Aritmia cardiaca: che cos'è e come trattare?

Aritmie del cuore - violazioni della frequenza, ritmo e sequenza delle contrazioni del cuore. Possono verificarsi con cambiamenti strutturali nel sistema di conduzione di malattie del cuore e (o) sotto l'influenza di disturbi metabolici, endocrini, elettrolitici e altri metabolici, con intossicazione e alcuni effetti medicinali.

Spesso, anche con cambiamenti strutturali pronunciati nel miocardio, l'aritmia è causata in parte o principalmente da disordini metabolici.

Aritmia cuore cos'è e come trattare? Normalmente, il cuore si contrae a intervalli regolari con una frequenza di 60-90 battiti al minuto. In base alle esigenze del corpo, può rallentare il lavoro o accelerare il numero di tagli in un minuto. Per definizione, l'OMS, l'aritmia è un qualsiasi ritmo del cuore, che è diverso dal solito ritmo sinusale.

motivi

Perché si verifica aritmia cardiaca e che cos'è? Le cause dell'aritmia possono essere disturbi funzionali della regolazione nervosa o cambiamenti anatomici. Spesso, le aritmie cardiache sono un sintomo di una malattia.

Tra le patologie del sistema cardiovascolare, le seguenti condizioni sono accompagnate da aritmie:

  • malattia coronarica a causa di cambiamenti nella struttura miocardica e l'espansione delle cavità;
  • miocardite dovuta a compromissione della stabilità elettrica del cuore;
  • difetti cardiaci dovuti all'aumento del carico sulle cellule muscolari;
  • lesioni e interventi chirurgici sul cuore portano a danni diretti ai percorsi.

Tra i principali fattori che provocano lo sviluppo di aritmia sono i seguenti:

  • dipendenza da bevande energetiche e contenenti caffeina;
  • consumo eccessivo di alcol e fumo;
  • stress e depressione;
  • esercizio eccessivo;
  • disordini metabolici;
  • malattie cardiache quali malformazioni, malattie ischemiche, miocarditi, ipertensione e altre condizioni;
  • interruzione del lavoro e malattie della tiroide;
  • processi infettivi e infezioni fungine;
  • condizioni nel periodo della menopausa;
  • malattie del cervello.

L'aritmia idiopatica si riferisce a una condizione in cui, dopo un esame completo del paziente, le cause rimangono non specificate.

classificazione

A seconda della frequenza cardiaca, si distinguono i seguenti tipi di aritmie:

  1. Tachicardia sinusale. Il piombo nella formazione di impulsi elettrici nel miocardio è il nodo del seno. Con la tachicardia sinusale, la frequenza cardiaca supera i 90 battiti al minuto. È sentito da una persona come un battito cardiaco.
  2. Aritmia sinusale. Questa è un'alternativa anomala della frequenza cardiaca. Questo tipo di aritmia di solito si verifica nei bambini e negli adolescenti. Può essere funzionale e correlato alla respirazione. Quando inspiri, le contrazioni del cuore diventano più frequenti e quando espiri, diventano meno frequenti.
  3. Bradicardia sinusale. È caratterizzato da una diminuzione della frequenza cardiaca a 55 battiti al minuto o meno. Può essere osservato in individui sani, fisicamente addestrati a riposo, in un sogno.
  4. Fibrillazione atriale parossistica. In questo caso, parlare di palpitazioni cardiache con il giusto ritmo. La frequenza delle contrazioni durante un attacco raggiunge 240 battiti al minuto, causa uno stato debole, aumento della sudorazione, pallore e debolezza. La ragione di questa condizione risiede nella comparsa di ulteriori impulsi negli atri, a seguito della quale i periodi di riposo del muscolo cardiaco si riducono notevolmente.
  5. Tachicardia parossistica. Questo è il ritmo corretto, ma frequente del cuore. La frequenza cardiaca allo stesso tempo varia da 140 a 240 battiti al minuto. Inizia e scompare all'improvviso.
  6. Aritmia. Questa è una contrazione prematura (straordinaria) del muscolo cardiaco. Le sensazioni di questo tipo di aritmie possono essere sia un impulso intensificato nella regione del cuore che uno sbiadimento.

A seconda della gravità e della gravità delle aritmie cardiache, viene determinato il regime di trattamento.

Sintomi di aritmia cardiaca

Nel caso delle aritmie cardiache, i sintomi possono essere molto diversi e determinati dalla frequenza e dal ritmo delle contrazioni cardiache, dal loro effetto sull'emodinamica intracardiaca, cerebrale, renale e sulla funzione miocardica del ventricolo sinistro.

I principali segni di aritmia sono il battito del cuore o la sensazione di interruzioni, che svaniscono durante il lavoro del cuore. Il decorso delle aritmie può essere accompagnato da soffocamento, angina, vertigini, debolezza, svenimento e sviluppo di shock cardiogeno.

Sintomatologia a seconda della forma di aritmia:

  1. I sentimenti di battito cardiaco frequente e irregolare sono notati con fibrillazione atriale.
  2. Sbiadimento cardiaco e disagio nell'area del cuore - con aritmia sinusale.
  3. In extrasistoli, i pazienti si lamentano di sentimenti di sbiadimento, sobbalzi e interruzioni nel lavoro del cuore.
  4. Le palpitazioni sono solitamente associate a tachicardia sinusale.
  5. La tachicardia parossistica è caratterizzata da improvvisi attacchi di sviluppo e fine del battito cardiaco fino a 140-220 battiti. in pochi minuti
  6. Attacchi di vertigini e svenimento - con bradicardia sinusale o sindrome del seno malato.

Ci sono le cosiddette aritmie "stupide" che non si manifestano clinicamente. Di solito vengono rilevati mediante esame fisico o elettrocardiografia.

Aritmia durante la gravidanza

La prognosi della gravidanza e la consegna imminente dipende da come il cuore della donna risponde agli eventi attesi. Tuttavia, non si deve dimenticare che la gravidanza stessa, non essendo una condizione ordinaria, può causare un disturbo del ritmo e dare aritmia. Ad esempio, la comparsa di extrasistole o tachicardia parossistica durante la gravidanza, di regola, non indica una lesione organica del miocardio e si verifica in circa il 19-20% delle donne in gravidanza. E se la tossicosi tardiva si unisce a tutto questo, allora non è necessario aspettare un altro dal cuore, le aritmie si intensificheranno.

Questo tipo di aritmia, come blocco atrioventricolare completo o incompleto, non pone un particolare pericolo per la salute di una donna. Inoltre, la gravidanza contribuisce ad un aumento della frequenza ventricolare, quindi le misure vengono prese solo in caso di cadute del polso a 35 e battiti più bassi al minuto (aiuto ostetrico - l'imposizione di forcipe ostetrico). Ma con la cardiopatia organica, le donne sono trattate con maggiore attenzione, dal momento che la comparsa di fibrillazione atriale in una situazione del genere è una controindicazione alla conservazione della gravidanza. Inoltre, la scelta della modalità di consegna prima del termine richiede anche una cura speciale. Sembra così benigno, in altri casi, un taglio cesareo in questi pazienti può essere minacciato di tromboembolia nel sistema dell'arteria polmonare (PE).

Certo, nessuno può proibire la gravidanza a nessuno, quindi le donne con malattie cardiache assumono consapevolmente il rischio spinto dal loro amato desiderio di diventare madre. Ma dal momento che una gravidanza è già avvenuta, le prescrizioni e le raccomandazioni del medico devono essere seguite scrupolosamente: osservare il programma di lavoro e di riposo, prendere i farmaci necessari e farsi ricoverare all'occorrenza quando necessario sotto la supervisione dei medici. Il parto in tali donne, di regola, avviene in una clinica specializzata, dove una donna può in qualsiasi momento ricevere assistenza medica di emergenza (tenendo conto delle malattie cardiache) in caso di circostanze impreviste.

diagnostica

Se vi sono segni di aritmia, il medico prescriverà un esame completo del cuore e dei vasi sanguigni per identificare la causa. I metodi diagnostici primari sono l'ascolto del cuore e dell'ECG.

Se la patologia non è di natura permanente, viene utilizzato il monitoraggio Holter - registrazione 24 ore su 24 del ritmo cardiaco utilizzando sensori speciali (eseguiti nel reparto pazienti). In alcuni casi, la ricerca passiva non è sufficiente. Quindi i medici inducono l'aritmia in modo artificiale. Per questo, sono stati sviluppati diversi test standard. Eccoli:

  • attività fisica;
  • mappatura;
  • esame elettrofisiologico;
  • prova con un tavolo inclinato.

Trattamento delle aritmie cardiache

Nel caso di aritmia cardiaca diagnosticata, la scelta delle tattiche di trattamento viene effettuata prendendo in considerazione la causa, il tipo di disturbo del ritmo cardiaco e le condizioni generali del paziente. A volte, per ripristinare il normale funzionamento del cuore, è sufficiente condurre una correzione medica della malattia di base. In altri casi, il paziente può richiedere un trattamento medico o chirurgico, che deve essere necessariamente eseguito sotto monitoraggio sistematico dell'ECG.

Farmaci usati nella terapia farmacologica per le aritmie:

  • bloccanti dei canali del calcio - verapamil / diltiazem;
  • beta-bloccanti - metoprololo / bisoprololo / atenololo;
  • bloccanti dei canali del potassio - cordaron / sohexal;
  • bloccanti dei canali del sodio - Novocainid / lidocaina.

La chirurgia viene praticata nelle fasi di grave degrado del tessuto muscolare cardiaco. Le seguenti procedure possono essere assegnate:

  • stimolazione cardiaca;
  • impianto di un defibrillatore cardioverter;
  • ablazione con catetere a radiofrequenza.

Il trattamento di aritmie cardiache, particolarmente delle sue forme complesse, è fatto solo da un cardiologo. Applicare i farmaci di cui sopra solo secondo indicazioni rigorose, a seconda del tipo di aritmia. All'inizio del trattamento, la selezione del farmaco deve essere effettuata sotto la supervisione di un medico e, nei casi più gravi, solo in ospedale. Data la diagnosi, il medico seleziona la terapia farmacologica.

Rimedi popolari

Immediatamente, notiamo che nella diagnosi di aritmia cardiaca, i rimedi popolari dovrebbero essere usati solo come aggiunta ai farmaci tradizionali, ma in nessun caso dovrebbero essere sostituiti. Infatti, le erbe accelerano solo il processo di guarigione, ma non sono in grado di curare completamente una persona. Questo è ciò che dovrebbe procedere quando scegli le tue ricette preferite.

  1. Versare 30 bacche di biancospino con un bicchiere di acqua bollente e mettere il composto su un piccolo fuoco per 10-15 minuti. Il decotto viene consumato fresco in parti uguali per tutto il giorno.
  2. Mescolare una bottiglia di tintura di spirito di valeriana, biancospino e motherwort. Agitare bene la miscela e metterla in frigorifero per 1-2 giorni. Il medicinale viene assunto 30 minuti prima dei pasti, 1 cucchiaino.
  3. Fai bollire un bicchiere d'acqua in una casseruola di smalto e aggiungi 4 grammi di erba adonis. Far bollire la miscela per 4-5 minuti a fuoco basso, quindi raffreddarla e posizionare la padella in un luogo caldo e asciutto per 20-30 minuti. Il brodo filtrato viene conservato in frigorifero, preso 1 cucchiaio 3 volte al giorno.
  4. Tagliare 0,5 kg di limoni e riempirli con miele fresco, aggiungendo alla miscela di 20 noccioli, tolti dai semi delle albicocche. Mescolare accuratamente e prendere 1 cucchiaio al mattino e alla sera.

effetti

Il decorso di qualsiasi aritmia può essere complicato dalla fibrillazione ventricolare e dal flutter, che equivale a fermare la circolazione sanguigna e portare alla morte del paziente. Già nei primi secondi si sviluppano vertigini, debolezza, perdita di coscienza, minzione involontaria e convulsioni. Pressione arteriosa e polso non vengono rilevati, la respirazione si ferma, le pupille si dilatano - si verifica uno stato di morte clinica.

Nei pazienti con insufficienza circolatoria cronica (angina, stenosi mitralica), la dispnea si verifica durante i parossismi delle tachiaritmie e si può sviluppare edema polmonare.

Con blocco atrioventricolare completo o asistolia, possono svilupparsi stati sincopali (attacchi di Morgagni-Adems-Stokes caratterizzati da episodi di perdita di coscienza), causati da una brusca diminuzione della gittata cardiaca e della pressione sanguigna e una diminuzione dell'afflusso di sangue al cervello.

Disturbi tromboembolici nella fibrillazione atriale in ogni sesto caso portano a un ictus cerebrale.

prevenzione

Anche quando sai cos'è questa malattia, qualsiasi consiglio su come trattare l'aritmia sarà inutile se non segui le semplici regole della prevenzione a casa:

  1. Esercizio mattutino o atletica.
  2. Monitorare la glicemia e la pressione sanguigna
  3. Rinunciare a tutte le cattive abitudini
  4. Mantenere il peso entro i limiti normali.
  5. Mantenere lo stile di vita più calmo e uniforme, soggetto a emozioni, tensioni e tensioni eccessive.
  6. Dieta adeguata, costituita da prodotti esclusivamente naturali.

Se compaiono i primi segni di aritmia, allora non dovresti attendere l'aggiunta di sintomi più gravi, contatta immediatamente il medico, quindi il rischio di complicazioni e la ponderazione del benessere generale saranno molto più bassi.

prospettiva

In termini di prognosi, le aritmie sono estremamente ambigue. Alcuni di essi (extrasistoli sopraventricolari, rari extrasistoli dei ventricoli), non associati a una cardiopatia organica, non rappresentano una minaccia per la salute e la vita. La fibrillazione atriale, al contrario, può causare complicazioni potenzialmente letali: ictus ischemico, grave insufficienza cardiaca.

Le aritmie più gravi sono flutter e fibrillazione ventricolare: rappresentano una minaccia immediata per la vita e richiedono la rianimazione.

L'aritmia cardiaca e le sue conseguenze sono pericolose?

Ognuno di noi ha familiarità con la situazione quando sembra che ora il cuore salterà fuori dal petto. Questa è un'aritmia del cuore, le cui conseguenze possono essere le più deplorevoli. Danneggiano non solo il sistema cardiovascolare, ma anche tutto il corpo. Dopotutto, il cuore è il motore che guida l'intero corpo, assicurando le sue funzioni vitali. E il lavoro del cuore dipende direttamente dal corretto funzionamento del suo sistema nervoso.

La maggior parte delle persone non prende sul serio i sintomi dell'aritmia, credendo che sia sufficiente rilassarsi o calmarsi - e il problema si risolve da solo. Tale atteggiamento nei confronti della loro salute, non fa altro che esacerbare la situazione, peggiorando la loro salute. Se il tempo non prende misure per eliminare i primi sintomi, le conseguenze delle aritmie cardiache porteranno a gravi complicazioni.

Come funziona il cuore

Nel luogo in cui la vena cava cade nel cuore, c'è un nodo sinusale responsabile della comparsa di impulsi nervosi. Come funziona dipende dal ritmo del battito cardiaco. Nelle contrazioni cardiache, la sincronicità scompare, che porta alla comparsa di aritmie.

Le principali conseguenze di tale fallimento sincrono sono tromboembolismo, bradicardia, tachicardia, fibrillazione e battito cardiaco.

Il tromboembolismo si verifica quando il sangue inizia a ristagnare nelle vene. La stessa stagnazione provoca un debole lavoro degli atri, che si contraggono piuttosto debolmente e non pompano il sangue nel volume adeguato. Ma i ventricoli del cuore iniziano a contrarsi più spesso del necessario. Non appena il battito del cuore viene ripristinato e il flusso sanguigno ritorna al suo corso normale, i coaguli sanguigni risultanti si staccano e penetrano nel sistema circolatorio. Le conseguenze più gravi in ​​questo caso possono essere i seguenti fenomeni:

  • trombosi dell'arteria polmonare;
  • trombosi cerebrale;
  • trombosi mesenterica intestinale;
  • trombosi venosa degli arti inferiori.

Tromboembolismo e sue conseguenze

Il primo caso è il più pericoloso. Se un coagulo di sangue entra nell'arteria che alimenta i polmoni, smette di funzionare, la respirazione si ferma e la persona muore per soffocamento. La mancata fornitura di assistenza tempestiva come la trombosi porta alla morte del paziente.

Ottenendo un ampio circolo di circolazione del sangue nel cervello, i coaguli di sangue provocano lo sviluppo di ictus, e in casi più rari, una persona cade in uno stato di coma. La situazione è curabile, ma dopo aver sofferto di complicazioni, molti pazienti rimangono permanentemente disabili. Sono significativamente disturbati o la parola è completamente persa, c'è una paralisi degli arti su un lato del corpo o avviene l'immobilizzazione completa. Per ripristinare le abilità precedenti e riportare la persona alla cura di sé, richiede un lungo e faticoso lavoro, la cura della persona amata e le forze interne del paziente.

La trombosi del mesentere dell'intestino porta alla morte delle sue parti e all'interruzione dell'apparato digerente. Coaguli di sangue nelle vene degli arti portano allo sviluppo di cancrena. Se noti la malattia nel tempo, puoi eseguire un'operazione per penetrare nelle vene, ma solo se la necrosi tissutale non è ancora iniziata. Se la morte è iniziata, l'unica via d'uscita è l'amputazione.

Una complicazione più rara di aritmia cardiaca

La funzione cardiaca errata può portare alla bradicardia. Questa riduzione del numero di battiti cardiaci è inferiore a 40 battiti al minuto con una frequenza sana di 60-90 battiti.

Il pericolo di un battito cardiaco così raro è che il sangue si muove più lentamente attraverso le vene e le arterie, e questo porta ad una diminuzione della produzione di nutrienti e ossigeno da parte dei tessuti e degli organi di tutto il corpo. Di conseguenza, pre-incoscienza, debolezza, apatia, tinnito, vertigini e visione offuscata. Ci sono casi di completa perdita di coscienza, ma prima una persona riesce a informare gli altri del deterioramento della sua condizione.

Quando una tale condizione si verifica per la prima volta, una persona può essere molto spaventata. Se il paziente è a conoscenza della malattia, quindi per eliminare le sue manifestazioni, è possibile installare un pacemaker che imposterà il cuore al ritmo corretto. Con un normale battito cardiaco, questo dispositivo è in "modalità sospensione", ma non appena la frequenza del battito cardiaco diminuisce, si accende.

Pericolo di tachicardia

La complicazione opposta di aritmia cardiaca è la tachicardia. Ha una frequenza cardiaca rapida - oltre 90 battiti al minuto. È impossibile perdere questo stato: il cuore inizia a martellare nel petto, nelle tempie che bussa, l'impulso si spegne. In uno stato normale, una persona non sente il lavoro del cuore e, con la tachicardia, queste sensazioni non passeranno inosservate.

La tachicardia è pericolosa perché può portare a una condizione così grave come una recidiva di aritmia, e questo è un percorso diretto verso la tachicardia parossistica atriale o ventricolare. La seconda forma della malattia è più pericolosa, perché È difficile farmaci e procedure mediche. Tali complicazioni portano al sovraccarico del muscolo cardiaco. Con l'aiuto di farmaci, la frequenza cardiaca può essere riportata alla normalità molto rapidamente, ma durante il periodo di lavoro scorretto diventa molto stanco e il lavoro eccessivo porta al suo aumento di dimensioni. Se tali condizioni si verificano molto spesso, i sovraccarichi aumentano più volte e il cuore inizia ad ipertrofia. Più grande è la dimensione del muscolo cardiaco, più ossigeno ha bisogno per funzionare correttamente. Di conseguenza, si verifica una carenza di ossigeno, successivamente - cardiopatia ischemica e di conseguenza - infarto miocardico.

Una delle manifestazioni di tachicardia: fibrillazione e battito del cuore. In questo stato, la frequenza cardiaca al minuto può raggiungere 200-400 nel primo caso e 300-600 nel secondo. Questi tagli sono inadeguati. Questi fenomeni sono estremamente pericolosi, i farmaci non sono in grado di fermarli, quindi in caso di tali complicazioni, è necessario consultare urgentemente i medici per un intervento di emergenza.

Tutte le manifestazioni di tachicardia portano al sovraccarico del cuore e gradualmente le sue funzioni principali diminuiscono, i tessuti e gli organi non ricevono più ossigeno nella giusta quantità. Un po 'di tempo, il cuore ingrandito esegue ancora le funzioni assegnate, ma gradualmente il carico usuale diventa insopportabile e questo porta allo sviluppo di insufficienza cardiaca. Le sue principali manifestazioni sono la stasi del sangue nei tessuti e nei sistemi di organi, che ha anche segni esterni caratteristici. Questo è gonfiore degli arti inferiori del corpo, specialmente alla fine della giornata dopo un duro lavoro o una lunga durata.

Il fegato e la milza ingrossati a causa dell'accumulo di sangue in eccesso in essi portano all'interruzione del loro lavoro. Il sangue ristagna nei vasi dei polmoni, che è espresso da mancanza di respiro, tosse, incapacità di fare un respiro profondo. Quest'ultimo è il più pericoloso, perché dopo un certo periodo di tempo, il liquido nei polmoni stagnante inizia a penetrare nei tessuti circostanti e porta alla comparsa del suo edema. Con questa complicanza, è importante riconoscere la malattia nel tempo e prendere misure per il suo trattamento al fine di rimuovere la minaccia per la vita del paziente. L'edema polmonare risponde bene al trattamento, ma solo se viene diagnosticato in tempo. Se la malattia è stata scoperta in ritardo e lo stato è critico, il paziente deve essere immediatamente portato in ospedale per assistenza medica e procedure di rianimazione.

Conseguenze di aritmia

L'aritmia del cuore non è una reazione innocua del corpo a una situazione stressante o uno sforzo fisico, ma la prima campana di gravi problemi cardiaci. Questa è una manifestazione molto seria e pericolosa delle irregolarità esistenti nel lavoro del sistema cardiovascolare. Le complicazioni a cui può condurre sono molto difficili, è impossibile ripristinare completamente la salute del paziente dopo di loro. Le conseguenze possono essere molto diverse fino alla morte. Ecco perché è importante consultare un cardiologo in tempo, controllare il lavoro del muscolo cardiaco e fare una diagnosi corretta e tempestiva.

Non dovresti provare a eliminare le manifestazioni di aritmia da solo. Tutti i metodi di trattamento e i farmaci devono essere determinati solo dal medico curante e presi sotto stretto controllo in determinate dosi.

Se stai usando altri metodi di trattamento, specialmente quelli popolari, devono anche informare il medico.

Con le aritmie, l'automedicazione è un percorso molto pericoloso, spesso con il risultato più deplorevole.

Possibili conseguenze dell'aritmia cardiaca

  • Come funziona questo corpo
  • Disturbo del ritmo: conseguenze
  • Effetti rari della malattia
  • Cos'è la tachicardia pericolosa
  • Riassumendo

Le conseguenze delle aritmie cardiache possono essere dannose per tutto il corpo. Questo è un organo piuttosto complesso che fornisce quasi tutta l'attività vitale del corpo. Il cuore ha il suo sistema circolatorio e innervazione. In particolare, il suo lavoro dipende dal funzionamento del proprio sistema nervoso.

Come funziona questo corpo

Nella confluenza delle vene cave c'è un nodo del seno - un generatore di impulsi nervosi. Sulla base del suo lavoro è stato costruito il battito cardiaco. L'impulso formato passa attraverso il sistema di conduzione cardiaca - dal nodo del seno all'atrio-ventricolare situato al confine con i ventricoli. Da lui, l'eccitazione passa al fascio di His, arriva al posto della sua biforcazione sui rami destro e sinistro, e da loro lungo le fibre più piccole (fibre di Purkinje) l'eccitazione va ai cardiomiociti.
Quindi, si verifica il normale battito del cuore.

Tuttavia, a volte una situazione si sviluppa quando si perde il normale ritmo cardiaco, a causa del quale il cuore inizia a contrarsi in modo asincrono, cioè si sviluppa l'aritmia cardiaca (il battito del cuore è al ritmo sbagliato).

Disturbo del ritmo: conseguenze

Una delle principali conseguenze delle aritmie cardiache è il tromboembolismo. Perché si sta sviluppando?

Normalmente, i coaguli di sangue iniziano a formarsi a causa del ristagno di sangue negli atri non ingombranti. Tale quadro può essere osservato nel blocco del seno e dell'attività eccessiva della connessione atrioventricolare. I ventricoli si contraggono in un ritmo accelerato e gli atri sono a posto. Dopo aver ripristinato il ritmo, questi trombi cadono nei cerchi grandi e piccoli della circolazione sanguigna.

L'aritmia cardiaca può avere i seguenti effetti principali:

  1. La trombosi dell'arteria polmonare (PE), in particolare il tronco prima della biforcazione, è di grande pericolo. Questa condizione si riferisce al numero di emergenza. La mancata assistenza nel 100% dei casi è fatale.
  2. Anche i coaguli di sangue nella circolazione sanguigna sono pericolosi, specialmente se i coaguli di sangue penetrano nei vasi sanguigni del cervello. In questo caso, si sviluppa un ictus, e durante il blocco dei grandi tronchi del Circolo di Willis, c'è un coma. Gli ictus sono una pericolosa violazione delle funzioni sociali e delle caratteristiche di una persona. Molti pazienti che li hanno subito, perdono la capacità di parlare, il self-service. È possibile ripristinare queste capacità perse con esercizi quotidiani con il paziente e cure adeguate.
  3. La trombosi del mesentere dell'intestino, che porta alla sua necrosi, è pericolosa.
  4. Il tromboembolismo delle navi degli arti porta allo sviluppo di cancrena, l'unica via d'uscita da questa situazione è la trombolisi d'emergenza (se non ci sono ancora sintomi di morte tessutale), o l'amputazione dell'arto colpito (con cambiamenti irreversibili nei tessuti e la loro non-vitalità).

Effetti rari della malattia

Aritmia del cuore ha una complicazione così rara come bradicardia. È caratterizzato da una diminuzione della frequenza cardiaca a meno di 40 al minuto (normalmente, il cuore si riduce al ritmo di 60-90 battiti).

È pericoloso perché l'apporto di sangue a molti organi, incluso il cervello, è ridotto. Di conseguenza, lo svenimento può svilupparsi. Sono caratterizzati dalla presenza di aura (malessere generale, vertigini), perdita di coscienza e un periodo di recupero. Il paziente ha il tempo di avvertire gli altri della sua condizione prima di perdere conoscenza.

A volte una persona che non conosce questa caratteristica del suo corpo, può essere molto spaventata. L'unica via d'uscita da questa situazione è l'installazione di un pacemaker con un ritmo cardiaco specifico (almeno 60 al minuto), si accende a condizione che la frequenza cardiaca scenda sotto i 30-40 battiti.

Condizione contraria alla bradicardia, tachicardia. È caratterizzato da una frequenza cardiaca superiore a 90 battiti al minuto. Il paziente può sentire che il ritmo delle contrazioni è aumentato, secondo il suo polso, quando la mano viene applicata alla regione del cuore. Normalmente, una persona non sente il lavoro del cuore.

Cos'è la tachicardia pericolosa

Abbastanza spesso, le recidive di aritmie possono svilupparsi sullo sfondo, a seguito del quale si può sviluppare una tachicardia parossistica atriale o ventricolare. La forma ventricolare della tachiaritmia è più pericolosa, poiché è più difficile correggerla con i farmaci e la cardioversione.

Inoltre, un sovraccarico cardiaco si sviluppa in tachiaritmie. Se l'accelerazione della frequenza cardiaca viene rapidamente interrotta, non vi è alcuna minaccia per il cuore stesso in termini di superlavoro e aumento delle dimensioni. Tuttavia, con frequenti casi di palpitazioni, non affronta il sovraccarico e l'ipertrofia del miocardio risponde ad essa. A causa del fatto che il volume del cuore è aumentato, ha bisogno di più sangue ossigenato per il normale funzionamento. Di conseguenza, inizia a manifestare carenza di ossigeno, che porta inevitabilmente all'ischemia e successivamente all'infarto del miocardio.

Il più grande pericolo è lo sviluppo della fibrillazione e del battito del cuore. Queste condizioni sono caratterizzate da una frequenza cardiaca di 200-400 e 300-600, rispettivamente, ma queste riduzioni sono inferiori. Gli Stati sono pericolosi, nel caso del loro sviluppo, è impossibile ripristinare la condizione da soli, è necessario un intervento medico di emergenza (defibrillazione o cardioversione).

Se si sviluppa un sovraccarico del muscolo cardiaco, gradualmente perde la capacità di svolgere la sua funzione principale (fornire sangue a tessuti e organi). Gradualmente aumentando di dimensioni, per qualche tempo può ancora compensare la mancanza di circolazione sanguigna negli organi. Ma col passare del tempo, il cuore smette di far fronte al carico posto su di esso, che porta allo sviluppo di insufficienza cardiaca.

Si manifesta nella stagnazione del sangue nei tessuti e negli organi. I sintomi principali di questo sono:

  • gonfiore degli arti (più vicino alla fine della giornata lavorativa);
  • pletora di fegato e milza;
  • stasi di sangue nei vasi polmonari.

Il liquido congestionato nei vasi dei polmoni inizia a sudare dal vaso nel tessuto circostante, causando lo sviluppo di edema polmonare.

La condizione è pericolosa per la vita, quindi è estremamente importante determinare il grado di rischio e adottare le misure necessarie in modo tempestivo.

L'edema polmonare è facile da arrestare, tuttavia è necessario sospettare il suo sviluppo nel tempo e adottare le misure appropriate per l'erogazione di emergenza del paziente all'ospedale o all'unità di terapia intensiva.

Riassumendo

Quindi, l'aritmia cardiaca è una violazione piuttosto formidabile del lavoro di questo organo. L'elenco delle possibili complicazioni, che si sviluppano dopo una rottura del ritmo, è piuttosto impressionante. È per questo che è estremamente importante diagnosticare correttamente un disturbo del ritmo e prendere le misure appropriate.

Inoltre, se c'è un'aritmia cardiaca, in nessun caso non cercare di fermarlo da solo. Il trattamento deve essere concordato con il medico, che determinerà il dosaggio richiesto e sarà in grado di prevedere le possibili complicanze. L'auto-trattamento in questo caso può solo aggravare la condizione, quindi è meglio contattare uno specialista.

Conseguenze di aritmia cardiaca

Una delle sezioni più difficili della cardiologia è l'aritmologia (una disciplina clinica separata che si occupa della correzione di vari disturbi del ritmo cardiaco). Una condizione patologica derivante da problemi con il sistema di conduzione cardiaca che assicura la capacità dell'organo di eseguire contrazioni ritmiche è chiamata aritmia cardiaca. Secondo le statistiche, è circa il 15% del numero totale di malattie cardiache e spesso, in assenza di misure mediche urgenti, provoca lo sviluppo di insufficienza cardiaca e può persino portare alla morte.

Cos'è l'aritmia?

Le principali funzioni elettrofisiologiche del tessuto cardiaco includono l'automatismo, la conduttività, l'eccitabilità, la contrattilità e la refrattività. Quando i disturbi di conduzione (la capacità delle cellule di condurre impulsi elettrici), l'eccitabilità (la capacità del cuore di essere eccitato sotto l'influenza di impulsi) e l'automatismo (generazione automatica di segnali d'impulso), frequenza, ritmo e la corretta sequenza di contrazioni cardiache si verificano, vale a dire. violato il lavoro coordinato del corpo. Nella pratica clinica, questa condizione patologica che si verifica sotto l'influenza di uno o più fattori eziologici è chiamata aritmia.

Le cause delle aritmie

Ci sono molte cause di disturbi del ritmo cardiaco. Sono extracardiaci (non cardiaci), cardiaci e idiopatici.

Fattori extracardiaci

  • Eccessivo sforzo fisico
  • Situazioni stressanti;
  • Intossicazione da farmaci (disturbi del ritmo cardiaco causati dall'influenza di farmaci diuretici, glicosidi cardiaci, farmaci antiaritmici e psicotrope, imitazioni adrenergiche dell'azione indiretta);
  • Intossicazione da nicotina o alcol;
  • Intossicazione da caffeina;
  • Patologie endocrine (ipertiroidismo);
  • Lesioni organiche e funzionali del sistema nervoso centrale;
  • Squilibrio elettrolitico (diarrea, vomito, disidratazione);
  • Surriscaldamento o sovraraffreddamento del corpo;
  • Disfunzione del sistema nervoso autonomo;
  • PMS (sindrome premestruale);
  • Punture di insetti;
  • Aumento della temperatura corporea;
  • Feocromocitoma (tumore surrenale);
  • Lesioni elettriche e meccaniche;
  • Fattori genetici (cardiomiopatia ereditaria).

Fattori cardiaci

  • Insufficienza cardiaca;
  • CHD (cardiopatia ischemica);
  • L'ipertensione;
  • Difetti cardiaci congeniti e acquisiti;
  • Miocardite infettiva e non infettiva natura;
  • Intervento chirurgico e manipolazione diagnostica del cuore.
  • Cambiamenti sclerodegenerativi legati all'età nel miocardio e nel sistema di conduzione cardiaca (sostituzione delle cellule muscolari del muscolo cardiaco con tessuto fibroso).

Meccanismo di sviluppo dell'aritmia

Il sistema conduttivo del cuore, costituito da cellule specializzate che producono e conducono impulsi elettrici, garantisce il corretto funzionamento dell'organo. Nel nodo del seno (il driver del ritmo situato nella parte superiore dell'atrio destro) viene prodotto un segnale di impulso che innesca la contrazione del cuore. Inoltre, si estende agli atri, e poi - ai ventricoli, rispettivamente, causando la loro riduzione. A causa del fatto che ciascun cardiomiocita (cellula del sistema di conduzione) ha la capacità di generare periodicamente impulsi elettrici, esiste una probabilità della loro predominanza sugli impulsi del pacemaker. Tuttavia, ci sono casi in cui non tutti gli impulsi portano a una contrazione del cuore, o un segnale di impulso causa diverse contrazioni. Tutte queste situazioni causano vari disturbi del ritmo cardiaco.

Forme cliniche di aritmie

  1. Tachicardia (ventricolare e sopraventricolare).
  2. Bradicardia.
  3. Aritmia.
  4. Violazione della conduzione intraventricolare e atrioventricolare.
  5. Disfunzione del nodo sinusale

Secondo la natura del decorso clinico, le aritmie cardiache sono persistenti e transitorie, possono essere acute e croniche.

Sintomi di tachiaritmie (tachicardie)

A seconda della posizione della fonte dei disturbi del ritmo cardiaco, le tachiaritmie sono suddivise in ventricolare e sopraventricolare.

Segni clinici di fibrillazione atriale

La fibrillazione atriale, o fibrillazione atriale, è il disturbo più comune, caratterizzato da un aumento della frequenza cardiaca a 600 battiti al minuto. Può essere permanente, persistente e parossistico. I sintomi più caratteristici della fibrillazione atriale includono palpitazioni, mancanza di respiro, fastidio o dolore lancinante nella regione del cuore, aumento della sudorazione, minzione frequente e debolezza muscolare. I pazienti lamentano sentimenti di paura gratuita, spesso si osservano uno stato di panico, vertigini e svenimento.

Sintomi di tachicardia parossistica

La tachicardia parossistica è una condizione patologica, accompagnata da parossismi (attacchi di cuore) con una frequenza cardiaca di 140-220 battiti al minuto. Lo sviluppo improvviso e anche improvvisamente il susseguirsi del disturbo della pulsazione del cuore, caratterizzato da un ritmo regolare mantenuto, può avere una durata diversa (da alcuni secondi a diversi giorni).

A seconda del sito di localizzazione dell'eccitazione, la tachicardia parossistica è suddivisa in 3 forme: prepartum, ventricolare e atrioventricolare. Gli attacchi di aritmia sono accompagnati da vertigini, intorpidimento e contrazione del torace, nella regione del cuore e rumore nelle orecchie. Alcuni pazienti possono manifestare sintomi neurologici (indebolimento dei movimenti volontari (emiparesi), disturbi della parola). Inoltre, i segni caratteristici della tachicardia parossistica comprendono un leggero aumento della temperatura corporea, nausea, accumulo di gas nell'intestino e aumento della sudorazione. Dopo un attacco, il paziente sviluppa poliuria (il rilascio di una grande quantità di urina a bassa densità). Con un'aritmia sopraventricolare corrente a lungo termine, si osserva un calo della pressione sanguigna, si sviluppa una forte debolezza e lo svenimento è possibile.

Sintomi di bradicardia sinusale

Questo tipo di aritmia è caratterizzato da una frequenza cardiaca non superiore a 60 battiti al minuto. Molto spesso, la bradicardia si sviluppa sullo sfondo delle lesioni organiche del cuore. Disturbi del ritmo cardiaco (battito cardiaco inferiore a 40 battiti al minuto) sono accompagnati da debolezza, sudore freddo appiccicoso, dolore nell'area del cuore, vertigini, instabilità della pressione arteriosa, possibile perdita o confusione a breve termine, alterata memoria e concentrazione, brevi disturbi visivi. La condizione più pericolosa della bradicardia è il sequestro (convulsioni di Morgagni-Adems-Stokes), della durata di circa un minuto. In assenza di cure mediche tempestive, l'attacco può essere ritardato e portare alla cessazione della respirazione.

Sintomi di extrasistole

L'extrasistola è una malattia del ritmo cardiaco caratterizzata dal verificarsi di una o più contrazioni straordinarie del muscolo cardiaco. I sintomi più caratteristici della malattia comprendono i battiti cardiaci gravi, un arresto a breve termine e la successiva scossa tangibile. Spesso i pazienti lamentano dolore toracico, mancanza di aria, paura e ansia senza causa, aumento della sudorazione. A seconda della localizzazione del focus di eccitazione, i disturbi extrasistolici del ritmo cardiaco sono atriali, ventricolari e atrioventricolari (atrioventricolare).

Diagnosi di aritmie

La prima fase della diagnosi delle aritmie cardiache prevede l'assunzione di una storia e l'esame obiettivo del paziente.

I metodi diagnostici strumentali includono metodi di ricerca non invasivi e invasivi. Il paziente è assegnato:

  • ECG (elettrocardiografia) del cuore;
  • Monitoraggio Holter (ECG, eseguito durante il giorno o diversi giorni);
  • ecocardiogramma;
  • ultrasuoni;
  • studio elettrofisiologico transesofageo (CPEPI) del cuore;
  • studio elettrofisiologico intracardiaco (VEI);
  • Ultrasuoni della tiroide;
  • test con attività fisica (sotto controllo di ECG, pressione sanguigna, polso e benessere generale del paziente);
  • emocromo completo;
  • esame del sangue per INR (rapporto internazionale normalizzato);
  • analisi del sangue biochimica

Trattamento dell'aritmia

La scelta delle tattiche di trattamento si basa sulla causa, sul tipo di disturbo del ritmo cardiaco e sulle condizioni generali del paziente. A volte, per ripristinare il normale funzionamento del cuore, è sufficiente condurre una correzione medica della malattia di base. In altri casi, il paziente può richiedere un trattamento medico o chirurgico, che deve essere necessariamente eseguito sotto monitoraggio sistematico dell'ECG.

Trattamento farmacologico delle aritmie

Ad oggi, nella pratica clinica vengono utilizzati farmaci antiaritmici che, secondo il loro meccanismo d'azione, sono suddivisi in 4 classi:

  1. Farmaci stabilizzanti la membrana (bloccanti dei canali del sodio).
  2. β-bloccanti (farmaci che riducono la forza e la frequenza cardiaca).
  3. Bloccanti dei canali del potassio (antagonisti del potassio).
  4. Antagonisti del calcio (antagonisti del calcio).

I pazienti affetti da patologie cardiovascolari croniche (cardiopatia ischemica, insufficienza cardiaca cronica, ipertensione arteriosa), oltre a farmaci antiaritmici, inibitori dell'enzima di conversione dell'angiotensina sono raccomandati, così come statine, diuretici, farmaci che abbassano la pressione sanguigna, farmaci per terapia combinata e così via.

Trattamenti chirurgici

  1. EX (stimolazione cardiaca).
  2. Impianto di un defibrillatore cardioverter.
  3. Ablazione a radiofrequenza (catetere).

Prevenzione delle aritmie

Al fine di prevenire lo sviluppo di disturbi del ritmo cardiaco, è necessario seguire rigorosamente tutte le raccomandazioni mediche riguardanti il ​​trattamento della malattia di base (ipertensione, tireotossicosi, malattia coronarica, cardiosclerosi aterosclerotica, difetti cardiaci congeniti e acquisiti, stenosi mitralica, ecc.).

Al fine di prevenire la fibrillazione atriale, si consiglia ai pazienti di bilanciare la loro dieta, abbandonare caffè forte, tè e alcolici. Un fattore importante, prevenire e inibire lo sviluppo della malattia, è un'attività fisica moderata, camminare all'aria aperta, abbandonare cattive abitudini, raggiungere la pace interiore (assumere sedativi, auto-allenamento), mantenere il peso corporeo in uno stato stabile, monitoraggio costante dei livelli di zucchero e colesterolo, completa il riposo e dormi.

L'origine delle aritmie, le conseguenze e le raccomandazioni per il suo trattamento

Con il normale funzionamento, il cuore si contrae energicamente e ritmicamente, non prestiamo neppure attenzione al suo lavoro, perché non lo notiamo. Ma quando si verificano alcuni cambiamenti nel lavoro del cuore, questo non passa inosservato. A volte i cambiamenti nel lavoro del muscolo cardiaco possono essere dovuti allo stato dell'aritmia.
L'aritmia è una condizione del cuore in cui il muscolo cardiaco smette di funzionare ritmicamente e inizia a contrarsi e rilassarsi senza alcun ritmo, più veloce o più lento del normale. Con uno stato di aritmia, in particolare fibrillazione atriale, sono possibili battiti cardiaci irregolari nell'intervallo inferiore a 50 battiti al minuto a più di 400 battiti al minuto.
Molto spesso, una persona non si sente affatto male e solo sull'elettrocardiogramma ricevuto (ECG) è chiaramente visibile un ritmo cardiaco.

Origine di aritmia

L'aritmia in origine può essere: congenita, acquisita e idiopatica. L'aritmia congenita del cuore si nota dal momento della nascita e l'idiopatia è l'aritmia di origine sconosciuta. E solo la fibrillazione acquisita, di solito atriale, può verificarsi nel corso della vita di una persona come conseguenza di tali malattie che mettono in pericolo la vita come: malattia coronarica, ipertensione e diabete. Altre malattie non possono portare alla fibrillazione atriale. E anche queste malattie non sempre portano ad aritmie, sebbene aumentino il rischio di insorgenza.

Conseguenze di aritmia

Con le aritmie, il cuore continua a pompare il sangue attraverso se stesso, come in uno stato di salute. Tuttavia, l'aritmia è estremamente pericolosa con le sue conseguenze.

Conseguenze di aritmia (complicazioni):

  • tromboembolismo;
  • Insufficienza cardiaca.

Il tromboembolismo si verifica a causa di aritmie dovute al fatto che, con un ritmo accelerato del cuore, il sangue non viene semplicemente pompato attraverso il cuore come una pompa, ma come un miscelatore, che frusta il sangue negli atri. La conseguenza di ciò è la formazione di coaguli di sangue in certe aree del cuore, che alla fine si staccano. Un trombo distaccato, l'embolizzazione (intasa la particella distaccata) del cuore, che conduce all'angina, all'attacco cardiaco e alla morte, e al cervello, che porta ad ictus e morte.

Insufficienza cardiaca risultante da aritmie si manifesta in una insufficiente contrazione del muscolo cardiaco e l'incapacità di svolgere le sue funzioni di pompaggio del sangue. Di conseguenza, tutte le parti del corpo iniziano a soffrire di carenza di cibo e ossigeno, il che può causare una serie di gravi malattie.
Pertanto, l'aritmia, con la sua apparente innocuità, è una malattia grave. Immediatamente dopo la diagnosi di "aritmia", che di solito si verifica dopo aver rimosso l'elettrocardiogramma (ECG), il paziente viene sottoposto alla supervisione di un cardiologo.

Raccomandazioni per la diagnosi di "aritmia"

  1. Prima di tutto, è necessario un costante monitoraggio da parte di un cardiologo per la durata della malattia.
  2. L'assunzione rigorosa di tutti i farmaci prescritti è estremamente importante. Anche nel caso in cui una deviazione della malattia è notato e sentito. Finché c'è un pericolo di manifestazione delle conseguenze (complicazioni) di aritmia, il trattamento non può essere interrotto. Le conclusioni sulla conclusione della malattia dovrebbero fare un cardiologo.
  3. Con l'aritmia, è importante ridurre lo sforzo fisico. Con le azioni fisiche aumenta il carico sul cuore. Ciò porta ad un aumento della frequenza delle contrazioni cardiovascolari, che, a loro volta, possono contribuire al verificarsi di fenomeni di insufficienza cardiaca: mancanza di respiro, diminuzione della resistenza durante le azioni fisiche, affaticamento, gonfiore degli arti inferiori e altre parti del corpo. Per evitare questo, il carico dovrebbe essere delicato.
  4. Non puoi auto-medicare e assumere in modo indipendente additivi biologicamente attivi (BAA) ed erbe medicinali. L'accettazione di tali farmaci deve essere approvata dal cardiologo frequentante.
  5. perché la presenza di aritmie spesso non è percepita affatto da una persona, è necessario essere periodicamente esaminata da un cardiologo (vengono controllati elettrocardiogramma (ECG), colesterolo e glicemia.È particolarmente importante effettuare periodicamente tali esami a partire dai 40 anni di età. "Aritmia", maggiore è la probabilità di successo del trattamento e minore è il rischio di complicanze.

L'aritmia è una malattia pericolosa, principalmente a causa delle sue conseguenze. Tuttavia, è ben curabile. L'importante è avviarlo il prima possibile con i problemi identificati. E l'identificazione di questi problemi è perfettamente contribuito alla rimozione dell'elettrocardiogramma (ECG).
Prenditi cura del tuo cuore, prenditi cura di esso e si ridurrà ritmicamente e con forza.

Conseguenze di aritmia cardiaca

Conseguenze di aritmia cardiaca

Se il tuo cuore inizia a battere più velocemente prima di una riunione di lavoro o prima della prima data, allora è normale. Ma all'improvviso, per ragioni sconosciute, ti senti debole, il respiro è diventato più frequente, la testa ha cominciato a girare e il tuo cuore ha cominciato a battere come se fossi in esecuzione per tre ore senza fermarsi. Non è necessario impegnarsi nell'auto-trattamento, fissare un appuntamento con un cardiologo, poiché è probabile che si abbia un'aritmia cardiaca. Se non si interviene nel trattamento, le conseguenze delle aritmie cardiache che non sono state trattate saranno le più imprevedibili.

Pericolo di aritmia

Il grado di pericolo di aritmia dipende dal suo tipo:

- aritmia sinusale. Questa forma della malattia di solito si verifica nei giovani, e se parliamo del pericolo di questo tipo di aritmia cardiaca, allora non c'è un grande pericolo. Non è richiesto un trattamento speciale, ma a volte indica una malattia così grave, come l'anemia, varie infezioni, un tumore al cervello o un'insufficiente circolazione sanguigna. È necessario essere esaminato in questo caso;

- Fibrillazione atriale. Si verifica più spesso. Questa forma di malattia minaccia lo sviluppo dell'ictus ischemico. Grave blocco cardiaco può causare ischemia cerebrale. Il lavoro del cuore è disturbato così tanto che il volume di sangue gettato nell'aorta diminuisce significativamente. Il cervello è più sensibile alla privazione di ossigeno, la persona si sente molto stordita e perde conoscenza. Se l'attacco dura più di cinque minuti, la persona può morire;

- tipi di aritmie, riducendo notevolmente la contrattilità del cuore. Tutto il corpo inizia a soffrire di mancanza di ossigeno e questo porta a edema polmonare. Può verificarsi tromboembolia, poiché il sangue con una frequenza cardiaca rapida non viene semplicemente pompato attraverso di esso come una pompa, ma viene frustato negli atri come un mixer. La conseguenza di questo fenomeno è la formazione di un coagulo di sangue in un certo punto del cuore, che può staccarsi nel tempo. Un coagulo di sangue rotto intasa il cuore e questo può causare infarto del miocardio. Se un coagulo di sangue rimane bloccato negli arti inferiori, allora può verificarsi una trombosi dei vasi degli arti inferiori con la loro successiva amputazione.

Cause di aritmie:

- violazioni che sono sorte nel cuore. Questo può essere una malattia ischemica e insufficienza cardiaca e angina con infarto miocardico e molti altri disturbi;

- effetti sul cuore di sostanze tossiche - alcol e fumo;

- un eccesso o mancanza di calcio e potassio nel sangue;

- prendendo alcuni farmaci, specialmente quelli non controllati, ad esempio i farmaci che stimolano la minzione.

Qual è il trattamento per l'aritmia e come prevenirlo?

1. Prima di tutto, è necessario trovare la causa che ha causato i disturbi del ritmo cardiaco ed eliminarla. Il paziente deve essere a riposo e aderire al riposo a letto. Qualsiasi stress fisico è controindicato. Il trattamento è prescritto da un medico. Prescrivere farmaci che normalizzano il ritmo cardiaco e migliorano il funzionamento del cuore, in generale.

2. Non fare affidamento su una sola assistenza medica. Devi prenderti cura del tuo cuore. Smetti di fumare, limita il caffè e l'alcol. Non c'è bisogno di mentire per tutto il weekend davanti alla TV, nuotare, lo yoga sarà molto utile. O vai e cammina. Il cuore ama la frutta e la verdura, quindi devi mangiare cibi ricchi di potassio: banane, albicocche secche, uvetta e patate al forno. Cerca di non soccombere allo stress, poiché impongono anche la loro impronta negativa sul lavoro del cuore.

Disturbi del ritmo cardiaco: conseguenze di aritmia, origine della malattia e raccomandazioni

Le malattie che influenzano il lavoro del cuore, influenzano negativamente la condizione di tutto l'organismo. Particolarmente comuni sono vari fallimenti del battito cardiaco associati a malattie strutturali e funzionali dell'organo. Le conseguenze dell'aritmia dipendono dalla sua origine e dalle caratteristiche del decorso della malattia.

Lavoro del sistema cardiovascolare

Cambiamenti patologici nel ritmo cardiaco possono verificarsi a causa di vari disturbi strutturali e funzionali.

Il cuore è una specie di pompa muscolare, grazie al lavoro del quale il sangue si muove attraverso i vasi e nutre tutti i tessuti del corpo. L'attività muscolare dell'organo è organizzata da fattori interni ed esterni, ma il ruolo principale è svolto dalle strutture conduttive. La sequenza di eccitazione e contrazione del cuore è chiamata ritmo cardiaco.

Normalmente, i vari reparti del corpo sono ridotti in momenti diversi. C'è una leggera pausa tra la contrazione degli atri e dei ventricoli, dovuta alla quale il sangue si muove completamente da una sezione all'altra.

Inizialmente, l'impulso si verifica nel nodo del seno dell'atrio, da dove viene ulteriormente distribuito attraverso gli elementi conduttivi nel tessuto muscolare dei ventricoli. È il nodo del seno che imposta i parametri principali dell'organo: frequenza, consistenza e ritmo.

La funzione contrattile del miocardio è completamente autonoma. L'impulso elettrico che provoca la contrazione delle cellule muscolari avviene in modo indipendente nel nodo del seno ed è distribuito passivamente nello spessore del tessuto cardiaco. Fattori ormonali e nervosi esterni accelerano o rallentano il lavoro del corpo per adattarsi alle diverse esigenze funzionali del corpo.

Pertanto, durante l'attività fisica attiva, il cuore deve consegnare il sangue ai muscoli scheletrici più velocemente, così il sistema nervoso stimola un aumento della frequenza delle contrazioni.

A riposo, l'organo può anche rallentare a causa di influenze esterne. Tuttavia, vari disturbi strutturali e funzionali possono causare cambiamenti patologici nell'attività contrattile.

Cos'è l'aritmia

Quando l'attività contrattile del cuore è disturbata, i tessuti del corpo soffrono di carenza di ossigeno e sostanze nutritive.

L'aritmia è un disturbo funzionale dell'attività del muscolo cardiaco, caratterizzato da battito cardiaco anormale. Questa potrebbe essere una violazione del ritmo, della sequenza o della frequenza della contrazione del muscolo cardiaco. Spesso, i cardiologi specificano che qualsiasi ritmo diverso dal ritmo sinusale può essere considerato un'aritmia.

Nella maggior parte dei casi, i battiti cardiaci anormali sono causati da patologie miocardiche funzionali o strutturali. Allo stesso tempo, le manifestazioni cliniche della malattia dipendono dal tipo e dalla posizione della patologia. Le principali forme della malattia includono:

  1. Troppi tagli rapidi (tachicardia)
  2. Tagli troppo lenti (bradicardia)
  3. Contrazione prematura
  4. Riduzione caotica

In questo caso, un disturbo dell'attività contrattile influenza quasi sempre la funzione di pompaggio del cuore. Se la contrazione ventricolare si verifica prematuramente, il sangue non ha il tempo di fluire completamente nelle arterie, ei tessuti del corpo soffrono di carenza di ossigeno e sostanze nutritive.

Il lavoro caotico del muscolo cardiaco è una condizione più pericolosa che può portare all'asistolia. Tuttavia, molte forme della malattia sono dovute a disturbi minori e non permanenti che non causano gravi complicazioni.

Origine della malattia

L'obesità è un fattore di rischio per l'aritmia

L'eziologia di un disturbo dell'attività contrattile può essere associata a fattori esterni e interni. A questo punto, è necessario distinguere chiaramente tra cambiamenti fisiologici (normali) e patologici nel battito cardiaco, poiché i primi sono dovuti all'adattamento del miocardio ai carichi sul corpo.

Una tazza di caffè può causare extrasistoli (battito cardiaco extra) e un aumento della frequenza cardiaca, ma questa è una reazione naturale di un corpo sano. Con le aritmie ci sono interruzioni arbitrarie dell'attività cardiaca causate da patologie strutturali e funzionali.

Le principali cause della malattia:

  • La cardiopatia ischemica è una patologia caratterizzata da insufficiente afflusso di sangue alle cellule dell'organo. Di norma, l'ischemia è una complicazione dell'aterosclerosi delle arterie coronarie.
  • Endocardite - infiammazione del tessuto muscolare del cuore
  • Squilibrio elettrolitico di sangue. L'attività contrattile dipende dal contenuto di sodio, potassio, calcio e altre sostanze nella parte liquida del sangue.
  • Cambiamenti strutturali nel tessuto muscolare causati da una malattia infettiva, infarto e altri fattori
  • Anomalie congenite e acquisite della struttura dell'organo. Un ruolo speciale è giocato dallo sviluppo anormale dei percorsi.
  • Patologie valvolari - compromissione del funzionamento delle strutture che separano gli atri dai ventricoli
  • Gli effetti del farmaco. Gli effetti collaterali di glicosidi e diuretici spesso causano anormalità cardiache.
  • Danno tossico al tessuto cardiaco durante il fumo, l'alcolismo e la tossicodipendenza

Come nel caso di altre malattie cardiovascolari, lo sviluppo della patologia è anche associato a fattori di rischio. Nel caso di aritmia, si distinguono i seguenti fattori principali:

  • Qualsiasi malattia cardiaca nella storia
  • Malattie croniche dell'apparato respiratorio (asma bronchiale, broncopneumopatia ostruttiva)
  • Sottoposti a chirurgia cardiaca
  • obesità
  • Ipertensione arteriosa e aumento del colesterolo nel sangue
  • Malattie della ghiandola tiroidea - una diminuzione o un aumento della sintesi di ormoni
  • diabete mellito
  • L'apnea ostruttiva del sonno è un disturbo che interrompe la respirazione per un breve periodo di tempo.
  • Abuso di caffeina

È importante capire che i fattori di rischio aumentano solo la probabilità di sviluppare una malattia in un particolare paziente. La maggior parte di questi fattori può anche influenzare lo sviluppo di qualsiasi altra patologia cardiovascolare.

effetti

Quando le aritmie sono principalmente colpite dal tessuto cerebrale

L'aritmia può influire sulla salute dell'intero organismo, ma solitamente gli effetti di un disturbo del ritmo sono direttamente correlati alla funzione di pompaggio del miocardio. Pertanto, le conseguenze dirette della malattia includono una quantità insufficiente di sangue spinto nelle arterie, che porta allo scompenso cardiaco.

Il tessuto cerebrale è il primo ad essere colpito, poiché i neuroni necessitano di un apporto costante di ossigeno e sostanze nutritive dal sangue. Anche una breve pausa nell'afflusso di sangue al cervello può provocare vertigini o svenimenti.

La malattia cambia non solo la normale attività contrattile del miocardio, ma anche le caratteristiche fisiche del flusso sanguigno. A causa del lavoro caotico e instabile del corpo, si forma un flusso turbolento di sangue, il cui pericolo è associato alla formazione di coaguli.

I coaguli di sangue, a loro volta, bloccano le arterie che alimentano le cellule e causano danni ischemici. La complicazione più pericolosa è l'ictus ischemico, in cui l'apporto di sangue al cervello viene bruscamente interrotto.

Tipi di disturbo

Un tipo di disturbo del ritmo cardiaco è la tachicardia - battito cardiaco accelerato

Tipi di disturbi del ritmo sono classificati per origine e tipo di influenza sull'attività contrattile. Nella maggior parte dei casi, il cuore inizia a funzionare troppo velocemente o troppo lentamente, ma vengono rilasciati anche tipi più complessi di patologia.

La frequenza cardiaca lenta si chiama bradicardia. Una caratteristica distintiva dello stato è la riduzione del muscolo cardiaco meno di 60 volte al minuto, che non corrisponde al ritmo sinusale.

Questa può essere una condizione fisiologica (adattativa) o patologica. In questo caso, il danno della bradicardia patologica è la mancanza di afflusso di sangue ai tessuti.

Ci sono i seguenti tipi di patologia:

  1. Bradicardia dovuta a malfunzionamento del nodo del seno. La malattia può verificarsi a causa di traumi, infezioni o altri effetti patologici.
  2. Bradicardia a causa della violazione dei percorsi. Questo tipo di patologia è caratterizzato dal rallentamento del lavoro delle singole strutture di organi (ad esempio, solo i ventricoli).

Le palpitazioni cardiache sono chiamate tachicardie. Una caratteristica di questo disturbo è la frequenza cardiaca di oltre 100 battiti al minuto. Esistono i seguenti tipi di tachicardie:

  1. Tachicardia sopraventricolare - un aumento della velocità dell'organo, originante sopra i ventricoli
  2. Fibrillazione atriale - attività muscolare atriale caotica veloce
  3. Tachicardia ventricolare - un aumento della frequenza delle contrazioni che si verifica nei ventricoli
  4. La fibrillazione ventricolare è la forma più pericolosa di tachicardia, che può causare una diminuzione della pressione sanguigna e persino asistolia

Altri tipi di malattia:

  1. Contrazione prematura (extrasistole) degli atri - la comparsa di contrazione addizionale dopo sistole
  2. La contrazione ventricolare prematura è il tipo più comune di disturbo del ritmo che si verifica a causa di stress, abuso di caffeina, effetti collaterali dei farmaci e malattie cardiache.
  3. Flutter atriale o flutter ventricolare è una forma più lieve di fibrillazione atriale, che si verifica spesso dopo un intervento chirurgico cardiaco.
  4. Tachicardia parossistica - un forte aumento a breve termine della frequenza cardiaca

Non è possibile stabilire il meccanismo di sviluppo di alcune forme di patologia, pertanto alla classificazione si aggiungono talvolta anche aritmie idiopatiche.

sintomi

Il dolore al petto può essere un sintomo di aritmia.

Molte forme di disturbo del ritmo sono caratterizzate da un decorso asintomatico. Molto spesso, la funzione di pompaggio del miocardio non è compromessa. Le forme più pericolose di patologia spesso si manifestano con i seguenti sintomi:

  • Una sensazione di palpitazioni a riposo, accompagnata da una sensazione di disagio al petto.
  • Vertigini e svenimento
  • Respiro confuso
  • Debolezza e sensazione di stanchezza
  • Dolore al petto
  • Sudorazione eccessiva

Spesso, l'interruzione dell'attività miocardica causa sintomi di angina pectoris, manifestata da un forte dolore toracico e da un senso di paura.

Diagnosi e trattamento

Per identificare un disturbo del ritmo, è necessario indagare sull'attività elettrica del cuore. Prima di questo, il dottore intervisterà il paziente e condurrà un esame fisico, il cui scopo è identificare i sintomi della malattia. I dati sull'anamnesi sono importanti anche per la diagnosi, poiché le patologie già identificate possono essere la causa della malattia.

Metodi diagnostici strumentali:

  • Elettrocardiografia: lo studio dell'attività elettrica del miocardio mediante sensori posti su diverse parti del corpo. Il cardiogramma risultante aiuterà il medico a rilevare eventuali anomalie dell'attività contrattile.
  • Monitoraggio Holter - registrazione giornaliera di un elettrocardiogramma utilizzando un dispositivo portatile collegato al corpo del paziente. Durante la registrazione del cardiogramma, il paziente deve tenere un diario di benessere e indicare il momento in cui si verificano le sensazioni spiacevoli.
  • L'ecocardiogramma è un metodo non invasivo di ecografia che consente di valutare le caratteristiche strutturali e funzionali di un organo.
  • Caricare il test - registrare il cardiogramma durante l'allenamento. Il metodo consente di identificare la forma non permanente del disturbo del ritmo.

La tattica del trattamento dipende dal tipo di malattia e dai fattori minori. I seguenti metodi chirurgici e terapeutici sono i più efficaci:

  • Terapia farmacologica - farmaci antiaritmici e anticoagulanti
  • Impianto di dispositivi sottocutanei per la normalizzazione dell'attività cardiaca
  • Rapida rimozione della fonte della malattia mediante cateterizzazione
  • Intervento di bypass con arteria coronaria nel caso della natura ischemica del disturbo

Le misure terapeutiche possono essere principalmente volte ad eliminare la causa alla radice della malattia, poiché l'aritmia stessa è una complicazione comune di varie forme di danno miocardico.

Il seguente video riguarda il trattamento chirurgico moderno delle aritmie:

Effetti rari di aritmie e raccomandazioni

Un'ottima prevenzione delle aritmie è uno stile di vita attivo.

Insufficienza cardiaca rara, edema polmonare e asistolia sono tra le complicazioni piuttosto rare della patologia dell'attività contrattile.

Tali effetti si osservano nelle forme gravi della malattia. La formazione di coaguli di sangue è talvolta indicata come una rara complicazione, tuttavia, con una storia di aterosclerosi, il rischio di arterie intasate aumenta in modo significativo.

La patologia dell'attività miocardica diventa spesso una scoperta diagnostica accidentale sullo sfondo del completo benessere clinico. Nell'identificare la malattia, i medici possono raccomandare misure preventive volte a prevenire possibili complicanze.

Un'attenzione particolare dovrebbe essere rivolta alle seguenti raccomandazioni:

  • Cibo sano (meno colesterolo) e uno stile di vita attivo
  • Controllo del peso corporeo
  • Smettere di fumare e bere alcolici
  • Rifiuto di caffeina
  • Trattare con lo stress e l'ansia
  • Trattamento tempestivo delle patologie cardiovascolari croniche
  • Normalizzazione della pressione sanguigna
  • Trattamento delle malattie infettive prima dell'insorgenza di complicanze

Le misure preventive letterarie aiuteranno a preservare l'attività funzionale del muscolo cardiaco e ad evitare i pericolosi effetti della malattia.

Notato un errore? Selezionalo e premi Ctrl + Invio per dircelo.

Per Saperne Di Più I Vasi