Chirurgia per varicocele dei testicoli: tipi di intervento, pro e contro

Da questo articolo imparerai: perché con la chirurgia del varicocele è l'unico metodo di trattamento, i tipi di interventi chirurgici per questa malattia. Indicazioni e controindicazioni a loro, i loro pro e contro.

Il varicocele è una patologia in cui le vene dei testicoli si dilatano sotto forma di nodi, si torcono e si riempiono di sangue. La ragione di questo è un aumento della pressione nel sistema delle vene testicolari a causa del riflusso di ritorno del sangue (reflusso) da vene più grandi (renale, inferior inferiore) in cui cadono.

Clicca sulla foto per ingrandirla

L'operazione consente di interrompere questo reflusso mediante bendaggio, incrocio o rimozione delle vene dilatate. Tale intervento elimina completamente i problemi e le conseguenze associati al varicocele, restituendo alla salute l'uomo. Il trattamento non è complicato e viene eseguito da urologi o chirurghi in tutti gli ospedali urologici e chirurgici.

Perché l'operazione è l'unica via d'uscita

Le cause e i meccanismi di sviluppo del varicocele sono di natura puramente meccanica: la vena testata (spermatica) non è in grado di assicurare il deflusso di sangue venoso dal testicolo a causa di:

  • lesioni delle valvole situate all'interno del lume e responsabili di assicurare che il sangue si muova solo in una direzione - dal testicolo fino alle vene più grandi;
  • la presenza di un'ostruzione o di un aumento di pressione (ipertensione venosa) in quelle grandi vene in cui cadono i tubi spermatici, che ostacolano il flusso sanguigno e provocano il ristagno venoso;
  • debolezza e flaccidità delle pareti dei vasi.

Tutto ciò porta al fatto che il sangue non solo scorre dal testicolo, ma si accumula nei suoi plessi venosi a causa di un riflusso all'indietro (reflusso) da grandi tronchi vascolari. In condizioni di pletora venosa, il tessuto sensibile degli organi genitali perde la sua normale struttura, la capacità di produrre fluido seminale di grado elevato e ormoni.

Il meccanismo di circolazione del sangue nelle vene sane e varicose. Clicca sulla foto per ingrandirla

Dal momento che le vene varicose dei testicoli non sono vasi che trasportano il sangue, ma un deposito patologico per esso, l'unica soluzione è quella di rompere il legame vizioso tra loro, che eliminerà il reflusso e la stasi del sangue. Questo è lo scopo della chirurgia varicocele. Implica l'isolamento, la legatura, l'intersezione o la completa rimozione del gambo principale delle vene spermatiche al di sopra del livello della loro ramificazione in piccoli rami che formano intrecci tra loro.

Quindi, il ristagno patologico del sangue nei vasi e nei tessuti testicolari sarà eliminato senza pregiudizio della circolazione sanguigna. Il deflusso venoso dallo scroto si verificherà nel sistema di altri vasi, poiché la vena spermatica è la principale, ma non l'unica via per il flusso sanguigno. Inoltre, in condizioni di ristagno e aumento della pressione nella vena del seme, i percorsi di deflusso aggiuntivi per il momento dell'operazione sono già ben formati e continueranno a formarsi nel periodo postoperatorio.

Il trattamento chirurgico nell'80-85% viene eseguito per varicocele sul lato sinistro. Ciò è dovuto al fatto che la vena testicolare sinistra scorre nel rene e la destra nella vena cava inferiore. A causa della posizione anatomica, dell'angolo di ramificazione e di altre caratteristiche dei vasi renali di sinistra, la pressione al loro interno aumenta. Pertanto, la localizzazione sinistra del varicocele prevale su quella destra.

Schema comparativo della struttura di una vena testicolare sana e del varicocele interessato

Tipi di operazioni, indicazioni e controindicazioni a loro

Esistono due tipi principali di trattamento chirurgico per varicocele:

  1. Classico - attraverso l'incisione (operazione di Ivanissevich). Operazione Ivanisevich. Clicca sulla foto per ingrandirla
  2. Mininvasiva - attraverso punture (endoscopiche, microchirurgiche e endovascolari).

Chirurgia endovascolare per la rimozione del varicocele. Clicca sulla foto per ingrandirla

L'obiettivo di tutti i metodi è lo stesso: eliminare la scarica attraverso la vena testicolare, bloccandone il lume. Ci sono diversi modi per raggiungere questo obiettivo.

La tabella descrive le caratteristiche delle operazioni classiche e mini-invasive (sparing):

Confronto dei metodi di rimozione del varicocele

Il varicocele è curabile solo con l'aiuto di una delle tecniche di intervento chirurgico esistenti. L'opinione comune che la malattia possa essere eliminata a casa è irragionevole. Raccomandazioni per indossare biancheria intima stretta, ridurre l'esercizio fisico e assumere farmaci possono aiutare ad alleviare alcuni dei sintomi, ma non curare la malattia. La dilatazione irreversibile del cordone spermatico può essere curata solo chirurgicamente. Rinviare l'intervento chirurgico può portare a infertilità e altre conseguenze del varicocele.

La chirurgia è necessaria per tutti i pazienti con varicocele?

I medici raccomandano un intervento chirurgico se sono presenti i seguenti sintomi e problemi:

  • Infertilità con alterata spermatogenesi (in base ai risultati degli spermatogrammi)
  • L'emergere del dolore
  • In caso di recidiva della malattia
  • Per prevenire lo sviluppo di malnutrizione o atrofia del testicolo
  • Difetto cosmetico (in rari casi con varicocele pronunciato).

L'infertilità è l'indicazione più comune per la chirurgia (circa il 40% degli uomini con infertilità diagnosticata soffrono di varicocele). L'intervento chirurgico in questo caso è prescritto indipendentemente dal grado di sviluppo della malattia dei vasi venosi. Al fine di evitare lo sviluppo di questo problema, a volte viene effettuato un trattamento durante l'adolescenza.

L'operazione per rimuovere le vene dilatate del cavo spermatico è semplice e sicura. Recentemente, tuttavia, molti medici sono sempre più inclini alla prematurità di tale profilassi e credono che sia sufficiente visitare un urologo ogni sei mesi dopo aver fatto una diagnosi per monitorare la progressione della malattia. In caso di rapido sviluppo del varicocele, deterioramento dello spermatogramma e comparsa di sintomi dolorosi, il medico prescriverà un trattamento chirurgico.

La sindrome del dolore indica l'insorgenza di possibili processi infiammatori e la comparsa di microtrombosi. Il grado di sviluppo del varicocele può influenzare la loro intensità e il disagio generale.

Quali tipi di tecniche chirurgiche utilizzate nel trattamento?

L'operazione viene eseguita allo scopo di attraversare i vasi venosi dilatati, che sono coinvolti nel flusso inverso del sangue. Recentemente, i seguenti metodi per il trattamento del varicocele sono utilizzati principalmente:

Metodo di accesso aperto tradizionale (metodo Ivanissevych e Palomo)

L'operazione di Ivanissevych è un metodo di trattamento efficace generalmente riconosciuto in qualsiasi stadio del varicocele e comporta la legatura delle vene colpite del testicolo a livello del reparto retroperitoneale. Durante l'operazione, il chirurgo fa una piccola incisione (4-5 centimetri) nella regione iliaca sinistra e fascia le navi malate.

Il metodo Palomo è essenzialmente identico al metodo operativo di Ivanissevich. La differenza tra loro sta nella scelta della posizione del taglio, che Palomo è sopra.

Metodo microchirurgico (Marmara)

La tecnica Marmara comporta una piccola incisione nella pelle (circa 2-3 centimetri) all'uscita del cordone spermatico. L'intervento viene effettuato con l'ausilio di strumenti speciali e un microscopio, che consente un bendaggio più accurato senza toccare l'arteria, i nervi e i vasi linfatici vicini. I medici danno a questa tecnica le recensioni più positive, poiché il grado di lesione e il tasso di recidiva è il più basso.

Metodo endoscopico (laparoscopico)

Questo metodo è applicabile in qualsiasi fase della malattia. Il trattamento si basa sull'eliminazione del problema attraverso il blocco del flusso sanguigno nelle vene del testicolo. Tre fori sono fatti sulla pelle (nell'ombelico e nella regione iliaca destra e sinistra) per introdurre la videocamera e gli strumenti necessari. Ciò consente di ispezionare l'intera vena sotto ingrandimento (6-10 volte), selezionare le aree interessate, mettere parentesi in titanio sui suoi rami e attraversare i vasi.

embolizzazione

Un tale metodo come l'embolizzazione si basa sull'introduzione nella vena interessata di una sostanza o di un'elica che blocca il suo lume. La procedura viene eseguita attraverso una puntura nella vena femorale sul lato destro, dove il catetere è posto 1 mm di spessore, andando alla vena renale sinistra.

scleroterapia

Il metodo consiste nell'introduzione di un agente sclerosante nella vena testicolare, che blocca il lume del vaso e impedisce il deflusso di sangue al testicolo. Questo metodo di trattamento è spesso prescritto a pazienti con malattie somatiche o nei casi in cui altri metodi non sono applicabili. Un catetere viene inserito attraverso una piccola incisione e l'esame vascolare viene eseguito utilizzando una sostanza radiopaca. Sulla base dell'immagine ricevuta, uno sclerosante viene inserito nelle aree interessate, che lega il lume della vena.

Analisi comparativa dei metodi di trattamento

Di seguito è riportato un riepilogo dei dettagli e dei dettagli che riguardano maggiormente i pazienti e aiutano a determinare i punti di forza e gli effetti collaterali dei metodi di trattamento proposti:

Chirurgia del varicocele: metodi, indicazioni, trattamento, riabilitazione

Il varicocele è un'espansione delle vene nello scroto o cordone spermatico negli uomini. La malattia si verifica spesso negli adolescenti e potrebbe non manifestarsi in alcun modo per tutta la vita. In alcuni casi, il paziente ha sintomi come dolore nel testicolo, infertilità e comparsa di protuberanze sullo scroto.

L'unico modo per curare il varicocele è la chirurgia. La questione della sua necessità in assenza di manifestazioni cliniche è discutibile. La chirurgia del varicocele è generalmente facilmente tollerata e raramente causa complicanze.

Fasi della malattia e indicazioni per la chirurgia

Ci sono 4 gradi di sviluppo del varicocele:

  • La dilatazione varicosa è determinata solo dall'ecografia.
  • Le vene del pterigio sono palpate in posizione eretta.
  • Alla palpazione in qualsiasi posizione, il medico può diagnosticare la malattia.
  • Le vene sono visibili ad occhio nudo.

La diminuzione della funzione spermatogenica, che alla fine può portare alla sterilità, di solito inizia solo negli ultimi stadi della malattia.

L'operazione può essere eseguita nei seguenti casi:

  1. Violazioni identificate nella formazione dello sperma. Nel processo di ricerca è stato stabilito che il numero di spermatozoi nel liquido seminale era ridotto, la loro mobilità era ridotta e il sangue o il pus era presente.
  2. Il paziente sta soffrendo. Iniziano a manifestarsi allo stadio 2-3 della malattia, inizialmente insignificante. Le sensazioni spiacevoli aumentano quando si cammina, dopo uno sforzo fisico. Nota. Nella stragrande maggioranza dei casi, il varicocele del testicolo sinistro si sviluppa, quindi il dolore ha più spesso la stessa localizzazione.
  3. Il paziente non è soddisfatto dell'aspetto dello scroto.
  4. Il testicolo inizia a diminuire di dimensioni.

In assenza di sintomi, può anche essere raccomandata la chirurgia. Alcuni medici ritengono che la chirurgia eseguita in modo tempestivo eviti la sterilità. Altri credono che questo sia un rischio ingiustificato, e consigliato di limitare l'osservazione attraverso esami periodici e ultrasuoni.

È importante! Un'operazione sotto i 18 non viene solitamente eseguita. Secondo le statistiche, la recidiva è molto meno comune nell'età adulta dopo l'intervento chirurgico - ri-sviluppo del varicocele. Pertanto, è meglio implementarlo dopo la pubertà.

La compressione delle vene può portare allo sviluppo del cosiddetto "varicocele secondario". Si presenta come conseguenza di un tumore, cisti o altra formazione. In questo caso, il paziente è preoccupato per la febbre, il sangue nelle urine, il dolore sordo o lancinante nella regione lombare. Nel varicocele secondario, è necessario eliminare la causa della malattia, la chirurgia per il troncamento delle vene non è necessaria fino a quando non vengono visualizzati i risultati del trattamento della patologia sottostante.

Controindicazioni

Diversi metodi di funzionamento possono avere diverse controindicazioni. La chirurgia aperta non viene eseguita per:

  • La presenza di malattie nella fase di scompenso (disfunzione dell'organo che non può essere ripristinata senza trattamento) - diabete mellito, cirrosi epatica, ecc.
  • Infiammazione nella fase attiva.

Gli interventi chirurgici endoscopici oltre alle controindicazioni descritte non vengono eseguiti con procedure chirurgiche addominali pregresse. Ciò è dovuto a una violazione del quadro clinico e ad una maggiore probabilità di errori medici.

Lo sclerosismo non viene effettuato con le seguenti controindicazioni:

  1. Grandi anastomosi (architravi) tra i vasi, che possono portare all'ingestione del farmaco utilizzato per l'incollaggio in vene o arterie sane;
  2. Aumento della pressione nelle vene vicine (es. Renale);
  3. La struttura dei vasi non consente l'introduzione della sonda (natura friabile delle vene).

Preparazione per la chirurgia

10 giorni prima della procedura proposta, i pazienti devono sottoporsi ad alcune ricerche:

  • Esame del sangue (totale, per gruppo e fattore Rh, coagulazione, contenuto di zucchero).
  • Analisi delle urine.
  • Radiografia dei polmoni.
  • Elettrocardiogramma (può essere somministrato a tutti i pazienti o solo a uomini di età superiore a 30 anni).
  • Analisi per virus dell'epatite B e C, HIV.

Inoltre, il medico prescrive di solito uno scroto con ultrasuoni o un'ecografia usando il metodo Doppler (usando un mezzo di contrasto) per ottenere un quadro clinico più completo. Ulteriori studi sono possibili a seconda delle condizioni del paziente.

La mattina prima dell'operazione devi rinunciare a cibo e acqua, fare una doccia igienica. Pube e addome devono essere rasati. Il ricevimento di farmaci per malattie croniche (diabete, ipertensione, bronchite, ecc.) Deve essere coordinato con il medico.

Modi dell'operazione

La classificazione dei metodi di trattamento chirurgico può essere basata sul metodo di accesso e la tecnologia di. Sulla base della seconda funzionalità, ci sono due grandi gruppi di operazioni:

  1. Con conservazione di un kovalny anastomoz;
  2. Con la sua escissione.

Nota. Lo shunt Reno-cavale (anastamosi) è un messaggio-ponticello tra le due vene del testicolo. Si presenta come una patologia dovuta al varicocele e contribuisce al ristagno del sangue.

Il secondo metodo è attualmente riconosciuto come il più efficace e viene utilizzato più spesso.

Secondo la tecnologia, è consuetudine individuare tre principali tipi di operazioni:

  • Laparoscopia (metodo minimamente invasivo);
  • Scleroterapia endovascolare;
  • Operazione aperta (può essere eseguita in varie modifiche - secondo Marmar, Ivanissevych, Palomo).

È importante! Le operazioni di rimozione per varicocele non vengono eseguite. Tutte le navi rimangono all'interno del corpo, o sono incollate insieme (sclerotizzate) o legate.

scleroterapia

Questa operazione è la meno invasiva. Si riduce a indurimento (incollaggio) delle navi varicose. Il grande vantaggio della scleroterapia è che non richiede il ricovero in ospedale. Si svolge in una stanza angiografica in anestesia locale. Dopo l'inizio dell'anestesia, il chirurgo perfora percutaneamente la parete della vena femorale destra. Qui viene introdotta una sonda, mediante la quale viene valutata la condizione dei vasi problematici e viene erogata la sostanza terapeutica.

Come composto sclerosante, viene utilizzata una soluzione trombovar al 3%. Un agente di contrasto viene iniettato nei vasi e quindi viene determinato il successo dell'operazione. Se la vena varicosa non viene visualizzata, significa che il composto colorato non entra e l'intervento è stato efficace. In questo caso, la sonda viene rimossa, una benda viene applicata al sito della puntura. Lo stesso giorno, il paziente può andare a casa.

Si ritiene che con la scleroterapia il rischio di recidiva sia più alto rispetto alla chirurgia classica, ma i medici parlano solo di una probabilità leggermente maggiore. Tuttavia, a causa della ridotta efficacia, tali interventi chirurgici sono piuttosto rari. Di solito sono raccomandati nelle fasi iniziali della malattia, quando non ci sono ancora lamentele da parte del paziente.

Chirurgia laparoscopica

Viene utilizzata l'anestesia generale o locale (più spesso). A volte viene anche usata l'anestesia epidurale (un antidolorifico viene inserito nella colonna vertebrale). Dopo l'inizio dell'anestesia, il chirurgo punge l'ombelico con un diametro di circa 5 mm. Introduce un trequarti - un ago triangolare collegato al tubo. Il gas viene iniettato nella cavità addominale per fare spazio alle procedure chirurgiche.

Nell'apertura è inserito un laparoscopio: un tubo collegato a una lampada e una telecamera. Permette al medico di monitorare lo stato di avanzamento dell'operazione. Sotto il controllo del laparoscopio, vengono eseguite altre due forature da cinque millimetri: nella regione iliaca e sopra l'utero e l'introduzione di trocar in esse. Il paziente è inclinato verso destra di 15-20 ° per una migliore visualizzazione. Il medico taglia il peritoneo usando le forbici perforate.

Segue la secrezione di arterie e vasi linfatici. Questo è necessario in modo che non soffrano durante l'operazione. Le vene estese sono legate. Il peritoneo è suturato. Una puntura asettica viene applicata alle forature. Il termine di ospedalizzazione dipende dall'anestesia scelta. Dopo l'anestesia locale, puoi andare a casa il giorno dell'intervento o quello successivo. Dopo l'anestesia generale, la dimissione avviene 3-7 giorni dopo l'intervento. L'efficacia dell'operazione viene valutata mediante ultrasuoni o Doppler.

Operazione Marmara

Questo tipo di intervento comporta il micro-accesso e un basso grado di invasività. È effettuato sotto il controllo di un microscopio. La scelta dell'anestesia dipende in gran parte dal desiderio del paziente, nella maggior parte dei casi è sufficiente l'anestesia locale, in cui sono possibili leggere sensazioni dolorose o formicolio, calore.

Il chirurgo fa un'incisione nel pube, il più vicino possibile all'ileo, il che rende la sutura dopo l'operazione invisibile (sarà posizionata sotto il bordo superiore della biancheria). Il medico asporta tegumenti e tessuto sottocutaneo, secerne il canale del seme e lega la vena. I tessuti sono cuciti. I punti vengono rimossi il giorno 7. La chirurgia marmar è molto accurata, il che riduce il rischio di danni alle arterie o ai vasi linfatici.

Operazione su Ivanisevich

Operazione su Ivanisevich

L'anestesia generale è più comunemente utilizzata con questo tipo di intervento, ma è possibile anche l'anestesia locale o epidurale. L'essenza dell'operazione è la legatura delle vene varicose mantenendo i vasi linfatici.

Il chirurgo esegue un'incisione nell'area pubica lunga fino a 10 cm, di solito le sue dimensioni sono inferiori a 5-6 cm. Con un bisturi e dei ganci, taglia e allarga tutti i muscoli sottostanti al plesso vascolare del testicolo stesso. Qui è necessario separare i vasi linfatici. Quindi, usando un dissettore (forbici curve smussate), le vene vengono catturate e legate. Muscoli e tessuti sono suturati.

Operazione Palomo

Questo tipo di intervento ricorda il precedente. Tuttavia, l'incisione è aumentata, il che offre una visione migliore per il chirurgo. Con questo approccio, il rischio di recidiva è più basso, ma la probabilità di tagliare l'arteria che fornisce sangue al canale seminale è più alta.

Si tratta di una piccola nave che si avvicina al plesso dello pterigio e pertanto viene spesso danneggiata durante l'intervento. C'è anche il rischio di colpire i canali linfatici, specialmente nei bambini. Questo può portare a gravi complicazioni.

Previsione dell'operazione

La prognosi è generalmente favorevole. Quando si utilizzano metodi minimamente invasivi, la probabilità di recidiva è vicina al 2%, con l'operazione secondo Ivanisevich - circa il 9%. In alcune fonti, sono indicati altri dati, le cliniche private citano i dati sulla ricorrenza del varicocele con interventi aperti nel 30%.

Nel 45% dei casi, il paziente dopo l'intervento chirurgico determina un normale spermogramma, nel 90% dei casi si riscontra un miglioramento statisticamente significativo delle prestazioni. Nella fascia di età più avanzata, quando si trascura il varicocele, tutti i valori sono peggiori rispetto ai pazienti giovani.

Periodo di recupero

Al paziente possono essere prescritti i seguenti farmaci per ripristinare la spermatogenesi:

  1. Complessi vitaminici
  2. Additivi biologicamente attivi con selenio e zinco.
  3. Ormoni. È importante! Il loro ricevimento è effettuato rigorosamente da corsi sotto la supervisione di un medico e in concomitanza con test di laboratorio permanenti.
  4. Unguento contenente antibiotico. È necessario per la prevenzione dell'infezione della ferita.
  5. Antidolorifici. In alcuni pazienti, il disagio nel testicolo operato può persistere per un bel po 'di tempo. Di solito, il medico prescrive farmaci chetonici o simili.

Nei primi 1-2 giorni dopo l'intervento, è necessario:

  • Tieni la ferita asciutta. Forse l'applicazione del ghiaccio per alleviare il dolore. Bottiglia di plastica adatta di acqua ghiacciata, avvolta in un asciugamano.
  • Riduci al minimo qualsiasi attività, cerca di rilassarti di più.
  • Si consiglia di indossare una benda che supporti i testicoli.

Entro 1-2 settimane dopo l'intervento chirurgico non è raccomandato:

  1. Esercizio che richiede uno sforzo maggiore.
  2. Fare il bagno
  3. Fare sesso

Dopo un periodo specificato, la vita sessuale è possibile se durante il processo o dopo l'atto il paziente non sente dolore, disagio o spiacevoli sensazioni di trazione. La funzione erettile dopo l'intervento chirurgico non soffre. Il periodo di riabilitazione dipende dal tipo di operazione, dall'anestesia e dalle condizioni generali del paziente.

Molti pazienti hanno paura che la vena rimanga dopo l'intervento chirurgico. A loro sembra che questo sia un segno di un intervento chirurgico infruttuoso.

È importante! Deve essere chiaro che i vasi non vengono rimossi dallo scroto, ma cessano di essere riforniti di sangue. Vienna può essere palpabile o visibile fino a sei mesi.

Complicazioni dopo l'intervento chirurgico

Le seguenti sindromi e malattie possono comparire dopo l'intervento chirurgico:

  • L'infiammazione. È determinato dai sintomi e dai risultati corrispondenti degli ultrasuoni, è fermato con successo dai farmaci.
  • Dolore nevralgico: si verifica in seguito a danni alle terminazioni nervose ed è difficile da trattare (di solito mostra agopuntura e fisioterapia).
  • Gonfiore linfatico Si sviluppa a causa di danni ai vasi linfatici durante l'operazione, può passare da solo o a causa dell'usura di una benda che sostiene lo scroto, pantaloni speciali.
  • Irritato del testicolo (idrocele). Il motivo sono i vasi linfatici colpiti dalla disattenzione, il trattamento è lo stesso.
  • Ridurre la dimensione del testicolo è una complicanza pericolosa derivante dal danno all'arteria seminale. Questa è una delle conseguenze più spiacevoli dell'operazione, poiché è piuttosto difficile fermarsi.
  • Recidiva - ri-sviluppo di varicocele. Il trattamento è solo chirurgico.
  • Danni all'intestino o all'uretere. Queste complicazioni dopo l'intervento si verificano durante la laparoscopia, più spesso in giovani chirurghi inesperti.
  • Trombosi (blocco) delle vene profonde. Si verifica come reazione all'introduzione di un mezzo di contrasto nei vasi, con conseguente ematoma (emorragia interna) nel sito di puntura.

Prezzo di operazione

L'operazione varicocele non è inclusa nell'elenco dei servizi di assistenza ad alta tecnologia per i quali vengono assegnati fondi. Sul sito web di alcune cliniche è indicato che funzionano con CHI e VHI, tuttavia, nel primo caso, è solo uno sconto che un cliente che si è rivolto a loro può ricevere o il rimborso di una parte dei soldi spesi.

Il costo dell'operazione dipende dalla metodologia e dalla regione scelte. Nelle città di provincia della Russia centrale, il prezzo per la chirurgia aperta inizia da 5.000 rubli, a Mosca - da 8.000 a 10.000 rubli. Approssimativamente lo stesso costerà l'indurimento. L'intervento microchirurgico (Marmara) avrà un costo di almeno 20.000 - 30.000 rubli. La chirurgia laparoscopica sarà in qualche modo più economica - 15.000 - 25.000 rubli. I prezzi sono basati su anestesia locale, se il paziente preferisce l'anestesia generale, dovrete pagare separatamente - 7 000 - 10 000 rubli.

Recensioni dei pazienti

La maggior parte dei pazienti è piuttosto chirurgica, soprattutto se in questo modo è possibile eliminare l'infertilità. Quando un uomo scopre che ora può avere figli, questo aumenta in modo significativo la sua autostima, anche se non aveva piani del genere nel prossimo futuro.

L'operazione è ben tollerata. Molti preferiscono l'anestesia generale. Il periodo di recupero per tutti i passaggi in modi diversi. Qualcuno ritorna immediatamente alle normali attività, mentre altri, anche con interventi minimamente invasivi, sentono un forte dolore e hanno difficoltà a spostarsi in casa per diversi giorni.

Come mostrano le recensioni, un brutto colpo per le famiglie è la scarsa performance degli spermogrammi e la difficoltà a concepire un bambino anche dopo aver subito un intervento chirurgico e una terapia farmacologica. A volte all'inizio c'è una tendenza nettamente positiva, che si deteriora nel tempo. Solo uno specialista di alto livello può aiutare in questa materia. Alcuni pazienti cambiano 5 o più urologi prima di trovare un buon diagnostico. La stessa tecnica dell'operazione, come mostra la pratica, ha un significato secondario.

Il trattamento chirurgico del varicocele aiuta a liberarsi della malattia e dei suoi sintomi associati. Aumenta significativamente la probabilità di concepimento e migliora la qualità della vita dei pazienti.

Trattamento chirurgico degli uomini con varicocele

Il corpo maschile è soggetto a molte malattie, tra cui il varicocele. Altrimenti, si chiama vene varicose (vene varicose) dei testicoli e si forma quando c'è insufficiente o completa mancanza di flusso sanguigno nello scroto a causa di un aumento delle vene nello pterigio del cordone spermatico.

La malattia fu descritta per la prima volta da Celsius nell'Ist. BC Ma la connessione tra le vene varicose e le disfunzioni testicolari è stata dimostrata solo in 19 gradi. Il pericolo della malattia sta nello sviluppo dell'infertilità.

Quando è necessario un intervento chirurgico

Un intervento chirurgico varicocele è prescritto a un uomo a qualsiasi età al fine di preservare la capacità di concimare. Eseguilo nel caso di:

  • cattivo sperma;
  • atrofia testicolare;
  • cambiamenti nella dimensione delle uova;
  • dolore all'inguine.

Con tali sintomi, c'è solo una via d'uscita - intervento chirurgico, durante il quale il paziente è legato con le vene che passano vicino al cordone spermatico e fa scorrere il sangue in un altro canale. Esistono molti tipi di operazioni di trattamento con varicocele e ognuna di esse ha le sue caratteristiche. Il paziente è pre-anestetizzato. La durata dell'operazione è di circa un'ora.

Problemi organizzativi

10 giorni prima dell'intervento, inizia la preparazione per l'operazione varicocele, la condotta proposta dei seguenti studi:

  • esame generale delle urine;
  • ECG;
  • se necessario, si consiglia di eseguire necessariamente un'ecografia dello scroto o un ecografo a contrasto utilizzando il metodo Doppler, durante il quale si ottiene un quadro completo della situazione;
  • un esame del sangue, in particolare per il fattore Rh, il contenuto di zucchero, la coagulazione, gli indicatori generali;
  • radiografia dei polmoni;
  • test per l'AIDS, l'epatite C e B

Il giorno dell'operazione, dovresti smettere completamente di bere e mangiare, fare una doccia e radere accuratamente la zona inguinale. Nel caso di farmaci per malattie di tipo cronico (diabete, ipertensione, bronchite, ecc.), La terapia farmacologica è concordata con il medico.

Come fare un intervento chirurgico varicocele

Esistono molti tipi di operazioni per il trattamento: laparoscopia, chirurgia tradizionale, secondo Ivanisevich, eseguite direttamente tramite contatto diretto, tecniche microchirurgiche e sviluppi innovativi.

Operazione Palomo

La chirurgia varicocele eseguita con il metodo Palomo prevede l'incisione della vena testicolare affetta da vene varicose. È effettuato sopra il canale inguinale. Il chirurgo ottiene immediatamente l'accesso alla vena testicolare, la fascia e la rimuove. Questo approccio ridurrà il rischio di lesioni al fascio neurovascolare. È possibile operare sia in anestesia locale che in generale. Dopo l'operazione e la cucitura sulla ferita fissa una medicazione sterile. Un uomo può tornare a casa il giorno dopo e i punti vengono rimossi per 8-9 giorni.

Varicocele: operazione di Ivanissevich

Il trattamento più comune per gli uomini con varicocele è la chirurgia di Ivanisevich.

  • Consiste nel bendare la bocca della vena testicolare.
  • Allo stesso tempo lo raggiungono direttamente attraverso la regione inguinale, formando un'incisione longitudinale obliqua, dietro la quale si trova il plesso inguinale venoso.
  • La bocca della vena testicolare viene prima legata e poi tagliata.
  • Dopo l'operazione, la ferita viene cucita, collegando ogni strato e, successivamente, vengono applicate le suture cutanee.

Prima dell'intervento, viene eseguita l'anestesia locale. In alcuni casi, si supponga l'anestesia generale. Tuttavia, vale la pena ricordare che l'operazione di Ivanisevich con varicocele può avere conseguenze: danno all'arteria femorale e altre strutture localizzate nel fascio neurovascolare del canale inguinale.

Varicocele: chirurgia endoscopica

Questo metodo per eliminare il problema è migliore rispetto al precedente, perché è delicato (non vengono effettuati tagli nell'inguine). In questo caso, vengono utilizzati tutti i principi della laparoscopia.

Con il varicocele, la chirurgia laparoscopica consiste nel fare 3 piccole incisioni (1 cm) nella cavità addominale attraverso le quali è inserito un endoscopio o un laparoscopio con una macchina fotografica e strumenti miniaturizzati. Spostando lo strumento durante l'operazione, entrare nella bocca della vena testicolare, dove con l'aiuto di clip in titanio eseguire il taglio e il successivo taglio della vena.

Secondo i medici, questa tecnologia fa bene al suo minimo danno tissutale, alla rapida guarigione delle cicatrici e al restauro del corpo.

Lo svantaggio della laparoscopia è l'incapacità di utilizzare l'anestesia locale, poiché la cavità addominale è coinvolta. Nel caso della lesione di entrambe le vene testicolari (presenza di varicocele a destra ea sinistra), la chirurgia laparoscopica per varicocele è l'opzione migliore.

Come funziona l'operazione mediante embolizzazione endovascolare

Questa operazione viene eseguita sotto controllo visivo.

  • Per fare questo, un endoscopio intravascolare, 2 mm di spessore, viene inserito attraverso la vena femorale e spingerlo alla vena testicolare.
  • Successivamente, il corso dell'operazione varicocele è il seguente: una vena viene sottoposta ad esame utilizzando una sostanza radiopaca.
  • Quindi, uno sclerosante viene introdotto nella sua parte espansa, una sostanza mediante la quale si verifica "l'incollatura" (embolizzazione) dei lumi vascolari.
  • Questo metodo di trattamento della malattia viene eseguito senza anestesia, è minimamente invasivo, richiede meno tempo, praticamente senza conseguenze e recidive ed è ben tollerato dal paziente.

Operazione Marmara

La microchirurgia del varicocele con metodo di Marmara si basa anche sulla legatura della vena testicolare. L'incisione viene eseguita sul bordo esterno del canale inguinale nell'area sotto il livello di indossare indumenti. Questo è dove la vena testicolare si trova sotto la pelle. La lunghezza dell'incisione è di 2 cm al massimo Il vantaggio del metodo è la quasi completa assenza di recidive e complicazioni nel periodo postoperatorio.

Trattamento laser

La chirurgia laser per varicocele è una tecnica moderna e meno complessa che viene eseguita senza incisioni all'inguine.

  • L'operazione viene eseguita utilizzando un endoscopio intravascolare.
  • La presenza di una telecamera miniaturizzata consente di individuare rapidamente la posizione della nave interessata, che quindi coagula sotto l'influenza di un raggio laser e non partecipa più al flusso sanguigno generale.
  • Nel trattamento del varicocele, questo metodo può essere eseguito senza anestesia.

Quando l'operazione è impossibile

Nonostante la buona tollerabilità dell'operazione, esistono anche controindicazioni che non consentono il trattamento chirurgico. Quindi, la sclerotizzazione non viene eseguita quando:

  1. Aumento della pressione nelle vene localizzate vicino all'area della malattia.
  2. Anastomosi di grandi dimensioni, che è irta di sclerosante nelle arterie e nelle vene sane.
  3. Situazioni in cui una sonda non può essere inserita nelle vene a causa della loro struttura

Non è possibile eseguire un'operazione di visualizzazione aperta nel caso di:

  1. Processi infiammatori attivi.
  2. Malattie nella fase di decompensazione, quando l'eliminazione della disfunzione d'organo è impossibile senza trattamento (ad esempio, in caso di cirrosi epatica, diabete).

La chirurgia endoscopica per varicocele non è prescritta per i motivi sopra elencati, così come quando il paziente ha subito un intervento chirurgico in passato per una cavità addominale. In questo caso, la clinica è disturbata e aumenta il rischio di errori del medico.

recupero

Molti uomini sono interessati a quanto è lungo il periodo di recupero. Tutto dipende dalle caratteristiche del corpo. Potrebbero essere necessarie 2 settimane prima del pieno recupero. Per ripristinare la spermatogenesi, un uomo dopo l'intervento chirurgico può prescrivere:

  • Integratori alimentari a base di zinco e selenio;
  • pomata antibiotica;
  • preparati vitaminici;
  • farmaci ormonali;
  • Potresti anche aver bisogno di antidolorifici.

Dopo l'intervento chirurgico per i primi due giorni, è necessario seguire le raccomandazioni:

  • muoviti il ​​meno possibile e riposati di più;
  • non bagnare la ferita (per il dolore, puoi attaccare il ghiaccio);
  • necessariamente indossando una benda (aiuta a mantenere i testicoli).

Le prime due settimane sono severamente vietate:

complicazioni

Una chirurgia varicocele può essere accompagnata dalle seguenti complicazioni:

  1. Il dolore del tipo nevralgico, derivante dal trauma alle terminazioni nervose.
  2. Recidiva (riemergere malattia).
  3. Edema del testicolo a seguito di lesioni ai vasi linfatici.
  4. Trombosi venosa profonda dovuta ad ematoma nella zona di puntura o all'introduzione del contrasto.
  5. Processi infiammatori
  6. L'edema linfatico è un'altra conseguenza dell'operazione a causa di lesioni ai vasi linfatici.
  7. Diminuzione delle dimensioni del testicolo. Causato dal coinvolgimento dell'arteria spermatica.
  8. Danni all'uretere o all'intestino dovuti all'inesperienza del medico.

Il varicocele è una malattia pericolosa che porta a gravi conseguenze, come il cancro, l'infertilità, l'impotenza. L'automedicazione aggraverà la situazione. Pertanto, quando i primi sintomi di gravità o dolore nei testicoli, disfunzioni sessuali, vene gonfie dovrebbero consultare immediatamente un medico per un consiglio.

Diagnosi di varicocele

Feeling Scrotal
Procedura obbligatoria che consente di determinare la gravità del varicocele. Ultrasuoni (ultrasuoni). Le scansioni ad ultrasuoni sono sempre combinate con la dopplerografia (una tecnica per determinare la qualità dell'afflusso di sangue) dei vasi renali (arterie e vene) e delle vene testicolari.
Lo studio viene effettuato nella posizione del paziente in piedi (ortostasi) e sdraiato (klinostasis) con la misurazione del gradiente del flusso sanguigno in queste posizioni.
Durante l'ecografia, è richiesto un test Valsalva:

  • Aumento (dilatazione varicosa) della vena testicolare di dimensioni con la posizione verticale del corpo.
  • Nella posizione del corpo, mentendo vena, collassa (ridotto di dimensioni).

La vena testicolare di diametro non deve superare i 2 millimetri (normale). La portata del sangue venoso in una vena non deve superare i 10 centimetri al secondo (normale). L'assenza di reflusso venoso (normale).

Con il varicocele di primo grado, il diametro della vena testicolare diventa 2 millimetri più grande del normale e viene determinato un riflusso positivo (fino a 3 secondi). Il reflusso grave indica uno stadio più grave della malattia.

L'ecografia consente anche di determinare la variante emodinamica del varicocele, nonché di identificare l'ipertensione venosa renale (se presente).

  • Analisi generale delle urine e dopo l'esercizio (test di marcia). Test in marcia positivo: la comparsa di una piccola quantità di globuli rossi nelle urine (microembruria) e la presenza di proteine ​​nelle urine (proteinuria) parlano di ipertensione venosa renale.
  • Metodi a raggi X. Ai metodi a raggi X includono:
  • Flebotestisculografia anterograda o flebografia renale retrograda: questi metodi di ricerca vengono eseguiti dopo l'introduzione preliminare di un agente di contrasto nelle vene dello scroto.
  • Lo studio del profilo ormonale include la concentrazione di testosterone, estradiolo, prolattina, FSH (ormone follicolo-stimolante), LH (ormone luteinizzante).
  • Studio semiologico (studio dello sperma) - nella maggior parte dei pazienti, ci sono la prospermia (diminuzione del numero di forme mobili di spermatozoi e un aumento del numero di forme patologiche) di vari gradi.

Trattamento varicocele

Trattamento non farmacologico: il trattamento conservativo del varicocele non è efficace.

Trattamento farmacologico: il trattamento farmacologico è prescritto solo dopo l'intervento chirurgico per stimolare la spermatogenesi. Il complesso di vitamine più comunemente prescritto, integratori alimentari biologicamente attivi (contenenti selenio e zinco). A volte gli ormoni prescritti (androgeni, gonadotropina corionica umana), vengono utilizzati sotto rigorosi controlli di laboratorio.

Preparazione per il trattamento chirurgico: comporta la consegna di test prima dell'operazione (per escludere lo scompenso, di qualsiasi organo o sistema di organi). Sono richieste le seguenti analisi:

  • Emocromo completo (per determinare lo stato della formazione del sangue)
  • Gruppo sanguigno e fattore Rh (per trasfusioni di sangue se necessario)
  • Analisi delle urine (per testare la funzionalità renale)
  • Analisi biochimiche del sangue (glucosio, creatinina, urea)
  • ECG (elettrocardiogramma) - per determinare il lavoro del cuore
  • Radiografia del torace (per escludere la malattia polmonare)

Trattamento chirurgico
Al momento ci sono più di 120 tipi di trattamento chirurgico per varicocele.
Tutte le operazioni possono essere divise in due gruppi:

  • Gruppo I - operazioni in cui viene conservato il messaggio con l'arteria renale.
  • Gruppo II - operazioni che interrompono la comunicazione con l'arteria renale

Attualmente, le tecniche di microchirurgia sono utilizzate con successo e ampiamente nel trattamento del varicocele. Ciò ha permesso di ridurre il numero di recidive (ripetizioni) della malattia, oltre a ridurre significativamente il rischio di complicanze dopo l'intervento chirurgico.

Chirurgia Varicocele classica
Una delle operazioni più comuni è secondo Ivanishevich. Consiste nella legatura e ulteriore resezione della vena testicolare sinistra. Ciò porta all'eliminazione del reflusso dalla vena renale nel plesso uviforme. Ma con questa operazione, potrebbe esserci il rischio di anastomosi renale a causa della difficoltà di deflusso venoso dal rene.

Trattamento microchirurgico del varicocele
Ritaglio laparoscopico della vena testicolare
La varicoetomia laparoscopica è un metodo endoscopico e minimamente invasivo per il trattamento del varicocele.

L'operazione viene eseguita in anestesia generale (il paziente viene messo in anestesia). Inserisci il trocar vicino all'ombelico, ispeziona la cavità addominale. Quindi trova le vene dei testicoli, separa attentamente l'arteria e i vasi linfatici dalle vene. Quindi le vene vengono tagliate (sovrapposte a clip speciali) e l'operazione è completata.

Flebosclerosi endovascolare
Il metodo consiste nel bloccare la vena testicolare con varie sostanze o dispositivi speciali.

L'obliterazione endovascolare (occlusione) della vena testicolare viene eseguita sia negli adulti che nei bambini. Varie sostanze sono usate per l'occlusione:

  • Emboli a spirale
  • Adesivo di stoffa
  • Dispositivi a forma di ombrello
  • Vari cilindri
  • Preparazioni che causano l'indurimento della vena

Questo metodo consiste nella cateterizzazione della vena femorale, quindi la sonda viene condotta fino alla vena testicolare e viene iniettato un farmaco trombizzante, la vena viene bloccata e l'operazione è completata.

Possibili complicazioni dopo l'intervento

Complicazioni che si sviluppano dopo le operazioni classiche.

L'idrocele (l'idropisia del testicolo) è una complicazione in cui il liquido si accumula nei gusci dello scroto. In questo caso, l'idrocele appare a causa di una violazione del liquido linfatico. La violazione del drenaggio linfatico si verifica a causa della legatura dei vasi linfatici insieme con la vena testicolare durante l'intervento chirurgico.

Questa complicazione viene solitamente trattata mediante puntura della parte interessata con pompaggio di fluido o intervento chirurgico con ripristino del flusso linfatico.

Atrofia testicolare Una complicanza molto rara ma terribile è l'atrofia testicolare. L'atrofia testicolare è caratterizzata da una diminuzione delle dimensioni del testicolo e da una significativa diminuzione della sua funzione. Secondo le statistiche, questa complicanza si sviluppa in 1: 1000 pazienti operati per varicocele.

Il dolore postoperatorio si verifica a causa del trabocco dell'epididimo con il sangue e, di conseguenza, la distensione della sua capsula. Ma il più delle volte nei pazienti dopo l'intervento c'è una diminuzione della sensibilità al dolore.
Complicazioni che si sviluppano dopo il ritaglio laparoscopico della vena testicolare.

Le complicazioni sono estremamente rare. La complicazione più comune è il lieve disagio nella cavità addominale dopo l'intervento chirurgico, che è spiegato dal pneumoperitoneo (che riempie la cavità addominale con l'aria). Prodotto durante la chirurgia endoscopica per una migliore visualizzazione degli organi. Nel tempo, l'aria viene assorbita e il disagio scompare.
Complicazioni che si sviluppano durante l'embolizzazione della vena testicolare:

  • Reazioni allergiche a un agente di contrasto. Può essere evitato somministrando farmaci desensibilizzanti prima dell'intervento chirurgico.
  • Tromboflebiti delle vene del plesso uviforme. Può essere evitato con la profilassi della trombosi.
  • Perforazione delle pareti dei vasi.

Quali sono i tipi di operazioni per la rimozione del varicocele?

La chirurgia varicocele è indicata per le vene varicose del cordone spermatico, in quanto questa è la principale causa di infertilità negli uomini. Pertanto, il trattamento chirurgico deve essere effettuato all'inizio della formazione di un tumore testicolare.

Indicazioni per il trattamento chirurgico

A causa dell'espansione delle vene, il normale apporto di sangue nei tessuti testicolari e il processo di termoregolazione sono disturbati. Il numero di spermatozoi diminuisce e non diventano più così mobili. Nella maggior parte dei casi, il lato sinistro è interessato, anche se a volte si incontra patologia bilaterale.

Il varicocele può essere congenito e di solito inizia molto presto, ma nell'infanzia non si manifesta. I primi segni clinici iniziano a verificarsi mentre il bambino invecchia (da adolescente).
Intervento chirurgico per rimuovere il varicocele è necessaria se le seguenti segni dei adolescenti o adulti maschi: La malattia è un adolescente può essere asintomatica, quindi l'indicazione per un intervento chirurgico per la rimozione chirurgica del varicocele può servire come dati ottenuti a seguito di Valsalva, ecografia o la palpazione pampiniforme plesso. L'efficacia del trattamento dipende interamente dal grado della malattia e dal metodo scelto. Se necessario, al paziente viene assegnata una biopsia testicolare.

  • dolore all'inguine;
  • disagio;
  • gonfiore;
  • gonfiore ai testicoli.

La tecnica della manipolazione chirurgica dipende dalle dimensioni del testicolo e dall'età del paziente. Prima di iniziare il trattamento, è necessario preparare la chirurgia del testicolo per varicocele per evitare gravi complicazioni e conseguenze.

Suggerimento: prima viene rilevata la malattia, più velocemente inizierà il trattamento e diminuirà il rischio di complicanze gravi. Pertanto, al minimo segno o ansia dovrebbe consultare un medico.

Preparazione per la chirurgia

La preparazione per la chirurgia inizia con un esame di laboratorio del paziente. È necessario escludere alcune malattie: malattie croniche, patologie polmonari, problemi al tratto gastrointestinale. Tutto ciò può influenzare il corso dell'operazione e le condizioni del paziente.

  • Prima di eseguire un intervento chirurgico varicocele, è necessario stabilire la causa principale che causa la stasi del sangue nel testicolo.
  • Inoltre, a seconda di ciò, viene selezionato il tipo di operazione, che contribuirà a preservare la capacità di concimazione di un uomo.
  • Immediatamente prima dell'intervento chirurgico, la rasatura dei peli nell'area del campo operatorio viene rasata.
  • Il primo passo è passare un'analisi generale di urina e sangue, sangue per creatinina, Rh e gruppo.
  • Sono anche prescritti un indice di protrombina e un'analisi elettrocardiografica.
  • Il medico è obbligato a informare il paziente con informazioni su quanto durerà l'operazione e con il metodo della sua attuazione.

Tipi di operazioni

Oggi, ci sono diversi tipi di operazione sul testicolo per rimuovere il varicocele. Tra questi ci sono i più basilari:

  • Operazione Marmar con varicocele;
  • varicocelectomia laparoscopica;
  • chirurgia laser;
  • operazione di Ivanissevich.

La microchirurgia di Marmara è il metodo migliore per sostituire una vena testicolare malata con una vena sana. Per questo, i medici si procurano il mini-accesso alla parte necessaria del corpo, senza penetrare nella cavità addominale. La tecnica microchirurgica è considerata la meno traumatica tra tutti gli altri metodi, dal momento che non provoca quasi mai la comparsa di difetti estetici della pelle.

Inoltre, la microchirurgia ha il minimo rischio di recidiva e gravi complicanze. I suoi vantaggi includono un rapido periodo di riabilitazione e una bassa invasività.

La manipolazione microchirurgica non richiede l'ospedalizzazione obbligatoria del paziente in ospedale e può essere eseguita anche in regime ambulatoriale. Il periodo di preparazione è standard, come per tutti gli altri interventi chirurgici.

Operazione di Marmara

  • Durante la microchirurgia di Marmara, in rari casi, possono esserci danni accidentali alle terminazioni nervose nell'inguine o nel sanguinamento.
  • Il periodo di recupero è di soli 3 giorni e i punti vengono rimossi già 8-10 giorni dopo l'applicazione.
  • Gli svantaggi di questa tecnica possono essere attribuiti solo al costo elevato, perché utilizzano strumenti speciali e costose ottiche.

Nel periodo postoperatorio, si raccomanda di evitare gravi sforzi fisici e movimenti improvvisi. Entro un mese non puoi fare sesso e devi proteggere l'area dell'incisione dall'attrito. La biancheria intima dovrebbe essere naturale e non stretta.

Dopo tre mesi, dovrebbe essere preso uno spermogramma per valutare la capacità delle cellule spermatiche di fertilizzare. Sei mesi dopo il trattamento, puoi tornare al solito modo di vivere.

Suggerimento: decidere quali tipi di interventi chirurgici scegliere tra tutti disponibili, nel caso in cui il medico tenga conto dell'età del paziente e dei problemi individuali.

Corso di operazione Ivanissevich

Durante l'operazione, Ivanisevich detiene la completa chiusura del lume della vena varicosa in anestesia locale per gli adulti. I bambini sono di solito operati in anestesia generale. Per il tempo necessario per circa 30 minuti Questo tipo di trattamento per varicocele del testicolo è considerato più economico. L'essenza del metodo è tagliare e bendare la vena sinistra nel testicolo. Ciò contribuisce all'eliminazione del principale fattore negativo che causa il flusso inverso di sangue nel plesso dei testicoli.

  • Il periodo postoperatorio in questo caso è più lungo e il rischio di sviluppare complicazioni è piuttosto alto.
  • Durante tutte le manipolazioni, l'arteria femorale e altre strutture anatomiche nel canale inguinale possono essere danneggiate.
  • Inoltre, gli svantaggi includono la dissezione completa della parete addominale e la penetrazione nella cavità addominale.
  • Il paziente sarà disabilitato per diversi mesi.
  • Rimane la probabilità di una ricaduta, che è di circa il 40%.
  • I vantaggi dell'operazione di Ivanisevich includono l'assenza della necessità di utilizzare attrezzature speciali e la capacità di portarlo a chiunque.

Chirurgia laparoscopica

La varicocelectomia endoscopica viene eseguita nei casi in cui il paziente ha una dilatazione bilaterale del cordone spermatico. Le incisioni sono fatte nell'ombelico, nella regione iliaca sinistra e destra. Le loro dimensioni molto spesso non superano 1 cm. Passano attraverso dispositivi endoscopici, strumenti e telecamere endoscopiche. Pertanto, il medico può monitorare lo stato di avanzamento dell'operazione e, se necessario, regolare le proprie azioni.

  • La chirurgia più invasiva è laparoscopica, che procede con un trauma minimo per il paziente.
  • A questo proposito, offre un minor rischio di complicanze rispetto ad altri tipi di interventi chirurgici, che spesso causano sanguinamento o formazione di infiltrati.
  • Dopo l'applicazione della tecnica laparoscopica, il paziente non riceve un difetto estetico, poiché la sutura rimane quasi impercettibile.

Gli svantaggi includono l'alto costo dell'operazione e la necessità di un'anestesia generale. Il periodo postoperatorio di solito dura circa 3 giorni, dopodiché il paziente viene dimesso. Il medico gli dice quando è il momento di venire per la rimozione delle suture, quanti giorni ci vorrà per il pieno recupero del varicocele dopo l'operazione, ecc.

Chirurgia del varicocele laser

I vantaggi di questo tipo di intervento comprendono l'assenza di anestesia e il rapido periodo di riabilitazione.

  • È anche possibile evidenziare il rischio minimo di complicazioni o gravi conseguenze.
  • Le operazioni con il varicocele presentano differenze significative rispetto alla circoncisione del prepuzio, alla chirurgia per rimuovere il testicolo negli uomini o all'amputazione del pene.
  • Solo il medico può rispondere alla domanda per quanto tempo durerà il periodo di riabilitazione, quale sarà il costo dell'operazione per il ripristino del testicolo.
  • Il trattamento laser del varicocele si riferisce ai modi più moderni per risolvere questo problema.
  • Per questo, non è necessario praticare un'incisione nell'area dell'inguine e tutte le manipolazioni vengono eseguite utilizzando un endoscopio intravascolare.
  • Le fibre ottiche aiutano a trovare l'esatta area di espansione della nave e la coagulano sotto l'azione di un raggio laser.
  • Dopodiché, si spegne dal flusso sanguigno generale.

Controindicazioni

Non tutti i pazienti possono sottoporsi a trattamento chirurgico del testicolo, in quanto vi sono alcune controindicazioni. La chirurgia laparoscopica non può essere eseguita se il paziente ha già subito un tale intervento in precedenza o se ha una formazione maligna. La microchirurgia è vietata se il paziente ha il diabete o gravi malattie cardiovascolari.

  • Prima di sottoporsi all'intervento chirurgico per rimuovere il varicocele del testicolo, il paziente deve sottoporsi a un esame approfondito affinché il medico possa identificare la causa esatta della malattia.
  • Dopodiché, sarà possibile scegliere il tipo ottimale di intervento chirurgico tenendo conto della patologia individuale, dell'età del paziente e delle sue capacità finanziarie.

Varicocele - informazioni generali

Il varicocele è una malattia molto comune che si sviluppa dall'insufficienza delle valvole della vena testicolare interna o dalla loro completa assenza ed è caratterizzata dall'espansione delle vene del cordone spermatico del testicolo.

  • Secondo la loro struttura anatomica dell'organo sessuale è costituito da una parete tubolare muscolare, estendentesi dalla arteria testicolare che fornisce sangue ai vasi sanguigni del corpo e venosa, nel quale non passa il flusso di sangue nella direzione inversa.
  • Il cordone spermatico contiene i dotti deferenti esistenti per il trasporto degli spermatozoi all'uretra e ai collettori vascolari linfatici.

Questa malattia colpisce fino al 20% della popolazione maschile. Le caratteristiche anatomiche della struttura di questo organo provocano la comparsa di questa malattia sul lato sinistro. Destre vene varicose - può indicare una neoplasia nel rene destro. Nel flusso di sangue testicolare interno del sangue dal testicolo.

  • Sul lato destro, il deflusso del sangue è diretto verso la vena cava inferiore, poiché sul lato sinistro tutto il sangue è diretto verso la vena renale sinistra.
  • La vena testicolare ha una pressione idrostatica molto più bassa della vena renale in cui scorre.
  • Durante la normale attività delle valvole delle vene testicolari, il sangue delle vene renali non entra nel testicolo.
  • Se queste valvole non esistono o il loro lavoro è inefficace, il sangue proveniente da un sistema in cui la pressione è molto più alta verrà gettato dove la pressione è più bassa.

In questo caso, il sangue della vena renale sinistra cadrà nella vena testicolare sinistra. Di conseguenza, la circolazione del sangue nel testicolo è compromessa - il sangue ristagna nelle vene del cordone spermatico. Dall'accumulo di una grande quantità di sangue, la sua temperatura sale, che influisce negativamente sulla sua funzione, e successivamente porterà alla sua completa perdita. La spermatogenesi normale è possibile sotto la condizione di una temperatura stabile, inoltre, inferiore alla temperatura corporea.

L'aumento della temperatura influisce sul processo di formazione e maturazione degli spermatozoi.

Manifestazioni della malattia

Clinicamente, la manifestazione delle vene varicose del cordone spermatico si manifesta con il dolore allo scroto e il suo significativo aumento. A volte il quadro clinico è completamente assente.

  • Più comunemente, il varicocele si trova nell'adolescenza.
  • Raggiungendo un certo stadio, non ha tendenza allo sviluppo ulteriore.
  • Spesso sapranno della diagnosi esistente al prossimo esame medico.

I pazienti si lamentano raramente di questa malattia. Ciò è dovuto al fatto che i sintomi di una tale malattia sono più visivi dell'ansia. È possibile la presenza di piccoli dolori tiranti sul lato affetto, che tendono ad aumentare durante la deambulazione, lo sforzo fisico e l'eccitazione sessuale. Spesso, il lato sinistro ingrandito dello scroto può essere rilevato quando l'uomo si trova in una posizione eretta. In posizione supina vedere qualsiasi segno della malattia non è possibile a causa della sua assenza.

Quando la malattia è in uno stato trascurato, la sensazione di dolore è permanente. Questa malattia è caratterizzata da un significativo aumento dello scroto, una diminuzione del testicolo sinistro, vene varicose dello scroto.

La chirurgia è necessaria?

  • Se viene diagnosticato il varicocele, gli uomini sono interessati a: è necessario un intervento chirurgico in questo caso?
  • Nel trattamento delle vene varicose di un metodo diverso rispetto all'operazione non esiste.
  • Tuttavia, non tutti i casi di varicocele sono indicazioni per la chirurgia.

L'operazione deve essere eseguita in caso di infertilità maschile, quando la qualità, la mobilità e il numero di spermatozoi si deteriorano a causa della presenza di disturbi, il dolore è costantemente presente nel testicolo, per effetto estetico e per il motivo che il testicolo interessato smette di crescere alla pubertà.

Quali sono i tipi di operazioni per la rimozione del varicocele?

Per avere un'idea di come un'operazione viene eseguita con varicocele, è necessario considerare tutti i principali metodi di intervento chirurgico utilizzati oggi.

  1. La tecnica di intervento laparoscopica è caratterizzata da alta efficienza ed è a basso impatto. Durante l'intervento, è possibile determinare intraoperatoriamente il numero di rami della vena testicolare interna, per resettarli, senza toccare l'arteria, il che rende impossibile il verificarsi di una recidiva. Durante l'operazione, il paziente è in anestesia generale. Lo scarico dei pazienti dopo l'intervento chirurgico avviene il giorno successivo.
  2. Microchirurgia - questa tecnica viene eseguita utilizzando l'anestesia locale, impiegando diverse ore di durata, è altamente efficace, ma sono possibili alcune complicanze e ricadute. Per tale intervento è necessario un microscopio specializzato.
  3. Chirurgia endovascolare a raggi X: per eseguirla è necessario il controllo a raggi X, sotto il quale vengono bloccate le vene testicolari. Essendo minimamente invasivo, l'operazione non è altamente efficiente.
  4. Operazioni aperte che sono tradizionali - tali metodi includono le operazioni di Ivanisevich e Palomo. Versione un po 'obsoleta della chirurgia. Differisce traumatico, alta frequenza di complicanze e recidive. Il processo di recupero è lungo. Viene eseguito in anestesia locale.

La ragione principale per il trattamento del varicocele è la prevenzione e il trattamento dell'infertilità maschile.

Periodo postoperatorio

Dopo l'intervento chirurgico per varicocele, il sesso è possibile dopo il periodo di riabilitazione, tenendo conto delle caratteristiche di ciascun organismo e del tipo di operazione, nel tempo è di circa tre settimane. Dopo l'intervento, il sesso di solito rimane allo stesso livello.

La complicazione più spiacevole dopo l'intervento chirurgico può essere un danno al nervo nel canale inguinale.

Inoltre, ci possono essere casi in cui, dopo l'operazione di varicocele, si verifica un'emorragia, una ferita postoperatoria viene infettata e vi è un'idropsia del testicolo. In quasi tutti i casi, i pazienti guariscono rapidamente, il dolore scompare. Se il dolore si manifesta ancora, è necessario contattare il medico.

  • Il varicocele è una malattia intrinseca ai giovani.
  • È necessario seguire le regole della profilassi in ordine, se necessario, per non perdere la diagnosi precoce del varicocele.
  • Questa è la corretta distribuzione dell'attività fisica, evitando costipazione, visite periodiche all'urologo.

Fasi della malattia e indicazioni per la chirurgia

Ci sono 4 gradi di sviluppo del varicocele:

  • La dilatazione varicosa è determinata solo dall'ecografia.
  • Le vene del pterigio sono palpate in posizione eretta.
  • Alla palpazione in qualsiasi posizione, il medico può diagnosticare la malattia.
  • Le vene sono visibili ad occhio nudo.

La diminuzione della funzione spermatogenica, che alla fine può portare alla sterilità, di solito inizia solo negli ultimi stadi della malattia.

L'operazione può essere eseguita nei seguenti casi:

  1. Violazioni identificate nella formazione dello sperma. Nel processo di ricerca è stato stabilito che il numero di spermatozoi nel liquido seminale era ridotto, la loro mobilità era ridotta e il sangue o il pus era presente.
  2. Il paziente sta soffrendo. Iniziano a manifestarsi allo stadio 2-3 della malattia, inizialmente insignificante. Le sensazioni spiacevoli aumentano quando si cammina, dopo uno sforzo fisico. Nota. Nella stragrande maggioranza dei casi, il varicocele del testicolo sinistro si sviluppa, quindi il dolore ha più spesso la stessa localizzazione.
  3. Il paziente non è soddisfatto dell'aspetto dello scroto.
  4. Il testicolo inizia a diminuire di dimensioni.

In assenza di sintomi, può anche essere raccomandata la chirurgia. Alcuni medici ritengono che la chirurgia eseguita in modo tempestivo eviti la sterilità. Altri credono che questo sia un rischio ingiustificato, e consigliato di limitare l'osservazione attraverso esami periodici e ultrasuoni.

È importante! Un'operazione sotto i 18 non viene solitamente eseguita. Secondo le statistiche, la recidiva è molto meno comune nell'età adulta dopo l'intervento chirurgico - ri-sviluppo del varicocele. Pertanto, è meglio implementarlo dopo la pubertà.

La compressione delle vene può portare allo sviluppo del cosiddetto "varicocele secondario". Si presenta come conseguenza di un tumore, cisti o altra formazione. In questo caso, il paziente è preoccupato per la febbre, il sangue nelle urine, il dolore sordo o lancinante nella regione lombare. Nel varicocele secondario, è necessario eliminare la causa della malattia, la chirurgia per il troncamento delle vene non è necessaria fino a quando non vengono visualizzati i risultati del trattamento della patologia sottostante.

Controindicazioni

Diversi metodi di funzionamento possono avere diverse controindicazioni. La chirurgia aperta non viene eseguita per:

  • Infiammazione nella fase attiva.

Gli interventi chirurgici endoscopici oltre alle controindicazioni descritte non vengono eseguiti con procedure chirurgiche addominali pregresse. Ciò è dovuto a una violazione del quadro clinico e ad una maggiore probabilità di errori medici.

Lo sclerosismo non viene effettuato con le seguenti controindicazioni:

  1. Grandi anastomosi (architravi) tra i vasi, che possono portare all'ingestione del farmaco utilizzato per l'incollaggio in vene o arterie sane;
  2. Aumento della pressione nelle vene vicine (es. Renale);
  3. La struttura dei vasi non consente l'introduzione della sonda (natura friabile delle vene).

Preparazione per la chirurgia

10 giorni prima della procedura proposta, i pazienti devono sottoporsi ad alcune ricerche:

  • Esame del sangue (totale, per gruppo e fattore Rh, coagulazione, contenuto di zucchero).
  • Analisi delle urine.
  • Radiografia dei polmoni.
  • Elettrocardiogramma (può essere somministrato a tutti i pazienti o solo a uomini di età superiore a 30 anni).
  • Analisi per virus dell'epatite B e C, HIV.

Inoltre, il medico prescrive di solito uno scroto con ultrasuoni o un'ecografia usando il metodo Doppler (usando un mezzo di contrasto) per ottenere un quadro clinico più completo. Ulteriori studi sono possibili a seconda delle condizioni del paziente.

La mattina prima dell'operazione devi rinunciare a cibo e acqua, fare una doccia igienica. Pube e addome devono essere rasati. Il ricevimento di farmaci per malattie croniche (diabete, ipertensione, bronchite, ecc.) Deve essere coordinato con il medico.

Modi dell'operazione

La classificazione dei metodi di trattamento chirurgico può essere basata sul metodo di accesso e la tecnologia di. Sulla base della seconda funzionalità, ci sono due grandi gruppi di operazioni:

  1. Con conservazione di un kovalny anastomoz;
  2. Con la sua escissione.

Nota. Lo shunt Reno-cavale (anastamosi) è un messaggio-ponticello tra le due vene del testicolo. Si presenta come una patologia dovuta al varicocele e contribuisce al ristagno del sangue.

Il secondo metodo è attualmente riconosciuto come il più efficace e viene utilizzato più spesso.

Secondo la tecnologia, è consuetudine individuare tre principali tipi di operazioni:

  • Laparoscopia (metodo minimamente invasivo);
  • Scleroterapia endovascolare;
  • Operazione aperta (può essere eseguita in varie modifiche - secondo Marmar, Ivanissevych, Palomo).

È importante! Le operazioni di rimozione per varicocele non vengono eseguite. Tutte le navi rimangono all'interno del corpo, o sono incollate insieme (sclerotizzate) o legate.

Per Saperne Di Più I Vasi