Endarterite obliterante

L'endarterite obliterante è una lesione progressiva delle arterie periferiche, accompagnata da stenosi e obliterazione con lo sviluppo di un'ischemia severa degli arti. Il decorso clinico dell'endarterite obliterante è caratterizzato da claudicatio intermittente, dolore all'arto, disturbi trofici (crepe, pelle secca e unghie, ulcere); necrosi e arti gangreni. La diagnosi di endoarterite obliterante si basa su dati fisici, i risultati dell'ecografia Doppler, la reovasografia e l'arteriografia periferica, la capillaroscopia. Il trattamento conservativo di endarterite obliterante comprende corsi di medicina e fisioterapia; Le tattiche chirurgiche comprendono simpaticectomia, trombendarterectomia, protesi delle arterie, smistamento ecc.

Endarterite obliterante

L'obliterazione dell'endarterite è una malattia cronica dei vasi periferici, che si basa sulla obliterazione delle piccole arterie, che è accompagnata da gravi disturbi circolatori degli arti inferiori distali. Gli endometriti obliterani soffrono quasi esclusivamente di maschi: il rapporto tra uomini e donne è 99: 1. L'obliterazione dell'endarterite è una delle cause più comuni di amputazione degli arti nei giovani normodotati.

L'endarterite obliterante viene a volte identificata erroneamente con l'aterosclerosi obliterante. Nonostante la somiglianza dei sintomi, queste due malattie hanno diversi meccanismi eziopatogenetici. L'endarterite obliterante di solito si verifica tra i giovani (20-40 anni), colpendo i vasi arteriosi distali (principalmente delle gambe e dei piedi). L'eliminazione dell'aterosclerosi, essendo una manifestazione di aterosclerosi sistemica, viene diagnosticata in età avanzata, è comune e colpisce principalmente le grandi vasi arteriosi.

Cause di obliterazione dell'endarterite

In chirurgia vascolare e cardiologia, la questione delle cause di obliterazione dell'endarterite rimane controversa. Viene preso in considerazione il ruolo dei fattori infettivi tossici, allergici, ormonali, nervosi, autoimmuni, l'influenza della patologia del sistema di coagulazione del sangue. Probabilmente, l'eziologia della obliterazione dell'endarterite è multifattoriale.

È noto che il fumo, l'intossicazione cronica, il raffreddamento e il congelamento delle estremità, l'innervazione periferica alterata dovuta alla neurite cronica del nervo sciatico, le ferite dell'arto, ecc., Predispongono allo stato spastico a lungo termine dei vasi periferici. piede d'atleta.

Notevole importanza nell'eziologia dell'endarterite obliterante è data a fattori neuropsichici, alterata funzione ormonale delle ghiandole surrenali e ghiandole sessuali, provocando reazioni vasospastiche. A favore del meccanismo autoimmune di obliterazione dell'endarterite si evidenzia la comparsa di anticorpi all'endotelio vascolare, un aumento del CIC, una diminuzione del numero di linfociti.

Patogenesi della obliterazione dell'endarterite

All'inizio dello sviluppo dell'endarterite obliterante prevale lo spasmo vascolare, che durante l'esistenza a lungo termine è accompagnato da cambiamenti organici nelle pareti dei vasi sanguigni: un ispessimento del loro rivestimento interno, trombosi parietale. Come risultato di spasmo prolungato, si verificano disordini trofici e alterazioni degenerative nella parete vascolare, portando a un restringimento del lume delle arterie e, talvolta, alla loro completa obliterazione. La lunghezza dell'area obliterata della nave può variare da 2 a 20 cm.

La rete collaterale, che si sviluppa per bypassare il sito di occlusione, inizialmente non fornisce i bisogni funzionali dei tessuti solo sotto stress (insufficienza circolatoria relativa); inoltre, si sviluppa un'assoluta insufficienza della circolazione sanguigna periferica - claudicatio intermittente e dolore severo non solo durante il cammino, ma anche a riposo. Sullo sfondo dell'endarterite obliterante, si sviluppa la neurite ischemica secondaria.

In accordo con i cambiamenti fisiopatologici, ci sono 4 fasi nello sviluppo dell'endarterite obliterante:

  • 1 fase - si sviluppano cambiamenti distrofici delle terminazioni neurovascolari. Manifestazioni cliniche sono assenti, i disturbi trofici sono compensati dalla circolazione collaterale.
  • Fase 2 - vasospasmo, accompagnato da insufficienza della circolazione collaterale. Clinicamente, questa fase di obliterazione dell'endarterite si manifesta con dolore, affaticamento, piedi freddi, claudicatio intermittente.
  • 3 fasi: lo sviluppo del tessuto connettivo nell'intima e in altri strati della parete vascolare. Ci sono disturbi trofici, indebolimento delle pulsazioni nelle arterie, dolore a riposo.
  • 4a fase - i vasi arteriosi sono completamente obliterati o trombizzati. Si sviluppano necrosi e cancrena dell'arto.

Classificazione dell'endarterite obliterante

L'endarterite obliterante può verificarsi in due forme cliniche: limitata e generalizzata. Nel primo caso, sono interessate solo le arterie degli arti inferiori (uno o entrambi); i cambiamenti patologici progrediscono lentamente. In una forma generalizzata non riguarda solo i vasi sanguigni degli arti, ma rami viscerali dell'aorta addominale, i rami dell'arco aortico, cerebrale e arterie coronarie.

In base alla gravità della reazione dolorosa, l'ischemia degli arti inferiori dello stadio IV si distingue in caso di obliterazione dell'endarterite:

  • I - il dolore alle gambe si verifica quando si cammina a una distanza di 1 km;
  • IIA - prima che si verifichi dolore ai muscoli del polpaccio, il paziente può percorrere una distanza superiore a 200 m;
  • IIB - prima dell'inizio del dolore, il paziente può percorrere una distanza inferiore a 200 m;
  • III - sindrome del dolore espressa quando si cammina fino a 25 m ea riposo;
  • IV - difetti ulcerosi-necrotici si formano sugli arti inferiori.

I sintomi di endoarterite obliterante

Il corso di obliterazione dell'endarterite passa attraverso 4 fasi: ischemica, disturbi trofici, ulcera necrotica, cancrena. sintomo ischemico è caratterizzata dalla comparsa di stanchezza, il freddo dei piedi, parestesia, intorpidimento delle dita, crampi ai polpacci e piedi. Talvolta occlusiva inizia con fenomeni migratori tromboflebite (obliterante thromboangiitis, malattia di Buerger), procede con la formazione di coaguli di sangue nelle vene della gamba e del piede sottocutanea.

Nella seconda fase di obliterazione dell'endarterite, tutti questi fenomeni si intensificano, i dolori agli arti compaiono mentre si cammina - claudicatio intermittente, che costringe il paziente a fare frequenti soste per il riposo. Il dolore è concentrato nei muscoli della gamba, nelle suole o nelle dita dei piedi. La pelle delle gambe diventa "marmo" o bluastra, secca; c'è un rallentamento nella crescita delle unghie e nella loro deformazione; marcata perdita di pelo sulle gambe. La pulsazione sulle arterie dei piedi è determinata con difficoltà o è assente su una gamba.

endoarterite cancellando necrotizzante fase corrispondono dolore a riposo (soprattutto di notte), l'atrofia dei muscoli delle gambe, gonfiore della pelle, formazione di ulcere trofiche sui piedi e le dita. La linfangite e la tromboflebite si uniscono spesso al processo ulcerativo. La pulsazione delle arterie sui piedi non è definita.

All'ultimo stadio di endoarterite obliterante, si sviluppa cancrena secca o umida degli arti inferiori. L'insorgenza di cancrena è solitamente associata all'azione di fattori esterni (ferite, tagli cutanei) o di un'ulcera esistente. Spesso colpisce il piede e le dita dei piedi, meno la cancrena si diffonde ai tessuti della gamba. La sindrome della toxemia che si sviluppa in cancrena ci costringe a ricorrere all'amputazione dell'arto.

Diagnosi di endoarterite obliterante

Per la diagnosi di cancellare endoarterite utilizza una serie di test funzionali (Goldflama, Shamova, Samuels, sonda termometrica, ecc), investigati i sintomi caratteristici (Opel plantare ischemia sintomo, sintomo serraggio dito, ginocchio fenomeno Panchenko) che permettono di rivelare carenza di afflusso di sangue arterioso all'arto.

Stabilire la diagnosi di endocardite cancellando aiutare UZDG vasi degli arti inferiori, rheovasography, termografia, capillaroscopia, oscilloscopi, angiografia degli arti inferiori. Al fine di identificare lo spasmo vascolare, vengono eseguiti test funzionali - blocco perirenale o blocco paravertebrale dei gangli lombari.

Una reogramma è caratterizzata da una diminuzione dell'ampiezza, una levigatura dei contorni ondulati nelle derivazioni dalla gamba e dal piede e dalla scomparsa di altre onde. I dati a ultrasuoni (ecografia Doppler, scansione duplex) in pazienti con endoarterite obliterante indicano una diminuzione della velocità del flusso sanguigno e consentono di chiarire il livello di obliterazione della nave. Lo studio termografico rivela una diminuzione dell'intensità della radiazione infrarossa nell'arto colpito.

arteriografia periferico con cancellando endoarterite solito rivela restringimento o l'occlusione dell'arteria e pervietà dell'arteria poplitea con segmento normale tibia aorto-iliaco-femorale; presenza di una rete di piccoli collaterali. occlusiva è differenziato da lesioni aterosclerotiche, vene varicose, macroangiopatia diabetica, mielopatia discogenico, dolore alle gambe causati da artrosi e l'artrite, la scoliosi, piedi piatti, sciatica.

Trattamento di endoarterite obliterante

Nelle prime fasi del cancellando endoarterite effettuata terapia conservativa rivolta al spasmolysis parete vascolare, sollievo di infiammazione, prevenzione della trombosi e migliorando la microcircolazione. Nel corso di spasmolytics complessi terapia farmacologica utilizzati (drotaverine, acido nicotinico), antiinfiammatori (antibiotici, antipiretici, corticosteroidi), vitamine (C, E, G), anticoagulanti (fenindione, eparina) o agenti antipiastrinici (pentossifillina, dipiridamolo), e altri. Sono utilizzati infusioni intra-arteriose vazaprostan o alprostadil.

Quando occlusiva malattia in modo efficace fisioterapia e trattamento termale (UHF, correnti diadinamiche, elettroforesi, la diatermia, bagni Ozocerite, solfuro di idrogeno, il radon, bagni di conifere condiviso, pediluvi, locale), la terapia con ossigeno iperbarico. Un prerequisito per il trattamento efficace della obliterazione dell'endarterite è una completa cessazione del fumo.

L'operazione è indicata per lo stadio ulcera-necrotico di endoarterite obliterante, dolore a riposo, pronunciata claudicatio intermittente al grado IIB. Tutti gli interventi per l'obliterazione dell'endarterite sono suddivisi in due gruppi: palliativo (miglioramento della funzione dei collaterali) e ricostruttivo (ripristino della circolazione sanguigna alterata). La chirurgia palliativa gruppo comprendono diverse tipologie simpatectomie: simpaticectomia periarterial, lombare simpaticectomia simpatectomia toracica (per le lesioni vascolari degli arti superiori).

chirurgia ricostruttiva a cancellare endoarterite possono comprendere innesto o protesi trombembolektomiyu arteria, dilatazione o stenting arterie periferiche, tuttavia raramente effettuata solo quando una piccola porzione del recipiente ostruzione. La presenza di cancrena è un'indicazione di amputazione del segmento dell'arto (amputazione delle dita dei piedi, amputazione, amputazione della gamba). dita necrosi isolati con una linea di demarcazione chiara consente di limitare o disarticolazione delle falangi necrectomy.

Prognosi e prevenzione dell'endarterite obliterante

Scenario di cancellare endoarterite dipende il rispetto delle misure di prevenzione - l'eliminazione di fattori scatenanti, evitare lesioni agli arti, corso regolare la terapia farmacologica, la supervisione clinica di un chirurgo vascolare.

Con un decorso favorevole, è possibile mantenere la remissione per un lungo periodo ed evitare la progressione dell'astinizzazione dell'endarterite. Altrimenti, l'inevitabile esito della malattia sarà la cancrena e la perdita degli arti.

Endarterite obliterante

L'endoarterite che cancella è una malattia cronica dei vasi sanguigni, principalmente arterie, che, mentre progredisce, porta a disturbi circolatori significativi. Nei casi più gravi, c'è un marcato restringimento e persino una completa chiusura del lume. Come risultato della cessazione del flusso di sangue ai tessuti, si sviluppa la necrosi, vale a dire i tessuti iniziano a morire.

Il tipo più comune di questa malattia è l'obliterazione dell'endarterite degli arti inferiori. Quando colpisce i grandi vasi sanguigni che alimentano i tessuti dei piedi e delle gambe. Secondo le statistiche mediche, il più delle volte la malattia, così come la tromboangite piuttosto vicina ad essa, colpisce più spesso i maschi di mezza età. Maggior parte dei pazienti La maggior parte dei pazienti sono forti fumatori.

Riferimento: tromboangiite obliterante è un restringimento patologico delle vene, così come le arterie medie e piccole delle braccia e delle gambe. Il loro lume è ridotto a causa del processo infiammatorio. Con il progredire della malattia, il tessuto trofico viene disturbato e si sviluppa la necrosi dei tessuti molli. Il principale fattore predisponente per lo sviluppo della tromboangiite è il fumo. Circa il 95% dei pazienti con trombangiite diagnosticata sono uomini.

Fasi della malattia

Questa malattia è caratterizzata da uno sviluppo graduale e ciclico con periodi alternati di esacerbazioni e remissioni. Da una serie di fattori esterni e interni aggiuntivi dipende da quanto velocemente progredirà il danno. Va notato che il rapido sviluppo della malattia è raramente risolto. Dal momento in cui i primi sintomi sembrano lo sviluppo di complicazioni gravi e persino minacciose per la vita, possono volerci anni.

È consuetudine individuare cinque fasi principali nello sviluppo della malattia.

  1. Elementare. È caratterizzato dal fatto che il lume delle arterie si restringe troppo e c'è un sufficiente apporto di sangue ai tessuti delle gambe. All'inizio, la malattia viene diagnosticata relativamente raramente, dal momento che non ci sono praticamente sintomi caratteristici e il paziente quasi non prova disagio. Gli spasmi vascolari sono minori.
  2. Alla seconda fase (ischemica), è già stato osservato un significativo apporto di sangue compromesso a causa di un pronunciato restringimento del lume arterioso. Il paziente ha sintomi come gambe fredde e claudicatio intermittente. Gli spasmi sono già pronunciati, il polso sui vasi principali delle gambe è ancora determinato. È in questa fase che nella maggior parte dei casi viene fatta la diagnosi. Il trattamento deve iniziare immediatamente, mentre c'è ancora un'opportunità da fare con i metodi conservativi.
  3. Lo stadio trofico (terzo) è caratterizzato dalla progressione dei sintomi. Il trofeo e l'ossigenazione dei tessuti sono già seriamente disturbati, poiché il lume delle arterie si restringe sempre di più. Vengono aggiunti i sintomi come la fragilità e la deformità delle unghie e la pelle cianotica. A causa della malnutrizione dei follicoli piliferi, i peli sulle gambe iniziano a cadere. Questa fase è già considerata "trascurata" e afferma che il trattamento dell'endarterite non è stato effettuato affatto o che il metodo di trattamento è stato scelto in modo errato.
  4. Sulla quarta (ulcera necrotica) si nota la quasi completa chiusura delle arterie colpite dal processo patologico. Il polso nelle gambe non è determinato, il paziente soffre di dolore costante e non può muoversi indipendentemente. A causa della quasi completa cessazione del flusso sanguigno nei tessuti, compaiono lesioni ulcerative e inizia la necrosi (morte) dei tessuti. Questa è una fase estremamente difficile in cui i metodi terapeutici nella maggior parte dei casi sono già inefficaci.
  5. La quinta fase dell'endarterite è la cancrena secca o umida. Se la cancrena è secca, le dita dei piedi (in alcuni casi e il piede nel suo complesso) si prosciugano, diventano nere e infine si estinguono. Ancor più pericolosa è la cancrena umida, poiché con essa una grande quantità di tossine (prodotti di decomposizione tissutale) iniziano a fluire nel sangue. Di conseguenza, la sepsi si sviluppa in breve tempo. Se non si adottano misure urgenti, l'avvelenamento del sangue porta alla morte.

motivi

La causa esatta dell'occorrenza e dello sviluppo dell'endarterite fino ad oggi non è stata stabilita. Nella versione più comune, la malattia è una conseguenza di un processo autoimmune. Nel corpo del paziente, vengono prodotti anticorpi, che successivamente interessano le pareti delle arterie. L'infiammazione si sviluppa, con conseguente proliferazione del tessuto connettivo, che esercita una pressione sui vasi e porta ad una diminuzione graduale del loro lume (fino alla chiusura completa). Perché il meccanismo autoimmune stesso "si avvia" è ancora sconosciuto oggi.

Altre possibili cause di questa grave lesione includono:

  • reazione allergica alla nicotina;
  • infezione;
  • violazione della normale coagulazione del sangue;
  • sclerosi (lesione aterosclerotica) dei vasi della gamba.

È stato anche stabilito che la patologia può iniziare a svilupparsi dopo che il paziente ha sofferto di grave stress. Inoltre, la causa della malattia può essere l'ipotermia regolare delle gambe. Una storia di congelamento è una buona ragione per mettere una persona a rischio.

I sintomi di endoarterite obliterante

L'endarterite è caratterizzata dai seguenti sintomi:

  • costante sensazione di freddezza alle gambe;
  • pelle pallida dei piedi;
  • intorpidimento ai piedi e alle gambe;
  • gonfiore delle gambe;
  • pesantezza alle gambe e affaticamento sullo sfondo di carichi minori;
  • deformazione, unghie cianotiche e fragili;
  • polso debole negli arti inferiori (nelle fasi successive, l'impulso non può essere determinato);
  • forte dolore ai polpacci durante l'esercizio;
  • crampi e crampi;
  • "Claudicatio intermittente";
  • lesioni ulcerative dei tessuti molli delle gambe;
  • lesioni necrotiche e cancrena dei tessuti molli.

complicazioni

La complicazione più grave e pericolosa della malattia è la necrosi dei tessuti e lo sviluppo della cancrena. L'ingestione di tossine nella maggior parte dei casi porta a un'infezione del sangue, che può causare un esito letale.

Diagnosi di endoarterite obliterante

Se la malattia è stata rilevata nelle fasi iniziali, aumenta significativamente le possibilità di cura. La diagnosi viene effettuata sulla base della presenza di sintomi caratteristici, reclami dei pazienti, dati dell'anamnesi, nonché dei risultati di studi clinici. In particolare, la ragione per sospetta endoarterite è uno spasmo delle arterie degli arti inferiori.

Per un'accurata diagnosi di "obliterazione dell'endarterite" vengono utilizzati i seguenti metodi di ricerca:

  • oscilloscopio
  • capillaroscopia;
  • contrasto angiografia (arteriografia);
  • termografia;
  • rheovasography.

È necessario effettuare diagnostics differenziale di obliterating endarterit e thromboangiitis. Per tromboangiite è caratterizzata da una triade di sintomi, che comprende la sindrome di Raynaud, claudicatio intermittente, così come la migrazione tromboflebite superficiale delle parti distali degli arti superiori o inferiori.

È importante non confondere l'endarterite con l'aterosclerosi. Esistono numerose differenze importanti tra le patologie. L'aterosclerosi progredisce più lentamente, la sclerosi è simmetrica e inizia a svilupparsi immediatamente nelle grandi arterie.

Endarterite obliterante dei vasi degli arti inferiori: trattamento

Come trattare l'endoarterite?

Si ritiene che al livello attuale di sviluppo della medicina sia impossibile curare completamente questa patologia, ma è del tutto possibile rallentare lo sviluppo del processo patologico e ridurre la gravità dei sintomi clinici.

Terapia farmacologica

La terapia farmacologica per l'eliminazione dell'endarterite comporta l'uso dei seguenti gruppi di farmaci:

  • antispastici;
  • vitamine (in particolare - gruppo B, così come C, E e PP);
  • antistaminici.

Inoltre, ai pazienti vengono prescritti preparati farmacologici che migliorano le proprietà reologiche del sangue.

fisioterapia

Al fine di migliorare la circolazione del sangue nelle gambe, le seguenti procedure sono raccomandate per i pazienti con endoarterite obliterante:

  • barmassage (esposizione locale alternata ad alta e bassa pressione);
  • procedure termiche (riscaldamento, applicazioni ozokerite, sauna);
  • bagni terapeutici;
  • esposizione a correnti diadinamiche;
  • terapia magnetica;
  • elettroforesi.

Trattamento chirurgico

Per garantire il flusso di sangue all'arto malato, bypassando la nave interessata, viene applicato lo shunt. Spesso, è richiesta la rimozione della parte interessata della nave o delle protesi dell'intera arteria. Quando viene rilevato un coagulo di sangue, viene rimosso (trombenectomia). Trattamento di cancrena, cioè quinto stadio - solo chirurgico. L'amputazione dell'arto è richiesta; a secco viene effettuato dopo la formazione del cosiddetto. "Linea di demarcazione", e se bagnata senza ritardi e entro i confini del tessuto sano, cioè appena sopra la zona morta.

Cosa offre la medicina tradizionale?

È necessario fare una prenotazione: è impossibile dare la preferenza solo alla medicina tradizionale, ignorando i metodi ufficiali. L'automedicazione può solo aggravare la condizione generale e portare a una disabilità rapida. Le tecniche popolari possono dare un buon risultato nelle prime fasi e in combinazione con farmaci e procedure prescritte dal medico curante.

Nelle fasi iniziali, si consiglia di utilizzare raccolte di erbe medicinali, che consentono di ripristinare e rafforzare le pareti vascolari. Vengono anche mostrate le erbe che hanno un effetto purificante e anti-infiammatorio.

È necessario prendere parti uguali di stimmi di mais, germogli di betulla, erba secca di Hypericum, camomilla e achillea. Due art. l. raccogliendo il litro versato di acqua bollente. Infondere per 30 minuti, quindi raffreddare e filtrare. L'infusione risultante deve essere assunta per via orale 200 ml per mezz'ora prima dei pasti due volte al giorno (al mattino e alla sera). Si consiglia di aggiungere all'infuso 1 cucchiaio. l. miele (1 l).

La bevanda curativa aiuta a pulire i vasi e aumenta l'elasticità delle loro pareti. Si consiglia di prendere i corsi strumento della durata di 1 mese (con pause anche in un mese).

È necessario prendere 200 g di frutta biancospino essiccato, 120 g di erba alpina e 80 g di equiseto. ½ cucchiaio. l. la miscela viene versata 200 ml di acqua bollente. Insistere mezz'ora, fresco e sforzo. Bevanda accettata 1 cucchiaio. mezz'ora prima dei pasti 3 volte al giorno durante il mese.

Per pulire le arterie, puoi anche raccomandare infusioni e decotti di piante come immortelle, vischio e Sophora giapponese. Il forte tè nero con latte e brodo di patate, che ci è familiare, dà anche un effetto eccellente.

Macinare un'uguale quantità di arance e limoni in un frullatore, mescolare e aggiungere il miele a piacere. Bevi 1 cucchiaino. la miscela tre volte al giorno 30 minuti prima dei pasti.

Prevenzione dell'endarterite obliterante

Per prevenire questa terribile malattia, dovresti condurre uno stile di vita attivo e abbandonare le cattive abitudini, specialmente il fumo. Inoltre, le seguenti linee guida dovrebbero essere seguite:

  • prevenire il congelamento e persino l'ipotermia delle gambe;
  • Non stare troppo a lungo in stanze con temperature molto alte o molto basse;
  • eliminare o ridurre il consumo di fritto, grasso e troppo salato; combattere l'eccesso di peso;
  • se possibile, evitare lesioni alle gambe e altre lesioni degli arti inferiori;
  • camminare solo con scarpe comode.

dieta

Una dieta speciale per i pazienti con questa patologia non è stata ancora sviluppata. Ovviamente, è necessario mangiare bene, cioè escludere dalla dieta cibi "nocivi" che possono peggiorare il decorso della malattia.

Trattamento e prevenzione dell'endarterite ostruttiva delle gambe

L'endoarterite obliterante (malattia di Buerger, cancrena spontanea, ecc.) È una malattia sistemica, accompagnata da lesioni dei vasi degli arti inferiori. Si verifica abbastanza spesso, in media, all'età di 30-40 anni. Entrambi i sessi sono malati, ma gli uomini sono 10 volte più probabili.

L'obliterazione dell'endarterite è una malattia complessa che può causare amputazioni degli arti inferiori nei giovani uomini.

Perché la malattia si sviluppa

Non c'è consenso sulle cause della obliterazione dell'endarterite, molto probabilmente, l'eziologia di questa malattia è multifattoriale.

  • allergica;
  • autoimmune;
  • ormonale;
  • nervoso;
  • Patologia del sistema di coagulazione del sangue.

La maggior parte degli scienziati è incline a credere che il fattore principale nello sviluppo della malattia di Buerger sia i processi autoimmuni, poiché questa malattia rivela anticorpi all'endotelio vascolare e il numero di linfociti diminuisce.

Inoltre, è consuetudine individuare fattori che aumentano il rischio di endoarterite occlusiva. Questi fattori portano a un lungo spasmo dei vasi periferici, una violazione dell'innervazione.

Fattori di rischio per la malattia

  • il fumo;
  • Ipotermia e congelamento delle estremità;
  • Intossicazione cronica;
  • Neurite del nervo sciatico;
  • Arti feriti;
  • Malattie infettive: tifo, sifilide.

Cosa succede con l'endoarterite obliterante

L'esordio della malattia è caratterizzato da uno spasmo vascolare, che diventa cronico. A causa di ciò, si verificano cambiamenti organici nei vasi: la loro membrana interna si ispessisce, si forma trombo parietale. Questo processo avanza, di conseguenza, il lume delle navi si restringe e la nutrizione dei tessuti viene disturbata. La vasocostrizione può raggiungere la completa obliterazione, cioè la chiusura del lume. La lunghezza delle aree cancellate è diversa: da 2 cm a 20 cm.

Per compensare, si forma una rete collaterale che circonda l'area danneggiata (un percorso di bypass circolatorio). Inizialmente, questi vasi sono ancora in grado di fornire nutrienti ai tessuti, ma solo senza carico, cioè si sviluppa un'insufficienza circolatoria relativa.

A poco a poco la situazione peggiora e l'insufficienza della circolazione periferica diventa assoluta. Questa condizione è accompagnata da un forte dolore, sia durante la camminata che a riposo. Sullo sfondo della obliterazione dei vasi, la neurite secondaria si sviluppa a causa dell'ischemia.

Fasi di obliterazione dell'endarterite

1a fase: iniziale

  • Cambiamenti distrofici nelle terminazioni neurovascolari;
  • L'assenza di manifestazioni cliniche;
  • La formazione di una rete collaterale.

Fase 2 - Ischemico

  • Mancanza di circolazione collaterale;
  • stanchezza;
  • Sensazione di freddo nelle gambe;
  • Dolore alle gambe;
  • Claudicatio intermittente.

3 fasi: trofico

  • Lo sviluppo del tessuto connettivo nella parete vascolare;
  • Disturbi trofici;
  • Dolore in pace;
  • Increspatura indebolente.

4a fase: necrosi e cancrena

  • Obliterazione e trombosi di vasi arteriosi;
  • Necrosi tessutale;
  • cancrena;
  • Obliterazione dei vasi sanguigni in altre aree e non solo negli arti.

Sintomi e manifestazioni della malattia

  • Grave affaticamento;
  • Dolore e pesantezza alle gambe;
  • convulsioni;
  • Sentendo che i piedi sono freddi;
  • Arti gonfiati;
  • Sensazione di intorpidimento o formicolio alle gambe;
  • Pelle pallida dei piedi;
  • Deformazione e unghie fragili.

All'inizio, il dolore e i crampi compaiono solo durante lo spostamento. Il dolore acuto si verifica nel vitello quando una persona cammina. Spesso è costretto a fermarsi e aspettare che il dolore si fermi. Dopo una breve pausa, può spostarsi per un po 'di tempo. Questa condizione è chiamata claudicatio intermittente.

A poco a poco, con l'aumentare dell'obliterazione vascolare, i sintomi iniziano a manifestarsi anche in uno stato di riposo. In futuro, il polso è indebolito negli arti inferiori, che negli stadi successivi potrebbero non essere percepiti affatto. Compaiono ulcere trofiche non cicatrizzanti, le sezioni di tessuto si spengono. Se in questa fase della malattia non viene fatto nulla, allora si sviluppa la cancrena dei piedi, poiché i tessuti non ricevono alcuna nutrizione.

L'esordio della cancrena è provocato da fattori esterni (ferite) o ulcere. Le dita dei piedi sono più spesso colpite, ma il processo può diffondersi ulteriormente, fino ai tessuti della parte inferiore della gamba. Allo stesso tempo, si può sviluppare tossemia, che porta a un'infezione generale del sangue e alla morte del paziente.

Diagnosi della malattia

La prognosi della malattia e la possibilità di rallentare significativamente il suo decorso dipendono molto dalla tempistica e dalla velocità della diagnosi. È anche una diagnosi differenziale molto importante con malattie che hanno sintomi simili, poiché per il trattamento corretto è necessaria una diagnosi accurata.

L'endarterite obliterante si differenzia con le vene varicose, la microangiopatia diabetica, l'aterosclerosi obliterante. Nelle fasi iniziali, i sintomi possono essere simili all'artrite, flatfoot, miosite.

Test diagnostici

  • La capillaroscopia aiuta a determinare la microcircolazione negli arti inferiori;
  • Arteriografia: esame a raggi X con introduzione di un mezzo di contrasto nelle arterie. L'arteriografia consente di studiare lo stato dei vasi sanguigni, il flusso sanguigno, determinare la quantità del processo patologico;
  • La reovasografia determina la velocità del movimento del sangue e il livello di occlusione;
  • L'ecografia Doppler valuta lo stato dei tessuti e determina il grado del loro cambiamento
  • Uno studio sulla presenza di agenti patogeni;
  • Test funzionali: blocco novocanico perirefralo, blocco paravertebrale dei gangli lombari.

In caso di obliterazione dell'endarterite, l'esame ha rivelato un restringimento o occlusione delle arterie localizzate sotto il ginocchio, nella parte inferiore della gamba o nel segmento aorto-iliaco-femorale. Inoltre trovato una rete di piccoli collaterali.

trattamento

La cura per l'obliterazione dell'endarterite è impossibile ai nostri tempi, c'è solo la possibilità di rallentare il ritmo di sviluppo di questa terribile malattia. Immediatamente dopo la diagnosi, è necessario iniziare il trattamento il più presto possibile.

Metodi di trattamento dell'endarterite

  • farmaci;
  • chirurgico;
  • fisioterapia;
  • Ottimizzazione dello stile di vita;
  • Rimedi popolari.

Cosa significa ottimizzazione dello stile di vita?

Ciò significa che il corretto regime nutrizionale dovrebbe essere stabilito, non vale la pena mangiare troppo. Raccomandazione obbligatoria - rifiuto di assumere alcol e fumare, poiché queste cattive abitudini causano il vasospasmo, la nicotina viola significativamente la pervietà delle arterie e dei capillari.

Inoltre, è necessaria una normale modalità motoria, poiché il movimento fornisce una migliore circolazione sanguigna. Particolarmente utile andare in bicicletta, camminare, nuotare. Tuttavia, va ricordato che nuotare è meglio in acqua tiepida, non inferiore a 220 ° C, in modo che il raffreddamento non provochi ulteriori spasmi.

Trattamento farmacologico

Per il trattamento dell'endarterite obliterante, vengono prescritti farmaci di vari gruppi:

  • antispastici;
  • vitamina (il più spesso è vitamine PP, C, B, E);
  • fluidificanti del sangue;
  • anti-infiammatori;
  • antistaminici.

Durante il trattamento, è importante rimuovere lo spasmo della parete vascolare, arrestare l'infiammazione, prevenire la trombosi vascolare e migliorare il più possibile la microcircolazione. Se il processo è causato dalla presenza di infezioni o cause autoimmuni, il primo posto nel trattamento è la riduzione e l'eliminazione dell'infiammazione, quindi vengono prescritti antistaminici e farmaci antinfiammatori, in alcuni casi i corticosteroidi. I farmaci possono essere somministrati sia per via orale che per via intramuscolare, intraarterialmente.

Trattamento di rimedi popolari

I rimedi popolari possono essere un valido aiuto per il trattamento farmacologico. Tuttavia, non possono sostituire i farmaci, poiché non sono in grado di migliorare significativamente le condizioni dei vasi e aumentare il flusso sanguigno.

Per il trattamento dell'endarterite obliterante, vengono utilizzate varie erbe e raccolte, che rafforzano le pareti dei vasi sanguigni, eliminano l'infiammazione e hanno proprietà depurative. Puoi usare erbe come la camomilla, l'erba di San Giovanni, la seta di mais, i germogli di betulla. Il trattamento principale è l'ingestione di decotti di piante.

fisioterapia

Le procedure fisioterapiche aiutano a migliorare la circolazione del sangue nei vasi delle estremità, il che ha un effetto positivo sulla condizione dei pazienti e sospende o rallenta il processo patologico. A questo scopo, le procedure prescritte:

  • elettroforesi;
  • UHF;
  • applicazioni di ozocerite;
  • ossigenazione iperbarica;
  • piedi locali e bagni comuni (conifere, radon, idrogeno solforato);
  • terapia magnetica.

Di solito, viene prescritto un trattamento complesso, che include l'assunzione di farmaci e la fisioterapia. Se c'è un effetto, il trattamento viene continuato, conducendo esami periodici per determinare lo stato delle navi e la microcircolazione. Se la malattia progredisce rapidamente e non è possibile ottenere un risultato soddisfacente con metodi conservativi, ricorrere all'intervento chirurgico.

Trattamento chirurgico

L'operazione è prescritta per le indicazioni appropriate, il suo tipo e il volume dipendono dal grado di danno e dalla vastità dell'area interessata.

Nelle fasi iniziali della malattia, quando non c'è necrosi tessutale, è necessario stabilire la circolazione del sangue al di sotto della parte danneggiata della nave. Per questo, viene creato un percorso aggiuntivo per la circolazione del sangue attorno al sito di obliterazione. In questo caso, l'intervento di bypass viene eseguito e la parte danneggiata dell'arteria viene rimossa.

Nella fase dell'endarterite, quando si formano ulcere sulla pelle dei piedi e inizia la necrosi dei tessuti, vengono eseguite operazioni palliative. Permettono di migliorare la condizione e la funzione dei collaterali al fine di fornire nutrimento tissutale.

Indicazioni per la chirurgia

  • Forte dolore a riposo;
  • Claudicatio intermittente;
  • La formazione di ulcere.

Separatamente, dovrebbe essere detto delle operazioni che vengono eseguite quando la cancrena è già in via di sviluppo. In questi casi, viene mostrata l'amputazione del segmento danneggiato degli arti. Queste possono essere falangi delle dita, completamente le dita, parte del piede, tutto il piede e persino lo stinco. Tutto dipende dal grado di diffusione del processo cancrenoso e dal pericolo per la vita del paziente. È importante fermare il processo di distruzione dei tessuti e intossicazione con i loro prodotti di decadimento.

Prognosi e prevenzione

Il decorso della malattia può essere sia favorevole che sfavorevole. Tutto dipende dalle cause, dalle caratteristiche individuali, dalla diagnosi tempestiva e dall'adeguatezza del trattamento. Molto dipende da come il paziente tratta il suo trattamento. Se osserva rigorosamente tutte le raccomandazioni del medico, allora c'è molta più speranza di ottenere una remissione stabile.

Con un favorevole decorso di endoarterite obliterante, è possibile mantenere a lungo uno stato di remissione, indebolire significativamente il processo patologico ed evitare la progressione della malattia. Altrimenti, dovrai ricorrere all'amputazione, poiché non è sempre possibile prevenire la cancrena.

Le regole per la prevenzione degli effetti avversi e la prevenzione delle complicanze non sono così complicate. Possono essere di grande aiuto nel trattamento di questa malattia. È importante seguirli metodicamente e non disperare quando viene fatta una diagnosi di obliterazione dell'endarterite.

Misure preventive

  • Smettere di fumare;
  • Rifiutando o minimizzando l'uso di alcol;
  • Mantenere il peso ottimale, che riduce il carico sulle gambe e sui vasi sanguigni;
  • Occupazioni da sport praticabili o garantire un'attività fisica sufficiente;
  • Igiene attenta dei piedi;
  • Proteggere la pelle dei piedi dalle ferite;
  • È necessario scegliere solo scarpe di alta qualità e comode che non schiacciano il piede;
  • Bisogna fare attenzione per evitare l'ipotermia;
  • È necessario escludere la probabilità di trovarsi in stanze dove fa molto freddo o molto caldo.

L'obliterazione dell'endarterite è una malattia pericolosa in cui si verificano cambiamenti irreversibili nei vasi e nei tessuti degli arti. Pertanto, non si dovrebbe sperimentare e impegnarsi in auto-trattamento, è necessario consultare uno specialista il più presto possibile e procedere al trattamento subito dopo la diagnosi.

Raccomandiamo inoltre di leggere l'articolo sulla linfostasi degli arti inferiori.

Endarterite: segni, diagnosi, decorso e sollievo della malattia, misure preventive

L'endarterite è una malattia infiammatoria cronica delle arterie del sangue, che porta a compromissione della circolazione sanguigna, e in seguito alla completa chiusura del lume e alla formazione di cancrena.

Il termine "obliterante endarterite" è spesso usato. Obliterazione o occlusione è una violazione della pervietà, il blocco delle pareti dei vasi. Il tipo più comune di malattia è l'obliterazione dell'endarterite degli arti inferiori, che colpisce principalmente i vasi dei piedi e delle gambe. Con lo sviluppo della malattia, viene fornito sempre meno ossigeno alle gambe, il che porta a danni ai tessuti, interruzione del normale funzionamento e necrosi delle parti del corpo.

Molto spesso questa malattia, così come la tromboangiite ad essa vicina (malattia di Buerger), colpisce uomini di mezza età che hanno una cattiva abitudine come fumare.

La malattia viene efficacemente trattata solo nelle prime fasi dello sviluppo. Nelle fasi più avanzate, solo l'amputazione può aiutare.

Cause di endarterite

I medici di tutto il mondo non riescono ancora ad avere un unico punto di vista sulle cause del verificarsi della malattia in una determinata persona. Molti credono che la malattia abbia un carattere autoimmune. Cioè, gli anticorpi cominciano a essere prodotti nel corpo che attacca le pareti dei vasi sanguigni. Successivamente, le pareti dei vasi sanguigni si infiammano. Il tessuto connettivo è formato, che restringe le lacune nei vasi e preme l'esterno delle arterie.

Le ragioni per lo sviluppo di tali anticorpi da parte dell'organismo, che hanno un effetto dannoso sulle loro stesse cellule, non sono state ancora chiarite.

Esistono altre teorie sulle cause della malattia:

  • Allergia alla nicotina;
  • Aterosclerosi del piede;
  • Disturbi della coagulazione del sangue;
  • Varie infezioni

È noto che la più alta probabilità di ammalarsi è nei fumatori. Inoltre, l'obliterazione dell'endarterite degli arti inferiori può svilupparsi dopo stress prolungato o con ipotermia costante degli arti inferiori. Inoltre, coloro che hanno mai avuto il congelamento in piedi sono a rischio.

sintomi

Con lo sviluppo della malattia nei pazienti si osservano i seguenti sintomi di obliterazione dell'endarterite delle estremità:

  1. Grande affaticamento e pesantezza alle gambe, anche con un leggero sforzo fisico o camminando;
  2. Sensazione di freddo nelle gambe;
  3. Gonfiore degli arti;
  4. Pelle d'oca e intorpidimento alle gambe;
  5. Aumento della sudorazione negli arti inferiori;
  6. Pelle pallida dei piedi;
  7. L'aspetto delle ulcere. E più tardi - necrosi e cancrena;
  8. Fragilità, bluing e deformazione delle unghie dei piedi;
  9. L'indebolimento dell'impulso negli arti inferiori. Negli stadi successivi della malattia, l'impulso non è affatto rilevabile;
  10. Crampi e dolore durante lo spostamento. In futuro, questi sintomi appaiono in uno stato di riposo. Il dolore si manifesta nei polpacci, è acuto e forte. Costringendo il paziente a fermarsi e ad aspettare. Gli spasmi e il dolore si fermano quando si fermano, questo permette al paziente di camminare ancora più lontano. Quindi i sintomi si ripresentano. Questo è chiamato claudicatio intermittente. È il sintomo principale di malattie come l'endoarterite o l'aterosclerosi.

Progressione della malattia

Lo sviluppo di endarterite obliterante dei vasi degli arti inferiori si verifica gradualmente e ciclicamente. Vi sono periodi di esacerbazione e periodi di remissione. A seconda dei vari fattori, lo sviluppo della malattia può manifestarsi a lungo e forse molto rapidamente. Quest'ultimo è osservato molto meno frequentemente.

Ci sono le seguenti fasi della malattia:

Il primo stadio: l'iniziale

Il lume dei vasi non è fortemente ristretto, la circolazione del sangue è ancora relativamente normale. I sintomi della malattia non sono praticamente osservati. Il paziente non sente forte disagio. È estremamente difficile diagnosticare la malattia in questa fase.

Il secondo stadio è ischemico

C'è un significativo peggioramento dell'afflusso di sangue a causa del restringimento dei lumi. I pazienti hanno claudicatio intermittente, affaticamento, gambe fredde. L'impulso è ancora palpabile. Di solito la malattia viene diagnosticata solo in questa fase. Si consiglia di iniziare immediatamente il trattamento.

Il terzo stadio: trofico

A causa di un forte restringimento dei lumi e di una lunga interruzione dell'erogazione di sangue al tessuto delle gambe, non ricevono una nutrizione normale sotto forma di ossigeno e sostanze nutritive. I sintomi della malattia stanno peggiorando. I peli sulle gambe cominciano a cadere, le unghie sono rotte e deformate, la pelle assume una tinta blu. Il polso è sentito, ma con grande difficoltà. Questa fase è considerata come un segno di una malattia trascurata che non è stata trattata o è stata trattata in modo errato.

Il quarto stadio è un necrotico

C'è un'occlusione quasi completa di tutti i vasi delle gambe. L'impulso non è più rilevabile. Il dolore alle gambe diventa permanente. Il paziente non può più muoversi, o muoversi con grande difficoltà e per brevi distanze. I muscoli delle gambe si atrofizzeranno. Numerose ulcere compaiono sulle gambe, si verifica la necrosi del tessuto. Questa è una forma completamente avanzata della malattia che è molto difficile da trattare. È ancora più difficile invertire i processi distruttivi che si verificano negli arti.

Quinta fase: gangrena

Se non si fa nulla con le ulcere e la necrosi, la gangrena dei piedi si sviluppa gradualmente. La cancrena è di due tipi: secca e umida. Con la cancrena secca delle dita dei piedi, le dita dei piedi o anche l'intero piede è asciugato, annerito, deformato e muore. Con cancrena bagnata delle gambe, i tessuti si gonfiano e le sostanze tossiche iniziano a essere rilasciate nel flusso sanguigno, avvelenando e infettando l'intero corpo. In questo caso, solo l'amputazione dell'arto aiuta, al fine di evitare la morte per infezione del sangue.

Anche negli stadi successivi della malattia è possibile osservare l'occlusione vascolare in tutto il corpo e non solo negli arti.

Diagnosi di endoarterite

Per diagnosticare l'obliterazione dell'endarterite delle estremità è meglio nelle prime fasi della malattia. Uno specialista competente può diagnosticare l'endoarterite il più presto possibile. Più velocemente viene diagnosticata la malattia, più velocemente sarà prescritto il trattamento. Quindi ci saranno più possibilità di rallentare in modo significativo il decorso della malattia.

Per una diagnosi accurata, i seguenti studi sono di solito condotti:

  • Capillaroscopia - lo studio dei capillari, in cui vengono fatte delle conclusioni sullo stato del microcircolo in una o un'altra area del corpo umano;
  • oscilloscopio
  • Arteriografia (angiografia): un agente di contrasto viene iniettato nell'arteria, quindi l'arteria viene sottoposta a raggi x. Viene determinato uno studio dello stato della nave, del flusso sanguigno e della presenza e quantità del processo patologico;
  • Reovasografia: viene valutato il tasso di movimento del sangue nei vasi delle estremità e viene determinato il livello di occlusione;
  • Lo studio della temperatura della pelle (termografia) - i campi di temperatura di una persona rivelano la presenza o l'assenza di deviazioni in una particolare area del corpo;
  • Dopplerografia (ecografia) - con l'aiuto di questa procedura, viene valutato lo stato dei tessuti ed è determinato quanto sono cambiati e deformati.

Inoltre, viene rilevata la presenza di sospetti patogeni (virus, funghi, infezioni). Altre analisi aggiuntive sono anche prese.

Diagnostica differenziale

L'aterosclerosi può essere una delle cause dell'endarterite o una malattia indipendente simile nei sintomi. Il blocco del flusso sanguigno negli arti in questo caso è dovuto alle placche aterosclerotiche

Con l'aiuto della diagnosi differenziale, i medici di solito escludono sintomi che sono simili nei sintomi per fare l'unica diagnosi corretta. L'endarterite è spesso confusa con l'aterosclerosi. E viceversa. Perché i segni di obliterazione dell'endarterite sono molto simili ai segni dell'aterosclerosi. Ma a un esame più attento, queste due malattie sono molto diverse l'una dall'altra.

Le principali differenze tra l'aterosclerosi vascolare periferica e l'endoarterite:

  1. Età successiva all'esordio L'aterosclerosi colpisce principalmente le persone di età superiore ai 50 anni. L'endarterite è più giovane.
  2. Nell'aterosclerosi, i sintomi aumentano molto più lentamente che nell'endarterite.
  3. Nell'aterosclerosi, le lesioni vascolari sono simmetriche e nell'endarterite - asimmetriche.
  4. L'endarterite obliterante degli arti inferiori inizia sempre con piccoli vasi e poi passa a quelli grandi. Inoltre, la malattia colpisce le vene. L'aterosclerosi inizia immediatamente nei vasi più grandi e non influisce affatto sul sistema venoso.
  5. L'aterosclerosi colpisce solo gli arti inferiori. L'endarterite, specialmente nella fase avanzata, colpisce tutti gli arti.

Trattamento professionale

L'endarterite completamente guarita è attualmente impossibile. È possibile solo rallentare in modo significativo il ritmo della malattia e alleviare i sintomi.

Non esiste una dieta speciale per i pazienti con endarterite. Devi solo mangiare bene, non mangiare troppo e rinunciare all'alcool. Inoltre, assicurati di smettere di fumare e inizia a muoverti molto.

Dopo che la malattia è stata diagnosticata, il trattamento dell'endarterite deve essere iniziato immediatamente. Prima di tutto, uno specialista prescrive farmaci. Anche applicato con successo metodi di fisioterapia e trattamento di rimedi popolari. In casi estremi, produrre un intervento chirurgico.

Il trattamento farmacologico include:

  • Farmaci antispasmodici;
  • Vitamine. I più utili per questa malattia sono PP, B, C, E;
  • Farmaci per fluidificare il sangue;
  • Antistaminici.

La seguente fisioterapia viene eseguita per migliorare la circolazione negli arti:

  1. Vari trattamenti termali Sauna, riscaldamento, applicazione di ozocerite e altri;
  2. Baromassazh. Mettere le gambe in una camera a pressione con l'effetto di alta o bassa pressione alternativamente;
  3. Vari bagni (caldo, contrasto, senape, pino, ecc.);
  4. elettroforesi;
  5. Correnti diadinamiche;
  6. La terapia magnetica. Trattamento con campo magnetico ad alta frequenza.

Se il trattamento farmacologico in combinazione con la fisioterapia non aiuta o dà un effetto debole, allora viene prescritto un intervento chirurgico. A seconda dell'estensione dell'area interessata, può essere necessario lo smistamento (creando un percorso aggiuntivo per la circolazione del sangue, bypassando la parte danneggiata della nave con shunt), rimuovendo una parte dell'arteria o sostituendo completamente l'arteria con una protesi. Inoltre, il paziente potrebbe aver bisogno di una trombenemectomia. Questa è la rimozione di un coagulo di sangue che blocca il percorso nell'arteria.

La misura più estrema è l'amputazione degli arti. È usato solo quando la vita di un paziente è minacciata.

L'endarterite è una malattia molto grave. In nessun caso non può auto-medicare. Tutte le procedure e i farmaci dovrebbero essere sotto la stretta supervisione di uno specialista qualificato. È severamente sconsigliato iniziare il trattamento.

Trattamento di rimedi popolari

I rimedi popolari possono solo aiutare nelle prime fasi della malattia. È meglio usarli in combinazione con farmaci prescritti da uno specialista.

Il trattamento dell'endarterite con i rimedi popolari viene effettuato con l'aiuto di varie erbe e preparati che aiutano a rafforzare e ripristinare le pareti dei vasi sanguigni e hanno proprietà anti-infiammatorie e depurative.

Una raccolta di camomilla, achillea, erba di San Giovanni, germogli di betulla e seta di mais può aiutare:

  • È necessario mescolare erbe in parti uguali e mettere in un vaso di vetro con un coperchio stretto. Un solo art. l. miscela versare mezzo litro di acqua bollente. Insistere per circa mezz'ora. Bere un bicchiere al mattino e alla sera 30 minuti prima dei pasti. Puoi aggiungere un cucchiaio di miele alla bevanda. Questa miscela pulisce bene i vasi sanguigni e aumenta la loro elasticità. È meglio bere corsi. Un mese da bere, un mese - una pausa.

Un'altra ricetta efficace:

  • 40 gr. equiseto, 60 gr. uccello dell'altopiano, 100 gr. biancospino. Mezza Arte Mescolare la miscela con un bicchiere di acqua bollente per 30 minuti. Bere tre volte al giorno per un cucchiaio. in 30 minuti prima dei pasti Il corso è di un mese.

Sopora giapponese, vischio, semi di finocchio e immortelle sono anche bravi a pulire i vasi sanguigni.

Inoltre, per pulire il corpo e i vasi sanguigni, si consiglia di bere un tè forte con il latte per diversi giorni di seguito. Mug ogni poche ore.

Il decotto di patate, così come una miscela di arance e limoni, può aiutare a pulire le navi:

  • Macinare l'arancia e il limone in un frullatore, aggiungere un cucchiaino di miele. Mescolare e mettere nel barattolo. Mangia tre cucchiaini della miscela al giorno mezz'ora prima dei pasti.

Ha notevole efficienza e uso di iodio blu:

  • Un cucchiaino di amido diluito in 50 ml. acqua, aggiungere un cucchiaino di zucchero e un pizzico di acido citrico. In 150 ml. acqua bollente versare la miscela. Raffreddare tutto. E poi versare un cucchiaino. Tintura al 5% di iodio. Bere la miscela una volta al giorno dopo i pasti, uno st.l. Oltre alla pulizia dei vasi sanguigni, lo iodio blu rimuove anche il colesterolo dal sangue, rafforza il sistema immunitario e il cuore.

È necessario applicare questa miscela con grande cura, in quanto può causare una reazione allergica. In questo caso, è necessario interrompere immediatamente l'uso.

Prevenzione di malattie terribili

Al fine di minimizzare il rischio di una malattia o impedirne lo sviluppo nelle fasi iniziali, devono essere seguite le seguenti regole:

  1. Smetti di fumare e bevi troppo alcol;
  2. Prevenire il congelamento e l'ipotermia delle gambe;
  3. Per escludere la permanenza a lungo termine in stanze con temperature ambiente molto fredde o molto elevate;
  4. Rimuovere dalla dieta cibi grassi, malsani, troppo piccanti o troppo salati;
  5. Rimuovere l'eccesso di peso, in quanto dà un forte carico sugli arti inferiori;
  6. Più esercizio Particolarmente utili sono la corsa leggera, il nuoto e le biciclette. Si raccomanda inoltre di fare lunghe passeggiate all'aria aperta;
  7. Non dimenticare di osservare l'igiene. Pulisci bene i piedi e prenditi cura di loro ogni giorno, usa una crema per i piedi idratante o nutriente;
  8. Proteggi i tuoi piedi da graffi, lividi e altre lesioni;
  9. Scegli solo scarpe comode e di alta qualità. I piedi non dovrebbero essere schiacciati, non dovrebbero sudare troppo o congelare. E la pelle delle gambe deve respirare.

La prevenzione dell'endarterite è particolarmente importante per coloro che sono già stati diagnosticati con questa malattia. Con l'aiuto delle semplici regole sopra elencate, è possibile mantenere la salute in condizioni eccellenti per un periodo piuttosto lungo.

La cosa principale è non mollare e non correre la malattia!

Per Saperne Di Più I Vasi