Stenting di cuore: per quanto tempo vivono dopo l'intervento chirurgico?

Stenting è un intervento chirurgico che viene eseguito per installare uno stent - uno scheletro speciale posto nella fessura degli organi cavi umani, per esempio, i vasi cardiaci coronarici, e permettendo di espandere l'area ristretta dai processi patologici.

I vasi possono restringersi a causa dell'aterosclerosi, e questa è una grande minaccia per la salute e la vita umana. A seconda di quali vasi sono danneggiati, la riduzione del lume porta a ischemia, insufficienza nella circolazione cerebrale, aterosclerosi delle gambe e altre malattie pericolose.

Per ripristinare la pervietà delle arterie, sono note alcune tecniche, le principali sono:

  • terapia conservativa
  • angioplastica,
  • stenting di vasi cardiaci e altre arterie colpite,
  • intervento di bypass delle arterie coronariche. Bypass cardiaco - che cos'è?

Stenting coronarico di vasi cardiaci è considerato uno dei metodi più efficaci di protesi intravascolari delle arterie cardiache durante varie patologie.

Indicazioni per stenting

Il cuore è una potente pompa che fornisce la circolazione sanguigna. Insieme alla circolazione di sangue, sostanze nutritive e ossigeno iniziano a fluire verso organi e tessuti, in assenza dei quali il loro funzionamento sarà impossibile.

L'aterosclerosi è considerata la malattia cronica più comune che colpisce le arterie. Nel tempo, le placche aterosclerotiche che crescono all'interno del guscio della parete vascolare, singole o multiple, sono considerate depositi di colesterolo.

In caso di proliferazione delle arterie del tessuto connettivo e calcificazione delle pareti vascolari portare a una deformazione gradualmente in via di sviluppo, il lume si restringe a volte per completare l'obliterazione dell'arteria, che comporterà una costante, crescente mancanza di circolazione sanguigna dell'organo che si nutre attraverso l'arteria danneggiata.

Con una insufficiente circolazione del sangue nel muscolo del cuore, una persona avverte la comparsa di tali sintomi:

  1. dolori al petto che sono accompagnati dalla paura della morte;
  2. nausea;
  3. mancanza di respiro;
  4. palpitazioni cardiache;
  5. sudorazione eccessiva.
  • La selezione dei pazienti con ischemia per la chirurgia viene eseguita da un cardiochirurgo. Il paziente deve sottoporsi all'esame necessario, che comprende tutti gli esami del sangue e delle urine necessari per determinare il lavoro degli organi interni, il lipogramma, la coagulazione del sangue.
  • L'elettrocardiogramma fornirà l'opportunità di chiarire il danno al muscolo cardiaco dopo un infarto, la distribuzione e la concentrazione del processo. Gli ultrasuoni del cuore dimostreranno il lavoro di ciascun dipartimento degli atri e dei ventricoli.
  • L'angiografia dovrebbe essere eseguita. Questo processo consiste nell'introduzione nei vasi di un agente di contrasto e di diversi raggi X, che vengono effettuati durante il riempimento del canale dei vasi. I rami più danneggiati, la loro concentrazione e il loro grado di restringimento sono rilevati.
  • L'ecografia intravascolare aiuta a valutare la capacità della parete arteriosa all'interno.

Indicazioni per la chirurgia:

  • colpi regolari difficili di angina, che sono determinati da un cardiologo come pre-infarto;
  • supporto del bypass delle arterie coronarie, che tende a restringersi per oltre 10 anni;
  • secondo i segni vitali durante l'infarto transmurale severo.

Controindicazioni

L'incapacità di introdurre uno stent è installata al momento della diagnosi:

  • Danno diffuso a tutte le arterie coronarie, in relazione al quale non ci saranno posti per stenting.
  • Il diametro dell'arteria ristretta è inferiore a 3 mm.
  • Bassa coagulazione del sangue
  • Disfunzione dei reni, fegato, insufficienza respiratoria.
  • Paziente allergico per farmaci contenenti iodio.

L'efficacia dell'operazione, le conseguenze

Questo metodo di terapia è caratterizzato da numerosi vantaggi, costringendo gli esperti a scegliere l'intervento chirurgico.

Questi benefici includono:

  • la breve durata del periodo di controllo da parte dello specialista sul recupero;
  • non è necessario tagliare il seno;
  • breve periodo di riabilitazione;
  • prezzo relativamente economico.

Molti pazienti a cui viene prescritta questa operazione sono interessati a quanto sia sicuro e a quante persone sono sopravvissute dopo l'operazione.

Gli effetti avversi si verificano abbastanza di rado, in circa il 10% dei pazienti. Ma scartare completamente un tale rischio non dovrebbe essere.

Lo stent cardio-vascolare è considerato la misura più sicura di terapia. Il paziente dovrebbe essere molto più attento a monitorare la propria salute, attenersi alle raccomandazioni di uno specialista, utilizzare i farmaci necessari e sottoporsi a esami secondo il piano.

Succede che dopo l'intervento chirurgico la probabilità di restringimento delle arterie rimane, ma è piccola, e gli scienziati continuano la ricerca in questo settore, e il numero di miglioramenti sta crescendo.

Lo stent cardiaco dopo un attacco cardiaco può essere caratterizzato da pericolose complicazioni che insorgono durante l'intervento chirurgico, dopo un breve periodo di tempo dopo di esso o dopo un lungo periodo.

reinserimento

Dopo questa operazione, la persona si sente molto meglio, il dolore al cuore dopo lo stent diventa non così forte, ma il processo di aterosclerosi non si ferma, non contribuisce a un cambiamento nella disfunzione del metabolismo dei grassi. Pertanto, il paziente deve seguire le raccomandazioni di uno specialista, osservare il contenuto di colesterolo e zucchero nel sangue.

Gli obiettivi della riabilitazione dopo l'intervento chirurgico:

  1. Ripristina la massima funzionalità possibile del cuore;
  2. Prevenzione delle complicanze postoperatorie, in particolare, recidiva di vasocostrizione stentata;
  3. Rallentare il progresso dell'ischemia, migliorare la prognosi della malattia;
  4. Aumentare le capacità fisiche del paziente, ridurre al minimo le restrizioni dello stile di vita;
  5. Ridurre e ottimizzare i farmaci ricevuti dal paziente;
  6. Normalizzare le letture di laboratorio;
  7. Fornire uno stato psicologicamente confortevole del paziente;
  8. Regolare lo stile di vita e il comportamento del paziente, che contribuirà alla conservazione dei risultati ottenuti durante la riabilitazione.

REVISIONE DEL NOSTRO LETTORE!

Recentemente, ho letto un articolo sul tè monastico per il trattamento delle malattie cardiache. Con questo tè puoi SEMPRE curare aritmia, insufficienza cardiaca, aterosclerosi, malattia coronarica, infarto miocardico e molte altre malattie cardiache e vasi sanguigni a casa. Non ero abituato a fidarmi di nessuna informazione, ma ho deciso di controllare e ordinare una borsa.
Ho notato i cambiamenti una settimana dopo: il dolore costante e il formicolio nel mio cuore che mi aveva tormentato prima si era ritirato, e dopo 2 settimane sono scomparsi completamente. Provalo e tu, e se qualcuno è interessato, allora il link all'articolo qui sotto. Leggi di più »

Regole, raccomandazioni dopo l'intervento chirurgico, dieta

Dopo l'intervento, è necessario aderire al riposo a letto per un certo periodo di tempo. Il medico controlla l'insorgenza di complicanze, raccomanda dieta, uso di farmaci, restrizioni.

La vita dopo lo stent indica il rispetto di determinati requisiti. Quando viene installato uno stent, il paziente è sottoposto a riabilitazione cardiaca.

I suoi requisiti principali sono dieta, terapia fisica e umore positivo:

  • Per 1 settimana, il processo di riabilitazione è associato a restrizioni sull'esercizio fisico, i bagni sono proibiti. 2 mesi, gli esperti non raccomandano di guidare una macchina. Le raccomandazioni successive consistono in una dieta priva di colesterolo, un esercizio misurato e un uso regolare di farmaci.
  • È necessario rimuovere i grassi di origine animale dalla dieta e limitare i carboidrati. Non prendere grasso di maiale, manzo, agnello, il burro, la pancetta, maionese e caldo spezie, insaccati, formaggi, uova, pasta di grano tenero, cioccolatini, dolci e farina, pane bianco, caffè, tè forte, le bevande alcoliche, soda.
  • Nella dieta, è imperativo includere nel menu verdure e macedonie o succhi di frutta freschi, carne di pollo bollita, pesce, cereali, pasta, ricotta, latte acido, tè verde.
  • Hai bisogno di mangiare un po ', ma spesso, 5-6 volte, per osservare il peso. Se possibile, fai i giorni di digiuno.
  • Ogni giorno la ginnastica mattutina aiuta ad aumentare il metabolismo, crea un modo positivo. Non fare immediatamente esercizi difficili. Camminare è consigliato, inizialmente per una breve distanza, dopo - aumentando la distanza. Utili scale a piedi senza fretta, allenamento sui simulatori. È impossibile portare a un forte sovraccarico di tachicardia.
  • Il trattamento farmacologico è l'ammissione di farmaci che abbassano la pressione sanguigna, le statine, per normalizzare il colesterolo e i farmaci che riducono i coaguli di sangue. Chi soffre di diabete continua un trattamento speciale su indicazione di un endocrinologo.
  • È ottimale quando il processo di riabilitazione dopo l'operazione si svolgerà in case di cura o resort, sotto la supervisione di medici.

La terapia postoperatoria è importante perché dopo 6-12 mesi il paziente deve bere medicina tutti i giorni. L'angina pectoris e altre manifestazioni di ischemia e aterosclerosi sono eliminate, ma la causa dell'aterosclerosi rimane, come lo sono i fattori di rischio.

Molti pazienti pongono la domanda: è possibile ottenere una disabilità dopo l'intervento chirurgico? Lo stent aiuta a migliorare le condizioni del paziente e lo restituisce alla prestazione corretta, e quindi non è necessario per questa procedura.

Previsione dopo l'intervento chirurgico

  • Lo stent cardiovascolare è un'operazione sicura che ha l'effetto desiderato. La probabilità di effetti avversi è piccola. Anche dopo lo stent, una persona tornerà al suo solito stile di vita e ripristinerà la sua capacità lavorativa.
  • Non dovremmo dimenticare che lo stile di vita inappropriato che ha causato l'ischemia può causare nuovamente intasamento delle arterie, se non modificato. L'operazione è caratterizzata da un piccolo periodo di recupero postoperatorio.
  • Per quanto riguarda la prognosi successiva, lo stenting è efficace in circa l'80% delle situazioni. Succede che il processo si inverta, nonostante gli sforzi compiuti, l'arteria si restringerà nuovamente. Ma gli scienziati continuano a condurre ricerche e migliorare la tecnologia dell'operazione. Il numero di risultati positivi sta crescendo.
  • Ora, i cardiochirurghi utilizzano stent assolutamente nuovi che riducono al minimo la probabilità del ritorno delle arterie coronarie.

Possibili complicazioni dopo l'intervento

Nel processo di stenting, si verificano vari effetti negativi, i più famosi dei quali sono:

  1. blocco dell'arteria operata,
  2. danno alla parete vascolare,
  3. comparsa di sanguinamento o formazione di ematoma nel sito di puntura,
  4. allergico ad un agente di contrasto di varia gravità, compresa la disfunzione renale.
  • Tenendo conto del fatto che la circolazione del sangue si verifica nel corpo umano, in alcuni casi, durante lo stenting, le conseguenze si verificano in altre arterie che non sono interessate dall'operazione.
  • Aumento del rischio di complicanze dopo l'intervento chirurgico in persone affette da gravi disturbi renali, diabete mellito e fallimenti nel sistema di coagulazione del sangue. Pertanto, tali pazienti vengono attentamente esaminati prima dello stenting, vengono inoltre preparati prescrivendo medicazioni speciali e successivamente, dopo l'operazione, vengono monitorati in unità di terapia intensiva o rianimazione.
  • Stenting non garantisce contro l'ischemia completa. La malattia può svilupparsi, altre placche aterosclerotiche possono formarsi nelle arterie o le vecchie possono aumentare. Lo stent stesso può diventare troppo grande o creare un coagulo di sangue nel tempo. Pertanto, tutti i pazienti sottoposti a stenting delle arterie coronarie sono sotto la supervisione regolare di un medico, in modo che, se necessario, possano immediatamente identificare la ricorrenza della malattia e indirizzarlo di nuovo a uno specialista.
  • La trombosi da stent è una delle conseguenze più pericolose dopo l'intervento chirurgico. È pericoloso che si sviluppi in qualsiasi momento: nel primo e nel tardo periodo postoperatorio. Spesso, questa conseguenza porta ad un forte dolore e, se non trattata, porta anche a un infarto miocardico.
  • Una conseguenza meno pericolosa, ma la restenosi da stent che si sviluppa in relazione alla crescita dello stent nella parete vascolare, è considerata più comune. Questo è un processo naturale, ma in alcuni pazienti si sta sviluppando troppo attivamente. Il lume dell'arteria operata inizia a restringersi significativamente, causando una ricaduta di angina.
  • Se non segui il farmaco, la dieta e il regime prescritti dal medico, si svilupperà la formazione di placche aterosclerotiche all'interno del corpo, che porterà alla comparsa di nuove aree di danno in arterie sane prima.

Segni di complicazioni

In circa il 90% delle situazioni in cui è installato uno stent, viene ripreso il corretto flusso sanguigno nelle arterie e non si verificano difficoltà.

Ma ci sono casi in cui sono probabili effetti avversi:

  • Fallimento dell'integrità delle pareti arteriose;
  • sanguinamento;
  • Difficoltà a lavorare con i reni;
  • L'aspetto di un ematoma al sito di puntura;
  • Restauro o trombosi nei siti di stent.

Una delle probabili complicazioni è il blocco delle arterie. Succede abbastanza raramente, nel caso di una patologia, il paziente viene immediatamente inviato alla chirurgia di bypass dell'arteria coronaria.

Costo del funzionamento

  • Il costo dello stent varia dalle arterie che devono essere utilizzate, così come dallo stato, dall'istituzione medica, dalla strumentazione, dall'attrezzatura, dal tipo, dal numero totale di stent e da altre circostanze.
  • È un'operazione ad alta tecnologia che richiede l'uso di una sala operatoria speciale, dotata di sofisticate apparecchiature costose. Lo stent viene eseguito con nuovi metodi da cardiochirurghi qualificati. A questo proposito, l'operazione non sarà economica.
  • Il costo dello stent varia in ogni paese. Ad esempio, in Israele da circa 6.000 euro, in Germania - da 8.000, in Turchia - da 3.500 euro.
  • Lo stent è considerato una delle operazioni più comuni nella chirurgia vascolare. È caratterizzato da un basso trauma, dà l'effetto adeguato e non ha bisogno di recupero a lungo termine.

Recensioni

La maggior parte delle recensioni sui risultati dello stenting sono positive, la probabilità di effetti avversi dopo la procedura è minima e l'intervento chirurgico è considerato sicuro. In certe situazioni, c'è la probabilità di un'allergia di un organismo a una sostanza somministrata durante l'intervento a raggi X.

I pazienti sottoposti a intervento chirurgico, caratterizzano la sua somiglianza con una procedura medica abbastanza semplice, non un'operazione. Poiché non è necessario un lungo periodo di recupero, i pazienti ritengono di essersi completamente ristabiliti.

Non bisogna dimenticare che il metodo ideale di cardiochirurgia non elimina la necessità di prendersi cura della propria salute.

Stent a cuore: descrizione dell'operazione, i suoi vantaggi, la riabilitazione

Da questo articolo imparerai: che tipo di chirurgia è - stenting dei vasi cardiaci, perché è considerato uno dei migliori metodi di trattamento di varie forme di malattia coronarica, in particolare la sua attuazione.

Stenting dei vasi coronarici del cuore è un'operazione mini-invasiva (dolce) endovascolare (intravascolare) sulle arterie che forniscono il cuore, che consiste nell'espandere i loro siti ristretti e occlusi inserendoli nel lume di uno stent vascolare.

Tali interventi chirurgici sono eseguiti da chirurghi endovascolari, chirurghi cardiaci e chirurghi vascolari in centri specializzati di chirurgia cardiaca endovascolare.

Descrizione dell'operazione

L'aterosclerosi delle arterie coronarie, manifestata dalla formazione di placche di colesterolo nel lume di questi vasi è un tipico meccanismo causale per lo sviluppo della coronaropatia: queste placche hanno la forma di protrusioni e tubercoli, in cui si verifica l'infiammazione, cicatrici, distruzione dello strato interno del vaso e formazione di coaguli di sangue. Tali cambiamenti patologici riducono il lume vascolare, ostruiscono parzialmente o completamente l'arteria, riducendo il flusso sanguigno al miocardio. Minaccia con ischemia (fame di ossigeno) o attacco di cuore (necrosi).

Il significato di stenting cardiaco è quello di ripristinare il lume delle arterie coronarie nei siti di costrizione con placche aterosclerotiche con l'aiuto di speciali dilatatori - stent coronarici. Pertanto, è possibile ripristinare in modo affidabile e completo la normale circolazione sanguigna nel cuore.

Stenting non allevia l'aterosclerosi, ma solo per un periodo (diversi anni) elimina le sue manifestazioni, i sintomi e le conseguenze negative della malattia coronarica.

Caratteristiche della tecnica dello stent coronarico:

  1. Questa chirurgia endovascolare - tutte le manipolazioni sono eseguite esclusivamente all'interno del lume dei vasi sanguigni, senza incisioni cutanee e la loro integrità nelle aree colpite.
  2. Il lume dell'arteria occlusa viene ripristinato non rimuovendo una placca aterosclerotica, ma utilizzando uno stent - una sottile protesi vascolare metallica sotto forma di un tubo a maglie.
  3. Il compito dello stent inserito nella zona ristretta dell'arteria è di premere le placche aterosclerotiche nelle pareti del vaso e spostarle. Questa azione ti consente di espandere il lume e lo stent stesso è così forte da fungere da scheletro che lo trattiene stabilmente.
  4. Durante una operazione, quanti stent possono essere installati secondo necessità a seconda del numero di aree ristrette (da uno a tre o quattro).
  5. L'esecuzione di stent richiede l'introduzione di sostanze radiopachi (preparati) per il paziente, che sono pieni di vasi coronarici. Le apparecchiature a raggi X ad alta precisione vengono utilizzate per registrare le immagini e monitorare l'andamento del contrasto.

Maggiori informazioni sugli stent

Lo stent, installato nel lume dell'arteria coronaria ristretta, dovrebbe essere una struttura interna affidabile che non consentirà alla nave di ri-restringersi. Ma un tale requisito per lui non è l'unico.

Qualsiasi impianto introdotto nel corpo è estraneo ai tessuti. Pertanto, per evitare la reazione di rigetto è difficile da evitare. Ma gli stent coronarici moderni sono pensati e progettati in modo tale da non causare ulteriori cambiamenti.

Le principali caratteristiche della nuova generazione di stent sono:

  • Realizzato in lega di metallo cobalto e cromo. Il primo fornisce buona suscettibilità dei tessuti, il secondo - forza.
  • In apparenza, assomiglia ad un tubo lungo circa 1 cm, dal 2,5 al 5-6 mm di diametro, le cui pareti sembrano una griglia.
  • La struttura a maglia consente di modificare il diametro dello stent dal minimo necessario al luogo di blocco, al massimo necessario per espandere l'area ristretta.
  • Coperto con sostanze speciali che bloccano la coagulazione del sangue. Vengono rilasciati gradualmente, impedendo la reazione del sistema di coagulazione e la formazione di coaguli di sangue nello stent stesso.
Clicca sulla foto per ingrandirla

I campioni più vecchi di stent presentano notevoli inconvenienti, il principale dei quali è la mancanza di rivestimento anticoagulante. Questo è uno dei motivi principali per lo stent non riuscito a causa dell'occlusione.

I veri vantaggi del metodo

Stenting delle arterie del cuore non è l'unico modo per ripristinare il flusso sanguigno coronarico. Se così fosse, il problema della malattia coronarica sarebbe già stato risolto. Ma ci sono dei vantaggi che consentono allo stenting di essere considerato un metodo di trattamento veramente efficace e sicuro.

Tecniche concorrenti con lui - chirurgia di bypass delle arterie coronarie e terapia farmacologica. Ciascuno dei metodi presenta alcuni vantaggi e svantaggi. Nessuno di questi deve essere usato secondo un principio di modello, ma individualmente confrontato con il decorso della malattia in un particolare paziente.

Il principio del bypass coronarico

La tabella mostra le caratteristiche comparative delle tecniche chirurgiche al fine di evidenziare i reali vantaggi dello stent coronarico.

Stenting coronarico (vasi cardiaci)

La causa principale delle più gravi manifestazioni di cardiopatia coronarica, infarto miocardico, è una malnutrizione del muscolo dovuta a lesioni vascolari aterosclerotiche.

L'aterosclerosi colpisce la parete dell'arteria. A causa della perdita di elasticità, si perde la possibilità di un'espansione sufficiente. La deposizione di placche aterosclerotiche dall'interno provoca un restringimento del diametro della nave, complicando il rilascio di sostanze nutritive. Una riduzione critica è considerata pari al 50% del diametro. Allo stesso tempo, cominciano a comparire i sintomi clinici dell'ipossia (mancanza di ossigeno) del cuore. Questo è espresso in attacchi di angina.

Il blocco completo dell'arteria coronaria porta allo sviluppo del sito di necrosi (necrosi) nell'infarto del miocardio. In tutto il mondo, questa patologia è ancora considerata una delle cause principali della mortalità degli adulti.

Lo stent tempestivo dei vasi cardiaci impedisce lo sviluppo di gravi complicanze dell'aterosclerosi.

Cosa è "stenting"?

Il termine "stent" si riferisce ad un'operazione per installare uno stent nell'arteria, con conseguente dilatazione meccanica viene effettuata porzione di collo e ripristinare il normale flusso di sangue all'organo. La chirurgia si riferisce ad interventi chirurgici endovascolari (intravascolari). Condotto nei rami del profilo vascolare. Richiede non solo chirurghi altamente qualificati, ma anche attrezzature tecniche.

I metodi stabiliti di chirurgia non solo stenting coronarico (vasi sanguigni del cuore), ma anche l'installazione di stent nell'arteria carotide per rimuovere i segni di ischemia cerebrale nel femorale - per il trattamento dei cambiamenti aterosclerotiche nei piedi, nell'aorta addominale e iliaca - in presenza di segni marcati di lesioni aterosclerotiche.

Che cosa è una varietà "stent"

Uno stent è un tubo di maglia leggero che è abbastanza forte da fornire una struttura per un'arteria per lungo tempo. Gli stent sono fatti di leghe metalliche (solitamente cobalto) in conformità con l'alta tecnologia. Ci sono molti tipi Si differenziano per dimensioni, struttura della griglia, natura del rivestimento.

Si possono distinguere due gruppi di stent:

  • non rivestito - utilizzato per operazioni su arterie di medie dimensioni;
  • coperto con una speciale guaina di polimero, che rilascia una sostanza medicinale durante l'anno, che impedisce la stenosi dell'arteria. Il costo di tali stent è molto più costoso. Sono raccomandati per l'installazione nei vasi coronarici, richiedono un trattamento costante per ridurre la formazione di coaguli di sangue.

Come sta andando l'operazione?

Per stenting di vasi cardiaci, un catetere viene inserito nell'arteria femorale, alla fine del quale si trova un piccolo palloncino con uno stent. Sotto il controllo dell'apparato a raggi X, il catetere viene inserito nella bocca delle arterie coronarie e trasferito nel sito di restringimento necessario. Quindi il pallone viene gonfiato al diametro richiesto. Allo stesso tempo i depositi aterosclerotici vengono compressi nel muro. Lo stent quando la molla si espande e viene lasciato in posizione dopo che il palloncino è stato sgonfiato e il catetere rimosso. Di conseguenza, il flusso sanguigno viene ripristinato.

L'operazione viene generalmente eseguita in anestesia locale. Dura da una a tre ore Prima dell'intervento, al paziente vengono somministrati farmaci per fluidificare il sangue per prevenire la trombosi. Se necessario, installare diversi stent.

Dopo l'intervento, il paziente trascorre in ospedale fino a sette giorni sotto la supervisione di un medico. Si raccomanda di bere molti liquidi per la rimozione delle sostanze di contrasto con l'urina. Gli anticoagulanti sono prescritti per prevenire l'adesione delle piastrine e la formazione di coaguli di sangue.

A chi viene mostrata la chirurgia, l'esame

La selezione di pazienti con malattia coronarica per il trattamento chirurgico viene eseguita da un consulente, cardiochirurgo. Nel paziente residenza clinica subire un esame minimo necessario comprendente tutti sangue e delle urine necessari per determinare il funzionamento degli organi interni, lipogram (colesterolo totale e sue frazioni), la coagulazione del sangue. L'elettrocardiografia consente di specificare le aree di danno miocardico dopo un infarto, la prevalenza e la localizzazione del processo. L'esame ecografico del cuore chiaramente nelle immagini mostra il funzionamento di tutte le parti degli atri e dei ventricoli.

Nell'unità ospedaliera è richiesta l'angiografia. Questa procedura consiste nell'iniezione intravascolare di un agente di contrasto e di una serie di raggi X, eseguita durante il riempimento del letto vascolare. I rami più colpiti, la loro localizzazione e il grado di restringimento sono identificati.

L'ecografia intravascolare aiuta a valutare le possibilità della parete arteriosa dall'interno.

L'esame consente all'angioururgo di determinare la posizione esatta dell'impianto di stent previsto, per identificare possibili controindicazioni all'operazione.

Indicazioni per la chirurgia:

  • gravi attacchi frequenti di angina, definiti da un cardiologo come condizione pre-infarto;
  • supporto per bypass delle arterie coronarie (lo smistamento è l'installazione di flusso di sangue artificiale per bypassare la nave bloccata), che tende a restringersi entro dieci anni;
  • per motivi di salute per grave attacco di cuore transmurale.

Controindicazioni

L'impossibilità di introdurre lo stent è determinata durante l'esame.

  • Una lesione comune di tutte le arterie coronarie, a causa della quale non esiste un sito specifico per stenting.
  • Il diametro dell'arteria ristretta è inferiore a tre mm.
  • Ridotta coagulazione del sangue.
  • Funzionalità renale compromessa, fegato, insufficienza respiratoria.
  • Reazione allergica del paziente a farmaci iodurati.

Il vantaggio di stenting su altre operazioni:

  • bassa invasività della tecnica - non è necessario aprire il torace;
  • breve periodo di degenza del paziente in ospedale;
  • costo relativamente basso;
  • rapido recupero, ritorno al lavoro, assenza di disabilità a lungo termine del paziente.

Complicazioni dell'operazione

Tuttavia, 1/10 delle operazioni ha avuto complicazioni o conseguenze indesiderate:

  • perforazione del muro della nave;
  • sanguinamento;
  • la formazione di sangue sotto forma di ematoma nel sito di puntura dell'arteria femorale;
  • trombosi da stent e necessità di re-stenting;
  • compromissione della funzionalità renale.

Video, che mostra chiaramente l'essenza dell'operazione:

Periodo di recupero

Lo stent trasferito di vasi cardiaci consente al paziente di sentirsi molto meglio, ma questo non ferma il processo aterosclerotico, non modifica il metabolismo dei grassi disturbato. Pertanto, il paziente dovrà seguire una prescrizione del medico, monitorare il livello di colesterolo e glicemia.

È necessario eliminare i grassi animali dalla dieta e limitare i carboidrati. Si raccomanda di non mangiare un grasso di maiale, manzo, agnello, il burro, la pancetta, maionese e condimenti piccanti, salumi, formaggio, uova, dalla pasta di grano instabile, cioccolato, dolci e pasticcini, pane bianco, caffè, tè forte, alcool e birra, bevande zuccherate gassate.

Dieta richiede necessariamente entrare nella dieta di frutta e verdura in insalata o succhi di frutta freschi, pollame bollito, pesce, cereali, pasta da duro, ricotta, prodotti lattiero-caseari, tè verde.

È necessario regolare 5-6 alimenti singoli, per monitorare il peso. Se necessario, tieni i giorni di digiuno.

L'esercizio mattutino mattutino aumenta il metabolismo, migliora l'umore. Non puoi iniziare subito un allenamento pesante. Camminata consigliata, prima per brevi distanze, poi con l'aumentare della distanza. Popolare passeggiata lento sulle scale. Puoi impegnarti in simulatori. Assicurati che i pazienti imparino a contare il polso. Evitare sovraccarichi significativi con aumento della frequenza cardiaca. Dagli sport è consigliabile andare in bicicletta e visitare la piscina.

La terapia farmacologica si riduce a ridurre la pressione arteriosa (nei pazienti ipertesi), le statine a normalizzare i livelli di colesterolo e i farmaci che riducono i coaguli di sangue. I pazienti con diabete dovrebbero continuare il trattamento specifico prescritto dall'endocrinologo.

È meglio se la riabilitazione dopo stenting sarà effettuata in condizioni di sanatorio e resort, sotto la supervisione di medici.

L'operazione di stenting viene effettuata per circa quaranta anni. Metodi e supporto tecnico vengono costantemente migliorati. Testimonianza estesa, senza limiti di età. Si raccomanda a tutti i pazienti con malattia coronarica di non avere paura di consultare un chirurgo, questa è un'opportunità per prolungare la vita attiva.

Stent coronarico di vasi cardiaci

Angioplastica con palloncino e stent coronarici

Approccio moderno al trattamento della malattia coronarica (angina pectoris e infarto del miocardio)

I farmaci prescritti per l'angina servono allo scopo di prevenire l'infarto del miocardio e contrastare la progressione dell'aterosclerosi vascolare e la crescita delle placche, ma non possono eliminare il restringimento significativo esistente (stenosi) e l'occlusione (occlusione) dei vasi.

Il recupero del flusso sanguigno coronarico attraverso i vasi è possibile in due modi. Bypassando le navi ristrette, le navi del paziente prelevate da altre aree anatomiche, i cosiddetti shunt, possono essere suturate. Questa operazione - l'intervento chirurgico di bypass delle arterie coronarie - è un intervento a cuore aperto serio che utilizza l'anestesia e il bypass cardiopolmonare.

Tuttavia, ci sono metodi alternativi - endovascolari (intravascolari) per il trattamento di angina e infarto del miocardio. Spesso, il normale flusso sanguigno attraverso i vasi del cuore può essere ripristinato senza ricorrere alla chirurgia di un tale volume. Le moderne tecnologie consentono di espandere il restringimento della nave dall'interno del suo lume. Questa procedura - angioplastica coronarica - (coronaroplastica) e stenting - viene eseguita sulla stessa attrezzatura dell'angiografia coronarica. ma usando strumenti più sofisticati. Non sono richiesti tagli o anestesia.

Se tu o la tua famiglia avete sviluppato un infarto del miocardio e il medico di emergenza ritiene necessario il ricovero urgente, insistete, se possibile, sulla scelta di un istituto medico in cui l'angioplastica coronarica e lo stenting della nave possano essere urgentemente eseguiti, il cui blocco ha portato allo sviluppo di un infarto. Questa operazione, eseguita nel tempo (il prima possibile), nelle prime ore dal momento dello sviluppo dell'infarto miocardico, può limitare significativamente la sua area nel muscolo cardiaco, e spesso ottenere un'inversione degli eventi, prevenirla.

Come con l'angiografia coronarica, durante l'angioplastica coronarica, un catetere speciale viene inserito in una nave sulla coscia o sul braccio in anestesia locale e portato al sito di restringimento dell'arteria coronaria (stenosi) (Fig. 14-16).

Il catetere è dotato di un palloncino (Fig. 17) che, una volta espanso, schiaccia la placca aterosclerotica, che interferisce con il flusso sanguigno. La dimensione del contenitore è scelta in modo specifico in base alle dimensioni della nave interessata e alla lunghezza dell'area ristretta (Fig. 18).

Il ripristino del flusso sanguigno normale è confermato dall'introduzione di sostanza radiopaca e ripetuti raggi X - angiografia coronarica di controllo (Fig. 19-20).

Un modo più affidabile per ripristinare e mantenere il lume normale della nave nella zona di restringimento e, quindi, il flusso di sangue attraverso di essa, è quello di utilizzare uno stent coronarico. Lo stent è una piccola struttura metallica a rete trasformabile che viene montata sullo stesso contenitore dell'angioplastica (figura 22).

Dopo aver tenuto la placca nella zona, il palloncino con lo stent si espande al diametro normale della nave e lo stent viene premuto contro le sue pareti (Fig. 23). Lo stent impiantato rimane costantemente nel vaso, la sua forma non cambia più, mantenendo aperto il lume del vaso (Fig. 24). Questa operazione è denominata stent coronarico. Oggi, nella maggior parte dei casi, l'angioplastica e lo stent sono eseguiti simultaneamente. ie come operazione indipendente, l'angioplastica (dilatazione del palloncino della nave) viene utilizzata meno frequentemente e molto più spesso si verifica durante lo stenting.

La cessazione di attacchi di dolore al petto dopo angioplastica coronarica e stenting si verifica immediatamente. Questi interventi intravascolari non richiedono la riabilitazione, non è necessario il riposo a letto e il paziente viene dimesso per attività attiva in pochi giorni.

L'organizzazione del trattamento nelle cliniche di San Pietroburgo, Mosca e in altre città della Russia, esperti leader nel campo dell'angioplastica e dello stent vascolare, è fornita dalla ditta EKTEN MEDICAL.

Stenting dell'arteria coronaria

Lo stenting cardiaco è un metodo di trattamento chirurgico minimamente invasivo dell'aterosclerosi delle arterie coronarie. L'operazione di stent consente di ripristinare il lume di una nave affetta da aterosclerosi e quindi restituire l'intero apporto di sangue al cuore.

Com'è l'operazione di stenting

L'intervento chirurgico viene eseguito in anestesia locale, in quanto l'operazione è praticamente senza sangue e indolore. Il paziente rimane in piena coscienza e contatta il medico, esaudendo le sue richieste.

Angiografia coronarica

Attraverso una puntura nella coscia, un catetere viene inserito nell'arteria femorale, che raggiunge le arterie coronarie con il flusso sanguigno. Inoltre, un contrasto viene alimentato attraverso il catetere. È necessario per rendere visibili le arterie coronarie su una serie di raggi X.

Questo sondaggio può essere effettuato direttamente durante l'operazione come prima fase o in anticipo. Durante l'angiografia coronarica, il medico riceve informazioni sulla posizione, il grado e la durata del restringimento della nave.

Stenting dell'arteria coronaria

Successivamente, una guida viene inserita nel catetere, alla fine del quale vi è un palloncino compresso, infilato nello stent, come un anello. Lo stent è un tubo metallico cavo, resistente e allo stesso tempo elastico. Le sue pareti hanno una struttura a rete.

Sotto il controllo della radiografia e dell'elettrocardiogramma, lo stent viene inserito nella parte ristretta del vaso con il palloncino, dopodiché il palloncino viene gonfiato. A questo punto, lo stent piegato si apre e preme sulle pareti delle arterie, espandendole. Nello stato espanso, lo stent è fissato nel vaso, svolgendo ulteriormente il ruolo di una specie di scheletro.

Dopo che il medico si è assicurato che lo stent sia installato e ben fissato, la guida e il catetere vengono rimossi dall'arteria femorale e una benda viene applicata alla gamba.

Vantaggi dello stenting dell'arteria coronaria

  • Elimina radicalmente l'ischemia del cuore nella cardiopatia ischemica (cardiopatia ischemica)
  • Facilmente tollerato dal paziente
  • Lo scarico del paziente dall'ospedale viene di solito eseguito per 3-5 giorni
  • Il rischio di complicanze dopo la chirurgia dello stent è minimo
  • L'efficacia dell'operazione è dell'80-95%, a seconda del tipo di stent (con o senza rivestimento del farmaco).
  • Stenting dei vasi cardiaci migliora la qualità della vita (gli attacchi di angina scompaiono), aumenta la sua durata.

Vantaggi dello stent coronarico in Corea del Sud

I pazienti di lingua russa possono sottoporsi a stent cardiaco presso i migliori chirurghi cardiaci in Asia.

L'operazione di stenting nelle cliniche coreane viene effettuata in una sala operatoria integrata, equipaggiata con moderne apparecchiature endoscopiche.

Per stenting delle navi cardiache in Corea, vengono utilizzati stent a rilascio di farmaco da parte dei principali produttori mondiali, che vengono selezionati individualmente per ciascun paziente, in base alle caratteristiche anatomiche della nave interessata.

A seguito del trattamento effettuato nella Repubblica di Corea, gli attacchi di angina scompaiono nel 95% dei pazienti, migliorando la tolleranza all'esercizio fisico e migliorando la qualità della vita.

Se vuoi sottoporti a un'operazione di stent cardiaco in uno dei centri del cuore in Corea del Sud, puoi consultare il medico oggi. Per fare questo, compila il modulo di domanda, inviacelo e aspetta una richiamata o una lettera. Vi risponderemo entro la giornata lavorativa.

L'operazione di stenting vasi del cuore: cosa è importante sapere su di esso?

Il cuore è una potente pompa che fa circolare il sangue nel nostro corpo. Con sangue, tessuti e organi ricevono ossigeno e sostanze nutritive, senza le quali, a loro volta, la loro attività vitale sarebbe impossibile.

Per eseguire questo importante lavoro, il cuore ha bisogno di una notevole quantità di ossigeno, per la consegna di cui è responsabile il sistema dell'arteria coronaria. Cambiamenti patologici nello stato delle navi portano sempre a un deterioramento dell'afflusso di sangue al cuore e allo sviluppo di malattie cardiovascolari molto gravi.

Uno di questi, l'aterosclerosi, è la malattia cronica più sviluppata che colpisce le arterie. Le placche aterosclerotiche a crescita graduale sul rivestimento interno della parete vascolare, multiple o singole, sono depositi di colesterolo.

La calcificazione della parete del vaso e la proliferazione del tessuto connettivo nelle arterie portano il lume a restringersi o addirittura a una completa desolazione dell'arteria, deformità lentamente progressiva e quindi causare una cronica, lentamente crescente insufficienza di afflusso di sangue all'organo alimentato attraverso l'arteria colpita.

Molti cardiologi hanno molti metodi avanzati di trattamento chirurgico. Ma prima che apparisse il trattamento intravascolare, un singolo metodo chirurgico per il trattamento della cardiopatia coronarica era la chirurgia di bypass coronarico. Attualmente, molti pazienti riescono a evitare la chirurgia attraverso l'uso di metodi a basso impatto ed efficaci, come lo stent cardiaco.

Qual è l'essenza dello stent

Uno stent è un tubo sottile di metallo costituito da celle di filo metallico e gonfiato con un palloncino speciale. Il palloncino viene introdotto nella nave interessata, espandendosi, viene premuto contro le pareti della nave e aumenta il suo spazio. In questo modo viene corretto il flusso di sangue al cuore.

Nella fase della diagnosi, viene eseguita l'angiografia coronarica, che consente di determinare la posizione, la natura e il grado di restringimento dei vasi coronarici.

Quindi, nella sala operatoria, sotto controllo radiografico, viene eseguita un'operazione, registrando costantemente il cardiogramma del paziente. L'operazione non richiede incisioni, ma viene eseguita in anestesia locale.

Un catetere speciale viene inserito attraverso il vaso sul braccio o sulla coscia nella bocca dell'arteria coronaria ristretta, attraverso la quale viene disegnato un sottile conduttore metallico sotto osservazione sul monitor. Questo conduttore viene fornito con un palloncino corrispondente alle dimensioni della porzione ristretta. Sulla canna in uno stato compresso è montato uno stent che è combinato con tessuti e organi umani, elastici e flessibili, in grado di adattarsi allo stato della nave. Il palloncino inserito sul conduttore si gonfia, lo stent si espande e preme nella parete interna.

Per avere fiducia nella correttezza dell'espansione dello stent, il palloncino viene gonfiato più volte. Quindi il palloncino viene espulso e rimosso dall'arteria insieme al catetere e alla guida. A sua volta, lo stent rimane per preservare il lume della nave. A seconda delle dimensioni della nave interessata, possono essere utilizzati uno o più stent.

Stent a cuore: recensioni

Di solito, in base a numerose revisioni, i risultati dell'operazione sono buoni, il rischio di complicazioni dopo che è minimo ed è relativamente sicuro. Tuttavia, in alcuni casi, è probabile una reazione allergica di un organismo a una sostanza che viene introdotta durante l'operazione per l'osservazione a raggi X.

Si verificano anche emorragie o ematomi nel sito della puntura dell'arteria. Al fine di prevenire complicazioni, il paziente viene lasciato in terapia intensiva con l'osservanza obbligatoria del programma del letto. Dopo un po 'di tempo, dopo che la ferita è guarita nel sito di puntura, il paziente operato viene dimesso dall'ospedale. Il paziente può ritornare al solito modo di vita e periodicamente essere osservato dal medico nel luogo di residenza.

L'operazione di stenting di vasi del cuore è piuttosto alta. Ciò è spiegato dal fatto che per l'operazione si usano droghe costose e moderne attrezzature mediche. Grazie allo stenting di vasi cardiaci, i pazienti hanno l'opportunità di vivere una vita normale.

Ma ancora, vale la pena ricordare che anche con i metodi più perfetti di chirurgia cardiaca non negare la necessità di trattare con cura la vostra salute. Abbiamo bisogno di uno sforzo fisico sistematico, commisurato alle capacità fisiche e all'età, dieta equilibrata, aria fresca, limitando l'uso di alimenti che contengono colesterolo.

Prognosi per il recupero dopo stenting di vasi cardiaci

Il miglioramento dei moderni metodi di trattamento chirurgico, come l'operazione di stenting di vasi cardiaci, con supporto medico pre- e postoperatorio consente di ottenere eccellenti risultati clinici nelle malattie cardiache nel breve e nel lungo periodo. L'unica condizione significativa per uno stenting efficace è il trattamento tempestivo del paziente per le cure mediche.

Indicazioni per il trattamento chirurgico

Il ripristino del flusso sanguigno nei vasi del cuore aumenta la durata e la qualità della vita dei pazienti. Dando la preferenza a uno o un altro metodo di trattamento, valutare la gravità delle manifestazioni cliniche, il grado di riduzione del flusso sanguigno nel cuore, il decorso anatomico dei vasi interessati. Allo stesso tempo, i possibili rischi vengono confrontati, tenendo conto dell'effetto della terapia conservativa in corso.

Indizi per stenting di navi cardiache:

  • l'inefficacia della terapia farmacologica;
  • la presenza di angina progressiva;
  • nelle prime fasi dell'infarto miocardico, viene eseguito un intervento chirurgico urgente;
  • aumento dei fenomeni di ischemia nel periodo post-infarto sullo sfondo del trattamento;
  • infarto miocardico;
  • stato preinfarto;
  • stenosi significativa, oltre il 70% dell'arteria coronaria sinistra;
  • stenosi di 2 o più vasi del cuore;
  • pericolo di sviluppare complicazioni pericolose per la vita a causa di ischemia del cuore.

Lo stenting delle arterie coronarie viene eseguito per espandere il lume nel vaso e ripristinare il flusso sanguigno attraverso di esso.

Controindicazioni alla chirurgia

Le controindicazioni allo stenting possono essere dovute a malattie cardiache o a grave patologia concomitante:

  • condizione agonizzante del paziente;
  • intolleranza ai mezzi di contrasto contenenti iodio utilizzati durante la chirurgia;
  • lume del vaso che richiede uno stent inferiore a 3 mm;
  • stenosi diffusa dei vasi miocardici, quando lo stent non è più efficace;
  • ritardata coagulazione del sangue;
  • insufficienza respiratoria, renale ed epatica scompensata.

Varietà di stent per chirurgia

Uno stent è un dispositivo che espande il lume di una nave e rimane in esso per sempre. Ha una struttura a rete. Gli stent differiscono per composizione, diametro e configurazione della maglia.

Stenting dei vasi coronarici viene eseguita utilizzando stent convenzionali e cilindri rivestiti di farmaci. Convenzionale realizzato in acciaio inossidabile, lega di cromo-cobalto. La funzione è di mantenere la nave nello stato espanso.

Le ristenosi si sviluppano meno frequentemente negli stent a rilascio di farmaco, non sono coagulati. Tuttavia, è impossibile considerare tutti gli stent a rilascio di farmaco come una panacea. Nell'analisi, fino a che punto la letalità remota differisce dall'infarto del miocardio durante lo stent con o senza rivestimento di un farmaco non viene rivelata una differenza significativa.

I seguenti tipi di farmaci sono usati per coprire gli stent:

Quale stent il paziente ha bisogno è deciso dal medico a seconda della situazione. Se prima c'era lo stent, e c'era una ricorrenza di stenosi, allora sarebbe stato necessario un nuovo intervento - stenting di ICD.

Metodi diagnostici necessari per prendere una decisione sull'operazione

Se lo stent coronarico di vasi cardiaci viene eseguito in modo pianificato, viene nominato un complesso di esami, che include:

  • esami generali del sangue e delle urine;
  • analisi del sangue biochimica;
  • coagulogramma - dimostra lo stato del sistema di coagulazione del sangue;
  • ECG a riposo e con prove di stress;
  • emissione di un singolo fotone CT;
  • test funzionali;
  • scintigrafia perfusione;
  • ecocardiografia e ecocardiografia da stress;
  • PET;
  • Stress MRI;
  • Coronarografia, che in molti modi supera i metodi sopra, ma è invasiva.

Lo stenting cardiaco viene eseguito dopo angiografia coronarica delle arterie coronarie, in cui vengono valutate la natura della lesione, il diametro del vaso stenotico e il suo corso anatomico.

Le fasi principali dell'operazione

L'intervento viene eseguito in condizioni di sala operatoria a raggi x in anestesia locale. Allo stesso tempo, un catetere viene inserito nell'arteria femorale e viene eseguita l'angiografia coronarica.

Alla fine del catetere c'è un palloncino con uno stent. Al posto della stenosi il palloncino si gonfia, schiacciando la placca aterosclerotica, il diametro della nave aumenta immediatamente. Lo stent è una struttura per la parete vascolare. Dopo il ripristino del flusso sanguigno, il palloncino viene espulso e lo stent rimane nel vaso.

Dopo aver stentato i vasi cardiaci, il paziente è in ospedale per 3 giorni, ricevendo anticoagulanti e trombolitici. Il primo giorno viene dato il riposo a letto, perché esiste il rischio di formazione di ematoma nel sito di puntura dell'arteria femorale. Se ci sono complicazioni, la durata del ricovero può aumentare.

Possibili complicazioni dopo l'intervento chirurgico:

  • spasmo coronarico;
  • attacco di cuore;
  • trombosi da stent;
  • tromboembolismo;
  • ematoma di grandi dimensioni sulla coscia.

Periodo di recupero

Dal secondo giorno dopo lo stent sono prescritti esercizi di ginnastica respiratoria e fisioterapia. Per prima cosa si tengono a letto.

Una settimana dopo l'operazione, la terapia fisica viene effettuata sotto la supervisione di un medico, il capo della terapia fisica.

La durata del periodo di recupero dipende dalla gravità della lesione vascolare aterosclerotica del cuore, dal numero di vasi stentati e dalla presenza di un infarto miocardico in passato. La riabilitazione dopo infarto miocardico e stent richiede più tempo ed è più difficile.

La durata della degenza ospedaliera e del riposo a letto più lunghi, la durata della terapia di esercizio sotto controllo medico dura circa 2,5-3 mesi.

La rivascolarizzazione miocardica è una delle operazioni cardiache più sicure. Ha salvato delle vite e ha riportato al lavoro migliaia di pazienti. Ma il suo successo dipende dall'adempimento di una determinata condizione: una riabilitazione competente e coerente dopo che lo stent è obbligatorio:

  • il primo mese raccomandava la restrizione dell'attività fisica, il duro lavoro;
  • leggeri esercizi fisici sono richiesti al mattino sull'impulso non più di 100 battiti al minuto;
  • la pressione del sangue non deve essere superiore a 130/80 mm Hg. Articolo;
  • È necessario escludere la sovraraffreddamento, il surriscaldamento, l'insolazione, il bagno, la sauna, la piscina.

È meglio vivere tranquilli, camminare a piedi e respirare aria fresca.

La riabilitazione dopo l'intervento chirurgico, oltre allo sforzo fisico somministrato, all'aderenza a una corretta alimentazione, il trattamento delle malattie somatiche include il trattamento farmacologico. La scuola per uno stile di vita sano e permanente dovrebbe iniziare nei primi giorni dopo l'intervento, quando la motivazione per il recupero è ancora molto forte.

Trattamento farmacologico

La selezione della terapia, la sua durata e il tempo di insorgenza dipendono dalla specifica situazione clinica. I farmaci antiaggreganti e antitrombotici sono prescritti dal medico.

Lo scopo del loro appuntamento - la prevenzione della trombosi nei vasi. Prendi in considerazione il rischio di sanguinamento, ischemia. La vita dopo lo stent include l'assunzione di alcuni farmaci, che dipendono dalla natura dell'intervento chirurgico.

Sono usati i seguenti farmaci:

Il dosaggio e la combinazione di farmaci dopo lo stent sono determinati dal medico curante.

Prevenzione delle malattie vascolari

Dopo il ripristino del flusso sanguigno in uno o più vasi, il problema dell'intero organismo non sarà risolto. Le placche sulle pareti dei vasi sanguigni continuano a formarsi. Ulteriori sviluppi dipendono dal paziente. Il medico raccomanda uno stile di vita sano, una nutrizione normale, un trattamento della patologia endocrina e delle malattie metaboliche. Quanti pazienti vivono dipende da come svolgono gli appuntamenti medici.

La vita dopo un infarto e uno stent include la profilassi secondaria, che comporta le seguenti procedure:

  • consegna di test di laboratorio, esame clinico 1 volta in 6 mesi;
  • un piano individuale di attività fisica, che è scritto dalla terapia di esercizio del medico;
  • controllo della dieta e del peso;
  • mantenimento della pressione sanguigna;
  • trattamento del diabete, controllo dei lipidi nel sangue;
  • screening dei disturbi psicologici;
  • vaccinazione antinfluenzale.

Recensioni di stenting di vasi del cuore suggeriscono un recupero più veloce rispetto a dopo l'intervento chirurgico di bypass delle arterie coronarie.

Se è impossibile eseguire stenting (anatomia sfavorevole, mancanza di capacità tecniche), è necessario eseguire un intervento di bypass aorto-coronarico.

La dieta dopo stent è volta a ridurre il peso del 10% rispetto al basale.

  • escludere grassi, fritti e salati;
  • utilizzare acidi grassi omega-3, olio di pesce;
  • ridurre la quantità di carboidrati facilmente digeribili, è consentito il pane integrale;
  • per diversificare la dieta di cibi vegetali e proteici.

Prognosi di aspettativa di vita

L'analisi dell'aspettativa di vita ha rivelato che 5 anni dopo lo stent, il tasso di sopravvivenza era dell'89,3%, mentre la mortalità dopo il primo infarto miocardico trattato senza intervento chirurgico era del 10% all'anno.

L'angina instabile senza stenting del 30% porta a infarto miocardico durante i primi 3 mesi dal momento dell'apparenza. Dopo lo stent, l'infarto non si sviluppa.

Un'operazione eseguita nel tempo, che ha portato al ripristino di un adeguato flusso di sangue nel cuore, migliora la qualità e aumenta la longevità. Tuttavia, il trattamento chirurgico senza una buona ragione comporta un rischio non necessario per i pazienti. Più spesso, lo stenting è ragionevole nei pazienti con sindrome coronarica acuta, sullo sfondo di un complicato decorso dell'infarto.

Il trattamento chirurgico dei pazienti con un decorso asintomatico della malattia è consentito solo con test di carico insufficiente. Attualmente, questo metodo di trattamento è considerato irragionevole.

Stenting di vasi cardiaci migliora la prognosi dell'ulteriore vita dei pazienti di dieci volte.

Per Saperne Di Più I Vasi