Caratteristiche del microinfarto: sintomi, diagnosi, trattamento e prognosi

Da questo articolo imparerai: cos'è un microinfarto e come differisce da un attacco cardiaco classico. Cause, sintomi tipici Trattamento e prognosi

La sconfitta del miocardio (muscolo cardiaco) durante un attacco di cuore può essere diversa. Microinfarction è un piccolo volume del sito di necrosi (necrosi) del muscolo cardiaco, risultante da insufficiente afflusso di sangue. I sintomi del microinfarto somigliano in molti modi alla clinica di un attacco cardiaco tipico (grande-focale, comune), tuttavia è un po 'più semplice e in alcuni casi può essere asintomatico.

Ma qualsiasi attacco di cuore, anche se piccolo, rappresenta sempre una seria minaccia per la salute e anche per la vita del paziente. Pertanto, i segni di carenza acuta di sangue miocardico richiedono sempre un esame urgente e, in caso di conferma di una diagnosi di infarto, sono obbligatori il ricovero ospedaliero per le cure ospedaliere e la successiva riabilitazione a lungo termine.

È necessario evitare un atteggiamento frivolo nei confronti della diagnosi, poiché il prefisso "micro" indica solo l'area interessata, ma non sempre indica lo stesso grado "leggero" della condizione. Il centro di necrosi può essere localizzato nell'area delle strutture importanti del muscolo cardiaco, e qualsiasi attacco cardiaco è molto pericoloso e richiede un attento esame, trattamento da parte di un cardiologo e osservazione.

Ma in generale, il corso del microinfarto è molto più facile e la prognosi è relativamente favorevole - dopo il completamento del ciclo di trattamento e riabilitazione, è possibile per il paziente tornare al lavoro e stile di vita attivo (soggetto a determinate raccomandazioni e un numero limitato di restrizioni).

Cause di microinfarto

Microinfarction si verifica a causa di ischemia o mancanza di flusso sanguigno (rispetto alla norma) nella zona del muscolo cardiaco.

L'ischemia può svilupparsi con:

blocco di una nave coronaria (passando attraverso il miocardio) con un coagulo di sangue o placca aterosclerotica;

spasmo acuto dei vasi coronarici.

Fattori di rischio per ischemia miocardica e occorrenza di infarto (sia di piccola che di grande focale):

Angina pectoris (una forma di malattia coronarica cronica), precedentemente sofferto di infarto miocardico.

Ipertensione arteriosa (alta pressione sanguigna).

Aterosclerosi e obesità, le cui conseguenze sono uno squilibrio dei lipidi - un aumento della concentrazione sanguigna di acidi grassi saturi e una mancanza di acidi grassi polinsaturi (omega-3 e omega-6). Con l'aterosclerosi e l'eccesso di peso, ci sono anche i prerequisiti per bloccare il lume dell'arteria coronaria con una placca aterosclerotica distaccata o un embolo grasso (un pezzo di tessuto adiposo circolante liberamente).

Il fumo, incluso il passivo, causa spesso uno spasmo delle navi coronarie.

Sesso maschile (dopo 50 anni aumenta anche la probabilità di infarto nelle donne). Negli uomini di qualsiasi età e donne in postmenopausa, le caratteristiche ormonali (bassi livelli di estrogeni) portano ad un aumento della coagulazione del sangue e al rischio di trombosi.

Bassa fitness e stile di vita inattivo.

Lo stress emotivo - può causare uno spasmo delle navi coronarie.

Un'attività fisica significativa - può provocare la separazione di una placca, un trombo o un embolo grasso, aggravare lo spasmo dei vasi coronarici.

Alcune malattie croniche, come il diabete, in cui soffre la parete vascolare.

Sintomi caratteristici

I principali segni di microinfarto nella maggior parte dei casi non sono diversi dai sintomi di un infarto focali di grandi dimensioni. La gravità delle condizioni del paziente, le conseguenze immediate e separate sono determinate principalmente dall'entità del danno al muscolo cardiaco.

Piccole necrosi focali miocardiche possono verificarsi in quattro varianti:

Forma dolorosa (tipica) - i sintomi assomigliano a un attacco di stenocardia: dolore bruciante dietro lo sterno o nella metà sinistra del petto, dando (irradia) al braccio sinistro, alla spalla, sotto la scapola sinistra, al collo. Tuttavia, a differenza dell'angina, la nitroglicerina non può arrestare completamente il dolore e la sensazione di bruciore al petto. In futuro, la pressione sanguigna diminuisce, c'è un punto debole, il sudore "freddo".

Forma asmatica - si presenta sotto forma di un attacco di asma bronchiale ed è accompagnato da una sensazione di mancanza d'aria, mancanza di respiro, dolore nel cuore è lieve o assente.

Forma addominale - con sintomi di "addome acuto": dolore addominale, spesso intollerabile e doloroso, nausea, vomito, a causa della quale i pazienti vengono spesso ricoverati per errore nel reparto chirurgico o gastroenterologico.

Una forma aritmica in cui i disturbi del ritmo e della conduzione cardiaca vengono alla ribalta - sotto forma di contrazioni cardiache premature, sensazioni di battito cardiaco irregolare.

Forma asintomatica di microinfarto

I sintomi di microinfarto possono essere espressi molto debolmente (sotto forma di una pesantezza a breve termine nel torace o mancanza di respiro): questa malattia è definita asintomatica. Un tale decorso della malattia è possibile in individui con una soglia del dolore ridotta, così come con un focus molto piccolo di danno. Ma, nonostante il fatto che i segni di microinfarto in questo caso non provochino ansia al paziente, questa forma può essere più pericolosa di quella clinicamente pronunciata - perché il paziente non è consapevole dei suoi problemi cardiaci e quindi non va dal medico e non viene curato.

Un microinfarto con un corso asintomatico viene spesso rilevato per caso, mesi e anni dopo il suo verificarsi - con una visita medica di routine o un ECG in un'altra occasione. Tale "scoperta" dovrebbe essere un motivo per un immediato rinvio a un cardiologo - per un esame completo del sistema cardiovascolare e lo sviluppo di un programma di riabilitazione per il paziente, che impedirà il ripetersi di ischemia miocardica e altre conseguenze spiacevoli. Non dimenticare che un infarto, una volta sofferto, aumenta drasticamente il rischio di un secondo infarto, che può essere fatale per te.

diagnostica

Il metodo principale per diagnosticare la microinfarcazione è l'elettrocardiografia (ECG).

Inoltre, viene utilizzato un esame del sangue biochimico (determinando in esso marcatori di danno al muscolo cardiaco - creatina fosfochinasi, troponina, lattato deidrogenasi).

L'ecografia del cuore (ecocardiografia Doppler) consente di specificare la localizzazione e le dimensioni della necrosi.

Trattamento di microinfarto

Se il microinfarto procede con sintomi tipici ed è stato diagnosticato in tempo (nella fase acuta o acuta, cioè entro 2 ore a 10 giorni dalla sua insorgenza), il trattamento deve essere eseguito in ospedale, preferibilmente nel reparto di cardiologia, dove ci sono tutte le condizioni per completare esame e osservazione 24 ore su 24 del paziente.

Con la comparsa dei classici segni di infarto - sotto forma di sensazione di bruciore dietro lo sterno che irradia verso la mano sinistra - devi immediatamente chiamare un'ambulanza, sdraiarti e prendere una compressa di nitroglicerina sotto la lingua, puoi anche bere 1-2 compresse di aspirina. Quando la diagnosi è confermata, il medico suggerirà l'ospedalizzazione e prenderà altre misure necessarie (introduzione di antidolorifici, incluso narcotico, inizio della terapia di trombolisi, correzione della pressione sanguigna, frequenza cardiaca, ecc.).

Se si riscontrano sintomi di microinfarto, devono essere presi nitroglicerina e aspirina.

In ospedale continuare l'introduzione di antidolorifici, nitroglicerina, eparina e streptochinasi (al fine di sciogliere i coaguli di sangue e prevenire i coaguli di sangue), utilizzare altri farmaci secondo le indicazioni.

Se il microinfarto era asintomatico ed è stato scoperto per caso, è necessario procedere alle misure di riabilitazione.

Riabilitazione dopo microinfarto

La riabilitazione dopo un infarto miocardico aiuta ad evitare lo sviluppo di effetti avversi, accelera il periodo di recupero e restituisce l'attività e l'efficienza ai pazienti.

Terapia farmacologica e trattamento della malattia di base, contro la quale si è manifestato un microinfarto, così come la prevenzione della droga delle complicanze - assunzione di aspirina, nitroglicerina a lunga durata d'azione e altri farmaci.

Procedure rigenerative - un graduale aumento dell'attività fisica attraverso la fisioterapia con esercizi speciali di allenamento, massaggi, fisioterapia, psicoterapia.

Corretta alimentazione con l'arricchimento della dieta con alimenti ricchi di vitamine, fibre vegetali, acidi grassi polinsaturi (pesce, verdure e frutta, olio vegetale). Allo stesso tempo, si raccomanda di limitare il consumo di grassi refrattari (burro, strutto, grasso animale) e sale.

Insegnare al paziente la modalità del giorno, il riposo, le tecniche di rilassamento e i modi per alleviare lo stress.

Conseguenze e prognosi

Un microinfarto con diagnosi tempestiva e trattamento completo ha una prognosi relativamente favorevole. Il risultato finale della necrosi non è influenzato dallo sviluppo inverso - dopo un attacco cardiaco, una cicatrice rimane sul tessuto miocardico. Tuttavia, una dieta equilibrata, un'adeguata terapia medica e un esercizio a dosaggio aiutano il paziente a passare rapidamente il periodo di recupero e tornare a uno stile di vita attivo.

Restrizioni significative dopo un microinfarto non sono imposte al paziente - eccessivo sforzo fisico è proibito, stress nervoso, così come i medici raccomandano fortemente di smettere di fumare. Sarà necessario sottoporsi a regolari controlli con un cardiologo e una terapia medica permanente o del corso.

Cos'è un microinfarto. Sintomi, effetti e trattamento

Microinfarto come una malattia non è registrato nella classificazione internazionale. Non usare questo termine nella medicina ufficiale. Cerca di non usare più precisamente. Tuttavia, la patologia in cui si verifica un danno miocardico di piccola focale (questa situazione ha un nome - un infarto piccolo-focale) e i pazienti stessi chiamano un microinfarto.

Non vale la pena provare l'illusione che il microinfarto sia presumibilmente ignorato dalla comunità medica. Sì, puoi saltare le manifestazioni di problemi con il miocardio, poiché i sintomi del microinfarto non possono sempre essere rilevati. Ciò è dovuto alla limitata area del danno miocardico. Bene, il mio cuore ha sofferto un po 'e niente di terribile sembrava accadere.

Non dirmelo Una volta ammalato, due (un sito miocardico è stato danneggiato, il secondo), e il terzo può ottenere una sconfitta estesa, che è già un attacco cardiaco a tutti gli effetti con conseguenze sconosciute.

Cos'è un microinfarto

La principale caratteristica di una piccola lesione focale è l'assenza di un'onda Q, che indica l'assenza di una lesione della parete cardiaca del cuore in tutta la sua profondità. Di norma, i microinfarti influenzano lo strato subendocardico.

In molte fonti è indicato che il microinfarto è uno stato pre-infarto. Questo non è del tutto corretto poiché, sia nei microbolli che nell'infarto grande-focolare, si forma la necrosi del muscolo cardiaco, che differisce nella profondità e nella scala dell'area di copertura.

epidemiologia

La malattia è più comune nei maschi. Questa tendenza è osservata fino a 50 - 60 anni. Dopo questa età, un piccolo infarto focale si verifica in uomini e donne con la stessa frequenza a causa dell'ingresso di una donna in menopausa.

Inoltre, negli ultimi anni si è registrato un aumento dell'incidenza di piccoli infarti focali in pazienti di età inferiore a 30 anni, principalmente negli uomini. Ciò conduce al ritmo moderno della vita, che non consente di vedere gravi conseguenze per un malessere apparentemente funzionante.

eziologia

  • Restringimento (stenosi) delle arterie coronarie.
  • Trombosi di vasi cardiaci.

All'emergere di tali processi portano:

  • Aterosclerosi delle arterie coronarie.
  • Trombosi.
  • Malattia delle arterie infiammatorie
  • Dissezione aortica.
  • Embolia.
  • Anomalie vascolari congenite e acquisite.
  • Difetti cardiaci
  • Insufficiente apporto di ossigeno al miocardio.
  • Aumento della coagulazione del sangue.
  • Malattie della ghiandola tiroidea.
  • Caricamenti neuropsichici.
  • L'obesità.
  • Nutrizione sbilanciata.
  • Fumo.
  • Addiction.
  • Eccessiva assunzione di alcol.
  • Il diabete mellito.
  • Ipertensione.
  • DIC - sindrome.
  • Tumori primari del cuore.
  • Neoplasma metastatico della localizzazione non cardiaca.
  • Lesioni meccaniche ed elettriche.

Quando ognuna di queste cause sviluppa lesioni necrotiche del muscolo cardiaco.

patogenesi

I principali fattori patogenetici del piccolo infarto miocardico focale sono le seguenti situazioni:

  • Uno qualsiasi dei suddetti processi patologici porta ad un restringimento del lume delle arterie coronarie e / o trombosi, cioè, vi è una discrepanza nel bisogno e nella produzione di ossigeno da parte del miocardio.
  • Una rottura di una placca aterosclerotica o un trombo di un'altra origine porta all'interazione dei contenuti centrali della placca / trombo con il subendocardio.
  • L'attivazione delle proteine ​​di adesione con piastrine porta alla formazione di uno strato piastrinico nella lesione, aggravando ulteriormente l'ischemia.
  • Le piastrine, che sono già sulle pareti della nave al sito della lesione, iniziano a produrre attivamente componenti che attivano il sistema di coagulazione del sangue, causando uno spasmo vascolare ancora maggiore e un aumento del coagulo di sangue.
  • Segue la produzione di fattori tissutali che completano il processo di formazione di un trombo a tutti gli efetti che si sovrappone al lume del vaso.
  • In assenza di coaguli di sangue, placche e altre formazioni che riducono la permeabilità vascolare, il microinfarto si sviluppa a causa dello spasmo dell'arteria, che è causato dal rilascio di endotelina. Questo processo porta alla reazione di sostanze vasocostrittrici, che si manifesta anche con una forte disparità tra il bisogno e la produzione effettiva di ossigeno da parte del miocardio.

Durante la formazione di un piccolo infarto focale, si verificano cambiamenti anatomici nel cuore, che non solo cambia la sua struttura, ma anche la sua fisiologia.

Cambiamenti anatomici e fisiologici

Nonostante il fatto che il microinfarto sia caratterizzato da aree di danno relativamente piccole, tuttavia, esse perdono le loro funzioni, il che porta a una diminuzione dell'area di lavoro totale del miocardio.

Quando questo accade i seguenti processi:

  • In caso di infarto focale piccolo, le aree colpite sono localizzate principalmente nello strato subendocardico.
  • Il sito miocardico, che è soggetto a carenza di ossigeno, innesca meccanismi di protezione sotto forma di glicolisi anaerobica per produrre energia.
  • A causa dell'ampia rete di anastomosi e della presenza di circolazione collaterale, l'attenzione della necrosi è limitata.
  • Nel periodo di recupero e recupero, i fuochi della necrosi sono sostituiti da tessuto cicatriziale, che non svolge le funzioni del muscolo cardiaco.
  • È importante sapere che al primo microinfarto, la funzione miocardica è preservata, poiché con l'aiuto delle funzioni vicari (sostitutive) del muscolo del cuore, l'abilità contrattile viene sostituita da altri siti. Nei successivi attacchi cardiaci, con un aumento delle zone di necrosi dei tessuti, la contrattilità si riduce significativamente.
  • In caso di necrosi nel percorso del sistema di conduzione, è possibile lo sviluppo di blocchi, attacchi di disturbi del ritmo.

In contrasto con la vasta e ampia focale, il processo a focale ridotta ha le sue caratteristiche distintive:

  • Il lume del vaso non è mai completamente bloccato.
  • La rete di anastomosi e collaterali fornisce diversi gradi di circolazione sanguigna nell'area danneggiata.
  • I vasi colpiti appartengono alle arterie di piccolo calibro.

classificazione

  • Le lesioni direttamente subendocardiali si trovano sopra lo strato endocardico.
  • Sottoepicardico - la zona di danno è localizzata sotto l'epicardio - la membrana esterna del cuore.
  • Intramurale - la necrosi si sviluppa nello spessore del miocardio.

La frequenza di insorgenza nel processo dei pazienti è:

  • Primaria.
  • Ricorrente: si verifica fino a 8 mesi dal primario.
  • Ripetuto: si sviluppa dopo 8 mesi dal primario.

Sulla localizzazione delle lesioni da infarto sono isolate:

  • Ventricolo sinistro.
  • Ventricolo destro.
  • Setto interventricolare.

Per criteri di età:

  • Attacco di cuore di giovane età.
  • Attacco di cuore anziani e senili.

A seconda del periodo della malattia, ci sono:

  • Acuta - fino a 7 giorni - una zona di necrosi si forma, la gravità della sindrome del dolore diminuisce, i segni di infiammazione sono determinati nel sangue.
  • Subacuto - fino a 20 giorni - la condizione generale migliora, le aree di necrosi del miocardio sono sostituite da tessuto connettivo con formazione di cicatrici.
  • Il periodo di cicatrici - fino a 45 giorni - test clinici allo stato normale. Durante questo periodo può sviluppare complicazioni.

A seconda della variante del decorso dell'infarto, si distinguono le seguenti forme cliniche (le manifestazioni cliniche di ciascun tipo saranno indicate nella sezione appropriata):

  • Anginoso.
  • Aritmica.
  • Cerebrovascolare.
  • Asmatica.
  • Addominale.
  • Indolore (basso sintomo).

Microinfarction. sintomi

Il pericolo di piccole lesioni focali risiede principalmente nel fatto che i sintomi del microinfarto possono essere persi. Può manifestarsi con pochi sintomi o asintomatici. Tali situazioni, senza un adeguato trattamento, sono pericolose nello sviluppo di un attacco cardiaco ampio e focale esteso.

I segni più comuni di patologia sono:

  • Debolezza.
  • Aumento della temperatura corporea per brevi periodi di tempo.
  • Mal di testa, vertigini.
  • Nausea, vomito possibile.
  • In alcuni casi, perdita di coscienza nei pazienti.
  • Disagio al petto, a volte accompagnato da difficoltà di respirazione, mancanza di respiro.
  • Dolore da sterno, non inibito dalla nitroglicerina.
  • Dolore nella parte sinistra del torace con possibile irradiazione sul braccio sinistro, scapola, spalla, mascella inferiore. A volte può esserci dolore nella parte sinistra del collo.
  • Mani e piedi freddi
  • Triangolo nasolabiale blu.
  • Aumento della pressione sanguigna
  • Debole o non ascoltando affatto.
  • Sudorazione.
  • Gonfiore degli arti inferiori al mattino.
  • Ansia, ansia

Come accennato in precedenza, un attacco cardiaco può svilupparsi in varie forme cliniche, talvolta velate in modo che solo un ECG confermi la sua presenza:

  1. L'angina è il tipo più comune di microinfarto. Ricorda il dolore negli attacchi di angina. Dolore ondulato, vari gradi di gravità, con possibile irradiazione. L'irradiazione su entrambi i lati dello spazio interscapolare viene spesso notata, così come entrambe le aree sottoscapolari contemporaneamente. È importante che i sintomi siano più vivaci in giovane età e negli anziani, al contrario.
  2. Aritmico: la malattia inizia con aritmie cardiache senza dolore. È più spesso trasformato in fibrillazione ventricolare, meno spesso in shock aritmogenico. Abbastanza spesso accompagnato da perdita di coscienza.
  3. Cerebrovascolare - più tipico per i pazienti con malattie neurologiche. Tutti i sintomi dipendono dal grado di disturbo della circolazione cerebrale e dai livelli di pressione sanguigna. Può manifestare disabilità visive, la sua vaghezza, l'andatura precaria, accompagnata da nausea fino a vomito, letargia, o viceversa, agitazione, sintomi neurologici focali. Le condizioni del palato possono svilupparsi all'apice del dolore o delle aritmie marcate.
  4. Asmatico - più intrinseco agli attacchi di cuore ricorrenti, così come con insufficienza cardiovascolare già sviluppata. Lo sviluppo di edema polmonare indica spesso il coinvolgimento nel processo di infarto su piccola scala dei muscoli papillari. Se c'è una dispnea improvvisa, questo spesso indica una lesione nel ventricolo destro. Con questo tipo di microinfarto, la comparsa di attacchi di asma fino allo stato asmatico o edema polmonare all'inizio di un infarto indica spesso.
  5. Addominale - danno inerente alla parete inferiore del ventricolo sinistro. Il dolore è localizzato nella regione epigastrica, a volte - nell'ipocondrio destro. In questo caso, possono verificarsi distensione addominale, nausea, vomito, diarrea, stasi di contenuto intestinale. L'immagine assomiglia ad un addome acuto, ma allo stesso tempo non si osservano sintomi di irritazione peritoneale e la palpazione è morbida.
  6. Indolore (sintomo debole) - solo debolezza, disagio al torace, disturbi del sonno, umore e perdita di appetito sono caratteristici. Più comune nelle persone anziane, specialmente nel diabete. Questa forma non indica un decorso lieve della malattia e una prognosi favorevole per i pazienti.
  7. Atipico - quasi completamente corrisponde alla clinica di infarto focale grande in un paziente, ma con sintomi meno gravi.

Inoltre, abbastanza spesso nella prima zona di un attacco cardiaco e dopo, anche prima della fine del processo di formazione della cicatrice, si sviluppano nuove zone di necrosi. Ciò porta ad un aumento dell'area interessata, che viene sostituita dal tessuto connettivo con la perdita delle sue funzioni, che successivamente porta inevitabilmente allo sviluppo di un massiccio infarto.

Microinfarction. I sintomi, i primi segni negli uomini

  • Come precursori possono essere affaticamento prolungato, affaticamento, mal di testa.
  • Esordio improvviso di dolore acuto che si irradia sul lato sinistro del corpo. Potrebbe esserci dolore addominale.
  • Cianosi del triangolo naso-labiale.
  • Paura, attacchi di panico.
  • È difficile sentire il polso.
  • Ipertermia.
  • Sudore freddo
  • Raffreddamento degli arti superiori, inferiori.

Microinfarction. Sintomi, primi segni nelle donne

Per le donne, i seguenti sintomi sono più caratteristici:

  • Dolore meno intenso.
  • Lo sviluppo di edema degli arti superiori e inferiori.
  • Nausea quasi costante.
  • Dolore epigastrico
  • Mal di testa con pressione alta.

Poiché un piccolo infarto focale è ricco di sintomi e forme, è estremamente importante diagnosticare tempestivamente la malattia per un immediato inizio del trattamento.

diagnostica

Per una corretta diagnosi, utilizzare il seguente algoritmo:

  1. Raccolta attenta della storia del paziente.
  2. Eseguendo un ECG al quale sono determinati:
    • L'assenza di un'onda Q durante l'ECG, poiché i piccoli fuochi della necrosi non interferiscono con la conduzione degli impulsi.
    • Nessun cambiamento nel complesso QRS.
    • Ridurre l'ampiezza dei denti di R.
    • Il dente di T può essere negativo, a doppia gobba, con gag.
    • L'intervallo ST è prevalentemente sfasato sotto l'isolina.
  3. Gli studi di laboratorio, in cui è determinata la CPK (cretinfosfochinasi), la mioglobina, la troponina T e la LDH (lattato deidrogenasi) sono marcatori di infarto, che aumentano per un breve periodo. I restanti indicatori di laboratorio, come ESR, leucociti, ecc., Non hanno valore diagnostico nel microinfarto.
  4. EchoCG - utilizzando questo studio, le lesioni sono fisse in cui la contrazione è rotto o assente.
  5. Angiografia coronarica - identifica l'arteria interessata.

Solo dopo la diagnosi e l'istituzione di una diagnosi accurata dovrebbe iniziare il trattamento.

Pronto soccorso

Anche prima delle manipolazioni diagnostiche e dell'inizio del trattamento ospedaliero, al paziente deve essere dato il primo soccorso.

Le principali tecniche per questo sono:

  • Chiama un'ambulanza.
  • Fornire una posizione orizzontale, in caso di mancanza di respiro - una posizione seduta.
  • Accesso aperto all'aria aperta.
  • Prendendo nitroglicerina sotto la lingua.
  • Chiama un'ambulanza al paziente.
  • In ogni caso, quando si perde conoscenza, non colpire le guance, non spruzzare acqua in faccia, non disturbare la persona.
  • Se altri hanno le capacità per assistere nella forma di respirazione artificiale e massaggio cardiaco, tale assistenza dovrebbe essere fornita.

Il trattamento principale per il piccolo infarto focale richiede il ricovero immediato.

trattamento

I principi di base del trattamento per questo:

  • Riposo a letto rigoroso
  • Dieta.
  • Antidolorifici di diversi gruppi a seconda della gravità del dolore.
  • Nitrati.
  • Farmaci antiaritmici.
  • I beta-bloccanti.
  • Antagonisti del calcio
  • Agenti antipiastrinici, fibrinolitici.
  • Antispastici.
  • Preparazioni di potassio.
  • Farmaci per migliorare il trofismo del miocardio.
  • Le statine.
  • Stenting.
  • intervento chirurgico di bypass.

Il trattamento tempestivo e corretto può minimizzare le complicazioni di un piccolo infarto focale.

complicazioni

Con piccole lesioni focali, le complicanze si sviluppano molto meno frequentemente. Tuttavia, sono possibili nella forma:

  • Aneurisma aortico.
  • Insufficienza cardiaca.
  • Trombosi, embolia.
  • Disturbi del ritmo e della conduzione.
  • Attacchi cardiaci ripetuti che portano alla formazione di processi a grande focale.
  • Pericardite.
  • Edema polmonare

Il decorso della malattia, la riabilitazione e lo sviluppo / l'assenza di complicanze determinano l'ulteriore condizione del paziente.

prospettiva

Principalmente con la microinfarczione, la prognosi per i pazienti è favorevole, specialmente nei processi primari che non sono caratterizzati da ricadute e ripetizioni. Più spesso si sviluppano forme ricorrenti e ricorrenti, più la prognosi peggiora.

In che modo la microinfarcazione è diversa dall'infarto? Quadro clinico e pronto soccorso per microinfarto

Per il microinfarto, è caratteristica una piccola lesione focale del cuore o del cervello del miocardio. In un attacco cardiaco tipico, appaiono foci grandi, cioè la differenza si trova solo nella dimensione dei tessuti interessati. Molte persone non sospettano nemmeno di aver trasferito il microinfarto, in quanto si manifesta con sintomi deboli.

Caratteristiche generali

I microinfarti si verificano a causa di insufficiente afflusso di sangue al cuore o al cervello, rispettivamente, vi è un microinfarto del cervello o microinfarto del miocardio. A causa della ridotta circolazione del sangue, si verifica la fame di ossigeno, che colpisce ancora di più i vasi sanguigni. Ciò porta non solo alla mancanza di nutrizione, ma anche all'avvelenamento da parte dei metaboliti, sullo sfondo del quale cambia anche la struttura del liquido ematico. Nonostante il fatto che solo piccole aree del miocardio o del cervello siano danneggiate, in molti casi (fino al 40%) si verifica la morte.

Classificazione di microinfarction, secondo la fase di sviluppo:

  1. Il primo stadio si riferisce al periodo più acuto in cui un restringimento del lume nelle pareti dei vasi sanguigni è notato da quasi il 70%. Il più delle volte chiamato ischemia. La durata dello sviluppo è lunga.
  2. Il secondo stadio è caratterizzato da un periodo acuto in cui si verifica la necrobiosi, cioè la morte del tessuto nel cuore o nel cervello. Dura da 4 a 8 ore.
  3. Il terzo stadio è subacuto. La necrosi uccide un sacco. Questo periodo è caratterizzato da sintomi evidenti: dolore e temperatura corporea elevata.
  4. Quarto stadio: si verifica la cicatrizzazione dei tessuti, cioè, al posto delle cellule morte, si forma il tessuto connettivo, che porta a una ruvida cicatrice. Durata: fino a 2 mesi.

Le principali forme di microinfarto:

  • La forma asmatica è caratterizzata da sintomi che sono caratteristici delle malattie dell'apparato respiratorio. Questo è ciò che rende impossibile la diagnosi in modo tempestivo. Il sintomo principale è una grave mancanza di respiro e soffocamento.
  • Gastralgia o forma addominale. I sintomi sono simili ai sintomi delle malattie gastriche - il dolore dà all'area dell'apparato digerente, il paziente si ammala. Inoltre, possono verificarsi vomito e feci alterate. Ciò rende anche impossibile determinare il microinfarto all'inizio dello sviluppo.
  • La forma aritmica è considerata la più pronunciata, dal momento che sono presenti tutti i segni di malattie cardiache.
  • Cerebrale - il cervello è interessato, con il risultato che i segni sono rilevanti: mal di testa, disturbi del riflesso.
  • Forma atipica - la causa della sua comparsa è sconosciuta, i sintomi manifestano una varietà di. Il sintomo principale è il dolore nell'area dello sterno.

motivi

La causa principale del microinfarto è l'alterazione dell'afflusso di sangue. Questo può portare a:

  • aterosclerosi;
  • trombosi nei vasi coronarici;
  • ipercolesterolemia;
  • disturbi patologici nei vasi situati direttamente negli organi colpiti;
  • angina, tachicardia, aritmia;
  • ipertensione;
  • diabete mellito;
  • alcune malattie del cuore e del cervello;
  • un alto grado di aggregazione e adesione delle unità piastriniche del fluido sanguigno.

Fattori che influenzano lo sviluppo della microinfarto:

  • Tabagismo e abuso di alcool, alimentazione scorretta. In questi casi, sono colpiti vasi coronarici in cui si depositano prodotti tossici e di colesterolo che accumulano e restringono il lume.
  • Sovraccarico mentale e fisico Quando ciò accade, il cuore e il cervello consumano più energia, quindi è necessario consumare ossigeno in grandi quantità. Se non è abbastanza, colpisce il sistema circolatorio.
  • Situazioni stressanti, esperienze, preoccupazioni, paure, paure. Tutti questi fattori portano a spasmi nelle arterie coronarie sane.

Sintomi di microinfarto

I primi segni di microinfarto sono piuttosto scarsi. Soprattutto è impossibile notarli a persone che già hanno qualche patologia del cuore.

Il quadro clinico ha una serie di caratteristiche:

  • Sindrome del dolore In ogni singolo caso, è di natura diversa, può essere tagliente, acuto, dolorante, pressante, bruciante. Il posto principale di localizzazione di dolore - la regione del cuore, sterno, scapola. Può irradiarsi allo stomaco, polmoni, collo, arti superiori, mascella.
  • Grave sudorazione fredda.
  • Debolezza, sensazione di malessere.
  • Indicatori medio-alti della temperatura corporea, non più di 38 gradi.
  • Vertigini e aumento della frequenza cardiaca.
  • La sensazione di paura e ansia per le proprie vite.

diagnostica

La diagnosi inizia con l'anamnesi. Inoltre, i seguenti metodi di ricerca sono assegnati:

  • raccolta di esami del sangue per parametri generali e biochimici;
  • cardiogramma più monitoraggio giornaliero;
  • ecocardiogramma;
  • ecografia cardiaca o risonanza magnetica del cervello;
  • test di potassio.

trattamento

Pronto soccorso

Se sospetti di avere un microinfarto, è urgente prendere una posizione orizzontale, aprire tutte le prese d'aria in modo che la stanza si riempia rapidamente di aria fresca. Successivamente, è necessario bere una pillola "Aspirina", ma è consigliabile non ingerirla intera, ma masticare. Quindi agirà più velocemente. Assicurati di misurare la pressione sanguigna. Se è aumentato, è necessario mettere "nitroglicerina" sotto la lingua, se è abbassato, questo farmaco non può essere utilizzato. Chiama un'ambulanza.

Terapia farmacologica

Con la microinfarczione, il paziente viene ricoverato in ospedale. Il medico prescrive un numero di farmaci:

  • Agente fibrinolitico - "Tenekteplaza". Questa è una soluzione iniettabile, che viene iniettata lentamente per via endovenosa. Il dosaggio è selezionato dal cardiologo, poiché dipende dal peso della persona. Lo strumento ripristina la circolazione sanguigna alterata nell'organo interessato (cuore, cervello).
  • I farmaci eparina prevengono la formazione di coaguli di sangue, che possono essere attivati ​​dal microinfarto. Viene anche utilizzata la soluzione di iniezione.
  • "Propranololo" è prescritto per ripristinare il ritmo cardiaco.
  • Il gruppo di statine viene assegnato per eliminare l'aterosclerosi e rimuovere il colesterolo dal corpo. Questi sono i preparativi "Liptonorm", "Simvastatin", "Crestor".
  • Un gruppo di b-bloccanti abbassa la pressione sanguigna, elimina le convulsioni tachicardiche. Ci sono tre generazioni di farmaci, tra cui Sotalex, Anaprilin, Tselipres, Betalok, Rekardium, Atenobene, Glukomol e Nebilet sono considerati i più efficaci.
  • I nitrosud sono utilizzati per alleviare il dolore: "nitroglicerina", "Isoket", "Efox", "Cardix-mono", "Olikard".
  • I farmaci antipiastrinici diluiscono il fluido ematico, ripristinano la coagulazione, prevengono la formazione di coaguli di sangue: "Aspirina", "Cardiomagnile", "Doxy-orlo".
  • Sono necessari ACE-inibitori - abbassano la pressione sanguigna, sostengono il sistema circolatorio: Enalapril, Ramipril, Benazepril, Captopril, Perindopril.
  • Se viene colpito il muscolo cardiaco, vengono utilizzati i bloccanti del recettore dell'angiotensina: "Losartan", "Volsartan", "Olmesartan".

Inoltre, vengono utilizzati diuretici e altri gruppi di farmaci, a seconda del grado di danno, della causa e del decorso della malattia. Il dosaggio e la durata dei corsi per ciascun farmaco sono determinati dal medico.

Intervento chirurgico

La chirurgia viene utilizzata se la terapia farmacologica non dà il risultato desiderato. L'operazione eviterà ricadute.

Ci sono due tipi di chirurgia:

  • stenting: una specie di anello è stabilito nella nave colpita, il che rende impossibile bloccare il lume;
  • smistamento: viene stabilita una via ausiliaria per il flusso sanguigno e l'affetta viene bloccata dalla cauterizzazione.

fisioterapia

Dopo che il paziente inizia ad alzarsi e camminare, viene inviato per le procedure di fisioterapia (elettroforesi, ecc.).

misure di riabilitazione

La riabilitazione inizia in ospedale. Inizialmente, il paziente inizia a muovere le braccia, gli occhi e la parte superiore del corpo in posizione sdraiata, come mostrato nel riposo a letto. Dopo circa 5-8 giorni, il paziente può lentamente alzarsi e muoversi.

La riabilitazione comprende le seguenti attività:

  • Terapia fisica sotto la stretta supervisione di un istruttore. I carichi sono inizialmente minimi, ma con il passare del tempo aumentano gradualmente. Un singolo complesso è sviluppato per ogni paziente. Dopo la fine della riabilitazione in un sanatorio, il paziente dovrà fare la stessa ginnastica a casa per un lungo periodo di tempo. Nuoto, massaggi e cyclette aiutano molto bene.
  • Il paziente deve seguire una dieta prescritta dal medico dopo la dimissione dall'ospedale. Fondamentalmente è un numero di tavolo diabetico 10.
  • Una persona dovrebbe eliminare completamente l'uso di bevande alcoliche e smettere di fumare.
  • Il giorno dovrà fare passeggiate all'aria aperta. Ogni giorno, l'istruttore aggiungerà alcuni metri. Di conseguenza, una persona può facilmente passare 2 o più chilometri.
  • Nel periodo di riabilitazione, la terapia farmacologica non viene annullata. Sfortunatamente, il paziente dovrà assumere medicinali per un lungo periodo, ma ciò garantirà un recupero completo. Questi sono principalmente statine e farmaci trombolitici.

prospettiva

Se parliamo di prognosi, dipende in gran parte dalla tempestività del trattamento alla clinica, dall'adeguatezza del trattamento e dall'atteggiamento del paziente nei confronti della propria salute. Un fattore importante è la rigorosa attuazione di tutte le misure di riabilitazione. In questo caso, l'esito potrebbe essere favorevole.

Puoi saperne di più su ciò che costituisce un microinfarto dal nostro video:

Il microinfarto è una malattia in cui sia possibile un esito fatale e una prognosi piuttosto favorevole. Molto dipende solo dal modo in cui ogni persona è responsabile della propria salute. Prestare particolare attenzione ai cambiamenti di salute e se si sospetta un microinfarto, chiamare immediatamente un'ambulanza.

Microinfarto: come riconoscere, cause, aiuto, come trattare

Il microinfarto lenisce molti con il suo nome, ma in questo caso è necessario sconvolgere immediatamente i pazienti sicuri di sé: la condizione è pericolosa, richiede un'attenzione particolare. In generale, tale terminologia non viene utilizzata negli ambienti medici, è più spesso utilizzata dai pazienti stessi anziché dagli epiteti quando descrive eventi che interessano il loro muscolo cardiaco. I medici sotto questo concetto implicano un piccolo infarto miocardico o qualcos'altro di meno, ma il fatto che si sia verificata una catastrofe nel miocardio non viene negato e, su questa base, sviluppano tattiche terapeutiche.

La cosa principale è non perdere

I primi segni del cosiddetto microinfarto in altri casi sono davvero scarsi. Le persone che soffrono di angina e abituate a frequenti dolori al cuore, potrebbero non prestare attenzione e percepire le manifestazioni di un piccolo infarto miocardico focalizzato, come un altro attacco di una vecchia malattia. Inoltre, si dovrebbe tenere presente che a volte tale stato non può dare alcun sintomo o può essere atipico. In tali casi, è davvero difficile per il paziente e i suoi parenti sospettare immediatamente la presenza di un microinfarto.

Nel frattempo, probabilmente è meglio ricordare ancora una volta cosa ci si può aspettare da questa patologia e come si può manifestare un attacco chiamato mini o microinfarto:

  • Dolori di varia intensità. Il dolore da "pugnale" acuto è considerato non solo un segno di infarto focale grande, ma anche un sintomo di microinfarto, ma non sono sempre presenti. I dolori tipici sono insopportabili, brucianti, pressanti, possono guadare dal torace tra le scapole allo stomaco, dare al braccio, al collo, raggiungere il viso e indugiare nella mascella inferiore. Con un infarto mini-miocardico atipico, la gravità delle sensazioni dolorose non è così grande o può essere del tutto assente. Inoltre, a volte è possibile e generalmente asintomatico durante l'attacco, e l'attacco cardiaco con esperienza viene registrato sull'ECG dopo un po 'di tempo, quindi il paziente viene informato che ha sofferto di MI alle gambe.
  • Una compressa di nitroglicerina assunta con urgenza sotto la lingua e che non ha un effetto adeguato è anche in una certa misura un sintomo di microinfarto o infarto in generale.
  • Sudore freddo, rottura del corpo, debolezza in tutto il corpo, il paziente è malato, capisce che qualcosa di grave è accaduto nel corpo.
  • Un aumento della temperatura (di solito non superiore a 38 ° C), che indica che le zone di necrosi (necrosi) sono comparse nel miocardio, indicano un periodo successivo di infarto del miocardio.
  • Una persona è sopraffatta dalla paura della morte, dall'ansia, che è molto simile a un attacco di panico, ma non è questo il suo caso. Qui, il disturbo è dovuto a ragioni oggettive, il paziente non pensa di avere un attacco di cuore, è davvero molto malato, e il corpo dà un segnale sul problema che è successo.

I primi segni e le loro varianti, in linea di principio, potrebbero non differire da quelli con lesioni più profonde, tuttavia, in altri casi, le manifestazioni atipiche sono più tipiche per un infarto miocardico rispetto all'infarto miocardico di grande focale.

I sintomi, costringendo l'allarme

Come già notato, insieme alla manifestazione tipica dell'infarto del miocardio, accompagnata dai sintomi di cui sopra, a volte si verifica un attacco che nessuno prende per infarto del miocardio. Questo non è sorprendente, perché debolezza, affaticamento, leggero capogiro, battito cardiaco leggermente accelerato, diminuzione della pressione e un aumento a breve termine della temperatura sono più probabilità di essere un po 'indisposti e non hanno nulla a che fare con una diagnosi terribile.

Ancora più errori si verificano a causa di infarto miocardico asintomatico. Tipicamente, questa opzione è pensata dai pazienti, parlando di un microinfarto che avevano in piedi e scoperto casualmente su di esso, avendo ricevuto un trascritto elettrocardiogramma con gli effetti registrati lì (cicatrici nel muscolo cardiaco).

Inoltre, esiste una possibile variante atipica della malattia, che spesso induce in errore il paziente, i suoi parenti e il personale medico. I sintomi del microinfarto in questi casi possono assomigliare ad un'altra patologia, a volte non correlata:

  1. La forma asmatica è caratteristica di pazienti più anziani che hanno già IHD (malattia coronarica), ipertensione arteriosa, segni di scompenso cardiaco. Nella maggior parte dei casi, questa opzione non dà dolore, ma è accompagnata da mancanza di respiro, segni di asma cardiaco o edema polmonare. Naturalmente, in una situazione del genere, in cui il principale sintomo del microinfarto è l'asfissia, è difficile considerare il danno al muscolo cardiaco.
  2. La forma addominale o gastralgica, di regola, ha luogo a un attacco cardiaco diaframmatico. Tutto inizia con intenso dolore epigastrico, accompagnato da gravi fenomeni dispeptici: nausea, vomito, flatulenza, che confondono, simulando la clinica "addome acuto". La cosa più terribile è che in questi casi il paziente viene trattato intensamente per le malattie dell'apparato digerente: lavano lo stomaco, lo preparano per l'operazione e talvolta lo producono. Ovviamente, un errore nella diagnosi di un paziente povero può essere costoso.
  3. La variante aritmica è caratterizzata da dolore moderato, a volte non c'è affatto dolore. I dati oggettivi riflettono i segni di un apparente disturbo del ritmo. È possibile sospettare qualsiasi aritmia, che spesso si verifica durante la diagnosi.
  4. La forma cerebrovascolare (apoplelectica) cerebrovascolare con le sue manifestazioni è molto simile ai sintomi di un incidente cerebrovascolare dinamico (transitorio) o di un attacco transitorio-ischemico. I primi segni di disturbo sono mal di testa, vertigini, menomazioni motorie e sensoriali e disturbi mnestici.

Le forme atipiche di infarto del miocardio comprendono varianti della malattia, che si manifestano con la comparsa di dolore in luoghi insoliti (schiena, braccia, metà destra del corpo, ecc.), Ma possono anche essere sintomi di microinfarto.

Perché si verifica microinfarto?

Le cause del microinfarto coincidono completamente con quelle delle lesioni focali di grandi dimensioni. I medici chiamano sempre il colpevole principale per la lesione aterosclerotica miocardica delle arterie coronarie e la successiva trombosi delle arterie coronarie, che forniscono questa area di sangue. Un trombo formato all'interno dell'arteria coronaria è considerato il principale precursore del successivo infarto miocardico. Esso stesso è formato a causa di una placca aterosclerotica che è sorta sull'intima alterata, o è il risultato di un'emorragia nella placca stessa.

Inoltre, tra le cause della nota microinfarction:

  • Cambiamenti locali nelle navi;
  • ipercolesterolemia;
  • Diabete mellito;
  • Aumento dell'adesione e aggregazione del legame piastrinico delle cellule del sangue;
  • L'ipertensione;
  • Carichi eccessivi di vario tipo (fisici e mentali) che aumentano la richiesta di ossigeno del muscolo cardiaco;
  • il fumo;
  • Uno spasmo di arterie coronarie immutate (sane), causate da spavento, agitazione o per altri motivi.

Il rapporto tra queste cause è ovvio, con l'eccezione di spasmi acuti di vasi sanguigni sani, tutti gli altri fattori interagiscono e si aggravano l'un l'altro.

Va notato che gli uomini sono più inclini al microinfarto e all'attacco cardiaco con lesioni profonde. Hanno situazioni simili che si verificano più spesso e prima. Per quanto riguarda le donne, gli ormoni li proteggono a lungo, quindi un attacco di cuore "giovane" non è tipico per una femmina.

Ovunque l'attacco ha catturato

Prevedere il disastro imminente è difficile, e nella maggior parte dei casi impossibile. Ma se questo è accaduto a casa, allora è bene che qualcuno si avvicini, che il minimo sospetto di infarto può portare a azioni decisive e corrette:

  1. Paziente a deporre, per fornire accesso all'aria fresca;
  2. Masticare una pillola di aspirina e mettere 1-2 pastiglie di nitroglicerina sotto la lingua della persona che viene salvata, dopo aver misurato la pressione del sangue, poiché l'ipotensione iniziale è una controindicazione alla nitroglicerina. In assenza di un apparato per la misurazione della pressione arteriosa, non viene inserito più di 1 compressa;
  3. Fornire una chiamata immediata all'ambulanza, spiegando sensibilmente al dispatcher l'essenza della chiamata (attacco cardiaco), in modo che, se possibile, un team di cardiologi specializzati arrivi al paziente.

Ogni persona dovrebbe capire da sé quanto sia importante conoscere i primi sintomi dell'infarto del miocardio, non confondersi se qualcosa di simile è successo a lui o in sua presenza, perché a volte la vita finisce solo perché l'aiuto non arriva in tempo.

Importante: lo sviluppo di ischemia in microinfarto e infarto in assenza di assistenza

Vita dopo microinfarto

Il trattamento del microinfarto non è assolutamente diverso da un infarto con lesioni profonde. È solo una questione di se il paziente ha subito un trattamento ospedaliero o ha sofferto di una malattia ai piedi. Le domande sulle tattiche di trattamento vengono decise dal medico e prescrivono farmaci in accordo con le condizioni del paziente. Tuttavia, le persone che hanno avuto un microinfarto, dovrebbero sapere che gli anticoagulanti e / o gli agenti antipiastrinici, come cardiomagnyl o aspirina cardio, dovrebbero impiegare tutta la vita per prevenire un nuovo infarto, che potrebbe non avere il prefisso "micro".

Inoltre, tenendo conto delle malattie associate, altri medicinali possono essere prescritti a una persona:

  • Statine in violazione dello spettro lipidico e per combattere l'aterosclerosi;
  • Farmaci antiaritmici;
  • Farmaci che riducono la pressione sanguigna, compresi i diuretici;
  • Altri farmaci a seconda delle conseguenze e delle malattie associate.

La maggior parte dei pazienti con un infarto miocardico nella storia, prende un gran numero di farmaci diversi e sa che le attrezzature di emergenza dovrebbero sempre essere con loro in caso di circostanze impreviste sulla strada, in un bar, nel teatro.

Le conseguenze del microinfarto nella maggior parte dei casi dipendono dalla malattia umana. Tuttavia, poiché le lesioni sono piccole, anche se la cicatrice si forma a causa di un infarto miocardico, il corpo può compensare gli eventi per un lungo periodo (a volte per molti anni) e non ridurre la qualità della vita. Le conseguenze più frequenti del microinfarto sono lo sviluppo di aritmie e insufficienza cardiaca cronica, con cui il paziente dovrà combattere, seguendo tutte le raccomandazioni prescritte dal medico.

Microinfarto: sintomi e trattamento

Microinfarto - i sintomi principali:

  • debolezza
  • vertigini
  • Dolore al petto
  • Mancanza di respiro
  • Difficoltà respiratoria
  • Perdita di coscienza
  • ansia
  • Triangolo nasolabiale blu

Microinfarction (un tipo di malattia coronarica) è una piccola lesione miocardica focale che si sviluppa su uno sfondo di insufficiente circolazione del sangue ed è caratterizzata dalla necrosi di piccole aree del muscolo cardiaco. Questa è una delle malattie più comuni del sistema cardiovascolare, che funge da presagio per lo sviluppo di una malattia cardiaca più grave - attacco di cuore.

Per molto tempo, gli scienziati hanno creduto che la microinfarczione avvenga solo negli uomini, spiegando che prima della menopausa le donne producono estrogeni, il che impedisce lo sviluppo di qualsiasi interruzione del cuore, e questa non è un'eccezione. Tuttavia, le statistiche moderne mostrano che 200-300 decessi femminili si verificano ogni giorno nel mondo, sviluppandosi sullo sfondo di un infarto del miocardio piccolo o grande-focale.

Eziologia e patogenesi

Ci possono essere molte ragioni che possono causare un microinfarto e possono essere sia esterni che interni, ma i principali fattori per lo sviluppo della malattia includono:

  • stile di vita inattivo (porta ad una graduale atrofia del muscolo cardiaco, in conseguenza del quale qualsiasi carico eccessivo può rappresentare una minaccia per la salute umana);
  • dieta scorretta (mangiare cibi ricchi di lipoproteine ​​a bassa densità causa la formazione di placche aterosclerotiche che interrompono il movimento del sangue attraverso i vasi);
  • il fumo (la causa più comune di danno a piccole aree del miocardio nelle donne, anche l'estrogeno non può far fronte agli effetti nocivi della nicotina sul corpo umano);
  • ipertensione;
  • stress frequente e sindrome da stanchezza cronica.

Il meccanismo dello sviluppo della malattia è abbastanza semplice, dato che si basa sulla compromissione della circolazione sanguigna, la microinfiammazione inizia con lo sviluppo dell'ischemia a lungo termine causata da un parziale restringimento del lume dell'arteria cardiaca. Dopo di ciò, in una nave schiacciata, inizia il processo di necrobiosi (cambiamenti irreversibili e disturbi nel funzionamento delle cellule cardiache, che successivamente portano alla morte), quindi necrosi, e questi cambiamenti si completano con la formazione di una piccola cicatrice.

I sintomi della malattia

La particolarità di questa malattia è che nella maggior parte dei casi una persona scopre un microinfarto che è accaduto completamente per caso (ad un esame fisico annuale, ad esempio). I principali sintomi del microinfarto, che, a proposito, dura circa 40-60 minuti, possono essere facilmente confusi con lo sviluppo di un raffreddore - debolezza in tutto il corpo, un aumento a breve termine della temperatura corporea (si verifica in risposta alla necrosi della microarticella del muscolo cardiaco), vertigini (occasionalmente perdita di coscienza), mancanza di respiro e dolore al petto, quindi iniziare il trattamento durante un attacco sarà estremamente problematico. Oltre ai sintomi principali, ci sono anche ulteriori segni di microinfarto, che, quando esaminati per la prima volta, non rappresentano una minaccia per la vita e la salute umana, ma di fatto richiedono più attenzione:

  • dita e dita costantemente fredde (indicare le violazioni del sistema circolatorio periferico, che può successivamente causare un microinfarto);
  • frequenti mal di testa che sono accompagnati da grave ipertensione (è impossibile dire con certezza che il mal di testa segnali lo sviluppo di microinfarti, i cui sintomi sono descritti sopra, ma può indicare disturbi incipienti del sistema cardiovascolare, che possono prevenire lo sviluppo di gravi malattie);
  • gonfiore degli arti inferiori al mattino e aumento della sudorazione;
  • dolore improvviso sul lato sinistro dello sterno che si irradia verso la spalla o la scapola;
  • triangolo blu nasolabiale a breve termine, accompagnato da insufficienza respiratoria (questo sintomo indica che il microinfarto si sviluppa in un dato momento).

A volte il microinfarto è quasi asintomatico. Al momento di un attacco, una persona può sentire dolore a breve termine dietro lo sterno, che viene in seguito sostituito da una sensazione di ansia e lieve disagio. A causa della bassa soglia di sensibilità al dolore, le persone anziane e i pazienti diabetici quasi non avvertono i sintomi del microinfarto, le cui conseguenze possono essere molto diverse (a partire dallo sviluppo di aritmie e termina con insufficienza cardiaca), la diagnosi di tali pazienti viene fatta retrospettivamente (sulla base di complicanze).

diagnostica

Qualsiasi segno di microinfarto dovrebbe indurre una persona a pensare di andare in ospedale, perché l'auto-trattamento di questa condizione non solo non darà risultati, ma potrebbe anche causare un deterioramento del muscolo cardiaco. I medici diagnosticano sulla base di dati di elettrocardiogramma (ECG), su cui l'onda Q non cresce (per questo motivo, il microinfarto è talvolta chiamato "infarto senza onda Q"), analisi del sangue e ecografia a colori del cuore (aiuta a determinare la lesione).

Principi di base del trattamento del microinfarto

Il trattamento della malattia si svolge in un ambiente ospedaliero, perché non importa quando c'è stato un attacco, c'è sempre il rischio di sviluppare un danno più esteso al muscolo cardiaco. I medici prescrivono ai pazienti il ​​riposo a letto, prescrivono vasi cardiaci in espansione che migliorano la viscosità e la fluidità del sangue, inoltre prescrivono una terapia invasiva (contagocce che ripristinano l'equilibrio elettrolitico). Se necessario, il medico con l'aiuto della chirurgia o della terapia farmacologica (a seconda della gravità delle conseguenze) tratta le complicanze.

Va ricordato che il trattamento di questa malattia continua a casa e sarà efficace solo se il paziente aderisce rigorosamente alle raccomandazioni del medico, mangia correttamente, ha molto riposo ed è meno nervoso.

Se pensi di avere Microinfarction e i sintomi caratteristici di questa malattia, allora il tuo cardiologo può aiutarti.

Suggeriamo inoltre di utilizzare il nostro servizio di diagnostica online delle malattie, che seleziona le possibili malattie in base ai sintomi inseriti.

La tosse cardiaca è un tipo speciale di manifestazione che si forma da una violazione della sincronicità della contrazione dei ventricoli del cuore. Molti sono abituati al fatto che un tale fenomeno come una tosse può manifestarsi solo con un raffreddore o una reazione allergica, ma non con una malattia cardiaca. Il fenomeno è provocato dal fatto che il ventricolo destro riempie normalmente il tessuto polmonare con il sangue, mentre quello sinistro resta un po 'indietro. Per questo motivo, la circolazione sanguigna è disturbata e la pressione nei polmoni aumenta. È questo processo che causa l'ipossia. Il paziente ha costantemente il desiderio di schiarirsi la gola e il suo respiro diventa più pesante.

Come termine come la tachicardia, è consuetudine percepire un battito cardiaco accelerato per qualsiasi specificità della sua origine. La media per questo ammontare a più di 100 battiti al minuto. La tachicardia, i cui sintomi, sebbene consistano in un battito cardiaco accelerato, è caratterizzata, tuttavia, dalla correttezza del ritmo del battito cardiaco, rispettivamente, anche la durata degli intervalli tra i battiti del cuore è costante. La stessa condizione, che è caratterizzata da un evento imprevisto di tachicardia e la sua fine improvvisa, è definita come tachicardia parossistica.

L'ipertensione essenziale è un processo patologico caratterizzato da un aumento cronico della pressione sanguigna. Va notato che con questa malattia è possibile un contemporaneo aumento sia dell'indice sistolico che diastolico.

L'infiammazione dei polmoni (ufficialmente - polmonite) è un processo infiammatorio in uno o entrambi gli organi respiratori, che di solito è di natura infettiva ed è causato da vari virus, batteri e funghi. Nei tempi antichi, questa malattia era considerata una delle più pericolose e, anche se i moderni mezzi di trattamento possono rapidamente e senza conseguenze eliminare l'infezione, la malattia non ha perso la sua rilevanza. Secondo dati ufficiali, nel nostro paese ogni anno circa un milione di persone soffrono di polmonite in una forma o nell'altra.

La miocardite è un nome generico per i processi infiammatori nel muscolo cardiaco o nel miocardio. La malattia può apparire sullo sfondo di varie infezioni e lesioni autoimmuni, esposizione a tossine o allergeni. Ci sono infiammazione primaria del miocardio, che si sviluppa come una malattia indipendente, e secondaria, quando la patologia cardiaca è una delle principali manifestazioni di una malattia sistemica. Con una diagnosi tempestiva e un trattamento complesso della miocardite e delle sue cause, la prognosi per il recupero è la più efficace.

Con l'esercizio e la temperanza, la maggior parte delle persone può fare a meno della medicina.

Per Saperne Di Più I Vasi