Caratteristiche del trattamento della tromboflebite durante la gravidanza

Thrombophlebitis è una condizione caratterizzata dalla presenza di infiammazione nelle pareti dei vasi e la formazione di coaguli di sangue in questo luogo. Le donne incinte sono particolarmente inclini a questa patologia. Ciò è dovuto a cambiamenti nel corpo immediatamente dopo l'inizio della gravidanza. Prima di tutto, a causa della ristrutturazione del corpo, coaguli di sangue. Un carico aggiuntivo sul sistema vascolare ha la placenta - il terzo cerchio della circolazione sanguigna. In un secondo momento, lo sviluppo della tromboflebite è influenzato da un utero allargato, causando un aumento della pressione intra-addominale. Patologia delle vene profonde si verifica in tre donne in gravidanza su un migliaio, le vene superficiali sono colpite molto più spesso.

La tromboflebite durante la gravidanza ha il suo codice nel sistema ICD-10:

  • Sconfitta O22.2 delle vene superficiali;
  • O22.3 lesione delle vene profonde delle gambe.

Fattori di rischio per la tromboflebite

La gravidanza stessa è un fattore di rischio per i coaguli di sangue a causa di tutti i motivi sopra esposti. Tuttavia, se sono presenti ulteriori fattori, il rischio di sviluppare tromboflebiti diventa significativamente più alto:

  • alto indice di massa corporea;
  • prolungata permanenza in posizione seduta o in piedi, riposo a letto prolungato;
  • infezione;
  • malattie cardiache e vascolari;
  • vene varicose;
  • aumento della coagulazione del sangue (ereditaria o acquisita);
  • contraccettivi ormonali, farmaci glucocorticoidi;
  • fine preeclampsia.

I sintomi della malattia nelle donne in gravidanza

Tipicamente, la tromboflebite durante la gravidanza è un processo associato alle vene varicose delle gambe. Il più delle volte colpisce le vene della regione pelvica e i vasi profondi degli arti inferiori.

Il processo acuto è caratterizzato da un improvviso dolore ai muscoli delle gambe durante la deambulazione. La sindrome del dolore può verificarsi durante la compressione o il massaggio dei muscoli della gamba. Sotto la pelle, il tronco venoso è sentito come una corda densa e dolorosa. Le gambe si gonfiano, diventano bluastre. Con la sconfitta delle vene profonde degli arti inferiori, il gonfiore è più pronunciato, la temperatura può anche aumentare, i segni di intossicazione generale appaiono.

A volte una lesione acuta delle vene può svilupparsi nell'immediato periodo postpartum (da due settimane a un mese dopo il parto).

La diagnosi di tromboflebite nelle donne in gravidanza non differisce dalle normali misure diagnostiche: coagulazione del sangue, esame ecografico dei vasi degli arti inferiori; Esame ecografico doppler Se i sintomi della malattia indicano la sconfitta delle vene profonde delle gambe, viene prescritta la flebografia.

La scintigrafia con fibrinogeno è proibita come metodo diagnostico per le donne incinte. Può innescare lo sviluppo di ipotiroidismo nel feto.

Metodi di trattamento della tromboflebite

Il trattamento delle lesioni tromboflebitiche dei tronchi venosi in donne in gravidanza richiede un approccio speciale. La maggior parte dei farmaci utilizzati ha la capacità di penetrare la barriera placentare e può influenzare negativamente lo sviluppo del feto. Solo il medico-flebologo dovrebbe decidere l'urgenza del trattamento e i metodi di terapia.

Quale sarà il trattamento: conservativo o operativo, è deciso sulla base della gravità del processo tromboflebitico, la posizione del trombo, la durata della gravidanza e le caratteristiche del suo corso. Spesso, il trattamento viene eseguito in un ospedale. L'obiettivo principale della terapia è ripristinare il flusso sanguigno attraverso i vasi degli arti inferiori. I metodi di trattamento sono selezionati i più benigni. Ad esempio, con la sconfitta dei tronchi venosi della gamba e del terzo inferiore della coscia, è preferibile solo la terapia farmacologica. Nelle prime fasi dello sviluppo della malattia, vengono utilizzate pomate con eparina, troxerutina e compresse di fenilbutazone. È necessario utilizzare la biancheria intima da compressione, non solo per il trattamento della tromboflebite, ma anche come misura preventiva. Bende fresche vengono applicate sull'arto colpito e creano una posizione elevata delle gambe.

Il principale trattamento farmacologico è l'uso dei seguenti gruppi di farmaci:

  • anti-infiammatori;
  • agenti antipiastrinici;
  • antistaminici;
  • venotoniki;
  • trombolitici.

La tromboflebite nelle donne in gravidanza non viene trattata con antibiotici, poiché il processo non è purulento (asettico) in natura. Durante la gravidanza, non è possibile utilizzare anticoagulanti indiretti. In accordo con le raccomandazioni internazionali generalmente accettate, le eparine a basso peso molecolare sono farmaci di prima scelta nelle donne in gravidanza. Sono sicuri ed efficaci.

Il processo tromboflebitico ascendente in rapido sviluppo, in particolare delle vene profonde, richiede un intervento chirurgico urgente. Urgenza dovuta al fatto che questa condizione minaccia lo sviluppo di embolia polmonare.

Rimuovere parte del tronco vascolare insieme a masse trombotiche. Per la trombectomia nelle donne in gravidanza applicare l'anestesia locale. Con l'aiuto della tecnologia moderna, il medico determina la localizzazione esatta di un coagulo di sangue ed esegue la resezione della nave colpita. In contrasto con la sconfitta delle vene profonde, con la sconfitta della superficie, applicare l'operazione Troyanova-Trendelenburg (imposizione di legatura sulla grande vena safena della coscia).

Se, dopo un ciclo di terapia o un intervento chirurgico completato, sulla base di esami diagnostici di controllo, viene determinata una tendenza positiva, allora la donna è autorizzata a ricevere l'auto-consegna. Tali consegne non richiedono condizioni particolari o formazione, ad eccezione del costante utilizzo della biancheria intima da compressione prima e dopo il parto. Durante il parto viene utilizzato il bendaggio elastico dei piedi.

Per la prevenzione delle donne in gravidanza ad alto rischio di tromboflebite, sono prescritte eparina e acido acetilsalicilico.

L'autotrattamento della tromboflebite delle vene superficiali o profonde delle gambe nelle donne in gravidanza è inaccettabile, poiché questa malattia minaccia la vita non solo della madre, ma anche del bambino. Il trattamento dovrebbe essere fatto solo da un medico.

La gravidanza è possibile con la trombosi e come trattare la patologia nelle donne incinte?

La gravidanza è possibile con la trombosi?

La coagulazione del sangue è un meccanismo speciale che inizia quando i vasi sanguigni sono danneggiati. Tuttavia, accade che il sistema fallisca e che i coaguli di sangue inizino a formarsi nei vasi sanguigni senza comprometterne l'integrità. Una tale deviazione è spesso osservata nelle donne in gravidanza, il cui corpo dovrà portare un doppio carico.

Tuttavia, non si dovrebbe pensare che in presenza di trombosi venosa profonda degli arti inferiori la gravidanza sia impossibile. Per eseguire e dare alla luce un bambino, avendo una malattia simile, è possibile, inoltre, molto bene. Il compito principale della madre in questo caso è visitare regolarmente il medico per valutare le condizioni delle vene colpite.

Non si dovrebbero prendere misure per eliminare i sintomi della trombosi. È particolarmente necessario abbandonare l'uso di unguenti o gel senza prescrizione medica, poiché la maggior parte di essi sono rigorosamente controindicati durante la gravidanza.

Possono verificarsi problemi con trombosi sviluppatasi nel primo trimestre di gravidanza. Tuttavia, il medico può consentire la conservazione del bambino, se la donna non ha subito l'esame a raggi X.

Con trombosi venosa profonda nelle donne in gravidanza nel 2 ° e 3 ° trimestre, la situazione è più favorevole. La gravidanza può essere prolungata se il paziente non ha altre complicanze ostetriche. La loro presenza o assenza influenza anche il processo del parto.

Se ci sono complicazioni, il medico può ordinare un taglio cesareo per salvare la vita e la salute del bambino - sua madre. In assenza del rischio di embolia polmonare (embolia polmonare), una donna è pienamente in grado di avere un bambino naturalmente.

motivi

Quando raccolgono una storia medica, il medico di solito determina la presenza di diversi fattori che predispongono allo sviluppo della formazione di trombi nelle vene profonde del paziente. Le principali cause della malattia includono:

  • precedenti malattie infettive;
  • lunghi soggiorni sulle gambe (specialmente se la donna ha un lavoro "in piedi");
  • gravi violazioni nel processo del metabolismo lipidico (grasso) nel corpo della futura madre;
  • patologia del sistema cardiovascolare;
  • problemi precedentemente osservati con la coagulazione del sangue, accompagnati da ipercoagulazione;
  • assunzione a lungo termine o incontrollata di contraccettivi orali;
  • trattamento con farmaci glucocorticoidi;
  • preeclampsia (tossicosi tardiva);
  • anemia di donne incinte;
  • aderenza prolungata al riposo a letto.

Le cause più comuni di trombosi venosa profonda sono le complicanze della gravidanza come l'eclampsia o l'anemia. Se l'anemia si è sviluppata prima di concepire un bambino, allora deve essere curata prima che una donna pensi di pianificare una gravidanza.

Nelle donne in gravidanza, lo sviluppo di trombosi porta spesso a ristagni di sangue nei vasi. Ecco perché le future mamme dovrebbero spostarsi sempre di più in una posizione seduta o in piedi.

Fattori di rischio

I fattori di rischio che possono portare alla trombosi nell'area delle vene profonde sono:

  • ambulatori femminili;
  • la presenza di vene varicose;
  • l'obesità;
  • quinta gravidanza (o più);
  • lesioni frequenti;
  • aumento della pressione intra-addominale, ecc.

In presenza di tali deviazioni e situazioni potenzialmente pericolose, una donna durante la gravidanza richiede un'attenta supervisione medica. Sarà un pegno di portamento sicuro e la nascita di un feto sano.

Cos'è una malattia pericolosa?

La trombosi venosa non influisce sul feto se il processo patologico non influisce sul cordone ombelicale o sul tessuto placentare. Ma la malattia è pericolosa per la salute della futura madre, quindi non puoi chiuderle gli occhi prima che il bambino nasca.

Accade spesso che i coaguli di sangue (coaguli di sangue) interferiscano con il flusso sanguigno e talvolta addirittura lo blocchino completamente. Il blocco della vena porta gradualmente alla morte dei tessuti situati nelle immediate vicinanze del vaso sanguigno malato. È la necrosi del tessuto che rappresenta il più grande pericolo per la salute di una donna incinta.

sintomi

Per determinare la presenza di trombosi durante la gravidanza è possibile dal verificarsi di sintomi caratteristici per lei:

  • tirando dolori ai muscoli delle gambe;
  • gonfiore delle gambe, specialmente di sera, sebbene non sia esclusa la presenza persistente di edema;
  • l'aspetto delle cosiddette aree "lucide" nella zona interessata;
  • aumento della temperatura corporea;
  • aumento della frequenza cardiaca;
  • frequenti attacchi di cefalea (mal di testa).

Nel corso del tempo, i sintomi possono peggiorare, diventare più intensi e causare molta disagio alla futura mamma. Notando i sintomi aumentati, si dovrebbe immediatamente cercare l'aiuto di un medico, senza prendere misure indipendenti.

Quale medico cura la trombosi nelle donne in gravidanza?

Se c'è un sospetto sullo sviluppo della trombosi nella futura madre, dovrebbe cercare aiuto da un ostetrico-ginecologo e un chirurgo vascolare (flebologo). Questi specialisti condurranno un'indagine completa che contribuirà a stabilire le vere cause della malattia e dirigerà tutti gli sforzi per eliminarla senza rischi per la salute del feto.

diagnostica

L'individuazione tempestiva della trombosi durante la gravidanza è la chiave per la futura salute e sicurezza della madre per il bambino. Prima di tutto, un medico esegue un esame fisico, durante il quale viene eseguita la palpazione, finalizzata a determinare il grado di danno venoso. Gli arti vengono anche esaminati per la tromboflebite, che è una delle cause più comuni di trombosi.

Tuttavia, questo non è sufficiente, quindi il phlebologist dovrebbe prescrivere il paziente per i seguenti studi clinici:

  • KLA, dove viene data una formula di leucociti a un posto speciale;
  • analisi di AChT (tempo parziale di tromboplastina attivata);
  • sangue sul coagulogramma;
  • esame del sangue per l'indice di protrombina;
  • determinazione del livello di fibrinogeno nel sangue;
  • analisi dell'aggregazione piastrinica, ecc.

Tutti questi studi possono essere svolti a turno, a volte possono aver bisogno di essere ripetuti. Ciò contribuirà a ottenere i risultati più accurati che avranno un impatto diretto sullo sviluppo di un regime terapeutico.

Per confermare la diagnosi, la donna ha inoltre effettuato uno studio Doppler. Con il suo aiuto viene stabilito il grado di pervietà delle vene e viene determinata la localizzazione esatta dei coaguli di sangue. Durante la dopplerografia, il medico valuta lo stato dell'apparato valvolare. Se la diagnosi e in seguito sarà messa in discussione, alla futura mamma verrà data una flebografia.

Caratteristiche del trattamento

Il trattamento della trombosi durante la gravidanza ha lo scopo di ripristinare il flusso sanguigno completo nella vena irritata. Di norma, la terapia viene eseguita in regime di degenza, poiché solo in questo modo il paziente può essere sottoposto a supervisione medica 24 ore su 24.

È obbligatorio per una donna essere prescritto riposo a letto e l'imposizione di medicazioni a compressione sulle parti interessate dell'arto. In questo caso, le gambe dovrebbero sempre trovarsi in una posizione leggermente rialzata.

Se il trattamento non farmacologico non aiuta, alla paziente in stato di gravidanza possono essere prescritti farmaci che eliminano i sintomi della malattia senza il rischio di aborto.

Terapia farmacologica

Il trattamento farmacologico della trombosi durante la gravidanza include l'uso di farmaci come:

  • Eparina non frazionata (per via endovenosa).
  • Eparina a basso peso molecolare (dopo l'avanzamento del trattamento con eparina non frazionata). Tale è il farmaco Nadroparin calcio.
  • Aspirina nella dose minima (0,002 g / 24 ore).
  • Pentoxifylline.
  • Farmaci antibatterici
  • Medicinali volti a migliorare il flusso sanguigno nella vena malata.

Se il medico lo consente, la trombosi durante la gravidanza può essere curata con l'aiuto di unguenti speciali. Tuttavia, se la malattia progredisce rapidamente o vi sono alcune controindicazioni, questa tecnica terapeutica non viene utilizzata.

Intervento chirurgico

Se è stato rilevato un trombo fluttuante nella vena, un dispositivo speciale, un filtro cava, viene introdotto nella cavità della nave del paziente nella paziente incinta. Altre operazioni possono anche essere eseguite per impedire ulteriore migrazione di coaguli di sangue attraverso i vasi nella direzione del tronco polmonare. La prossima è la terapia trombolitica e anticoagulante.

prevenzione

Per evitare che la trombosi oscuri un periodo così felice come la gravidanza, dovresti cercare di evitarlo. Per fare questo, si raccomanda alla madre in attesa di seguire queste semplici regole:

  • Non trascurare l'uso della biancheria intima da compressione per prevenire il ripetersi di trombosi;
  • fare ginnastica per donne incinte;
  • spostati di più e cammina all'aria aperta;
  • per migliorare il flusso di sangue negli arti inferiori, utilizzare bende elastiche;
  • usare anticoagulanti prima di concepire un bambino;
  • sottoporsi ad un esame regolare da parte di un ginecologo per tutto il periodo della gravidanza, che contribuirà ad evitare lo sviluppo di varie patologie potenzialmente pericolose per il feto e la futura gestante.

Queste semplici raccomandazioni aiuteranno una donna incinta ad evitare le spiacevoli conseguenze che possono causare una malattia così pericolosa e sgradevole come la trombosi.

prospettiva

La prognosi del trattamento della trombosi nelle donne in gravidanza è nella maggior parte dei casi favorevole. Se una donna non trascura gli esami preventivi del medico, segue tutte le sue istruzioni e osserva esattamente le istruzioni sul trattamento della malattia, quindi non avrà alcuna complicanza.

Una prognosi sfavorevole per la trombosi nelle donne incinte può essere dovuta alla sua scoperta prematura o all'assenza del trattamento corretto. In questo caso, sia la madre che il nascituro possono soffrire.

Se un coagulo di sangue arriva ai polmoni, sarà estremamente difficile prevenire conseguenze pericolose. Nel migliore dei casi, il paziente affronta la disabilità, nel peggiore dei casi, la morte.

Impatto della malattia sul processo di consegna

Molti pazienti che hanno avuto trombosi durante la gravidanza si stanno chiedendo se è possibile avere un bambino con successo con problemi di salute simili. Naturalmente, nessuno può dare una risposta univoca a questa domanda, perché tutto dipende da diversi fattori:

  • la gravità della malattia;
  • trimestre di gravidanza in cui si è verificato lo sviluppo della patologia;
  • salute generale di una donna.

In ogni caso, il metodo di consegna (naturale o di consegna da parte del COP) viene selezionato individualmente. Quindi, se c'è una trombosi fluttuante nelle fasi successive dello sviluppo, una donna sta subendo un taglio cesareo, ma nelle fasi iniziali della malattia il bambino potrebbe nascere naturalmente.

Vale la pena ricordare che la trombosi non è una frase e non è un ostacolo alla gravidanza. Se una donna monitora attentamente il suo stato di salute e visita regolarmente un medico per esami di routine e test aggiuntivi, allora non ci sarà alcun pericolo per lei o suo figlio. Pertanto, se ti è stata diagnosticata una trombosi durante la gravidanza, non farti prendere dal panico. Sii più attento alla tua salute e segui tutte le istruzioni che ti sono state date dal tuo medico.

Gravidanza e tromboflebite: rischi, sintomi, trattamento

Pertanto, le donne predisposte al verificarsi di tromboflebiti, è necessario durante la gravidanza per essere osservati da uno specialista appropriato - flebologo. Svilupperà un regime di trattamento, una donna deve rispettare tutte le raccomandazioni mediche e bere il farmaco prescritto fino alla fine della gravidanza. Va tenuto presente che la tromboflebite può comparire sia durante la gravidanza che dopo il parto.

Cause e sintomi

Thrombophlebitis è una malattia delle vene appartenenti a un ampio cerchio di circolazione sanguigna. È caratterizzato dall'infiammazione delle pareti dei vasi sanguigni e dalla formazione di un trombo nel loro lume. Questo è preceduto da una violazione dell'integrità delle pareti delle vene a seguito di lesioni al suo guscio.

In un luogo dove ci sono tali violazioni, il flusso sanguigno si deteriora. E poiché il sangue di una donna incinta è spesso, questo crea condizioni favorevoli per la formazione di un coagulo di sangue.

Nella maggior parte dei casi, la tromboflebite delle donne incinte è una complicazione delle vene varicose. Ci sono una serie di fattori che predispongono allo sviluppo di questa patologia. Tra questi, dovrebbe essere notato quanto segue:

  • una storia di malattie delle vene e dei vasi sanguigni;
  • disturbi del sangue;
  • ipertensione;
  • patologia cardiovascolare;
  • assumere farmaci ormonali per lungo tempo;
  • disturbi emorragici;
  • malattie infettive durante la gravidanza;
  • toxicosis e preeclampsia;
  • obesità e sovrappeso.

La presenza di un peso in eccesso significativo influisce sul deflusso del sangue e la mancanza di attività fisica causa il deterioramento del tono delle vene e dei vasi sanguigni. Anche le patologie cardiovascolari ostacolano il normale flusso sanguigno.

Le donne incinte più spesso sviluppano tromboflebiti delle vene superficiali e profonde, che si formano nella piccola pelvi e nelle estremità inferiori. I sintomi iniziali della malattia sono rilevati solo nel terzo trimestre di gravidanza.

Tutti i possibili cambiamenti nel massimo sono espressi, perché entro la fine della gravidanza si avverte un aumento di peso, la donna diventa inattiva e in aggiunta a ciò si aggiungono cambiamenti fisiologici nel sangue.

La tromboflebite sulle gambe ha un decorso più facile, perché è visivamente manifestata e la donna è in grado di rilevare l'esame in tempo e iniziare il trattamento. I sintomi di tali tromboflebiti sono i seguenti:

  • vene gonfie e cianotiche a seguito di iperemia;
  • febbre sulla pelle, nella posizione della vena infiammata;
  • dolore della superficie della vena durante la scansione;
  • gonfiore nel sito di infiammazione della vena.

Questi sono sintomi locali, ma nel corso dello sviluppo della malattia possono comparire segni di intossicazione generale dell'organismo. Sono estremamente indesiderabili per una donna incinta, poiché possono influenzare negativamente lo sviluppo fetale e lo stato futuro della donna.

Diagnosi e trattamento

La tromboflebite durante la gravidanza deve essere diagnosticata il più presto possibile per l'attuazione di un trattamento tempestivo. Inoltre, impedirà lo sviluppo di possibili complicazioni. La diagnosi della malattia viene effettuata sulla base dei reclami e degli esami di una donna, nonché dei metodi di esame strumentali e di laboratorio.

Durante l'esame, è necessario determinare se la donna ha vene varicose e ha gonfiore. Sono prescritti esami generali del sangue e delle urine, esami del sangue biochimici e coagulogrammi.

Vengono inoltre effettuati speciali metodi diagnostici per determinare l'ispessimento del sangue - D-dimero. Utilizzando la scansione ad ultrasuoni duplex delle navi, vengono valutati lo stato delle vene colpite e le caratteristiche della circolazione sanguigna in esse.

La considerazione di fatti quali l'età gestazionale, lo stadio e i sintomi della malattia, la probabilità di possibili rischi e complicanze dovrebbero costituire la base per la selezione di mezzi e metodi per il trattamento della tromboflebite in una donna incinta.

Il trattamento non dovrebbe solo eliminare i sintomi esistenti della malattia, ma anche prevenire lo sviluppo di complicazioni.

La terapia farmacologica per la tromboflebite viene effettuata tenendo conto dello stato di gravidanza. Alle donne incinte non vengono prescritti antibiotici e anticoagulanti indiretti. I seguenti gruppi di farmaci sono autorizzati per loro:

  • agenti trombolitici;
  • flebotoniki;
  • anticoagulanti diretti;
  • eparina;
  • antistaminici;
  • farmaci anti-infiammatori.

I farmaci trombolitici sono un gruppo di farmaci che sono indispensabili per la tromboflebite e hanno la capacità di sciogliere i coaguli di sangue formati. La flebotonica mantiene il tono vascolare e favorisce il deflusso del sangue venoso dagli arti inferiori.

Se il processo di deflusso venoso è normalizzato, il rischio di coaguli di sangue, con tutte le sue conseguenze, sarà significativamente ridotto. Gli anticoagulanti prevengono anche i coaguli di sangue inibendo la coagulazione del sangue. Dopo il trattamento con anticoagulanti, il rischio di trombosi è ridotto.

Il trattamento chirurgico della tromboflebite durante la gravidanza è usato solo in casi complicati della malattia. Il trattamento chirurgico di routine di donne incinte non è effettuato.

Rischio di trombosi in gravidanza

Durante la gravidanza, la trombosi venosa è la coagulazione del sangue in una o nell'altra parte della nave. La trombosi durante la gravidanza può essere definita una situazione problematica frequente in tale periodo, per cui vale la pena conoscere e comprendere le cause e le sottigliezze di questa situazione.

In generale, la trombosi durante la gravidanza è considerata una malattia piuttosto pericolosa che dovrebbe essere adeguatamente trattata. Le principali vene della coscia e del bacino possono soffrire di questa malattia a causa della sconfitta delle vene delle gambe. Se un coagulo di sangue è fissato molto debolmente, già durante i primi 4 giorni, può staccarsi, e in 5 giorni inizierà il processo patologico.

motivi

Prima di tutto, lo sviluppo della trombosi nelle donne in gravidanza ha le sue ragioni:

  • Aumento dell'attività di coagulazione del sangue
  • Stasi di sangue
  • Danno all'endotelio delle singole vene

Gli esperti raccomandano che le donne in uno stato così bello si assicurino di informarsi sulla "prevenzione della trombosi in gravidanza", in modo da poter comprendere chiaramente i sintomi e le misure diagnostiche. La gravidanza con trombosi non può essere definita pericolosa, ma dovresti stare attento, perché le conseguenze possono essere diverse.

Il processo di riduzione dell'intensità del flusso di sangue negli arti inferiori viene attivato a causa della pressione sui vasi dell'utero, che in questo periodo aumenta le sue dimensioni. Inoltre, a questo punto colpisce il sovraccarico delle vene, la ragione di questo è un aumento del flusso di sangue, una diminuzione del tono delle pareti delle vene, delle vene varicose e dell'insufficienza valvolare.

I suddetti processi, e in particolare i danni a una parte dell'endotelio o dell'attività del sistema emostatico, iniziano in connessione con l'azione di fattori tossici, nonché infettivi, l'ipossia. Il sistema di coagulazione del sangue funziona normalmente fino a quando la quantità di fibrinogeno e protrombina viene superata nel sangue.

  1. L'età della donna, nel caso in cui superi i 35 anni
  2. collagene
  3. Uso a lungo termine di contraccettivi
  4. Il numero di nascite nella storia più di 4
  5. Carenza di proteine, antitrombina
  6. Sindrome nefrosica
  7. Riposo a letto lungo

Segni di

Se parliamo della differenza nella trombosi da parte della medicina, ci sono varianti come trombosi venosa profonda e ileo - femorale

Il primo tipo ha segni come gonfiore della gamba, arti inferiori per lungo tempo, la gravità degli arti inferiori, la pelle ha un aspetto "lucido" su quelle parti che sono colpite, un modello chiaro delle vene sotto la pelle, la circonferenza dell'una o dell'altra parte è ben distinta. Segni di intossicazione nel corpo: febbre, polso rapido, mal di testa.

Di conseguenza, se una donna incinta si sente pesante in alcune parti degli arti inferiori, così come gli altri segni sopra elencati, puoi parlare della malattia ed essere sicuro di rivolgersi a un rappresentante del medicinale e controllare le cause del dolore agli arti inferiori. I sintomi possono differire l'uno dall'altro e ogni caso deve avere un carattere individuale.

sintomi

Va inteso che i sintomi sono le sensazioni di una donna incinta in una o in un'altra parte del corpo interessata: il peso delle gambe, che aumenta fino alla fine della giornata, forte dolore a una parte della gamba, con infiammazione della vena, la temperatura corporea può raggiungere 39 gradi, gonfiore delle gambe, volume, dolore su tutto il piede, la coscia, e la sensazione che la pelle d'oca stia strisciando lungo la gamba, la pelle pallida sugli arti colpiti

Inoltre, dovrebbe essere notato quei momenti che il medico vede:

  1. Tonalità della pelle lucida
  2. Se senti, allora l'arto sembra freddo
  3. Gonfiore di tutte le membra
  4. Tonalità della pelle blu

La tendenza della pelle a tali effetti può essere ereditaria, per cui è importante prestare particolare attenzione a questi punti.

trattamento

Il processo di trattamento della suddetta malattia è un obiettivo preciso, vale a dire il ripristino del flusso di sangue attraverso le vene.

Condurre un complesso di terapia può essere:

  1. medicazione
  2. Senza l'uso di droghe

La prima opzione è considerata molto ampia e dipende da molti fattori.

La seconda opzione è il trasferimento obbligatorio di una donna incinta all'ospedale del reparto chirurgico, dove vengono prescritte procedure speciali, e in particolare il riposo a letto alto in combinazione con la compressione elastica delle gambe, nonché la loro posizione elevata permanente.

Dovrebbe essere più seriamente parlare del trattamento, che viene effettuato con l'uso di alcuni farmaci. Di solito, un rappresentante del medico prescrive l'eparina a un dosaggio specifico. Pertanto, il processo dura fino al raggiungimento dell'obiettivo - un aumento nell'APTT. Questa terapia continua, di regola, per due settimane. Dopo questo, c'è la possibilità di trasferire il paziente a farmaci a basso peso molecolare. Inoltre, viene prescritto l'acido acetilsalicilico, con il quale viene migliorata la microcircolazione, nonché le caratteristiche reologiche del sangue.

Trattamento chirurgico

Questo tipo di trattamento viene utilizzato se i medici hanno trovato un trombo galleggiante. In questo caso, il pericolo aumenta, è necessario installare un kava speciale - un filtro nella vena inferiore. Inoltre, possono essere eseguiti altri tipi di interventi chirurgici, operazioni che eliminano il rischio di migrazione del trombi stesso nel tronco polmonare. Dopo tali procedure, la terapia aggiuntiva è obbligatoria.

Inoltre, la tromboflebite può essere trattata con i seguenti metodi:

  • L'uso di farmaci anti-infiammatori e altri farmaci che interferiscono maggiormente con il processo di adesione dei globuli rossi
  • Elettroforesi di quelle aree che sono interessate
  • Farmaci antistaminici
  • Negli stadi gravi della malattia, vengono utilizzate iniezioni di eparina o suoi analoghi.
  • Flebotoniki

Dovrebbe essere chiaro che anche il trattamento farmacologico per le donne incinte preclude l'uso di antibiotici. Il fatto è che tali processi che si verificano nelle vene, procedono in modo asettico, con il risultato che non è necessario usare droghe così forti. Gli agenti antimicrobici sono anche prescritti in caso di gravi complicanze e, in particolare, quando la malattia è accompagnata da processi purulenti.

Tutte le manipolazioni sono effettuate da dottori sotto l'influenza di anestesia locale. In tali processi, gli arti sono nello stato abbassato. Durante l'operazione, vale la pena capire esattamente dove si trova la localizzazione della malattia. Per questa ripresa di foto e video e le immagini vengono visualizzate su schermi speciali. Grazie alle moderne attrezzature, il lavoro dei chirurghi è notevolmente semplificato.

effetti

Dopo che questo o quel trattamento è stato effettuato, viene eseguita un'analisi completa dell'efficacia di tale terapia, la sua efficacia. Per le donne incinte, in questi casi, è prescritto un esame ecografico degli arti malati. Se le dinamiche sono positive e non ci sono quelle o altre controindicazioni per la salute, i medici permettono fiduciosamente il parto. Non sono richiesti speciali momenti preparatori per il parto. Nel processo del parto, così come nel periodo successivo alla nascita del bambino, si raccomanda vivamente di indossare costantemente maglieria a compressione, fasciare le gambe. È necessario tener conto del fatto che questa malattia, così come la gravidanza, è molto spesso chiamata "vicini". Non è possibile prendere decisioni sull'uso di determinati farmaci o trattati con la medicina tradizionale. È molto importante rivolgersi a uno specialista in quest'area, ottenere una consulenza qualificata, in base alla quale il medico prescriverà i farmaci necessari, i dosaggi necessari e anche determinare le tattiche per il trattamento di una donna incinta.

Per prevenzione si raccomanda di effettuare tali azioni:

  • Bevi poco liquido
  • Ruota il piede
  • Fare massaggio ai piedi e alle dita
  • Cammina ogni giorno
  • Corretta alimentazione
  • Tenendo il pediluvio con le erbe
  • Smettere di fumare
  • Azioni preventive con l'uso di farmaci che il medico prescriverà

Va notato che l'uso di un grande volume di liquidi può portare al fatto che c'è un gonfiore abbastanza persistente degli arti. L'uso di frutta e verdure che contengono emodiluizione contribuiscono al diradamento del sangue. Inoltre, non è consigliabile assumere flebotonics medicinali che interessano la parete venosa. Ci sono molti prodotti promozionali riguardanti gli effetti positivi di questi farmaci durante la gravidanza con questa malattia, ma non è necessario prestare attenzione.

Pertanto, date tutte le informazioni di cui sopra, è importante capire il fatto che questa malattia è una malattia abbastanza grave, che non può essere ignorata, e ancora di più in questa posizione. Ogni donna incinta dovrebbe comprendere la gravità del rischio e non solo pensare alla sua salute, ma anche alla salute del bambino che è dentro.

Ecco perché dovrebbe immediatamente, dopo l'osservazione di questi o altri sintomi, rivolgersi a uno specialista nel campo della medicina, che ha una vasta esperienza in questo campo di attività e immediatamente rileva i segni di questa o quella malattia. Dopo di ciò, puoi iniziare tranquillamente il trattamento che è stato prescritto dal medico. Inoltre, la terapia complessa per il breve tempo mostrerà i suoi risultati positivi, dopo di che sarà possibile con fiducia sotto la supervisione di specialisti per andare alla sala parto.

Tromboflebite durante la gravidanza

La tromboflebite è un'infiammazione della parete venosa, accompagnata dalla formazione di un trombo. Un trombo blocca il lume della vena, che porta a una ridotta circolazione del sangue in una particolare area del corpo. Un coagulo staccatosi dal muro può entrare nell'arteria polmonare e condurre al suo tromboembolismo. Durante la gravidanza, questa condizione affronta gravi complicazioni, tra cui la morte di una donna e il feto.

Cause di tromboflebiti

Nella maggior parte delle donne incinte, la tromboflebite si presenta come una complicazione delle vene varicose. La probabilità di sviluppare patologia aumenta nelle seguenti situazioni:

  • malattie infettive;
  • in sovrappeso;
  • stile di vita sedentario;
  • il fumo;
  • scarsa nutrizione;
  • malattie del cuore e dei vasi sanguigni;
  • patologia congenita del sistema di coagulazione del sangue;
  • chirurgia durante la gravidanza;
  • taglio cesareo.

Le vene varicose sono una condizione in cui si verificano le vene varicose degli arti inferiori. Il tono dei vasi sanguigni diminuisce, l'elasticità e la resistenza della parete vascolare diminuiscono e il flusso sanguigno rallenta. La stasi del sangue nelle vene porta allo sviluppo dei principali sintomi delle vene varicose:

  • aspetto di vene dilatate e tortuose sotto la pelle;
  • dolore alle gambe;
  • gonfiore alle gambe;
  • crampi notturni.

La probabilità di sviluppare vene varicose e tromboflebite aumenta significativamente durante la gravidanza. In previsione del bambino il progesterone governa la palla. Questo ormone rallenta il flusso sanguigno nelle vene, riduce il tono della parete vascolare e porta alla comparsa di tutti i sintomi della malattia. Il rischio di vene varicose aumenta con ogni successiva gravidanza.

I sintomi della tromboflebite

Thrombophlebitis durante la gravidanza il più spesso si sviluppa in periodi tardi, nel mezzo e alla fine del terzo trimestre. Abbastanza spesso, la patologia si trova 2-3 settimane dopo la nascita del bambino. La tromboflebite acuta può verificarsi 5-6 giorni dopo il parto.

La tromboflebite degli arti inferiori è caratterizzata dalla comparsa dei seguenti sintomi:

  • dolore alle gambe quando si cammina;
  • gonfiore alle gambe;
  • la comparsa di una dolorosa infiltrazione densa lungo la vena;
  • arrossamento e indurimento della pelle oltre l'infiltrato;
  • può aumentare la temperatura corporea.

La prima manifestazione della patologia delle vene superficiali può essere dolore locale nella vena interessata. Il dolore è aggravato dall'essere in piedi o camminare. Alla palpazione, le vene alterate sono molto dolorose. Caratterizzato dallo sviluppo di edema, soprattutto nel pomeriggio. Edema accompagnato da una sensazione di pesantezza e pienezza degli arti inferiori.

Quando la tromboflebite delle vene profonde degli arti inferiori appare grave gonfiore. La gamba aumenta di dimensioni, c'è un dolore improvviso. L'arto colpito diventa caldo al tatto. La pelle sopra le vene colpite si restringe, diventa cianotica, lucida. Se si verificano questi sintomi, è necessario consultare immediatamente un medico.

diagnostica

Se sospetti tromboflebiti, devi essere esaminato da un flebologo. Un medico esperto può impostare la diagnosi dopo un esame approfondito del paziente. Inoltre, vengono assegnati i seguenti test:

  • emocromo completo;
  • coagulazione;
  • hemostasiogram.

In generale, un esame del sangue mostra un moderato aumento della conta dei globuli bianchi e un aumento della VES. L'emostasiogramma consente di valutare lo stato del sistema di coagulazione del sangue. La tromboflebite è caratterizzata da ispessimento del sangue e attivazione dei principali fattori della coagulazione. Se si sospetta una patologia congenita dell'emostasi, viene assegnata la definizione di D-dimero e altri marcatori specifici.

L'ultrasuono delle vene degli arti inferiori è assegnato a tutti i pazienti. Durante lo studio, il medico può esaminare il lume dei vasi sanguigni, valutare le condizioni della parete venosa e rilevare i coaguli di sangue. L'ecografia Doppler viene eseguita per determinare la velocità del flusso sanguigno.

Al di fuori della gravidanza, la flebografia viene utilizzata per diagnosticare la tromboflebite. Durante lo studio, un mezzo di contrasto viene iniettato nel lume della vena, seguito da una radiografia. Il metodo consente di rilevare coaguli di sangue, tumori e altre strutture. Nelle donne in gravidanza, la flebografia non viene eseguita.

complicazioni

Complicazioni di tromboflebiti includono le seguenti condizioni:

Tromboembolismo dell'arteria polmonare

La complicazione più pericolosa della tromboflebite è l'embolia polmonare (tromboembolia polmonare). Lo sviluppo di questa patologia si basa su tre aspetti importanti:

  • flusso sanguigno venoso alterato;
  • danno all'endotelio vascolare;
  • ipercoagulazione (aumento della coagulazione del sangue).

La probabilità di sviluppare embolia polmonare è significativamente aumentata nelle donne in gravidanza nel terzo trimestre, durante il parto e nel periodo postparto. I sintomi della patologia sono piuttosto specifici:

  • mancanza di respiro;
  • grave tosse;
  • palpitazioni cardiache;
  • perdita di coscienza

Con la trombosi massiva, i sintomi della malattia si sviluppano molto rapidamente. L'aspetto di un coagulo di sangue nel lume dell'arteria polmonare porta a una diminuzione della pressione sanguigna e alla rottura del cuore. Se un coagulo di sangue non copre l'intero lume della nave, i sintomi della patologia non si sviluppano così rapidamente. In questo caso, un infarto polmonare si forma in pochi giorni, che si manifesta come una forte tosse, mancanza di respiro e un aumento della temperatura corporea.

Tromboflebite settica

Una complicazione in cui l'infiammazione purulenta della parete venosa si verifica con la fusione di un coagulo di sangue è chiamata tromboflebite settica. Per questa patologia è caratterizzata dalla comparsa di tali sintomi:

  • forte dolore lungo la vena;
  • gonfiore e arrossamento della pelle;
  • aumento della temperatura locale;
  • febbre;
  • l'aspetto del sigillo lungo la vena modificata.

Con lo sviluppo della tromboflebite settica il trattamento viene effettuato in un ospedale. Se l'aiuto non viene fornito in tempo, la malattia può portare alla sepsi e persino alla morte della donna.

Conseguenze per il feto

Le tromboflebiti e le vene varicose non passano senza conseguenze per il corpo della donna. In queste condizioni, c'è spesso un aumento della coagulazione del sangue. Il sangue diventa spesso, il che a sua volta aumenta il rischio di coaguli di sangue e lo sviluppo di complicanze. La probabilità di sviluppare tromboflebiti ed embolia polmonare aumenta nelle donne che soffrono di vene varicose prima della gravidanza.

L'iperagulazione (aumento della coagulazione del sangue) influisce negativamente sulla condizione del feto. In questa condizione, il flusso sanguigno nel feto madre-placenta viene interrotto. Formata microtrombi nella placenta, che impedisce il flusso di sostanze nutritive e ossigeno al bambino. Lo sviluppo fetale rallenta, il che porta inevitabilmente a seri problemi di salute in futuro. La mancanza di ossigeno influisce principalmente sulla formazione del cervello di un bambino e si manifesta con vari disturbi neurologici dopo la nascita.

Principi di trattamento

Con la tromboflebite è possibile un trattamento conservativo e chirurgico. La scelta del metodo di trattamento dipenderà dalla gravità delle condizioni della futura mamma e dalla patologia di accompagnamento.

Terapia conservativa

Per il trattamento della tromboflebite vengono utilizzati tali farmaci:

  • anticoagulanti (farmaci che inibiscono l'attività del sistema di coagulazione del sangue e prevengono la formazione di nuovi coaguli di sangue);
  • preparazioni enzimatiche (possiedono azione immunomodulatoria e antinfiammatoria);
  • venotonics (rafforzare la parete vascolare, aumentare il tono delle vene, prevenire il ristagno di sangue);
  • farmaci anti-infiammatori (alleviare il dolore e gonfiore delle gambe).

Tutti i farmaci vengono assunti solo su prescrizione e in un dosaggio strettamente specificato. Quando si sceglie una medicina, viene data priorità a mezzi che non influenzano lo sviluppo del feto e le condizioni della donna incinta. La durata del trattamento dipende dalla gravità della malattia.

Per il trattamento delle tromboflebiti e delle vene varicose viene utilizzata una maglieria medica speciale (calze, collant, calze). Si raccomanda l'uso della biancheria intima di compressione durante tutta la gravidanza, durante il parto e nel periodo postpartum. Per la selezione della maglieria è necessario consultare un flebologo.

Trattamento chirurgico

La tromboflebite, accompagnata da un alto rischio di embolia polmonare, richiede un intervento chirurgico obbligatorio. Tutte le manipolazioni sono eseguite in anestesia generale o locale. Durante l'operazione, il medico rimuove la vena interessata insieme al trombo e quindi elimina il rischio di embolia polmonare. È possibile installare un filtro cava (uno speciale dispositivo che ritarda i coaguli di sangue). Oltre alla chirurgia classica, gli interventi minimamente invasivi vengono spesso eseguiti durante la gravidanza (obliterazione laser, scleroterapia).

prevenzione

Per ridurre il rischio di comparsa di patologie pericolose, sarà utile attenersi alle seguenti raccomandazioni:

  1. Indossare maglieria a compressione durante la gravidanza e dopo il parto.
  2. Un'adeguata attività fisica (esercizio fisico, yoga).
  3. Alimentazione equilibrata razionale.
  4. Fisioterapia (se indicata).

Il trattamento tempestivo delle vene varicose è la migliore prevenzione dello sviluppo di tromboflebiti. Ricevere farmaci che aumentano il tono delle vene ed eliminare la stasi del sangue, aiuta a migliorare le condizioni generali della donna ed eliminare i principali sintomi della malattia. Con un decorso favorevole della malattia, è possibile avere un bambino in tempo attraverso il canale del parto.

Pericolo di trombosi durante la gravidanza

La tromboflebite si verifica nelle donne in gravidanza a causa dello sviluppo delle vene varicose. Malattia venosa - le vene varicose sono molto comuni. Soffrono circa il 70% della popolazione totale. Negli ultimi decenni, la malattia è molto più giovane. Sono persone malate, anche sotto i 30 anni. Mostrano segni di insufficienza venosa o sintomi iniziali delle vene varicose. Durante la gravidanza, il corpo delle donne si trova di fronte a un carico aggiuntivo. Già nei primi mesi, processi fisiologici speciali si verificano nel corpo. Sulle pareti dei vasi sanguigni, questi processi hanno un impatto negativo piuttosto che positivo. La pressione intra-addominale aumenta, il sangue diventa più spesso, i vasi delle gambe e il piccolo bacino ne soffrono. La trombosi delle vene profonde è particolarmente pericolosa. Questa malattia in qualsiasi momento può portare alla morte. Se i vasi ileo-femorali e le vene della gamba sono affetti da trombosi, le vene delle cosce e il bacino possono essere ulteriormente colpite. A causa della coagulazione del sangue nel lume del vaso e della formazione di un coagulo di sangue, viene fissato alla parete della vena. Nei primi 3-4 giorni la fissazione è debole. Questo può portare alla separazione di un coagulo di sangue. Alcuni giorni dopo la formazione di un coagulo di sangue, si osserva un'infiammazione dell'intima della nave che influisce sulla fissazione del coagulo di sangue.

Cause di tromboflebiti

Le donne incinte, se hanno iniziato a sviluppare le vene varicose, è necessario prendere tutte le misure per fermare la malattia, stabilizzarla.

La presenza di tromboflebite è auspicabile per prevenire. Ma se succedesse, allora il trattamento dovrebbe essere fatto immediatamente. Naturalmente, una persona comune è più facile da trattare, ma una donna incinta ha bisogno di pensare al feto, non di ferirlo con le medicine. Molti farmaci che possono curare disturbi possono attraversare la barriera placentare. Pertanto, un medico per una donna in una posizione sviluppa un programma di trattamento individuale. Il phlebologist del chirurgo prende in considerazione le condizioni del paziente, quanto è riuscita a sviluppare la malattia e prende tutte le misure possibili per eliminare la malattia.

Fattori di rischio che possono aggravare la malattia

Durante lo sviluppo e l'esacerbazione della tromboflebite, la donna incinta non si sente bene. La sua temperatura potrebbe salire a 38 gradi. Nella zona degli arti inferiori sono trovati sigilli. Le gambe si gonfiano fortemente, l'impulso si accelera. Le esacerbazioni della malattia sono particolarmente probabili nelle donne che hanno avuto una malattia infettiva. Questo è se l'infezione ha colpito il muro interno dei vasi sanguigni, causato la loro infiammazione. Il grande sovrappeso inoltre non gioca sulla mano di una donna in posizione. Un alto grado di coagulazione del sangue è anche un fattore negativo che può aggravare la malattia.

Il lavoro, quando devi stare seduto o in piedi a lungo e le gambe diventano insensibili, è un fattore di rischio.

Mantenere uno stile di vita sedentario, la presenza di malattie cardiovascolari, varie complicazioni che si verificano durante la gravidanza, i farmaci ormonali forzati - tutti questi sono fattori di rischio che possono portare ad una esacerbazione di tromboflebiti nelle donne nella posizione. Succede che una malattia pericolosa si verifica dopo il parto. Questo è se una donna, quando era in posizione, ha sviluppato vene varicose. Altre cause della malattia possono essere:

  • assumere contraccettivi orali combinati;
  • varie malattie infettive;
  • anemia, preeclampsia durante il parto;
  • ingestione di glucocorticoidi;
  • immobilizzazione, riposo a letto;
  • sintomi di ipercoagulazione associati a disturbi del sistema di coagulazione del sangue;
  • disturbi del metabolismo dei grassi nel corpo.

Quali metodi di trattamento della trombosi possono essere utilizzati per le donne incinte?

Le donne incinte si mostrano non solo mediche, ma anche un metodo chirurgico per il trattamento della tromboflebite. Il medico cerca di applicare un trattamento conservativo quando possibile, ma se non aiuta, non rimane altro che come prescrivere l'operazione. Durante il trattamento conservativo, la donna soddisfa attivamente le raccomandazioni del medico. Si muove costantemente le dita dei piedi quando si siede, in piedi. Se sta mentendo, allora le sue gambe sono sul cuscino per assicurare il flusso di sangue. La maglieria a compressione è ciò che aiuta le persone. Grazie al suo indossare il dolore va via, i vasi non si gonfiano, la maglieria fermerà la progressione della malattia. Possono essere usati anche alcuni unguenti e impacchi. Stabilizzano la malattia. Per prevenire lo sviluppo di tromboflebiti, accade che a una donna in una posizione venga prescritto un ciclo di iniezioni. Viene anche mostrata l'elettroforesi. I farmaci antimicrobici di una donna incinta possono essere prescritti solo nel caso di ulcere trofiche.

Nascite e effetti avversi di tromboflebiti su di loro

La trombosi durante la gravidanza può avere un effetto significativo sul parto. Se il trattamento della malattia non ha portato conseguenze positive, allora il medico può proibire alla donna di partorire da sola. In caso di successo del trattamento della trombosi, la donna incinta sarà liberata dal feto in modo naturale.

Una donna può usare la medicina tradizionale per il trattamento delle vene varicose e della trombosi. Ma senza controllo non vale la pena farlo. È meglio consultare un medico sull'uso di un particolare rimedio.

Questa è una terribile trombosi che rappresenta

La trombosi in donne in gravidanza non è rara. A causa di questa malattia, la normale attività delle navi è disturbata. Nel lume delle vene sorgono grumi. Thrombi appaiono nelle vene profonde, oltre che superficiali. Nei nodi emorroidali, si verificano anche. In questo caso, una donna incinta ha le emorroidi. Questo disturbo deve essere trattato immediatamente, come una trombosi delle estremità e non correre. Se la trombosi colpisce le vene profonde, viene schiacciato il vaso cavo inferiore. Ciò porta ad un aumento delle sue dimensioni. Aumento della pressione idrodinamica nel sistema venoso. Il deflusso del sangue attraverso i vasi diminuisce. Nelle donne in gravidanza, l'utero aumenta. Questa è anche la causa di un deflusso venoso alterato. Il corpo mette pressione sulle pareti dei vasi sanguigni. Un coagulo di sangue formato nella vena cava porta a un alterato flusso sanguigno. I tessuti del corpo non ricevono più cibo. Questo porta alla loro estinzione.

Più giovane è più facile dare alla luce

Più la donna è giovane, più è facile per lei dare alla luce. Se il gentil sesso è già più di trenta, allora non può vantarsi del suo ideale stato di salute. A questa età, potrebbero esserci problemi con le navi e possono essere rilevati anche altri fattori di rischio per lo sviluppo della trombosi. Tra l'altro, questi fattori includono anche l'ereditarietà. Anche le donne che partoriscono molte volte sono a rischio. C'è ancora una possibilità di sviluppare la malattia se il feto è molto grande. Le donne che hanno un rischio di trombosi non solo hanno bisogno di vedere un medico, ma anche di essere esaminate 1 volta in tre mesi. Le vene ad ultrasuoni aiuteranno a ottenere un'immagine chiara. È anche necessario superare test che saranno in grado di controllare la coagulazione del sangue. Se la malattia è già in via di sviluppo, la calze a compressione, la dieta e la terapia fisica aiuteranno la donna incinta.

La gravidanza con trombosi non è facile. Ma per avere un figlio e dare una nuova vita al mondo, le donne sono pronte a superare quasi tutte le difficoltà. La natura ha assegnato le giuste forze sessuali per questo. Hai solo bisogno di trattare con cura ma non con disprezzo la tua salute, consulta un medico in modo tempestivo se necessario e segui tutte le sue raccomandazioni in maniera disciplinata.

video

Come eliminare i vasi di colesterolo e liberarsi dei problemi per sempre ?!

sintomi causa di ipertensione, pressione alta e un certo numero di altre malattie cardiovascolari sono intasati con i vasi di colesterolo, costante stress nervoso, prolungati e profonde esperienze, urti ripetuti, un sistema immunitario indebolito, l'ereditarietà, il lavoro notturno, l'esposizione al rumore, e anche un gran numero di consumo di sale!

Secondo le statistiche, circa 7 milioni di decessi annuali possono essere attribuiti alla pressione alta. Ma gli studi dimostrano che il 67% dei pazienti ipertesi non sospetta di essere malato!

Ecco perché abbiamo deciso di pubblicare un'intervista esclusiva in cui è stato rivelato il segreto per liberarsi del colesterolo e riportare la pressione alla normalità. Leggi l'articolo.

Per Saperne Di Più I Vasi