Sclerosi di vasi cerebrali. Cause, trattamento, droghe

Sclerosi di vasi cerebrali - il problema è abbastanza comune. E sebbene il più delle volte questa malattia venga diagnosticata in pazienti anziani, anche i giovani non ne sono assicurati. Ecco perché oggi molti sono interessati ad ulteriori informazioni sulle cause, i sintomi e le conseguenze di tale malattia.

Qual è il processo sclerotico?

Il processo aterosclerotico è il principale responsabile dell'insufficienza vascolare cronica. Come si sviluppa questa patologia? Nelle fasi iniziali, si osserva la deposizione di grassi e colesterolo sulle pareti interne delle arterie. In primo luogo, le navi cercano di adattarsi a tali cambiamenti - la loro espansione compensativa si verifica. Ma più tardi, si osservano cambiamenti complessi a livello cellulare, in conseguenza dei quali le pareti arteriose perdono semplicemente la loro elasticità.

Successivamente, i depositi di grasso e di colesterolo si sovrappongono a quelli del tessuto connettivo - le cosiddette placche aterosclerotiche si formano sulle pareti. Il lume della nave si restringe gradualmente, il che porta a disturbi circolatori. Il cervello umano non riceve più abbastanza nutrienti e ossigeno, il che naturalmente ha un effetto negativo sullo stato dei tessuti nervosi.

Nei casi più gravi, le placche bloccano completamente il lume dell'arteria, che porta a una graduale necrosi di tessuti o persino di organi. Inoltre, a volte le placche possono staccarsi e entrare nel flusso sanguigno - questa è una condizione estremamente pericolosa, in quanto può portare ad un infarto, ictus e persino la morte del paziente.

La sclerosi dei vasi cerebrali è più comune nelle persone di età superiore ai cinquant'anni. Secondo le statistiche, gli uomini soffrono di questa malattia quasi sette volte più spesso delle donne. Tuttavia, i giovani sono anche suscettibili all'aterosclerosi - a volte la malattia viene diagnosticata in pazienti di 20-30 anni.

Le ragioni principali per lo sviluppo

In realtà, ci sono molte ragioni per il verificarsi di una tale malattia e nella maggior parte dei casi in un paziente sono presenti nel complesso. I fattori di rischio includono quanto segue:

  • vecchiaia del paziente;
  • la presenza nella dieta umana di una quantità eccessiva di cibo saturo di colesterolo e grassi animali;
  • predisposizione genetica alla malattia;
  • patologia del sistema vascolare;
  • ipertensione cronica;
  • obesità (il sovrappeso, di regola, è associato a una dieta scorretta, a disordini metabolici, a stress supplementare sul cuore e all'ulteriore sviluppo di ipertensione);
  • malattie del sistema endocrino, in particolare il diabete mellito;
  • disturbi ormonali, che possono essere causati da entrambe le varie malattie e dall'uso incontrollato di farmaci ormonali;
  • stile di vita ipodinamico (la mancanza di attività fisica porta a molti disturbi diversi);
  • cattive abitudini, incluso il fumo e l'alcolismo cronico;
  • stress costante, sovraccarico mentale ed emotivo, che influenzano lo sfondo ormonale e il lavoro di tutto il corpo;

Come puoi vedere, le cause della malattia possono essere molto diverse. Praticamente nessuno è immune dal problema in questione.

Sclerosi dei vasi cerebrali: sintomi della fase iniziale

Quanto prima il paziente viene diagnosticato correttamente, tanto più rapido e semplice sarà il processo di trattamento. Che aspetto ha la sclerosi vascolare incipiente? I sintomi nelle fasi iniziali non sono specifici. Di norma, i pazienti si lamentano di mal di testa ricorrenti e possono essere pressanti o palpitanti. Il dolore aumenta durante lo stress, lo sforzo fisico o mentale.

Spesso si verifica un mal di testa la sera, che porta a problemi con il sonno. I sintomi includono anche tinnito e vertigini occasionali. A causa della mancanza di sonno e di costante disagio, i cambiamenti nel comportamento appaiono - le persone diventano irritabili, irascibili, emotivamente instabili. I segni di malattia possono anche includere problemi di concentrazione, perdita di memoria e deterioramento delle prestazioni.

Il secondo stadio della malattia e i suoi sintomi

In questa fase, ci sono già cambiamenti evidenti. Ad esempio, i malati soffrono di una significativa diminuzione dell'intelligenza. La memoria peggiora anche - il paziente può facilmente descrivere gli eventi di un decennio fa, ma non ricorda cosa ha fatto ieri o poche ore fa.

Appare letargo e apatia. Il lavoro che è sempre stato fatto automaticamente ora rende difficile per una persona. Spesso c'è una perdita completa di competenze professionali. Anche la lettura diventa un compito impossibile, in quanto il paziente semplicemente non capisce il significato delle parole.

I sintomi del terzo stadio della malattia

Come si presenta la sclerosi vascolare profonda? I sintomi in questa fase sono semplicemente impossibili da notare. La memoria sta subendo cambiamenti significativi - una persona dimentica sempre di più. Naturalmente, una delle conseguenze dei disturbi circolatori è l'inadeguatezza professionale e persino l'invalidità. C'è uno sviluppo progressivo della demenza. Inoltre, in questa fase si verificano spesso ictus e infarti.

I principali metodi di diagnostica moderna

Naturalmente, la presenza dei sintomi di cui sopra dovrebbe spingere il medico all'idea della presenza di un processo sclerotico. Tuttavia, prima di iniziare la terapia, al paziente è richiesto di sottoporsi alla ricerca necessaria. Oltre ai test standard (esami del sangue, ecc.), Viene eseguita una ecografia dei vasi del collo e del cervello. Questa è una procedura semplice e indolore che aiuta a valutare le condizioni del sistema circolatorio della testa.

Inoltre, viene eseguita la cosiddetta scansione duplex. Una scansione bidimensionale aiuta a vedere chiaramente vasi e tessuti fuori dal cranio. La scansione transcranica è progettata per valutare il funzionamento del sistema circolatorio all'interno del cranio.

Informazioni preziose possono essere fornite dall'angiografia di vasi cerebrali - durante la procedura, viene iniettato un mezzo di contrasto nei vasi, dopo di che vengono prese diverse radiografie. Inoltre, l'angiografia con risonanza magnetica può essere utilizzata nel processo diagnostico.

In ogni caso, tutti questi studi offrono l'opportunità di determinare il restringimento dei vasi cerebrali. Inoltre, i test aiutano a valutare le condizioni dei tessuti attorno ai vasi, nonché a rilevare l'ostruzione o la formazione di volume all'interno dell'arteria.

effetti

In realtà, la sclerosi progressiva dei vasi cerebrali è una malattia estremamente pericolosa. Naturalmente, nelle prime fasi, il corpo cerca di adattarsi al fallimento circolatorio dovuto alla formazione di placche aterosclerotiche. Ma in assenza di trattamento, le conseguenze non tarderanno ad arrivare.

La costrizione dei vasi cerebrali compromette in modo significativo la qualità della vita del paziente. Mancanza di nutrienti e di ossigeno effetto dannoso sullo stato del sistema nervoso centrale. Abbastanza spesso, i pazienti hanno una graduale diminuzione del livello di intelligenza, a volte fino al punto di demenza. Inoltre, la malattia può portare alla disabilità. Un'altra complicanza comune è l'ictus ischemico, che spesso provoca la morte di un paziente.

Sclerosi dei vasi cerebrali: trattamento con metodi conservativi

Alle prime manifestazioni della malattia è di consultare un medico. Dopo la diagnosi e la risoluzione della diagnosi finale, lo specialista prescriverà il trattamento appropriato. Lo schema è determinato individualmente in ogni singolo caso. Pertanto, in nessun caso non può ignorare il problema o auto-medicare.

Quindi che tipo di terapia richiedono i vasi del cervello costretti dalla sclerosi? Il trattamento in questo caso deve necessariamente essere completo. I farmaci prescritti per tale malattia sono necessari per prevenire un'ulteriore formazione di placche di colesterolo e per normalizzare il flusso sanguigno.

Prima di tutto, i farmaci sono prescritti per migliorare la nutrizione e l'afflusso di sangue al cervello. Inoltre, la terapia prevede l'assunzione di anticoagulanti che fluidificano il sangue (come Xarelto, Dolabene, Eparina, Venitan, ecc.). Nel trattamento dei farmaci utilizzati, dilata i vasi sanguigni, poiché migliora anche il flusso sanguigno e previene i cambiamenti organici nel tessuto nervoso. È necessario assumere statine che rallentano la sintesi del colesterolo nel fegato (farmaci "Simvastatina", "Cimetidina", "Simgal", ecc.).

Va notato che uno stile di vita sano è la migliore medicina per i vasi cerebrali. Pertanto, i pazienti devono essere trasferiti alla dieta appropriata. L'attività fisica è anche estremamente importante, quindi, il giusto complesso di ginnastica terapeutica viene selezionato dai pazienti. Certo, alcune persone possono praticare sport attivi - questo ha un effetto positivo sulla circolazione sanguigna. I pazienti più anziani, di regola, sono invitati a camminare più spesso all'aria aperta e ad esercitare la terapia solo sotto la supervisione di un istruttore esperto.

Pertanto, la medicina più efficace per i vasi cerebrali è la prevenzione.

La chirurgia è possibile?

Non sempre il modo giusto di vita e le medicine possono far fronte a una malattia come la sclerosi vascolare. Il trattamento con metodi chirurgici viene solitamente prescritto se vi è una reale minaccia per la vita del paziente (ad esempio, la separazione di una placca o l'occlusione completa della nave). L'intervento chirurgico è ridotto all'esposizione dell'arteria interessata e alla rimozione accurata delle placche dalla sua parete.

Dieta corretta - la chiave per il recupero

Va immediatamente notato che la sclerosi dei vasi cerebrali è sempre in un modo o nell'altro collegati alla natura della nutrizione. Nel processo di trattamento e prevenzione di questa malattia, la dieta svolge un ruolo importante.

In realtà, il paziente non deve limitarsi molto. È solo necessario ridurre la quantità di colesterolo animale nel cibo. È per questo scopo che ai pazienti viene consigliato di rinunciare a cibi grassi e fritti, alcuni tipi di carne, tra cui agnello e maiale. Sono vietati anche i latticini con un'alta percentuale di grassi, sottaceti e spezie.

Sostituire gli alimenti proibiti può essere cibo più sano. Si raccomanda ai pazienti di includere nella dieta il più possibile di verdure fresche, frutta ed erbe. Naturalmente non dovresti rinunciare completamente alla carne, ma puoi mangiare solo varietà dietetiche, tra cui pollo bollito, pesce, coniglio, ecc. Le colture di fagioli e le noci sono considerate molto utili per la prevenzione dell'aterosclerosi.

Misure di prevenzione delle malattie di base

Certamente, la prevenzione della sclerosi dei vasi cerebrali è estremamente importante. Il rispetto di alcune semplici regole aiuterà ad evitare il verificarsi della malattia o il suo re-aggravamento. Naturalmente, si consiglia alle persone di attenersi alla dieta sopra descritta. Inoltre, è imperativo garantire il bilancio idrico e devi bere semplicemente acqua non gassata.

È molto importante monitorare la pressione sanguigna. Il medico curante prescriverà i farmaci appropriati, si consiglia inoltre di abbandonare il sale e monitorare il peso corporeo - l'obesità porta allo sviluppo di una massa di complicanze, tra cui il processo sclerotico.

È importante ridurre al minimo lo stress, le sovratensioni nervose e mentali. Non dimenticare i benefici del sonno sano. Ed è anche importante camminare all'aria aperta e praticare sport il più lontano possibile. Alcuni esperti raccomandano anche di allenare costantemente la memoria, ad esempio, per memorizzare poesie, imparare nuove lingue, ecc. Le attività semplici e interessanti aiuteranno a mantenere la chiarezza della mente nella vecchiaia. E, naturalmente, non dimenticare gli esami medici regolari, perché solo così il medico controllerà se i vasi del cervello non sono interessati. Il trattamento della malattia nelle fasi iniziali è molto più facile.

Sintomi di sclerosi di navi cerebrali

La sclerosi è una lesione comune e invalidante dei vasi cerebrali, in cui la parete vascolare si ispessisce di diametro e viene sostituita dal tessuto connettivo.

motivi

La deposizione di colesterolo sulla superficie interna della parete arteriosa è la causa più comune di sclerosi. Le placche aterosclerotiche violano il trofismo della parete vascolare, causano la sua degenerazione fibrosa e il blocco del lume del vaso sanguigno.

  • ipertensione;
  • danno all'endotelio delle arteriole da parte di virus o tossine batteriche;
  • malattie autoimmuni o sistemiche;
  • intossicazione cronica;
  • malattie epatiche e renali con compromissione della capacità di questi organi di neutralizzare e rimuovere i metaboliti endogeni;
  • patologie degli organi endocrini;
  • il fumo;
  • uso regolare di alcol.

sintomi

La clinica di sclerosi di vasi cerebrali si inserisce nel quadro dell'insufficienza cerebrovascolare cronica. Le manifestazioni iniziali di insufficiente apporto di sangue al cervello si sviluppano con una diminuzione del flusso ematico cerebrale a 45-30 ml / 100 g / min ad un tasso di oltre 55. I loro sintomi caratteristici sono:

  • pensiero lento;
  • dimenticanza;
  • leggero capogiro dopo lo stress, cambiamenti nella posizione del corpo, esercizio fisico o in una stanza soffocante;
  • mal di testa ricorrenti che si verificano dopo la giornata lavorativa;
  • dipendenza meteorologica.

In seguito alle manifestazioni iniziali di insufficienza cerebrovascolare, si verifica l'encefalopatia dancileare. La velocità di flusso del sangue attraverso il cervello attraverso i vasi allo stesso tempo è di 20-35 ml per 100 g di tessuto al minuto.

Le cellule nervose che non ricevono abbastanza nutrienti muoiono mentre la sclerosi della parete vascolare progredisce. La morte neuronale è associata ad aggravamento dei disturbi neurologici, che riflette la gravità dell'encefalopatia dincircolatoria, che ha 3 stadi.

Nella fase 1 l'encefalopatia ha rivelato i seguenti sintomi:

  • ridotta capacità di memorizzare nuove informazioni;
  • difficoltà di concentrazione;
  • vertigini periodiche e senza senso, barcollanti quando si cammina;
  • insonnia;
  • sordo mal di testa senza chiara localizzazione dopo lo sforzo mentale, esperienze;
  • umore depresso.

Per le malattie di stadio 2 sono caratteristici:

  • cambiamenti di personalità sotto forma di instabilità emotiva, sensibilità, egoismo;
  • capacità di riduzione;
  • mal di testa costante, oscuramento degli occhi quando si gira la testa, si alza dal letto;
  • breve sonno intermittente, dopo di che la persona si sente sopraffatta e stanca;
  • perdita della capacità di pensare astratto, capacità di analizzare e riassumere le informazioni;
  • i sintomi cerebellari sono possibili: disturbi dell'andatura, cambiamento nella calligrafia, perdita di equilibrio.

La fase 3 dell'encefalopatia dincircolatoria può portare alla completa disorganizzazione della personalità e alla profonda disabilità. I suoi sintomi sono:

  • mal di testa, vertigini, disturbi della memoria: la triade di Windsheid;
  • mancanza di coordinamento dei movimenti;
  • debolezza muscolare;
  • rigidità o rigidità dei muscoli;
  • perdita di espressioni facciali ed emozioni;
  • completa apatia, disorientamento nello spazio e nel sé;
  • tremore muscolare;
  • incapacità di controllare gli sfinteri pelvici;
  • convulsioni epilettiche;
  • sonnolenza costante.

diagnostica

I moderni metodi strumentali di visualizzazione dei vasi cerebrali aiutano a valutare la pervietà delle arterie intracraniche e lo stato del flusso sanguigno in essi. Oggi applicabile:

  • rheoencephalography;
  • Ecografia Doppler con le sue varianti (angiografia extra-, intracranica, scansione duplex, angiografia ad ultrasuoni).

trattamento

dieta

Il trattamento della sclerosi vascolare inizia con una dieta che previene l'ipercolesterolemia alimentare e include alimenti con un contenuto minimo di grassi "cattivi".

Tabella consigliata numero 10 di Pevzner, che può includere:

  • minestre di verdure e carni magre;
  • avena, semola, grano saraceno, cereali di grano;
  • pane nero o integrale marrone;
  • frutta fresca, noci;
  • carne al vapore o bollita con verdure;
  • albume d'uovo;
  • frutti di mare a basso contenuto di grassi;
  • latticini a basso contenuto di grassi, yogurt naturale;
  • bevande alla frutta, bevande alla frutta, succhi;
  • insalate di verdure

Alimenti che aiutano a ridurre il colesterolo:

  • agrumi;
  • crusca;
  • gelatina di avena;
  • noci, soprattutto mandorle;
  • frutti di legumi;
  • tè verde

Alimenti vietati che contengono molto colesterolo:

  • lingua di manzo, cervello;
  • tuorli d'uovo;
  • caviale di pesce e crostacei;
  • gamberi, vongole;
  • il fegato.

farmaci

  1. Farmaci ipolipidemici - statine: Atorvastatina, Rosuvastatina, Lovastatina, Atorvastatina, Fluvastatina.
  2. Nootropici: Actovegin, Cortexin, Ginseng Extract, Glycine, Piracetam, Phenibut - farmaci che normalizzano i processi metabolici e metabolici nel cervello.
  3. Farmaci vasoattivi che regolano il trasporto di glucosio e ossigeno attraverso i vasi nelle cellule nervose: Cavinton, Cinnarizin, Vinpocetin.
  4. Migliorare la reologia dei mezzi sanguigni, agenti antipiastrinici (derivati ​​dell'acido acetilsalicilico, Wessel Due F).

Trattamento di rimedi popolari

  1. 3 cucchiai. semi di aneto fresco e un bicchiere di radice di valer tagliata versare un bicchiere di miele naturale, aggiungere un litro di acqua bollente. Giorno insisti. Un cucchiaio di infuso preso 3 volte al giorno per 2 mesi.
  2. Preparare una raccolta di frutti di biancospino, trifoglio rosso, origano, erba di tarassaco, trifoglio dolce nel rapporto 4: 4: 2: 3: 2, rispettivamente. 2 cucchiai della raccolta versare un litro di acqua bollente. Coprire con una casseruola e lasciare fermentare per 8 ore. Prendi prima di un pasto in forma diluita entro un mese.
  3. 8 cucchiaini. aghi di pino, un pizzico di scorza di cipolla, 8 cucchiaini. rosa canina versare in una casseruola, portare a ebollizione. Cuocere per 15 minuti. Coprire con il coperchio, lasciare fermentare. Bere prima dei pasti 3 volte al giorno. Il trattamento viene effettuato per un mese.
  4. 3 gio l. ortica e achillea versare in una casseruola con acqua. Far bollire per 20 minuti. Lascia stare. Bere un bicchiere di notte.
  5. 300 g di corteccia di cenere di montagna versare un litro di acqua bollente, cuocere per 1,5 ore dopo aver fatto bollire a fuoco basso. 1 cucchiaino brodo da bere prima di mangiare.

prevenzione

La prevenzione della sclerosi si basa sull'impegno per uno stile di vita sano, che implica:

  • rifiuto di dipendenze esistenti;
  • sforzo fisico adeguato al tuo benessere e all'età: camminare, nordic walking, jogging o nuoto;
  • dieta;
  • camminare all'aria aperta;
  • docce.

Come curare e prevenire la sclerosi dei vasi cerebrali

La sclerosi è una malattia in cui le pareti dei vasi sanguigni vengono distrutte e rinate, perdendo elasticità e il loro lume si restringe e viene bloccato da placche fibrose.

La sclerosi appartiene alle malattie sistemiche, poiché colpisce tutti i vasi del corpo. Ma a seconda delle navi che subiscono cambiamenti patologici, ci sono diversi tipi di malattia. Recentemente, la sclerosi vascolare cerebrale è diventata particolarmente diffusa, tra le cause principali che hanno determinato la comparsa di disabilità e l'aumento della morbilità e della mortalità.

La più suscettibile alla sclerosi dei vasi cerebrali sono le persone con più di 50 anni. Ma a volte i sintomi della malattia possono essere rilevati a 20-30 anni. Negli uomini, la sclerosi viene diagnosticata 5-7 volte più spesso rispetto alle donne.

Cause di patologia

La causa più comune della sclerosi è il processo aterosclerotico, che porta alla formazione di placche di colesterolo e coaguli di sangue, restringimento delle arterie e disturbi circolatori.

Questa condizione porta al fatto che le cellule cerebrali ricevono una quantità insufficiente di nutrienti e ossigeno, che interrompe il loro funzionamento e provoca la formazione di cicatrici e cisti. In alcuni casi, le placche fibrose occludono completamente un vaso sanguigno, privando il tessuto del cibo e causandone la necrosi o l'ictus.

La formazione di placche aterosclerotiche può verificarsi come risultato di:

  • predisposizione genetica;
  • disturbi del metabolismo lipidico;
  • interruzioni ormonali;
  • stile di vita sedentario;
  • sforzo emotivo e fisico;
  • ipertensione;
  • lo sviluppo del diabete;
  • la presenza di obesità;
  • il verificarsi di malattie endocrine;
  • stress frequente;
  • dieta scorretta (consumo eccessivo di grassi e colesterolo);
  • il fumo;
  • abuso di alcol;
  • cambiamenti di età.

Manifestazioni cliniche della malattia

Nelle fasi iniziali, i sintomi della sclerosi sono scarsamente evidenti e spesso non prestano attenzione a loro. Pertanto, il trattamento della malattia inizia spesso quando i cambiamenti patologici hanno significativamente influenzato lo stato del cervello, il che indebolisce notevolmente l'efficacia della terapia.

A seconda dei sintomi, ci sono 3 stadi di sclerosi.

La prima fase è accompagnata da segni non specifici:

  • mal di testa ricorrenti;
  • vertigine leggera;
  • indebolimento dell'attenzione e della memoria;
  • diminuzione della capacità lavorativa;
  • sonnolenza o insonnia;
  • rapida stanchezza e letargia;
  • depressione e apatia;
  • capricciosità e capziosità;
  • irritabilità ed irritabilità eccessive;
  • un drammatico cambiamento nello stato emotivo;
  • tinnito (in uno o due);
  • "Mosche" davanti agli occhi;
  • svenimento.

I mal di testa sono aggravati dallo stress, dallo stress mentale e fisico. I sintomi della sclerosi possono svilupparsi gradualmente per diversi anni.

Nella seconda fase, la psiche umana cambia e segni come:

  • mancanza di attività;
  • diminuzione della capacità lavorativa;
  • perdita di competenze professionali;
  • difficoltà nel fare il solito lavoro;
  • perdita di coordinamento;
  • articolazione e capacità linguistiche compromesse;
  • diminuzione delle capacità intellettuali;
  • indebolimento di concentrazione e attenzione;
  • impossibilità di comprendere il significato della lettura:
  • perdita di memoria a breve termine: il paziente dimentica ciò che è successo ieri, ma ricorda bene, compresi i dettagli dettagliati, cosa è successo molti anni fa.

I sintomi caratteristici indicano l'inizio della terza fase:

  • significativo indebolimento della memoria: una persona non può ricordare i nomi e i compleanni dei propri cari, così come altre date ed eventi significativi;
  • inadeguatezza professionale.

Spesso, la sclerosi dei vasi cerebrali porta alla demenza, infarti e ictus.

Come diagnosticare la sclerosi

Se una persona ha sintomi che indicano un possibile sviluppo della sclerosi, dovrebbe consultare un neurologo.

Il medico esaminerà il paziente e lo invierà a:

  • neurosonografia - esame ecografico di vasi cerebrali;
  • Scansione duplex 2D e transcranica - esame ecografico del flusso sanguigno all'interno del cranio;
  • angiografia del cervello - esame a raggi X dei vasi sanguigni con un agente di contrasto;
  • angiografia a risonanza magnetica - esame di vasi che usano onde elettromagnetiche o campi magnetici;
  • analisi del sangue generale e biochimica;
  • analisi delle urine.

Metodi di terapia

Perché il trattamento della sclerosi abbia successo, deve risolvere 2 compiti principali:

  • prevenire l'ulteriore formazione di placche aterosclerotiche;
  • la formazione di percorsi di aggiramento per il flusso sanguigno.

Per far fronte ai compiti di cui sopra, prima di tutto, è necessario indirizzare tutte le forze al trattamento delle malattie associate (in particolare ipertensione e diabete) e dieta.

Corretta alimentazione con sclerosi

Le persone che soffrono di sclerosi dovrebbero:

  • rinunciare a carne affumicata, carni grasse, fegato, rognoni, uova, cioccolato, acetosa;
  • limitare l'assunzione di sale, prodotti da forno e pasta;
  • aumentare il contenuto di alimenti vegetali, latticini, cereali, pesce e frutti di mare.

Tè verde, limone e succo d'uva, prezzemolo, cavolo, cetrioli, zucchine, piselli, carote, aglio, cipolle, sorbo, rosa canina, mele, melograni, noci, semi germinati, farina d'avena sono particolarmente utili per abbassare il colesterolo, kale di mare, oli vegetali.

A stomaco vuoto si consiglia di bere un bicchiere di acqua calda o succo ottenuto da patate crude.

Importante nella lotta contro la sclerosi è il riposo e il sonno adeguati, l'evitamento di disordini e superlavoro, così come la terapia con metodi popolari.

In nessun caso non può auto-medicare, in modo da non peggiorare la situazione. In ogni caso, il medico curante seleziona i farmaci individualmente, tenendo conto dell'età del paziente, dello stadio della malattia, dei sintomi, della presenza di malattie associate.

sono trattati con farmaci

Il trattamento farmacologico per la sclerosi include l'uso di:

  • anticoagulanti - riducono la viscosità del sangue e prevengono la formazione di coaguli di sangue;
  • raso - ridurre il tasso di formazione di colesterolo;
  • farmaci ipolipemizzanti - normalizzano i lipidi nel sangue;
  • farmaci che dilatano i vasi sanguigni e migliorano la circolazione sanguigna e la nutrizione delle cellule cerebrali;
  • farmaci che abbassano la pressione sanguigna e la concentrazione di zucchero nel sangue;
  • farmaci che ripristinano il lavoro del fegato;
  • farmaci nootropici - stimolano l'attività cerebrale, migliorano la memoria, l'attenzione e la capacità di apprendere;
  • neuroprotettori - migliorare la sopravvivenza delle cellule nervose in condizioni di fame di ossigeno;
  • farmaci immunostimolanti;
  • complessi vitaminici e minerali.

I benefici della fisioterapia

Un'efficace azione nella lotta contro la sclerosi avrà un complesso di terapia fisica, che deve essere selezionata individualmente per ciascun paziente in base alle sue capacità e alle procedure fisioterapeutiche: massaggio, balneoterapia, magnetoterapia.

Il trattamento fisioterapico allevia il dolore, normalizza la pressione sanguigna, migliora la circolazione cerebrale, attiva il metabolismo, allevia l'insonnia, migliora l'umore.

Quando è necessario un intervento chirurgico?

Se la nave del paziente viene bloccata per più del 70%, viene inviata per consultazione al chirurgo vascolare. Il medico esamina le condizioni del paziente e decide sulla necessità di un intervento chirurgico.

Il trattamento chirurgico ha lo scopo di rimuovere placche fibrose e coaguli di sangue.

Durante l'operazione, utilizzare:

  • endarterectomia: il muro dell'arteria colpita viene tagliato e il trombo viene rimosso;
  • stenting - uno stent che espande il lume viene introdotto nella nave.

Aiuta la medicina tradizionale

Integrerà efficacemente la terapia tradizionale con i rimedi popolari. Aiuterà ad alleviare i sintomi della malattia e migliorare le condizioni generali del paziente.

Particolarmente popolari sono le seguenti formulazioni medicinali:

  • succo, spremuto dalle radici e foglie di tarassaco e diluito con acqua di riso (berla 15-20 minuti prima di mangiare 4 volte al giorno, 50 millilitri);
  • timo e menta sono mescolati in quantità uguali, la miscela risultante (20 grammi) viene prodotta con acqua bollente (500 millilitri) e lasciata riposare per 40 minuti, assunta 2-3 volte a settimana per 60 millilitri;
  • le cipolle vengono grattugiate e spremute fuori dal succo (250 millilitri), combinate in uguali proporzioni con il miele, bevendo 20 millilitri tre volte al giorno un'ora prima dei pasti;
  • miele (1 litro) è mescolato con succo di limone, spremuto da due limoni e aglio tritato (una testa), la miscela medicinale (20 grammi) viene diluita con acqua fredda (250 millilitri) e bevuta a stomaco vuoto per due mesi;
  • La corteccia di Rowan (200 grammi) viene prodotta con acqua bollente (500 millilitri) e mantenuta a fuoco basso per due ore, il brodo viene assunto 60 millilitri prima dei pasti 3 volte al giorno.

Ma per iniziare il trattamento con i rimedi popolari è possibile solo dopo aver consultato un medico.

Pertanto, solo un trattamento completo che combini lo sforzo fisico, il lavoro mentale, la dieta, la terapia fisica, i farmaci e i decotti medicinali, aiuterà a raggiungere il successo nella lotta contro le malattie insidiose.

prevenzione

Prevenire la sclerosi dei vasi cerebrali aiuterà:

  • dieta equilibrata;
  • rifiuto di cattive abitudini;
  • stile di vita attivo;
  • mantenere la pressione sanguigna normale;
  • prevenzione di situazioni stressanti, stanchezza fisica e mentale;
  • sonno di qualità e riposo adeguato;
  • allenamento regolare della memoria (apprendimento delle lingue straniere, memorizzazione di poesie).

La sclerosi dei vasi cerebrali è una malattia della società moderna

La sclerosi dei vasi cerebrali è un effetto collaterale del progresso: il ritmo rapido della vita, la bassa attività fisica, lo stress e il fast food fanno sì che le pareti dei vasi sanguigni diventino fragili, diventando vulnerabili alla deposizione di colesterolo e altri lipidi. Il problema dell'aterosclerosi cerebrale sta diventando una vera sfida per la medicina moderna, che offre i propri metodi per una soluzione completa di questo problema.

Cos'è l'aterosclerosi cerebrale?

La sclerosi dei vasi cerebrali, o aterosclerosi cerebrale (cerebrosclerosi, malattia cerebrovascolare) è una lesione cronica delle grandi arterie del cervello, che consiste in depositi lipidici sulla parete interna dei vasi e nella proliferazione di tessuto connettivo in essi. Il termine "cerebrale" si riferisce alla relazione con il cervello, e il concetto di aterosclerosi si riferisce alla malattia arteriosa cronica, accompagnata da una anormale deposizione di colesterolo e altri grassi sulla loro superficie interna - intima, ricoperta di endotelio.

L'aterosclerosi è una patologia che si verifica spesso nelle persone di età superiore a 60 anni, ma in realtà i primi segni possono essere trovati anche in giovane età (fino a 20 anni).

Oggi, tra gli scienziati ci sono una serie di ipotesi sulle ragioni del restringimento del lume dei vasi sanguigni, ad eccezione del blocco delle lipoproteine ​​con le molecole. Si presume che la base della patologia possa essere l'ossidazione lipidica sotto l'azione dei radicali liberi, la mancanza di acidi grassi essenziali, le anomalie epiteliali delle pareti vascolari, la presenza di un fattore emostatico e il fattore di formazione di trombi.

Il meccanismo di formazione delle placche di colesterolo è tale che si formano su una parete del vaso pre-danneggiata. L'accumulo di colesterolo viene gradualmente integrato da un precipitato di sali di calcio e frammenti di tessuto connettivo. Gradualmente, la placca aterosclerotica acquisisce il suo contorno convesso irregolare.

Il colesterolo è un tipo di lipide che fa parte della membrana cellulare di tutti gli organismi viventi. Non è solubile in acqua

La presenza nel vaso di un ostacolo al flusso sanguigno e il restringimento del suo diametro creano i presupposti per il cosiddetto movimento turbolento del sangue quando gli strati del flusso sanguigno si muovono in modo non uniforme, creando vortici all'interno dei vasi. Questo danneggia le cellule del sangue - piastrine e leucociti, si forma un coagulo di sangue che, se staccato, può bloccare il lume dell'arteria cerebrale. Inoltre, la placca di colesterolo che si è staccata può portare al blocco di grandi vasi e disturbi circolatori acuti a causa del suo indurimento incompleto.

I depositi lipidici all'interno dell'arteria interferiscono con il normale flusso sanguigno e sono pericolosi se la nave è completamente bloccata

Le arterie carotidi interne ed esterne sono l'obiettivo principale dell'aterosclerosi cerebrale.

Fasi dello sviluppo della malattia

Il corso di aterosclerosi cerebrale può essere suddiviso in 4 fasi:

  1. L'iniziale - la comparsa di macchie di grasso, che non sono ancora convesse, ma rappresentano aree di colore giallastro, che gradualmente aumentano la loro area e si fondono.
  2. Progressivo - la formazione di crescite di una forma convessa, che sono interconnesse, restringendo il lume nei vasi (stenosi).
  3. Atheromato - la formazione delle attuali "placche" di accumulo di colesterolo e grasso, fibre del tessuto connettivo e cellule epiteliali desquamate.
  4. La finale - calcificazione delle placche e gravi deformità vascolari.
L'aterosclerosi di navi si sviluppa in fasi

Per grave aterosclerosi cerebrale è caratterizzata da una combinazione con ipertensione, nonché una diminuzione dell'attività mentale e mentale del paziente. Memoria, l'attenzione peggiora, rapida affaticabilità, si sviluppano improvvisi sbalzi d'umore.

Non confondere i concetti di aterosclerosi e sclerosi tuberosa. Il secondo è la patologia genetica, quando numerosi tumori benigni colpiscono vari organi interni, compresa la corteccia cerebrale.

Un altro tipo di sclerosi è l'arteriosclerosi di Menkeberg, che è caratterizzata da lesioni vascolari, in gran parte dovute alla deposizione di sali di calcio nel rivestimento centrale delle arterie. Una caratteristica distintiva di questo tipo di sclerosi è anche la diffusione (distrazione) della lesione senza la presenza di placche. Quando la malattia sviluppa aneurismi - sovradimensionamento delle pareti arteriose e aumento di più di due volte nel suo lume. Arteriosclerosi Menkeberg a lungo asintomatica.

Le cause della malattia

La principale causa di aterosclerosi cerebrale è una violazione di un complesso processo biochimico nel corpo - metabolismo dei lipidi. Ciò è dovuto agli effetti di vari fattori provocatori.

I fattori di rischio che non possono essere influenzati includono:

  • predisposizione genetica;
  • età - negli anni aumenta la probabilità della malattia;
  • il sesso - gli uomini hanno maggiori probabilità di soffrire di sclerosi dei vasi cerebrali a causa della mancanza di ormoni sessuali che aiutano ad abbattere i grassi.

Il colesterolo non è solo dannoso, come tutti pensavano. Il colesterolo utile è indicato come lipoproteina ad alta densità (HDL). La loro quantità sufficiente nel corpo riduce significativamente il rischio di aterosclerosi, così come le malattie cardiovascolari.

Ma ci sono fattori che possono essere corretti, questi includono:

  • disturbi del metabolismo lipidico - un aumento del livello di trigliceridi nel sangue, così come il colesterolo "cattivo" e una mancanza di "buono" o alfa-colesterolo;
  • ipertensione;
  • sindrome da insulino-resistenza;
  • diabete mellito;
  • cattive abitudini (alcol, tabacco);
  • obesità (obesità);
  • stile di vita sedentario;
  • quantità eccessive di grasso animale nella dieta;
  • grave insufficienza renale;
  • malattie infiammatorie croniche;
  • aumento della viscosità del sangue;
  • aumento della sintesi dell'omocisteina - un amminoacido che si accumula con l'età e danneggia l'endotelio delle arterie;
  • alto livello di stress.

Gli uomini sopra i 45 anni sono particolarmente sensibili allo sviluppo dell'aterosclerosi cerebrale. Le donne sono a rischio dopo aver superato la pietra miliare dei sessant'anni.

Tipi di arteriosclerosi cerebrale

Sulla base del motivo principale, la sclerosi cerebrale è dei seguenti tipi:

  • metabolico (compresa ialinosi - deposizione nei tessuti e nei vasi dei composti proteico-lipidici);
  • età;
  • ipertesi;
  • infiammatorio (tubercolosi, sifilitico);
  • tossico e allergico.

Sintomi e primi segni

Le prime manifestazioni evidenti di aterosclerosi cerebrale sono espresse in un mal di testa noioso, fastidioso, concentrazione disturbata. All'inizio, tali segni sono spesso provocati dal lavoro mentale, ma gradualmente sorgono indipendentemente dalla precedente attività cerebrale attiva. Questi sintomi sono causati da un insufficiente apporto di sangue al cervello e da un accesso insufficiente dell'ossigeno al sangue a causa della stenosi arteriosa.

Mal di testa noioso dopo sovraccarico mentale - il primo sintomo di aterosclerosi cerebrale

La malattia colpisce gradualmente le caratteristiche comportamentali del paziente, che inizia a soffrire sempre di più per la propria irritabilità e irascibilità, sbalzi d'umore, depressione e talvolta aggressività. Un segno specifico è l'assenza di regolare sollievo dei sintomi anche dopo un lungo periodo di riposo.

Ulteriori sintomi clinici, lentamente aggravati, acquisiscono manifestazioni caratteristiche:

  • aumentare l'intensità del mal di testa;
  • violazione del sonno e della veglia;
  • un forte declino delle funzioni cognitive, vale a dire, memoria a breve termine e pensiero adeguato (crescita di impotenza nella vita di tutti i giorni);
  • nervosismo senza una ragione apparente;
  • vertigini e tinnito;
  • perdita di coscienza (a volte).

A poco a poco, il paziente è disturbato dalla funzione di piccolo motore, così come la parola e la visione. Una persona nota che perde la capacità di mantenere l'equilibrio quando cammina, inoltre, il "torpore" periodico delle gambe, o la perdita della loro sensibilità, è caratteristico. Le convulsioni della paralisi parziale sono possibili, ad esempio, degli arti su un lato o sulla parte inferiore del viso. Tale perdita di sensibilità dura per circa un giorno o due ed è causata da gravi violazioni della circolazione cerebrale, dopo le quali le funzioni vengono ripristinate. I medici chiamano tale attacco un attacco ischemico transitorio (TIA), che è molto simile a un micro ictus, ma non è identico ad esso, perché è un disturbo transitorio.

I depositi di sostanze grasse nei tessuti sono pericolosi per i vasi del cuore, del cervello e degli arti inferiori. Se l'apporto di sangue alle gambe è significativamente ridotto, può portare alla necrosi dei loro tessuti.

Se dopo due giorni il paziente non diventa più facile, è probabile che il danno al tessuto cerebrale - ictus ischemico, accompagnato da rottura irreversibile della zona del cervello a causa di insufficiente afflusso di sangue. L'ictus ischemico è una causa comune di mortalità del paziente.

Un paziente con grave aterosclerosi nella sua fase finale è completamente perso nel tempo e nello spazio, ha tutti i sintomi inerenti alla demenza vascolare:

  • distruzione delle funzioni cognitive e comportamentali;
  • demenza;
  • perdita di competenze quotidiane;
  • l'incapacità di controllare l'atto di svuotare la vescica e l'intestino;
  • appetito eccessivo con una caratteristica mancanza di senso di sazietà o, al contrario, indifferenza al cibo.

Il paziente in questa fase è completamente incapace di servirsi indipendentemente. Ha bisogno di assistenza e osservazione 24 ore su 24.

Metodi diagnostici

Quando si identificano manifestazioni precoci simili ai sintomi dell'aterosclerosi del cervello, è necessario consultare un neurologo per la diagnosi. Il paziente oi suoi parenti dovrebbero esporre i reclami e le manifestazioni cliniche della malattia nel modo più accurato possibile. Test di laboratorio obbligatori includono:

  1. Test immunologico per determinare la concentrazione di lipoproteine ​​nel sangue - ad un tasso superiore a 30 mg / dL, il paziente ha un alto rischio di sviluppare ischemia. Per l'analisi, il sangue è preso da una vena, il risultato deve essere aspettato solo poche ore.
  2. Biochimica del sangue - determinazione del livello di colesterolo benefico e nocivo e di altri grassi nel plasma sanguigno.

I sintomi dell'aterosclerosi cerebrale e della demenza di tipo Alzheimer (morbo di Alzheimer) hanno molto in comune. Non è possibile effettuare una diagnosi corretta al 100% durante la vita del paziente. Tuttavia, la tattica di trattamento in entrambi i casi è simile, quindi, dal punto di vista della convenienza terapeutica, la diagnosi differenziale non è cruciale.

La diagnostica strumentale è mostrata in una fase progressiva e consiste nei seguenti metodi di ricerca:

  • imaging a risonanza magnetica;
  • ecografia di vasi cerebrali;
  • radiografia del cervello con iniezione preliminare di un mezzo di contrasto - angiografia cerebrale; Angiografia dei vasi cerebrali - metodo di esame a raggi X, che determina il luogo e il grado di vasocostrizione
  • dopplerografia transcranica - esame del flusso sanguigno di vasi intracranici con l'aiuto degli ultrasuoni.

trattamento

L'aterosclerosi cerebrovascolare richiede un approccio sistemico al trattamento. Questa è principalmente la terapia medica, finalizzata a normalizzare il metabolismo dei lipidi, riducendo la viscosità del sangue e correggendo i disturbi funzionali, minimizzando i sintomi. Allo stesso tempo, il paziente è obbligato a modificare in modo significativo il suo stile di vita abituale: ottimizzare la dieta, ridurre il peso corporeo e monitorare la pressione sanguigna, lo zucchero e i lipidi nel sangue.

Terapia farmacologica

Come trattamento medico per l'aterosclerosi cerebrale, vengono utilizzati i seguenti gruppi di agenti farmacologici:

  1. Farmaci vasoattivi - progettati per migliorare la microcircolazione e l'afflusso di sangue ai tessuti e ai vasi sanguigni. Rappresentanti del gruppo:
    • cinnarizina;
    • Vinpocetina (Cavinton);
    • teofillina;
    • nitroglicerina;
    • pentoxifylline;
    • Tanakan (angioprotector).
  2. Agenti antipiastrinici: l'obiettivo principale di questo gruppo di farmaci è prevenire la formazione di coaguli di sangue assottigliando il sangue troppo viscoso o denso. I farmaci più popolari sono:
    • Acido acetilsalicilico (Aspirina);
    • Clopidogrel: agisce sulle piastrine, interferendo con la loro capacità di "attaccarsi" tra di loro.
  3. Farmaci anti-sclerotici: l'azione di questi farmaci mira a ridurre la concentrazione di componenti lipidici dannosi nel sangue, ripristinando l'endotelio vascolare, riducendo l'infiammazione delle pareti delle arterie, prevenendo i processi ischemici. Farmaci popolari in questo gruppo:
    • simvastatina;
    • atorvastatina;
    • Acido nicotinico;
    • Colestiramina.
  4. Farmaci antipertensivi: normalizzano la pressione sanguigna, riducono il rischio di afflusso di sangue cerebrale disturbato e migliorano le capacità cognitive. Applicare farmaci antipertensivi:
    • enalapril;
    • captopril;
    • Ibertan.
  5. Antiossidanti e stimolanti biogenici: attivano il metabolismo cellulare, aumentano l'apporto di sangue e proteggono la membrana cellulare, inibiscono la perossidazione lipidica. Rappresentanti del gruppo:
    • Etil metil idrossipiridina succinato;
    • aktovegin;
    • vitamine E e C.
  6. Farmaci nootropici: migliorano la memoria, le prestazioni mentali e hanno un effetto positivo sull'attività cerebrale.
    • piracetam;
    • Fezam;
    • Nootropil;
    • Tserakson.

Inoltre, antidepressivi e tranquillanti possono essere usati per trattare i sintomi associati a disturbi mentali nell'aterosclerosi cerebrale. Esempi di farmaci:

omeopatia

L'obiettivo dell'omeopatia è di sopprimere il processo di aterosclerosi in modo naturale senza effetti collaterali. L'azione dei farmaci omeopatici si basa sull'uso di dosi microscopiche di quelle sostanze che sono in grado di causare questa malattia in grandi quantità.

I farmaci omeopatici disponibili per l'aterosclerosi includono:

  1. Iodio d'oro - granuli omeopatici, a base di oro di iodio e carbonato di bario. Il farmaco migliora la circolazione cerebrale.
  2. Colesterolo - un rimedio per il colesterolo alto nel sangue a base di estratti vegetali naturali. Colesterolo: un farmaco omeopatico la cui azione è volta a ridurre il colesterolo
  3. Krategus - medicina sotto forma di tintura a base di biancospino. Tra le altre cose, abbassa la pressione sanguigna, attiva la circolazione cerebrale. Normalizza la concentrazione di colesterolo e inibisce la viscosità del sangue. Aiuta a ridurre l'eccitabilità del sistema nervoso centrale.

Poiché l'omeopatia è un tipo di medicina alternativa, la decisione sull'uso di qualsiasi farmaco dal suo arsenale viene presa dal medico curante.

Rimedi popolari

L'uso di rimedi popolari nelle prime fasi della malattia contribuisce all'inibizione del processo patologico della formazione di depositi sulle pareti dei vasi sanguigni. È importante ricordare che qualsiasi rimedio, incluso quello fatto in casa, deve essere approvato dal medico curante.

La ricetta di tintura all'aglio tibetano è un ottimo strumento per la riparazione vascolare. Avrai bisogno di aglio giovane, preferibilmente fatto in casa, coltivato senza fertilizzanti chimici. Preparazione del farmaco:

  1. Circa 300 g di spicchi d'aglio sbucciati tritati in un frantoio o un tritacarne.
  2. La materia prima risultante versa 300 ml di alcool medicale in un recipiente opaco.
  3. Metti la medicina in un luogo buio per insistere per 10 giorni.
  4. Prendi periodicamente la nave e scuotila.
  5. Prendete la tintura tre volte al giorno con il cibo, iniziando con una goccia e aggiungendone un'altra ogni volta.
  6. Quando la dose raggiunge 15 gocce, la dose deve essere ridotta a 1 goccia nell'ordine inverso.
  7. In conclusione, è necessario prendere 25 gocce in una dose, preferibilmente prima di diluire con il latte (50 ml).

La tintura di aglio è considerata l'elisir della giovinezza, il trattamento si consiglia di non prendere più di una volta in 5 anni. Vale la pena considerare che la ricetta tibetana riduce significativamente la pressione.

Il miele è il "migliore amico" del sistema nervoso e il garante di vasi sanguigni sani. Consumando 1 cucchiaino di miele durante la notte, non solo puoi calmare i nervi e assicurare un buon riposo notturno, ma anche prevenire lo sviluppo di aterosclerosi. Se ci sono segni di una malattia vascolare, è necessario mescolare il miele in proporzioni uguali con succo di limone e qualsiasi olio vegetale di alta qualità. Le regole di amministrazione sono semplici: 1 cucchiaino al mattino prima di colazione. Prima di usare il miele come medicinale, devi assicurarti di non essere allergico ad esso. Al miele anche in parti uguali, è possibile aggiungere succo di cipolla e piantaggine.

Una delle erbe più efficaci contro l'aterosclerosi è la giapponese Sophora. Ricetta per fare la tintura fatta in casa di Sophora:

  1. 50 g di materia prima frantumata versare due bicchieri di vodka.
  2. Insistere per 3 settimane in un luogo fresco.
  3. Prendi 1 cucchiaio 3 volte al giorno prima dei pasti.

La pianta fatta in casa chiamata baffi d'oro è un antiossidante eccellente e rafforza efficacemente la parete vascolare. Preparazione della tintura:

  1. Prendi 35 cosiddetti giunti della pianta, trita e versa 1,5 litri di vodka.
  2. Insistere 2 settimane in un luogo buio.
  3. Prendi 1 cucchiaino prima dei pasti tre volte al giorno (un corso di dieci giorni può essere ripetuto fino a tre volte con intervalli di 10 giorni).

Un ottimo rimedio per l'acufene e le vertigini è il tè alla melissa. Le proporzioni della preparazione sono le stesse del normale tè nero: 1 cucchiaino di pianta per tazza di acqua bollente. Questa bevanda può essere bevuta più volte al giorno.

A casa, è efficace utilizzare una raccolta di fito di un numero uguale di tali erbe tritate:

  • biancospino (rafforza le arterie);
  • rosa (si consideri che una grande quantità di vitamina C contenuta in esso irrita i reni);
  • campo equiseto (notare che la pianta ha un effetto diuretico e ispessisce il sangue con l'uso a lungo termine);
  • Erba di San Giovanni ("erba da 100 malattie");
  • radice di valeriana;
  • trifoglio;
  • ortiche;
  • radice di dente di leone.

La tisana può essere prodotta e bevuta al posto del tè fino a tre volte al giorno.

Galleria fotografica: componenti di rimedi popolari

Corretta alimentazione

La dieta è essenziale per inibire lo sviluppo dell'aterosclerosi cerebrale. Pertanto, si consiglia ai pazienti di ridurre al minimo il consumo di grassi, carne e latticini, sale, carni affumicate, uova, cioccolato, cacao, caffè forte e tè. Le controindicazioni includono:

Sclerosi delle arterie cerebrali: segni, diagnosi, metodi di trattamento

Oggi, una malattia come la sclerosi dei vasi cerebrali è una delle cause principali che portano a un aumento della morbilità e della mortalità nei paesi sviluppati del mondo. A questo proposito, il trattamento della sclerosi è uno dei problemi più urgenti che riguardano i pazienti e i loro medici oggi.

Cause della sclerosi vascolare

Uno dei motivi principali per lo sviluppo della sclerosi vascolare di tutti gli organi e sistemi è il processo aterosclerotico.

L'aterosclerosi è una malattia cronica delle arterie elastiche e muscolo-elastiche con formazione di colesterolo e depositi di grasso sulla parete interna, che causa complessi cambiamenti cellulari, la conseguente proliferazione del tessuto connettivo e la formazione di specifiche placche fibrose sulla parete arteriosa. Per questo motivo, il lume delle arterie si restringe gradualmente, a causa del quale l'afflusso di sangue a tutti gli organi e sistemi che sono alimentati da questa arteria viene interrotto.

Inoltre, è possibile e completo il blocco del lume della nave sopra le placche, che porterà alla necrosi di tessuti, organi o parti del corpo. Così come la separazione della placca aterosclerotica dalla parete vascolare e la sua migrazione attraverso il flusso sanguigno (embolo), dove può bloccare completamente il vaso di un calibro più piccolo, e minaccia con necrosi (infarto), nel cervello - con un ictus.

Tali placche aterosclerotiche possono talvolta essere trovate in giovani di età compresa tra 20 e 30 anni, ma più spesso le persone con più di 50 anni soffrono di questa malattia. Inoltre, secondo le statistiche, negli uomini, l'aterosclerosi si verifica 5-7 volte più spesso rispetto alle donne.

Cause dell'aterosclerosi cerebrale

Il processo di formazione delle placche aterosclerotiche è complesso e sfaccettato, si compone di numerosi momenti e fattori predisponenti:

  • Predisposizione ereditaria;
  • Alta pressione sanguigna;
  • Diabete mellito;
  • l'obesità;
  • il fumo;
  • Sesso maschile;
  • Nutrizione impropria;
  • Stress emotivo;
  • Stile di vita sedentario;
  • E molti altri fattori di rischio...

Sintomi e segni di danni alla testa

Una particolare astuzia di questa malattia è che, nella fase iniziale, i sintomi della sclerosi vascolare sono praticamente non specifici e spesso rimangono senza un'adeguata attenzione da parte del paziente e del medico.
Ci sono importanti segni di sclerosi dei vasi cerebrali, che dovrebbero rendere una persona attenta e pensare di consultare uno specialista. Questi sono momenti come:

  1. Fatica;
  2. Menomazione della memoria;
  3. Aumento dell'eccitabilità;
  4. sonnolenza;
  5. Lo sfarfallio "vola" davanti agli occhi, risuonando nelle orecchie;
  6. Cefalea periodica breve.

Il tessuto cerebrale senza trattamento tempestivo cronico non riceve la parte necessaria di ossigeno e sostanze nutritive, che porta alla morte graduale delle cellule nervose. Questo processo può richiedere diversi anni e una persona non presta immediatamente attenzione ai cambiamenti nel suo corpo. Nel suo sviluppo, questa malattia attraversa una serie di fasi che passano gradualmente dall'una all'altra e che alla fine causano conseguenze irreversibili.

Stadio iniziale della malattia

Le seguenti "campane" parlano dello stadio iniziale della sclerosi del cervello:

  • letargia;
  • Instabilità emotiva;
  • Perdita di concentrazione e attenzione;
  • tinnito;
  • Perdita di memoria;
  • Disturbo del sonno;
  • Diminuzione delle prestazioni;
  • Vertigini e mal di testa leggeri

Una manifestazione molto importante di questo stadio è il mal di testa pronunciato, la cui presenza è nota da circa il 90% dei pazienti. Le prime fasi si fanno sentire con mal di testa incoerenti, pressanti, a volte pulsanti. Inoltre, preoccupato per la sensazione di pienezza e pressione nella testa. Quando si esercita, dando stress mentale e fisico, il dolore può aumentare, come lo stress o la mancanza di ossigeno (a causa di una prolungata permanenza in una stanza scarsamente ventilata, ad esempio). Alcuni pazienti soffrono di dolore al mattino, in altri peggiorano la sera, cioè sono completamente indipendenti dall'ora del giorno. Possono causare disturbi del sonno. La presenza di tali mal di testa rende una persona irascibile, irritabile, provoca una diminuzione di efficienza e attenzione, e la flessibilità del pensiero è persa. Spesso, insieme al mal di testa, il rumore di accompagnamento si presenta in una o entrambe le orecchie. Anche se a volte il rumore si verifica prima della comparsa di mal di testa. Le persone possono lamentarsi di vertigini transitorie e della loro stessa instabilità quando camminano.

Secondo stadio

Durante questo periodo, iniziano a verificarsi cambiamenti nella psiche umana. Il paziente diventa lento, inattivo, le abilità intellettuali iniziano a diminuire gradualmente. Il ricordo è rotto: una persona dimentica ciò che ha fatto ieri, e gli eventi di lunga data possono essere ricordati nei più piccoli dettagli. La sofferenza è compromessa, la concentrazione si indebolisce,
la comprensione del significato della lettura viene violata, le abilità professionali sono perse.

Terzo, stadio profondo

La memoria soffre sempre di più. Le persone iniziano a dimenticare le date di base riguardanti le loro vite e le loro famiglie. Diventano professionalmente inadatti e non possono più funzionare. Il picco della sclerosi vascolare sono infarti, ictus e demenza (demenza).

Un po 'di aterosclerosi dell'aorta

Uno dei casi particolari di aterosclerosi è l'aterosclerosi aortica. Il tipo più comune di malattia è localizzato nella regione addominale. Particolare pericolo è l'aterosclerosi delle arterie coronarie. Nelle fasi iniziali, i suoi sintomi possono essere completamente assenti o possono essere estremamente lievi.

Raccomandiamo di studiare materiale più dettagliato sull'aterosclerosi dell'aorta e del cuore.

A volte i pazienti possono avvertire dolore toracico che si diffonde nella regione interscapolare. Con atrofia dello strato vascolare interessato, si possono formare protrusioni o aneurismi su alcune aree dell'aorta. I dolori che possono verificarsi durante l'aneurisma dipendono dalla sua localizzazione (in caso di aneurisma della parte ascendente dell'aorta, dolori al petto, dolore alla parte discendente verso il basso, aneurisma dell'arco aortico - spalla, dolore al collo). Inoltre, i sintomi includono mal di testa, gonfiore del viso, a volte - raucedine.

La complicazione più pericolosa dell'aneurisma: il fenomeno della sua separazione e successiva rottura con esito fatale. A seconda delle dimensioni dell'aneurisma e della presenza di ipertensione arteriosa concomitante, aumenta il rischio di tale divario.

Diagnosi di sclerosi di vasi cerebrali

Osservando uno dei suddetti sintomi e disturbi, una persona dovrebbe consultare un neurologo che prescriverà l'esame necessario, selezionare la terapia appropriata e monitorare lo sviluppo successivo della malattia, che influirà sulle condizioni del paziente.

La diagnosi della sclerosi vascolare cerebrale e l'individuazione del grado di sviluppo della malattia viene solitamente effettuata mediante l'uso di metodi a ultrasuoni:

  • Ultrasuoni del cervello e del collo: con tale esame ecografico, viene controllata la condizione dei vasi sanguigni, che si trovano all'esterno della testa e del collo, nonché all'interno del cranio. Questa procedura è abbastanza sicura e non causa alcun disagio al paziente. La sua durata è di circa 40 minuti, al termine dei test, il medico rilascia un protocollo con la sua conclusione. A volte l'ecografia dei vasi cerebrali può essere chiamata neurosonografia (questo nome si trova spesso).
  • La scansione fronte-retro è uno dei componenti di un'ecografia a tutti gli effetti dei vasi, che di solito viene eseguita in diverse modalità:
    1. Bidimensionale (modalità B): consente di visualizzare perfettamente i vasi e il tessuto circostante, ad eccezione di quelli che si trovano all'interno del cranio. Grazie a questa modalità, il medico può conoscere lo stato del flusso sanguigno nei vasi della testa.
    2. Scansione transcranica duplex: viene utilizzata per studiare il flusso sanguigno nei vasi all'interno del cranio. Inoltre, l'ecografia transcranica può essere usata per studiare la sostanza del cervello per la presenza in esso di formazioni voluminose. Ma il contenuto informativo di questa tecnica è inferiore al computer e alla risonanza magnetica del cervello.
  • Angiografia di vasi cerebrali che usano un agente di contrasto. Il metodo di attuazione è il seguente: una sostanza radiopaca viene iniettata nel letto vascolare e diverse immagini radiologiche vengono prese contemporaneamente.

Un tipo di angiografia vascolare è l'angiografia con risonanza magnetica (angiografia MR o angiografia RMN), un metodo di ricerca basato sull'uso di campi magnetici ed onde elettromagnetiche. Mr angiografia può essere eseguita in diversi modi - con o senza l'introduzione di un mezzo di contrasto. Ciò che è particolarmente utile per i pazienti con allergie agli agenti di contrasto.

La combinazione dei suddetti metodi strumentali, insieme ai test condotti in laboratorio, all'anamnesi e ai reclami dei pazienti, consente al medico di diagnosticare o escludere la sclerosi dei vasi cerebrali e selezionare la terapia appropriata.

Trattamento della malattia

Quando si cura questa malattia, il medico imposta diversi compiti di base:

  1. Prevenire l'ulteriore processo di sclerosi vascolare.
  2. Stimolare lo sviluppo delle vie circonferenziali del flusso sanguigno degli organi e dei tessuti colpiti.

La soluzione del primo problema comprende diversi punti principali:

Una dieta equilibrata con il giusto contenuto di grassi vegetali e animali, con il giusto contenuto di vitamine. Nella dieta di tali pazienti dovrebbe essere dominato da alimenti vegetali, così come pesce e frutti di mare. È necessario escludere o almeno limitare cibi ricchi di colesterolo, come carni affumicate, uova, carni grasse. Limitare anche l'uso di pasta di bassa qualità, prodotti da forno. Se il paziente è in sovrappeso, la dieta dovrebbe mirare a ridurre il contenuto calorico del cibo.

Video: quale cibo abbassa il colesterolo e previene l'aterosclerosi?

Per saperne di più sulla dieta corretta e lo stile di vita per la sclerosi vascolare, leggi il link.

È necessario prestare molta attenzione al trattamento delle malattie associate, la cui presenza contribuisce alla progressione del processo. Prima di tutto, è l'ipertensione arteriosa e il diabete. È necessario impegnarsi gradualmente e sistematicamente nel trattamento di questa patologia per evitare ulteriori complicazioni.

Il secondo compito è raggiunto attraverso la selezione di esercizi di fisioterapia individuale. L'attività fisica deve essere rigorosamente misurata e regolare e coerente con l'età e le capacità di ogni singolo paziente. Tali carichi aumenteranno il flusso sanguigno circolante.

In combinazione con l'attività fisica, è possibile applicare un trattamento fisioterapico: balneoterapia, massaggio e altre procedure come prescritto dal medico curante.

Oltre a tutte queste raccomandazioni, il trattamento della sclerosi dei vasi cerebrali deve essere accompagnato da una specifica terapia farmacologica:

  • Assunzione di farmaci che migliorano la nutrizione e l'apporto di sangue al cervello.
  • Assunzione di farmaci che normalizzano la pressione sanguigna e lo zucchero nel sangue in presenza di comorbidità.
  • Assunzione di farmaci con azione di normalizzazione lipidica (farmaci ipolipemizzanti).
  • e una serie di altri farmaci usati per trattare questa patologia.

Attenzione: tutti i farmaci devono essere selezionati individualmente per ciascun paziente. Non cercare di auto-medicare!

Video: aterosclerosi nel programma "Salute"

Riassumendo, possiamo concludere che il trattamento della sclerosi dei vasi cerebrali è un evento complesso. Una persona deve combinare il lavoro mentale con l'attività fisica, impegnarsi regolarmente nella cultura fisica, normalizzare la dieta e il peso. Inoltre, dovrebbe camminare per alcune ore al giorno all'aria aperta, prendere le medicine necessarie come prescritto dal medico e sotto il suo controllo. Lo stesso complesso dovrebbe essere misure preventive per prevenire lo sviluppo di questa malattia.
Dopo tutto, se il paziente desidera, e usando tutte le possibilità della medicina moderna, è possibile ottenere una remissione stabile e il miglioramento della condizione.

Per Saperne Di Più I Vasi