Angina progressiva: cause, sintomi e trattamento

Di anno in anno, le malattie cardiovascolari sono sempre più diagnosticate in persone abbastanza giovani. Ciò è dovuto a scarsa ecologia, cibo di scarsa qualità, stress costante, stile di vita sedentario e fattori di genetica. Pericoloso per la patologia umana è l'angina progressiva.

Poiché la malattia sta "diventando più giovane" ogni anno, fin dalla tenera età dovresti abituarti al giusto stile di vita. In questo articolo, consideriamo ciò che costituisce l'angina pectoris progressiva, come si sviluppa, i sintomi caratteristici, i metodi diagnostici e i metodi di trattamento applicati.

Angina progressiva - una caratteristica della malattia

L'angina progressiva è una esacerbazione dell'angina da sforzo, quando, durante il normale sforzo fisico, si verifica un improvviso aumento degli attacchi più gravi e prolungati nel tempo. Gli attacchi possono verificarsi a carichi molto più bassi o non del tutto con loro, gli attacchi vengono aggiunti a riposo.

L'angina progressiva è caratterizzata dal fatto che la frequenza e la forza delle convulsioni aumentano gradualmente (talvolta abbastanza rapidamente), le convulsioni si verificano in condizioni che non erano state precedentemente osservate, cioè la malattia delle classi funzionali I-II diventa III-IV. Questa forma della malattia si sviluppa più spesso a causa della formazione di una fessura o rottura di una placca aterosclerotica e della conseguente formazione di un coagulo di sangue.

A volte c'è angina spontanea (variante, vasospastica) o angina di Prinzmetal, che è caratterizzata dalla natura spontanea degli attacchi, cioè gli attacchi spesso si verificano a riposo, e non sotto l'influenza di carichi.

I pazienti che soffrono di questa forma di angina di solito non presentano pronunciate lesioni aterosclerotiche e il deterioramento della fornitura di sangue al muscolo cardiaco si verifica a causa dello spasmo delle arterie coronarie. Nell'angina spontanea, la causa dell'ischemia - la dissanguamento di una porzione del tessuto del muscolo cardiaco - non è un aumento della domanda di ossigeno miocardico, manifestata a causa di qualsiasi circostanza (stress), ma una significativa diminuzione della sua somministrazione.

Una variante dell'angina è la cosiddetta sindrome "X" (angina microvascolare). In questa malattia, i pazienti sperimentano sintomi tipici di angina, tuttavia, non vi è alcun restringimento pronunciato delle arterie coronarie, che viene rivelato come risultato di angiografia dell'arteria coronaria.

Ci sono nuovi sintomi:

Il dolore può cambiare carattere, apparire in posti nuovi. Farmaci presi da una persona prima, riducono significativamente l'efficacia dell'azione, è necessario prendere una dose molto più grande del farmaco. Questa condizione può durare per diversi mesi.

Gli attacchi stanno aumentando, una persona prova un senso di paura, c'è una forte debolezza, ci sono salti di pressione. L'angina progressiva, trasformata in angina a riposo, è caratterizzata da attacchi della durata di oltre 30 minuti. Questa è una condizione molto pericolosa in cui la probabilità di infarto del miocardio.

È necessario chiamare un'ambulanza e iniziare immediatamente il trattamento, altrimenti l'esito è imprevedibile. L'accesso tempestivo a un medico e un trattamento tempestivo contribuiscono alla stabilizzazione dell'angina progressiva.

Cause di

Molti pazienti che hanno trovato angina progressiva sono in perdita. Non riescono a capire dove hanno questa malattia. Il fatto è che una tale patologia per molti anni può essere assolutamente asintomatica. Dipende in gran parte dalle caratteristiche fisiologiche individuali dell'organismo.

Una persona malata a volte non presta affatto attenzione ai segni primari, scrivendoli per fatica, tempo e scarsa forma fisica. Tuttavia, dopo un certo tempo, quando i sintomi appaiono più luminosi, il paziente si reca dal medico, dove la diagnosi è denominata "malattia coronarica" ​​(IHD).

L'angina progressiva non è una malattia separata. È solo una delle manifestazioni di CHD. Questa patologia si sviluppa a causa di una serie di fattori avversi. Di norma, la salute del muscolo cardiaco dipende soprattutto dallo stile di vita, dalle abitudini di una persona.

Nella medicina moderna si distinguono le seguenti cause di malattia ischemica e la sua manifestazione come l'angina:

  • la presenza di aterosclerosi;
  • dieta malsana;
  • abuso di bevande alcoliche e a bassa gradazione alcolica;
  • consumo eccessivo di zucchero e carboidrati leggeri;
  • mancanza di attività fisica;
  • cambiamento climatico;
  • il fumo;
  • cambiamento improvviso di uno stile di vita sedentario in attività fisica attiva;
  • predisposizione genetica;
  • allenamenti estenuanti;
  • suscettibilità a stress, depressione, apatia;
  • patologie congenite del miocardio e del sistema circolatorio nel suo complesso.

L'angina progressiva è ancora più pericolosa della solita forma di questa patologia. Spesso provoca una morte cardiaca improvvisa. I suddetti prerequisiti per lo sviluppo della malattia coronarica aumentano significativamente il rischio di coaguli di sangue e lo sviluppo di aterosclerosi.

Le arterie coronarie sono una componente incredibilmente importante del sistema circolatorio. Senza di loro, la circolazione sanguigna e il nutrimento del cuore con tutte le sostanze necessarie e, ovviamente, con l'ossigeno sono impossibili.

Le persone a rischio si consiglia di visitare un cardiologo una volta all'anno per sottoporsi a un esame preventivo, che include un elettrocardiogramma. La diagnosi di angina da sforzo progressiva non è una frase. È quasi impossibile curare completamente CHD.

Tuttavia, le condizioni del paziente possono essere alleviate con l'aiuto di speciali farmaci che normalizzano la pressione sanguigna e riducono il carico sul cuore.
Inoltre, l'aderenza alle diete terapeutiche e il regolare esercizio mattutino manterranno la salute dell'organo più importante, il cuore, in modo permanente.

Sviluppo della malattia

Le cause di CHD sono ben note. Molto spesso, la mancanza di nutrizione del miocardio è associata all'aterosclerosi, a volte la componente spastica si unisce. Allo stesso tempo, la placca aterosclerotica cresce gradualmente e matura.

Questo di solito accade con un alto livello di colesterolo nel sangue, motivo per cui è così importante per i pazienti con malattia coronarica seguire raccomandazioni mediche riguardanti dieta e farmaci.

La formazione della placca aterosclerotica in IBS ha diverse fasi successive:

  • Nelle fasi iniziali dell'aterosclerosi, il colesterolo si deposita nelle pareti dei vasi sanguigni sotto forma di linee e punti grassi.
  • Mentre la malattia progredisce, si forma una placca fibrosa, che consiste in cellule di schiuma e un coperchio.
  • Inoltre, il detrito comincia a formarsi nel centro della placca, che è il risultato della distruzione delle cellule di schiuma. La superficie che sporge nel lume del vaso, gradualmente fibrosi.
  • Dopo la distruzione del pneumatico, i detriti interni possono entrare nel lume delle arterie. Tale placca è definita instabile e, con l'IHD, si possono formare coaguli di sangue che portano a progressiva angina pectoris o infarto del miocardio.
  • Nell'ultima fase, i calcinati si formano nella zona della placca, che aumenta la fragilità delle arterie e spesso causano complicazioni nel trattamento chirurgico della malattia coronarica.

Le cause dell'angina pectoris progressiva sono simili ai fattori eziologici di IHD, tuttavia, di regola, c'è una placca instabile, sulla cui superficie si formano i trombi. La principale causa di angina, così come la malattia coronarica, è un restringimento dei vasi coronarici causati da aterosclerosi.

Gli attacchi di angina pectoris si sviluppano quando il lume delle arterie coronarie si restringe del 50-70%. La stenosi aterosclerotica più pronunciata, più grave è l'angina.

La gravità dell'angina pectoris dipende anche dall'estensione e dalla posizione della stenosi, dal numero di arterie colpite. La patogenesi dell'angina pectoris è spesso mista e, insieme all'ostruzione aterosclerotica, si possono verificare formazione di trombi e spasmo delle arterie coronarie.

Di norma, lo sviluppo della malattia è preceduto da una storia clinica, un quadro dell'aumento dei sintomi e della progressione della malattia.

  1. Angina progressiva di stress entra nella fase successiva, che è accompagnata da un aumento delle convulsioni, la loro rotta più grave, allungando il tempo dell'attacco.
  2. Gli attacchi causano molto meno stress di prima.
  3. Ci sono nuovi sintomi: i pazienti si lamentano di asfissia, frequente sudorazione, nausea, spesso accompagnata da vomito.
  4. Il dolore cambia il suo carattere e il dolore insorge in nuove aree e il campo delle radiazioni cambia.
  5. L'efficacia della nitroglicerina è ridotta (per fermare un attacco, il paziente ora ha bisogno di prendere più pillole), o non aiuta affatto.
  6. L'attacco inizia inaspettatamente e non è in alcun modo collegato allo stress trasferito, allo shock nervoso e allo sforzo fisico.
  7. Gli attacchi di tensione sono sostituiti da attacchi in pace.
  8. Le modifiche appaiono sull'ECG.

L'ulteriore sviluppo della malattia causa il deterioramento dell'afflusso di sangue al muscolo cardiaco e al tessuto cardiaco e il ritmo è disturbato. L'area del dolore cattura sempre più zone e gli attacchi sono molto dolorosi, senza stress, il più delle volte di notte. Sta diventando sempre più difficile per i pazienti tollerarli, poiché i sintomi sono più intensi rispetto agli episodi sotto sforzo.

La patologia progressiva con tensione a volte dura per diversi mesi. Quando si va in una malattia a riposo, il dolore aumenta in modo significativo, l'attacco può durare per mezz'ora. I pazienti spesso lamentano la comparsa di paura, debolezza inaspettata.

Se durante una crisi convulsiva, a tutti i sintomi si associano perdite di carico e un aumento del polso, può verificarsi un preinfarto. A causa del fatto che questa forma di patologia spesso provoca il verificarsi di infarto miocardico, è necessario chiamare immediatamente il pronto soccorso, altrimenti la prognosi del decorso della malattia è sfavorevole.

Assistenza medica tempestiva, un trattamento adeguato stabilizza le condizioni del paziente e può rallentare il decorso della malattia per un po '. Ci sono casi in cui la patologia instabile ritorna allo stadio di malattia stabile, ma con manifestazioni più gravi.

In determinate condizioni, la remissione è possibile e la cessazione degli attacchi. La storia della malattia e i tipi di manifestazioni della patologia dei medici devono essere seguiti, dal momento che la malattia deve essere distinta dall'infarto del miocardio (i sintomi sono abbastanza simili in natura). Con un attacco di cuore, il sequestro dura per oltre mezz'ora, è impossibile rimuoverlo con nitroglicerina.

Classificazione della malattia

La patologia ha diverse forme cliniche, a seconda di quale sia stata la storia dello sviluppo e quali sono state le manifestazioni combinate:

  • gli attacchi diventano frequenti, ma il tipo del loro corso non cambia;
  • i sequestri sono caratterizzati da intensità e durata, ma il numero non cambia;
  • gli attacchi in stato di tensione sono intervallati da attacchi a riposo;
  • gli attacchi sono caratterizzati da intensità e durata e diventano frequenti.

A seconda della gravità del decorso di un attacco, la patologia è suddivisa in classi:

  • Malattia di recente sviluppo in uno stato di tensione.
  • Forma subacuta che unisce tensione e riposo.
  • Forma acuta a riposo

C'è anche una cosa come l'angina pectoris progressiva instabile (OPS). Questa patologia è caratterizzata da uno stato preinfarto in cui vi sono convulsioni prolungate che hanno una durata di circa trenta minuti. Tuttavia, non sono influenzati dai farmaci, come la nitroglicerina.

Inoltre, la NPS è caratterizzata da un significativo aumento della gravità e della frequenza degli attacchi che causano la comparsa di forti dolori al petto. Il dolore si verifica anche con i carichi più piccoli che in precedenza erano meno intensi.

sintomatologia

I sintomi della malattia coronarica con angina progressiva si distinguono per una serie di caratteristiche:

  • l'inizio di attacchi nel paziente, rispetto alla storia precedente della malattia;
  • le stesse convulsioni diventano più lunghe e più intense;
  • ridotta tolleranza all'esercizio;
  • i sintomi vegetativi (sudore freddo, nausea, soffocamento, ecc.) sono spesso associati;
  • il dolore può cambiare la natura e l'area della diffusione;
  • a volte gli attacchi appaiono non solo durante il caricamento, ma anche nel riposo;
  • il dolore può manifestarsi all'improvviso, senza una chiara connessione con il carico o le esperienze emotive.
Oltre al dolore nell'angina progressiva, come in altre forme di malattia coronarica, possono verificarsi aritmie. Questi sintomi della malattia sono associati alla destabilizzazione elettrica del miocardio sullo sfondo di una vasta area di ischemia. Allo stesso tempo, il benessere generale dei pazienti peggiora.

Il decorso dell'angina progressiva nella cardiopatia ischemica può durare per diversi mesi. In questo caso, la storia della malattia si sviluppa in due modi:

  • patologia di transizione in una forma stabile;
  • sviluppo di infarto miocardico.

Nel secondo caso, i precursori dell'evento fatale sono:

  • sentimento di paura;
  • fluttuazioni nella pressione del sistema;
  • tachicardia;
  • debolezza generale;
  • la durata dell'attacco più di 20 minuti;
  • comparsa di modifiche sull'ECG;
  • sviluppo di periodi di malattia a riposo.

Con un tale ciclo di angina instabile, il rischio di infarto miocardico è abbastanza alto, quindi il paziente dovrebbe essere ricoverato in ospedale nel prossimo futuro.

La stabilizzazione del processo è possibile sullo sfondo di un trattamento complesso con l'uso di anticoagulanti, agenti antipiastrinici e una serie di altri farmaci. Allo stesso tempo, la superficie di una placca aterosclerotica diventa più stabile e le masse trombotiche cessano di essere depositate su di essa.

Inoltre, l'angina progressiva (IHD) è anche caratterizzata da cambiamenti evidenti all'elettrocardiogramma. Pertanto, non sorprende che tali esami vengano effettuati il ​​più spesso possibile al fine di monitorare continuamente i segni vitali.

In presenza di tale stadio della malattia, il paziente può ricevere la cosiddetta immunità a vari tipi di farmaci. Quindi, per esempio, la nitroglicerina, che viene spesso utilizzata per alleviare le convulsioni, può smettere di fornire l'effetto necessario, il che renderà molto difficile fornire assistenza per la riabilitazione.

Un'altra caratteristica di questa posizione del paziente è un aumento del volume di farmaci necessari per l'assunzione in una sola volta. Questo è un problema significativo. Dal momento che il corpo umano, che ha lottato con la cardiopatia ischemica per molti mesi o anni, è già indebolito.

Le pillole forti che devono essere assunte in grandi quantità possono migliorare il funzionamento del cuore, ma allo stesso tempo è essenziale "piantare", per esempio, il fegato o lo stomaco. In alcuni casi, la visione è gravemente compromessa.

Lo studio di questo tipo di malattia coronarica come angina progressiva, fornisce la prova che un attacco può verificarsi indipendentemente dall'attività umana. Il paziente può essere in uno stato silenzioso, ma allo stesso tempo può subire un duro colpo, che sarà estremamente difficile da affrontare.

Vale la pena notare che il più delle volte tali situazioni si verificano al mattino. È in questo momento che il corpo è nello stato più debole, che è la causa di attacchi così frequenti durante questo periodo della giornata.

diagnostica

La diagnosi di angina include i seguenti metodi di esame:

  • storia medica;
  • Emocromo completo;
  • Analisi del sangue biochimica;
  • Misurazione della glicemia (determinazione della glicemia);
  • Elettrocardiografia (ECG) a riposo e durante l'esercizio;
  • Monitoraggio quotidiano del cuore con un ECG;
  • Ecocardiografia (EchoECG) a riposo e durante l'esercizio;
  • Scintigrafia durante lo stress fisico o farmacologico;
  • Angiografia coronarica (in alcuni casi, a discrezione del medico).

Nel CHD, l'angina pectoris progressiva può essere diagnosticata raccogliendo attentamente la storia, cioè dopo aver letto la storia della malattia. Di norma, un paziente con CHD rileva un improvviso aumento degli attacchi anginosi o un cambiamento nella loro natura. A volte il dolore diventa molto più pronunciato rispetto all'inizio della storia della malattia.

Tra i metodi strumentali di diagnosi, la coronografia, che consente di determinare con precisione la causa della malattia coronarica, è la più informativa.

In questo studio, il medico può notare non solo la placca aterosclerotica stessa, che restringe il lume dell'arteria coronaria, ma anche la formazione di coaguli di sangue sulla sua superficie. Questo è un segno di instabilità ed è considerato un'indicazione diretta per il trattamento chirurgico mediante stenting.

Tra gli altri metodi diagnostici per l'angina progressiva sono informativi:

  • ECG, che al momento dell'attacco, è possibile identificare un numero di modifiche;
  • L'ecografia del cuore aiuterà a rilevare le aree del cosiddetto sonno del miocardio, che non svolge la sua funzione, ma non è modificato strutturalmente;
  • esame del sangue biochimico;
  • scintigrafia miocardica.

Abbastanza spesso, è necessario distinguere angina progressiva da infarto del miocardio. Insieme ai metodi strumentali di esame, è necessario conoscere i risultati della biochimica del sangue. Prima di tutto, l'attenzione è rivolta al livello delle proteine ​​cardiospecifiche (CK-MB, troponina).

Con il loro aumento significativo, la massiccia necrosi del muscolo cardiaco di solito non causa dubbi. Nel caso di un lieve aumento, la diagnosi rimane dubbia ei pazienti ricevono un trattamento come in un attacco di cuore. Nel riconoscere l'angina, i reclami dei pazienti, la natura, la posizione, l'irradiazione, la durata del dolore, le condizioni del loro verificarsi e i fattori di sollievo di un attacco devono essere presi in considerazione.

La diagnostica di laboratorio comprende uno studio nel sangue di colesterolo totale, AST e ALT, lipoproteine ​​ad alta e bassa densità, trigliceridi, lattato deidrogenasi, creatina chinasi, glucosio, coagulogramma ed elettroliti del sangue. La determinazione delle troponine cardiache I e dei marcatori T che indicano un danno miocardico è di particolare importanza diagnostica.

La rilevazione di queste proteine ​​miocardiche suggerisce microinfarto o infarto del miocardio che si è verificato e può prevenire lo sviluppo di angina post-infarto. L'ECG, assunto all'altezza di un attacco di angina, rivela una diminuzione dell'intervallo ST, la presenza di un'onda T negativa nelle derivazioni toraciche, disturbi della conduzione e ritmo.

Il monitoraggio ECG giornaliero consente di registrare i cambiamenti ischemici o la loro assenza con ogni attacco di angina, frequenza cardiaca, aritmie. L'aumento della frequenza cardiaca prima di un attacco ti consente di pensare all'angina da sforzo, alla normale frequenza cardiaca, all'angina spontanea. EchoCG nell'angina rivela cambiamenti ischemici locali e compromissione della contrattilità miocardica.

Velgo-ergometry (VEM) è un test che mostra il carico massimo che un paziente può sopportare senza la minaccia di ischemia. Il carico viene impostato utilizzando una cyclette per ottenere una frequenza cardiaca submassimale con registrazione ECG simultanea.

Con un campione negativo, la frequenza cardiaca submassimale viene raggiunta in 10-12 minuti. in assenza di manifestazioni cliniche e ECG di ischemia. Un test positivo è considerato accompagnato da un attacco di angina pectoris o uno spostamento di un segmento ST di 1 o più millimetri al momento del carico.

La rilevazione dell'angina pectoris è anche possibile inducendo l'ischemia miocardica transitoria controllata con l'aiuto di prove di stress funzionali (transesofageo atriale di stimolazione) o farmacologiche (isoproterenolo, dipiridamolo).

La scintigrafia miocardica viene eseguita per visualizzare la perfusione del muscolo cardiaco e rilevare i cambiamenti focali in esso. Il tallio della droga radioattiva viene assorbito attivamente dai cardiomiociti vitali e nell'angina, accompagnata dalla coronarosclerosi, vengono rilevate aree focali di perfusione miocardica.

L'angiografia coronarica diagnostica viene effettuata per valutare la localizzazione, il grado e l'estensione della lesione delle arterie del cuore, che consente di decidere sulla scelta del trattamento (conservativo o chirurgico). Il primo metodo diagnostico per identificare questa patologia è una dettagliata e attenta interrogazione del paziente circa le sue sensazioni durante l'attacco, la natura del dolore, la loro durata, i preparativi con cui il paziente sta cercando di rimuovere la sindrome del dolore.

I medici usano anche metodi di ricerca strumentali, tra cui l'ascolto, la percussione e la palpazione dell'area cardiaca, per determinare la natura dei suoni cardiaci, la regolarità del cuore, la presenza di rumore patologico nelle diverse fasi del ciclo cardiaco, i contorni del cuore e le sue caratteristiche di configurazione.

Il successivo metodo più comune per la rilevazione dell'angina è l'elettrocardiografia (ECG), che mostra uno spostamento nel segmento ST e una diminuzione dell'ampiezza dell'onda T. Utilizzare i test di stress (test su una cyclette), ma sono pericolosi per i pazienti, specialmente con un grave grado di malattia.

Ecocardiografia informativa: fornisce informazioni su un aumento costante o periodico delle dimensioni del ventricolo sinistro. L'angiografia coronarica consente di valutare la localizzazione e la gravità della stenosi coronarica e un esame radiografico degli organi del torace offre una panoramica potenzialmente alterata dell'ombra del cuore, dei polmoni e del mediastino.

I metodi di ricerca di laboratorio sono di secondaria importanza: emocromo completo e analisi del sangue biochimica. Permettono di identificare i segni di un processo aterosclerotico che sta iniziando o già esistente al fine di aumentare tali indicatori come le lipoproteine ​​a bassa e bassissima densità e di ridurre le lipoproteine ​​ad alta densità insieme ai trigliceridi.

Diagnosi differenziale dell'angina pectoris

Una diagnosi di angina sulla base della coronarosclerosi deve essere fatta in tutti i casi in cui il paziente può avere aterosclerosi, in particolare la coronarosclerosi, e vi è almeno un quadro cancellato della tipica sindrome del dolore, anche senza dolore acuto grave con irradiazione tipica.

Il più decisivo per la diagnosi di stenocardia non è la forza del dolore e non la classica paura della morte (angoscia), ma la comparsa di sensazioni, anche se non sono caratteristiche del camminare, del lavoro fisico e del tutto scomparire o dopo aver assunto la nitroglicerina.

Il potere del dolore, come detto, è di minore importanza; può variare da una sensazione di grande gravità nella regione del cuore, spremendo con le zecche, a un'oscura spremitura, intorpidimento dietro lo sterno o a sinistra nella direzione del collo o della spalla. Il sequestro è spesso limitato a intorpidimento, una sgradevole sensazione di rigidità nella mano sinistra nella zona della ramificazione del nervo mediano.

Recentemente, stanno cercando di fornire una base oggettiva per la diagnosi di attacchi di angina, conducendo un carico fisico dosato nei pazienti e notando uno spostamento dell'intervallo S - T a un elettrocardiogramma rimosso in questo momento, che è assente durante il carico di lavoro di un cuore sano (il metodo non ha alcun valore indiscutibile).

Avendo diagnosticato una natura stenocardica del dolore, si dovrebbe inoltre stabilire se il paziente ha la sclerosi coronarica o la sindrome da dolore di origine simile non è associata alla sclerosi coronarica.

  1. Riflesso del rospo toracico di origine vagale nella sconfitta degli organi addominali, specialmente nell'ernia diaframmatica dell'isio esofageo, quando la parte cardiaca dello stomaco che è erniata nel petto irrita il vicino nervo - l'inizio del riflesso.

Ulcere peptiche dello stomaco o cancro del cardias in posizione elevata possono anche essere accompagnate dall'angina pectoris riflessa, che viene eliminata dopo la rimozione o la mobilizzazione della parte cardiaca dello stomaco.

L'infiammazione della cistifellea, colica epatica può anche essere accompagnata da angina, e l'operazione di colecistectomia può portare alla cessazione di questi dolori riflessi per anni. Apparentemente, qualsiasi altro organo cavo della cavità addominale, specialmente lo stomaco e l'intestino, può diventare una fonte di riflesso vagale alla circolazione coronarica del cuore se è eccessivamente teso.

Così, Botkin descrive un caso di morte improvvisa, apparentemente di tale origine, causata da un eccessivo stiramento dello stomaco con pancake. È vero, di solito in questo tipo di pazienti, come, ad esempio, la colelitiasi negli anziani obesi, è più corretto sospettare la presenza di sclerosi coronarica con il significato principale di regolazione neurovascolare compromessa.

  • Rospo toracico di natura emodinamica-ischemica, a causa di insufficiente erogazione di ossigeno al cuore con vasi coronarici immodificati a causa di un piccolo volume sistolico, pressione insufficiente nella parte iniziale dell'aorta, sangue povero di ossigeno con grave anemia, gas tossico, ecc., Anche nei pazienti giovani con una forte stenosi reumatica della bocca dell'aorta, gravi attacchi di angina sono possibili a causa di insufficiente pressione del sangue nei seni di Valsalva e quindi insufficiente irrigazione del sangue Modifica delle arterie coronarie, la più drammaticamente esagerata nel difetto cardiaco aortica richiede più ossigeno.

    Anche l'insufficienza valvolare aortica, sebbene meno frequente, porta all'angina pectoris a causa di fluttuazioni di pressione troppo rapide nel sistema arterioso, che non forniscono un costante apporto di sangue al muscolo cardiaco. L'eccessiva tachicardia, ad esempio, la tachicardia parossistica, la tachicardia durante le crisi della malattia di una tomba, può anche interrompere l'afflusso di sangue al miocardio e causare dolori ischemici.

    Nell'anemia grave, come l'anemia maligna con numeri di emoglobina molto bassi (circa il 20% o meno), gli attacchi dolorosi possono essere ugualmente associati a un apporto insufficiente di ossigeno del miocardio e, con un miglioramento della composizione del sangue, gli attacchi cessano.

    La perdita di sangue acuta può anche causare dolori tipo angina. Il collasso con insufficiente apporto di sangue al cuore, per esempio, in una persona che si sta riprendendo da una grave infezione durante i primi passi nel reparto o in un paziente con shock ipoglicemico, può anche essere accompagnato da dolori cardiaci ischemici.

    Naturalmente, qui si dovrebbe anche pensare più spesso alla sclerosi delle arterie coronarie. Quindi, nei pazienti con anemia maligna, specialmente negli uomini anziani con sintomi, apparentemente, di angina anemica, così come nei pazienti con diabete mellito in presenza di angina apparentemente solo ipoglicemica, è spesso grave sclerosi coronarica. Con reumatismi e malattie valvolari aortiche, può anche essere presente una coronarite reumatica e così via.

  • I dolori da angina pectoris possono anche verificarsi a causa di ipertensione in fase di rapido sviluppo nella nefrite acuta, quando il muscolo cardiaco non riesce a fronteggiare un ostacolo improvviso, spesso con lo stesso ridotto flusso sanguigno attraverso le arterie coronarie, e un sovradosaggio di adrenalina quando viene somministrato per via endovenosa.

    Un eccessivo sforzo fisico con un cuore sano ha meno probabilità di causare angina, poiché l'aumento della mancanza di respiro fa smettere di lavorare prima che la carenza di sangue colpisca il miocardio; una significativa espansione del cuore in queste condizioni può causare dolore al cuore, apparentemente dovuto allo stiramento del pericardio.

    Nata dalla nefrite cronica, e ancor più dalla malattia ipertensiva, l'angina pectoris è neurogenica, ma solitamente associata alla sclerosi coronarica. Anche la cosiddetta angina pectoris del tabacco è di natura funzionale, ma è spesso combinata o causa di coronarosclerosi.

    L'angina pectoris deve essere ulteriormente differenziata dal dolore di diversa origine nella regione del cuore, nel torace, che non dipende dall'ischemia miocardica. Aortalgia con aortite sifilitica è caratterizzata da persistenti dolori di contrasto per lo più dietro la presa dello sterno che non sono associati a camminare, non sono alleviati dalla nitroglicerina e sono a riposo, ed è spiegato dal coinvolgimento nel processo infiammatorio degli elementi nervosi della membrana esterna dell'aorta e dei tessuti vicini.

    Questa natura di dolore nella parte superiore del torace si manifesta con evidenza particolare clinicamente con aneurismi a mesh significativi con periaortite. In pratica, l'aortalgia è difficile da distinguere dal dolore anginoso dovuto all'aorta sifilitica con una lesione specifica degli orifizi delle navi coronariche o una complicazione della sclerosi coronarica convenzionale.

    Il dolore nella pericardite acuta è associato ad uno stiramento eccessivo del pericardio quando viene superata la sua funzione di supporto. Con l'accumulo di liquido nel pericardio sotto alta pressione, le arterie coronarie con disturbi circolatori in esse sono apparentemente compresse.

    La patogenesi del dolore nel cuore nella miocardite acuta non è chiara. Forse, si presentano come risultato di un processo cardiopolmonare o della formazione di prodotti metabolici disturbati nel miocardio bruscamente affetto, simili a quelli che si verificano nel tessuto muscolare ischemico del cuore.

    Il dolore nel cuore può essere una manifestazione di malattie degli organi vicini. Tali sono i dolori al petto con pleurite paramediastinica, talvolta con disfagia, diverse dimensioni della pupilla, ecc.:

    • dolore alla spalla, violazione dell'atto respiratorio, con diaframatite,
    • dolore al capezzolo sinistro con nevralgia intercostale, fibrosite, miosite, depositi gottosi, fratture delle costole, osteomielite,
    • periostite, con crampi dolorosi del diaframma nei neuropati, i cosiddetti frenocardici, o quando il diaframma è alto, specialmente nelle donne durante la menopausa.

    In questo gruppo di malattie, la localizzazione del dolore nel capezzolo e il dolore cutaneo nella stessa area sono spesso in primo piano, sebbene tale dolore possa verificarsi con l'angina pectoris tipica di gravità variabile.

    Il rospo toracico è spesso mescolato, infine, con l'asma cardiaco, anche se non c'è quasi nulla in comune nella manifestazione classica di queste sindromi: tuttavia, esse sono in gran parte combinate dalla patogenesi comune e, in alcuni casi, possono essere combinate o alternate nello stesso paziente.

    Caratteristiche del trattamento della malattia

    I sintomi che indicano lo sviluppo di progressiva angina pectoris sono una ragione per il trattamento di emergenza per il medico per un altro regime di trattamento, nonché per la revisione della dose di farmaci usati. Il compito principale degli specialisti in questa fase è prevenire lo sviluppo di infarto e morte.

    Il trattamento dei pazienti con questa malattia viene effettuato in ospedale e richiede un attento monitoraggio da parte dei medici. Il trattamento dell'angina progressiva è complesso e comprende le seguenti attività:

    • trattamento medico prescritto da un cardiologo sulla base dei sintomi della malattia e del benessere generale del paziente.

    Il farmaco è mirato a mantenere il cuore, aumentando l'elasticità dei vasi, e aumentando il loro lume, che migliorerà il processo di fornire al cuore sangue e ossigeno;

  • Il modo corretto di vivere presuppone, prima di tutto, il rifiuto di bere alcolici e fumare. Tutto lo stress fisico ed emotivo deve essere correlato con le capacità del paziente, con l'eccezione completa dovrebbe essere quella che provoca il verificarsi di un attacco;
  • gli esercizi di fisioterapia hanno un effetto benefico sul sistema cardiovascolare, aiutano a liberarsi dalla mancanza di respiro e normalizzano il ritmo cardiaco, tale trattamento viene effettuato sotto l'esame accurato di un medico o di un istruttore di fisioterapia con un'educazione medica;
  • Uno dei metodi non convenzionali di trattamento dell'angina progressiva sono gli esercizi di respirazione, che contribuiscono a una significativa riduzione del numero di attacchi;
  • il trattamento chirurgico viene utilizzato nel caso in cui l'uso della terapia conservativa non ha portato i risultati desiderati. Uno dei metodi di intervento chirurgico è la chirurgia di bypass coronarico, quando una nave con placca di colesterolo viene sostituita con la nave di un altro paziente. Il secondo metodo di trattamento è quello di eseguire l'angioplastica, quando il restringimento del vaso avviene per azione meccanica e l'installazione di un tubo speciale.
  • L'angina progressiva è una malattia piuttosto pericolosa, tuttavia, i moderni metodi di trattamento forniscono rapidi risultati positivi e consentono di dimenticare a lungo i problemi esistenti.

    Terapia farmacologica

    Nominato con l'uso di diversi farmaci di diversi gruppi che influenzano le varie fasi della patogenesi. Effetti dei mezzi applicati:

    1. Antianginosi.
    2. Antiaggregante.
    3. Cardioprotettivo.
    4. Ipolipemizzante.

    L'azione anti-ischemica è caratteristica di nitrati, beta-bloccanti, calcio antagonisti. Ogni gruppo ha un diverso meccanismo di azione. I nitrati creano un deposito nel canale venoso e i beta bloccanti impediscono l'influenza delle catecolamine sul miocardio. Che riduce il suo bisogno di ossigeno. Gli antagonisti del calcio portano alla dilatazione delle arterie, che migliora la circolazione coronarica.

    Sono disponibili farmaci a base di aspirina e agenti anti-coagulazione popolari. Provata la loro efficacia nella prevenzione di incidenti vascolari.

    Per gli scopi cardioprotettivi, è opportuno utilizzare Trimetazidina, che ripristina il bilancio energetico delle cellule danneggiate. L'azione ipolipemizzante è caratteristica delle statine che abbassano i livelli di colesterolo nel sangue, che protegge i vasi sanguigni dalla formazione della placca e dal successivo restringimento.

    La terapia farmacologica è prescritta individualmente, a seconda di quanto gravi siano le condizioni del paziente. Il trattamento con farmaci ha lo scopo di nutrire il miocardio, rinforzando i vasi, allargando il lume dei vasi.

    Trattamento chirurgico

    L'intervento chirurgico viene eseguito solo in situazioni gravi, quando ci sono danni su larga scala al muscolo cardiaco. Più spesso, il paziente è stato prescritto:

    • Innesto di bypass delle arterie coronarie: per creare sangue, creare soluzioni alternative oltre l'arteria interessata.
    • Angioplastica coronarica, quando uno speciale catetere a palloncino viene inserito nell'arteria coronaria, che espande il lume del vaso e stabilizza il flusso sanguigno.
    • Stenting è l'introduzione di uno stent speciale nella nave, che rimane all'interno, espandendo forzatamente il lume.
    • Trapianto di cuore: un trattamento simile per l'angina progressiva viene prescritto a pazienti con grave danno cardiaco, poiché il rischio di morte in questo caso è molto alto.

    La prognosi dipende direttamente dal trattamento, dallo standard di vita del paziente e dal grado di lesioni vascolari, ma in ogni caso è piuttosto sfavorevole, poiché la malattia si sviluppa e provoca danni significativi all'organismo.

    Esercizi di respirazione respiratoria

    L'apparato respiratorio è impegnato nella fornitura di aria nel corpo per arricchirli di ossigeno e consiste in un numero di organi importanti, uno dopo l'altro: la cavità orale e nasale. Sono seguiti dalla faringe e dalla laringe, quindi dalla trachea e dai polmoni. Nell'ultimo sistema respiratorio completa i bronchi e i bronchioli.

    Ciascuno di questi corpi non è solo direttamente interconnesso con i corpi vicini nel sistema, ma svolge anche un ruolo separato. Esercizi di respirazione aiutano a pulire i canali di erogazione di ossigeno al sangue.

    Grazie al noto fisiologo Buteyko nel 1952, la medicina divenne famosa per il suo metodo di trattamento di asma, angina pectoris e anche ipertensione. Inoltre, il metodo è stato molto efficace. Il metodo si basava sul fatto che la causa delle suddette malattie è l'eccessiva ventilazione dei polmoni (in caso contrario, iperventilazione).

    In termini semplici, le persone semplicemente non funzionano correttamente nel sistema respiratorio. Durante il decorso della malattia, il paziente ha difficoltà a respirare e inizia a respirare più spesso e più intensamente, facendo quindi qualche sforzo durante la respirazione e spendendo su di essa energia extra.

    Tale respirazione non è la norma per il corpo umano, e il ritmo attuale porta a frequenti contrazioni polmonari e stenosi vascolare. Di conseguenza, il malfunzionamento del sistema respiratorio porta alla carenza di ossigeno degli organi di tutto l'organismo.

    L'anidride carbonica nel sangue non è in grado di lasciarla rapidamente a causa della stenosi vascolare. Di conseguenza, si accumula nel flusso sanguigno e indugia lì. Tutto ciò porta al funzionamento anormale di tutti gli organi e la malattia progredisce molto più velocemente.

    La ginnastica respiratoria con stenocardia secondo il metodo di Buteyko è molto efficace, poiché mira a normalizzare il funzionamento del sistema respiratorio e, quindi, il normale apporto di ossigeno a tutti gli organi del corpo. Il metodo si basa sulla capacità della persona di possedere e controllare i suoi muscoli respiratori al fine di essere in grado di ridurre la frequenza dei respiri abbastanza da sentire disagio (mancanza di aria).

    La luce respiratoria dovrebbe essere rara, ma allo stesso tempo profonda, come si dice, in tutto il petto. Tale respirazione misurata e calma porta ad una riduzione della stenosi vascolare, nonché ad una diminuzione della frequenza delle contrazioni. Allo stesso tempo, il sistema nervoso si rilassa e i vasi sanguigni si dilatano.

    Quando si eseguono esercizi, il paziente riempie un diario, dove annota la data e l'ora delle lezioni, le pause di controllo (prima, dopo l'esercizio e ogni 5 minuti), la frequenza cardiaca e il benessere. Gli esercizi vengono eseguiti a stomaco vuoto, la respirazione viene eseguita solo con il naso e in silenzio.
    esercizi:

    1. Respirare "parti superiori dei polmoni": 5 secondi - inalare, 5 secondi - espirare, 5 secondi di pausa - massimo rilassamento. Ripeti 10 volte.
    2. Respirazione nello stomaco e nel torace: 7,5 secondi - inspirazione, 7,5 secondi - espirazione, 5 secondi - pausa. Ripeti 10 volte.
    3. Massaggio digitopressione al naso al momento del massimo respiro trattenuto. 1 volta.
    4. Respiro a destra, poi a sinistra metà del naso. 10 volte.
    5. Assorbire l'addome - 7,5 secondi, respiro completo. Quindi l'espirazione massima è di 7,5 secondi, la pausa è di 5 secondi. Ripeti 10 volte.
    6. Massima ventilazione dei polmoni - 12 respiri e respiri profondi per un minuto (5 secondi per inspirare ed espirare). Subito dopo, è necessario eseguire una respirazione massima in attesa della massima espirazione (1 volta).
    7. Respirazione rara (respirazione attraverso i livelli).

    Tutto ciò porta all'arricchimento di tutti gli organi con il contenuto di ossigeno necessario. Durante l'esecuzione degli esercizi di respirazione devi seguire una serie di regole:

    • La regola più importante che deve essere seguita quando si eseguono esercizi di respirazione è fare tutti i movimenti respiratori di tutti i polmoni e non usare solo la loro zona superiore.

    Per far bollire la corretta esecuzione del respiro è necessario prendere una posizione verticale, raddrizzare la schiena e mettere una mano sul petto e l'altra sullo stomaco. Prendendo un respiro profondo, nota che il primo che sei risorto. Se la pancia originariamente si alza, e poi il torace, allora si respira correttamente.

  • È necessario effettuare esercizi di respirazione due volte al giorno, preferibilmente al mattino e alla sera.
  • Per massimizzare l'efficacia di una ginnastica tenuta a stomaco vuoto. È particolarmente importante seguire questa regola per coloro che soffrono di ipertensione e malattie gastrointestinali.
  • Puoi farlo non solo a casa ma anche per strada. Quando fai ginnastica per strada, specialmente quando cammini, non dimenticare che devi alternare inalare e inalare. Quando questo viene inalato attraverso il naso ed espirato per bocca.
  • Quando fai le lezioni a casa, devi ventilare la stanza in anticipo o aprire la finestra.
  • Scegli l'atmosfera giusta. Non dovresti essere disturbato da nulla: spegnere l'interfono, telefonare, oscurare la luce nella stanza. Puoi attivare la musica rilassante.
  • Possibili complicazioni e previsioni

    La prognosi per i pazienti con una diagnosi di malattia coronarica, l'angina con trattamento tempestivo è abbastanza ottimista. Meno del 40% dei pazienti soffre di infarto o muore. Tuttavia, la prognosi in ciascun caso dipende dalla presenza di malattie associate e dallo stadio della malattia.

    L'angina subacuta di riposo e riposo e l'angina acuta di riposo richiedono l'ospedalizzazione del paziente. Nelle prime fasi sono sufficienti monitoraggio e implementazione regolari di tutte le raccomandazioni del cardiologo.

    In caso di trattamento improprio o tardivo, l'angina progressiva può causare complicazioni pericolose, tra cui insufficienza cardiaca cronica (CHF), aritmia, ictus ischemico, asma cardiaco, trombosi coronarica ed edema polmonare.

    Prevenire le convulsioni e abbandonare le cattive abitudini è necessario non solo per coloro che hanno imparato dall'esperienza ciò che è l'angina progressiva, ma anche per le persone sane che sono a rischio di età o malattie correlate.

    In caso di dolore allo sterno, è necessario sottoporsi a una diagnosi completa e ricevere farmaci da prescrizione che ridurranno il rischio di infarto e complicanze pericolose di ischemia. Il trattamento tempestivo è la chiave per una prognosi positiva per il trattamento.

    prevenzione

    Per evitare la progressione della patologia, è necessario seguire le seguenti misure preventive:

    1. Smettere di fumare e abusare di alcool.
    2. Prevenzione di situazioni stressanti e eccessivo stress psico-emotivo.
    3. Controllo del peso corporeo e dieta bilanciata.
    4. Regolare educazione fisica
    5. Misurazione della pressione arteriosa e monitoraggio sistematico del suo livello.
    Angina pectoris insieme ad altre malattie del sistema cardiovascolare è attualmente una delle più comuni malattie umane. Ma il sistema di trattamento efficace e le complesse misure preventive consentono di affrontare in modo efficace tutti i sintomi e le cause della formazione di uno squilibrio dei processi nel miocardio.
    "alt =" ">

    Cos'è l'angina progressiva

    Questa malattia insidiosa spesso accompagna la cardiopatia ischemica e l'aterosclerosi. È caratterizzato da un caratteristico dolore alla pressione nella zona del cuore, a causa di insufficiente flusso sanguigno e ossigeno al muscolo cardiaco, in particolare al miocardio.

    Il pericolo particolare di questa malattia è che, come suggerisce il nome, progredisce, a volte molto rapidamente, aggravando le condizioni del paziente e portando a gravi conseguenze, fino ad un attacco di cuore e alla morte.

    motivi

    Un attacco di angina si verifica quando il miocardio perde ossigeno a causa della ridotta capacità dei vasi nel cuore per un motivo o per un altro.

    • Tutte le informazioni sul sito sono solo a scopo informativo e NON SONO A manuale per l'azione!
    • Solo il MEDICO può fornirti la DIAGNOSI ESATTA!
    • Ti invitiamo a non fare auto-guarigione, ma a registrarti con uno specialista!
    • Salute a te e alla tua famiglia!

    La diminuzione di questa capacità, a sua volta, può essere spiegata da vari fattori congeniti e acquisiti, come diabete, obesità, fumo, stile di vita sedentario, ecc.

    Vale la pena sapere che l'ipertensione, il sangue eccessivamente viscoso incline alla trombosi, il superlavoro e lo stress possono aggravare i sintomi dell'angina pectoris progressiva.

    sintomi

    La gravità e l'intensità dei sintomi dipendono direttamente dallo stadio della malattia:

    • le convulsioni si verificano solo durante periodi di significativo stress fisico o emotivo;
    • i pazienti si lamentano di pressione nella regione del cuore e del torace;
    • È a causa di questa manifestazione di dolore che le persone comunemente chiamano angina pectoris "angina pectoris";
    • Questo stadio è chiamato stress angina pectoris.
    • Caratterizzato da un aumento del dolore, dalla pressione si trasformano in bruciore, diffondendosi attraverso il torace, sotto la scapola sinistra e il braccio. Gli attacchi diventano più prolungati, appaiono più spesso e con carichi molto più piccoli e l'intensità del dolore aumenta.
    • Nei pazienti con angina instabile progressiva, si verifica un graduale peggioramento della salute e, nel tempo, l'emergere di nuovi sintomi, come respiro affannoso, sudorazione, nausea e vomito, vertigini, debolezza, aritmia, ecc.
    • Gli attacchi successivi iniziano a verificarsi periodicamente, anche a riposo. A questo punto, puoi parlare di angina subacuta di stress e riposo.
    • la fase più pericolosa nello sviluppo della malattia è l'angina pectoris acuta;
    • è caratterizzato da attacchi frequenti e duraturi in uno stato di riposo, che sono difficili o impossibili da fermare con farmaci che erano precedentemente efficaci;
    • il grado di dolore diventa più difficile da tollerare, può essere dato al peritoneo e alle gambe;
    • con il rapido sviluppo di angina progressiva instabile può essere un grande pericolo per la vita del paziente;
    • nella terza fase, il rischio di microinfarto e infarto del miocardio, che può portare alla morte, è alto.

    Vale la pena sapere che con un trattamento scorretto, l'angina progressiva può produrre complicazioni pericolose, tra cui trombosi, ictus ischemico, asma cardiaco ed edema polmonare.

    Trattamento dell'angina progressiva

    A seconda dello stadio della malattia e della natura del suo decorso, il metodo di trattamento è individuale per ciascun paziente. Molto spesso, i pazienti con angina progressiva sono collocati in un ospedale sotto la costante supervisione del personale medico. Questo è particolarmente vero nel secondo e nel terzo stadio della malattia.

    Ecco i principali metodi di trattamento per l'angina progressiva:

    Questi metodi sono importanti e con il giusto approccio possono portare notevoli benefici e persino salvare completamente il paziente dall'angina, ma è necessario che il cardiologo esperto si occupi del trattamento dopo una diagnosi approfondita.

    Qual è il rischio di angina progressiva e un elenco delle sue conseguenze - leggi qui.

    Le procedure diagnostiche comprendono un colloquio paziente approfondito, Holter ECG (raccolta dati 24 ore su 24), ecografia cardiaca, radiografie dei vasi coronarici e altri metodi che il medico curante ritiene necessari.

    • La terapia fisica può migliorare significativamente le condizioni del paziente e ridurre il numero di attacchi. Tuttavia, va ricordato che è possibile eseguire gli esercizi solo come prescritto dal medico e sotto il suo controllo, poiché un carico eccessivo può dare l'esatto opposto del risultato desiderato.
    • Una serie ben studiata di esercizi aiuterà a ridurre la mancanza di respiro e stabilizzare il ritmo cardiaco. Inoltre, alcuni medici raccomandano passeggiate lente, sciare e nuotare per l'angina instabile.
    • Una delle cause dell'angina è la trombosi delle navi coronarie e il blocco delle placche di colesterolo. Ecco perché è importante prendere molto sul serio il problema della dieta per i pazienti con angina pectoris.
    • Di norma, tutto ciò che provoca la deposizione di colesterolo - dolce, grasso, carne - è escluso dalla dieta. L'accento, al contrario, è posto su frutta e verdura con un alto contenuto di potassio e magnesio, verdure, pesce e pesce.
    • Come nel caso della cultura fisica, la dieta deve necessariamente essere coordinata con il medico.
    • È estremamente importante per i pazienti con angina progressiva progressiva organizzare la vita in modo tale da minimizzare la possibilità di situazioni stressanti. Potrebbe essere necessario cambiare la modalità del giorno o del programma di lavoro, rivedere i tuoi hobby e la tua cerchia sociale, e magari anche rivolgersi a uno psicologo.
    • Sarebbe anche utile per il paziente padroneggiare le tecniche di sedazione rapida, forse con l'aiuto dell'auto-allenamento. I sedativi popolari, come i preparati lenitivi alle erbe, non saranno danneggiati. Eppure, prima di prendere qualsiasi cosa, dovresti consultare il tuo cardiologo.
    • Ridurre la pressione, ripristinare l'equilibrio salino-acqua del corpo ed eliminare l'aritmia.
      Riduce il carico sul muscolo cardiaco. A causa di ciò, la richiesta di ossigeno miocardico è ridotta e il numero di crisi è ridotto.
    • Prevenire lo sviluppo di aterosclerosi. Prevenire la comparsa di nuove placche di colesterolo e danni a quelli esistenti.
    • Riduzione della trombosi L'aspirina è spesso usata per questo scopo.
    • Preparativi per il sollievo di un attacco. Questo di solito è nitroglicerina.

    Se hai assistito a un attacco di angina, è estremamente importante prendere misure di assistenza pre-ospedaliera, vale a dire:

    • chiamare un'ambulanza;
    • posizionare il paziente, abbassando le gambe mentre ostacola la sua attività fisica;
    • dargli una pillola o una mezza compressa di aspirina e una compressa di nitroglicerina sotto la lingua;
    • aspetto l'arrivo dei dottori, osservando le condizioni del paziente.
    • L'intervento di bypass con arteria coronaria è un tipo di intervento chirurgico che rimuove un frammento di una nave coronarica affetta da una placca di colesterolo.
    • L'angioplastica è un metodo in cui il vaso interessato viene dilatato inserendo un tubo espandibile in esso.

    Entrambi questi metodi mirano a eliminare il flusso sanguigno alterato al cuore e sono molto efficaci nell'angina pectoris.

    Con un trattamento tempestivo e appropriato, l'angina pectoris progressiva viene stabilizzata con successo. Ci sono anche casi in cui la malattia si ritrae di qualche passo indietro e la diagnosi cambia - angina progressiva con un risultato nell'angina da sforzo.

    Al fine di evitare la comparsa o, al più presto, di eliminare l'angina pectoris appena emersa, è necessario considerare attentamente la propria salute, sottoporsi periodicamente a una visita medica e adottare le misure preventive di cui sopra.

    prevenzione

    Come la maggior parte delle malattie, l'angina pectoris è molto più facile da prevenire che combattere. Le misure preventive sono abbastanza semplici. È importante mangiare correttamente, evitando cibi con molto colesterolo - eccessivamente grassi e dolci. Mangia più vitamine e alimenti ricchi di calcio e magnesio.

    È importante esercitarsi ragionevolmente, specialmente se si è generalmente sedentari. Camminare all'aria aperta, andare in bicicletta, nuotare e fare esercizi mattutini non solo aiuta a controllare il peso e rafforzare il cuore, ma ha anche un impatto positivo sullo stato del corpo nel suo insieme.

    Devi pianificare correttamente la tua giornata, in modo da non sovraccaricare il lavoro e non provare tensione nervosa. È consigliabile avere una modalità stabile del giorno per avere abbastanza tempo per dormire e riposare.

    Evitare lo stress aiuterà una visione realistica della vita, un approccio responsabile al lavoro e metodi di rapido compiacimento.

    L'ECG aiuta a diagnosticare l'angina e come decifrarla - vedi qui.

    Qui puoi familiarizzare con la principessa angina.

    È importante abbandonare le cattive abitudini: fumare e bere bevande molto forti.

    L'angina progressiva (codice ICD-10 I 20.0) è una malattia pericolosa che porta con sé molti sintomi e conseguenze spiacevoli.

    Particolarmente attento dovrebbe essere a quelli che hanno una predisposizione ereditaria alle malattie cardiache, così come quelli nel gruppo a rischio - uomini 50-55 anni, donne sopra i 55, pazienti con diabete, fumatori e persone obese.

    Per Saperne Di Più I Vasi