Cause e trattamento delle vene varicose

Le vene varicose (così come le vene varicose, le vene varicose) implicano un processo patologico caratterizzato da una lesione delle vene più spesso degli arti inferiori, accompagnata da un assottigliamento delle loro pareti, un aumento del diametro del lume e la formazione dei cosiddetti "nodi". L'inizio del trattamento delle vene varicose all'inizio della malattia evita l'intervento chirurgico e la prevenzione previene lo sviluppo di complicazioni.

Cause delle vene varicose

In genere, le vene varicose colpiscono gli arti inferiori, possono svilupparsi nel corso degli anni e persino decenni. Vene varicose (vene varicose) sulle gambe - è sempre una violazione del funzionamento delle valvole delle vene e del flusso sanguigno. Il flusso sanguigno corretto è caratterizzato dal movimento del sangue attraverso le vene delle gambe dal basso verso l'alto (la forza opposta di attrazione). In molti modi, questo processo è possibile a causa del lavoro delle valvole venose che impediscono il flusso inverso del sangue. Disturbi nel funzionamento di queste valvole portano ad alterazioni del flusso sanguigno venoso e come conseguenza dello stiramento delle vene. Attraverso tali vene, il sangue inizia a fluire in modo caotico, spesso ristagnando nelle vene delle gambe. A causa della notevole pressione che si verifica su questo sfondo, le pareti vascolari non resistono, si espandono e si assottigliano. Allo stesso tempo le vene dilatate ad occhio nudo sono visibili sotto la pelle sotto forma di nodi. Spesso, la formazione di trombi si verifica a causa del flusso di sangue più lento nelle vene dilatate. La violazione dei processi di nutrizione della pelle porta alla comparsa di ulcere trofiche.

Ci sono molte ragioni per lo sviluppo delle vene varicose sulle gambe:

  1. Predisposizione genetica (fattori che predispongono alla malattia sono ereditati - debolezza congenita delle pareti venose e dell'apparato valvolare, perdita di elasticità).
  2. Circolazione del sangue compromessa sullo sfondo della stitichezza, indossando scarpe strette, fumo, mancanza di attività fisica.
  3. Accettazione di farmaci ormonali (pillole monofasiche anticoncezionali con un'alta dose di estrogeni portano ad un ispessimento del sangue).
  4. Aumento della pressione venosa, provocata dall'obesità, dalla gravidanza, dallo stile di vita sedentario (lavoro sedentario), da carichi verticali costanti (lavoratori, in piedi tutto il giorno in piedi).
  5. Cambiamenti ormonali nella vecchiaia.

Queste cause possono anche portare a un anormale flusso sanguigno patologico attraverso le vene degli arti inferiori - reflusso o flusso di sangue inverso dalle vene più profonde alle vene superficiali. Questi stessi fattori contribuiscono all'aggravamento della malattia in futuro.

Video: cause delle vene varicose in "Live Healthy!" Di Malysheva

I sintomi delle vene varicose

  • dilatazione delle vene safene;
  • sensazione di bruciore o calore lungo le vene degli arti inferiori;
  • sensazione di pesantezza alle gambe;
  • gonfiore dei tessuti molli degli arti inferiori alla sera (area dei piedi, caviglie, gambe);
  • crampi notturni nei muscoli del polpaccio;
  • oscuramento e ispessimento della pelle delle gambe;
  • dolore lungo le vene;
  • ulcere trofiche.

In ogni paziente, i sintomi delle vene varicose possono essere diversi, ma un punto rimane lo stesso - una sensazione di pesantezza alle gambe, che viene anche chiamata "sindrome delle gambe pesanti". Molto spesso, il complesso sintomatico è più pronunciato la sera, così come durante il caldo estremo.

Se la malattia è iniziata, la pelle delle gambe è diventata una sfumatura bluastra e il paziente non riceve alcun trattamento in questa fase, l'iperpigmentazione della pelle e la lipodermatosclerosi non vengono osservate raramente, le ulcere trofiche si sviluppano in casi più gravi.

Il pericolo non è la stessa varicosi, ma la complicazione che si sviluppa sullo sfondo: tromboflebite (infiammazione della parete interna della vena), che porta alla formazione di coaguli di sangue. I coaguli di sangue spesso bloccano il lume della vena (flebotrombosi) e possono anche fuoriuscire e entrare nei polmoni. A causa delle gravi complicanze delle vene varicose, la morte è stata osservata tra i pazienti.

Diagnosi delle vene varicose nelle gambe

Se ti trovi nei sintomi sopra, o almeno in alcuni di essi, dovresti contattare immediatamente un flebologo o un chirurgo vascolare. Dalla tempestività del rilevamento della malattia dipende dalla natura del trattamento, nonché dalla prevenzione dello sviluppo di complicanze.

Per la diagnosi delle vene varicose prescrivono i seguenti studi.

  1. Vene ad ultrasuoni o scansione duplex: valutazione della pervietà e dilatazione delle vene, direzione del flusso sanguigno e determinazione della presenza di coaguli di sangue nelle vene.
  2. La venografia a contrasto è una valutazione dello stato delle vene, che determina la presenza di tumori e coaguli di sangue ricostruendo l'esatto "getto" delle vene del paziente su una radiografia. Di solito questo metodo è sostituito da ultrasuoni, dal momento che quest'ultimo è considerato più semplice da implementare.

Quando hai bisogno di vedere un medico immediatamente

Se si verificano i seguenti sintomi, la visita dal medico dovrebbe essere immediata:

  1. La comparsa di dolore acuto negli arti inferiori in qualsiasi movimento. Allo stesso tempo, la gamba sembra gonfia e molto densa, la pelle sembra bruciare.
  2. Sensazione di debolezza, accompagnata da mancanza di respiro, sensazione di mancanza di ossigeno.
  3. Il sangue cominciò a filtrare da una vena malata.

Trattamento delle vene varicose

Il metodo di trattamento delle vene varicose viene scelto tenendo conto dell'età del paziente, della negligenza della malattia, della presenza di complicanze. I metodi di trattamento possono essere di natura conservativa o medica.

Trattamento conservativo delle vene varicose.

Il trattamento non chirurgico viene applicato nella fase iniziale di sviluppo della malattia, quando non ci sono complicazioni. I metodi conservativi includono l'uso di farmaci specializzati (angioprotettori, anticoagulanti, venotonici, farmaci antinfiammatori non steroidei sotto forma di compresse, unguenti e gel), che contribuiranno ad alleviare il dolore, oltre a prevenire le complicanze.

Di grande importanza nel trattamento delle vene varicose è il ripristino del tono della parete vascolare. Questo può essere fatto con l'aiuto di strumenti speciali, tra cui si distingue la moderna preparazione ad alta purezza Flebof. Il prodotto del produttore nazionale non contiene coloranti, non ha un guscio di pellicola, senza conservanti, motivo per cui il diosmina attivo viene assorbito più velocemente, riducendo al minimo la probabilità di reazioni allergiche.

Il trattamento non chirurgico delle vene varicose prevede inoltre l'uso di biancheria intima da compressione, l'aderenza ad una dieta speciale, uno sforzo fisico sistematico (una serie di esercizi terapeutici).

Queste misure riducono l'insufficienza venosa, prevenendo lo sviluppo di tromboflebiti. Inoltre, il medico in aggiunta alle suddette misure di trattamento delle vene varicose può prescrivere un corso di drenaggio linfatico manuale o hardware, le procedure migliorano il deflusso del sangue dagli arti inferiori, riducendo il gonfiore. L'effetto della procedura non è a lungo termine.

Trattamento delle sanguisughe delle vene varicose.

Il trattamento con le sanguisughe è un metodo abbastanza efficace per trattare le vene varicose. Entrando nella vena malata, la saliva delle sanguisughe, a causa del contenuto di irudina (eparina naturale), favorisce la fluidificazione del sangue e previene la formazione di coaguli di sangue. Oggi i farmaci vengono creati sulla base dell'irudina, grazie alla quale è possibile evitare il "contatto con le sanguisughe".

Trattamento moderno non chirurgico delle vene varicose sulle gambe.

Scleroterapia.

La scleroterapia è il metodo non chirurgico più efficace per trattare le vene varicose. Durante la procedura, il medico inietta una preparazione speciale nel lume della nave malata, provocando l'incollaggio delle sue pareti e ulteriormente (per 1,5 anni) il loro riassorbimento. Il solito corso terapeutico nella fase delle vene del ragno include da 3 a 6 procedure per ogni gamba. Il risultato sarà evidente dopo 2-8 settimane, durante le quali può verificarsi dolore, un leggero ematoma formicolio, che passerà gradualmente. Il farmaco iniettato in ciascun caso viene selezionato individualmente, quindi il rischio di complicanze è minimo. Durante il periodo di trattamento, il paziente deve indossare calze a compressione.

L'efficacia della scleroterapia nel trattamento delle vene varicose può essere paragonata alla chirurgia classica, è inferiore solo alle più moderne tecniche - la coagulazione laser endovenosa, che è causata dalla comparsa di una scleroterapia a "schiuma", e anche conducendo una procedura sotto il controllo di una lampada a ultrasuoni o traslucida. Tutto questo a volte ha ridotto il numero di effetti collaterali.

La scleroterapia può essere eseguita utilizzando uno scanner a ultrasuoni, quindi la procedura è chiamata echoscleroterapia. L'uso aggiuntivo dello scanner consente al medico di controllare completamente il movimento dell'ago nella vena e la distribuzione del farmaco.

Se il farmaco viene iniettato nella vena modificata sotto forma di micropene, la procedura si chiama scleroterapia a schiuma. A causa del contatto ravvicinato dei micropeni con le pareti venose, il metodo ha un'alta efficienza. Spostando il sangue dalla nave, i microfeni promuovono una più rapida adesione e una funzione di blocco.

Coagulazione laser endovasale o endovenosa.

Uno dei metodi moderni e meno traumatici per trattare le vene varicose sulle gambe. L'impatto del raggio laser sulla vena danneggiata viene effettuato in anestesia locale. I risultati sono evidenti un mese dopo la procedura. Il metodo è piuttosto costoso.

La terapia farmacologica delle vene varicose sulle gambe è ben integrata con i rimedi popolari, che non solo aumentano il tono e l'elasticità delle pareti venose, ma prevengono anche un ulteriore sviluppo della malattia. Le ricette della medicina tradizionale con uso regolare aiutano a curare i casi gravemente trascurati della malattia (ulcere della pelle, trombosi).

Prima di trattare, è importante identificare la causa della malattia, contattare un medico, non stringere e non aspettare complicazioni (ulcere cutanee, trombosi), iniziare il trattamento il più presto possibile, finché lo spessore delle vene sulla superficie supera i 5 mm ei nodi non sono più di 7 mm. Durante il corso della terapia, si raccomanda di indossare vestiti e scarpe che non ostacolino il movimento, di abbandonare lo sforzo fisico pesante e l'abitudine di vomitare le gambe.

Metodi moderni di trattamento chirurgico delle vene varicose

In assenza del risultato desiderato a causa del trattamento conservativo delle vene varicose, è necessario un intervento chirurgico. La chirurgia è un metodo radicale di cura di una malattia, durante la quale viene rimossa una vena alterata. Oggi è fatto in anestesia tumescente (anestesia locale da una miscela di anestetici naturali). I vantaggi del metodo sono che il paziente può lasciare la clinica due ore dopo l'operazione, non ci sono ematomi postoperatori, è più facilmente tollerabile, non c'è intossicazione, come durante l'operazione in anestesia generale.

Flebectomia: attraverso apposite punture, viene eseguita la rimozione delle vene malate per normalizzare il flusso sanguigno attraverso le vene profonde. La chirurgia in alcuni casi è preferibile alla scleroterapia. Tra i vantaggi, vi è un rapido recupero del paziente, piccole cicatrici e l'effetto ottenuto viene mantenuto per anni.

Short stripping - elimina solo la parte modificata della vena attraverso due piccoli tagli. Pre-determina la posizione e l'estensione della vena interessata. Con questo metodo, il tessuto molle del paziente non soffre, vi è un rapido recupero, l'assenza di dolore dopo l'operazione.

Dissezione endoscopica delle vene - con questo metodo, il medico inserisce un endoscopio nella vena interessata utilizzando una piccola dimensione, che dà l'opportunità di ottenere dati sullo stato interno della vena varicosa, la lunghezza dell'area interessata, nonché di controllare le sue azioni con precisione mentre taglia la sezione delle vene, riducendo al minimo la lesione.

Prevenzione delle vene varicose nelle gambe

  1. Restrizioni alla sauna, bagni caldi, lunga permanenza al sole (tutto ciò porta ad una diminuzione del tono venoso e del ristagno di sangue).
  2. Più attività motoria (corsa moderata, nuoto, camminata, aerobica in acqua, ciclismo, sci).
  3. Controlla il tuo peso.
  4. Rifiuto di vestiti stretti e aderenti e scarpe strette e anguste.
  5. Sbarazzati dell'abitudine di sedere "a piedi".
  6. Evitare la stitichezza (mangiare correttamente, seguire il regime di bere).
  7. Distribuire uniformemente il carico sulle gambe (non sedersi o sostare a lungo in una posizione).
  8. Doccia contraria e doccia fredda.
  9. Indossare biancheria intima da compressione per le persone a rischio (donne incinte, con predisposizione ereditaria, lavoratori che hanno un lavoro sedentario o il cui lavoro è associato a un grave sforzo fisico o alla necessità di passare tutto il giorno in piedi).
  10. Esercizio terapeutico

Durante il trattamento delle vene varicose, qualsiasi esercizio è vietato, solo per scopi di prevenzione.

Video: esercizi preventivi per le vene varicose.

Dieta per le vene varicose

  1. Limitare il cibo salato, piccante e affumicato.
  2. Rifiuto di alcol.
  3. Restrizione dei prodotti a base di carne
  4. Arricchendo la dieta con frutta e verdura fresca, prodotti che rinforzano le pareti dei vasi sanguigni (carote, olio d'oliva, noci, rosa selvatica, tè verde, chicchi di grano germogliato, legumi, cipolle verdi).
  5. Uso quotidiano di aceto di sidro di mele (per un bicchiere d'acqua 2 cucchiaini.).

Se ti trovi nei primi segni delle vene varicose, contatta immediatamente uno specialista. Le persone a rischio (coloro che hanno fattori predisponenti) e quelle con una predisposizione ereditaria alle vene varicose sono invitati a visitare un flebologo ogni due anni con un esame ecografico obbligatorio.

Trattamento delle vene varicose degli arti inferiori

Questo disturbo cronico si sviluppa quando il movimento ascendente del sangue nei vasi della gamba rallenta e si verifica la stasi. Le vene colpite cominciano ad aumentare di volume e appaiono sulla superficie della pelle sotto forma di griglie blu distinte, quindi si formano nodi. Il trattamento tempestivo aiuta ad evitare il rischio di tromboflebiti, ulcere trofiche.

Metodi di trattamento delle vene varicose

Ce ne sono due: conservatori e chirurgici. Il paziente si trova di fronte a una domanda urgente: come curare le vene varicose sulle gambe, senza fare interventi chirurgici. Scegliendo il metodo, il medico prende in considerazione i segni, lo stadio della malattia, la presenza di complicanze, le comorbidità, l'età del paziente. I metodi non chirurgici per l'eliminazione delle vene varicose degli arti inferiori danno buoni risultati solo quando i sintomi della patologia sono ancora deboli.

Per fermare il degrado delle navi colpite aiuta:

  • terapia farmacologica;
  • terapia compressiva;
  • esercizio terapeutico;
  • fisioterapia;
  • massaggio;
  • ricette della medicina tradizionale;
  • dieta.

I flebologi cercano di scegliere per i pazienti durante la gravidanza solo i rimedi non farmacologici per il trattamento delle vene varicose degli arti inferiori. Prima di tutto, è l'intimo a compressione, esercizi ginnici, fisioterapia, massaggi, dieta. Se i farmaci sono ancora necessari, vengono prescritti solo farmaci topici.

Le controversie non cessano di andare se l'irudoterapia aiuta con le vene varicose. L'irudina prodotta dalle sanguisughe penetra nel sistema venoso degli arti inferiori e diluisce il sangue ispessito. Tuttavia, oggi ci sono molti farmaci moderni con la stessa proprietà. Inoltre, ci sono fattori di rischio per le sanguisughe - infezioni vascolari, reazioni allergiche.

Se necessario, il trattamento delle vene varicose viene effettuato utilizzando metodi radicali. Questo è:

  • scleroterapia;
  • ozonoterapia;
  • crioterapia;
  • elettrocoagulazione;
  • coagulazione laser;
  • intervento chirurgico

La scleroterapia è un'iniezione nella vena malata del farmaco che "aderisce" alla nave dilatata. Smette di pompare sangue e gradualmente si risolve. La massima efficacia della scleroterapia è raggiunta nella fase iniziale della patologia. Un metodo simile è l'ozonoterapia: una porzione di questo gas viene iniettata con una siringa nei lumi delle piccole vene e anche i vasi si "attaccano".

Durante il corso delle procedure di crioterapia usare il freddo. Quando elettrocoagulazione attraverso un elettrodo molto sottile nei vasi di corrente ad alta frequenza. Anche il trattamento delle vene varicose con un laser è un metodo moderno efficace, specialmente se usato in combinazione con metodi conservativi. Allo stesso tempo, il risultato estetico è alto: in poche settimane il paziente non ha cicatrici o cicatrici.

Tuttavia, la rimozione chirurgica è il trattamento più efficace, che consente di eliminare radicalmente la dilatazione varicosa, quando la terapia farmacologica non porta al risultato desiderato. Le navi malate vengono rimosse attraverso incisioni sottocutanee locali. Dopo l'intervento chirurgico, la gamba è ben fasciata e dopo tre o quattro ore il paziente può camminare.

Metodo conservativo

I flebologi nel trattamento delle vene varicose tendono a fare a meno di operazioni traumatiche che non sono necessarie nelle prime fasi della malattia. Ad esempio, questo è caratteristico della dilatazione reticolare delle vene, la cui manifestazione è limitata solo dalle griglie blu venose. I preparativi aiutano a migliorare le condizioni delle valvole e delle pareti vascolari. Gli uomini, così come le donne, dovrebbero indossare maglieria a compressione. È impossibile curare completamente la patologia. Tuttavia, i metodi conservativi sospendono lo sviluppo delle vene varicose e proteggono dalle complicazioni.

ginnastica

Come rimuovere le vene nelle gambe, eseguire esercizi di fisioterapia, gli esperti conoscono la terapia fisica. Questo è possibile a condizione che l'esercizio, che migliora il flusso sanguigno nelle gambe, sia fatto sistematicamente. Ad esempio:

  1. In piedi, alternativamente sollevando energicamente i talloni delle gambe.
  2. Nella stessa posizione, alzandosi lentamente in punta di piedi e discendendo lentamente.
  3. Seduto su una sedia, tira una piccola palla su un pavimento avanti e indietro.

Metodi moderni per liberarsi delle vene varicose

Anche gli antichi medici (Ippocrate, Paracelso, Galeno) cercarono di curare le vene varicose. Per anni, i medici hanno cercato modi per combattere questa malattia. Ora i medici raccomandano i moderni metodi di trattamento delle vene varicose, che aiutano a migliorare le condizioni del paziente.

Moderni metodi di trattamento delle vene varicose

Ogni generazione di medici ha cercato di applicare metodi di trattamento sempre più nuovi. Alcuni medici preferiscono l'intervento chirurgico, alcuni preferiscono i farmaci. Recentemente, gli esperti stanno applicando sempre più nuovi metodi di trattamento che sono più efficienti ed efficaci di quelli tradizionali. Questi metodi di affrontare la malattia includono:

  1. Scleroterapia.
  2. Trattamento laser
  3. Ablazione con radiofrequenza delle vene dell'arto inferiore.
  4. Microphlebectomy.

Procedura di scleroterapia

Per sbarazzarsi delle vene varicose in vari modi. E uno di questi è il metodo di flebosclerosi da compressione.

Questo metodo si è dimostrato da molto tempo. Si basa sull'uso di droghe che, una volta iniettate in una vena, "incollano" dall'interno a causa dell'interazione dei componenti dell'agente con la parete vascolare. Come risultato di ciò, la vena viene spenta dal flusso sanguigno, mentre il flusso di sangue lungo di esso si arresta completamente. I farmaci usati per la scleroterapia sono altamente efficaci e hanno un basso grado di tossicità.

La procedura di scleroterapia dura da 30 a 40 minuti. In una vena varicosa, il medico esegue diverse iniezioni di un agente sclerosante. Il numero di procedure eseguite è determinato individualmente. In alcuni casi, sono richieste più di 3 procedure e l'intervallo di tempo tra loro deve essere di almeno una settimana.

Subito dopo aver eseguito la scleroterapia, si raccomanda di camminare per circa 30 minuti. Una fascia elastica viene applicata alla gamba, che viene rimossa non prima di 7 giorni dopo la procedura. Per le misure igieniche, la benda può essere rimossa, lavare delicatamente la gamba sotto la doccia, dopo di che dovrebbe essere bagnato con un asciugamano, mettere su una crema nutriente e poi ri-avvolto con una benda elastica. Prima di arrivare alla prossima sessione di scleroterapia, la benda deve essere rimossa entro 1,5 ore.

Dato che qualche tempo dopo questa procedura richiede l'uso di bende, ci sono alcune sfumature durante il periodo di riabilitazione. In primo luogo, in questo momento dovresti scegliere il più possibile scarpe e vestiti spaziosi in modo che il piede sia comodo. In secondo luogo, la scleroterapia è auspicabile da eseguire nella stagione fredda, in quanto indossare bende elastiche nel calore può essere scomodo.

Ci sono anche limitazioni mediche che devono essere considerate durante questo periodo. In particolare, entro 2 mesi dopo la scleroterapia, è necessario rifiutarsi di visitare la sauna, il bagno e anche di fare bagni caldi.

Le complicazioni dopo questa procedura si verificano raramente. Tra questi vi è la formazione di macchie di pigmento nel sito di iniezione, che passano da sole senza ulteriore trattamento. Ci può anche essere un evento delle vene del ragno, significante che il ri-trattamento è necessario.

Infine, vale la pena notare le controindicazioni a questa procedura. Non può essere eseguito con tromboflebiti, così come in presenza di disturbi emorragici.

Il corso di scleroterapia spesso dà un risultato positivo duraturo che può persistere per lunghi anni. Le indicazioni per questa procedura sono determinate dal medico dopo l'esame e l'esame dettagliato.

Trattamento delle vene varicose con un laser

Attraverso l'uso della tecnologia laser, il trattamento delle vene varicose può essere non solo rapido, efficace, ma anche indolore.

vantaggi:

  1. Innanzitutto, vale la pena notare la minima invasività di questo metodo di trattamento. L'esposizione al laser non fa tagli, e questo significa che non ci sono cicatrici o cicatrici.
  2. In secondo luogo, una persona non sperimenta sensazioni dolorose e la procedura stessa è ben tollerata dai pazienti, in molti casi c'è abbastanza anestesia locale. Vale anche la pena di notare la sua breve durata, pochi minuti sono sufficienti per l'esposizione al laser.
  3. Immediatamente dopo la procedura, non rimangono ematomi, quindi puoi parlare di un buon effetto cosmetico.
  4. Infine, il recupero dal trattamento laser richiede poco tempo.

Principio di funzionamento

Utilizzato per il trattamento del laser genera luce con una lunghezza d'onda specifica. Le cellule del sangue (o meglio l'emoglobina presente nei globuli rossi) assorbono questo spettro luminoso in modi diversi, molto dipende dal grado di saturazione di questi con l'ossigeno. Con il passaggio di un'onda leggera attraverso il sangue venoso (povero di ossigeno), si genera calore, a seguito del quale i vasi vengono assorbiti dall'interno. Ciò porta alla cessazione del flusso sanguigno attraverso la vena danneggiata e l'afflusso di sangue ai tessuti circostanti continua a causa della presenza di vasi collaterali e vene più profonde.

Come è il

La procedura consiste nella conduzione della coagulazione laser delle vene, che deve essere eseguita sotto il controllo degli ultrasuoni. Questo aiuterà a determinare la vena esatta necessaria per il trattamento, così come selezionare il tipo appropriato di trattamento laser.

Prima di effettuare tale trattamento delle vene varicose non è richiesto per eseguire un allenamento speciale. Prima viene eseguita l'anestesia locale, dopo di che viene eseguita una piccola puntura sotto il ginocchio del medico. Attraverso di esso, una guida di luce laser miniaturizzata viene inserita nella vena. Mentre questa fibra si muove lungo la vena, si coagula. Sulla punta della guida di luce laser c'è una lente in miniatura in diffusione, grazie alla quale le pareti delle venature vengono elaborate in modo uniforme.

Di norma, tale procedura non richiede più di 30 minuti. E quasi subito dopo, una persona può tornare alla sua solita vita.

Controindicazioni

La coagulazione laser non può essere eseguita in tutti i casi. Ci sono una serie di controindicazioni a questa procedura, possono essere suddivisi in generale e locale.

  • la presenza di comorbidità nella fase acuta;
  • trombofilia (quando c'è una tendenza a formare coaguli di sangue);
  • disturbi cronici nel rifornimento di sangue alle gambe.
  • - se nell'area di esposizione diretta al laser c'è infiammazione sulla pelle;
  • - le vene safene si sono notevolmente ingrandite.

Determinare le indicazioni e le controindicazioni per questa procedura aiuterà il medico dopo l'esame e l'esame preliminare.

Ablazione con radiofrequenza delle vene degli arti inferiori

Uno dei metodi moderni efficaci di lotta è l'ablazione con radiofrequenza. La sua essenza sta nell'uso delle onde a radiofrequenza. "Incollano" singolarmente le vene patologicamente cambiate e dilatate delle gambe.

Questa tecnica è relativamente "giovane". Recentemente ha iniziato ad essere usato per il trattamento di persone che soffrono di vene varicose. Il più delle volte è usato per le vene varicose dell'arto superiore.

Con l'uso professionale dell'ablazione nei pazienti si verifica un miglioramento significativo della condizione delle vene e talvolta si riduce il rischio di aggravamento della malattia.

Sviluppato questo metodo 10 anni fa. Oggi, in molti paesi, è diventato il trattamento principale per le vene varicose. L'ablazione più diffusa negli Stati Uniti e nell'Europa occidentale. Nei paesi della CSI, questo metodo viene utilizzato attivamente per non più di tre anni solo in cliniche di grandi dimensioni. Ciò è dovuto al fatto che per eseguire l'ablazione sono necessarie costose apparecchiature diagnostiche e operative, progettate specificamente per l'ablazione con radiofrequenza. Il problema sta nel fatto che la procedura può essere eseguita non da ogni medico, ma da uno specialista esperto.

La maggior parte dei ricercatori sostiene che l'ablazione a radiofrequenza delle vene è uno dei modi più efficaci per combattere le vene varicose. Tale opinione è espressa dai pazienti stessi. Inoltre, questa procedura è consentita per quasi tutte le persone affette dalla malattia.

Oltre ai suddetti vantaggi, la procedura ha un numero di punti positivi:

  1. L'ablazione non richiede il ricovero in ospedale.
  2. Viene eseguito in anestesia locale.
  3. Il processo è quasi indolore e senza spargimento di sangue.
  4. L'ablazione è adatta a persone di qualsiasi età.
  5. Può essere eseguito in qualsiasi momento.
  6. Il periodo postoperatorio non causa disagio nel paziente e non lo distrae dalla vita abituale.
  7. L'effetto è evidente quasi immediatamente.

Come ogni altra procedura medica, l'ablazione con radiofrequenza ha diverse controindicazioni:

  1. Non raccomandato durante la gravidanza e l'allattamento.
  2. Non può essere usato per l'aterosclerosi.
  3. L'ablazione non è auspicabile per la trombosi venosa acuta.
  4. I medici non sono invitati a eseguire la procedura per le malattie infiammatorie o infettive della pelle delle gambe.
  5. Non può essere usato in presenza di obesità grave.

La microflebectomia è un nuovo passo nel trattamento delle vene varicose

Non meno efficace modo di trattare le vene varicose è la microflebectomia (miniflessectomia). Questo è un intervento chirurgico in cui i medici rimuovono una vena che è affetta da vene varicose. Per questo, gli esperti fanno una piccola puntura nella pelle dell'arto. Questa operazione è attribuita a una serie di interventi minimamente invasivi.

Per effettuare una minifleobectomia del dottore io uso un gancio speciale. Viene iniettato sotto la pelle della gamba. Per fare questo, praticare un'incisione molto piccola. Piuttosto, sembra una specie di puntura. E attraverso di esso viene introdotto un gancio, con cui viene estratta la vena danneggiata dalle vene varicose. Successivamente, gli esperti lo attraversano e parti salutari della vena sono ricucite e restituite. Lo stesso schema viene eseguito per rimuovere tutte le vene danneggiate.

Gli esperti osservano che questo metodo di rimozione può portare agli ematomi nel luogo in cui si trovavano le vene varicose.

Ma entro due settimane iniziano a svanire. Per accelerare questo processo, utilizzare un unguento speciale. Dopo la riabilitazione, il sito della puntura è quasi inosservato. Possono rimanere cicatrici molto piccole che sono difficili da vedere ad occhio nudo.

Il principale vantaggio della miniflebectomia è l'alta efficienza. Inoltre, l'operazione ha un basso tasso di infortuni. Dopo la procedura, il paziente non ha restrizioni, quindi può condurre uno stile di vita abituale (e i carichi forti sono controindicati).

Dopo tale intervento, segue la riabilitazione. Una maglieria rigenerativa speciale viene messa su un arto dolente. Il termine delle sue calze dipende dal livello della malattia e dal numero di vene operate. Tutto questo è deciso dal medico dopo una diagnosi approfondita.

Trattamento non chirurgico delle vene varicose

Le vene varicose sono una malattia abbastanza comune, soprattutto tra le donne. Secondo le statistiche, fino al 90% delle persone di 30 anni ne soffrono in gradi diversi. Le vene degli arti inferiori sono più spesso colpite, il che è associato a un maggiore carico statico e dinamico su di esse.

Vene varicose - una malattia cronica, manifestata da vene gonfie a causa della sconfitta del loro apparato valvolare e del verificarsi di flusso sanguigno inverso.

Cause della malattia varicosa

I fattori di partenza per l'insorgenza della malattia sono la predisposizione ereditaria, carichi sulle gambe (camminare, da lungo tempo, seduti, esercizi aerobici, sollevamento pesi), eccessivo fattore di calore (saune, bagni caldi), eccesso di peso.

Dovremmo anche menzionare la gravidanza, il parto e l'allattamento. Queste condizioni nelle donne possono cambiare notevolmente il background ormonale e influenzare negativamente il tono della parete venosa, la viscosità del sangue, il lavoro dell'apparato della valvola venosa. Questo è il motivo per cui il rischio di vene varicose aumenta dopo il parto e durante l'assunzione di contraccettivi orali.

Cosa succede alle vene varicose?

Per una chiara comprensione dei metodi non chirurgici di trattamento delle vene varicose, è necessario avere una buona comprensione del meccanismo del danno venoso. In breve, questo può essere descritto come segue.

Il fattore che provoca provoca un rallentamento del flusso venoso di sangue, il suo ispessimento e lo sviluppo dell'infiammazione parietale della nave. Il processo infiammatorio interessa l'intero spessore della parete venosa, portando a una diminuzione delle fibre muscolari lisce e del collagene. Tutto ciò riduce il tono dei vasi sanguigni, distrugge le valvole venose e provoca un flusso inverso di sangue con sovraccarico delle vene safene esterne.

Nel tempo, quest'ultimo si espande e compare un difetto estetico visibile: vascolarizzazione involuta, stelle capillari dilatate. Con la progressione della malattia, si uniscono sintomi quali dolore, pesantezza alle gambe, crampi notturni, gonfiore e infine tromboflebiti con ulcere trofiche.

Metodi di trattamento delle vene varicose

Fino a poco tempo fa, tutti i metodi di trattamento erano limitati alla rimozione chirurgica o alla legatura della vena interessata. Il metodo operativo rimane basico con vene varicose avanzate e gravi, in presenza di complicanze (tromboflebiti, ulcere trofiche). Il metodo chirurgico ha i suoi svantaggi: l'uso dell'anestesia, la presenza di punti, le degenze ospedaliere fino a 7 giorni, un lungo periodo di riabilitazione e la limitazione dell'attività quotidiana.

Ecco perché è così importante iniziare a curare la malattia proprio in una fase precoce, quando si può ricorrere al trattamento non chirurgico delle vene varicose e ottenere un buon risultato. Va notato che le moderne tecnologie (trattamento delle vene varicose senza chirurgia) consentono di sbarazzarsi della malattia in stadi avanzati, ma l'efficacia di tale trattamento sarà sicuramente inferiore.


Ad oggi, ci sono diversi metodi efficaci in cui eseguono il trattamento delle vene varicose senza chirurgia.

Scleroterapia della vena dell'arto inferiore

La scleroterapia è usata sia indipendentemente che in combinazione con un metodo chirurgico di trattamento. L'unica condizione è la sicurezza dell'apparato valvolare delle vene, che può essere controllato mediante ultrasuoni (ecografia delle vene degli arti inferiori). Di solito per il trattamento è sufficiente da 2 a 6 sedute di scleroterapia. Anche le vene di ragno vengono rimosse con successo con questo metodo.

L'essenza del metodo è l'introduzione nella vena interessata di una speciale sostanza sclerosante, che porta all'adesione delle pareti dei vasi e alla cessazione del flusso sanguigno attraverso di essa. Sclerosanti liquidi utilizzati in precedenza e hanno ricevuto un effetto terapeutico insufficiente. Il principale svantaggio di questi farmaci - la rapida lisciviazione di una vena.

Ora, in tutte le cliniche, i flebologi cercano di usare la schiuma. Quest'ultima riempie uniformemente la cavità della nave, facendo uscire tutto il sangue da essa. Dopo l'introduzione della soluzione di schiuma, si verifica un'ustione chimica asettica delle pareti delle vene e la loro rapida adesione (collasso).

Dopo un po 'di tempo, la cavità della vena è ricoperta di tessuto connettivo e si trasforma in una corda sottile, quasi non visibile sotto la pelle. Pertanto, si ottiene un effetto terapeutico e cosmetico.

La scleroterapia è abbastanza indolore, viene eseguita su base ambulatoriale senza anestesia con aghi sottili che vengono inseriti in una vena. A volte può verificarsi una leggera sensazione di bruciore lungo la vena durante e dopo la procedura.


Dopo la fine della sessione una maglia di compressione viene messa sulla gamba (calza di 2-3 gradi di compressione). Al paziente viene chiesto di non togliere le calze per circa 5-7 giorni fino alla sessione successiva, di non riscaldare gli arti (le saune e i bagni sono esclusi), di non bere alcolici e sigarette.

In generale, puoi condurre una vita normale, andare al lavoro. Rimanere in congedo per malattia non è richiesto. Inoltre, dopo una sessione di scleroterapia, è consigliabile camminare velocemente per circa 30 minuti per prevenire la formazione di coaguli di sangue.

L'efficacia della scleroterapia, possibili complicazioni e controindicazioni

Il metodo di utilizzo dei farmaci moderni (Fibro-Wayne ed Ethoxisclerol) è molto efficace e consente di eliminare l'85% delle vene varicose e delle vene varicose!

Le complicazioni dopo la procedura sono rare e sono associate principalmente alla penetrazione di schiuma sotto la pelle (necrosi), compressione insufficiente (comparsa di coaguli di sangue) e allergie al farmaco.

Scolorimento lungo le vene (pigmentazione e lividi) si verifica spesso e di solito scompare con il tempo.

Le principali controindicazioni alla scleroterapia sono la gravidanza e l'allattamento, le allergie, le lesioni infettive della pelle degli arti, la trombosi e la tromboflebite venosa.

Come metodo altamente efficace, la scleroterapia può facilmente sostituire il trattamento chirurgico.

Trattamento delle vene varicose con laser e ablazione con radiofrequenza (RFA)

Questi due moderni metodi di trattamento delle vene varicose possono essere combinati in un unico gruppo, poiché l'essenza e il metodo della loro attuazione sono quasi identici.

Nel primo caso, il trattamento viene effettuato utilizzando il laser più recente, ovvero viene utilizzata l'energia termica della radiazione laser. Sotto controllo a ultrasuoni, nella vena viene introdotto uno speciale elettrodo laser che, provocando una bruciatura termica, "fa fermentare" la nave. Nell'ablazione a radiofrequenza (RFA), la radiazione a radiofrequenza agisce sulla parete interna della vena. In entrambi i casi, le pareti della nave colpita si attaccano e sono completamente isolate dal flusso sanguigno. Inoltre, il processo di sostituzione delle vene con tessuto connettivo è lo stesso della scleroterapia.

La procedura si svolge in anestesia locale, in regime ambulatoriale e necessariamente sotto il controllo di un'ecografia. Ulteriore riabilitazione è la stessa della scleroterapia: intimo di compressione per le vene varicose del 2 ° grado di compressione e camminata per la prevenzione dei coaguli di sangue. Il paziente può iniziare a lavorare il giorno successivo. I vantaggi di tale trattamento sono la mancanza di uso di sclerosanti e, di conseguenza, l'allergia a loro.

Il trattamento laser delle vene varicose e dell'ablazione a radiofrequenza è più costoso, ma meno sicuro. Dopo la procedura, non vi è praticamente alcuna pigmentazione e lividi. Laser ben adattato per rimuovere le piccole vene dei ragni. La scelta tra trattamento laser e RFA è dietro il medico curante ed è fatta sulla base della gravità delle vene varicose, delle comorbilità, degli obiettivi del trattamento e della situazione finanziaria del paziente. Negli Stati Uniti e in Europa, il trattamento delle vene varicose con il laser è molto comune.

microphlebectomy

Questo metodo è chirurgico minimamente invasivo. Invece di incisioni sulla pelle, vengono praticate piccole perforazioni attraverso le quali la vena varicosa viene estratta con ganci e rimossa. Pertanto, la microflebectomia non richiede sutura e preserva la capacità del paziente di lavorare. L'intera procedura viene eseguita in anestesia locale, il paziente rimane in clinica solo per un giorno. I lividi dopo l'intervento si dissolvono entro 1-2 mesi.

Rispetto ai metodi non invasivi, la microflebectomia è più economica, ma anche più traumatica. In termini di efficacia, non è inferiore alla scleroterapia.

hirudotherapy

La terapia con le sanguisughe è stata praticata per molto tempo e rimane una procedura molto popolare fino ad oggi. Il segreto dell'irudoterapia è una sostanza speciale prodotta dalle ghiandole salivari delle sanguisughe. L'Hirudin è essenzialmente un anticoagulante naturale che diluisce il sangue.

Dopo diverse sedute di irudoterapia, la viscosità del sangue diminuisce, il flusso sanguigno nella rete venosa delle estremità migliora e piccoli coaguli di sangue parietale si dissolvono. Di conseguenza, il dolore alle gambe, una sensazione di pesantezza e affaticamento sono ridotti, i crampi e il gonfiore si riducono.

L'efficacia dell'irudoterapia per le vene varicose sarà maggiore in combinazione con il trattamento farmacologico. Il numero di sessioni prescritte dal medico curante. Controindicazioni al trattamento sono l'età dei bambini, malattie del sangue con sanguinamento aumentato, danni alla pelle delle estremità. L'irudoterapia per le vene varicose non è indicata per le donne in gravidanza!

Trattamenti tradizionali per le vene varicose

Ci sono molte ricette per il trattamento dei rimedi popolari delle vene varicose a casa. Non dovresti soffermarti su di loro in dettaglio, ti spiegherò perché. Tutte le tinture, erbe, lozioni, impacchi non hanno alcun effetto dimostrato nel trattamento delle vene varicose! Distolgono solo dalla terapia tradizionale. Manca il tempo, la malattia progredisce e l'effetto terapeutico non viene raggiunto.

Ai primi segni di vene varicose, dovresti consultare un medico e non essere trattato da solo. Solo un medico sarà in grado di valutare il grado di danno venoso e prescriverà un trattamento efficace.

Moderni metodi di trattamento delle vene varicose

I moderni metodi consentono di trattare le vene varicose senza intervento chirurgico. La terapia conservativa aumenta l'elasticità dei vasi sanguigni, diluisce il sangue ed elimina i coaguli di sangue, mentre i metodi minimamente invasivi bloccano e separano le vene danneggiate, eliminando così il problema il più possibile. Questi trattamenti per le vene varicose non sono solo efficaci, ma anche sicuri.

Terapia farmacologica

Nelle fasi iniziali della malattia, non è sempre consigliabile ricorrere a metodi di trattamento minimamente invasivi, pertanto i farmaci costituiscono la base della terapia di mantenimento. Per normalizzare la condizione delle vene con vene varicose utilizzare farmaci dal gruppo di angioprotectors e venotonics.

Le medicine alleviano i sintomi sgradevoli delle vene varicose: gonfiore, dolore, infiammazione, affaticamento delle gambe. Aumentano anche l'elasticità dei vasi sanguigni, riducono il sangue e prevengono la formazione di coaguli di sangue, quindi il loro uso è anche rilevante nel trattamento della malattia associata alle vene varicose - tromboflebite.

Preparati per il trattamento delle vene varicose:

L'uso di gel e unguenti aiuta ad eliminare efficacemente i sintomi della malattia, con un effetto sui vasi sanguigni superficiali. Affinché l'azione raggiunga le vene interne, è necessario prendere le pillole.

Nella fase iniziale delle vene varicose, il metodo della terapia conservativa può essere integrato dall'uso della biancheria intima da compressione.

Fai attenzione! I farmaci possono essere prescritti solo da un flebologo e dalla biancheria intima da compressione. L'autotrattamento e la scelta dei farmaci possono non solo migliorare la condizione delle vene, ma anche peggiorare lo stato di salute. Il medico seleziona i farmaci e le calze a compressione singolarmente per ciascun paziente.

hirudotherapy

La terapia di Hirudotherapy o di sanguisuga aiuta a eliminare la malattia senza chirurgia. Nella saliva di sanguisuga contiene irudina, dopo un morso, entra nel sangue del paziente, riduce la sua viscosità e impedisce lo sviluppo di trombosi nelle vene dilatate.

L'irudoterapia può essere prescritta solo da un medico, la procedura ha controindicazioni:

  • periodo di trasporto di un bambino;
  • allergia allergia alle sanguisughe;
  • malattie del sangue - anemia, emofilia;
  • esaurimento del corpo;
  • bassa pressione sanguigna;
  • malattie infiammatorie della pelle;
  • vecchiaia del paziente.

Procedure minimamente invasive

I metodi minimamente invasivi di trattamento delle vene varicose sono procedure efficaci che non richiedono intervento chirurgico, degenza ospedaliera e riabilitazione a lungo termine. Questi metodi di trattamento delle vene varicose degli arti inferiori sono poco traumatici e assolutamente indolori, vengono eseguiti in anestesia locale. Eseguire un intervento non chirurgico nella sala di trattamento, lo stesso giorno in cui il paziente può tornare a casa.

Tutti i metodi non chirurgici per trattare le vene varicose implicano un effetto sul corpo del paziente per mezzo di una puntura con un ago sottile o una piccola incisione. Nel 95% di tutti i casi di trattamento delle vene varicose, i medici utilizzano un intervento non chirurgico assoluto, solo il 5% dei pazienti prescrive l'operazione flebectomia.

  • scleroterapia;
  • ablazione laser;
  • ablazione con radiofrequenza;
  • microphlebectomy.

scleroterapia

Il metodo di scleroterapia è l'introduzione mediante iniezione di uno sclerosante in una vena, dove il principio attivo inizia a bloccare l'area danneggiata, e il sangue si muove attraverso il sistema circolatorio senza penetrare nel luogo occluso. Nel tempo, la vena danneggiata si risolve da sola.

La scleroterapia è utilizzata come metodo principale di trattamento delle vene varicose, il metodo viene eseguito sotto costante guida ecografica. Le moderne tecnologie hanno migliorato il metodo della scleroterapia, trasformandola in scleroterapia a schiuma, un metodo ancora più efficace per trattare le vene varicose. La scleroterapia con schiuma viene effettuata con un diametro delle vene non superiore a 10 mm, l'intervento non ha praticamente complicazioni.

Dopo la scleroterapia, si consiglia al paziente di fare una passeggiata per 30-40 minuti nella biancheria intima di compressione. Per consolidare l'effetto positivo degli indumenti a compressione bisogna indossare per un mese.

Ablazione laser

L'ablazione laser viene eseguita su base ambulatoriale, la procedura dura da 30 minuti a 2 ore. Dopo la terapia laser, il paziente può andare a casa da solo. La terapia laser viene eseguita in anestesia locale.

Il metodo consiste nell'introduzione della fibra nella vena interessata, dove si trova lungo di essa. Inoltre, il raggio laser viene acceso e respinto, sotto l'influenza della radiazione, il sangue coagula, il laser brucia le pareti dei vasi e si attaccano insieme, questo è il modo in cui la parte interessata della vena è bloccata. Nel tempo, la vena trattata con laser si risolve.

Fibre ottiche utilizzate per l'ablazione laser:

  • frontale - nel trattamento delle vene, raggiungendo un diametro non superiore a 1 centimetro;
  • radiale - iniettato nelle vene di qualsiasi diametro, tali fibre ottiche distribuiscono uniformemente la radiazione (larghezza di 360 gradi).

Fai attenzione! Dopo la procedura di laserterapia, il paziente deve indossare indumenti a compressione come misura preventiva. Il tipo di biancheria e la durata del suo uso saranno prescritti da un flebologo.

Ablazione con radiofrequenza

La procedura di ablazione con radiofrequenza - uno dei metodi meno traumatici, consente di eliminare efficacemente le vene varicose. L'ablazione con radiofrequenza è possibile su vene di qualsiasi diametro. La procedura viene eseguita in anestesia locale, sotto la costante supervisione di un ultrasuono.

Una puntura viene effettuata in una vena attraverso la quale è inserito un catetere a radiofrequenza. Il catetere viene inserito nella lunghezza desiderata nel tessuto situato attorno alla vena, quindi eseguire l'introduzione dell'anestetico. L'anestetico crea una "penna d'acqua" attorno alla vena danneggiata, che protegge i tessuti circostanti dall'azione delle onde radio. La terapia a radiofrequenza non richiede una riabilitazione a lungo termine: non appena 15 giorni dopo la procedura, il paziente può praticare sport.

Controindicazioni per l'ablazione con radiofrequenza:

  • tromboflebite;
  • cambiamenti della pelle trofica.

microphlebectomy

Durante la procedura di microflebectomia, il medico rimuove la vena interessata con ganci speciali. Tali ganci sono inseriti in una vena in anestesia locale attraverso una piccola incisione fino a 1 millimetro.

La riabilitazione dopo il trattamento richiede 3-5 giorni, dopodiché il paziente può iniziare a lavorare. I lividi che si formano durante la procedura si dissolvono da soli dopo 3-4 settimane. Le prime due settimane dopo la microflebectomia, il paziente deve indossare maglieria a compressione.

I vantaggi di una procedura di microflebectomia sono la rimozione completa della vena interessata e la capacità di utilizzare la tecnica per vene di qualsiasi diametro.

flebectomia

Quando il trattamento non chirurgico delle vene varicose non dà un effetto positivo, il medico prescrive un intervento chirurgico per la rimozione delle vene danneggiate al paziente - flebectomia. Solo la chirurgia può eliminare le vene varicose nei casi avanzati.

La flebectomia viene eseguita in anestesia spinale o anestesia endotracheale. Dopo l'operazione, il paziente è in ospedale per 1-2 giorni.

Indicazioni per la chirurgia:

  • vaste vene safene varicose;
  • pronunciata violazione del flusso di sangue;
  • complicazioni acute delle vene varicose - ulcere trofiche, tromboflebiti.

La flebectomia viene eseguita nei pazienti quando altri metodi sono inefficaci. Il pericolo dell'intervento chirurgico è minimo, ma ci sono controindicazioni alla flebectomia:

  • trombosi venosa profonda interna;
  • malattie infiammatorie della pelle;
  • ipertensione;
  • malattie del sistema cardiovascolare;
  • malattie infettive.

La flebectomia viene eseguita utilizzando una sonda, viene inserita in una vena attraverso una piccola incisione cutanea. La porzione estesa della vena viene rimossa estraendola meccanicamente. Quindi, dopo la rimozione della vena, l'incisione viene suturata. L'operazione richiede meno di 2 ore.

Nelle prime 24 ore dopo l'intervento, il paziente ha bisogno di riposo a letto, con il permesso del medico, è possibile passeggiare nel reparto ospedaliero. Due o tre giorni dopo, il paziente è dimesso. Nel periodo postoperatorio, al paziente viene prescritta la venotonica e i mezzi per ridurre la viscosità del sangue, indossare la biancheria intima di compressione per due mesi, esercizi speciali e camminare all'aria aperta, nuotare e andare in bicicletta sono utili.

Vene varicose: moderni metodi di trattamento. Miti e fatti

La diffusa diffusione della malattia varicosa ha generato molte speculazioni su questo problema. Promettiamo un sollievo indolore e rapido dalle vene varicose una volta per tutte. In questo articolo: metodi moderni di trattamento delle vene varicose, promesse e fatti pubblicitari, test di suscettibilità alla malattia.

Di fronte alle vene varicose, dovrebbe essere capito

che il pericolo principale è nelle sue complicazioni. Le vene superficiali ingrandite, che hanno perso le loro funzioni originali e rappresentano una minaccia per la vita, portano a loro.

Le vene tese non torneranno alla normalità e non scompariranno con l'aiuto di compresse, unguenti, erbe e in particolare cospirazioni e altri metodi di trattamento non tradizionali.

La cura completa per le vene varicose è possibile solo con l'eliminazione delle vene varicose e delle scariche venose. Alcuni metodi di medicina alternativa possono solo fornire prevenzione della malattia, alleviare il dolore, rallentare la progressione delle vene varicose.

Benvenuti nel sito dedicato al fenomeno del sonno e alla qualità della vita. Spero che le informazioni saranno utili.

La medicina moderna e la chirurgia vascolare oggi sono l'unica panacea e hanno efficaci metodi di trattamento cosmetici e chirurgici. Ma prima le cose vanno prima.

Promesse e fatti promozionali

Con l'aiuto della medicina interna puoi liberarti delle vene varicose per sempre

Fatto. Il moderno mercato farmaceutico offre una vasta selezione di farmaci venotonici. I più popolari sono: detralex, troxevasin, phlebodia, venoruton, antistax. Hanno tutti sostanze simili (flavonoidi vegetali) e molti hanno bassa efficacia ed effetti collaterali. Il Venotonics non ti allevia dalle vene varicose, ma da gravità, edema e crampi notturni è del tutto possibile.

Creme e gel cureranno le vene varicose

Fatto. Venditori e produttori promettono un'alta efficienza nella pubblicità, ma dobbiamo capire che gel e creme non eliminano le vene varicose. Il loro sfregamento favorisce il deflusso venoso, agisce come un leggero massaggio e ha un effetto sedativo sulla pelle nella fase iniziale della malattia.

Quando vengono avviate le vene varicose, alcune creme e unguenti possono causare dermatiti e allergie, il che esacerba il problema. Con la tromboflebite viene prescritto l'uso di farmaci eparinici (Lioton, epatrombina, trombofobico, ecc.), Che fluidificano il sangue e favoriscono il sollievo dell'infiammazione.

Grazie alla pubblicità attiva, gel e creme con le sanguisughe sono molto popolari. Secondo i medici, questi prodotti sciamanici (ad esempio "Sophia con sanguisughe") non hanno nulla a che fare con le sanguisughe o le droghe. Spreco di soldi e tempo, l'autoipnosi ha luogo.

Le sanguisughe guariscono le vene varicose

Fatto. La saliva della sanguisuga è ricca di irudina, che assottiglia il sangue. È questo il fatto che serve come punto principale perché le persone inconsapevoli ricorrono a sanguisughe per le vene varicose, confondendole con tromboflebiti.

Il diradamento del sangue non avrà alcun effetto sulle vene varicose, la cui causa è un aumento del lume venoso e dell'insufficienza valvolare. I "terapeuti della sanguisuga" tacciono sul pericolo rappresentato da tale trattamento.

Il risultato di hirudotherapy può essere la pigmentazione della pelle nel sito di morsi, prolungato sanguinamento dalle ferite. Questo è al meglio. Nel peggiore dei casi si sviluppano dermatite, linfostasi, flebotrombosi e persino cancrena dell'arto.

Come parte della saliva della sanguisuga, ci sono molti allergeni che possono causare reazioni infiammatorie e allergiche durante la stasi venosa cronica, che distruggono la pelle e aggravano le vene varicose.

I flebologi riconoscono tale trattamento come ciarlataneria palesemente pericolosa per la salute del paziente. L'irudoterapia è particolarmente controindicata nelle ulcere trofiche.

La compressione a maglia elimina le cause delle vene varicose e la malattia stessa

Fatto. L'uso della compressione medica elastica è mostrato nelle fasi iniziali della malattia prima delle misure radicali. Spremere le vene varicose, promuove la ridistribuzione del flusso sanguigno dalle vene esterne interessate al profondo, elimina il ristagno di sangue nelle vene.

Allo stesso tempo, la compressione elastica non elimina la causa della malattia, ma semplicemente imita la situazione quando le vene sono "sigillate" o rimosse. Solo un flebologo può scegliere la taglia giusta e consigliarlo.

Metodi di trattamento per le vene varicose

Al giorno d'oggi, il trattamento delle vene varicose è semplificato e quasi tutti sono eseguiti su base ambulatoriale, e se richiedono il ricovero, allora solo per uno o due giorni. I principali tipi di trattamento: scleroterapia, coagulazione laser, ablazione con radiofrequenza, chirurgia.

I professionisti esperti spesso usano diversi metodi contemporaneamente. Considerare il più comune, i loro pro e contro.

scleroterapia

- metodo non chirurgico per la rimozione delle vene malate. Uno sclerosante viene iniettato nel vaso, una speciale preparazione liquida che incolla una vena dall'interno, che scompare col tempo. Il sangue smette di scorrere verso l'area interessata e viene ridistribuito attraverso le vene sane.

La scleroterapia è stata applicata all'inizio del secolo scorso, ora la procedura è diventata meno pericolosa e traumatica. Lo sclerosante viene iniettato nella vena malata usando aghi sottili o microcatetere. In una sessione, possono essere richieste fino a 4 iniezioni e il numero di sessioni è determinato dalla gravità della malattia.

Dopo l'iniezione del farmaco, una maglia di compressione viene posta sul piede del paziente e si raccomanda di camminare (fino a 5 ore) per evitare la trombosi venosa profonda. La compressione elastica dovrà essere indossata durante l'intero corso del trattamento e al suo completamento (fino a 4 settimane).

La scleroterapia migliora il flusso sanguigno, i vasi sanguigni dilatati scompaiono, il gonfiore, il dolore, i crampi e l'affaticamento scompaiono. Le macchie di pigmento che appaiono sopra la vena eliminata scompaiono col tempo.

La scleroterapia comprende:

  • La scleroterapia stessa
  • Scleroterapia ECHO (lo sclerosante viene iniettato precisamente nel bersaglio, grazie all'ecografia, che permette di vedere il lume venoso)
  • Scleroterapia a forma di schiuma. Lo sclerosante si trasforma in schiuma, che viene introdotta nel vaso, che consente di "incollare" anche le grandi vene.

La scleroterapia garantisce un risultato terapeutico e cosmetico a lungo termine, e in alcuni casi duraturo. Solo il 25% dei pazienti con varicosità avanzata non può contare su una cura completa. In questo caso, la manifestazione della malattia in essi è significativamente ridotta.

Controindicazioni:
Intolleranza individuale agli sclerosanti.
Accettazione di farmaci anti-infiammatori e ormonali.
Sovrappeso.
Lancio della cellulite nell'area delle vene colpite.
Malattia infiammatoria purulenta della pelle delle gambe.
Gravidanza.
Tromboflebite.

pro:
Il trattamento ambulatoriale ti consente di mantenere uno stile di vita familiare.
L'effetto cosmetico è immediatamente visibile, non ci sono cicatrici.
Dolore minimo durante il trattamento.
Puoi contemporaneamente eliminare più vene.

contro:
Non vi è alcuna garanzia di un risultato a vita. Per realizzarlo, è necessario iniziare il trattamento eliminando la causa della comparsa delle vene varicose.
24 ore su 24 indossando maglieria a compressione, è possibile rimuovere per un breve periodo di tempo l'igiene.

Trattamento laser - "chirurgia d'ufficio"

Coagulazione: trattamento laser delle vene varicose chiudendo il lume in esse. È l'ultimo sviluppo di esperti tedeschi chiamato endovenoso (intravascolare) o la coagulazione endovasal (EVLT o EVLT). Attualmente ampiamente utilizzato nelle principali cliniche in Russia e all'estero.

Quando EVLK è "saldatura" (obliterazione) danneggiati da vene laser ad alta energia senza incisioni. Per effetto laser termico all'interno, è inserito nella vena attraverso una fibra speciale foratura avviene lumen spasmo vena all'interno di esso chiude. Vienna è esclusa dal flusso sanguigno e successivamente sostituita dal tessuto connettivo.

Il grado di impatto da ELVK vena malata è superiore a quello di scleroterapia, e può ottenere l'effetto equivalente alla rimozione della vena classica.

La coagulazione intravascolare è riconosciuta come il modo meno traumatico e moderno per eliminare le vene varicose.

Funzionamento costo minimo al momento (circa 40 minuti) e il recupero dopo (fino a 4 ore), l'anestesia locale - tutti questi fattori permettono il trattamento laser chiamato "chirurgia ufficio". Il paziente dopo la procedura può lasciare la clinica da sola e tornare al posto di lavoro.

Pro.
L'obliterazione laser intravascolare è un'alternativa degna dell'intervento chirurgico:

• Eccellente effetto cosmetico - durante l'operazione non ci sono tagli.
• EVLK di breve durata: la procedura richiede non più di un'ora.
• Rapida riabilitazione, che consente di non smettere di lavorare.
• coagulazione laser è controllato da letture ultrasuoni, che aumenta la qualità delle cure, complicanze postoperatorie sono ridotti al minimo.
• Mancanza di ematomi e lividi.

contro:
• Il costo dell'operazione può superare l'importo di 60 mila rubli.
• Il grande diametro della vena non consente di fare senza incisioni.
• Una vena di grande diametro può staccarsi più tardi e tornare indietro.

VNUS. Ablazione con radiofrequenza

Il nuovo metodo è stato sviluppato dalla comunità scientifica internazionale con lo scopo di trovare il rimedio più perfetto per le vene varicose. In Nord America e in Europa, il metodo è stato praticato per più di 10 anni, in Russia, è stato recentemente introdotto nella pratica da grandi cliniche.

VNUS - metodo endovasale, usato per trattare le principali vene grandi affette da vene varicose. Un catetere a radiofrequenza viene inserito nella puntura, "facendo fermentare" la vena usando un effetto a microonde. Il catetere ha sensori che misurano l'utilità e l'efficacia degli effetti termici sulle pareti venose.

pro:
Condizioni ambulatoriali
Anestesia locale
Preservare la capacità di lavorare.
Nessun taglio
Recupero rapido del paziente (30 minuti dopo l'intervento). Dopo una settimana puoi fare sport.
Mancanza di dolore ed ematomi nella maggior parte dei casi.
Alta sicurezza.

contro:
Alto costo
Possono verificarsi ustioni che passano rapidamente.
La concentrazione di attenzione si riduce il giorno dell'operazione (non è possibile guidare una macchina o impegnarsi in altre attività che richiedono una concentrazione costante).

Negli Stati Uniti, l'ablazione con radiofrequenza è molto meno comune della coagulazione laser. Ciò è dovuto al costo elevato con risultati quasi uguali. Coagulazione dà una percentuale di scomparsa completa delle vene causa dell'introduzione di una nuova generazione di laser che forniscono maggiore efficienza e la mancanza di lividi.

Metodi radicali

Quando la trombosi, eczema, ulcere trofiche scleroterapia e altri trattamenti non chirurgici fanno tardi. In questo caso, i medici sono propensi a ricorrere a metodi chirurgici, combinandole con la scleroterapia.

Molte cliniche offrono alta tecnologia metodi di micro-chirurgico di rimozione di vene di pazienti che a basso impatto (permettono una piccola incisione per rimuovere tutta la vena malata) kosmetichny (cicatrici e cicatrici non soggiorno), a breve termine (entro 40 minuti del paziente può tornare a casa).

Secondo flebologi, non c'è bisogno di avere paura di rimuovere le vene varicose. Le vene piene di sangue rappresentano una seria minaccia per la salute e la vita. Dopo la loro eliminazione, la circolazione sanguigna è normalizzata, un carico eccessivo viene rimosso dalle vene sane.

In conclusione dell'articolo sui moderni metodi di trattamento delle vene varicose voglio offrire un test. Le risposte alle domande non richiederanno più di 5 minuti del tuo tempo, ma ti permetteranno di determinare i sintomi della malattia delle gambe varicose e il grado di rischio.

Test. Esame di vena

Hai una rete venosa sulle gambe?

  1. No (5).
  2. Ci sono vene a ragno e piccole vene (10).
  3. Le vene mostrano qua e là (15).

Quanto spesso si gonfiano le gambe?

  1. Molto raramente (0).
  2. Ogni giorno si gonfiano leggermente (5).
  3. Ogni giorno, gonfiore solo al passaggio mattutino (15).

Ti senti le gambe stanche entro la fine della giornata?

  1. Raramente (0).
  2. Di sera, sento la pesantezza nelle mie gambe (5).
  3. Alla fine della giornata, le gambe ronzano, diventano pesanti (10).

Assumi contraccettivi ormonali o farmaci per quanto tempo?

  1. No (0).
  2. Da 0,5 anni a 2 anni (5).
  3. Più di 2 anni (10).

Quali scarpe preferisci?

  1. Sport (0).
  2. Scarpe con tacco alto fino a 4 cm (5).
  3. Scarpe con tacco alto sopra i 4 cm (15).

Qualcuno dei tuoi parenti (genitori, nonni o nonni) è soggetto a vene varicose?

I risultati del test "Esame per le vene":

5-15. Le tue vene vanno bene, soprattutto se non sei preoccupato di gonfiore e stanchezza. Se devi muoverti un po ', sederti o stare in piedi molto, sei a rischio. Non perdere di vista le tue vene, prevenire è meglio che curare. Elimina i fattori che portano alle vene varicose.

20-45. Sei predisposto alla malattia, apparentemente hai lo stadio iniziale delle vene varicose. Non iniziare la malattia, consulta un flebologo. È necessario escludere i fattori che aggravano la malattia.

50-70. Hai un'alta probabilità di vene varicose. Avete bisogno di una consultazione urgente con un flebologo, che prescriverà il trattamento necessario.

Se sai che sei predisposto alle vene varicose o hai trovato i primi segni in te stesso, non rimandare la visita al chirurgo vascolare. Non credere alle promesse pubblicitarie, non perdere tempo prezioso.

Fonti: A.A.Baeshko "vene varicose: cosa fare, come evitare", http://varicose.com.ua/metodi_lecheniya.html.

Elena Valve per il progetto Sleepy cantata.

L'articolo è protetto da copyright e diritti connessi. Qualsiasi utilizzo del materiale è possibile solo con un link attivo al sito.
Sna-kantata.ru!

Nelle seguenti pubblicazioni leggi:

  • Esercizio per le vene varicose per ogni situazione. Regole di attuazione.
  • Qual è il pericolo di sangue denso. Come ridurre la viscosità.
  • Le vene varicose possono provocare crampi alle gambe notturni.

Per Saperne Di Più I Vasi