Cos'è la stenosi vascolare e come trattarla

Nell'ultimo decennio c'è stato un costante aumento delle malattie del sistema cardiovascolare. Secondo le statistiche, fino al 57% dei casi è associato a pervietà vascolare compromessa. Ciò aumenta il rischio di ictus, attacchi cardiaci, danni ai reni e ad altri organi.

Secondo i registri, fino a 450 mila russi subiscono un ictus ogni anno, e questo è paragonabile alla popolazione di una grande città! La questione della diagnostica e del trattamento della permeabilità vascolare di diversa localizzazione è rilevante e richiede attenzione da parte di medici e pazienti.

Stenosi dei vasi sanguigni: cause di sviluppo, localizzazione

Qual è la stenosi vascolare? Questo è un restringimento o una completa sovrapposizione del lume del vaso.

È caratterizzato da un'assoluta assenza di manifestazioni cliniche nelle fasi iniziali della malattia e un alto rischio di sviluppare complicazioni, anche letali, con la progressione della patologia e la comparsa di disturbi circolatori significativi.

Tutte le stenosi possono essere suddivise in 4 categorie, a seconda del grado di restringimento: piccolo al 30%, medio dal 31 al 49%, espresso al 70%, critico al 99% e occlusione completa, in cui l'arteria diventa completamente invalicabile.

Tra le ragioni che contribuiscono allo sviluppo della stenosi sono:

  • malattia dell'arteria aterosclerotica;
  • ipertensione;
  • l'obesità;
  • diabete mellito;
  • malattie sistemiche autoimmuni del tessuto connettivo e dei vasi sanguigni (vasculite);
  • dipendenza da nicotina;
  • abuso di alcol;
  • stile di vita sedentario e cattiva alimentazione;
  • carico ereditario;
  • fattore di età.

Interessante! Circa un terzo dei casi sono associati all'aterosclerosi arteriosa. Il 10% della popolazione mondiale oltre i 65 anni ha una patologia di almeno una grande nave. Inoltre, la gravità dei sintomi dipende dalla posizione, dalle dimensioni e dalla struttura della placca aterosclerotica.

La stenosi può interessare vari vasi, a seconda della posizione emessa:

  1. Stenosi dei vasi coronarici del cuore.
  2. Stenosi del collo e dei vasi della testa.
  3. Stenosi dei vasi degli arti.

Le manifestazioni cliniche dipendono dall'arteria interessata. Il danno più letale alle arterie del cervello e del cuore. È necessario conoscere i sintomi e i metodi di trattamento della stenosi cerebrale e delle arterie coronarie.

Manifestazioni cliniche della malattia

Tutti i sintomi sono associati ad una ridotta apporto di ossigeno e sostanze nutritive agli organi.

Con la loro carenza a lungo termine si sviluppa l'ipossia (mancanza di ossigeno).

Quando le coronarie, o coronarie, delle arterie del cuore si restringono, compare inizialmente un dolore toracico moderato, mancanza di respiro dopo l'esercizio, disturbi del ritmo cardiaco e gonfiore degli arti inferiori.

Con l'occlusione completa della nave, si sviluppa un infarto miocardico - necrosi muscolare cardiaca. È caratterizzato da:

  • dolore acuto improvviso dietro lo sterno, che può diffondersi alla scapola o all'arto superiore;
  • sensazione di mancanza d'aria;
  • sensazione di panico;
  • vertigini e debolezza, mancanza di respiro.

È importante! Quando compaiono i primi sintomi di infarto, il paziente deve essere posizionato e deve essere fornita aria fresca. Dai farmaci, puoi dare una pastiglia di nitroglicerina sotto la lingua e chiamare immediatamente la squadra medica dell'ambulanza.

La stenosi delle arterie degli arti inferiori si sviluppa gradualmente. In primo luogo, i pazienti notano la comparsa di debolezza e dolore alle gambe dopo aver camminato, zoppicando, pallore della pelle, cambiamenti nella temperatura della pelle e il suo raffreddamento.

Nell'area della nave colpita, l'apporto di sangue dei follicoli piliferi viene disturbato e i capelli iniziano a cadere. Le arterie femorali, tibiali e peronee possono essere colpite.

La stenosi dei vasi degli arti inferiori porta a complicazioni quali:

  • ulcere trofiche;
  • necrosi e cancrena;
  • sindrome da dolore pronunciato;
  • atrofia muscolare;
  • l'impotenza.

Le ulcere trofiche e ancor più la cancrena sono difficili da trattare con metodi conservativi. Possono causare l'amputazione dell'arto. Pertanto, quando compaiono i primi segni di compromissione della pervietà delle arterie delle estremità, si deve fare riferimento a uno specialista

Sintomi di stenosi cerebrale

Il restringimento prolungato delle arterie del cervello causa un'alterazione del flusso sanguigno alle sue cellule, la privazione dell'ossigeno e porta allo sviluppo di alterazioni distrofiche non infiammatorie nella sostanza cerebrale o encefalopatia. Le arterie carotidi, le arterie basilari, piccole delle aree temporale, parietale, frontale e di altre aree del cervello possono essere colpite.

I sintomi tipici includono:

  • mal di testa;
  • prestazione alterata, sensazione di debolezza;
  • diminuzione dell'attenzione, memoria e concentrazione;
  • maggiore labilità emotiva;
  • disturbo del sonno;
  • scarsa coordinazione, ridotta forza muscolare;
  • visione e udito offuscati;
  • cambiamento di linguaggio: discorso biascicato, rallentando la velocità di pronuncia delle parole.

Con la progressione dell'occlusione dei vasi cerebrali, si sviluppa l'ictus ischemico. È caratterizzato da improvviso mal di testa intenso, possibile perdita di coscienza, incoerenza della parola, paresi o paralisi. Un ictus: il rischio di diventare disabili fino alla fine della vita.

diagnostica

La diagnosi di questa malattia è un compito complesso. Include:

  • raccogliere i reclami e studiare la storia della malattia;
  • ispezione obiettiva dei sistemi. Il medico valuterà come funzionano cuore, organi respiratori e reni;
  • consultazioni di specialisti ristretti: neurologo, oculista, chirurgo vascolare, endocrinologo. Per ogni paziente, questa lista sarà individuale;
  • test di laboratorio: esami del sangue generali e biochimici, panel ormonali, test per malattie autoimmuni, test delle urine;
  • metodi strumentali: esame ecografico di vasi con Doppler, ecografia del cuore, angiografia, risonanza magnetica e calcolo con e senza miglioramento del contrasto, elettrocardiografia.

Ricordate! Lo specialista non prescriverà tutti questi studi. Sceglierà metodi informativi per un caso particolare, a seconda dei sintomi clinici.

Trattamento della stenosi vascolare

Subito dopo aver stabilito la diagnosi, procedono alla fase successiva: la terapia per restringere il lume del vaso. Il trattamento può essere conservativo, con uso di droghe e operativo.

Il trattamento conservativo della vasocostrizione degli arti inferiori, della testa e del cuore, include l'assunzione di questi gruppi di farmaci:

  • ipolipidemico - ridurre i livelli di colesterolo, ridurre il rischio di formazione di placche aterosclerotiche (le statine e i fibrati sono più comunemente usati);
  • antispastici - rilassare la nave e aumentarne il diametro, ad esempio, la Drotaverina;
  • agenti antipiastrinici e anticoagulanti - riducono il rischio di nuovi coaguli di sangue e rallentano la crescita di quelli esistenti;
  • antipertensivi sono usati per abbassare la pressione sanguigna;
  • farmaci metabolici;
  • nootropics.

In alcuni pazienti, si esprimono la sindrome del dolore e la depressione dell'umore sullo sfondo della malattia, in questi casi decidono anche l'uso di antidolorifici e antidepressivi.

Con l'inefficacia della terapia conservativa, l'occlusione completa della nave, con una minaccia per la vita, va ai metodi chirurgici di trattamento. Può essere usato:

  • stent - espansione del lume del vaso con uno speciale catetere a palloncino;
  • smistamento e creazione di anastomosi, cioè bypassare le vie vascolari;
  • rimozione del sito del vaso danneggiato - endarterectomia.

Quando si sceglie un metodo di trattamento chirurgico, la decisione viene presa congiuntamente dal terapeuta, o dal cardiologo e dal chirurgo vascolare.

Per la prevenzione, così come nelle prime fasi della malattia, i rimedi popolari trattano efficacemente la stenosi dei vasi della testa e del collo, del cuore e delle estremità. Alta efficacia ha mostrato la tintura di aglio.

La ricetta della sua preparazione è la seguente: 300 g di aglio devono essere schiacciati e versare 200 ml di vodka.

Lasciare la miscela in un luogo buio per 10 giorni. Quindi filtrare e lasciare per altri tre giorni. Prendi 60 ml di tintura diluita in un bicchiere d'acqua.

Il corso del trattamento con questo mezzo non dovrebbe essere più lungo di 10 giorni. È vietato l'uso in caso di ulcera gastrica nella fase acuta. Questa tintura è uno strumento efficace nella lotta contro i depositi aterosclerotici.

conclusione

Lo sviluppo della stenosi è più facile da prevenire. Per la prevenzione, è necessario seguire regole molto semplici: rinunciare a cibi nocivi e grassi, bere acqua pulita, passare più tempo all'aria aperta, fare attività fisica regolarmente.

È importante sottoporsi a controlli preventivi e test di routine. Questo approccio alla vita eviterà gravi complicazioni e la necessità di bere farmaci o ricorrere alla correzione chirurgica.

Come curare la stenosi arteriosa alle gambe?

La stenosi delle arterie degli arti inferiori è uno stato di restringimento del lume delle vene e dei vasi sanguigni nelle gambe. Una condizione patologica, che i medici chiamano stenosi, può manifestarsi in quasi tutte le parti del corpo umano, a partire dalla testa e termina con le dita, ma il più delle volte la patologia colpisce le gambe.

La stenosi pericolosa è principalmente dovuta al fatto che il restringimento dei lumi rallenta significativamente la velocità del flusso sanguigno e, in caso di una grave patologia, porta al completo ristagno del sangue, alla formazione di coaguli e alla rottura della nave o della vena.

La medicina collega una tale patologia alle patologie adiacenti del sistema cardiovascolare e del sistema circolatorio.

Perché sviluppare?

I medici discutono sui processi fisiologici che si verificano nel corpo e diventano le cause della stenosi nelle arterie e nei vasi degli arti inferiori. Alcuni credono che i depositi di colesterolo conducano fisiologicamente al restringimento delle pareti.

Altri credono che le placche di colesterolo in aree di un lume ristretto in una nave o un'arteria si accumulino precisamente perché c'è già stato un passaggio per il sangue ed è in piedi da un po 'di tempo, in attesa del "rendimento" della nave ristretta.

Le cause comuni che causano la stenosi dei vasi degli arti inferiori comprendono:

  • aterosclerosi vascolare progressiva;
  • il fumo;
  • uso regolare di alcol;
  • l'abitudine di bere caffè nero;
  • lesioni ai piedi;
  • trattamento di varie infezioni e malattie con farmaci che scatenano la vasocostrizione;
  • prolungamento nervoso prolungato;
  • interruzioni nell'equilibrio ormonale;
  • obesità e sovrappeso;
  • stile di vita sedentario;
  • ipertensione;
  • distonia;
  • diabete di entrambi i tipi;
  • caratteristiche anatomiche individuali e tendenza ereditaria alla stenosi;
  • varie patologie o malattie che coinvolgono gonfiore dei tessuti molli nelle gambe.

Per quanto riguarda il fumo, che è stato recentemente reso colpevole di assolutamente tutte le patologie sanitarie abbastanza recentemente, va notato che in caso di problemi legati alla vasocostrizione, queste accuse non sono infondate.

Fumare una sigaretta costringe immediatamente i vasi sanguigni nel corpo, quando fuma più di tre sigarette in mezz'ora, si verifica uno spasmo dei vasi sanguigni nel cervello.

In volumi di oltre 15 sigarette al giorno, uno stato permanentemente ristretto della maggior parte dei vasi del corpo è permanente, che, in combinazione con qualsiasi fattore aggiuntivo, per esempio, disturbi di pressione, aterosclerosi, stress mentale o aritmia, conduce direttamente allo sviluppo della stenosi.

Lo stesso effetto ha il caffè nero. La maggior parte delle bevande alcoliche tende ad avere un effetto di espansione sui vasi sanguigni del corpo, ma dopo tale espansione inevitabilmente arriva un "rollback", ed è molto forte. Che con insufficiente elasticità delle pareti dei vasi sanguigni, la loro ossificazione può avere conseguenze disastrose.

Inoltre, l'espansione artificiale dei vasi sanguigni, che produce la maggior parte delle varietà di alcol, il corpo inizia a "difendersi", facendo già le proprie navi, cioè, iniziando lo sviluppo della stenosi.

Il gonfiore dei tessuti spreme i vasi sanguigni e il costante gonfiore delle gambe, che si verifica in alcune patologie nei reni e nel cuore, porta al fatto che i vasi si restringono e si irrigidiscono in questa posizione a causa della spremitura sistematica dai tessuti riempiti di fluido in eccesso.

Conseguenze e segni di questa patologia

La stenosi degli arti inferiori si manifesta nelle ultime fasi del suo sviluppo, quindi, in questa patologia, le sue conseguenze sono allo stesso tempo sintomi di stenosi:

  • attacchi improvvisi di zoppia mentre si cammina, "cadere" delle gambe;
  • dolore alle gambe, sia in luoghi che in generale, in uno stato di completo riposo, anche quando si è sdraiati;
  • atrofia muscolare delle gambe e della pelle blu;
  • per gli uomini, l'incapacità di completare i rapporti sessuali o completa impotenza;
  • eventuali ferite guariscono per un tempo molto lungo e hanno la tendenza a marcire;
  • necrosi dei tessuti molli.

Sfortunatamente, la stenosi è spesso accompagnata da cancrena, che, in presenza di patologia nei vasi, si sviluppa in modo incontrollabile rapidamente, e può sorgere da qualsiasi graffio, graffio o graffio che ha iniziato a marcire.

Nel suo inizio, la patologia è completamente asintomatica, ma vale la pena di essere sorvegliata, con il frequente verificarsi di tali segni:

  • piedi freddi in generale, comprese le gambe e le cosce;
  • grande pallore o tonalità della pelle bluastra;
  • sensazione di "correre" pelle d'oca nelle gambe o - bruciore;
  • dolore o sensazione che le gambe siano "intorpidite" con un lungo sedile;
  • improvvisa mancanza di debolezza nelle gambe dopo essere salito da una sedia o da una sedia.

Se ci sono tali segni, è necessario trovare il tempo e visitare i medici, senza aspettare il deterioramento.

Diagnosi di patologia

Superficiale, la diagnosi preliminare di stenosi viene eseguita quando visto da un chirurgo e, naturalmente, le conversazioni con la persona che gli ha fatto domanda. I medici dividono la patologia nei seguenti sottotipi:

  • Stenosi critica dell'arteria iliaca comune - ASO;
  • stenosi dell'arteria femorale profonda - GBA;
  • occlusione delle arterie femorali superficiali - PBA.

Dopo l'esame, viene nominata una serie di esami, che determinano esattamente quale stenosi combattere.

Esame angiografico

Questa procedura comporta l'introduzione nei vasi dell'arteria femorale di una sostanza colorante contrastante e la radiologia durante la sua permanenza nel flusso sanguigno.

Questo metodo mostra in modo molto accurato tutte le anormalità nello stato dei vasi e delle vene, e consente anche di diagnosticare la presenza di ostruzioni nei capillari. Naturalmente, la presenza di coaguli, ristagno, coaguli di sangue e placche di colesterolo è chiaramente visibile anche negli scatti a contrasto.

Ma questo esame è inaccettabile in caso di numerose patologie dei reni, della ghiandola tiroidea e dell'intolleranza allo iodio.

Ecografia Doppler

Questo esame non ha controindicazioni e la sua precisione è del 96%. Quando punti controversi nella diagnosi, a discrezione del medico, viene eseguito un test utilizzando nitroglicerina, che riduce lo spasmo della nave, che consente di monitorare le aree problematiche.

Imaging.

È effettuato con l'uso di sostanze coloranti e nella sua accuratezza e controindicazioni è analogo ad un esame angiografico. Questo metodo è più conveniente quando la stenosi dell'arteria poplitea viene diagnosticata in dettaglio.

Studio che determina gli indicatori dell'indice caviglia-omerale

Questo indicatore è calcolato dai dati sul livello di pressione nell'arteria brachiale e nei vasi inferiori della gamba. Il livello di declino in questa patologia può essere valutato sulla gravità delle lesioni vascolari nelle gambe.

Oltre a questi studi, per un quadro più preciso dello sviluppo della stenosi, i medici possono anche eseguire altri test, compresi gli esami del sangue. Ma, di solito, il campo delle procedure diagnostiche di base è sufficiente per determinare il tipo e la gravità della stenosi.

Trattamento di patologia

Il trattamento della stenosi dipende direttamente dalla gravità della patologia e può essere:

I farmaci che aiutano a far fronte alla stenosi sono piuttosto diversi e il loro uso è individuale, poiché spesso la patologia vascolare è accompagnata da altri disturbi. Tra i farmaci più comunemente utilizzati dai medici sono i seguenti:

  • disaggrega, cioè un gruppo di agenti che impediscono la formazione di coaguli, coaguli di sangue e ispessimento del ristagno del flusso sanguigno, di solito si usa l'aspirina se non ci sono controindicazioni;
  • le preparazioni reologiche, di regola, nella forma di iniezioni endovenose o soluzioni di gocciolamento, pentossifillina e reopolyglucin sono il più spesso usati;
  • i fondi provenienti dal gruppo degli anticoagulanti, sono prescritti con un gran numero di coaguli di sangue e una minaccia diretta di rottura della nave, usualmente usata eparina o suoi analoghi;
  • gli agenti trombolitici sono usati per il grande ristagno del sangue, e un livello serio di siti di ispessimento, di regola, è iniettato con una soluzione di streptochinasi o actilis.

La terapia farmacologica deve necessariamente essere supportata da una dieta appropriata e smettere di fumare, alcol, caffè e altre sostanze che causano restringimento e vasospasmo.

Anche il trattamento chirurgico della stenosi può essere diverso, il tipo di intervento desiderato è determinato dallo stato e dal tipo di patologia.

Chirurgia mini-invasiva

In tale operazione, il chirurgo fa una puntura nel vaso, attraverso il quale viene rimosso un coagulo di sangue pre-schiacciato, coaguli, sangue stagnante ispessito o placche, se presente. Dopo questo, il sito del restringimento viene gonfiato con uno speciale "palloncino" e fissato.

Chirurgia aperta e protesi aorta-femorale

Queste operazioni sono fatte con stenosi grave e trascurata. Una parte del rivestimento della nave o l'intera nave viene rimossa, con aree lunghe colpite da stenosi, viene applicato lo shunt, ovvero la sostituzione vascolare con protesi vascolari.

Chirurgia palliativa

Prodotto con marcati segni locali di stenosi, senza grande estensione e senza particolare gravità della patologia.

Questi tipi di interventi comprendono la correzione laser o la perforazione del vaso con un laser, l'osteotrepanazione rivascolarizzante della nave e una serie di altre manipolazioni.

Tra i rimedi preventivi sono ottime ricette popolari per i bagni ai piedi con erbe, tè, rubdown e compresse:

  • per il tè, è necessario preparare una miscela di biancospino, rosa canina, luppolo - queste erbe impediscono al sangue di ispessirsi, influenzando positivamente il flusso sanguigno;
  • per i pediluvi, non c'è niente di meglio di ortica e luppolo, queste erbe stimolano molto bene tutti i processi nei tessuti dei piedi, attivano e rafforzano i vasi, devono essere assunti almeno mezz'ora al giorno;
  • asciugarsi e comprimere sono i migliori per uno stile di vita sedentario: foglie di viburno al vapore, tarassaco, infusioni di madreperla e menta sono l'ideale per loro.

Questi metodi non sostituiranno mai il trattamento, nel caso in cui la stenosi sia già iniziata, ma con una tendenza ereditaria verso di esso, saranno in grado di impedire alle navi di restringere e sviluppare patologie.

Stenosi vascolare: sintomi e trattamento

Stenosi vascolare - i sintomi principali:

  • mal di testa
  • debolezza
  • vertigini
  • Mancanza di respiro
  • vomito
  • Dolore al cuore
  • Coordinamento del movimento
  • Disturbo del ritmo cardiaco
  • Compromissione della memoria
  • Menomazione uditiva
  • Disturbo di concentrazione
  • Cambiamento del colore della pelle nella zona interessata
  • zoppaggine
  • Visione offuscata
  • Arti inferiori freddi
  • Edema degli arti inferiori
  • paralisi
  • Guarigione lenta delle ferite
  • Spasmo muscolare degli arti inferiori
  • Cessazione della crescita dei capelli nelle aree colpite

La stenosi vascolare è un termine in medicina che caratterizza il restringimento dei vasi del sistema circolatorio. Spesso si verifica a causa dello sviluppo di aterosclerosi nella cavità delle arterie coronarie. La formazione di questa patologia porta alla chiusura delle arterie, a causa dell'accumulo di placche che impediscono il flusso di sangue attraverso il corpo. Il pericolo della loro formazione e proliferazione è dovuto al fatto che possono staccarsi dalle pareti dei vasi sanguigni e muoversi attraverso il sistema circolatorio, e una volta in una piccola nave, bloccarlo completamente.

Cause della malattia

La stenosi è astuta perché non si manifesta nelle fasi iniziali. Quando compaiono i sintomi, di norma, un ictus o infarto si sta sviluppando attivamente, poiché in questo momento alcune navi sono già bloccate del 75%. Tra i fattori che sono le cause della stenosi, includono:

Tipi di malattia

A seconda dei tipi di danno d'organo, il disturbo è diviso in diverse varietà:

  • stenosi dei vasi sanguigni nel cervello. Questo tipo di malattia causa problemi nel fornire sangue a varie parti del cervello. La patologia è una delle più pericolose. Se la malattia si sviluppa lentamente, il paziente manifesta insufficienza circolatoria nel cervello, i cui sintomi sono: disturbo dell'attenzione, memoria, cambiamento del background emotivo, problemi di coordinazione. Se la malattia assume una forma più grave, allora è possibile un attacco di cuore. I sintomi di questa patologia che richiedono un trattamento precoce sono mal di testa, vomito, vertigini;
  • stenosi dei vasi del collo. Questi includono un gruppo di disturbi che causano il restringimento del divario tra le arterie coronarie responsabili del rifornimento di sangue al cervello, così come le vene. Le arterie carotidi sono più spesso colpite dalla patologia e i sintomi sono simili alla stenosi che si sviluppa nel cervello. Le strozzature del collo portano a un ictus cerebrale, i cui sintomi principali sono i disturbi dell'udito e della vista, la debolezza generale, le vertigini e la paralisi dei muscoli;
  • stenosi vascolare nel cuore. Le coronarie, o le arterie coronarie, che sono responsabili della fornitura di sangue al cuore, sono anche suscettibili al verificarsi di patologie che causano la malattia coronarica. I sintomi sono i seguenti: anche un piccolo sforzo fisico sul cuore provoca mancanza di respiro, gonfiore degli arti inferiori, aritmie e dolore al cuore. Se la malattia si sviluppa piuttosto rapidamente, il paziente lamenta un dolore acuto nell'area del cuore, mentre si irradiano alle mani;
  • stenosi dell'arteria negli arti inferiori. Allo stesso tempo, c'è un'occlusione delle arterie negli arti inferiori, che impedisce il normale flusso di sangue. Il pericolo risiede nella formazione di edema con successivi cambiamenti irreversibili nei vasi e nei tessuti. I sintomi principali sono zoppicando, i crampi nei muscoli degli arti inferiori. Inoltre, il paziente deve prestare attenzione all'aspetto delle ferite sugli arti inferiori, che non guariscono a lungo, o alla cessazione della crescita dei peli nelle aree colpite. Inoltre, le gambe possono cambiare colore (arrossamento, pallore) o temperatura (essere troppo freddo o, al contrario, caldo).

Diagnosi della malattia

Tale malattia viene solitamente rilevata da un medico che può utilizzare i seguenti metodi nella diagnosi delle arterie del cuore o del cervello:

  • esame, che a sua volta consiste in palpazione, ascolto dei polmoni, cuore per trovare patologia;
  • cardiografia elettrica, che aiuta a riconoscere lo sviluppo della malattia coronarica;
  • ecografia cardiaca;
  • angiografia di navi coronarie;
  • tomografia utilizzando la tecnologia informatica (utilizzata anche per diagnosticare la stenosi agli arti inferiori).

Durante la diagnosi, tutti i metodi solitamente non vengono assegnati contemporaneamente, due o tre sono sufficienti. Più correttamente il medico sceglie i metodi necessari per rilevare la malattia, più i risultati migliori e rapidi porteranno il trattamento.

trattamento

La stenosi vascolare è curata esclusivamente da uno specialista (chirurgo, neuropatologo o cardiologo). La terapia, che viene eseguita come parte del trattamento, consiste dei seguenti metodi chirurgici:

  • rimozione di coaguli di sangue e placche (il più delle volte eseguite sugli arti inferiori);
  • dilatazione delle pareti vascolari;
  • la creazione di una nuova nave, che eviterà le aree colpite dalla malattia (metodo di trattamento chirurgico).

Il trattamento chirurgico verrà eseguito se la stenosi vascolare colpisce il 75% dell'arteria. Le operazioni sono raramente eseguite, poiché durante tale complicazione possono verificarsi, ad esempio, la separazione di una placca che, dopo essere passata attraverso il flusso sanguigno, sarà bloccata nell'arteriola, che causerà un ictus.

Oltre alla chirurgia, c'è anche un metodo medico di trattamento. Include l'assunzione di farmaci che fermano lo sviluppo delle placche e riducono la probabilità di separazione da esse. Il paziente dovrà bere Aspirina, Plavix e altri farmaci antipiastrinici del gruppo per tutta la vita.

Per mantenere il livello richiesto di colesterolo nel sangue, che fermerà la comparsa di nuove placche, i medici raccomandano l'assunzione di statine (Simvagexal o Atorvastatina). Una varietà naturale di statine, di regola, aumenta l'effetto dei farmaci e, su questa base, non è adatto per un metodo di trattamento indipendente (efficace a fini profilattici).

Per quanto riguarda l'assunzione di vitamine, la vitamina C, che blocca la produzione di colesterolo dannoso per l'organismo, sarà necessaria per la malattia. Può essere trovato sotto forma di compresse, e in agrumi, verdure, verdure varie e frutta. Vale la pena prestare attenzione all'aglio: se lo usi per 3 mesi, ridurrà significativamente il colesterolo nel sangue. La curcuma di stagionatura bloccherà anche la ritenzione nel corpo di questa sostanza nociva. Oltre a lui, il paziente ha bisogno di vitamina B3, che si trova in vari cereali, carne e latte.

dieta

Un metodo efficace per il trattamento e la prevenzione della stenosi è la nutrizione dietetica. Per rafforzare le pareti vascolari, i medici aggiungeranno semi di lino e olio di pesce alla dieta del paziente. La dieta include una grande quantità di verdure, frutta, pesce e frutti di mare. Per guarire, il paziente deve eliminare tali cattive abitudini come fumare e bere alcolici e anche iniziare a esercitare per rafforzare e mantenere la forma degli arti inferiori e di tutto il corpo.

Se pensi di avere una stenosi vascolare e i sintomi caratteristici di questa malattia, i medici possono aiutarti: chirurgo vascolare, neurologo, cardiologo.

Suggeriamo inoltre di utilizzare il nostro servizio di diagnostica online delle malattie, che seleziona le possibili malattie in base ai sintomi inseriti.

L'ischemia è una condizione patologica che si verifica con un netto indebolimento della circolazione sanguigna in una certa parte dell'organo o in tutto l'organo. La patologia si sviluppa a causa di una diminuzione del flusso sanguigno. La mancanza di circolazione sanguigna provoca una violazione del metabolismo e porta anche alla distruzione del funzionamento di alcuni organi. Vale la pena notare che tutti i tessuti e gli organi del corpo umano hanno una diversa sensibilità alla mancanza di afflusso di sangue. Meno sensibili sono le cartilagini e le strutture ossee. Più vulnerabile: il cervello, il cuore.

Cos'è l'ipertensione? Questa è una malattia caratterizzata da indicatori della pressione arteriosa sopra il segno di 140 mmHg. Art. in questo caso, il paziente sperimenterà mal di testa, vertigini e nausea. Eliminare tutti i sintomi può essere solo una terapia appositamente selezionata.

Ependimoma - educazione nella regione del sistema nervoso centrale, che è formata da cellule del canale spinale e dei ventricoli del cervello. Pertanto, il tumore è in contatto con CSF e la localizzazione più frequente è la fossa cranica posteriore.

Il paraganglioma (tumore del glomo, chemodetoma) è una crescita benigna che si sviluppa dalle cellule paragangliali. L'educazione di questo tipo ha uno sviluppo piuttosto lento, quindi per lungo tempo potrebbe non manifestarsi clinicamente, il che porta a una diagnosi ritardata.

Mal di montagna (ipossia altitudine, mal di montagna, malattia da decompressione altitudine) è un processo patologico in cui si verifica la fame di ossigeno durante l'ascesa in quota. Lo sviluppo di una tale malattia si verifica più spesso negli scalatori, così come nelle persone che lavorano in altezza.

Con l'esercizio e la temperanza, la maggior parte delle persone può fare a meno della medicina.

Stenosi delle arterie degli arti inferiori

Il restringimento delle arterie delle gambe si riferisce alle malattie cardiovascolari. È caratterizzato da un restringimento graduale delle arterie e dei piccoli vasi, peggiorando il flusso sanguigno, che influisce negativamente sulla nutrizione dei tessuti. La malattia colpisce in media il 4% dei russi dopo 40 anni. Il primo corso della malattia è caratterizzato dall'assenza di sintomi, che rende difficile la diagnosi e porta alla disabilità, e talvolta alla morte del paziente. L'unica e principale causa di malattia è l'aterosclerosi.

sintomi

La malattia inizia con un restringimento insignificante di piccoli vasi - aterosclerosi non stenotica. Allo stesso tempo, solo metà del loro lume è chiuso, il che spiega l'assenza di sintomi in questa fase. I primi segni compaiono quando viene colpito un grande organo - l'arteria. Da questo inizia la stenosi dei vasi degli arti inferiori, i cui sintomi comuni sono:

  • freddezza dei piedi;
  • piedi freddi;
  • pesantezza agli arti inferiori;
  • sensazione di formicolio;
  • sensazione di formicolio.

Ci sono manifestazioni che dipendono dal blocco di un certo tipo di vasi: fornitura della regione iliaca, genitali, fianchi, ginocchia, gambe, piedi. Detto questo, ulteriori segni di stenosi sono:

  • dolore alle gambe dai piedi ai glutei;
  • l'impotenza;
  • dolori alle gambe, ai piedi, alle dita.

Con lo sviluppo della malattia, il dolore è così aggravato che quando si cammina una persona è costretta a fermarsi, continuando per la sua strada dopo il riposo. A seconda dell'intensità del dolore, ci sono quattro fasi della malattia, quando puoi andare senza fermarti:

  • 1 km o più;
  • non più di 1 km;
  • meno di 50 m;
  • camminare è impossibile.

Nella penultima fase, il dolore si intensifica anche a riposo, specialmente di notte. L'ultimo stadio è la cancrena, che è caratterizzata dalle seguenti manifestazioni:

  • dolore intenso persistente;
  • ulcere trofiche sulla pelle delle gambe;
  • morte delle dita dei piedi e tutto il piede.

Fortunatamente, quest'ultima manifestazione è rara. Ma anche nelle fasi precedenti, i muscoli della parte inferiore delle gambe si atrofizzano in un paziente con stenosi, ogni secondo rappresentante del sesso più forte ottiene debolezza sessuale.

Cause della malattia

La stenosi dei vasi degli arti si sviluppa a causa del restringimento del lume dei vasi depositando grasso libero e colesterolo sulle loro pareti. La formazione delle placche di colesterolo ha diverse cause:

  • uno squilibrio nel trasporto di grassi nel corpo;
  • danno alla parete interna dell'arteria;
  • ereditarietà.

Tra i segmenti della popolazione ci sono gruppi di rischio per lo sviluppo di stenosi, la cui formazione è influenzata dai seguenti fattori:

  • età dopo 40 anni;
  • genere maschile;
  • diabete mellito;
  • dislipidermiya;
  • cardiopatia ischemica;
  • aterosclerosi delle arterie cerebrali;
  • disordine metabolico.

L'elenco può includere malattie epatiche e renali, nonché malattie infettive. Inoltre, l'arteria può essere schiacciata da ematomi e altri disturbi meccanici nelle lesioni degli arti inferiori. È molto pericoloso influenzare la struttura dei tessuti vascolari di catrame e nicotina quando si fuma, il che riduce al minimo i benefici del trattamento. Grandi dosi di alcol causano anche intasamento delle arterie. Nel gruppo ad alto rischio sono parenti del paziente, che ha trovato un restringimento delle arterie delle gambe. Non ultimo occupare una mancanza di attività fisica e stress frequenti.

Quale dottore contattare?

Più una persona è anziana, più è incline alla patologia. Se il paziente ha più di 60 anni, le sue gambe sono gonfie, le sue dita hanno cambiato colore, il dolore non scompare nemmeno a riposo, è altamente probabile che abbia la stenosi delle arterie degli arti inferiori. Per diagnosticare una tale malattia possono specialisti come:

Alla reception, il medico presta immediatamente attenzione all'età e al sesso del paziente. Quindi, per fare una cronologia, il medico eseguirà diverse azioni:

  1. ascoltare i reclami del paziente;
  2. esaminare le sue gambe;
  3. ascoltare il polso sui vasi delle estremità;
  4. chiedere di sollevare e piegare le gambe;
  5. interrogare il paziente.

Sulla base dei reclami e delle risposte alle domande, il medico saprà quanti anni ha il paziente, quanto tempo ha iniziato la sua manifestazione, che colore ha la pelle delle sue gambe, quanto spesso soffre di infezioni e di quali malattie croniche soffre. Dopodiché, lo dirigerà verso metodi di ricerca strumentale, i più efficaci dei quali sono:

  • Ecografia Doppler;
  • angiografia dei vasi degli arti inferiori;
  • RM con o senza contrasto.

Quando riceve i risultati del test, a seconda dell'ubicazione della lesione, della sua gravità, età e presenza di malattie concomitanti, il medico stabilirà le tattiche di trattamento che dovrà necessariamente discutere con il paziente.

trattamento

La terapia della malattia include metodi conservativi e chirurgici. Nelle prime due fasi viene indicato un trattamento medico che include i seguenti farmaci:

  • migliora la circolazione sanguigna;
  • antispastici;
  • metabolismo accelerato dei vasi sanguigni;
  • vitamine;
  • sostanze minerali.

I farmaci trombo-dissolventi sono inclusi nella stessa lista per rimuovere le placche di colesterolo. Ma questo farmaco può aiutare solo se le navi hanno una clearance di almeno il 55%. Nei primi stadi della malattia, può aiutare la cosiddetta "camminata scandinava", che consente di migliorare il flusso sanguigno e i rimedi popolari. Se la malattia è iniziata, solo un'operazione può trovare una via d'uscita. Il suo obiettivo è trovare percorsi circolatori bypassare o allargare le arterie bloccate. Per fare questo, utilizzare i seguenti metodi:

  • angioplastica delle arterie delle gambe;
  • angioplastica a palloncino;
  • endarterectomia - rimozione della placca.

Quando l'area della lesione è grande, si può applicare una protesi artificiale del vaso, lo shunt è la direzione del flusso di sangue attraverso il vaso artificiale. Se ci sono punti morti, vengono rimossi. Nei casi più gravi, quando il processo cancrenoso è passato nell'ultimo stadio, viene eseguita l'amputazione della gamba. A volte questo è l'unico modo per salvare la vita di una persona.

Prevenzione della stenosi delle arterie degli arti inferiori

Per prevenire la stenosi dei vasi delle estremità, specialmente in caso di predisposizione genetica, è importante mantenere attiva la circolazione sanguigna nelle gambe e prevenire la deposizione di colesterolo e l'aspetto delle placche. Per fare ciò, segui una serie di semplici regole, che includono:

  • rifiuto di cattive abitudini;
  • corretta alimentazione;
  • aderenza all'attività motoria.

In presenza di malattie croniche, in particolare di patologie endocrine, è necessario trattarle. Per non soffrire di malattie infettive, si raccomanda di temperare, camminare all'aria aperta, evitare lo stress, non sovraccaricare, osservare l'attività motoria. La dieta comprende le seguenti misure:

  • basso contenuto di grassi animali;
  • ridurre al minimo i cibi a base di colesterolo;
  • esclusione di fast food.

È necessario monitorare il peso corporeo. Se hai più di 40 anni, controlla periodicamente le tue navi con un angiosurgeon e, se necessario, puliscile dopo aver consultato un medico. Inoltre, monitorare la stabilità del sistema cardiovascolare e altri organi interni.

Cause di sviluppo e trattamento della stenosi della gamba

I vasi sanguigni assicurano le prestazioni di tutti i sistemi e gli organi di un corpo sano. I vasi umani forniscono alle sostanze nutritive le cellule e le membrane di tutte le parti del corpo umano. Ogni deviazione dalla norma nella struttura delle arterie, vasi venosi influisce negativamente sulle prestazioni delle funzioni degli organi vitali. Il restringimento delle arterie provoca la stenosi dei vasi degli arti inferiori.

L'intero pericolo della malattia sta nelle sue conseguenze:

  • disabilità;
  • il verificarsi di trombosi;
  • rischio di amputazione.

La vasocostrizione blocca il flusso sanguigno, causando vari gradi di complicazioni della situazione. Il processo infiammatorio nelle arterie degli arti inferiori causa immediatamente un numero di malattie associate.

Cause di stenosi

Il restringimento dei vasi degli arti inferiori è la forma più comune di patologia del sistema cardiovascolare.

La ragione per il restringimento dei vasi della testa, del collo, delle arterie degli arti inferiori e delle vene è l'alto contenuto di lipidi nel sangue.

Tra i fattori di comparsa di questa malattia sono:

  1. Aterosclerosi delle navi Gli effetti avversi di fattori esterni, la violazione dei processi metabolici nel corpo provoca l'accumulo di colesterolo. L'aterosclerosi delle navi si sviluppa sotto l'influenza di depositi di colesterolo. Queste placche crescono, arrestando il flusso di sangue. L'aterosclerosi vascolare richiede più spesso un trattamento chirurgico.
  1. Fumo di tabacco Le resine alla nicotina che penetrano nel corpo umano violano la struttura delle pareti del tessuto delle arterie degli arti inferiori e dei capillari, causando un restringimento del lume dei vasi.
  2. L'alcolismo. L'uso abbondante di bevande contenenti alcol provoca il rapido sviluppo di intasamento interno delle arterie con tossine.
  3. Lesioni. Un evidente "motivo" per un intervento chirurgico dovuto al forte restringimento dei vasi sanguigni. L'operazione consente di correggere i difetti causati da contusioni, nonché altri disturbi che comprimono la nave.
  4. Eredità. Le persone i cui parenti hanno una diagnosi di "stenosi critica" rientrano nel gruppo di massimo rischio.

sintomi

Inizialmente, la malattia non si manifesta in alcun modo. Tuttavia, nel tempo, la malattia causa dolore palpabile, che aumenta di giorno in giorno.

  • dolore alle gambe, aggravato dal camminare e dallo sforzo;
  • zoppia;
  • cambiamento nel colore della pelle;
  • perdita di capelli nell'area dell'anca;
  • perdita parziale di sensibilità;
  • freddezza dei piedi.

la diagnosi

La diagnosi precoce della malattia aiuterà a prevenire ictus e infarto. Pertanto, la diagnosi di stenosi richiede la tempestività delle procedure necessarie. La consultazione iniziale con uno specialista inizia con la raccolta di anamnesi per l'installazione dei fattori principali e associati per lo sviluppo della malattia. Per fare questo, il medico esamina il paziente. Il metodo di palpazione e l'esame esterno delle gambe del medico determinano i segni oggettivi della malattia.

Dopo di ciò, lo studio delle funzioni riflesse del corpo: neuro-psichico, pelle, tendine. La fase finale sarà uno studio di laboratorio.

La terza fase è più approfondita e consente di impostare la gravità della malattia in caso di sua diagnosi. Un gruppo di questi metodi sono:

  • esami clinici generali del sangue e delle urine;
  • analisi dei lipidi del sangue;
  • coagulazione;
  • determinazione del processo di fibrinolisi;
  • immunogramma.

Inoltre, nella diagnosi di specialista di stenosi utilizza metodi strumentali di esame:

  • Doppler;
  • flebogramma radiopaco;
  • esame ecografico;
  • scansione di radioisotopi;
  • cardiography.

Il medico determina la necessità della consegna di alcuni test. L'età del paziente, il peso corporeo e le caratteristiche individuali dell'organismo influenzeranno significativamente i sintomi. Una diagnosi accurata sarà la chiave per un trattamento adeguato ed efficace.

Il metodo diagnostico universale non è sviluppato. I metodi considerati del sondaggio necessario si completano a vicenda. Ogni analisi di laboratorio ha i suoi pro e contro, indicazioni e limiti. Il neuropatologo, il cardiologo o il medico curante saranno in grado di determinare la portata delle misure che sono adatte al tuo caso clinico.

Modi per combattere la malattia

La diagnosi richiede una serie di successive procedure mediche per eliminare i disturbi e le cause della malattia. Oggi la medicina pratica due tipi di trattamento.

Metodo della droga

La terapia farmacologica consente di mantenere la forza e l'elasticità dei vasi degli arti inferiori. Il trattamento è di natura combinata, che è caratterizzato da un corso di ipertensione, così come i farmaci vasodilatatori.

Negli ultimi anni, i farmaci trombo-dissolventi sono diventati ampiamente conosciuti. I trombolitici possono efficacemente dissolvere i coaguli di sangue esistenti. Dopo il completamento della terapia trombolitica, le recidive di trombosi non sono possibili, poiché questo gruppo farmacologico di farmaci distrugge il trombo senza creare condizioni per la successiva comparsa di coaguli di sangue. Pertanto, il farmaco anticoagulante è accompagnato dall'intero ciclo di trattamento.

Trattamento chirurgico

L'abbandono della malattia comporta l'uso di un metodo di trattamento più radicale. Riguarda l'operazione. Molto spesso, questo metodo è l'unico modo per salvare la vita e la salute del paziente. L'operazione è nominata dopo una diagnosi generale di disturbi stenotici.

Il trattamento chirurgico della stenosi viene eseguito da stent nella seguente sequenza:

  1. La parte ristretta della nave si espande al livello desiderato.
  2. Il meccanismo metallico è posto nella cavità arteriosa della nave.
  3. Il telaio installato sarà un ulteriore ostacolo per ridurre la nave.

La stenosi può essere curata con l'uso di rimedi popolari. Tuttavia, la medicina tradizionale aderisce a metodi specifici di eliminazione della malattia e i guaritori possono raccomandare le prescrizioni solo come misura preventiva.

Prevenzione delle malattie

L'intervento chirurgico nella cavità vascolare, così come la terapia farmacologica, non garantisce l'assenza di recidiva della malattia. La ricorrenza della stenosi può essere evitata osservando le condizioni necessarie nella vita quotidiana, così come la prescrizione del medico curante.

Alcune persone hanno bisogno di cambiare drasticamente il loro modo di vivere abituale e imparare semplici regole:

  1. Fai gli sport necessari. Sparando carichi sotto forma di smagliature, il Pilates e lo yoga stanno diventando un efficace percorso riabilitativo di recupero dopo aver sofferto la malattia, così come la sua prevenzione.
  2. Segui la dieta. È necessario escludere dai piatti di menu soliti che contengono tipi rossi di carne, dolci. I prodotti dolciari a base di farina di frumento dovrebbero essere dimenticati, così come i cibi affumicati e salati.
  3. Smettere di fumare, se questa dipendenza è presente, dovrebbe essere prontamente. I vasi hanno le proprietà di auto-recupero entro sei mesi in caso di conformità a tale misura.

Gli esperti medici accertano che i risultati più efficaci si ottengono con metodi chirurgici di trattamento della stenosi dei vasi della gamba. Tali dati non sono infondati, ma sono confermati da molti anni di esperienza.

Quindi, ad oggi, nessuno nemmeno il farmaco più pubblicizzato non è un concorrente del metodo operativo di trattamento della vasocostrizione delle gambe.

E per evitare una malattia così insidiosa aiuterà uno stile di vita attivo, la fisioterapia e una corretta alimentazione.

Vasocostrizione del trattamento degli arti inferiori

L'aterosclerosi degli arti inferiori si verifica quando si formano depositi di grasso e placche di colesterolo sulle pareti dei vasi sanguigni, il canale dei vasi si restringe e la loro pervietà diminuisce.

Il lavoro degli organi umani dipende dall'afflusso di sangue.

Questa patologia colpisce i vasi del cuore, i vasi del collo e del cervello, e in terzo luogo le arterie degli arti inferiori. Si ritiene che la malattia colpisce gli uomini dopo 40 anni, ma si verifica nelle donne e nei bambini.

Le cause di questa malattia sono simili per le diverse arterie: ereditarietà, diabete mellito, obesità, insufficienza ormonale e altre. Per l'aterosclerosi degli arti inferiori, le patologie locali diventano la causa: lesioni, congelamento, operazioni.

A seconda del grado di manifestazione dell'ischemia, la malattia procede in 3 fasi. Se non trattato, progredisce a cambiamenti trofici nei tessuti e cancrena delle gambe.

Cause di stenosi

Le cause principali dell'aterosclerosi arteriosa sono:

  1. Predisposizione ereditaria
  2. Violazione del metabolismo dei grassi.
  3. Ridurre l'elasticità delle pareti del vaso.

La stenosi (restringimento dei vasi delle gambe) provoca:

  • stress frequente;
  • predisposizione genetica;
  • età (soprattutto per gli uomini);
  • diabete mellito;
  • ipertensione;
  • malattia da calcoli biliari;
  • malattie del sangue (coagulopatia);
  • stile di vita sedentario;
  • condizioni di lavoro severe (vibrazioni, sovraraffreddamento o surriscaldamento, stress eccessivo sulle gambe);
  • fumo e abuso di alcool.

sintomi

Lo stadio iniziale della malattia è asintomatico. L'insufficiente apporto di sangue ai tessuti può manifestarsi in una pelle pallida e fredda delle gambe, pelle d'oca e sensazione di bruciore. Con il progredire della malattia, i sintomi appaiono più luminosi e iniziano a disturbare.

I sintomi della malattia dipendono dal grado di restringimento delle vene:

  • zoppia, dolore muscolare quando si cammina e si riposa;
  • gonfiore alle gambe;
  • decolorazione della pelle;
  • un aumento del volume dell'arto colpito;
  • atrofia muscolare delle gambe;
  • disfunzione del bacino;
  • l'impotenza.

La nutrizione dei tessuti peggiora, appaiono ulcere trofiche, che non guariscono da molto tempo, il dolore aumenta. Nella forma acuta della malattia, l'occlusione dei vasi (blocco, sovrapposizione) porta alla necrosi tissutale. In un processo cronico, i collaterali emergenti supportano l'apporto di sangue ei segni della malattia non si manifestano in modo così vivido.

Lo stress o l'ipotermia aggravano i sintomi della stenosi delle arterie degli arti inferiori: la sensibilità della pelle è disturbata, il suo colore cambia e aumenta il dolore agli arti.

diagnostica

Per identificare la stenosi dei vasi degli arti inferiori, il medico esegue:

  • indagine paziente e storia della malattia;
  • esame del paziente per determinare i sintomi oggettivi;
  • condizioni della pelle, vene delle gambe, controlli dei tendini e riflessi nervosi,

Assegna gli esami per determinare il grado di vasocostrizione:

  • esami delle urine e del sangue;
  • coagulazione;
  • profilo lipidico;
  • immunogramma;
  • determinazione del D-dimero;
  • composizione di gas e acido di sangue;

Non esiste un metodo diagnostico universale. Ogni metodo ha vantaggi e svantaggi, oltre a controindicazioni. Il tipo richiesto di esami e il loro scopo sono selezionati dal medico curante insieme a un neurologo e un cardiologo dell'elenco sopra.

Diagnostica strumentale

  • tonometria;
  • scansione fronte-retro;
  • Ecografia Doppler;
  • contrasto angiografia;
  • ophthalmoscopy;
  • CT (tomografia computerizzata);
  • MSCT (multispiral CT);
  • RM (risonanza magnetica);
  • termografia a infrarossi;
  • ECG (elettrocardiografia);
  • ECG con un certo sforzo fisico;
  • EchoCG (ecocardiografia);
  • veloergometry, spiroergometry;
  • REG (rheoencephalography);
  • scintigrafia di radionuclidi
  • EEG (elettroencefalogramma).

Di questi metodi diagnostici, l'angiografia è considerata la più informativa. Un agente di contrasto viene iniettato nell'arteria femorale e i raggi X vengono utilizzati per registrare la condizione delle vene delle gambe. l'immagine mostra i punti di restringimento dei vasi sanguigni e i collaterali risultanti (rami dei vasi sanguigni che sostituiscono i canali morti). Controindicato nei pazienti con allergie (iodio) e insufficienza renale.

La percentuale di vasocostrizione è ben determinata usando l'ecografia Doppler. Durante l'esame, è possibile condurre uno speciale test antidoping per determinare la riserva funzionale della nave. Introdurre nitroglicerina dando uno spasmo della nave.

La tomografia a immagini a contrasto per determinare l'indice caviglia-brachiale aiuta a determinare il grado di lesioni vascolari.

trattamento

Dopo aver ricevuto i risultati dell'esame, al paziente viene prescritto un trattamento adeguato allo stadio della malattia. Scompenso di rifornimento di sangue

Trattamento terapeutico

Per l'aterosclerosi dei vasi della gamba, vengono applicati i farmaci:

  • disaggregati (aspirina) per evitare la formazione di coaguli di sangue sulle pareti dei vasi sanguigni;
  • farmaci che migliorano la fluidità del sangue - pentossifillina, reopolyglukine (nella fase acuta - somministrata per via endovenosa, quindi - compresse);
  • anticoagulanti - eparina (trombosi acuta, scompenso);
  • antispasmodici - no-shpa, migliorare la circolazione sanguigna, prevenire il restringimento dell'arteria;
  • i trombolitici (streptochinasi, actilis) sono usati con limitazioni, non sono abbastanza efficaci e possono causare sanguinamento.
  1. ossigenazione iperbarica;
  2. fisioterapia;
  3. trattamento con ozono.

Trattamento chirurgico

Se il 75% dell'arteria è interessato, è necessario un intervento chirurgico. L'intervento chirurgico è stato evitato, poiché la placca può essere staccata, il che può causare un ictus.

In stadi avanzati, steniration, shunting o angioplastica vengono utilizzati per ripristinare la pervietà vascolare. Metodi chirurgici:

  • rimozione di placche e coaguli di sangue, loro pre-macinazione;
  • dilatazione delle pareti dei vasi;
  • costruzione di shunt di bypass (navi).

Intervento minimamente invasivo Con l'aiuto di un palloncino speciale, un sito di puntura viene gonfiato attraverso una puntura nella nave e fissato con uno stent metallico.

Rimuovere i coaguli pre-terreno.

Le protesi aorto-femorali vengono eseguite se si verifica un forte restringimento dell'area aortica terminale e conducono un'operazione aperta, pertanto gli shunt di bypass vengono applicati utilizzando i propri vasi o artificiali.

Per combattere il restringimento dei vasi degli arti inferiori, viene prescritto un trattamento che consiste nell'assunzione di farmaci che fermano lo sviluppo di coaguli e placche, riducendo il rischio di separazione e ingresso nel flusso sanguigno.

È necessario monitorare i livelli di colesterolo, assumere statine (con imvagexal o atorvastatina) per la profilassi. Come strumenti ausiliari utilizzare varietà naturali di statine: semi di lino, rosa canina, olivello spinoso, ribes nero, ecc.

Rimedi popolari

In una fase iniziale, le malattie vascolari non sono evidenti. Usando prodotti naturali e applicando rimedi popolari, puoi evitare spiacevoli patologie, rafforzare le pareti dei vasi sanguigni e mantenere la loro elasticità.

Le statine di farmaci hanno effetti collaterali. In grado di ridurre il colesterolo nel sangue di alimenti naturali e rimedi popolari. Ma ricorda, sono usati per scopi profilattici e non medici.

  • Acido ascorbico (vitamina C): rosa canina, cipolla (verde e bulbosa), olivello spinoso, agrumi, pepe bulgaro, ribes nero;
  • oli vegetali e pesce di mare (specie particolarmente grasse), pesce rosso;
  • uva (specialmente buccia) e vino rosso dell'uva;
  • fagioli, cavoli, carote, mele;
  • cereali, crusca;
  • una combinazione di limone, aglio e miele (migliora l'immunità).

Tintura di mirtillo (per rafforzare i vasi). Mirtilli rossi, barbabietole rosse, ravanello nero (0,5 kg), macinare e mettere in un barattolo da 3 litri, versare 0,5 litri di alcool, chiudere il coperchio. Insisti 15 giorni in un luogo buio e fresco. Quindi filtrare e assumere la mattina a stomaco vuoto 30 ml (mezz'ora prima dei pasti).

Infusione verde (per il recupero delle vene). Macinare il prezzemolo, versare acqua bollente (100 ml), infondere per 20 minuti, filtrare e aggiungere il latte (1: 2). Fai comprimere sulle gambe.

Kalanchoe (per le vene varicose). Macinare Kalanchoe lascia a riempire con acqua mezza lattina di 0,5 l. Insisti in una settimana in un luogo buio, a volte tremante. Filtrare e strofinare i piedi prima di coricarsi per un mese.

Biancospino brodo (per l'espansione e la pulizia dei vasi sanguigni). È necessario versare 20 g di frutta con un bicchiere d'acqua e far bollire per 5-7 minuti. Bere in 3 dosi di 1 cucchiaio. l per 20 minuti. prima dei pasti

Infusione di crespino La radice e la corteccia di crespino (1 cucchiaio) e macinare e versare 0,5 litri di acqua bollente, insistono 4 ore, filtrare. Bere mezza tazza prima dei pasti 3-4 volte al giorno.

Aglio (pulisce le navi e l'aorta dalle placche e dai depositi di grasso). Dovrebbe essere schiacciato 250 g di aglio, insistere in un luogo buio per 3 settimane per 1 litro di vodka. Quindi filtrare e spremere. Assumere 3 volte al giorno, diluendo con acqua o latte secondo lo schema: 1 ° giorno 1 goccia, 2 ° -2 gocce e così via fino al 25 ° giorno (25 gocce). 5 giorni di fila - 25 gocce. Quindi, nell'ordine inverso, il 31esimo giorno - 24 gocce ciascuno, il 32esimo giorno - 23 gocce ciascuno, ecc. Il corso può essere ripetuto dopo 3 mesi.

I rimedi popolari non espandono la nave ristretta e non eliminano l'aterosclerosi. Può essere utilizzato per la profilassi, come supplemento nel trattamento con farmaci, per rafforzare il sistema immunitario, durante il periodo di recupero dopo stress, traumi, interventi chirurgici.

prevenzione

Per non iniziare la malattia per le persone che hanno attraversato la pietra miliare di 40 anni, si consiglia di esaminarla una volta all'anno. Al fine di rilevare il fallimento del metabolismo delle proteine ​​lipidiche, provocando lo sviluppo di aterosclerosi vascolare, passare un test di chimica del sangue per il colesterolo, il fibrinogeno, il glucosio, la coagulazione e altri parametri. Rilevare tempestivamente la patologia e condurre la necessaria terapia farmacologica.

Per rafforzare le pareti dei vasi sanguigni e la prevenzione, è molto importante aderire alla dieta alimentare e includere cibi sani, verdure, frutta, frutti di mare, olio di pesce, semi di lino e altri consigliati dal medico curante.

Non trascurare l'esercizio fisico per rafforzare le gambe e tutto il corpo. Osserva il regime (alternanza di lavoro e riposo).

Il trattamento avrà successo se il paziente rinuncia alle cattive abitudini (alcol, fumo), cerca di eliminare altri fattori dannosi (mangiare cibi grassi, fritti, grandi carichi sulle gambe).

Hai bisogno di una dieta completa bilanciata, aderenza a diete speciali (anti-colesterolo), attività fisica e uno stile di vita sano.

Per Saperne Di Più I Vasi