Cos'è il blocco AV: cause, diagnosi e trattamento

Da questo articolo imparerai: cos'è il blocco AV, come il trattamento e la prognosi dipendono dalla gravità della vita, da quanto tempo viene impiantato il pacemaker, come mantenere il cuore a casa.

Il blocco atrioventricolare è la cessazione di un impulso nervoso tra gli atri e i ventricoli del cuore.

Questo è ciò che accade con il blocco atrioventricolare più grave (grado 3)

Il lavoro coordinato del cuore è coordinato dal sistema di conduzione autonomo del cuore. Consiste in speciali fibre muscolari in grado di condurre un impulso nervoso. Il "leader" del sistema di conduzione autonomo del cuore è il sistema nervoso vegetativo.

La peculiarità del sistema di conduzione cardiaca è che le sue fibre sono in grado di generare autonomamente l'impulso necessario per la contrazione. Il numero di impulsi diminuisce dall'alto verso il basso.

Il sistema conduttivo del cuore è chiamato autonomo, perché esso stesso produce impulsi per ridurre il miocardio. Questo dà a una persona un margine di sicurezza per la sopravvivenza. Con gravi ferite, perdita di coscienza e altre catastrofi, il cuore continua a battere, aumentando le possibilità di vita.

Normalmente, il nodo sinusale genera un ritmo con una frequenza da 60 a 90 battiti al minuto. Con questa frequenza, gli atri sono ridotti. Il compito della parte atrioventricolare è di ritardare l'onda di eccitazione verso i ventricoli. La contrazione dei ventricoli inizia solo dopo che gli atri hanno completato il loro lavoro. La frequenza della parte atrioventricolare è di 40-60 impulsi. Per la vita piena di questo non è abbastanza, ma ancora meglio di niente.

Nodo atrioventricolare - parte del sistema di conduzione cardiaca

La condizione in cui l'impulso non viene condotto dal nodo del seno è chiamato blocco AV. Più basso è il livello, minore è il numero di impulsi che riceve il cuore. Ridurre la frequenza cardiaca rende inefficace la circolazione del sangue, nei casi gravi in ​​pericolo di vita.

Il cardiologo si occupa del trattamento del blocco cardiaco. Dovrebbe essere affrontato nel caso in cui una persona si sente interruzioni. Dopo 40 anni, è consigliabile consultare un cardiologo ogni anno per "recuperare" il problema in una fase iniziale. Le forme iniziali di blocco rispondono bene al trattamento, puoi vivere con loro per molti anni. In caso di blocchi di moderata gravità, possono essere compensati con l'assunzione regolare di farmaci e la corretta alternanza di esercizio fisico e riposo. Casi gravi sono trattati con l'impianto di un pacemaker, con il quale si può vivere con successo fino alla vecchiaia.

Blocco atrioventricolare (AV) del cuore: cause, gradi, sintomi, diagnosi, trattamento

Normalmente, la frequenza delle contrazioni del cuore umano è di 60-80 battiti al minuto. Questo ritmo assicura sufficientemente l'afflusso di sangue ai vasi al momento del battito cardiaco per soddisfare pienamente le esigenze degli organi interni per l'ossigeno.

La normale conduzione dei segnali elettrici dovuta al lavoro coordinato delle fibre conduttive del miocardio. Gli impulsi elettrici ritmici sono generati nel nodo del seno, quindi si diffondono attraverso le fibre atriali alla giunzione atrioventricolare (nodo AV) e lungo il tessuto dei ventricoli (vedere l'immagine a sinistra).

Un blocco per la conduzione di un impulso può verificarsi in ciascuno dei quattro livelli. Pertanto, il blocco senoatriale, intraatriale, atrioventricolare e intraventricolare sono isolati. Il blocco intra atriale non comporta un pericolo per il corpo, il senoatriale può essere una manifestazione della sindrome del seno malato ed essere accompagnato da grave bradicardia (un polso raro). Il blocco atrioventricolare (AV, AV), a sua volta, può portare a gravi disturbi emodinamici, se vengono rilevati disturbi di conduzione nel nodo corrispondente di grado 2 e 3.

statistica

Secondo le statistiche dell'OMS, la prevalenza del blocco AV dai risultati del monitoraggio giornaliero dell'ECG raggiunge le seguenti cifre:

  • Nelle persone sane in giovane età, il blocco di 1 grado è registrato fino al 2% di tutti gli intervistati,
  • Nei giovani con patologia funzionale o organica del cuore e dei vasi sanguigni, il blocco di 1 grado è registrato nel 5% di tutti i casi,
  • Nelle persone di età superiore ai 60 anni con la patologia principale del cuore, il blocco AV 1, 2 e 3 gradi si verifica nel 15% dei casi,
  • Nelle persone di età superiore a 70 anni - nel 40% dei casi,
  • Nei pazienti con infarto miocardico, il blocco AV di 1, 2 o 3 gradi è registrato in più del 13% dei casi,
  • Il blocco di Iatrogenesi (farmaco) AV si verifica nel 3% dei casi tra tutti i pazienti
  • Il blocco atrioventricolare come causa di morte cardiaca improvvisa si verifica nel 17% di tutti i casi.

motivi

Il blocco AV di grado 1 può verificarsi normalmente in persone sane se non vi è alcuna lesione di fondo del miocardio. Nella maggior parte dei casi, è transitorio (transitorio). Questo tipo di blocco spesso non causa manifestazioni cliniche, quindi viene rilevato durante l'ECG programmato durante gli esami medici preventivi.

Inoltre, il grado 1 può essere rilevato in pazienti con distonia vegetativa-vascolare ipotonica, quando prevalgono gli effetti parasimpatici sul cuore. Tuttavia, il blocco persistente di 1 grado può indicare una cardiopatia più grave.

Nella stragrande maggioranza dei casi, i gradi 2 e 3 indicano che il paziente ha una lesione organica del miocardio. Tali malattie includono quanto segue (in termini di rilevamento del blocco):

  1. Malattia coronarica. A causa del fatto che durante l'ischemia, il miocardio soffre di una mancanza cronica di ossigeno a lungo termine (ipossia), l'efficienza del muscolo cardiaco diminuisce bruscamente. Ci sono lesioni del tessuto microscopico, non completamente ridotte e non conducendo impulsi. Se questi fuochi si trovano sul confine degli atri e dei ventricoli, allora ci sono ostacoli nel percorso dell'impulso e si sviluppa un blocco.
  2. Infarto miocardico acuto e subacuto. Il meccanismo del blocco è simile, solo la causa degli impulsi alterati sono entrambi i fuochi del tessuto ischemico e del tessuto miocardico necrotico (morto).
  3. Difetti cardiaci congeniti e acquisiti. Il meccanismo di sviluppo del blocco è una grave violazione della struttura morfologica delle fibre muscolari, poiché i difetti cardiaci portano alla formazione di cardiomiopatia -
    camere di cambiamento strutturale del cuore.
  4. Cardiosclerosi, in particolare dopo miocardite. Questa è la sostituzione del comune tessuto cardiaco con fibre cicatriziali, che gli impulsi non possono affatto condurre, a causa della quale si presenta un ostacolo per loro.
  5. Ipertensione arteriosa, a lungo esistente e che porta a cardiomiopatia ventricolare sinistra ipertrofica o ostruttiva. Il meccanismo di sviluppo del blocco è simile alle precedenti malattie.
  6. Malattie di altri organi - malattie endocrinologiche (diabete mellito, in particolare tipo 1, ipotiroidismo - mancanza di ormoni nel sangue secreto dalla tiroide, ecc.); ulcera peptica; avvelenamento e intossicazione; febbre e malattie infettive; trauma cranico.

sintomi

I sintomi del blocco AV di 1 grado possono essere scarsi o del tutto assenti. Tuttavia, i pazienti spesso riportano sintomi come affaticamento, debolezza generale, mancanza di respiro durante lo sforzo, vertigini e sentimenti di interruzione del cuore, debolezza con il lampeggiare delle mosche davanti agli occhi, tinnito e altri precursori di ciò che è ora l'uomo sviene. Ciò è particolarmente pronunciato quando si cammina velocemente o correndo, poiché il cuore con un blocco non è in grado di fornire un flusso completo di sangue al cervello e ai muscoli.

Il blocco AV 2 e 3 gradi si manifesta più pronunciato. Durante un raro battito cardiaco (inferiore a 50 al minuto), il paziente può svenire per un breve periodo di tempo (non più di 2 minuti). Questo è chiamato attacco MES (Morgagni-Edems-Stokes) e porta una minaccia alla vita, poiché questo tipo di disturbo della conduzione può portare a un arresto cardiaco completo. Ma di solito il paziente riprende conoscenza, nel miocardio, la rotatoria e percorsi aggiuntivi sono "inclusi", e il cuore inizia a contrarsi con una frequenza normale o leggermente più rara. Tuttavia, un paziente con un attacco MES deve essere prontamente esaminato da un medico e ricoverato in un ospedale cardiologico, aritmologico o terapeutico dell'ospedale, dal momento che in seguito si deciderà sulla necessità di installare un pacemaker o un pacemaker artificiale.

In casi estremamente rari, un paziente dopo un attacco di un MEA non può mai riprendere conoscenza, quindi tanto più che dovrebbe essere portato in ospedale il prima possibile.

Diagnosi del blocco AV

L'algoritmo per diagnosticare i disturbi del ritmo in generale e il blocco AV consiste delle seguenti misure:

Se il paziente ha i suddetti reclami, chiamare il team dell'ambulanza o esaminare il terapeuta (cardiologo / aritmologo) nella clinica del luogo di residenza con un elettrocardiogramma.

Sull'ECG, segni come una riduzione del parametro che riflette le contrazioni ventricolari (bradicardia), un aumento della distanza tra le onde P responsabili delle contrazioni atriali e dei complessi QRS responsabili delle contrazioni ventricolari saranno immediatamente visibili. Con AV-blockade 2 gradi, Mobitz tipo 1 e Mobitz tipo 2, che si manifestano con la perdita periodica di contrazioni ventricolari dell'ECG, si distinguono. Al livello 3, un impulso estremamente raro appare a causa del blocco trasversale completo, gli atrii lavorano nel loro ritmo abituale e i ventricoli nel loro (con una frequenza di 20-30 al minuto o meno).

Dopo che il paziente è stato ricoverato in ospedale nel reparto di terapia, cardiologia o aritmologia, è sottoposto a metodi strumentali di esame aggiuntivo:

  • Ultrasuoni del cuore (ecocardioscopia), per chiarire la natura della patologia del miocardio, se presente; Si stima anche la contrattilità del tessuto muscolare e la frazione di eiezione del sangue nelle grandi navi.
  • Monitoraggio Holter della pressione arteriosa e dell'ECG durante il giorno con la successiva valutazione del grado di blocco, la frequenza della sua insorgenza e la connessione con l'esercizio fisico,
  • I test da sforzo sono usati in pazienti con ischemia miocardica e insufficienza cardiaca cronica.

In ogni caso, un piano di esame esatto per un paziente può essere prescritto da un medico solo durante un esame interno.

Trattamento del blocco AV

I pazienti con blocco atrioventricolare 1 grado di trattamento non è richiesto se non ha una patologia organica del cuore o malattie di altri organi.

Nei casi lievi, di solito è sufficiente correggere lo stile di vita - rinunciare a cibi grassi fritti, mangiare correttamente, trascorrere più tempo all'aria aperta ed eliminare le cattive abitudini. In presenza di distonia vegetativa-vascolare, le anime di contrasto influenzano il sistema cardiovascolare in modo benefico.

Se il paziente rileva debolezza, affaticamento e diminuzione dell'attività, accompagnato da bassa pressione sanguigna e un polso raro (almeno 55 al minuto), può assumere la tintura di ginseng, lemongrass o Eleuterococco come un tonico generale e preparazioni toniche, ma solo in accordo con il medico curante.

Quando il blocco AV 2 e 3 gradi, specialmente accompagnato da attacchi o equivalenti di MEA, il paziente richiede un trattamento completo.

Pertanto, la terapia della malattia cardiaca sottostante o di altri organi viene alla ribalta. Mentre viene diagnosticata la causa principale del blocco e vengono presi i primi provvedimenti nel trattamento del blocco, al paziente vengono prescritti farmaci come atropina, izadrina, glucagone e prednisolone (per via sottocutanea, in compresse o per via endovenosa, a seconda del farmaco). Inoltre, le pillole possono assegnare teopek, aminofillina o corinfar (nifedipina, cordaflex).

Di norma, dopo il trattamento della malattia di base, la conduzione al nodo AV viene ripristinata. Tuttavia, una cicatrice formata nell'area del nodo può dare una persistente violazione della conduttività in questo luogo, e quindi l'efficacia della terapia conservativa diventa dubbia. In tali casi, è preferibile che il paziente installi un pacemaker artificiale che stimolerà le contrazioni atriale e ventricolare con una frequenza fisiologica, fornendo il corretto impulso ritmico.

L'installazione di un EKS può ora essere eseguita gratuitamente in base alle quote ottenute nei dipartimenti regionali del Ministero della salute.

Sono possibili complicazioni del blocco AV?

Le complicanze del blocco atrioventricolare possono effettivamente svilupparsi, e sono piuttosto pesanti e pericolose per la vita. Quindi, per esempio, un attacco di un MEA a causa di un battito cardiaco raro pronunciato con blocco AV completo può portare a morte cardiaca improvvisa o shock aritmogenico. Oltre alle complicanze acute, nei pazienti con un blocco AV a lungo esistente, il decorso dell'insufficienza cardiaca cronica è aggravato e l'encefalopatia d-labirulatoria si sviluppa come conseguenza del flusso sanguigno costantemente ridotto nei vasi cerebrali.

La prevenzione delle complicanze non è solo l'evento, inizialmente mirato al verificarsi di gravi malattie cardiovascolari. L'accesso tempestivo a un medico, una diagnosi completa e un trattamento adeguato aiuteranno a identificare il blocco nel tempo e ad evitare lo sviluppo di complicanze.

Prognosi della malattia

Prognosticamente, il blocco AV di 1 grado è più favorevole di 2 e 3 gradi. Tuttavia, nel caso di una terapia opportunamente selezionata, a 2 e 3 gradi, il rischio di complicanze è ridotto e la qualità della vita e la sua durata nei pazienti migliorano. L'EKS stabilito, secondo una serie di ricerche, aumenta autenticamente la sopravvivenza dei pazienti nei primi dieci anni.

Blocco atrioventricolare

Il blocco atrioventricolare è un deterioramento o una cessazione assoluta del passaggio di impulsi elettrici tra l'atrio e il ventricolo, causando gravi difetti nell'emodinamica e nel ritmo cardiaco. Il blocco atrioventricolare viene diagnosticato molte volte più spesso in quelle persone che hanno già una storia di cardiopatologia.

Il nodo AV è una parte significativa del sistema di impulsi, che è responsabile di garantire che gli atri e i ventricoli siano correttamente, ritmicamente e costantemente ridotti. L'avanzamento degli impulsi che provengono dal nodo del seno rallenta leggermente nel nodo AV, che consente all'atrio di contrarsi e al ventricolo di riempirsi di sangue. Dopo una breve pausa lungo il fascio di Sue e le gambe, gli impulsi iniziano la loro strada nella direzione dei ventricoli, portandoli in uno stato di eccitazione e contrazione. Questo complesso sistema fornisce la corretta riduzione dell'organo principale e dei processi emodinamici.

Cause del blocco atrioventricolare

Per la propria ragione, il blocco atrioventricolare del cuore può essere in violazione della natura funzionale e organica. I blocchi atrioventricolari funzionali si verificano a causa di un aumento del tono della divisione parasimpatica dell'Assemblea nazionale.

Blocco atrioventricolare causato da cardiopatologia si verifica a causa di fibrosi o sclerosi del sistema di conduzione in una varietà di malattie. Sfida blocco di origine cardiaca reumatica può cambiare infarto, danni cardiaci nella sifilide, infarto del setto interventricolare, diverse cardiomiopatie, miocardite, collagene e qualsiasi genesi (difterite, tireotossica o autoimmune) amilo-, sarcoidosi, processi neoplastici nel cuore, cardio. Durante un blocco atrioventricolare, con un difetto organico, all'inizio può esserci solo un blocco parziale che, se la malattia sottostante progredisce, può svilupparsi in un terzo grado.

Causare lo sviluppo di blocco AV sono in grado di alcune operazioni e procedure chirurgiche :. installazione della protesi nella valvola aortica, un intervento chirurgico per malattia coronarica, l'introduzione del catetere nel lato destro del cuore, ecc Inoltre a volte i medici registrati blocco atrioventricolare congenito (circa cinque casi ogni centomila nati vivi). Se il blocco di un bambino dalla nascita, allora si può scoprire che alcune parti del sistema di realizzazione sono semplicemente mancanti. Ogni quarto di questi bambini ha un blocco atrioventricolare combinato con diverse altre anomalie.

Molto spesso, il blocco è causato da un sovradosaggio di alcuni farmaci (Digitalis, Diltiazem, Verapamil, Chinidina, beta-bloccanti, farmaci a base di sali di litio).

Sintomi del blocco atrioventricolare

Le manifestazioni del blocco e del benessere umano in questa patologia dipendono direttamente da ciò che ha causato la disfunzione della conduzione, da quale grado di blocco si è sviluppato, dove il danno è (livello), da quali altre malattie del CVS la persona soffre.

Se al blocco del nodo atrioventricolare non c'è diminuzione del ritmo cardiaco, il paziente non sentirà o noterà nulla. Le manifestazioni diventano tangibili solo con una diminuzione sufficientemente forte della frequenza cardiaca. A causa del fatto che la frequenza cardiaca e il volume minuto stanno rapidamente diminuendo, mancanza di respiro, debolezza immotivata e dolore nell'area dello sterno appaiono sotto qualsiasi carico.

Con il blocco atrioventricolare, sintomi quali confusione, vertigini e sincope a breve termine possono iniziare a disturbare. Nel blocco AV di secondo grado, il paziente avverte "interruzioni", "sbiadimento" del battito cardiaco, e nel terzo grado si verificano spesso attacchi di Morgagni (forte debolezza crescente con forti capogiri, oscurità negli occhi, dolore nella proiezione del cuore, confusione, perdita di coscienza, sviluppo di convulsioni e acrocianosi, che può trasformarsi in cianosi).

Il blocco atrioventricolare incompleto di solito non ha significative, evidenti per le manifestazioni di una persona. A volte con questa forma di blocco, il paziente può essere disturbato da deterioramento generale, mancanza di respiro, affaticamento e debole mal di testa. Di solito, tutti questi sintomi sono attribuiti alla fatica dei giorni lavorativi e nessuno prende sul serio le "chiamate allarmanti" del corpo.

Un blocco atrioventricolare completo costringerà uno a prestare attenzione alla propria salute anche il più indifferente al proprio benessere, poiché è accompagnato da difficoltà a respirare sotto sforzo e movimento (mancanza di respiro), dolore frequente, condizioni pre-incoscienti e spesso porta all'asma cardiaco. Queste persone aumentano notevolmente il rischio di sviluppare la pericolosa sindrome di Morgagni-Stokes-Adams.

Grado di blocco atrioventricolare

Il blocco atrioventricolare ha tre stadi di sviluppo. Il primo grado non ha praticamente manifestazioni evidenti. Può essere rilevato solo quando si esegue un ECG. Nello studio, è possibile vedere una conduttività significativamente ritardata (atrioventricolare), in cui gli impulsi elettrici raggiungono ancora l'obiettivo - i ventricoli. A questo punto, non è necessario prescrivere alcun trattamento specifico, il paziente deve trattare il suo corpo con più attenzione ed essere consapevole che con uno sforzo intenso e cattive abitudini, possono presentarsi condizioni più pericolose per lui.

Per il secondo grado di blocco atrioventricolare, è caratteristico che gli impulsi dei ventricoli non sono completamente riempiti. In questo caso, la condizione umana si deteriora in modo direttamente proporzionale alla durata della pausa tra gli impulsi. Se non sono disponibili cure adeguate e trattamenti adeguati, può svilupparsi anche un blocco atrioventricolare completo. In questo caso, gli impulsi non raggiungono affatto i ventricoli.

Terzo grado - blocco assoluto. La conduzione atrioventricolare in questo decorso della malattia è completamente interrotta. La contrazione atriale prende il controllo del nodo del seno, i ventricoli fanno le loro contrazioni ad un ritmo molto lento. Tutti questi cambiamenti comportano un'interruzione totale di tutti i processi emodinamici nel corpo.

Trattamento del blocco atrioventricolare

Se il dottore ha sospetti che il paziente ha sviluppato blocco atrioventricolare, prima di tutto è necessario chiarire la storia. Il paziente deve sapere se ha sofferto di miocardite o infarto del miocardio, ha mai assunto farmaci che possono influenzare la conduttività (calcio antagonisti, digitale, preparazioni al litio, beta-bloccanti, ecc.). Quando si ascolta il cuore di una persona con un blocco AV, il ritmo battito corretto viene udito con grandi interruzioni, che indicano che non ci sono contrazioni ventricolari. La bradicardia è presente, il tono del cannone può essere registrato Strazhesko. Visivamente diventa evidente che le vene del collo pulsano più forte delle arterie carotidee e radiali.

Se si sospetta un blocco atrioventricolare, un ECG è un metodo di indagine necessario. Quando il primo grado di blocco sull'ECG mostra un aumento di PQ di 0,20 secondi e oltre, quando il secondo è visto ritmo sinusale e pausa a causa del prolasso dei complessi ventricolari dopo l'onda P, la comparsa dei complessi di Wenckebach-Samoilov. Al terzo grado, l'ECG fornisce informazioni che il numero di complessi ventricolari è quasi tre volte inferiore a quello atriale (da 20 a 50 al minuto). Se un medico non dispone di ECG sufficiente per stabilire una diagnosi, viene prescritto un monitoraggio giornaliero. Durante questo studio, è possibile rilevare non solo un blocco atrioventricolare, ma anche tracciare l'associazione dei sintomi con lo stress e l'uso di qualsiasi farmaco.

Come già accennato, solo il secondo o il terzo stadio ha bisogno di terapia, e il primo mostra l'osservazione in dinamica. Il trattamento di gravi manifestazioni e condizioni associate al blocco atrioventricolare dipende dalla natura dello sviluppo della patologia e dei sintomi di disturbo. Se la causa del blocco si trova nei farmaci, sarà sufficiente correggere semplicemente il dosaggio (ridurre) o cancellare completamente il farmaco, sostituendolo con uno più sicuro. Se una persona ha una cardiopatologia concomitante, possono essere prescritti beta-adrenomimetici. La dobutamina e l'isadrina, così come l'atropina, sono ora ampiamente utilizzate. In caso di blocco atrioventricolare, l'1% di atropina viene somministrato quattro volte (intervallo - sei ore) un millilitro. Si raccomanda l'uso di Isadrin sotto la lingua su una compressa con un intervallo di 2-3 ore. Di solito non vengono prese più di quarantotto ore, poiché in questo periodo viene ripristinato il ritmo del battito cardiaco. Se la condizione è grave, puoi iniziare l'introduzione del farmaco nella flebo della vena. Per fare ciò, un millilitro della soluzione del farmaco (0,02%) viene miscelato con cinquecento millilitri di glucosio al cinque per cento. Imposta il sistema da dieci a venti gocce in sessanta secondi. Nei prossimi da uno a tre giorni, il rimedio dovrebbe essere assunto sublingualmente.

Se un blocco atrioventricolare è associato a miocardite o infarto, la strategia di trattamento presenta alcune caratteristiche. In primo luogo, al paziente viene posta una flebo di IV con Isadrina (un millilitro di una soluzione allo 0,02% per mezzo litro di glucosio al 5%). Quando l'effetto è ottenuto e il cuore inizia a ridursi ad una velocità di cinquanta-sessanta volte in un minuto, il paziente deve essere trasferito alle compresse di Alupenta. Alupent somministrare una compressa in quattro-sei ore. Il principale svantaggio di questi fondi - effetto instabile, secchezza in bocca.

Se un paziente ha una malattia coronarica o angina, gli episodi della comparsa di dolore durante il trattamento con Isadrina o Alupenta possono diventare più frequenti. Prednisolone (fino a centottanta milligrammi) deve essere iniettato in vena durante l'amministrazione di Isadrina

Quando un blocco atrioventricolare con miocardite è efficace, il trattamento con grandi dosi di Prednisolone nell'arco di una settimana o dieci giorni è efficace. Al giorno diamo fino a ottanta milligrammi del farmaco a dosi uguali in tre dosi. Una volta ottenuto l'effetto, la dose deve essere lentamente ridotta a quindici-dieci milligrammi e entro quattro-otto settimane completa completamente il Prednisone.

Se il paziente ha sviluppato una complicazione del blocco atrioventricolare - insufficienza cardiaca acuta, Glucagon deve essere iniettato nella vena. In primo luogo, l'agente viene iniettato da una siringa in una quantità di cinque milligrammi, e quindi attraverso una linea IV (da due a dieci mg in sessanta minuti).

Se il blocco atrioventricolare ha un decorso cronico, prescrivere Corinfar, Teopek, Belloid. Il corinfar viene solitamente bevuto tre volte al giorno, una o due compresse. La durata della ricezione è decisa dal medico. Per il primo paio di giorni, Teopek viene assunto in mezza compressa una volta al giorno e successivamente in una compressa intera una volta. Se una persona inizia a lamentarsi del peggioramento del sonno, l'appetito, il dolore allo stomaco, la testa, la quantità di farmaco deve essere ridotta e, se i sintomi non scompaiono, cancellarla del tutto. Teopek non è usato se il paziente ha ipertiroidismo, epilessia o gravidanza. In caso di ulcera gastrica e duodenale, questo farmaco viene usato con estrema attenzione sotto monitoraggio. Belloid viene trattato per una settimana, dopo una pausa di tre giorni, il corso viene ripetuto. Prendi la medicina una compressa da tre a sei volte al giorno. Se la sonnolenza si sviluppa durante il giorno, ridurre la dose di Belloid. Il farmaco non viene utilizzato se la persona ha il glaucoma.

Se si è verificata insufficienza cardiaca congestizia durante un blocco atrioventricolare, è consigliabile introdurre farmaci diuretici, vasodilatatori nel regime di trattamento. Idroclorotiazide, Metolon, Furosemide, Spironolattone e altri sono usati dai diuretici L'idroclorotiazide viene assunta una volta al giorno, il dosaggio varia da venticinque a cento milligrammi. Metolazon è prescritto dieci milligrammi, una somministrazione al giorno. Il dosaggio di Furosemide è selezionato individualmente, la molteplicità dell'assunzione - una o due volte al giorno, la quantità del farmaco - da venti a duecento milligrammi. Lo spironolattone viene assunto due volte al giorno per cinquanta-cento milligrammi.

Se il trattamento conservativo di un blocco atrioventricolare non ha mostrato risultati speciali, al paziente viene prescritta un'operazione consistente nell'impianto di un pacemaker. Dopo una tale operazione, tutti i sintomi spiacevoli smettono di disturbare la persona. Un pacemaker viene impostato anche se il paziente ha un terzo grado di blocco, ma non lo disturba affatto. Questo è fatto per prevenire l'insorgenza di morte cardiaca improvvisa.

Il blocco atrioventricolare è una malattia abbastanza grave che può causare molti problemi. Ecco perché è importante sottoporsi a controlli regolari con un cardiologo se ci sono cardiopatie. Questo è particolarmente vero per le persone anziane. Devi anche mangiare bene, mangiare cibi con potassio e magnesio nella sua composizione.

Blocco atrioventricolare

18 settembre 2011

Blocco atrioventricolare (AVB) - è una delle più pericolose violazioni della conduttività del cuore, che consiste nel ritardare l'impulso che passa attraverso il nodo atrioventricolare, situato tra l'atrio e i ventricoli. L'AVB è accompagnato da un brusco rallentamento improvviso della frequenza cardiaca a 20-40 battiti al minuto, perdita di coscienza e sintomi di insufficienza cardiaca. Secondo le statistiche dell'OMS, il 17% delle morti improvvise dovute a insufficienza cardiaca improvvisa si verificano da AVB.

L'AVB è classificato di 3 gradi:

  • Il primo grado non si manifesta clinicamente, è caratterizzato da un leggero ritardo nel passaggio degli impulsi e può essere rilevato solo durante l'elettrocardiografia. A questo livello, il trattamento non viene eseguito, ma per evitare uno sviluppo a livelli più elevati, è richiesta l'aderenza alle misure preventive, consistente nell'uso attento di farmaci antiaritmici e altri farmaci cardiaci.
  • Il secondo grado è caratterizzato dal fatto che parte degli impulsi elettrici non passa ai ventricoli. Ci sono interruzioni nel lavoro del cuore, un'improvvisa perdita di coscienza. La diagnosi richiede un ECG.
  • Il terzo grado è un blocco atrioventricolare completo, caratterizzato dalla completa cessazione del passaggio degli impulsi nei ventricoli, che rallenta drasticamente le contrazioni. Il paziente può essere incosciente in una condizione pericolosa che può portare alla morte.

A partire dal secondo grado, è richiesto il trattamento chirurgico del blocco atrioventricolare e l'installazione di un pacemaker.

I sintomi del blocco atrioventricolare

Le violazioni della pervietà degli impulsi possono essere causate da malattie organiche, come infarto miocardico, cardiomiopatia, cardiopatia ischemica, cardiopatie, miocarditi, ecc., Che possono portare alla giunzione atrioventricolare, l'anello più debole nel sistema cardiaco. Inoltre, i motivi possono essere l'assunzione di alcuni farmaci, dal gruppo di beta-bloccanti, glicosidi cardiaci, farmaci antiaritmici, ecc., Così come l'esercizio fisico intenso.

Nella prima fase, non ci sono sintomi evidenti di blocco atrioventricolare. Quando si manifestano disturbi della conduzione cardiaca, il paziente lamenta debolezza generale, affaticamento, vertigini, mancanza di respiro. Quando bradicardia, il paziente appare vampate di calore, oscuramento degli occhi, una sensazione di quasi perdita di coscienza, abbassando la pressione sanguigna.

Diagnosi di blocco atrioventricolare

Nel valutare la storia, è stata accertata la presenza di infarto miocardico e altre patologie cardiache in passato, il fatto di assumere farmaci che violano la conduttività atrioventricolare. L'auscultazione del ritmo cardiaco viene eseguita, la frequenza della pulsazione delle vene cervicali è determinata rispetto alle arterie carotidee e radiali.

La diagnosi di un blocco atrioventricolare viene effettuata anche utilizzando uno studio ECG con monitoraggio giornaliero, al fine di valutare il grado di bradicardia e blocco. È determinato dalla connessione con l'attività del paziente o dei farmaci. Uno studio elettrofisiologico del cuore (EFI) viene eseguito al fine di determinare le indicazioni per l'impianto di un pacemaker, ecc. Se necessario, vengono eseguiti ulteriori test di laboratorio per la presenza di malattie concomitanti.

Trattamento del blocco atrioventricolare

Con il grado 1, non è richiesto alcun trattamento, il trattamento per il grado 2 e il grado 3 dell'AVB è quello di impiantare un pacemaker permanente che ripristinerà e manterrà una frequenza cardiaca normale. Dopo di ciò, la malattia viene eliminata. In condizioni critiche, viene utilizzato un pacemaker temporaneo.

Blocco atrioventricolare

Atrioventricolare (atrioventricolare) blocco (blocco atrioventricolare) - funzione di conduzione violazione, che si esprime nel rallentare o cessazione del passaggio di un impulso elettrico tra atri e ventricoli e porta alla rottura del ritmo cardiaco e l'emodinamica. Il blocco AV può essere asintomatico o accompagnato da bradicardia, debolezza, vertigini, ictus e perdita di coscienza. Il blocco atrioventricolare è confermato da elettrocardiografia, monitoraggio Holter ECG, EFI. Il trattamento del blocco atrioventricolare può essere farmaco o chirurgia cardiaca (impianto di pacemaker).

Blocco atrioventricolare

Al blocco atrioventricolare cuore sta rallentando o completa cessazione dell'impulso dagli atri ai ventricoli per lesioni buon nodo AV, fascio di His o blocco di branca. In questo caso, più basso è il livello della lesione, più difficili sono le manifestazioni del blocco e la prognosi insoddisfacente. La prevalenza del blocco atrioventricolare è maggiore tra i pazienti con cardiopatologia concomitante. Tra le persone con malattie cardiache, il grado di blocco I-AV si verifica nel 5% dei casi, nell'I II grado - nel 2% dei casi, il blocco AV di III grado si sviluppa solitamente in pazienti di età superiore ai 70 anni. La morte cardiaca improvvisa, secondo le statistiche, si verifica nel 17% dei pazienti con blocco AV completo.

Il nodo atrioventricolare (nodo AV) fa parte del sistema di conduzione cardiaca, garantendo una riduzione consistente degli atri e dei ventricoli. Il movimento degli impulsi elettrici dal nodo del seno rallenta nel nodo AV, rendendo possibile ridurre gli atri e forzare il sangue nei ventricoli. Dopo un breve ritardo, gli impulsi si propagano lungo il fascio di His e le sue gambe verso i ventricoli destro e sinistro, contribuendo alla loro eccitazione e contrazione. Questo meccanismo fornisce una riduzione alternata del miocardio degli atri e dei ventricoli e mantiene stabile l'emodinamica.

Classificazione del blocco AV

A seconda del livello al quale si sviluppa il disturbo di un impulso elettrico, sono isolati isolati, prossimali, distali e combinati blocco atrioventricolare. Nel blocco AV prossimale, la conduzione dell'impulso può essere disturbata a livello degli atri, nodo AV, il tronco del Suo fascio; distale - a livello delle diramazioni del suo; quando combinato - si osservano disturbi di conduzione multi-livello osservati.

Data la durata del blocco atrioventricolare destinare la sua acuta (infarto del miocardio, sovradosaggio di farmaci, ecc...), intermittente (intermittente - in IHD accompagnato da insufficienza coronarica transitoria) e forme croniche. Secondo i criteri elettrocardiografici (decelerazione, periodicità o completa assenza di conduzione degli impulsi ai ventricoli), ci sono tre gradi di blocco atrioventricolare:

  • Grado I - la conduzione atrioventricolare attraverso il nodo AV viene rallentata, ma tutti gli impulsi dagli atri raggiungono i ventricoli. Non clinicamente riconosciuto; sull'ECG, l'intervallo P-Q viene esteso> 0,20 secondi.
  • Grado II - blocco atrioventricolare incompleto; non tutti gli impulsi atriali raggiungono i ventricoli. Sull'ECG - Perdita periodica dei complessi ventricolari. Esistono tre tipi di gradi Mobitz AV-blockade II:
    1. Mobitz di tipo I - il ritardo di ciascun impulso successivo nel nodo AV porta a un ritardo completo di uno di essi e alla perdita del complesso ventricolare (periodo di Samoilov-Wenckebach).
    1. Mobitz Tipo II - Un ritardo critico dell'impulso si sviluppa all'improvviso, senza precedere l'estensione del periodo di ritardo. Allo stesso tempo, viene rilevata l'assenza di ogni secondo (2: 1) o terzo impulso (3: 1).
  • Grado III - (blocco atrioventricolare completo) - completa cessazione del passaggio degli impulsi dagli atri ai ventricoli. Il contratto atriale sotto l'influenza del nodo del seno, i ventricoli nel proprio ritmo, almeno 40 volte al minuto, che non è sufficiente per garantire un'adeguata circolazione del sangue.

Il blocco di Atrioventricular di io e II grado è parziale (incompleto), il blocco di III grado - completo.

Ragioni per lo sviluppo dei blocchi AV

Secondo l'eziologia, il blocco atrioventricolare funzionale e organico differiscono. Blocco AV funzionale a causa dell'aumento del tono del sistema nervoso parasimpatico. Blocco atrioventricolare I e II grado in casi isolati osservati in soggetti giovani fisicamente sani, atleti allenati, piloti. Di solito si sviluppa in un sogno e scompare durante l'attività fisica, il che è spiegato dall'aumentata attività del nervo vago ed è considerato come una variante della norma.

I blocchi AV della genesi organica (cardiaca) si sviluppano a seguito della fibrosi idiopatica e della sclerosi del sistema di conduzione cardiaca nelle sue varie malattie. Provoca blocco AV cardiaca può servire processi reumatici miocardio, kardiosklerosis, insufficienza cardiaca sifilitico, infarto setto interventricolare, malattie cardiache, cardiomiopatia, mixedema, malattie del tessuto connettivo diffusa, miocardite vari genesi (autoimmune, difterite, tireotossica), amiloidosi, sarcoidosi, emocromatosi, tumori cardiaci, ecc. Con i blocchi cardiaci di AV, all'inizio si può osservare un blocco parziale, tuttavia, con il progredire della cardiopatia, si sviluppa un blocco dello stadio III. Yeni.

Dallo sviluppo di blocco atrioventricolare può provocare una varietà di procedure chirurgiche: valvola aortica, cardiopatie congenite plastica, atrioventricolare cuore RFA, cateterizzazione del cuore destro e altri.

La forma congenita del blocco atrioventricolare (1:20 000 neonati) è piuttosto rara in cardiologia. In caso di blocco AV congenita è osservata assenza di porzioni conduttive del sistema (tra gli atri e il nodo AV tra il nodo AV e ventricoli o entrambe le gambe blocco di branca) corrispondenti al livello di sviluppo blocco. In un quarto dei neonati, il blocco atrioventricolare è combinato con altre anomalie congenite del cuore.

Tra le cause di non blocco atrioventricolare farmaci poco diffusa intossicazione: glicosidi cardiaci (digitale), beta-bloccanti, calcio-antagonisti (verapamil, diltiazem, almeno - corinfar), farmaci antiaritmici (chinidina), sali di litio, alcuni farmaci e loro combinazioni.

I sintomi del blocco AV

La natura delle manifestazioni cliniche del blocco atrioventricolare dipende dal livello di disturbo della conduzione, dal grado di blocco, dall'eziologia e dalla gravità della concomitante cardiopatia. I blocchi che si sono sviluppati a livello del nodo atrioventricolare e non causano la bradicardia non si manifestano clinicamente. La clinica del blocco AV con questa topografia delle violazioni si sviluppa in caso di grave bradicardia. A causa della bassa frequenza cardiaca e della caduta del flusso sanguigno minuto del cuore durante lo sforzo fisico, questi pazienti hanno debolezza, mancanza di respiro e talvolta - attacchi di angina. A causa di una diminuzione del flusso sanguigno cerebrale, si possono osservare capogiri, sensazioni transitorie di confusione e svenimento.

Quando il blocco atrioventricolare di II grado, i pazienti sentono la perdita dell'onda di polso come interruzioni nella zona del cuore. Quando il blocco AV di tipo III, ci sono attacchi di Morgagni-Adams-Stokes: polso lento a 40 o meno battiti al minuto, vertigini, debolezza, annerimento negli occhi, perdita di coscienza a breve termine, dolore al cuore, cianosi facciale, possibilmente convulsioni. Il blocco congenito di AV nei pazienti dell'infanzia e dell'adolescenza può essere asintomatico.

Complicazioni di blocchi AV

Le complicazioni dei blocchi atrioventricolari sono principalmente dovute a un pronunciato rallentamento del ritmo, che si sviluppa sullo sfondo di una lesione organica del cuore. Il decorso più comune del blocco AV è accompagnato dall'apparizione o dall'aggravamento dell'insufficienza cardiaca cronica e dallo sviluppo di aritmie ectopiche, compresa la tachicardia ventricolare.

Il decorso del blocco atrioventricolare completo può essere complicato dallo sviluppo di attacchi di Morgagni-Adams-Stokes associati all'ipossia cerebrale a causa della bradicardia. L'inizio di un attacco può essere preceduto da una sensazione di calore nella testa, attacchi di debolezza e vertigini; durante un attacco il paziente diventa pallido, quindi si sviluppa cianosi e perdita di coscienza. A questo punto, il paziente può aver bisogno di eseguire un massaggio indiretto del cuore e della ventilazione meccanica, in quanto asistolia a lungo termine o l'aggiunta di aritmie ventricolari aumenta la probabilità di morte cardiaca improvvisa.

Episodi ripetuti di perdita di coscienza nei pazienti anziani possono portare allo sviluppo o al peggioramento dei disturbi intellettivi-mentali. Meno comunemente, il blocco AV può sviluppare shock cardiogeno aritmogenico, più spesso nei pazienti con infarto miocardico.

In condizioni di insufficienza di rifornimento di sangue durante blocchi di AV, a volte si osservano fenomeni di insufficienza cardiovascolare (collasso, sincope), esacerbazione della malattia coronarica e malattie renali.

Diagnostica il blocco AV

Nel valutare l'anamnesi del paziente in caso di sospetto blocco atrioventricolare, è stato scoperto il fatto di infarto miocardico, miocardite, altre cardiopatie, assunzione di farmaci che violano la conduttività atrioventricolare (digitale, β-bloccanti, calcio-antagonisti, ecc.).

Durante l'auscultazione del ritmo cardiaco, il ritmo corretto viene sentito interrotto da lunghe pause, indicando la perdita di contrazioni ventricolari, bradicardia, l'aspetto del tono del cannone I di Strazhesko. Viene determinato un aumento della pulsazione delle vene cervicali rispetto alle arterie carotidee e radiali.

Su un elettrocardiogramma, il blocco AV del primo grado si manifesta con il prolungamento dell'intervallo P-Q> 0,20 s; Grado II - ritmo sinusale con pause, a seguito della deposizione di complessi ventricolari dopo l'onda P, l'emergenza dei complessi di Samoilov-Wenckebach; Grado III - una diminuzione del numero di complessi ventricolari di un fattore 2-3 rispetto a quella atriale (da 20 a 50 al minuto).

Il monitoraggio giornaliero dell'ECG su Holter con blocco AV consente di confrontare le sensazioni soggettive del paziente con modifiche elettrocardiografiche (ad esempio, svenimento con grave bradicardia), valutare il grado di bradicardia e blocco, la relazione con l'attività del paziente, i farmaci, determinare le indicazioni per l'impianto di un pacemaker, ecc.

Con l'aiuto di uno studio elettrofisiologico del cuore (EFI), viene specificata la topografia del blocco AV e vengono determinate le indicazioni per la sua correzione chirurgica. Con la presenza di cardiopatologia concomitante e per la sua rilevazione durante il blocco AV, vengono eseguite ecocardiografia, MSCT o risonanza magnetica del cuore.

Ulteriori test di laboratorio per il blocco AV sono indicati in presenza di condizioni e malattie comorbili (determinazione del livello di elettrolita nel sangue durante iperkaliemia, il contenuto di antiaritmici durante il sovradosaggio, l'attività degli enzimi nell'infarto miocardico).

Trattamento dei blocchi AV

Quando il blocco atrioventricolare I grado, che si verificano senza manifestazioni cliniche, è possibile solo l'osservazione dinamica. Se il blocco AV è causato da farmaci (glicosidi cardiaci, farmaci antiaritmici, β-bloccanti), è necessario un aggiustamento della dose o una completa cancellazione.

In caso di blocco AV della genesi cardiaca (in caso di infarto miocardico, miocardite, cardiosclerosi, ecc.), Viene eseguito un ciclo di trattamento con β-adrenostimolanti (isoprenalina, ortsiprenalin), viene indicato l'ulteriore impianto di un pacemaker.

Isoprenalina (sublinguale), atropina (per via endovenosa o sottocutanea) sono farmaci di pronto soccorso per il sollievo degli attacchi di Morgagni-Adams-Stokes. Quando i sintomi di insufficienza cardiaca congestizia, vengono prescritti diuretici, glicosidi cardiaci (con cautela), vasodilatatori. Come terapia sintomatica per la forma cronica dei blocchi di AV, il trattamento viene effettuato con teofillina, estratto di belladonna, nifedipina.

Un metodo radicale per il trattamento dei blocchi AV consiste nell'installazione di un pacemaker (EX), ripristinando il ritmo e la frequenza cardiaca normali. Le indicazioni per l'impianto di EX endocardico sono la presenza di una storia di convulsioni di Morgagni-Adams-Stokes (anche una sola); frequenza ventricolare inferiore a 40 al minuto e periodi di asistolia uguale o superiore a 3 secondi; Blocco AV dell'II grado (II tipo di Mobitz) o III grado; blocco AV completo, accompagnato da angina pectoris, insufficienza cardiaca congestizia, alta ipertensione arteriosa, ecc. Per decidere la questione dell'intervento, consultare un cardiochirurgo.

Prognosi e prevenzione dei blocchi AV

L'impatto del blocco atrioventricolare sviluppato sulla vita futura e sulla capacità lavorativa del paziente è determinato da una serie di fattori e, soprattutto, dal livello e dal grado di blocco, la malattia sottostante. La prognosi più grave per il blocco AV di grado III: i pazienti sono disabili, lo sviluppo di insufficienza cardiaca.

Complifica la prognosi dello sviluppo di blocchi distali dell'AV a causa della minaccia di blocco completo e di un raro ritmo ventricolare, nonché della loro insorgenza sullo sfondo di infarto miocardico acuto. L'impianto precoce di un pacemaker può aumentare l'aspettativa di vita dei pazienti con blocco AV e migliorare la qualità della vita. Completo blocco atrioventricolare congenito prognosticamente più favorevole di quello acquisito.

Di norma, il blocco atrioventricolare è causato dalla malattia o condizione patologica di base, quindi la sua prevenzione è l'eliminazione dei fattori eziologici (trattamento della patologia cardiaca, eliminazione dell'assunzione incontrollata di farmaci che influenzano la conduzione degli impulsi, ecc.). Per la prevenzione della esacerbazione del grado di blocco AV, è indicato un impianto di un pacemaker.

Blocco atrioventricolare: sintomi e trattamento

Il ritmo normale del nostro cuore significa che il corpo è sano e tutti gli organi ricevono la quantità necessaria di sostanze nutritive. Una patologia pericolosa che rallenta il battito cardiaco è - blocco atrioventricolare.

Ognuno di noi dovrebbe sapere cosa può incontrare e cosa deve essere fatto. Non dimenticare che coloro che sono a conoscenza del tempo sono avvertiti. Vi diremo che tipo di blocco atrioventricolare, le cause dello sviluppo, quali potrebbero essere i sintomi.

Blocco atrioventricolare - descrizione

Il blocco atrioventricolare è una delle malattie più complicate, che si manifesta con una violazione acuta della conduzione cardiaca. La sintomatologia di questa diagnosi è ampia, ma l'indicatore principale è una forte diminuzione del ritmo cardiaco, con conseguente insufficienza cardiaca e frequente perdita di coscienza nei pazienti.

Le statistiche condotte da laureati suggeriscono che la causa di morte improvvisa nel 18% delle persone al di fuori del 100% è precisamente il blocco atrioventricolare.

La causa del blocco atrioventricolare è, di regola, la sconfitta di varie parti del sistema principale del cuore, fornendo costanti riduzioni dei ventricoli e degli atri. Tra i nodi più vulnerabili c'è un nodo atrioventricolare, il cui nome è il blocco, così come il fascio di His o il fascio di His.

La ragione potrebbe essere l'uso di alcuni farmaci (ad esempio, papaverina o drotaverina per via endovenosa), intenso sforzo fisico, tuttavia, di regola, se si verifica un blocco in queste condizioni, allora non richiede trattamento e non porta a problemi seri.

Molto più difficile è la situazione dei pazienti che hanno già problemi cardiaci - malattia ischemica, difetti cardiaci, nonché infarto miocardico, miocardite, cardiomiopatia e così via. La prognosi dipende dal livello di danno al cuore e dal grado di blocco.

Possibile sviluppo di complicazioni, ad esempio, l'aggravamento di insufficienza cardiaca cronica, l'insorgenza di tachicardia ventricolare, lo sviluppo di ipossia cerebrale. Il blocco atrioventricolare regolarmente ripetuto può portare allo sviluppo o al peggioramento dei disturbi intellettuali-mentali già esistenti.

L'estensione e i sintomi del blocco atrioventricolare

Blocco atrioventricolare a seconda delle caratteristiche della conduzione dell'impulso, è diviso in tre gradi:

  1. Quando il blocco atrioventricolare di 1 grado, la conduttività dell'impulso elettrico rallenta.

Ma il quadro clinico è asintomatico, perché il blocco degli impulsi dura leggermente la quantità di tempo. Il primo grado della malattia è solitamente determinato casualmente quando si esamina un paziente per qualsiasi altra patologia.

I sintomi di un blocco predserdno-ventricular in questo stadio di solito non causano il disagio alla persona. Ma c'è sempre il rischio di aumentare il processo e la transizione della malattia in una fase più difficile. Questo grado di blocco può essere osservato spesso in persone completamente sane.

A causa dell'aumento del tasso di crescita durante l'adolescenza, il blocco atrioventricolare nei bambini è osservato abbastanza spesso. Aumento dell'attività fisica degli atleti a volte dà loro problemi di anormalità cardiache a causa di una diminuzione della conduttività elettrica.

Qualche volta reumatismo o aumento dell'eccitabilità del nervo vago sulla conduzione di un impulso elettrico. Inoltre, il blocco atrioventricolare di 1 grado può essere causato da farmaci.

  • Il secondo grado di blocco atrioventricolare è caratterizzato dalla conduzione incompleta di impulsi elettrici ai ventricoli.

    Allo stesso tempo ci sono improvvisi blackout negli occhi, ridotta attività cardiaca, debolezza. I sintomi del blocco di 2 gradi sono svenimento e perdita di coscienza. Questa situazione si verifica con attacchi di blocco atrioventricolare ripetuti più volte di seguito.

  • Il più grave, il terzo grado della malattia è un tipo piuttosto pericoloso di aritmia cardiaca.

    Allo stesso tempo, il cuore stesso è regolato dai ventricoli, cioè l'accesso dell'impulso elettrico dagli atri ai ventricoli è completamente bloccato.

    A causa dell'assenza di un impulso elettrico, il paziente sviluppa bradicardia - una significativa diminuzione della frequenza cardiaca. Durante questo periodo, spesso non raggiunge i 40 battiti al minuto.

    I sintomi del blocco atrioventricolare di 3 gradi sono bassa pressione sanguigna, mancanza di respiro, vertigini e svenimenti frequenti.

  • Il primo e il secondo grado della malattia sono considerati blocco atrioventricolare incompleto. Un successivo trattamento della malattia può portare allo sviluppo di un blocco atrioventricolare incompleto nella terza fase più pericolosa della malattia. E la fornitura tardiva di cure di emergenza in caso di blocco atrioventricolare di grado 3 può portare alla morte di una persona.

    Il blocco atrioventricolare è una forma di blocco di un impulso elettrico. Esistono blocchi atrioventricolari (AV) di I, II e III grado, a seconda che la conduzione ai ventricoli sia ritardata, intermittente o completamente assente.

    Quando il blocco AV è in gradi, ogni impulso dagli atri raggiunge i ventricoli, ma il suo mantenimento viene ritardato per una frazione di secondo quando passa attraverso il nodo atrioventricolare. Questo ritardo non causa alcun sintomo. I gradi blocco atrioventricolare sono diffusi in atleti ben allenati, adolescenti, giovani e persone con alta attività del nervo vago.

    Tuttavia, la stessa condizione si verifica nei reumatismi, nelle malattie cardiache nella sarcoidosi e in una serie di altre malattie; può essere causato da alcuni farmaci. Nel blocco AV II, non tutti gli impulsi dagli atri raggiungono i ventricoli. Ciò porta al fatto che il cuore si restringe raramente e di solito in modo irregolare. Alcune forme di blocco del 2 ° grado portano al blocco di 3 ° grado.

    Nel blocco AV III grado, la conduzione degli impulsi dagli atri ai ventricoli è completamente assente e la frequenza cardiaca e il ritmo cardiaco sono impostati dal nodo atrioventricolare o direttamente dai ventricoli. Senza stimolazione dal normale pacemaker (nodo sinusale), i ventricoli si contraggono molto raramente, di solito meno di 40 volte al minuto.

    Il blocco atrioventricolare di grado III è una pericolosa aritmia che può influire sulla funzione di pompaggio del cuore. Svenimento, vertigini e improvviso sviluppo di insufficienza cardiaca in questa patologia sono abbastanza comuni.

    Se i ventricoli si contraggono più spesso 40 volte al minuto, i sintomi sono meno gravi, ma può verificarsi affaticamento, la pressione arteriosa può scendere quando la persona si alza e la mancanza di respiro. Il nodo atrioventricolare e i ventricoli non sono solo troppo lenti, ma anche pacemaker molto inaffidabili.

    Blocco atrioventricolare incompleto

    L'intervallo tra la contrazione degli atri e dei ventricoli si allunga. Con il blocco incompleto, a seconda di quanto sia pronunciata la violazione del passaggio dell'impulso, ci sono tre gradi.

    1. I gradi di blocco è la forma più comune e mite. Con esso, tutti gli impulsi passano dall'atrio ai ventricoli, ma il tempo di transito viene esteso a 0,2-0,4 secondi e più invece dei normali 0,18-0,19 secondi e i ventricoli si contraggono con un certo ritardo.
    2. Il blocco di secondo grado è caratterizzato da un graduale allungamento del tempo di passaggio dell'impulso dall'atrio ai ventricoli con la conseguente perdita di una delle contrazioni a seguito dell'inizio del momento di completa violazione della pervietà.

    Allo stesso tempo, i pazienti si lamentano di insufficienza cardiaca, vertigini. Clinicamente, si manifesta in una lunga pausa diastolica e periodica perdita di polso. Durante questo periodo di diastola allungata, la capacità conduttiva viene ripristinata.

  • Nel blocco dell'III grado, la conduzione degli impulsi è così abbassata che periodicamente non raggiungono i ventricoli e le contrazioni di quest'ultimo cadono a determinati intervalli (1: 2, 1: 3, ecc.)
  • Trattamento. In caso di blocco atrioventricolare incompleto, il trattamento è determinato dai fattori causali che lo hanno causato.

    Completa blocco atrioventricolare

    Con questo blocco, il passaggio degli impulsi dagli atri ai ventricoli è completamente interrotto e questi ultimi si muovono verso un ritmo automatico indipendente; allo stesso tempo, gli impulsi alla contrazione si verificano in qualsiasi punto del sistema di conduttori sotto il nodo atrioventricolare.

    Il numero di contrazioni ventricolari in questo caso è determinato dal luogo in cui si verifica l'impulso automatico. Quanto più lontano è dal nodo atrioventricolare, tanto meno spesso la contrazione dei ventricoli, il cui numero, con blocco completo, può raggiungere fino a 40-30-15 al minuto. Quando le contrazioni atriale e ventricolare coincidono, la sonorità del primo tono aumenta nettamente - il "tono dei cannoni" di Strazhesko.

    Un blocco completo viene diagnosticato clinicamente: quando si esamina un paziente in posizione supina, è possibile contare 70-80 ondulazioni della vena giugulare con un impulso di 30-40.

    Con intervalli prolungati tra le singole contrazioni dei ventricoli, specialmente al momento della transizione del blocco atrio-ventricolare incompleto da completare, può verificarsi un disturbo acuto della circolazione cerebrale, fino all'ischemia.

    Quadro clinico

    Il quadro clinico è diverso: da un leggero oscuramento della coscienza a crisi epilettiformi, che è determinato dalla durata dell'arresto dei ventricoli (da 3 a 10-30 secondi); impulso a 10-20 battiti al minuto, non è quasi palpabile, la pressione sanguigna non si sente. Questa è la sindrome di Morgagni-Edems-Stokes.

    Gli attacchi possono essere ripetuti più volte al giorno e possono essere di intensità variabile; con una durata fino a 5 minuti può finire letale. Al momento del trasferimento del blocco incompleto alla fibrillazione ventricolare completa può verificarsi, che è la causa di morte improvvisa.

    Per sopprimere la fibrillazione o la fibrillazione ventricolare, la defibrillazione elettrica viene utilizzata quando agisce sul cuore attraverso il torace, sotto la cui influenza cessa il trasferimento di eccitazione circolare. Lo sfarfallio dei ventricoli può essere un processo reversibile con misure rapide.

    Il blocco atrioventricolare è il rallentamento o l'interruzione della conduzione degli impulsi dagli atri ai ventricoli. Per lo sviluppo di un blocco atrioventricolare, il livello di danno al sistema di conduzione può essere diverso: violazione della conduzione negli atri, giunzione atrioventricolare e persino nei ventricoli.

    Le cause del blocco atrioventricolare sono le stesse che per altri disturbi della conduzione. Tuttavia, sono anche noti i cambiamenti degenerativi-sclerotici in sviluppo indipendente nel sistema di conduzione cardiaca, che portano al blocco atrioventricolare negli anziani (malattia di Lenegra e Lyova).

    Il blocco atrio-ventricolare congenito è associato a tale cardiopatia congenita come difetto interventricolare del setto, fibroelastosi endocardica, coartazione aortica meno frequente, tetrado di Fallot, atrofia tricuspide, aneurisma della parte membranosa del setto.

    Esiste anche un blocco atrioventricolare che è ereditato in maniera autosomica dominante e si manifesta all'età di 30-60 anni. Prima del suo verificarsi, si notano spesso blocchi del Suo fagotto nelle gambe.

    motivi

    Le cause di questo tipo di disturbo del ritmo sono lesioni funzionali e organiche del sistema di conduzione. Nel primo caso stiamo parlando di innalzare il tono del sistema nervoso parasimpatico, incluso il nervo vago. Tra i disturbi organici che portano a un cambiamento nella struttura delle fibre del sistema di conduzione cardiaca, si distinguono:

    • Varie malattie del sistema cardiovascolare dell'ischemia (infarto miocardico, angina), infiammatoria (miocardite), tumore (mixoma), natura autoimmune. I disturbi cardiaci possono anche essere causati da difetti cardiaci, che cambiano le dimensioni delle camere e lo spessore del miocardio.
    • Complicazioni derivanti dopo l'intervento con il coinvolgimento di fibre nervose della giunzione atrioventricolare (ablazione con radiofrequenza, sostituzione della valvola).
    • Un difetto congenito è piuttosto raro, ma può anche essere la causa delle aritmie.

    L'intossicazione da farmaci che influenzano la conduzione di un impulso nervoso lungo il sistema di conduzione cardiaca si distingue in un gruppo separato. Questi includono bloccanti dei canali del calcio, digossina, beta-bloccanti. A volte una dose eccessiva di antidepressivi, come i sali di litio, porta allo sviluppo del blocco atrioventricolare.

    L'eziologia di questa malattia può essere:

    • In presenza di malattie cardiache. Questi includono:
      • ischemia cardiaca cronica;
      • infarto del muscolo cardiaco;
      • infiammazione del muscolo cardiaco;
      • difetti cardiaci;
      • cardio;
    • In caso di avvelenamento con droghe:
      • glicosidi;
      • bloccanti;
      • farmaci antiaritmici;
    • Come risultato della riduzione della produzione di ormoni tiroidei;
    • Infarto miocardico acuto;
    • Angina pectoris;
    • Nuove crescite nel cuore;
    • endocardite;
    • Amiloidosi, sarcoidosi;
    • Fibrosi degenerativa progressiva e calcificazione delle strutture cardiache;
    • Processo di infezione (ad esempio, endocardite, reumatismi);
    • A causa di un intervento al cuore.

    Il blocco AV completo può essere congenito e acquisito.

    1. Il blocco congenito di AV è solitamente associato a una compromissione della conduzione nel nodo AV.

    Il paziente può non avere sintomi a riposo, o può essere minimo, ma, a causa di una frequenza cardiaca fissa, può essere osservata una scarsa tolleranza all'esercizio.

    Il blocco AV congenito in pazienti senza anormalità strutturali del cuore è spesso associato a un particolare tipo di anticorpo materno.

  • Le ragioni per il blocco AV acquisito sono le seguenti:
    • Sovradosaggio di un singolo farmaco che può rallentare la conduzione AV, o l'uso combinato di diversi (ad esempio, l'uso simultaneo di beta-bloccanti e verapamil).

    Il blocco AV può verificarsi sotto l'influenza di antiaritmici di classe I (chinidina, procainamide), classe Ic (propafenone, ethacisin, flecainide), classe II (beta-bloccanti), classe III (amiodarone, sotalolo), classe IV (calcio antagonisti verapamil e diltiazem) glicosidi cardiaci.

    Altri motivi:

    • Infarto miocardico: l'infarto nell'area della parete anteriore può essere complicato da un blocco AV di tipo distale (a causa della sconfitta delle ramificazioni del sistema di conduzione intraventricolare); l'infarto miocardico inferiore in quasi il 10% dei casi è combinato con un blocco AV completo prossimale, che di solito è instabile e si risolve in poche ore o giorni.
    • Miocardite nella malattia di Lyme, febbre reumatica acuta.
    • Disturbi metabolici, ad esempio grave iperkaliemia.
    • Complicazioni dopo la riparazione protesica della valvola mitrale del setto atriale o interventricolare o correzione di altri difetti cardiaci.

    Blocco atrioventricolare di grado 1 o blocco AV di grado II Mobitz-1 può verificarsi in soggetti sani a causa dell'elevato tono del nervo vago. Questo è osservato, ad esempio, negli adolescenti durante il sonno. Il blocco AV può anche verificarsi con un'alta frequenza cardiaca durante qualsiasi tachicardia come meccanismo protettivo che impedisce una contrazione troppo frequente dei ventricoli.

    Una causa comune di blocco AV completo è l'infarto miocardico. Nelle malattie croniche del cuore, il blocco nella regione del nodo AV causa la proliferazione del tessuto connettivo in questa regione. Questo è possibile con la cardiosclerosi a causa di un attacco di cuore, malattie cardiache, miocardite e altri gravi danni al muscolo cardiaco.

    Casi di blocco dell'AV a causa di alterazioni degenerative e sclerotiche nel sistema di conduzione - Sindrome di Lenegra - sono descritti negli anziani. È stato dimostrato che il blocco congenito di AV può essere associato a una mutazione nel gene SCN5A, che causa anche le sindromi di Q-T e Brugada allungate.

    Malattie associate con infiltrazione del muscolo cardiaco con tessuti patologici che ostacolano la conduzione del nodo AV:

    • sarcoidosi;
    • ipotiroidismo;
    • emocromatosi;
    • Malattia di Lyme;
    • endocardite.

    Il grado di conduzione AV può anche essere influenzato da malattie sistemiche: spondilite anchilosante e sindrome di Reiter. Cause iatrogene del blocco AV (associato all'intervento medico):

    • sostituzione della valvola aortica;
    • interventi chirurgici per cardiomiopatia ipertrofica;
    • correzione di difetti cardiaci congeniti;
    • alcuni farmaci: digossina, beta-bloccanti, adenosina e altri antiaritmici.

    patogenesi

    I gradi blocco atrioventricolare possono essere il risultato di una conduzione ritardata nell'atrio, nel nodo AV, nel suo fascio o nelle sue gambe. Il sito di ritardo dell'impulso dominante è il nodo AV (nell'83% dei pazienti). Il ritardo negli atri o nel nodo AV con grado AVB I è transitorio o stabile e può progredire lentamente verso alti gradi di blocco AV.

    Il blocco atrioventricolare di II grado Mobitz tipo I (Wenckebach) è causato da un rallentamento della conduzione nel nodo AV nel 72% dei casi e nel sistema His bundle - nel 28%. I cicli di Wenckebach possono essere modificati sotto l'influenza di altri fenomeni (ad esempio, la conduzione supernormale o ritardi e blocchi legati alla bradicardia).

    Inoltre, la completa dissociazione delle contrazioni tra gli atri e i ventricoli può essere la causa del verificarsi simultaneo di un blocco di secondo grado in più punti. In rari casi, il blocco di due onde P consecutive è osservato nel ciclo di Wenkebach. In alcuni casi, ciò può essere spiegato dalla presenza del blocco in due aree diverse, in altre - è documentato solo un posto del blocco.

    In caso di blocco AV dell'II grado del tipo Mobitz II, gli intervalli P-R precedenti alla riduzione caduta sono sempre costanti e non cambiano anche dopo la riduzione caduta. Nei casi che soddisfano quest'ultimo criterio, il blocco AV dell'II grado del tipo di Mobitz II è limitato al sistema His-Purkinje (il 35% dei casi a livello del fascio di His e il 65% nella parte distale del sistema His-Purkinje).

    Il blocco atrioventricolare di II grado nel nodo AV ha una rotta relativamente favorevole e non porta ad asistolia improvvisa. Secondo l'opinione generalmente accettata, il blocco AV dell'II grado nel sistema His-Purkinje spesso progredisce verso il completo blocco atrioventricolare e gli attacchi di Morgagni-Adams-Stokes, che richiede l'impianto di un pacemaker.

    Il blocco AV completo può essere localizzato in tre punti: nodo AV nel 16-25% dei casi; il fascio di His nel 14-20%; gambe del fascio di His nel 56-68% dei casi. Il blocco AV completo può derivare da patologia congenita o acquisita. Il blocco AV completo congenito non è sempre localizzato nel nodo AV, a volte si verifica nel fascio di His, specialmente nella sua parte centrale. Il blocco congenito di AV è dovuto alla presenza di anticorpi della classe 48 kD SS-B / La 52 kD SS-A / Ro e 60 kD SS-A / Ro nelle madri.

    Questi anticorpi attraversano la placenta e influenzano il sistema di conduzione selettiva del cuore. Il verificarsi di PAVAS è documentato non prima della sedicesima settimana di gestazione. Gli anticorpi continuano a essere rilevati nel sangue del neonato fino al 3 ° mese di vita. Il trasporto "latente" di anticorpi si trova in media nell'1% delle donne e il prevedibile livello di nascita di un bambino con WASA è molte volte inferiore.

    Probabilmente, l'insorgenza di una lesione autoimmune di una giunzione atrioventricolare è influenzata dalla quantità di titolo anticorpale (1:16 e superiore). In presenza di anticorpi SS-A / Ro e SS-B / La nella madre e PAVAG in un bambino, è stata stabilita un'associazione con i seguenti aplotipi HLA: A1, A8, DR3, MB2 e MT2. Tali aplotipi HLA, come DR2, MB1 / MT1, sono caratteristici delle madri con un titolo anticorpale positivo e di bambini senza WALAB.

    Nella genesi della progressione del blocco da I a III grado, l'apoptosi delle cellule di conduzione cardiaca sembra giocare un ruolo significativo. L'apoptosi non è associata all'infiammazione, poiché le cellule durante l'apoptosi non si gonfiano e non vengono distrutte prima di essere assorbite dai macrofagi e il processo di fagocitosi avviene molto rapidamente.

    L'apoptosi è una componente indispensabile della morfogenesi, funge da intermediario tra fattori ormonali e immunologici e fornisce stabilità omeostatica tra ipertrofia e atrofia o loro combinazione.

    Come riconoscere l'aspetto del blocco

    I sintomi dipendono direttamente dal grado di blocco, dal livello del danno, dal passaggio di impulsi elettrici, dalla presenza di altre malattie nell'uomo. Con il ritmo corretto del cuore, i sintomi sono assenti, è difficile notare il blocco del nodo nella fase iniziale. Solo con una forte diminuzione della frequenza cardiaca del paziente, ci sono segni: dispnea, debolezza, dolore al torace, vertigini, perdita di conoscenza, svenimento.

    Se il secondo grado di blocco porta a battito cardiaco irregolare, il terzo grado è caratterizzato da sintomi più vividi: oscuramento degli occhi, confusione, perdita di coscienza, acrocianosi, convulsioni. Il blocco atrioventricolare parziale non si manifesta. Il paziente spesso non presta attenzione al mal di testa, alla dispnea a breve termine e all'affaticamento, e questo è il primo campanello d'allarme e un motivo per consultare un medico.

    Con un blocco completo, la mancanza di respiro diventa costante, i respiri sono difficili, il dolore nell'area del cuore. Asma cardiaco, sindrome di Morgagni-Adams-Stokes pericolosa, uno stato debole, che richiede una chiamata urgente per un'ambulanza e un esame da un medico, può iniziare.

    Come determinare il grado di sviluppo del blocco


    Il blocco si sviluppa gradualmente. Come accennato in precedenza, i sintomi di primo grado sono assenti e possono essere rilevati solo con l'aiuto di un ECG. Ma raramente qualcuno in assenza di sintomi conduce ricerche, se, naturalmente, l'esame programmato non tempestivo del paziente. La conduttività al primo grado viene rallentata, gli impulsi riescono a entrare nel ventricolo e ad equipaggiare il sangue.

    Il trattamento in questa fase non è richiesto, ma le cattive abitudini e i carichi pesanti dovrebbero essere evitati, possono portare a una condizione più pericolosa del corpo. Nel secondo grado, gli impulsi equipaggiano parzialmente il ventricolo, in volume insufficiente. Nelle pause tra i passaggi di impulso, la persona inizia a sentirsi male. Il blocco è incompleto, quindi i sintomi sono di breve durata e la condizione ritorna rapidamente alla normalità.

    In futuro, in assenza di trattamento, si sviluppa un blocco completo, in cui gli impulsi non riescono più a raggiungere il ventricolo, si verifica un disturbo di conduzione, i ventricoli iniziano a contrarsi lentamente, la contrazione degli atri comincia a essere controllata dalla sezione del seno. Sullo sfondo di questi cambiamenti, i processi emodinamici nel cuore sono interrotti, si verifica il blocco atrioventricolare completo.

    Diagnosi del blocco atrioventricolare in una donna incinta

    La diagnosi è fatta in un complesso e basato su:

    • Esame (valuta le condizioni della pelle, delle mucose) e raccoglie la storia, determinando il quadro clinico;
    • Auscultazione: 1 grado di blocco - indebolimento del primo tono, appare un tono atriale supplementare; Grado 3 - pronunciata bradicardia, il primo tono è forte; aritmie pronunciate;
    • Un esame del sangue per l'identificazione delle malattie associate;
    • Un'analisi delle urine rivelerà anomalie nei reni;
    • Ricerca ormonale (determinare la produzione di ormoni da parte della ghiandola tiroidea);
    • L'ECG consente di determinare la presenza di aritmie, per identificare il tipo e il grado di blocco atrioventricolare;
    • EchoCG indicherà cardiomiopatia aritmogena; Lo studio EFI o elettrofisiologico consente di trovare la posizione di questo blocco.

    Cause di AB nei bambini

    I principali fattori eziologici che provocano questa malattia sono:

    • Malattie del sistema cardiovascolare;
    • Miocardite da difterite;
    • ischemia;
    • neoplasie;
    • cardiomiopatia;
    • Distanziamento vascolare;
    • vagotonia;
    • Intossicazione da droghe;
    • Predisposizione genetica.

    Forse lo sviluppo di questa malattia a causa dell'operazione per la correzione dei difetti nel cuore. Nei bambini, questa malattia può verificarsi a causa di disturbi dello sviluppo fetale. O quando si infetta un bambino nel grembo della madre con clamidia, streptococchi, batteri.

    diagnostica

    Il metodo più informativo per diagnosticare il blocco atrioventricolare è l'ECG. Dopo la sua registrazione, è possibile determinare con precisione l'entità della compromissione, la frequenza delle contrazioni ventricolari, i segni di ischemia miocardica. Il monitoraggio giornaliero di Holter consente di stabilire la relazione delle aritmie con i cambiamenti del tono del sistema nervoso parasimpatico di notte.

    Poiché il paziente tiene un diario in cui registra tutte le sue sensazioni, è possibile determinare con precisione la connessione tra i sintomi e l'aspetto del blocco. La ricerca elettrofisiologica viene eseguita per chiarire la posizione specifica della violazione. Allo stesso tempo vengono determinate le indicazioni per l'intervento chirurgico.

    Con la cardiografia ECHO, vengono studiate le caratteristiche anatomiche e funzionali del miocardio, che potrebbero portare allo sviluppo di aritmie. Al verificarsi dei suddetti sintomi, è necessario un appello urgente per la consultazione di un cardiologo e l'esame. Il metodo principale è il rilevamento del blocco atrioventricolare su un ECG. Può essere prescritto un elettrocardiogramma di una volta o un monitoraggio giornaliero (metodo Holter).

    Anche nel sondaggio includono lo studio elettrofisiologico. Con l'aiuto di questo metodo, viene perfezionata la topografia dell'area di studio e vengono accertate le indicazioni per l'intervento chirurgico. Se necessario, se ci sono altre malattie cardiache, viene assegnato un esame hardware in base ai dati ottenuti:

    Spesso sono necessari test di laboratorio, associati alle malattie attuali e croniche del paziente: determinazione del livello di antiaritmici nel sangue, dell'attività degli enzimi e di altri.

    Pronto soccorso

    In caso di manifestazioni acute di blocco atrioventricolare, è necessaria l'assistenza medica di emergenza. Il paziente deve essere deposto e chiamare un'ambulanza. Tali pazienti hanno bisogno di ricovero urgente. Prima di trasportare il paziente in clinica, è necessario iniettare il paziente con una soluzione di atropina.

    In base alle condizioni del paziente, è possibile utilizzare un massaggio cardiaco indiretto. Condusse la flebo Novodrin, proseguendo sulla strada per l'ospedale. Nel caso della fibrillazione ventricolare, una scarica di 200-300 J viene utilizzata per la defibrillazione del cuore.

    In ospedale, al paziente viene assegnato il riposo a letto, il monitoraggio cardiaco con un ECG, preparazioni che migliorano la conduttività e l'attività miocardica. In caso di inefficacia dei farmaci, conduci la stimolazione elettrica del cuore.
    Fornire cure di emergenza per il blocco atrioventricolare, in particolare la sua forma completa, può salvare la vita di qualcuno.

    trattamento

    Quando il blocco atrioventricolare non richiede un trattamento di 1 grado, solo l'osservazione dinamica. Con 2 e 3 gradi di blocco atrioventricolare, devono essere prese misure.

    1. Annullamento di farmaci che influiscono sulla diminuzione della conduttività dell'impulso dall'atrio al ventricolo:
      • glicosidi (farmaci che aumentano la forza, restringono (diventano rari) i battiti del cuore e rallentano la conduzione dell'impulso attraverso il cuore);
      • beta-bloccanti (farmaci che bloccano speciali formazioni nervose (recettori) che reagiscono ad adrenalina e noradrenalina - ormoni dello stress);
      • farmaci antiaritmici (farmaci che normalizzano il ritmo cardiaco).
    2. Trattamento della malattia di base che ha causato il blocco atrioventricolare, ad esempio:
      • infarto del miocardio (morte delle cellule del muscolo cardiaco a causa di insufficiente apporto di sangue). Viene trattato prendendo trombolitici (farmaci che distruggono i coaguli di sangue (coaguli di sangue)), anticoagulanti (farmaci che prevengono la formazione di coaguli di sangue), beta-bloccanti (farmaci che riducono la pressione sanguigna);
      • miocardite (infiammazione del muscolo cardiaco, più spesso a causa di una malattia infettiva). Viene trattato con antibiotici (farmaci che distruggono i microrganismi).
    3. Accettazione di farmaci beta-adrenergici (farmaci che migliorano la conduttività degli impulsi e aumentano la forza delle contrazioni cardiache).
    1. Elettrostimolazione temporanea (EX) - fornitura di impulsi elettrici per ripristinare la conduttività del cuore.
      • Viene eseguito in caso di blocco atrioventricolare completo o blocco di grado 2 Mobitz 2 (disturbo impulsivo improvviso), che si è manifestato come complicanza della malattia cardiovascolare acuta (ad esempio infarto miocardico (morte delle cellule del muscolo cardiaco dovuta a insufficiente apporto di sangue) o miocardite (infiammazione del muscolo cardiaco, più spesso a causa di una malattia infettiva) e prima dell'installazione di un pacemaker permanente (EX).
    2. Installazione di un pacemaker. Installazione di un apparecchio speciale che ripristina il ritmo e la frequenza cardiaca normali.

    I pazienti con blocco atrioventricolare 1 grado di trattamento non è richiesto se non ha una patologia organica del cuore o malattie di altri organi. Nei casi lievi, di solito è sufficiente correggere lo stile di vita - rinunciare a cibi grassi fritti, mangiare correttamente, trascorrere più tempo all'aria aperta ed eliminare le cattive abitudini.

    In presenza di distonia vegetativa-vascolare, le anime di contrasto influenzano il sistema cardiovascolare in modo benefico. Se il paziente rileva debolezza, affaticamento e diminuzione dell'attività, accompagnato da bassa pressione sanguigna e un polso raro (almeno 55 al minuto), può assumere la tintura di ginseng, lemongrass o Eleuterococco come un tonico generale e preparazioni toniche, ma solo in accordo con il medico curante.

    Quando il blocco AV 2 e 3 gradi, specialmente accompagnato da attacchi o equivalenti di MEA, il paziente richiede un trattamento completo.
    Pertanto, la terapia della malattia cardiaca sottostante o di altri organi viene alla ribalta. Mentre viene diagnosticata la causa principale del blocco e vengono presi i primi provvedimenti nel trattamento del blocco, al paziente vengono prescritti farmaci come atropina, izadrina, glucagone e prednisolone (per via sottocutanea, in compresse o per via endovenosa, a seconda del farmaco).

    Inoltre, le pillole possono assegnare teopek, aminofillina o corinfar (nifedipina, cordaflex). Di norma, dopo il trattamento della malattia di base, la conduzione al nodo AV viene ripristinata. Tuttavia, una cicatrice formata nell'area del nodo può dare una persistente violazione della conduttività in questo luogo, e quindi l'efficacia della terapia conservativa diventa dubbia.

    In tali casi, è preferibile che il paziente installi un pacemaker artificiale che stimolerà le contrazioni atriale e ventricolare con una frequenza fisiologica, fornendo il corretto impulso ritmico. L'installazione di un EKS può ora essere eseguita gratuitamente in base alle quote ottenute nei dipartimenti regionali del Ministero della salute.

    Caratteristiche del trattamento dei bambini

    Secondo le statistiche, il blocco atrioventricolare nei bambini si verifica nel 12% dei casi. A questa età nei bambini, molto spesso la malattia progredisce. La ragione per la comparsa del feto AV è la patologia evolutiva all'interno dell'utero della madre. Il feto può essere affetto da varie infezioni.

    Molto spesso, la sconfitta del feto si verifica a seguito di varie infezioni: streptococchi, stafilococchi, clamidia, ecc. In alcuni casi, la malattia risulta da una predisposizione genetica. Se viene eseguita una procedura chirurgica con la quale vengono corretti i difetti cardiaci, ciò può anche portare al blocco atrioventricolare.

    I bambini che sviluppano questa malattia si stancano molto rapidamente. I piccoli pazienti che possono parlare lamentano mal di testa e dolore al cuore. In alcuni casi, i bambini possono avere un discente di attenzione. Durante l'esercizio, il bambino ha respiro corto.

    Diventa molto debole. Nelle condizioni critiche del bambino, viene impiantato un pacemaker artificiale. Il trattamento del blocco atrioventricolare nei bambini dipende direttamente dalle sue cause. Molto spesso, il primo stadio della malattia non viene trattato. Molto spesso, i bambini sono trattati con la terapia farmacologica.

    L'uso di un farmaco specifico viene effettuato in base al decorso clinico della malattia e alle caratteristiche individuali del paziente.

    Il blocco atrioventricolare nei bambini viene diagnosticato molto spesso. Se la malattia non progredisce e non ha malattie associate, il bambino viene semplicemente monitorato. Altrimenti, i farmaci sono usati per il trattamento o la chirurgia.

    L'uso della medicina tradizionale è efficace?

    Il trattamento del blocco atrioventricolare di primo grado può essere effettuato con l'aiuto della medicina tradizionale. Molto spesso, i tuorli d'uovo ordinario sono usati per trattare la patologia. La medicina tradizionale offre varie ricette: per fare una medicina, fai bollire 20 uova, separane i tuorli, mettili su un piatto e aggiungili olio d'oliva.

    Lo strumento risultante deve essere brasato in forno per 20 minuti. Trascorso questo tempo, lo strumento viene raffreddato e posto nel frigorifero. Prendendo la medicina per 1 cucchiaino. il giorno prima dei pasti. Alla fine di un corso di dieci giorni di trattamento, devi fare la stessa pausa. Dopo questo corso si ripete. Molto spesso, il trattamento del blocco cardiaco può essere fatto con l'aiuto della rosa selvatica.

    Per preparare il farmaco, devi prendere il frutto nella quantità di 5 cucchiai. Sono posti in mezzo litro d'acqua. I frutti cotti si scaldano con il miele e si versano nel brodo risultante. Prendere il farmaco è necessario prima dei pasti per un quarto di tazza, che porterà al miglioramento. Anche per il trattamento della malattia possono essere utilizzate radici di valeriana.

    L'accettazione della medicina popolare viene effettuata prima dei pasti. Una singola dose del farmaco è un cucchiaio. Questo farmaco è caratterizzato da un effetto sedativo, che riprende il sistema cardiovascolare. Inoltre, il trattamento del blocco atrioventricolare può essere effettuato utilizzando l'equiseto.

    Questo strumento è caratterizzato da un effetto benefico sul lavoro del cuore e dei vasi sanguigni. Per preparare la medicina, è necessario prendere due cucchiaini di erbe tritate e versare un bicchiere di acqua bollente. L'infusione del farmaco deve avvenire entro 15 minuti. La ricezione di un rimedio nazionale viene effettuata ogni due ore. Una singola dose del farmaco è di due cucchiaini.

    Il blocco atrioventricolare è una malattia cardiaca abbastanza grave, che è caratterizzata dalla presenza di tre stadi. Al primo stadio della malattia, che è caratterizzato da sintomi piuttosto poveri, il paziente viene monitorato principalmente. Se ci sono complicazioni, viene eseguito un trattamento farmacologico o chirurgico.

    prevenzione

    Le misure preventive comprendono la consultazione regolare e l'esame da parte di un cardiologo. Se la diagnosi è confermata, vale la pena prendere sul serio il trattamento, osservando tutte le raccomandazioni del medico curante. L'automedicazione non è consigliata, in quanto può provocare conseguenze pericolose.

    Al fine di evitare problemi al sistema cardiovascolare, è necessario condurre uno stile di vita corretto, si consiglia ai fumatori di smettere di fumare il prima possibile, di non bere alcolici, di esercitare. Inoltre, non dobbiamo dimenticare che gli oligoelementi come il potassio e il magnesio hanno un buon effetto sulla posizione del muscolo cardiaco.

    Per coprire la loro insufficienza, è necessario avere una dieta corretta e completa, quindi vi è una restrizione per l'uso di ulteriori sostanze contenenti potassio e magnesio, e per carichi pesanti, usare i medicinali che li contengono come prescritto da uno specialista. Bypassare situazioni stressanti con una festa, non partecipare a conflitti e altre situazioni nervose.

    Il sonno dovrebbe essere buono, costituendo 6 ore, il processo lavorativo dovrebbe essere diluito con il riposo. Non è consigliabile condurre una vita noiosa dello stesso tipo, portare momenti luminosi per aumentare il tuo stato d'animo e quindi tutti i problemi ti bypasseranno. Avendo notato i più piccoli sintomi, dovresti visitare immediatamente un medico e considerare con loro le cause probabili e prendere il metodo di trattamento necessario.

    A causa della disattenzione della maggior parte delle persone, il blocco atrioventricolare porta a malformazioni di vario tipo. Tratta la tua salute con rispetto, non può essere comprato per nessun costo.

    Per Saperne Di Più I Vasi