità.

Labor e terapia del gioco per ripristinare la motilità delle mani

Questo processo può richiedere molto tempo e perseveranza, ma il risultato non saranno solo le più semplici manipolazioni come pettinarsi, radersi, legare i lacci delle scarpe, ma anche auto-prepararsi e mangiare.

Con un corso favorevole del periodo di riabilitazione, è necessario espandere il circolo della comunicazione e le mansioni domestiche del paziente. È importante che la persona si senta come un membro a pieno titolo della famiglia, e non una persona disabile indifesa. Non devi trascurare le conversazioni con un paziente del genere, anche se non è in grado di rispondere completamente alle domande. Ciò contribuirà ad evitare possibili apatia, depressione e isolamento del paziente con una riluttanza a un ulteriore recupero.

Modi per "suscitare" il paziente dall'esterno

Il metodo di stimolazione elettrica delle fibre muscolari si basa sugli effetti delle correnti pulsate di varie frequenze. Allo stesso tempo, la troficità nel tessuto affetto è migliorata, la contrattilità muscolare è aumentata, il tono è normalizzato con paresi spastica e paralisi. Particolarmente consigliabile è l'uso dell'elettrostimolazione per i pazienti a lungo termine nei quali la ginnastica protesica attiva è difficile o impossibile. Attualmente, ci sono molti dispositivi diversi che permettono di applicare questo metodo a casa sotto la supervisione del medico curante della clinica.

Quando si utilizza il metodo di biofeedback, il paziente svolge determinati compiti e contemporaneamente, insieme al medico, riceve segnali sonori o visivi sulle varie funzioni del proprio corpo. Questa informazione è importante per il medico per valutare le dinamiche del recupero e il paziente, inoltre, consente di aumentare la velocità di reazione, la velocità e la precisione dell'azione, nonché di osservare un risultato positivo dagli esercizi. Di norma, il metodo viene implementato utilizzando speciali programmi e giochi per computer.

Riabilitazione con il metodo del biofeedback

Insieme alla chinesiterapia passiva e attiva, un buon effetto è dato anche dall'uso del massaggio dopo un ictus, specialmente con la tendenza alla spasticità e alla riabilitazione protesica a lungo termine. Viene eseguito utilizzando tecniche convenzionali e non presenta differenze significative rispetto a quelle di altre malattie neurologiche.

È possibile iniziare il massaggio anche in ospedale nelle prime fasi del periodo post-ictus. Questo aiuterà il massaggiatore di un ospedale o di un centro di riabilitazione. In futuro, un massaggio a casa può anche essere affidato a uno specialista, o i parenti stessi possono padroneggiare i suoi principi di base.

Recupero della parola e della memoria

Il recupero della parola dopo un ictus è una fase importante, prima di tutto, la riabilitazione sociale del paziente. Prima viene stabilito il contatto, prima diventa possibile il ritorno alla vita normale.

La capacità del linguaggio soffre nella maggior parte dei sopravvissuti all'ictus. Questo può essere associato non solo al funzionamento alterato dei muscoli del viso e dell'articolazione, ma anche al danno al centro del linguaggio, situato nei destrimani nell'emisfero sinistro. Con la sconfitta delle parti rilevanti del cervello, la capacità di riprodurre frasi significative, contare e comprendere il discorso invertito può scomparire.

Per aiutare il paziente nel caso di tali disturbi arriverà uno specialista - un logopedista - aphasiologist. Con l'aiuto di tecniche speciali e addestramento costante, aiuterà non solo il paziente, ma darà anche consigli alla sua famiglia e ai suoi amici per quanto riguarda l'ulteriore sviluppo della parola. Esercizi di conduzione per ripristinare la parola dovrebbero iniziare il più presto possibile, le lezioni dovrebbero essere regolari. Il ruolo dei parenti nel riconquistare la capacità di parlare e comunicare con gli altri non può essere sopravvalutato. Anche se sembra che il paziente non capisca nulla, non ignorarlo e isolarlo dalla comunicazione. Forse, anche senza la capacità di dire qualcosa, è ben consapevole del discorso indirizzato. Col passare del tempo, inizierà a pronunciare parole individuali e poi intere frasi. Il ripristino del discorso contribuisce molto al ritorno della capacità di scrivere.

La maggior parte dei pazienti che hanno subito un ictus, la memoria è compromessa. Ricordano a malapena gli eventi passati della loro vita, i volti dei parenti possono sembrare non familiari a loro. Per ripristinare la memoria, devi allenarla costantemente con semplici esercizi e tecniche. In molti modi, questi esercizi possono ricordare alle classi con bambini piccoli. Quindi, con il paziente puoi imparare le filastrocche che sono facilmente ricordate e riprodotte. Innanzitutto, è sufficiente ricordare una frase, quindi un'intera stanza, complicando gradualmente e aumentando la quantità di materiale memorizzato. Con la ripetizione di frasi, puoi piegare le dita, formando ulteriori connessioni associative nel cervello.

Oltre alle rime, puoi ricordare gli eventi nella vita del paziente, come è andata la giornata, cosa è successo un anno o un mese fa e così via. Con il ripristino della memoria, della parola e delle funzioni cognitive, puoi passare alla risoluzione di cruciverba, memorizzando vari testi.

Le lezioni per il restauro della memoria sono utili da svolgere costantemente: per il cibo, per la pulizia della casa, per le passeggiate. Soprattutto, non dovrebbero dare al paziente ansia e causare emozioni negative (ricordi di eventi spiacevoli del passato).

Video: esercizi per ripristinare la parola nell'afasia afferente

Riabilitazione psicologica e sociale

Oltre a prendersi cura dei pazienti dopo un ictus, il recupero delle funzioni motorie e cognitive, l'adattamento psicologico e sociale non ha alcuna importanza. È particolarmente importante nei pazienti giovani e normodotati con una piccola quantità di danno cerebrale, che è probabile che ritorni al loro precedente modo di vivere e lavorare.

Dato il dolore possibile, l'incapacità di svolgere attività familiari, di partecipare alla vita pubblica, così come la necessità di un costante aiuto da parte degli altri, tali pazienti sono inclini alla depressione, attacchi di irritabilità e reticenza. Il compito dei parenti è di fornire una situazione psicologica favorevole alla famiglia, per sostenere e incoraggiare il paziente.

A volte ci sono allucinazioni dopo un ictus, e il paziente può descriverle ai loro parenti. In questi casi, non aver paura: di regola, l'eliminazione di questi è la nomina di medicinali speciali.

Le attività di riabilitazione svolte devono essere conformi alle effettive capacità funzionali del corpo, tenendo conto della profondità dei disturbi neurologici. Non è necessario isolare il paziente, riferendosi alla perdita della capacità di parlare normalmente o alla dimenticanza - è meglio fargli avere la parola giusta o affidare un compito senza complicazioni. Per molti, per un recupero efficace e un atteggiamento ottimistico verso gli esercizi, è importante sentirsi necessari.

Oltre a creare conforto psicologico domiciliare, le lezioni con uno psicoterapeuta danno un buon effetto e, se necessario, prescrivono farmaci (sedativi, antidepressivi).

L'adattamento sociale gioca un ruolo importante nel tornare alla solita vita. È buono quando c'è la possibilità di tornare al lavoro precedente o di eseguire un altro, più semplice. Se una persona è già in pensione o le violazioni risultanti non gli consentono di lavorare, è necessario cercare altri modi di socializzazione: visitare il teatro, le mostre, la ricerca di un hobby.

Il sanatorio specializzato è un altro metodo di adattamento sociale. Oltre alle procedure fisioterapeutiche, alle lezioni con vari specialisti, il paziente talvolta riceve un tale cambiamento di ambiente e una comunicazione aggiuntiva.

Prevenzione delle complicazioni tardive e ictus ricorrenti

La maggior parte dei pazienti e dei loro parenti sono interessati alla domanda: come evitare il ripetersi di una terribile malattia e le sue complicazioni in futuro? Qual è il trattamento necessario dopo un ictus? Per questo è sufficiente osservare semplici condizioni:

  1. La continuazione delle attività di riabilitazione avviate (terapia fisica, massaggio, allenamento della memoria e della parola);
  2. L'uso di metodi fisioterapeutici di esposizione (magneto, laser terapia, termoterapia) per combattere l'aumento del tono muscolare negli arti interessati, un adeguato sollievo dal dolore;
  3. Normalizzazione della pressione arteriosa (con emorragia e presenza di ipertensione), nomina di agenti antipiastrinici (con lesioni cerebrali ischemiche);
  4. Normalizzazione dello stile di vita con l'eccezione di cattive abitudini, aderenza alla dieta dopo un ictus.

In generale, non ci sono restrizioni severe e peculiarità essenziali nell'alimentazione, quindi dopo un ictus si può mangiare tutto ciò che non nuoce a una persona sana.

Tuttavia, è necessario prendere in considerazione le comorbidità e la natura dei cambiamenti. In violazione della funzione degli organi pelvici, posizione supina del paziente, è consigliabile escludere prodotti che rallentano il passaggio dei contenuti intestinali e aumentare la proporzione di insalate, frutta e cereali. Per evitare disturbi del sistema urinario, è meglio non lasciarsi trasportare aspro, salato, così come i piatti di acetosa.

Una dieta per l'ictus cerebrale dipende dal meccanismo di insorgenza di un accidente cerebrovascolare acuto e dalle cause precedenti. Quindi, con le emorragie a causa dell'ipertensione, è meglio non mangiare cibi salati, bere molti liquidi, caffè forte e tè.

È necessario aderire alla dieta anti-aterosclerotica dopo un ictus di tipo ischemico (infarto cerebrale). In altre parole, non si dovrebbe dare la preferenza a cibi grassi, fritti, carboidrati facilmente accessibili, che contribuiscono allo sviluppo di lesioni aterosclerotiche delle pareti vascolari. È meglio sostituirli con carni magre, verdure e frutta.

Ictus e alcol: le cose non sono compatibili, indipendentemente dal fatto che un paziente abbia avuto un infarto o un'emorragia. Bere anche piccole dosi di alcol porta ad un aumento della frequenza cardiaca, alta pressione sanguigna e può anche contribuire allo spasmo vascolare. Questi fattori possono causare ictus ricorrenti con aggravamento di disturbi neurologici e persino esito fatale.

Molti pazienti, soprattutto in giovane età, sono interessati a capire se il sesso dopo un ictus sia accettabile. Grazie a una varietà di studi, gli scienziati hanno dimostrato non solo l'assenza di danni da lui, ma anche i benefici del processo di riabilitazione. Tuttavia, ci sono alcune sfumature associate a una malattia grave:

  • Possibile disfunzione del sistema urogenitale, ridotta sensibilità e potenza;
  • Prendendo antidepressivi, irritabilità e apatia con una diminuzione del desiderio sessuale;
  • Compromissione motoria, impedendo il sesso.

Con un decorso favorevole del periodo di recupero, è possibile tornare alle normali relazioni coniugali non appena il paziente sente la forza e il desiderio in se stesso. Il sostegno morale e il calore del coniuge contribuiranno anche al miglioramento dello stato psico-emotivo. Lo sforzo fisico moderato e le emozioni positive avranno un effetto eccezionalmente favorevole sull'ulteriore recupero e il ritorno alla vita a tutti gli effetti.

Le conseguenze di un ictus per la salute generale di una persona dipendono direttamente dal volume e dalla localizzazione della lesione nel cervello. In caso di ictus severi ed estesi, le complicazioni da altri organi sono inevitabili, le più frequenti delle quali sono:

  1. Processi infiammatori del sistema respiratorio (polmonite congestizia in pazienti costretti a letto);
  2. Disfunzione degli organi pelvici con l'aggiunta di un'infezione secondaria (cistite, pielonefrite);
  3. Ulcere da pressione, specialmente con una cura inadeguata;
  4. Riduzione della motilità intestinale con movimento lento del contenuto attraverso di essa, che è irto di sviluppo di infiammazione cronica e stitichezza.

Quando si prende cura di un paziente colpito da ictus, è necessario ricordare che una persona che ha improvvisamente perso il suo precedente modo di vivere, la capacità di lavorare e comunicare nel suo ambiente familiare richiede la manifestazione non solo del sostegno morale, ma anche dell'affetto e della gentilezza.

In generale, la riabilitazione dopo un ictus ischemico è più veloce e più facile di dopo l'emorragia. Molti pazienti ritornano al loro normale stile di vita piuttosto presto, e i giovani e robusti riescono persino a ripristinare le loro abilità nel loro precedente lavoro. Il risultato e le conseguenze della malattia sofferta dipendono dalla pazienza, dalla perseveranza e dal desiderio di guarire, non solo dal paziente ma anche dai suoi parenti. La cosa principale è credere in un esito felice, e quindi un risultato positivo non ci metterà molto ad aspettare.

Per Saperne Di Più I Vasi