Panoramica di tutte le opzioni per lo sviluppo della cerchia di Willis, cosa significa in pratica

Da questo articolo imparerai: quali sono le opzioni per lo sviluppo del cerchio di Willis, di cosa si tratta, quali arterie sono incluse nella sua composizione. Quali malattie possono essere causate dalla patologia congenita o acquisita del circolo di Willis?

Il cerchio di Willis (abbreviato in VK) è un sistema di anastomosi (connessioni tra vasi) di vasi sanguigni, situati alla base del cervello. Fornisce un'importante connessione tra i sistemi delle arterie carotidi interne e il bacino vertebro-basilare.

La struttura del VC comprende diverse arterie che, unite tra loro, formano un cerchio. Nella maggior parte dei casi, questo cerchio è chiuso, ma in alcune persone può mancare una delle navi, a causa della quale diventa aperta. Queste possibili caratteristiche della struttura del VC sono chiamate sue varianti. Alcune di queste opzioni di sviluppo possono aumentare il rischio di pericolose malattie cerebrali come l'aneurisma o l'ictus.

Tuttavia, per la maggior parte delle persone, diversi tipi di struttura VC sono la norma fisiologica, cioè non causano alcun sintomo o conseguenza.

Poiché le complicanze dello sviluppo anormale del circolo di Willis sorgono nel cervello, vengono gestite da neurochirurghi e neurologi.

La struttura del cerchio di Willis

Il cervello è senza esagerazione l'organo più importante nel corpo umano. Pertanto, non sorprende che il suo apporto di sangue sia uno degli obiettivi prioritari del sistema cardiovascolare. Il cervello riceve sangue da due fonti: dal sistema dell'arteria carotide interna e dal bacino vertebro-basilare.

Per evitare conseguenze catastrofiche quando una delle grandi navi si sovrappone, ci sono delle anastomosi tra questi due sistemi di approvvigionamento di sangue che formano un cerchio alla base del cervello di Willis.

VK è costituito da tre coppie di arterie principali:

  1. Arterie cerebrali anteriori (PMA) - allontanandosi dalle arterie carotidi interne.
  2. Arterie carotidi interne (ICA) - una parte del VC include la parte terminale di esse, prima della scarica delle arterie cerebrali medie (MCA).
  3. Le arterie cerebrali posteriori (SMA) sono i rami terminali dell'arteria basilare (BA), che si formano come risultato della fusione delle arterie vertebrali (PA).

Per completare il cerchio sono presenti anche due vasi sanguigni connettivi:

  1. Arteria connettiva anteriore (PSA) - collega due PMA.
  2. Le arterie comunicanti posteriori (ASA) sono rami dell'ICA che li collegano alla ZMA.

Se il cerchio di Willis è chiuso, il sangue può, se necessario, passare attraverso le anastomosi da un'arteria all'altra.

Opzioni di sviluppo VC

VC completamente chiuso, in cui non ci sono componenti mancanti o sottosviluppati (ipoplasici), si trova solo nel 20-25% delle persone.

C'è un enorme numero di opzioni possibili per la struttura anatomica e lo sviluppo del VC. I più comuni sono:

  • ipoplasia di uno o due ZSA;
  • ipoplasia o mancanza di segmento PMA;
  • Ipoplasia del PSA;
  • l'assenza di uno degli ASA.

Cosa in pratica significa le varie opzioni per lo sviluppo di VK

L'asimmetria della struttura VK porta ad una significativa asimmetria del flusso sanguigno ed è un fattore importante nello sviluppo di aneurismi intracranici e ictus ischemici. Questi disturbi di solito si verificano in pazienti anziani nei quali il VC aperto limita la capacità di compensare i cambiamenti acuti nel rifornimento di sangue arterioso al cervello.

Prima dello sviluppo di queste malattie o delle loro complicanze, una persona non sa nemmeno di avere anormalità nello sviluppo di vasi cerebrali.

Aneurismi dei vasi sanguigni VK

L'aneurisma è una sporgenza della parete vascolare. Gli aneurismi dei vasi inclusi nel VC sono gli aneurismi più frequenti del cervello. Molto spesso si verificano nel DOG, nella biforcazione (sito di biforcazione) dell'ICA e nell'ASD, alla biforcazione BA.

La maggior parte degli aneurismi cerebrali non causa sintomi prima della loro rottura. Tuttavia, con grandi protrusioni, si può verificare la compressione dei tessuti del sistema nervoso centrale situati nelle vicinanze, che in alcune persone porta a:

  • visione doppia;
  • pupille dilatate;
  • il verificarsi di dolore dietro i bulbi oculari;
  • mal di testa.

A rottura dell'aneurisma delle navi che entrano nel VC, l'emorragia si sviluppa nello spazio intorno al cervello (emorragia subaracnoidea), i cui sintomi includono:

  1. Comparsa improvvisa di forte mal di testa
  2. Nausea e vomito.
  3. Collo rigido
  4. Perdita temporanea della vista o coscienza.

Ictus ischemico in diverse varianti della struttura del VC

La violazione della simmetria del flusso sanguigno nelle arterie del cervello può contribuire allo sviluppo di lesioni aterosclerotiche, il che aumenta il rischio di ictus ischemico. Open VC non fornisce un buon flusso sanguigno collaterale, quindi la dimensione della corsa può aumentare.

Sintomi di ictus ischemico:

  • Intorpidimento improvviso o debolezza nei muscoli di una metà del corpo.
  • Danneggiamento improvviso di coscienza, disturbi del linguaggio o comprensione.
  • Visione offuscata improvvisa.
  • Disturbi improvvisi nel camminare, vertigini, perdita di equilibrio e coordinazione.
  • Comparsa improvvisa di mal di testa

Diagnosi: identificare le opzioni per la struttura del cerchio di Willis

Per la maggior parte delle persone, un VC aperto non si manifesta. Lo sviluppo del cerchio di Willis e le sue varianti sono più spesso identificati per caso, durante l'esame dei vasi cerebrali per altri motivi.

Se il paziente ha sintomi di un aneurisma cerebrale ininterrotto, vengono eseguiti i seguenti esami:

  • L'angiografia TC è un esame a raggi X non invasivo (cioè senza penetrare nel corpo) durante il quale un agente di contrasto viene iniettato nel flusso sanguigno per visualizzare i vasi del cervello e quindi viene eseguita la tomografia computerizzata.
  • La risonanza magnetica è un metodo non invasivo che utilizza un campo magnetico e onde a radiofrequenza per ottenere un'immagine dettagliata dei vasi cerebrali.
  • L'angiografia del cervello è un esame invasivo, durante il quale uno speciale catetere viene inserito nell'arteria cerebrale. Dopo di ciò, viene inserito un contrasto attraverso il catetere e viene eseguita una radiografia.

Opzioni di trattamento per lo sviluppo del circolo di Willis

Di per sé, le opzioni per lo sviluppo di VC non sono una malattia e non hanno bisogno di cure. Se la loro presenza ha portato allo sviluppo di un aneurisma o ictus ischemico, queste malattie vengono trattate.

Cerchia di Willis

Circolo di Willis (circulus arteriosus cerebri Willisii) è una anastomosi tra il sistema di rifornimento di sangue carotideo e vertebro-basilare. Si trova alla base del cervello ed è una rete di arterie che ha la forma di un ovale con il diametro trasversale più piccolo. Il nome di questa educazione anatomica ricevuto dal nome del medico inglese che per primo la descrisse.

Le seguenti arterie prendono parte alla formazione del bacino del Circolo di Willis:

  • La parte iniziale dell'arteria cerebrale posteriore;
  • Arteria posteriore connettiva;
  • Parte sovracleare delle arterie carotidi interne;
  • Arteria connettiva anteriore;
  • La parte iniziale dell'arteria cerebrale anteriore.

Funzioni del cerchio di Willis

Il cerchio di Willis collega ciascuna delle arterie carotidi, non solo tra di loro, ma anche con il sistema delle arterie vertebrali. Con il normale sviluppo del cerchio di Willis, le sue metà destra e sinistra hanno una struttura simmetrica.

La funzione principale del circolo di Willis è quella di assicurare la piena irrorazione di sangue a certe parti del cervello, in caso di disturbi del flusso sanguigno in una delle arterie cervicali causate da qualsiasi motivo.

Malattie circolatorie di Illiziyev: sintomi

Il normale sviluppo della cerchia di Willis si trova in non più del 50% delle persone. La patologia più comune di questo sistema arterioso sono vari tipi di ipoplasia delle arterie connettive. Aneurismi delle arterie cerebrali anche più spesso colpiscono i vasi del Circolo di Willis.

Nell'ipoplasia dei vasi del circolo di Willis, i sintomi possono essere assenti, naturalmente, a condizione che vi sia un normale flusso di sangue nei bacini di altre arterie cerebrali. In questo caso, la patologia viene rilevata come un riscontro diagnostico casuale durante la risonanza magnetica.

Come dimostrato dai risultati di un recente studio condotto da scienziati dell'Università della Pennsylvania, in alcune persone lo sviluppo asimmetrico del circolo di Willis può essere la causa di frequenti attacchi di emicrania, che si verificano con un'aura piuttosto pronunciata.

Con un aneurisma dei vasi del circolo di Willis, i sintomi sono di solito assenti fino a quando non si rompono. In caso di rottura, il sangue dalla nave danneggiata inizia a fluire nello spazio subaracnoideo. I pazienti iniziano a lamentarsi di un terribile mal di testa nella loro forza, che è spesso accompagnata da nausea, vomito, intolleranza alla luce intensa, torcicollo. Con un'emorragia significativa sviluppa rapidamente il coma o il paziente muore quasi immediatamente.

Malattie circolatorie Illiziyev: trattamento

Molte persone, avendo imparato che hanno una variante dello sviluppo del cerchio di Willis, non sono in linea con la norma, cadono nella disperazione, credendo di avere una malattia grave che richiede una certa terapia. Ma in realtà, il trattamento della cerchia di Willis non viene eseguito.

Come abbiamo detto sopra, ci sono varie opzioni per lo sviluppo della cerchia di Willis, e quelli che sono considerati la norma sono lontani dall'essere trovati in ogni persona. I vasi di questo bacino arterioso sono intesi non tanto per il rifornimento di sangue delle cellule cerebrali, quanto per compensare il flusso sanguigno cerebrale che si origina a causa della trombosi dovuta al trasferimento di sangue da una piscina arteriosa all'altra. Pertanto, nella maggior parte dei casi, la patologia dello sviluppo del circolo di Willis non richiede trattamento.

In presenza di un aneurisma di una delle arterie del circolo di Willis, il trattamento chirurgico è quello di bendare l'aneurisma. In quei casi in cui viene aperto un aneurisma, viene eseguito un trattamento conservativo, come per l'emorragia subaracnoidea causata da qualsiasi altra ragione.

Possibili patologie del circolo di Willis e del loro trattamento

Il cervello umano (GM) è una struttura sottile che svolge un'enorme quantità di lavoro. Un prerequisito per il funzionamento di qualsiasi organo è la normale circolazione del sangue. La prima persona a descrivere la circolazione sanguigna arteriosa del cervello era un anatomista e neurologo del Regno Unito, Willis Thomas. Da allora, l'anello vascolare del cervello è chiamato con il suo nome.

Struttura e funzione del circolo arterioso del cervello

La diminuzione della circolazione sanguigna nel cervello è un fenomeno potenzialmente letale. L'anatomia umana è tale che la funzione di compensare il flusso sanguigno insufficiente viene eseguita dall'anello arterioso situato nello spazio subaracnoideo alla base del cervello (il cerchio di Willis).

Le navi del cervello sono interconnesse (anastomizzate) sulla base di GM. Le seguenti navi formano il bacino del cerchio di Willis:

  1. Arteria cerebrale anteriore: il segmento iniziale (a. Cerebri anteriore).
  2. Arteria connettiva anteriore (a. Communicans anteriore).
  3. Arteria carotide interna: segmento supraklinovidny (a. Carotis interna).
  4. Arteria comunicante posteriore (a. Communicans posteriore).
  5. Arteria cerebrale posteriore: il segmento iniziale (a. Cerebri posteriore).

Nel suo lavoro, William Thomas descrive una anastomosi sotto forma di un ettagono, Heptagon Willis. Ma dopo aver condotto una ricerca, M. A. Tikhomirov ha rivelato che la forma dell'anello è non-a-forma. La connessione tra le navi GM è centralizzata nella cerchia willisiana.

Flusso di sangue alterato nei vasi cervicali può portare a insufficiente circolazione del sangue nel cervello. Per prevenire la situazione di riduzione del flusso sanguigno, viene fornita una "opzione di ripiego", un cerchio arterioso compensativo. Questa è la sua funzione. Le arterie carotidi, che si connettono tra loro, anastomizzano con i vertebrati. È grazie a questo composto, in caso di ostruzione dei vasi sanguigni del cervello, la circolazione del sangue non viene disturbata e tutti i tessuti ricevono una quantità sufficiente di sostanze.

Patologie e loro sintomi

La simmetria dello sviluppo del cerchio di Willis su entrambi i lati indica lo sviluppo corretto. Ma questo sviluppo si osserva solo nel 50% della popolazione. Spesso c'è una mancanza di sviluppo vascolare - ipoplasia. C'è una discrepanza nella dimensione delle arterie da lati diversi, la mancanza di simmetria nel loro scarico. Se tutti i vasi sono interconnessi e si muovono simmetricamente da entrambi i lati, si dice che il circolo arterioso è chiuso. Ciò rende possibile ripristinare completamente il flusso sanguigno in caso di patologia di altre navi.

L'anomalia più grossolana della struttura ad anello è l'apertura. Si verifica in assenza di una connessione dell'arteria principale - con i vertebrati. Si distinguono due varianti patologiche: il cerchio è completamente aperto, se le arterie connettive sono assenti e non completamente aperte, se c'è un restringimento o ipoplasia delle arterie connettenti.

La frequente localizzazione di aneurismi cerebrali è il circolo di Willis. Il pericolo sta nel fatto che un lungo aneurisma non causa sintomi. Le condizioni del paziente peggiorano quando si rompe. Se l'assistenza non viene fornita in modo tempestivo, la persona cade in coma.

I risultati della ricerca mostrano che esiste una connessione tra la struttura asimmetrica del cerchio di Willis e la presenza di emicrania. La patologia viene rilevata per caso durante la risonanza magnetica. Sotto la condizione di normale circolazione del sangue del cervello, quando il circolo arterioso non svolge la sua funzione compensatoria, i sintomi non compaiono.

Diagnosi e trattamento

Per studiare lo stato dei vasi sanguigni in medicina utilizzando il metodo di angiografia. Il metodo diagnostico più accessibile è la dopplerografia transcranica, che consente di valutare il flusso sanguigno nelle arterie cerebrali. Questo metodo ha un gran numero di vantaggi, perché consente di valutare lo stato del lume dei vasi sanguigni, la velocità e la direzione del flusso sanguigno. Per la diagnosi, viene utilizzato un esame completo, valutando tutti i criteri per la struttura delle arterie e le caratteristiche del flusso sanguigno in essi.

La presenza di uno sviluppo anormale del circolo arterioso non rappresenta un rischio per la qualità della vita di una persona, a condizione che non vi siano disturbi circolatori nei vasi cerebrali; pertanto, il trattamento non è prescritto. Se la patologia si manifesta sotto forma di emicrania, il medico può prescrivere antidolorifici.

Se viene rilevato un aneurisma nei vasi del cerchio di Willis, viene indicata un'operazione. Quando una nave si rompe, il sangue scorre nello spazio subaracnoideo. È difficile fermare l'emorragia. Richiede interventi chirurgici e riabilitazione a lungo termine.

Anatomia del circolo di Willis - opzioni per lo sviluppo, sintomi di patologie e loro trattamento

Il sistema vascolare del cervello ha una struttura complessa. Uno dei suoi componenti chiave è il Cerchio di Willis, che è un complesso chiuso di arterie che consiste nel connettivo anteriore e anteriore e in altri vasi che forniscono il flusso di sangue alla base del cervello. Grazie a questo sistema, la corretta distribuzione del sangue viene effettuata in caso di malfunzionamento delle arterie carotidi, quindi eventuali patologie nello sviluppo del complesso possono portare a conseguenze negative.

Qual è il cerchio di Willis

Questo sistema di vasi è un meccanismo per proteggere il cervello, compensando la sua alterata circolazione sanguigna in caso di danno ad alcune arterie. Con lo sviluppo di ostruzione, compressione o rottura dei vasi sanguigni, vengono diagnosticate anomalie congenite dei rami del letto arterioso. Allo stesso tempo, le navi del lato opposto assumono la funzione di rifornimento di sangue, trasferendo il sangue attraverso i vasi collaterali di collegamento. Normalmente, anche con arterie del circolo di Willis sviluppate in modo anomalo, una persona non sente alcuna peculiarità a causa del lavoro a pieno titolo di altre arterie.

funzioni

Il compito principale della cerchia di Willis è di assicurare l'afflusso di sangue a certe parti del cervello. Questa funzione del sistema è particolarmente importante quando il flusso sanguigno è disturbato nei vasi sanguigni del collo, il che minaccia la fame di ossigeno nel cervello e provoca varie malattie. Garantire la salute dell'anello è possibile grazie al fatto che le arterie carotidi sono collegate non solo l'una all'altra, ma anche a una con le arterie della colonna vertebrale. Questo schema fornisce al cervello sostanze nutritive essenziali.

struttura

Il circolo arterioso del cervello grande si trova nella regione subaracnoidea, circondando con i suoi elementi il ​​chiasma visivo e le formazioni del cervello medio. Il cerchio classico di Willis è composto da:

  • arteria connettiva anteriore (PSA);
  • le parti iniziali delle arterie cerebrali anteriori (PMA);
  • arterie cerebrali posteriori (ZMA);
  • porzione sopraclinica dell'arteria carotide interna (ICA);
  • arterie connettive posteriori (ASD).

Tutte queste navi formano una forma come un ettagono. Allo stesso tempo, l'ICA trasporta il sangue dalle arterie carotidi comuni al cervello e PMA, la comunicazione tra i quali è fornita dall'arteria di collegamento anteriore. ZMA ha origine da quello principale, che è formato dall'unione dei vasi vertebrali. L'arteria comunicante posteriore, che si tratti di VSA o ZMA, è alimentata dalla carotide basilare o interna.

Così, si forma un anello che fornisce la connessione di due flussi arteriosi, le cui diverse parti sono in grado di assumere la funzione di rifornimento di sangue a quelle aree del cervello che non ricevono nutrienti a causa del restringimento o del blocco di altri elementi della rete cerebrale. La massima consistenza della struttura è caratterizzata dalle arterie carotidea e anteriore, con la ZMA e i rami di collegamento caratterizzati da variabilità evolutiva e caratteristiche di ramificazione individuale. La violazione della simmetria dei vasi sanguigni è considerata normale: il segmento sinistro dell'arteria media è più spesso di quello destro.

Opzioni per lo sviluppo della cerchia di Willis

Ci sono un gran numero di varianti della struttura del sistema Willisiano, alcune delle quali sono considerate come anomalie - aplasia, trifurazione, ipoplasia, assenza di alcuni elementi arteriosi, ecc. A seconda del tipo di vascolarizzazione, il medico determina il suo significato clinico e la prognosi. Le varianti della struttura del circolo di Willis sono studiate attraverso metodi diagnostici invasivi e non invasivi (angiografia, angiografia TC, angiografia RM, risonanza magnetica, dopplerografia transcranica).

Le misure diagnostiche vengono eseguite in presenza di specifici reclami del paziente, in altri casi vengono rilevati per caso. La norma (la struttura classica del cerchio di Willis) si trova solo nel 35-50% delle persone. Ciò ha creato le basi per considerare la specificità della struttura del sistema vascolare del cervello come una caratteristica individuale di ogni persona. Tuttavia, alcune varianti del cerchio di Willis sono riconosciute come anormali, ad esempio il raddoppiamento delle navi o la loro assenza, ma tali deviazioni sono rare e spesso non richiedono un trattamento, perché non causano processi patologici.

Malattie e patologie del circolo di Willis

L'anatomia coinvolge la complessa struttura dei sistemi interni, che assicura una funzione ottimale del corpo. Tuttavia, a causa di determinati fattori, non sempre spiegabili, si osservano deviazioni nello sviluppo di organi / sistemi, compreso il cerchio di Willis. Di regola, varianti anormali del suo sviluppo si manifestano nell'asimmetria dei rami arteriosi o in assenza di alcune aree. Spesso le navi che costituiscono un circolo vizioso hanno un diametro diverso, a volte la loro localizzazione è diversa. Alcune anomalie portano alle conseguenze patologiche descritte di seguito.

aneurisma

Questo fenomeno è un rigonfiamento dell'arteria verso l'esterno, con la cerchia di Willis che spesso serve come localizzazione della patologia. Nei pazienti giovani, l'aneurisma, di regola, è il risultato di una struttura anormale del sistema vascolare del cervello. Gli aneurismi maturi sono spesso causati da uno dei seguenti problemi:

  • vasculite infettiva;
  • aterosclerosi;
  • endarterite sifilitica.

La deviazione è spesso asintomatica fino a quando non vi è una rottura dell'aneurisma, che causa un'emorragia nel cervello. Sintomi di questo fenomeno:

  • mal di testa intenso;
  • vomito, nausea;
  • reazione acuta a luce intensa;
  • coma (se le misure terapeutiche non sono state prese tempestivamente).

ipoplasia

La conseguenza di questa malformazione del circolo di Villysia è la riduzione dei parametri vascolari. In assenza di disturbi del flusso sanguigno in altri bacini cerebrali, l'ipoplasia è asintomatica. Questa malattia può essere rilevata dalla risonanza magnetica. Cause di anomalie congenite si trovano nei disturbi dello sviluppo intrauterino causati da:

  • alcune patologie infettive trasferite durante la gravidanza;
  • cadute, lividi dell'addome durante la gestazione;
  • l'uso di sostanze tossiche, teratogene, tossiche, compreso l'alcol, droghe di un certo tipo, droghe;
  • gravato dalla storia ereditaria.

aplasia

La condizione in cui il circolo di Willis è aperto a causa dell'assenza di un vaso di collegamento è chiamata aplasia delle arterie posteriori collegate del cervello. L'anomalia può essere osservata nella sezione anteriore, ma meno spesso. Se l'arteria è presente, ma mal sviluppata, viene diagnosticato un cerchio che non è completamente chiuso. La causa del fenomeno è fermare lo sviluppo del feto all'interno dell'utero.

L'aplasia del vaso connettivo anteriore non consente l'afflusso di sangue alla zona interessata del cervello attraverso l'erogazione di sangue da un'altra rete vascolare a causa della disgiunzione delle arterie. In un DSS non formato, non vi è alcuna connessione tra le zone posteriore e anteriore del cerchio di Willis e le anastomosi non funzionano. Le conseguenze e la prognosi di tale deviazione sono sfavorevoli dal punto di vista dell'impossibilità di scompensare i disordini del flusso sanguigno.

trifurcation

L'anomalia è caratterizzata dalla scissione di una nave in 3 elementi. Questa patologia è osservata in circa un terzo dei casi e non è pericolosa, purché non vi siano segni di cambiamenti occlusivi. Ci sono trifurcazione anteriore e posteriore, che si formano durante il periodo di sviluppo embrionale. A volte un'anormalità è complicata, a causa della quale si possono verificare aneurismi, aterosclerosi, ipertensione, emicrania, ma ciò accade raramente. Di regola, non vengono rilevati sintomi neurologici, pertanto la triforcazione non richiede un trattamento speciale.

video

Le informazioni presentate nell'articolo sono solo a scopo informativo. I materiali dell'articolo non richiedono auto-trattamento. Solo un medico qualificato può diagnosticare e consigliare il trattamento in base alle caratteristiche individuali di un particolare paziente.

Cerchia di Willis: come funziona, la norma e le anomalie (apertura, riduzione del flusso sanguigno), diagnosi, trattamento

Il circolo di Willis nel sistema vascolare cerebrale è stato descritto più di trecento anni fa da un medico inglese, T. Willis. La struttura di questo anello arterioso è di grande importanza in condizioni di disturbo, quando alcune parti del tessuto nervoso presentano un flusso insufficiente di sangue arterioso a causa di arterie o stenosi ostruite. Normalmente, anche con vasi di questo circolo sviluppati in modo anomalo, una persona non sente le caratteristiche esistenti a causa del pieno funzionamento delle altre arterie.

La norma della struttura del cerchio di Willis è definita, ma non tutti possono vantarsene. Secondo alcuni rapporti, l'anello arterioso classico è sviluppato solo dalla metà delle persone, altri ricercatori citano solo il 25% delle persone e tutti gli altri hanno certe anomalie della ramificazione vascolare. Questo, tuttavia, non significa che quelli con un circolo arterioso sviluppato in un modo originale avranno sintomi o disturbi negativi, ma le manifestazioni di alterazione del flusso sanguigno possono occasionalmente farsi sentire come emicrania, encefalopatia vascolare, o anche manifestarsi completamente con acuta disturbi della circolazione cerebrale.

Varianti di sviluppo del cerchio di Willis. Questo può essere triplicato (trifurazione), aplasia, ipoplasia, la completa assenza di qualsiasi elemento arterioso. A seconda del tipo di ramificazione delle arterie determinare il suo significato clinico e la prognosi.

Le procedure diagnostiche non invasive e invasive sono utilizzate per determinare l'anatomia del circolo di Willis, vengono eseguite secondo indicazioni con specifici reclami del paziente. In altre situazioni, le anomalie vengono rilevate per caso durante l'esame di un'altra patologia.

La struttura del cerchio di Willis

Forma classica del cerchio di Willis:

  • Sezioni iniziali delle arterie cerebrali anteriori (PMA);
  • Arteria connettiva anteriore (PSA);
  • Arterie cerebrali posteriori (ZMA);
  • Arteria connettiva posteriore (ASA);
  • Porzione sovraclinare dell'arteria carotide interna (ICA).

Le navi elencate formano una somiglianza con l'ettagono. VSA porta il sangue al cervello dalla carotide comune e, sulla base del cervello, fornisce PMA, che comunicano tra loro tramite il PSA. Le arterie cerebrali posteriori iniziano da quella principale, che è formata dall'unione di due vertebrati. C'è una connessione tra VSA e ZMA, i vasi di collegamento posteriori, a seconda del diametro, ricevono cibo dal sistema carotideo interno o dall'arteria basilare.

la struttura del cerchio di Willis

Quindi, viene formato un anello che collega i due flussi arteriosi - dal pool della carotide interna e delle arterie basilari, le cui diverse parti possono assumere la funzione di fornire nutrimento a quelle parti del cervello che mancano di sangue durante il blocco o restringimento di altri componenti della rete cerebrale.

Il cerchio di Willis si trova nello spazio subaracnoideo della base del cervello, circondando con i suoi elementi costitutivi il chiasma visivo e la formazione del mesencefalo, dietro di esso si trova il ponte Pons, sulla cui superficie si trova l'arteria basilare.

Le arterie cerebrali e carotidi anteriori sono le strutture più coerenti, i rami cerebrali posteriori e di collegamento sono molto variabili nelle loro caratteristiche di anatomia e ramificazione. Tuttavia, i cambiamenti dalla parte anteriore del cerchio di Willis sono di maggiore significato clinico a causa di sintomi più gravi e una prognosi peggiore.

L'arteria cerebrale anteriore, di regola, è ben formata e normalmente, il suo lume raggiunge uno e mezzo - due millimetri e mezzo. PSA ha le stesse dimensioni e circa un centimetro di lunghezza. Il lume dell'arteria carotide interna sinistra nella norma più a destra di 0,5-1 mm. Anche l'arteria cerebrale media ha una certa asimmetria: a sinistra è più spessa che a destra.

Video: la struttura del cerchio di Willis

Il ruolo del cerchio di Willis

Il circolo di Willis è un meccanismo di difesa, compensazione per alterata circolazione del sangue, fornita dalla natura per fornire sangue al cervello in caso di danno ad arterie specifiche. Se c'è ostruzione, rottura, compressione, c'è un sottosviluppo innato dei rami del letto arterioso, i vasi del lato opposto assumono la funzione del flusso sanguigno, trasportando il sangue attraverso i collaterali - le arterie di collegamento.

Dato il significato funzionale della rete arteriosa della base del cervello, diventa chiaro il motivo per cui queste arterie sono così importanti. Non si tratta solo di malattie gravi come un ictus o un aneurisma. Il circolo di Willis aiuta a fornire al cervello il sangue per i disturbi funzionali (spasmo), alcune varianti della struttura delle arterie, quando l'anello vascolare è ancora chiuso, ma il diametro dei singoli vasi non consente di erogare la quantità di sangue richiesta.

Il ruolo del cerchio di Willis aumenta bruscamente con l'occlusione completa di una qualsiasi delle arterie. Quindi la prognosi, il tasso di aumento dei sintomi e il volume della lesione del tessuto nervoso dipenderanno da come si forma questo anello e da quanto sia in grado di reindirizzare il sangue verso quelle parti del cervello che ricevono meno nutrizione. È chiaro che un sistema vascolare adeguatamente formato farà fronte a questo compito meglio di quello in cui ci sono anomalie nello sviluppo dei vasi sanguigni o anche la completa assenza di rami specifici.

Anatomia alternativa delle arterie della base del cervello

Tipi di struttura del cerchio del set di Willisieva. Essi dipendono da come il processo di formazione vascolare abbia avuto luogo anche nel periodo prenatale, ed è impossibile prevedere questo processo.

Tra le anomalie più frequenti delle arterie del cervello si segnalano: aplasia, ipoplasia dei singoli rami, trifurazione, fusione di due arterie in un tronco e alcune altre varietà. Alcune persone hanno una combinazione di diverse anomalie vascolari.

La variante più comune dello sviluppo del cerchio di Willis è considerata la trifurazione posteriore dell'ICA, che rappresenta quasi un quinto di tutte le anormalità dell'anello arterioso. Con questo tipo di struttura dall'ICA, tre arterie cerebrali iniziano contemporaneamente - anteriore, medio e posteriore, e la PCA sarà una continuazione del ramo di collegamento posteriore.

Tale struttura è caratteristica del sistema circolatorio del cervello fetale a 16 settimane di gestazione, ma in seguito le dimensioni dei vasi cambiano, il connettivo posteriore diminuisce e gli altri rami aumentano significativamente. Se una simile trasformazione di vasi non si verifica, allora il bambino nasce con una trifurcazione posteriore.

Un'altra variante frequente della struttura del cerchio di Willis è l'aplasia del CSA, che si verifica quando varie condizioni ambientali avverse e anomalie genetiche durante l'embriogenesi. In assenza di questa arteria, Willisiev non chiude il cerchio dal lato dove non ce n'è, cioè non esiste alcuna relazione tra il sistema dell'arteria carotide interna e il bacino basilare.

Viene anche diagnosticata l'assenza di PSA, ma molto meno frequentemente di quella posteriore. Con questo tipo di struttura dell'anello arterioso, non vi è alcuna relazione tra i rami delle arterie carotidi, quindi è impossibile, se necessario, "trasferire" il sangue dai vasi della metà sinistra a destra.

L'aplasia dell'arteria connettiva anteriore non dà la possibilità di effettuare il flusso di sangue nella parte interessata del cervello erogando sangue dalla rete vascolare opposta, poiché le arterie carotidi sono disconnesse. In caso di CSA non formato, non vi è alcuna interrelazione tra le parti anteriore e posteriore del Circolo di Willis, le anastomosi non funzionano. Questo tipo di ramificazione del sistema arterioso sembra sfavorevole in termini di possibile scompenso dei disturbi del flusso sanguigno.

Le rare forme della struttura del cerchio di Willisiev includono:

  • L'arteria mediana del corpo calloso;
  • L'unione delle arterie cerebrali anteriori in un tronco comune o vicino al loro corso, quando sono a stretto contatto l'uno con l'altro;
  • Trifurcazione anteriore dell'arteria carotide interna (due arterie cerebrali anteriori partono da un'arteria carotide);
  • Split, doppia arteria di collegamento anteriore;
  • Assenza bilaterale di ASA;
  • Trifurco delle arterie carotidi su entrambi i lati.

Le anomalie della ramificazione dei vasi e l'apertura del cerchio di Willis lo rendono incapace di svolgere il ruolo di anastomosi in situazioni critiche - durante una crisi ipertensiva, trombosi, spasmi, aterosclerosi. Inoltre, alcuni tipi di ramificazione suggeriscono ampie aree di necrosi del tessuto nervoso in caso di insufficienza circolatoria. Per esempio, la trifase anteriore significa che la maggior parte dei reparti dell'emisfero riceve sangue dai rami di una sola arteria, quindi se è danneggiato, la scala di necrosi o emorragia sarà significativa.

Quando le arterie della base del cervello sono sviluppate classicamente, tra loro tutti i necessari rami di collegamento e il calibro di ogni nave sono presenti entro i limiti normali, si dice che il cerchio di Willis è chiuso. Questa è la norma, che indica che l'anastomosi è consistente e, in caso di patologia, il flusso sanguigno sarà compensato al massimo.

VC completamente aperto

Il cerchio aperto di Willis è considerato un'anomalia seria, che predispone a vari tipi di disturbi della circolazione cerebrale. L'apertura della parte anteriore dell'anello arterioso, che si verifica durante l'aplasia del PSA o la triforcazione anteriore dell'arteria carotide, e l'apertura del circolo di Willis a causa di anomalie del letto vascolare posteriore - il connettivo posteriore, l'arteria basilare, la trifurazione posteriore dell'ICA.

Se i rami di collegamento sono del tutto assenti, stanno parlando della completa apertura del cerchio di Willis, e quando le arterie sono conservate, ma stenotiche, ipoplastiche, allora l'apertura è considerata incompleta.

Segni e diagnostica del cerchio del cerchio di Willis

Segni clinici di anomalie della ramificazione dei vasi del cerchio di Willis compaiono quando il flusso sanguigno attraverso i collaterali diventa insufficiente per vari motivi. Per esempio, le placche grasse si sono formate nelle arterie, è apparso un grumo di sangue o è emigrato un embolo dalla metà sinistra del cuore, un aneurisma si è rotto. Una persona sana non sente la ramificazione non classica dei vasi sanguigni, perché il suo cervello non sente la necessità di percorsi di bypass del flusso sanguigno.

sviluppo di ictus / disturbi associati a insufficiente afflusso di sangue alla zona del cervello

I sintomi del flusso sanguigno ostruito possono essere molto diversi. Se non stiamo parlando di un ictus, i pazienti lamentano vertigini, mal di testa, perdita di capacità intellettuali, memoria, attenzione. I problemi psicologici sono anche frequenti - spesso la ramificazione anormale delle navi è accompagnata da nevrosi, attacchi di panico e labilità emotiva dei suoi proprietari.

Una manifestazione caratteristica dello sviluppo non classico del Circolo di Willis è considerata un'emicrania. La questione della relazione della struttura delle arterie cerebrali con l'emicrania è oggetto di molte osservazioni, che indicano che la maggior parte dei pazienti con emicrania presenta alcune anomalie. Soprattutto quando le emicranie vengono diagnosticate anomalie nella struttura della parte posteriore del sistema arterioso. Quando il circolo di Willis è aperto, l'ipoplasia o l'aplasia delle arterie comunali posteriori, la triforcazione posteriore, quelle aree del cervello responsabili della visione ricevono meno sangue, quindi l'intenso mal di testa è preceduto dall'aura visiva sotto forma di bagliori, zigzag, ecc.

La diminuzione del flusso sanguigno attraverso i vasi dell'anello arterioso del cervello può provocare ricorrenti mal di testa e disturbi come l'encefalopatia dyscirculatory - apatia o irritabilità, riduzione delle prestazioni, affaticamento rapido, ecc. Questo può essere di solito trovato nei risultati dell'angiografia MR e dice di quelle ipoplasia o altre navi.

Quando l'aplasia dei tronchi arteriosi, quando alcuni vasi non sono affatto, l'assenza di flusso sanguigno è registrata nello studio. Ad esempio, l'aplasia delle arterie comunicanti posteriori sarà accompagnata da una mancanza di flusso sanguigno attraverso di loro, rispettivamente. Tale aplasia può anche essere asintomatica, ma quando vi è una quantità sufficiente di sangue attraverso le arterie principali. Con l'aterosclerosi o lo spasmo arterioso, i segni di insufficiente afflusso di sangue al cervello non tarderanno ad arrivare.

% di distribuzione di casi di aneurisma nelle arterie del cervello

Se, sullo sfondo della struttura anormale delle arterie della base del cervello, si verifica un disturbo acuto della circolazione sanguigna, allora ci saranno evidenti sintomi di un ictus in clinica - paresi e paralisi, disturbi del linguaggio, riflessi patologici, compromissione della coscienza fino al coma.

Separatamente, vale la pena menzionare aneurismi - dilatazioni dei vasi cerebrali. Secondo le statistiche, è nelle arterie di Willis che si verifica il maggior numero di esse. L'aneurisma delle arterie di quest'area è irto di rottura e massiccia emorragia subaracnoidea con la clinica di ictus, coma e manifestazioni neurologiche grossolane.

L'aneurisma è una patologia indipendente, non un'opzione di ramificazione individuale dei vasi sanguigni, ma è molto più spesso accompagnata da tipi non classici del circolo di Willis.

La diagnosi dell'una o dell'altra anomalia evolutiva del circolo di Willis può essere stabilita solo con l'uso di moderni metodi strumentali di esame. Le opportunità nella diagnostica hanno offerto agli specialisti la possibilità di analizzare la natura della prevalenza delle varianti nella struttura dei vasi cerebrali e delle loro varietà, ma le conclusioni relativamente recenti potrebbero essere tratte principalmente dai risultati delle autopsie di pazienti deceduti.

Lo sviluppo di metodi di ecografia Doppler e tomografia a risonanza magnetica ha reso possibile rendere lo studio della natura della struttura del Circolo di Willis una misura accessibile e sicura. I principali metodi di diagnosi delle varianti del sistema vascolare del cervello includono:

  • L'angiografia radiopaca è uno dei metodi più istruttivi, ma ha controindicazioni associate alla necessità di contrastare (patologia del fegato, reni, allergie al contrasto, ecc.);
  • Ecografia doppler transcranica - la procedura è sicura, economica, richiede la presenza di dispositivi con un sensore Doppler, che sono in molte istituzioni mediche;
  • L'angiografia RM viene eseguita su un tomografo magnetico, ha controindicazioni, uno svantaggio significativo è l'alto costo.

Willis circonda l'immagine diagnostica

L'angiografia selettiva dei vasi cerebrali si riferisce a procedure invasive quando un catetere viene inserito nell'arteria femorale, avanzando verso l'area delle arterie cerebrali di interesse. Quando viene raggiunta l'area desiderata, viene applicato un agente di contrasto. Il metodo è usato più spesso durante il trattamento chirurgico (stenting, angioplastica).

Invece di angiografia selettiva, l'angiografia TC può essere applicata, quando un mezzo di contrasto viene iniettato per via endovenosa, e quindi le immagini di testa vengono prese in diverse proiezioni e sezioni. Successivamente, è possibile ricreare un'immagine tridimensionale delle strutture vascolari del cervello.

Il Doppler transcranico può determinare la natura del flusso sanguigno nei vasi del cervello (ridotto, assente), ma non fornisce dati sufficienti sulla struttura anatomica delle arterie. Un vantaggio importante è considerato la quasi completa assenza di controindicazioni e costi contenuti.

L'angiografia MR è uno dei più costosi, ma allo stesso tempo, un modo abbastanza istruttivo per diagnosticare la struttura del Circolo di Willis. Viene eseguita in un tomografo magnetico e le controindicazioni sono le stesse della risonanza magnetica convenzionale (alto grado di obesità, claustrofobia, presenza nel corpo di protesi metalliche che conducono un campo magnetico).

L'immagine MR mostra la struttura dei vasi del Circolo di Willis, la presenza o l'assenza di connessioni tra loro, l'aplasia o l'ipoplasia delle arterie. Quando si valuta il risultato, uno specialista può determinare il diametro di ciascuna arteria e le caratteristiche della sua ramificazione.

Video: un esempio di angiografia RM del cervello

(Il circolo di Willis è chiuso, determinato dal convesso corso a S della parte intracranica dell'arteria vertebrale sinistra, corso a forma di C dell'arteria principale, altrimenti non ci sono dati per stenosi emodinamicamente significative nei segmenti dell'ACI e delle arterie appaiate della base della base cerebrale).

Come puoi vedere, ciascuno dei metodi ha sia vantaggi che svantaggi, pertanto sono combinati per ottenere conclusioni accurate riguardo alle arterie cerebrali. Un approccio integrato consente di determinare l'anatomia dei vasi e la natura e la direzione del flusso di sangue attraverso di essi, il che è molto importante per valutare il rischio di incidenti vascolari e possibili prognosi.

Molte persone che hanno trovato una versione della struttura della cerchia di Willis sono immediatamente interessate ai metodi di trattamento. Poiché le deviazioni nella ramificazione dei vasi sanguigni non sono considerate una malattia indipendente, il trattamento in quanto tale non è richiesto. Inoltre, in assenza di una mancanza clinica di flusso sanguigno, non ha senso.

Nei casi in cui ci sono reclami specifici (emicranie, disabilità mentale, ecc.), Dovresti cercare l'aiuto di un neurologo che prescriverà mezzi vascolari (nootropil, fezam, actovegin), farmaci per migliorare il metabolismo nel cervello (mildronate, vitamine B), se necessario - sedativi, tranquillanti, antidepressivi, in caso di emicrania - analgesici, antinfiammatori, specifici farmaci anti-emicranici (ketorolo, ibuprofene, paracetamolo, askofen, farmaci del gruppo triptani).

Il trattamento chirurgico è indicato per grave alterata circolazione del sangue con la progressione di encefalopatia vascolare, aneurisma diagnosticato e, talvolta, dopo un ictus. Consiste nello stenting, nel ritaglio o nella disattivazione di un aneurisma dal flusso sanguigno e nell'angioplastica con palloncino per restringere le arterie.

Cerchio di Willis: struttura anatomica e significato

Oggi, la patologia dei vasi cerebrali (GM) mantiene una posizione di primo piano tra le cause di mortalità e disabilità della popolazione non solo nello spazio post-sovietico, ma in tutto il mondo. Pertanto, è necessario rappresentare la loro struttura anatomica.

La circolazione sanguigna GM è fornita dai sistemi della carotide interna e delle arterie vertebro-basilari. Come risultato della loro connessione, si forma un circolo arterioso del cervello grande, chiamato anche Willisiova.

Il cervello è nutrito con il sangue dai vasi interni sonnolenti e vertebro-sparillari. L'arteria carotide interna (a.carotis interna) è una continuazione della carotide comune, che si estende verso l'esterno dall'arteria carotide esterna. Di solito sono due pezzi (situati rispettivamente a destra e a sinistra). Nel collo, a.carotis interna non dà rami. La nave si alza verso l'alto, alla base del cranio, ed entra nel canale assonnato dell'osso temporale. Nella parte superiore dell'osso temporale, entra nella cavità del cranio attraverso un foro lacero. A. carotis interna alle strutture cerebrali rende i seguenti rami:

  • L'arteria cerebrale anteriore (a.cerebri anteriore) - si piega intorno al ginocchio del corpo calloso e viene diretta indietro lungo la superficie interna dell'emisfero al lobo occipitale, dando rami alla corteccia lungo la strada. Da questa nave, il connettivo anteriore (a.communicans anteriore) parte, catturando due a.cerebri anteriori.
  • Arteria cerebrale media (a.cerebri media) - fornisce sangue ai lobi frontali, temporali e parietali del GM.
  • L'arteria comunicante posteriore (a.communicans posterior) è diretta all'indietro e si connette all'arteria cerebrale posteriore.
  • Plesso vascolare dell'arteria - nutre i ventricoli laterali del sangue.

La prossima nave che fornisce strutture GM è l'arteria vertebrale (a.vertebralis). Dà principalmente rami al midollo spinale e l'arteria cerebellare posteriore inferiore. Quindi l'a.vertebralis continua, fondendosi con l'omonima nave dell'altro lato nell'arteria basilare spaiata (a.basilaris). Quest'ultimo si trova nella scanalatura centrale del ponte e sul suo bordo anteriore. È diviso in 2 arterie cerebrali posteriori (a.cerebri posteriore). Inoltre, i rami cerebellari anteriori posteriori e anteriori si allontanano da un abasilaris.

Nello spazio subaracnoideo, il circolo di Willes è formato dall'arteria comunicante anteriore, dalle porzioni iniziali delle arterie cerebrali anteriori, dalle arterie posteriori comunicanti e dalle arterie cerebrali posteriori.

I due a.vertebralis, a.basilaris, e le due arterie spinali anteriori, che si fondono in un tronco, formano un anello, che è anche di grande importanza per la circolazione del sangue collaterale del midollo allungato. In quest'ultimo si trovano i principali centri nervosi che assicurano il funzionamento dell'intero organismo (respiratorio e vasomotore).

Lo schema del cerchio di Willis con tutte le navi che riforniscono il cervello.

Se necessario, in caso di violazione (nella forma di una diminuzione o assenza) del flusso sanguigno in qualsiasi segmento del sistema vascolare del GM (compressione dei vasi del collo con una brusca rotazione della testa, spasmo del vaso cerebrale o restringimento completo del lume), il sangue viene ridistribuito a causa della presenza del circolo di Willis. Ciò si traduce in un'adeguata circolazione cerebrale negli esseri umani.

Questa importante funzione non è sempre completamente implementata. Secondo alcuni studi, le variazioni nella sua anatomia svolgono un ruolo importante nella base dei disturbi vascolari GM. Questi ultimi influenzano la regolazione dell'emodinamica nel cervello e in tutto il corpo, come dimostrano i risultati del lavoro scientifico. La distribuzione non uniforme del flusso sanguigno in alcune varianti del circolo arterioso del cervello grande può portare alla formazione di aneurismi vascolari, la cui rottura si conclude con un ictus o morte del paziente.

La struttura "non classica" si verifica dal 25 al 75% dei casi. Tra questi si segnalano quelli più pericolosi (trifurco anteriore o posteriore di a.carotis interna). Uno sviluppo raro ma formidabile è l'aplasia (cioè l'assenza) dell'arteria comunicante posteriore, con il risultato che il circolo di Willys rimane aperto o non completamente chiuso.

Se vengono determinati i sintomi caratteristici di un aneurisma, è necessario consultare un neurologo con ulteriore TC o RM per valutare lo stato dei vasi sanguigni del GM. Se vengono riscontrate anomalie, sarà necessario l'aiuto di un neurologo e un neurochirurgo. Il trattamento di tali anomalie è effettuato solo da un intervento chirurgico.

Cerchia di Willis

Questo è il circolo arterioso, che si trova nella base del cervello e compensa la mancanza di afflusso di sangue in esso. È una rete di arterie di forma ovale con il diametro trasversale più piccolo. Questa formazione anatomica è così chiamata per il nome del medico inglese che l'ha scoperta.

Le seguenti arterie sono coinvolte nella formazione del bacino del Circolo di Willis:

  • Arteria cerebrale posteriore (segmento iniziale).
  • L'arteria connettiva posteriore.
  • Arteria cerebrale anteriore (segmento iniziale).
  • Arterie carotidi interne (segmento sopraclinico).

Tutte le arterie sono strettamente interconnesse a livello funzionale.

funzioni

Il cerchio di Willis funge da elemento di collegamento non solo per ciascuna arteria carotide, ma anche per il sistema dell'arteria vertebrale. Con un corretto sviluppo, le sue metà sinistra e destra hanno una chiara struttura simmetrica. La funzione principale del circolo di Willis è garantire il normale afflusso di sangue a certe parti del cervello in caso di blocco delle navi che lo alimentano.

I sintomi della malattia

Il pieno sviluppo della cerchia di Willis è osservato in circa il 25-50% delle persone. Spesso questo sistema arterioso è soggetto a varie patologie, come l'ipoplasia delle arterie connettive, ecc. Un fenomeno abbastanza comune è l'aneurisma delle arterie del cervello, in cui si verifica la malattia del circolo di Willis. Nell'ipoplasia dei vasi e delle arterie connettive del circolo di Willis, i sintomi non sono sempre presenti, naturalmente, a condizione che vi sia un flusso sanguigno completo nei bacini del resto delle arterie cerebrali. La patologia in questo caso viene rilevata come un riscontro diagnostico casuale durante la risonanza magnetica.

Secondo un recente studio condotto da scienziati dell'Università della Pennsylvania, un certo gruppo di persone ha uno sviluppo asimmetrico del circolo di Willis, che spiega i frequenti attacchi di emicrania che si verificano con un'aura abbastanza pronunciata. Di solito, nell'aneurisma dei vasi del circolo di Willis, i sintomi sono assenti fino al momento in cui si verifica la loro rottura. Se un aneurisma si rompe, il sangue inizia a fluire dal vaso danneggiato nello spazio subaracnoideo. I pazienti possono lamentare un mal di testa insopportabile, che, di norma, è accompagnato da nausea, vomito, torcicollo e sensibilità alla luce intensa. Con un'emorragia significativa, il coma si sviluppa rapidamente, o la persona malata muore quasi immediatamente.

trattamento

Per molte persone, non appena si rende noto che hanno una variante del cerchio di Willis, che non corrisponde alla norma di sviluppo, è difficile non cadere nella disperazione. Credono di avere una patologia seria che richiede un trattamento speciale. Tuttavia, in realtà, il trattamento della cerchia di Willis non viene eseguito affatto. Come accennato in precedenza, ci sono diversi tipi di sviluppo del cerchio di Willis. Quelle opzioni che sono considerate la norma, non sono affatto osservate. I vasi di questa piscina arteriosa sono necessari non tanto per assicurare l'afflusso di sangue alle cellule cerebrali, quanto per compensare i disturbi del flusso sanguigno cerebrale derivanti dalla trombosi. Di conseguenza, nella maggior parte dei casi, le disabilità dello sviluppo non richiedono trattamento.

Nel caso di un aneurisma dell'arteria del circolo di Willis, la terapia non può essere eseguita. Implica la chirurgia (legatura dell'aneurisma). Mentre viene aperto un aneurisma, viene eseguito un trattamento conservativo.

Cerchia di Willis

Video: rifornimento di sangue al cervello, cerchio dei cerchi

Circolo di Willis (circulus arteriosus cerebri Willisii) è una anastomosi tra il sistema di rifornimento di sangue carotideo e vertebro-basilare. Si trova alla base del cervello ed è una rete di arterie che ha la forma di un ovale con il diametro trasversale più piccolo. Il nome di questa educazione anatomica ricevuto dal nome del medico inglese che per primo la descrisse.

Le seguenti arterie prendono parte alla formazione del bacino del Circolo di Willis:

  • La parte iniziale dell'arteria cerebrale posteriore;
  • Arteria posteriore connettiva;
  • Parte sovracleare delle arterie carotidi interne;
  • Arteria connettiva anteriore;
  • La parte iniziale dell'arteria cerebrale anteriore.

Video: rifornimento di sangue al cervello, cerchio dei cerchi

Funzioni del cerchio di Willis

Il cerchio di Willis collega ciascuna delle arterie carotidi, non solo tra di loro, ma anche con il sistema delle arterie vertebrali. Con il normale sviluppo del cerchio di Willis, le sue metà destra e sinistra hanno una struttura simmetrica.

La funzione principale del circolo di Willis è quella di assicurare la piena irrorazione di sangue a certe parti del cervello, in caso di disturbi del flusso sanguigno in una delle arterie cervicali causate da qualsiasi motivo.

6 miti più comuni sul cervello umano

5 tecniche di "aerobica per il cervello"

5 miti sull'uso corretto dell'acqua potabile

Malattie circolatorie di Illiziyev: sintomi

Il normale sviluppo della cerchia di Willis si trova in non più del 50% delle persone. La patologia più comune di questo sistema arterioso sono vari tipi di ipoplasia delle arterie connettive. Aneurismi delle arterie cerebrali anche più spesso colpiscono i vasi del Circolo di Willis.

Nell'ipoplasia dei vasi del circolo di Willis, i sintomi possono essere assenti, naturalmente, a condizione che vi sia un normale flusso di sangue nei bacini di altre arterie cerebrali. In questo caso, la patologia viene rilevata come un riscontro diagnostico casuale durante la risonanza magnetica.

Come dimostrato dai risultati di un recente studio condotto da scienziati dell'Università della Pennsylvania, in alcune persone lo sviluppo asimmetrico del circolo di Willis può essere la causa di frequenti attacchi di emicrania, che si verificano con un'aura piuttosto pronunciata.

Video: rifornimento di sangue al cervello.

Con un aneurisma dei vasi del circolo di Willis, i sintomi sono di solito assenti fino a quando non si rompono. In caso di rottura, il sangue dalla nave danneggiata inizia a fluire nello spazio subaracnoideo. I pazienti iniziano a lamentarsi di un terribile mal di testa nella loro forza, che è spesso accompagnata da nausea, vomito, intolleranza alla luce intensa, torcicollo. Con un'emorragia significativa sviluppa rapidamente il coma o il paziente muore quasi immediatamente.

Malattie circolatorie Illiziyev: trattamento

Molte persone, avendo imparato che hanno una variante dello sviluppo del cerchio di Willis, non sono in linea con la norma, cadono nella disperazione, credendo di avere una malattia grave che richiede una certa terapia. Ma in realtà, il trattamento della cerchia di Willis non viene eseguito.

Come abbiamo detto sopra, ci sono varie opzioni per lo sviluppo della cerchia di Willis, e quelli che sono considerati la norma sono lontani dall'essere trovati in ogni persona. I vasi di questo bacino arterioso sono intesi non tanto per il rifornimento di sangue delle cellule cerebrali, quanto per compensare il flusso sanguigno cerebrale che si origina a causa della trombosi dovuta al trasferimento di sangue da una piscina arteriosa all'altra. Pertanto, nella maggior parte dei casi, la patologia dello sviluppo del circolo di Willis non richiede trattamento.

In presenza di un aneurisma di una delle arterie del circolo di Willis, il trattamento chirurgico è quello di bendare l'aneurisma. In quei casi in cui viene aperto un aneurisma, viene eseguito un trattamento conservativo, come per l'emorragia subaracnoidea causata da qualsiasi altra ragione.

Per Saperne Di Più I Vasi