Tromboangiite obliterante

La tromboangioite obliterante (malattia di Vinivarter-Burger) è un processo sistemico cronico con prevalente lesione occlusiva delle arterie e delle vene piccole e medie. Il decorso della tromboangioite obliterante è ondulatorio, la clinica è caratterizzata da lesioni ischemiche degli arti inferiori - stanchezza e torpore alle gambe, parestesia, dolore, crampi, disturbi trofici (ulcere ai piedi, necrosi, cancrena). La diagnosi comprende studi immunologici, termografici, Doppler, angiografici. Tenendo conto della fase della malattia di Vinivarter-Burger, il trattamento conservativo o chirurgico viene eseguito fino all'amputazione del piede.

Tromboangiite obliterante

La tromboangioite obliterante (malattia di Vinivarter-Burger) è un processo sistemico cronico con prevalente lesione occlusiva delle arterie e delle vene piccole e medie. Il decorso della tromboangioite obliterante è ondulatorio, la clinica è caratterizzata da lesioni ischemiche degli arti inferiori - stanchezza e torpore alle gambe, parestesia, dolore, crampi, disturbi trofici (ulcere ai piedi, necrosi, cancrena). La diagnosi comprende studi immunologici, termografici, Doppler, angiografici. Tenendo conto della fase della malattia di Vinivarter-Burger, il trattamento conservativo o chirurgico viene eseguito fino all'amputazione del piede.

Il meccanismo patogenetico della tromboangioite obliterante consiste nella lesione infiammatoria dei vasi delle estremità, meno comunemente delle arterie coronarie, cerebrali e viscerali. La tromboangioite obliterante si verifica prevalentemente tra gli uomini sotto i 40 anni e oltre, nonché tra gli adolescenti. I fattori eziologici sono infezioni, ipotermia, lesioni ripetute, sovraccarico psico-emotivo, fumo, intossicazione, allergie, ecc., Con conseguenti danni alla parete vascolare e squilibrio immunitario.

Classificazione della tromboangioite obliterante

La localizzazione dei cambiamenti patologici consente di distinguere i tipi periferici, viscerali e misti di tromboangiite obliterante. Per il tipo periferico, la lesione primaria dei vasi delle estremità è caratteristica; nei tipi viscerali e misti, i sintomi coronarici, la trombosi mesenterica, ecc., si uniscono alla clinica delle lesioni vascolari periferiche.

Lo sviluppo della tromboangioite obliterante può progredire lentamente con lacune luminose, raggiungendo diversi anni e progredendo rapidamente, portando presto alla cancrena delle estremità.

Il decorso clinico della tromboangioite obliterante è caratterizzato da tre fasi: angiospastica, angiotrombotica, angiosclerotica (gangrena).

Sintomi di tromboangiite obliterante

La sconfitta delle vie arteriose periferiche nella tromboangioite obliterante è bilaterale con l'interesse di entrambe le estremità superiori o inferiori dalla distale alla prossimale. La tromboangioite obliterante si distingue per una triade di sintomi: claudicazione intermittente, sindrome di Raynaud e tromboflebite migratoria superficiale delle parti distali degli arti.

Le manifestazioni cliniche della claudicatio intermittente includono dolore ai piedi e ai muscoli del polpaccio mentre si cammina; con la sconfitta degli arti superiori nel processo di esecuzione di azioni con le mani del dolore si verificano nelle mani e gli avambracci. Le dita pallide e cianotiche, l'aumento della sensibilità dei piedi e delle mani al freddo, si notano la comparsa di emorragie e noduli dolorosi sulla pelle dei polpastrelli. Grave lesione ischemica delle estremità con tromboangioite obliterante si manifesta con dolori a riposo, mancanza di pulsazione delle arterie dei piedi e delle mani, ulcerazioni, disturbi trofici e cancrena delle dita, fino all'auto-amplificazione delle zone necrotiche.

Il coinvolgimento delle arterie coronarie è espresso dallo sviluppo di angina pectoris e infarto del miocardio. Con la sconfitta delle arterie mesenteriche, ci sono forti dolori all'addome, sanguinamento dal tratto digestivo, ulcere e necrosi della parete intestinale. Con l'interesse dei vasi cerebrali, è possibile lo sviluppo di ictus, neurite ischemica dei nervi ottici. La trombosi dell'arteria renale porta a cambiamenti dell'infarto nel parenchima renale.

Esacerbazioni di tromboangiite obliterante sono provocate dal fumo freddo e frequente, e l'infezione secondaria dei tessuti molli delle estremità è possibile.

Diagnosi di tromboangiite obliterante

In generale, e esami del sangue biochimici hanno rivelato cambiamenti non specifici: leucocitosi, aumento della VES, aumento della fibrina, seromukoide, aptoglobina, acidi sialici, γ-globuline. Uno studio immunologico determina gli antigeni HLA B5, A9, DR4. Un coagulogramma con tromboangioite obliterante rivela una maggiore coagulazione del sangue e aggregazione piastrinica.

Quando si esegue la termografia della pelle e la calorimetria, vengono determinate le zone a bassa temperatura, indicando disturbi circolatori nelle estremità distali. Il grado di disturbi del microcircolo è specificato durante la scansione dei radioisotopi (scintigrafia), USDG, reovasografia, angiografia a contrasto ai raggi X dei vasi periferici. Un ECG rivela cambiamenti ischemici nel cuore.

Trattamento della tromboangioite obliterante

Il trattamento farmacologico prevede l'assunzione di farmaci angiospasmolitici (xantinolo nicotinato, drotaverina, acido nicotinico, cinnarizina, alprostadil); analgesici non steroidei; agenti che migliorano gli indici reologici del sangue (pentossifillina, acido acetilsalicilico, dipiridamolo) e il trofismo tissutale (vitamine del gruppo B, acido nicotinico, monofosfato di adenosina, piridocarburo, dalargina).

Ai pazienti con tromboangioite obliterante vengono prescritti training walking, fotoemoterapia (UFOC, VLOK), plasmaferesi, emosorbimento, ossigenoterapia iperbarica e trattamento di sanatorio.

Con l'inefficacia della terapia conservativa, il paziente dovrebbe consultare un chirurgo vascolare. Il trattamento chirurgico della tromboangioite obliterante può includere la simpatectomia lombare, l'operazione di bypass dei vasi interessati, l'angioplastica con palloncino o l'amputazione degli arti.

Previsione e prevenzione della tromboangiite obliterante

Nella dinamica e nella prevenzione della tromboangiite obliterante, un ruolo significativo è svolto dall'esclusione dei fattori provocatori: alcool, fumo e ipotermia. A condizione che sia possibile ridurre la frequenza delle esacerbazioni, la prognosi della tromboangioite obliterante è soddisfacente. Nei pazienti che non aderiscono alle raccomandazioni e alla terapia negletta, le prospettive per la sicurezza del piede sono incerte.

Tromboangiite obliterante: il nemico mortale del fumatore

La tromboangiite obliterante (altrimenti, la malattia di Winievarter-Burger) è una malattia infiammatoria cronica caratterizzata da danni alle arterie e alle vene di piccole e medie dimensioni. Nella maggior parte dei casi, i vasi degli arti superiori e inferiori sono contemporaneamente colpiti.

Il numero principale di pazienti è rappresentato da uomini di età compresa tra 20 e 40 anni, che fumano per molto tempo e molto. Le conseguenze di questa malattia sono molto gravi: nel 10-25% dei casi gli arti inferiori vengono amputati ai pazienti e nel 4-11% c'è un esito letale.

Negli ultimi anni sono stati osservati cambiamenti nella struttura complessiva della malattia: il numero di donne affette da tromboangiite rappresenta già quasi un quarto del numero totale di pazienti. L'aumento è associato ad un aumento del numero di fumatori del sesso debole.

classificazione

Si distinguono tre tipi di tromboangioite obliterante:

La classificazione viene effettuata a seconda di dove si trovano i cambiamenti patologici. L'unico danno ai vasi delle estremità è caratteristico del tipo periferico di tromboangiite, mentre gli altri due tipi sono accompagnati da una serie di altri segni, tra cui, ad esempio, trombosi di vasi di mesenteri, sintomi coronarici, ecc.

Fasi e segni della malattia

Nel suo sviluppo, la malattia di Buerger attraversa diverse fasi, ognuna delle quali è caratterizzata da una serie specifica di sintomi. In quasi tutti i casi, è possibile osservare la sconfitta di 2 arti inferiori e (o) superiori. Spesso la malattia si manifesta attraverso un complesso di tre sintomi: claudicatio intermittente, migrazione della tromboflebite superficiale e sindrome di Raynaud.

Tra i primi sintomi di tromboangioite obliterante dovrebbero essere evidenziati:

  1. Dolore lancinante alle gambe e alle braccia;
  2. Aumento della sensibilità delle mani e dei piedi al freddo;
  3. Sensazione di affaticamento rapido;
  4. Pesantezza alle gambe (principalmente nei muscoli e nelle gambe del polpaccio);
  5. Formicolio e bruciore nella pianta e nelle dita dei piedi.

Per il prossimo grado di sviluppo della malattia sono caratterizzati da:

  • dita fredde;
  • intorpidimento delle dita;
  • claudicatio intermittente (questo è il sintomo più caratteristico);
  • viene anche rilevato un indebolimento della pulsazione o la sua completa assenza (il più delle volte ciò si osserva negli arti inferiori).

Il terzo stadio finale si manifesta sotto forma di necrosi profonda, ulcere trofiche e cancrena delle dita.

Altri sintomi

In aggiunta a quanto sopra, per la caratteristica tromboangiite:

  • gonfiore;
  • anidrosi o iperidrosi;
  • atrofia dei muscoli, aree separate della pelle;
  • iperpigmentazione.

Indipendentemente dallo stadio della malattia è caratterizzato da dolore doloroso nelle aree colpite. Questi dolori sono solitamente peggiori durante la notte.

Altri sintomi della malattia includono:

  1. Aumento della sensibilità delle estremità agli effetti del freddo. Esternamente, questo si manifesta sotto forma di una forte estinzione degli arti;
  2. L'emergere di nodi dolorosi sulla punta delle dita, così come le emorragie in quest'area.

Va anche notato che la tromboangioite obliterante è accompagnata da alcuni segni di accompagnamento:

  • infezioni cutanee secondarie;
  • lesioni del tessuto sottocutaneo.

La progressione della malattia è dovuta all'esposizione a basse temperature e fumo intenso. È interessante notare che tali manifestazioni di tromboangiite, come sensazioni dolorose a riposo, cancrena e ulcere trofiche, possono essere osservate solo pochi mesi dopo l'insorgenza della malattia, e in alcuni casi alcuni anni.

Nella malattia, ci sono periodi di esacerbazione ed emissione.

Cause della tromboangiite

Nella ricerca medica, c'è una discussione sulla natura della tromboangiite e l'eziologia della malattia non è stata chiarita. Tuttavia, il fumo è considerato la principale causa di trombangiite. Ne sono prova i risultati di molti anni di osservazioni, durante i quali non sono stati rilevati casi di malattia nei non fumatori. Pertanto, il fattore principale è il fumo, che causa una reazione allergica specifica o angiite tossica. Anche in una serie di studi si osserva che la tromboangiite può, per sua natura, essere una malattia autoimmune caratterizzata da una risposta immunitaria delle cellule a due tipi di collagene contenuto nei tessuti dei vasi sanguigni.

diagnostica

Nel corso della diagnosi della tromboangiite, vengono condotti numerosi studi, mirati principalmente ad escludere altre possibili malattie. Pertanto, l'ecocardiografia esclude gli emboli migrati dalla cavità cardiaca. Gli esami del sangue (per la determinazione del fattore reumatoide, anticorpi anti-centromerici, anticorpi anti-nucleari, complemento) consentono di escludere la vasculite. La sindrome antifosfolipidica viene eliminata testando gli anticorpi ai fosfolipidi.

Confermando la diagnosi, studiamo l'indice della caviglia-spalla, cioè il rapporto tra la pressione nella caviglia e la pressione sul braccio. Viene condotto uno studio immunologico durante il quale vengono rilevati determinati anticorpi. I risultati del coagulogramma indicano l'aggregazione delle piastrine e l'aumento della coagulazione del sangue. La pelle è sottoposta allo studio mediante calorimetria e termografia cutanea. Ciò consente di identificare i fallimenti nella circolazione degli arti inferiori. Infine, i cambiamenti caratteristici sono ben dimostrati dall'azografia.

trattamento

Dal momento che il fumo è considerato la causa principale della trombangiite obliterante, nel quadro del trattamento conservativo, il primo passo è abbandonare completamente questa abitudine dannosa. Inoltre, l'attenzione è rivolta all'eliminazione di altri fattori avversi: ipotermia, stimoli psico-emotivi.

Migliorare lo stato contribuisce all'utilizzo di farmaci con azione vasodilatatrice: no-spa, vazolastin, prodektin e alcuni altri. Oltre a questi farmaci, vengono anche prescritti anticoagulanti per normalizzare il sistema emostatico, trental e aspirina per migliorare la microcircolazione. Inoltre, possono essere usati farmaci anti-infiammatori.

Tuttavia, il trattamento della tromboangiite potrebbe essere operativo. I metodi specifici dipendono dallo stadio di sviluppo della malattia. Quindi, nella prima fase è possibile usare la simpatectomia lombare o toracica. I suoi obiettivi sono:

  1. rimozione dello spasmo periferico;
  2. sviluppo della circolazione circolatoria;
  3. espansione di precapillari, ecc.

Permesso e svolgimento di operazioni ricostruttive:

  • smistamento autoveno;
  • alloprotezirovaniya;
  • endoarteriectomia.

Per quanto riguarda l'ultima operazione, viene espresso un certo numero di precauzioni, poiché negli strati lasciati dopo la rimozione delle pareti del vaso, ci sono focolai di processi infiammatori che possono essere attivati. E in generale, le operazioni ricostruttive dirette vengono eseguite meno frequentemente, poiché la tromboangiite è spesso accompagnata dall'assenza di vie di deflusso e vi è una lesione simultanea delle vene safeniche.

Tutti questi fattori nella loro interezza possono successivamente portare allo sviluppo della trombosi. Per questo motivo, le operazioni ricostruttive, se eseguite, sono combinate con un'infusione intraarteriosa a lungo termine.

Nella terza fase della malattia, come notato, è possibile la cancrena dell'arto. In questi casi, i medici stanno cercando di eseguire un intervento vascolare ricostruttivo. In assenza della possibilità di eseguire questa operazione, si ricorre all'amputazione dell'arto interessato. La situazione più tipica in questa situazione è l'amputazione della gamba. Il livello specifico di amputazione è determinato tenendo conto delle condizioni delle arterie.

Otriterante tromboangiite (malattia del Buerger): foto dei sintomi e trattamento

Secondo l'Organizzazione mondiale della sanità, il 5% della popolazione mondiale soffre di malattie obliteranti delle arterie degli arti inferiori. L'80% di questi pazienti presenta lesioni vascolari multiple e il 60% di essi sviluppa ischemia e necrosi dei tessuti circostanti, che portano ulteriormente all'amputazione degli arti.

Tenendo conto di tali statistiche deprimenti, è necessario sapere cosa costituisce la tromboangiite degli arti inferiori, come si manifesta e i metodi esistenti di trattamento e prevenzione.

Definizione della malattia e le cause del suo sviluppo

La malattia di Buerger, o tromboangioite obliterante, è una malattia che si manifesta con l'infiammazione cronica dei vasi, principalmente le arterie e la loro successiva trombosi.

Come risultato dell'infiammazione, tutti e tre gli strati della parete vascolare sono danneggiati, il lume del vaso viene completamente ridotto e la nutrizione dei tessuti circostanti viene disturbata.

In primo luogo, i vasi delle gambe e dei piedi sono danneggiati, con la progressione della malattia le grandi arterie sono coinvolte nel processo: femorale, popliteo, iliaco.

Questa è una malattia maschile, il rapporto tra uomini e donne è 99: 1. La patologia ha preso il nome dal nome di uno scienziato che per primo la descrisse in dettaglio. Nella letteratura si può trovare il doppio nome malattia Vinivarter-Burger. Questo non è un errore, il ricercatore tedesco Vinivarter è stato il primo a descrivere la malattia.

Tra le ragioni che contribuiscono allo sviluppo della malattia, ci sono:

  • lesioni meccaniche;
  • malattie sistemiche di natura autoimmune;
  • dipendenza da nicotina;
  • ipotermia frequente;
  • congelamento delle estremità;
  • aumento del tono vascolare;
  • mancanza di vitamine nel corpo;
  • malattie infettive;
  • elevati livelli di lipidi nel sangue;
  • carico ereditario;
  • malattie endocrine.

Interessante! Molti medici ritengono che la causa dello sviluppo della malattia sia uno shock nervoso. Il sovraccarico cronico del sistema nervoso centrale porta al restringimento funzionale della nave e alla fornitura insufficiente di ossigeno. Negli anni '80 del XX secolo, sono stati condotti studi psicologici e sono stati studiati i tipi di personalità delle persone con tromboangiite.

classificazione

A seconda della localizzazione del processo patologico, è stata sviluppata una classificazione della malattia di Buerger. Ci sono tre tipi:

  1. Distale. Sono interessate le navi di piccolo calibro. Questo tipo è più comune, fino al 70% del numero totale di casi.
  2. Prossimale. Sono coinvolte grandi arterie (femore, brachiale, ginocchio). Ci vuole circa il 15-20%.
  3. Misto. Sono coinvolte navi grandi e piccole. Ha il corso più sfavorevole, il trattamento conservativo di questa specie è difficile.

La tromboangiite è una malattia caratterizzata da un andamento ondulatorio. I periodi di esacerbazioni sono sostituiti dalla remissione. A seconda dell'attività dei sintomi clinici, la malattia può manifestarsi in forme lievi, moderate e gravi. Ci sono 4 fasi:

  • ischemico, quando c'è solo danno funzionale;
  • trofico, in cui la nutrizione dei tessuti è disturbata;
  • necrotico, infatti è la morte dei tessuti circostanti a causa della completa mancanza di apporto di nutrienti e di ossigeno;
  • gangreno, il cui esito spesso diventa amputazione degli arti.

È importante! Ognuna di queste fasi ha un diverso grado di sintomi. Quanto prima il paziente va in clinica per la diagnosi e il trattamento, maggiore è la probabilità di non solo salvare l'arto, ma anche la qualità della vita.

Malattia della Buerger: sintomi e trattamento, tecniche diagnostiche

Per manifestare, cioè, iniziare, la tromboangiite può sotto le maschere di altre malattie. Il più delle volte si tratta di vasculite sistemica. Non ci sono sintomi specifici, quindi la loro valutazione da parte di un esperto è importante. Può verificarsi:

  • parestesia, cioè una violazione della sensibilità, nella punta delle dita delle mani o dei piedi. I pazienti lo descrivono come intorpidimento, gattonando, formicolio, sensazione di bruciore;
  • l'aspetto del freddo e del raffreddamento degli arti;
  • sindrome del dolore. È caratterizzato da una progressione graduale. In primo luogo, il dolore appare dopo uno sforzo fisico, camminare a lungo o stare in una posizione. Più tardi si fa sentire in pace. Localizzato principalmente nei muscoli del polpaccio;
  • zoppia;
  • scolorimento della pelle sopra il sito della nave alterata, appare prima iperemia (arrossamento), che viene sostituita da iperpigmentazione della pelle entro 2-3 settimane, acquista una tinta marrone, spesso macchiata;
  • gonfiore e segni di infiammazione;
  • cambiamenti necrotici, cancrena. Si verificano nelle fasi successive della malattia. Asimmetrico, colpisce principalmente le falangi delle dita;
  • mancanza di polso sulle arterie dei piedi, gambe.

Nella tromboangiite grave, tutti questi sintomi sono pronunciati, aumentando in dinamica. Non solo la nutrizione dei tessuti è disturbata, ma anche il funzionamento delle barriere protettive naturali. Le complicazioni batteriche infettive si uniscono, la cancrena umida si sviluppa. Le fotografie 1 e 2 mostrano la malattia di Burger in caso di un decorso grave.

Foto di Burger's Disease:

Diagnosi di tromboangiite obliterante

La diagnosi della malattia di Buerger è un compito complesso, che comprende la realizzazione sequenziale di diverse fasi. Vale a dire:

  1. Lo studio della storia della malattia. Il medico scoprirà la presenza di condizioni e abitudini di lavoro dannose, patologie accompagnatorie, se ci fossero forti tensioni, la natura del cibo e le caratteristiche dello stile di vita. Se sospetti che un fardello ereditario crei un albero genealogico.
  2. Ispezione oggettiva Il primo specialista che lo conduce è un terapeuta. Se necessario, nominerà un consulto con specialisti alleati: un neurologo, un chirurgo, un oculista. Egli valuta la gravità dei sintomi, pre-espone lo stadio della malattia. Insieme al chirurgo, con un processo pesante, decide la necessità dell'intervento chirurgico.
  3. Studi di laboratorio: emocromo completo con la formula, il livello di ESR, conta piastrinica. Necessario per valutare il grado di infiammazione, il rischio di trombosi, diagnosi differenziale con malattie di altri gruppi. L'analisi biochimica del sangue consente di valutare il lavoro del fegato, dei reni, del pancreas, per valutare lo sfondo ormonale del paziente. Se si sospetta che una malattia autoimmune prescriva uno studio sul livello di anticorpi specifici.
  4. Condurre test funzionali. Permette di rilevare i segni di mancanza di afflusso di sangue. Questi includono il test di Shamova utilizzando un bracciale, il fenomeno Panchenko, un sintomo di ischemia del piede.
  5. Metodi strumentali: dopplerografia, arteriografia, capillaroscopia, elettrotermometria.

Dopo aver raccolto i reclami, esaminando la storia e conducendo una ricerca obiettiva e di laboratorio, uno specialista può già effettuare una diagnosi preliminare. L'ulteriore implementazione dei metodi diagnostici strumentali richiede attrezzature speciali e viene effettuata in cliniche specializzate.

Principi di terapia

Il trattamento della tromboangioite obliterante comprende metodi conservativi e chirurgici. La terapia conservativa, cioè l'uso di droghe, fornisce:

  • assumere farmaci antispastici;
  • sollievo dal dolore;
  • ripristino dei processi metabolici;
  • uso di inibitori anti-trombosi: agenti antipiastrinici e anticoagulanti. Sono disponibili in moduli per uso esterno o interno;
  • eliminazione dei fattori che hanno causato direttamente lo sviluppo della malattia. Prevede il rifiuto della nicotina, l'evitamento dello stress emotivo, il trattamento di infezioni croniche o disturbi somatici concomitanti.

Con l'inefficacia di tutte le attività di cui sopra, la progressione dei sintomi, lo sviluppo di necrosi e cancrena, decidono l'intervento chirurgico. Questo problema è affrontato dal chirurgo vascolare. Può essere usato:

  • smistamento, cioè la creazione di un percorso vascolare per bypassare l'area interessata;
  • stenting - l'istituzione di un quadro speciale che non consente alle pareti della nave di cadere;
  • sostituzione della nave con un analogo artificiale;
  • rimozione della zona interessata della nave (endarterioectomy).

Nei casi avanzati, l'uso di questi metodi è poco pratico: eseguono l'amputazione degli arti. Il livello di amputazione è determinato individualmente, a seconda dell'altezza del danno.

È importante! L'uso della fisioterapia è indicato come parte di una terapia farmacologica completa. Progressione della malattia, necrosi e cancrena - controindicazioni per la sua attuazione!

conclusione

Considerando che la tromboangioite obliterante è una malattia causata da una combinazione di vari fattori, con un esito sfavorevole del suo corso in caso di diagnosi tardiva e assenza di trattamento, è necessario consultare uno specialista quando compaiono i primi sintomi clinici.

La diagnosi precoce è la via per la preservazione degli arti.

Qual è la tromboangiite obliterante della Buerger?

La tromboangioite obliterante (PTA) è un'infiammazione dei vasi sanguigni in cui le arterie e le vene di piccolo o medio calibro degli arti sono più spesso colpite. In questa malattia si manifesta vasocostrizione, così come la formazione di coaguli di sangue nel loro lume, che interrompe la circolazione sanguigna nelle aree del corpo colpite. Tutto ciò alla fine porta all'ischemia tissutale, e nei casi più gravi, è possibile la sua estinzione - lo sviluppo di cancrena. Molto spesso gli uomini di età compresa tra i 40 ei 45 anni che sono forti fumatori, compresi quelli che usano tabacco da masticare, soffrono.

Leggi in questo articolo.

Cause della malattia di Burger

La ragione affidabile per lo sviluppo di questa vasculite (infiammazione vascolare) nell'uomo non è nota. Tuttavia, il fumo gioca un ruolo nella progressione di questa patologia. Gli scienziati suggeriscono che alcune persone hanno una predisposizione genetica. Inoltre, è possibile che la tromboangioite obliterante di burgher sia una malattia autoimmune. Questo è il risultato di un errato attacco ai propri tessuti del sistema immunitario del corpo. Alcuni studi hanno stabilito un legame tra PTA e ipercoagulazione (disturbo della coagulazione), disfunzione vascolare della muscolatura liscia e malattie infettive.

Manifestazioni cliniche (paziente "tipico")

La classica presentazione della malattia è un giovane che è un forte fumatore, i sintomi della tromboangioite obliterante si verificano in lui prima dell'età di 40 - 45 anni. Molto spesso, l'OTA è confusa con la migrazione di tromboflebiti o aterosclerosi obliterante.

I primi segni di PTA sono la comparsa di claudicatio intermittente e / o dolore alle mani durante lo spostamento (circa il 20% dei casi). L'intensità del dolore aumenta con il progredire della malattia, appare a riposo e porta all'insonnia. Inoltre, ci sono altri segni di vasculite:

  • sbiancamento dell'arto colpito;
  • il dolore aumenta con l'aumentare dell'attività fisica;
  • i sintomi compaiono quando la temperatura ambiente scende o durante lo stress emotivo;
  • intorpidimento e pelle d'oca;
  • cambiamenti atrofici, ulcerazioni cutanee e sintomi di cancrena;
  • indebolimento dell'impulso o mancanza di esso sull'arto colpito.

Nelle fasi iniziali, la tromboangioite obliterante degli arti inferiori ripete la clinica del fenomeno di Raynaud, che si verifica nel lupus eritematoso sistemico e nella sclerodermia. Pertanto, il medico prescrive abbastanza spesso test diagnostici per distinguere tra queste malattie. E a volte diventa necessario condurre una diagnosi differenziale di diabete e patologia, che è associata a disturbi emorragici.

Procedure diagnostiche

Non ci sono marcatori sierologici speciali per aiutare a confermare la diagnosi. Di solito, i medici prescrivono test di laboratorio per escludere altre malattie in cui vi è un'infiammazione dei vasi sanguigni. Ad esempio, per escludere il diabete mellito, il lupus eritematoso sistemico e altre collagenosi, vengono eseguiti i test rilevanti.In genere, per valutare l'espressione del letto vascolare vengono utilizzati i seguenti metodi di imaging medico:

  • angiografia: consente di identificare i segni angiografici caratteristici della malattia di Buerger (ma non patognomonica);
  • L'ecografia Doppler, un metodo di ricerca ecografica, è diventata di recente ampiamente utilizzata;
  • ecocardiogramma;
  • biopsia cutanea degli arti colpiti.

Trattamento della malattia

La prima cosa che i medici raccomandano di solito è smettere di fumare immediatamente. Oggi è l'unica misura terapeutica con provata efficacia. Altre raccomandazioni aggiuntive includono:

  • massaggio leggero e calore locale per migliorare la circolazione sanguigna;
  • evitare situazioni in cui la circolazione periferica si sta deteriorando, ad esempio l'esposizione al freddo;
  • eliminare una lunga permanenza in piedi o seduti;
  • non camminare scalzi, il che consente di evitare traumi alla pelle dei piedi;
  • non indossa abiti grossolani e limitanti il ​​movimento;
  • trattare eventuali lesioni immediatamente.
  • l'aspirina, ma recentemente sta iniziando a estinguere iloprost (prostaglandina sintetica), come dimostrato, la sua efficienza è più elevata;
  • vengono utilizzati anche bosentan, antagonisti del recettore dell'endotelina, ma sono necessari ulteriori studi per confermare l'efficacia di quest'ultimo;
  • bloccanti dei canali del calcio, steroidi, anticoagulanti e farmaci antipiastrinici sono inefficaci;
  • si ritiene che la malattia possa essere curata da un componente contenuto nel tabacco - la nicotina. Per questo è prescritta la terapia sostitutiva della nicotina. Tuttavia, recentemente sono emerse prove indicanti che il "tabacco senza fumo" contribuisce alla progressione dell'ischemia negli arti. Pertanto, è auspicabile rifiutare tutti i prodotti del tabacco.
  • i farmaci vasocostrittori dovrebbero essere evitati.

Sono apparse pubblicazioni sull'efficacia del trattamento dell'ischemia con la terapia con cellule staminali.

  • la simpatectomia lombare può eliminare le manifestazioni della malattia, ma un risultato positivo è solitamente temporaneo;
  • simpaticectomia periarteriosa;
  • la chirurgia del bypass vascolare con questa patologia è inefficace, tuttavia sono comparsi nuovi metodi di angioplastica estesa, dopo i quali è stato osservato un miglioramento clinico prolungato;
  • stimolazione del midollo spinale: viene mostrato che il numero di amputazioni diminuisce;
  • amputazione degli arti.

prospettiva

La malattia progredisce nei pazienti che non smettono di fumare. L'unico modo provato per prevenire il peggioramento dei sintomi è quello di scartare tutti i tipi di prodotti a base di tabacco. Se smetti di fumare, i sintomi possono scomparire senza alcun trattamento aggiuntivo. Una delle complicanze gravi è l'ischemia tissutale grave con successivi cambiamenti cancrenosi. Di regola, questa situazione richiede l'amputazione degli arti.

La tromboangioite obliterante è un importante rappresentante della vasculite sistemica di eziologia sconosciuta, sebbene esista una chiara correlazione con il fumo. I segni clinici e i dati angiografici aiutano a stabilire la diagnosi. Smettere di fumare è l'unico modo efficace per prevenire la progressione della malattia. Il trattamento farmacologico può migliorare i sintomi, ma non impedisce i cambiamenti patologici che si verificano nei vasi.

Alcuni tipi di intervento chirurgico possono migliorare il flusso sanguigno periferico, ritardando così il tempo di amputazione. Nuovi farmaci - prostaglandine, bosentan e terapia con cellule staminali - stanno mostrando risultati incoraggianti. La diagnosi precoce e il trattamento tempestivo della tromboangiite di Burger possono ridurre la probabilità di amputazione degli arti.

C'è obliterante endoarterite nei fumatori, con congelamento, così come con le tossine. Sintomi: dolore agli arti inferiori, claudicatio intermittente e altri. Solo una diagnosi precoce delle navi aiuterà ad evitare la cancrena e il trattamento chirurgico.

Le ulcere trofiche degli arti inferiori si presentano per vari motivi: vene varicose, diabete mellito e altri. Il trattamento con metodi popolari può solo aggravare la situazione. Droghe e medicazioni - mezzi affidabili nella lotta contro le ulcere.

All'inizio dell'oncoprocesso, la persona può spingere il corpo a dare alcuni sintomi. Uno di questi è la tromboflebite migratoria. Come viene rilevato e trattato?

Se improvvisamente c'è zoppia, dolore mentre si cammina, allora questi segni possono indicare l'obliterazione dell'aterosclerosi dei vasi degli arti inferiori. Nello stato trascurato della malattia, che si verifica in 4 fasi, può essere necessaria un'operazione di amputazione. Quali sono le possibili opzioni di trattamento?

Le ragioni per cui la sindrome di Raynaud si manifesta sono radicate in vibrazioni costanti, a causa delle quali i vasi delle dita cambiano. La sindrome senza trattamento può essere una vera malattia, e quindi i metodi popolari non aiuteranno. Prima si notano i sintomi, si inizia il trattamento, meglio è.

Negli arti inferiori, la tromboflebite delle vene superficiali si verifica più spesso. Ha varie forme - acute, superficiali, ascendenti, subacute, vene safene. Solo un'individuazione e un trattamento tempestivi salveranno dalle tristi conseguenze.

Il blocco dei vasi sanguigni nelle gambe si verifica a causa della formazione di un coagulo o trombo. Il trattamento sarà prescritto a seconda di dove il lume è ristretto.

Se i piccoli vasi sanguigni e capillari sulla pelle si infiammano, questo potrebbe segnalare che la vasculite urtikar è iniziata. Capire correttamente i sintomi aiuterà il medico.

Si sospetta che la TCMS delle arterie degli arti inferiori sia sospettata di cambiare, dopo l'intervento chirurgico. Può essere eseguito in combinazione con angiografia a contrasto per i vasi delle gambe, l'aorta addominale.

Informazioni sui sintomi e sul trattamento della malattia di Buerger

Tale lesione delle vene e delle arterie più piccole, descritta da un medico austriaco F. Vinivarter e nominata malattia di Burger, a nome di un medico americano che ha iniziato a studiare questa malattia, appartiene alla classe delle malattie del cuore e dei vasi sanguigni. Ci sono diversi sinonimi per il nome di questa malattia, vale a dire:

  • migrazione tromboflebite;
  • tromboangioite obliterante.

A proposito di patologia

I sintomi e il trattamento della tromboangioite obliterante, che saranno descritti di seguito, implicano cambiamenti nei piccoli vasi muscolari e più spesso si manifestano nelle estremità.

La malattia di Burger è diversa dalle manifestazioni aterosclerotiche in quanto:

  • non ci sono placche tra i gusci;
  • le arterie non contengono fibre elastiche;
  • le arterie stesse hanno un diametro sostanzialmente più piccolo rispetto a quello dell'arteriosclerosi;
  • i cambiamenti avvengono simultaneamente anche in piccoli vasi venosi.

motivi

La malattia di Burger può manifestarsi per una serie di motivi, ha un carattere multifattoriale, che non è stato ancora completamente studiato, ad esempio:

  • infettiva, nota dal Dr. Burger, che ha notato che le lesioni di solito contengono streptococchi, salmonella;
  • fattore associato alla malattia del sistema nervoso (stress, duro lavoro;
  • la natura dei disturbi endocrini, l'aumento dei livelli di ormoni nelle ghiandole surrenali;
  • un processo autoimmune associato a una ridotta produzione di linfociti;
  • effetti negativi della nicotina, che spesso causa crampi e trombosi;
  • fattori che contribuiscono a lesioni, lesioni agli arti inferiori;
  • fattore ereditario in cui la tromboangioite obliterante viene spesso trasmessa attraverso la linea maschile.

sintomi

Le manifestazioni dei sintomi di questa malattia si osservano soprattutto negli uomini che hanno già superato i 20 anni.

Sintomi e sensazioni in cui spesso inizia la malattia:

  • intorpidimento ai piedi, bruciore alle piante dei piedi, dita dei piedi;
  • freddolosità dei piedi, specialmente durante la stagione fredda;
  • perdita di sensibilità delle dita dei piedi.

Dopo un po 'di tempo, inizia:

  • ferire i vitelli, quando camminare sembra zoppicare;
  • il dolore è localizzato nei muscoli del polpaccio;
  • dolore radiante, dato su o giù dal luogo della sua localizzazione;
  • i dolori non permettono di andare normalmente, costringendo una persona a zoppicare;
  • durante una tregua, i dolori possono scomparire, ma poi riprendono quando si cammina.

Circa l'inizio della malattia

La tromboangiite obliterante inizia più spesso con la flebite migratoria abituale, che colpisce principalmente le vene e questo causa distruzione e infiammazione delle pareti dei vasi. E il focus dell'infiammazione si muove attraverso il corpo (migra), manifestandosi in luoghi diversi. I sintomi di tali flebiti sui piedi e sulle piante dei piedi diventano evidenti e visibili:

  • sigilli posteriori;
  • arrossamento della pelle sulla zona danneggiata;
  • la diffusione di sigilli dolenti alle gambe e alle caviglie;
  • c'è un segno sulla pelle, simile alla pigmentazione marrone.

Forme della malattia

Quando la malattia passa in forma lieve, quindi con un decorso positivo della malattia, il dolore può manifestarsi durante i primi movimenti, ma poi la persona è in grado di adattarsi e camminare senza fermarsi, quasi zoppicando.

Simile all'embolia, le piccole navi danneggiate possono ripristinare la circolazione sanguigna, bypassando le aree danneggiate.

Forme gravi della malattia Vinivarter-Burger sono caratterizzate da esacerbazioni frequenti e gravi associate ad alterazioni del flusso sanguigno nei vasi delle gambe e sono caratterizzate da:

  • sindromi dolorose intense;
  • dolori fastidiosi durante il giorno e la notte, anche in assenza di carico;
  • la caratteristica postura di un malato seduto di notte a massaggiarsi la gamba dolorante;
  • la comparsa di macchie marroni sulle dita, che indica la necrosi del tessuto all'inizio della cancrena secca;

Classificazione tromboangiite

Quando si cerca di classificare queste malattie, vengono presi in considerazione i cambiamenti patologici e la loro localizzazione, il che rende possibile attribuire la malattia di Buerger a diversi tipi:

  • periferico (distale o inferiore tipo - nel 65% dei casi lesione degli arti inferiori è caratteristico);
  • viscerale (nel tipo prossimale della malattia nel 20% dei casi, include la lesione nelle arterie iliache e femorali, i sintomi coronarici e la trombosi vascolare);
  • al tipo misto di lesioni vascolari si aggiunge il rimanente 15% di questa malattia, in cui entrambi i tipi di cui sopra sono presenti contemporaneamente.

Stadio della malattia

Con la classica tromboangioite obliterante in via di sviluppo di Berger, i seguenti cambiamenti nei vasi sono tipici:

  • il primo stadio della malattia di solito manifesta la distrofia delle terminazioni nervose delle cellule vascolari;
  • la fase successiva è caratterizzata da sintomi classici di ischemia arteriosa delle gambe (insufficienza circolatoria);
  • poi inizia la crescente proliferazione dei tessuti connettivi nell'area della lesione, con la sua trombosi accompagnatoria, diminuzione della frequenza cardiaca sui piedi;
  • nella fase successiva di necrosi e ulcerazione, il dolore si intensifica e appaiono delle macchie scure sulle gambe;
  • all'ultima fase cancrena si osservano carie tissutale, infezione di ferite e possibile sepsi.

diagnostica

I chirurghi di solito non hanno difficoltà a diagnosticare la malattia a causa dell'aspetto caratteristico degli arti inferiori, con una pulsazione dei piedi difficile da determinare. Per confermare la diagnosi, utilizzare l'esame per scopi specifici delle navi:

  • USDG, su cui eseguono l'ecografia Doppler, studiando le possibilità del flusso sanguigno nei vasi sanguigni;
  • capillaroscopio, per studiare i piccoli capillari colpiti, per scoprire le loro condizioni;
  • reovasografo per la registrazione delle onde del polso;
  • angiografo speciale per l'introduzione di un agente di contrasto nell'arteria della coscia.

Trattamento conservativo

Nelle prime fasi della tromboangiite obliterante, il trattamento viene solitamente prescritto da metodi conservativi nei quali:

  • scoprire fattori stimolanti per prevenirli ed eliminarli;
  • raggiungere la normalizzazione del sistema nervoso con l'aiuto di sedativi;
  • prescrivere il movimento (camminare) per stimolare la circolazione del sangue muscolare;
  • effettuare la nomina di iniezioni di acido nicotinico e farmaci antispastici;
  • utilizzare anticoagulanti per prevenire lo sviluppo di trombosi;
  • prescrivere procedure di fisioterapia utilizzando correnti diadinamiche, camere di pressione per l'ossigenazione del sangue;
  • inviato per il trattamento di sanatorio.

Trattamento farmacologico

Quando si tratta questo tipo di prescritto:

  • farmaci angiospasmolitici (Xantinol, Drotaverin, Cinnarizine);
  • analgesici non steroidei;
  • migliorare il trofismo tissutale (acido nicotinico, Dallargin, vitamine del gruppo B).

Trattamento chirurgico

Dopo una diagnosi, un chirurgo specializzato in vasi può raccomandare un tipo specifico di chirurgia. Uno di questi, ad esempio, riguarda lo smistamento dell'arteria poplitea o femorale, condotto come segue:

  • subire un intervento chirurgico per rimuovere una nave danneggiata (lunga fino a 15 cm);
  • effettuare un intervento chirurgico di bypass, creando un vaso di bypass, in modo che il flusso sanguigno passi, bypassando il coagulo di sangue formato;
  • eseguire lo stent, cioè posizionare il telaio del filo della molla nel vaso stesso;
  • vasi protesici con analoghi sintetici.

Quando si verificano condizioni di cancrena, il trattamento conservativo non viene effettuato. In questo caso, viene mostrata solo un'amputazione economica dei tessuti interessati.

La tromboangiite obliterante si trova più spesso nei fumatori di sesso maschile di 20-40 anni e solo il 5% ha una malattia nelle donne.

Quindi, se i sintomi dolorosi compaiono nelle gambe, soprattutto quando si cammina, è meglio consultare un medico specializzato in vasi sanguigni (angiosurgeon) in tempo per diagnosticare, esaminando le condizioni delle arterie negli arti superiori e inferiori. Se necessario, effettuare un trattamento appropriato per prevenire la progressione della malattia.

Tromboangiite obliterante (malattia di Buerger): sintomi e trattamento

Tromboangiite obliterante (malattia di Buerger) - sintomi principali:

  • Debolezza nelle gambe
  • Debolezza nelle mani
  • Intorpidimento degli arti
  • Dolore agli arti
  • Pelle che brucia
  • zoppaggine
  • Intorpidimento delle dita delle mani e dei piedi
  • Formicolio alle dita
  • Dolore quando si cammina

La tromboangiite obliterante o la malattia di Buerger è una malattia caratterizzata come un processo infiammatorio acuto che si verifica in piccoli vasi degli arti inferiori. Raramente, ma può ancora influenzare i vasi cerebrali e il sistema nervoso centrale. Nel gruppo di rischio principale ci sono giovani uomini. Ma la malattia non aggira il lato e il fumo delle donne.

eziologia

La malattia di Vinivarter-Burger oggi non ha un'eziologia esatta. Ma, come dimostra la pratica medica, tali fattori possono provocare lo sviluppo della tromboangiite:

  • anomalie congenite;
  • reazioni autoimmuni nel corpo;
  • ipotermia frequente degli arti inferiori inferiori;
  • esposizione a sostanze chimiche nel corpo;
  • abuso di alcol, fumo (soprattutto per le donne).

Per questo motivo, prevenire la malattia è piuttosto difficile. Nelle prime fasi è difficile da diagnosticare.

classificazione

Nella medicina ufficiale è stata adottata una classificazione della tromboangiite in base alla natura della localizzazione e allo stadio di sviluppo.

Per la natura della localizzazione, la tromboangioite obliterante può essere dei seguenti tipi:

  • periferico (colpisce principalmente i vasi degli arti inferiori);
  • viscerale (possibile trombosi dei vasi del mesentere);
  • tipo misto (quadro clinico delle due precedenti sottospecie).

Per quanto riguarda le fasi della trombangiite, ci sono un totale di tre:

  • angiospastic;
  • angiotromboticheskaya;
  • angioskleroticheskaya.

Nell'ultima fase dello sviluppo della malattia di Buerger, il processo è irreversibile, l'amputazione degli arti viene eseguita, mentre la cancrena si sviluppa.

Sintomi generali

La tromboangioite obliterante nella fase iniziale potrebbe non dare alcun segno. Vale anche la pena di notare che in caso di malattia di Burger tutte le navi sono coinvolte nel processo patologico, ma i sintomi si manifestano più chiaramente nei vasi degli arti inferiori o superiori.

Poiché la tromboangiite si sviluppa, possono verificarsi i seguenti sintomi:

  • intorpidimento delle dita o dell'intero arto;
  • dolore quando si cammina;
  • zoppia senza una ragione apparente;
  • un'improvvisa sensazione di debolezza nelle braccia o nelle gambe;
  • disagio agli arti (bruciore, bruciore alle dita).

Con il progredire della malattia, un dolore severo e acuto può disturbare il paziente anche a riposo.

Vale la pena notare che i sintomi di questa natura possono indicare altre malattie. Pertanto, l'automedicazione, in questo caso, è inaccettabile. La tromboangiite richiede solo cure mediche specializzate e competenti. Altrimenti, la cancrena può svilupparsi e tutto il corpo si infetterà.

Nell'ultima fase dello sviluppo della malattia, il quadro clinico generale, che è descritto sopra, può essere integrato con i sintomi della tromboflebite (infiammazione acuta delle pareti vascolari).

diagnostica

Condizionalmente, la diagnostica per sospetta tromboangiite può essere suddivisa nelle seguenti fasi:

  • esame personale, anamnesi;
  • analisi di laboratorio e strumentali;
  • fare una diagnosi.

Con i sintomi di cui sopra, fare riferimento a un reumatologo o flebologo. In casi estremi, al chirurgo. Dopo aver esaminato e chiarito la storia personale e familiare, il medico prescrive metodi diagnostici di laboratorio e strumentali.

I metodi di ricerca di laboratorio includono quanto segue:

Il programma di analisi strumentali include quanto segue:

  • esame ecografico duplex;
  • Raggi X;
  • perforare la biopsia del materiale;
  • angiografia;
  • TAC (se vi è il sospetto di una lesione di vasi cerebrali).

Sulla base di tutti i risultati ottenuti, il medico può diagnosticare la tromboangiite obliterante e prescrivere il trattamento corretto.

trattamento

Il trattamento della tromboangiite comporta:

  • terapia farmacologica;
  • fisioterapia;
  • intervento chirurgico

Se la malattia viene diagnosticata in una fase precoce dello sviluppo, allora è possibile rinunciare a trattamenti complessi, senza intervento operabile. Ma, come dimostra la pratica, nella fase iniziale dello sviluppo del processo patologico, è abbastanza difficile individuare la malattia.

Il trattamento farmacologico prevede l'assunzione di tali farmaci:

  • antinfiammatorio ad ampio spettro;
  • per assottigliare il sangue;
  • per l'espansione di piccole navi.

Se le terapie farmacologiche e quelle di fisioterapia non danno risultati positivi, allora viene prescritto un intervento chirurgico. Lo smistamento è principalmente utilizzato. È eseguito da un chirurgo vascolare. Nel caso in cui la malattia abbia l'ultimo stadio di sviluppo e si osservi cancrena, viene eseguita l'amputazione degli arti.

Come trattamento fisioterapeutico, il sangue viene irradiato con raggi ultravioletti. L'eparina è anche prescritta al paziente.

Il trattamento precoce dà buoni risultati e praticamente elimina lo sviluppo di complicanze. Pertanto, in presenza di sintomi, è necessario consultare immediatamente un medico. L'auto-medicazione, in questo caso, è inaccettabile.

prevenzione

La base dei metodi preventivi è l'eliminazione completa di tutti i fattori provocatori:

  • il fumo;
  • bere eccessivo;
  • arti ipotermiche.

Soprattutto tali precauzioni dovrebbero essere seguite da coloro che hanno già sofferto di malattia di Burger. Con un trattamento adeguato e tempestivo, la prevenzione, la malattia non influisce sulla durata della vita umana.

Se pensi di avere tromboangiite obliterante (malattia di Buerger) e i sintomi caratteristici di questa malattia, i medici possono aiutarti: reumatologo, chirurgo.

Suggeriamo inoltre di utilizzare il nostro servizio di diagnostica online delle malattie, che seleziona le possibili malattie in base ai sintomi inseriti.

La sindrome di Guillain-Barre è un gruppo di malattie autoimmuni acute caratterizzate da una rapida progressione. Il periodo di rapido sviluppo è di circa un mese. In medicina, questo disturbo ha diversi nomi: paralisi di Landry o polineurite idiopatica acuta. I sintomi principali sono la debolezza muscolare e la mancanza di riflessi, che si presentano sullo sfondo di un esteso danno ai nervi (come risultato del processo autoimmune). Ciò significa che il corpo umano accetta i suoi stessi tessuti come estranei e l'immunità forma anticorpi contro le membrane nervose colpite.

Un microstroke del cervello è una malattia che si traduce in un disturbo circolatorio transitorio, così come un attacco ischemico del cervello. I sintomi di un microstroke sono molto simili ai sintomi di un ictus, ma c'è una differenza tra loro. Tutti i segni di un microstroke possono durare da pochi minuti a 24 ore.

L'ischemia è una condizione patologica che si verifica con un netto indebolimento della circolazione sanguigna in una certa parte dell'organo o in tutto l'organo. La patologia si sviluppa a causa di una diminuzione del flusso sanguigno. La mancanza di circolazione sanguigna provoca una violazione del metabolismo e porta anche alla distruzione del funzionamento di alcuni organi. Vale la pena notare che tutti i tessuti e gli organi del corpo umano hanno una diversa sensibilità alla mancanza di afflusso di sangue. Meno sensibili sono le cartilagini e le strutture ossee. Più vulnerabile: il cervello, il cuore.

L'eliminazione dell'aterosclerosi degli arti inferiori è una malattia cronica che colpisce le grandi arterie, portando a vari gradi di insufficienza circolatoria. I sintomi principali dell'espressione della malattia sono: stanchezza delle gambe mentre si cammina, spesso zoppia e intorpidimento dei piedi.

Il meningioma è un tumore che si forma nella regione del midollo spinale o del cervello da gusci di ragni aracnoidi. Può avere una forma sferica oa forma di ferro di cavallo, e molto spesso si collega alle membrane dure del midollo spinale o del cervello, e il centro di crescita in esso non è principalmente uno, ma diversi.

Con l'esercizio e la temperanza, la maggior parte delle persone può fare a meno della medicina.

Per Saperne Di Più I Vasi