Vasculite: tutto sui sintomi, sulla diagnosi e sul trattamento della malattia

L'infiammazione delle pareti vascolari o vasculite è un fenomeno abbastanza comune. Soffrire di questo tipo di processo infiammatorio spesso le persone oltrepassano la frontiera di 35 anni.

Allo stesso tempo, la classificazione della vasculite è piuttosto ampia e le ragioni del loro aspetto rimangono ancora un mistero.

Nozioni di base della malattia

Si ritiene che la vasculite si verifichi a causa di una risposta immunitaria non specifica al tessuto delle pareti vascolari.

Le cellule immunitarie danno il segnale ai macrofagi e ai globuli bianchi per attaccare la parte "aliena" del sistema circolatorio. Sotto l'azione di queste cellule, la parete del vaso si assottiglia, in esso inizia il decantare di una parte dei tessuti. A causa di ciò, possono verificarsi emorragie sia piccole che grandi.

Manifestazioni di reazione allergica e disfunzione di parte dei vasi sono anche visibili sulla superficie della pelle. Questo si manifesta con arrossamento, prurito e deterioramento del corpo, il cui apporto di sangue è compromesso.

Tipi di Vasculite

Al centro della divisione dell'infiammazione vascolare nei sottogruppi ci sono diversi fattori:

  • Localizzazione della patologia;
  • Cause principali della malattia;
  • L'area di infestazione di navi.

La localizzazione della patologia implica la sua vastità e posizione. Quindi, l'infiammazione vascolare può essere locale e generale.

Con una piccola area di lesione (aspetto segmentale), uno o più vasi in una determinata parte del sistema circolatorio (cervello, occhi, gambe, reni) si infiammano. Sono divisi in:

  • Arterite (danno di arterie, per esempio, coronaria);
  • Flebite (le vene sono colpite, specialmente le gambe);
  • Capillarità (infiammazione dei piccoli vasi, ad esempio negli occhi).

Ma c'è anche la vasculite sistemica, che colpisce in modo assoluto l'intero sistema circolatorio.

La causa sottostante della vasculite è primaria e secondaria. Nel primo caso, è l'infiammazione dei vasi che porta a successive malattie (nefrite, ictus, visione alterata, claudicazione intermittente delle gambe, ecc.).

Una vasculite secondaria è una delle manifestazioni di malattie preesistenti (alcune malattie virali e infettive, effetti traumatici, oltre a grave surriscaldamento o ipotermia).

Recentemente, ho letto un articolo che racconta la crema naturale "Bee Spas Chestnut" per il trattamento delle vene varicose e la pulizia dei vasi sanguigni da coaguli di sangue. Con questa crema puoi SEMPRE curare la VARICOSI, eliminare il dolore, migliorare la circolazione sanguigna, migliorare il tono delle vene, ripristinare rapidamente le pareti dei vasi sanguigni, pulire e ripristinare le vene varicose a casa.

Non ero abituato a fidarmi di nessuna informazione, ma ho deciso di controllare e ordinare un pacchetto. Ho notato i cambiamenti già dopo una settimana: il dolore è andato via, le mie gambe si sono fermate "a ronzare" e si sono gonfiate, e dopo 2 settimane le protuberanze venose hanno cominciato a diminuire. Provalo e tu, e se qualcuno è interessato, allora il link all'articolo qui sotto.

Le pareti dei vasi sanguigni sono costituite da tre strati. E il processo infiammatorio in una o tutte le aree è diviso in:

  1. Endovascolare. In questo caso, il processo infiammatorio è presente solo sullo strato interno.
  2. Mezovaskulit. In questo caso, lo strato centrale era interessato.
  3. Perivascolare. La patologia si trova negli strati superiori del muro.
  4. Panangiitis. Questo tipo di vasculite è considerato il più grave, dal momento che tutti i tessuti della parete vascolare sono sensibili all'infiammazione.

Esistono anche tipi di vasculite che sono più comuni in alcuni gruppi umani (la malattia di Takayasu, ecc.).

Sintomi, diagnosi, trattamento e conseguenze

Il quadro clinico per diversi tipi di vasculite è completamente diverso.

Con l'infiammazione nelle aree del sistema circolatorio della testa e del cervello, le manifestazioni sono possibili sotto forma di:

  • mal di testa di luoghi diversi;
  • visione offuscata o cecità parziale;
  • ictus;
  • emorragie.

Quando i vasi dei piedi sono colpiti, si osserva:

Per il trattamento di VARICOSIS e la pulizia delle navi da TROMBES, Elena Malysheva raccomanda un nuovo metodo basato sulla crema delle vene varicose. Consiste di 8 piante medicinali utili che hanno un'efficacia estremamente elevata nel trattamento della VARICOSI. Usa solo ingredienti naturali, senza sostanze chimiche e ormoni!

  • Borgogna o rash rosso vivo (con infiammazione dei vasi superficiali);
  • colore bianco latteo della pelle (con vasculite venosa profonda);
  • convulsioni;
  • bruciore e prurito;
  • gonfiore;
  • dolore alle articolazioni e ai muscoli.

Se i vasi renali sono infiammati, l'aspetto può essere:

  • giada;
  • infarto renale;
  • dolore lombare.

Quando la patologia del sistema vascolare del dolore intestinale nell'addome e ulcerazione in bocca.

Molti dei nostri lettori per il trattamento di VARIKOZA applicano attivamente la nota tecnica basata su ingredienti naturali, scoperta da Elena Malysheva. Ti consigliamo di leggere.

La maggior parte delle vasculiti è caratterizzata da manifestazioni cutanee, un aumento della temperatura corporea e dolori articolari e muscolari. Il più delle volte è la vasculite sistemica che appare sulle gambe, poiché i vasi degli arti inferiori sono soggetti a carichi pesanti.

diagnostica

È estremamente difficile identificare la vasculite a causa della manifestazione di sintomi di una lesione di un organo. E poi viene scambiato per un'altra malattia (asma bronchiale, artrite, otite media, ecc.).

Per la diagnosi più accurata dopo aver raccolto una storia dettagliata (disturbi, malattie posticipate, casi di infiammazione vascolare precedentemente in un dato paziente o suoi parenti), il medico offrirà di sottoporsi a una serie di studi aggiuntivi.

Test comuni includono lo studio del sangue venoso per rilevare il livello di leucociti e cellule immunitarie. I metodi di diagnostica hardware sono:

  • Angiografia. Con questo studio, è possibile valutare lo stato del sistema vascolare di una particolare area. Fai l'angiografia, introducendo nel sangue del paziente un liquido speciale, che sulle immagini a raggi X ti permette di vedere chiaramente i vasi sanguigni;
  • Ultrasuono con l'uso del sensore Doppler. Sulla base dei risultati dell'esame, è possibile valutare la velocità e la forza del flusso sanguigno nell'area interessata;
  • MR. La visualizzazione a livello computerizzato del sistema circolatorio e dei tessuti corporei consente al medico di vedere non solo lo stato dei vasi, ma anche i tessuti e gli organi circostanti.

La diagnosi tempestiva della malattia consente di interrompere parzialmente o completamente la malattia.

trattamento

Con gravità da lieve a moderata, l'infiammazione vascolare è curabile con un semplice uso di farmaci.

Il principale metodo di trattamento prevede la nomina di:

  • farmaci anti-infiammatori;
  • farmaci con azione antitrombotica;
  • farmaci per ridurre la viscosità del sangue;
  • immunosoppressori (per ridurre la risposta immunitaria ai propri tessuti).

Tutti i farmaci vengono selezionati in base alle condizioni generali del paziente e al grado di infiammazione. Con la natura infettiva dell'infiammazione, è consigliabile utilizzare antibiotici. Se la vasculite ha colpito i vasi sottocutanei superiori, si raccomanda l'applicazione locale di unguenti a base di eparina e Troxevasin.

Nei casi più gravi, l'intervento chirurgico è possibile per rimuovere le aree danneggiate.

Oltre a consultare un reumatologo, è necessario visitare specialisti. Questo è fatto al fine di valutare quanto l'organo, il cui apporto di sangue è stato disturbato a causa di vasculite, ha sofferto.

Conseguenze dell'inazione

Se si ignorano i segni di infiammazione vascolare, le conseguenze della malattia possono essere irreversibili.

Quindi, l'inizio tardivo o la completa assenza di trattamento può portare a:

  • ictus;
  • cecità (molto spesso temporanea);
  • disturbi cerebrali;
  • infiammazione dei reni e persino infarto renale;
  • parete intestinale rivoluzionaria;
  • rottura dei vasi sanguigni;
  • carenza di ossigeno negli organi interni e nei tessuti.

Per tutte le sensazioni spiacevoli nelle articolazioni e nel sistema vascolare, un urgente bisogno di consultare un reumatologo.

Non esistono metodi speciali di prevenzione dell'infiammazione dei vasi sanguigni, oltre alle regole di uno stile di vita sano. Le cause della vasculite sono sconosciute e il non trattamento minaccia di complicazioni gravi, ma un trattamento tempestivo può liberare completamente una persona da questa malattia.

Revisione della vasculite: che cos'è, cause, sintomi e trattamento

Da questo articolo imparerai: le caratteristiche della vasculite, cos'è questa malattia e come trattarla. Tipi di patologia, metodi di trattamento.

Vasculite - che cos'è? Questo è un gruppo di malattie accompagnate da infiammazione e successiva necrosi (necrosi) della parete vascolare. Questo gruppo di patologie porta a un significativo deterioramento della circolazione sanguigna nei tessuti circostanti la nave. Diverse forme di questi disturbi hanno sintomi sia caratteristici che comuni (febbre, perdita di peso, eruzione cutanea che persiste quando viene premuto, dolori alle articolazioni). Se non trattata, l'attenzione principale può diffondersi e causare danni ad altri tessuti o organi. Successivamente, la malattia può portare alla disabilità e persino alla morte.

Mentre la vasculite è ancora insufficientemente studiata, e gli esperti non sono giunti a un'opinione comune sulle cause e sui meccanismi dello sviluppo dell'infiammazione, della classificazione e della tattica della terapia. Ora questa malattia viene definita come malattie sistemiche del tessuto connettivo e i reumatologi sono coinvolti nel suo trattamento. Se necessario, malattie infettive e dermatologi possono essere coinvolti in terapia.

Secondo le statistiche, la vasculite è altrettanto comune sia per gli uomini che per le donne, e il più delle volte vengono rilevati nei bambini e negli anziani. Ogni anno il numero di tali pazienti aumenta il reumatologo e gli esperti ritengono che questo aumento dell'incidenza sia associato alla ricezione incontrollata di stimolanti immunitari e al degrado ambientale.

Tipi di Vasculite

Una malattia come la vasculite è classificata in base a diversi parametri.

Per la causa principale, si distinguono le seguenti due forme della malattia:

  1. Primario: danno alla parete vascolare causato da ragioni inspiegabili, presumibilmente è provocato da insuccessi nel sistema immunitario.
  2. Secondario - il danno alla parete vascolare è una reazione alle infezioni (tubercolosi, epatite, sifilide), lesioni sistemiche (collagenosi, lupus eritematoso sistemico, artrite reattiva), sarcoidosi, tumori, invasioni di elminti o sostanze chimiche.

Dalla gravità della vasculite può essere:

  • lieve - manifestata solo da una piccola eruzione cutanea e non causa il deterioramento della condizione generale;
  • grado moderato - il paziente ha un'eruzione abbondante, dolore alle articolazioni, sangue nelle urine, e la condizione generale è moderata (perdita di appetito, debolezza);
  • grave - il paziente ha una profusa eruzione cutanea, disturbi significativi negli organi e articolazioni, sanguinamento polmonare e intestinale compaiono, si sviluppa insufficienza renale e la condizione generale è grave.

A seconda del tipo di vasi infiammatori, si distinguono le seguenti forme di vasculite:

  • capillare - pareti capillari infiammate;
  • arteriolite - pareti arteriose infiammate;
  • arterite - pareti arteriose infiammate;
  • phlebitis - pareti venose infiammate.

A seconda della posizione delle navi colpite, si distinguono tali forme e tipi di vasculite:

Arterite temporale delle cellule giganti

Lesioni cutanee - angiite leucocitaria cutanea, periarterite nodosa, arterite cutanea

Danno articolare - vasculite emorragica

Malattia cardiaca - aortite isolata

Sintomi comuni

I sintomi della vasculite sono estremamente diversi e il sintomo più caratteristico di questi disturbi è un'eruzione cutanea. La gravità dei segni della malattia e le condizioni generali del paziente dipendono in gran parte dalla forma e dal tipo di vasculite. Nei casi gravi e in assenza di trattamento, la malattia può diventare la causa della disabilità o l'inizio della morte.

I segni di eruzioni cutanee con vasculite possono essere variati, ma alcuni di essi possono distinguere questo disturbo dagli altri:

  • l'aspetto dell'eruzione cutanea è spesso associato all'infezione;
  • rash compare sullo sfondo di allergia, malattia sistemica, autoimmune o reumatica;
  • l'eruzione è relativamente simmetrica;
  • i primi elementi dell'eruzione appaiono esattamente sulle gambe (di solito nella regione delle gambe);
  • gli elementi dell'eruzione cutanea sono inclini a emorragia, edema e necrosi;
  • un'eruzione cutanea è spesso rappresentata da diversi elementi che cambiano colore, dimensioni e forma nel tempo.

In pazienti con vasculite, questi tipi di lesioni possono essere rilevati:

  1. Spot. Sono rossi o rosa, non al di sopra del livello degli elementi della pelle dell'eruzione. Causato dal flusso di sangue in risposta all'infiammazione.
  2. Porpora emorragica. Gli elementi di eruzione si verificano con danni significativi alla parete e all'emorragia della nave. L'eruzione cutanea può apparire come una macchia viola o teleangioectasia. Le dimensioni degli elementi con contorni irregolari possono raggiungere 3-10 mm. Dopo un po ', l'eruzione diventa blu e diventa giallastra. Dopo aver premuto l'eruzione non scompare.
  3. Orticaria. Tale eruzione è scatenata da una reazione allergica ed è accompagnata da bruciore, formicolio e prurito. Appare come bolle rosa o rosse con contorni irregolari.
  4. Nodi sottocutanei Tali elementi dell'eruzione cutanea sono causati dalla crescita incontrollata del tessuto connettivo e dell'epidermide. Sono torreggianti noduli semicircolari o piatti. Le loro dimensioni possono variare da pochi millimetri a 1-2 cm. Sono dolorose e nel tempo un sito di necrosi può apparire nel loro centro a causa di una significativa compromissione della circolazione sanguigna. Successivamente, la pelle in questo punto del nodulo diventa nera e comincia a essere strappata via.
  5. Bolle. Le violazioni della permeabilità delle pareti vascolari in una certa area del flusso sanguigno portano al rilascio della parte liquida del sangue sotto la pelle. In tali luoghi le bolle appaiono più grandi di 5 mm. Sono pieni di contenuti trasparenti in cui possono esserci inclusioni di sangue.
  6. Ulcere ed erosione. Noduli sottocutanei formati durante la vasculite alla fine decadono, e l'erosione (danni superficiali) o difetti della pelle più profondi, ulcere, appaiono al loro posto. Quando sono infetti, possono infastidire.

intossicazione

La vasculite è accompagnata da disturbi circolatori che portano alla formazione di tossine, avvelenamento del corpo e cambiamenti nel metabolismo. Questi processi fanno sì che il paziente manifesti i seguenti sintomi:

  • ridotta tolleranza e debolezza fisica;
  • perdita di appetito e perdita di peso (fino a 0,3-1 kg al mese);
  • sonnolenza frequente;
  • mal di testa (il grado della loro intensità dipende dalla gravità della malattia);
  • la temperatura sale a 37,5-40 gradi (a seconda della gravità della malattia).

Lesioni del sistema nervoso

Gli effetti delle tossine e dei danni al tessuto nervoso causati da disturbi circolatori ed emorragie nella vasculite provocano i seguenti sintomi:

  • gocce acuminate in stato psico-emotivo;
  • periodi di crampi;
  • debolezza muscolare, paralisi incompleta delle braccia e delle gambe,
  • cambiamenti di sensibilità (più spesso nel tipo di "calzini" e "guanti" - cioè in queste zone del corpo);
  • emorragie nel cervello, che portano allo sviluppo di ictus emorragico.

Danno visivo

Osservato nella vasculite, insufficiente afflusso di sangue e nutrizione degli organi della vista possono causare il loro danno singolo o bilaterale:

  • deterioramento della vista costantemente progressivo (fino alla completa cecità);
  • gonfiore e arrossamento dell'occhio;
  • sensazione di difficoltà nel muovere il bulbo oculare;
  • protrusione degli occhi.

Danno respiratorio

La presenza di una reazione infiammatoria e alterata permeabilità vascolare nella vasculite porta a edema e infiammazione di varie parti del sistema respiratorio. Di conseguenza, possono svilupparsi le seguenti malattie respiratorie:

  1. Naso che cola a lungo
  2. Sinusite e sinusite prolungate.
  3. Distruzione delle pareti ossee del seno mascellare o del setto nasale.
  4. Bronchite prolungata con componente asmatico.
  5. Asma bronchiale.
  6. Pleurite.
  7. Polmonite.
  8. Bronchiectasie.

A rotture di pareti di navi all'atto di sanguinamenti bronchopulmonary pazienti di intensità diversa si sviluppano.

Danno renale

Molti tipi di vasculite portano alla malnutrizione e alla funzionalità renale. Inizialmente, il paziente appare segni di declino nella loro funzione, manifestata dai seguenti sintomi:

  • dolore lombare;
  • febbre;
  • gonfiore;
  • ridotta produzione di urina;
  • proteine ​​e sangue nelle urine.

Successivamente, la circolazione sanguigna alterata e la nutrizione nei tessuti renali diventano più pronunciate, e i tessuti di questi organi sono maggiormente colpiti. A causa di tali cambiamenti, il paziente sviluppa insufficienza renale acuta e poi cronica.

Danno articolare

La vasculite è accompagnata da una lesione del sacco articolare, causata dalla penetrazione di liquidi in esso, dallo sviluppo di infiammazione ed edema. Sono le articolazioni del ginocchio che sono le prime a soffrire più spesso e il paziente ha i seguenti sintomi:

  • arrossamento, gonfiore e arrossamento nell'area del ginocchio;
  • dolore intenso che porta a compromissione della funzione motoria.

Dopo alcuni giorni, il processo infiammatorio si sposta sulle articolazioni adiacenti e il dolore alle ginocchia diventa più debole. Di solito tale danno articolare si elimina e non porta a conseguenze irreversibili.

Lesioni dell'apparato digerente

Il danneggiamento delle pareti dei vasi sanguigni del mesentere e dell'intestino provoca alterazioni della circolazione sanguigna e porta alla comparsa di emorragie. Di conseguenza, si sviluppa una reazione infiammatoria e compaiono i seguenti sintomi in un paziente con vasculite:

  • dolore parossistico e intenso all'addome, aggravato mezz'ora dopo aver mangiato;
  • nausea e vomito;
  • feci frequenti di natura acquosa (a volte con inclusioni di sangue).

Un danno massiccio ai vasi sanguigni può causare atrofia, distruzione graduale e rottura della parete intestinale. Con tali lesioni su larga scala, il paziente sviluppa peritonite.

trattamento

Il trattamento della vasculite dovrebbe essere complesso e le sue tattiche dipendono dalla gravità e dal tipo di malattia. Può essere eseguito su base ambulatoriale o in condizioni di un reparto di reumatologia.

Le indicazioni per l'ospedalizzazione di un paziente con vasculite sono le seguenti:

  1. Forma moderata o grave
  2. Esordio o esacerbazione della malattia.
  3. Periodo di gestazione
  4. Età dei bambini
  5. Vasculite emorragica.

Durante la fase acuta dell'eruzione si consiglia ai pazienti di osservare il riposo a letto, che contribuisce alla scomparsa dell'eruzione e alla stabilizzazione della circolazione sanguigna. Una settimana dopo la comparsa degli ultimi elementi dell'eruzione, il regime viene gradualmente esteso.

Terapia farmacologica

La scelta di alcuni farmaci per il trattamento della vasculite può essere effettuata solo da un medico, tenendo conto dei dati dell'esame del paziente, della gravità e del tipo di malattia. Nella forma lieve, i farmaci sono prescritti per 2-3 mesi, nel caso di moderatamente grave, per circa 6 mesi, e in forma grave, fino a un anno. Se la vasculite è ricorrente, il paziente viene trattato con cicli di 4-6 mesi.

I seguenti farmaci possono essere usati per trattare la vasculite:

  • antinfiammatorio non steroideo (Ortofen, Piroxicam, ecc.) - eliminare reazioni infiammatorie, dolori articolari, gonfiore ed eruzioni cutanee;
  • agenti antipiastrinici (Aspirina, Curantil, ecc.) - assottigliano il sangue e prevengono la formazione di coaguli di sangue;
  • anticoagulanti (eparina e altri) - rallentano la coagulazione del sangue e prevengono i coaguli di sangue;
  • enterosorbenti (Nutriclins, Thioverol, ecc.) - legano le tossine e le sostanze bioattive formate durante la malattia nel lume intestinale;
  • glucocorticosteroidi (Prednisolone, ecc.) - hanno un effetto antinfiammatorio nella vasculite grave, sopprimono la produzione di anticorpi;
  • citostatici (Azatioprina, Ciclofosfamide, ecc.) - sono assegnati con l'inefficacia dei glucocorticosteroidi e la rapida progressione della vasculite, inibiscono la produzione di anticorpi;
  • antistaminici (Suprastin, Tavegil, ecc.) - sono prescritti solo ai bambini nelle fasi iniziali della vasculite in presenza di allergie a farmaci o cibo.

Terapia non farmacologica

Quando la vasculite purifica il sangue di sostanze che causano e aggravano la malattia, il medico curante può raccomandare al paziente di eseguire vari metodi di chirurgia del sangue gravitazionale:

  1. Immunosorbimento - il sangue venoso viene purificato passando attraverso il dispositivo con immunosorbente.
  2. Emosorbimento: il sangue passa attraverso l'installazione con un assorbente che lo pulisce da anticorpi, immunocomplessi e antigeni.
  3. La plasmaferesi: il sangue passa attraverso un apparato speciale, pulendo o sostituendo il suo plasma.

Dieta ipoallergenica e nutrizione

La vasculite spesso predispone all'insorgere di una reazione allergica e per prevenire tali complicanze, si consiglia ai pazienti di escludere dalla dieta i seguenti alimenti:

  • uova;
  • cioccolato;
  • frutti rossi e frutti di bosco (in particolare fragole e fragole);
  • agrumi;
  • miele, pappa reale, polline;
  • prodotti con esaltatori di sapidità, stabilizzanti, coloranti e aromi innaturali (salsicce, formaggi aromatizzati, paté, cracker, patatine fritte, ecc.);
  • funghi;
  • cottura di pasticceria;
  • cibo in scatola;
  • caffè e tè forte;
  • cibi piccanti, salati e fritti;
  • alcol;
  • prodotti intollerabili individualmente.

Se i segni di danno renale, la dieta numero 7 è raccomandata, e se il danno agli organi digestivi, la dieta numero 4 è raccomandato.

Erboristeria, metodi non convenzionali e tradizionali

L'auto-trattamento della vasculite è inaccettabile, poiché l'assunzione di alcune erbe medicinali può provocare allergie e aggravare il decorso della malattia. In assenza di controindicazioni, un reumatologo può raccomandare i seguenti rimedi a base di erbe, metodi non convenzionali e popolari:

  • radice di liquirizia;
  • fitozbory a base di calendula, equiseto, germogli di pioppo, successione, fiori di sambuco, menta piperita, achillea, ecc.;
  • irudoterapia (sanguisughe mediche).

previsioni

La prognosi di questa malattia dipende dal tipo e dalla forma, dall'età del paziente, dalla presenza di complicanze e dalla tempestività di inizio della terapia. La sopravvivenza a 5 anni dei pazienti con vasculite grave, il cui trattamento è stato iniziato immediatamente e utilizzando glucocorticosteroidi e farmaci citotossici, è del 90%. Senza un trattamento tempestivo, questa cifra è solo del 5% e porta alla disabilità e alla morte.

Tali casi clinici possono peggiorare la prognosi per la vasculite:

  1. Danno renale
  2. La sconfitta del sistema nervoso centrale.
  3. La sconfitta delle navi coronarie e dell'aorta.
  4. La sconfitta del sistema digestivo.
  5. Lo sviluppo della vasculite dopo 50 anni.

Questi fatti indicano che le persone affette da tali malattie necessitano di un follow-up costante e di una stretta aderenza a tutte le raccomandazioni del medico. Un tale atteggiamento nei confronti della loro salute li aiuterà ad evitare lo sviluppo di gravi complicazioni.

I sintomi della vasculite sono tutte manifestazioni importanti della malattia.

I sintomi della vasculite si verificano in molti organi, poiché la malattia è associata all'infiammazione della parete vascolare. I medici fanno una diagnosi rappresentativa di patologia basata sulla rilevazione di specifici cambiamenti nella pelle.

Con la sconfitta delle arterie renali, i cambiamenti appaiono nelle analisi delle urine, che indicano difetti nei glomeruli renali (un insieme di vasi che fornisce il filtraggio delle urine). È una malattia renale nella vasculite che è in pericolo di vita.

Informazioni sulle cause dell'infiammazione della parete vascolare

Le cause della vasculite non sono state ancora stabilite. Come risultato di studi clinici hanno rivelato molti fattori provocatori della malattia. Molto spesso compare nelle lesioni autoimmuni delle arterie. Il processo si pone contro la formazione di anticorpi contro le proprie cellule.

Ad esempio, dopo aver sofferto di mal di gola da streptococco, una persona può avere una varietà di proteine ​​nel sangue che iniziano a distruggere il tessuto cartilagineo. Ciò è dovuto al fatto che gli antigeni dello streptococco sono simili ad alcune sostanze proteiche della cartilagine delle articolazioni e della colonna vertebrale.

Quindi, con l'estorsione del patogeno, il sistema immunitario inizia a combattere con i suoi stessi tessuti. Con un principio simile, i sintomi della vasculite compaiono nel lupus eritematoso sistemico, nell'artrite reumatoide e in altre malattie del tessuto connettivo.

A seconda dell'eziologia, la vasculite può essere:

La patologia secondaria è una conseguenza di determinate malattie e il primario sorge indipendentemente.

In pratica, i medici si imbattono nel fatto che i sintomi dei cambiamenti infiammatori nella parete del vaso appaiono sullo sfondo delle malattie allergiche e dell'uso a lungo termine di alcuni farmaci.

Le malattie croniche e il fumo sono fattori scatenanti della malattia. Molto spesso, si può osservare patologia in pazienti con epatite B. virale

Tipi e sintomi di vasculite

Nel 2012 è stata creata una classificazione internazionale della vasculite, che tiene conto del calibro delle navi e degli organi interessati. Descriviamo le forme più popolari della malattia secondo l'ICD (International Classification of Diseases) 10.

L'arterite a cellule giganti è una forma comune della malattia, caratterizzata dall'infiammazione delle pareti delle grandi arterie e dell'aorta. Può influenzare l'aorta, l'arteria più grande. In una situazione del genere, si deve temere una condizione pericolosa - un aneurisma. Rappresenta il danno e la separazione della parete del vaso con la penetrazione del sangue in esso e il restringimento della cavità arteriosa. Il pericolo di questa condizione è anche nella sua rottura, che porterà alla morte.

Periartrite nodulare e malattia di Kawasaki si verificano sullo sfondo di danni al muro di arterie di medio calibro. L'infiammazione più pericolosa dell'arteria coronaria, che nutre il muscolo cardiaco. Con questa forma di malattia, c'è un alto rischio di coaguli nel sangue. Se tali coaguli di sangue si staccano dal sito originale di localizzazione e entrano nell'arteria polmonare, si verifica TELA (embolia polmonare). La conseguenza di questa condizione è la morte.

I sintomi della vasculite dei piccoli vasi dipendono dalla patogenesi della malattia. Possono essere provocati dalla formazione di complessi autoimmuni, anticorpi citoplasmatici e interi immunocomplessi contro la parete dei capillari sanguigni.

Ci sono anche forme combinate della malattia in cui c'è una sconfitta di navi di vari calibri - la malattia di Behçet, la sindrome di Kogan.

A seconda della localizzazione predominante dell'infiammazione nella parete del vaso, si distinguono le seguenti forme di malattia:

  • Con la sconfitta di un solo organo: vasculite del sistema nervoso centrale, alterazioni infiammatorie della pelle.
  • Sintomi di vasculite con lupus eritematoso sistemico e reumatismo;
  • Cambiamenti infiammatori nelle arterie rispetto ad altre malattie: epatite, oncologia, sifilide.

I sintomi generali della patologia sono caratterizzati da debolezza generale, perdita di appetito, febbre, dolore alle articolazioni e eruzione cutanea.

I segni clinici della malattia dipendono dalla localizzazione immediata della patologia negli organi bersaglio. Ad esempio, vasculite sulla pelle manifesta prurito e eruzione cutanea con la formazione di macchie rosse. Il danno ai vasi cerebrali sarà accompagnato da un'emorragia nel tessuto cerebrale. Secondo questo schema, i micro-ictus fluiscono molto spesso.

Alcune forme di infiammazione delle arterie polmonari sono accompagnate dalla formazione di soffocamento o frequente tosse improduttiva.

Come trattare l'infiammazione della parete vascolare

Il reumatologo è coinvolto nel trattamento dei sintomi della vasculite, ma diversi medici di profili diversi prendono parte al processo, poiché è necessario correggere i cambiamenti patologici in molti organi.

Il regime di trattamento è prescritto dopo l'installazione di tutti i collegamenti del processo patologico. Per questi scopi è prescritta un'analisi generale del sangue e delle urine, dell'angiografia e degli ultrasuoni degli organi interni.

Angiografia - un metodo di ricerca di vasi introducendo un agente di contrasto in loro.

Il trattamento della malattia è effettuato dai seguenti gruppi di farmaci:

  • anti-infiammatori;
  • Migliora il flusso sanguigno;
  • Depressivi immunitari.

In conclusione, notiamo che i sintomi della vasculite sono complicazioni pericolose pericolose. Quindi con la sconfitta del cuore compaiono endocardite, infarto miocardico e pericardite. Nell'infiammazione delle arterie cerebrali bisogna fare attenzione agli ictus e alle psicosi.

I cambiamenti infiammatori nella parete del tratto gastrointestinale possono portare alla distruzione dell'intestino (perforazione) e alla peritonite (alterazioni infiammatorie nel peritoneo).

Ovviamente, la patologia dovrebbe essere trattata nelle fasi iniziali, poiché progredisce nel tempo e provoca la comparsa di terribili complicazioni. Determinare indipendentemente i sintomi della vasculite è quasi impossibile, quindi non "essere pigro" per consultare un reumatologo.

Infiammazione delle pareti dei vasi sanguigni: cause, sintomi. Metodi di trattamento dell'infiammazione della parete vascolare, prevenzione delle complicanze

L'infiammazione delle pareti dei vasi sanguigni o vasculite è una patologia del corpo umano, che colpisce vari vasi sanguigni (vene, arterie).

Di conseguenza, la circolazione sanguigna viene disturbata e si osserva la morte dei tessuti forniti dai vasi "malati".

Consideriamo più in dettaglio i sintomi dell'infiammazione delle pareti dei vasi sanguigni e i metodi di trattamento di questa malattia.

Infiammazione delle pareti del vaso: cause

Ci sono le seguenti cause di infiammazione delle pareti dei vasi sanguigni:

1. La sconfitta del corpo da varie gravi infezioni batteriche o virali.

2. Predisposizione genetica di una persona alla vasculite (la possibilità di ammalarsi di questa patologia aumenta molte volte se qualcuno da parenti stretti soffre di vasculite).

3. Infiammazione vascolare come reazione alla vaccinazione. Allo stesso tempo, oltre all'infiammazione dei vasi sanguigni in una persona, possono svilupparsi anche altre complicazioni nello stato.

4. Contattare il corpo con veleni di origine biologica (ad esempio, questo accade nel trattamento delle patologie tumorali).

5. Grave ipotermia, o viceversa, surriscaldamento del corpo.

6. Ingestione di varie sostanze chimiche dannose.

7. Lesioni gravi.

8. Scottature o danni termici alla pelle di vari gradi di danno.

9. Malattie infettive acute.

10. Violazione della coagulazione del sangue.

Infiammazione delle pareti dei vasi sanguigni: tipi, sintomi e segni

Ci sono tre gruppi di vasculiti:

1. Gruppo di cellule giganti. In questo caso, la malattia colpisce i grandi vasi sanguigni nel corpo. È considerato il più pericoloso, in quanto può portare a un netto deterioramento delle condizioni del paziente.

2. La vasculite nodosa causa l'infiammazione di vasi di medie dimensioni. Di solito colpiscono le arterie del cuore, dell'intestino e dei polmoni.

3. Vasculite che colpisce i piccoli vasi. Di regola, sono localizzati nel tratto respiratorio e sono accompagnati da secrezione purulenta e sanguinolenta dal naso.

L'infiammazione delle pareti dei vasi sanguigni ha sintomi e manifestazioni così caratteristici:

1. Febbre e febbre

2. Aumento della pressione sanguigna.

3. La comparsa di piccole emorragie sulla pelle, che possono essere localizzate in varie parti del corpo (il più delle volte si tratta della parte inferiore della gamba, dei piedi, delle cosce o delle braccia).

4. Se la malattia colpisce i vasi cardiaci, il paziente sviluppa aritmia, bradicardia e altre patologie. Nei casi più gravi, la vasculite può causare infarto, necrosi vascolare, ecc.

5. La comparsa di dolore acuto nelle articolazioni senza motivo.

7. Perdita di appetito.

8. Forte dolore e bruciore alle gambe.

9. L'aspetto di eruzione cutanea si sviluppa a causa della sconfitta dei vasi ipodermici. Allo stesso tempo, l'eruzione stessa può avere diverse dimensioni - da un pisello a grandi macchie, la dimensione di un uovo. Il colore dell'eruzione sarà rosso vivo o viola. Di solito tale eruzione cutanea è accompagnata da forte prurito e gonfiore delle estremità. È localizzato sulla parte inferiore delle gambe e sugli stinchi.

10. La comparsa di ulcere nella bocca e dolore addominale indica una violazione della circolazione sanguigna nell'intestino e l'infiammazione delle arterie intestinali.

11. Se i vasi oculari sono affetti, il paziente può avvertire prurito e arrossamento della cornea. C'è anche il rischio di una perdita della vista a breve termine.

12. La vasculite, localizzata nel cervello, può causare disturbi della memoria, mal di testa e vertigini.

Ovunque la vasculite è localizzata, è sempre accompagnata da un lungo percorso, frequenti esacerbazioni e complicanze. La prognosi di questa malattia dipende dalla forma dell'infiammazione, dal grado di abbandono della patologia e dalla chiara localizzazione della vasculite.

Infiammazione delle pareti vascolari: diagnosi e trattamento

Quando compaiono i primi segni di vasculite, dovresti consultare un medico. Dopo l'esame iniziale e la raccolta dell'anamnesi, il medico prescriverà tali procedure diagnostiche obbligatorie:

1. Prove cliniche generali su sangue e urine.

3. Test allergici.

4. Analisi dello stato di immunità.

5. Esame completo del sistema cardiovascolare e respiratorio.

Il trattamento dell'infiammazione delle pareti dei vasi sanguigni dipende dalla localizzazione della vasculite, dalla sua negligenza e dall'estensione del danno agli organi interni coinvolti. Quei pazienti a cui è stata diagnosticata un'infiammazione vascolare cronica avranno bisogno di assumere regolarmente i farmaci prescritti.

I pazienti con una forma lieve di vasculite mostrano un trattamento completo con farmaci prescritti.

L'obiettivo principale di questa terapia è ridurre l'infiammazione ed eliminare le cause del suo sviluppo. Pertanto, il trattamento tradizionale prevede quanto segue:

1. Prescrivere farmaci che influenzano la densità del sangue del paziente e ridurre il rischio di coaguli di sangue. Allo stesso tempo, sono particolarmente indicati nel caso in cui l'infiammazione del paziente dei vasi sanguigni del cervello (in questo stato, la persona è molto suscettibile allo sviluppo di ictus).

2. Prescrivere farmaci anti-infiammatori non steroidei (Parmidina).

3. Con grave vasculite, che è accompagnata da molte complicazioni, si raccomanda al paziente di somministrare glucocorticosteroidi.

4. Obbligatorio in questa terapia è l'uso di anticoagulanti (eparina).

5. Quando viene appesa la temperatura, si usano agenti antipiretici.

6. Buoni risultati nel trattamento della vasculite danno la nomina di citostatici. Questi farmaci prevengono la proliferazione delle cellule e riducono la formazione di anticorpi.

7. In alcuni tipi di vasculite, è utile purificare il sangue del paziente usando tecniche come l'emosorbimento e lo scambio plasmatico.

8. Nel corso della malattia in forma lieve, si raccomanda l'uso di farmaci non steroidei (Voltaren).

9. Per prevenire la formazione di microtrombi, l'eparina viene spesso prescritta.

10. Con lo sviluppo di complicazioni da vasculite, vengono prescritti preparati ormonali.

Nelle forme gravi di patologia, il paziente viene mostrato un intervento chirurgico. In questo caso, di solito si pratica per rimuovere parte della nave colpita o occlusa. Al suo posto c'è una protesi artificiale. Se l'area della nave rimossa è piccola, entrambe le parti sono semplicemente unite insieme.

Infiammazione delle pareti vascolari: caratteristiche del trattamento

Oltre alla terapia principale, durante il trattamento, è auspicabile che il paziente aderisca alle seguenti raccomandazioni mediche:

1. Smettere completamente di fumare e bere alcolici.

2. Limita l'attività fisica.

3. Prendi molti liquidi. Infiammerà il sangue e proteggerà contro la formazione di coaguli di sangue. Particolarmente utile è il tè verde. Aiuterà a migliorare la permeabilità dei vasi sanguigni, rafforzare le loro pareti e ridurre l'infiammazione.

Inoltre, con l'uso regolare del tè verde, è possibile ridurre il livello di colesterolo nel sangue e aumentare il tono del muscolo cardiaco. Questo è particolarmente utile con la vasculite.

4. I pazienti sono invitati a prendere decotti a base di erbe che contengono vitamina K.

Questi includono: erba di San Giovanni, ortica e achillea.

5. È molto utile mangiare le bacche, che contribuiscono al miglioramento del sangue e rinforzano i vasi sanguigni (rosa canina, ribes nero).

In assenza di trattamento tempestivo, la vasculite può causare le seguenti complicanze nello stato di salute del paziente:

3. Infarto miocardico.

4. Emorragia intestinale.

5. Trombosi delle arterie.

6. Lo sviluppo di insufficienza renale o insufficienza cardiaca cronica.

7. Emorragia polmonare.

8. La transizione della malattia in una forma cronica.

9. Dolore cronico.

10. Ascesso della cavità addominale.

11. Interruzione del fegato.

12. Violazione (perdita completa) della visione.

13. La compromissione della memoria è possibile con la vasculite delle arterie del cervello.

Per prevenire lo sviluppo di vasculite, dovresti seguire questi suggerimenti:

1. Evitare l'ipotermia e il surriscaldamento del corpo.

2. Indurire il corpo e rafforzare il sistema immunitario. Per questo scopo è consigliabile praticare sport, seguire una dieta equilibrata e dormire bene.

3. Rifiuta cattive abitudini.

4. Non assumere farmaci senza prescrizione medica.

5. Non condurre vaccinazioni e vaccinazioni non programmate.

6. Quando si lavora in condizioni pericolose, è necessario indossare una maschera protettiva.

7. In caso di primi sospetti di questa malattia, consultare immediatamente un medico.

8. Con una predisposizione genetica alla vasculite, si raccomanda di bere periodicamente complessi di farmaci che rafforzano i vasi sanguigni.

9. Evitare lo stress e forti sbalzi nervosi.

vasculite

La vasculite è un'infiammazione autoimmune della parete vascolare. In questa sindrome, possono essere colpite tutte le navi di diverso calibro: arteriole, vene, arterie, venule, capillari. I vasi colpiti possono essere localizzati superficialmente - nel derma, più profondamente - sul bordo del derma e dell'ipoderma o in qualsiasi cavità del corpo.

Cause di vasculite

Le cause della vasculite possono servire a vari fattori, ma il più delle volte sono agenti infettivi-allergici. Con una prolungata sensibilizzazione del corpo da parte di qualsiasi allergene (polvere di libri, droghe, polline delle piante, lanugine). O con un processo infettivo a lungo termine (tonsillite cronica, otite media, annessite, danno ai denti, micosi).

Alcuni scienziati sottolineano la possibile provocazione dei primi sintomi della vasculite in caso di esposizione prolungata alla luce solare diretta, che è un vero fattore paraallergico (che contribuisce all'allergia). Ci sono casi di vasculite dopo il trattamento di tonsillite con tubus quarzo in persone con predisposizione ereditaria.

Inoltre, si dovrebbe prestare attenzione alle manifestazioni allergiche dopo l'introduzione di alcuni vaccini, sieri. Un posto significativo dovrebbe essere dato allo scambio di sostanze biologicamente attive (mediatori dell'infiammazione e delle allergie), così come tutti i tipi di disfunzioni della componente piastrinica e coagulativa dell'emostasi.

Nel determinare le cause della vasculite, è necessario tenere conto dello stato di immunità cellulare e umorale, poiché qualsiasi stato di immunodeficienza può portare a vasculite. Sfortunatamente, non è sempre possibile stabilire con precisione le cause dell'aggressività dell'organismo contro i tessuti delle pareti dei vasi.

Sintomi della vasculite

I primi sintomi della vasculite sono caratteristici della maggior parte delle malattie, cioè debolezza, aumento dell'affaticamento, lieve aumento della temperatura corporea, mal di testa e dolori muscolari. Tuttavia, dopo qualche tempo, con l'ulteriore sviluppo di autoaggressione del corpo, cominciano a comparire i sintomi di una lesione dell'organo, i cui vasi sono soggetti al processo patologico. In molti casi, questi sintomi possono essere interpretati erroneamente prima della diagnosi specifica di vasculite.

La vasculite è divisa in primaria e secondaria.

La vasculite primaria è un'infiammazione della nave che provoca danni a un organo o tessuto fornito con il sangue da questa nave.

La vasculite secondaria è una conseguenza di una malattia (sarcoidosi, diabete, lupus eritematoso sistemico) ed è considerata un sintomo.

Nella vasculite allergica della pelle compaiono macchie emorragiche, noduli, elementi essudativi con contenuto emorragico. Possibile eritema senza elementi emorragici, come macchie eritematose, vescicole, vescicole. Tali manifestazioni complicano notevolmente la diagnosi. Nella zona delle eruzioni cutanee, a volte è possibile vedere un infarto della crosta nera. Questo sintomo di vasculite crea una somiglianza immaginaria con la tubercolosi della pelle papulo-necrotica. In alcuni pazienti, una tale manifestazione come emorragie sotto le dita dei piedi è abbastanza rara.

L'eritema più comune sulla vasculite colpisce le gambe, cioè le gambe, la superficie dorsale dei piedi e le cosce. Con una forma generalizzata di vasculite, anche se ci sono manifestazioni sulla pelle dell'avambraccio, il tronco, la pelle degli arti inferiori sarà ancora più gravemente colpita.

La vasculite allergica, oltre alle principali manifestazioni cliniche, apporta molte sensazioni spiacevoli ai pazienti - dolore alle articolazioni, spremitura o bruciore, meno frequente - prurito al sito di eruzione. Casi di reclami di pazienti a dolore irragionevole nelle articolazioni sono stati registrati anche diversi mesi prima della comparsa della prima eruzione cutanea.

Vasculite nodulare allergica

Questo gruppo di vasculiti comprende eritema nodulare acuto e cronico ed eritema indurativo di Bazin.

L'eritema nodoso acuto è caratterizzato dalla formazione di nodi infiammatori sulle superfici anteriore e posteriore delle gambe, il colore della pelle su di essi può variare da scarlatto brillante a blu e verde-giallastro (come nel caso del riassorbimento del livido). I nodi si trovano in quantità diverse, le dimensioni possono superare una noce, densi. Con noduli tipici sono rari vesciche, papule, macchie, ma non si trovano ulcerazioni, necrosi, cicatrici. Il processo si conclude con il riassorbimento completo delle formazioni.

La malattia di Behçet è una vasculite aspecifica, le cui cause sono ancora sconosciute. Colpisce principalmente la mucosa degli occhi, della bocca e della pelle (spesso nella zona genitale). Per questo la vasculite è caratterizzata dalla formazione di ulcere ed erosioni.

Angiite temporale - vasculite, che è accompagnata da mal di testa prolungato nelle tempie. È più comune nelle donne anziane, quindi il secondo nome è arterite senile (senile significa la predominanza della malattia degli anziani).

foto di vasculite allergica

Vasculite sistemica

La vasculite sistemica si verifica nelle malattie del tessuto connettivo come la granulomatosi di Wegener, il lupus eritematoso sistemico, i reumatismi.

La vasculite nella granulomatosi di Wegener si manifesta con alterazioni distruttive delle pareti dei vasi sanguigni di diverso calibro del tratto respiratorio superiore e inferiore, nonché dei reni. Gli scienziati suggeriscono che questa malattia sia scatenata dall'inalazione di alcuni antigeni specifici. La malattia è difficile. I pazienti appaiono granulomi ulcerati sulla mucosa della bocca, naso, bronchi. Sullo sfondo di queste manifestazioni si verifica la glomerulonefrite, aggravando la gravità della condizione. Nei casi avanzati, il cuore, la pelle, gli organi visivi e il sistema nervoso spesso soffrono. La diagnosi si basa sull'assunzione di una biopsia dalle aree interessate della mucosa.

La vasculite con reumatismo è generalizzata. La gravità delle manifestazioni dipende dallo stadio della vasculite. Le eruzioni hemorrhagic caratteristiche cambiano spesso la localizzazione. Oltre alle manifestazioni cutanee della vasculite nei reumatismi, i vasi degli organi vitali - il cuore, il cervello, i polmoni, lo stomaco, l'esofago e i reni sono spesso colpiti. Con un decorso aggressivo di reumatismi che è difficile da trattare, è possibile il sanguinamento interno da queste navi. Tali conseguenze, spesso sorprendendo i pazienti, possono essere fatali. Purtroppo, secondo le statistiche, più della metà dei pazienti con reumatismo sono giovani donne.

La vasculite nelle malattie sistemiche, ad esempio, nel lupus eritematoso sistemico è caratterizzata da eritemi eritematosi, ipercheratosi follicolare (ispessimento delle scaglie dell'epidermide), atrofia cutanea e presenza di teleangectasie ("stelle" vascolari che scompaiono quando vengono pressate con vetro). Per quanto riguarda le navi degli organi interni, spesso soffrono a causa della generalizzazione del processo con scarsa efficacia dei preparati ormonali. Il danno ai vasi sanguigni dei reni, combinato con l'auto-aggressione ai globuli renali, porta alla nefrite da lupus. Questo in alcuni casi porta a una formidabile complicazione: insufficienza renale cronica. Tali pazienti richiedono l'emodialisi e il trapianto di rene.

La vasculite cerebrale in pazienti con lupus eritematoso sistemico può causare sanguinamento sotto le meningi o anche nel cervello.

foto di vasculite sistemica

Vasculite orticaria

L'angiite urticardica (sinonimi - vasculite urticarica, angitis cutaneo dell'orticaria) è un'infiammazione cronica dei vasi superficiali del derma, un tipo di vasculite allergica. Flussi in onde, spesso presi per l'orticaria cronica. Tipiche manifestazioni cutanee - macchie emorragiche, noduli, vesciche persistenti e dense, che possono persistere per tre giorni. Questi elementi morfologici sono accompagnati da sensazioni sgradevoli per i pazienti: sensazione di bruciore, stiramento o irritazione della pelle e dolore alle articolazioni.

Un certo numero di sintomi comuni non sono esclusi: febbre fino a 1 - 1,5 ˚ С, debolezza, mal di testa, irritabilità, dolore ai muscoli, addome, zona lombare. In uno studio dettagliato di pazienti con glomerulonefrite può essere rilevato, che indica il processo di generalizzazione. In alcuni casi, i pazienti lamentano un grave dolore parossistico nell'addome, non avendo una posizione chiara, così come le feci liquide "nere". Questo può indicare un decorso ipersensibile di vasculite, una tendenza alla generalizzazione.

La diagnosi di vasculite in questa variante del corso si basa su metodi di ricerca immunofluorescente, nonché sull'esame istologico dell'area interessata della pelle. L'esame istologico mostra friabile, edematosa, in alcuni punti le pareti vascolari necrotiche, le sezioni tissutali sono impregnate di plasma sanguigno. Nel corso della nave, gli infiltrati delle cellule infiammatorie sono distesi in sezioni come se perforassero la parete del vaso.

Gli scienziati hanno stabilito la connessione dei mastociti con il processo di malattia vascolare infiammatoria allergica. In queste cellule vengono prodotte e accumulate sostanze biologicamente attive - istamina, serotonina, eparina, acido ialuronico. Pertanto, con un accurato esame biochimico e clinico del sangue, è possibile rilevare un significativo aumento di basofili, eosinofili e sostanze biologicamente attive.

Va tenuto presente che anche la vasculite cutanea può diventare di natura sistemica e causare gravi danni alla salute da parte di molti organi.

foto di vasculite urticarica

Vasculite nei bambini

La vasculite si verifica durante l'infanzia è piuttosto rara, tuttavia, hanno caratteristiche caratteristiche solo naturalmente.

La sindrome di Kawasaki è una lesione predominante di vasi di piccole e medie dimensioni con l'ulteriore sviluppo di vasculite distruttiva o distruttiva-proliferativa. Si verifica nei bambini fino a 7 anni. La malattia è di natura sistemica, colpisce i vasi coronarici del cuore, la membrana mucosa del tratto respiratorio superiore e inferiore, i linfonodi. Ha un inizio acuto e rapido con un aumento significativo della temperatura a numeri alti (38 ° C) e anche estremamente alti (41 ° C).

Sullo sfondo della febbre debilitante prolungata, i sintomi delle lesioni cutanee si manifestano sotto forma di rash emorragico polimorfico (rash simile a scarlatto, placche eritematose) e mucosa delle vie respiratorie, occhi, naso, che complica enormemente la diagnosi di vasculite.

Con il passare del tempo (1-3 giorni) inizia il rossore e l'ispessimento della pelle dei palmi e delle suole, che limita la mobilità delle piccole articolazioni a causa del dolore acuto. Sullo sfondo di questi fenomeni, i linfonodi cervicali aumentano, la lingua diventa cremisi. Due settimane dopo l'esordio della malattia, il peeling periunguale a piastre larghe inizia sulle falangi delle dita delle mani o dei piedi. In alcuni casi, lo sfaldamento si diffonde all'intero dito. La sconfitta del sistema cardiovascolare accompagna la fase acuta della malattia, la complicazione più pericolosa è l'aneurisma dell'arteria coronaria, che può portare a infarto miocardico e morte. Tra le lesioni più rare degli organi interni, la sindrome meningea, le lesioni gastrointestinali, il fegato e la milza e il danno renale sono più rari. Con una diagnosi tempestiva, la sindrome di Kawasaki può essere curata e le conseguenze possono regredire entro 5-8 anni.

La vasculite emorragica nei bambini è divisa in diverse forme, a seconda dei sintomi dominanti del danno a organi e tessuti. Vale a dire: pelle, pelle e articolazioni, addominale, renale e forme cutanee e renali. La forma della pelle può essere semplice, necrotica o accompagnata da orticaria da freddo con edema grave. Una semplice forma cutanea di vasculite è caratterizzata da eruzioni cutanee emorragiche sotto forma di porpora, che si eleva leggermente sopra aree della pelle sane. Inizialmente, l'eruzione cutanea è localizzata sulle gambe, diffondendosi gradualmente fino alla superficie interna delle cosce.

L'articolare si unisce gradualmente alla sindrome della pelle. Sotto forma di dolore migratorio nelle grandi articolazioni degli arti inferiori, meno spesso nelle articolazioni del gomito e della spalla. Nei bambini, si osserva dolore alle articolazioni prima della comparsa di nuove lesioni sulla pelle. La forma addominale è caratterizzata da un decorso più grave con dolore addominale grave. I bambini indicano più spesso la localizzazione del dolore vicino all'ombelico.

A volte la forma addominale della vasculite è accompagnata da sanguinamento gastrointestinale. Nella maggior parte dei casi, questi sanguinamenti non sono abbondanti e non mettono a rischio la loro vita. Delle possibili complicanze - peritonite, perforazione, invaginazione. In forma renale, i cambiamenti patologici si manifestano dopo 2 o 3 settimane dopo l'esordio della malattia. Spesso, il danno renale è registrato mediante microscopia di urina. Proteine, globuline vengono rilevate. Di solito, con una terapia adeguata e tempestiva, questi cambiamenti negli indici scompaiono senza lasciare traccia. Ma in rari casi, i medici devono fare i conti con la glomerulonefrite o la sindrome nefrosica. Danni ai polmoni, sistema nervoso nella vasculite emorragica nei bambini sono descritti in casi isolati. Una caratteristica comune delle diverse forme di questa malattia è la tendenza alla generalizzazione e al decorso ricorrente.

i bambini hanno la foto di vasculite

Un altro tipo di vasculite sistemica riscontrata nei bambini è la periarterite nodosa. È una delle forme più severe di angiite. Gli scienziati hanno scoperto che quasi il 30% dei pazienti nel sangue ha l'epatite B. I sintomi principali superficie marcatore - febbre alta che non risponde agli antibiotici e antipiretici (solo sensibili ai glucocorticoidi), rapida perdita di peso, frequente trombosi delle piccole arterie, risultante all'ischemia e alla necrosi tessutale. Possibile necrosi delle punte delle dita, infarto degli organi interni.

La malattia può portare molte complicazioni - ipertensione arteriosa, sindrome nefrosica, insufficienza cardiaca acuta, pleuropolmonite vascolare, asma bronchiale resistente alla xantina. Le manifestazioni cutanee caratteristiche sono: marmorizzazione della pelle o il cosiddetto livedo (manifestazioni lungo i rami del vaso sotto forma di rami di albero), noduli sottocutanei lungo i vasi e gonfiore doloroso delle estremità. Il sintomo di un "nodo sanguinante" (descritto dal professor Romanenko) si verifica solo con periarterite nodulare - indipendentemente dalle lesioni o dallo sforzo fisico del nodo, si apre il sanguinamento, che può durare fino a tre giorni. La sindrome tromboangitica si manifesta con forti dolori oltre l'arteria ostruita, che si aggravano di notte, estenuando il bambino durante le notti insonni.

Più tardi, compare cianosi della pelle, raffreddamento, diminuzione della sensibilità, gonfiore, sensazione di "gattonare pelle d'oca". Se il trattamento appropriato non è stato prescritto, la cancrena si sviluppa sullo sfondo di un'infezione batterica che si è unita. Di solito questo processo termina con l'amputazione di una parte dell'arto. Ma se si intraprendessero tentativi di terapia adeguata, allora l'ischemizzazione può essere eliminata, il che consentirà di preservare l'arto.

Tra gli altri sintomi di vasculite, si segnalano edema effimero limitato e teleangiectasia (vene del ragno). Appare sul viso, arti superiori o inferiori. Hanno la forma di un braccialetto o cuscino. Possono essere male interpretati e confusi con orticaria, angioedema. Scompare improvvisamente e completamente. Anche se ci sono sintomi evidenti che indicano la periarterite nodosa, la diagnosi viene fatta in base ai risultati di un esame istopatologico del materiale di eruzione biopsia.

Un'altra forma complessa di vasculite sistemica è la aortoarterite aspecifica. Colpisce l'aorta - la nave principale principale. A seconda della posizione della lesione secernono diverse forme della malattia: la sconfitta arco della aorta e le it rifiuti rami, la sconfitta della aorta discendente, insufficienza mista ad arco, petto e parti addominali di esso, e anche possibile distruzione di qualsiasi parte della aorta, si sposano con la sconfitta dell'arteria polmonare. La malattia si sviluppa lentamente.

Sintomi caratteristici di questo tipo di vasculite - l'assenza o l'asimmetria dell'impulso negli arti superiori può mancare all'esordio della malattia. Per ogni tipo di vasculite, i sintomi principali possono essere distinti. Con la sconfitta dell'aorta addominale - claudicatio intermittente, cianosi e raffreddamento dei piedi, dolore mentre si cammina e disturbi nei reni - proteinuria, ematuria.

Con la lesione primaria dell'aorta toracica e dell'arteria polmonare - mancanza di respiro, cianosi del triangolo naso-labiale, è possibile la "danza carotidea" (pulsazione visibile delle arterie carotidi sul collo). Con la sconfitta dell'arco aortico può essere disturbi del sistema nervoso - mal di testa, sangue dal naso, vertigini, una progressiva diminuzione di acuità visiva e "zoppia visiva" (deterioramento a breve termine di acuità visiva cambiando la posizione del corpo, il corpo è ruotato, la testa), con durata prolungata vasculite può emorragia nella retina e l'inizio della cecità. L'esito della NAA è la sostituzione del tessuto duraturo ed elastico della parete aortica dal tessuto connettivo (indurimento) con possibile blocco del lume o rottura del muro. Oltre ai metodi di trattamento conservativi usano plastica chirurgica - vascolare.

Diagnosi di Vasculite

La diagnosi di vasculite come una malattia indipendente o, come conseguenza di un danno sistemico all'organismo, deve affrontare alcune difficoltà. Per prevenire l'errata interpretazione di manifestazioni esterne (spesso mascherate), sono stati sviluppati numerosi test diagnostici.

Il metodo principale nella diagnosi accurata della vasculite è l'esame istopatologico. Per identificare la natura allergica della vasculite, vengono eseguiti test allergologici, test allergologici intradermici e ricerca immunologica. Per stabilire la natura virale, batterica o fungina della malattia nei laboratori specializzati conducono un test PCR - una reazione a catena della polimerasi. Per escludere la natura streptococcica della sensibilizzazione, viene determinato un titolo di antistreptolizina-O. Vengono utilizzati anche immunoglobuline (ELISA), reazione di fissazione del complemento (RSK), RPHA e altri campioni di laboratorio.

Assicurati di fare gli immunogrammi di studio, lo studio dei complessi immunitari. Secondo studi recenti, nella fase acuta della vasculite c'è un forte aumento della quantità di kininogeno nel sangue, quindi è consigliabile fare un'analisi che determini l'attività di sostanze biologicamente attive nel sangue. Test prognostici alla fine del trattamento - ripetuti esami delle urine e del sangue, studio ripetuto dei sistemi cardiovascolare e respiratorio.

Trattamento di vasculite

Il trattamento di varie forme di vasculite ha caratteristiche significative. Quindi, con un capillare cronico lento, puoi fare a meno del trattamento generale intensivo. Ma in condizioni patologiche così gravi come la periarterite nodosa, è necessario un trattamento generale e locale complesso con l'uso di glucocorticosteroidi.

Le misure terapeutiche dovrebbero essere indirizzate al trattamento della malattia di base, contro la quale è comparsa la vasculite (in forme secondarie). È necessario trattare possibili focolai di infezione - carie, tonsillite, antritis, sinusite, micosi.

I pazienti con vasculite con allergie tubercolari sono prescritti un consulto con un phthisiatrician, Rifampicin, Ftivazid.

Per la pelle grave o la sindrome articolare della pelle, i farmaci antinfiammatori non steroidei sono ampiamente usati per 7 giorni con una pausa di 5 giorni - Reopirina, Pyrabutol, 0,025 g dopo ogni pasto; Acido mefenamico fino a 0,5 g tre volte al giorno; Indometacina o ibuprofene due volte dopo ogni pasto. Secondo la testimonianza trascorrono 5-7 corsi.

Per ripristinare l'elasticità e la forza della parete vascolare applicare acido ascorbico 5 ml - soluzione al 5% per via endovenosa 3-4 settimane; Rutina dentro 0,005 g dopo colazione, pranzo e cena. Dopo - le pillole dentro 0.3 g per 3 volte al giorno. Queste medicine possono essere sostituite da fitopreparati: un infuso di cinorrodi, un decotto di foglie di ribes rosso e nero, un infuso di cenere di montagna, un'ortica.

Viene mostrato l'uso di antiossidanti, ad esempio Retinolo.

Per il mal di testa e il dolore alle articolazioni, il bromuro di tiamina è prescritto in 2 ml - 3% per via intramuscolare a giorni alterni per non più di un mese. Quando i cambiamenti metabolici nel muscolo cardiaco secondo le indicazioni di un ECG, la vitamina B-12 è usata in combinazione con compresse di Riboxin 2 2-3 volte al giorno.

Multivitaminici - "Stress", "Multivit", "Unicup", "Supradin" - 1 compressa al giorno.

Gli induttori di interferone sono prescritti - Cycloferon, Neovir, Amizon, Amiksin. Questi farmaci hanno effetti antivirali, migliorano il sistema immunitario. Corsi - per 5-9 giorni, solo 5 corsi.

Immunoterapia non specifica - Metiluracile 0,5 g a quattro volte al giorno, in combinazione con l'uso locale.

Con edema esteso, necrosi emorragica - Neogemodez 200-400 ml + Prednisolone 30 mg + acido ascorbico 10 ml - soluzione al 5% per somministrazione endovenosa ad una velocità di 40 - 60 gocce al minuto, 2-3 volte a settimana. L'uso di tale "miscela" di corticosteroidi evita molti degli effetti collaterali che si verificano quando assunto per via orale.

Una nuova promettente direzione nel trattamento della vasculite è l'uso di polienzimi - complessi medici per somministrazione orale: Wobenzym 15-18 altri al giorno e Flogenzy da 6 a 9 altri al giorno per 1-2 mesi.

Per ridurre il processo infiammatorio acuto, la parmidina, il piridinocarbamato, il fenilbutazolo vengono utilizzati sotto forma di unguento al 5%.

Sempre più spesso, con la vasculite, si consiglia di applicare nuovi metodi di emoterapia - plasmaferesi, linfocitoperesi, emosorbimento, aferesi globulinica.

Procedure di fisioterapia per vasculite - UV in dosi eritemiche di 10-15 minuti al giorno. Fonoforesi di farmaci anti-infiammatori.

La terapia della vasculite deve essere strettamente individuale e approvata da medici di specialità diverse.

Nella dieta dei pazienti dovrebbero includere alimenti contenenti grandi quantità di proteine, carboidrati, vitamina C, R.

Il trattamento esterno della vasculite è indicato in presenza di ulcerazioni, focolai di necrosi. Utilizzare unguento al 5-10% di Metiluracile, Levocin, Troxevasin, Propozum.

Per Saperne Di Più I Vasi