Vene varicose dell'utero

Le varici uterine sono una manifestazione locale delle vene varicose. Nella maggior parte dei casi, lo sviluppo di tali vene varicose si verifica durante la gravidanza.

Il medico può sospettare le vene varicose, basandosi sui reclami e sull'esame del paziente. La base per la diagnosi dell'utero varicoso è l'ecografia intravaginale. Per indagare il flusso sanguigno nella piccola pelvi, viene utilizzato un metodo a raggi X mediante flebografia transaddominale, che mostra risultati produttivi in ​​pazienti con vene varicose pelviche durante la gravidanza. In questo caso, è possibile determinare lo stadio in base al diametro dei vasi dilatati. Inoltre, in casi non chiari, può essere eseguito un esame laparoscopico.

motivi

La causa dell'utero varicoso può essere:

  • Squilibrio ormonale. Durante la gravidanza, viene prodotto un gran numero di progesterone, che contribuisce non solo a ridurre il tono dell'utero, ma anche al rilassamento delle vene pelviche - diventano a sangue freddo.
  • Predisposizione ereditaria
  • Processi infiammatori a lungo termine, aborti, disturbi mestruali.
  • Insufficienza delle valvole delle vene delle ovaie, che porta ad un aumento della pressione nelle vene del bacino.
  • La presenza di malattie croniche degli organi genitali.
  • Accettazione di contraccettivi orali.

I sintomi delle vene varicose

Le vene varicose dell'utero non hanno sintomi specifici, sono anche caratteristiche di varie malattie degli organi genitali. Il sintomo principale è dolorante dolore all'addome inferiore, che può estendersi alla regione sacrale e lombare. Il dolore aumenta dopo il rapporto sessuale, in piedi o seduti prolungati, lo sforzo fisico, durante le mestruazioni. Uno dei sintomi può anche essere pronunciato sindrome premestruale.

complicazioni

Le vene varicose uterine possono causare le seguenti complicanze in una donna: sanguinamento e rottura delle vene, infertilità, infiammazione degli organi genitali. Le vene varicose dell'utero possono anche portare a sindrome addominale cronica, trombosi, disturbi mestruali, lo sviluppo di ipofunzione ovarica.

Trattamento delle vene varicose

Le vene varicose uterine non si riferiscono alle malattie ginecologiche, ma a quelle venose. Il trattamento deve essere prescritto da un flebologo e un ginecologo. Il trattamento della malattia richiede molto tempo e richiede pazienza.

Nelle prime fasi, il trattamento è generalmente conservativo. Include la corretta organizzazione del regime lavorativo e il riposo con un limitato stress statico e fisico. Ai pazienti viene anche prescritta una dieta ricca di frutta, verdura e olio vegetale. Una donna dovrebbe rinunciare all'alcool e al fumo, che hanno un effetto negativo sulla funzione vascolare.

È anche utile eseguire esercizi in posizione prona, esercizi di respirazione. Un buon effetto sulle vene ha una doccia a contrasto, che deve essere diretta alla zona del cavallo. Una donna che soffre di vene varicose dell'utero, assicurarsi di indossare collant a compressione medica.

Con gli stadi avanzati delle vene varicose cervicali e l'inefficacia del trattamento conservativo, viene eseguito un intervento chirurgico - resezione delle navi ovariche o amputazione dell'utero. La medicina moderna può offrire al paziente il trattamento della malattia con un laser. Durante il periodo di trattamento è necessario trattenersi dal prendere contraccettivi in ​​forma di compresse.

Prima della gravidanza, una donna dovrebbe assumere farmaci venoattivi che stimolano la circolazione sanguigna e prevengono la stasi del sangue.

La malattia causa un sacco di disagi a una donna, e le fasi successive possono portare a gravi complicazioni. Pertanto, quando appare il disagio, è necessario consultare immediatamente un ginecologo per un consiglio. Il metodo di trattamento scelto individualmente allevia le vene varicose e allevia significativamente la condizione. Tratta in tempo le vene varicose del bacino - per vivere una vita piena.

Vene varicose dell'utero

Secondo le statistiche, ogni terza donna affronta un problema come le vene varicose.

Vene varicose - espansione patologica dei vasi sanguigni, accompagnata da alterata circolazione sanguigna dell'area interessata e insufficienza valvolare delle vene. Una delle sottospecie di questa malattia è le vene varicose.

Utero vene varicose - una malattia che non è facile da diagnosticare, dal momento che non ha sintomi caratteristici. Spesso combinato con vene varicose della cervice e grandi labbra. I pazienti vanno spesso dal medico, sospettando di per sé altre malattie ginecologiche.

Quadro clinico

I sintomi sono rilevati nelle donne in età riproduttiva, ma ci sono casi di malattia tra gli adolescenti. I reclami più comuni sono:

  1. Dolore di diversa natura nell'addome inferiore;
  2. Interruzione del ciclo mestruale;
  3. Disagio e / o dolore durante o dopo un rapporto sessuale;
  4. Sensazioni spiacevoli nella zona inguinale dopo o durante le attività sportive;
  5. Dolore durante la minzione senza patologie da parte dei reni;
  6. A volte c'è una maggiore sensibilità delle pareti vaginali.

È importante ricordare che nel primo stadio della malattia è asintomatico, il dolore si verifica nella seconda e nelle fasi successive. Anche se le vene varicose nell'utero non sono una condizione pericolosa per la vita, il funzionamento del sistema riproduttivo può soffrire, portando alla sterilità.

Le cause della malattia Gruppi di rischio

Cause delle vene varicose nell'utero:

  • gravidanza (il flusso sanguigno uterino aumenta, le vene che hanno una parete muscolare più debole, si allungano, la funzione delle loro valvole è rotta);
  • esercizio fisico con pesi (aumento del flusso sanguigno verso gli organi pelvici);
  • frequente stitichezza (negli organi pelvici aumenta anche il flusso sanguigno a causa di un aumento della pressione intra-addominale);
  • uso a lungo termine di farmaci ormonali (sotto l'influenza di estrogeni, le pareti delle navi perdono la loro elasticità);
  • mancanza di esercizio;
  • cambiamenti congeniti nell'anatomia dell'utero (ad esempio, flessione);
  • incapacità di provare l'orgasmo;
  • interruzioni ormonali.

Anche a rischio sono le donne nella storia della malattia che hanno malattie infiammatorie a lungo termine degli organi pelvici. Donne che hanno attraversato un parto difficile e interrompono ripetutamente la gravidanza.

diagnostica

La malattia viene diagnosticata mediante ecografia dell'utero, che viene eseguita per via intravaginale.

  • Doppler;
  • Tomografia computerizzata degli organi pelvici;
  • Ovaricografia (eseguita usando il contrasto).

Durante la diagnosi, gli specialisti sono tenuti a condurre una diagnosi differenziata con altre patologie ginecologiche: prolasso / prolasso dell'utero o dei tubi vaginali, endometriosi, processi infiammatori intestinali e altri.

Caratteristiche della patologia durante la gravidanza

Durante la gravidanza, aumenta la quantità di sangue che scorre verso l'utero, che, in combinazione con il resto del carico sul corpo, può portare a varici uterine. Tali casi sono rari e soprattutto nelle donne che rimangono incinte dopo 35 anni.

Sfortunatamente, in caso di varici sull'utero durante la gravidanza, la malattia non è quasi curabile.

A volte, nei casi più gravi, il paziente fa un parto cesareo, dal momento che dare alla nascita per l'utero varicosità può causare gravi complicanze con un'alta probabilità:

  1. tromboflebite;
  2. Funzione alterata della placenta;
  3. Sanguinamento interno;
  4. Trombosi del plesso venoso uterino, vene ovariche, ecc.

Come trattare le varici uterine?

Indipendentemente dal fatto che il paziente sia o meno incinta, la nomina delle misure terapeutiche viene eseguita da un ginecologo insieme a un flebologo (un medico che si occupa di malattie vascolari). In caso di gravidanza, la questione del metodo di consegna viene risolta anche dopo aver consultato un flebologo: con l'aiuto di una diagnosi ecografica, uno specialista identifica il grado di danno alle navi.

In assenza di gravidanza e stadio iniziale della malattia, i medici prescrivono una terapia conservativa, che include:

  • Normalizzazione del sonno e del riposo;
  • Fallimento dallo sforzo fisico;
  • Una dieta ricca di verdure e frutta;
  • L'inclusione nella dieta di oli vegetali (oliva, lino), che sono ricchi di vitamina E e prevengono la formazione di coaguli di sangue;
  • Rinunciare a cattive abitudini;
  • Esercizi di Kegel (per mantenere i muscoli vaginali e dell'utero in buona forma);
  • Attività di fisioterapia.

Da medicine, di regola, sono prescritti venotonic:

  • Troxerutina (capsule);
  • Anavenol;
  • Detralex e altri.

Sono spesso assottigliati dal sangue (in assenza di controindicazioni dal sistema cardiaco):

I farmaci per le donne nella posizione non sono prescritti, in quanto vi è un certo rischio per il feto, pertanto, alle pazienti incinte vengono prescritti fisioterapia, doccia di contrasto, multivitaminici, nonché biancheria intima da compressione, che normalizza il flusso sanguigno.

Se la donna partorirà in modo naturale o con l'aiuto di un taglio cesareo, la paziente stessa deciderà dopo essersi consultata con il medico curante.

Intervento chirurgico

Nel caso in cui la patologia venga rilevata in uno stadio avanzato della malattia e il trattamento conservativo non abbia portato risultati, i medici possono ricorrere a un metodo operativo di trattamento. Il metodo di correzione chirurgica è scelto dal medico e dal paziente.

Poiché ci sono molti metodi di intervento chirurgico, lo specialista è in grado di scegliere il meno traumatico e il più efficace di essi.

Tipi di operazioni per le vene varicose uterine:

  • Flebectomia (rimozione di piccoli vasi varicosi attraverso incisioni);
  • Scleroterapia (una preparazione speciale viene iniettata nella vena danneggiata, la nave viene incollata e scompare nel tempo a causa dell'arresto della circolazione sanguigna attraverso di essa);
  • Coagulazione laser (normalizzazione del flusso sanguigno)
  • Coagulazione a radiofrequenza;
  • In presenza di gravi complicazioni, ha fatto ricorso alla rimozione dell'utero senza le ovaie ea volte con loro. Dopo un tale intervento chirurgico, al paziente viene prescritta una terapia ormonale sostitutiva, che evita la menopausa precoce.

prevenzione

Come con qualsiasi altra malattia, c'è una prevenzione contro le vene varicose.

Il suo punto principale è la visita medica periodica. Osservazione particolarmente indicata di pazienti a rischio o che pianificano una gravidanza nel prossimo futuro.

  • Moderatamente praticare sport, non esagerare;
  • Rinunciare a cattive abitudini;
  • Seguire una dieta;
  • Evitare lo stress;
  • Assumere farmaci venotonici e fluidificanti (come raccomandato dal medico);
  • Segui il tuo benessere;
  • Per condurre una vita sessuale regolare.

prospettiva

La prognosi di una malattia come le varici uterine è favorevole nella maggior parte dei casi. Tuttavia, non sarà possibile curarlo completamente, quindi una donna dovrebbe osservare misure preventive, essere monitorata da un medico e non automedicazione.

Vene varicose dell'utero

La sindrome cronica da dolore uterino è anche conosciuta come vene varicose pelviche o vene varicose nell'utero. Questa malattia è più comune nelle donne in età fertile, è difficile da diagnosticare e può essere quasi asintomatica, ma è necessario conoscerne i segni per evitare diagnosi errate di malattie femminili.

Cosa sono le vene varicose uterine

Le vene varicose sono una stasi del sangue nelle vene, che ha portato ad una perdita della loro elasticità a causa di cambiamenti ormonali o predisposizione genetica. Più spesso soggetti alla malattia sono i vasi degli arti inferiori, organi della piccola pelvi. Le vene varicose pelviche sono più pericolose della manifestazione di una malattia simile alle gambe dal fatto che non può essere identificata visivamente, e l'infertilità e i processi infiammatori nelle ovaie, nell'utero e nella vagina possono diventare una conseguenza delle vene varicose interne.

Cause delle vene varicose

Ci sono diverse teorie sulla comparsa di questa patologia nelle donne in età fertile. Il principale meccanismo di innesco delle vene varicose dell'utero è considerato una gravidanza, perché ci sono le condizioni per la progressione della malattia:

  • aumentando la concentrazione di progesterone nel sangue, che rilassa le pareti dei vasi sanguigni;
  • aumentare il carico sugli organi pelvici (OMT), la violazione del loro normale apporto di sangue;
  • flusso di sangue inverso attraverso la vena ovarica;
  • infiammazione cronica dell'utero, appendici;
  • interruzione artificiale della gravidanza.

Non tutte le donne incinte sono a rischio perché Questa malattia è geneticamente determinata. Prima di pianificare una gravidanza, è assolutamente necessario sottoporsi a un serio esame per eliminare i rischi per la salute e le possibili complicazioni durante il parto. Le varicosi uterine sono rilevate dagli ultrasuoni e la conferma della diagnosi mediante flebografia transaddominale, ovarica.

I sintomi delle vene varicose

Identificare la malattia può essere principalmente per due sintomi:

  • dolore addominale cronico, aggravato dallo sforzo fisico, durante i rapporti sessuali, nella seconda metà del ciclo mestruale e durante la gestazione;
  • aumento delle perdite vaginali.

I dolori sono aggravati se la donna conduce uno stile di vita sedentario inattivo, durante i processi infiammatori del sistema urogenitale. Spesso, le varici uterine sono strettamente associate alla disfunzione sessuale. I sintomi possono essere minori o assenti, dipende dallo stadio della malattia:

  • il primo stadio è la dimensione di una vena (diametro) fino a 5 mm, corso convoluto delle navi (sintomi minori);
  • il secondo - una vena fino a 10 mm, la dilatazione varicosa dell'utero;
  • il terzo - un diametro di più di 10 mm, il tipo totale di vene varicose.

Cosa è pericoloso in gravidanza

Se la diagnosi è stata fatta prima del concepimento, durante la gravidanza, i sintomi possono aumentare a causa di un aggiustamento ormonale. Molte donne si chiedono quali sono le varici pericolose e come affrontarle durante la gravidanza? Se una donna è sotto la costante supervisione di un medico e monitora lo stato della sua salute, il disturbo del flusso sanguigno durante la gravidanza non è pericoloso. In rari casi, vene varicose del bacino possono causare cesareo, meno spesso, può causare insufficienza placentare.

Dieta per le vene varicose

Nel trattamento e nella prevenzione delle vene varicose di varie eziologie, la nutrizione svolge un ruolo molto importante. I medici raccomandano di abbandonare il caffè, il tè forte, limitare l'uso di zucchero e sale. Sarà utile riempire la dieta con verdure fresche, frutta, oli vegetali. Questa dieta ha un effetto benefico sul flusso sanguigno, lo stato delle pareti dei vasi sanguigni, impedisce il ristagno dei liquidi nel corpo, alleviando così le vene. È importante che le donne in gravidanza limitino la quantità di liquido consumato, perché lo sfondo ormonale provoca il ristagno del sangue.

Trattamento delle vene varicose pelviche

Avendo identificato i segni delle vene varicose, dopo aver confermato la diagnosi, i pazienti sono iniziati ad essere trattati con metodi conservativi con l'aiuto di farmaci e fisioterapia. Se il trattamento non migliora e il dolore persiste, ricorrono alla chirurgia. Importante per molti è la questione di come trattare le vene varicose durante la gravidanza? In questo momento, la donna deve essere sotto la supervisione di un medico per la terapia di mantenimento e, dopo il parto, sottoporsi a un trattamento intensivo.

Ricezione venotonikov

Il primo, che curare le vene varicose dello stadio uterino 1-2 - venotonica. Nomini il loro flebologo dopo un sondaggio completo. Farmaci venotonici prescritti come Flebodia, Detralex. Prendendo le pillole dura da due a tre mesi sotto la supervisione di un medico. Durante questo periodo, la morbilità dell'OMT dovrebbe diminuire in modo significativo, la sindrome da dolore durante le mestruazioni dovrebbe diminuire. Questo trattamento è meglio combinare con una palestra di salute.

esercizi

L'attività fisica obbligatoria prevede lunghe passeggiate e esercizi di scarico che rilassano la cervice e i muscoli del perineo - questi sono gli esercizi "betulla", "bicicletta". Utili esercizi terapeutici di respirazione speciali - anche respirazione profonda con l'inclusione di muscoli nel basso addome. Viene anche mostrato indossare indumenti intimi di compressione e collant che supportano le gambe, il plesso vascolare del perineo e dei glutei. Un ulteriore effetto benefico ha una doccia di contrasto.

Determinazione dei segni e selezione del trattamento per le vene varicose uterine

Le vene varicose dell'utero sono una delle malattie ginecologiche con sintomi aspecifici. Difficoltà con la formulazione di una diagnosi accurata può comportare un ritardo nel trattamento e l'aggravamento della condizione patologica, compresi i disturbi ormonali e l'infertilità.

Cause delle vene varicose uterine

Vene varicose dell'utero - una malattia caratterizzata da eccessiva pletora di vasi sanguigni, il loro allungamento, assottigliamento delle pareti venose e la formazione di nodi, con conseguente interruzione del normale afflusso di sangue all'organo. La patologia più caratteristica è per le donne in età riproduttiva, meno comune nelle ragazze adolescenti.

Possibili cause di varicità uterina includono:

  • predisposizione genetica dovuta a displasia (ipoplasia) del tessuto connettivo;
  • tendenza alla trombosi;
  • insufficienza congenita delle valvole ovariche;
  • malattie acute o croniche degli organi pelvici;
  • anomalie dell'utero;
  • squilibrio ormonale;
  • precedente intervento sull'utero (incluso l'aborto);
  • complicata storia delle nascite;
  • disturbi del ciclo dovuti al ristagno di sangue nelle vene;
  • costipazione frequente.

Uso a lungo termine di contraccettivi orali, che aumenta il rischio di trombosi e può anche causare varici uterine.

La gravidanza può anche innescare lo sviluppo della malattia. L'ormone progesterone prodotto per preservare il feto riduce il tono vascolare, espandendo così le vene e interrompendo il flusso sanguigno dall'utero. Il feto crea un'ulteriore ostruzione meccanica al flusso sanguigno: il suo peso non è distribuito uniformemente, quindi nella tarda gravidanza può comprimere le vene uterine.

Questa condizione è dovuta a cause naturali e non è sempre una patologia, tuttavia, se ci sono altri prerequisiti per lo sviluppo della malattia, la gravidanza può aggravare la condizione e causare un parto difficile.

I fattori di rischio per lo sviluppo della malattia includono:

  • l'obesità;
  • indossando biancheria stretti;
  • disfunzione sessuale;
  • numerose gravidanze e parto nell'anamnesi;
  • ipodynamia (assenza o mancanza di attività motoria);
  • in piedi o seduti.

Spesso le vene varicose dell'utero si combinano con le vene varicose degli arti inferiori. Ridurre il tono delle vene uterine può provocare vene varicose della cervice, ovaie, vagina, grandi e piccole labbra.

Sintomi e diagnosi della malattia

I segni delle vene varicose uterine includono fenomeni come:

  • frequenti e intensi dolori fastidiosi nell'utero e nelle ovaie, che possono essere somministrati all'osso sacro e alla parte bassa della schiena;
  • dolore durante la minzione in assenza di patologie renali;
  • aumento della sensibilità delle pareti vaginali;
  • aumento del disagio e del dolore durante il rapporto sessuale, le mestruazioni, lo sforzo fisico, la posizione eretta o seduta prolungata;
  • gravi violazioni del ciclo mestruale (durata totale fino a 50 giorni, con un lungo periodo di mestruazioni e scariche scariche durante esso);
  • possibile sanguinamento al di fuori delle mestruazioni;
  • sindrome premestruale intensa;
  • sensazione di scoppio nel perineo (se c'è anche dilatazione dei vasi della vagina e delle labbra).

L'immagine della vena varicosa uterina è caratterizzata da cianosi e gonfiore delle mucose della vagina e della cervice, che sono chiaramente visibili all'esame iniziale. La malattia iniziata si manifesta con noduli convessi formati su vene patologicamente dilatate.

La sintomatologia di questa malattia è simile ai segni di altre patologie ginecologiche, pertanto la diagnosi prende in considerazione non solo i reclami del paziente e i dati dell'esame iniziale, ma anche i risultati di ulteriori studi.

Il principale metodo diagnostico per le vene uterine varicose sospette è l'ecografia intravaginale. Se la diagnosi è confermata, il paziente viene chiamato da un flebologo, che esegue una radiografia a contrasto delle vene dell'utero (flebografia transmatosa). Il vantaggio del metodo nella sua informatività: la flebografia consente di determinare con precisione lo stadio di sviluppo della malattia e ottenere un quadro completo della condizione delle vene pelviche del paziente. Esistono controindicazioni alla radiografia: è severamente vietato determinare le vene varicose durante la gravidanza e l'intolleranza allo iodio nel paziente utilizzando il metodo di contrasto.

Se necessario, laparoscopia (incisioni chirurgiche non più lunghe di 1,5 cm) e la tomografia computerizzata possono essere utilizzate per chiarire la diagnosi principale o stabilire i concomitanti.

Trattamento di patologia

Il trattamento delle vene varicose dell'utero comprende una serie di azioni volte ad eliminare i fattori di maggiore rischio di sviluppare la malattia, aumentare il tono vascolare, prevenire la formazione di trombi, normalizzare la circolazione del sangue nella zona pelvica e regolare la dieta.

Il trattamento conservativo delle vene varicose comprende:

  • Preparazioni venerizzanti a base di diosmina, esperidina, diidroergotamina, ippocastano e estratto di semi d'uva. Nomi commerciali di droghe - "Venarus", "Angistaks", "Detraleks", "Flebodia", "Eskuzan".
  • Agenti antipiastrinici orali (compresi i derivati ​​della vitamina P). In caso di sanguinamento, i farmaci antinfiammatori non steroidei (indometacina, diclofenac, ecc.) Sono usati per l'emostasi, con una forte sindrome del dolore.
  • Una serie speciale di esercizi progettati per migliorare la circolazione del sangue nella zona pelvica (ad esempio, esercizi di Kegel).
  • Indossare biancheria intima a compressione, riposando nella posizione "piedi sopra il corpo".
  • Trattamenti idrici con una temperatura contrastante dell'acqua, aumentano il tono delle vene.
  • Rinuncia all'alcol e al tabacco.
  • Correzione della dieta (introduzione di prodotti che riducono la viscosità del sangue, nonché complessi o fonti di iodio).
  • Rispetto delle norme sull'acqua (1,5-2 litri di liquido al giorno).
  • Procedure di fisioterapia
  • Ricezione di complessi vitaminici (E, C, P, B1).
  • Esclusione di intenso sforzo fisico.

Per il successo del trattamento, è anche necessario eliminare l'influenza dei fattori di rischio.

I metodi chirurgici di trattamento delle vene - flebectomia, laser e coagulazione a radiofrequenza, scleroterapia e resezione dell'utero - sono utilizzati nelle fasi successive dello sviluppo della malattia, in base all'inefficacia della terapia conservativa.

Rispetto al caso clinico standard, sorgono molte difficoltà nel modo di trattare la varicità dell'utero in una donna incinta. A causa di un certo rischio di effetti avversi dei farmaci orali sul feto, il trattamento conservativo della dilatazione varicosa in utero durante la gravidanza include la dieta, l'assunzione di complessi multivitaminici e la venotonica vegetale, la fisioterapia, i trattamenti contrastanti dell'acqua e l'uso della biancheria intima da compressione.

Cosa è pericoloso per le vene varicose?

È quasi impossibile curare completamente la malattia, a condizione che non sia causata dalla compressione meccanica e dalla predominanza temporanea dell'ormone progesterone. Il trattamento conservativo ha lo scopo di inibire il processo patologico e prevenire le pericolose conseguenze della malattia per il corpo del paziente.

Qual è l'utero pericoloso varicosità in assenza di trattamento (complicazioni della malattia):

  • tromboflebite cervicale;
  • processi infiammatori nel sistema riproduttivo;
  • trombosi venosa delle ovaie;
  • infertilità;
  • vene rotte e sanguinamento estensivo;
  • insufficienza placentare.

In caso di alto rischio di sanguinamento in una paziente gravida con vene varicose uterine, i ginecologi raccomandano il taglio cesareo.

Nonostante le pericolose conseguenze della malattia, con una diagnosi tempestiva e un approccio responsabile al trattamento, è possibile evitare la chirurgia e la formazione di coaguli di sangue nelle vene pelviche. Per migliorare l'effetto della terapia tradizionale con il consenso del medico applica metodi tradizionali di trattamento (decotti alle erbe, impacchi, tinture).

Quali sono le varici cervicali?

Le vene varicose dell'utero sono considerate una delle malattie più gravemente diagnosticate, dal momento che le manifestazioni cliniche non sono specifiche e sono simili ad altre patologie del sistema riproduttivo femminile. Varici uterine: cos'è e quanto è pericoloso per una donna? Capiremo di seguito.

Concetti generali della malattia

Spesso le vene varicose dell'utero sono confuse con le vene varicose pelviche. Si tratta di due diverse condizioni caratterizzate da un diverso meccanismo di sviluppo e dai metodi di trattamento richiesti. La patologia per lo più simile colpisce le donne di età media e avanzata. Negli adolescenti, la varicità uterina è estremamente rara.

L'aspetto delle vene varicose dell'utero è una condizione patologica del sistema vascolare del corpo, accompagnata da assottigliamento della parete vascolare, la formazione di deformità, allungamento e rottura del normale flusso sanguigno. Spesso la malattia è associata a lesioni simili di un'altra sede (lesioni varicose degli arti inferiori, varicosità cervicale, vagina).

Una grande minaccia alla vita del bambino e della madre diventa vene varicose durante la gravidanza, perché il flusso sanguigno nella placenta viene disturbato e il bambino può soffrire di fame di ossigeno.

Fattori eziologici

I varicosi uteri, le cui cause sono state studiate fino in fondo, possono essere innescati da una serie di fattori:

  • cambiamenti nel livello di ormoni nel corpo;
  • la gravidanza;
  • predisposizione genetica;
  • inferiorità del sistema di valvole;
  • malattie degli organi pelvici;
  • attività fisica;
  • normale mancanza di orgasmo durante il rapporto sessuale.

Vene varicose uterine, le cause principali delle quali sono i cambiamenti ormonali nel corpo, causate da un aumento dei livelli di estrogeni o progesterone. Il fattore appare sullo sfondo dell'uso a lungo termine di anticoncezionali, farmaci sostitutivi in ​​menopausa. Questo include anche vene varicose uterine al verificarsi della gravidanza (il processo è accompagnato da un alto livello dell'ormone del corpo luteo).

L'aspetto della malattia nel periodo di trasporto di un bambino è provocato non solo da un cambiamento nel background ormonale, ma anche dalle caratteristiche anatomiche e fisiologiche della donna. Il peso della madre e del feto aumenta durante tutta la gravidanza e mette sotto pressione l'utero, deformando i vasi vicini, causando loro di allungare il muro, i processi di congestione e rallentare la circolazione sanguigna. Le vene varicose uterine durante la gravidanza possono essere accompagnate da varicosità delle labbra cervicali, vaginali, vulvari.

Le vene che hanno l'inferiorità congenita di valvole, lavorano con violazione di un'adeguata scanalatura del sangue. Di conseguenza, le navi vengono modificate e si sviluppano le varici uterine. Le cause includono anche la trasmissione ereditaria della tendenza al diradamento della parete vascolare, a seguito della quale i plessi vascolari si allungano, si gonfiano e si deformano. Le vene varicose dell'utero possono svilupparsi sullo sfondo di altre malattie degli organi pelvici. Ad esempio, le cause scatenanti sono endometriosi, endometrite, piegamento uterino.

La regolare mancanza di orgasmo porta al fatto che il sistema venoso rimane traboccante di sangue. Durante il rapporto sessuale, la circolazione sanguigna di questa zona aumenta e le contrazioni dell'utero durante l'orgasmo spingono il sangue verso l'alto attraverso i vasi. L'anorgasmia contribuisce a un gran numero di volumi residui di sangue che traboccano le vene e contribuiscono al loro allungamento.

Le vene varicose cervicali si sviluppano sullo sfondo di processi infiammatori di lunga durata, misure abortive e l'uso costante del metodo contraccettivo sotto forma di rapporti sessuali interrotti. Di grande importanza è la predisposizione genetica. Dopo la nascita, una patologia simile rimane in ogni quinta donna.

Quadro clinico

Le vene varicose uterine, i cui sintomi sono facilmente confusi con le vene varicose della cervice o dell'ovaio, non sono specifiche. Quando si contatta un ginecologo con reclami, la diagnosi può essere fatta solo dopo l'esame. Il quadro clinico include manifestazioni di:

  1. La sindrome del dolore si verifica nel basso addome e può irradiarsi al coccige o lombare. I sentimenti hanno un carattere fastidioso. Rafforzato dopo il rapporto sessuale, durante il periodo mestruale, con eccessivo sforzo fisico o con una lunga permanenza in posizione seduta.
  2. Le violazioni del ciclo mestruale sono caratterizzate dall'allungamento del periodo tra l'inizio delle mestruazioni (fino a 1,5-2 mesi). Le allocazioni diventano più scarse.
  3. Durante la gravidanza, i sintomi dell'utero varicoso non hanno manifestazioni chiare. Una donna non può indovinare il suo aspetto.
  4. Aumenta la sensibilità delle pareti vaginali, che si sente durante il rapporto sessuale.
  5. Una sensazione di distensione può comparire nell'addome inferiore e nella zona perineale - disagio e sensazione di pressione.

Le vene varicose uterine possono provocare sintomi caratteristici di parto prematuro durante la gravidanza. Inoltre, le manifestazioni della malattia possono essere confuse con osteocondrosi, emorroidi, enterocolite, infiammazione della vescica o urolitiasi.

Le varici uterine, i cui sintomi sono associati a manifestazioni di vene varicose della cervice o della vagina, al contrario, sono caratterizzate da frequenti flussi mestruali. Tuttavia, sono ancora scarse nel numero. All'esame, il ginecologo vedrà lo stato edematoso della mucosa vaginale, ispessimento e sviluppo della cianosi delle pareti. Qualche volta è possibile notare le corone espanse nella forma di nodi.

È importante! Quando compaiono uno o più sintomi descritti, è necessario consultare un medico per la diagnosi e, se necessario, la nomina della terapia.

Misure diagnostiche

La varicosità uterina richiede un trattamento complesso, tuttavia, inizia solo dopo un esame completo della donna. I seguenti metodi sono usati per diagnosticare questa manifestazione della malattia varicosa:

  • Ultrasuoni degli organi pelvici;
  • ecografia intravaginale;
  • flebografia con un agente di contrasto;
  • laparoscopia diagnostica;
  • imaging a risonanza magnetica e calcolato;
  • scansione vene duplex.

Metodi per affrontare la malattia

Dopo l'esame e la conferma della diagnosi di "varici", il trattamento è prescritto congiuntamente da un ginecologo e da un flebologo. Prima di tutto, si raccomanda di cambiare la modalità dei carichi sul corpo, ridurre l'effetto del lavoro sedentario, normalizzare la dieta e abbandonare le cattive abitudini. Gli esperti raccomandano di indossare collant a compressione (non calze!) Per ridurre il dolore e normalizzare la microcircolazione. Alcuni casi della malattia richiedono un intervento chirurgico.

È importante! Il trattamento precoce impedirà lo sviluppo di complicazioni sotto forma di disfunzione degli organi del sistema riproduttivo, infertilità, trombosi, sanguinamento, rottura delle vene patologicamente modificate.

La varicosità uterina, il cui trattamento è complesso, richiede l'uso dei seguenti gruppi di farmaci:

  1. Venotonics - significa rafforzare la parete vascolare e fornire un effetto anti-infiammatorio e anti-edema.
  2. Angioprotectors - un gruppo di farmaci che rafforzano i vasi sanguigni, migliorano la microcircolazione. I mezzi hanno azione anti-essudativa e riducono la permeabilità delle pareti vascolari.
  3. Enzimatico significa: l'azione dei farmaci è finalizzata a migliorare i processi metabolici nel corpo.
  4. Farmaci a base di nitrati - vengono utilizzati al bisogno per eliminare i crampi.

"Detralex" è una delle venotoniche efficaci, approvate per l'uso durante la gravidanza e l'allattamento. Il corso della terapia raggiunge 3 mesi.

Il farmaco "Troxevasin" sotto forma di capsule viene utilizzato per rafforzare la parete venosa e combattere possibili trombosi. Lo strumento è composto da vitamina P, che è in grado di assottigliare il sangue, prevenendo l'adesione delle piastrine.

Angioprotettore "Glevenol" è stato prescritto per ridurre il dolore, fornire antiedema e ridurre la coagulazione del sangue.

"Proven" - venoprotettore utilizzato per migliorare il tono dei vasi venosi, migliorare la circolazione sanguigna e il drenaggio linfatico, ridurre i processi stagnanti.

Il meglio della categoria "Tipi di vene varicose"

In genere, le vene varicose della pelvi si verifica nelle donne in età fertile. La malattia è abbastanza comune, ma difficile da diagnosticare. Una donna può camminare per molti anni con dolore nel basso ventre e trattare l'infiammazione inesistente, anche senza sospettare che lei abbia vene varicose pelviche.

Le vene varicose durante la gravidanza non sono un fenomeno molto piacevole. Il più spesso succede in donne che, prima di trasportare un bambino, hanno avuto problemi con vasi sanguigni. E il peso extra e il carico sulle gambe aumentano il rischio di malattie.

La malattia delle vene, caratterizzata dalla loro espansione, allungamento, assottigliamento delle pareti, deformazione e formazione dei nodi, è chiamata vene varicose. Secondo le statistiche, le rappresentanti femminili sono più sensibili a questa patologia rispetto agli uomini, a causa delle peculiarità del background ormonale.

Vene varicose del bacino: durante la gravidanza, dopo e prima

Sognando un bambino sano e bello e pianificando una prima gravidanza, le giovani donne spesso cercano di scoprire cosa è "scritto nella sua famiglia". Tutto questo è meglio imparare dalla madre, specialmente dal momento che l'imminente gravidanza stessa è un momento emozionante. Le figlie ripetono in gran parte la loro madre, specialmente se riguarda i problemi delle donne, e non le hanno perché i pensieri sono materiali, ma perché tutto è stabilito a livello di geni, contro il quale, come sappiamo, non ci sono armi. Quindi con le vene varicose. E non importa cosa. Perseguire un corpo femminile può sia le vene varicose che le varici dell'utero, il che non è migliore, poiché non è sempre evidente e non molto accessibile.

Tutti gli organi della piccola pelvi sono soggetti a vene varicose, e dato che questo posto è occupato dagli organi genitali nelle donne, diventa chiaro che tali condizioni patologiche spesso si verificano. Per gli organi pelvici sono vasi che vanno dal basso, cioè dagli arti inferiori e, biforcandosi, raccolgono il sangue dalle labbra, dalla vagina, dal perineo, dalla vulva, dall'utero e dalle appendici. La nave venosa è in grado di espandersi su qualsiasi parte, e più precisamente, dove riceverà un carico aggiuntivo.

Lo sviluppo delle vene varicose, oltre all'ereditarietà, è significativamente influenzato dallo stato ormonale, che, non solo cambia durante ogni ciclo mestruale, subisce anche una completa ristrutturazione durante la gravidanza e la menopausa.

Durante la gravidanza, il progesterone ormone inizia a funzionare attivamente, il che contribuisce alla ritenzione e all'accumulo di liquidi nei tessuti e ad un aumento del volume circolatorio circolante. BCC, a sua volta, creerà ulteriore pressione sulle pareti dei vasi sanguigni.

Nel periodo climaterico, oltre agli effetti ormonali, la storia ginecologica e le patologie croniche associate svolgono un ruolo significativo nella formazione dei processi patologici.

Gravidanza - felicità e dolore

La gravidanza rivela molte patologie nascoste, comprese le vene varicose pelviche, mentre con ogni gravidanza la situazione peggiorerà di più. Durante la gravidanza, il volume del sangue circolante aumenta, il che è naturale, poiché è necessario alimentarlo all'utero, che aumenta di dimensioni. La formazione e l'attività della placenta richiedono un apporto completo di ossigeno e sostanze nutritive che saranno utilizzate per la crescita e lo sviluppo del feto. L'utero crescente comincia a cercare un posto nel bacino a spese di altri organi, opprimendoli e spremendo i vasi.

A causa dell'attivazione del background ormonale, un gran numero di ormoni sessuali femminili entrano nel flusso sanguigno, che porta al rilassamento delle pareti dei vasi venosi, che porta all'espansione patologica delle vene. In una tale situazione, le valvole nelle vene non forniscono una completa perdita di sangue, poiché non possono chiudere completamente il lume del vaso dilatato. Il sangue rimane e ristagna, dove un'eccessiva pressione sanguigna sulle pareti dei vasi sanguigni porterà ad un aumento della permeabilità di quest'ultimo.

Inoltre, l'utero gravido non solo prende il sangue, ma lo trasmette via e il deflusso da esso durante la gravidanza aumenta di quasi 20 volte. Considerando che i vasi venosi dell'organo riproduttivo principale sono dotati anche di valvole che, a causa delle circostanze o delle caratteristiche congenite, non sono in grado di assicurare la completa chiusura del vaso venoso, il sangue ristagna e le vene si dilatano. Ecco come si sviluppano le vene varicose dell'utero, dove le cause della varicità uterina possono essere rappresentate come segue:

  1. Anomalie congenite della struttura dell'apparato valvolare dei vasi venosi dell'utero;
  2. Predisposizione genetica;
  3. Cambiamenti ormonali inerenti allo stato di gravidanza;
  4. Aumento del flusso sanguigno nell'utero;
  5. Malattie infiammatorie croniche;
  6. Interruzione artificiale della gravidanza, aborti e parto nella storia;
  7. Congestione nei vasi venosi delle ovaie.

A causa del fatto che l'utero appartiene agli organi pelvici, è possibile aggiungere i prerequisiti per l'insorgenza di vene varicose, caratteristiche dell'intera pelvi:

  • Aumentare le dimensioni dell'utero;
  • Guadagno di peso rapido;
  • Obesità costituzionale alimentare e altri tipi associati a malattie endocrine;
  • Attività fisica;
  • Lavoro a sedere e ipodynamia;
  • Cattive abitudini (fumare).

Il colpevole per lo sviluppo delle vene varicose durante la gravidanza all'inguine, che si gonfierà con i nodi poco attraenti blu scuro e creerà terribile disagio per una donna, è spesso l'utero gravido. Trabocca le vene iliache, che porta alla loro dilatazione varicosa, che si estende alle grandi labbra, vagina, perineo, vulva e intestino. I suddetti fattori in questa situazione avranno anche un impatto negativo e saranno le cause delle vene varicose del bacino.

Varici visibili e invisibili

I sintomi delle vene varicose pelviche possono avere luminosità quando le vene degli organi genitali esterni sono dilatate, ma questo indica il ristagno in tutta la zona pelvica. I vasi e i nodi espansi in questi casi sono ben definiti visivamente. Tuttavia, l'espansione delle vene interne è più pericolosa per la salute e pone una maggiore minaccia al decorso della gravidanza e al periodo postparto. La vagina varicosa rischia di spezzare le vene durante lo sforzo e / o durante un atto di defecazione, che causerà sanguinamento e sviluppo di anemia.

A causa della scarsità del quadro clinico nei casi di ristagno della pelvi, il primo diagnostico della malattia è l'esame ecografico degli organi pelvici mediante sonda vaginale. In questo modo, è possibile rilevare vene e nodi dilatati nell'utero, nelle ovaie, nella vulva, nella vagina e in altri luoghi inaccessibili, l'unica manifestazione dei quali può essere una sensazione dolorosa nell'addome inferiore.

Probabilmente i sintomi più eclatanti accompagnano le vene varicose durante la gravidanza:

  1. "Asterischi" e nodi che portano alla deformazione di una o due labbra;
  2. Pelle secca, macchie di pigmento sul luogo della lesione;
  3. Prurito e dolore dolorosi;
  4. Perdita di prestazioni, diminuzione dell'umore.

Tuttavia, se la congestione venosa nella pelvi è limitata, di norma, a un trattamento delicato (bendaggi elastici, calze, ginnasta terapeutica), specialmente dal momento che durante la gravidanza non vengono mostrati metodi minimamente invasivi, allora la varicosi vulvare richiede misure immediate, che è altamente auspicabile di gravidanza. Ciò è dovuto al fatto che vene varicose vulvare non trattate possono causare emorragia estesa a causa di una rottura della nave venosa. Le vene varicose della vulva dovrebbero essere trattate con radiofrequenza e coagulazione laser o flebectomia radicale. Durante il periodo di gestazione, è impossibile, quindi, cercano di limitarsi alla prescrizione della maglieria a compressione e della terapia fisica e, come ultima risorsa, possono essere raccomandati farmaci venotonici con effetti collaterali minimi.

Minaccia alla normale gravidanza

Le vene varicose degli arti inferiori sono molto spesso combinate con vene varicose vaginali, che indicano la presenza di ristagni nella pelvi e il coinvolgimento dell'apparato venoso degli altri organi del tratto genitale femminile in generale e dell'utero in particolare nel processo patologico. I danni ai vasi dell'utero possono avere conseguenze negative e rappresentare una minaccia per il feto e la normale gestazione, pertanto le vene varicose durante la gravidanza acquisiscono uno stato speciale, in cui i vasi venosi degli arti inferiori svolgono un ruolo dominante. Dopotutto, tutto inizia con loro e la piccola pelvi è coinvolta nel processo.

Sembra incredibile dire che le vene varicose possono prevenire la gravidanza e causare infertilità, ma, tuttavia, lo è. Inoltre, l'espansione delle vene prima della gravidanza o durante essa spesso crea una barriera al normale impianto dell'embrione e viola la corretta formazione della placenta.

Miti sulle vene varicose

Su qualsiasi malattia comune e cronica nelle persone sono leggende e miti, dove la varicità non fa eccezione. Piuttosto, la regola. Alcune assicurazioni ingannano i pazienti del flebologo, con cui vengono dal medico, dove cercano di dare suggerimenti al piano di trattamento e diversificarlo. Oppure, affrontando con successo una ricaduta attraverso la coagulazione laser o la flebectomia, iniziano a credere che le vene varicose siano sparite e ora tutto è possibile. Miti e rifiuti:

Mito numero 1: vene varicose - una malattia che colpisce solo le gambe.

L'affermazione che le navi che sono sopra il cuore non sono soggette ad espansione non ha basi. Le vene varicose possono essere presenti in qualsiasi vaso venoso. Naturalmente, le vene del cingolo scapolare sono meno sensibili a questo processo patologico, a causa della posizione veramente elevata e dell'attività fisica significativa (senza nemmeno accorgercene, useremo costantemente le nostre mani). E, di regola, se le vene varicose hanno raggiunto le mani, allora si è "sistemato" nelle gambe e nella piccola pelvi molto tempo fa.

Mito numero 2: le vene varicose possono essere curate alla volta

Dicono che "qualcuno, da qualche parte, una sorta di" medicina, un metodo chirurgico o un rimedio popolare curano le vene varicose. L'espressione "curare le vene varicose" può essere usata solo in un caso: non si può curare le vene varicose, può essere prevenuta, non si può dimenticare per un giorno, ma si dovrebbe anche tenerlo a mente tutto il tempo. Con le vene varicose, devi costantemente combattere una lotta inconciliabile, e poi si ritira. Per un po '... Ma non appena una persona si permette di rilassarsi, la ricorrenza delle vene varicose sarà proprio lì.

Mito numero 3: un ginecologo femminile cura le vene varicose.

Alcune persone credono che le vene varicose degli organi pelvici siano una malattia ginecologica. Ma cosa dire, se alcuni medici sono sicuri di questo. Ma le vene varicose sono una malattia dei vasi venosi e non importa dove si trovano. Si occuperanno di un flebologo (chirurgo vascolare). Tuttavia, il ginecologo è di solito il primo a sapere della dilatazione delle varici attraverso la diagnostica ecografica degli organi pelvici e solo dopo invia il paziente a un flebologo. Una donna incinta viene contemporaneamente osservata dall'uno e dall'altra specialista.

Video: vene varicose e gravidanza

Soprattutto sulle vene varicose della pelvi e degli arti inferiori dovrebbero essere note alle giovani donne che hanno notato nella loro predisposizione ereditaria all'espansione patologica dei vasi venosi. La prevenzione, compreso l'uso di medicina tradizionale, ginnastica, passeggiate, nuoto e una corretta alimentazione aiuterà a prevenire lo sviluppo del processo patologico e assicurare la nascita di un bambino sano. E, forse, diversi, se la mamma si prende cura della sua salute in anticipo e si prepara adeguatamente per un evento gioioso.

Sintomi delle vene varicose e trattamento delle vene varicose

Le vene varicose uterine non hanno una fascia di età, pertanto possono verificarsi sia nelle donne in età pensionabile che nelle giovani donne che non hanno partorito. È noto che la popolazione femminile è più suscettibile alle vene varicose, ma pochi sanno che le vene varicose possono svilupparsi non solo sulle gambe e sulle cosce, ma anche sugli organi interni, ad esempio sull'utero.

contenuto

Conseguenze pericolose

Provoca patologia un numero enorme di fattori ambientali. Le donne moderne non si prendono affatto cura di se stesse, sottopongono costantemente il corpo a sforzi fisici e tutto ciò, nel tempo, influisce negativamente sui loro corpi. La malattia può svilupparsi nel corso degli anni e essere diagnosticata in una fase avanzata. Per questo motivo, almeno una volta all'anno, è necessario sottoporsi a esami preventivi da un ginecologo.

In generale, la prognosi per il trattamento della malattia è favorevole, la cosa principale è chiedere prontamente aiuto a specialisti qualificati e non ascoltare il consiglio dei vicini che una volta si sono trovati di fronte a una tale malattia e sono stati curati con tinture o unguenti. Il trattamento dell'utero varicoso dovrebbe essere obbligatorio, perché la malattia può causare conseguenze pericolose:

  • tromboflebite - una malattia delle pareti dell'utero, con conseguente formazione di coaguli di sangue su di loro;
  • trombosi delle vene ovariche - blocco dei vasi sanguigni.

Entrambe le patologie possono essere fatali senza cure mediche tempestive.

Cause della malattia

Le vene varicose dell'utero sono associate a livelli ormonali alterati e alla funzione tiroidea. La malattia si sviluppa a causa di una maggiore coagulazione del sangue negli organi pelvici.

Le vene varicose uterine possono avere tali cause:

  • infiammazione prolungata dell'organo;
  • aborto;
  • parto difficile;
  • frequente stitichezza;
  • contraccezione intrauterina;
  • anomalie congenite;
  • difetti delle valvole venose;
  • vene varicose trascurate sulle gambe;
  • predisposizione genetica alla malattia;
  • attività fisica;
  • assunzione di contraccettivi ormonali;
  • uso incontrollato di droghe.

Determinare con precisione le cause dello sviluppo di cambiamenti degenerativi nelle navi può solo medico qualificato dopo un esame approfondito e interrogatorio del paziente.

Le varici cervicali a volte si sviluppano durante la gravidanza. Poiché il feto si trova in modo non uniforme nella cavità addominale, può comprimere le vene uterine nelle fasi successive. La varicosità uterina durante la gravidanza non è considerata una patologia e non richiede trattamento, immediatamente dopo la nascita del bambino, la circolazione sanguigna torna alla normalità. In alcuni casi, i medici raccomandano un taglio cesareo per evitare la rottura e l'emorragia durante i tentativi.

Sintomi delle vene varicose dell'utero

La complessità della situazione sta nel fatto che i sintomi di questa malattia sono molto simili ad altri disturbi del sistema urogenitale, quindi possono essere facilmente confusi e il trattamento verrà effettuato in modo errato. I sintomi pronunciati della varicosi uterina hanno solo 2 stadi. Nelle fasi iniziali, la malattia non fornisce alcuna informazione su se stessa. Può essere determinato allo stadio 1 per caso in una ecografia di routine.

Sintomi di vasi uterini dilatati:

  • tirando dolore e disagio nell'addome inferiore;
  • sensazione di pesantezza nella parte bassa della schiena;
  • fallimenti nel ciclo mestruale;
  • dolore durante il rapporto sessuale;
  • mestruazioni profuse;
  • scarica atipica;
  • debolezza generale;
  • diminuzione della capacità lavorativa.

Tutti i sintomi di cui sopra sono una buona ragione per andare dal medico. È categoricamente vietato condurre autodiagnosi e prescrivere un trattamento autonomo, ma può essere effettuato da un medico qualificato su base individuale.

Diagnosi e trattamento farmacologico

La tomografia computerizzata e la radiografia non sono procedure informative nella diagnosi di una malattia come le vene varicose dell'utero. Molte più informazioni sulle condizioni del paziente possono essere ottenute mediante ultrasuoni.

L'introduzione transvaginale di una sonda speciale è effettuata, che permette di valutare lo stato delle navi nell'utero. Inoltre, vengono assegnati test di laboratorio per valutare la composizione del sangue. Un aumento della conta piastrinica può interferire con la normale circolazione sanguigna e causare una serie di conseguenze negative per il corpo. Molto spesso, vene varicose uterine sono combinate con vene varicose nell'ovaio, quindi il medico dovrebbe esaminare e appendici.

Durante la diagnosi delle vene varicose nell'utero, il trattamento viene effettuato con due metodi: conservativo e chirurgico. Il trattamento conservativo consiste nel prendere tali farmaci:

Inoltre prescritto farmaci che possono assottigliare il sangue, ad esempio, trombone ACC, eparina, Cardiomagnyl.

Se la malattia è stata diagnosticata in uno stadio avanzato o la terapia farmacologica non ha portato i risultati attesi, l'intervento chirurgico viene eseguito. Ci sono diverse opzioni per il trattamento chirurgico:

  • flebectomia;
  • scleroterapia;
  • coagulazione laser;
  • coagulazione di onde radio;
  • escissione chirurgica tradizionale.

Ciascuno dei metodi di trattamento ha le sue caratteristiche e la natura della condotta. Ad esempio, la flebectomia comporta la rimozione dei vasi varicosi mediante incisioni, con la coagulazione laser, il deflusso del sangue viene normalizzato dall'azione di un raggio laser su vasi occlusi. La scleroterapia è una procedura in cui un agente sclerosante che aderisce ad una nave viene iniettato nei vasi colpiti. Quando la coagulazione delle onde radio delle vene influenza le onde radio di una certa frequenza, distrugge il blocco e pulisce i vasi sanguigni.

Le tecniche cardinali sono la rimozione di un'area specifica della vena uterina o la rimozione dell'utero e delle sue appendici interamente. La fattibilità dell'uso di un particolare metodo di trattamento è decisa individualmente, tenendo conto dell'età del paziente, della presenza di prole e delle malattie concomitanti.

Dieta e terapia fisica

Durante il periodo di trattamento e dopo l'intervento chirurgico, è molto importante mantenere uno stile di vita sano e mangiare bene. Aumenta la quantità di alimenti contenenti vitamine nella tua dieta: cetrioli, mirtilli, sedano, pomodori e ciliegie hanno un ottimo effetto sulla condizione delle vene. Limitare il consumo di cibi fritti, grassi e affumicati, contribuisce al blocco dei vasi sanguigni e riduce il tasso di assorbimento delle vitamine. È necessario abbandonare le cattive abitudini, passare più tempo all'aria aperta e non soffermarsi a lungo nella stessa posizione. Qualsiasi sforzo fisico che una donna si assume dovrebbe essere fattibile.

Le vene varicose dell'utero sono regolate dall'esercizio, che aumenterà il tono dei muscoli e dei vasi sanguigni in questo organo. I seguenti esercizi fisici hanno un ottimo effetto sulla condizione dei pazienti:

  1. Sdraiati sulla schiena, metti le mani sul pavimento con i palmi delle mani e con i piedi fai i movimenti che imitano il ciclismo.
  2. Nella stessa posizione facciamo l'esercizio con le gambe "forbici" per 30 volte. Dopo di ciò, accendi lo stomaco. Sollevare il corpo, appoggiando i gomiti sul pavimento e fare gli stessi movimenti con le gambe. In questa posizione, è più difficile manipolare gli arti, ma l'effetto che ne deriva è maggiore.
  3. In posizione seduta o in piedi, ritrarre l'ano. Questi movimenti sono combinati con una respirazione adeguata: inspirano mentre inspirano e rilasciano aria mentre espirano. Abbastanza 15 si ritira una volta al giorno.
  4. Sedersi sul pavimento, piegare un ginocchio, raddrizzare l'altra gamba. La gamba raddrizzata viene sollevata e abbassata lentamente per 20 volte. Dopo di ciò, la gamba viene cambiata.

Questi semplici esercizi, che non ti prendono un po 'di tempo, possono migliorare la circolazione del sangue negli organi pelvici e direttamente nell'utero. Come carico aggiuntivo, è possibile salire le scale, questo ha anche un grande effetto sulla circolazione del sangue e rafforza i muscoli delle gambe.

Rimedi popolari e ricette

I seguenti metodi popolari aiutano a fluidificare il sangue e migliorare i processi di circolazione del sangue:

  1. Diluire un cucchiaio di aceto in un bicchiere d'acqua. Utilizzare 2 volte al giorno prima dei pasti.
  2. La tintura di ippocastano può non solo rafforzare i vasi sanguigni, ma anche migliorare l'immunità. Può essere pronto per l'acquisto in farmacia o cucinarlo da solo mescolando castagne tritate e alcol. I mezzi insistono per 2 settimane in un contenitore di vetro sotto un coperchio ben chiuso. Dentro usa 20 gocce prima di un pasto.
  3. Pulisce perfettamente i vasi con propoli nella sua forma naturale e come decotto. Si consiglia di sciogliere una fetta di fondi per un'ora o preparare un decotto basato su di esso, basta versare propoli con acqua bollente e infondere per 20 minuti. Va notato che lo strumento può danneggiare le persone con ipertensione, in quanto accelera la circolazione del sangue nel corpo e provoca una crisi ipertensiva.
  4. La tintura di lillà e alcol molto bene elimina la stagnazione negli organi pelvici. Devi mescolare 200 g di fiori della pianta con 0,5 litri di alcol e insistere per 2 settimane. Inoltre, 1 cucchiaino. utilizzare lo strumento prima di ogni pasto, bevanda o marmellata non può.
  5. Buon aiuto decotto di coni di luppolo. Si preparano in acqua bollente per 15 minuti, insistono mezz'ora e bevono mezzo bicchiere, 2 volte al giorno.

Le vene varicose uterine sono una patologia molto seria, quindi in questo caso non dovresti essere portato via con la terapia popolare. Può fungere da supplemento al trattamento principale, in ogni caso, non deve essere usato separatamente. Ora, tu sai cos'è l'utero varicoso e sai come trattare questo disturbo, quindi con i primi sintomi puoi andare rapidamente dal medico e interrompere la malattia in una fase precoce, senza permetterlo di svilupparsi in una forma cronica, che è considerata incurabile.

Per Saperne Di Più I Vasi