Cause della malattia coronarica: chi rischia di più

Molte persone con età cessano di attribuire importanza ai sintomi dolorosi nella regione del cuore, considerandoli come una manifestazione naturale dell'invecchiamento.

Nel frattempo, questi segni possono parlare dello sviluppo della malattia coronarica, che è una delle principali cause di morte nel mondo. Come riconoscere i terribili sintomi? E, soprattutto, che cosa causa le malattie cardiache?

A proposito della malattia

La malattia ischemica si riferisce a cambiamenti funzionali o organici nel muscolo cardiaco, portando alla restrizione o alla completa cessazione del flusso sanguigno in determinate aree.

Il muscolo cardiaco più degli altri organi soffre di una carenza di sangue in arrivo. Ciò è dovuto all'isolamento del cuore dal rivestimento interno - il muscolo non riceve ossigeno dal sangue pompato, ma viene rifornito di sangue attraverso le arterie coronarie. La loro sconfitta o restringimento porta al verificarsi della malattia.

Le cause principali della malattia coronarica e l'insorgenza dei suoi primi segni:

  • lo sviluppo di aterosclerosi, restringendo il lume dei vasi sanguigni a causa di placche di colesterolo;
  • trombosi della nave nutrice;
  • spasmo prolungato causato da alterazione della regolazione nervosa;
  • funzionamento inadeguato dei meccanismi che espandono le arterie;
  • cambiamenti metabolici.

Scopri tutto sul trattamento tradizionale dell'angina - farmaci e dosi, raccomandazioni dei principali medici. Informazioni importanti per tutti a rischio!

Quali pillole sono usate per la malattia coronarica? Scopri tutti i dettagli in questo articolo.

Cosa include il trattamento farmacologico dell'infarto miocardico? Leggilo nel nostro prossimo articolo.

Quali sono le cause

Ci sono molte ragioni che possono causare lo sviluppo della patologia:

  • alti livelli di lipidi dannosi nel sangue, che riceviamo principalmente da prodotti di origine animale;
  • ipertensione arteriosa (l'indicatore superiore della pressione da 140 può essere chiamato un precursore della malattia);
  • stile di vita sedentario;
  • l'obesità, aumenta significativamente il carico sul cuore;
  • diabete mellito (è dimostrato che nei pazienti diabetici per più di dieci anni nella maggior parte dei casi si sviluppa IHD);
  • fumare, portando a vasocostrizione cronica e mancanza di ossigeno nel sangue;
  • abuso di alcol;
  • eccessivo sforzo fisico;
  • stress costante che porta ad una maggiore pressione;
  • aumento della coagulazione del sangue, causando coaguli di sangue.

Gruppi di rischio

Nello sviluppo della malattia coronarica, un ruolo importante è giocato da fattori che non possiamo cambiare. Il gruppo ad alto rischio di ischemia può essere attribuito a coloro che corrispondono alle seguenti caratteristiche:

  • Sesso maschile Prima della vecchiaia, gli uomini hanno maggiori probabilità di sviluppare ischemia rispetto alle donne. Ciò è dovuto all'alto livello di estrogeni nel corpo femminile, che resistono ai cambiamenti aterosclerotici. Dopo l'inizio della menopausa, la differenza nell'incidenza della malattia scompare.
  • Predisposizione ereditaria È noto da tempo che durante la diagnosi di casi di ischemia in una famiglia, il rischio di sviluppare patologie in altri membri della famiglia aumenta in modo significativo.
  • Vecchiaia Negli uomini, un'età critica si verifica dopo 55 anni, per le donne un forte aumento del numero di casi dopo 65 anni è caratteristico.
  • Uso a lungo termine di farmaci ormonali. I contraccettivi aumentano il rischio di coaguli di sangue nel sangue, quindi con molti anni di assunzione, la frequenza della trombosi aumenta in modo significativo.

Cosa significa questo se il fibrinogeno è elevato durante la gravidanza? Dovrei preoccuparmi e come comportarmi? Impara tutto!

Cos'è il fibrinogeno in un esame del sangue? Parleremo delle sue funzioni principali e delle cause delle deviazioni dalla norma.

Perché le analisi del sangue per i fattori reumatici e cosa significa la testimonianza dell'analisi, imparerai nella nostra prossima pubblicazione.

Complicazioni della malattia coronarica

Secondo le statistiche, anche con un vaso cardiaco a metà costretto, una persona potrebbe non avvertire alcun segno di malattia cardiaca. Il dolore al petto può verificarsi solo nei momenti di maggiore sforzo fisico e rapidamente passare in uno stato calmo.

Tali sintomi lievi e la mancanza di trattamento tempestivo possono portare alla progressione della malattia o alla sua transizione verso la forma acuta:

  • insufficienza cardiaca cronica;
  • angina pectoris;
  • aritmia cardiaca;
  • necrosi del miocardio;
  • morte improvvisa

La prognosi dipende in larga misura dalla gravità della malattia - con l'infarto del miocardio, il tasso di mortalità è molto più alto rispetto all'angina. Allo stesso tempo, ci sono casi in cui una malattia che non infastidisce una persona diventa bruscamente aggravata. La morte con una piccola lesione delle arterie del cuore è più della metà delle morti improvvise causate dalla malattia coronarica.

Prevenzione dell'ischemia

La prevenzione delle malattie può essere raggiunta solo con un approccio integrato e un cambiamento fondamentale nello stile di vita. Queste misure preventive sono mostrate non solo a coloro che hanno avuto ischemia, ma anche semplicemente incluse nel gruppo a rischio.

Se hai diversi fattori che possono provocare lo sviluppo della patologia, allora la prevenzione è una misura obbligatoria per te:

  • scartare la nicotina, che contribuisce alla formazione di coaguli di sangue e placche;
  • ridurre l'assunzione di alcool;
  • sbarazzarsi di chili in più che aumentano il carico su tutti i sistemi del corpo;
  • ridurre l'uso di prodotti animali in grandi quantità contenenti colesterolo;
  • aumentare l'uso di potassio e magnesio - minerali vitali per il pieno funzionamento del muscolo cardiaco;
  • aumentare il carico fisico necessario per rafforzare il muscolo cardiaco;
  • evitare lo stress causando picchi improvvisi della pressione sanguigna;
  • puoi ricorrere al trattamento dei rimedi popolari per la malattia coronarica, ma solo con il permesso del medico;
  • osservare con un cardiologo per riconoscere anomalie nella fase iniziale.

Se hai trovato una malattia coronarica, non dimenticare che la diagnosi non è il verdetto finale. L'eliminazione di fattori avversi, cause e controllo dei sintomi di IHD aiuterà a prevenire conseguenze pericolose. Esaminare uno specialista: dopo tutto, prima inizia il trattamento, migliore è il risultato.

Tipi di malattia coronarica (CHD), sintomi e trattamento

L'IHD assume una forte posizione di leadership tra le patologie più comuni del cuore, spesso porta a una disabilità parziale o completa ed è diventato un problema sociale per molti paesi sviluppati del mondo. Ritmo di vita saturo, situazioni di stress costante, debolezza, scarsa nutrizione con il consumo di grandi quantità di grassi - tutti questi motivi portano ad un costante aumento del numero di persone che soffrono di questa grave malattia.

Il termine "cardiopatia ischemica" unisce un intero gruppo di condizioni acute e croniche che sono causate da un insufficiente apporto di ossigeno al miocardio a causa del restringimento o del blocco dei vasi coronarici. Tale carenza di ossigeno nelle fibre muscolari porta alla distruzione del funzionamento del cuore, ai cambiamenti nell'emodinamica e ai cambiamenti strutturali persistenti nel muscolo cardiaco.

Molto spesso, questa malattia è innescata dall'aterosclerosi delle arterie coronarie, in cui la parete interna dei vasi sanguigni è coperta da depositi di grasso (placche aterosclerotiche). Successivamente, questi depositi si induriscono e il lume vascolare si restringe o diventa invalicabile, interrompendo il normale flusso di sangue alle fibre miocardiche. In questo articolo, imparerai a conoscere i tipi di cardiopatia coronarica, i principi di diagnosi e trattamento di questa patologia, i sintomi e che devi conoscere i pazienti cardiologi.

Tipi di CHD

Attualmente, a causa dell'espansione delle capacità diagnostiche, i cardiologi distinguono le seguenti forme cliniche di malattia coronarica:

  • arresto cardiaco primario (morte coronarica improvvisa);
  • angina pectoris e angina pectoris spontanea;
  • infarto miocardico;
  • cardiosclerosi postinfartuale;
  • insufficienza circolatoria;
  • aritmie cardiache (aritmie);
  • ischemia indolore del muscolo cardiaco;
  • cardiopatia ischemica distale (microvascolare);
  • nuove sindromi ischemiche (ibernazione, stordimento, adattamento metabolico del miocardio).

La suddetta classificazione di CHD si riferisce al sistema della classificazione internazionale delle malattie X.

motivi

Nel 90% dei casi, la malattia coronarica è provocata da un restringimento del lume delle arterie coronarie causato da alterazioni aterosclerotiche nelle pareti dei vasi sanguigni. Inoltre, le violazioni in conformità con il flusso sanguigno coronarico e le esigenze metaboliche del muscolo cardiaco possono essere dovute a:

  • spasmo di vasi coronarici immutati o immutati;
  • tendenza alla trombosi dovuta a disturbi del sistema di coagulazione del sangue;
  • microcircolazione alterata nei vasi coronarici.

I fattori di rischio per lo sviluppo di tali cause eziologiche della malattia coronarica possono diventare:

  • età oltre 40-50 anni;
  • il fumo;
  • ereditarietà;
  • ipertensione;
  • diabete mellito;
  • l'obesità;
  • aumento del colesterolo plasmatico totale (più di 240 mg / dL) e del colesterolo LDL (più di 160 mg / dL);
  • mancanza di esercizio;
  • stress frequente;
  • scarsa nutrizione;
  • intossicazione cronica (alcolismo, lavoro in imprese tossiche).

sintomi

Nella maggior parte dei casi, la malattia coronarica viene diagnosticata già nella fase in cui il paziente ha sviluppato i suoi segni caratteristici. Questa malattia si sviluppa lentamente e gradualmente, ei suoi primi sintomi si fanno sentire quando il lume dell'arteria coronaria si restringe del 70%.

Molto spesso, la malattia coronarica inizia a manifestarsi con sintomi di angina di sforzo:

  • disagio o dolore al petto, che appaiono dopo uno stress fisico, mentale o emotivo;
  • la durata del dolore non supera i 10-15 minuti;
  • il dolore provoca una sensazione di ansia o paura della morte;
  • il dolore può dare irradiazione a sinistra (a volte a destra) metà del corpo: braccio, collo, scapola, mascella inferiore, ecc.
  • durante un attacco, il paziente può sperimentare: mancanza di respiro, sensazione acuta di mancanza di ossigeno, tachicardia, aumento della pressione sanguigna, nausea, aumento della sudorazione, aritmia;
  • il dolore può scomparire da solo (dopo aver fermato il carico) o dopo aver assunto la nitroglicerina.

In alcuni casi, l'angina pectoris può manifestarsi come sintomi atipici: può procedere senza dolore, manifestarsi solo con dispnea o aritmia, dolore nella parte superiore dell'addome, brusco calo della pressione arteriosa.

Nel tempo e in assenza di trattamento, l'IHD progredisce e i sintomi sopra descritti possono apparire a intensità molto più bassa del carico oa riposo. Il paziente ha aumentato le convulsioni, diventano più intense e prolungate. Questo sviluppo della malattia coronarica può portare a infarto miocardico (nel 60% dei casi si verifica per la prima volta dopo un prolungato attacco di angina), insufficienza cardiaca o morte improvvisa coronarica.

diagnostica

La diagnosi di sospetta malattia coronarica inizia con una consultazione dettagliata con un cardiologo. Il medico, dopo aver ascoltato le lamentele del paziente, pone sempre domande sulla storia dei primi segni di ischemia miocardica, sulla loro natura e sulle sensazioni interne del paziente. Viene anche raccolta una storia di precedenti malattie, storia familiare e farmaci presi.

Dopo aver intervistato il paziente, il cardiologo svolge:

  • misurazione della pressione arteriosa e del polso;
  • ascoltare il cuore con uno stetoscopio;
  • percussioni dei bordi del cuore e del fegato;
  • esame generale per rilevare edema, alterazioni della condizione della pelle, presenza di pulsazioni delle vene, ecc.

Sulla base dei dati ottenuti, al paziente possono essere assegnati i seguenti ulteriori metodi di analisi strumentale e di laboratorio:

  • ECG (un ECG con stress o test farmacologici può essere raccomandato nelle fasi iniziali della malattia);
  • Holter ECG (monitoraggio giornaliero);
  • phonocardiography;
  • Raggi X;
  • analisi del sangue biochimico e clinico;
  • ecocardiografia;
  • scintigrafia miocardica;
  • stimolazione transesofagea;
  • angiografia coronarica;
  • cateterismo del cuore e grandi vasi;
  • angiografia coronarica a risonanza magnetica.

Lo scopo dell'esame diagnostico è determinato individualmente per ciascun paziente e dipende dalla gravità dei sintomi.

trattamento

Il trattamento della malattia coronarica è sempre complesso e può essere somministrato solo dopo una diagnosi completa e determinare la gravità dell'ischemia miocardica e il danno alle navi coronarie. Può essere conservativo (farmaci da prescrizione, dieta, terapia fisica, trattamento termale) o tecniche chirurgiche.

La necessità di ricovero in ospedale di un paziente con CHD è determinata individualmente, a seconda della gravità della sua condizione. Ai primi segni di un disturbo della circolazione coronarica, si consiglia al paziente di abbandonare le cattive abitudini e osservare alcune regole della nutrizione razionale. Nel redigere la vostra dieta quotidiana, un paziente con malattia coronarica dovrebbe aderire ai seguenti principi:

  • ridurre la quantità di prodotti contenenti grassi animali;
  • rifiuto o forte limitazione della quantità di sale consumato;
  • un aumento della quantità di fibra vegetale;
  • introduzione alla dieta di oli vegetali.

Durante una esacerbazione della malattia si raccomanda al paziente di osservare una dieta terapeutica speciale.

La terapia farmacologica per varie forme di malattia coronarica è finalizzata a prevenire attacchi di angina pectoris e può includere vari farmaci antiangiali. Nel regime di trattamento possono includere tali gruppi di farmaci:

  1. Nitrati organici (nitroglicerina, nitrosorbitolo, nitrossero, isoket, ecc.). Questi fondi sono usati direttamente in un attacco di cardialgia e contribuiscono all'espansione del lume delle arterie coronarie.
  2. Beta-bloccanti (Atenololo, Metopropol). Questi farmaci aiutano ad eliminare la tachicardia e riducono la domanda di ossigeno miocardico.
  3. Calcio antagonisti (Nifedipina, Verapil). Questi fondi aiutano a ridurre la pressione sanguigna e ad aumentare la resistenza del miocardio allo sforzo fisico.
  4. Agenti antipiastrinici e anticoagulanti diretti (Aspirina, Cardiomagnile, Streptochinasi, Eparina). Questi farmaci contribuiscono all'assottigliamento del sangue, migliorano la pervietà vascolare coronarica e sono usati per prevenire la trombosi e la trombosi.

Nelle fasi iniziali della malattia coronarica, la terapia farmacologica può migliorare significativamente la salute. Il rispetto delle raccomandazioni del medico e il follow-up costante in molti casi possono impedire la progressione della malattia e lo sviluppo di gravi complicanze.

Con bassa efficacia del trattamento conservativo e lesioni su larga scala del miocardio e delle arterie coronarie, la chirurgia può essere raccomandata per un paziente con IHD. La decisione sulle tattiche di intervento è sempre selezionata individualmente. Per eliminare la zona dell'ischemia miocardica, è possibile eseguire i seguenti tipi di interventi chirurgici:

  • angioplastica di un vaso coronarico con stenting: questa tecnica è finalizzata a ripristinare la permeabilità del vaso coronarico introducendo uno speciale stent (tubo metallico a maglie) nella sua area interessata;
  • Chirurgia del bypass aorto-coronarico: questo metodo consente di creare una soluzione per il flusso di sangue nella zona dell'ischemia miocardica, per cui le vene del paziente o l'arteria toracica interna possono essere utilizzate come shunt;
  • Rivascolarizzazione del miocardio con laser transmiocardico: questa operazione può essere eseguita quando è impossibile eseguire un intervento di bypass aorto-coronarico Durante l'intervento, il medico crea una serie di canali molto sottili nell'area del miocardio danneggiata che può essere riempita con sangue dal ventricolo sinistro.

Nella maggior parte dei casi, il trattamento chirurgico migliora significativamente la qualità della vita di un paziente con malattia coronarica e riduce il rischio di infarto miocardico, disabilità e morte.

Film educativo su "Malattia ischemica cardiaca"

Come determinare la malattia coronarica e metodi di trattamento

Sotto il nome comune, la cardiopatia ischemica (IHD, malattia coronarica) unisce un gruppo di malattie causate dalla carenza di ossigeno nei tessuti causata da insufficienza del flusso ematico coronarico, assoluta o relativa. La causa principale dei disturbi circolatori del miocardio è la stenosi aterosclerotica delle arterie coronarie.L'ischemia cardiaca è considerata una forma cardiaca di ipertensione arteriosa e aterosclerosi. Gli eventi ischemici dovuti al decorso di altre malattie non sono classificati come manifestazioni di CHD.

Forme di malattia coronarica

La coronaropatia ha molte opzioni per il corso e manifestazioni cliniche, ogni anno ci sono nuovi dati sulle cause e sui meccanismi dello sviluppo della patologia. Pertanto, una singola classificazione di ischemia del cuore ancora. Nella pratica clinica, si distinguono CHD acuta e cronica. L'ischemia acuta del miocardio è suddivisa nelle seguenti forme:

  • Morte coronarica improvvisa;
  • Ischemia miocardica indolore:
  • Angina pectoris;
  • Infarto miocardico

Forme croniche di CHD:

Morte coronarica improvvisa

In questa forma, la malattia può essere asintomatica, il cuore si ferma improvvisamente, in assenza di prerequisiti visibili per l'esito fatale. Con cure mediche immediate, il paziente può essere rianimato con successo. Molti casi si verificano al di fuori dell'ospedale, la mortalità in questa forma di IHD si avvicina al 100%.

Fattori che aumentano la probabilità di morte improvvisa coronarica:

  • Insufficienza cardiaca;
  • Ipertensione grave;
  • Forte stress psico-emotivo;
  • Eccessivo sforzo fisico;
  • Ischemia del cuore, gravata da aritmie ventricolari;
  • Infarto miocardico;
  • Intossicazione cronica;
  • Disturbi del metabolismo dei carboidrati o dei grassi.

Ischemia miocardica indolore

La malattia è asintomatica da molto tempo e spesso porta alla morte improvvisa del paziente. Mentre l'ischemia porta a complicazioni tipiche: aritmie e insufficienza cardiaca. Spesso, i segni di ischemia indolore sono rilevati per caso, quando si appella per altri motivi. A rischio sono le persone che hanno un lavoro fisico pesante, gli anziani, che soffrono di diabete. La forma indolore di IHD è più comune negli abusanti di alcol.

A volte la malattia si manifesta con sentimenti di oscuro disagio al petto, accompagnati da una diminuzione della pressione sanguigna. Bruciore di stomaco o mancanza di respiro sono possibili, a volte - debolezza nella mano sinistra.

Per confermare la diagnosi, è necessario il monitoraggio di Holter e / o stress ECG. Durante un attacco ECG indotto da stress, sono visibili i segni caratteristici di ischemia. Il trattamento dell'ischemia indolore viene eseguito secondo lo schema tipico di tutte le forme di CHD. La prognosi varia a seconda della gravità della lesione rilevata.

Angina pectoris

Ha un flusso parossistico. Gli attacchi di angina si sviluppano nei casi in cui il miocardio richiede più ossigeno di quello che attualmente riceve. Il paziente ha una sensazione di soffocamento, disagio, pressione o dolore nel cuore, i cambiamenti della frequenza cardiaca. La natura e l'intensità del dolore anginale durante gli attacchi di angina variano notevolmente. Il dolore si irradia lungo il lato sinistro del torace, nel braccio, collo, mascella, sotto la scapola. L'irradiazione sul lato destro o la regione epigastrica si verifica meno frequentemente. Segni di cardiopatia coronarica negli uomini nella maggior parte dei casi si manifestano come classici attacchi di angina pectoris.

Per provocare un attacco puoi:

  • Esercizio insolito o eccessivo;
  • Grande eccitazione, stress emotivo;
  • eccesso di cibo;
  • Passaggio dal caldo al freddo.

Gli attacchi hanno un inizio e una fine chiaramente definiti, passano spontaneamente dopo la rimozione del carico o vengono fermati dai vasodilatatori (nitroglicerina o validolo).

Esistono diverse forme di angina, in particolare, stabile e instabile. Con un decorso stabile, l'inizio di un attacco è relativamente prevedibile, gli stessi carichi sono accompagnati da reazioni stereotipate. Se entro 15 minuti il ​​dolore non scompare, nonostante l'eliminazione del fattore scatenante e / o l'assunzione di nitroglicerina, i cambiamenti irreversibili iniziano nel miocardio, si sviluppa un infarto.

L'indebolimento dell'efficacia delle solite droghe indica una possibile transizione dell'angina a instabile o progressivo. Per trasportare instabile e angina, che è sorto per la prima volta. In questo caso, la prognosi non è chiara, i segni di ischemia possono scomparire completamente, la malattia può diventare stabile o portare a infarto miocardico. La più pericolosa è l'angina progressiva, in cui gli attacchi diventano più frequenti, più lunghi e più dolorosi. Questa condizione spesso precede l'infarto del miocardio. I pazienti con qualsiasi forma di angina pectoris devono essere osservati da un cardiologo al fine di rilevare tempestivamente i cambiamenti dello stato di salute e prevenire le complicanze.

Infarto miocardico

Forte stress fisico o emotivo, attacchi di tachicardia o angina pectoris prolungata possono portare a infarto miocardico. La maggiore necessità del miocardio stimola un aumento del flusso sanguigno nel letto coronarico e allo stesso tempo un possibile danno alle placche aterosclerotiche. La placca danneggiata copre completamente o parzialmente il lume della nave, la necrosi del tessuto si sviluppa nella zona interessata. Il grado di danno miocardico dipende dalla posizione e dal grado di occlusione dei vasi coronarici. La sconfitta delle piccole arterie del letto coronario porta allo sviluppo di piccoli focolai di necrosi, con la piena sovrapposizione del lume di una delle arterie coronarie sviluppa un infarto del miocardio a grandi dimensioni, transmurale o esteso.

A un possibile infarto miocardico indica un forte dolore improvviso dietro lo sterno, accompagnato dalla paura della morte. Il dolore si irradia in tutto il torace, la direzione e l'area di irradiazione dipendono dalla posizione e dall'entità del danno miocardico. Tra i sintomi atipici di un attacco di cuore ci sono dolore addominale, nausea e vomito. È importante notare che i segni di malattia coronarica nelle donne e nelle persone con diabete spesso differiscono dai classici dolori anginosi. La variante clinica del corso può riguardare una delle rare varianti del corso, fino a indolore.

Sospetto infarto del miocardio è un'indicazione diretta per il ricovero di emergenza del paziente. I moderni metodi di trattamento della malattia coronarica hanno ridotto significativamente il tempo di recupero dopo un attacco cardiaco, ma è ancora impossibile ripristinare completamente le funzioni miocardiche. Nel periodo postinfartuale, la malattia coronarica diventa cronica. Il paziente è costretto a prendere farmaci per la manutenzione per tutta la vita ed essere monitorato da un medico.

Forme croniche di CHD

cardiosclerosis

La cardiosclerosi può essere focale o diffusa.

La forma focale è una cicatrice del tessuto connettivo che sostituisce l'area necrotizzata del muscolo cardiaco dopo infarto miocardico. la cardiosclerosi diffusa si sviluppa a causa della graduale sostituzione dei cardiomiociti con elementi del tessuto connettivo. Il tessuto connettivo non è in grado di contrazioni, a causa dell'aumento del carico sulle parti invariate del miocardio, si verifica l'ipertrofia, accompagnata dalla deformazione delle valvole. La cardiosclerosi focale viene rilevata dopo l'ultima cicatrizzazione della porzione necrotizzata del muscolo cardiaco, vale a dire 3-4 mesi dopo l'infarto miocardico. L'ipertrofia delle aree delle pareti cardiache non colpite da infarto si manifesta, si sviluppano forme pericolose di aritmia e insufficienza cardiaca cronica.

La cardiosclerosi diffusa si sviluppa lentamente, potrebbero passare anni dall'insorgenza dei cambiamenti patologici alle prime manifestazioni cliniche. Malattie infiammatorie del miocardio, ipodynamia, intossicazione cronica, eccesso di cibo, nutrizione squilibrata contribuiscono allo sviluppo della cardiosclerosi.

La cardiosclerosi si riferisce a patologie irreversibili, la terapia di supporto non elimina aritmie e manifestazioni di CHF, ma allevia solo le condizioni del paziente.

Aneurisma del cuore

L'aneurisma del cuore è un'altra variante del decorso cronico post-infarto di IHD. È una protuberanza simile a una borsa di un'area diluita del miocardio e si riferisce a patologie che non implicano un esito favorevole senza assistenza qualificata. Per rafforzare il miocardio e stabilizzare le condizioni del paziente prima dell'intervento chirurgico vengono utilizzati metodi conservativi per il trattamento della cardiopatia ischemica con aneurisma.

Cause della malattia

La causa principale della maggior parte dei casi di malattia coronarica è la lesione aterosclerotica delle arterie coronarie. L'aterosclerosi e l'ipertensione arteriosa sono le principali malattie di base per lo sviluppo della malattia coronarica. I fattori che contribuiscono indirettamente allo sviluppo di questa patologia includono:

  • Nutrizione impropria Questa categoria include alimenti ricchi di grassi e carboidrati veloci. Tale cibo porta sia alla formazione diretta di placche di colesterolo sulle pareti dei vasi sanguigni, sia a profondi disturbi metabolici e all'obesità.
  • Sovrappeso. Nelle persone in sovrappeso, il cuore lavora in una modalità di sovraccarico costante, l'obesità è una delle cause più comuni di molte cardiopatie. Pertanto, tutte le raccomandazioni su come trattare l'ischemia del cuore contengono necessariamente una clausola sulla necessità di tenere sotto controllo il peso.
  • Sovraccarico emotivo. Il rilascio di adrenalina in condizioni di stress prepara il corpo a scegliere di "correre o combattere", il cuore passa a una modalità di funzionamento più intensa. La coronaropatia acuta spesso compare per la prima volta sullo sfondo di una forte eccitazione. In uno stato di stress cronico, l'usura del miocardio accelera. Inoltre, la biochimica dello stress contribuisce alla formazione di depositi di colesterolo sulle pareti dei vasi sanguigni.
  • Intossicazione cronica. L'uso episodico di alcol, tabacco in qualsiasi forma o sostanze stupefacenti porta all'interruzione a breve termine del cuore e del sistema cardiovascolare nel suo complesso. con un uso sistematico, il cuore lavora quasi in modo anormale, causando i cambiamenti patologici nei vasi e nel miocardio.
  • Malattie endocrine, in particolare, diabete mellito, disfunzione tiroidea, tumori surrenali.
  • Attività fisica insufficiente o eccessiva.

Ulteriori fattori di rischio comprendono età avanzata, identità maschile, insufficienza di alcuni microelementi.

sintomi

La classica manifestazione di ischemia del cuore è un attacco di angina con caratteristici dolori al petto, noto come anginale. Il dolore è descritto come bruciore, pressatura, lancinante, l'intensità varia da un disagio non chiaro a insopportabile. Il dolore anginoso si irradia sul lato sinistro del petto (raramente a destra), sul braccio sinistro, sul collo, sulla mascella. Con un esteso attacco cardiaco, il dolore si diffonde in tutto il petto. L'attacco ha un inizio e una fine distinti, ha luogo quando gli effetti del fattore provocante vengono rimossi o dopo l'assunzione di vasodilatatori. Il dolore all'angina può accompagnare:

  • Mancanza di respiro Si manifesta come reazione alla fame di ossigeno con ogni attacco. Con il progredire della malattia, la dispnea può disturbare il paziente anche a riposo.
  • Capogiri, perdita di coscienza.
  • Palpitazioni.
  • Aumento della sudorazione. Il sudore è generalmente freddo e appiccicoso.
  • Nausea, raramente - vomito, non portare sollievo.

Nei gravi attacchi di angina pectoris e attacco cardiaco in via di sviluppo, un ulteriore segno di ischemia è una paura irragionevole di morte, ansia e ansia al limite del panico. Va notato che i tipi di ischemia con decorso non standard possono essere accompagnati da sintomi simili alle manifestazioni cliniche di patologie neurologiche, gastroenterologiche e di altro tipo.

diagnostica

La fase iniziale della diagnosi è sempre un'analisi della storia della malattia, della vita del paziente e della storia familiare per determinare la predisposizione ereditaria allo sviluppo della cardiopatologia. Durante l'esame obiettivo, il medico determina la presenza di rumore nel cuore e nei polmoni, un aumento delle dimensioni del cuore.

Per valutare le condizioni generali del corpo e identificare possibili disturbi metabolici, conduci:

  • Urine generali e analisi del sangue;
  • Analisi del sangue biochimica;
  • Uno studio sulla presenza di enzimi cardiospecifici;
  • Coagulazione.

I metodi diagnostici più informativi sono metodi di studi strumentali, come:

  • ECG, stress ECG;
  • Monitoraggio quotidiano di Holter;
  • ecocardiogramma;
  • Angiografia coronarica;
  • TC multispirale.

I metodi diagnostici sono scelti individualmente, in base alle condizioni del paziente, alla diagnosi prevista, alle tattiche terapeutiche e alle capacità tecniche della clinica.

trattamento

Il trattamento della cardiopatia coronarica comprende una serie di attività. Il primo passo è stabilizzare le condizioni del paziente e prevenire possibili complicazioni.

I seguenti farmaci sono usati nel trattamento della cardiopatia ischemica:

  • Anti-ischemico, in particolare, calcio antagonisti o beta-bloccanti;
  • ACE inibitori;
  • Farmaci che abbassano il colesterolo nel sangue;
  • Agenti antipiastrinici, anticoagulanti per migliorare il flusso sanguigno.

Inoltre, sono prescritti diuretici, farmaci antiaritmici e vasodilatatori. Alcuni farmaci per il paziente CHD da prendere per la vita.

In caso di trattamento conservativo evidentemente inefficace, il trattamento chirurgico dell'ischemia è indicato per i pazienti. Per ripristinare il flusso di sangue nel miocardio interessato vengono eseguiti:

  • Intervento chirurgico di bypass delle arterie coronarie;
  • aterectomia;
  • Angioplastica coronarica.

Nei casi di lesioni particolarmente estese, può essere raccomandato il trapianto di organi. In caso di aneurisma cardiaco, vengono eseguite operazioni per correggere il difetto che si è formato.

I pazienti con qualsiasi forma di cardiopatia coronarica sono la correzione della dieta raccomandata, l'esercizio quotidiano adeguato e il riposo emotivo.

Cardiopatia coronarica (CHD) - sintomi, cause, tipi e trattamento della CHD

Buona giornata, cari lettori!

Nell'articolo di oggi, discuteremo con voi una tale malattia come la cardiopatia ischemica (CHD), così come i suoi sintomi, cause, classificazione, diagnosi, trattamento, rimedi popolari e prevenzione della CHD. Quindi...

Cos'è la malattia coronarica?

La cardiopatia coronarica (CHD) è una condizione patologica caratterizzata da insufficiente apporto di sangue e, di conseguenza, da ossigeno al muscolo cardiaco (miocardio).

Sinonimi di malattia coronarica - malattia coronarica (CHD).

La causa principale e più comune della malattia coronarica è l'aspetto e lo sviluppo delle placche aterosclerotiche nelle arterie coronarie, che si restringono e talvolta si sovrappongono ai vasi sanguigni, interrompendo in tal modo il normale flusso sanguigno.

L'IHD è solitamente accompagnato da angina pectoris, aritmie cardiache, ma a volte può portare a infarto miocardico, arresto cardiaco improvviso e morte.

Prevalenza della malattia

La cardiopatia coronarica è una delle più frequenti malattie del sistema cardiovascolare, che in molti paesi è diventata una causa abbastanza frequente di disabilità e mortalità della popolazione, la cui percentuale è del 30% circa.

I medici osservano che la mortalità per malattia coronarica negli uomini è più comune che negli uomini, le proporzioni sono 1: 2 e 1: 3, rispettivamente. La differenza è dovuta agli ormoni sessuali femminili, che in una certa misura prevengono lo sviluppo dell'aterosclerosi nelle donne, e quindi, con l'inizio della menopausa, dopo la menopausa, il numero di casi di infarto nelle donne aumenta di solito.

Il più delle volte, la malattia coronarica è osservata nei residenti dei paesi sviluppati (America, Europa), che è principalmente associato all'alimentazione: l'uso di alimenti tossici e nocivi e di prodotti contenenti OGM, oltre allo stress. Per capire queste statistiche, un po 'più avanti nell'articolo leggi il meccanismo per lo sviluppo di CHD.

Un altro fattore, ma che procede dal primo, è l'età di una persona. La pratica dimostra che più la persona è anziana, maggiore è il rischio di sviluppare una malattia coronarica. Ciò contribuisce a molti anni di accumulo nel corpo di colesterolo "cattivo" e altre sostanze poco utili e dannose.

Sviluppo CHD

Per capire il meccanismo dello sviluppo della malattia coronarica, facciamo una piccola digressione.

Quindi, nel corpo umano c'è una sostanza come il colesterolo. Ha molti scopi, ma uno dei principali è la funzione protettiva delle membrane cellulari. Di per sé, questa sostanza non può diffondersi in tutto il corpo, adempiendo alle sue funzioni, quindi il ruolo di trasporto è svolto dalle proteine ​​trasportatrici (apolipoproteine), che trasportano il colesterolo attraverso il sangue a tutti gli organi.
Le apolipoproteine, a seconda del bersaglio / organo in cui il colesterolo deve essere erogato, possono essere di diversi tipi: alta densità (HDL), bassa densità (LDL), densità molto bassa (VLDL) e chilomicroni.

Le lipoproteine ​​a bassa densità (LDL) non sono di ottima qualità - poiché si muovono con l'aiuto del sangue, precipitano, aderendo alle pareti dei vasi sanguigni. Per una migliore idea di questa immagine, guarda la seguente immagine:

Inoltre, accumulandosi gradualmente sulle pareti dei vasi sanguigni, formano placche aterosclerotiche e più grande è la placca, minore è il lume del vaso sanguigno e si verifica la peggiore circolazione sanguigna. Inoltre, in alcune situazioni, la placca, che è un coagulo di colesterolo, grassi, sangue e altre sostanze, viene staccata dalla parete del vaso e inizia a spostarsi lungo il flusso sanguigno. E in un punto in cui il lume della nave è più piccolo della placca, la nave si sovrappone e l'organo o parte del corpo che rimane tagliato fuori dall'erogazione di sangue non riceve la nutrizione necessaria e inizia a morire.

Il più pericoloso questo processo si manifesta nell'area del cervello, causando un ictus cerebrale.

Passiamo ora allo sviluppo della CHD stessa.

Il cuore, come tutti sappiamo, è il "motore" di una persona, una delle funzioni principali delle quali è pompare il sangue in tutto il corpo. Tuttavia, come il motore dell'auto, senza abbastanza carburante, il cuore smette di funzionare normalmente e può fermarsi.

La funzione del carburante nel corpo umano funziona - il sangue. Il sangue fornisce a tutti gli organi e parti del corpo di un organismo vivente ossigeno, sostanze nutritive e altre sostanze necessarie per il normale funzionamento e la vita.

L'apporto di sangue del miocardio (muscolo cardiaco) avviene attraverso 2 vasi coronarici che partono dall'aorta. I vasi coronarici, divisi in un gran numero di piccoli vasi, si piegano attorno all'intero muscolo cardiaco, alimentando ciascuna delle sue parti.

Se c'è una diminuzione nel lume o nel blocco di uno dei rami dei vasi coronarici, quella parte del muscolo cardiaco rimane senza cibo e ossigeno, lo sviluppo della malattia coronarica inizia, o come viene anche chiamato - malattia coronarica (CHD). Più grande è l'arteria intasata, peggiore è l'effetto della malattia.

L'insorgenza della malattia di solito si manifesta sotto forma di dolore dietro lo sterno durante un intenso sforzo fisico (corsa e altri), ma nel tempo, se non viene intrapresa alcuna azione, il dolore e altri segni di IHD iniziano a perseguitare una persona anche durante il riposo. Alcuni segni di CHD sono anche - mancanza di respiro, gonfiore, vertigini.

Certamente, il modello sopra riportato dello sviluppo della cardiopatia coronarica è molto superficiale, ma riflette l'essenza stessa della patologia.

CHD - ICD

ICD-10: I20-I25;
ICD-9: 410-414.

I sintomi della malattia coronarica

I primi segni di CHD sono:

  • Alta pressione sanguigna;
  • Elevati livelli di zucchero nel sangue;
  • Colesterolo elevato;
  • Dispnea durante lo sforzo fisico.

I principali segni di malattia coronarica, a seconda della forma della malattia sono:

  • L'angina pectoris è caratterizzata da dolore pressorio dietro lo sterno (capace di dare alla parte sinistra del collo, scapola sinistra o braccio), mancanza di respiro durante lo sforzo fisico (camminare veloce, correre, salire le scale) o stress emotivo (stress), aumento della pressione sanguigna, tachicardia;
  • Forma aritmica - accompagnata da mancanza di respiro, asma cardiaco, edema polmonare;
  • Infarto miocardico - una persona sviluppa un attacco di forte dolore dietro lo sterno, che non è alleviato da antidolorifici convenzionali;
  • Forma asintomatica - una persona non ha segni evidenti che indicano lo sviluppo di CHD.
  • Debolezza generale, malessere;
  • Edema, prevalentemente di arti inferiori;
  • Vertigini, annebbiamento della coscienza;
  • Nausea, a volte con attacchi di vomito;
  • Molto sudato;
  • Sentimenti di paura, ansia, panico;
  • Se prendi nitroglicerina in attacchi dolorosi, il dolore si attenua.

Cause della malattia coronarica

La causa principale e più frequente dello sviluppo di CHD è l'aterosclerosi, il meccanismo di cui abbiamo parlato all'inizio dell'articolo, nel paragrafo "Sviluppo di CHD". In breve, l'essenza sta nella presenza di placche aterosclerotiche nei vasi sanguigni coronarici, restringendo o bloccando completamente l'accesso del sangue a una particolare area del muscolo cardiaco (miocardio).

Altre cause di CHD includono:

  • Mangiare cibi malsani e nocivi - cibi veloci, bevande analcoliche, bevande alcoliche, ecc.;
  • Iperlipidemia (livelli elevati di lipidi e lipoproteine ​​nel sangue);
  • Trombosi e tromboembolismo delle arterie coronarie;
  • Spasmi delle arterie coronarie;
  • Disfunzione endoteliale (parete interna dei vasi sanguigni);
  • Aumento dell'attività del sistema di coagulazione del sangue;
  • Danni ai vasi sanguigni per infezione - virus dell'herpes, citomegalovirus, clamidia;
  • Squilibrio ormonale (con l'inizio della menopausa, ipotiroidismo e altre condizioni);
  • Disturbi metabolici;
  • Fattore ereditario

Un aumento del rischio di sviluppare malattia coronarica è nelle seguenti persone:

  • Età: più è anziana la persona, maggiore è il rischio di sviluppare una malattia coronarica;
  • Cattive abitudini: fumo, alcol, droghe;
  • Cibo povero;
  • Stile di vita sedentario;
  • Esposizione a stress frequenti;
  • Sesso maschile;
  • Ipertensione arteriosa (ipertensione);
  • l'obesità;
  • Diabete mellito;
  • Tachicardia.

Classificazione CHD

La classificazione di CHD si presenta nella forma:
1. Angina pectoris:
- Angina pectoris:
- - Primaria;
- - Stabile, con indicazione della classe funzionale
- Angina pectoris instabile (classificazione Braunwald)
- stenocardia vasospastica;
2. Forma aritmica (caratterizzata da aritmia cardiaca);
3. Infarto miocardico;
4. cardiosclerosi postinfartuale;
5. Insufficienza cardiaca;
6. Morte coronarica improvvisa (arresto cardiaco primario):
- Morte coronarica improvvisa con rianimazione riuscita;
- morte coronarica improvvisa con esito fatale;
7. Forma asintomatica di CHD.

Diagnosi di CHD

La diagnosi di malattia coronarica viene effettuata utilizzando i seguenti metodi di esame:

Trattamento della cardiopatia ischemica (CHD)

Come trattare la cardiopatia ischemica? Il trattamento della malattia coronarica viene effettuato solo dopo una diagnosi approfondita della malattia e determinarne la forma, perché Il metodo di terapia e i mezzi necessari dipendono dalla forma di IHD.

Il trattamento della malattia coronarica di solito include le seguenti terapie:

1. Limitazione dell'attività fisica;
2. Trattamento farmacologico:
2.1. Terapia anti-aterosclerotica;
2.2. Terapia di mantenimento;
3. Dieta;
4. Trattamento chirurgico

1. Limita l'attività fisica

Come già sappiamo, cari lettori, il punto principale di IHD è insufficiente afflusso di sangue al cuore. A causa della quantità insufficiente di sangue, ovviamente, il cuore non riceve abbastanza ossigeno, insieme a varie sostanze necessarie per il suo normale funzionamento e funzionamento. Allo stesso tempo, è necessario capire che durante l'esercizio sul corpo, in parallelo aumenta il carico sul muscolo cardiaco, che a sua volta vuole ricevere un'ulteriore porzione di sangue e ossigeno. Naturalmente, perché in caso di IHD del sangue non è sufficiente, quindi sotto carico questa carenza diventa ancora più critica, che contribuisce al peggioramento del decorso della malattia sotto forma di sintomi aumentati, fino ad un brusco arresto cardiaco.

L'esercizio è necessario, ma già nella fase di riabilitazione dopo lo stadio acuto della malattia e solo come prescritto dal medico curante.

2. Trattamento farmacologico (farmaci per cardiopatia ischemica)

È importante! Prima di usare droghe, assicurati di consultare il tuo medico!

2.1. Terapia anti-aterosclerotica

Recentemente, per il trattamento della malattia coronarica, molti medici utilizzano i seguenti 3 gruppi di farmaci - agenti antipiastrinici, β-bloccanti e farmaci che abbassano il colesterolo (che abbassano il colesterolo):

Agenti antipiastrinici. Impedendo l'aggregazione di eritrociti e piastrine, gli agenti antipiastrinici riducono al minimo la loro adesione e la deposizione sulle pareti interne dei vasi sanguigni (endotelio), migliorando il flusso sanguigno.

I seguenti farmaci possono essere distinti tra agenti antipiastrinici: acido acetilsalicilico ("Aspirina", "Atsekardol", "Thrombol"), "Clopidogrel".

p-bloccanti. I beta-bloccanti contribuiscono ad una diminuzione della frequenza cardiaca (HR), riducendo così il carico sul cuore. Inoltre, con una diminuzione della frequenza cardiaca, diminuisce anche il consumo di ossigeno, a causa della mancanza di quale malattia coronarica si sviluppa. I medici osservano che con l'uso regolare dei bloccanti β-adrenergici, la qualità e l'aspettativa di vita del paziente migliorano, perché Questo gruppo di farmaci sopprime molti dei sintomi della CHD. Tuttavia, dovresti essere consapevole del fatto che le controindicazioni alla somministrazione di β-bloccanti sono la presenza di tali comorbilità come l'asma bronchiale, le patologie polmonari e la broncopneumopatia cronica ostruttiva (BPCO).

I seguenti farmaci possono essere distinti tra i bloccanti β-adrenergici: bisoprololo (Biprol, Kordinorm, Niperten), carvedilolo (Dilatrend, Coriol, (Talliton)), metoprololo (Betalok, Vazokardin, " Metocard "," Egilok ").

Le statine e i fibrati sono farmaci ipocolesterolemici (che abbassano il colesterolo). Questi gruppi di farmaci riducono la quantità di colesterolo "cattivo" nel sangue, riducono il numero di placche aterosclerotiche sulle pareti dei vasi sanguigni e prevengono anche la comparsa di nuove placche. L'uso combinato di statine e fibrati è il modo più efficace per combattere i depositi di colesterolo.

I fibrati contribuiscono all'aumento della lipoproteina ad alta densità (HDL), che in realtà contrasta le lipoproteine ​​a bassa densità (LDL) e, come voi ed io sappiamo, sono le LDL a formare placche aterosclerotiche. Inoltre, i fibrati sono utilizzati nel trattamento della dislipidemia (IIa, IIb, III, IV, V), abbassano il livello dei trigliceridi e, soprattutto, - riducono al minimo la percentuale di decessi per malattia coronarica.

Tra i fibrati vi sono i seguenti farmaci: "Fenofibrato".

Le statine, a differenza dei fibrati, hanno un effetto diretto sull'LDL, abbassandone la quantità nel sangue.

Tra le statine si possono distinguere i seguenti farmaci: "Atorvastin", "Lovastatina", "Rosuvastin", "Simvastatina".

Il livello di colesterolo nel sangue in CHD dovrebbe essere 2,5 mmol / l.

2.2. Terapia di supporto

Nitrati. Sono utilizzati per ridurre il precarico sul lavoro del cuore dilatando i vasi sanguigni del letto venoso e depositando il sangue, bloccando così uno dei principali sintomi della malattia coronarica - l'angina pectoris, manifestata come mancanza di respiro, pesantezza e schiacciamento del dolore dietro lo sterno. Soprattutto per il sollievo dei gravi attacchi di angina, recentemente è stata utilizzata con successo la flebo endovenosa di nitroglicerina.

Tra i nitrati si possono distinguere i seguenti farmaci: "nitroglicerina", "isosorbide mononitrato".

Controindicazioni all'uso di nitrati è bassa pressione sanguigna - inferiore a 100/60 mm Hg. Art. Tra gli effetti collaterali si possono notare mal di testa e abbassamento della pressione sanguigna.

Anticoagulanti. Impediscono la formazione di coaguli di sangue, rallentano lo sviluppo di coaguli di sangue esistenti, inibiscono la formazione di filamenti di fibrina.

I seguenti farmaci possono essere distinti tra anticoagulanti: eparina.

Diuretici (farmaci diuretici). Contribuisce all'eliminazione accelerata del fluido in eccesso dal corpo, a causa di una diminuzione del volume circolante del sangue, riducendo così il carico sul muscolo cardiaco. Tra i diuretici si possono distinguere 2 gruppi di farmaci - loop e tiazidici.

I diuretici ad anello vengono usati in situazioni di emergenza quando il fluido dal corpo deve essere ritirato il più rapidamente possibile. Un gruppo di diuretici dell'ansa riduce il riassorbimento di Na +, K +, Cl- nella parte più spessa dell'ansa di Henle.

Tra i diuretici dell'ansa si possono distinguere i seguenti farmaci: "Furosemide".

I diuretici tiazidici riducono il riassorbimento di Na +, Cl- nella parte più spessa dell'ansa di Henle e la sezione iniziale del tubulo distale del nefrone, così come il riassorbimento dell'urina, trattengono il calcio (Ca2 +) nel corpo. I diuretici tiazidici, in presenza di ipertensione, minimizzano lo sviluppo di complicanze della malattia coronarica dal sistema cardiovascolare.

Tra i diuretici tiazidici si possono distinguere i seguenti farmaci: "Ipotesi", "Indapamide".

Farmaci antiaritmici. Contribuire alla normalizzazione della frequenza cardiaca (HR), migliorando così la funzione respiratoria, facilita il decorso della malattia coronarica.

Tra i farmaci antiaritmici si possono distinguere i seguenti farmaci: "Aymalin", "Amiodarone", "Lidocaina", "Novokainamid".

Inibitori dell'enzima di conversione dell'angiotensina (ACE). Gli ACE inibitori, bloccando la conversione dell'angiotensina II dall'angiotensina I, prevengono gli spasmi dei vasi sanguigni. Gli ACE-inibitori normalizzano anche la pressione sanguigna, proteggono il cuore e i reni dai processi patologici.

Tra gli ACE-inibitori si possono distinguere i seguenti farmaci: Captopril, Lisinopril, Enalapril.

Preparati sedativi Utilizzato come sedativo del sistema nervoso, quando la causa dell'aumento della frequenza cardiaca è l'angoscia emotiva, lo stress.

Tra i farmaci sedativi si possono distinguere: "Valerian", "Persen", "Tenoten".

3. Dieta per la malattia coronarica

La dieta per CHD è mirata a ridurre il carico sul muscolo cardiaco (miocardio). Per fare questo, nella dieta limitare la quantità di acqua e sale. Inoltre, i prodotti che promuovono lo sviluppo di aterosclerosi, che possono essere trovati nell'articolo 10 alimenti nocivi, sono esclusi dalla dieta quotidiana.

Tra i punti salienti della dieta con CHD si possono distinguere:

  • Il contenuto calorico del cibo - del 10-15%, e per l'obesità del 20% in meno rispetto alla vostra dieta quotidiana;
  • La quantità di grasso non è superiore a 60-80 g / giorno;
  • La quantità di proteine ​​non è superiore a 1,5 g per 1 kg di peso corporeo / giorno;
  • La quantità di carboidrati - non più di 350-400 g / giorno;
  • La quantità di sale - non più di 8 g / giorno.

Cosa non può mangiare con CHD

  • Alimenti grassi, fritti, affumicati, piccanti e salati: salsicce, salsicce, prosciutto, latticini grassi, maionese, salse, ketchup, ecc.;
  • Grassi animali che si trovano in grandi quantità in grassi, carni grasse (maiale, anatra domestica, oca, carpa e altri), burro, margarina;
  • Alimenti ipercalorici e alimenti ricchi di carboidrati facilmente digeribili: cioccolato, torte, pasta frolla, caramelle, marshmallow, marmellata, confetture e marmellate.

Cosa posso mangiare con CHD

  • Alimenti di origine animale - carni magre (pollo magro, tacchino, pesce), ricotta a basso contenuto di grassi, albume d'uovo;
  • Semole - grano saraceno, farina d'avena;
  • Verdure e frutta - per lo più verdure verdi e frutta arancione;
  • Prodotti da forno - pane di segale o di crusca;
  • Bevanda - acqua minerale, latte non grasso o kefir, tè non zuccherato, succo di betulla e acero.

Inoltre, una dieta con CHD dovrebbe anche mirare ad eliminare quantità eccessive di chili in più (obesità), se presenti.

Per il trattamento della cardiopatia ischemica, M.I. Pevzner ha sviluppato un sistema di nutrizione medica - dieta n. 10c (tabella n. 10c).

vitamine

La nutrizione deve anche concentrarsi sull'assunzione aggiuntiva di vitamine - C (acido ascorbico), E (tocoferolo), B3 (PP - niacina, acido nicotinico), B6 ​​(piridossina), B11 (L-carnitina) e P (rutina e altri bioflavonoidi ). Queste vitamine, in particolare C e P, rafforzano le pareti dei vasi sanguigni e prevengono i depositi di colesterolo in esse, vale a dire. formazione di placche aterosclerotiche.

L'acido ascorbico contribuisce anche alla rapida disintegrazione del colesterolo "cattivo" e alla sua rimozione dal corpo.

Ma la vitamina D (calciferolo) deve essere ridotta nel consumo.

4. Trattamento chirurgico della cardiopatia ischemica

Tra i metodi chirurgici di trattamento della malattia coronarica può essere distinta:

Innesto di bypass delle arterie coronarie (CS), in particolare l'innesto di bypass delle arterie coronariche (CABG). L'essenza del metodo consiste nel collegare il vaso coronarico, al di sotto dell'area interessata, con i vasi sanguigni esterni. Come "shunt" viene solitamente utilizzata una grande vena safena.

Angioplastica con palloncino L'essenza del metodo si basa sull'introduzione nel posto del lume ristretto di un contenitore speciale (cilindro), a cui viene successivamente fornita l'aria. A causa della pressione sulle placche aterosclerotiche, il palloncino con l'aria le spreme, dopo di che viene nuovamente espulsa e portata via dalla nave.

A causa del fatto che dopo l'angioplastica con palloncino c'è un alto rischio di restringimento del lume di un vaso sanguigno, uno stent è posto in questo luogo, vale a dire essere effettuato stenting della nave.

Stenting. L'essenza del metodo si basa sull'installazione nel lume arterioso patologicamente ristretto di uno speciale stent - una struttura metallica, che aumenta il lume arterioso e ne impedisce il restringimento.

Il trattamento chirurgico sotto forma di angioplastica con palloncino e stenting viene effettuato sotto il controllo dell'angiografia.

Prognosi del trattamento

La prognosi per il recupero dipende in gran parte da una visita tempestiva a un medico, una diagnosi approfondita e un adeguato corso di trattamento di IHD.

Nel caso estremo, se i medici non danno una prognosi positiva per il recupero, non disperare, puoi sempre chiedere aiuto al Signore, che sa chiaramente come aiutare coloro che si rivolgono a Lui. Perché non è per niente che è scritto: "Chiunque invoca il nome del Signore sarà salvato" (Romani 10:13).

Trattamento dei rimedi popolari CHD

È importante! Prima di usare rimedi popolari per IHD, assicurati di consultare il tuo medico!

Biancospino e motherwort. Versare in un thermos 1 cucchiaio. cucchiaio di biancospino e 1 cucchiaio. cucchiaio di motherwort, quindi versarli 250 ml di acqua bollente. Lasciare riposare il mezzo per un paio d'ore, quindi filtrarlo e bere 2 cucchiai. cucchiai 3 volte al giorno, 30 minuti prima dei pasti. L'efficacia dello strumento aumenta con l'uso aggiuntivo di brodo di rosa canina.

Rafano, carote e miele. Grattugiare la radice di rafano per renderlo 2 cucchiai. cucchiaio e versarlo con un bicchiere di acqua bollita. Dopo, mescolare l'infuso di rafano con 1 tazza di succo di carota appena spremuto e 1 tazza di miele, mescolare il tutto accuratamente. Bevi un bisogno di 1 cucchiaio. cucchiaio, 3 volte al giorno, 60 minuti prima dei pasti.

Rafano. Fai una miscela di 1 cucchiaino di rafano grattugiato e 1 cucchiaino di miele, che dovrebbe essere mangiato 1 volta al giorno con acqua. Il corso del trattamento è di 45 giorni.

Collezione 1. Crea una raccolta dei seguenti ingredienti in una forma schiacciata - 2 cucchiai. cucchiai di fiori di canna di girasole, ittero e semi di aneto, nonché 1 cucchiaio. cucchiai di foglie di farfara. Mescolare tutto accuratamente e versare 1 cucchiaio. cucchiaio raccogliere un bicchiere di acqua bollente, quindi coprire il contenitore, mettere da parte per un'ora per insistere, filtrare e prendere l'infuso 100 g, 6 volte al giorno, per 30 giorni, 30 minuti prima dei pasti.

Collezione 2. Raccogliere dai seguenti ingredienti nella forma schiacciata: 50 g di fiori di biancospino, 30 g di alpinista e 20 g di erba di equiseto. Mescolare tutto accuratamente, quindi 2 cucchiai. cucchiai di raccolta, versare 250 g di acqua bollente, coprire l'agente e mettere da parte per insistere, circa 2 ore Dopo, filtrare l'agente e bere 1 sorso durante il giorno.

Collezione 3. Crea una raccolta dei seguenti ingredienti in una forma schiacciata - 2 cucchiai. cucchiai di fiori di biancospino e foglie di vischio, oltre a 1 cucchiaio. cucchiaio di semi di cumino, radice di valeriana, foglie di melissa e erbe di pervinca. Mescolare tutto accuratamente e versare 1 cucchiaio. Cucinate un bicchiere di acqua bollente, quindi coprite il contenitore, mettete da parte per un'ora per insistere, filtrate e prendete l'infuso 100 g, 2 volte al giorno, mattina e sera, 30 minuti prima dei pasti.

Raccolta 4. Raccogliere dai seguenti ingredienti nella forma schiacciata - 100 g di fiori di biancospino, 100 g di camomilla, 50 g di foglie di betulla, 50 g di erba di erica, 50 g di fiori di ippocastano e 50 g di rizoma di wheatgrass. Mescolare il tutto accuratamente, dopo di che 1 cucchiaino di raccolta versare 250 g di acqua bollente, coprire il prodotto e lasciare in infusione per 30 minuti.Dopo, scolare il prodotto e scaldare 100 g, 2 volte al giorno, al mattino a stomaco vuoto e prima di andare a dormire

Prevenzione della malattia coronarica

La prevenzione della cardiopatia coronarica include le seguenti raccomandazioni:

  • Rifiutare il cibo inutile e dannoso, o almeno minimizzarne l'uso;
  • Prova nella dieta, per dare la preferenza nell'uso di prodotti arricchiti con vitamine e oligoelementi - verdure fresche e frutta;
  • Smettere di fumare, fumare;
  • Spostare di più, con un lavoro seduto, fare esercizi sul posto di lavoro;
  • Non lasciare le malattie del sistema cardiovascolare al rischio che non si sviluppino in una forma cronica;
  • Guarda il tuo peso;
  • Evita di lavorare con un maggiore stress emotivo, specialmente se sei molto preoccupato per varie situazioni difficili - se necessario, cambia lavoro;
  • Cerca di avere pace con le persone intorno a te, specialmente in famiglia.

Per Saperne Di Più I Vasi