Cos'è la leucoarasi del cervello

Leucorea non è una malattia indipendente, ma uno dei principali segni diagnostici di una serie di cambiamenti patologici nelle strutture sottocorticali del cervello.

Può essere un sintomo di atrofia del SNC e altre malattie:

  • Malattia di Binswanger o encefalopatia aterosclerotica sottocorticale;
  • Morbo di Alzheimer;
  • demenza vascolare;
  • ipertensione arteriosa.

I cambiamenti morfologici nel cervello con leucoareosi sono espressi in:

  • la distruzione della struttura della sostanza bianca, dovuta alla distruzione della guaina mielinica dei neuroni (demielinizzazione);
  • il verificarsi di aree di necrosi incompleta senza confini chiaramente definiti;
  • gonfiore del tessuto cerebrale;
  • aumento degli spazi extracellulari.

Man mano che l'area interessata si espande, le funzioni cerebrali sottostanti diminuiscono.

A seconda della posizione dei cambiamenti strutturali, ci sono due tipi di patologia:

Incisione al cervello

  • leucoareosi periventricolare;
  • leukoaraeoz sottocorticale.

Il tipo periventricolare implica la localizzazione di focolai di atrofia della sostanza bianca sotto forma di una fascia che circonda i ventricoli laterali del cervello, oppure sotto forma di "cupole" situate sopra i ventricoli.

Nella leucemia subcorticale, i focolai di atrofia sono localizzati nelle parti profonde del cervello, incl. e nel sette centro ovale.

Fasi di sviluppo

A seconda del grado di danno, ci sono tre fasi nello sviluppo della patologia. Con la leucoaraiosi a 1 grado, le manifestazioni cliniche della malattia corrispondono ai sintomi di molte malattie, tra cui e non correlato al sistema nervoso centrale, che complica enormemente la diagnosi.

Questi includono:

  • Stanchezza aumentata;
  • Disturbo del sonno;
  • l'emicrania;
  • Suonando nelle orecchie.

Nella leucoaraiosi a 1 grado, i pazienti possono anche avere problemi di coordinazione lieve: una diminuzione della lunghezza del passo e della velocità di deambulazione.

Quando si passa al secondo stadio di sviluppo della patologia, le manifestazioni cliniche della leucoaraiosi diventano più pronunciate. Un acuto deterioramento nella memoria e concentrazione di attenzione si aggiunge ai sintomi sopra menzionati, il danno motorio diventa più luminoso (movimenti caotici).

A livello psicologico, la patologia può essere espressa in cambiamenti inspiegabili nel background emotivo, anche negli stati depressivi. Sullo sfondo di tutti i segni elencati, le capacità sociali e professionali del paziente sono significativamente ridotte, sebbene possano ancora funzionare.

Il terzo grado di leucoaraiosi è caratterizzato da una significativa espansione delle aree del cervello interessate, che si riflette nell'approfondimento di tutti i segni clinici di malattia. Tali pazienti non possono più condurre una vita piena, necessitando di monitoraggio costante e supporto da parte dei propri cari.

C'è un forte disordine nella coordinazione dei movimenti, fino a una perdita di equilibrio su un terreno piano, una minzione arbitraria, una forte inibizione delle funzioni psicomotorie, ecc.

Il principale gruppo di rischio per la leucoaraiosi sono le persone con più di 50 anni.

Secondo le statistiche, una diminuzione della densità della sostanza bianca è diagnosticata in ogni secondo anziano (secondo alcuni dati, questo indicatore può raggiungere 95 casi su 100).

Ma i giovani possono anche soffrire di leucoaraiosi.

Il rischio di ottenere questa patologia aumenta in modo significativo con la presenza simultanea di tutti o molti dei fattori elencati:

  • Abuso di alcool;
  • Dipendenza da nicotina;
  • Stile di vita sedentario;
  • Nutrizione sbilanciata;
  • l'obesità;
  • Ipertensione arteriosa

Diagnosi di leucoaraiosi

Prima dell'avvento dei dispositivi diagnostici che prevedevano la visualizzazione di aree a bassa densità di sostanza bianca, nessuno parlava della leucoaraiosi come fenomeno separato. Ora, i cambiamenti patologici nelle strutture sottocorticali sono identificati con successo su una risonanza magnetica, che rende possibile rilevare la leucoaraiosi al primo stadio e ritardare efficacemente il secondo.

Il metodo più efficace per la determinazione di leucoarea è la risonanza magnetica in modalità T2-VI (immagine ponderata).

I focolai di leucoaraiosi nel cervello possono anche comparire su TC (tomografia computerizzata), ma l'efficacia di questo metodo nella diagnosi di patologia nel primo stadio è di un ordine di grandezza inferiore.

Inoltre, per confermare la diagnosi, l'angiografia (una radiografia dei vasi cerebrali), possono essere prescritti studi clinici su sangue e urina.

Il secondo e terzo grado di leucoarea può essere motivo di accertamento della disabilità.

Trattamento e prevenzione

Non ci sono metodi operativi per il trattamento di leucoarea, la terapia prevede la prescrizione di farmaci di diverso spettro d'azione.

Prima di tutto, questi sono farmaci vasoattivi con proprietà vasodilatanti e antiossidanti. Hanno un effetto stimolante sulle terminazioni nervose nel cervello, che porta ad una diminuzione graduale delle lesioni.

Nel trattamento della leucoaraiosi nominare diversi gruppi di farmaci:

  • Inibitori della fosforestesia (aminofillina, pentossifillina, ecc.);
  • Bloccanti di adenocettori e canali del calcio (nicergolina);
  • Stimolanti metabolici (vari derivati ​​della pirololina).

Per la prevenzione di attacchi di cuore, i pazienti con leucoaraiosi sono farmaci prescritti dal gruppo di agenti antipiastrinici. Durante il corso del trattamento, il complesso dei farmaci prescritti può essere regolato in base ai risultati della terapia.

La mancanza di trattamento è irto della progressione della malattia, che quasi sempre porta a ictus. Le loro conseguenze possono essere la completa dipendenza dei pazienti dalle misure terapeutiche (alimentazione attraverso una sonda, inserimento di un catetere nell'uretra, ecc.).

La leucoareosi non è una malattia che può andare via da sola, pertanto, prima vengono prese le misure per curarla, maggiori sono le probabilità che il paziente ritorni alla vita normale.

Le misure preventive comprendono l'esame regolare dei vasi cerebrali negli anziani. Altre misure per prevenire la patologia includono la correzione nutrizionale, l'eliminazione di alcol e fumo e il mantenimento di uno stile di vita attivo.

Secondo alcuni esperti, ridurre il rischio di diluizione della sostanza bianca con un uso regolare è in grado di assumere farmaci biologicamente attivi (integratori alimentari) di alcuni gruppi, ma è impossibile dichiarare con sicurezza l'efficacia di un farmaco a causa di dati statistici insufficienti.

Leucoarasi cerebrale è spaventoso e pericoloso

La leucoaraiosi viene diagnosticata in caso di sconfitta della sostanza bianca del cervello. Inoltre, si osservano cambiamenti dovuti a ischemia cronica e interruzioni del flusso sanguigno. La malattia è rara.

La patologia non si sviluppa sullo sfondo di disturbi della circolazione sanguigna. Le lesioni possono essere profonde negli emisferi o circondarle in modo uniforme. La condizione è pericolosa e costituisce una vera minaccia per la vita del paziente. I cambiamenti nel sistema nervoso centrale non possono essere invertiti.

Dove sono le origini della malattia

Ricerche hanno confermato l'assunzione di scienziati secondo cui la malattia si sviluppa a causa di disturbi circolatori. Di conseguenza, le cellule non ricevono un'alimentazione adeguata. La patologia viene spesso diagnosticata in persone che soffrono di ischemia, demenza vascolare o altre malattie vascolari del cervello.

La leucoaraiosi può essere una conseguenza di un ictus. La patologia si verifica spesso nelle persone con malattia di Alzheimer, accompagnata da atrofia, cambiamenti legati all'età. Di conseguenza, a una persona viene diagnosticata una demenza.

I medici considerano anche la malattia di Binswanger una possibile causa. È caratterizzato dalla presenza di una forma insolita di encefalopatia dyscirculatory.

Come conseguenza dell'atrofia del tessuto nervoso, il lavoro del sistema nervoso centrale viene interrotto. Cambiamenti drastici si osservano anche nella composizione e nella struttura della sostanza bianca del cervello. Il rischio di sviluppare la leucemia aumenta nel caso di diabete mellito e processi metabolici anormali.

Gli scienziati sono stati in grado di identificare i fattori che aumentano il rischio di sviluppare patologia:

  • bere eccessivo persistente;
  • fumo di tabacco;
  • dieta malsana e stile di vita a bassa attività fisica;
  • gli anziani

Per capire i processi che si verificano nel cervello:

Cos'è la leucoarea periventricolare

La leucemia periventricolare viene diagnosticata in caso di diminuzione della densità della sostanza bianca. La malattia si diffonde più spesso lungo i ventricoli laterali del cervello o uniformemente su tutta la superficie sotto forma di piccoli fuochi. Di conseguenza, il sistema nervoso attorno alle corna anteriori ha l'aspetto di orecchie o cappucci. Questo è ben visto sui risultati della risonanza magnetica.

Quando la leucoaraiosi c'è una parziale perdita di neuroni e dei loro processi. La situazione è tipica per l'intera area della lesione. Nel corso del tempo, le guaine mieliniche si rompono, che sono necessarie per la trasmissione tempestiva degli impulsi nervosi. Anche le fibre della materia bianca vengono distrutte. Di conseguenza, non ci sono percorsi nel cervello usati per la trasmissione degli impulsi.

In alcuni casi, la situazione è aggravata dal gonfiore del tessuto nervoso. Piccole cisti iniziano a formarsi attorno alle navi. Tutti i processi associati alla diffusione avvengono nelle lesioni. Pertanto, i colpi lacunari vengono periodicamente osservati. Allo stesso tempo, la necrosi dei tessuti non è limitata. Il risultato delle reazioni è la spongiosi. Di conseguenza, il tessuto diventa simile a una spugna di gomma con una struttura porosa.

Infarto lacunare e leucoaraiosi spesso si verificano insieme

Fasi di sviluppo

La leucoaraiosi della testa, come una malattia, attraversa tre fasi di sviluppo:

  1. Con 1 grado di malattia, una visita medica può rivelare il recupero dei riflessi tendinei, l'instabilità di una persona, una riduzione della lunghezza di un passo quando si cammina, la capacità di muoversi solo in una modalità lenta. L'esame neuropsicologico rivela l'inibizione dei cambiamenti cognitivi. Una persona lamenta scarsa attenzione e compromissione della memoria e l'attività cognitiva è significativamente ridotta.
  2. Allo stadio 2, la presenza di sindromi cliniche è chiaramente visibile. Il paziente nota un deterioramento della memoria e le reazioni mentali e psicomotorie sono rallentate in parallelo. Una persona non può controllare le sue azioni, nota l'incertezza nel suo stesso cammino. In alcuni casi, c'è apatia, depressione, irritabilità e letargia. Ci sono deterioramenti nel lavoro del sistema urogenitale - minzione incontrollata di notte. Una persona perde l'adattamento sociale, che si manifesta sotto forma di deterioramento della capacità lavorativa e di non essere in grado di servirsi indipendentemente.
  3. Nella fase 3, il quadro clinico è aggravato e porta il paziente alla disabilità. Disturbi del comportamento distinti sono chiaramente evidenti (grave letargia, incapacità di camminare da soli, che a volte finisce in una caduta, incontinenza urinaria cronica). I medici notano in questa fase segni di disordine pronunciati nel lavoro del cervelletto.

I primi segni e sintomi

Nella prima fase dello sviluppo della malattia è difficile identificare i sintomi esatti. A volte il quadro clinico passa inosservato. Molto spesso sono prestati attenzione mentre progrediscono:

  • disturbi dello stato emotivo di una persona, che si manifesta sotto forma di costante depressione e disagio di essere nella società;
  • la memoria si deteriora rapidamente, ci sono disturbi nella possibilità di pensare in modo corretto;
  • modifica delle funzioni vocali;
  • violazione del movimento e del funzionamento del sistema muscolo-scheletrico.

L'ulteriore corso della malattia può anche verificarsi senza sintomi evidenti fino al momento di esacerbazione o con un progressivo deterioramento della condizione. Puoi considerare i segni più caratteristici della leucoaraiosi:

  • cambiare le capacità di parola della persona in peggio;
  • frequenti sbalzi d'umore, che sono accompagnati da depressione e distrofia di natura cronica;
  • evidenti violazioni nel lavoro del sistema muscolo-scheletrico;
  • deterioramento delle proprietà di base della memoria;
  • marcato cambiamento delle capacità intellettuali e mentali.

Fare una diagnosi

Se il paziente sospetta la presenza di cambiamenti strutturali nella sostanza bianca, viene inviato per angiografia. La tecnica a raggi X valuta lo stato delle navi e il lavoro del sistema nervoso centrale. Se vi sono sospetti di patologia, vengono nominati ulteriori esami.

Per diagnosticare la malattia viene utilizzato un apparato per tomografia a risonanza magnetica o tomografia computerizzata. Il dispositivo mostra le manifestazioni in una forma semplice e media.

Grazie alle moderne attrezzature, il medico può anche determinare la presenza di un quadro clinico severo in un paziente.

Obiettivi e metodi di terapia

L'obiettivo principale del trattamento è ridurre l'insorgenza di sintomi che sono una conseguenza della distruzione del cervello umano.

Il medico prescrive i farmaci del paziente, la cui azione è volta ad ottimizzare i processi metabolici e migliorare il flusso di sangue al cervello. I farmaci riducono gli spasmi e migliorano la circolazione sanguigna e la nutrizione cellulare.

A tale scopo, viene selezionato uno dei seguenti farmaci: Piracetam, Oxiracetam, nitroglicerina, Aspirina, Nimodipina, Cinnarizina, Eufillin.

L'autotrattamento per una malattia così grave non vale la pena farlo. Solo uno specialista in questa materia sarà in grado di calcolare correttamente la dose e scegliere il farmaco giusto. A questo scopo, dovresti visitare l'ufficio di un neurologo, che dovrebbe inoltre prestare attenzione a tutte le patologie associate.

Ad oggi, ci sono trattamenti per la malattia senza l'uso di farmaci.

Una moderata attività fisica favorisce un rapido recupero. Per selezionare il carico corretto, è necessario consultare il proprio medico circa la terapia fisica e eseguire autonomamente la ginnastica a casa a casa. Il nuoto ha un effetto positivo sul corpo, quindi si consiglia al paziente di visitare regolarmente la piscina.

Per rinforzo supplementare di un tono muscolare il massaggio medico è usato. Solo uno specialista esperto e qualificato sarà in grado di navigare correttamente il complesso necessario, applicarlo correttamente. Per ottenere il miglior risultato, è consigliabile utilizzare tutte le tecniche del complesso.

Si consiglia al paziente di smettere completamente di bere e fumare. Dovrebbe mangiare una dieta equilibrata, eliminare gli alimenti grassi dalla dieta. Particolare attenzione dovrebbe essere rivolta all'utilizzo di verdure e frutta, pesce. Se una persona ama la carne, la scelta deve essere interrotta su una varietà a basso contenuto di grassi.

Un risultato favorevole può essere previsto solo con la rilevazione tempestiva della patologia. Con l'aiuto di un approccio integrato appropriato alla terapia, è possibile rallentare significativamente la progressione della malattia. I metodi terapeutici sono utilizzati non solo per eliminare la patologia, ma anche per migliorare il processo del flusso di sangue al cervello.

Misure preventive

Ad oggi, non esiste alcun vaccino o farmaco che possa assicurare lo sviluppo della leucoaraiosi in futuro. Come misura preventiva, i medici possono consigliarti di condurre uno stile di vita sano.

Una persona dovrebbe vivere in una modalità di attività moderata, seguire la dieta. È importante abbandonare le cattive abitudini, perché hanno un effetto dannoso sul lavoro del sistema nervoso centrale.

In presenza di malattia vascolare cerebrale, il paziente deve ricevere un trattamento tempestivo. Le persone anziane dovrebbero essere valutate regolarmente per il suo funzionamento.

Cos'è la leucoaraiosi del cervello e quali sono i sintomi della malattia?

La complessa e ampia scienza della neurologia include un piccolo numero di malattie. Alcuni di questi sono comuni, ma sono rari. Una di queste malattie è la leucoaraiosi.

Leucoarasi cerebrale - che cos'è?

In questa malattia, la sostanza bianca del cervello è danneggiata e c'è un malfunzionamento nella circolazione sanguigna del cervello. La leucoaraiosi non si applica alle singole malattie. Questo è uno dei principali sintomi di una serie di alterazioni anormali delle strutture sottocorticali durante la diagnosi.

Questa malattia può essere un segno di danno nel sistema centrale del nervo atrofico e di altre origini:

  • Encefalopatia sottocorticale di natura aterosclerotica o malattia di Binswanger;
  • Morbo di Alzheimer;
  • La demenza è vascolare;
  • Ipertensione persistente

I cambiamenti nel cervello a livello morfologico in questa malattia si manifestano nel modo seguente:

  • Demielinizzazione o distruzione della guaina mielinica dei neuroni, che porta alla distruzione della struttura della sostanza bianca;
  • La comparsa di aree con necrosi incompleta. I bordi non sono chiaramente indicati;
  • Gonfiore del tessuto cerebrale;
  • Gli spazi extracellulari sono ingranditi.

La diminuzione della funzione cerebrale si verifica a causa dell'espansione dell'area interessata.

Quando la leucoaraiosi distingue due tipi di patologia:

Leucoaraiosi cerebrale periventricolare - che cos'è?

Questo tipo di malattia comporta il posizionamento di focolai di appassimento di sostanza bianca sotto forma di un "cappuccio" situato sopra i ventricoli, o sotto forma di una striscia che circonda i ventricoli laterali del cervello.

Zona di leucoaraiosi nel cervello

I tipi di malattia dipendono dalla localizzazione dei focolai dell'atrofia.

L'area della leucoaraiosi è:

  • intorno ai ventricoli laterali e alle loro corna anteriori;
  • nella zona subcorticale, sette-centro.

Gradi di leucoaraiosi cerebrale

A seconda delle indicazioni cliniche e degli studi nella diagnosi della malattia, si distinguono i gradi di patologia. A causa del fatto che la malattia sta progredendo rapidamente, grazie alla diagnosi, è possibile determinare nel tempo la transizione della malattia allo stadio successivo.

La malattia è divisa in tre gradi.

Il disadattamento sociale con l'aumento della leucoaraiosi avviene in tre fasi:

  • Al primo stadio, il paziente può vivere in modo indipendente. È capace di self-service e di lavoro.
  • Nella seconda fase, il paziente ha già bisogno di aiuto esterno in casa. Ciò è particolarmente necessario per un grande stress fisico e mentale.
  • I pazienti con la terza fase non possono fare a meno dell'aiuto di parenti o di un lavoratore speciale.

1o grado

Leucoaraiosi di grado 1 ha caratteristiche individuali.

Questi includono:

  • rumori nelle orecchie;
  • vertigini;
  • l'emicrania;
  • astenia;
  • distrazione;
  • insonnia;
  • problema con l'andatura.

Durante la ricerca neuropsicologica, vengono rivelati miserabili deficit cognitivi di tipo subcorticale frontale - la memoria, l'attenzione e l'attività cognitiva sono ridotti. L'esame medico può rivelare piccole manifestazioni della malattia - riducendo la lunghezza del passo, l'instabilità, la camminata lenta, i riflessi tendinei prendono vita.

2 ° grado

Leucoaraiosi di grado 2 caratterizzato da:

  • Lo sviluppo di precise sindromi cliniche che riducono le prestazioni dell'intero corpo - i processi mentali e psicomotori rallentano significativamente, l'attenzione, il pensiero è disturbato, l'apatia aumenta, la depressione appare, la disinibizione, l'irritabilità emotiva, la memoria diminuisce.
  • In questa fase della malattia, l'adattamento sociale e professionale è ridotto, l'efficienza lavorativa è ridotta, si verificano problemi con il sistema urogenitale, che portano a minzione notturna frequente.
  • L'abilità self-service è mantenuta.
  • L'attività lavorativa diventa difficile o impossibile. Soprattutto se associato a grandi carichi mentali.

3o grado

Leucoaraiosi di grado 3 è simile al secondo stadio della malattia:

  • Ma la possibilità di invalidità con questo grado è molto più alta.
  • Le violazioni rivelate sono accompagnate da disturbi comportamentali. Il paziente non può capire cosa sta accadendo intorno, perde il suo orientamento nel tempo e nello spazio, il discorso può diventare confuso o completamente abisso.
  • Soffrire di un terzo grado di leucoarea sta diventando indifferente, apatico agli altri. Le loro abilità di auto-cura scompaiono.
  • Possibile presenza di paresi, paralisi, incontinenza urinaria.
  • Ci sono problemi con l'andatura. Diventa instabile, libera. Il paziente perde l'equilibrio, cade.

I sintomi di leukoarea

A causa del fatto che la leucoidosi non è una malattia indipendente, non ci sono sintomi individuali inerenti solo a esso. Tutti i segni saranno associati a danni alla sostanza bianca del cervello. Disordini nel lavoro della corteccia e della corteccia cerebrale.

Un ruolo importante è svolto dalle principali malattie:

  • Morbo di Alzheimer;
  • ictus;
  • diabete mellito;
  • encefalopatia.

Per molto tempo, la malattia non si manifesterà. È particolarmente difficile riconoscerlo se è l'unico sintomo dell'invecchiamento.

Ma con la progressione della malattia manifesterà manifestazioni come:

  • I disturbi emotivi manifestano disforia frequente, depressione;
  • Compromissione cognitiva - compromissione della memoria, riduzione del pensiero;
  • C'è una violazione della parola, apparato motorio.

Trattamento della leucoaraiosi cerebrale

La terapia della malattia è determinata dall'anomalia principale e non ha uno schema preciso. Il primo passo è ridurre l'impatto di un fattore di rischio - migliorare le prestazioni dello zucchero nel sangue e normalizzare il metabolismo del corpo. Sbarazzati delle cattive abitudini e normalizza il tuo stile di vita. Nella leucosiosi lieve asintomatica, il trattamento non è necessario.

Il trattamento con i farmaci viene effettuato per migliorare i processi metabolici nei tessuti nervosi e migliorare la circolazione sanguigna.

Per fare questo, utilizzare i seguenti farmaci:

  • Nootropics. Questi includono Fezam, Nootropil, Cortexin, Cerebrolysin, Piracetam.
  • Farmaci antipertensivi che comprendono una vasta gamma di farmaci progettati per abbassare la pressione sanguigna. Questi sono beta-bloccanti, diuretici, ACE inibitori (enzima di conversione dell'angiotensina)
  • Vitamine del gruppo B;
  • Actovegin, Mildronat, Nicergolin, Cinnarizin, Pentoksifilin - farmaci vascolari per migliorare il processo del metabolismo.

Attualmente, gli esperti hanno sviluppato farmaci che forniscono vasodilatatori e effetti neuroprotettivi e antiipoxici contemporaneamente. Uno di questi rimedi è Omaron. Contiene piracetam e nootropil. Questo farmaco dura da un mese o più.

Contemporaneamente al trattamento, viene eseguita la terapia di tutte le comorbidità - diabete, ipertensione e aterosclerosi. Tutti loro aggravano ulteriormente i disturbi del cervello.

Inoltre, i pazienti hanno bisogno di antidepressivi e sedativi.

I pazienti con leucoaraiosi per la prevenzione di un attacco di cuore sono prescritti farmaci da un gruppo di agenti antipiastrinici. Durante la terapia, il regime di trattamento sarà aggiustato.

Se non prendi misure per curare la malattia, inizierà a progredire, il che porterà successivamente ad un ictus. Ciò significa che il paziente dipende completamente dalla terapia: un catetere nell'uretere, l'uso di una sonda per mangiare.

La leucoaraiosi non si applica a quelle malattie che passano da sole. La prognosi per questa malattia è insolita. Una diagnosi e un trattamento tempestivi possono ritardare l'insorgenza del disturbo cerebrale e rallentare la diluizione della sostanza bianca.

D'altra parte, la perdita di neuroni, i cambiamenti non specifici, il problema nell'interazione della corteccia e della subcorteccia causeranno ancora la demenza. Va ricordato che soffrire di questa malattia e la patologia di accompagnamento richiedono monitoraggio costante e controllo mobile.

La terapia della malattia si basa non solo sul trattamento medico, ma anche sul trattamento non farmacologico.

Dovrebbe prestare più attenzione alla nutrizione del paziente:

  • Deve essere equilibrato.
  • Meno grasso possibile, fritto.
  • Nella dieta dovrebbe essere più pesce, verdure, frutta.
  • Pesce e carne dovrebbero scegliere varietà a basso contenuto di grassi.

Per rafforzare il sistema muscolare e mantenere la forma fisica, è necessario un massaggio. Un medico riabilitatore svilupperà il complesso necessario per questa malattia.

Prevenzione di leukoarea

Non esiste una prevenzione definitiva della malattia. Questa patologia si verifica nei giovani meno frequentemente che negli anziani. Per questo motivo, l'esame regolare da parte di un medico, una risonanza magnetica, l'angiografia può essere attribuito a metodi efficaci di prevenzione. Aiuteranno a determinare la malattia in una fase precoce, e quindi il trattamento sarà nominato in modo tempestivo. Tutto ciò prolungherà significativamente la vita del paziente.

Problemi significativi con la deambulazione, disturbi del linguaggio possono portare un paziente affetto da leucoaraiosi alla disabilità.

Leucoaraiosi del cervello periventricolare

1. Predisposizione alla malattia 2. Cause 3. Il quadro clinico della malattia 4. Il grado di patologia 5. Diagnosi 6. Come trattare leukoaraoz? 7. Prospettive per il paziente 8. Come prevenire la malattia?

La neurologia è una scienza molto complessa ed estesa. Include molte malattie. Alcuni sono comuni e alcuni sono molto rari.

La leucemia cerebrale o la leucoaraiosi periventricolare è una rara malattia del cervello che è caratterizzata da un cambiamento nella densità della sostanza bianca del cervello dovuta a danno ischemico cronico o acuto. I focolai di leucoarea si verificano spesso nella demenza vascolare, nella malattia di Alzheimer, nella sclerosi multipla, nell'ipertensione della malattia, nel diabete mellito, nell'infezione da HIV, nell'ictus ischemico. In questa situazione, la leucoaraiosi è un sintomo clinico di una delle numerose malattie.

Predisposizione alla malattia

Esistono diversi fattori di rischio che aumentano l'incidenza di tale malattia. I principali includono:

  • età avanzata;
  • abuso di alcol;
  • fumo e uso di stupefacenti;
  • scarsa nutrizione;
  • la presenza di malattie croniche del sistema cardiovascolare, sangue;
  • disturbi emodinamici;
  • disturbi emorragici.

motivi

I principali fattori eziologici della malattia sono:

  1. Una varietà di encepholopathy dyscirculatory (di solito la malattia di Bisvanger).
  2. Malattie vascolari del cervello.
  3. Malattie endocrine.
  4. Infezione da HIV
  5. Processi neurodegenerativi del cervello.
  6. Ictus ischemico.
  7. Morbo di Alzheimer.

Queste sono le principali malattie che portano alla leucoaraiosi cerebrale, ma la patologia può essere indipendente.

Il quadro clinico della malattia

I sintomi della malattia sottostante vengono alla ribalta, a seconda dell'eziologia. Nella fase iniziale, quando le lesioni sono singole e di piccole dimensioni, la malattia praticamente non si manifesta. Tuttavia, con lo sviluppo della crescita e sintomi clinici. La malattia lieve si manifesta con frequenti sbalzi d'umore, il più delle volte queste persone sono inclini a depressioni, auto-biasimo, hanno un cattivo umore che non corrisponde alla situazione che lo ha causato. Molto spesso, il paziente non è nemmeno a conoscenza dello sfondo organico della sua condizione. Come la progressione del deterioramento cognitivo, la memoria è influenzata, il paziente diventa difficile da concentrare. Lavora più lentamente, col tempo, dimentica le cose basilari per lui. Gli affari quotidiani stanno iniziando a causare difficoltà.

Nei periodi successivi, conoscenti e parenti hanno un disturbo del linguaggio nel paziente, che diventa mendicante. Spesso il filo della conversazione è perso, la persona sembra essere scollegata da ciò che sta accadendo e può dimenticare alcuni eventi significativi e tutti i fatti noti.

Inoltre, questa malattia è caratterizzata da un disturbo nel sistema urogenitale: l'attività sessuale è ridotta, il paziente ha la minzione frequente di urinare, soprattutto di notte. Nel tempo, si verifica incontinenza urinaria.

I sintomi motori sono associati ai sintomi. Andatura e movimento diventano incerti, tremanti. È difficile per un paziente tenere oggetti, specialmente quelli piccoli. La motilità è rotta, non è in grado di lavorare con piccoli dettagli. Nei periodi successivi, il paziente perde l'equilibrio, spesso cade dal nulla.

Gradi di patologia

Nella diagnosi di leucoaraiosi distinguere 3 gradi. Sono determinati in base ai sintomi clinici e agli studi strumentali. Di norma, la malattia progredisce rapidamente e, a causa della clinica, si può sospettare la transizione del paziente al grado successivo.

diagnostica

Per la diagnosi è molto importante la visita tempestiva al medico. Un neurologo raccoglie una storia della malattia, esamina il paziente e assegna un numero di studi. Tuttavia, conoscendo quali sintomi ha un paziente, come si è sviluppata la malattia e quale patologia concomitante, il medico può già sospettare la leucoidosi periventricolare.

Per confermare la spesa del paziente:

L'analisi clinica del sangue non è molto informativa, poiché questa patologia non ha cambiamenti caratteristici. Nella clinica del sangue, vi è un aumento del numero di leucociti e di ESR e un basso livello di emoglobina. Nell'analisi biochimica del sangue, alti livelli di lipidi, glicemia.

Analisi cliniche delle urine senza cambiamenti. Sull'angiogramma dei vasi cerebrali, si osserva l'ostruzione delle arterie, si osservano i segni di ischemia cerebrale.

Più informativo nella diagnosi di imaging a risonanza magnetica o computazionale. Le immagini di risonanza magnetica mostrano segni di un segnale alterato dalla materia bianca del cervello. Tali fuochi possono essere localizzati o distribuiti in tutta la sostanza del cervello. Questo indica la presenza di ischemia. Vale anche la pena notare che l'immagine RM non sempre corrisponde alle condizioni del paziente. Spesso, in presenza di loci multipli di leucoaraiosi, la malattia non è praticamente sintomatica e viceversa.

Come trattare la leucoaraiosi?

Il trattamento della leucoaraiosi cerebrale è volto a trattare la malattia di base e a ridurre i sintomi clinici della malattia.

Prima di tutto, il trattamento comprende farmaci la cui azione è volta a migliorare i processi metabolici e l'apporto di sangue nel cervello. Ai pazienti vengono prescritti farmaci che riducono lo spasmo dei vasi sanguigni, che a sua volta migliora l'afflusso di sangue al cervello. Nel trattamento complesso usano Piracetam, Oxiracetam, Nitroglicerina, Aspirina, Nimodipina, Cinnarizina, Eufillina.

In nessun caso non automedicare. Farmaci e dosi dovrebbero essere selezionati da un neurologo, in base alle condizioni del paziente e alla presenza di una patologia concomitante.

È necessario prestare particolare attenzione al trattamento non farmacologico.

Il paziente deve rinunciare all'alcool, fumare. I pasti dovrebbero essere bilanciati, meno fritti e grassi, più verdure fresche e frutta, pesce, frutti di mare, carne dovrebbe preferire varietà a basso contenuto di grassi.

Oltre alla nutrizione, è necessario mantenere l'attività fisica e svolgere un esercizio moderato. Può essere sia esercizi con un medico di terapia fisica, sia sessioni di autoapprendimento volte a rafforzare tutti i gruppi muscolari. Anche il trattamento dell'acqua avrà un effetto benefico. Tali pazienti vengono mostrati visitando la piscina.

Un altro ottimo modo per mantenere la forma fisica e rafforzare il sistema muscolare di una persona è il massaggio. Un massaggiatore qualificato ed esperto è esperto in problematiche e selezionerà facilmente il complesso necessario per la malattia.

Prospettive del paziente

Con la rilevazione tempestiva della patologia e il trattamento adeguato, la prognosi per il paziente è favorevole. È possibile rallentare significativamente la progressione della malattia, questo richiede un approccio integrato. La terapia deve essere mirata a trattare la patologia sottostante e migliorare l'afflusso di sangue al cervello.

Come prevenire la malattia?

Non esiste una prevenzione speciale della leucoaraiosi. Tuttavia, con regolari esami medici, angiografia e diagnostica MRI, è possibile rilevare la malattia in una fase precoce e, quindi, iniziare il trattamento, aumentando così in modo significativo l'aspettativa di vita del paziente.

Tutto sulla leucoaraiosi cerebrale

Una malattia in cui vi è una violazione della circolazione sanguigna e danni alla sostanza bianca del cervello, chiamato cervello leukoaraoz. Raramente si incontra ed è considerato un sintomo concomitante di altre malattie, come il morbo di Alzheimer, la demenza vascolare, l'ictus, l'encefalopatia, l'ipertensione o il diabete. Questa patologia è un pericolo per la salute e la vita del paziente, come se non trattata, porti a conseguenze irreversibili.

Cause della malattia

Le principali ragioni che possono portare alla leucemia cerebrale includono:

  1. Un ictus, che può successivamente entrare nella fase di leucoarea.
  2. Varie malattie del cervello, tra cui ischemia o demenza vascolare.
  1. Malattie di Alzheimer o Binswanger.
  1. Danni di strutture cerebrali di carattere atrofico.
  2. Malattie associate a disturbi metabolici, ad esempio il diabete.
  3. HIV.
  4. Violazione della circolazione cerebrale di natura vascolare.

I fattori di rischio che possono portare alla malattia includono:

  • Fumo.
  • Bere frequente o eccessivo.
  • Uso di droghe
  • Malattie croniche del cuore o dei vasi sanguigni.
  • Cibo irrazionale
  • Paziente anziano
  • Stile di vita sedentario

La diagnosi di leucoaraiosi cerebrale viene effettuata sulla base di un esame del paziente, che consiste in:

  1. Esame di un neurologo.
  2. Analisi clinica del sangue e delle urine.
  3. Conduzione di computer e imaging a risonanza magnetica.
  4. Condurre l'angiografia.

Guarda un video in cui esperti esperti ti diranno di più sulla procedura di angiografia:

Le forme di leucoaraiosi dipendono dalla localizzazione dell'area interessata. Ci sono:

  • Forma periventricolare. Si nota sulla periferia dei ventricoli laterali del cervello durante la risonanza magnetica dei vasi della testa.
  • Forma sottocorticale Colpisce la struttura della sostanza bianca, situata sotto la corteccia cerebrale.

Leucoarea periventricolare

Se il paziente come risultato dell'esame ha rivelato una diminuzione della densità della sostanza bianca del cervello, gli viene diagnosticata una leucoareosi periventricolare. Più spesso colpisce i ventricoli laterali del cervello, ma può diffondersi sulla sua superficie, formando piccoli fuochi. Tali violazioni sono chiaramente visibili nei risultati della risonanza magnetica.

Con lo sviluppo di leucoarea periventricolare del cervello, c'è una parziale perdita di neuroni in tutte le aree interessate. A poco a poco, le guaine mieliniche e la sostanza bianca del cervello cominciano a rompersi, causando la trasmissione degli impulsi nervosi ad abbattere.

A volte la situazione può essere complicata dal gonfiore dei tessuti quando le cisti appaiono intorno ai vasi. Nelle aree colpite si verificano processi diffusi, sono possibili ictus periodici lacunari, a seguito dei quali i tessuti acquisiscono una struttura porosa.

Fasi di sviluppo

Ci sono 3 stadi di leucoaraiosi periventricolare:

  • Il primo grado della malattia si manifesta con il risveglio dei riflessi nei tendini, il rallentamento dei movimenti, la diminuzione della lunghezza del passo durante la deambulazione e l'instabilità. Una persona lamenta mal di testa, acufeni, distrazione, affaticamento, disturbi del sonno e coordinazione dei movimenti. Durante un esame neuropsicologico, possono essere rilevati cambiamenti cognitivi. La memoria del paziente e l'attività cognitiva sono compromesse, è difficile per lui concentrare la sua attenzione su qualcosa di concreto. Le prestazioni rallentano e una persona inizia a dimenticare le cose semplici.
  • Con il secondo grado della malattia, le condizioni del paziente peggiorano e le manifestazioni cliniche sono già chiaramente visibili. Il paziente lamenta la lentezza delle reazioni psicomotorie, il deterioramento della memoria, la motilità compromessa (l'incapacità di mantenere l'oggetto, soprattutto se ha dimensioni ridotte), l'incertezza mentre si cammina, l'incapacità di controllare il proprio comportamento. Diventa difficile per una persona mantenere attiva la conversazione, spesso disconnette da ciò che sta accadendo intorno a lui, dimentica ciò di cui stava parlando. A volte ci sono periodi di irritabilità, apatia o inibizione delle reazioni. Di notte, la minzione spontanea è possibile. L'adattamento sociale di una persona viene violato e gradualmente perde l'opportunità di servire se stesso.
  • Il terzo grado è caratterizzato dal deterioramento del quadro clinico e porta alla disabilità. In questa fase, i disturbi comportamentali diventano pronunciati: una persona non può camminare senza assistenza e spesso cade, si comporta inibita, c'è costante incontinenza urinaria. Durante l'esame, i medici accertano violazioni luminose nel cervelletto.

I sintomi della malattia

Di solito, nella fase iniziale, la leucoaraiosi cerebrale non si fa sentire, quindi l'inizio del trattamento è spesso ritardato. I primi segni del paziente possono notare quando la malattia inizia a progredire. Questi includono:

  1. Stato emotivo compromesso: depressione, difficoltà nel comunicare.
  2. Il rapido deterioramento della memoria e il disordine del pensiero.
  1. Interruzione dell'attività motoria
  2. Cambio di parola

Inoltre, la malattia può essere asintomatica per qualche tempo prima dell'inizio dell'esacerbazione, o le condizioni del paziente peggioreranno gradualmente. La leucoaraiosi periventricolare è più spesso manifestata dai seguenti sintomi:

  • Comprensione della parola.
  • Disturbo del sistema muscolo-scheletrico.
  • Costante cambiamento di umore.
  • Diminuzione dell'intelligenza.

Trattamento di leukoarea


L'obiettivo principale del trattamento è ridurre i sintomi derivanti da disturbi nel cervello. Per fare questo, il medico raccomanda farmaci che normalizzano la circolazione cerebrale e processi metabolici. L'azione dei farmaci ha lo scopo di alleviare gli spasmi, migliorare il flusso sanguigno e fornire alle cellule nutrienti essenziali. Molto spesso i pazienti vengono prescritti: "Piracetam", "Nitroglicerina", "Cinnarizina" ed "Eufillin".

Inoltre, un neurologo durante il trattamento consiglierà di cambiare completamente il tuo stile di vita:

  1. Un esercizio moderato aiuta a curare la leucoaraiosi. Una serie di esercizi sarà uno specialista in terapia fisica. In questo caso, il nuoto aiuta molto.
  2. Il massaggio rassodante specializzato aiuta a normalizzare il tono muscolare.
  3. Completo rifiuto di fumare e alcol.
  4. Nutrizione equilibrata. La base della dieta dovrebbe prevalere su pesce, verdure e frutta. I cibi grassi dovrebbero essere completamente esclusi.

Come mantenere la chiarezza della mente fino alla vecchiaia dirà a un medico di famiglia, un medico della più alta categoria, Anna Nikolaevna Yurganova:

Se la leucoaraiosi è stata rilevata in modo tempestivo, quindi con una terapia opportunamente selezionata, il paziente ha alte probabilità di rallentare lo sviluppo della patologia. La cosa principale è che il trattamento deve essere diretto non solo ad eliminare i sintomi della malattia, ma anche a normalizzare i processi di circolazione del sangue nei tessuti cerebrali.

Prevenzione delle malattie

Non esistono farmaci o vaccini che potrebbero proteggere dall'esordio di una malattia come leukoaraoz in futuro. Come misura preventiva, il medico può consigliare al paziente di cambiare il suo stile di vita. Ciò richiede uno sforzo fisico e una nutrizione regolari e fattibili. È estremamente importante abbandonare completamente le cattive abitudini, poiché sono loro che hanno in gran parte un impatto negativo sul funzionamento del sistema nervoso.

Se una persona ha malattie associate ai vasi cerebrali, allora ha bisogno di cure di alta qualità e tempestive.

Si consiglia agli anziani di sottoporsi a regolari esami medici che aiuteranno a identificare il leucoaraz nello stadio iniziale di sviluppo e iniziare un trattamento che contribuisca a evitare l'invalidità.

Leucoaraiosi: che cos'è, cause, segni, trattamento, forme, prognosi

La leucoaraiosi è un danno non specifico alla sostanza bianca degli emisferi cerebrali, cervelletto, tronco, quando la densità del tessuto nervoso diminuisce, la sua funzione è fino alla demenza. La leucoaraiosi non è considerata una patologia indipendente. Di solito accompagna i processi vascolari, degenerativi, i disordini metabolici.

Fino a poco tempo fa non si sapeva nulla di leukoarea, ma con l'avvento di nuovi metodi di ricerca, in particolare la risonanza magnetica, i suoi segni iniziarono a essere trovati in molti pazienti con patologia vascolare del cervello. Inizialmente, non è stata prestata la dovuta attenzione ai piccoli focolai di "luminescenza" alla risonanza magnetica, ma poiché questo fenomeno è stato studiato, è diventato chiaro che i cambiamenti strutturali nella sostanza bianca causano alcuni sintomi e aumentano la probabilità di demenza.

Leucorea del cervello non si manifesta sempre clinicamente. Si osserva che fino al 90% degli anziani può avere segni di leucoaraiosi come variante della norma, che riflette l'invecchiamento naturale. La sintomatologia di solito accompagna la leucoareosi in presenza di altre malattie o dei loro fattori di rischio - diabete, ipertensione, aterosclerosi.

Il numero esatto di prevalenza di questa condizione è difficile da chiamare. In molti casi, non viene diagnosticata né a causa dell'assenza di sintomi, né quando vi è encefalopatia deambulatoria o demenza di origine stabilita (di solito patologia vascolare).

Non essendo una malattia indipendente, leukoareoz non ha approcci specifici al trattamento. Essendo scoperto per caso durante l'esame di un'altra patologia, richiede la nomina di mezzi per correggere la malattia sottostante e migliorare il metabolismo nel cervello.

Cause e tipi di leucoaraiosi

Risonanza magnetica del cervello

Il tessuto del nervo vuoto può essere diffuso o focale, influenzando la sostanza bianca sotto lo strato corticale, intorno ai ventricoli o in altre parti del cervello. È spesso rilevato durante infarto cerebrale.

I più probabili fattori di rischio per la leucoaraiosi:

Tra le cause immediate di leucoaraiosi indicano:

La leucoaraiosi più chiara viene solitamente diagnosticata in tutti i tipi di patologia vascolare del cervello. Pertanto, oltre il 90% dei pazienti con demenza a causa di disturbi circolatori nel cervello hanno i suoi sintomi. Questo cambiamento è considerato manifestazione patognomonica (obbligatoria e caratteristica) dell'encefalopatia ipertensiva, che si verifica con lesioni delle arteriole a causa dell'aumentata pressione. Pertanto, il principale fattore di rischio è l'ipertensione.

Oltre alle lesioni vascolari, la leucoarareosi accompagna malattie demielinizzanti (sclerosi multipla), lesioni dismetaboliche nell'alcoolismo e intossicazione cronica. Circa un terzo dei pazienti con malattia di Alzheimer soffre anche di leucoaraiosi.

Esistono prove del ruolo dell'emostasi alterata e dei processi metabolici. Pertanto, la patologia delle piastrine, quando si "attaccano" eccessivamente nei vasi del microcircolo, è spesso accompagnata da leucoaraiosi diffusa. Un aumento nel sangue di un prodotto metabolico come l'omocisteina è anche associato a un possibile rischio di danno cerebrale. Studi separati mostrano che il russare notturno, accompagnato da una breve interruzione della respirazione durante il sonno (apnea), contribuisce ad aumentare la pressione arteriosa sistemica, l'esaurimento del flusso sanguigno nei piccoli vasi del cervello e lo sviluppo del leucoarazosi.

I tipi di leucoaraiosi sono determinati dalla sua localizzazione:

Leucocortosi periventricolare si trova intorno alla periferia dei ventricoli laterali del cervello, in modo uniforme o come focolai. La diluizione del tessuto nervoso attorno alle corna anteriori dei ventricoli laterali ha un caratteristico "cappuccio" o "orecchie" durante una risonanza magnetica.

La variante subcorticale della patologia colpisce le strutture della sostanza bianca, situata sotto la corteccia cerebrale. Può essere sotto forma di piccoli focolai di leucoarea, distribuiti più o meno uniformemente attraverso i tessuti sottocorticali, o campi confluenti di rarefazione del tessuto nervoso.

I cambiamenti strutturali nella leucoarea includono una perdita parziale dei neuroni e dei loro processi nell'area colpita, la rottura delle guaine mieliniche, che sono necessarie per la trasmissione degli impulsi nervosi, la distruzione delle fibre della sostanza bianca, che costituiscono vie importanti. Possibile gonfiore del tessuto nervoso con l'espansione di spazi extracellulari e perivascolari, la formazione di piccole cisti. I processi diffusi nella leucoaresi si verificano sullo sfondo di focali - i cosiddetti attacchi cardiaci lacunari, senza campi chiaramente delimitati di necrosi. Il risultato di questi processi è la spongiosi, quando il tessuto cerebrale assomiglia a una spugna porosa.

La leucoareosi periventricolare spesso diventa il risultato di edema cerebrale, ischemia diffusa, alterata circolazione dei fluidi nei ventricoli cerebrali. I piccoli focolai di leucorrea sparsi possono essere una conseguenza dell'espansione degli spazi perivascolari e le lesioni più grandi sono solitamente associate a ictus sofferti e infarti lacunari.

La leucoaraiosi sottocorticale diffusa dovuta alla mancanza di circolazione del sangue nella microvascolatura e alle arteriole terminali che non hanno collaterali. Durante il sonno, episodi di aumento o diminuzione della pressione sanguigna, i vasi non hanno il tempo di compensare la mancanza di sangue in arrivo, il tessuto cerebrale subisce l'ipossia, i neuroni muoiono e i loro processi si dissolvono. Una caratteristica è la natura bilaterale della lesione con l'insorgenza di alterazioni patologiche periventricolari e la loro diffusione in entrambi gli emisferi.

Manifestazioni di leukoarea

Non essendo una patologia indipendente, la leucoidosi non presenta caratteristiche cliniche peculiari solo a questo. La sintomatologia è associata a danni diffusi alla sostanza bianca del cervello, compromissione della coordinazione della corteccia e della subcortex. Impone un'impronta significativa e la principale malattia - ictus, encefalopatia, morbo di Alzheimer.

Per molto tempo, la leucoaraiosi potrebbe non manifestarsi affatto, e se è l'unico segno dell'invecchiamento naturale, allora non c'è alcun sintomo significativo. Allo stesso tempo, la progressione del danno al tessuto nervoso del cervello porta ad un graduale aumento dei cambiamenti nella psiche, nell'intelligenza, nella funzione motoria.

Poiché la leucoarasia colpisce la sostanza bianca del cervello, che è ricca di percorsi, il principale fenomeno di questa patologia sarà la separazione dell'attività coordinata della corteccia e del cervello sottocorticale, che conduce alla demenza.

Le manifestazioni di leucoaraiosi passano attraverso diverse fasi:

  • La fase iniziale è espressa in sintomi noiosi di encefalopatia - la memoria e l'attenzione sono disturbate, il paziente diventa distratto, il mal di testa, il capogiro e la stanchezza rapida sono possibili. Di norma, il background emotivo soffre, si manifesta una tendenza all'apatia e alla depressione.
  • Con la leucoaraiosi moderata, il quadro clinico diventa più pronunciato: la memoria si deteriora in modo significativo, è difficile per il paziente concentrarsi su qualcosa, il pensiero e l'intelligenza, soffre il background psico-emotivo. I pazienti sono apatici, lenti, non critici per le azioni e le dichiarazioni, irritabili. I disturbi del movimento sotto forma di andatura instabile e squilibrio sono in aumento. In questa fase, i pazienti sono ancora in grado di prendersi cura di se stessi, ma il lavoro è solitamente molto difficile o addirittura impossibile, specialmente se il lavoro è associato all'intelligenza e ad alti carichi di lavoro mentale.
  • Un grave grado di leucoarea si manifesta con segni di demenza, quando il paziente non capisce cosa sta accadendo intorno a lui, non fornisce un resoconto delle sue azioni, non è orientato nello spazio e nel tempo. Il linguaggio può diventare incoerente o completamente assente. I pazienti sono apatici, indifferenti agli altri, le abilità di auto-cura sono perse. I disturbi del movimento sono in violazione di andatura e motilità, possibile paresi e paralisi.

esempi di leucoaraiosi di varia gravità in pazienti anziani di età diverse (più giovane → più vecchia)

Se una leucoaraeosi si sviluppa dopo un ictus, la clinica sarà più severa e severa. La presenza di tali fattori di rischio come il diabete, l'ipertensione, la lesione aterosclerotica delle arterie cerebrali porta a una più rapida progressione dei disturbi cerebrali con un esito alla demenza.

Va notato che il danno al tessuto nervoso nelle malattie demielinizzanti sarà in qualche modo diverso dal decorso classico della demenza vascolare. Quindi, la malattia di Alzheimer porta a uno sviluppo più rapido dei sintomi di memoria e intelligenza, e la sclerosi multipla può avere un andamento ondulatorio con miglioramenti periodici e successivo deterioramento, ma in un modo o nell'altro, la demenza (demenza) sarà il risultato di qualsiasi malattia accompagnata da leucoaraiosi.

Il disadattamento sociale con l'aumento della demenza procede in tre fasi:

  1. Al primo stadio, il paziente è in grado di vivere in modo indipendente, self-service e persino di lavorare.
  2. Il secondo stadio richiede un aiuto esterno nella vita di tutti i giorni, soprattutto quando aumenta lo stress mentale e fisico.
  3. Gravi deficit cognitivi e neurologici richiedono aiuto e assistenza esterni nella terza fase della demenza.

Dopo aver appreso dei possibili segni di leucoarea, il paziente può farsi prendere dal panico. Non vale la pena farlo per una serie di motivi. In primo luogo, questi sintomi compaiono dopo un lungo periodo dall'inizio della formazione di foci di rarefazione del tessuto cerebrale, in secondo luogo, la leucoaraiosi in sé non si verifica e di solito riflette altri processi gravi da parte delle navi, quindi la clinica sarà associata principalmente ad altre malattie e, in terzo luogo, i cambiamenti dello stile di vita e la corretta prevenzione di questa condizione ci permettono di migliorare notevolmente il nostro benessere e di "posticipare" lo sviluppo della patologia ad un periodo successivo.

Diagnosi e trattamento di leucoarea

La diagnosi di leucoaraiosi si basa non tanto sui segni clinici della patologia, che non sono strettamente specifici per esso, ma sui dati degli esami strumentali. L'imaging a risonanza magnetica è considerato il più sensibile e informativo. La risonanza magnetica consente di valutare non solo la localizzazione dei cambiamenti, ma anche la loro prevalenza e, possibilmente, la genesi (origine). Tuttavia, il grado di cambiamento rivelato dalla risonanza magnetica non sempre corrisponde alla gravità della condizione.

Le modifiche alla risonanza magnetica sono ridotte alla presenza di focolai di rarefazione del tessuto nervoso della materia bianca (zone ipointensive) situati intorno ai ventricoli o leucoarea subcorticale, simile a una nuvola, sotto forma di campi di demielinizzazione locale intorno alle corna dei ventricoli laterali, nel talamo, tronco cerebrale, cervelletto. Spesso l'aspetto delle zone ischemiche è accompagnato dall'espansione dei ventricoli laterali e degli spazi perivascolari. La migliore immagine di leucoarea può essere ottenuta con la risonanza magnetica in modalità T2-VI.

leucoarasi periventricolare (sinistra) e subcorticale (destra) nelle immagini MRI

Un altro possibile metodo diagnostico è la TC, ma non è così sensibile, sebbene possa rilevare la patologia in circa il 90% dei pazienti con demenza vascolare.

Il trattamento della leucoaraiosi non ha schemi e approcci chiari, è determinato dalla patologia principale. Naturalmente, la prima cosa da fare è minimizzare l'influenza dei fattori di rischio: normalizzare lo stile di vita, il metabolismo dei lipidi e lo zucchero nel sangue, eliminare il fumo, ecc. Forme lievi di leucoaraiosi, asintomatiche, non richiedono alcun trattamento.

La terapia farmacologica mira principalmente a mantenere un buon flusso sanguigno nel cervello e a migliorare i processi metabolici nel tessuto nervoso. A tale scopo, applicare:

  • Farmaci antipertensivi di diversi gruppi (ACE-inibitori, beta-bloccanti, diuretici, ecc.);
  • Nootropics - Piracetam, Nootropil, Fezam, Cortexin, Cerebrolysin;
  • Vitamine del gruppo B;
  • Farmaci e farmaci vascolari che migliorano i processi metabolici - pentossifillina, actovegina, mildronate, nicergolina, cinnarizina.

Oggi sono stati creati farmaci combinati che hanno sia un effetto vasodilatatore, sia uno neuroprotettivo e antiipoxico. Un esempio di tali agenti può essere lomarone contenente piracetam e nootropo. Per ottenere l'effetto clinico, è necessario assumere il farmaco per un lungo periodo, almeno un mese.

A causa del miglioramento del metabolismo nei neuroni, il piracetam ripristina le funzioni cognitive, il paziente migliora la memoria e le prestazioni mentali. Recenti studi hanno dimostrato che il piracetam è efficace anche nei pazienti con malattia di Alzheimer. Oltre all'effetto metabolico, piracetam migliora la microcircolazione, prevenendo l '"incollaggio" delle piastrine, mantenendo lo stato liquido del sangue nei vasi. Questo effetto consente l'uso del farmaco per la prevenzione degli ictus.

La cinerarizzazione colpisce principalmente le pareti vascolari, contribuendo al loro rilassamento, alleviando lo spasmo e migliorando il flusso sanguigno. L'uso combinato di cinnarizina e piracetam riduce gli effetti collaterali di ciascun agente. La cinerarizzazione inizia ad agire prima, dilata i vasi sanguigni, quindi la penetrazione del piracetam nel tessuto diventa più efficace.

In caso di leucoarea, è necessario trattare tutte le comorbidità che aggravano la compromissione dell'attività cerebrale - ipertensione, diabete, aterosclerosi. La maggior parte dei pazienti ha bisogno di antidepressivi e sedativi.

La prognosi per la leucoaraiosi è ambigua. Da un lato, la tempestiva diagnosi e il trattamento delle malattie degenerative e della patologia vascolare rendono possibile rallentare il processo di diluizione della sostanza bianca e "posticipare" il tempo di comparsa della disfunzione cerebrale. D'altro canto, l'irreversibilità di cambiamenti aspecifici, la perdita di neuroni e dei loro processi e l'interruzione dell'interazione della corteccia e della subcorteccia portano prima o poi alla demenza, quindi i pazienti con leucoarea, specialmente se combinati con altri cambiamenti strutturali, devono essere monitorati e controllati.

La presenza di leucoarea, come detto sopra, è pericolosa per lo sviluppo della demenza, quindi è probabile che si tratti di assegnare un paziente a una disabilità. Limitando la capacità di lavorare e le abilità quotidiane, il grado di bisogno di un aiuto esterno determina quale gruppo di disabilità è necessario al paziente.

La prevenzione della progressione della disfunzione cerebrale nella leucoaraiosi comporta la normalizzazione dello stile di vita, il trattamento delle comorbidità, l'uso di farmaci nootropici. I pazienti devono essere sottoposti ad un esame periodico da parte di un neurologo, specialmente in età avanzata.

Per Saperne Di Più I Vasi