Come trattare il prolasso della valvola mitrale

Un prolasso della valvola mitrale è un cambiamento anatomico delle sue cuspidi e dell'apparato muscolo-legamentoso, che si esprime in tono ridotto, cedimento. Di conseguenza, vi è una violazione dello scopo funzionale: scarsa chiusura dell'orifizio atrioventricolare sinistro durante la sistole ventricolare.

La maggior parte dei pazienti non manifesta alcun sintomo tipico. In alcuni casi, quando prolasso ci sono attacchi di aritmia, dolore nell'area del cuore. Per confermare la connessione, il paziente deve identificare ed escludere varie malattie che colpiscono l'endocardio.

Il valore della struttura e della funzione della valvola mitrale

Lo studio delle diverse varianti del prolasso ha portato alla conclusione che dovrebbe essere attribuito alle caratteristiche innate dello sviluppo delle camere cardiache. La valvola è composta da alette anteriori e posteriori. Sono attaccati da muscoli papillari alla parete del cuore con l'aiuto di sottili fili di corda. Insieme, queste strutture forniscono una chiusura stretta dell'orifizio atrioventricolare durante la sistole ventricolare sinistra. Questa azione impedisce il deflusso di sangue nell'atrio sinistro.

Il lembo anteriore spesso perde tono e cedimenti. Sotto alta pressione di sangue nella cavità del ventricolo, le valvole non chiudono completamente il messaggio all'atrio. Pertanto, parte dei ritorni di flusso (il processo di rigurgito).

La definizione esistente di tre gradi in grandezza della protrusione delle valvole (da 5 mm a 10 o più) non è attualmente rilevante al momento di decidere il trattamento. I cardiologi sono molto più interessati al volume della porzione inversa del sangue. Questa è la parte che "non ottiene" l'aorta e non partecipa alla circolazione sanguigna. Più alto è il volume residuo, più pronunciato è l'effetto del prolasso.

Nella maggior parte dei casi, non si verificano gravi disturbi circolatori pericolosi.

Cosa dovrebbe essere trattato?

Poiché è dimostrato che la valvola mitrale non fa male, il trattamento può riguardare le seguenti aree:

  • terapia della nevrosi vegetativa, eliminando la paura dopo aver rivelato il prolasso;
  • trattamento di endocardite, cardiopatia reumatica, che porta a cambiamenti simili nella valvola;
  • trattamento tempestivo dei fenomeni iniziali di insufficienza cardiaca, aritmie in caso di scompenso delle malattie;
  • eliminazione mirata delle variazioni lorde della valvola chirurgicamente per prevenire la progressione dell'insufficienza circolatoria.

Dovrebbe essere trattato il prolasso congenito?

I cambiamenti congeniti (primari) si riscontrano nel bambino durante l'esame. Molto spesso, queste sono caratteristiche strutturali non pericolose del tessuto connettivo ereditato. Non influenzano lo sviluppo successivo del bambino.

In questi casi, il desiderio del paziente di procedere con il trattamento del prolasso della valvola mitrale è errato, poiché i farmaci che influenzano il cuore non sono necessari in terapia e persino dannosi. È necessario chiarire la relazione causale e l'appropriatezza dell'uso di agenti che agiscono sul sistema nervoso centrale.

Le persone con prolasso congenito non hanno bisogno di limitare lo sforzo fisico. Il desiderio di praticare sport professionistici richiederà ulteriori consultazioni con il medico e lo svolgimento di prove di stress. Non sono raccomandati diversi tipi di lotta, salto in lungo e altezza (il carico associato a bruschi movimenti del corpo).

Cosa fare quando il deterioramento della salute?

In presenza di battito cardiaco, dolore doloroso al cuore, insonnia, irritabilità, ma normali risultati dell'ECG e degli ultrasuoni:

  • è necessario organizzare una modalità di riposo, è meglio rifiutarsi di lavorare di notte;
  • dovrebbe smettere di prendere caffè, bevande alcoliche, tè forte, spezie piccanti, sottaceti;
  • Si raccomanda un trattamento con rimedi popolari di leggero effetto sedativo (tinture e decotti di radice di valeriana, motherwort, salvia, biancospino, tisana con menta e melissa), è possibile utilizzare farmaci pronti dalla farmacia (Novo Passit, Pustyrnik forte) o prepararli da soli;
  • l'eccitazione del sistema nervoso viene rimossa da farmaci contenenti magnesio (Magnerot, vitamina Magnesio B6).

Se l'esame mostra tali cambiamenti sull'ECG come alterato metabolismo miocardico, vengono cambiati i cambiamenti nei processi di ripolarizzazione, l'aritmia di tipo ventricolare, l'allungamento dell'intervallo Q-T, quindi i pazienti:

  • terapia fisica;
  • bagni con ossigenazione, decotto di erbe;
  • psicoterapia con uno specialista, lo sviluppo dell'auto-addestramento;
  • tecniche di fisioterapia (elettroforesi della zona del collo con bromo);
  • massaggio alla schiena e alla colonna vertebrale cervicale;
  • agopuntura.

Terapia farmacologica di disturbi concomitanti nel miocardio

Oltre a tonico e sedativi, secondo la testimonianza del medico prescrive farmaci per migliorare il metabolismo delle cellule del miocardio:

  • carnitina,
  • Vitalayn,
  • Tyson,
  • Panangin o Asparkam,
  • Coenzima Q,
  • Riboksin.

Va notato che questi medicinali non hanno una base di conferma sufficiente sui risultati del loro uso. Tuttavia, i pazienti li considerano efficaci. Si consiglia di utilizzare corsi continui per 2-3 mesi.

Per le aritmie, il medico prescrive beta-bloccanti deboli in un piccolo dosaggio.

Le procedure mediche vengono eseguite sotto il controllo degli studi ECG. La terapia di cui sopra è mirata a compensare i disturbi nevrotici vegetativi e cardiaci, ma non si applica alla valvola mitrale stessa.

Terapia per il prolasso causato da malattie infiammatorie

I pazienti con prolasso della valvola mitrale sono raccomandati per evitare raffreddori, trattare sempre l'angina, monitorare la riabilitazione dei focolai cronici di infiammazione (denti cariati, sinusiti, annessiti, malattie delle vie urinarie e altri). Il fatto è che qualsiasi focolare addormentato prima del tempo può causare rapidamente l'endocardite. I lembi valvolari fanno parte dell'endocardio e allo stesso tempo soffrono di questa malattia.

Il prolasso di origine endocardica si riferisce a lesioni secondarie, non è associato a cambiamenti congeniti, è completamente dipendente dal decorso della malattia principale. La comparsa del prolasso nel quadro ecografico in questi casi indica la transizione dell'infiammazione ai lembi valvolari, l'inizio della formazione di malattie cardiache.

Il volume del rigurgito ha un significato dinamico: il suo aumento conferma l'attacco inosservato di cardite reumatica, endocardite settica che scorre lentamente. Nel trattamento di tali casi è necessario:

  • utilizzare antibiotici (penicillina, bicilina) o da gruppi di riserva secondo i regimi massimi;
  • applicare una terapia anti-infiammatoria con agenti ormonali e non ormonali.

L'obiettivo principale è fermare la distruzione dell'endocardio.

Trattamento del prolasso causato da altre cause

Il prolasso della valvola mitrale può formarsi con grave distensione (dilatazione) o ipertrofia ventricolare sinistra. Tali cambiamenti si verificano nel caso di cardiomiopatia, ipertensione, con un esteso infarto miocardico (in particolare con l'esito dell'aneurisma a parete).

I sintomi di scompenso cardiaco del paziente aumentano e appare quanto segue:

  • debolezza
  • mancanza di respiro
  • gonfiore,
  • dolori al cuore durante i movimenti.

Grave aritmia può verificarsi.

Nel trattamento dei farmaci usati:

  • dilatazione delle arterie coronarie;
  • riduzione del consumo di ossigeno miocardico;
  • farmaci antiaritmici;
  • glicosidi diuretici e cardiaci.

Tutti i farmaci sono prescritti dal medico in ogni caso singolarmente.

Quando viene utilizzato il metodo chirurgico?

Gli approcci chirurgici possono essere di due tipi:

  1. fissazione delle cuspidi recise (chiusura dei fili della corda, creazione di un meccanismo per trattenere le cuspidi);
  2. Sostituzione della valvola su una protesi artificiale.

Indicazioni per il trattamento chirurgico:

  • trattamento inefficace di endocardite con antibiotici e vari farmaci anti-infiammatori;
  • insufficienza circolatoria fase 2B, l'incapacità di usare o la mancanza di risultati dall'uso di glicosidi cardiaci, diuretico;
  • attacchi ripetuti di fibrillazione atriale;
  • sviluppo di ipertensione nell'arteria polmonare.

Esistono indicatori standard dei disturbi circolatori, che vengono guidati dai medici nel decidere se l'operazione è opportuna:

  • flusso di rigurgito superiore al 50%;
  • frazione di eiezione residua inferiore al 40%;
  • l'aumento della pressione nell'arteria polmonare è superiore a 25 mm Hg;
  • un aumento del volume della cavità del ventricolo sinistro durante il rilassamento diastolico di 2 o più volte.

Caratteristiche del trattamento del prolasso nei bambini

Nell'infanzia, i cambiamenti nella valvola mitrale possono essere rilevati per caso, combinati con una violazione della struttura di altre valvole, malformazioni congenite. Molto spesso, questi cambiamenti avvengono favorevolmente. Il bambino deve essere protetto dalle malattie infettive acute. La supervisione clinica da parte di un cardiologo 2 volte all'anno mostrerà un ulteriore sviluppo della patologia e la necessità di un trattamento preventivo.

Se il prolasso viene rilevato durante la gravidanza?

Cambiamenti nella valvola mitrale rilevati durante l'esame delle donne in gravidanza. Di solito erano fin dall'infanzia, ma non si preoccupavano e non richiedevano alcuna diagnosi.

La futura madre dovrebbe essere rassicurata: il prolasso non minaccia il bambino e il corso della gravidanza. È un'altra questione se vengono rilevati contemporaneamente patologia cardiaca, reumatismi o malattie gravi.

In ogni caso, gli ostetrici considerano questi cambiamenti nella pianificazione del lavoro, nel trattamento preventivo di una donna incinta.

Le persone con prolasso della valvola mitrale dovrebbero capire che il grado di rigurgito ricorrente durante la vita può variare. Pertanto, è necessario sottoporsi a un esame annuale e rispettare i requisiti del medico per il trattamento preventivo delle malattie associate.

Prolasso della valvola mitrale: cause, tipi, sintomi, diagnosi e trattamento

Il prolasso della valvola mitrale (PMK) è uno dei difetti cardiaci, durante il quale, nella contrazione del ventricolo sinistro, vi è un pronunciato grado variabile di flessione, o protrusione dei lembi della valvola mitrale, che porta al rigurgito (ritorno) del sangue dal ventricolo all'atrio. Nella maggior parte dei casi, questa anomalia non è pericolosa e una persona può vivere una vita senza conoscere la sua esistenza. Questa patologia della valvola mitrale viene spesso rilevata accidentalmente durante un esame cardiologico di routine (ECG, ecografia del cuore, ecc.) E si verifica nel 20-25% delle persone assolutamente sane che non sono mai state viste da un cardiologo.

Solo in rari casi, il PMH si fa sentire un dolore periodico nel cuore, palpabili battiti del cuore, disturbi del ritmo cardiaco, ecc. In tali situazioni, il medico decide di condurre un esame cardiologico completo ripetuto e dopo aver analizzato i dati sui disturbi emodinamici nelle cavità cardiache convenienza della prescrizione di terapia farmacologica. L'intervento chirurgico per la correzione di MVP è prescritto in casi eccezionali: solo quando vengono rilevate anomalie grossolane nella struttura e nel funzionamento delle sue valvole.

motivi

I cardiologi identificano due ragioni principali per lo sviluppo di MVP:

  • prolasso congenito - questa anomalia si sviluppa con debolezza congenita del tessuto connettivo e di solito è ereditaria, nella maggior parte dei casi questa condizione è considerata una caratteristica del cuore, non comporta alcun disturbo grave nel funzionamento del cuore e non ha bisogno di cure;
  • prolasso acquisito - questa anomalia della struttura delle cuspidi della valvola è causata da varie malattie (mal di gola, scarlattina, reumatismi, cardiopatia coronarica, infarto miocardico) o trauma toracico, in alcuni casi questa cardiopatia può portare a un disturbo emodinamico pronunciato e necessita di trattamento.

Questi due tipi di MVP hanno luogo in modo diverso e richiedono approcci diversi per il loro trattamento e osservazione.

Prolasso congenito

L'MVP congenito inizia a formarsi per via intrauterina e, dopo la nascita di un bambino, questa patologia è associata a manifestazioni di distonia vegetativa-vascolare. Nella maggior parte dei casi, le malattie cardiache non si manifestano e tutti i sintomi sono causati da disturbi nel sistema nervoso.

sintomi

Questi bambini hanno spesso dolori episodici nel cuore e nel petto. Possono essere causati da un disturbo nel funzionamento del sistema nervoso e apparire dopo situazioni stressanti o sovraccarico emotivo. I dolori sono formicolio o doloranti e non sono accompagnati da vertigini, mancanza di respiro o perdita di coscienza. A volte durano pochi secondi o minuti, ma la loro durata può essere di diverse ore o addirittura giorni.

Un bambino con distonia vegetativa-vascolare può sperimentare sentimenti di "insufficienza cardiaca", attacchi di cuore e mal di testa. Questi sintomi non sono associati a compromissione del funzionamento del cuore a causa di un difetto della valvola mitrale e hanno una caratteristica caratteristica: compaiono e scompaiono improvvisamente e non sono mai associati a vertigini o perdita di coscienza.

Episodi di sincope con MVP congenito sono estremamente rari e sono anche causati dalla distonia vegetativa-vascolare. Tale svenimento si verifica in stanze soffocanti o è associato a emozioni negative e forti (paura acuta, paura). Si rimuovono facilmente dopo aver schiaffeggiato il viso e fornito aria fresca.

Le persone con MVP congenito hanno spesso le seguenti caratteristiche nel loro fisico:

  • arti lunghi e sottili;
  • crescita sopra la media;
  • faccia allungata;
  • ipertensione della pelle;
  • iper mobilità delle articolazioni, ecc.

Il prolasso congenito può essere combinato con altre patologie causate da un difetto del tessuto connettivo: miopia, disturbi della sistemazione, flat-footedness, strabismo, ecc.

Diagnosi e classificazione

Il metodo diagnostico più efficace per l'MVP congenito è l'ecocardiografia. Permette di determinare non solo il grado di protrusione delle valvole della valvola, ma anche di calcolare il volume del rigurgito ematico.

Il grado di prolasso è determinato dalla dimensione della protrusione della valvola mitrale:

  • 1 grado - fino a 5 mm;
  • 2 gradi - fino a 9 mm;
  • 3 gradi - 10 mm e oltre.

Se necessario, possono essere prescritti altri metodi diagnostici:

  • ECG;
  • Holter ECG;
  • radiografia del torace;
  • esami clinici del sangue e delle urine;
  • biochimica del sangue.

trattamento

Nella maggior parte dei casi, l'MVP congenito non richiede un trattamento cardiaco. Tali pazienti devono sottoporsi a un'ecocardiografia di controllo 1-2 volte l'anno e essere monitorati da un cardiologo. I bambini con una tale caratteristica della struttura del cuore sono consigliati giochi all'aperto, nuoto e educazione fisica o sport leggeri. La decisione su attività fisiche o sportive gravi, che richiedono carichi pesanti, viene presa individualmente.

Per l'ansia grave, mal di testa, attacchi di cuore e altri segni di distonia vegetativa-vascolare, l'osservazione da parte di un neurologo, che può raccomandare l'assunzione di farmaci per normalizzare il sistema nervoso, è raccomandata. Nella maggior parte dei casi, tutti questi sintomi possono essere attenuati assumendo sedativi a base di erbe (Persen, Novo-Passit, preparati di valeriana, ecc.). Oltre a tali farmaci, possono essere prescritti farmaci o integratori alimentari con magnesio (Magnerot, magnesio attivo Doppelgerz + vitamine del gruppo B, magnesio B6).

Se viene rilevato un significativo rigurgito ematico, che è accompagnato da mancanza di respiro, grave debolezza, mal di testa e aumento del dolore al cuore durante lo sforzo fisico, il cardiologo può prescrivere un complesso di farmaci per normalizzare il funzionamento del cuore. La necessità di tale terapia è determinata strettamente individualmente.

Prolasso acquisito

La gravità dei sintomi e il trattamento per l'MVP acquisita dipende dalle cause che lo hanno causato.

sintomi

Questa malattia cardiaca viene spesso rilevata durante un'ecografia del cuore dopo malattie come scarlattina, tonsillite o reumatismi. Queste patologie spesso causano malattie cardiache reumatiche, che portano alla deformazione della valvola mitrale. In questi casi, il paziente si lamenta di:

  • vertigini;
  • una brusca diminuzione della tolleranza all'esercizio;
  • palpitazioni;
  • mancanza di respiro.

Il PMH acquisito può anche essere provocato da malattie del sistema cardiovascolare (per esempio, IHD), che sono più spesso osservate in età matura o anziana. In tali casi, il quadro clinico del prolasso acquisito appare alquanto diverso, il paziente lamenta:

  • frequente dolore al cuore, che può essere eliminato assumendo nitroglicerina;
  • mancanza di respiro anche con un leggero sforzo;
  • sentimenti di "interruzione" nel lavoro del cuore.

Inoltre, MVP può essere il risultato di lesioni al torace che hanno portato alla rottura dei muscoli o degli accordi papillari. In tali casi, il paziente ha osservato:

  • sentimenti di "interruzione" nel lavoro del cuore;
  • palpitazioni cardiache;
  • mancanza di respiro a riposo o dopo un minimo esercizio;
  • grave debolezza;
  • tosse;
  • espettorato rosa schiumoso.

diagnostica

Per l'esame di un paziente con sospetto acquisito MVP, gli stessi metodi di ricerca sono utilizzati per esaminare un paziente con prolasso congenito. Identificazione della causa che ha portato allo sviluppo di una tale malattia cardiaca, da allora influenza la selezione delle tattiche per ulteriori trattamenti. A tal fine, viene raccolta una storia più approfondita delle malattie precedenti e possono essere prescritti metodi di esame aggiuntivi.

trattamento

Il trattamento dell'MVP acquisito nella maggior parte dei casi viene effettuato in un ospedale cardiologico. Si consiglia ai pazienti di aderire alla modalità letto o mezzo letto, di abbandonare le cattive abitudini e di mantenere la dieta.

Quando reumatico, cioè una ragione infettiva per lo sviluppo di questa malattia cardiaca, al paziente viene prescritto un ciclo di terapia antibiotica per eliminare la cardiopatia reumatica. Per fare questo, applicare antibiotici dal gruppo di penicilline (Billillin, Vancomicina, ecc.). Se un paziente ha un rigurgito ematico significativo e aritmie, possono essere prescritti altri farmaci, che mirano ad eliminare i sintomi (diuretici, antiaritmici, ipotensivi, ecc.). Il complesso di terapia e il dosaggio di farmaci in questi casi possono essere selezionati solo individualmente. La questione dell'eventuale necessità di un intervento chirurgico viene risolta allo stesso modo.

Per il trattamento dell'MVV, che è stato causato da patologie cardiache, i farmaci vengono utilizzati per trattare la malattia di base. Tale terapia è finalizzata alla normalizzazione della circolazione sanguigna e all'eliminazione dell'ipertensione arteriosa e delle aritmie, e con l'inefficacia del trattamento farmacologico, al paziente può essere raccomandato un intervento chirurgico finalizzato all'eliminazione del difetto della valvola mitrale.

Particolare attenzione è rivolta ai casi di MVP, che sono stati causati da trauma toracico. Dopo la correzione della condizione con l'aiuto di farmaci, il paziente sta subendo un intervento chirurgico per stabilizzare il funzionamento della valvola mitrale. Tali pazienti hanno bisogno di ricovero ospedaliero e osservazione attenta. Se compare tosse con catarro rosa, l'assistenza medica dovrebbe essere fornita immediatamente, dal momento che qualsiasi ritardo può essere fatale.

complicazioni

Complicazioni in MVP leggero congenito si verificano molto raramente. Nella maggior parte dei casi, si verificano in caso di una patologia congenita o di un prolasso, che si è sviluppata sullo sfondo di una lesione al torace o di una malattia cardiaca.

Con un decorso sfavorevole di questa malattia cardiaca, tali complicazioni sono possibili:

  1. Insufficienza mitrale - innescata dalla separazione dei fili del tendine dalle ante delle valvole. Quando si sviluppa, il paziente ha un respiro fluttuante, respiro affannoso nei polmoni e mancanza di respiro, che induce il paziente a prendere una posizione seduta (quando il corpo è orizzontale, aumenta drammaticamente). Segni di insufficienza mitralica indicano la necessità di ecocardiografia. Nel confermare tale patologia, al paziente viene mostrata un'operazione chirurgica per la sostituzione (protesi) della valvola mitrale.
  2. Le aritmie sono causate da una ridotta circolazione del sangue e possono peggiorare significativamente le condizioni del paziente e la sua qualità di vita. Si manifestano con grave debolezza, attacchi di vertigini, svenimenti e "interruzioni" nel lavoro del cuore. Per la loro eliminazione, i farmaci antiaritmici sono prescritti al paziente (Amiodarone, Amiocardina, Rittiodaron, Darob, Sotalex, ecc.).
  3. Endocardite infettiva: una complicanza così grave spesso diventa il risultato di vari interventi chirurgici (aborti, estrazione dei denti, ecc.). Con l'infiammazione della valvola cardiaca, il paziente avverte una marcata debolezza, febbre, abbassamento della pressione sanguigna, dolore doloroso alle articolazioni e tachicardia. Il trattamento di tali complicanze deve essere effettuato solo in ospedale.
  4. Morte improvvisa - tale complicazione può verificarsi in pazienti con insufficienza mitralica, grave aritmia ventricolare e grave instabilità elettrica. Secondo le statistiche, la morte nel PMH è rara.

Nonostante il fatto che il prolasso della valvola mitrale abbia raramente un decorso maligno e causi gravi complicazioni, la malattia necessita ancora di osservazione medica e monitoraggio costanti. Non trascurare le raccomandazioni del medico e nel tempo superare gli esami di controllo con un cardiologo. Tali misure ti aiuteranno a prevenire la progressione di questa malattia e manterrai la tua salute e la tua capacità di lavorare.

Quale dottore contattare

Un paziente con prolasso della valvola mitrale è visto da un cardiologo. Nei casi più gravi, è indicata una visita al cardiochirurgo. Nei casi di grave disfunzione autonomica nei bambini con prolasso congenito, il neurologo aiuterà a migliorare la condizione. Un medico diagnostico funzionale o ecografico competente che esegue un'ecocardiografia svolge un ruolo molto importante nella diagnosi della malattia.

Prolasso della valvola mitrale

Prolasso della valvola mitrale - prolasso sistolico delle valvole mitrali nell'atrio sinistro. Il prolasso della valvola mitrale può manifestarsi come aumento della fatica, mal di testa e vertigini, mancanza di respiro, dolore cardiaco, svenimento, palpitazioni e senso di interruzione. La diagnosi strumentale del prolasso della valvola mitrale si basa su EchoCG, ECG, fonocardiografia, monitoraggio Holter, radiografia. Il trattamento del prolasso della valvola mitrale è prevalentemente sintomatico (antiaritmico, sedativo, anticoagulante); con grave rigurgito, è indicata la sostituzione della valvola mitrale.

Prolasso della valvola mitrale

Il prolasso della valvola mitrale è un difetto valvolare caratterizzato dalla protrusione di una o di entrambe le valvole della valvola atrioventricolare sinistra nella cavità atriale durante la sistole. In cardiologia, il prolasso della valvola mitrale utilizzando vari metodi (auscultazione, ecocardiografia, fonocardiografia) è rilevato nel 2-16% dei bambini, di solito all'età di 7-15 anni. L'incidenza del prolasso della valvola mitrale in varie lesioni del cuore è significativamente più alta che nei soggetti sani: con difetti cardiaci congeniti - 37%, con reumatismi - 30-47% e con malattie cardiache ereditarie - 60-100%. Nella popolazione adulta, la frequenza del prolasso della valvola mitrale è del 5-10%; difetto valvolare viene diagnosticato principalmente nelle donne 35-40 anni.

Cause del prolasso della valvola mitrale

A rigor di termini, il prolasso della valvola mitrale non è una malattia indipendente, ma una sindrome clinica e anatomica, che si manifesta in varie forme nosologiche. Prendendo in considerazione l'eziologia, si distinguono il prolasso della valvola mitrale secondaria (idiopatico, congenito) e secondario.

Il prolasso idiopatico della valvola mitrale è causato dalla displasia congenita del tessuto connettivo, sullo sfondo del quale si notano anche altre anomalie dell'apparato valvolare (allungamento o accorciamento degli accordi, loro attaccamento improprio, presenza di accordi addizionali, ecc.). Un difetto congenito del tessuto connettivo è accompagnato da una degenerazione mixomatosa strutturale delle valvole mitrali e dalla loro aumentata duttilità. La displasia del tessuto connettivo è causata da vari fattori patologici che agiscono sul feto - SARS di una donna incinta, gestosi, rischi professionali, condizioni ambientali avverse, ecc. Nel 10-20% dei casi, il prolasso della valvola mitrale congenita viene ereditato attraverso la linea della madre.

Il prolasso della valvola mitrale è incluso nella struttura di alcune sindromi ereditarie (sindrome di Ehlers-Danlos, sindrome di Marfan, aracnodattilia con contrattura congenita, osteogenesi imperfetta e pseudoxantomia elastica).

L'origine del prolasso della valvola mitrale secondaria può essere dovuta a cardiopatia ischemica, infarto del miocardio, reumatismi, lupus eritematoso sistemico, la miocardite, la cardiomiopatia ipertrofica, infarto la distrofia, distonia autonomica, disturbi endocrini (ipertiroidismo), trauma toracico. In questi casi, il prolasso della valvola mitrale è il risultato di un danno acquisito alle strutture valvolari, ai muscoli papillari, alla disfunzione miocardica. A sua volta, la presenza di prolasso della valvola mitrale può causare lo sviluppo di insufficienza mitralica.

Nella patogenesi del prolasso della valvola mitrale, un ruolo significativo è giocato dalla disfunzione del sistema nervoso autonomo, da disordini metabolici e da una carenza di ioni magnesio.

Caratteristiche di emodinamica nel prolasso della valvola mitrale

La valvola mitrale è una cavità divisoria a due foglie dell'atrio sinistro e del ventricolo. Con l'aiuto degli accordi, le valvole della valvola sono attaccate ai muscoli papillari che si estendono dal fondo del ventricolo sinistro. Normale nella fase diastolica, le valvole mitrali si allentano, fornendo un flusso sanguigno libero dall'atrio sinistro al ventricolo sinistro; durante la sistole, sotto pressione di sangue, le valvole si aprono, chiudendo l'apertura atrioventricolare sinistra.

Con il prolasso della valvola mitrale a causa di inferiorità strutturale e funzionale dell'apparato valvolare nella fase della sistole le pieghe della valvola mitrale si piegano nella cavità dell'atrio sinistro. In questo caso, l'orifizio atrioventricolare può sovrapporsi completamente o parzialmente - con la formazione di un difetto attraverso il quale si verifica il flusso di sangue inverso dal ventricolo sinistro all'atrio sinistro, cioè si sviluppa il rigurgito mitralico.

Durante la formazione dell'insufficienza mitralica, diminuisce la contrattilità del miocardio, che predetermina lo sviluppo dell'insufficienza circolatoria. Nel 70% dei casi, il prolasso della valvola mitrale primaria è accompagnato da ipertensione polmonare borderline. Da parte di emodinamica sistematica, l'ipotensione è annotata.

Classificazione del prolasso della valvola mitrale

Dal punto di vista dell'approccio eziologico, distinguere tra prolasso della valvola mitrale primario e secondario. Secondo la localizzazione del prolasso, il prolasso anteriore, posteriore e entrambe le cuspidi della valvola mitrale sono isolate. Data la presenza o l'assenza dei fenomeni sonori udibili, essi parlano di una forma "silenziosa" e auscultatoria della sindrome.

Sulla base dei dati EchoCG, ci sono 3 gradi di severità del prolasso della valvola mitrale:

  • Grado I - volantini della valvola mitrale prolassati di 3-6 mm;
  • Grado II - volantini della valvola mitrale prolassati fino a 6-9 mm;
  • Grado III: prolasso della valvola mitrale oltre 9 mm.

Tenendo conto del tempo di insorgenza del prolasso della valvola mitrale rispetto alla sistole, si distingue un prolasso olosistolico precoce e successivo. Il grado di rigurgito mitralico non sempre corrisponde alla gravità del prolasso della valvola mitrale, pertanto, è classificato separatamente, secondo l'ecocardiografia Doppler:

  • Grado I - rigurgito mitralico si verifica a livello fogliare;
  • Grado II - l'ondata di rigurgito raggiunge il centro dell'atrio sinistro;
  • Grado III: l'ondata di rigurgito raggiunge l'estremità opposta dell'atrio.

Sintomi del prolasso della valvola mitrale

La gravità dei sintomi clinici del prolasso della valvola mitrale varia da minima a significativa ed è determinata dal grado di displasia del tessuto connettivo, dalla presenza di rigurgito e da anomalie autonome. In alcuni pazienti non ci sono lamentele e il prolasso della valvola mitrale è un reperto casuale durante l'ecocardiografia.

Bambini con primaria prolasso della valvola mitrale spesso individuati ernie ombelicali e inguinali, displasia, ipermobilità articolare, scoliosi, piede piatto, deformità toracica, miopia, strabismo, Nephroptosis, varicocele, indicando violazione delle strutture del tessuto connettivo. Molti bambini sono soggetti a frequenti raffreddori, mal di gola, esacerbazioni di tonsillite cronica.

Molto spesso, prolasso della valvola mitrale è accompagnata da sintomi di neuro distonia: falsa angina, tachicardia e interruzioni del lavoro del cuore, vertigini e svenimenti, crisi vegetative, eccessiva sudorazione, nausea, una sensazione di "nodo alla gola" e la mancanza di aria, emicrania mal di testa. Con disturbi emodinamici significativi, mancanza di respiro, stanchezza. Il decorso del prolasso della valvola mitrale è caratterizzato da disturbi affettivi: stati depressivi, senestopatia, complesso sintomatologico astenico (astenia).

Le manifestazioni cliniche del prolasso della valvola mitrale secondaria sono associate a sintomi della malattia di base (cardiopatia reumatica, cardiopatie congenite, sindrome di Marfan, ecc.). Tra le possibili complicanze del prolasso della valvola mitrale, le aritmie potenzialmente letali, l'endocardite infettiva, la sindrome tromboembolica (incluso l'ictus, l'EP), si verifica una morte improvvisa.

Diagnosi del prolasso della valvola mitrale

Nella forma "muta" del prolasso della valvola mitrale, i segni auscultativi sono assenti. La variante di emergenza del prolasso della valvola mitrale è caratterizzata da scatti isolati, soffi sistolici tardivi e soffi voco-sistolici. La fonocardiografia documenta i fenomeni sonori da ascoltare.

Il metodo più efficace per rilevare il prolasso della valvola mitrale è un ecografia del cuore, che consente di determinare il grado di prolasso delle valvole e il volume di rigurgito. Con displasia diffusa del tessuto connettivo, dilatazione dell'aorta e dell'arteria polmonare, prolasso tricuspidale, finestra ovale aperta può essere rilevata.

Radiograficamente, di regola, vengono rilevate dimensioni ridotte o normali del cuore, rigonfiamento dell'arteria polmonare. ECG e monitoraggio ECG registrato disturbi persistenti o transitori ripolarizzazione nel miocardio ventricolare, aritmie (tachicardia sinusale, extrasistoli, tachicardia parossistica, bradicardia sinusale, sindrome di WPW, fibrilloflutter). Quando rigurgito mitrale grado II-III, aritmie cardiache, insufficienza cardiaca viene eseguita studio elettrofisiologico del cuore, veloergometry.

Il prolasso della valvola mitrale deve essere differenziato da difetti cardiaci congeniti e acquisiti, aneurisma del setto interatriale, miocardite, endocardite batterica, cardiomiopatia. È consigliabile coinvolgere vari specialisti nella diagnosi e nel trattamento del prolasso della valvola mitrale: un cardiologo, un neurologo, un reumatologo.

Trattamento del prolasso della valvola mitrale

La tattica di gestione del prolasso della valvola mitrale tiene conto della gravità dei sintomi clinici dello spettro vegetativo e cardiovascolare, in particolare il decorso della malattia di base. Le condizioni obbligatorie sono la normalizzazione della routine quotidiana, il lavoro e il riposo, il sonno adeguato, l'attività fisica misurata. Le attività non farmacologiche comprendono l'auto-allenamento, la psicoterapia, la fisioterapia (elettroforesi con bromo, magnesio sulla zona collo-collo), l'agopuntura, le procedure idriche e il massaggio spinale.

Il trattamento medico per il prolasso della valvola mitrale destinato a eliminare le manifestazioni vegetative, la prevenzione della degenerazione del miocardio, la prevenzione di endocardite infettiva. I pazienti con gravi sintomi di prolasso della valvola mitrale nominato sedativi kardiotrofiki (inosina, potassio e magnesio aspartato, vitamine, carnitina), beta-bloccanti (propranololo, atenololo), anticoagulanti. Durante la pianificazione di piccoli interventi chirurgici (estrazione del dente, tonsillectomia, ecc.), Vengono mostrati i corsi di terapia antibiotica preventiva.

Con lo sviluppo di rigurgito mitralico emodinamicamente significativo, la progressione dello scompenso cardiaco, vi è la necessità di sostituzione della valvola mitrale.

Previsione e prevenzione del prolasso della valvola mitrale

Il prolasso della valvola mitrale asintomatica è caratterizzato da una prognosi favorevole. Tali pazienti hanno mostrato un'ecocardiografia di follow-up e dinamica una volta ogni 2-3 anni. La gravidanza non è controindicata, tuttavia, la gestione della gravidanza nelle donne con prolasso della valvola mitrale viene eseguita da un ostetrico-ginecologo insieme a un cardiologo. La prognosi del prolasso della valvola mitrale secondaria dipende in gran parte dal decorso della malattia di base.

La prevenzione del prolasso della valvola mitrale comporta l'eliminazione degli effetti avversi sul feto in via di sviluppo, la rilevazione tempestiva di malattie che causano danni all'apparato valvolare del cuore.

Prolasso della valvola mitrale: sintomi, trattamento e prognosi

Prolasso della valvola mitrale (PMK) è il cedimento delle cuspidi della valvola mitrale verso l'atrio sinistro durante la contrazione del ventricolo sinistro. Questa malattia cardiaca porta al fatto che durante la riduzione del ventricolo sinistro del sangue viene gettato nell'atrio sinistro. Il PMK è più comune nelle donne e si sviluppa all'età di 14-30 anni. Nella maggior parte dei casi, tale anormalità del cuore è asintomatica e non è facile da diagnosticare, ma in alcuni casi il volume di sangue colato è troppo grande e richiede un trattamento, a volte persino una correzione chirurgica.

Parleremo di questa patologia in questo articolo: sulla base di ciò che viene diagnosticato con PMH, è necessario trattarlo, e anche qual è la prognosi per le persone che soffrono di una malattia.

motivi

Le ragioni per lo sviluppo del prolasso della valvola mitrale non sono completamente comprese, ma la medicina moderna è consapevole che la formazione delle valli valvolari è dovuta a patologie del tessuto connettivo (con osteogenesi imperfetta, pseudoxantoma elastico, sindromi di Marfan, Ehlers-Danlos, ecc.).

Questa malattia cardiaca può essere:

  • primario (congenito): si sviluppa a causa della degenerazione mixomatosa (patologia congenita del tessuto connettivo) o degli effetti tossici sul cuore del feto durante la gravidanza;
  • secondaria (acquisita): si sviluppa sullo sfondo di malattie associate (reumatismi, cardiopatia ischemica, endocardite, lesioni al torace, ecc.).

Sintomi di MVP congenito

Con l'MVP congenito, i sintomi causati da alterata emodinamica sono estremamente rari. Questa malattia cardiaca si trova più spesso in persone magre con alta statura, arti lunghi, maggiore elasticità della pelle e articolazioni ipertrofiche. Una concomitante patologia del prolasso della valvola mitrale congenita è spesso la distonia vegetativa-vascolare, che causa un certo numero di sintomi, spesso erroneamente "attribuiti" alle malattie cardiache.

Tali pazienti lamentano spesso dolore al petto e al cuore, che, nella maggior parte dei casi, è causato da disturbi nel funzionamento del sistema nervoso e non è associato a disturbi emodinamici. Si presenta sullo sfondo di una situazione stressante o di un sovraccarico emotivo, è formicolio o dolorante in natura e non è accompagnato da mancanza di respiro, pre-incoscienza, vertigini e aumento dell'intensità del dolore durante lo sforzo fisico. La durata del dolore può variare da pochi secondi a diversi giorni. Questo sintomo richiede una visita dal medico solo quando vi sono associati altri segni: mancanza di respiro, vertigini, aumento delle sensazioni dolorose durante l'esercizio e condizione di svenimento.

Con aumento dell'eccitabilità nervosa, i pazienti con PMK possono sentire il battito del cuore e "interruzioni nel lavoro del cuore". Di regola, non sono causati da disturbi nel funzionamento del cuore, durano per un breve periodo, non sono accompagnati da un improvviso svenimento e scompaiono rapidamente da soli.

Inoltre, nei pazienti con MVP possono esserci altri segni di distonia vegetativa-vascolare:

  • dolore addominale;
  • mal di testa;
  • Condizione "subfebrile" irragionevole (aumento della temperatura corporea entro 37-37,9 ° C);
  • sensazione di un nodo alla gola e sentimenti di mancanza d'aria;
  • minzione frequente;
  • aumento della fatica;
  • bassa resistenza allo sforzo fisico;
  • sensibilità alle variazioni del tempo.

In rari casi, con MVP congenito, il paziente ha svenimenti. Di norma, sono causati da gravi situazioni di stress o appaiono in una stanza soffocante e scarsamente ventilata. Per eliminarli, è sufficiente eliminare la loro causa: fornire aria fresca, normalizzare le condizioni di temperatura, calmare il paziente, ecc.

Nei pazienti con malattia della valvola mitrale congenita sullo sfondo della distonia vegetativa-vascolare, in assenza di correzione dello stato psicoemotivo patologico, si possono osservare attacchi di panico, depressione, predominanza di ipocondria e astenia. A volte questi disturbi causano lo sviluppo dell'isteria o della psicopatia.

Inoltre, i pazienti con MVP congenito hanno spesso altre patologie associate alla patologia del tessuto connettivo (strabismo, miopia, disturbi della postura, flat-footedness, ecc.).

La gravità dei sintomi di MVP dipende in larga misura dal grado di rilassamento delle valvole valvolari nell'atrio sinistro:

  • Grado I - fino a 5 mm;
  • II grado - da 6-9 mm;
  • Grado III - fino a 10 mm.

Nella maggior parte dei casi, quando I-II grado, questa anomalia della struttura della valvola mitrale non porta a violazioni significative nell'emodinamica e non provoca sintomi gravi.

Sintomi del PMK acquisito

La gravità delle manifestazioni cliniche di MVP acquisita dipende in gran parte dalla causa provocatoria:

  1. Quando il PMK, che è stato causato da malattie infettive (angina, reumatismi, scarlattina), il paziente mostra segni di infiammazione dell'endocardio: diminuzione della tolleranza a stress fisici, mentali ed emotivi, debolezza, mancanza di respiro, palpitazioni, "interruzioni nel lavoro del cuore", ecc.
  2. Con il PMK, che è stato innescato dall'infarto miocardico, il paziente sullo sfondo dei sintomi dell'infarto appare forte cardialgia, sentimenti di "interruzioni nel cuore", mancanza di respiro, tosse (schiuma rosa è possibile) e tachicardia.
  3. Quando l'MVP è causato da una lesione al torace, le corde si rompono regolando il normale funzionamento dei lembi valvolari. Il paziente appare tachicardia, mancanza di respiro e tosse con il rilascio di schiuma rosa.

diagnostica

Il PMK nella maggior parte dei casi viene rilevato per caso: quando si ascoltano i suoni del cuore, un ECG (può indirettamente indicare la presenza di questa cardiopatia), Echo-KG e Doppler-Echo-KG. I principali metodi diagnostici per PMV sono:

  • Echo-KG e Doppler-Echo-KG: consentono di impostare il grado di prolasso e il volume di rigurgito ematico nell'atrio sinistro;
  • Holter ECG ed ECG: permettono di rilevare la presenza di aritmie, extrasistoli, sindrome del seno malato, ecc.

trattamento

Nella maggior parte dei casi, MVP non è accompagnato da significativi disturbi nel lavoro del cuore e non richiede una terapia speciale. Tali pazienti devono essere monitorati da un cardiologo e seguire i suoi consigli su come mantenere uno stile di vita sano. I pazienti sono raccomandati:

  • una volta in 1-2 anni per condurre Echo-KG per determinare la dinamica del PMK;
  • monitorare attentamente l'igiene orale e visitare il dentista ogni sei mesi;
  • smettere di fumare;
  • limitare il consumo di alimenti contenenti caffeina e bevande alcoliche;
  • darti un adeguato esercizio fisico.

La necessità della nomina di farmaci per il PMK è determinata individualmente. Dopo aver valutato i risultati degli studi diagnostici, il medico può prescrivere:

  • farmaci a base di magnesio: Magvit, Magnelis, Magnerot, Kormagensin, ecc.;
  • vitamine: tiamina, nicotinamide, riboflavina, ecc.;
  • bloccanti: propranololo, atenololo, metoprololo, celiprololo;
  • cardioprotettori: carnitina, panangina, coenzima Q-10.

In alcuni casi, i pazienti con PMH potrebbero dover consultare uno psicoterapeuta per sviluppare un atteggiamento adeguato al trattamento e alle condizioni. Il paziente può essere raccomandato:

  • tranquillanti: Amitriptilina, Azafen, Seduxen, Uksepam, Grandaxin;
  • neurolettici: Sonapaks, Triftazin.

Con lo sviluppo di grave insufficienza mitralica, il paziente può essere raccomandato un intervento chirurgico per sostituire la valvola.

previsioni

Nella maggior parte dei casi, la PMH non ha conseguenze e non influisce sull'attività fisica e sociale. La gravidanza e il parto non sono controindicati e procedono senza complicazioni.

Le complicazioni di questa cardiopatia si sviluppano in pazienti con rigurgito severo, valvole valvolari allungate e ispessite o ventricolo sinistro e atrio allargati. Le principali complicanze di PMH includono:

Prolasso della valvola mitrale e rigurgito mitralico. Animazione medica (eng.).

Prolasso della valvola mitrale: sintomi e trattamento

Prolasso della valvola mitrale - sintomi principali:

  • mal di testa
  • Dolore addominale
  • temperatura elevata
  • Mancanza di respiro
  • Dolore al petto
  • svenimenti
  • Dolore al cuore
  • Dolore al petto
  • Stanchezza aumentata
  • Disturbo del ritmo cardiaco
  • Impulso rapido
  • Sensazione di respiro incompleto

Prolasso della valvola mitrale (protrusione o chiusura incompleta) è una condizione patologica in cui si verifica disfunzione tra il ventricolo e l'atrio della valvola. Il prolasso della valvola mitrale, i cui sintomi possono essere assenti in qualsiasi variante in circa il 20-40% dei casi con rilevamento prevalentemente accidentale di questa patologia, è caratterizzato da previsioni molto favorevoli per la maggioranza, che, tuttavia, non esclude la possibilità di sviluppare alcune complicazioni molto gravi in ​​alcuni pazienti..

Descrizione generale

Come già notato, spesso il prolasso della valvola mitrale diventa una patologia accidentale, e nella maggior parte dei casi non rappresenta una minaccia per la vita dei pazienti. Tuttavia, ha alcune caratteristiche e cercheremo di presentarle in questo articolo.

Quindi, per prima cosa, concentriamoci su cos'è una valvola cardiaca. Come probabilmente sapete, l'analogia più adatta per le funzioni eseguite dal cuore è la pompa - è la somiglianza con essa che è annotata nel lavoro del cuore, ed è questo lavoro del cuore che assicura che il sangue circoli correttamente nel corpo. Le possibilità per questo sono determinate dal mantenimento di una pressione appropriata nelle camere del cuore. Ci sono quattro camere di questo tipo, due atri e due ventricoli. Come valvole di interesse per noi, ci sono tipi speciali di valvole, concentrate tra le camere. A spese di questi ammortizzatori, la pressione specificata viene regolata e il supporto viene fornito nel movimento del flusso sanguigno nella direzione desiderata.

In totale ci sono quattro di queste valvole, e ognuna di esse ha le sue caratteristiche e il principio di funzionamento:

  • Valvola mitrale: questa valvola si trova tra il ventricolo sinistro e l'atrio sinistro, ha due porte (anteriore e posteriore). Il prolasso della valvola mitrale anteriore (cioè la sua protrusione) viene diagnosticato molto più spesso rispetto, rispettivamente, al prolasso della cuspide posteriore. Ciascuna delle foglie della valvola ha fili sottili attaccati a loro - questi sono accordi, il loro fissaggio, a sua volta, è fatto ai muscoli papillare e papillare. Assicurare la normale funzionalità della valvola mitrale è considerato con il lavoro congiunto eseguito da queste valvole, fili e muscoli. La contrazione del cuore porta ad un significativo aumento della pressione in esso, che, a sua volta, assicura l'apertura delle valvole trattenute dai muscoli e dagli accordi papillari.
  • La valvola tricuspide (tricuspide), che si trova tra il ventricolo destro e l'atrio destro, ha tre foglioline.
  • Valvola dell'arteria polmonare: questa valvola è concentrata tra il ventricolo destro e l'arteria polmonare, le sue funzioni sono ridotte in particolare per impedire il ritorno del sangue al ventricolo destro.
  • Valvola aortica. Questa valvola si trova tra l'aorta e il ventricolo sinistro, impedisce al sangue di tornare al ventricolo sinistro.

Il normale funzionamento delle valvole cardiache è il seguente. Ci sono due aperture nel ventricolo sinistro. Uno di questi appartiene all'atrio sinistro (dove, come abbiamo già notato, si trova la valvola mitrale), l'altro all'aorta (qui, come abbiamo anche notato, si trova la valvola aortica). Pertanto, il movimento del sangue si verifica come segue: prima - dall'atrio attraverso la valvola mitrale di apertura verso il ventricolo, dopo - dal ventricolo attraverso la valvola aortica di apertura verso l'aorta. La successiva chiusura della valvola mitrale in questo processo impedisce il ritorno del sangue riducendo il ventricolo sinistro di nuovo verso l'atrio, per cui il movimento, quindi, viene fornito solo verso l'aorta. Quando si chiude la valvola aortica, prodotta al momento del rilassamento del ventricolo, viene fornito un corrispondente ostacolo per impedire il ritorno di sangue al cuore.

Un principio simile è rilevante nel funzionamento della valvola polmonare e della valvola tricuspide. Basandosi sulla considerazione di questa immagine, si può capire che il normale funzionamento delle valvole fornisce uno schema adeguato per spostare il sangue attraverso i dipartimenti cardiaci e determina anche la possibilità della sua normale circolazione in tutto il corpo.

Per quanto riguarda la patologia che ci interessa, in realtà prolasso, quindi, come già evidenziato, è una protrusione. Si forma al momento della sua chiusura, con il risultato che le valvole non si chiudono tanto strettamente quanto necessario, il che significa che una certa quantità di sangue può ritornare nella direzione opposta, cioè nei ventricoli dei grandi vasi esaminati o degli atri dal ventricolo.

Di conseguenza, il prolasso della valvola mitrale nel momento in cui il ventricolo sinistro si contrae, porta al fatto che il flusso sanguigno si verifica non solo per l'aorta, ma anche per l'atrio sinistro, dove ritorna, questo ritorno di sangue ha la sua definizione - rigurgito. A seconda del volume di sangue restituito all'atrio, viene determinato il grado corrispondente di tale ritorno, cioè il grado di rigurgito. Di norma, la patologia che ci interessa, il vero prolasso della valvola mitrale, è accompagnata da un grado insignificante di questo ritorno, che, a sua volta, praticamente esclude la possibilità di gravi irregolarità cardiache ed è determinato dallo stato entro il range normale. Nel frattempo, l'opzione non è esclusa, in cui il flusso inverso di sangue è sufficientemente grande in volumi, il che determina la necessità della sua correzione, che può anche includere un eventuale intervento chirurgico per questo scopo.

Per quanto riguarda la frequenza di sviluppo di tali patologie come il prolasso della valvola mitrale (MVP), qui ci sono i seguenti dati. Quindi, l'aumento della frequenza è notato con l'età. Principalmente la rilevazione di MVP si verifica all'età di pazienti da 7 a 15 anni. Il prolasso della valvola mitrale nei bambini fino a 10 anni è osservato con quasi la stessa frequenza in termini di sesso, mentre nei bambini dopo 10 anni il PMK è più spesso diagnosticato nelle ragazze - in questo caso il rapporto è 2: 1.

Il prolasso della valvola mitrale nei neonati è estremamente raro. Valori elevati della frequenza di insorgenza di MVP con una particolare patologia del tipo cardiaco nei bambini con una malattia ereditaria relativa al tessuto connettivo che è rilevante per loro - in questo caso, si verifica in circa il 10-23% dei pazienti.

Per quanto riguarda la popolazione adulta, la frequenza di insorgenza di MVP è definita in media al 5-10%. In primo luogo, le donne soffrono di questa patologia (fino al 75%), il picco di incidenza è 35-40 anni.

Il prolasso della valvola mitrale può manifestarsi in forma primaria o in forma secondaria. Il prolasso della valvola mitrale primaria è la variante principale della manifestazione della patologia, lo considereremo nella parte principale del nostro articolo. Per quanto riguarda la seconda forma, e questo è il prolasso secondario della valvola mitrale, in questo caso la patologia sorge quando il paziente ha un'altra rilevanza per la malattia, che è quindi diventata la base per il suo aspetto. Così, prolasso secondaria si sviluppa sullo sfondo cardiomiopatia, cardiopatia ischemica, disfunzione dei muscoli papillari, infarto miocardico o la calcificazione dell'anello mitrale, così come nel lupus eritematoso sistemico e la forma di insufficienza cardiaca congestizia.

La forma primaria di prolasso non solo non è considerata una patologia grossolana rilevante per il cuore, ma spesso non è affatto considerata come una patologia. Tuttavia, i cambiamenti micotici provocati dal prolasso della valvola mitrale, accompagnati in alcuni casi da forme molto pronunciate di disturbi cardiaci, non possono lasciare l'MVP senza un'adeguata attenzione, sia in termini di aspetti terapeutici che in termini di prognosi.

Prolasso della valvola mitrale: cause

Prevalentemente il PMK è innato e non pericoloso (primario), che abbiamo già scoperto, così come il risultato della rilevanza di altre patologie nel paziente. Fondamentalmente, la causa dell'MVP è legata al fatto che una violazione della struttura, in cui questa patologia è rilevante, è congenita, e anche al fatto che il tessuto connettivo, che costituisce la base delle valvole cardiache, è indebolito.

La prima violazione è prevalentemente ereditaria nella natura dell'occorrenza, esistente nel bambino già al momento della sua nascita. Per quanto riguarda la debolezza del tessuto connettivo, ha anche prevalentemente una natura simile (innata) di evento. La caratteristica specifica del PMK in questo caso è che, a causa della debolezza del tessuto connettivo, i lembi delle valvole si allungano più facilmente e gli accordi devono essere allungati. Come risultato di questa immagine dei processi di chiusura della valvola quando il sangue viene alimentato con la pressione appropriata, è accompagnato dalla sporgenza delle valvole e dalla loro chiusura che perde.

Nella stragrande maggioranza dei casi di MVP congenito, il suo decorso è piuttosto favorevole, non è accompagnato da sintomi speciali e non richiede un trattamento serio. Di conseguenza, in questa forma di realizzazione, il prolasso è definito più appropriatamente come una sindrome o caratteristica peculiare del corpo, e non una patologia o malattia.

Quanto al prolasso secondario, si sviluppa raramente e come "aiuto" per il suo sviluppo, queste o altre malattie servono, permette di definirlo come un prolasso acquisito. Le malattie che sono rilevanti in questo caso, violano la struttura degli accordi, delle cuspidi o dei muscoli papillari, ci soffermeremo su di esse in una versione un po 'più espansa:

  • IHD, infarto miocardico. Sviluppo di PLA a infarto miocardico o malattia coronarica si verifica nelle persone anziane, la causa di questo è il malattie del sangue in corso, in particolare per quanto riguarda i muscoli papillari, o se è dovuta a corde la rottura, a causa della quale il lavoro è fornito dalla regolazione della valvola. La rilevazione del prolasso in questo caso si verifica, di regola, sulla base dell'aspetto nei pazienti di dolore pronunciato nella zona del cuore, che è anche combinato con la debolezza e l'aspetto di mancanza di respiro.
  • Reumatismi. La comparsa di prolasso sulla base di una cardiopatia reumatica (cardiopatia reumatica) è importante per i bambini, in particolare, a causa del processo infiammatorio che colpisce il tessuto connettivo, questo tessuto, a sua volta, è alla base della corda e delle foglie delle valvole. Vantaggiosamente, prima della rilevazione al PMK bambino appare la scarlattina, o mal di gola, poi (circa due settimane) attacco si manifesta Reumatismi (in cui ci sono condizioni patologiche, sotto forma di rigidità articolare, dolore in loro, l'infiammazione, e così via.).
  • Lesione al petto Il PMK sullo sfondo di un effetto simile è spiegato dal fatto che è accompagnato dalla rottura degli accordi. Questo, a sua volta, determina un corso sfavorevole per la patologia che stiamo considerando, che è particolarmente rilevante quando il trattamento viene ignorato come una necessità.

Prolasso della valvola mitrale primaria: sintomi

Questa variante del prolasso nei pazienti si verifica dalla nascita. La sua particolarità sta nel fatto che spesso può essere combinato con un disturbo del genere noto a molti lettori come distonia vegetativa-vascolare (o VVD). Tutti questi sintomi di collasso della valvola mitrale, che il paziente può sperimentare, sono spiegati con precisione dalle sue manifestazioni, tuttavia, sono principalmente indicati come prolasso.

Prima di tutto, i pazienti provano dolore al cuore e al petto. Il dolore nello sterno con MVP è funzionale, rispettivamente, questo indica che non è un segno di eventuali anomalie nel cuore, e quindi è causato da una violazione del sistema nervoso centrale. Spesso, il dolore al cuore si verifica sullo sfondo di un sovraccarico emotivo o sotto stress, in alcuni casi, il dolore può manifestarsi a riposo.

La manifestazione del dolore è dolorante o pizzicante, la durata della manifestazione varia da alcuni secondi / minuti a diversi giorni. Quando si cerca di determinare il fattore che ha provocato il dolore, è importante considerare che il dolore durante il prolasso della valvola mitrale nell'area in esame non è accompagnato da vertigini, mancanza di respiro e aumento del dolore durante lo sforzo fisico. Inoltre, gli stati pre-inconsci non si verificano in questo caso. In caso contrario, quando la rilevanza di questi sintomi, non soddisfano il PLA, è necessario immediatamente per affrontare al medico - solo lui è affidabile in grado di determinare la natura della condizione patologica, la determinazione è un "falso allarme", o punti per gravi violazioni nel cuore e in presenza di gravi malattie con questo dolore direttamente correlato.

I seguenti sintomi che sono rilevanti per l'IRR e, di fatto, per il prolasso della valvola mitrale, sono nello "sbiadimento" del cuore, nelle "interruzioni" nel suo lavoro e nell'accelerazione del battito cardiaco. Queste sensazioni sono simili ai sintomi di cui sopra non sono manifestazioni di alcuna patologia nel lavoro del cuore, ma indicano solo una maggiore attività del sistema nervoso centrale. Si noti inoltre che in questo caso le varie opzioni consentite aritmie del cuore, così come la conducibilità, in particolare, questo può essere l'extrasistoli atriali e ventricolari, fibrillazione atriale, tachicardia sopraventricolare parossistica e tachicardia ventricolare, blocco atrioventricolare e bloccare intraatrial UNP.

Tuttavia, come nel caso precedente, questi stati hanno anche le loro digressioni. In particolare, si riferiscono al battito cardiaco accelerato durante il prolasso della valvola mitrale e queste manifestazioni, che differiscono dal lavoro stabile del cuore, non sono manifestazioni di alcuna condizione minacciosa se compaiono improvvisamente e scompaiono allo stesso modo, senza essere combinati con stati di vertigini o perdita di coscienza.

Va notato che la sincope è un sintomo estremamente raro per il prolasso della valvola mitrale. La ragione principale è in questo caso con le condizioni in cui la persona è o con le emozioni che sperimenta. Tale natura di svenimento passa abbastanza velocemente, è sufficiente cambiare le condizioni che li provocano (per riportare una persona ai suoi sensi, per fornirgli l'accesso all'aria aperta, ecc.).

Altri sintomi, come la febbre (fino a numeri subfebrilari, cioè entro 37-37,5 gradi), dolore addominale, mal di testa, mancanza di respiro, sentirsi insoddisfatti di ispirazione, stanchezza e debolezza generale sono anche caratteristiche dell'IRR., anche i pazienti non tollerano l'esercizio. Analogamente al numero schiacciante di pazienti con una diagnosi rilevante per loro sotto forma di IRR, con PMK hanno anche la meteopatia, rispettivamente, e il tempo spesso diventa un fattore determinante per il loro benessere (più precisamente, cambiamenti in esso).

Come manifestazioni speciali nel quadro del prolasso della valvola mitrale, vengono considerati i cambiamenti psicopatologici, in cui si nota una combinazione di personalità e forme affettive di disturbi. Molto spesso, i disturbi affettivi si manifestano sotto forma di depressione, che è marcata predominanza di ipocondria (sotto forma invasiva di ansia per la propria salute, contro il quale si può sviluppare una grave stress l'impossibilità del paziente funzionamento normale), e astenia (stanchezza, perdita o l'indebolimento della capacità sulla necessità stress mentale e fisico). Per quanto riguarda i disturbi di personalità, possono essere nel manifestare isteroide o le caratteristiche sensibili, che in alcuni casi porta allo sviluppo della psicopatia (la natura della patologia si manifesta sotto forma di sviluppo inadeguato di tratti volitivi ed emotivi, contro la quale complicato il processo di adattamento dell'uomo alle condizioni intorno a lui ) o all'accentuazione della personalità (forma eccessivamente pronunciata di manifestazione di alcuni tratti della personalità di una persona).

Oltre a queste caratteristiche, i pazienti possono anche mostrare alcuni cambiamenti associati alla pelle, alle funzioni degli organi interni e al sistema muscolo-scheletrico.

Spesso, i pazienti con MVP hanno anche alcune somiglianze in termini di costituzione. Quindi, le caratteristiche caratteristiche in questo caso sono arti sottili e lunghi, viso allungato, alta statura, pronunciata maggiore forma di attività articolare, ecc.

Considerando la particolarità che il tessuto connettivo è nei tendini, nei muscoli e nella pelle, il difetto che è rilevante in esso può causare una diminuzione dell'acuità nella visione del paziente, portare allo sviluppo dello strabismo e anche provocare un diverso tipo di cambiamenti che saranno anche combinati con la patologia che stiamo considerando.

Prolasso della valvola mitrale secondaria: sintomi

Il prolasso secondario, come abbiamo già esaminato, viene acquisito, si verifica sullo sfondo del trasferimento di alcune malattie da parte del paziente, nonché a seguito di un trauma toracico.

Se il PMK viene rilevato dopo che un paziente ha la febbre scarlatta, un mal di gola o un attacco acuto di febbre reumatica (con gonfiore concomitante, dolore e arrossamento delle articolazioni grandi), viene considerata la probabilità di una complicazione reumatica, che, rispettivamente, determina una cardiopatia reumatica. Questo è accompagnato da sintomi sotto forma di affaticamento aumentato, vertigini, aumento della frequenza cardiaca, mancanza di respiro (appare dopo il tipo standard di attività fisica). In questo caso, i pazienti vengono trattati in un ospedale. Considerando che l'infiammazione delle valvole cardiache si verifica sullo sfondo degli effetti di streptococco, il trattamento si basa sulla somministrazione di antibiotici penicillina e altri gruppi. Inoltre, viene determinato il regime di trattamento appropriato.

Con lo sviluppo di una forma grave di insufficienza valvolare, in cui il trattamento farmacologico non aiuta, viene eseguita un'operazione per sostituire la valvola (protesi).

In presenza di MVP sullo sfondo della malattia coronarica, che è particolarmente importante per gli anziani, viene considerata una violazione nella forma di un basso livello di afflusso di sangue ai muscoli papillari, che si verifica quando la malattia, che è il caso principale, è influenzata. La sintomatologia in questa situazione consiste nella comparsa di marcati attacchi di dolore che si concentrano nell'area del cuore (possono essere eliminati assumendo nitroglicerina), appare anche mancanza di respiro (preceduta da carichi minori) e le forme di disturbo nel cuore ("fading", "interruzioni" precedentemente elencate) ", ecc).

Se l'aspetto del prolasso è preceduto dal paziente che subisce un trauma dell'area del torace, allora questo, come abbiamo anche identificato in precedenza, può essere il risultato di una rottura dei muscoli o degli accordi papillari. Qui, ancora una volta, i sintomi sotto forma di "interruzioni" nel lavoro del cuore di vari tipi, mancanza di respiro e debolezza sono d'attualità. Non esclude la possibilità di tosse, in cui si nota che il paziente ha un espettorato schiumoso di colore rosa, che richiede necessariamente la fornitura immediata di cure mediche al paziente, altrimenti il ​​risultato di questa condizione può essere fatale.

Prolasso della valvola mitrale: complicanze

Inizialmente abbiamo notato che, in generale, il prolasso della valvola mitrale è caratterizzato dal suo decorso favorevole, in cui le complicanze gravi sono estremamente rare. Tuttavia, essi non possono essere esclusi e, in particolare, tra loro si segnalano le seguenti varianti patologiche: insufficienza mitralica (forma acuta o cronica), tromboembolia, endocardite batterica, aritmie (pericolo di vita), morte improvvisa.

L'insufficienza mitralica si sviluppa sullo sfondo della separazione dai lembi valvolari dei fili del tendine, che quindi determina la sindrome della cosiddetta valvola "penzolante". Nei bambini, questa patologia si sviluppa molto raramente, principalmente a causa del verificarsi di traumi al torace in combinazione con la degenerazione della corda. Le manifestazioni cliniche si riducono in questo caso allo sviluppo improvviso di edema polmonare. I pazienti sviluppano ortopnea (che determina la mancanza di respiro nella sua variante, in cui al paziente è richiesto di assumere una posizione seduta a seguito della sua amplificazione in posizione orizzontale), il respiro congestizio appare nei polmoni, la respirazione diventa gorgogliante. Per quanto riguarda la variante cronica della manifestazione di questa patologia, agisce come un fenomeno dipendente dall'età e si sviluppa dopo che i pazienti hanno superato il limite di età di 40 anni. L'insufficienza mitralica negli adulti si sviluppa nel 60% dei casi a causa del prolasso, principalmente la cuspide posteriore. La natura delle manifestazioni è molto pronunciata, ci sono lamentele sulla comparsa di dispnea durante l'esercizio, la prestazione fisica in generale dovrebbe essere ridotta, la debolezza e il ritardo nello sviluppo fisico sono anche rilevanti. L'uso degli ultrasuoni consente di determinare in modo affidabile il grado di questo tipo di insufficienza e, come metodo per la sua eliminazione, si focalizzano principalmente sull'intervento chirurgico sul cuore (sostituzione della valvola mitrale).

Per quanto riguarda le aritmie in termini di complicazioni di MVP, in questo caso possono avere una manifestazione molto pronunciata, i sintomi concomitanti sono interruzioni nel lavoro del cuore, debolezza, vertigini e talvolta sincope a breve termine.

Una forma estremamente grave di complicazione del PMH è endocardite infettiva, la frequenza del suo sviluppo nei pazienti aumenta con l'età. La presenza di batteriemia fa sì che l'agente causale si depositi sulle valvole interessate, in conseguenza del quale si sviluppa successivamente una variante classica del processo infiammatorio in cui si formano le vegetazioni batteriche. Sullo sfondo dell'endocardite infettiva si sviluppa una grave forma di insufficienza mitralica, oltre a ciò aumenta il rischio di tromboembolia nei vasi cerebrali e spesso il miocardio è coinvolto nel processo, accompagnato anche dallo sviluppo della disfunzione ventricolare sinistra nei pazienti. Tra i principali sintomi associati all'endocardite infettiva, vi è una pronunciata manifestazione di debolezza, febbre, palpitazioni, gonfiore della pelle, diminuzione della pressione. Spesso questa complicanza del PMH si sviluppa sullo sfondo di precedenti manipolazioni dentali (riempimento, protesi, estrazione del dente, ecc.) O un altro tipo di trattamento chirurgico. Il trattamento è obbligatorio eseguito in ospedale.

Per quanto riguarda la morte improvvisa, la frequenza della sua insorgenza con MVP è determinata dall'influenza di molti fattori, tra cui la concomitante insufficienza mitralica, l'aritmia ventricolare, l'instabilità elettrica, rilevante per il miocardio, ecc. In generale, la morte improvvisa determina un basso rischio se i pazienti non hanno patologia sotto forma di rigurgito mitralico (in questo caso il rapporto è determinato dagli indicatori nell'ambito del riesame dei risultati per l'anno da 2 a 10.000), mentre la sua rilevanza aumenta questo rischio del 50%. -100 volte

la diagnosi

Il rilevamento di MVP si verifica spesso per caso, ea qualsiasi età, che, come già notato, è accompagnato da un'ecografia del cuore. Questo metodo è più efficace nella diagnosi del prolasso della valvola mitrale, perché il suo uso determina la capacità di isolare un grado specifico di prolasso in combinazione con il volume di rigurgito associato alla patologia.

  • Il prolasso della valvola mitrale di 1 grado determina la rilevanza per il paziente della variante della sua manifestazione in una tale variante, in cui il rigonfiamento delle valvole è di natura minore (fino a 5 millimetri).
  • Il prolasso della valvola mitrale di 2 gradi determina la rilevanza del rigonfiamento delle valvole entro un massimo di 9 millimetri.
  • Il prolasso della valvola mitrale di 3 gradi indica il rigonfiamento delle valvole di 10 millimetri o più.

Va notato che in questa versione della divisione della patologia in gradi, il grado di rigurgito non è preso in considerazione, a causa del quale ora questi gradi non sono la base per la successiva determinazione della prognosi per il paziente e, di conseguenza, per lo scopo del trattamento. Pertanto, il grado di insufficienza della valvola mitrale è determinato sulla base del rigurgito, che viene visualizzato in misura maggiore durante un'ecografia.

Come ulteriore misura diagnostica per determinare le caratteristiche del cuore, è possibile prescrivere una procedura ECG e un ECG holter. A causa dell'ECG, è possibile studiare i cambiamenti relativi al lavoro del cuore sulla base dell'impatto del prolasso della valvola mitrale, mentre l'holter-ECG consente la registrazione di dati rilevanti per il lavoro del cuore entro un periodo di 24 ore. Preferibilmente, la forma congenita del prolasso non interrompe il funzionamento del cuore, rispettivamente, la necessità di ulteriori misure diagnostiche non è particolarmente necessaria a causa della mancanza pratica di eventuali deviazioni in esse.

trattamento

Spesso, il trattamento del prolasso della valvola mitrale non è necessario per i pazienti. La sua importanza è considerata in situazioni in cui il ritmo cardiaco è significativamente disturbato, così come il dolore nel cuore. L'urgenza delle forme espresse di disturbi nevrotici in combinazione con PMK può richiedere l'uso di tranquillanti, metodi di rilassamento muscolare e auto-allenamento sono considerati separatamente.

L'accento è posto sulla necessità di cambiamenti dello stile di vita (aggiustando il tempo di lavoro / regime di riposo, eliminando il lavoro eccessivo e il sovraccarico (emotivo, fisico), così come l'intossicazione nel quadro delle condizioni di produzione e di vita). Si consigliano località balneari e climatiche, massaggi, agopuntura e procedure idriche. I disturbi astenia determinano la necessità di multivitaminici. La sindrome da iperventilazione può essere eliminata attraverso speciali esercizi di respirazione. È inoltre necessaria una visita sistematica dal medico a causa della possibile progressione del PMH con l'età e lo sviluppo di forme gravi di complicanze a causa del suo background.

Come parte della definizione delle misure di terapia farmacologica, si concentrano sul trattamento della neuropatia autonomica, sulla psicoterapia, sulla prevenzione dello sviluppo della neurodistrofia miocardica in un paziente e sulla prevenzione di una scala antibatterica per prevenire lo sviluppo di complicazioni come l'endocardite infettiva. L'aumento dei cambiamenti nel lavoro del cuore, così come la deflessione pronunciata delle valvole, determina la necessità di un intervento chirurgico.

Se si verificano sintomi, che possono indicare un prolasso della valvola mitrale, dovresti consultare un cardiologo, potresti anche aver bisogno di consigli e cure da un reumatologo.

Se pensi di avere un prolasso della valvola mitralica e i sintomi caratteristici di questa malattia, i medici possono aiutarti: cardiologo, reumatologo.

Suggeriamo inoltre di utilizzare il nostro servizio di diagnostica online delle malattie, che seleziona le possibili malattie in base ai sintomi inseriti.

Per Saperne Di Più I Vasi