Stent a cuore: descrizione dell'operazione, i suoi vantaggi, la riabilitazione

Da questo articolo imparerai: che tipo di chirurgia è - stenting dei vasi cardiaci, perché è considerato uno dei migliori metodi di trattamento di varie forme di malattia coronarica, in particolare la sua attuazione.

Stenting dei vasi coronarici del cuore è un'operazione mini-invasiva (dolce) endovascolare (intravascolare) sulle arterie che forniscono il cuore, che consiste nell'espandere i loro siti ristretti e occlusi inserendoli nel lume di uno stent vascolare.

Tali interventi chirurgici sono eseguiti da chirurghi endovascolari, chirurghi cardiaci e chirurghi vascolari in centri specializzati di chirurgia cardiaca endovascolare.

Descrizione dell'operazione

L'aterosclerosi delle arterie coronarie, manifestata dalla formazione di placche di colesterolo nel lume di questi vasi è un tipico meccanismo causale per lo sviluppo della coronaropatia: queste placche hanno la forma di protrusioni e tubercoli, in cui si verifica l'infiammazione, cicatrici, distruzione dello strato interno del vaso e formazione di coaguli di sangue. Tali cambiamenti patologici riducono il lume vascolare, ostruiscono parzialmente o completamente l'arteria, riducendo il flusso sanguigno al miocardio. Minaccia con ischemia (fame di ossigeno) o attacco di cuore (necrosi).

Il significato di stenting cardiaco è quello di ripristinare il lume delle arterie coronarie nei siti di costrizione con placche aterosclerotiche con l'aiuto di speciali dilatatori - stent coronarici. Pertanto, è possibile ripristinare in modo affidabile e completo la normale circolazione sanguigna nel cuore.

Stenting non allevia l'aterosclerosi, ma solo per un periodo (diversi anni) elimina le sue manifestazioni, i sintomi e le conseguenze negative della malattia coronarica.

Caratteristiche della tecnica dello stent coronarico:

  1. Questa chirurgia endovascolare - tutte le manipolazioni sono eseguite esclusivamente all'interno del lume dei vasi sanguigni, senza incisioni cutanee e la loro integrità nelle aree colpite.
  2. Il lume dell'arteria occlusa viene ripristinato non rimuovendo una placca aterosclerotica, ma utilizzando uno stent - una sottile protesi vascolare metallica sotto forma di un tubo a maglie.
  3. Il compito dello stent inserito nella zona ristretta dell'arteria è di premere le placche aterosclerotiche nelle pareti del vaso e spostarle. Questa azione ti consente di espandere il lume e lo stent stesso è così forte da fungere da scheletro che lo trattiene stabilmente.
  4. Durante una operazione, quanti stent possono essere installati secondo necessità a seconda del numero di aree ristrette (da uno a tre o quattro).
  5. L'esecuzione di stent richiede l'introduzione di sostanze radiopachi (preparati) per il paziente, che sono pieni di vasi coronarici. Le apparecchiature a raggi X ad alta precisione vengono utilizzate per registrare le immagini e monitorare l'andamento del contrasto.

Maggiori informazioni sugli stent

Lo stent, installato nel lume dell'arteria coronaria ristretta, dovrebbe essere una struttura interna affidabile che non consentirà alla nave di ri-restringersi. Ma un tale requisito per lui non è l'unico.

Qualsiasi impianto introdotto nel corpo è estraneo ai tessuti. Pertanto, per evitare la reazione di rigetto è difficile da evitare. Ma gli stent coronarici moderni sono pensati e progettati in modo tale da non causare ulteriori cambiamenti.

Le principali caratteristiche della nuova generazione di stent sono:

  • Realizzato in lega di metallo cobalto e cromo. Il primo fornisce buona suscettibilità dei tessuti, il secondo - forza.
  • In apparenza, assomiglia ad un tubo lungo circa 1 cm, dal 2,5 al 5-6 mm di diametro, le cui pareti sembrano una griglia.
  • La struttura a maglia consente di modificare il diametro dello stent dal minimo necessario al luogo di blocco, al massimo necessario per espandere l'area ristretta.
  • Coperto con sostanze speciali che bloccano la coagulazione del sangue. Vengono rilasciati gradualmente, impedendo la reazione del sistema di coagulazione e la formazione di coaguli di sangue nello stent stesso.
Clicca sulla foto per ingrandirla

I campioni più vecchi di stent presentano notevoli inconvenienti, il principale dei quali è la mancanza di rivestimento anticoagulante. Questo è uno dei motivi principali per lo stent non riuscito a causa dell'occlusione.

I veri vantaggi del metodo

Stenting delle arterie del cuore non è l'unico modo per ripristinare il flusso sanguigno coronarico. Se così fosse, il problema della malattia coronarica sarebbe già stato risolto. Ma ci sono dei vantaggi che consentono allo stenting di essere considerato un metodo di trattamento veramente efficace e sicuro.

Tecniche concorrenti con lui - chirurgia di bypass delle arterie coronarie e terapia farmacologica. Ciascuno dei metodi presenta alcuni vantaggi e svantaggi. Nessuno di questi deve essere usato secondo un principio di modello, ma individualmente confrontato con il decorso della malattia in un particolare paziente.

Il principio del bypass coronarico

La tabella mostra le caratteristiche comparative delle tecniche chirurgiche al fine di evidenziare i reali vantaggi dello stent coronarico.

Stent vascolare: indicazioni, chirurgia, riabilitazione

La costrizione vascolare (stenosi) dovuta all'aterosclerosi è di grande pericolo per l'uomo. A seconda della nave colpita, una riduzione del lume può portare a malattia coronarica (CHD), alterazione della circolazione cerebrale, aterosclerosi degli arti inferiori e una serie di gravi malattie. Esistono diverse tecniche per ripristinare la pervietà arteriosa, le principali sono: trattamento conservativo, angioplastica, stenting di vasi cardiaci e altre arterie affette, intervento chirurgico di bypass delle arterie coronarie.

Inizialmente, il restringimento del lume non influisce praticamente sulla condizione umana. Ma quando la stenosi aumenta di oltre la metà, ci sono segni di una mancanza di ossigeno negli organi e nei tessuti (ischemia). In questo caso, il trattamento conservativo di solito è impotente. Sono necessarie terapie più efficaci - chirurgia intravascolare.

Uno dei modi per trattare l'ischemia è stenting. Questo è un intervento endovascolare minimamente invasivo, il cui scopo è quello di ripristinare i lumi nelle arterie affette da aterosclerosi.

Per lo stesso motivo, un catetere speciale viene inserito nell'area interessata della nave, alla fine della quale viene posizionato un palloncino. Nel luogo in cui il flusso sanguigno è disturbato, il palloncino gonfia e espande le pareti del vaso. Per mantenere il lume, nell'arteria viene installata una struttura speciale, che svolge quindi il ruolo di uno scheletro. Questo design è chiamato uno stent.

Stenting area di applicazione

    • Stenting delle arterie coronarie è richiesto quando si verificano i sintomi della malattia coronarica (CHD), così come con una maggiore probabilità di infarto del miocardio. Nell'IHD il sangue del miocardio viene disturbato e il cuore non riceve abbastanza ossigeno per il normale funzionamento. Le cellule del muscolo cardiaco iniziano a morire di fame e quindi può verificarsi una necrosi tissutale (infarto del miocardio). La causa principale della malattia coronarica è l'aterosclerosi dei vasi coronarici che rilasciano sangue al cuore. A causa di ciò, le placche di colesterolo si formano all'interno delle pareti delle arterie, restringendo il lume.A volte lo stenting cardiaco viene eseguito nel periodo acuto dell'infarto del miocardio. Se l'operazione viene eseguita entro le prime sei ore dopo lo sviluppo di un infarto, il ripristino del normale flusso sanguigno spesso salva la vita del paziente e certamente riduce il rischio di cambiamenti irreversibili nel miocardio.
  • Stenting delle arterie degli arti inferiori è il meno traumatico e allo stesso tempo un metodo molto efficace per il trattamento delle malattie dei vasi delle gambe. Nella formazione di placche e alterata circolazione del sangue durante la deambulazione, il paziente ha dolore ai fianchi, alle natiche, ai piedi e alle gambe. Sviluppandosi, la malattia porta alle conseguenze più gravi, fino alla cancrena.
  • Stenting delle arterie carotidi è un trattamento a basso impatto che consente il ripristino del lume vascolare. Le arterie carotidi forniscono sangue al cervello e la circolazione cerebrale è compromessa nella stenosi. Oltre allo stent, durante l'operazione vengono installati speciali dispositivi di protezione con membrana - filtri. Sono in grado di ritardare il microtrombi, proteggendo i piccoli vasi del cervello dal blocco, ma senza interferire con il flusso sanguigno.
  • Restenosi dell'arteria coronaria dopo angioplastica. Dopo questa procedura, in 3-6 mesi, il 50% dei pazienti va incontro a restenosi - restringimento della nave nello stesso posto. Pertanto, per ridurre la probabilità di restenosi, l'angioplastica di solito integra lo stent coronarico.
  • Nei pazienti con malattia coronarica sottoposti a intervento di bypass delle arterie coronarie, da dieci a quindici anni dopo l'intervento, può verificarsi lo shunt dello shunt. In questo caso, l'impianto di stent diventa un'alternativa alla chirurgia di bypass delle arterie coronarie ricorrenti.

Video: animazione 3D del processo di stent

Tipi di stent

L'obiettivo dello stent è quello di garantire il mantenimento delle pareti del vaso occluso. Portano un grande carico, quindi realizzano questi progetti con materiali high-tech avanzati di altissima qualità. Queste sono principalmente leghe inerti da metalli.

Nella medicina moderna, ci sono diverse centinaia di tipi di stent. Si differenziano per costruzione, tipo di cellule, tipo di metallo, rivestimento, nonché il metodo di consegna alle arterie.

I principali tipi di stent coronarici:

  1. Metallo normale senza rivestimento. Questo è il tipo di stent più comunemente utilizzato. Solitamente utilizzato in arterie ristrette di medie dimensioni.
  2. Stent rivestiti con un polimero speciale, dosati liberando una sostanza medicinale. Possono ridurre significativamente il rischio di restenosi. Tuttavia, il costo di tali stent è molto più alto del normale prezzo. Inoltre, richiedono un consumo più lungo di farmaci antipiastrinici - circa 12 mesi mentre lo stent rilascia il farmaco. La fine della terapia può causare trombosi del costrutto stesso. L'uso di uno stent rivestito è raccomandato nelle arterie di piccole dimensioni, dove la probabilità di un nuovo blocco è maggiore rispetto a quella media.

Vantaggi dello stenting

  • Non richiedere un ricovero prolungato.
  • Il corpo recupera rapidamente dopo l'intervento chirurgico.
  • Viene eseguito in anestesia locale, che consente il trattamento anche a quei pazienti che sono controindicati per l'intervento chirurgico convenzionale.
  • L'operazione è meno traumatica - non richiede l'apertura di varie parti del corpo, ad esempio lo sterno durante lo smistamento, quando viene eseguito un intervento chirurgico al cuore.
  • La probabilità di complicanze è minima.
  • Trattamento meno costoso rispetto alla chirurgia convenzionale.

Controindicazioni per stenting di navi

  • Il diametro dell'arteria è inferiore a 2,5-3 mm;
  • Scarsa coagulazione del sangue;
  • Grave insufficienza renale o respiratoria;
  • Stenosi diffusa - sconfitta area troppo grande;
  • Reazione allergica allo iodio - un componente del farmaco radiopaco.

Come viene fatto lo stent?

Prima dell'intervento, il paziente viene sottoposto a una serie di esami, uno dei quali è l'angiografia coronarica, un metodo di esame a raggi X che può essere utilizzato per identificare la condizione delle arterie e determinare la posizione esatta.

Prima dell'intervento, al paziente viene somministrato un farmaco che riduce la coagulazione del sangue. L'anestesia viene eseguita - questa è solitamente l'anestesia locale. La pelle prima dell'introduzione del catetere viene trattata con un antisettico.

Inizialmente, l'angioplastica viene eseguita di solito: una puntura viene effettuata sulla pelle nella zona dell'arteria interessata e un palloncino viene accuratamente inserito utilizzando un catetere; raggiungendo il punto di restringimento il palloncino viene gonfiato, espandendo il lume.

Nella stessa fase è possibile installare un filtro speciale dietro il sito di restrizione, per prevenire ulteriori blocchi e lo sviluppo della corsa.

Come conseguenza dell'operazione, il lume dell'arteria si apre, ma viene installato uno stent per mantenere il normale flusso sanguigno. Supporterà le pareti del vaso per prevenire possibili restringimenti.

Per installare lo stent, il medico inserisce un altro catetere dotato di un palloncino gonfiabile. Lo stent viene inserito in una forma compressa, e quando il palloncino viene gonfiato nel punto di costrizione, la struttura metallica viene espansa e fissata sulle pareti vascolari. Se la lesione ha un'estensione elevata, è possibile installare più stent contemporaneamente.

Alla fine dell'operazione, gli strumenti vengono rimossi. Il chirurgo controlla tutte le azioni utilizzando un monitor a raggi X. L'operazione dura da 1 a 3 ore e non causa dolore al paziente. Sarà un po 'spiacevole solo in quel momento in cui il pallone si gonfierà - il flusso sanguigno in questo momento è brevemente rotto.

Video: segnalazione da stenting coronarico

Possibili complicazioni dopo la procedura

In circa il 90% dei casi, dopo che lo stent è stato inserito, il normale flusso sanguigno attraverso le arterie viene ripristinato e non si presentano problemi. Ma in alcuni casi sono possibili tali complicazioni:

  1. Violazione dell'integrità delle pareti delle arterie;
  2. sanguinamento;
  3. Problemi con il funzionamento dei reni;
  4. Educazione agli ematomi del sito di puntura;
  5. Restauro o trombosi nell'area di stenting.

Una delle possibili complicazioni è l'arteria intasata. Questo è estremamente raro e, quando ciò accade, il paziente viene urgentemente inviato per un intervento chirurgico di bypass delle arterie coronarie. Solo in 5 casi su 1000 è richiesta un'operazione di emergenza, ma il paziente deve essere preparato per tale probabilità.

Le complicazioni in questa operazione sono piuttosto rare, quindi lo stenting vascolare è una delle procedure chirurgiche più sicure.

Periodo postoperatorio e riabilitazione

Dopo una procedura chirurgica come stenting, il paziente deve essere tenuto a letto per un po 'di tempo. Il medico curante controlla l'insorgenza di possibili complicanze e alla dimissione fornisce raccomandazioni su dieta, farmaci, restrizioni, ecc.

Nella prima settimana dopo l'operazione, devi limitare lo sforzo fisico e non sollevare pesi, non dovresti fare il bagno (solo una doccia). A questo punto, non è desiderabile mettersi al volante di un'auto e, se il lavoro del paziente è legato al trasporto di merci o passeggeri, non si dovrebbe guidare per almeno 6 settimane.

La vita dopo lo stent implica il rispetto di alcune raccomandazioni. Dopo l'inserimento dello stent, inizia la riabilitazione cardiaca del paziente. La sua base è dieta, terapia fisica e un atteggiamento positivo.

  • La terapia fisica deve essere praticata quasi quotidianamente per almeno 30 minuti. Il paziente deve liberarsi dal peso in eccesso, portare la forma dei muscoli, normalizzare la pressione. Quest'ultimo riduce significativamente la probabilità di infarto miocardico ed emorragia. Ridurre lo sforzo fisico non dovrebbe essere alla fine della riabilitazione.
  • Particolare attenzione dovrebbe essere rivolta al cibo: è necessario seguire una certa dieta, che non solo aiuterà a normalizzare il peso, ma anche a influenzare i fattori di rischio per CHD e aterosclerosi. La dieta dopo stenting di vasi del cuore o di altri vasi deve essere finalizzata a ridurre gli indicatori di colesterolo "cattivo" - LDL (lipoproteine ​​a bassa densità).
    La nutrizione dopo un infarto e uno stent dovrebbe essere soggetta alle seguenti regole:

  1. Ridurre al minimo i grassi: è necessario escludere i prodotti contenenti grassi animali: carni grasse e pesce, prodotti caseari ad alto contenuto di grassi, caviale, vongole. Inoltre, dovresti abbandonare caffè forte, tè, cacao, cioccolato e spezie.
  2. Il numero di prodotti con un alto contenuto di acidi grassi polinsaturi, al contrario, dovrebbe essere aumentato.
  3. Includere più verdure, frutta, bacche e cereali nel menu - contengono carboidrati complessi e fibre.
  4. Per cucinare invece di crema usare solo olio vegetale.
  5. Limitare l'assunzione di sale - non più di 5 g al giorno.
  6. Dividere i pasti in 5-6 ricevimenti, quest'ultimo viene fatto non più tardi di tre ore prima di andare a dormire.
  7. Il contenuto calorico giornaliero di tutti i prodotti consumati non deve superare 2300 kcal.
  • Il trattamento dopo lo stent è molto importante, quindi dopo un intervento chirurgico per un periodo di sei mesi a un anno il paziente dovrà assumere farmaci ogni giorno. L'angina e altre manifestazioni di ischemia e aterosclerosi non sono più presenti, ma la causa dell'aterosclerosi rimane, così come i fattori di rischio.
  • Anche se il paziente si sente bene, dopo aver inserito lo stent, deve:

    1. Prendi la medicina prescritta dal tuo medico per prevenire il rischio di coaguli di sangue. Questo di solito è Plavix e Aspirina. Questo previene efficacemente i coaguli di sangue e l'intasamento dei vasi sanguigni e, di conseguenza, riduce il rischio di infarto e aumenta la longevità.
    2. Seguire la dieta anti-colesterolo e assumere farmaci per abbassare il colesterolo. Altrimenti, lo sviluppo dell'aterosclerosi continuerà, il che significa che appariranno nuove placche, restringendo le navi.
    3. A pressione elevata, prendere i farmaci per normalizzarlo - ACE-inibitori e beta-bloccanti. Ciò contribuirà a ridurre il rischio di infarto miocardico e ictus.
    4. Se il paziente ha il diabete, seguire una dieta rigorosa e assumere farmaci per normalizzare i livelli di zucchero nel sangue.

    Molti pazienti sono preoccupati per la domanda: possono ottenere una disabilità dopo lo stent? L'operazione migliora la condizione umana e gli restituisce la normale capacità lavorativa. Pertanto, di per sé, lo stent non è un'indicazione di disabilità. Ma se ci sono condizioni concomitanti, il paziente può essere riferito a un ITU.

    Confronto tra stenting e shunt: i loro pro e contro

    Se si confronta ciò che è meglio - stenting o bypass chirurgico, è necessario prima decidere come differiscono.

    Stenting, in contrasto con lo smistamento, è un metodo endovascolare e viene eseguito senza aprire il torace e praticare grandi incisioni. Lo smistamento è spesso un intervento addominale. D'altra parte, l'installazione di uno shunt è un metodo più radicale che consente di affrontare la stenosi in caso di blocco multiplo o sovrapposizione completa. Stenting in tali situazioni è spesso inutile o impossibile.

    Il principio del bypass cardiaco

    Lo stent è più spesso usato per trattare pazienti giovani con piccoli cambiamenti nei vasi. I pazienti anziani con lesioni gravi mostrano ancora l'installazione dello shunt.

    Durante l'operazione di stenting è sufficiente l'anestesia locale e durante l'installazione dello shunt è necessario non solo l'anestesia generale, ma anche il collegamento del bypass cardiopolmonare.

    Il rischio di formazione di trombi dopo stenting costringe i pazienti a prendere farmaci speciali per molto tempo. Inoltre, è possibile la restenosi. Le nuove generazioni di stent, ovviamente, aiutano a risolvere questi problemi, ma, tuttavia, ciò accade. Anche gli shunts non sono perfetti: essi, come tutti i vasi sanguigni, sono inclini a processi degenerativi, aterosclerosi, ecc., Quindi dopo qualche tempo possono fallire.

    Anche i tempi di recupero sono diversi. Dopo lo stenting minimamente invasivo, il paziente può lasciare la clinica il giorno successivo. Lo smistamento comporta un periodo più lungo di recupero e riabilitazione.

    Entrambi i metodi hanno i loro svantaggi e vantaggi, e il loro costo è diverso. La scelta del trattamento è individuale e dipende esclusivamente dalle caratteristiche della malattia in ciascun caso.

    Costo dell'operazione di stenting

    Quanto costa lo stenting dei vasi cardiaci? Prima di tutto, il costo dell'operazione dipende da quali arterie dovranno lavorare, oltre che dal paese, dalla clinica, dagli strumenti, dall'attrezzatura, dal tipo, dal numero di stent e da altri fattori.

    Si tratta di un'operazione ad alta tecnologia che richiede l'uso di una speciale sala operatoria a raggi X dotata di sofisticate apparecchiature costose. In Russia, come in altri paesi dove vengono eseguite tali operazioni, vengono eseguite secondo gli ultimi metodi da specialisti altamente qualificati. quindi, non può essere economico.

    I prezzi per stenting di vasi del cuore variano in paesi diversi. Così, ad esempio, lo stenting in Israele costa da 6mila euro, in Germania - da 8mila, in Turchia - da 3,5mila euro. Nelle cliniche russe, questa procedura è leggermente inferiore nel prezzo - da 130 mila rubli.

    Lo stent è una delle operazioni più popolari nella chirurgia vascolare. È meno traumatico, porta buoni risultati e non richiede un lungo recupero. Tutto ciò che il paziente deve fare durante il periodo di riabilitazione è osservare la dieta, non evitare lo sforzo fisico e assumere farmaci.

    Stenting coronarico (vasi cardiaci)

    La causa principale delle più gravi manifestazioni di cardiopatia coronarica, infarto miocardico, è una malnutrizione del muscolo dovuta a lesioni vascolari aterosclerotiche.

    L'aterosclerosi colpisce la parete dell'arteria. A causa della perdita di elasticità, si perde la possibilità di un'espansione sufficiente. La deposizione di placche aterosclerotiche dall'interno provoca un restringimento del diametro della nave, complicando il rilascio di sostanze nutritive. Una riduzione critica è considerata pari al 50% del diametro. Allo stesso tempo, cominciano a comparire i sintomi clinici dell'ipossia (mancanza di ossigeno) del cuore. Questo è espresso in attacchi di angina.

    Il blocco completo dell'arteria coronaria porta allo sviluppo del sito di necrosi (necrosi) nell'infarto del miocardio. In tutto il mondo, questa patologia è ancora considerata una delle cause principali della mortalità degli adulti.

    Lo stent tempestivo dei vasi cardiaci impedisce lo sviluppo di gravi complicanze dell'aterosclerosi.

    Cosa è "stenting"?

    Il termine "stent" si riferisce ad un'operazione per installare uno stent nell'arteria, con conseguente dilatazione meccanica viene effettuata porzione di collo e ripristinare il normale flusso di sangue all'organo. La chirurgia si riferisce ad interventi chirurgici endovascolari (intravascolari). Condotto nei rami del profilo vascolare. Richiede non solo chirurghi altamente qualificati, ma anche attrezzature tecniche.

    I metodi stabiliti di chirurgia non solo stenting coronarico (vasi sanguigni del cuore), ma anche l'installazione di stent nell'arteria carotide per rimuovere i segni di ischemia cerebrale nel femorale - per il trattamento dei cambiamenti aterosclerotiche nei piedi, nell'aorta addominale e iliaca - in presenza di segni marcati di lesioni aterosclerotiche.

    Che cosa è una varietà "stent"

    Uno stent è un tubo di maglia leggero che è abbastanza forte da fornire una struttura per un'arteria per lungo tempo. Gli stent sono fatti di leghe metalliche (solitamente cobalto) in conformità con l'alta tecnologia. Ci sono molti tipi Si differenziano per dimensioni, struttura della griglia, natura del rivestimento.

    Si possono distinguere due gruppi di stent:

    • non rivestito - utilizzato per operazioni su arterie di medie dimensioni;
    • coperto con una speciale guaina di polimero, che rilascia una sostanza medicinale durante l'anno, che impedisce la stenosi dell'arteria. Il costo di tali stent è molto più costoso. Sono raccomandati per l'installazione nei vasi coronarici, richiedono un trattamento costante per ridurre la formazione di coaguli di sangue.

    Come sta andando l'operazione?

    Per stenting di vasi cardiaci, un catetere viene inserito nell'arteria femorale, alla fine del quale si trova un piccolo palloncino con uno stent. Sotto il controllo dell'apparato a raggi X, il catetere viene inserito nella bocca delle arterie coronarie e trasferito nel sito di restringimento necessario. Quindi il pallone viene gonfiato al diametro richiesto. Allo stesso tempo i depositi aterosclerotici vengono compressi nel muro. Lo stent quando la molla si espande e viene lasciato in posizione dopo che il palloncino è stato sgonfiato e il catetere rimosso. Di conseguenza, il flusso sanguigno viene ripristinato.

    L'operazione viene generalmente eseguita in anestesia locale. Dura da una a tre ore Prima dell'intervento, al paziente vengono somministrati farmaci per fluidificare il sangue per prevenire la trombosi. Se necessario, installare diversi stent.

    Dopo l'intervento, il paziente trascorre in ospedale fino a sette giorni sotto la supervisione di un medico. Si raccomanda di bere molti liquidi per la rimozione delle sostanze di contrasto con l'urina. Gli anticoagulanti sono prescritti per prevenire l'adesione delle piastrine e la formazione di coaguli di sangue.

    A chi viene mostrata la chirurgia, l'esame

    La selezione di pazienti con malattia coronarica per il trattamento chirurgico viene eseguita da un consulente, cardiochirurgo. Nel paziente residenza clinica subire un esame minimo necessario comprendente tutti sangue e delle urine necessari per determinare il funzionamento degli organi interni, lipogram (colesterolo totale e sue frazioni), la coagulazione del sangue. L'elettrocardiografia consente di specificare le aree di danno miocardico dopo un infarto, la prevalenza e la localizzazione del processo. L'esame ecografico del cuore chiaramente nelle immagini mostra il funzionamento di tutte le parti degli atri e dei ventricoli.

    Nell'unità ospedaliera è richiesta l'angiografia. Questa procedura consiste nell'iniezione intravascolare di un agente di contrasto e di una serie di raggi X, eseguita durante il riempimento del letto vascolare. I rami più colpiti, la loro localizzazione e il grado di restringimento sono identificati.

    L'ecografia intravascolare aiuta a valutare le possibilità della parete arteriosa dall'interno.

    L'esame consente all'angioururgo di determinare la posizione esatta dell'impianto di stent previsto, per identificare possibili controindicazioni all'operazione.

    Indicazioni per la chirurgia:

    • gravi attacchi frequenti di angina, definiti da un cardiologo come condizione pre-infarto;
    • supporto per bypass delle arterie coronarie (lo smistamento è l'installazione di flusso di sangue artificiale per bypassare la nave bloccata), che tende a restringersi entro dieci anni;
    • per motivi di salute per grave attacco di cuore transmurale.

    Controindicazioni

    L'impossibilità di introdurre lo stent è determinata durante l'esame.

    • Una lesione comune di tutte le arterie coronarie, a causa della quale non esiste un sito specifico per stenting.
    • Il diametro dell'arteria ristretta è inferiore a tre mm.
    • Ridotta coagulazione del sangue.
    • Funzionalità renale compromessa, fegato, insufficienza respiratoria.
    • Reazione allergica del paziente a farmaci iodurati.

    Il vantaggio di stenting su altre operazioni:

    • bassa invasività della tecnica - non è necessario aprire il torace;
    • breve periodo di degenza del paziente in ospedale;
    • costo relativamente basso;
    • rapido recupero, ritorno al lavoro, assenza di disabilità a lungo termine del paziente.

    Complicazioni dell'operazione

    Tuttavia, 1/10 delle operazioni ha avuto complicazioni o conseguenze indesiderate:

    • perforazione del muro della nave;
    • sanguinamento;
    • la formazione di sangue sotto forma di ematoma nel sito di puntura dell'arteria femorale;
    • trombosi da stent e necessità di re-stenting;
    • compromissione della funzionalità renale.

    Video, che mostra chiaramente l'essenza dell'operazione:

    Periodo di recupero

    Lo stent trasferito di vasi cardiaci consente al paziente di sentirsi molto meglio, ma questo non ferma il processo aterosclerotico, non modifica il metabolismo dei grassi disturbato. Pertanto, il paziente dovrà seguire una prescrizione del medico, monitorare il livello di colesterolo e glicemia.

    È necessario eliminare i grassi animali dalla dieta e limitare i carboidrati. Si raccomanda di non mangiare un grasso di maiale, manzo, agnello, il burro, la pancetta, maionese e condimenti piccanti, salumi, formaggio, uova, dalla pasta di grano instabile, cioccolato, dolci e pasticcini, pane bianco, caffè, tè forte, alcool e birra, bevande zuccherate gassate.

    Dieta richiede necessariamente entrare nella dieta di frutta e verdura in insalata o succhi di frutta freschi, pollame bollito, pesce, cereali, pasta da duro, ricotta, prodotti lattiero-caseari, tè verde.

    È necessario regolare 5-6 alimenti singoli, per monitorare il peso. Se necessario, tieni i giorni di digiuno.

    L'esercizio mattutino mattutino aumenta il metabolismo, migliora l'umore. Non puoi iniziare subito un allenamento pesante. Camminata consigliata, prima per brevi distanze, poi con l'aumentare della distanza. Popolare passeggiata lento sulle scale. Puoi impegnarti in simulatori. Assicurati che i pazienti imparino a contare il polso. Evitare sovraccarichi significativi con aumento della frequenza cardiaca. Dagli sport è consigliabile andare in bicicletta e visitare la piscina.

    La terapia farmacologica si riduce a ridurre la pressione arteriosa (nei pazienti ipertesi), le statine a normalizzare i livelli di colesterolo e i farmaci che riducono i coaguli di sangue. I pazienti con diabete dovrebbero continuare il trattamento specifico prescritto dall'endocrinologo.

    È meglio se la riabilitazione dopo stenting sarà effettuata in condizioni di sanatorio e resort, sotto la supervisione di medici.

    L'operazione di stenting viene effettuata per circa quaranta anni. Metodi e supporto tecnico vengono costantemente migliorati. Testimonianza estesa, senza limiti di età. Si raccomanda a tutti i pazienti con malattia coronarica di non avere paura di consultare un chirurgo, questa è un'opportunità per prolungare la vita attiva.

    Che cos'è una posizione in cardiologia

    Stenting, stent coronarico di vasi cardiaci. Stent, installazione di un'angioplastica con palloncino con stent coronarico.

    Al fine di prolungare, aumentare il termine dell'azione terapeutica dell'angioplastica con palloncino, è stato sviluppato un metodo o un'operazione di stenting dei vasi sanguigni. Uno stent è una rete tubolare metallica, una struttura in acciaio inossidabile che si espande all'interno dell'arteria, nella sua essenza assomiglia a una molla, rinforzando un'arteria espansa, impedendole di restringersi e spasming. Attualmente, ci sono un gran numero di stent di vari materiali, da cui sono realizzati e altre caratteristiche. Di questa varietà, gli stent rivestiti con sostanze polimeriche, che includono farmaci antitumorali citostatici, i cosiddetti stent a rilascio di farmaco, sono di interesse. Lo scopo di questo rivestimento farmacologico con farmaci citostatici è di rallentare la divisione delle cellule che formano placche aterosclerotiche, cioè di ridurre il rischio di ristenosi. Tuttavia, non bisogna dimenticare il fatto che questi farmaci rallentano la guarigione della superficie della ferita della parete interna della nave dopo che lo stent è stato installato, altrimenti il ​​rivestimento dello scaffold con cellule endoteliali avviene più lentamente, il che è un rischio di coaguli di sangue. Come viene eseguito lo stenting vascolare o lo stent coronarico? L'intera operazione avviene, come nel caso dell'angioplastica a palloncino, ma a differenza dell'angioplastica, c'è un palloncino all'estremità del catetere sul polsino del catetere che indossa uno stent rivestito. Un catetere viene inserito nell'arteria coronaria dilatata, alla cui estremità viene applicato uno stent sul polsino del palloncino, dopo di che la guaina viene rimossa e il palloncino viene gonfiato, quindi levigando lo stent nel sito del restringimento dell'arteria, rafforzando e rinforzando l'interno dell'arteria dilatata. Lo stenting dell'arteria carotide, l'aorta addominale e le arterie iliache e femorali degli arti inferiori vengono eseguite secondo lo stesso principio.
    Indicazioni per stenting.

    Stenting delle arterie del cuore, oggi è un trattamento alternativo per la chirurgia di bypass coronarico. Inoltre, se uno spasmo delle arterie coronarie si verifica durante l'angioplastica con palloncino, che può portare allo sviluppo di infarto miocardico, lo stent in questa situazione aiuta ad evitare queste complicazioni. Inoltre, dieci anni dopo, dopo l'intervento chirurgico di bypass delle arterie coronarie, circa il 50% dei pazienti viene sottoposto a stenosi dello shunt. Lo stent shunt è anche un'alternativa al reintervento chirurgico di bypass delle arterie coronarie. Tra le altre cose, stenting, arterie coronarie, è un'alternativa alla trombolisi e al metodo di scelta nelle prime ore di infarto miocardico acuto.
    Controindicazioni stenting.

    Controindicazioni per l'installazione dello stent è la stenosi diffusa del letto coronarico, cioè, non vi è alcun oggetto per installare lo stent, che è la stenosi locale. Inoltre, il diametro piccolo dell'arteria stenotica, dell'ordine di meno di 2,8-3,0 mm, è anche un ostacolo tecnico per l'installazione dello stent.

    Per la prevenzione della trombosi, lo stent viene eseguito sullo sfondo della terapia anticoagulante. Gli anticoagulanti sono sostanze che impediscono la formazione di coaguli di sangue.

    Dopo l'operazione di stent, il paziente rimane in ospedale per un periodo di circa 5-7 giorni sotto la supervisione di un medico tutto il giorno. La terapia con anticoagulanti e agenti antipiastrinici continua (aspirina, Plavix). Si consiglia di bere molti liquidi, per una rimozione più rapida del contrasto dal corpo. Dopo lo stent, la plasmaferesi viene eseguita in molte cliniche, oltre che per la prevenzione della trombosi.

    A cosa serve lo stent vascolare?

    Le operazioni di angioplastica con palloncino sono state eseguite in tutto il mondo per oltre 30 anni. Tuttavia, tale operazione non è sempre sufficiente. In alcuni pazienti (circa il 35-40%), può verificarsi un restringimento della nave - ristenosi.

    Questo succede per due motivi:

    durante l'angioplastica, l'arteria viene tesa allo stato aperto e da allora le pareti della nave sono elastiche, quindi si restringono a una dimensione vicina all'originale;

    sviluppo di tessuto cicatriziale. Molto spesso, la sua quantità è insignificante, ma a volte è abbastanza pronunciata, il che può ostacolare notevolmente il flusso sanguigno.

    Attualmente, l'operazione di angioplastica a palloncino nella maggior parte dei casi viene eseguita contemporaneamente allo stenting delle arterie, che consente un significativo miglioramento dei risultati a lungo termine.
    Stenting delle arterie coronarie.

    I vasi sanguigni che alimentano direttamente il cuore sono chiamati arterie coronarie.

    Lo stent è un corpo estraneo, pertanto, può causare una risposta indesiderata del corpo nei pazienti che sono impiantati con stent metallici convenzionali - restringimento del vaso (restenosi). Per ridurre la possibilità di questo problema, sono stati sviluppati stent rivestiti con un polimero che rilascia farmaci, per risolvere questo problema. Eseguono stenting di vasi cardiaci per aumentare il controllo su questo processo.

    Ora, lo stent coronarico, a seconda dell'evidenza, viene eseguito con stent a rilascio di farmaco.

    Tali stent sono diventati una nuova parola nella tecnologia degli interventi endovascolari e hanno portato questa area della medicina a un nuovo livello più alto.

    La diagnosi precoce e i moderni metodi high-tech per il trattamento delle malattie cardiovascolari migliorano significativamente i risultati a lungo termine.
    Metodi diagnostici di base:

    Elettrocardiografia (ECG) - registrazione dell'attività elettrica del cuore. Mostra battito cardiaco irregolare. L'ECG viene eseguito sia a riposo che durante l'esercizio (test da sforzo - camminata, corsa, ciclismo).

    L'ecocardiografia (EchoCG) è uno studio del cuore mediante ultrasuoni. Fornisce informazioni anatomiche e funzionali più precise.

    Ultrasuoni intravascolari (VSUZ) - uno studio invasivo dell'arteria che utilizza un catetere con un sensore a ultrasuoni, fornisce le informazioni più accurate sulla condizione dell'arteria "dall'interno".

    L'angiografia coronarica è uno studio eseguito in un laboratorio angiografico. Questo è un metodo a raggi X che rende possibile valutare la gravità delle lesioni arteriose, la posizione delle stenosi critiche, valutare i rischi e determinare le tattiche di trattamento.

    Stent carotideo

    Le arterie carotidi sono le navi che forniscono sangue al cervello.

    All'esame, il medico può sentire il rumore sopra le arterie carotidi. Se necessario, nominato da:

    Ecografia Doppler delle principali arterie della testa (UZDG MAG)
    elettroencefalografia del cervello (EEG)
    tomografia computerizzata (CT)
    l'angiografia (esame radiologico dei vasi sanguigni) viene effettuata per una valutazione più dettagliata dello stato delle arterie carotidi

    Lo stenting carotideo è il metodo più avanzato e meno traumatico per il trattamento della stenosi carotidea nel mondo. È quasi simile al metodo con cui viene eseguito lo stent del cuore e delle arterie periferiche - stenting di vasi degli arti inferiori. Quando si rilasciano le arterie carotidi, la protezione contro il blocco delle piccole arterie del cervello da particelle di placca frantumata con dispositivi di protezione speciali - i filtri sono necessari. Rappresentano la struttura metallica su cui si trova la membrana. I filtri bloccano i microtrips senza interferire con il flusso sanguigno: il sangue scorre liberamente attraverso i micropori della membrana, che impediscono il passaggio di emboli.

    In questa fase di interventi per ottenere il risultato ottimale e sicuro di manipolazione sulle arterie carotidi senza dispositivi di protezione non è possibile.
    Stenting delle navi degli arti inferiori.

    I vasi degli arti inferiori, o le arterie periferiche, sono responsabili del rilascio di sangue direttamente alle gambe. A causa della formazione di placche aterosclerotiche, il flusso sanguigno è disturbato. Il sintomo principale dei disturbi circolatori è il dolore che appare nelle gambe mentre si cammina. Il dolore può verificarsi anche nei glutei, cosce, ginocchia, gambe e piedi.

    Stenting dei vasi degli arti inferiori è un trattamento efficace e meno traumatico delle malattie vascolari periferiche.
    Il costo della procedura e i risultati di garanzia

    Il costo della procedura di stent è la somma del costo dello strumento e il costo dell'ammortamento delle attrezzature e dipende principalmente dal tipo di operazione. Puoi trovare le tariffe base per i servizi qui, così come visitando il nostro Centro e consultando gli specialisti.

    L'operazione di stenting è high-tech, che richiede l'uso di una speciale sala operatoria a raggi X dotata di sofisticate apparecchiature costose ad alta precisione (le nostre apparecchiature). Viene eseguito da specialisti qualificati della più alta categoria secondo i più recenti metodi di tecnologie endovascolari.

    I principali vantaggi di questo metodo di trattamento sono:

    una significativa riduzione della probabilità di ristenosi,
    rapido recupero del corpo
    buoni risultati a lungo termine.

    - non richiede l'apertura dello sterno o altre parti del corpo, come quando si eseguono manovre e altre operazioni aperte, ma solo una piccola (circa 2 mm) puntura nel punto di inserimento del catetere.

    (domande frequenti)

    In che modo gli stent diversi differiscono l'uno dall'altro?
    Gli stent impiantati in vasi coronarici sono il prodotto dell'alta tecnologia nell'industria medica. Sono telai in maglia di metallo inerte sottili, di alta qualità, che vengono espansi nel punto giusto all'interno della nave fino al diametro desiderato. Utilizziamo gli stent di alta qualità dei principali produttori in Europa e in America, certificati e approvate tutte le procedure di autorizzazione necessarie per l'utilizzo in Russia.
    Molto spesso gli stent sono fatti di acciaio inossidabile. Per gli stent di nuova generazione viene utilizzata la lega di cobalto, dalla quale gli stent sono più sottili e più flessibili dell'acciaio inossidabile. Ciò rende possibile l'installazione in serbatoi con una corsa a spirale più complessa. La dimensione dello stent dipende dal diametro dell'arteria.
    Esistono due tipi principali di stent: semplici e rivestiti con farmaci. Gli stent a eluizione di farmaco appartengono all'ultima generazione di stent, garantendo praticamente l'assenza di recidive di stenosi all'interno dello stent stabilito in lesioni gravi delle navi coronarie. Nella fabbricazione della loro superficie è coperta con una piccola quantità di sostanza medicinale che impedisce la formazione di ri-restringimento del vaso all'interno dello stent, che può verificarsi a causa della reazione della guaina dell'arteria interna sullo stent installato.

    Come scegliere uno stent?
    La scelta dello stent è compito del medico che lo installerà. Tuttavia, al paziente può essere offerta un'alternativa tra uno stent semplice e rivestito con farmaci. Se il medico, a causa delle particolari caratteristiche del paziente di una lesione aterosclerotica, consiglia di utilizzare uno stent coperto, questo dovrebbe essere tenuto in considerazione. Ma in alcuni casi è possibile gestire con uno stent semplice, quando non è necessario uno stent coperto più costoso. La cosa principale è essere sicuri di consultarsi con uno specialista altamente qualificato con una vasta esperienza nelle operazioni intravascolari, poiché solo lui può tenere conto di tutte le caratteristiche della tua condizione, dell'effetto delle comorbidità e della tollerabilità dei farmaci che sono necessari dopo lo stent.
    Se si assume che un medico sia guidato da altre considerazioni quando si sceglie uno stent, ad esempio il costo degli stent, è necessario consultare un altro specialista. Pertanto, il problema del paziente è la scelta di un medico competente e responsabile, e non un metodo di trattamento. Se necessario, siamo pronti ad aiutare con questo.

    Qual è la ragione principale per cui gli esperti raccomandano l'uso di stent a rilascio di farmaco?
    È noto che in alcuni casi (con gravi varianti di lesioni vascolari associate a diabete mellito, ecc.) La probabilità di ristenosi, cioè la ristenosi che si sviluppa all'interno di un semplice stent metallico, è piuttosto alta. In questi casi vengono utilizzati stent a rilascio di farmaco.
    Tuttavia, occorre ricordare che dopo l'installazione degli stent rivestiti, i requisiti per l'assunzione di farmaci antipiastrinici sono molto più rigidi e la durata del loro decorso è più lunga, fino al completamento del rilascio del farmaco dalla superficie dello stent (12 mesi). Se non rispetti questi requisiti, può creare condizioni per la trombosi dello stent in questo periodo, e questa è una complicazione molto pericolosa.
    Pertanto, ci sono situazioni in cui l'assunzione di questi farmaci è impossibile o pericolosa, che limita le indicazioni per l'installazione di uno stent medicinale: malattia da ulcera peptica, operazioni inevitabili entro un anno dopo stenting, intolleranza ai farmaci anti-piastrinici; o disaccordo del paziente sulla durata necessaria del farmaco per la prevenzione della trombosi dello stent.

    Ho avuto due stent nelle navi coronarie. È possibile eseguire la risonanza magnetica con la loro presenza? Risonanza magnetica? Scansione CT?
    È necessario informare il medico che esegue la risonanza magnetica sulla presenza di stent e il tempo trascorso dopo lo stent. Gli stent più moderni non sono ferromagnetici, cioè non hanno la capacità di magnetizzare e MRI-compatibile. Per una sicurezza completa, le istruzioni per lo stent indicano il periodo che deve essere astenuto dall'eseguire una risonanza magnetica (circa 8 settimane, a volte fino a 6-8 mesi).

    A volte i medici non consigliano scansioni MRI se uno stent è stato recentemente installato. È necessario chiarire quale tipo di stent vale.

    È possibile, dopo lo stent, lavorare vicino alla sorgente delle radiazioni elettromagnetiche?
    È possibile, gli stent sono indifferenti ad esso.

    Sentirò uno stent fisso? Qual è il termine del suo servizio?
    No, non lo farai. Non ci sono terminazioni nervose all'interno della nave. La vita dello stent non è limitata, e non è questo fattore che determina l'ulteriore prognosi dopo lo stent, ma lo stato dei vasi coronarici e la loro risposta allo stent, l'accuratezza dei farmaci anti-piastrinici dopo stenting e il grado di ulteriore progressione dell'aterosclerosi.

    Può lo spostamento dello stent all'interno della nave?
    No, mai. La sua struttura è tale da essere tenuta in un luogo fisso immobile.

    È possibile vedere in qualche modo gli stent dopo l'operazione e quanti sono installati?
    Sono visibili sull'ecografia del cuore e, ovviamente, sull'angiografia coronarica dopo l'intervento chirurgico, la cui registrazione sul disco può sempre essere richiesta dal medico.

    Processo di stenting

    Lo stent è una chirurgia mini-invasiva sulle arterie che forniscono il cuore. Per alleviare il dolore toracico, alleviare l'angina e prevenire l'infarto del miocardio, viene utilizzato uno stent coronarico, che è un tubo a telaio sottile con una struttura a forma di una rete metallica flessibile.

    Lo stent viene introdotto nell'arteria in uno stato compresso, dopo di che si espande come una molla, espandendo le pareti dei vasi sanguigni. Lo stent viene espanso con una cartuccia speciale. Di conseguenza, il lume dell'arteria coronaria diventa più ampio dopo l'indentazione delle placche aterosclerotiche, il flusso sanguigno al cuore viene ripristinato. Allo stesso tempo, lo stent impiantato non cambia la sua forma, mantenendo il lume nello stato aperto.

    Un cardiologo interventista utilizza l'angiografia per valutare la posizione e le dimensioni di un blocco (lesione) iniettando un mezzo di contrasto attraverso un catetere guida. Ciò rende possibile visualizzare il flusso sanguigno attraverso le arterie coronarie a valle.

    L'ecografia intravascolare viene utilizzata per valutare lo spessore e la durezza della lesione (calcificazione). Il chirurgo usa queste informazioni per decidere se trattare la lesione con uno stent e, in tal caso, di quale tipo e dimensione utilizzare lo stent.

    Uno stent fissato all'esterno del catetere a palloncino viene utilizzato per eluire il farmaco. Pertanto, i medici possono eseguire "stenting diretto", in cui lo stent passa attraverso un vaso bloccato e lo espande.

    È imperativo che lo scheletro dello stent sia a diretto contatto con le pareti della nave per ridurre al minimo le possibili complicazioni, poiché si possono formare coaguli di sangue. Le lesioni molto lunghe possono richiedere più di uno stent e questo tipo di terapia è chiamato "guaina di metallo pieno".

    Poiché l'operazione è delicata, viene applicata l'anestesia locale. Il paziente durante lo stenting dei vasi sanguigni del cuore può contattare il chirurgo. Dopo un processo operativo di successo, il sangue circola perfettamente, consentendo ai tessuti cardiaci di ricevere tutti i nutrienti e l'ossigeno necessari.

    Inoltre, questa operazione di installazione di uno stent richiede l'attrezzatura tecnica massima, pertanto lo stent viene eseguito nella sezione cardiovascolare.

    Le caratteristiche e gli obiettivi principali del metodo:

    1. La chirurgia endovascolare viene eseguita senza compromettere l'integrità nell'area interessata.
    2. Il lume arterioso viene ripristinato solo con l'aiuto di un tubo sotto forma di una rete metallica (protesi), e non a causa della rimozione delle placche aterosclerotiche.
    3. L'obiettivo dello stent introdotto è l'indentazione e la retrazione delle placche aterosclerotiche.
    4. A volte fino a 3-4 stent vengono utilizzati per un gran numero di zone vascolari ristrette.
    5. L'introduzione di agenti di contrasto nei vasi coronarici per controllare il processo sull'attrezzatura a raggi X.

    Tipi di stent

    Per ripristinare il flusso sanguigno normale utilizzando diversi tipi di stent. Poiché questo impianto è necessario per arrestare il restringimento per un lungo periodo, la sua affidabilità non dovrebbe essere messa in dubbio.

    Il requisito principale per lo stent è impedire il restringimento della nave. Tuttavia, a causa del fatto che il corpo alieno viene a volte respinto dal corpo, gli sviluppatori hanno pensato attraverso varie modifiche agli stent.

    Gli impianti moderni per i vasi sanguigni hanno le seguenti caratteristiche:

    1. Coperto con sostanze che possono bloccare la coagulazione del sangue. Allo stesso tempo, non si formano coaguli di sangue sull'impianto stesso.
    2. Per cambiare il diametro richiesto, gli sviluppatori hanno pensato a una tale struttura, che consente di massimizzare il blocco. Ora metti i disegni di anelli, maglie o tubi.
    3. Esternamente, lo stent assomiglia a un tubo lungo fino a 1 cm, il cui diametro può variare da 2 a 6 mm.
    4. Sono fatti di leghe metalliche speciali utilizzando tecnologie avanzate. Di solito i tubi a rete sono realizzati in lega di cromo o cobalto. Attualmente, la maggior parte degli stent ha iniziato a essere coperta con farmaci per ridurre al minimo il rischio di ristenosi e infarto del miocardio. Di norma, gli stent con sostanze medicinali vengono mostrati a coloro che hanno una delle seguenti diagnosi: diabete, re-stenosi, insufficienza renale.

    Solo il chirurgo cardiochirurgico può scegliere il disegno dello stent, tenendo conto delle caratteristiche anatomiche del paziente. Ad oggi, ci sono più di 100 tipi di stent, che si differenziano per materiale di fabbricazione, struttura e dimensioni.

    Diagnosi e indicazioni per la chirurgia endovascolare

    Un cardiologo è stato riconosciuto colpevole di aver fatturato i pazienti per stenting coronarico medico non necessario. Si ritiene che a volte l'applicazione di questo metodo sia inappropriata. Prima di prendere una decisione sulla chirurgia endovascolare, dovresti sottoporti a un esame completo.

    Il corso di ricerca include procedure come:

    • analisi di laboratorio di sangue e urina;
    • lipidogramma - per indicatori di ricerca colesterolo;
    • Ultrasuoni del cuore (ecocardioscopia) - per studiare il funzionamento di tutti i reparti;
    • CPEFI - studio elettrofisiologico transesofageo;
    • elettrocardiografia - per chiarire le aree di danno e l'estensione del processo di blocco;
    • coagulogramma - per determinare il livello di coagulazione del sangue;
    • angiografia con l'introduzione di un mezzo di contrasto - per identificare il grado di costrizione vascolare e il numero di rami arteriosi colpiti.

    Dopo aver eseguito un ciclo completo di diagnosi, il cardiologo esamina la fattibilità dell'operazione, tenendo conto di tutti i fattori dell'esame.

    Di regola, lo stent coronarico di vasi cardiaci ha diverse indicazioni:

    • stato preinfarto provocato da attacchi di angina persistenti;
    • attacchi cronici di ischemia, causati da placche aterosclerotiche che bloccano il 50% del lume;
    • angina frequente dopo uno sforzo fisico minore;
    • restringimento della nave bloccata dopo lo smistamento o angioplastica con palloncino, tecniche che perdono la loro efficacia dopo 8-10 anni.

    Oltre alle immagini cliniche di cui sopra, lo stenting di vasi cardiaci è indicato soprattutto per infarto e disturbi circolatori coronarici acuti. A volte viene eseguito un intervento chirurgico per alleviare il dolore grave nella zona del cuore. Inoltre, questa procedura non è una garanzia di longevità e l'assenza di problemi con l'attività cardiaca.

    Controindicazioni

    Nonostante l'elevata sicurezza della chirurgia intravascolare, ci sono diverse importanti controindicazioni a questo metodo di ripristino del flusso sanguigno.

    Di norma, i cardiologi escludono l'uso di stent per tali fattori:

    • l'impossibilità di introduzione dello stent dovuta a lesione su larga scala delle navi, quando dopo la diagnosi l'esatta localizzazione del blocco
    • emofilia e bassa coagulazione del sangue;
    • il diametro dell'arteria interessata è inferiore a 2 mm;
    • allergia del paziente a un agente di contrasto, in particolare a una preparazione di ioduro;
    • insufficienza respiratoria;
    • patologia dei reni e del fegato;
    • malattie infettive acute;
    • condizione grave del paziente (bassa pressione sanguigna, coscienza compromessa, shock, ecc.);
    • cancri nella fase avanzata.

    Fasi dell'operazione

    Dopo che la diagnosi esatta è stata fornita dal medico curante, il paziente è pronto per la chirurgia endovascolare. Prima di stenting le navi del cuore, è permesso solo una cena dietetica, uno non può mangiare il cibo al mattino.

    Prima di un'operazione pianificata, i pazienti vengono spesso iniettati con farmaci che bloccano la coagulazione del sangue alta. Solitamente usato per evitare trombosi come: Warfarin, Eparina, ecc.

    Dopo l'introduzione dei fluidificanti del sangue, i cardiochirurghi agiscono in base ai seguenti passaggi:

    1. Anestesia locale nell'area del catetere.
    2. L'installazione dell'introduttore è un tubo per il quale viene praticata una puntura nell'arteria femorale o inguinale dopo anestesia.
    3. Introduzione di mezzo di contrasto iodato nei vasi in modo che possa controllare il processo attraverso apparecchiature a raggi x.
    4. Introduzione alla nave stent interessata con un palloncino al sito del blocco sotto il controllo di una scansione del computer.
    5. Gonfiare il palloncino, in cui lo stent si apre e preme le placche aterosclerotiche nella parete vascolare.
    6. Inflazione ripetuta del palloncino per il normale fissaggio dello stent.
    7. Estrazione di attrezzature microchirurgiche dalla nave.
    8. Sutura si sovrappongono.

    Di solito, non ci sono complicazioni dopo questa operazione, ma a volte possono verificarsi lievi danni ai vasi cardiaci e alle emorragie. In rari casi, ci sono alterata circolazione sanguigna dei reni e dell'attività cerebrale. Inoltre, possibile trombosi - blocco dello stent da coaguli di sangue.

    Tuttavia, al fine di consolidare il risultato e preservare la permeabilità vascolare per molti anni, è necessario seguire alcune raccomandazioni:

    1. Esercizio minimo Per 1 o 2 settimane dopo l'intervento, l'attività fisica è controindicata per il paziente. Una persona può tornare alla sua solita vita dopo 1,5 mesi. Ma allo stesso tempo dovrebbe essere escluso il duro lavoro fisico. Al fine di ripristinare rapidamente il corpo, i medici prescrivono le procedure di terapia fisica. I medici non raccomandano di guidare un'auto per i primi 2 o 3 mesi.
    2. Dieta. Con tali lesioni del sistema cardiovascolare, è categoricamente impossibile mangiare cibi ricchi di grassi e carboidrati. Gli alimenti salati e piccanti devono essere scartati. Nella dieta dovrebbero essere solo carni dietetiche, frutta, verdura, pesce e grassi vegetali. È necessario monitorare la quantità di zucchero e colesterolo nel sangue.
    3. Farmaci. Con questa patologia mostra un farmaco costante. I medici prescrivono beta-bloccanti con frequenti battiti del cuore e periodi di dolore (Egilok, Anaprilina, ecc.). Per ridurre il rischio di aterosclerosi, sono prescritti atorvastatina o atoris. Inoltre, è necessario assumere anticoagulanti: Clopidogrel, Fluvastatin, Warfarin, Plavix, Magnicor e altri.Le statine sono prese per normalizzare i livelli di colesterolo.
    4. Survey. Un paio di settimane dopo lo stent, è necessario eseguire un ECG, effettuare un corso di ricerca sui parametri lipidici e sulla coagulazione del sangue. Un anno dopo è richiesta l'angiografia coronarica.

    prospettiva

    Stenting delle arterie coronarie ha diversi importanti vantaggi rispetto ad altri metodi di trattamento dei vasi cardiaci congestizi:

    • bassa invasività dell'operazione, dopo di che dopo 2 - 3 giorni vengono scaricati a casa;
    • eliminazione efficace della cardiopatia coronarica;
    • rischio minimo di complicanze;
    • recupero rapido;
    • migliorare la qualità della vita, contribuendo alla sua durata.

    A causa di tali vantaggi, la prognosi dello stent è molto favorevole: solo nel 20% dei casi clinici si osserva un restringimento del lume (restenosi). In media, una buona pervietà delle navi dopo l'intervento chirurgico, gli stent forniscono da 5 a 10 anni, e talvolta fino a 15.

    Tuttavia, la previsione dipende in gran parte non dalla qualità dello stent e dal successo dell'operazione, ma dal rispetto di tutte le raccomandazioni del cardiologo: trascorrere più tempo all'aria aperta, fare esercizi mattutini, dieta, sottoporsi a esami tempestivi e assumere farmaci di supporto.

    Stenting è un intervento chirurgico che consente di normalizzare il sistema cardiovascolare per una vita piena.

    L'essenza dello stent

    Lo stent è una struttura cilindrica in miniatura fatta di filo sottile di titanio. È inserito nel lume di un vaso sanguigno attraverso una sonda speciale, alla fine della quale si trova una pompa, e viene consegnato al sito di stenosi. Nel punto di costrizione, il palloncino viene gonfiato con aria e espande le pareti dell'arteria, dopo di che uno stent viene introdotto nella nave interessata. In forma espansa, lo stent è tenuto da una cornice speciale. Se necessario, è possibile utilizzare diversi stent per espandere il lume della nave. La correttezza dell'installazione di tali strutture è monitorata tramite raggi x.

    Attualmente, per l'impianto possono essere utilizzati circa 400 tipi di stent, che differiscono l'uno dall'altro nella composizione della lega, il design dei fori, la lunghezza del sistema di rilascio nel vaso e il rivestimento superficiale che contatta le pareti delle arterie e del sangue.

    Gli stent utilizzati per espandere i vasi coronarici possono essere:

    • filo: fatto da un unico filo;
    • anello: fatto di collegamenti individuali;
    • Maglia: fatta di maglia tessuta;
    • tubolare: realizzato con tubi.

    Gli stent possono essere aperti indipendentemente o con l'aiuto di cilindri. Per l'espansione del lume dei vasi periferici, vengono utilizzati principalmente stent auto-espandenti in nitinol (una lega di nichel e titanio), e per le arterie coronarie vengono usate leghe metalliche o cobalto-cromo, che vengono espanse con l'aiuto di palloncini.

    A causa del continuo miglioramento della qualità dello stent, i chirurghi vascolari riescono a ridurre al minimo la frequenza delle occlusioni dello stent vascolare e ridurre il rischio di sviluppare trombosi acuta. Nella pratica clinica sono stati introdotti vari modelli di stent rivestiti con speciali polimeri, che rilasciano sostanze medicinali in fase di rilascio: citostatici, sostanze in grado di ridurre il rischio di restringimento della nave (restenosi) e trombosi. Molti stent attualmente utilizzati sono dotati di uno speciale rivestimento idrofilo, che aumenta la biocompatibilità della struttura con i tessuti del corpo.

    Aree di applicazione

    Lo stent è ampiamente usato in molti settori della medicina.

    1. L'installazione di stent nelle arterie coronarie viene effettuata per il trattamento di tali patologie del sistema cardiovascolare:

    • malattia coronarica;
    • alto rischio di infarto miocardico;
    • periodo acuto di infarto miocardico.

    2. L'installazione di stent nelle arterie degli arti inferiori viene eseguita con:

    • aterosclerosi obliterante delle arterie degli arti inferiori;
    • endarterite obliterante degli arti inferiori;
    • aterosclerosi dell'arteria femorale superficiale;
    • trombosi dell'arteria femorale superficiale;
    • blocco dell'arteria poplitea;
    • blocco delle arterie della gamba.
    1. Gli stent vengono inseriti nelle arterie carotidi quando:
    • stenosi carotidea;
    • alto rischio di coaguli di sangue (in aggiunta, uno speciale filtro che contiene coaguli di sangue è installato insieme allo stent);
    • la necessità di prevenire ictus in ipertensione, diabete e aterosclerosi.
    1. Gli stent vengono inseriti nelle arterie coronarie dopo la loro restenosi a seguito di angioplastica o intervento di bypass delle arterie coronarie.
    2. Gli stent vengono inseriti nelle arterie renali quando questi vasi sono occlusi dalle placche aterosclerotiche e dall'ipertensione vascolare.
    3. Gli stent vengono inseriti nei vasi della cavità addominale e della cavità pelvica quando sono affetti da aterosclerosi.

    Come viene eseguito lo stent?

    Prima di eseguire stenting, i pazienti sottoposti a una serie di esami diagnostici. Per identificare il sito di stenosi arteriosa, il chirurgo vascolare studia i dati di angiografia coronarica o angiografia, che consentono uno studio dettagliato della condizione della nave e il luogo del suo restringimento.

    Prima dell'intervento, l'anestesia locale viene eseguita sul paziente e viene somministrato un farmaco per aiutare a ridurre la coagulazione del sangue. In primo luogo, il medico fora la pelle per un'ulteriore puntura della nave colpita e, dopo aver eseguito la puntura, inietta una sonda con un palloncino. Dopo la consegna del palloncino al sito di stenosi, che viene eseguita sotto il controllo della radiografia, viene gonfiato. In questa fase dell'operazione, se necessario, è possibile installare un filtro speciale per impedire la penetrazione di coaguli di sangue nei vasi sanguigni e lo sviluppo di ictus.

    Successivamente, per fissare e sbloccare il lume dell'arteria, viene posizionato uno stent nel vaso. Per fare ciò, il chirurgo introduce un altro catetere con un palloncino a palloncino. Lo stent viene inserito nell'arteria in forma compressa e gonfiando il palloncino viene aperto e fissato sulle pareti vascolari.

    Dopo aver installato uno o più stent, gli strumenti vengono rimossi dall'arteria. La durata di un tale intervento minimamente invasivo può essere di circa 1-3 ore. Durante le manipolazioni del chirurgo, il paziente non avverte dolore.

    Dopo aver completato l'operazione, si consiglia al paziente di osservare il riposo a letto (la sua durata è determinata dal medico). Dopo la dimissione dall'ospedale, il paziente riceve dettagliate raccomandazioni su farmaci, dieta, terapia fisica, le restrizioni necessarie e la necessità di osservazione presso il medico curante.

    Nella prima settimana dopo lo stent, il paziente deve rifiutarsi di fare il bagno, sollevare pesi e limitare l'attività fisica.

    Possibili complicanze postoperatorie

    Le complicazioni dopo lo stent sono rari, ma in alcuni casi i pazienti sviluppano:

    1. Bleeding.
    2. La formazione di ematomi nel sito di puntura della nave.
    3. Violazioni dell'integrità dei vasi sanguigni.
    4. Disturbi nel funzionamento dei reni.
    5. Trombosi o re-stenosi nel sito dello stent.

    Vantaggi dello stenting

    1. Recupero rapido dopo l'intervento chirurgico.
    2. È possibile eseguire interventi con anestesia locale.
    3. L'intervento è meno traumatico.
    4. Il rischio di complicanze è minimo.
    5. Il trattamento non richiede una lunga degenza ospedaliera ed è meno costoso.

    Controindicazioni

    1. Malattie gravi con coagulazione del sangue.
    2. Il diametro dell'arteria è inferiore a 2,5-3 mm.
    3. Lesione dei vasi sanguigni troppo grande
    4. Grave insufficienza respiratoria o renale.
    5. Intolleranza ai farmaci contenenti iodio (lo iodio fa parte della preparazione radiopaca).

    Costo dello stent

    Il costo di un'operazione di installazione dello stent dipende da molti fattori:

    • aree delle arterie colpite;
    • il tipo di stent utilizzati, la loro quantità e gli strumenti utilizzati;
    • la clinica in cui viene eseguita l'operazione;
    • paese;
    • livello di qualifica del chirurgo, ecc.

    L'effetto di stent è sentito dal paziente dopo che l'operazione è stata completata.

    Il programma "Expert Health" su "Stenting and Coronary Angioplasty":

    Cosa è "stenting"?

    Il termine "stent" si riferisce ad un'operazione per installare uno stent nell'arteria, con conseguente dilatazione meccanica viene effettuata porzione di collo e ripristinare il normale flusso di sangue all'organo. La chirurgia si riferisce ad interventi chirurgici endovascolari (intravascolari). Condotto nei rami del profilo vascolare. Richiede non solo chirurghi altamente qualificati, ma anche attrezzature tecniche.

    I metodi stabiliti di chirurgia non solo stenting coronarico (vasi sanguigni del cuore), ma anche l'installazione di stent nell'arteria carotide per rimuovere i segni di ischemia cerebrale nel femorale - per il trattamento dei cambiamenti aterosclerotiche nei piedi, nell'aorta addominale e iliaca - in presenza di segni marcati di lesioni aterosclerotiche.

    Che cosa è una varietà "stent"

    Uno stent è un tubo di maglia leggero che è abbastanza forte da fornire una struttura per un'arteria per lungo tempo. Gli stent sono fatti di leghe metalliche (solitamente cobalto) in conformità con l'alta tecnologia. Ci sono molti tipi Si differenziano per dimensioni, struttura della griglia, natura del rivestimento.

    Si possono distinguere due gruppi di stent:

    • non rivestito - utilizzato per operazioni su arterie di medie dimensioni;
    • coperto con una speciale guaina di polimero, che rilascia una sostanza medicinale durante l'anno, che impedisce la stenosi dell'arteria. Il costo di tali stent è molto più costoso. Sono raccomandati per l'installazione nei vasi coronarici, richiedono un trattamento costante per ridurre la formazione di coaguli di sangue.

    Come sta andando l'operazione?

    Per stenting di vasi cardiaci, un catetere viene inserito nell'arteria femorale, alla fine del quale si trova un piccolo palloncino con uno stent. Sotto il controllo dell'apparato a raggi X, il catetere viene inserito nella bocca delle arterie coronarie e trasferito nel sito di restringimento necessario. Quindi il pallone viene gonfiato al diametro richiesto. Allo stesso tempo i depositi aterosclerotici vengono compressi nel muro. Lo stent quando la molla si espande e viene lasciato in posizione dopo che il palloncino è stato sgonfiato e il catetere rimosso. Di conseguenza, il flusso sanguigno viene ripristinato.

    L'operazione viene generalmente eseguita in anestesia locale. Dura da una a tre ore Prima dell'intervento, al paziente vengono somministrati farmaci per fluidificare il sangue per prevenire la trombosi. Se necessario, installare diversi stent.

    Dopo l'intervento, il paziente trascorre in ospedale fino a sette giorni sotto la supervisione di un medico. Si raccomanda di bere molti liquidi per la rimozione delle sostanze di contrasto con l'urina. Gli anticoagulanti sono prescritti per prevenire l'adesione delle piastrine e la formazione di coaguli di sangue.

    A chi viene mostrata la chirurgia, l'esame

    La selezione di pazienti con malattia coronarica per il trattamento chirurgico viene eseguita da un consulente, cardiochirurgo. Nel paziente residenza clinica subire un esame minimo necessario comprendente tutti sangue e delle urine necessari per determinare il funzionamento degli organi interni, lipogram (colesterolo totale e sue frazioni), la coagulazione del sangue. L'elettrocardiografia consente di specificare le aree di danno miocardico dopo un infarto, la prevalenza e la localizzazione del processo. L'esame ecografico del cuore chiaramente nelle immagini mostra il funzionamento di tutte le parti degli atri e dei ventricoli.

    Nell'unità ospedaliera è richiesta l'angiografia. Questa procedura consiste nell'iniezione intravascolare di un agente di contrasto e di una serie di raggi X, eseguita durante il riempimento del letto vascolare. I rami più colpiti, la loro localizzazione e il grado di restringimento sono identificati.

    L'ecografia intravascolare aiuta a valutare le possibilità della parete arteriosa dall'interno.

    L'esame consente all'angioururgo di determinare la posizione esatta dell'impianto di stent previsto, per identificare possibili controindicazioni all'operazione.

    Indicazioni per la chirurgia:

    • gravi attacchi frequenti di angina, definiti da un cardiologo come condizione pre-infarto;
    • supporto per bypass delle arterie coronarie (lo smistamento è l'installazione di flusso di sangue artificiale per bypassare la nave bloccata), che tende a restringersi entro dieci anni;
    • per motivi di salute per grave attacco di cuore transmurale.

    Controindicazioni

    L'impossibilità di introdurre lo stent è determinata durante l'esame.

    • Una lesione comune di tutte le arterie coronarie, a causa della quale non esiste un sito specifico per stenting.
    • Il diametro dell'arteria ristretta è inferiore a tre mm.
    • Ridotta coagulazione del sangue.
    • Funzionalità renale compromessa, fegato, insufficienza respiratoria.
    • Reazione allergica del paziente a farmaci iodurati.

    Il vantaggio di stenting su altre operazioni:

    • bassa invasività della tecnica - non è necessario aprire il torace;
    • breve periodo di degenza del paziente in ospedale;
    • costo relativamente basso;
    • rapido recupero, ritorno al lavoro, assenza di disabilità a lungo termine del paziente.

    Complicazioni dell'operazione

    Tuttavia, 1/10 delle operazioni ha avuto complicazioni o conseguenze indesiderate:

    • perforazione del muro della nave;
    • sanguinamento;
    • la formazione di sangue sotto forma di ematoma nel sito di puntura dell'arteria femorale;
    • trombosi da stent e necessità di re-stenting;
    • compromissione della funzionalità renale.

    Video, che mostra chiaramente l'essenza dell'operazione:

    Periodo di recupero

    Lo stent trasferito di vasi cardiaci consente al paziente di sentirsi molto meglio, ma questo non ferma il processo aterosclerotico, non modifica il metabolismo dei grassi disturbato. Pertanto, il paziente dovrà seguire una prescrizione del medico, monitorare il livello di colesterolo e glicemia.

    È necessario eliminare i grassi animali dalla dieta e limitare i carboidrati. Si raccomanda di non mangiare un grasso di maiale, manzo, agnello, il burro, la pancetta, maionese e condimenti piccanti, salumi, formaggio, uova, dalla pasta di grano instabile, cioccolato, dolci e pasticcini, pane bianco, caffè, tè forte, alcool e birra, bevande zuccherate gassate.

    Dieta richiede necessariamente entrare nella dieta di frutta e verdura in insalata o succhi di frutta freschi, pollame bollito, pesce, cereali, pasta da duro, ricotta, prodotti lattiero-caseari, tè verde.

    È necessario regolare 5-6 alimenti singoli, per monitorare il peso. Se necessario, tieni i giorni di digiuno.

    L'esercizio mattutino mattutino aumenta il metabolismo, migliora l'umore. Non puoi iniziare subito un allenamento pesante. Camminata consigliata, prima per brevi distanze, poi con l'aumentare della distanza. Popolare passeggiata lento sulle scale. Puoi impegnarti in simulatori. Assicurati che i pazienti imparino a contare il polso. Evitare sovraccarichi significativi con aumento della frequenza cardiaca. Dagli sport è consigliabile andare in bicicletta e visitare la piscina.

    La terapia farmacologica si riduce a ridurre la pressione arteriosa (nei pazienti ipertesi), le statine a normalizzare i livelli di colesterolo e i farmaci che riducono i coaguli di sangue. I pazienti con diabete dovrebbero continuare il trattamento specifico prescritto dall'endocrinologo.

    È meglio se la riabilitazione dopo stenting sarà effettuata in condizioni di sanatorio e resort, sotto la supervisione di medici.

    L'operazione di stenting viene effettuata per circa quaranta anni. Metodi e supporto tecnico vengono costantemente migliorati. Testimonianza estesa, senza limiti di età. Si raccomanda a tutti i pazienti con malattia coronarica di non avere paura di consultare un chirurgo, questa è un'opportunità per prolungare la vita attiva.

    Per Saperne Di Più I Vasi