Malattia varicosa degli arti inferiori: trattamento non farmacologico

La malattia varicosa degli arti inferiori è una malattia cronica delle vene superficiali delle gambe, che è caratterizzata da allungamento e deformità sacciforme dei vasi e porta all'insufficienza venosa cronica e progredisce costantemente. Questa è una patologia molto comune - ogni quarto residente della Russia ne soffre. Secondo le statistiche degli ospedali chirurgici, le donne si ammalano 6-7 volte più spesso degli uomini. Tuttavia, alcuni autori considerano errata questa informazione e suggeriscono che gli uomini soffrono di varici in ugual misura con le donne, ma sono meno preoccupati dei problemi cosmetici, quindi vanno meno spesso ai medici - solo quando vi sono manifestazioni pronunciate di insufficienza venosa cronica.

Il nostro articolo parla delle cause, del meccanismo di sviluppo di questa patologia, dei sintomi, dei principi di diagnosi e trattamento di essa, compresi i metodi di fisioterapia.

Cause e meccanismo della malattia

La malattia varicosa degli arti inferiori è primaria (si verifica a causa di eventuali disturbi congeniti nella struttura della parete venosa o insufficienza dell'apparato valvolare, è una malattia indipendente) e secondaria (si sviluppa come complicazione di malattie delle vene profonde, ad esempio con PTFS).

Ci sono una serie di fattori che aumentano il carico sulle vene, riducono il tono della parete venosa, aumentando così la probabilità di sviluppare vene varicose. Questo è:

  • duro lavoro fisico;
  • cambiamenti ormonali nel corpo (pubertà, menopausa);
  • prendendo contraccettivi orali combinati;
  • posizione di lunga data;
  • periodo di trasporto di un bambino.

Sotto l'influenza di fattori causali nei vasi venosi, aumenta la pressione idrostatica, che porta ad un aumento del loro diametro e alla progressione della disfunzione dell'apparato valvolare. Di conseguenza, il deflusso del sangue attraverso le vene superficiali diventa difficile, il sangue dalle vene profonde viene gettato nella superficie - esse traboccano, si sovrappongono, si torcono e formano estensioni di varie forme cilindriche, sacculari e miste. Con la progressione della malattia, la stasi del sangue porta alla malnutrizione (trofismo) dei tessuti degli arti inferiori - la pelle è pigmentata, si asciuga, la dermatite, l'eczema e le ulcere trofiche compaiono nella fase avanzata.

Gli scienziati ritengono che le vene varicose siano una sorta di "recupero" di una persona per camminare in piedi.

In 3 dei 4 pazienti, l'espansione dei principali vasi venosi sottocutanei (principale) è determinata, mentre il resto dei pazienti ha una dilatazione diffusa delle vene (tutte comprese quelle intradermiche). In 8 casi su 10 di malattia, la lesione è determinata nel bacino della grande vena safena, il restante 20% è dovuto alla lesione della piccola vena safena e la lesione mista è equamente divisa.

Manifestazioni cliniche

A seconda della gravità dell'insufficienza cronica della funzione venosa durante una malattia varicosa, ci sono 3 fasi:

  • I - lo stadio del relativo risarcimento;
  • II - stadio di sottocompensazione;
  • III - fase di scompenso.

Nella prima fase della malattia, i pazienti si lamentano esclusivamente di difetti estetici - vene a ragno, deformità a serpentina dei tronchi venosi sottocutanei, che appaiono nella posizione eretta del paziente, spesso dopo esercizio o carico statico, e anche di sera. Le sensazioni soggettive in questa fase nei pazienti sono assenti.

Nella seconda fase vengono aggiunti reclami nei pazienti, tutti sintomi di alterata circolazione sanguigna regionale. Nota dei pazienti:

  • stanchezza;
  • pesantezza agli arti inferiori, soprattutto dopo averli caricati o alla sera;
  • sensazione di pizzicore, strisciare nelle parti inferiori delle gambe;
  • gonfiore dei piedi e terzo inferiore delle gambe;
  • dolore in queste parti delle gambe di media intensità, inarcando la natura;
  • crampi ai muscoli del piede e della gamba, specialmente di notte.

Dopo che il paziente si è sdraiato per un po 'con un arto affetto sollevato, nota il sollievo della condizione - i reclami "vanno via" o diventano meno pronunciati.

Visivamente, nella seconda fase della malattia varicosa, viene determinata una notevole dilatazione, l'ornatezza delle vene safene, più pronunciata nella posizione del paziente in piedi, cioè con il carico maggiore sull'apparato venoso.

Nella terza fase, l'espansione visiva delle vene è determinata costantemente, ci sono persistenti gonfiori delle estremità al di sotto del sito di patologia. A questi sintomi si aggiungono i disturbi trofici (nutrimento) della pelle - è secco, sottile, iperpigmentato; possono comparire difetti ulcerativi, principalmente sulla superficie anteriore-mediale (interna) del terzo inferiore della gamba (spesso sopra la caviglia interna).

I pazienti sono preoccupati per la stanchezza, grave pesantezza agli arti, particolarmente evidente nella posizione eretta e camminare, così come il gonfiore.

I medici-medici usano nella loro pratica la classificazione internazionale dell'insufficienza venosa cronica, che riflette pienamente i sintomi della malattia:

  • classe 0 - assenza di segni di insufficienza cronica della funzione venosa;
  • classe 1 - le vene del ragno (telangiectasia) e le vene reticolari sono evidenti sulla pelle;
  • classe 2 - vene convolute con deformità sacciformi;
  • classe 3 - si manifestano vene varicose ed edema delle estremità;
  • classe 4: i disturbi trofici della pelle sono determinati - è di pigmentazione aumentata, con segni di dermatite, eczema;
  • classe 5 - cambia caratteristiche della classe 4, più un'ulcera trofica guarita;
  • classe 6 - cambia caratteristica della classe 4, più un'ulcera trofica aperta.

Complicazioni delle vene varicose

Come conseguenza del danneggiamento della pelle diluito e saldato a una vena varicosa, la pelle può sanguinare. Allo stesso tempo dal nodo di rottura il sangue viene versato in pieno flusso, il che può portare a una significativa perdita di sangue.

La seconda terribile complicazione è la tromboflebite acuta. Si manifesta con arrossamento della pelle sulla vena interessata, compattazione dolorosa simile a un cordone lungo il suo corso. Questa è una condizione pericolosa, dal momento che un trombo o parte di esso può staccarsi dalla parete del vaso e entrare nei vasi sanguigni dei polmoni o del cervello con un flusso sanguigno, bloccandoli.

Principi di diagnosi

La diagnosi delle vene varicose per uno specialista nella stragrande maggioranza dei casi è semplice. Può già farlo sulla base delle lamentele del paziente, dell'anamnesi della sua vita e malattia, nonché dei risultati di una valutazione dello status oggettivo. È importante non solo accettare il fatto della presenza di questa patologia, ma anche determinare la condizione delle valvole delle vene, qual è la pervietà dei vasi - la tattica del trattamento imminente dipende completamente da esso.

I test funzionali eseguiti dal paziente aiuteranno a valutare le condizioni delle valvole:

  • campione Troyanov-Trendelenburg;
  • Il test di Gakkenbruch;
  • esempio Pratt-2;
  • Il test di Talman;
  • test a trefolo di Shaneys.

Per valutare la pervietà delle vene profonde sarà utile testare Pratt-1 e Del Be per Pertes.

Non descriveremo la tecnica di implementazione e il principio di valutazione dei risultati di questi test, poiché ciò allontanerà il lettore dall'argomento dell'articolo.

Di grande importanza nella diagnosi delle vene varicose è l'ecografia. Ti permette di caratterizzare completamente l'immagine del flusso sanguigno. applica:

  • Ecografia Doppler (è giudicata dalla pervietà della vena e dalla presenza / assenza di sangue dalle vene profonde alla superficie);
  • scansione duplex con mappatura dei colori dei flussi (questo è il "gold standard" della diagnostica, con il quale è facile valutare le condizioni delle vene superficiali e profonde, vedere le valvole, determinare il diametro del vaso e verificare la presenza o l'assenza di coaguli di sangue nella vena).

Nei casi avanzati di vene varicose, viene utilizzato radionuclide fleboscintigrafia, con cui viene valutata la condizione della pompa muscolo-venosa della tibia.

Tattiche di trattamento

Esistono 2 tipi principali di trattamento: conservativo e chirurgico. Il trattamento conservativo include la normalizzazione dello stile di vita, la terapia compressiva, i farmaci e la scleroterapia. Il trattamento conservativo non aiuta a sbarazzarsi della malattia, ma è finalizzato a rallentare il processo della sua ulteriore progressione.

Sia come parte del trattamento conservativo che nella fase di riabilitazione dopo l'intervento chirurgico, la terapia con fattori fisici è ampiamente utilizzata.

Stile di vita

Il paziente è obbligato in tutti i sensi a prendersi cura delle sue vene:

  • evitare una posizione statica prolungata;
  • evitare pesanti sforzi fisici;
  • indossare scarpe che non comprimano il piede, comode, con una suola rigida, su un piccolo tacco costante;
  • se la natura dell'attività del paziente prevede una posizione seduta lunga, dovresti usare un supporto per il piede per dare alle gambe una posizione elevata e anche fare una pausa dal lavoro ogni 1-1,5 ore, durante il quale puoi camminare o arrampicarti sulle dita dei piedi 10-20 volte.

Inoltre, se il peso corporeo del paziente è superiore al normale, dovrebbe essere ridotto. Nella dieta si raccomanda di limitare l'assunzione di sale e l'assunzione di liquidi.

Terapia di compressione

La compressione elastica migliora il flusso sanguigno nelle vene profonde e ne riduce il numero nelle vene sottocutanee, previene l'edema, attiva la microcircolazione e i processi metabolici nei tessuti.

Applicare bende elastiche e calze. È importante scegliere uno strumento con il grado di compressione necessario per il particolare paziente. Allo stesso modo è importante che il paziente conosca la tecnica di bendaggio corretto dell'arto. Inizia la fasciatura al mattino, senza alzarti dal letto, nella direzione delle dita del piede fino alla coscia, afferrando il tallone e l'articolazione della caviglia. Il bendaggio dovrebbe essere tale che ogni successivo giro di bendaggio si sovrapponga di metà alla precedente.

Trattamento farmacologico

Il medico può prescrivere l'uso del corso del paziente di tali farmaci:

  • venotonica, o miglioramento del tono delle vene (troksevazin, detraleks, eskuzan e altri);
  • migliora la microcircolazione (pentossifillina, agapurina);
  • anti-trombo (acido acetilsalicilico);
  • farmaci anti-infiammatori non steroidei (meloxicam, diclofenac e altri).

scleroterapia

Indicazioni per la terapia con flebosclerosi sono:

  • rifiuto categorico del paziente dall'operazione;
  • recidiva dopo l'intervento chirurgico - singoli nodi varicosi;
  • la prima fase delle vene varicose;
  • controindicazioni all'operazione.

Il metodo consiste nell'introduzione nella vena interessata di una sostanza che danneggia il rivestimento interno del vaso e porta allo sviluppo dell'infiammazione della vena con successiva obliterazione (blocco) del suo lume. Cioè, dopo il trattamento, la vena smette di funzionare. I farmaci più frequentemente usati come trombovar, varicocida, strongzol e altri.

Trattamento chirurgico

La chirurgia è il trattamento principale per le vene varicose degli arti inferiori. Può essere eseguito in qualsiasi momento, a condizione che non vi siano controindicazioni. L'essenza dell'intervento è di rimuovere le vene safene alterate attraverso incisioni separate fatte appositamente. Negli ultimi anni, è stata utilizzata la flebectomia endoscopica - rimozione della vena interessata utilizzando un endoscopio - un tubo flessibile con un dispositivo ottico e strumenti alla fine.

Riabilitazione dopo l'intervento chirurgico

Per ridurre al minimo il rischio di sindrome postflebectomia, tutti i pazienti nel periodo postoperatorio devono essere riabilitati. L'imposizione principale è una medicazione di zinco-gelatina sulla parte inferiore della gamba e del piede. Questo viene fatto immediatamente dopo l'operazione o, se il paziente ha drenaggio, 24 ore dopo per un periodo di 7-9 giorni, quindi le suture vengono rimosse e rimosse. Al paziente viene prescritto un massaggio, terapia fisica.

fisioterapia

I metodi di fisioterapia per le vene varicose mirano a rafforzare la parete venosa, aumentandone il tono, migliorando le proprietà reologiche del sangue e il suo deflusso dalle vene.

Aumentare il tono del muro delle navi venose:

  • elettroforesi di farmaci venotonici interstiziali (ginkor-fort, detralex) - il paziente assume una forma compressa del farmaco o lo riceve per iniezione, quindi gli elettrodi vengono posizionati nell'area della nave interessata secondo il metodo trasversale e la procedura è fino a 1 ora; frequenza delle sessioni - ogni giorno o 1 volta in 2 giorni; corso di trattamento - fino a 10 effetti;
  • bariatria segmentale (il paziente posiziona le estremità in camere a pressione in cui sono interessate da pressione fino a 113 KPa, la procedura dura fino a mezz'ora, hanno sessioni ogni giorno o 1 volta in 2 giorni con un corso di 20-25 esposizioni).

Migliora il flusso di sangue e linfa dagli arti:

  • terapia magnetica a bassa frequenza (l'arto è posto in un blocco di solenoidi ed è influenzato da un campo magnetico, la durata della sessione è di 20 minuti, la molteplicità è 1 volta al giorno, il corso del trattamento è di 13-15 esposizioni);
  • Elettroforesi di enzimi proteolitici (lidaza, collagenasi, tripsina) - una procedura che dura da 15 a 20 minuti viene eseguita utilizzando un metodo trasversale ogni giorno con un ciclo di 12-15 esposizioni;
  • massaggio terapeutico (viene effettuato secondo il metodo di "aspirazione" con tecniche di risparmio nel campo della patologia, viene effettuato una volta al giorno con un ciclo di 12-15 esposizioni).

Non è possibile utilizzare le tecniche linfatiche, la cui essenza risiede negli effetti termici sui vasi danneggiati, e metodi di effetti meccanici pronunciati su di essi. Questo può causare complicazioni.

Ridurre la capacità di coagulazione del sangue:

  • elettroforesi di agenti antipiastrinici, anticoagulanti, fibrinolitikov (farmaci iniettati per via topica secondo il metodo trasversale, sedute giornaliere per 15-20 minuti in un ciclo da 10 a 15 effetti);
  • irradiazione laser del sangue;
  • terapia magneto-ottica (la radiazione è diretta ad angolo retto rispetto alla superficie della zona di allargamento della vena o divide quest'area in diversi campi e viene irradiata ogni separatamente, ogni campo è interessato per 1-4 minuti una volta al giorno in un corso di 12-14 procedure).

Attivare i processi di riparazione e rigenerazione nei vasi colpiti:

Migliorare l'apporto di ossigeno ai bagni di ozono nei tessuti.

Le controindicazioni alla fisioterapia per le vene varicose sono:

  • trombosi delle vene varicose;
  • complicazioni emorragiche.

Trattamento termale

Indicato in tutti i pazienti con ridotta funzionalità venosa.

Con la sconfitta delle vene di superficie del resort ideale sarà tale con acque di radon. Di regola, i pazienti vengono inviati alle località balneari di Pyatigorsk, Sergievsky Mineralnye Vody, Sochi, Tskaltubo.

Per i disturbi gravi, il trofismo tissutale è l'opzione più adatta: ricorre a idrogeno solforato e acque silicee azotate.

Dopo la flebectomia, il paziente può essere indirizzato a un resort per più di 4-6 settimane.

conclusione

Le vene varicose sono una patologia estremamente comune che colpisce ogni quarta persona in Russia. Il trattamento più efficace è la chirurgia - rimozione della parte malata della vena, ma in alcuni casi anche un trattamento conservativo che, pur non eliminando la malattia, impedisce un'ulteriore progressione del processo patologico. Uno dei componenti del complesso trattamento delle vene varicose è la fisioterapia, le cui tecniche aiutano a migliorare il tono delle vene, migliorare il metabolismo nella parete venosa e nei tessuti adiacenti, ripristinare il deflusso del sangue e della linfa da un arto e ridurre il rischio di trombosi. Può essere prescritta sia come parte del trattamento conservativo che nella fase di riabilitazione dopo l'intervento di flebectomia.

Se hai lamentele simili a quelle con le vene varicose, ti preghiamo di non aspettare la progressione della malattia, consulta il medico in modo tempestivo. In questo caso, l'efficacia del trattamento sarà molto più alta, il rischio di complicazioni della malattia diminuirà e la qualità della tua vita, al contrario, sarà molto meglio.

GuberniaTV, programma Scuola di salute su "Vene varicose: sintomi e trattamento":

GuberniaTV, rubrica "Pulizie" sul tema "Maglieria a compressione nella lotta contro le vene varicose":

GuberniaTV, programma "Scuola di salute", il tema "Ginnastica per la malattia varicosa":

Vene varicose degli arti inferiori: l'origine e la soluzione del problema

Le malattie vascolari, il sistema circolatorio e l'emostasi sono complesse e pericolose. Non è facile anche affrontarli, ad esempio, quanta fatica e pazienza è necessaria per curare le vene varicose. E ora la vita è tale che deve solo le vene varicose degli arti inferiori. Anche se in piedi al bancone, anche seduti al computer, anche le scarpe scomode, nelle quali devi anche sbrigarti, rendono difficile drenare, causare ristagno nelle vene delle gambe, e se tale afflizione di genitori viene perseguita, allora il pericolo è doppiamente pericoloso.

Le ragazze pensano che non siano in pericolo, le loro gambe saranno sempre magre e leggere, quindi, seguendo la moda, scelgono i tacchi alti e corrono su di loro per giorni. La cosa principale è la bellezza, e l'inconveniente può essere sofferto, perché la bellezza, come sai, vuole sacrificare. E le vittime possono essere molto grandi...

Quali sono le vene varicose e perché le vene sono dilatate?

Quando la struttura strutturale della parete vascolare viene disturbata e il tono vascolare diminuisce, le vene profonde degli arti inferiori si espandono in modo non uniforme. Questo processo è supportato molto bene dal carico eccessivo sulle gambe. Il sangue che entra nel sistema arterioso della grande circolazione di sangue dal ventricolo sinistro, che ha arricchito gli arti inferiori con ossigeno e sostanze nutritive e tolto il biossido di carbonio e i prodotti metabolici da essi, dovrebbe salire le vene attraverso il ventricolo destro nel polmone per dare via inutile e prendere il prossimo lotto di necessario arti inferiori di sostanze.

Le vene degli arti inferiori sono dotate di valvole in modo che il sangue che sale non ritorni indietro, perché supera l'attrazione della Terra, che sale verso l'alto. Nelle vene dilatate, le valvole non possono chiudersi ermeticamente, e quindi tutto il sangue non va via, ma inizia a scendere e ristagnare. Poi una nuova porzione viene a lei e la circolazione del sangue è disturbata.

Dal ristagno del sangue nei vasi venosi, i coaguli di sangue (coaguli) iniziano a formarsi lentamente, che sono chiamati rossi, poiché consistono principalmente di globuli rossi. Un trombo si forma una testa e una coda, la testa è attaccata al muro della nave e una coda libera lascia attaccare le piastrine. I coaguli di sangue formati sono permanentemente attaccati alle pareti delle vene dilatate e diventano una bomba ad orologeria, perché un coagulo che è venuto fuori ed è entrato nel flusso sanguigno è molto pericoloso, in quanto può bloccare l'arteria vitale. I coaguli di sangue si staccano, di regola, dalla coda e partono per un breve viaggio. Dopo aver passato in sicurezza l'atrio giusto, un coagulo di sangue può rimanere bloccato nel tronco polmonare, se è grande, o si sposta nell'arteria polmonare, che non può superare con successo. Molti hanno sentito della morte improvvisa che un coagulo di sangue ha portato ai vasi sanguigni arteriosi dei polmoni, i medici chiamano questo fenomeno PEAL (embolia polmonare).

Dov'è il motivo?

Dire che le vene varicose degli arti inferiori sono un fenomeno comune - per non dire nulla. Ma ci sono persone che vivono fino all'età avanzata e non hanno nemmeno idea delle vene varicose. Perché? Forse originariamente sapevano qualche segreto o si sdraiarono sul divano con le gambe sollevate?

Affinché la struttura strutturale del muro della nave venosa sia rotta, non è particolarmente necessario, solo alcune caratteristiche innate dell'individuo o condizioni create nel processo della vita possono causare l'inizio del processo patologico:

  1. Predisposizione ereditaria, cioè una persona riceve dai suoi genitori, NON una malattia, ma una struttura vascolare che predispone alle vene varicose e alla malattia;
  2. Genere femminile dovuto alla destinazione naturale.
  3. La perdita di elasticità e tono della parete vascolare si verifica in seguito a:
    • Caratteristiche professionali (lavoro associato a una lunga permanenza in posizione verticale);
    • Carico eccessivo durante la gravidanza, l'obesità e lo sport;
    • Sfondo ormonale, dove il posto guida appartiene alla ristrutturazione ormonale nel portare un bambino, così come nel periodo della menopausa;
    • Disturbi alimentari permanenti e preferenze alimentari per prodotti che interessano la parete vascolare;
    • Scambiare malattie;
    • Malattia epatica (epatite e cirrosi);
    • L'ipertensione;
    • il fumo;
    • Fistole arteriose venose che possono causare vene varicose alle gambe, anche negli adolescenti.

Come sono le vere vene varicose?

Oltre a questi terribili eventi descritti, la malattia varicosa degli arti inferiori è semplicemente poco attraente. All'inizio della malattia, quando 2-3 ghirlande si sono espanse, una persona spesso non le presta attenzione, ma la malattia progredisce e iniziano i problemi. I nodi sono usciti, la pelle sulla superficie interna dello stinco brilla e cambia colore, e questi luoghi cominciano a prudere. La pelle è ferita e ulcerata. E se più avere il diabete? L'espansione delle vene nelle gambe non è una malattia indipendente delle gambe, l'intero corpo è coinvolto qui, perché è il sistema circolatorio.

Pertanto, le manifestazioni delle vene varicose degli arti inferiori possono essere rappresentate come segue:

  1. Gambe stanche, pesantezza e gonfiore degli arti;
  2. Zone addensate e contorte di vasi venosi, sporgenti al di sopra della superficie della pelle dei nodi blu scuro della parte inferiore della gamba;
  3. L'elasticità condensata, oscurata, persa in posti di sconfitta, pelle;
  4. Crampi alle gambe;
  5. Perdita di capelli e bruciore in aree di vene varicose;
  6. Prurito in luoghi di vene varicose.

Con il progredire della malattia, i sintomi delle vene varicose diventano più brillanti e comportano altri eventi:

  • Dolore aumentato;
  • Come risultato di ristagno - dermatite, eczema e ulcerazione di aree danneggiate;
  • Bolle e fessure compaiono sulle zone pruriginose che causano sanguinamento al minimo danno. E dove c'è sanguinamento, la trombosi è sempre presente. Tali manifestazioni possono, a loro volta, essere facilmente complicate dalla tromboflebite, che è caratterizzata dai seguenti sintomi:
    • Mancanza di respiro, mancanza di aria, debolezza;
    • Un aumento della temperatura dell'arto malato, la sua pelle è calda e densa;
    • Dolore lungo la nave;
    • Rossore dell'arto lungo la vena interessata.

Va notato che la tromboflebite è molto pericolosa e richiede cure mediche immediate!

Tipi speciali di vene varicose

Vene varicose femminili

Naturalmente le vene varicose sono intrinseche alle vene degli arti inferiori, ma anche le vene varicose pelviche sono frequenti e si può immaginare che cosa possono raggiungere gli organi, perché l'occhio non vede cosa succede nelle vene degli organi interni. Soprattutto a questo proposito, il corpo femminile "riesce", le donne hanno persino un gruppo separato di "loro" varicosità.

Le caratteristiche fisiologiche dei rappresentanti della bella metà dell'umanità predispongono a questa malattia di più, perché la natura le ha premiate con la funzione del parto e le ha dotate di organi speciali, dove la circolazione sanguigna è molto intensa e richiede un gran numero di vene e arterie. Quando una donna si prepara a diventare madre, il corpo deve riorganizzarsi e garantire una normale gestazione. Naturalmente, l'enorme stress sul corpo e il ristagno nella pelvi e negli arti inferiori ha un posto.

Le vene varicose durante la gravidanza saranno il punto di partenza per lo sviluppo della malattia in futuro, dove le vene pelviche, così come le gambe, possono assumere un posto "decente" e nel tempo rappresenterà una minaccia non solo per la salute, ma anche per la vita di una persona.

Il problema è che la dilatazione pelvica del pelvico non può vedere, hai bisogno di attrezzature speciali, perché i vasi venosi pelvici non sono accessibili come le gambe. Tuttavia, formano anche nodi, in modo simile alle vene delle gambe possono contenere coaguli di sangue, che sono in grado di staccarsi e "galleggiare liberamente", purtroppo, non molto tempo... Le vene varicose del bacino possono causare emorragie interne. Le operazioni sugli organi pelvici, specialmente in ginecologia, richiedono l'uso di calze a compressione (calze elastiche e collant) per prevenire complicazioni potenzialmente letali associate alla separazione di un coagulo di sangue.

Maggiori informazioni sulle vene varicose del bacino e dell'utero nel collegamento.

Vene varicose maschili

Le vene varicose negli uomini sono meno che nelle femmine, ma nel caso delle lesioni delle gambe, è simile. Pertanto, tutto ciò che viene detto sopra e sotto è pienamente applicabile al sesso più forte.

Vale la pena aggiungere che gli uomini possono "vantarsi" di speciali vene varicose maschili - le vene varicose del cordone spermatico (varicocele). Fortunatamente, questo tipo di vene varicose maschili è ben gestito e non è particolarmente pericoloso per la vita, ma è comunque meglio farne a meno.

Video: vene varicose maschili

Vene varicose reticolari (cosmetiche)

Succede che attraverso la pelle dello stinco o della coscia inizi improvvisamente ad apparire la rete di piccoli vasi sanguigni. Particolarmente impressionabile può essere tranquillizzato immediatamente - questo è le cosiddette vene varicose reticolari, o vene varicose. È benigno e non del tutto reale. La progressione e le complicazioni serie non sono inerenti a lui, lui, in generale, salvo un piccolo difetto cosmetico, non minaccia. Pertanto, le vene varicose reticolari degli arti inferiori sono anche chiamate cosmetici.

Ma non è molto importante ricordare che le vene varicose sulle gambe sono pericolose e iniziare la lotta contro di essa nelle fasi iniziali, che sono semplicemente ignorate e perse dal paziente stesso. Tuttavia, scoprendo la malattia, i futuri pazienti del chirurgo vascolare cercano ancora di fare senza ulteriori interventi chirurgici, sono interessati alle ricette della medicina tradizionale e spesso riescono abbastanza bene a far fronte alla progressione della malattia a casa.

Rimedi popolari pre-trattamento

All'inizio, il paziente cerca di curare le vene varicose sulle gambe, consultandosi con parenti, amici e conoscenti esperti. E aiutano perché la malattia è comune e la gente ne sa molto. Simpatizzando con il suo compagno di sventura, tutti cercano di prendere parte al suo destino e offrire la sua ricetta collaudata.

Alcuni offrono di andare a dieta, perdere peso e pulire i vasi, altri consigliano speciali calze elastiche e collant che essi stessi indossano, alcuni addirittura offrono sanguisughe...

Cibo per le vene varicose

Indubbiamente, la nutrizione per le vene varicose gioca un ruolo. E considerevole. Per perdere peso con le vene varicose è davvero molto "benefico", quindi dovresti iniziare con questo, ovviamente, senza ricorrere a numerosi prodotti pubblicitari che possono essere buoni per perdere peso semplicemente, ma sono controindicati nel trattamento delle vene varicose.

In caso di malattia varicosa degli arti inferiori, prima di tutto è necessario dimenticare:

  1. Su alcol (completamente);
  2. Caffè forte;
  3. Prodotti in scatola, speziati e affumicati;
  4. Anche i dolci e il sale non amano le vene varicose: trattengono l'acqua nel corpo;
  5. È molto buono sostituire le patate fritte con una "patata in uniforme" e ascoltare ciò che le persone che conoscono consigliano. E consiglio informato:
    • mettere su alimenti ricchi di vitamine A ed E, anche se B e C non saranno un ostacolo;
    • chicchi di grano, segale e avena, cavoli di tutte le varietà e soia e in particolare carote, uva spina e rosa canina - avranno un effetto benefico sulle pareti venose;
    • numero illimitato di verdure, succhi di agrumi appena spremuti, mirtilli, mirtilli e fragole fresche;
    • ortica, aneto e prezzemolo nelle insalate aiuteranno non solo con le vene varicose, ma anche ridurre significativamente il peso.

Aceto di sidro di mele contro le vene varicose

L'aceto di sidro di mele è venduto in tutto il negozio e non è assolutamente costoso. Ha un buon sapore Per il trattamento prendiamo:

2 cucchiaini di aceto, aggiungere un cucchiaio di miele, versare 200-250 ml di acqua depurata e bere la mattina a stomaco vuoto. Con l'aceto di mele diluito 1:10 di sera, è bene sfregare le gambe la sera, al mattino le navi lo sentiranno.

Ricetta di tintura di castagne

Inoltre, varie infusioni e decotti sono usati per il trattamento delle vene varicose, dove la ricetta per la tintura di castagne è considerata molto efficace, che viene preparata come segue:

  1. freschi frutti di castagna, che sono proprio sotto i loro piedi in giro in autunno, vengono raccolti;
  2. tagliare in 4-5 pezzi e inviato a un tritacarne;
  3. pesare 50 grammi e aggiungere 500 grammi di vodka (bottiglia) alla massa levigata;
  4. la futura tintura viene posta in un luogo buio per 10-14 giorni, e il resto della massa di castagno macinata viene stesa per essere asciugata (utile la prossima volta);
  5. dopo il periodo specificato, la tintura (si può filtrare e si può usare così) viene versata in una bottiglia da bere ogni giorno, il resto viene refrigerato;

A causa del fatto che la castagna influisce sulla pressione sanguigna, si consiglia di assumere farmaci in conformità con la pressione sanguigna. 30-40 gocce in un cucchiaio di acqua bollita 3-4 volte al giorno prima dei pasti - a pressione normale e 1-2 volte al giorno a ridotto. Il corso del trattamento è di 1 mese, poi di una pausa, e dopo 2 settimane, se necessario, il corso può essere ripetuto.

Inoltre, per trattare le vene varicose sulle gambe, è possibile utilizzare una tintura di castagne per strofinare le gambe. Secondo le recensioni di persone, questo metodo aiuta notevolmente, alcuni sono addirittura riusciti a curare le vene varicose nelle fasi iniziali. Bene, quelli che non sono molto fortunati con il trattamento con la dieta e le tinture, ma non vogliono andare dal dottore, la medicina tradizionale raccomanda "buon vecchio", ma non le sanguisughe dimenticate.

Sanguisughe! Spaventoso? Tuttavia, aiuta...

Prima di iniziare il trattamento con le sanguisughe per le vene varicose, molti pazienti cercano di ottenere informazioni - cos'è, cosa è completamente naturale. Le sanguisughe sono spaventose e ripugnanti. Molte persone ricordano come durante l'infanzia, nuotando negli stagni, si sono allontanati da loro. Quindi la sanguisuga era generalmente il nemico principale, sebbene le nonne dicessero che nei tempi antichi la sanguisuga veniva tenuta dai medici di Zemstvo in barattoli speciali e usata in quasi tutti i casi che prevedevano il salasso (uno dei pochi metodi per curare molte malattie).

Il trattamento con le sanguisughe è chiamato irudoterapia. Questo nome deriva dalla parola hirudin - un enzima speciale che si trova nella saliva delle sanguisughe, che impedisce al sangue di coagularsi. Essendo bloccato, la sanguisuga cadrà solo quando si ubriaca, e il sangue scorrerà in un flusso sottile per qualche tempo... Naturalmente, non è difficile immaginare che se c'è ristagno nelle vene, la sanguisuga aiuterà ad estrarre il sangue "in eccesso" e forse con la sua saliva e coaguli di sangue soluzione. E si scopre che nessuno ha dimenticato la sanguisuga, per alcune persone la coltivazione delle sanguisughe mediche è diventata un buon affare, perché non tutte le sanguisughe hanno proprietà curative, qui servono sanguisughe speciali. Gli animali allevati in tali fattorie vengono inviati a centri medici specializzati in irudoterapia.

È tempo di vedere un dottore!

Trattamento conservativo

Succede che il trattamento iniziato in modo tempestivo ferma il processo patologico, e le persone vivono senza un medico, sostenendosi con rimedi popolari, regime e dieta. E succede quando la malattia è iniziata e non può più aiutare:

  • Infusi e decotti;
  • Maglieria a compressione;
  • Unguenti e creme, pubblicizzati nei media;
  • Massaggi e ginnastica;
  • Anche l'irudoterapia non aiuta.

Quindi è tempo di visitare il dottore. Nella ricezione di qualsiasi clinica, spiegheranno che un chirurgo speciale, un flebologo, è impegnato nell'espansione delle vene degli arti inferiori.

Certo, la medicina cerca sempre di fare senza misure radicali, cioè senza chirurgia, fino all'ultima volta che si sta tentando un trattamento conservativo. Qualsiasi operazione, anche la più semplice, è connessa con la violazione dell'integrità dei vasi sanguigni e, quindi, con la trombosi, che già avviene durante le vene varicose. Inoltre, qualsiasi intervento chirurgico richiede la fornitura di anestesia. Dovrebbe prendere in considerazione l'età del paziente, perché è noto che in età avanzata le vene varicose sono spesso accompagnate da malattie croniche dell'apparato respiratorio e cardiovascolare e questo fatto complica enormemente la selezione e la gestione dell'anestesia. Pertanto, un chirurgo vascolare tratta le vene varicose in un primo momento in modo conservativo.

Tramite metodologie tradizionali di trattamento, ad eccezione di pomate, creme e compresse da vene varicose, trasportare, e questi tipi di chirurgia minimamente invasiva scleroterapia compressione (scleroterapia) e trattamento laser endovenoso (di cui sotto), poiché tale trattamento non richiede il ricovero in ospedale, un po ' traumatico e quasi indolore.

Per il trattamento delle vene varicose degli arti inferiori, vengono prescritti farmaci che migliorano il flusso sanguigno attraverso le vene, proteggono la parete e fluidificano il sangue. Questi includono:

  1. Flebotonica (venotonica): antistax e veniton (di origine vegetale), phlebodia 600, detralex;
  2. Disaggregante che dissolve i grumi: carillon, trental;
  3. Farmaci anti-coagulazione (anticoagulanti) - eparina e suoi derivati;
  4. Unguenti, gel e creme per la vena varicosa a scopo locale, che hanno un effetto terapeutico secondo i criteri di cui sopra - gel di lyotone, curiosina;
  5. Farmaci antinfiammatori non steroidei: reopirina, diclofenac, nimesulide.

Infiltrare la nave venosa

La scleroterapia può trattare in modo indipendente le vene varicose nelle fasi iniziali della malattia, quando la funzione delle valvole non è ancora compromessa, e questo metodo funziona anche molto bene con la varicosi reticulare, senza lasciare alcuna traccia della malattia. Il trattamento delle vene varicose con l'indurimento viene effettuato da un flebologo, che inietta una soluzione di cloruro ferrico in una concentrazione specifica in una vena.

Probabilmente, in ogni momento, la chirurgia era, è e sarà il modo principale per curare le vene varicose, quindi metodi come il trattamento laser saranno sempre popolari tra i medici e tra i pazienti. Indubbiamente, quando il paziente vede e sente tutto durante l'operazione, non ha paura di non svegliarsi (la maggior parte dei pazienti va in panico prima dell'intervento) - questo significa molto.

Il trattamento delle vene varicose con un laser è ben tollerato dai pazienti, sebbene vi sia anche un periodo postoperatorio e alcuni inconvenienti associati almeno ad un piccolo intervento. Lividi e dolori possono comparire lungo la vena coagulata, a volte dopo alcuni giorni la temperatura corporea sale a subfebrilare. Questi fenomeni passano rapidamente se prendete farmaci antinfiammatori non steroidei (diclofenac, nimesulide). Immediatamente dopo l'operazione, al paziente non solo è permesso di alzarsi, ma consiglia anche di camminare, indossando comunque (senza fallo!) La maglieria a compressione.

Il trattamento laser viene eseguito mediante esposizione intravascolare a energia termica del laser direttamente sulla parete venosa e coaguli di sangue ad esso collegati, che dovrebbero essere sostituiti dal tessuto connettivo. E la vena stessa con il tempo (circa un anno) si trasformerà in una corda di tessuto connettivo.

La coagulazione laser delle vene varicose è un metodo abbastanza efficace, con un numero minimo di controindicazioni, non ha effetti collaterali negativi, non provoca reazioni allergiche. Il trattamento laser è ben tollerato dai pazienti e può essere usato negli anziani. E tenere in considerazione le controindicazioni, selezionare il dosaggio corretto e professionalmente eseguire la procedura e fare a meno del funzionamento dei presenti - i professionisti, perché il vero intervento chirurgico per varici degli arti inferiori - una cosa abbastanza seria con una massa di controindicazioni e complicanze.

chirurgia radicale per vene varicose non è facile da implementare, è ricco di "sorprese" e si riferisce a misure estreme, tuttavia si tratta del sistema emostatico, che certamente rispondere ad ogni intervento. Purtroppo, non sempre adeguato. Pertanto, il compito del medico è quello di spiegare al paziente come non salire sul tavolo operatorio, ma la prevenzione di tale prospettiva dovrebbe essere l'obiettivo dell'intera vita del paziente, perché la sua salute è nelle sue mani.

Puoi fare a meno delle vene varicose: 12 cose che devi fare adesso!

Osservando le vene dilatate dei genitori, sarebbe bene pensare in tempo che questa patologia abbia una predisposizione ereditaria e prendere tutte le misure per evitare tali problemi. E succede che le vene varicose hanno già subito un trattamento laser, ma anche in questo caso non c'è motivo di calmarsi. Le vene varicose degli arti inferiori sono una malattia ricorrente e se qualcuno pensa che sia possibile curare completamente le vene varicose, si sbaglia profondamente. Può essere prevenuto o fermato, ma non ti permetterà di dimenticare te stesso.

Prevenzione, profilassi e, ancora una volta, prevenzione è ciò che è necessario per combattere l'espansione delle vene nelle gambe. Da dove cominciare?

Né dal lunedì, né dal 1 ° giorno, né dal mese successivo o dal nuovo anno, ma stiamo introducendo momentaneamente 12 regole:

Momento numero 1: nutrizione e peso in eccesso

Naturalmente, si dovrebbe iniziare con una dieta, l'alimentazione per le vene varicose dovrebbe essere principalmente di origine vegetale, ricca di vitamine e luce.

Il sovrappeso, se presente, deve essere smaltito in qualsiasi modo, perché sotto il suo peso è improbabile che le vene che hanno già iniziato ad espandersi si fermino, anche se quelle sane non tollerano tale carico.

Moment number 2: Life in motion

Il lavoro dovrebbe essere scelto mobile e fisicamente non molto teso, anche se vuoi in base al tuo talento e alle tue capacità, non dovresti dimenticare la varicosità nascosta da qualche parte nelle navi. Bene, e nonostante tutto, è stata scelta una professione seduta o in piedi, quindi alzarsi periodicamente, camminare, ed è meglio salire le scale, fare semplici esercizi per le gambe, in piedi sulle punte o accovacciati, si può sempre trovare il tempo.

Momento numero 3: gambe in buona salute con un tallone medio rispetto ai pazienti in alto

I tacchi di incredibile lunghezza sono meglio lasciare nel negozio, e puoi comprare scarpe comode e comode su un tacco di 5-6 cm (poco che le ragazze abbiano già tacchi di 15 cm, quindi lasciali andare). Le scarpe dovrebbero essere fatte di materiali naturali, in forma e non ostacolare la circolazione sanguigna.

Momento numero 4: maglieria a compressione

La maglieria a compressione per le vene varicose sarà una meravigliosa aggiunta alle scarpe selezionate. In calze elastiche e collant a grandi lettere non è scritto che siano intesi per il trattamento delle vene varicose, ma che comodità per le gambe.

Momento numero 5: sport attivi

È impossibile escludere gli sport in qualsiasi modo, ma molte persone pensano che qualsiasi influenza sulle vene influenzi, iniziano a risparmiare se stessi e arrivano all'ipodynamia, e le vene non gli piaceranno affatto. Un'altra domanda è quali sport sono preferiti per le vene varicose. Nuotare "in un trogolo, in una vasca, in un fiume, in un corso d'acqua, nell'oceano" - detto in senso figurato, ma ha senso: nuotare è il miglior aiuto nella lotta contro le vene varicose nelle gambe. E anche... in bicicletta. Questi sport non sono solo educazione fisica e prevenzione delle vene varicose, ma anche un grande piacere.

È importante! Sollevamento pesi e anche atletica leggera, sollevamento pesi e altri tipi che richiedono sforzi eccessivi non soddisferanno ragazze o ragazzi. E tu devi accettarlo.

Momento numero 6: ginnastica terapeutica un paio di volte al giorno

Foto: un esempio di semplici esercizi per combattere le vene varicose

La ginnastica terapeutica per vene varicose delle estremità più basse è una parte integrante di misure preventive, non è affatto complicata nelle sue prestazioni, non si stanca, perciò è necessario assegnare alcuni minuti di mattina e / o di sera. E se lo fai ogni giorno, sdraiato sul pavimento, esercita "bicicletta" (tutti lo conoscono), quindi nessuna varicosi non si sveglierà. E le vene saranno grate.

Video: una serie di esercizi per le gambe

Moment number 7: Foot Massage

Il massaggio ai piedi per le vene varicose è molto efficace e piacevole. Puoi farlo da solo, ma è meglio che periodicamente intervengano professionisti che conoscono la struttura anatomica e le caratteristiche fisiologiche delle navi venose. Naturalmente, tutto l'anno per un massaggio da specialista a camminare è difficile fisicamente e materialmente costoso, quindi un automassaggio quotidiano con le proprie mani e un paio di volte all'anno da un massaggiatore andrà bene.

Momento numero 9: non sedersi sulla gamba!

Bisogna sbarazzarsi dell'abitudine di lanciare un piede per l'altro una volta per tutte, e in cambio si può comprare uno "americano", che spesso deridiamo sarcasticamente quando vediamo come nel film americano i personaggi gettano facilmente le loro gambe sul tavolo, non considerando che sia un brutto tono. Pensano a se stessi e sono impegnati nella prevenzione delle vene varicose ad ogni passo. E noi? Lo faremo anche noi.

Momento numero 10: igiene e cura dei piedi

Forse non dovresti ricordare ancora una volta che i piedi devono essere mantenuti puliti, prendersi cura della loro pelle, evitare abrasioni, graffi e crepe che contribuiscono alla penetrazione dell'infezione. E, Dio non voglia, prendi il fungo, devi combatterlo senza pietà. Ogni sera è consigliabile che i piedi organizzino le procedure dell'acqua sotto forma di un bagno rilassante con estratto di pino, dopodiché sarà bene lubrificare i piedi con una crema tonificante emolliente. E i piedi sono belli, e il sonno migliorerà. Una crema speciale o un unguento per le vene varicose dopo l'esercizio terapia e massaggio calmerà e rilasserà le vene degli arti inferiori.

Momento numero 11: le ricette popolari hanno diritto alla vita e all'uso

Non ignorare la medicina tradizionale, le infusioni, i decotti, le lozioni - tutto può essere cucinato a casa e trattare le vene varicose con rimedi popolari;

Momento numero 12: eliminare le cattive abitudini!

È meglio non finire l'ultima sigaretta, ma buttarla via con il pacchetto, in modo da non comprare mai più e non prenderlo nelle tue mani.

Eppure, avendo inviato forze per attuare misure preventive, a volte è ancora necessario richiamare un chirurgo vascolare, e se solo guarda e testimonia che non ha niente da fare, allora va tutto bene, vuol dire che i lavori non sono stati vani.

Vene varicose

Le vene varicose degli arti inferiori, chiamate anche malattie varicose, si manifestano come un'espansione delle vene superficiali delle gambe, che accompagna la violazione del flusso sanguigno e il fallimento delle valvole.

Quando le vene varicose delle gambe si formano espansione delle pareti delle vene del tipo a forma di borsa. In questa condizione, un aumento della lunghezza delle vene, la loro tortuosità tortuosa,
guasto della valvola. Attualmente, le vene varicose sono molto comuni: si verifica in circa il 17-25% delle persone.

In giovane età, prima della pubertà, questa malattia si sviluppa in entrambi i sessi con la stessa frequenza. Tuttavia, nelle donne in età adulta, le vene varicose sono osservate due volte più spesso degli uomini. Un quadro simile può essere spiegato da significativi cambiamenti ormonali durante l'inizio delle mestruazioni, durante il parto. Di conseguenza, il tono delle vene è indebolito, si espandono e si verifica una violazione della circolazione venosa.

Cause delle vene varicose delle gambe

Oggi gli esperti tendono a supportare molte teorie che suggeriscono il motivo per cui le vene varicose si sviluppano nelle gambe. Ma, tuttavia, parlando della causa principale di questa malattia, si dovrebbe notare la violazione dell'apparato valvolare. Di conseguenza, le valvole ostacolano il movimento del sangue nella direzione opposta. Pertanto, solo il flusso di sangue al cuore ha luogo. La funzionalità insufficiente delle valvole delle vene può verificarsi a causa di trombosi, insufficienza valvolare congenita, debolezza delle pareti delle vene e altre cause.

In caso di insufficienza delle valvole delle vene in una persona che si è alzata in piedi, il sangue precipita sotto l'influenza della gravità. Quando si cammina, c'è una contrazione dei muscoli della gamba che circondano le vene profonde. Di conseguenza, le vene vengono svuotate e si verifica un aumento della pressione venosa. Di conseguenza, il sangue entra nelle vene superficiali, si allungano e si manifestano le vene varicose.

Ci sono anche una serie di fattori che influenzano direttamente la progressione delle vene varicose. Nelle donne, le vene varicose si sviluppano spesso come conseguenza della gravidanza. Durante questo periodo, il volume di sangue nel corpo femminile aumenta in modo significativo. L'utero crescente sta premendo pesantemente sulle vene che escono dalle gambe. Inoltre, durante la gravidanza, lo stato della parete venosa è influenzato da cambiamenti ormonali nel corpo. In molti casi, le vene varicose durante la gravidanza sono reversibili, cioè, dopo la nascita, scompare gradualmente.

Molto spesso, le vene varicose degli arti inferiori si manifestano in persone che, nel corso del lavoro, devono resistere per molto tempo. Un altro fattore di rischio per le vene varicose è l'obesità: nelle persone obese, vi è un aumento della pressione intra-addominale e, di conseguenza, delle vene varicose.

Spesso anche le vene si dilatano nelle persone soggette a sforzi regolari. Questo accade nella stitichezza cronica, tosse, adenoma prostatico e altre condizioni. Le vene varicose a volte possono essere una conseguenza della chirurgia sulle gambe.

Un altro fattore che predispone alle vene varicose è l'età di una persona. Di norma, nel tempo, le valvole e le pareti delle vene invecchiano. Di conseguenza, l'elasticità è persa e le vene sono allungate.

Le vene varicose si verificano spesso in pazienti con trombosi venosa profonda con anomalie congenite dei vasi sanguigni.

Dati i fattori che hanno direttamente influenzato lo sviluppo della malattia, è consuetudine distinguere tra le vene varicose primarie e secondarie.

I sintomi delle vene varicose

Prima di tutto, i sintomi visibili delle vene varicose nelle gambe sono la formazione di una rete di vene sottili sulla pelle delle gambe. Tali manifestazioni si verificano principalmente nei fianchi. Tale rete varicosa è la più facile da considerare nelle persone che soffrono di cellulite. A volte è la cellulite diventa una sorta di precursore delle vene varicose. Spesso, i depositi di grasso nella cellulite comprimono i vasi venosi e, di conseguenza, il flusso sanguigno è complicato e si manifestano vene varicose.

Le reti capillari sulle gambe, che appaiono all'inizio delle vene varicose, sono chiamate teleangectasie. Tuttavia, va notato che tali manifestazioni esterne possono essere segni di vene varicose e una manifestazione di un processo infiammatorio temporaneo.

In alcuni casi, il gonfiore delle gambe indica l'insorgenza di vene varicose. Tuttavia, questo sintomo può essere un sintomo di altre malattie (insufficienza cardiaca, urolitiasi dei reni). Pertanto, in questo caso è impossibile parlare chiaramente dello sviluppo della vena varicosa prima che venga stabilita la diagnosi.

Il sintomo delle vene varicose spesso diventa anche una manifestazione di dolore alle gambe. Il dolore può essere acuto e avere segni di trazione. Il più delle volte con vene varicose dolore nei polpacci. Succede principalmente nel pomeriggio, dopo un certo carico sulle gambe.

Quindi, una persona che osserva l'aspetto di una griglia capillare, manifestazioni periodiche di dolore ed edema, dovrebbe consultare un medico e la ricerca necessaria.

Spesso, le vene varicose danno al paziente un certo disagio cosmetico. Ma oltre a questo, può provare una sensazione di pesantezza alle gambe, di notte ci possono essere delle convulsioni, i cambiamenti trofici stanno gradualmente comparendo sulle gambe.

Visivamente, la malattia varicosa può manifestarsi anche asterischi non particolarmente evidenti di piccoli vasi e nodi e plessi molto grandi, che sono particolarmente evidenti quando il paziente è in posizione eretta.

Se viene effettuata la palpazione delle vene, viene determinata la loro consistenza elastica ed elastica, facilmente comprimibili. Ciascuno dei nodi delle vene varicose può avere una temperatura più elevata rispetto ad altre aree. Se una persona assume una posizione orizzontale, la tensione delle vene diminuisce e i nodi diventano meno pronunciati.

Se durante lo sviluppo di una malattia una persona non pensa a come trattare le vene varicose, la malattia progredisce e gradualmente la sensazione di affaticamento, il peso costante delle gambe e la sensazione di gonfiore nei loro tessuti si uniscono ai sintomi descritti, a volte possono verificarsi convulsioni. Se compaiono edemi, scompaiono dopo una lunga notte di riposo.

Complicazioni delle vene varicose delle gambe

Molto spesso, la tromboflebite acuta delle vene superficiali appare come una complicazione della malattia varicosa. A volte, a causa del danno, si verifica una rottura del nodo varicoso e sanguinamento. Quando il sangue viene versato da un nodo che è scoppiato, è possibile una significativa perdita di sangue.

Inoltre, a causa di un aumento della pressione nel sistema venoso, il flusso sanguigno arterioso rallenta. A causa di ciò, possono svilupparsi ipossia e conseguente privazione di ossigeno. A causa dello sviluppo di tale stato, le gabbie dei tessuti possono morire, il che è un processo pericoloso per il corpo. A causa della forte stagnazione del sangue nelle vene, si accumulano tossine nei tessuti.

Le complicanze di questa malattia si trasformano anche in vasi ostruiti con coaguli di sangue, malnutrizione nei tessuti delle gambe, comparsa di pigmentazione e oscuramento della pelle.

A poco a poco, lo strato di grasso sottocutaneo diventa più denso, la dermatite, le ulcere venose appaiono. In casi molto rari, tali ulcere degenerano in tumori maligni.

Se la malattia continua per un lungo periodo, allora la persona può successivamente sviluppare un'insufficienza venosa cronica.

Ma la complicazione più pericolosa delle vene varicose è l'embolia polmonare. Questa malattia è irta di morte.

Diagnosi delle vene varicose delle gambe

È relativamente facile diagnosticare questa malattia. Lo specialista deve condurre l'esame e l'interrogatorio del paziente, studiando la storia. Nel processo di ricerca aggiuntiva, viene determinata la condizione delle valvole venose principali e comunicative e viene valutato anche il livello di pervietà delle vene profonde. Esistono numerosi campioni diversi che consentono di valutare la condizione delle vene e il grado di sviluppo della malattia.

Se un paziente ha vene varicose non complicate, nella maggior parte dei casi non vengono utilizzati metodi diagnostici strumentali.

Trattamento delle vene varicose

Il trattamento conservativo delle vene varicose è principalmente prescritto a coloro che hanno chiare controindicazioni alla chirurgia.

Inoltre, tale trattamento è indicato in presenza di un paziente con vene varicose minori, che è un difetto esclusivamente cosmetico. L'obiettivo della terapia conservativa è anche quello di prevenire un'ulteriore progressione di questa malattia. A tal fine, si raccomanda ai pazienti di applicare il bendaggio delle gambe affette da vene varicose, bendaggio elastico. Inoltre, viene mostrata la maglieria a compressione per le vene varicose. Le persone che hanno la tendenza alle vene varicose o soffrono già di questa malattia dovrebbero regolarmente mettere i piedi sulla pedana per tutto il giorno, riposando così per alcuni minuti. Ci sono anche esercizi speciali per gambe e piedi, finalizzati all'attivazione della pompa muscolo-venosa. Questa è un'estensione e una flessione periodiche nelle articolazioni della caviglia e del ginocchio.

Il paziente deve fare attenzione a non consentire l'affilamento della parte inferiore della gamba e delle cosce con articoli da toilette diversi, in quanto ciò può impedire in modo significativo il flusso di sangue venoso.

Con l'aiuto della compressione elastica, è possibile attivare il flusso sanguigno nelle vene profonde, prevenire l'edema, ridurre la quantità di sangue nelle vene safene, promuovere i processi metabolici e la microcircolazione del corpo.

Ma per ottenere risultati positivi, è importante bendare correttamente la gamba. Questo processo deve essere fatto al mattino, non ancora alzarsi dal letto. Il bendaggio inizia dalle dita dei piedi alla coscia, con una leggera tensione della benda dovrebbe essere sentito. Nel processo di bendaggio assicurati di catturare il tallone e la caviglia. La benda ad ogni giro intorno all'arto dovrebbe coprire la metà precedente. Acquista solo un bendaggio elastico certificato e una maglia a compressione.

Il trattamento delle vene varicose significa anche indossare scarpe comode, che dovrebbero avere un tacco basso e una suola dura. Non stare in piedi a lungo, non sottoporlo a stress fisico, rimanere a lungo in ambienti con alte temperature e umidità. In un sogno, è desiderabile mantenere le gambe in una posizione elevata.

I pazienti devono limitare l'uso di liquidi e sale, cercare di eliminare l'eccesso di peso. Per il trattamento delle vene varicose, periodicamente è necessario assumere farmaci diuretici, agenti che migliorano il tono delle vene. Inoltre, se indicato, al paziente può essere prescritto un farmaco che stimola la microcircolazione nei tessuti. La terapia per le vene varicose può anche includere farmaci anti-infiammatori non steroidei.

Se un paziente ha una forma non complicata della malattia, gli vengono mostrate le classi di terapia fisica. Nuoto molto utile, altre procedure per l'acqua, pediluvi con acqua calda, che aggiungono il 5-10% di soluzione di cloruro di sodio.

Molto spesso, i metodi di trattamento locali sono usati nel trattamento delle vene varicose. Ma tale trattamento deve essere usato in combinazione con altri metodi medici. Rimedi locali per le vene varicose prodotti sotto forma di gel, unguenti, creme. L'eparina o componenti venoattivi sono presenti nella maggior parte di questi farmaci. Gli unguenti per le vene varicose contribuiscono alla normalizzazione del tono delle pareti delle vene, possono correggere le violazioni del drenaggio linfatico e della microcircolazione. In alcuni preparati locali nella composizione ci sono diversi ingredienti attivi. Oltre a eparina, rutina e D-pantenolo sono inclusi in alcuni di essi.

Se nel processo di vene varicose è l'adesione di un'infezione secondaria, è consigliabile utilizzare agenti esterni con antibiotici o antisettici.

Sin dai tempi antichi, l'irudoterapia per le vene varicose è stata utilizzata per il trattamento. L'uso di sanguisughe che producono irudina, permette di assottigliare il sangue, favorisce il riassorbimento dei coaguli di sangue, elimina le vene dei ragni e i nodi varicosi. Inoltre, l'irudoterapia per le vene varicose può ridurre il dolore alle gambe, per superare il gonfiore. Tuttavia, è importante utilizzare l'irudoterapia nelle primissime fasi della malattia varicosa. Questo trattamento non deve essere usato per persone con emofilia, anemia, ipotensione, donne in gravidanza.

Tuttavia, un metodo radicale di trattamento delle vene varicose è un intervento chirurgico. È effettuato allo scopo di eliminare il reflusso venoso-venoso. Tale operazione non viene eseguita quando il paziente ha malattie concomitanti di polmoni, sistema cardiovascolare, reni e fegato. È impossibile eseguire una tale operazione per le donne incinte, così come per le persone che soffrono di malattie purulente. Le moderne tecnologie consentono l'uso di apparecchiature endoscopiche per tale operazione.

Se una persona ha espanso solo piccoli rami, è consentita la scleroterapia. Tale operazione comporta l'introduzione nella vena di una soluzione sclerosante per l'adesione delle pareti venose. Dopodiché, in altri segmenti delle vene si ripetono le iniezioni, mentre si ottiene la completa obliterazione delle vene.

Quando le vene varicose sono anche utilizzate terapia combinata, in cui la rimozione di grandi tronchi di vene alterate e scleroterapia di piccoli rami. Dopo l'intervento chirurgico, i pazienti sono invitati a continuare a indossare una benda elastica per 8-12 settimane.

Trattamento delle vene varicose delle gambe con metodi popolari

Oltre ai metodi standard di trattamento, le ricette della medicina tradizionale, utilizzate per il trattamento delle vene varicose, portano un buon effetto. Il trattamento delle vene varicose con rimedi popolari può essere praticato in parallelo con la terapia tradizionale.

Con le vene varicose, l'uso di una doccia massaggio porta un buon effetto. Questo massaggio può essere eseguito nel corso della doccia quotidiana. I getti d'acqua dovrebbero semplicemente essere diretti verso quelle aree dove sono visibili le manifestazioni delle vene varicose. Il massaggio inizia con getti caldi, ma con il tempo l'acqua dovrebbe diventare sempre più fredda. È inoltre possibile applicare un massaggio contrastante, alternando acqua calda e fredda. È importante che un tale massaggio finisca con getti freddi. Se il massaggio viene eseguito correttamente, le aree della pelle che hanno subito il massaggio diventano rosse. Dopo un tale massaggio, massaggia i piedi e applica su di essi un unguento o un gel curativo.

Con le vene varicose, si raccomanda anche di avere bagni medicinali a base di decotti di erbe. Tali bagni non dovrebbero essere caldi. Un buon effetto è dato al mattino con l'uso di un bagno di infusione di bardana, foglie di betulla, ortica. Per preparare una tale infusione, dovresti prendere un cucchiaino di erbe tritate e versare un litro di acqua bollente. L'infusione dovrebbe durare per diverse ore. Il bagno dura circa 290 minuti. Per migliorare il tono dei vasi, è efficace utilizzare lo stesso bagno dall'infusione di erbe da raccogliere di ortica, camomilla, melissa e origano.

Prevenzione delle vene varicose delle gambe

La prevenzione delle vene varicose comprende una serie di misure volte a prevenire i segni di malattia. È utile per ogni persona tenere le gambe sollevate di tanto in tanto, fare delle pause durante il lavoro sedentario e non indossare la biancheria intima. Un buon metodo per la prevenzione delle vene varicose è una doccia di contrasto, l'inclusione nella dieta di prodotti che sono buoni per il sangue, l'attuazione di alcuni esercizi fisici. Ai primi segni di vene varicose dovrebbe consultare un medico per prevenire la progressione della malattia.

Per Saperne Di Più I Vasi